Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Il Milan soffre ma vince a Frosinone, di Jovic il gol decisivo. Ora è a -4 dalla Juve, e se puntasse a qualcosa di più che al terzo posto? La sospensione del Milan al di sotto delle protagoniste scudetto sospende qualsiasi giudizio o possibilità di azione, come il progetto di sostituire Pioli con Conte. Ne varrebbe davvero la pena? – ⚽ – Il Napoli risale verso il cielo, compra Ngonge dal Verona e batte il Verona con Ngonge e un gol da campione redivivo del fibrillanta Kvaratskhelia. Che già stava bussando a quattrini presso De Laurentiis – ⚽ – Che cosa unisce Kvaratskhelia a De Ketelaere

SERIE A 2023-2024

GIORNATA N. 23

Venerdì 2 febbraio 2024

Lecce – Fiorentina 3-2

Sabato 3 febbraio 2024

Empoli – Genoa 0-0

Udinese – Monza 0-0

Frosinone – Milan 2-3

Bologna – Sassuolo 4-2

Domenica 4 febbraio 2024

Torino – Salernitana 0-0

Napoli – Verona 2-1

Atalanta – Lazio 3-1

Inter – Juventus 20.45

Lunedì 5 febbraio 2024

Roma – Cagliari 4-0

***

CLASSIFICA DOPO 23 GIORNATE

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 24

Venerdì 9 febbraio 2024

Salernitana-Empoli 20.45

Sabato 10 febbraio 2024

Cagliari-Lazio 15.00

Roma-Inter 18.00

Sassuolo-Torino 20.45

Domenica 11 febbraio 2024

Fiorentina-Frosinone 12.30

Monza – Verona 15.00

Bologna-Lecce 15.00

Genoa-Atalanta 18.00

Milan-Napoli 20.45

Lunedì 12 febbraio 2024

Juventus – Udinese 20.45

***

IL RECUPERO DELLE PARTITE DELLA GIORNATA N. 21, RINVIATE PER LA SUPERCOPPA

Bologna – Fiorentina, mercoledì 14 febbraio 2024 ore 19.00

Torino – Lazio, giovedì 22 febbraio 2024 ore 20.45

Sassuolo – Napoli, mercoledì 28 febbraio 2024 ore 18.00

Inter – Atalanta, mercoledì 28 febbraio 2024 ore 20.45

***

Il risveglio di Kvaratskhelia e De Ketelaere

Un filo rosso unisce evidentemente Khvicha Kvaratskhelia a Charles De Ketelaere. Entrambi arrivati in Italia lo scorso anno, entrambi quasi 23enni, entrambi giocatori di talento e d’attacco, entrambi autori di due gol bellissimi al Verona e alla Lazio, mirati e dalla distanza.

  Ma più che altro trovo che entrambi sottolineino come il grande calciatore che taglia via gli schemi e sfoggia il proprio repertorio, come Jimy Hendrix o Eric Clapton con la chitarra in mano, sono il motivo di fondo per cui tutti noi siamo innamorati del calcio.

  Ci piacciono di fondo quelli che Bernardini chiamava “piedi buoni”, in una definizione che è rimasta sempre attuale da almeno 50 anni a questa parte. E rifuggiamo invece da tutto ciò che è artifizio o parascienza del football.

  Kvaratskhelia ha attraversato i suoi momenti di tensione e incomprensione col Napoli, con Garcia prima e con De Laurentiis poi. Grande protagonista dello scudetto soffre di gelosia nei confronti di Osimhen che ha avuto un nuovo ricco contratto e lui ancora no. Di conseguenza ha già bussato più volte a quattrini. Ma il giocatore è sopraffino e quando ha voglia ed è in giornata ha una marcia in più, delizia e trascina.

