Lazio - Napoli 1-2, scudetto

La zampata scudetto del Napoli, vince in casa della Lazio con i gol di Insigne e Fabian Ruiz, approfitta del momento no di Milan e Inter e balza in testa affiancando i rossoneri. Più che una corsa è una rissa scudetto ormai aperta a quattro squadre: Napoli, Milan, Inter e Juventus. E Spalletti dopo essersi fatto il segno della croce sul campo dell’Olimpico esplode: “Ma non rompete i cog….i! Qui c’è una brutta atmosfera, avete visto ora se abbiamo carattere o no?”. Insomma la tensione è altissima, la rissa scudetto è già cominciata

No alla guerra Russia - Ucraina

SERIE A 2021-2022

GIORNATA N. 27

Venerdì 25 febbraio 2022

Milan – Udinese 1-1

(29′ Leao M, 66′ Udogie U)

Genoa – Inter 0-0

Sabato 26 febbraio 2022

Salernitana – Bologna 1-1

(43′ Arnautovic B, 72′ Zortea S)

Empoli – Juventus 2-3

(32′ Kean J, 40′ Zurkovski E, 45’+2′ Vlahovic J, 66′ Vlahovic J, 76′ La Mantia E)

Sassuolo – Fiorentina 2-1

(19′ Traoré S, 88′ Cabral F, 90’+4 Defrel S)

Domenica 27 febbraio 2022

Torino – Cagliari 1-2

(21′ Bellanova C, 54′ Belotti T, 62′ Deiola C)

Verona – Venezia 3-1

(54′ Simeone Ver, 63′ Simeone Ver, 81′ Okareke Ven, 88′ Simeone Ver)

Spezia – Roma 0-1

(90’+9 Abraham rig. R)

Lazio – Napoli 1-2

(62′ Insigne N, 88′ Pedro L, 90’+4′ Fabian Ruiz N)

Lunedì 28 febbraio 2022

Atalanta – Sampdoria 4-0

(6′ Pasalic A, 29′ Koopmeiners A,  61′ Koopmeiners A, 86′ Miranchuk A)

***

LA CLASSIFICA

Napoli 57 (27), Milan 57 (27 giocate), Inter 55 (26 giocate),  Juventus 50 (27),  Atalanta 47 (26), Roma 44 (27),  Lazio 43 (27), Fiorentina 42 (26), Verona 40 (27), Sassuolo 36 (27), Torino 33 (26),  Bologna 32 (26), Empoli 31 (27),  Udinese 26 (25), Sampdoria 26 (27), Spezia 26 (27),  Cagliari 25 (27), Venezia 22 (26), Genoa 17 (27), Salernitana 15 (25)

***

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 28

Venerdì 4 marzo 2022

Inter – Salernitana 20.45

Sabato 5 marzo 2022

Udinese – Sampdoria 15.00

Roma – Atalanta 18.00

Cagliari – Lazio 20.45

Domenica 6 marzo 12.30

Genoa – Empoli 12.30

Bologna – Torino 15.00

Fiorentina – Verona 15.00

Venezia – Sassuolo 15.00

Juventus – Spezia 18.00

Napoli – Milan 20.45

***

Dovessi puntare dieci euro adesso sullo scudetto li punterei sul Napoli, ovvio. Sfidando i fedelissimi superconvinti che “tanto lo scudetto lo vince l’Inter”. I gol di Insigne e Fabian Ruiz all’Olimpico contro la Lazio rapiscono l’occhio, l’esplosione di gioia e tensione dopo l’eliminazione dall’Europa League ad opera del Barcellona, quasi liberatoria. Visto Spalletti alla fine farsi addirittura il segno della croce, come se fosse scampato a chissà quale supplizio. Quando lo faceva il povero Trap, magari anche spargendo acqua santa sul campo, (giustamente) lo massacravano, facendo propaganda di subcultura.

  L’aria è frizzante: l’entusiasmo soffia sulla vela del Napoli, l’Inter è depressa e non ne azzecca più una, il Milan è entrato in trip complottardo vittimista anti-arbitrale, Allegri dice che lo scudetto si può vincere solo “se davanti svengono tutte”. Ma già la quota 85 che preconizzava lui, vecchio cavallaro, potrebbe essere rivista al ribasso. Un po’ come quando Moody’s affetta il rating dell’ Italia. Più la quota si abbassa e più lo scudetto è scalabile da chiunque. Aspettiamoci di tutto.

  Prossimo appuntamento per il Napoli il Milan, dopodiché basta scontri diretti, si giocherà tutto sulla tenuta fisica e nervosa. Per cui altro che segni della croce e intemerate antiarbitrali. Luciano Spalletti intanto è già entrato in clima, come nelle migliori tradizioni. Dopo aver portato il Napoli in testa alla classifica esplode: “Tutti rompono i coglioni a questa squadra, tutti dicono che non ha carattere. Ma questa non è una squadra che molla, perché non lo dicono adesso?” L’eliminazione da parte del Barcellona, il 2-4 del Maradona, brucia.  “E’ stata colpa mia, all’andata abbiamo pareggiato perché ci ha concesso qualcosa, ma poi è una grandissima squadra. E se pareggiamo a Cagliari è perché il Cagliari è in un buon momento, avete visto che ha vinto a Torino? C’è una brutta atmosfera. Siamo in lotta per il livello alto della classifica, per lo scudetto lo dite voi. Ma non abbiamo paura, paura ce l’hanno quelli che stanno intorno a noi”.

   Olé, la sfida è lanciata è cominciato il tira e molla psicologico, si gioca a tutto campo, dentro e fuori.

***

Tutti gli articoli di Bloooog! sulla 27a giornata di Serie A

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
185 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Vipe

Prova

il ghiro

I Casi Nostri – La Domenica delle Beffe
1.)   Fottuti da Foti
Il sostituto di Mou, il viceallenatore Foti, Salvatore di nome e di fatto, prende prima il posto del Sacramento (tale Joao Sacramento, sparito da Trigoria senza lasciare tracce né rimpianti il 31 dicembre u.s.), e poi anche del Padreterno portoghese, lo sostituisce solo per due giornate, alla terza giornata come di consueto il Padreterno risorgerà, per cacciare i mercanti dal Tempio a colpi di telefono. Il Foti conduce dalla panchina la gara del Picco, sempre ostica per i colori giallorossi. Il Foti all’inizio lascia in panca lo spezzino Zaniolo, per evitargli antipatiche accoglienze da parte dei compatrioti, poi approfittando della superiorità numerica (espulso Amian per una inesistente doppia ammonizione) lo butta nella mischia. In undici contro dieci i giallorossi non riescono a fare breccia nella superrinforzata difesa spezzina. Occorre il classico rigoretto in zona Caicedo (tentativo di rovesciata di Maggiore sulla crapa di Zaniolo) pizzicato dal VAR e ben battuto da Abraham, e anche l’ottimo Provedel deve capitolare. Onore ai bianchi e biasimo ai romani incapaci per oltre 94’ di bucare una squadra ridotta in dieci.
2.)   Zona Caicedo
Entrambe le partite delle romane si concludono ben oltre il 90’, quindi nella ormai fatidica zona del Panterone ex-laziale. Gli esiti sono però molto diversi, i romanisti la “sculano” a la Spezia, i laziali lasciano i tre punti al Napoli. Certo se il Sergente avesse voluto festeggiare adeguatamente il suo compleanno, forse ci sarebbe andata meglio: comincia KK a sgretolarlo con una entrata spaccaossa che lo lascia esanime sul terreno, da quel momento il ragazzone serbo si mette a guardare la partita, abbonda in tocchi leziosi, in retropassaggi poco illuminanti, in lunghe sgambate per il campo, ma in realtà è fuori dalla partita, il bravo Fabian Ruiz comanda il gioco a metacampo, con l’aiuto del solerte Demme, i due mettono sotto il Sergente e il Mago e nel II tempo la Lazio non impensierisce più Ospina. La frittata il bravo Sergei la completa allo scadere del match, quando si dimentica completamente di Fabian Ruiz, lo spagnolo riceve palla da Insigne al limite dell’area e fulmina Strakosha, vince il Napoli e Milinkovic torna a casa beffato. Buon compleanno, Sergente, stracciati pure la maglia, sarà per un’altra volta.
3.)   Dea Ultima Spes
La Dea ci vuole provare fino alla fine a conquistare l’ultimo posto utile per l’Europa, forte del fatto che doveva recuperare ben due partite, quella con la Samp vinta con estrema facilità e quella rinviata per Covid col Torino, per continuare ad alimentare la speranza. Il Gasp guida l’unica italiana rimasta in Europa League, dove se la vedrà con il Bayer Leverkusen, solidamente al 3° posto in Bundesliga, quindi un bruttissimo cliente. Ma c’è tempo altri 10 giorni per pensarci, una cosa alla volta. L’Atalanta di Gritti vista contro i doriani è una squadra che vince tutti i contrasti, i suoi giocatori non aspettano mai il pallone sui piedi ma si muovono in continuazione per dettare il passaggio, gli schemi sono assorbiti e messi in atto con grande naturalezza, prima Koopmeiners e ora Boga si sono inseriti molto facilmente nel gioco del Gasp. Mancavano in tanti contro la Samp (Demiral, Djimsiti, Ilicic, Zapata, Malinovskyi), ma nessuno se n’è accorto. Forse la Samp non era un ostacolo troppo complicato da battere, ma è stata superata con enorme facilità e scioltezza.

TigerJack

Atalanta-Samp 4.0 Ma quale scudetto per la Juve, sarà già tanto se arriverà quarta.

2010nessuno

Questo è ancora presto per dirlo, ma per tutti quelli, di qualsiasi tifoseria, che la davano già per persa all’Atalanta e invece guarda che chicche ci ha fatto vedere ieri sera…

TigerJack

Quando una squadra ha un gioco consolidato ed una forte identità può avere un calo come tutte ma molto difficilmente si squaglia.

