Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Stavolta non si può mettere in mezzo il Var, l’Inter va in testa alla classifica perché è più forte. E ha pure la partita con l’Atalanta da recuperare. Pronostici sottosopra, l’Inter con la partita più difficile non perde il colpo, la Juventus con quella più facile invece sì. A Firenze la squadra di Inzaghi fa il colpo con Lautaro e poi lo difende con Sommer. Ancora polemiche sul Var e sugli aiutini all’Inter, ma alla fine l’arbitro dà un rigore alla Fiorentina su azione controversa e Sommer salva i tre punti. La Juventus invece pasticcia forte con l’Empoli e paga caro l’espulsione di Milik, scelto come titolare da Allegri. Tra lepri e cacciatori, guardie e ladri, Sinner e Djokovic, domenica si arriva al fatidico Inter-Juventus. La partita o si chiude a San Siro. O si riapre…

SERIE A 2023-2024

GIORNATA N. 22

Venerdì 26 gennaio 2024

Cagliari – Torino 1-2

Sabato 27 gennaio 2024

Atalanta – Udinese 2-0

Juventus – Empoli 1-1

Milan – Bologna 2-2

Domenica 28 gennaio 2024

Genoa – Lecce 2-1

Verona – Frosinone 1-1

Monza – Sassuolo 1-0

Lazio – Napoli 0-0

Fiorentina – Inter 0-1

Lunedì 29 gennaio 2024

Salernitana – Roma 1-2

***

CLASSIFICA DOPO 22 GIORNATE

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 23

Venerdì 2 febbraio 2024

Lecce-Fiorentina 20.45

Sabato 3 febbraio 2024

Empoli – Genoa 15.00

Udinese – Monza 15.00

Frosinone – Milan 18.00

Bologna – Sassuolo 20.45

Domenica 4 febbraio 2024

Torino – Salernitana 12.30

Napoli – Verona 15.00

Atalanta – Lazio 18.00

Inter – Juventus 20.45

Lunedì 5 febbraio 2024

Roma – Cagliari 20.45

***

IL RECUPERO DELLE PARTITE DELLA GIORNATA N. 21, RINVIATE PER LA SUPERCOPPA

Bologna – Fiorentina, mercoledì 14 febbraio 2024 ore 19.00

Torino – Lazio, giovedì 22 febbraio 2024 ore 20.45

Sassuolo – Napoli, mercoledì 28 febbraio 2024 ore 18.00

Inter – Atalanta, mercoledì 28 febbraio 2024 ore 20.45

***

L’Inter arriva allo scontro con la Juve stando un punto sopra la Juventus, e con la partita con l’Atalanta ancora da recuperare. 

  Gli interisti, e non solo loro, sono portati per natura a dubitare e essere scettici circa la loro squadra, spesso un po’ farfallona e traditrice sul più bello. Beh, non è andata proprio così, qui ad aver tirato un po’ troppo la corda sembra essere stata la Juventus che appena si è messa, tramite il burattinaio Max Allegri, a battibeccare con gli interisti, circa lepri e cacciatori, guardie e ladri, Sinner e Djokovic (l’Inter è scesa in campo vestita d’arancione e questo per molti è stato un richiamo all’impresa del tennista), è inciampata su se stessa e sull’ Empoli.

  Mentre l’Inter che un certo prezzo alle bizzarrie del calendario avrebbe potuto pagarlo, se ne è andata via tranquillamente e ora ha addirittura un colpo in canna in più dell’avversario.

  A Firenze poteva sembrare ancora una volta l’Inter dei Soliti Sospetti, con proteste e richiami al Var, sia sul gol di Lautaro che su un possibile rigore commesso da Bastoni, poi l’Inter (senza Çalhanoğlu e Barella, assenze non da poco) ha legittimato la sua vittoria quando Sommer (uscita di pugno su Nzola, ha preso prima la testa o prima il pallone, oppure testa e pallone insieme?) ha parato un rigore che l’arbitro ha assegnato alla Fiorentina e Nico Gonzalez non ha fatto altro che depositare il pallone fra le braccia del portiere interista. Per amor di cronaca bisogna precisare che in questo caso è l’Inter che si sente vittima del Var. 

  L’Inter insomma ha fatto il suo e la Juventus no, pagando caro il prezzo dell’espulsione di Milik, schierato titolare da Allegri. Si è avvalsa ancora, Madama, del buon momento di Vlahovic, ma non ha potuto evitare la rimonta dei toscani, che potrebbero aver tolto alla Juventus due punti addirittura vitali.

  So che in questo momento state volando tutti molto alto deliziandovi di Sinner e delle sue straordinarie imprese, mentre nel calcio si corre nel fango e nelle bassezze delle sue polemicuzze, del suo spettacolo spesso mediocre (vedi Lazio-Napoli 0-0, oppure il Milan che sembra già sospeso nel limbo del terzo posto), ma questo è.

  Ai cavalieri bianchi dello sport puro contrapponiamo i nostri sbocchi di bile, simulazioni antisportive, e invidia a gogo. Ne faremo il pieno da qui a domenica prossima. Intanto l’Inter di Simone Inzaghi ha ripreso il comando delle operazioni, con nostro sommo smacco e sorpresa. Prossima puntata Inter-Juve.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

Approfitta, fatti un giro dentro Bloooog!

12 febbraio 2024

Juve ko a Torino con l’Udinese, resta a -7 dall’Inter, addio allo scudetto. Allegri è un caso

11 febbraio 2024

Il Milan batte il Napoli e sale a -1 dalla Juventus

11 febbraio 2023

Registratevi e Bloooog! diventerà la vostra chat, il club esclusivo del calcio

10 febbraio 2024

Marcus Thuram, l’Inter vince a Roma e vola verso lo scudetto

9 febbraio 2024

Il calcio e l’effetto Sanremo, scoppia e vuole una Premier League…

8 febbraio 2024

Dalle fanfaronate di De Laurentiis ai trattori

6 febbraio 2024

Anatomia di Daniele De Rossi, il gladiatore metà Spalletti e metà Mazzone

4 febbraio 2024

L’Inter batte la Juve con un autogol di Gatti e va a +4. Lo scudetto è la condanna di Inzaghi

3 febbraio 2024

Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ketelaere

1 febbraio 2024

Alcaraz, Ngonge, Baldanzi, Buchanan, calciomercato chiuso. Di chi è il colpo migliore?

30 gennaio 2024

Il calciomercato verso la chiusura, ma che cosa è il calciomercato oggi?

29 gennaio 2024

Lo scontro diretto tra Inter e Juventus a San Siro in 60”

27 gennaio 2024

Il sorpasso dell’Inter alla Juventus, e con un partita ancora da recuperare

25 gennaio 2024

Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro

25 gennaio 2024

Ceferin, Boban, Riva: un altro calcio è possibile

22 gennaio 2024

La morte di Gigi Riva, è stato un grande italiano

22 gennaio 2024

Supercoppa all’Inter, Napoli in 10 per l’espulsione di Simeone, decide Lautaro. Polemiche sull’arbitraggio

21 gennaio 2024

Il golpe della Juve, sorpasso al primo posto, mentre l’Inter è in Supercoppa. Il ribaltone guardie e ladri

20 gennaio 2024

Vergogna a Udine, partita interrotta per cori razzisti a Maignan. Roma, l’esordio di De Rossi in panchina

19 gennaio 2024

Supercoppa a Riad, l’Inter fa 3 gol alla Lazio e va in finale col Napoli

19 gennaio 2024

Napoli, procura di Roma chiude inchiesta plusvalenze su Osimhen, De Laurentiis indagato per “falso in bilancio”

18 gennaio 2024

Supercoppa a Riad, il Napoli fa 3 gol alla Fiorentina in uno stadio vuoto e desolato

17 gennaio 2024

Inter e Juventus, guardie e ladri

16 gennaio 2024

L’esonero di Mourinho, la Roma a De Rossi: storia di un’allucinazione di massa 

***

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
410 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

[…] Il sorpasso dell’Inter alla Juventus, e con un partita ancora da recuperare […]

[…] Il sorpasso dell’Inter alla Juventus, e con un partita ancora da recuperare […]

[…] Il sorpasso dell’Inter alla Juventus, e con un partita ancora da recuperare […]

[…] Il sorpasso dell’Inter alla Juventus, e con un partita ancora da recuperare […]

[…] Il sorpasso dell’Inter alla Juventus, e con un partita ancora da recuperare […]

[…] Il sorpasso dell’Inter alla Juventus, e con un partita ancora da recuperare […]

[…] Il sorpasso dell’Inter alla Juventus, e con un partita ancora da recuperare […]

[…] Il sorpasso dell’Inter alla Juventus, e con un partita ancora da recuperare […]

[…] Il sorpasso dell’Inter alla Juventus, e con un partita ancora da recuperare […]

[…] Il sorpasso dell’Inter alla Juventus, e con un partita ancora da recuperare […]

[…] Il sorpasso dell’Inter alla Juventus, e con un partita ancora da recuperare […]

guido

Ragazzi, mi sono distratto, ma … l’avete preso adeguatamente in giro Waters per Sinner?

Modifica il 4 mesi fa da guido
Dare to Slack!

non così bene come riesce a fare lui rispondendoti;

Waters

C’è poco da prendermi in giro, Guidone, io lo criticai dopo l’Usopen e dopo la rinuncia alla Davis, non so, magari mi ha anche letto, ma io dissi che doveva migliorare radicalmente due aspetti se voleva essere competitivo, la resistenza fisica ed il servizio, ciò è stato fatto ed i risultati sono arrivati copiosi.
La prova é stato il quarto set di domenica a Melbourne, sul tre a tre e servizio Sinner quindi palle nuove – sul trenta a quaranta ha evitato il break che sarebbe stato con ogni probabilità letale, con un ace, credo ripetuto sul successivo….

Salud..

guido

Grande Wat:
“magari mi ha anche letto”
Abbiamo scoperto il segreto di Sinner, altro che Piatti, Vagnozzi, Cahill, l’etica del lavoro, i genitori non invadenti, lo spirito montanaro. No, il segreto è che Giannino segue silenziosamente lo Scienziato del Tennis e si abbevera ai suoi consigli e, soprattutto, ai suoi incoraggiamenti, chi non li ricorda?

Capolavoro

Comunque hai ragione, c’è poco da prenderti in giro, ci pensi da solo

Il mattino ha loro in Bocca

Genio!!!

