Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro 

Noi Sinner, voi Djokovic…
Il perfido Allegri intigna, dopo la “lepre e il cacciatore” di Marotta, e il suo “Guardie e Ladri”, adesso la sfida Juve-Inter è diventata “Noi Sinner, loro Djokovic”.

Sinner, Allegri, Inzaghi. Djokovic

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

Approfitta, fatti un giro dentro Bloooog!

11 febbraio 2024

Il Milan batte il Napoli e sale a -1 dalla Juventus

11 febbraio 2023

Registratevi e Bloooog! diventerà la vostra chat, il club esclusivo del calcio

10 febbraio 2024

Marcus Thuram, l’Inter vince a Roma e vola verso lo scudetto

9 febbraio 2024

Il calcio e l’effetto Sanremo, scoppia e vuole una Premier League…

8 febbraio 2024

Dalle fanfaronate di De Laurentiis ai trattori

6 febbraio 2024

Anatomia di Daniele De Rossi, il gladiatore metà Spalletti e metà Mazzone

4 febbraio 2024

L’Inter batte la Juve con un autogol di Gatti e va a +4. Lo scudetto è la condanna di Inzaghi

3 febbraio 2024

Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ketelaere

1 febbraio 2024

Alcaraz, Ngonge, Baldanzi, Buchanan, calciomercato chiuso. Di chi è il colpo migliore?

30 gennaio 2024

Il calciomercato verso la chiusura, ma che cosa è il calciomercato oggi?

29 gennaio 2024

Lo scontro diretto tra Inter e Juventus a San Siro in 60”

27 gennaio 2024

Il sorpasso dell’Inter alla Juventus, e con un partita ancora da recuperare

25 gennaio 2024

Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro

25 gennaio 2024

Ceferin, Boban, Riva: un altro calcio è possibile

22 gennaio 2024

La morte di Gigi Riva, è stato un grande italiano

22 gennaio 2024

Supercoppa all’Inter, Napoli in 10 per l’espulsione di Simeone, decide Lautaro. Polemiche sull’arbitraggio

21 gennaio 2024

Il golpe della Juve, sorpasso al primo posto, mentre l’Inter è in Supercoppa. Il ribaltone guardie e ladri

20 gennaio 2024

Vergogna a Udine, partita interrotta per cori razzisti a Maignan. Roma, l’esordio di De Rossi in panchina

19 gennaio 2024

Supercoppa a Riad, l’Inter fa 3 gol alla Lazio e va in finale col Napoli

19 gennaio 2024

Napoli, procura di Roma chiude inchiesta plusvalenze su Osimhen, De Laurentiis indagato per “falso in bilancio”

18 gennaio 2024

Supercoppa a Riad, il Napoli fa 3 gol alla Fiorentina in uno stadio vuoto e desolato

17 gennaio 2024

Inter e Juventus, guardie e ladri

16 gennaio 2024

L’esonero di Mourinho, la Roma a De Rossi: storia di un’allucinazione di massa 

***

Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro 

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
80 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

[…] Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro […]

[…] Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro […]

[…] Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro […]

[…] Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro […]

[…] Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro […]

[…] Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro […]

[…] Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro […]

[…] Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro […]

[…] Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro […]

[…] Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro […]

[…] Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro […]

[…] Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro […]

[…] Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro […]

amoebas are very small

be’, i ragazzi ci hanno provato, peccato per l’occasione mancata da Miretti e quella colta dall’empolitano;
ora speriamo che i viola si ricordino delle montagne di soldi che ci hanno spillato e non facciano come gli ahia ahia alazzià;

luottardi

Ennesima entrata a gamba tesa del VAR (che non dovrebbe intervenire nel giudicare intensita’ di un intervento ma invece lo fa) che direziona la partita Juventus Empoli imponendo di autorita’ dalle sale di Lissone sotto l’occhio di Marotta l’espulsione di Milik che invece sul campo era stato semplicemente ammonito. Sono quelle decisioni che cambiano la direzione di un campionato. Ancora si attendono interventi del VAR a sfavore dell’inter.
Che scandalo

Mordechai

Che palle, piuttosto.