Nick

anvedi che casino ho combinato !!!

malandragem

ecco, ora tutti inizieranno a mandare vocali e nessuno qualche consonante, voglio vedere come facciamo a capirci…

2010nessuno

😂😂😂😂 Hai ragione Mala’, bisogna essere precisi col concetto, come pretendeva sempre Lo Bello…

monica

…wow…sembra watsapp! 😄
P.s. …in realtà ho provato a mandare un vocale,ma non so se ci sono riuscita!

2010nessuno

Sarà un sabotaggio dei soliti TAJ, Fabrizio, 😂😂😂

Paolo

Per renderlo ancora più divertente suggerisco di utilizzare la velocità di riproduzione doppia

mario rossi

Spalletti mi è sempre stato simpatico.
Divertente quando parte con la sua sintassi involuta riuscendo a non dire niente pur parlando per minuti, tipo arnaldo forlani insomma.
“Non mi rompete i coglioni” non è da lui ma se ha sbottato avrà avuto le sue ragioni.

Modifica il 6 mesi fa da mario rossi
convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Ieri sera Spalletti aveva un diavolo per capello, ma lui è poco che allena il Napoli, noi tifosi per limitarmi a tempi recenti sono almeno 10 anni che ce magnamm o’ limon per le tante occasioni perse di vincere almeno uno scudetto e di andare più avanti in Europa . Bella partita ,almeno per la nostra serie A , l’amico esorcista si chiedeva per chi avrei tifato, essendo i partenopei in lotta per il piccolo scudo, ho tifato per loro, esattamente come 2 anni fa tifai per la Lazio, che vinse col famoso gol di Immo aiutato dall’errore di Ospina, dicevo bella partita ,nel primo tempo meglio la Lazio, stranamente in palla malgrado le due ultime partite in mezzo alla settimana , anche piu’ incisiva del solito, almeno fino al momento di tirare, fallisce infatti almeno 4 o 5 occasioni, nel secondo dopo il gol di Insigne meglio il Napoli, il nostro finalmente gioca una gran partita, evidentemente il Barcellona gli porta male, addirittura segna il primo gol stagionale su azione, un secondo gli viene annullato per fuori gioco, evidentemente è cambiata la regola, che diceva che se un avversario tocca la palla ti rimette in gioco, un paio di occasioni fallite ,poi il gran gol di Pedro, credo che fosse da un lontano 5 maggio che non mi dispiacevo per un gol della Lazio. Poi il Napoli che non ti aspett,i si riporta avanti e segna un gran gol con Fabian e per una volta il finale non di rado propizio a qualcun altro, giova a noi, a questo punto come si fa a negare che siamo in lotta ? La squadra potrebbe ricevere dal successo una bella spinta, come potrebbe una volta la sopra farsela sotto, per la solita paura di vincere, concludo ancora con la frase “beati noi che possiamo discettare di calcio “.

Mordechai

Un diavolo per capello? Spalletti?

Tiziano

Due parole sulla coppa di Lega inglese?
Partita talmente bella che le squadre sembravano volerla giocare all’infinito.
Per puro caso sono arrivati al 120simo e ho perso il conto delle giocate, le conclusioni, i rovesciamenti di fronte.
Come speravo la decide Kepa con un suo errore, dato che oltre a simpatizzare di base per i Reds, non mi è mai piaciuta la sostituzione del portiere per la lotteria finale dei rigori.

Modifica il 6 mesi fa da Tiziano
Gellons

D’accordo con te. Visto primo tempo e metà del secondo e andavano a una velocità per noi inimmaginabile. Non capisco se sia questione di preparazione, di testa o altro. Fino a non molto tempo fa gli stranieri che arrivavano in Italia dicevano che qui gli allenamenti sono più duri … mah. Certo la mentalità aiuta, contrasti duri e mai nessuno che si lamenti e si rigiri a terra tarantolato, si rialzano e corrono come prima e il gioco non viene spezzettato.

carlogobbo

d’accordo e tutto come dici
aggiungi anche la tecnica superiore, a mio avviso, che ti porta a velocizzare il gioco
se ti arriva una palla e fai un paio di tocchi per aggiustartela, anche questo rallenta
comunque l’aspetto che più risalta, almeno per me, è il gioco molto meno spezzettato grazie alla collaborazione di giocatori che arbitri (la controprova l’abbiamo in Europa dove quelli delle nostre squadre si lagnano molto meno e si alzano molto piu’ velocemente)

TigerJack

Tra le tre di testa a mio insindacabile 🤣 giudizio il calendario più facile c’è l’ha l’Inter; non tanto perché tra le attuali 4 di testa dovrà incontrare solo la Juve ma soprattutto perché Napoli e Milan si scorneranno tra di loro, oltre a dover incontrare l’Atalanta. Tutte e 3 avranno in comune gli incontri con la Viola in casa ed il Verona. Ovvio che sono solo chiacchiere da bar. Saluti

Gli immortali

Il Milan deve preoccuparsi delle squadre della seconda parte della classifica 🙄

TigerJack

Correttore del cxx ce non c’è. Boccca scusi, ma dopo aver inserito la recensione c’è un modo per poter ritirare la stessa per correggerla?

R.T.

Basta cliccare sulla rotellina in basso a destra nel riquadro della recensione e ti da l’opzione modifica

Modifica il 6 mesi fa da R.T.
il radarista

Buon giorno

Ho provato a farlo, ma i miei errori sono talmente tanti che il post svanisce come un fantasma. E senza darmiu il canzo.

Buona giornata e saluti

pastafariano

bisogna aggiornare, riprovare e avere riflessi rapidi;
ma diamo tempo, mica è facile gestire un sito, specie se Bocca è in pieno delirio tecnologico e vuole anche inserire vocali e consonanti;

zzzi

Dai, visto che il caro se la prende con gli xG, ne butto qualche manciata a caso. In particolare una classifica delle prime dieci posizioni basata non sui punti reali accumulati dalle squadre ma sui punti attesi (xPTS) valutati sulla base delle prestazioni fornite (dati sempre da understat), il tutto condito da xG e xGA, in parentesi la differenza tra valore atteso e valore reale.

Pos._____Squadra_Punti_____xG____________xGA________xPTS
 1( 3)______Inter___26____57.66(+2.66)__26.43(+4.43)___54.27(-0.73)
 2( 1)_____Napoli__27____45.07(-3.93)___21.29(+2.29)___53.14(-3.86)
 3( 4)___Juventus__27____44.23(+3.23)__27.90(+2.90)___48.10(-1.90)
 4( 6)_____Roma__27____48.47(+3.47)___31.62(-2.38)___48.06(+4.06)
 5( 2)___AC Milan__27____45.75(-7.25)___27.70(-1.30)___48.05(-8.95)
 6( 5)___Atalanta___25____43.28(-2.72)___27.29(-2.71)___43.24(-0.76)
 7( 7)_____Lazio___27____39.02(-14.98)__35.83(-6.17)___41.33(-1.67)
 8(11)____Torino___26____36.13(+3.13)___25.16(-2.84)___41.19(+8.19)
 9( 8)_Fiorentina___26____41.81(-3.19)___31.89(-4.11)___40.66(-1.34)
10( 9)___Verona___27____40.36(-11.64)__32.91(-10.09)__40.18(+0.18)
 
Ad una rapida occhiata mi hanno colpito i valori relativi a Lazio, Verona e Milan, tutte squadre capaci di segnare significativamente di più rispetto alla qualità delle occasioni create. Per contro, Verona e Lazio sono anche quelle che hanno anche subito ben più reti rispetto alla qualità delle occasioni concesse.
A confrontare xPTS e punti effettivamente portati a casa sembrerebbe che il Torino stia molto sottoperformando nei risultati ottenuti rispetto alle prestazioni fornite e, udite udite (scusa Leonardo), il Milan stia un poco overpeformando (ciao Fulvio !), o se si vuole la qualità sopra la media di qualche giocatore ha consentito di sopperire ad altre carenze (scusa Fulvio).
 
Ah, curioso come, in questo mondo ipotetico, il carrello dei bolliti Allegri e Mourinho viaggerebbe pressoché appaiato al terzo posto, bordeggiando intorno ai 48 punti. Attesi. E anche se l’attesa fosse davvero il futuro che si presenta a mani vuote, come diceva pure Montale, nell’attendere è forse gioia più compita…

PS: oh per completezza ecco i dati isolati a partire dal primo gennaio, con un Milan che smette di sovraperformare ed una Juventus che lato prestazioni sembrerebbe arrancare parecchio (ma bastava aver guardato le partite) :
 
Pos._____Squadra_Punti_____xG____________xGA________xPTS
 1( 4)___AC Milan____8____15.18(+2.18)__5.83-(1.17)__16.85(+1.85)
 2( 1)_____Napoli____8____15.04(+1.04)__7.17+(2.17)__15.36(-2.64)
 3( 2)_____Verona___8____15.13(-2.87)___7.56-(3.44)__15.09(-0.91)
 4( 8)______Roma___8____15.66(+1.66)__9.15-(3.85)__14.53(+2.53)
 5( 6)______Lazio___8____13.27(-1.73)___9.23+(1.23)__13.87(+1.87)
 6( 5)____Cagliari___8____13.13(+2.13)__10.43(+2.43)__13.20(-1.80)
 7(11)_____Inter____7____12.87(+6.87)___8.25+(1.25)___12.33(+3.33)
 8(12)____Torino____7____10.08(+0.08)__6.51-(2.49)___11.17(+3.17)
 9( 3)___Juventus___8____9.92-(4.08)____9.79+(1.79)___11.14(-4.86)
10( 9)_Fiorentina____7____12.71(+1.71)__10.13(-0.87)__10.88(+0.88)

Modifica il 6 mesi fa da zzzi
pastafariano

è una supercazzola trigonometrica con scappamento atriale?
vabbè, cercavo di commentare il primo tempo del glorioso Milan contro la Prescritta Scippatrice Cartonata ma Bocca apre inutili thread mentre doveva aprirne, prima della partita, uno sugli incontri di coppitaglia (hint: anche per il campionato sarebeb meglio, hai voglia di aspettare che apapia un thread apposito);
mi ero deciso a vedere una delle rare partite dove non c’è la Domina per constatare se Tonali prosegue nella crescita e scopro che è squalificato;
vabbè, il primo tempo va alla seconda squadra italiota che ha avuto il torto di non segnare;
faccio uno strappo e parlo di arbitraggi: l’arbitro (è sul nostro libro paga?) mi è piaciuto perché ha lasciato giocare;
forza Milan!