Leo 62

Andrea…. a me sembra di ricordare che avevi detto che al massimo era uno buono per i 500… da quel momento ha vinto un 1000, la Davis da solo ( a proposito di criticarlo per quella intelligentissima rinuncia ) e uno Slam.
Il servizio è da tempo che lo aveva migliorato, e la resistenza fisica ed il 3 su 5 non era chiaramente un problema, al limite quella mentale… e lì bastava saper aspettare.
Poi capisco che è del Milan… ma insomma, fossi in te lascerei perdere…

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
Waters

Ho detto ciò? Proprio non lo ricordavo….vabbè a dire il vero c’e’stato anche qualcuno che ha detto che il Napoli avrebbe passeggiato – in effetti passeggia😀 – e se proprio la passeggiata si fisso tramutata in maratona il Milan ne avrebbe raccolto l’eredità…you remember?🙂

Leo 62

Che il Napoli avrebbe passeggiato l’avevo detto l’anno scorso, mi sembra che la confusione post Sinneriana ti stia un po’ confondendo ma va bene lo stesso… più che altro provate a non perdere pure questo Andrea sai come succede, un recupero perso, una papera del portiere… e Puff!! ti ritrovi solo con la SuperCoppa, alla fine quella non la mancate mai…
come era quella ? 3 su 5 è un altra storia… 😉 🙂

Waters

Pinguì, vai a trovare le dichiarazioni drl mio amico Leo sul campionato…

Dare to Slack!

e ammettere di aver sbagliato? lui?
non sai che è fra i primi cinquanta nonsbagliatori d’Itaglia?

ps
mi sa che si è davvero autoconvinto di aver previsto l’ascesa di Jannick (così l’ha scritto e ribadito) come lo è dell’onestà della malmata;

Leo 62

Ma lui lo sa benissimo che Sinner se lo è preso sui denti… come prima di lui Nole che nel 2017 era finito.
La più bella rimane quella che Sinner avrebbe fatto al massimo una carriera come Monfils…. seeee come no… quella la fa Arnaldi…

guido

Nemmeno Monfils si accontenterebbe di una carriera come Monfils

Dare to Slack!

su, W, non essere modesto, racconta di quando consigliasti alla Pellegrini di aumentare la frequenza delle bracciate o agli arcieri la precisione del tiro;

Il mattino ha loro in Bocca

😂 😂 😂

Waters

Mi spiace deluderti Pinguì ma nel nuoto sono una schiappa, sto a galla a malapena, nel tiro con l’arco invece sono fortissimo, infatti nella magione ho il cerchio e ogni tanto mi esercito, qualche consiglio a Nespoli e Galiazzo potrei anche darlo…

Il mattino ha loro in Bocca

…e te pareva….

Mordechai

Ovvio, a quando una lectio magistralis a Bottura, Cracco e Pierangelini?

Dare to Slack!

eppoi non parliamo dell’arte mongolfatoria, basta collegarti e si gonfiano d’un colpo;

strano però, i palloni gonfiati non galleggiano benissimo?

Modifica il 4 mesi fa da Dare to Slack!
cugino di campagna

Che strano animella, io ricordavo di chi diceva che non avrebbe mai vinto uno slam, che 3 su 5 è un altro sport. E invece SBAM!

Oh, qua l’occhio di falco ci vede benissimo e l’InterVar non può farci niente. Spiaze.

Waters

Certo Ivanone, é un altro sport, dopo le tre sconfitte al quinto con Tsitsipas, il tedesco a Parigi, e Zverev a New York, Cahill, Ferrari, e Vagnozzi hanno deciso di cambiare strategia e metodo di allenamento, ed i risultati sono arrivati…a me fa solo piacere

Dare to Slack!

ah, allora non è stato in seguito alla lettura del tuo post sul bloggo (quindi niente provvigione)?
e, posso azzardare -posso? non è un altro sport, come non lo è passare dalla NextGen alla squadra di A, semplicemente bisogna maturare nel fisico e nel gioco;

RM??

Ma stai scherzando? Non lo sai che lui è fra i primi 50 valutatori del fatto che sia un altro sport in Italia, e forse nel mondo?
Quando devono ammettere una nuova disciplina alle Olimpiadi, prima chiedono a lui per capire se si tratta di un altro sport oppure no.

Modifica il 4 mesi fa da RM??
Dare to Slack!

se mettono Peracotta come disciplina olimpica avremmo la medaglia d’oro assicurata per le prossime dieci edizioni (lunga vita a W!);

Mordechai

A lui o al villico, che tanto è la stessa cosa.

scotland16

Parliamo di rigori Sarebbe anche interessante analizzare perché in Premier league hanno concesso 26 rigori meno che in serie A e in Liga e Bundesliga addirittura 28. Perché francamente alcuni penalty dati gridano vendetta al cospetto dello spirito del gioco….poi parliamo di ammonizioni; francamente il dato della serie A e’ molto strano; quasi tutte le squadre raggruppate tranne una di gran lunga inferiore, strano…e lo dice un non milanista e non juventino…

Bombaatomica

Alla presenza delle piu’ importanti cariche dello Stato, del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dei Presidenti di Camera e Senato, del Presidente della FIFA, dell’UEFA, dei Presidenti delle 20 squadre di serie A e davanti a centinaia di giornalisti giunti a Roma da ogni angolo del globo, si è svolta ieri presso la sala stampa della Camera dei Deputati la cerimonia celebrativa del 50esimo anniversario del primo scudetto della SS LAZIO 😁

L’evento, voluto fortemente dal LAZIO Club Montecitorio, ha riunito a sé esponenti del mondo politico, delle istituzioni, della cultura, dell’arte, di estrazione sociale e politica completamente diversa perché – a detta della piu’ alta carica dello Stato – “la LAZIO unisce e placa gli animi esacerbati di questa società corrotta”. Su quelle parole, tutti gli astanti si sono girati all’unisono verso gli Agnelli 😂😂

Prima di lasciare la parola al Capo dello Stato, il Presidente LoTirchio ha voluto esprimere i propri ringraziamenti ai presenti con le seguenti parole: “Che la LAZIO sia di esempio per tutti. Questa squadra meravigliosa – ha proseguito il Patron – che Omero ne avrebbe decantato le gesta, con le pezze al culo (ahò, riporto testuale 😂😂), costruita con due soldi, ha saputo sprigionare quell’amore eterno riconosciutogli dal mondo del calcio restando fedele ai principi decoubertiani”. 😁😁

Infine, è toccato al Presidente Mattarella: “L’Italia che rappresento si inchina di fronte a quella meraviglia di squadra che ha saputo dare agli italiani gioia e onore. Avanti LAZIO, verso traguardi sempre piu’ gloriosi”.
E qui è scattato l’applauso piu’ fragoroso…. 😂😂😂

Come si fa a non amare la LAZIO… 💘🦅⚽👍😁

scotland16

caro Bomba, quindi se ogni squadra festeggiasse il 50 esimo del primo scudetto (molte lo hanno gia’ fatto….), in Parlamento starebbero sempre a festeggiare….tipico di squadra che in oltre 100 anni ha vinto poco o nulla

Bombaatomica

Perchè sono queste le gioie per gli italiani. Scudetti vinti col coltello tra i denti, lottando, sudando, sputando sangue, contro tutte le avversità, il destino infame e gli squadroni del Nord (leggi Juventus e Milan 😁) che per anni l’hanno buttata in cagnara, fregando a destra e manca, stringendo patti col Demonio, corrompendo, squartando, abiurando, mozzando teste di cavallo 😂
Squadre come il Cagliari, la Fiorentina, il Verona, la Sampedoria rappresentano l’eccezione a questo mondo calcistico corrotto e infame.
La LAZIO ne è quasi la capofila, con lo scudetto del 1974. Uno scudetto che rappresenta l’apoteosi, un percorso cominciato in serie B e arrivato in cima al massimo campionato di Serie A, contro tutti i pronostici, i gufi e i magheggi piemontesi.
Anche l’anno prima la LAZIO avrebbe potuto coronare il sogno scudetto, se l’Avvocato non ci avesse – come sempre – messo lo zampino, pagando la roma, l’arbitro a Verona e il Napule a Napoli.

Come dichi?!!! Lo scudetto della roma?!! Ma quale? Quello regalatovi da Mussolini o quello di Andreotti? 😂😂😂

RM??

rivista adesso l’espulsione di Maignan contro il Genoa, dinamica molto simile a quella di Sommer. Il portiere prende la palla ma colpisce l’attaccante con una ginocchiata.
Espulso per “grave fallo di gioco”
Cazzo, proprio come c’è scritto nel regolamento!

rusticano

Alcuni giorni fa sono capitati uno sotto all’altro i post di Inox e Nello Mascia… davvero, letti uno di seguito all’altro mi hanno fatto sentire ancora più poveraccio e ignorante di quel che pensavo di essere.
Siccome sono abbastanza convinto che ciascuno di loro in silenzio stia curando una propria raccolta personale (…sono gemme troppo studiate e preziose perchè siano lasciate al disordine e all’incomprensione del blog), quando qualcuno avrà notizie della futura uscita di queste pubblicazioni può avvisare il blog? Gli autori dall’alto della loro modestia certamente eviteranno di farsi pubblicità…
Il massimo sarebbe un’edizione congiunta sotto il titolo “Quaderni calcistici di poesia ermetica e postmoderna”, averli insieme in un unico tomo nella propria biblioteca personale, ben posizionati tra De Filippo e Dostoevskij, sarebbe impagabile.

Dare to Slack!

l’editore insiste per Elucubrazioni con scappellamento a destra;

redant

Sintesi del post:

Senti gli Juventini (ed anche i Fiorentini) e l’Inter ha rubato, prima con una spinta di Lautaro sul primo goal, poi su un paio di rigori non fischiati a favore dei viola ed infine per la mancata espulsione di Sommer sull’intervento scomposto in area.

Senti la sponda nerazzurra e il difensore della Fiorentina si è buttato perchè Lautaro lo ha solo sfiorato, Bastoni e C. sono entrati sempre puliti e Sommer è intervenuto nettamente per primo e non andava neanche fischiato il fallo. La partita è stata indirizzata fin dall’inizio, rendendo le cose facili all’Inter e solo a risultato acquisito, si è pensato di dar loro un contentino.