[…] L'Inter e lo scudetto, si decide tutto per Inzaghi e Zhang […]

[…] L'Inter e lo scudetto, si decide tutto per Inzaghi e Zhang […]

[…] Rispondi L'Inter e lo scudetto, si decide tutto per Inzaghi e Zhang […]

[…] Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro  37 minuti fa by Murr […]

Bel-Ami

So che non è la sede corretta. Oggi, giorno della Memoria. La Senatrice Segre giustamente nota che la Memoria dovrebbe assisterci trecentosessantacinque giorni l’anno.
E il Presidente Mattarella, tra gli stranguglioni di La Russa (not my president) e Meloni (idem), ricorda le aberrazioni fasciste prima, l’inerzia complice di molti buoni Italiani e le nefandezze anti ebraiche dei repubblichini. Il tutto è ampiamente documentato.
Stamani ho assistito nel mio ex liceo ad un’interessante ricostruzione storica dei presupposti e prodromi, nel ricordo di uno studente e della sua famiglia (padre già direttore dell’archivio di stato di Bologna e iniziale simpatizzante del fascio) deportati e volati via nel vento di Auschwitz.
Mi ha impressionato il primo prodromo: lo sbilanciamento dei poteri del capo del governo: si era nel 1925, quasi cento anni fa. Il premierato, ora.
Avrei voluto urlare ai giovani in aula magna di non dimenticare al momento di un voto.
Come ha detto Mattarella il 25 aprile, ora e sempre resistenza.

Dare to Slack!

gli italioti non se lo sono dimenticato, purtroppo a destra sono stupidi ma furbi, a sinistra intelligenti ma cretini;
ci vuole del genio alla rovescia per consegnare l’Itaglia a chi ha preso un milione e mezzo di voti in meno sia al Senato che alla Camera;
ma tant’è, siamo pieni di capponi che si credono galli, cfr. Calenda, Conte e Renzi;

Mordechai

Vero. Vero. Vero.

commentanonimo

Obbligato a vincere non si puo’ (mai) sentire secondo me. Nello sport l’unico obbligo e’ dare fino all’ultima goccia di sudore…

2010 nessunoo

Sentito intanto che ha dichiarato Klopp? Smette a fine campionato e si prende un periodo sabbatico, niente nazionale o altri club, ma soprattutto mai più in Premier…

Dove sta Zazza

Allora, voglio subito dire all’amico che questa finale Slam a me stamattina non ha sorpreso molto. Se vuoi ne parliamo anche al tel, ma intanto fatti dire che sin dalla prima partita ho visto un giocatore centratissimo.
Il suo avversario van De zandushulp 18 mesi fa era top 20 ed ha un servizio strepitoso, una tendenza al serve and volley che me lo rende simpatico. Secondo me ha un lungo futuro da doppista. Beh Sinner con lui è stato perfetto e via via con l’altro olandese e con Baez (un giovanotto tutta tecnica e ritmo che devi cmq battere, sbaglia pochissimo) non ha avuto alcuna incertezza.
Kachanov si è arreso all’evidenza di non avere armi per contrastarlo (e parliamo di uno che anno scorso era in semifinale), e lo stesso Rublev (che è un sinner inevoluto, non sa giocare da metà campo alla rete) che ha dei colpi da fondo straordinari e una fisicità invidiabile lentamente con l’andare del gioco si spegneva progressivamente sotto ai colpi dell’italiano.
5 partite impressionanti e poi stamattina Djoìkovic l’imbattibile in australia, che non aveva il tempo di ribattere, cioè da non credere. I primi due set sono certo soprendenti, ma sotto sotto io ci credevo davvero e non mi sono stupito. così come non mi sono stupito di come sinner ha retto al match point fallito e al conseguente terzo set perso al tiebreak. Djokovic è andato in bagno 10 minuti (come a wimbledon quando era sotto di due set con Yannick due anni fa) e ci ha provato davvero. Io non ho tremato in quei momenti, vedevo cmq il nostro tranquillo e servire sempre benissimo.
I suoi progressi sono strepitosi. E sono il risultato di una nuova programmazione e del nuovo staff tecnico da un anno a questa parte. In avanzamento, a rete, i progressi sono evidenti perchè enormi. A miami 3 anni fa arrivò in Finale giocando senza la prima e senza variazioni, senza scendere a rete. A guardarlo in questa settimana sembra di vedere un altro giocatore, ma il bello è che è sempre lui e che non ha perso nemmeno una certa fanciullezza, nonostante il gran lavoro e la grande determinazione.
La testa è da numero 1 qualcuno ricorda Djokovic a cavallo tra 2008/2012? Il suo anno della consacrazione è il 2011 a 24 anni. Sinner è sulla sua scia. La testa è quella, non mollano un punto, questo li rende impressionanti. Poi hanno passaggi a vuoto e giocando al limite si va incontro all’errore. Ma i punti decisivi che nel tennis ci sono e non sono pochi nell’arco di un match (specialmente 3 su 5) e sono quei punti in cui sembra sempre che sanno benissimo cosa fare.
Non dimenticatevi che Sinner e Djokovic si allenano spesso insieme, non da ora ma dal 2017…..
Questo è l’upgrade ulteriore di Sinner, il coach cahill con cui prepara e allena tattiche e variazioni. In una parola la “pedissequa applicazione del talento”.
Questo mi rende fiducioso non per domenica, ma per i prossimi anni.
Se la testa resta questa non ho proprio grandi dubbi. Poi domenica può sempre perdere, Medvedev a volte si batte da solo, ma mai negli Slam. Nadal ne sa qualcosa, due anni fa fecero una finale stupenda. Perfino crudele, Rafa vinse ma il russo non perse davvero, giocando al massimo per oltre 4 ore. Un week end a tutto tennis con italiani protagonisti anche nel doppio, bravissimi. Partono sfavoritissimi ma vedremo anche li, domattina.