Maxx

checazzè sto xG?!?!?

Carlo lll

Col resto di 2..🤣🤣

TigerJack

Scusa zzzi, ma una tabella per un bidello come me non c’è? Perché a guardare la tua per ingegneri m’e’ venuta a girar la crapa. Che poi l’unico punto G che conosco è un altro🤣

luigi.iannelli

Ahi ahi, se non conosci anche i punti GA e PTS sei fermo alla posizione del missionario. Non sai cosa ti sei perso 🤣🤣🤣

Rosario Frattini

“ Il gol di Fabian è come il sole che cala in acqua al tramonto nel nostro posto di mare preferito “
Gianni Montieri, poeta napoletano a Venezia.

pastafariano

avete fatto bene ad esiliarlo;

Mordechai

Un po’ enfatico, ma ci sta…
🙂

Nick

La vecchia signora innominabile torinese è passata dall’incubo al sogno. Aspettiamo il suo brusco risveglio che verrà accompagnato inesorabilmente dall’abbandono del bar a gambe levate del noioso gruppo di ascolto anonimo “pinguino & cloni” e di varie altre zebre da tastiera

Modifica il 6 mesi fa da Nick
Antonio Trilussa

Stai a vince lo scudo e pensi alla Juve che è quarta/quinta con distacco, è piena di infortuni e, soprattutto, gioca abbastanza male, anche rispetto alle squadre che le stanno davanti distrutte “a testa alta” in Europa?

tom

Ora mi dici quanti commenti possibilisti da parte di tifosi bianconeri hai letto in questo blog, a parte quello acchiappa click del blog master…
Detto questo, commenti come il tuo generalmente portano una sfiga assurda alla propria squadra, sappilo. Io ho pronosticato l’Inter per la vittoria finale, ma tiferò allegramente e senza turbamenti per Milan & Napoli, e come me parecchi compagni di tifo.

Modifica il 6 mesi fa da tom
Nick

tu invece ti porti sfiga da solo

tom

Può darsi, ma senza espormi a figure di merda, come te.

Nick

questo è tutto da vedere. Fai come che abbia sfruttato la nuova funzione “microfono” del blog per farti un bel pernacchione.

tom

Che è il tipo di comunicazione che più ti si addice e col livello di complessità adeguato rispetto ai concetti che tenti di articolare.

Modifica il 6 mesi fa da tom
Nick

ma adeguato al tuo basso livello

tom

Ecco, tesi dimostrata…

Grande Romeo

Bocca, la visione dello sport è scendere in campo e fare al massimo delle tue possibilità. Alla Juventus, senza debacle degli avversari non basterebbe vincerle tutte.
L’obiettivo degli juventini non deve ormai essere vincere lo scudetto, ma vincere tutte le partite che restano da qui alla fine e poi vedere cosa è successo alla classifica.

Altro obiettivo non possono darsi.

Leo 82

Si vabbeh Fabrizio, ma bucano in tre?…

Maxx

è la cosa che più mi diverte! 😀

guido

Bravo Bocca, così si fa.

tom

Bocca, non interpreti “acchiappa click” come dispregiativo. Anche “La Juve è meglio che si rassegni” sarebbe un titolo acchiappa click, e personalmente non ci vedo nulla di male.
Interessante la contrapposizione matematica/sport, ma se noi TJ siamo scettici (e non cinici) è perché vediamo in che condizioni si presenta la squadra in campo: piena di infortunati, con giocatori distratti e spesso inutili (devo fare il nome del ricciolino aitante?), senza un’identità di gioco e con un centrocampo il più delle volte improbabile. Si aggiunga la distanza dalla vetta e l’abitudine a pareggiarne troppe, e il pronostico è fatto. Detto questo, io stesso nel mio post uso la matematica per dimostrare che i miracoli accadono (a proposito, ho cannato il calcolo dei punti per il primo scudetto Lippi…), ma sperare nei miracoli non porta da nessuna parte.

Modifica il 6 mesi fa da tom
pedrito el drito

da juventino incallito rivivere un nuovo 5 maggio mi ripagherebbe, parzialmente, di questi ultimi anni di damer.

ma, come diceva sergio endrigo nella splendida era d’ estate, i sogni belli non si avverano mai.

Maxx

SPero proprio di viverlo il 5 maggio. Anche il 6 e il 7 e magari l’8

tom

Per rivivere un 5 maggio sacrificherei un paio dei nove scudetti consecutivi, altroché, ma come diceva Pierò Pelù (per rimanere nella citazione poetico/Canora): “chi visse sperando morì… non si può dire!”…

Modifica il 6 mesi fa da tom
Leo 82

Pensa se alla fine lo vinciamo noi a pari punti con l’Inter a 84…

laura

Pedrito e Tom.
Certo che volendo sognare sarebbe una goduria incredibile e un evento che resterebbe scolpito a caratteri cubitali nella storia di tutti noi. Più realisticamente io spero di rientrare tra le prime quattro e magari di sconfiggere l’Inter (e che quei tre punti diventino fondamentali per farle perdere lo scudo…sono perfida lo so ma me ne vanto!!!)

Carlo lll

Chi e speranz’ camp’ risperat’ mor’..

tom

Bé, io per primo dico di non crederci e neanche sperarci. La penso come te: quarto posto e bella figura in champions per quest’anno possono andare.

mikecas

quella della Gazzetta è una gufata principesca… 😛 😛 😛

pastafariano

be’, se c’è una squadra che ci prova fino in fondo in tutte le competizioni è la Domina;
la discussione è un’altra: il tizio col nick poco fantasioso è solito sostenere tesi come i tifosi juventini che spariscono quando le cose vanno male, tj che si illudono di vincere questo scudetto e via calunniando;
i bloggaroli di fede juventina mi sembrano sostenere la ragionevole tesi che lo scudetto è impossibile perché la rosa è ridotta all’osso, perché difficilmente le tre davanti crolleranno tutte e perché anche vincendo la Juve lo fa stentando;

Modifica il 6 mesi fa da pastafariano
gab

ma e’ chiaro, sono ben 3 davanti…
oggi l’inter e’ terza. punto.
certo SE l’inter vince la prossima e napoli-milan fanno X rientra…ma prima vediamo come esce dal derby che potrebbe distruggerla definitivamente…

comunque il Napoli che si nasconde ora e’ ridicolo, poche chiacchiere, al momento i favoriti sono loro. hanno la difesa meno battuta e il centravanti migliore tra le 3, e non devono giocare in coppa italia…

“commento alla 27ª giornata di Serie A

Se assumiamo che la crescita non avviene tra gli agi, ma reagendo alle difficoltà, il modo in cui il Napoli ha vinto in casa della Lazio – la forza con la quale si è ribellato al pari tagliagambe di Pedro – ci parla di una squadra ormai pronta a vincere lo scudetto. Nessuno ne parla apertamente – un po’ per gufare gli altri, un po’ per schivare le responsabilità – ma è chiaro che le candidate sono tre con fette di torta di spessore simile, più uno spicchietto che è giusto avanzare per la Juve in caso di ulteriori frenate davanti.”

Modifica il 6 mesi fa da gab
guido

come ha già sicuramente fatto notare qualcuno, l’Inter da terza ci ha già vinto uno scudetto

Nathan

Il centravanti più forte del campionato ce l’ha, da gennaio, la Juve.
Poi viene Immobile.
Ad Oshimen vorrei vedergli giocare una stagione intera senza infortuni. Finora in 2 anni ha saltato 6 mesi.

luigi.iannelli

“Finora in 2 anni ha saltato 6 mesi”

E’ da quando è arrivato a Napoli che si è subito inserito. Noi quando troviamo il posto fisso cominciamo a metterci in malattia.Sarà l’aria di questa città.

gab

Si si nathan, infatti paragonavo le 3 davanti…osimhen è meglio di dzeko o giroud…

rd1959

A me sembra anche questa un’affermazione azzardata. Al momento Oshimen è un buonissimo attaccante molto molto disordinato perfino nella corsa, motivo per cui s’infortuna anche gravemente, con una tecnica ancora approssimativa e un buon fiuto per il gol. Magari tra qualche anno diventerà un cecchino infallibile, al momento anche io vorrei vederlo giocare per un paio di stagioni intere, magari in modo meno anarchico, prima di esprimere un giudizio così tranchant e così ingiusto nei confronti di Dzeko e anche di Giroud.

Oshimen, a 23 anni, ha segnato 13 gol in 27 presenze nel Lille e 17 gol di due stagioni e 40 presenze nel Napoli. Direi che lo score di Dzeko non è nemmeno paragonabile, francamente, senza considerare che Oshimen è un finalizzatore e Dzeko sa fare diverse altre cose, oltre ad avere una tecnica eccellente. Anche limitandosi ai gol segnati, Dzeko ne ha messi dentro 66 nel Wolfsburg (in 111 presenze), 50 nel City (130 presenze), 85 nella Roma (199 presenze) e 10 nell’Inter (in 25 presenze), che sono 3 più di quelli che in questa stagione ha segnato Oshimen, che però ha giocato 16 gare. Ma anche saltare ogni stagione più di un terzo del campionato non è cosa di cui si possa menar vanto. Neanche paragono i gol segnati in Europa dai due giocatori.