Senti gli arbitri e loro hanno lavorato bene e non hanno fatto alcun errore; se la Fiorentina ha perso è colpa di quel cretino che ha tirato il rigore alla fine, sbagliandolo. Loro ci avevano pensato a restituire l’eventuale maltorto (quale poi?) e a fare la compensazione in diretta (ma quindi qualcosa che non andava c’era?)

Senti i giornalisti (es. Bocca) e pare che il VAR, per questa partita, sia stato esemplare, addirittura che non ci sia nulla da recriminare e che la regolarità della partita stavolta non può fornire alcun pretesto per contestazioni e/o dubbi.

Chi ha ragione?

cugino di campagna

Compagno rossonero, parafrasando quel detto “contro il ladorocino la ragion non vale”, turati il naso e segui la scia nueseante lasciata dall’InterVar da inizio campionato, ma che dico, sono almeno tre anni che va avanti… Dopo l’arrivo di Conte, quando un SISTEMA marcio ha consentito ad una società fallita di fare ingenti operazioni di mercato (accumulando un debito monstre e senza nemmeno riuscire a pagare gli stipendi ai propri dipendenti per mesi – ma senza penalizzazioni, ovvio!), sono tornati alla vittoria. Dall’anno successivo è entrata in vigore la legge dell’AIA anche solo per fargli raccattare le coppette di Inzaghino. Come ha perfettamente descritto un utente romanista (che ricordava il furto con scasso dello scudetto 2007-2008) ”ogni volta che avete avuto una squadra attrezzata per vincere, non avete fatto prigionieri ed avete attivato una macchina organizzativa di furbizie e ruberie”. Due anni fa contro di noi, solo il loro suicidio di Bologna (nemesi incorsa dopo l’ennesimo intrallazzo, la presentazione di ben tre ricorsi per cercare di vincere la partita a tavolino – lucrando sul covid – per poi piazzarla in calendario nella finestra a loro più favorevole, in barba ad ogni regola) ci aveva permesso di non capitolare sotto i colpi di Rocchi&Co, con in suoi Massa, Guida, Serra, Fabbri, Irrati, Mazzoleni ecc ecc mandati a indirizzare e decidere i risultati delle loro (e nostre) partite. Lo scorso anno le ruberie sono passate inosservate dato il dominio di Spalletti&Co, ma quest’anno è stato da subito messo in chiaro che ”deve arrivare la seconda stella” con il solito corollario di furti aggregati per raccattare le coppette.
Sono una masnada di ladri, ma hanno dalla loro un impressionante rete di copertura mediatica, che tutto trita e smussa, fino alla ruberia successiva.

Modifica il 4 mesi fa da cugino di campagna
Mordechai

Tutti e nessuno, ovviamente.

2010 nessunoo

Uno, nessuno, centomila 😎

Waters

https://www.facebook.com/share/r/1AhZon9YhrUz7qZo/……

Studiate ragazzi studiate

Dare to Slack!

ah, ecco il perché della tua assenza: hai scoperto fessobucco, ma bada che non ha niente a che fare con l’ossobuco;

il radarista

I giornali sportivi partenopei titolano: Mazzarri ha detto Sì. Non sapevo si sposasse e così gli faccio i miei migliori auguri. Speriamo si sposi lontano da Napoli.

scotland16

Mazzarri sta definitivamente distruggendo e smontando il Napoli; ha cominciato con scarsi risultati, ha proseguito “abolendo” il gioco….aspettiamo il turno con il Barca (in crisi) per vedere se la stagione finisce a febbraio…complimenti a De Dementis…come distruggere in 6 mesi un orologio perfetto….penso che mai una squadra campione d’Italia sia sprofondata cosi’ in basso dopo soli 6 mesi

Waters

Intanto la grandissima società guidata dal più grande Dirigente della storia del calcio – il mostro – oltre ad uno splendido presente, si sta assicurando un futuro ancora più roseo, mentre l’immenso Zhang é rientrato in Suning – debito quasi azzerato – ed il figlio sarà sempre più legato ai colori nerazzurri, è ormai certo il quartetto di attaccanti per la prossima stagione, oltre agli incredibili Thuram e Martinez, saranno Taremi e Valentin Carboni che sostituiranno Sanchez e Arnautovic… Intanto il mostro ha respinto sdegnato la offerta di Commisso – non un nostro amico – di 20 milioni per Valentin Carboni…fatta anche per Zielinsky, il fenomenale centrocampista del Napoli si unirà ai ragazzi già da luglio……
Ma si sa che il mostro è un fautore del play trading , chi partirà quindi?
Sicuramente Dumfries, é fatta con l’Arsenal per 48 milioni, potrebbe partire anche il Chala, offerta mostruosa a lui 30 milioni all’anno e 70 a noi da parte della squadra di Ronaldo……
Con una società del genere si dorme fra due guanciali, e al mattino l’appetito non manca, quindi centrifugato di melagrana e banana, assaggio di noci e mandorle, fettina di torta al mango e passion fruit fatta da mia figlia, salmone delle Far Oer, e solito toast con fontina e cotto Capitelli, non può mancare nemmeno il doppio caffé Illy…

scotland16

daje Waters! facce ride! articolo divertente…per una squadra “miracolata” da molte parti negli ultimi anni….e buon appetito alla fine…nelle Far Oer poco da mangiare…

ConteOliver

“…dormi tranquillo e asciutto…” 😆

Mordechai

In realtà, cappuccino e Buondì Motta.lo sappiamo tutti.

cugino di campagna

Bravo Bocca, siamo ben oltre i sospetti. Solo granitiche certezze oramai. Partita dopo partita l’InterVar sta superando ogni record!
Io guardo le loro partite solo per godermi quei lunghissimi check abortiti, semplicemente esilaranti.

il ghiro

SALERNITANA – ROMA 1 – 2
I granata di Walter Sabatini e di Pippo Inzaghi schierano i due nuovi Pierozzi e Basic, in panca l’ex-Napoli Zanoli, ancora indisponibili Fazio, Pirola, Coulibaly, Dia e Cabral, area di derby per Basic e Candreva. Per De Rossi tantissimi gli assenti, i lungodegenti Abraham e Kumbulla, più Renato Sanches e Spinazzola, Azmoun con l’asiatica, Ndicka con l’africana, Aouar invece è tornato e va in panca, rientra Mancini al posto di Huijsen, Cristante sostituisce lo squalificato Paredes, davanti il trio Dybala, Lukaku, El Shaarawy. Arbitra il brindisino Di Bello, al VAR l’abruzzese Paterna.
Tiretto di Candreva facile per R.P., errori banali di Gyomber e Candreva, che poi spara altissimo, sanguina Pierozzi, bel tiro di Bradaric, salva R.P., tiretto di Tchaouna, poi tira ancora alto Candreva, soliti falli inutili di Mancini, Simy di testa fuori, giallo a Pierozzi, tiraccio di Pellegrini, che si becca un giallo per un intervento duro su Sambia, Ochoa del tutto inoperoso.
Ripresa: pollata clamorosa di Maggiore che tocca con la mano in area, rigore netto, Dybala spiazza Ochoa, 0-1. Cross di Candreva, Simy di testa alto sulla traversa, entrano Martegani e Kastanos, Ochoa salva sul Faraone che però era in f.g., azione corale romanista Faraone-Bove-Dybala-Karsdorp-Pellegrini che appoggia in rete da un metro, 0-2. Accorciano i granata con il cross di Tchaouna per la testa di Kastanos che gela R.P., 1-2. Dentro Aouar per Dybala, poi Lovato e Ikwuemesi, infine Zanoli e Zalewski, lancio lungo per Candreva che cade in area ostacolato da Llorente, i granata chiedono il rigore ma Di Bello dice di no, gialli ai “protestanti” in panca, tiraccio di Kastanos, R.P. blocca ancora a terra su Ikwuemesi, la Roma regge fino in fondo e porta a casa i tre punti. Bene Llorente, Cristante, Pellegrini e Dybala, tra i granata Candreva su tutti, Pierozzi e Bradaric. Di Bello arbitro monello, i tifosi campani lo crocifiggerebbero volentieri.

Bombaatomica

Laddove noi elargiamo gratuitamente 3 punti (unici in Italia….), questi peracottari riescono a rubare la gara condannando definitivamente i salentini 😂😂 ad una giusta retrocessione…

scotland16

i salentini??

il radarista

Bomba Atomica fa ironia. Lui sa benissimo che il Ci-Lento è da una parte e il Sa-Lento è altrove. Solo non si aspettava che questa notizia non la conoscessero gli altri.

Mordechai

I cilentini, eventualmente.
Almeno le basi (della geografia).

Waters

Magari i cilentani
Almeno le basi – dell’ortografia –

Il mattino ha loro in Bocca

l’ortografia??..quella cui ti attieni quando, con il villico, raccattate le rape?

Mordechai

Per una volta hai ragione, ma l’ortografia non c’entra una fava.
Buonanotte ragioniere.

Il mattino ha loro in Bocca

ma le fave non nascono nell’orto?

2010 nessunoo

Il pecorino Ugo, con le fave, ottimo 😎

Mordechai

Mai piaciuto il pecorino, sono un burino anomalo.
🙂

2010 nessunoo

Ahh cosa mi tocca sentire da un discendente dei Volsci 😄

Mordechai

Stefano, nei dintorni di Ceccano (zona volsca per eccellenza) più che il pecorino vanno forte le “marzoline”, che altro non sono che formaggetti stagionati che vengono prodotti a fine inverno (da lì il nome).
Non mi piacciono manco quelli.
🙂

Bombaatomica

Ovviamente NON hai capito la battuta…
E ho messo pure 2 faccine… 😂😂
Niente da fare. Rimandato a settembre!!!!

scotland16

anche a me Bomba….spiegamela…

Bombaatomica

salernitana…. salentini….. un gioco di parole, no?
E che ci vuole la laurea in Fisica Nucleare per capirla? 😂 😂

Il bacchettone Mordi Cani mi è subito saltato sulla giugulare 😂😂

Modifica il 4 mesi fa da Bombaatomica
Mordechai

Salernitana … salentini sarebbe un gioco di parole?
Manco a Regina Coeli.

Mordechai

Aspettiamo e speriamo, Scot.
😀

Mordechai

Spiegamela, di grazia.