Un ultima parola su Musetti che fino a due stagioni fa tecnicamente preferivo a sinner (nelle movenze più elegante e stiloso, più classico nelle impugnature e nei colpi di volo).
Anche io penso che a Musetti serve un coach non più chioccia e maestro ma più tennista e frequentatore del top ranking atp. Affiancare qualcuno che insegni tattica e lo alleni alla battaglia, i colpi ci sono giù. Deve giocare più avanti e sul ritmo, velocizzarsi. Troppa terra rossa non va bene, occorre giocare indoor e sul veloce allenarsi e competere velocizzandosi e avanzando già in risposta. Servono allenamenti più mirati al competere e a vincere i punti, magari sporcando un pò il suo stile troppo classico e impostato sulla terra.
Faccio il tifo anche per il suo upgrade, c’è ancora tempo per realizzarlo.

PAOLO68

Al solito sei convincente. In effetti tu vedevi Sinner potenziale numero uno già dallo Us open 2022 quando fu l’unico davvero a far tremare un Alcaraz ingiocabile per chiunque.
Però io un Djokovic così messo sotto no, non me lo aspettavo proprio.
Sai cosa ha detto ad un giornalista ieri: “Sinner mi ha dominato completamente non sono riuscito a giocare il mio tennis”.
Poi ho letto un altra statistica che impressiona oltre quella delle Zero palle break a favore di Nole cosa mai accaduta negli slam.
Nessuno mai aveva battuto Djokovic nei primi due set di una partita slam senza lasciargli almeno 4 game.Nel 2005 a us open Marat Safin (che giocatore!) battè un Nole agli esordi neanche maggiorenne 6-0 6-2 6-1 ma si trattava di un match tra un top ranking e un debuttante….
Insomma amico mio io sulla tua disanima non ho nulla da aggiungere, ma lasciami ribadire che un Sinner così dominante dalla prima partita fino alla semifinale no, non lo riuscivo proprio a prevedere.
Il mio pessimismo mi permette forse di gioire ancora di più in questi casi 😉

Mordechai

Disamina impeccabile, sia dei pregi di Sinner che dei difetti di Musetti, che comunque a me piace molto.
Chapeau.

Dove sta Zazza

Preparando i pronostici per OPN stasera faccio un salto anche di quà, stuzzicato dalle letture che riguardano il tennis.

Innanzitutto resto on topic dichiarando che secondo me questa storia della sfida scudetto regge davvero poco, è una grossa esagerazione montata dai giornali e dagli ambienti che girano attorno al calcio.
Secondo me l’organico dell’Inter è di gran lunga superiore e anche il campo ci parla di una squadra con una difesa al limite della perfezione, un centrocampo tra i più forti d’europa e di gran lunga il migliore della serie A, un attacco prolifico e ben amalgamato con Lautaro e Thuram che si completano davvero bene. (con Lukaku anche ai tempi di conte si pestavano un pò i piedi).
Giocano a memoria, io calcisticamente ammiro il sinistro di Dimarco, la regìa di Chala (che già ai tempi del Milan ritenevo una gran presa, memore della differenza che faceva e non solo balisticamente al Bayer Leverkusen – la sua riconversione a estremo inferiore di centrocampo è il vero successo di Inzaghino – e ritengo Lautaro al momento il più forte attaccante argentino in circolazione. (altri in premier non fanno sfracelli). vogliano poi trovare altrove la qualità corsa e gli inserimenti di Barella?
Sfogliano di altri 10 che giocano oltre ai citati troviamo Bastoni attento e cattivo al punto giusto, Mikhitaryan che ha qualità da vendere, il terzino della nazionale olandese è molto migliorato e il portiere cmq affidabile e spettacolare, con l’esperienza che serve.
La squadra avrà pure un età media un pò alta ma i “rincalzi”. Arnautovic Sanchez Frattesi Bisseck Darmian sono tutti di qualità e rendimento medio alto. Forse Asslani non ha ancora mostrato tutto quello che sa fare, ma di spazio ne ha trovato pochino.