Giroud, che a me è sempre piaciuto poco, è stato per anni uno dei centravanti della Nazionale francese, ha segnato 73 gol con l’Arsenal (180 presenze), 17 con il Chelsea (75 presenze) e quest’anno 10 col Milan, in 18 presenze, solo due partite più di Oshimen, che ne ha segnati 7.

Questa smania di dichiarare fuoriclasse calciatori che ancora devono dimostrare molto io non la capisco. Mi limiterei a dire che Oshimen ha il futuro davanti, mentre Dzeko e Giroud sono a fine carriera, ma al momento non oserei mai scrivere che Oshimen è meglio di Dzeko e Giroud…

Claudio Mastino 62

Ciao Renato,
ho visto giocare Dzeko tantissime volte, anche quando militava nel City ed ho sempre detto che era fortissimo ad alcuni tifosi romanisti che all’inizio della sua avventura nella Roma lo avevano definito un paracarro ; è un centravanti completo, dotato di una tecnica eccelsa che sa fare tutto, sa far salire la squadra, sa fare il regista, sa fornire ottimi assist per I compagni, sa dribblare e crossare, se la cava discretamente di testa, pur non essendo il suo colpo migliore e segna abbastanza ma non è un cecchino infallibile , non è letale sotto porta, ogni tanto si mangia qualche goal. Comunque L’Inter quest’anno ha faticato a sfruttare le tante occasioni da rete che crea in ogni partita non certo per colpa sua ma per colpa di Lautaro Martinez che anche nell’ultimo incontro disputato dall’Inter si è incredibilmente mangiato un goal a pochi metri dalla porta; l’argentino è un
centravanti discreto ma niente di più che a me personalmente piace molto poco. Edin Dzeko ha più o meno la tecnica di Lewandowski , di Suarez e di Benzema ma è di un livello inferiore per via che ha un minor
fiuto del goal, è meno incisivo sotto porta. Per quanto riguarda
Oshimen non sono molto d’accordo con te e credimi è veramente forte , un centravanti
puro che però sa muoversi bene e sa giocare la palla, dotato di una buona tecnica, di un’ottima fisicità e fortissimo di testa.
Per finire Giroud è un buon centravanti ma nettamente inferiore a codesti che ho citato ed il fatto che giochi nella nazionale francese non significa poi molto ; anche Morata è nazionale spagnolo come ben saprai .

Mordechai

E anche perchè, a dirla tutta, manco se lo meriterebbe.

Nathan

Buongiorno a tutti, ieri sera è stata una partita emozionante e non per deboli di cuore.
A mio parere la Lazio non meritava la sconfitta ed ha giocato bene, le occasioni da rete ci sono state da entrambe le parti. Nella prima frazione i biancocelesti meritavano il vantaggio mentre nella ripresa e’ uscito fuori il Napoli.
Domenica prossima gli azzurri si giocheranno tanto e bisognerà tenere i nervi saldi per affrontare e gestire questa situazione alla quale non siamo abituati.
Non darei la Juventus esclusa dalla lotta al titolo, i bianconeri sono abituati a lottare per i massimi traguardi ed hanno lo scontro diretto in casa con l’Inter tra un mese.
Milan ed Inter sono un po’ appannate ma sono lì (i nerazzurri devono recuperare il match col Bologna) e se la giocheranno fino all’ultimo.

Paolo-reborn

Bellissimo spettacolo ieri sera dalla Tribuna Tevere con, al solito, il pubblico dei laziali molto accogliente e paziente verso i numerosi tifosi ospiti (anche se non c’erano i campani, eravamo comunque in tanti).
Partita ben giocata da tutte e due le squadre, con un grandissimo secondo tempo del Napoli che ha condotto il gioco senza tregua dal 46mo al 94mo.
La partita ha avuto l’ulteriore merito di farci non pensare , per due ore, alla brutta situazione mondiale nonché al freddo a tratti insopportabile.
P.S. secondo me Spalletti con il suo “non rompete i cogl…” ce l’aveva proprio col @Radarista , per i suoi pessimi consigli di formazione e le sue continue critiche a lui e a De Laurentiis 😄😄

il radarista

Buon giorno

Secondo me Spalletti non legge questo blog, altrimenti non giocherebbe facendo “la costruzione dal basso”. Nei “bassi” di Napoli c’era, anticamente, una gran folla, composta da famiglie numerose, mentre oggi i “bassi” si affittano a turisti che vogliono vivere la città di Napoli dal “basso”.
Se Spalletti continua a costruire dal “basso”, non sa che preferisco Juan Jesus a Mario Rui, quando l’ala destra avversaria è veloce e di notevole stazza fisica.

Però, qualche giornalista sportivo il blog lo legge, perché l’altro ieri, un amico blogger, mi ha chiesto come si dicesse in napoletano “Ciapa no” ed ho scritto che questa espressione meneghina è a Napoli detta “tressette a perdere” che è una variante del tressette in cui però vince chi fa meno punti. Ieri sera questa frase era da Cattaneo nei commenti di Dazn.

Buona giornata e saluti

ConteOliver

detto anche “traversone”, che a pensarci bene è anche un termine calcistico di qualche tempo fa… 😉

Rosario Frattini

Il partner di Cattaneo, nella trasmissione serale, è un giornalista e scrittore napoletano, Angelo Carotenuto, nato e cresciuto a Via Cavalleggeri d’ Aosta , che quindi il tressette a perdere lo conoscerà da sempre. Che poi giornalisti e commentatori, anche noti, lèggano il blog è sicuro .

il radarista

Buon sera

Mi dispiace ma non conoscevo il giornalista Angelo Carotenuto. Mi sono meravigliato di sentirla in TV subito dopo che era stata scritta su questo blog e ovviamente ho pensato che questo blog fosse famoso anche tra i giornalisti sportivi. Comunque, il corrispondente del “Ciapà no” più corretto non è il “tressette a perdere” come da me suggerito, ma è: “O’ chi perd” che si può giocare a tressette quando si gioca “il tre a chiamare”. Spiacente di non essere stato esatto da subito.

Buona serata e saluti

guido

però, quanto mi piace SMS e come lo vedrei bene alla Juve

pastafariano

meglio di Zaniolo di cui si mormora, ma la Lazio è una bottega cara;

gab

Non c’è dubbio, ci serve un centrocampista tosto, non l’ennessima mezzapunta esterna fragile

talvolta

Zaniolo ragazzo con ginocchi fragili

luigi.iannelli

Commento maschilista 😁😁

guido

ah, ma allora sei anche capace di fare battute spiritose, intendo a parte l’ossessione per la Juve

ConteOliver

ieri ho visto solo il secondo tempo del big match e devo dire che il Napoli mi è piaciuto un filino in più della Lazio, che comunque se l’è giocata bene.
Forse un 1-1 sarebbe stato più giusto (alla luce del solo secondi tempo che ho visto, quindi giudizio parziale).

Quanto alla Juve, è fuori dai giochi per il titolo (e lo sa bene il nostro anfitrione, come lo sanno bene tutti i media, ma il giochino “stuzzica-polli” e “acchiappa-clic” è assolutamente legittimo), ma se la giocherà con l’Atalanta (con cui è virtualmente a pari punti, visto che i bergamaschi hanno 2 partite in meno) fino all’ultima giornata, e quella mancata vittoria di 2 settimane fa peserà eccome, purtroppo…

in questo momento il Napoli è la squadra delle 3 di testa con i maggiori margini di crescita, visti gli infortuni e le assenze pesantissime patite, cosa che non ha minimamente interessato l’Inter, finora, e solo in misura assai minore il Milan.

sarà un bel finale, con 2 su 3 (Milan e Napoli) concentrate solo sul campionato, per ora (l’Inter ha ancora la Champions’), e con solo una, il Napoli, che non ha più neppure la Coppa Italia, e quindi un piccolo vantaggio, anche se si tratta solo di 2 partite in meno, ce l’ha

Insomma, il mio pronostico va al Napoli, ma è davvero una corsa a 3 tiratissima

Qualcuno dirà, magari giustamente, che la corsa per il titolo si è livellata verso il basso.

Io dico, chissenefrega, è comunque divertente e me lo godrò serenamente da spettatore non coinvolto (oddio, ad inizio agosto ho fatto una piccola scommessa sugli azzurrini…)

Giulivo

“Mancata vittoria” è generoso per un pareggio acciuffato per i capelli in pieno recupero

ConteOliver

mancata vittoria va inteso letteralmente
era uno scontro diretto, da vincere e basta

se poi vogliamo parlare di meriti, vittoria ai punti ed altre cazzate simili, lo si può anche fare, ma non ha molto senso a mio avviso

la vittoria dell’Atalanta a Torino, all’andata, è stata una vera e propria sculata immeritata, per dire

alle volte volete leggere sempre in maniera maliziosa e polemica ogni banalità

guido

non vuol dire: all’andata abbiamo addirittura perso, ma pure quella è stata una mancata vittoria

Leo 82

In misura assai minore Conte?… ma dici sul serio? il Milan ha un infortunato definitivo in zona nevralgica che il Napoli non ha e quanto agli altri siamo stati almeno pari, per la Coppa D’Africa leggermente più pesanti le assenze del Napoli, che però alla fine non ha mandato Osimhen… nel complesso direi pari…

ConteOliver

il Napoli batte tutti per distacco, tra coppa d’Africa e infortuni, dai

Leo 82

Beh insomma, Maignan fuori due mesi, Calabria un mese, Kjaer crociato, Tomori un mese e mezzo, Bennacer Kessié e Ballo Touré in Coppa d’Africa, Leao un mesetto diviso in vari stop, Rebic due mesi, e Giroud un mese e mezzo, Ibra tre mesi divisi in più soste, Pellegri mai in campo… e ti risparmio il Covid che ci ha azzoppato Theo quasi un mese buono e Romagnoli venti giorni… non credo proprio che il Napoli abbia avuto di peggio…

Mordechai

E poi, comunque, quanti e quali degli assenti causa infortunio sono da considerare titolari inamovibili?
Parecchi, sono solo comprimari.