Der kommissar

Noblesse oblige, non era roba per loro stare a guardia un solo giorno di più. Due colpi ben assestati e la banda è ripartita. Il palo, al solito, fornirà l’alibi: “Vabbè, siete andati subito sotto per un gol irregolare, non vi hanno assegnato un calcio di rigore solare quando forse eravate ancora in tempo per ribaltarla… ma non è colpa mia se non avete accettato il misero risarcimento di consolazione finale, eh?!”.

Diventa sempre più impressionante il numero di partite dell’Inter indirizzate, condizionate, falsate o completamente rubate dall’intervento delle teste di cuoio dell’AIA. Chapeau!

Roma Roma bella

DDR e 2.

Avanti così!

Il mattino ha loro in Bocca

Alla resa dei conti un punto guadagnato, ci siamo trovati inopinatamente in vantaggio solo grazie alla rabbia che, probabilmente , covava nell’animo dei giocatori, ma l’Empoli di Nicola giocava bene e, già nel primo quarto d’ora in parità numerica, cercava, riuscendoci, di fare la partita. La Juve sta giocando sul filo di un equilibrio, creato da Allegri, che in questo momento basta poco per essere compromesso. Non poter disporre di Rabiot e Chiesa non è cosa da poco e trovarsi con un uomo in meno (oggi) e a dover contare sulla trimurti di sinistra (intesa non come teofania ma proprio tre morti) di questo periodo, parlo di AS, K e MIR., con un Gatti in debito di ossigeno da subito (ad un certo punto inquadrato da vicino, aveva le occhiaie nere e il fiato corto), costringe la squadra a tirar fuori sempre qualcosa in più che va al di là del valore tecnico complessivo; l’obbiettivo di finire fra le prime quattro resta alle stesse probabilità del turno precedente, anzi, una partita in meno lo migliora di qualcosa. Parlare di scudetto serve solo a chi deve riempire le pagine dei giornali. Quando la squadra migliore coincide con quella con più kulo (due rigori contro sbagliati consecutivi sono segno inequivocabile del destino) e con quella che ha il maggior numero di episodi-VAR a favore, non ce n’è per nessuno.
P.S.:
Milik è stato sciocco e scomposto, ha preso il rosso amen, inutile star a disquisire, ma resta il fatto che mi piacerebbe veder applicato il metodo-Juve (quasi sessanta cartellini fra gialli e rossi ) anche agli altri.

Waters

Mi sta tormentano un tarlo, leggerò qualcosa di intelligente prima da Luottardi, oppure dal Cinghialone di Fauglia?😀

Dare to Slack!

prova a scrivere qualcosa d’intelligente tu, per dare l’esempio;

Waters

Lo so che sei offeso perché non ti ho inserito assieme a Luttardi e al Cinghialone di Fauglia, ma lo “sfigato di Petralia Soprana” deve ancora mangiarne di crostini😂

luottardi

Cioè lei per leggere cose intelligenti viene su questo blog?
😅È messo peggio di quanto pensassi

Waters

Beh si, se ci scrivo io, certamente…

Pirogov

Credevo che a tormentarti fosse un tuorlo, non un tarlo

Mordechai

Se sei tu la pietra di paragone, campa cavallo.

Waters

Eccolo il prezzemolino…

Mordechai

Detto da uno che sta sul blog da quando portava le braghe corte …

Waters

Scrivo il settanta per cento in meno di te…sei stato ripreso anche da tua moglie…
Ps…ti ha fatto il pacco di Natale, Fabrizio?😀

Mordechai

Amico del giaguaro, tu sul blog praticamente c’hai fatto le ragnatele.
Al punto che l’interrogativo è : è nato prima il blog o il ragioniere?
Daje sù …

Claudio Mastino 62

Fiorentina – Inter 0-1

Buona partita della Fiorentina che ha impegnato l’Inter fino alla fine e che se fosse pervenuta al pareggio non avrebbe rubato nulla.
Purtroppo i viola hanno grossi problemi in attacco, N’Zola e Beltran hanno delle qualità ma per essere due prime punte hanno poca confidenza con il goal e Nico
Gonzalez, forse l’attaccante di maggior qualità della squadra viola non è esattamente una prima punta; a dimostrazione di ciò è proprio Nico il capocannoniere fino ad ora con Bonaventura che lo segue a ruota e Martinez IV con se non vado errato cinque goal, ma quest’ultimo è addirittura un difensore centrale mentre N’Zola mi sembra che abbia segnato un paio di reti e Beltran una.
Tornando alla partita c’è voluto un grande Sommer che ha detto di no con uno strepitoso intervento ad un tiro da pochi passi di Bonaventura. C’è però da dire che
lo stesso Sommer andava espulso per l’intervento in uscita su N’Zola
come è stato espulso Maignan per un intervento di simile pericolosità ai danni dell’attaccante avversario in una partita del Milan di un pò di tempo fa.
Ridicola a mio avviso l’esecuzione del rigore da parte di Nico che ha impedito alla Fiorentina di pervenire al pareggio che come ho accennato prima non avrebbe affatto demeritato; sembrava proprio un rigore calciato da un ragazzino in una partitella d’allenamento su un campetto parrocchiale.

carta vetrata

è che Nico è molto amico di Lautaro

Waters

Mah Claudione, Messi ai mondiali i rigori li tirava come Nico, il fatto è che il portiere andava dalla parte opposta, ma Sommer che è uno dei portieri più forti al mondo non è un pirla…sei troppo severo con li stesso Yann, ma quando mai si espelle un portiere per un non fallo….salud…

scotland16

Sommer grande portiere, lo dissi in tempi non sospetti (4 anni fa, quando era al Borussia); molot ma molto piu’ forte di Onana

Claudio Mastino 62

Perfettamente d’accordo, anch’io
diversi anni fa mi accorsi delle grandi qualità di Sommer, un gran bel portiere, veramente molto reattivo ed agilissimo tra i pali. Diversamente Onana non mi ha mai convinto e lo dissi ad Andrea lo scorso anno; il portiere camerunense è stato sponsorizzato da E’too che come
ben saprai è suo connazionale ma alla fine a certi livelli le raccomandazioni lasciano il tempo che trovano ed i valori reali prima o poi vengono a galla.

Pietro

In effetti non è fallo, nella boxe!!!

mario rossi

Fallo simile ma meno grave a neuer su higuain in finale di coppa del mondo(ginocchiata in faccia mentre col pugno colpisce la palla), no rigore no ammonizione. La varietà delle interpretazioni, ciò che rende il calcio divertente. Come diceva l avvocato agnelli, si guarda il calcio per divertirsi, rosicare è da sfigati.

Modifica il 4 mesi fa da mario rossi
2010 nessunoo

E quando uno si…. diverte rosicando chi siamo noi per impedirlo?

Claudio Mastino 62

Ho visto solo gli ultimi venti minuti
di Lazio-Napoli e considerate le assenze importanti dei partenopei devo dire che Mazzarri sta facendo
del suo meglio con gli uomini contati che ha a disposizione, fare a meno di Kvaratskhelia, Osimhen, Anguissa, per giunta anche di Cajuste, Natan, Oliveira e del Cholito nonché di Meret anche se a mio avviso Gollini è bravo e vale il portiere titolare non è assolutamente un problema da poco; anche in Supercoppa con l’Inter il Napoli non aveva affatto demeritato. Per quanto riguarda la Lazio con Sarri siamo alle solite, non è un allenatore che adatta uno schema in funzione degli uomini che ha a disposizione ,
al contrario lui adatta sempre i giocatori al suo modulo preferito,
il 4-3-3; di Lazzari e Marusic ne ho già parlato altre volte, non sono due terzini ed oltretutto lo slavo schierato ad esterno basso di sinistra è assolutamente improponibile e Pellegrini che è un terzino sinistro di ruolo con un piede mancino niente male non viene preso in grande considerazione da Sarri che anche ieri lo ha messo solo nel finale di partita quando ormai era troppo tardi. Felipe Anderson dà il suo meglio come esterno alto di destra, a sinistra è meno efficace ed inoltre a mio modesto avviso Rovella, che ieri è entrato solo nel finale al posto di Cataldi è decisamente più forte di quest’ultimo.
Venendo alla partita giocata e al quarto di match che ho seguito c’è da segnalare un tiro di Cataldi rasoterra uscito di poco, un lancio illuminante di Guendozi per Isaksen che però poi si è un po’ perso nella rifinitura, un paio di buoni traversoni di Pellegrini e nel Napoli un tiro al volo di Gaetano, veloce nell’esecuzione ma meno bravo nella qualità della stessa, la palla presa con l’esterno del piede è finita abbondantemente a lato.

scotland16

caro Claudio; onestamente partita inguardabile e Napoli che non ha mai tirato in porta…una squadra che in 6 mesi da spettacolare e super offensiva e’ diventata triste e noiosa. Un po’ meglio la Lazio ma pure loro molto peggio dello scorso anno.

commentanonimo

Il weekend sportivo ci ha regalato un grande Sinner, e archiviato Juventus e Milan come piccole squadre. Il Milan da juventino non lo commento. A Torino, sponda Juve, si torna ad essere realisti: Milik impresentabile, Kean sbolognato, nessun centrocampista in arrivo, Fagioli rimane un ipotesi di lavoro, Pogba un triste flop per la Juve e per lui, Miretti un giocatore per fare la rosa da 24. Per cui si andrà a Milano con un solo risultato interessante e senza attaccanti, Chiesa è di nuovo sparito dai radar per infortunio (e senza il doppio carico CL), Milik squalificato, e col solito centrocampo. L’Inter può solo suicidarsi, e a San SIro parte strafavorita. Nel we notevole l’exploit dei granata che però non vedono l’Europa da quanti anni? Quindici?
Giusto il rosso a Milik ma ci avete rotto. Perche non BerardiBastoniMalinovski? E i rigori si ripetono solo in Inter-Juve?

Modifica il 4 mesi fa da commentanonimo
luottardi

Non so che campionato guardi Bocca o se ignori totalmente le rivelazioni di arbitri trapelate ormai su un sistema marcio, ma questo campionato e’ falsato. Finche’ non metteranno almeno il VAR su challenge, e’ diventato inguardabile.

Questi tizi che stanno in una stanza buia a Lissone e decidono loro quando intervenire o meno, come gli gira quel giorno, sono quanto di piu’ lontano ci sia da un sistema trasparente. Alimentano sistemicamente complottismo e i piu’ fetidi miasmi.

Abbiamo trovato il sistema peggiore di applicare una nuova tecnologia. La dimensione sportiva totalmente perduta.