Allegri lo sa anche lui e fa benissimo a volare basso, la Juve è diventata squadra, i giovani hanno fame, Rabiot rivitalizzato, e la difesa arcigna ma non insuperabile ha fatto questi 40 e passa punti, persino il serbo ha ripreso a fare qualche gol, e chiesa (che non è certo superiore ai due attaccanti titolari interisti) fa avanti e indietro con l’infermeria dopo quel dannato infortunio al ginocchio. Ha bisogno di altro tempo per smaltire e il suo modo di giocare sullo scatto non l’aiuta a recuperare appieno fiducia e funzionalità. Lo scontro diretto sarà pur deciso da episodi ma vedremo una partita con l’inter in controllo e alla ricerca del gol e del possesso palla con la Juve che proverà a tenere e rispondere di rimessa.
Poi tutto può succedere e magari arrivare vicini a fine aprile, ma tecnicamente vedo l’Inter lanciatissima (in supercoppa ho visto una squadra in grande forma) e sta storia della champions che toglie energie è vera solo a metà perchè per me vincere in europa da smalto e convinzione, e magari uscire dalla champions fa crescere a dismisura la voglia di riscatto in campionato e può per giunta favorire la concentrazione nei match del week end.

Insomma tutte le teorie sono ben accette, ma il campo per ora parla di due squadre che non giocano e non si esprimono agli stessi livelli, questo è per me. I giocatori fanno la differenza e quelli dell’Inter sembrano pronti, prontissimi a fare ancora e ulteriormente bene come del resto fanno da settembre.
Quindi io firmerei anche ora per un bel secondo posto a 5/10 punti dalla vincitrice.
Le proiezioni scudetto a questa media parlano di almeno 90 punti necessari, ma probabilmente la juve rallenterà un pò (specie se perderà a San Siro come prevedo) e il Milan che invece vedo in crescita probabilmente si avvicinerà. Per me il quarto posto è del Napoli, che anche lui può solo crescere, in 3 punti sono mi pare in 5/8 sqaudre ma i partenopei mi sembrano ancora più forti di atalanta fiorentina bologna roma e lazio. Se Mazzarri si mette a 3 dietro come ha sempre fatto, prevedo solo upgrade, meno spettacolo ma più concretezza. Sta per tornare Osimehn…

visto quanto ho scritto, per parlare di Sinner apro altro post

PAOLO68

ti cito per condividere appieno anche qui:

“il campo per ora parla di due squadre che non giocano e non si esprimono agli stessi livelli, questo è per me. I giocatori fanno la differenza e quelli dell’Inter sembrano pronti, prontissimi a fare ancora e ulteriormente bene come del resto fanno da settembre.
Quindi io firmerei anche ora per un bel secondo posto a 5/10 punti dalla vincitrice.”

Tanti i meriti di Allegri, ma chiedergli lo scudetto è folkloristico, come dice Murr sotto, l’Inter può perderlo forse, ma nello sport queste cose fanno parte dell’imponderabile, ed esulano dall’analisi tecnica.

Mordechai

L’Inter è più forte, è vero, ma non è ingiocabile, lo si è visto chiaramente nello scontro diretto.
Si può fare.

Dare to Slack!

sinteticamente: solo l’Inter può perdere lo scudetto;
sono d’accordo e non mancano precedenti e anche molto recenti: è la squadra più forte da quattro stagioni;

Leo 62

Ciao Zazza’ bel post condivido tutto . Anche secondo me alla fine l’Inter dovrebbe prevalere, è oggettivamente superiore. Dipende molto da quanto andrà avanti in Champions. Prima si ferma e più possibilità avrà in Campionato. La Juventus ha dalla sua il vantaggio di non farle. Il Milan è discontinuo e proverà in EL con poche possibilità reali.