Giorgio Bianchi

Allora vediamo: Osimhen, Koulibaly, Insigne, Anguissa, Politano, Lobotka, Fabian Ruiz, Elmas, Meret, Malcuit, Ospina, Mario Rui e ne dimentico qualcuno.
Quanti tra questi sono titolari e quanti comprimari a parere tuo?

Mordechai

Circa la metà. Lobotka ma dai…

Giorgio Bianchi

Allora secondo te Osimhen, Koulibaly, Anguissa, Insigne, Fabian Ruiz, Ospina, Mario Rui , Politano non sono titolari . Lobotka certo, hai visto com’è cambiato il Napoli con lui in campo? O hai occhi solo per vedere ciò che vuoi? Ma dai.🤣

Mordechai

Jorge, banale a dirsi, ma pure infortuni e/o assenze a vario titolo, fanno purtroppo parte del gioco.
I “pletorici” organici delle squadre servono, o dovrebbero servire, anche per assorbire e/o ridimensionare i danni.
Se si lamentano Napoli e Milan, tanto per dire, che cazzo dovrebbero fare, in circostanze analoge, squadre del livello di Spezia o Salernitana che c’hanno già i giocatori (buoni) contati?
Pure la Juve, se è per questo, ha avuto e tuttora ha assenti più o meno eccellenti (causa Covid, infortuni, gravidanze isteriche, varie&eventuali), ma a me francamente non me ne frega una ceppa.
Mancano titolari come Chiesa o Chiellini (tanto per fare due nomi a caso)? Sti cazzi, qualcuno giocherà al loro posto, pur sempre in undici scenderanno i campo sti fessi.
E basta coi piagnistei…

pastafariano

passi per Chiesa, ma l’assenza del Chiello merita lacrimoni e singhiozzoni;

Giorgio Bianchi

Fammi capire, io rispondo ad una tua affermazione sul fatto che gli infortunati del Napoli per lo più erano comparse dimostrandoti con nomi e cognomi che in maggioranza erano titolari e che era, la tua, una solenne sciocchezza e tu te ne esci con una incomprensibile tiritera su infortuni che sono normali evenienze per concludere che dovrei smetterla coi piagnistei?
Ma quali piagnistei hai letto nei miei commenti?
Uaglio’ dai non farmi dubitare di te

Modifica il 6 mesi fa da Giorgio Bianchi
Mordechai

Uaglio’, con tutto il rispetto, dillo a tuo fratello.

Calabrese Juventino

Non ho seguito le interviste post partita, Sarri ha detto di essere contento per la vittoria dei suoi ragazzi?

Tiziano

Battuta acidissima ma in linea con quello che ho letto sul blog per anni. Nonostante sia l’artefice dell’ultimo scudetto bianconero, da molti tifosi bianconeri ancora viene trattato alla stregua di un corpo estraneo.

Modifica il 6 mesi fa da Tiziano
malandragem

Ciao Tiziano, hai presente il famoso meme del tizio che si trucca da pagliaccio poco a poco?

Ecco, quella uscita di Sarri secondo me corrisponde all’ultima foto in cui, indossata la anche la parrucca, la mise è al completo.

Un ex allenatore Juve che arriva a Napoli, perde contro i bianconeri e si dichiara “contento per i ragazzi” dici che invece riceverebbe elogi?

Non è essere acidi il problema – e CJ non mi è sembrato tale – ma essere professionisti (e qualcuno, nell’occasione citata, certo non sembra esserlo stato)

Tiziano

Ok, l’episodio è quello che è ma me lo aspetto da uno come lui che dice sempre quello che gli passa per la testa, soprattutto le cose più inopportune.
Tant’è, è riuscito nella missione di inamicarsi entrambe le tifoserie.
Fortunatamente è pagato per allenare e raggiungere dei risultati, cosa che gli è riuscita con quello scudetto, aldilà di stucchevoli dibattiti sulla tuta, la sua bruttezza (ho letto pure questa sul vecchio blog) e gli scaccolamenti.

Modifica il 6 mesi fa da Tiziano
Calabrese Juventino

Ciao Tiziano, ti rimando alla risposta che ho dato a Giorgio. Non volevo fare una polemica, ma dal momento che Sarri, come sembra, ha espresso quel pensiero solo quella volta, l’impressione è che fosse lui, forse, a sentirsi un corpo estraneo. Ciao.

Giorgio Bianchi

Scusami, ma trovo questa polemica fuori luogo e piuttosto puerile, da te uno non se lo aspetta.

Calabrese Juventino

Non volevo essere polemico, ero solo curioso. Quando Sarri lo fece ai tempi della Juve non lo trovai particolarmente fastidioso, ma mi sembra che in seguito non lo abbia più fatto e volevo sapere cosa fosse successo ieri. Tutto qua.

tom

Secondo me inutile metterci la Juventus dentro. La corsa è tra quelle tre, e secondo me prima o poi l’Inter la riprende, considerato anche che può spendere il jolly della partita in più. Le tre sopra non sono in un momento di forma esaltante. Il Napoli apparentemente sembra più in palla, ma credo sia allo stesso livello delle altre due, in quanto a energie e motivazione.
La Juve è sette punti dietro. A questo proposito riporto le considerazioni fatte nel post precedente: è vero che, ad esempio, nel campionato 85/86 la Roma, da terza, recuperò 8 punti alla Juve in 13 partite, in un campionato a 16 squadre e con due punti per vittoria. Poi però i giallorossi si arresero alla penultima, spiazzati da un sorprendente Lecce, già retrocesso. Stavano per compiere un miracolo (è già il fatto che erano riusciti ad agganciare la Juve in parte lo era), ma poi le cose andarono diversamente.
Interessante per la matematica anche il campionato 94/95, quello del primo scudetto Lippi: campionato a 18 squadre vinto a 73 punti, che se fosse stato a 20 squadre non avrebbe comunque superato gli 80 punti. Ma la Juve aveva inizialmente soltanto il Parma come antagonista, poi crollato e raggiunto dalla Lazio, mentre il Milan, la potenza di quegli anni, arrivò quarto. Se la quota scudetto si abbassa a 80 punti, la Juve rientra in gioco, ma assistere al crollo delle tre squadre che ti stanno davanti è statisticamente molto, MOLTO improbabile.

tom

Ops, mi sono reso conto di aver cannato il calcolo dei punti per il primo scudetto Lippi. Se avesse vinto le quattro partite mancanti rispetto a un campionato a 20 squadra, i punti sarebbero potuti essere 85, ossia la quota scudetto che sembra possa bastare per lo scudetto di quest’anno. Se invece di quattro vittorie piene tenessimo conto della media punti (quasi identica a quella di quest’anno per le prime tre squadre), quelli finali sarebbero stati 81/82.

Modifica il 6 mesi fa da tom
Totonno58

Troppo bello ieri sera, innanzitutto per averci creduto fino all’ultimo istante (dopo aver regalato il pareggio, con un fallo gratuito…)..quella parola non posso menzionarla, ma siamo pienamente in lotta per qualcosa di importante, e con pieno merito!

ramarro

menziona pure lo scudetto;
la scaramanzia non l’ho mai capita, mi sembra una ridicola hubris: come se all’universo o alla natura o a
dio importasse cosa uno dice e ne fosse influenzato;

uhm, sono sempre io, l’idolo di Nick, non so che diavolo è successo, ho già postato col giusto nick dal cellulare;

Modifica il 6 mesi fa da ramarro
tamarrogigante

mi dicono che alla roma non sono bastati i supplementari, ma è dovuta andare ai rigori

ROS

…Meritatamente primi…Napoli vittorioso all’ultimo respiro…spinto da un popolo intero. Immenso,…lazie? non pervenuta.

Mordechai

Popolo intero? Ma quale? A me pare che fra le tifoserie del trio di testa, quella del Napoli sia decisamente la più moscia. E pure il Maradona non mi pare poi sta fortezza così caliente. E sì, che i napolisti finora hanno vinto poco o niente,

ROS

…parecchie inesattezze ma va bene così

Mordechai

Quali sarebbero le inesattezze?
A vedere il Maradona, io noto più spazi vuoti che pieni. E questo a prescindere dal Covid.
Ai (vostri) bei tempi, quelli di Diego, allora sì che il San Paolo era una polveriera, oggi come oggi, francamente, a me mette solo tristezza.

ROS

…non preoccuparti per noi la passione non morirà mai.

Mordechai

Preoccuparmi di che? Buon per voi.

Giorgio Bianchi

Oggettivamente non ritengo che il Napoli sia in corsa per lo scudetto per il quale vedo meglio attrezzate l’Inter, il Milan e la Juve che con i colpi da 100 milioni di gennaio ha messo parecchio vantaggio tra sé e le milanesi.
Sarà un finale di campionato frizzante come non si vedeva da un decennio con tre squadre a contenderselo.
A chi ritiene che questo sia un campionato al ribasso visto che anche squadre di seconda fascia lottano da pari a pari con le prime chiedo: ma non era questo uno dei motivi per i quali tutti magnificano la premier league? Non si vantava il fatto che li anche le ultime danno filo da torcere alle prime? Perché ora che succede anche da noi sarebbe un campionato mediocre?
Perché facciamo figure barbine in Europa? Perché, per dire, dal 1964 al 1989 che abbiamo fatto?
Che poi a parlare di campionato mediocre, almeno fino ad un paio di settimane fa, siano gli juventinisti ha qualcosa di surreale, ma questo è un altro discorso che preferisco finire qui.
Quello che è sostanziale è che il Napoli lassù è solo una illusione ottica e nulla più. Tranquilli😈
Ricordo che il calendario del Napoli è il più ostico tra le prime quattro dovendo ancora incontrare Milan, Roma, Atalanta, Sassuolo, Verona, Torino. Ripeto, tranquilli.😎

Modifica il 6 mesi fa da Giorgio Bianchi
R.T.