”Dopo ieri quindi possiamo spegnere la tv e non andare a San Siro. Ci sono stati tre episodi abbastanza chiari, tutti valutati dall’arbitro pro Inter, sul primo la spinta di Lautaro c’è, ma nel dubbio decidi pro Inter, poi due rigori netti per la Fiorentina, il primo anche con ammonizione di Bastoni, che considerando poi il giallo successivo rischiava l’espulsione, infine il rigore di Sommer che l’arbitro nemmeno vede. Qui siamo alle comiche, campionato già deciso, manco vale la pena guardare le partite,…”

NELLO MASCIA

FALLI DA DIETRO –
COMMENTI ALLA 22° GIORNATA DEL CAMPIONATO 2023-24
 
Minuto 11 al Sardinia.
Fermate il calcio.
Tacciano i risonanti tamburi.
Offuscate tutte le stelle perché non le vuole più nessuno.
I dolenti versi di Auden, anche alla rinfusa, sono i più idonei per ricordate il più grande cannoniere della storia.
Un uomo che si fece simbolo di una comunità.  
E che insegnò a tutti onestà, rispetto, dignità.
 
Quello che succede dopo è irrilevante.
Dopo si gioca una partita di calcio.
Ma per il Cagliari il cuore è troppo gonfio.
Troppo pieno di ricordi.
 
Il calcio, inesorabile, prosegue.
Giornata che si caratterizza con i molti rigori alle cosiddette “impunite”.
Troppi, in una sola giornata per non alimentare sospetti.
Il sistema che interviene a smorzare le polemiche dopo le denunce anonime echeggiate in settimana.
 
Minuto 18 allo Stadium su una palla innocua a centrocampo, Arkadius sbaglia clamorosamente lo stop.
Va a contrasto su Cerri e a momenti non gli stacca il perone.
 
Rosso inevitabile.
Colore ignoto ai calciatori in bianco e nero.
 
Partita in salita per gli juventini.
I quali, tuttavia, non sembrano avere né idee né voglia per sbattersi più di tanto.
Poi a inizio ripresa una palla vagante su corner passa davanti al Serbo che la butta dentro.
Sembra fatta.
Ma Acciughina, al solito, si chiude.
Nicola – felice di vederlo tornare, questo hombre vertical – manda in campo Tommaso Baldanzi, a suo agio in spazi stretti.
Ed è lui che impatta con una bordata da fuori area.
Due punti regalati ai Suninter nella corsa al vertice.
 
I quali Suninter nel big match del giorno dopo, vanno a Firenze e sbancano di corto muso il Franchi.
Nonostante il rigore contro, secondo la nuova moda settimanale.
Rigore anche discutibile, in verità.
Perché il pugno di Sommer in uscita, prima colpisce chiaramente il pallone, e poi va a spiaccicarsi sullo zigomo di Nzola.
 
Iconica la sequenza dell’arbitro Aureliano di ritorno dal Var.
 
Cammina lento e avvilito verso l’area.
Disegna stancamente nell’aria il quadrato.
 
Qual è la sentenza? Niente.
 
I secondi passano, inesorabili.
 
Lui, lentissimo, incede. Dieci, venti passi.
Poi, a testa bassa, di malavoglia (come a evidenziare il dovere di eseguire ordini non condivisi, ma sì facciamo galoppare la fantasia) alza la mano e indica il dischetto.
 
Andrà a battere Nico. Uno specialista.
Tirerà stancamente centrale, in braccio allo svizzero.
 
E anche qui, avendone voglia, si potrebbero assecondare ipotesi grossolane.
Di chi sospetta addirittura sia tutta una recita.
Il rigore assegnato. Il rigore sbagliato.
Mascherare, con un copione ben scritto, un campionato totalmente falso.
 
Anche a San Siro si ferma il calcio.
Al minuto 16, numero di maglia di Maignan.
E’ il grido contro il razzismo attraverso un messaggio di Martin Luther King apparso sugli schermi:
“L’oscurità non può scacciare l’oscurità; solo la luce può farlo. L’odio non può scacciare l’odio; solo l’amore può farlo”.
 
Poi per tutta la gara i cori: “Thiago Motta figlio di puttana”.
Cadono le braccia. Tutto inutile. Non guariremo mai.
Coerenza e correttezza del mondo del pallone, addio.
 
Comunque la partita è uno spettacolo.
In una serata maledetta per i Diavoli.  
 
Non succedeva dal 1955 che sbagliassero due rigori.
Poi il Bologna acciuffa il pari proprio dal dischetto al 92’ con Orsolini.
 
Ruba la scena Loftus alla prima doppietta.
Applausi per Thiago Motta. Ha costruito un tosto Bologna, una squadra che non rinuncia mai a giocare.
Applausi a Joshua Zirkzee, ammirato per l’eleganza e il piglio di bomber di razza. Talento cristallino.
 
Non c’è da divertirsi all’Olimpico.
Il calcio è un’altra cosa, rispetto a quella roba vista ieri su quel campo.
 
Gli Aquilotti sono reduci da quattro vittorie consecutive e affrontano un Napoli che ha gli uomini contati.
 
Mazzarri è costretto a rincorrere Demme che era già al cancello di Castelvolturno con le valigie in mano.
 
E’ costretto a pregare in ginocchio il riluttante Signorinello Pallido, di giocare almeno sta partita, poi si vedrà.
 
Racimola a malapena gli undici da mandare in campo.
 
Sceglie di giocare nell’unico modo possibile, vista la situazione.
Tutti indietro, tutti in trincea, e incrociamo le dita.
 
Risultato.
Zero tiri nello specchio per entrambe le squadre.
E’ una statistica significativa.  
Ma non descriverà mai abbastanza la noia di questo tardo pomeriggio domenicale di gennaio.
 
Note positive.
La squadra difende con ordine e occupa bene tutti gli spazi della propria metà campo.
Il punto racimolato fa morale, ma non fa classifica.
Charlie Brown gioca una partita super.
Come Ostigaard, piedi di marmo, che salva due volte il risultato.
I ragazzi ora sembrano reggere i 90 minuti.
 
Note negative.
Si dice che l’obbiettivo minimo sia entrare in Europa.
Allora bisogna escogitare – per il futuro – uno straccio di schema d’attacco.
Perché così non si va da nessuna parte.
 
L’involuzione di Jack è preoccupante.
Lui, che tutto sommato è il migliore attaccante italiano, non tocca praticamente palla.  
 
Ma la squadra può solo migliorare.
Torna Zambo. Tornerà presto Osi.
Vediamo di che stoffa sono fatti i nuovi acquisti.
 
L’obbiettivo minimo è l’Europa, dicevo.
 
La Champions possibilmente.
Mediamente per entrare fra le quattro, occorrono 70 punti.
Dovremmo farne 38 in 17 partite.
Tanti.
Ma vediamo.
Il campionato entra nella fase cruciale.

Mordechai

Post agevolmente ridimensionabile dell’80 %.
Almeno.

Nathan

Un catenaccio, quello adottato dal Napoli ieri pomeriggio all’Olimpico contro la Lazio, che non si vedeva dai tempi di Annibale Frossi con lo schema W.
Napoli con tantissime assenze, che riesce ad uscire indenne da una trasferta sempre insidiosa.
Benino in fase difensiva, pessimo nella proposta di gioco con Politano sempre decentrato sulla fascia destra come se continuasse a giocare in un tridente e Raspadori lasciato al suo destino in balia dell’intera difesa laziale. Zielinski invece di provare a dare man forte davanti, era invece schiacciato nella sua metà campo a supporto della linea mediana.
Bene Lobotka e Demme.
Partita orrenda ma punto importante in attesa dei calciatori squalificati o impegnati in Coppa d’Africa.

Modifica il 4 mesi fa da Nathan
puntadispillo

Ricordo che é una sciocchezza.

RM28

Ecco, magari non è una grande idea, vista la tendenza di alcuni all’insulto facile.

2econdo me

Sempre meglio della censura politically correct operante su tutte le testate online che annulla la critica, anche se civile. Ad esempio, ora che se ne è andata, non si può nemmeno dire che l’unico talento di Sandra Milo era farsi ripassare da Fellini e Craxi. Dopodiché ha vissuto di rendita

Modifica il 4 mesi fa da 2econdo me
2010 nessunoo

Ora che se n’è andata però l’hai detto, bello calpestare una tomba eh?

2econdo me

eh già, come disse uno: la morte ci rende tutti migliori

Modifica il 4 mesi fa da 2econdo me
2010 nessunoo

O come disse un’altro: non giudicare se non vuoi essere giudicato e con la stessa misura che hai usato

Mordechai

Tutti no.

Dare to Slack!

Bocca, malgrado non sia più in spe a quanto pare i vizi del giornalismo non li ha persi e scrive inseguendo la giornata;
quindi ieri la Juve insidiava il primo posto, oggi l’Inter è superiore, dopodomani in crisi, quando si sa dall’inizio del campionato che lo scudetto può perderlo solo issa;
ma che vinca una partita senza episodi dubbi (mi fido di lei, non l’ho vista) non cancella quelli di altre partite;

Sergiod

Quando sabato sera ho visto il rigore assegnato e confermato dal Var per un fallo in area su Kjaer mi son chiesto cosa avrei pensato se fosse accaduto al contrario. Non era rigore.
Quando ho visto il giallo a Calafiori dopo due minuti di gioco ho pensato che Massa avrebbe rifilato a Bologna e Milan almeno dieci ammonizioni durante il match e invece no.
La manata di Freuler su Leao in occasione del secondo rigore era fallo da ultimo uomo con chiara occasione da gol, quindi da espulsione.
Quello che più mi ha sorpreso sono le trattenute, non solo quelle di Bastoni, dei difensori interisti sugli attaccanti viola che il Var non ha sanzionato dopo la review.
Trattenute che accadono in ogni partita e sono fatte dalla maggior parte dei calciattori.