  De Ketelaere a Bergamo è esploso dopo aver fallito al Milan, ma non essere stato nemmeno aspettato. Su di lui Paolo Maldini aveva scommesso molto, rimettendoci addirittura il posto e dunque non tutti – allenatore e società – hanno agito correttamente nella gestione del talento.

  Il fatto che Gasperini lo abbia valorizzato e messo in condizione di dare il massimo, è uno dei tanti meriti che ormai può vantare il rude e spesso sgradevole allenatore bergamasco, ma grande valorizzatore e riciclatore di calciatori i più svariati. 

***

Pioli, Conte e il Milan in sospeso

Non è stato certo un gran Milan, ma ha strappato un’altra di quelle vittorie che lo tiene lassù. Tutto sommato nemmeno troppo lontano dalla Juve. Il fatto che dai guai lo tiri fuori Jovic – e non è la prima volta – è quantomeno singolare, ma insomma vuol dire almeno che la scelta è stata azzeccata e che non bisogna essere sempre attaccati alle paturnie di Leao o ai gol e agli assist del vecchio Giroux.

  Fanno –4 dalla Juve a poche ore da quell’ Inter-Juve cui abbiamo appiccicato l’etichetta di partita scudetto. Il resto viene di conseguenza e fa dire anche a Pioli “tifo per il pari”. Come dire, in campana che qui le prospettive possono cambiare da un momento all’altro.
Il problema del Milan forse è proprio questo, il galleggiare in un limbo che sospende il tempo e non ti fa valutare bene le situazioni, i risultati e i suoi protagonisti. La vittoria di Frosinone, ad esempio, arriva in una settimana in cui si sono rafforzate, non si sa perché, le voci di Antonio Conte al Milan, al posto di Stefano Pioli.

  Per il Milan è un male vivacchiare, ma è anche un bene non precipitare e avere tutto sommato un limite sotto il quale non scendere. Accadde anche lo scorso anno, il quinto posto fu negativo ma anche sufficiente per sostituire la Juventus penalizzata e quindi esclusa dalla Champions League. Quest’anno il Milan ha fatto male la Champions League, ma tutto sommato è andato fuori per pochissimo.

  Il tracollo non è mai totale, così come non lo è la vittoria.  Né troppo giù ne troppo su, e sempre tutti in attesa di un guizzo, un salto in alto. Come quello che potrebbe arrivare adesso se solo Leao lo prendesse davvero per mano e lo trascinasse oltre il limite superiore.

  Credo che Cardinale e Ibrahimovic a loro volta galleggino dentro questo limbo, vorrebbero azzardare ma senza rischiare. Sempre il solito discorso vale anche e soprattutto per Pioli.
Vale la pena silurarlo a fine stagione per Conte che è un allenatore molto ingombrante ed impegnativo, che pretende moltissimo sul mercato? Finché il Milan sta lì, boh, forse, chissà, che si fa?

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

Approfitta, fatti un giro dentro Bloooog!

15 febbraio 2024

Europa League, play off andata: Feyenoord-Roma 1-1, Milan-Rennes 3-0

14 febbraio 2024

Champions League, Lazio sorpresa batte il Bayern 1-0. Serie A: il Bologna batte la Fiorentina 1-0 ed è quarto

12 febbraio 2024

Juve ko a Torino con l’Udinese, resta a -7 dall’Inter, addio allo scudetto. Allegri è un caso

11 febbraio 2024

Il Milan batte il Napoli e sale a -1 dalla Juventus

11 febbraio 2023

Registratevi e Bloooog! diventerà la vostra chat, il club esclusivo del calcio

10 febbraio 2024

Marcus Thuram, l’Inter vince a Roma e vola verso lo scudetto

9 febbraio 2024

Il calcio e l’effetto Sanremo, scoppia e vuole una Premier League…

8 febbraio 2024

Dalle fanfaronate di De Laurentiis ai trattori

6 febbraio 2024

Anatomia di Daniele De Rossi, il gladiatore metà Spalletti e metà Mazzone

4 febbraio 2024

L’Inter batte la Juve con un autogol di Gatti e va a +4. Lo scudetto è la condanna di Inzaghi

3 febbraio 2024

Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ketelaere

1 febbraio 2024

Alcaraz, Ngonge, Baldanzi, Buchanan, calciomercato chiuso. Di chi è il colpo migliore?