Dare to Slack!

congratulazioni a Zenyatta Sinner che dopo 20 giorni ha visto pubblicato un suo post;
grazie al pop-up che mi ha avvisato;
vabbè, stacco e chiudo o qualcosa di simile, vo a finire La tredicesima tribù;

Bel-Ami

Quanti Cazari ora in Italia, n’est ce pas?

Dare to Slack!

forza Toro!
forza Casteddu!
un ennesimo win-win per me (noi juventini siamo calcolatori a partire dai tre mesi d’età: tetta destra o sinistra fa lo stesso), trattandosi di alcune delle mie seconde squadre;

Modifica il 4 mesi fa da Dare to Slack!
Dare to Slack!

signor Bocca, si possono, una tantum, avere dei chiarimenti?
aveva promesso che se ci si iscriveva con nomen und cognomen ed email verificata avrebbe visto immantinente pubblicati i propri post, salvo post moderazione;
be’, a me non è successo;
è forse attiva una DA* che ha cestinato il post leggendo uno scemo, affettuoso nel contesto?

*
Deficienza Artificiale -come se ci mancasse quella naturale;

Modifica il 4 mesi fa da Dare to Slack!
Leo 62

Ma Murr come il gatto di Hoffmann ? …

Dare to Slack!

certo;

Dare to Slack!

intigne?

Carlo

Agnelli torna a parlare: “Ho la coscienza pulita”. E non esclude un ritorno alla Juve…….volesse la Madonna

Modifica il 4 mesi fa da Carlo
Dare to Slack!

abbiamo già dato;

Mordechai

E ora tocca a loro.

tamarrogigante

in arabia pensano che la vera condanna sarebbe stato il taglio della mano

2010 nessunoo

Buongiorno Bocca, bella introduzione , però mi consenta: ” coppette” lo sono per la tifoseria avversaria solita , che quando le vinceva la/le loro squadra/e di riferimento si guardavano bene dallo sminuirle, anzi se ne facevano vanto….
Va bene, io però penso che sarà importante per l’Inter ottenere possibilmente il massimo rendimento da tutte le partite che lo aspettano fino alla fine del campionato, quand’anche fosse che riuscisse a battere la Juventus nel prossimo scontro diretto , cinque punti di differenza non sono granché e non penso che la Juventus, a vederla come gioca adesso, possa avere dei cali di forma che le facciano perdere altre gare.

clauful

Mah, sinceramente non ricordo un tifoso juventino che sia uno rivendicare con grande orgoglio le vittorie nelle Supercoppe, che infatti furono anche relativamente poche (4? Forse pure 3..) considerando l’arco temporale dei 9 anni in cui la Juve giocò la finale.
Poi certo, si è sempre detto “meglio vincere che perdere” ma da lì a farsene vanto ce ne corre…
Divertente tra l’altro considerare la trasferta di Firenze e la partita con l’Atalanta come già vinte… occhio…

Modifica il 4 mesi fa da clauful
2010 nessunoo

Eh no, hai capito male, io non le considero già vinte ma in risposta a Bocca ho scritto che L’Inter dovrà possibilmente vincerne il più possibile, quindi non solo dovrà cercare di vincere quelle due ma anche parecchie delle successive,con un inciso che aggiungo adesso: mai demoralizzarsi per una eventuale sconfitta.

cipralex

Come detto più volte e da molti tra le due rose ci stanno una ventina di punti abbondanti in favore dell’Internazionale di Milano.

Poi ci sono la storia e la qualità delle due società che valgono venti punti in favore della juve.

Speriamo che Allegri supplisca agli “abbondanti “…

…io ho buone sensazioni…

redant

Vincere aiuta a vincere!
Non denigrerei molto la Supercoppa, che di fatto per vincerla bisogna anche meritarsi di giocarsela, oltre che infoltisce la bacheca e non di poco.
Non credo neppure che l’Inter subirà particolari flessioni, se non il solito appannamento primaverile dovuto ai tanti impegni ravvicinati in più competizioni.
La Juve ne potrà approfittare come il Milan di due anni fa?
Io credo nelle parole di Allegri che la Juve quest’anno è partita per stare nelle 4 e non per vincere; si è trovata lì ad un passo a tallonare la già designata prossima scudettata e ci sta provando. Ora che è “provvisoriamente” avanti però la pressione cambia, anche sui nuovi giovani; dubito che reggerà… oltre al fatto che rimango convinto che l’Inter abbia qualcosa in più (e da cugino rosicone), aggiungo che sembra abbia proprio un uomo in più!
Vediamo se Inzaghi si mostrerà maturo, perchè a mio parere questo scudetto lo possono perdere solo loro.
Non mi spiego come piuttosto i cinesi si possano iscrivere al campionato, io li avrei spediti direttamente in serie B per demeriti non sportivi, ma finanziari!