A questo punto mi arrendo, il Regolamento è oramai una interpretazione personale, un punto di vista , un se con il ma, un forse con il però.
Non capisco ma mi adeguo, in pratica mi arrendo e seguo con maggior distacco questo teatrino dell’assurdo.

sagrazio

Il gol di Lautaro è regolare, si spingono leggermente a vicenda. Il rigore a favore della Fiorentina è inesistente, Sommer è in anticipo, colpisce la palla per primo e in ogni caso in questi casi viene sempre fischiato fallo sul portiere quando viene caricato da un attaccante.
L’ Inter vince nonostante il rigore contro inesistente e soprattutto con l’assenza dei 2 più forti centrocampisti titolari del campionato italiano.
Per ora, rassegnatevi!

luottardi

alla sagra dello zio
per due soldi un triplete moratti compro’
poi venne oriali
che falsifico’ i passaporti
per un triplete
che alla sagra dello zio, moratti compro’

alla sagra dello zio
per due soldi un triplete moratti compro’
poi venne moggi, anzi non venne
che peccato, resto’ alla juve
ma con marotta si ruba uguale.
per un triplete
che alla sagra dello zio, moratti compro’

E infine lo zio Bergomi, l’unico onesto della truppa
e infatti e’ milanista
disse basta mai con i ladri
lascio l’inter e
vado a berlin

alla sagra dello zio….

Mordechai

A cosa?

2010 nessunoo

Ugo ti dispiace se ti rubo una battuta? Volevo chiedere a Luottardi quanti anni ha perché…..

RM28

Cortesemente, mi potresti indicare il punto del regolamento in cui si dice che se uno colpisce la palla per primo non è fallo? Io non l’ho trovato nella mia copia

2010 nessunoo

Mah io adesso, adesso, ho trovato una dichiarazione di Viviano, ex portiere e comunque grande tifoso della Fiorentina, che sostiene proprio questo, lui che parteggia per la Viola, poi mi ricordo anche di un arbitro del bolognese, adesso mi sfugge il nome, che in una partita tra due squadre d’alta classifica non decretò il rigore per un attaccante falciato in area di rigore proprio perché il difensore autore del contrasto aveva colpito appena prima il pallone. Però accidenti nella fretta di scrivere non ricordo quali squadre fossero , a te viene in mente qualcosa?

RM??

Una dichiarazione di Viviano? Ma sei serio? Cioè, io ti chiedo di indicarmi in quale punto del regolamento c’è scritta una cosa e tu mi rispondi con “una dichiarazione di Viviano”?
Ah, tu lo sai che Viviano ha giocato anche con l’Inter?
No, ovviamente non lo sapevi…

2010 nessunoo

Ha giocato con l’ Inter come con altri e di un’altra, la Fiorentina è tifoso, ed ovviamente come professionista del calcio, portiere per l’appunto, magari il regolamento lo conosce, meglio di me e forse meglio anche di te , ma forse potrebbe interessarti il parere di un altro ex portiere Simone Braglia, anche lui la pensa come Viviano, ma non serve con te vero? Dopotutto con la tua esperienza giovanile nel calcio giocato sei libero docente in materia.
Ma Braglia era portiere nel Milan , ecco questo dovrebbe dire qualcosa credo , però mi incuriosisce quel ” a tu lo sai che Viviano ha giocato nell’ Inter..” cioè basta un contatto, come con i virus e uno è comunque infettato? Ma questo concetto lo applichi nella vita di tutti i giorni per caso? Cioè avessi bisogno del pizzicagnolo, o del medico o devi sentire i professori a scuola per i ragazzi vedi casomai ci fosse qualche interista, per cui meglio non fidarsi?

RM??

Ma guarda che sei stato tu a tirare in ballo Viviano dicendo che tifa Fiorentina. E non ti sta bene che io risponda che ha giocato con l’Inter? Ma veramente fai? Robe da matti…
Io comunque ho esperienza di calcio giocato e il regolamento lo conosco abbastanza bene, forse non come Viviano.
Però prova a chiedere a dieci attaccanti se quello è rigore, ti risponderanno:
2 che è rigore
5 che è rigore ed espulsione
3 che è rigore, espulsione e lapidazione
Io ho provato a spiegare la fattispecie, secondo me è un grave fallo di gioco perché Sommer mette in pericolo l’incolumità di Nzola tirandogli un pugno in faccia mentre è in volo (se guardi il replay si vede benissimo).
Non dico che siamo ai livelli del video qui sotto (anche qui il portiere colpisce prima la palla), ma almeno siamo più o meno dalle parti di Maignan contro il Genoa. Anche lì il portiere colpisce la palla, ma centra anche l’attaccante con una ginocchiata. Risultato? Espulsione per “grave fallo di gioco”

https://www.youtube.com/watch?v=pla0-LjLzg

Modifica il 4 mesi fa da RM??
Il mattino ha loro in Bocca

purtroppo si, è serio…

Pietro

A me viene in mente Toro-Inter
Ma Ranocchia il pallone lo ha visto in fotografia

tamarrogigante

Cioè fino a tre aiuti arbitro/var a partita tutto normale?! Cominciamo a discutere solo da quarto o nemmeno basta?

Pietro

A leggere l’articolo di Fabrizio Bocca, sembra che l’Inter sia in testa con 40 punti di vantaggio.
Poi, a ben guardare, se non fosse per 2 rigori tirati come neanche al torneo rionale, le due squadre di testa sarebbero a pari punti.
E se non fosse per la creatività e la fantasia di varisti ed ex giacchette nere ( ora variopinte) , fra le due squadre di testa ci sarebbero almeno 8 punti di differenza.
Ma tant’è, sorbiamoci la favola dell’ENORME superiorità nerazzurra.
Del resto, fino a 3 anni fa si parlava della POTENZA di Suning….

inox

Buonanotte Fabrizio

L’Inter è prima con l’asterisco. Fa poco o niente con la Fiorentina tuttavia si “mangia” due-tre goal. Si permette di rischiare anche un peletto eppure, in modalità turnover e con l’arbitro contro, vince. Il rigore una perfetta ciofeca. Lautaro su Parisi? Bimbo! se non hai il fisico attivati con un gioco da tavolo. Per esempio sasso, carta, forbici. La Fiorentina non segna. Le due quasi punte impalpabili eppure Nzola a SP, non era male. L’altro non per forza deve essere buono perché proviene dal River. Bonaventura esterno alto troppo lento. Eh! Ma si è fatto male Sottil. Un sottile dispiacere purtroppo, capita. Fuori Arthur e dentro nessuno. Mandragora entra si fa ammonire e la partita è finita. Il rigore di Gonzales per niente speedy. Piuttosto, in Firenze, si cautelino di cacciare Nardella, il censore: “Il testimone” non è un film di propaganda filorussa ma sulla guerra. Diteglielo al piddino e dite ad acciughina che Livorno è nerazzurra e che la smetta di sproloquiare fra un Sinner e un Djokovic. L’Inter non li ha spesi 200 mln in acquisti la Juventus si. Eh! Fabrizio….ma dimmi un po’: Cancellieri (Empoli) calcia da lontano a porta vuota e non segna (meno male). L’arbitro, preventivamente, fischia simultaneamente la fine della partita. Questi, anche dall’Olanda e dopo avere maramaldeggiato per oltre un secolo in Italia, continuano a tessere la loro tela. Occhio! Hanno il brand e il centenario. Intanto in Livorno gira un detto: Acciughina, chi ride ‘r venerdì e ‘un ha chierica, sorride ‘r sabato e piange la domeni’a.

carta vetrata

Fantasioso ed onirico, bravo.

Mordechai

Sobrio e sintetico, as usual.

RM28

Altro che il giapponese nella giungla…

Mordechai

Ho visto solo ora gli highlights dal Franchi :

  • la manata di Lautaro sul viola c’è ma non mi pare così eclatante dal “giustificare” il crollo a terra del difensore; falletto più che fallo, secondo me il gol è regolare.
  • un pò troppo indulgente, invece, l’arbitro nei confronti di Sommer; a parte il rigore (innegabile), un cartellino rosso nei suoi confronti non mi avrebbe scandalizzato, la manata in faccia all’attaccante è netta.

Grande Martinez (che stagione, la sua) e forse ancora più grande Sommer, in tempi non sospetti avevo scritto che era stato una gran presa … pochi fronzoli e tanta sostanza, altra cosa dal carnascialesco Onana.
Mi pesa non poco spendere belle parole per “quelli”, ma quannocevòcevò.
🙂

carta vetrata

Mi dispiace, ma quello di Sommer non è per nulla rigore, uscita regolarissima di pugno sulla palla. Se poi, dopo la respinta, arriva Nzola contro il pugno cosa ne cale. così fosse, nessun difensore potrebbe intervenire sulla palla nel presupposto che dietro c’è una gamba, e nesusn portiere potrebbe uscire a respingere di pugno, mi sembra surreale. Se poi fanno vedere i video taroccati, è un altro discorso, il videeo giusto fa veeder sennza subbio l’intervento sulla palla. Fra l’altro, Sommer no mi pare proprio tipo da pugno in faccia, è così composto, il contrario di un kamikaze. Quanto al gol di Lautaro, complimenti per l’onestà, ma se quello è fallo inutile giocare al calcio. manate e spinte se ne danno una infinità in area quando si posizionano per angoli o punizioni, è un liberarsi del difensore che lo trattiene, come fao ogni attaccante, e mi pare il minimo. Un Ibrahimovic o un Vieri avrebbero dovuto vedersi annullare ogni gol, e difensori come Samuel o Chiellini espulsi ogni partita. Gioco di contatto, via, si punisce se c’è cattiveria o scorrettezza, sennò si gioca, si danno e si prendono. Fosse per me, darei un decimo dei rigori che si danno, darei invece molte più sanzioni per simulazione, perchè vuoi fottere l’arbitro. Pessimo andazzo, all’estero (salvo in spagna) c’è molta più correttezza in campo.

Pietro

Però, se rapportiamo la spinta di Lautaro con la carezza subita dal medesimo in occasione del penalty in Inter-Udinese, allora è fallo

carta vetrata

se iniziamo a raportare non la finiamo più,e passiamo ai rgori per falli di confusione. L’attaccante deve potersi liberare, altrimenti il difensore non lo fa giocare, ed è giusto che l’arbitro ne tenga conto. Si arbitra col regolamento, ma buon senso alla mano, è uno spot di contatto non tennis. Aaltrimenti ci sarebbero sedici rigori a partita. Io ne darei meno di una quarto di quelli che danno, inclusi i falli di mano provocati. C’è perfino chi ti tira addosso alla mano apposta, il difensore non può difendersi, deve perfino tenere le braccia dietro la schiena perdendo equilbrio e stabilità. In generale bisogna vedere se si interrompe una chiara ocasione da gol, altrimenti niente rigore, a chiunque. Questro se vuoi fare un discorso serio e generale, se invece vuoi farlo contro Lautaro stai toppando alla grande.

manu londra

Da ex portiere per me il problema è che Sommer con i pugni e’ più in basso dell’attaccante e questo lo fa diventare un fallo netto e probabilmente da rosso. L’attaccante non carica il portiere e’ lì già da prima pronto a colpire di testa, Sommer è in ritardo e commette un entrata scomposta e probabilmente violenta. La linea è sottile quindi posso anche accettare la tua versione, ma se fosse uscito in tempo Sommer piantava il ginocchio in faccia all’attaccante e con i pugni ribatteva la palla…

RM??