Fra te e il cap. Cafiero non so chi le spara più grosse sul fatto che la Juve possa essere considerata fra le favorite per lo scudetto. Lasciami sognare il 4° posto e la vittoria nel turno del 3 aprile ( che non vi dispiacerebbe vero?)

Modifica il 6 mesi fa da R.T.
il radarista

Buona sera

Fresca fresca risolta su SE: “Costruire i castelli in aria non costa nulla, però costa molto demolirli”. Ecco, più che spararle grosse, costruisco castelli.

Buona serata e saluti

pastafariano

pensa che sogno: la battiamo e l’Inter perde lo scudeto per un punto;
ma, appunto, è un sogno;

Mordechai

I sogni son desideri?
🙂

Mordechai

La Premier League, a dirla tutta, viene “glorificata” sia perchè è mediamente sempre molto combattuta, sia, anche e soprattutto, per i ritmi frenetici ed il livello tecnico che da qualche anno esprime.
Mi duole, ma è così.
La Premier sta alla Serie A come un whisky torbato sta al Tavernello.

ConteOliver

scaramanzia portami via! 😆

quest’anno faccio il tifo per i ciuchini, anche perché ad inizio agosto ho fatto una piccola scommessa 😉

Totonno58

Beh, tra il 64 e l’89 dimentichi un bel po’ di trofei, finali…

il ghiro

LAZIO – NAPOLI 1 – 2
Reduci entrambe dalla Coppa Europa, con esiti negativi ma con prestazioni molto diverse, Lazio e Napoli si scontrano all’Olimpico per recuperare il morale assai abbattuto e per definire meglio le proprie posizioni in classifica. Nella Lazio del post-Porto Sarri conferma la squadra di giovedì con Zaccagni al posto dell’acciaccato Pedro, in panca con Cataldi e Hysaj, ancora fuori Acerbi e Lazzari. Nel Napoli del post-Barca rientrano Ospina e Politano, assente il solo Lozano. Arbitra il pugliese Di Bello, al VAR il ligure Massa, scontenti i tifosi laziali, vedremo come butta.
Convenevoli pre-partita tra Ciro e Lorenzo, tra Sarri e Spalletti, accesi sfottò sugli spalti. La Lazio nei primi 10’ ha almeno 3-4 occasioni da gol, ma le sciupa per fretta, approssimazione, incapacità, dei vari Ciro, Mago, Zac, Pipe nell’ordine. KK duro e falloso sul Sergente, Di Bello non fa una piega, Anche il Napoli si spinge avanti, Strakkino è impegnato severamente un paio di volte, la difesa laziale si copre con ordine, Leiva è prezioso, un po’ svagati i soliti SMS e LA, disattenti FA e Ciro, Zac sempre tagliente ma solo e perciò egoista, dall’altra parte in ombra Politano chiuso da Radu, si impegna alla morte Osimhen.
Ripresa: entra Elmas per Zielinski, tiretto di testa del Sergente, tiraccio di Fabian, ma poi Lorenzo si inventa una botta da fuori area che azzecca l’angolino della porta di Strakkino, che non ci arriva, 0-1. Entra Pedro, un secondo gol di Insigne è annullato per f.g., giallo a Radu, entra Hysaj, Ciro inciampa sul pallone per l’ennesima volta, giallo a Immobile, Strakkino salva su Politano, entrano Lobotka e Ounas, giallo per Zaccagni, entrano Basic e Acerbi per Leiva e Patric, al 88’ su punizione del Mago respinta di testa dai difensori, siluro da fuori di Pedro che piega le mani di Ospina, 1-1. Ma all’ultimo istante il tiro di Fabian Ruiz da fuori area si infila rasente il palo, imparabile per Strakkino, giusta vittoria del Napoli che ha inseguito la vittoria per tutto il secondo tempo, punendo una Lazio ottusamente sciatta nello sfruttare malamente le occasioni capitate. Grande prova di carattere dei napoletani e di fairplay dei laziali che si sono congratulati con loro a fine partita. Sull’arbitro purtroppo niente Di Bello da dire, i difensori azzurri hanno pestato duramente Zac, il Sergente e il Mago per tutta la partita, anzi gialli a Radu e Immobile per proteste e a Zac per fallo (!), i gialli ai napoletani solo a Mario Rui per proteste e a Fabian per essersi sfilato la maglia, nessun giallo per il pestaggio sistematico dei nostri. L’avrei messo per iscritto prima della partita, ebbè ragazzi, quanno ce vo’, ce vo’…
Le pagelle laziali: Strakosha 7; Marusic 5, Luiz Felipe 6, Patric 6 (Acerbi sv), Radu 6,5 (Hysaj 5); Milinkovic 6, Leiva 6,5 (Basic sv), Luis Alberto 5; Felipe Anderson 5 (Pedro 7), Immobile 5,5, Zaccagni 6,5. All. Sarri 6
Tra gli azzurri i soliti sugli scudi: KK, Fabian Ruiz, Osimhen, buoni anche Di Lorenzo e Insigne, nella norma gli altri, Ospina incluso, quando serve lui c’è sempre. Su Di Bello non mi dilungo, il barese ce l’ha con noi, ma non so perché, forse Lotito gli ha deflorato la sorella…

Giorgio Bianchi

Ciao Ghiro, di solito non parlo di arbitri anche quando ci trattano male, ma col modo di ragionare di certi tifosi di una certa squadra, ieri c’erano due rigori per il Napoli uno anche piuttosto netto.
Poi abbiamo vinto e va bene lo stesso. Pensa che per uno strano mancamento di immagini quando ha segnato Fabian credevo fosse il 2-0😮

Maxx

e meno male che non parli di arbitri! 😀

Giorgio Bianchi

Infatti dicevo di solito. Trovami un
mio post in cui mi attacco agli arbitri e ti dico che hai ragione.

Modifica il 6 mesi fa da Giorgio Bianchi
il radarista

Buon giorno

Ma cos’ha, per voi laziali, di brutto di Bello? Ci sono antefatti?
La nostra bestia nera è Mazzoleni, che ancora si fa vedere al VAR.
Poiché abbiamo vinto, mi sembra che l’arbitro sia stato bravo. (seguono faccine).

Buona giornata e saluti

il ghiro

Ragazzi, non lo so perchè, non seguo così da vicino la storia passata degli arbitraggi con la Lazio, ma nell’ambiente hanno subito storto il naso all’annuncio della designazione, quasi peggio del livornese, scoprirò il perchè e vi farè sapere

tamarrogigante

mi sembra chiaro che lo scudetto lo vincerà la inter: è terza

Claudio Mastino 62

Bella partita tra Lazio e Napoli giocata bene dalla Lazio all’inizio ma poi il Napoli è venuto fuori con
la qualità dei singoli che è superiore ai giocatori laziali e credo
che alla fine abbia meritato di vincere. Come ho sempre sostenuto gli allenatori contano relativamente , sono i giocatori che fanno la differenza ed il Napoli ha tanti giocatori di qualità, in difesa poi sono nettamente superiori ai biancocelesti ed hanno un grande portiere, un certo Ospina che ieri , come spesso gli capita è stato autore di grandi interventi, sulla prodezza di Pedro non si poteva fare di più. Nella Lazio a mio avviso buona la prestazione di SMS , di Felipe Anderson, di Zaccagni e del subentrato Pedro, autore di un goal da autentico fuoriclasse, discreta anche la prova
di Luiz Felipe , di Leiva e di Marusic, sufficiente quella di Luis Alberto e di Radu,volenterosa quella di Immobile che però dovrebbe fare meno scenate quando viene contrastato o viene leggermente sfiorato,
negativa quella di Patric che pur non avendo giocato male ha commesso un errore imperdonabile in ripartenza causando un goal del Napoli.
Io comunque, considerata la pericolosità degli attaccanti del Napoli non avrei levato Lucas Leiva. Nel Napoli oltre al già citato Ospina da segnalare la grande prova di Insigne, il migliore dei suoi ; spesso l’ho criticato per la sua incostanza, ma quando gioca così è un piacere vederlo. Ottima anche la prestazione di Politano , una spina nel fianco della difesa laziale.
Buona quella di Elmas , subentrato
ad uno spento Zielinski e quella del
sempre fortissimo Osihmen , grandissimo centravanti il nigeriano. Discreta la prova di Demme e dei difensori, dopo un inizio incerto si sono ampiamente riscattati.