inox

Buonanotte Fabrizio

Vero. Nel caso la Prestigiosa non vinca lo scudetto è un fallimento. Facciamo bene a temere la Juventus ma se temiamo “questa” Juventus cosa dovremmo fare con la Juventus di Vidal Pirlo Marchisio? Andare a letto senza cena? Alan Delon, dopo l’ictus che lo ha colpito nel 2019 oggi,a ottanttotto anni, dichiara di voler morire: la vita è finita, dice come la vita tennistica di Djokovic una volta trovato Sinner. Max Wilander fa notare che Sinner, durante il gioco, non cambia mai espressione tanto è concentrato. Wilander, su questo, è uno che ci prende,. Sinner, un italiano vero come ne abbiamo avuto molti. Tutti fascisti e persa la guerra dopo, tutti antifascisti. Il PCI poi PDS poi DS poi PD così come se nulla fosse. Il M5S sfascia scatolette sfasciato dall’appetibile scatoletta di caviale marcio offertagli dai “*grembiulini”. Come non ha mai cambiato Mastella o Calenda o Scilipoti. Capolavoro di salto della quaglia di ella, la fascista perfetta. Si, perfettamente accodata a *squadra e *compasso. Sinner non è italiano, Sinner e tedesco. Spero in una finale australiana con il russo. Sinner, vincendo, legittima anche la vittoria in Davis. I russi cattivi non c’erano. Oh! ho scritto tre volte Juventus ( con questa quattro volte) così, come se non fosse nulla. Porca miseria: è l’età che ammoscia e non solo il coso. Per caso per il coso avete qualcoso (no refuso. ilare gioco di parole). Se lo chiedo a mio cugino Alfonsina subito mi confonde il culo con le quaranta ore.

*massoneria

luottardi

Mats Wilander..o Max Allegri?

Mordechai

Tutto qui?

inox

Buonanotte Mordechai. Grazie. Tutto qui? Si e senza prendere un centesimo. Ti voglio bene anche a te.

Mordechai

Ci mancherebbe pure che ti pagassero.
Scegli : o “Ti” o “a te”.
Assieme nun se ponno vede.
Buonanotte.

Dare to Slack!

il solito minestrone indigeribile;
accidenti a te che mi hai costretto ad andare oltre il buonanotte, che mi perplimizza alquanto, pensavo che il faccia inossidabile fosse in Nuova Guinea o simili ma forse sta insultando subdolamente il nostro anfitrione, tzè;

Modifica il 4 mesi fa da Dare to Slack!
Mordechai

Ma quale Nuova Guinea, è semplicemente sfasato.

Nicola Romano

Certo che pure tu ti difendi .

Dare to Slack!

in che senso?
non credo che mi si possa accusare di prolissità, oscurità o minestrosità;
presumo che la tua accusa punti sulla mia non naspolanità, su cui mi dichiaro colpevole con l’attenuante che il Napoli è una delle mie seconde squadre;

Nicola Romano

Nel senso di una certa cripticita’ del tuo post precedente .

Dare to Slack!

se ti riferisci alla pubblicazione cfr. il thread prima di questo;

Mordechai

Chi se ne frega del pallone…
OT : Jannik Sinner ha letteralmemte devastato Nole Djokovic, nei primi due set lo ha demolito, come credo forse manco Federer o Nadal siano mai riusciti a fare.
Parliamo di Nole Djokovic, preso a pallate come un “qualunque” di passaggio.
Impressionante.
Tanto di cappello a Sinner e pure a Leo, che aveva previsto, con allucinante precisione, la crescita mostruosa del pischello. Bravo Leo!
Se poi quel fessacchiotto di Musetti, la smettesse di guardare le belle bimbe in tribuna durante le partite, cominciasse a fare sul serio e riuscisse a trovare la metà della tigna&aggressività di un Sonego e la lucidità&intelligenza tattica di un Arnaldi, ci ritroveremmo la le mani una coppia di fenomeni da paura, che potrebbero dominare per almeno dieci anni.