L’unica cosa su cui concordano tutti i commentatori è che questo è un rigore evidente. La cosa di cui si discute è se ci stia l’espulsione oppure no. Secondo me si, da regolamento questo è un intervento che mette a rischio l’incolumità dell’avversario.

Mordechai

Minchia che intemerata, e che t’ho detto : cotica?
In sintesi per me : quello di Lautaro è solo un falletto, poca roba, gol regolare, quello di Sommer invece è fallo netto, giusto il rigore, più un cartellino rosso che invece non c’è stato.
Punto.

mario rossi

Modifica il 4 mesi fa da mario rossi
Fever Pitch

Ah ah ah, lo youtuber avellinese fallito, impazzito per l’enorme successo di Juventibus, che per raccattare quattro follower è diventato più TAJ dei TAJ, che poveraccio. L’anno scorso sulle plusvalenze era più accanito di quello a cui Montero aveva ciulato la moglie, tanto per dire… Normale che trovi quelli come te…

Come diresti tu? Se tu sei juventino, io sono Amanda Lear… Fatti furbo @mariotto…

Modifica il 4 mesi fa da Fever Pitch
cipralex

L’evidenza dei fatti vanifica l’arrivo delle sbracate truppe giunte in soccorso del soldato 2010.

Walter, esausto per il salto, scambia zucche per palle e Y per J.

…io ho buone sensazioni…

il ghiro

FIORENTINA – INTER 0 – 1
L’Inter può nuovamente superare la Juve ma deve battere i viola stasera, Simone però schiera diverse seconde linee, De Vrij, Frattesi, Asllani e Carlos Augusto, a riposo Acerbi e Dimarco, oltre agli squalificati Barella e Calha. La Fiorentina può approfittare dell’occasione per fare le scarpe ai nerazzurri, esordisce Faraoni, ma Biraghi è out e Nico Gonzalez è in panca, Sottil si azzoppa nel riscaldamento. Arbitra il bolognese Aureliano, al VAR il romano Marini. 
Nzola servito(?) da Sommer era in f.g., Faraoni salva su Carlos Augusto, sul corner scatta Lautaro sul primo palo e gira la palla di testa anticipando tutti, il VAR conferma, 0-1. Tiretto di Arthur, tiro di Frattesi parato, Sommer salva su Jack, gialli a Bastoni e Ikonè.
Ripresa: entra Lopez, tiretti di Miki e Lautaro, che poi spara alto, entrano Acerbi, Dumfries e Arnautovic, che segna in f.g., poi Nico Gonzalez, Sommer abbatte Nzola con un cazzottone e Darmian salva sulla linea su M. Quarta, per il VAR e per Aureliano è rigore, ma Sommer prima becca il giallo e poi anche il tiro di Nico bloccandolo. Entrano Sanchez e poi Bisseck per Pavard ammonito, dentro Barak, Milenkovic e Mandragora, giallo per lui, la partita si chiude su una testata alta di Barak. S. Inzaghi ha perso 5 anni di vita, ma ha portato a casa i 3 punti.
Messaggio per Max: Voi Sinner, noi Sommer!!! 

scotland16

questo Napoli di Mazzarri fa veramente pena; l’approccio e’ da catenaccio , in versione anticalcio; mai vista una squadra campione scomparire cosi in 6 mesi…e con Mazzarri non si pongono le basi per un minimo di futuro, se il gioco e’ questo. Con Garciaa almeno rimaneva l’approccio offensivo, la difesa ballava ma cmq si vedeva qualcosa…

RM28

Sono basito, leggo qui dentro commenti di gente che contesta addirittura il rigore assegnato alla Fiorentina.
Dico, ragazzi, ma il regolamento l’avete letto? O almeno sapete che esiste una cosa chiamata regolamento?
Regola 12, falli e scorrettezze:
Un calciatore titolare, di riserva o sostituito deve essere espulso se commette una delle infrazioni seguenti:
(…)
– è colpevole di un grave fallo di gioco.

Un tackle o un contrasto che mette in pericolo l’incolumità di un avversario o commesso con vigoria sproporzionata o brutalità deve essere sanzionato come grave fallo di gioco.

Colpire con un pugno violento in faccia un avversario, anche se prima prendi il pallone, mette in pericolo l’incolumità dell’avversario.
Quindi, nell’ordine, alla Fiorentina mancano:
– un gol da annullare all’Inter per fallo di Lautaro
– un rigore per fallo di Bastoni (e secondo me anche Darmian); questo è l’unico episodio che secondo me può essere dubbio, e non lo mettiamo nel conto
– l’espulsione di Sommer
E questi parlano di VAR 🤦‍♂️

2010 nessunoo

Ah ecco l’azione di Sommer diventa grave fallo perché scritto in neretto altrimenti….
Mi viene in mente il “severamente” vietato d’antan delle Ferrovie dello Stato
Sommer esce così per respingere il pallone e ci riesce un attimo prima che N’Zola saltato contemporaneamente lo prenda lui di testa. Ora a me sembra di aver letto da qualche parte del regolamento che un giocatore quando prende prima la palla non è punibile per l’eventuale contrasto che scaturisce con l’avversario , si spiegano così tante “falciate” in area di rigore viste in tante partite e non sanzionate con la conseguente punizione. Tuttavia l’uscita di Sommer è comunque rischiosa e quindi l’arbitro comanda, giustamente il rigore e se fosse stata senza palla di mezzo ci sarebbe stata certamente l’espulsione.

RM??

No, nel regolamento quello che dici tu non c’è proprio.
C’è invece quello che ho riportato io, anche se nel regolamento non è in neretto.

carta vetrata

Peccato che le malefatte sono elencate nell’ordine, lo fossero nel disordine sarebbe stato più creativo. Dunque, nel disordine aggiungerei: il nonno di Sommer era nazista; Zhang ha portato il contratto di Lautaro al banco dei pegni; Marotta ha una liaison con Wanna Marchi; Allegri pratica il calcio migliore d’Italia, modulo stipsi; il Var è una misura statistica come lo scostamento quadratico medio, la moda o la mediana, quindi è inattendibile per definizione; è indetta una nuova crociata contro gli infedeli: per partecipare attivamente sottoscrivere l’aumento di capitale della juventus attualmente in corso. Infine guardie e ladri in visione gratuita con i sottotitoli per non vedenti, non udenti, non senzienti, non

il radarista

Il nazista Sommer era un omonimo e non faceva il portiere ma il custode. Zangh (i) porterà (i)nzagh in tribunale. Si somigliano e Inzaghino farà la fine di Ugo Tognazzi che va in galera al posto del suo boss. Il VAR esiste ormai “for your eyes only” e gli arbitri dentro e fuori la sala VAR fanno quello che vogliono. Di soldi non parlo perchè non ci capisco niente.

cipralex

Ineccepibile.

D’altra parte ti avvantaggia il famoso precedente ” confermo, prima palla poi piede” 😉

Darioski

Francamente non capisco quale possa essere il piacere nel viversela cosi. Se pensi che sia tutto una farsa smetti di farti prendere in giro e guarda altro. Evita almeno le partite dell’Inter, che oltre ad essere la squadra più forte, “ruba” pure. Personalmente ammetto che ragionavo come te quando a “rubare” eravate voi (e per una settantina di anni eh) ma compiuti 15 anni ho capito come non ne valesse la pena. Poi le soddisfazioni sono comunque arrivate.
Cordialità

Mordechai

Confesso che la parte relativa agli anni non mi è molto chiara.
Premetti che, a tuo giudizio, la Juve ha sgraffignato scudi a ripetizione per 70 (settanta) anni e poi aggiungi che, arrivato alla fase postpuberale hai capito che …
Mah!

Darioski

Non a mio giudizio. Che la Juve rubasse e da sempre non era neanche discutibile per il tifoso non juventino, tanto più se, come il sottoscritto, nato e cresciuto a Roma.
In un intervista di quegli anni ad un anziano Parola, per sottolineare il carisma e la grande personalità del Boniperti calciatore, ebbe a raccontare di come l’arbitro di turno ben si guardasse dal prendere decisioni in campo non condivise dal futuro presidente della Juventus. Sicuramente avrà esagerato però…
A 15 anni (per dire) ho capito come fosse inutile farsi il fegato amaro considerando anche il fatto che subito dopo la Juve le milanesi fossero considerate “ladre” a loro volta. Il fegato amaro ho cominciato a farmelo, da tifoso, vedendo l’Inter giocare in maniera indecente per un paio di decenni senza vincere quasi nulla. E vincere è la sola cosa che può giustificare, a mio parere, il calcio sparagnino di cui (e non da oggi) la vostra squadra è portabandiera. Attualmente vedere giocare l’Inter mi soddisfa, sarebbe un peccato non suggellare con la vittoria finale. Ma non si può avere tutto.
Au revoir

Mordechai

Quindi, secondo te, tanto per non andare troppo indietro negli anni, alla base di 9 (nove) scudetti consecutivi e due finali fi CL, c’è solo “calcio sparagnino”.
Vabbè…

carta vetrata

c’è anche la limitata concorrenza: le due milanesi erano in crisi ed in ristrutturazione, anche societaria. Un pò come il Bayern in Germania. Non casualmente il risveglio delle milanesi coincide con l’attuale declino juventino (non inganni la classifica, la juve è solo all’inizio di una pesante ristrututturazione, specie societaria, che è dove si costruiscono le squadre forti). Inoltre nel periodo dei 9 scudetti Marotta aveva l’abilità di rafforzare il suo team indebolendo le concorrenti Roma e Napoli, e cedendo sempre per bei soldoni il pezzo forte del team. E non ha perso li vizio, anzi all’Inter lo ha perfezonato. Mai capito come abbia potuto pensare Agnelli di farne a meno per sostituirlo con Paratici,come paragonare caffè e cicoria essiccata Ma non era una juve leggendaria, altre versioni erano molto più forti, ha avuto il merito di sfruttare il periodo e tenere botta per tutti gli anni, che non è certamente facile, ma nulla di memorabile per i tifosi più vecchi. L’Inter ha gettato via lo scudetto contro il Milan, cosa che la Juve non lo avrebbe mai perso, nè di riffa nè di raffa.