Gellons

Io vedevo l’Inter strafavorita però, pur senza avere avuto assenze e infortuni importanti (è una fortuna ma anche un merito) è un po’ sulle gambe. Ha un buon calendario e alla fine credo che rimanga la candidata principale. Il Napoli ha avuto un rendimento abbastanza costante, ha avuto un periodo con molte assenze tra infortuni e coppa d’Africa e ha pagato dazio, adesso ha ripreso ai ritmi iniziali. Al netto di una certa “fragilità” dell’ambiente potrebbe anche farcela. Vedo meno il Milan ma solo perché a livello di rosa mi pare inferiore. Anche il Milan come la Juve (che è fuori dai giochi) ha parecchi infortuni ma mi sembra che il rendimento un po’ altalenante sia abbastanza slegato dalle assenze. Certo avere uomini per far rifiatare chi gioca sempre aiuterebbe ma più a livello fisico che non per alzare il tasso tecnico.
Comunque i miei sono giudizi basati sulle sintesi, per ragioni di tempo non riesco a vedere moltissime partite e mi concentro sulla Juve.
Buona giornata a tutti

Leo 82

La lotta secondo me è sempre a tre e lo è da tempo, il tragitto della Juventus è quello del quarto posto e anche se ha recuperato lunghezze al trio davanti viene da troppo dietro, peraltro se l’Atalanta vince oggi ed il recupero con il Toro è a pari punti e quindi bisogna continuare a tirare. Probabilmente a fine corsa sarà arrivata a massimo tre lunghezze dal trio di testa, forse ne avrà preso uno al fotofinish ma la corsa scudetto non la riguarda,come testimonia la vittoria del Napoli di ieri che non si fa avvicinare e come conferma il fatto che l’Inter deve recuperare una partita che difficilmente non vincerà e che domenica avrà la Salernitana in casa potendo quindi riprendere la sua marcia. Il Napoli non ha più le coppe e l’Inter di fatto anche, ed anche questo è un vantaggio, probabilmente il Milan senza più la responsabilità della testa della classifica che lo ha sempre frenato sino ad ora si rilasserà e farà meglio, e comunque peggio di così è difficile.
Ieri vittoria meritata del Napoli a Roma, di carattere direi e ridicole le lamentele di Thiago Motta in quel di Spezia che vorrebbe delle scuse, ma si sa che chi di furto in casa altrui ferisce di furto in casa propria perisce

cipralex

Ciao Leo.
Come sai le squadre di pallone sono un meccanismo piuttosto semplice da gestire fin che le cose vanno bene, nella direzione prevista e tutti sono tranquilli, allora bastano gli “schemi imparati a memoria” e gli xG tanto amati qui dentro, ma quando per un verso (stanchezza, pressione) o per l’altro (sfortuna,infortuni) gli episodi diventano determinanti e i punti scottano ecco allora serve qualcuno che sappia come prescindere dai suddetti schemi e ricondurre al “bene comune” la volontà di ragazzotti che altrimenti andrebbe per “conto suo”. Insomma serve un allenatore serio. O, per abusare di un detto piuttosto conosciuto, “quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare” perchè salire, si sale un passo alla volta, ma precipitare è un attimo…….
Ora alla juve l’allenatore serio c’è, dalle altre parti vediamo……un saluto.

Leo 82

Ciao Cipralex, si vero quello che dici, ma secondo me Max è partito troppo tardi, si avvicinerà, ma poi se fate un turno in più in Champions con gli infortuni che avete la fatica si farà sentire e gli ultimi metri saranno più duri degli altri… fantino o non fantino… se uscite dalla Champions un terzo si può invece fare se una di quelle davanti si incarta, cosa possibile, ma una….

Mordechai

Semmai la rincorsa (per modo di dire) della Juve al trio di dovesse andare a buon fine, credo se ne parlerebbe fino al 2420.
🙂

2010nessuno

Anno per il quale spero che la Juventus abbia finalmente vinto anche la CL, dispiace in fondo vedere questa sofferenza collettiva, da prestazione, in continua crescita, tifare contro va bene ma c’è un limite poi…..

Mordechai

Oddio, queste belle parole in bocca ad un’interista nun se ponno sentì…
🙂
E poi non è tifare contro, dico solo che nell’improbabilissimo caso in cui la Juve dovesse riacchiappare il trio e passare in testa (credo più ad un mio appuntamento galante con la Bellucci), sarebbe davvero cosa da tramandare ai posteri!

2010nessuno

Naturalmente facevo dell’ironia Mordechai….

Mordechai

Figurati io…
🙂

Bob Aka Utente11880

Si sono d’accordo. E i tre davanti non hanno mai vonto uno scudetto (in Italia). Mi è piaciuto il Napoli ieri sera e credo che al momento sia quella + in palla delle tre.

Leo 82

Anche secondo me cugino, ma se leggo il calendario e le rose io continuo a pensare che di poco, all’ultima ma alla fine la spuntate di nuovo voi…

Bob Aka Utente11880

IMHO molto dipenderà da domani sera

pastafariano

menomale che c’è Salvini a tirarci su:
“Armi letali? Non in mio nome.”
suppongo che proponga l’invio massiccio di pistole ad acqua;
“Io preferisco parlare di corridoi umanitari”
ho assentito una tantum d’accordo con lui ma ha terminato
“di diplomazia.”
e ti pareva;

Modifica il 6 mesi fa da pastafariano
Nick

anche tu ci tiri su il morale con le, più o meno, stesse stron..te con la differenza che salvini è uno solo e tu sei ina noiosa moltitudine di nick che ci raccontate stron..te in coro

Modifica il 6 mesi fa da Nick
remo

In una classifica virtuale che vedrebbe le tre squadre coinvolte per la lotta al titolo di campione d’Italia con lo stesso numero di partite giocate vedrebbe l’inter probabilmente e comunque(credo che il recupero contro il Bologna sia solo una formalità) in testa con un punto di vantaggio su Napoli e Milan (in quale ordine lo vedremo dopo lo scontro diretto la prossima settimana). In più si aggiunge il fatto che i punti in più sul Napoli(che ritengo la vera ed unica contendente per lo scudetto) sarebbero di fatto due tenendo conto degli scontri diretti. Cosa di non poco conto in vista dello sprint finale oltre al fatto che i nerazzurri mi sembrano leggermente migliori come squadra nel suo insieme e con un allenatore diciamo così più normale (che le partite non te le fa vincere ma sopratutto non te le fa perdere). Viceversa il Napoli è sempre la solita squadra, comunque forte ma terribilmente fragile dal punto di vista mentale (la storia degli dieci anni c’è lo insegna) con un allenatore che secondo me è il degno erede del “loco” Bielsa, e come tale è un arma letale di autodistruzione per se e la sua squadra.
Il Milan?
secondo il mio modestissimo parere è molto più probabile che lotti per entrare nei primi quattro posti Champions con un allenatore, si una brava persona ect., ma probabilmente non all’altezza di un grande club come il Milan.
La Juve? Credo che i giochi siano fatti, la priorità è la sopravvivenza, e la sopravvivenza è centrale almeno il quarto posto. Per inciso vorrei aggiungere che cè un solo allenatore in Italia che avrebbe fatto pendere la bilancia in modo decisivo e a favore sulla panchina delle tre squadre di testa è corrisponde al nome di Massimiliano Allegri. Il miglior allenatore d’Italia per gestione del gruppo, per capacità tattiche e soprattutto per il rapporto con i media (mai sentito lamentarsi o trovare alidi per un risultato negativo appellandosi agli infortuni, agli arbitri e quant’altro) . Non a caso il più grande club al mondo quale è il Real Madrid aveva offerto la sua prestigiosa panchina del dopo Zidane non, per esempio, al catenaccio e pagnucolo Conte, ma proprio a Massimiliano Allegri.
Buona giornata

cipralex

Si, sono d’accordo, l’ho appena scritto più sopra.

Leo 82

Si Remo tutto giusto ma : una classifica virtuale che vedesse… etc…etc…

remo

virtuale d’accordo, ma è comunque realistica la vittoria dell’Inter a Bologna, storicamente un campo amico. E questo lo dico anche a malincuore perché essendo juventino tra le tre contendenti preferire un milione di volte che lo scudetto lo vincesse il Milan, come credo farebbe piacere a tutti gli altri amici di fede bianconera, vista la rivalità acerrima con le altre due e il tradizionale rispetto reciproco tra il Milan e la Juve

Corum

Se proprio devo scegliere:
Napoli – perche’ sono i migliori avversari degli ultimi 10 anni, tralasciando parte della tifoseria, che non si sa per quale motivo, vive di odio per la Juve, ma squadra e societa’ meriterebbero il risultato.
Tra le due milanesi, 100 volte meglio il Milan, per tantissimi motivi… direi almeno 2006.

guido

per quello che ve ne può fregare, io preferisco di gran lunga l’Inter, ma mi rendo conto di essere un caso raro (le disgrazie del 2006 non ce le hanno causate loro, ma ce le siamo inflitte da soli)

guido

mi sono accorto di essere stato ambiguo: quando dico che ci siamo inflitti da soli le disgrazie, non intendo dire che ce le siamo meritate, ma che abbiamo poprio deciso di farci mandare in serie B (il motivo ancora non si è capito del tutto). Sarebbe bastato il più scalcagnato degli avvocati a fermare tutto e far crollare quel castello di accuse infondate. Invece no, il nostro avvocato ha chiesto la serie B. Certo poi l’Inter se n’è approfittato, portandoci via per esempio Ibra, ma non sono stati i soli

2010nessuno

Caro guido, per quanto riguarda Ibrahimovic c’è voluto venire lui all’Inter così come Viera’, altri, pur non volendo seguire la Juventus in B hanno preferito piuttosto diversa collocazione , come Zambrotta, Thuram e l’altro di cui adesso non mi viene incredibilmente il nome, andando a giocare addirittura in Spagna.

guido

infatti, ho detto che non sono stati i soli e comunque rimane il fatto che ce la siamo inspiegabilmente voluta, con un ricorso al TAR che poteva scrivere un praticante neolaureato, si bloccava tutto e si vinceva anche la Coppa quell’anno. Ma va bene così, a me è piaciuta l’esperienza in serie B, ve la consiglio, una volta non di più.
(l’altro di cui “non ti viene il nome” sarebbe il Capitano, Campione del Mondo e Pallone d’oro in carica? non avete rispetto per nessuno voi)

Mordechai

Oddio, che il Napoli sia un rivale acerrimo…una volta ogni venti anni, ad occhio e croce.
Concordo sul Milan, invece, se lo scudo deve andare a Milano vada a casa loro, mai da quegli altri.

il radarista

Buon giorno

Il termometro del campionato rileva che la Juventus ha guadagnato due punti sull’Inter e due sul Milan, mentre la vittoria del Napoli è insignificante in quanto, comunque, si riduce la distanza tra la Juventus e l’Inter ed il Milan capolista, avendo l’Inter una partita facile facile contro il Bologna.

Buona giornata e saluti a tutti

pastafariano

sii sincero, l’impennata della vendita di cornetti e ferri di cavallo l’hai causata tu?