Leo 62

Ciao Ugo, Grazie ma questo è pure più forte di quello che pensassi … quanto a Musetti temo sia un Fognini bis ….mi aspetto di più da Arnaldi e Cobolli, ti dirò….

PAOLO68

in realtà Musetti è fidanzatissimo e aspetta già un figlio a breve…

Mordechai

Lo so, la mia voleva solo una (sciocca) battuta … però comunque rispetto ad altri suoi coetanei (Sinner, Alcaraz, Rune …) mi sembra nell’insieme ancora un pò acerbo, un pò troppo … giocherellone.
Ecco, proprio questo : lui gioca, gli altri gareggiano.

PAOLO68

🙂
x me deve fare come Sinner: affiancare il suo coach storico con un altro allenatore che ne curi la competitività tecnica e atletica.

Musetti a un braccio speciale, ma non ha cambio di ritmo nello scambio, gioco troppo dietro alla linea di fondo proprio per coprire più campo, ma questo lo mette sempre in difesa.

Contro i top 10/15 di oggi parte così in svantaggio solo per causa sua.Deve cambiare atteggiamento tecnico e programmazione x allenarsi meglio e diversamente.

RM28

Purtroppo Musetti è come Fognini, un braccio discreto ma piedi piiiiiigri… non ce la farà mai

Leo 62

In attesa che l’Inter si giochi il suo futuro, il futuro di Jannik Sinner da Sesto Pusteria è arrivato ed è diventato presente. Battuto Nole nella Semifinale degli AO, credo sia stato l’unico a riuscirci… adesso lo Slam è alla portata, anche se nulla va dato per scontato. Ma dopo tre vittorie in quattro match possiamo dire che anche l’ultimo ottomila è stato passato. Quelli che ci riescono vengono tutti da lì … adesso rotta anche sul Numero Uno, è solo questione di tempo. Come era quella che era presto per dire che fosse il più forte tennista italiano di sempre? ….

PAOLO68

ricordi dopo la davis? ci dicemmo che un pò x la superficie un pò perché outdoor con quella convinzione Sinner poteva far benissimo già a Melbourne.
il 4 gioco del quarto set ho visto l’inimmaginabile: Nole pressato ad ogni battuta subire un altro break quando conduceva 40 a 0 (tra l’altro mettendo la prima).
5 punti di fila persi sul suo servizio, quante volte in carriera gli sarà successo?
Per non parlare poi del fatto che non ha mai avuto neanche una palla break a favore, cosa mai accaduto in tutta la sua carriera Slam (dice Scanagatta).

Domenica può perfino perdere dal Russo che un pò rocambolescamente ha ripreso un match che sembrava andato e che cmq non molla mai, penso che ormai ili livello raggiunto da Sinner sia tale da consentirgli di giocarsi i 1000 e gli Slam su erba e cemento con grandi chance di arrivare in fondo. Nole, il grande Nole, non è finito e non si darà x vinto per questa e la prossima stagione forse ma io penso sinceramente che ad oggi l’avversario più temibile x Sinner sia li stesso Sinner.

Se mantiene fame e concentrazione potrebbe ottenere un palmare eccezionale già entro i prossimi 5 anni, infortuni permettendo.
Mentalmente è decisamente superiore alla generazione dei 25/27enni (Zverev Tsitsipas Ruud Rublev Medvedev) e anche di quest’ultimo Alcaraz che pare si sia un pò seduto. Mi incuriosisce il lavoro che Becker farà con Rune (diamogli qualche mese) e quello di Shelton con il papà (qui anche un paio di stagioni).

Per il resto beh, dopo 3/4 decenni di mezzi giocatori ora (noi appassionati italiani) ci godiamo un potenziale numero 1.
Non mi pare poco.

ps. parlo di uomini che al femminile le magiche 4 ci hanno fatto esultare più volte. (Schiavone Pennetta Vinci Errani) ma ormai 10/15 anni fa.

Leo 62

Eh si Paolo un po’ ce la sentivamo … stava giocando troppo bene e con troppa testa … adesso un altro passetto … i suoi limiti al momento non riesco a vederli … ma sui 6/7 Slam dovremmo esserci…

Mordechai

Tutto più o meno condivisibile. A parte Shelton, non mi piace, mi pare un pò il vaso di coccio. Più pericoloso, anche se ancora troppo “ragazzino” il francese Fils.
Poi,io continuo ancora ad avere un filino di speranza e fiducia in Musetti, che però o esplode una volta per tutte nel corso dei prossimi 12/18 mesi, o rimarrà l’eterno talento sprecato e incompiuto, non tanto come Fognini, quanto come Shapovalov, il suo gemello biondo.