30 gennaio 2024

Il calciomercato verso la chiusura, ma che cosa è il calciomercato oggi?

29 gennaio 2024

Lo scontro diretto tra Inter e Juventus a San Siro in 60”

27 gennaio 2024

Il sorpasso dell’Inter alla Juventus, e con un partita ancora da recuperare

25 gennaio 2024

Inzaghi, lo scudetto e Zhang: l’Inter si gioca il futuro

25 gennaio 2024

Ceferin, Boban, Riva: un altro calcio è possibile

22 gennaio 2024

La morte di Gigi Riva, è stato un grande italiano

***

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
64 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

[…] Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ket… […]

[…] Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ket… […]

[…] Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ket… […]

[…] Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ket… […]

[…] Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ket… […]

[…] Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ket… […]

[…] Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ket… […]

[…] Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ket… […]

[…] Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ket… […]

[…] Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ket… […]

[…] Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ket… […]

[…] Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ket… […]

[…] Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ket… […]

antonio@ammendola

Dopo la vittoria nel derby con la Salernitana, la vittoria nella Supercoppa italiana in semifinale con la Fiorentina e la sconfitta poi con l’Inter nella finalissima, il pareggio a Roma con la Lazio, ieri pomeriggio al Maradona il Napoli ospitava il Verona di Baroni. Il Napoli parte bene, deciso, concentrato, ha il solito possesso palla , utilizza gli schemi di Mazzarri, ma cala(!) però vistosamente di testa, come al solito, soprattutto al Maradona nella parte finale del primo tempo. Il Verona svolge il compitino: bracca a tutto campo gli azzurri, si chiude bene dietro, e concede poche occasioni da gol alla squadra partenopea. Infatti gli uomini di Walter Mazzarri, prima dell’intervallo, non sono mai stati pericolosissimi in area avversaria; un tempo dunque equilibrato. Un equilibrio che durerà nella ripresa fino al 72° quando l’Hellas segna e sblocca la gara, gelando l’ex San Paolo. Il Napoli non affonda ed ha da subito una reazione d’orgoglio : in pochi minuti pareggia e, poi, grazie a Kvara ribalta il risultato, il suo gol è fenomenale e, probabilmente la rete del georgiano ha salvato ieri la panchina di Mazzarri. Napoli cinico, di spirito mazzarriano(!!), batte 2-1 un ottimo Verona, che si piega dinanzi al numero di Kvara. Gli azzurri dunque si riaffacciano sull’Europa che conta, il posto in zona Champions ora non è lontanissimo e questa cosa deve caricare Casa Napoli. Riflessioni.
Della lunga relazione del presidente azzurro l’altro giorno sulle scelte di mercato, sia estivo che invernale della società partenopea alla stampa non mi soffermo ma sul comportamento della stessa società, nei confronti di Demme e Zielinski, dico solo che è stato assurdo, paradossale. E quest’anno di cose paradossali se ne stanno vedendo troppe all’ombra del Vesuvio.
NO WAR! Punto.