2010nessuno

Io da interista spero sempre che squadra e tecnico soprattutto, dell’Inter, si sveglino e finiscano per conquistare questo secondo titolo, ma capisco benissimo lo sfogo e le motivazioni che lo provocano, del Napoli che, assieme a Inter e Milan, è sempre stato meritatamente in corsa per il titolo, nonostante inconvenienti vari.

Carlo lll

Come disse il grande Totò : con la settimana tipo e il recupero degli infortunati , ” mo’ so’ cazz’ re’ vuost’! ..”

Modifica il 6 mesi fa da Carlo lll
guido

la “settimana tipo”, sarebbe quella senza Coppe?
Va beh, contenti voi

Nessuno 3

Per la 1a volta in vita mia gli eventi mondiali mi angosciano davvero. Parlare di calcio è un benefico palliativo.
Come forse qualcuno saprà mi piacciono i numeri e, quindi, per capire la situazione attuale ho pensato che potrebbe essere interessante sapere che cosa è realmente successo nel girone di ritorno fino ad ora. Questo è iniziato il 6/01 e c’era in corso la coppa d’Africa. Il Napoli è una delle squadre che più di altre ha patito le assenze in questo periodo per questo evento e per infortuni e questi sono i risultati. Classifica del girone di ritorno:

  1. Napoli pti 18
  2. Juve pti 16
  3. Hellas Verona pti 16
  4. Milan pti 15
  5. Cagliari pti 15
  6. Lazio pti 12
  7. Roma pti 12
  8. Sassuolo pti 12
  9. Fiorentina pti 10 (1 partita in meno)
  10. Spezia pti 10
  11. Inter pti 9 (1 partita in meno)
  12. Torino pti 8 (1 partita in meno)
  13. Salernitana pti 7 (1 partita in meno)
  14. Atalanta pti 6 (2 partite in meno)
  15. Sampdoria pti 6 (1 partita in meno)
  16. Udinese pti 6 (1 partita in meno)
  17. Genoa pti 6
  18. Bologna pti 5 (1 partita in meno)
  19. Venezia pti 5 (1 partita in meno)
  20. Empoli pti 4

Oggi il Napoli ha ottenuto di più di quel che meritava, specialmente per un 1° tempo sicuramente al di sotto delle sue possibilità, poi Spalletti l’ha raddrizzata soprattutto con l’ingresso di Elmas (e poi di Lobotka altra assenza decisiva per alcune partite) e la squadra ci ha creduto. Il campionato è ancora lungo. Domenica c’è un altro scontro al vertice tra gli Azzurri e il Diavolo rossonero. Anche qui si può dare (o ricevere) un colpo, non decisivo ma sicuramente importante. Poi si vedrà.
E speriamo che questa guerra finisca presto.
‘Nce vedimme

Modifica il 6 mesi fa da Nessuno 3
Bob Aka Utente11880

Grazie signor Gianni, questa è la migliore dimostrazione che si stanno giocando due “campionatini” molto diversi: il primo (girone d’andata) vinto dall’Inter e il secondo molto incerto sinora in cui anche se l’Inter vincesse con il Bologna (ma poi, perchè ?) avrebbe fatto meno punti del Cagliari e del Verona, un andamento da centro classifica. Mentre Napoli, Juve e Milan sono state più lineari nel primo e secondo “spezzone”.

Gaetano Fortunato

Se dovessi puntare dieci euro li punterei senza dubbio sulla Juve. La vittoria di oggi del Napoli rischia di essere ingannevole. La squadra è sulle gambe. Molto dipende dal rientro in squadra di Anguissa. Al momento non ha più quel pallino del gioco che aveva prima. Il Milan è in costruzione. Manca ancora qualcosa. L’Inter si sta sciogliendo. Quindi Juve.

Corum

dicesi scaramanzia… Alla fine vincera’ la Inter.. ahime’

2010nessuno

Eh si, ha ragione quell’articolo che parla di campionato livellato verso il basso.

Quattroquattronovetredue

Dedicato all’amico acromatico col quale ho seguito Lazio-Napoli:

L’amico zebrato, assai ottenebrato,
credeva che ancora per lui fosse l’ora,
e Lazio tifava, ma quella scajava,
e io, quatto quatto, godevo da matto:
è scesa la notte, e la Juve si fotte.
E buonanotte

Nicola Romano

Puro stil novo

Calabrese Juventino
Modifica il 6 mesi fa da Calabrese Juventino
Quattroquattronovetredue

Da anni mi dice che vorrebbe alla Juve Milinkovic-Savic, su Zaniolo non si esprime. Per quanto mi riguarda, ho capito ormai da tempo che i giocatori seguono il flusso del denaro e pensare di opporsi è puerile: l’abilità sta nel farseli pagare il giusto. Zaniolo lo vedrei bene nella Premier, che paga pure bene: non lo darei alla Juve perché voglio illudermi che sia ancora una diretta rivale, e perché mi sta antipatica. Ma poi fossero questi i problemi.
Ciao

Calabrese Juventino

Hai ragione, fossero questi i problemi. In ogni caso su Zaniolo ho qualche remora, dal punto di vista mentale e fisico. Ma per il bene del calcio italiano spero di essere smentito.

Carlo

Credo che TUTTI i tifosi juventini ieri fossero davanti alla TV a guardare Lazio-Napoli con trepidazione… 🤦‍♂️

pastafariano

be’, il Napoli è il nostro rivale per il quarto posto (contento, Radarista?);

R.T.

Da Nobel per la poesia ( se esistesse)….
Che pena, che squallore

Antonio Trilussa

E sei carino.

Carlo lll

Coraggio..

Rosario Frattini

Il Napoli comincia la partita all’ Olimpico dando L’ impressione di essere in piena involuzione tecnica, tattica ed agonistica.
Sbaglia , e rischia, molto soprattutto in uscita e la Lazio ha qualche occasione piuttosto netta , fallita o bloccata da Ospina. Anche il Napoli ha qualche occasione ma più episodica. Nel secondo tempo il Napoli cresce , controlla meglio la partita, e con un gran gol di Insigne va in vantaggio. Il gol sembra scaricare la tensione che divorava gli azzurri che decisamente cominciano a giocare meglio degli avversari. Pedro, in memoria del gran giocatore che fu, indovina un gran tiro all’ 88* che passa anche per responsabilità di Ospina. Ma il Napoli dimostra un carattere feroce, come ha rabbiosamente rivendicato Spalletti a fine partita, oltre una gran tecnica nello strepitoso gol di Fabian su bell ‘’ azione di Elmas e assist di Insigne( 118 gol e 98 assist in serie A così per la cronaca). Al 94* ad un sospiro dalla fine della partita.
Per quanto visto qualcuno dirà che il risultato è largo ma il Napoli ha dimostrato di saper superare se stesso ed è un dettaglio importante.

Oggi Luis Vinicio compie 90 anni, auguri , come a Dino Zoff per i suoi 80 anni.

Tiziano

E chi ci sperava più di uscire dalla recente depressione di gioco e risultati!
Bellissimo!

Ps: classifica ancora virtuale, potenzialmente l’Inter potrebbe recuperare tre punti e l’Atalanta sei.

Modifica il 6 mesi fa da Tiziano
Emilio

“Più che una corsa è una rissa scudetto”

Sintesi perfetta

Bombaatomica

Che dire?
Già ci stava stretto il pari, immaginate la sconfitta al 94esimo…
Il segno della croce fatto da Spalletta la dice lunga su come è andata la serata calcistica…

Grandissima LAZIO, immensa tifoseria. Risultato bugiardo.
Quest’anno va così…. 🤷🏻‍♂️

Continuo a dire che le vittorie/sconfitte delle romane sono inversamente proporzionali.
I burini vincono al 99esimo, noi perdiamo immeritatamente a tempo scaduto.
🤷🏻‍♂️🤷🏻‍♂️🤷🏻‍♂️

Modifica il 6 mesi fa da Bombaatomica
Maxx

Ma no dai Bomba, sii onesto!!
I burini siete voi, lo sanno anche i sassi.

ROS

…non fai nemmeno più ridere…4 all’andata 2 al ritorno…per quest’anno va bene cosí….arrivederci roma!

Giorgio Bianchi

Di quei versi immondi quando il pallone lo toccava un certo giocatore che mi sai dire bomba?
Risposta a bomba non ros

Modifica il 6 mesi fa da Giorgio Bianchi
ROS

…e cosa deve risponderti? ,,sappiamo tutti che la tifoseria da lazie e quella che è.

il radarista

Buon giorno

Ti ho messo un pollice verso perché ritengo che la partita l’abbiano vinta i singoli e non la squadra. L’inganno dei laziali meritevoli è dovuto al fatto che il Napoli ha praticato il suo incomprensibile gioco costruttivo dal basso, con la palla facile preda degli avversari. Ma stavolta di fronta non avevamo il Barcellona ma la Lazio che non è riuscita a segnare perché in porta c’era Ospina, che ha parato bene benissimo di tutto e di più.
Quindi non è stata sfortuna ma bravura di Ospina, nonostante gli errori di difesa e centrocampo. La vittoria è stata dovuta agli individui in quanto Insigne ha giocato più col cervello che con i piedi e, dopo aver fatto un gol di precisione e forza, anziché tentatre il solito “tiro a giro” ha passato bene la palla al meglio piazzato Fabian Ruiz che, l’ha buttata dove il portiere Strakoscha non poteva arrivare.
La Lazio ha segnato non con un’azione della squadra ma con una prodezza individuale di Pedro che ha annichilito Ospina con un tiro imparabile.
Lazio – Napoli è stata la partita dei singoli calciatori che hanno vinto personalmente ed individualmente. Le squadre, complessivamente, sono state di un livello inferiori ai gesti tecnici forniti da questi quattro: Ospina, Insigne, Fabian Ruiz e Pedro.

Mi chiedevo a che punto fossero i ruoi scavi, nell’augurarti una buona giornata ed i saluti

Antonio Trilussa

Il Napoli ha sculato, of course!