PAOLO68

su Musetti ti ho detto la mia poco sopra, io spero in un cambio di passo tecnico. Sinner ha capito che Piatti non bastava più… anche Musetti deve tagliare il cordone ombelicale se vuole migliorare in competitività… i presupposto fisici è tecnici ci sono.
Serve intelligenza e coraggio nelle scelte. Il tempo passa e i problemi tecnici e tattici restano quelli di 2 stagioni fa.

2010 nessunoo

A proposito Leo, avevi pronosticato che il doppio poteva benissimo andare in finale e c’hai preso: Bonelli e Vavassori in finale, e adesso tra singolo e doppio incrociamo tutte le dita…..

Leo 62

Bolelli/Vava è una gran coppia Stefano, ottima anche per la Davis. Ma per loro temo sia più dura che per Jannik… che certo non se la porta da casa …. dopo la Davis si conferma il gran momento del nostro Tennis…

PAOLO68

“in 5 set è tutto un altro sport….” (cit.)

Dopo 33 partite vinte in Austrialia, imbattibile da 4 edizioni (una saltata x il vaccino anti covid non fatto) Nole the GOAT abdica palesemente.

Dall’altra parte della rete c’è “l’Austriaco italiano” (altra cit.) che nelle ultime 4 partite lo ha battuto 3 volte.

Oggi poi nettamente sotto ogni profilo.

Come avevamo ipotizzato (io e @Leo62) dopo la Davis, già in Australia il nostro avrebbe avuto grandi chance di andare molto avanti. Ma la Finale, eliminando Nole, è aggiungo così nettamente…. no, nemmeno nelle più rosee previsioni….

Pure la finale del doppio vede italiani in gara.
Sarebbe incredibile….
Bravissimi Bolelli e Vavassori.

Grande weekend x il tennis italiano, cmq vada.

Soter

.

Modifica il 4 mesi fa da Soter
mario rossi

Bocca per me inzaghino non ha minimamente la percezione di questa che lei definisce “condanna” e anzi è tornato da riad a petto in fuori recordman di vittorie in coppa del nonno lasciando a tutti coloro che abbiano ascoltato le sue interviste una sensazione di grande appagamento, appagamento che come già visto in passato lui poi trasferisce alla squadra, già portata di suo a sedersi dopo risultati importanti (per me importanti non sono per nulla ma la narrazione che passa è che la supercoppa sia un successo da favola).
Nel trittico di partite che vengono si assegnerà lo scudetto e per me la juve fa 3 vittorie su 3 mentre l Inter fa 1 punto o 2. A quel punto rimane la sola incognita di come la Juventus può vivere il passaggio da underdog a favorita indiscussa e da cacciatore a preda ma se tiene mentalmente lo scudetto è suo.

scotland16

I campionati e le coppe vanno pesate….le coppette italia e soprattutto le supercoppette valgono molto ma molto poco rispetto alle coppe europee (la stessa Conference per vincerla devi fare minimo 13 partite …coppetta italia e supercoppetta sono, sommate, 7 , fino allo scorso anno 6 partite..nulla…). Vincere la serie B e’ molto piu’ performante. Quindi Inzaghino se vuole entrare intanto nella fascia semi-top DEVE vincere o Campionato o Coppa Europea. Per il TOP , ambedue; nel TOP ci sono Ancelotti, Guardiola, Klopp, Mou e pochissimi altri. Buon allenatore, ma un po’ fissato con uno schema tattico, bravo come gestore, non lancia giovani neanche a forza….ad oggi da 6+ (alla Lazio da 7, ma sempre malissimo , con i biancocelesti, in Europa)

Chakkko

Temo anch’io che si possa realizzare uno scenario di questo tipo. Le due squadre si equivalgono e conoscendo le attitudini dei rispettivi allenatori, mi sentirei più sicuro sotto la guida di Allegri.

Saluti

Dare to Slack!

dunque sarebbero 10+1-2=9 e +6 se l’Inter vincerà la partita da recuperare?
mentalmente non c’è problema, il problema è vincere le prossime tre e che l’Inter faccia due punti al massimo, cosa che non credo;

80
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x