Mordechai

Nel novennio ci ha “detto bene”, insomma.
Buono a sapersi.

Darioski

Beh quella Juve rispetto a quella odierna era una squadra fantastica. Anche se, concorderai, considerando la forza economica e la qualità degli interpreti, a livello di gioco, avrebbe potuto puntare più in alto. Quantomeno dopo i primi due-tre scudetti.

Mordechai

Quella Juve, oggi come oggi, sarebbe in testa alla classifica per distacco.
Quella di venti anni fa, poi, avrebbe praticamente già stravinto pure il prossimo.

cipralex

Vabbe’, nella vita precedente…

ConteOliver

severo ma giusto, come sempre

cipralex, sed lex 😉

RM28

Francamente non capisco il senso del commento, sono libero di commentare quello che leggo su questo blog oppure devo farmi spiegare da te il senso della vita?
Ah, che l’Inter sia la squadra più forte lo dici tu, al momento vedo un punto di vantaggio con parecchi punti regalati da arbitri e VAR.
Avete vinto una supercoppa contro la nona in classifica con un gol al 92′ e il solito regalino.
Vedremo fra qualche giorno, se veramente l’Inter è la squadra più forte.

Modifica il 4 mesi fa da RM28
Darioski

No ci mancherebbe non sono in grado di dare lezioni a chicchessia. E come te, mi ritengo libero di commentare quello che leggo su questo blog. E ho la presunzione di credere che anche quello che scrivi tu possa essere oggetto di critiche. Naturalmente puoi pensarla come vuoi ma da un tifoso in blog sul calcio sarebbe lecito, di tanto in tanto, attendersi disamine tecniche sul gioco espresso dalle varie squadre e non solo stucchevoli invettive e accuse complottistiche.
Per quanto riguarda il calcio giocato, sembra evidente che l’Inter giochi da grande squadra o almeno sappia farlo. In questo senso è sicuramente la più forte. Che poi ciò non porti necessariamente alla vittoria ci sta. Sugli errori arbitrali un pelo di obiettività in più rafforzerebbe la credibilità di ciò che scrivi (è un mio parere per carità)
Se fra qualche giorno l’Inter dovesse vincere in maniera convincente e senza errori arbitrali (difficile eh) mi aspetterò da parte tua l’onore delle armi ( difficilissimo eh eh).
Salut

carta vetrata

mah, se lo dice anche Allegri, sarà la solita battuta. Fra qualche giorno, se volete dimostrare di essere la squadra più forte, dovrete attaccare. E lì ci si diverte.

RM??

Eh no, bello, la squadra più forte siete voi, che dominate senza aiuti arbitrali. Siete VOI che dovete dimostrate qualcosa.
Noi facciano schifo

carta vetrata

L’inter non deve dimostrare niente, sta bene anche il pareggio. Non usare maiuscole, che non si impressiona nessuno. Tocca a chi sta dietro cercare di rimontare. Visto Sinner in rimonta contro Medvedev? Ecco, Allegri è come Sinner, dice lui. Si è visto contro l’Empoli

Mordechai

Amico, la Juve farà pena e schifo quanto ti pare, ma ti ricordo l’esito degli ultimi tre scontri diretti in campionato : due vittorie Juve ed un pari, quattro gol Juve e uno Inter.
Ocio.

carta vetrata

si, certo. Contestualizzando, l’anno scorso l’Inter era tutta dedita alla CL, ed ha molto trascurato il campionato, una volta visto che il Napoli volava. Infatti inzaghi non si è fidato all’andata, e non si fiderà manco al ritorno. Quindi se si vuol vedere una bella partita, conviene vedere la coppa d’africa.

Mordechai

Mi riferivo al Napoli, ovviamente.

Mordechai

Molto trascurato il campionato?
Sì, certo.
In realtà l’anno scorso ha cominciato a volare (e a giocare da Dio) e a dominare il campionato, molto prima che i tuoi eroi iniziassero a “trascurarlo”.

il ghiro

LAZIO – NAPOLI 0 – 0
Tante, troppe assenze di protagonisti da questa gara, vitale per la classifica per entrambe; in casa Lazio fuori gli squalificati Ciro e Zac, nonchè l’infortunato Patric, Sarri schiera il Taty, Isaksen e Gila, fuori Rovella e dentro Cataldi. Anche nel Napoli mancheranno gli squalificati Kvara, Cholito e Cajuste, gli “africani” Osi e Anguissa, nonchè gli infortunati Meret, Natan e Olivera, Mazzarri oltre al rientro di Zielinski e Raspadori può contare su Ostigard e Demme e impiegare a partita in corso anche qualcuno dei nuovi acquisti prestamente approntati dal DeLa, in panca Mazzocchi, Ngonge e Dendoncker, mentre in tribuna si accomoda Traorè. Del mercato invernale del Presidente Lotito è preferibile non parlare fino al 1 febbraio. Arbitra il “sommo” Orsato da Schio, al VAR un “eccelso” Irrati da Pistoia.
Dopo il minuto per Riva, tiracci di Cataldi e di Isaksen, che ci riprova ancora ma sempre troppo alto, un tempo speso senza offrire particolari emozioni, la Lazio gioca senza velocità nè mordente, il Napoli si è difeso, il suo contropiede non è mai scattato, Orsato catechizza i “lamentosi” Isaksen e Taty.
La ripresa si apre col gioiellino del Taty, splendida rovesciata acrobatica in rete, ma era partito in f.g., giallo a Demme duro sul Pipe, giallo a Romagnoli duro su Politano, entra Gaetano, testata alta del Mago, tiro di Cataldi a fil di palo, tiraccio di Gaetano, giallo a Gila, entra Pellegrini per Lazzari, bella azione da Marusic a Isaksen, tacco del Taty salvato da Ostigard, entra Vecino per Guendouzi, poi Mazzocchi e Ngonge, giallo a Cataldi, tiraccio di Politano, dentro Lindstrom, Pedro e Rovella per Isaksen e Cataldi, spray per Orsato, giallo a Ostigard, assalto finale della Lazio, ma non si passa, si chiude sul risultato ad occhiali, bravo Mazzarri, beffa per Sarri. D’altra parte la Lazio senza Ciro, Zac e Patric equivale al Napoli senza Osi, Kvara e Anguissa.
Le pagelle: Provedel 6; Lazzari 5,5 (Pellegrini 6), Gila 6, Romagnoli 7, Marusic 5; Guendouzi 6 (Vecino 6), Cataldi 5,5 (Rovella sv), Luis Alberto 6; Isaksen 6,5 (Pedro sv), Castellanos 5,5, Felipe Anderson 7. All: Sarri 6.
I migliori del Napoli: Rrahmani e Lobotka e lo “scampoletto” di Gaetano, ok per la ditta Orsato & Irrati. Peccato per il gol del Taty, che però rimane per me un giocatore da futsal.

Sunako Nakahara

Le assenze da entrambe le parti erano pesanti, ma non al punto di giustificare una partita così scialba. Continuo a pensare che Lazzari e Marusic siano improponibili come esterni bassi, ma questo è un discorso che abbiamo già fatto molte volte in passato. La Lazio di quest’anno sembra una monoposto che sta partecipando ad un gran premio con il cambio che è rimasto bloccato nella stessa marcia. Dato che non ha la possibilità di aumentare il proprio ritmo, ha il solo obiettivo di arrivare in fondo alla corsa con la speranza di guadagnare qualche posizione grazie ai ritiri altrui. Onestamente, arrivati a questo punto della stagione non riesco a trovare un solo motivo per coltivare la speranza che possa esserci un’inversione di tendenza.
Da copione, ora mi aspetto la classica sceneggiata lotitiana del tentativo di acquisto “last minute” che salta per un fax che si è inceppato, o dell’arrivo in extremis di qualche prestito gratuito destinato a rimanere fuori dal progetto tecnico fino al termine della stagione. Non sia mai che per una volta qualcuno decida di controllare cosa manca in dispensa, e scrivere la lista della spesa prima di andare al supermercato.

Bombaatomica

Cara mia amica giapponese, le tua parole dettate da una profonda conoscenza del mondo del calcio, scritte di getto all’ombra di un mandorlo in fiore 😁 idealizzano in me l’essenza principale dell’amor cortese trasformandomi in un trovatore, in un ramingo menestrello provenzale che recita versi in lingua d’oc 😂
Leggere le tue parole è come veder sgorgare acqua pura e cristallina da una sorgente in pieno deserto. Parole che allietano i cuori e nobilitano gli uomini.

Spero con tutto il cuore che le tue sagge parole giungano a chi di dovere, permettendo alla nostra grande LAZIO – come agli Argonauti – di veleggiare verso i confini del mondo ed oltrepassarli alla ricerca e alla conquista del vello d’oro…. 😂😂

Waters

Reduce dalla trionfale trasferta di Ryiad, dove ho visto la finale assieme ai ragazzi della Nord – soddisfazione immensa devo dire – in questi quindici giorni di vacanza, abbinata naturalmente agli affari, mi sono immerso nella semplice ma rilassante quotidianità di tutti i giorni, ” la banalità del quotidiano” scriverebbe la Arendt….dopo il trionfo del pupillo Jannick go visto l’Internazionale Fc Milano contro la Fiorentina, nonostante la stanchezza e metà giocatori fuori siamo riusciti ad aumentare il distacco con la grande favorita del campionato – mostro dixit – la Juventus, in un turno all’apparenza a lei favorevole.
Terrificante il rigore assegnato alla Fiorentina, con Yannick che prende chiaramente il pallone, e fa il paio con quello al Verona…svegliati mostro ci vogliono fregare…intanto solo una squadra rimane senza rigori contro…quale sara mai?

Salud..

Dare to Slack!

ah, ecco, ora è chiara l’evoluzione di Jannik (si scrive così, strano che con una frequentazione così assidua sbagli a scrivere il nome del tuo pupillo Sinner): gli hai dato lezioni;

Waters

Infatti si scrive come lo ho scritto io.
Nador.