Nathan

Con un remake leggermente migliore della partita vinta a fatica contro la Salernitana, il Napoli riesce ad avere la meglio contro un Hellas Verona squassato dalle vicende extra societarie che lo riguardano.
Il copione è sempre il solito, azzurri che partono col piede sull’acceleratore per i primi 15′ con gli ospiti salvati da un ottimo Montipo’.
L’estremo difensore scaligero è provvidenziale in due circostanze su tiri di Kvaratskhelia.
Rigore piuttosto netto negato al Napoli per fallo sempre su Kvara di un difensore veronese, dopodiché il Napoli rallenta.
Primo tempo che si chiude a reti bianche e ripresa che vede gli ospiti pericolosi in più occasioni, con Gollini bravo a sventare i pericoli.
Al 72′ la doccia gelata del gol di testa del classe 2003 Coppola che porta il Verona in vantaggio.
Si entra in zona Mazzarri e risultano decisivi un auorete propiziata da Dawidowiz ed un golazo a giro di Kvaratskhelia, che fa esplodere il Maradona.
Finisce così, tra molti stenti e sprazzi di bel gioco alternati a momenti di sofferenza.
Preferisco non entrare nel merito della vicenda Zielinski e della conferenza stampa grottesca di Adl pre partita.
Ormai ha oltrepassato il senso del ridicolo da tempo.

[…] Milan a -4 dalla Juve e con l’ombra di Conte su Pioli. Il filo che lega Kvaratskhelia e De Ket… […]

[…] Milan vince a Frosinone, decide Jovic. Ora a è -4 dalla Juve […]

Carlo

e fu così che le speranze degli giuventini durarono quanto un Gatti sull’Aurelia.

PS avviso per Bocca: il pinguino alias Alack Sinner sta peggiorando.

Modifica il 4 mesi fa da Carlo
2010 nessunoo

E vai! Partita vinta per 1 a 0 , e visto il gioco non poteva che essere così, ma quante occasioni da gol buttate!!

2010 nessunoo

E ci ha lasciato un ‘altra vecchia gloria, l’ultimo saluto è per Giacomo Losi, storico giocatore e capitano della Roma.

Der Kommissar

Ad inizio gara stavano 53 gialli (+ 1rosso) a 26 gialli. Alla fine del primo tempo stanno a 55 gialli (+ 1 rosso) a 26 gialli.

Due ammonizioni: una per un intervento sulla palla, l’altra per una protesta sempre concessa a Barella&Co.

Ottima gestione, more solito.

il radarista

Il Napoli batte l’Hellas Verona dopo aver subito un gol e dato l’impressione di aver speso tutte le sue energie. Poi ci sono stati i cambi ed è arrivata nuova linfa. Quando sono cominciati i cambi ho avuto paura che Mazzarri facesse uscire Kvaratskhelia perché aveva già fatto due tiri in porta che, di questi tempi, sono merce rara. invece no. Il georgiano è rimasto cambiando posizione. Un gol manovrato con i nuovi e poi un gol del georgiano. Sospiro di sollievo e pronti per la prossima. Intanto abbiamo scavalcato la Lazio di un punto e ricominciamo a sognare a occhi aperti.

Nicola Romano

Si i 40 punti sono piu’ vicini .

Leo 62

Scudetto?…

inox

Buonanotte Fabrizio

Sul Milan ne riparliamo comunque si fa presto: togli Leao e Giroud e bona! La partita con la Juventus è un’altra roba. E’ come il cane in chiesa, la ragade nell’ano e non c’è crema lenitiva topica che serva. Due, tre anche quattro volte in una stagione ci tocca. La Juventus è come l’uccello padulo che vola sempre all’altezza del c… Questa sera occhio a non sprecare le occasioni che riusciamo a creare e non saranno molte e occhio alle loro ripartenze; il gollonzo ce lo possono anche fare comunque, per fortuna, dipende tutto da noi. Il derby è un’altra partita il nostro, il più bello del MOOOOONDO! Meno bello il derby che puntualmente la sx e la dx giocano sulla nostra pelle e solo per rompere le palle e far finta di esserci. Come i camerieri nel momento di fumare una sigaretta nel cesso litigano sul servizio dell’uno e dell’altro. Qualche giorno ed è tutto finito. Chi si ricorda del patriarcato? Ora ci tocca l’incatenata di Budapest. Per la sx ha fatto bene a spaccare il cranio al fascista e merita il Nobel. Per la dx invece: e cosa possiamo farci? Come si può intervenire su i modi di un paese. Ognuno applica la legge a suo modo. Oh! Rumente! E poi sia la sx che la dx appoggiano ogni azione tesa a imporre un governo o un presidente dove occorre al padrone. Sostengono un governo a un pelo dal genocidio e uno con le svastiche. Sono la sputacchiera di quelli che i loro prigionieri in Guantanamo, quando vanno a processo, posto che ci arrivino a processo, deambulano incatenati mani con i piedi e di tuta arancione vestiti. Ma qui, silenzio altrimenti lo sputacchio in testa aumenta come intensità e non è mai bello anche se ci si è abituati. Servi! Il padrone, solo qualche giorno, fa ha ucciso un condannato per asfissia con l’azoto ma nulla da obiettare sia da sx sia da dx. Pare che persino Josef Mengele, in merito abbia sbottato: aò! An vedi sti amerricani! Manno portato via er record ( si Josef parla in romano perché nell’altra vita era un maiale di Ariccia, mai diventato porchetta e  buttato in discarica da tanto che puzzava e non c’era shampoo che tenesse).

Nicola Romano

Devi essere un tipo nichilista .

Mordechai

Che palle.

Luc 68

Signori
Un attimo di attenzione per un Lecce che ha fatto un mezzo miracolo😁.
Riguardo poi allo scudetto dell’Inter… bhe di cosa stiamo parlando?
Lo può perdere solo l’Inter… la juve troppo giovane ed inesperta.
Speriamo per il prossimo anno e pace.
Certo che se riprendono in squadra Soule e Kajo l’anno prossimo si avrebbe una squadra di ragazzini … ci sarà da divertirsi 😁😁😁😁

2010 nessunoo

È morto Hamrin un altro grande del calcio romantico che non c’è più, riposa in pace Kurt.

Nicola Romano

Eh sì ,lo ricordo con la Fiorentina e poi col Napoli, pace all’ anima sua .

Leo 62

Mi associo al ricordo per “uccellino”… ho pure fatto in tempo a vederlo giocare per il Milan.
Era uno svedese atipico, come Liedholm, di quelli che preferivano l’Italia. Pure lui uomo di altri tempi come Giggirriva… il quinto grande svedese ad avere vestito la maglia del Milan, ai tempi in cui il Milan giocava con la sua maglia.

quello malato sul serio

alle 16 su Raidue il match scudetto Roma-Juventus;

il radarista

Ora che Mazzarri ha capito tutto, ha risolto i problemi della squadra, torna al 4-3-3, ho come l’impressione di aver capito tutto anch’io. Speriamo bene.

Nicola Romano

Secondo pronostico ma con parecchi gol le due partite di ieri, visto che nel bar si parla tanto di tennis mi permetto di dire la mia sul rugby che non seguo, mi fa però piacere che l’Italia se la sia giocata con gli inglesi, contro i quali mi sembra abbiamo spesso rimediato in passato solenni batoste. Seguo invece l’atletica che mi appassiona alquanto, cosi diversa dal calcio attuale tutto business tatuaggi,simulazioni e vittimismo, e mi fa anche qui piacere che dopo i tre record italiani caduti sabato scorso, ne siano caduti quattro ieri, sembrerebbe si stia profilando una buona stagione all’aperto, abbiamo comunque un buon movimento di base ,soprattutto nella velocità con tanti giovani e giovanissimi, alcuni veramente potenzialmente molto forti , certo se non si guasteranno col crescere, buon pranzo domenicale .

EroAdAtene

Il campionato è lungo e l’Inter ha in arrivo la champions che può portare stanchezza e infortuni. Bene fa Pioli a non mollare.

Mordechai

Lo scudo è lontano anni luce.
Il secondo posto è abbordabile, ma cambierebbe qualcosa?

Nicola Romano

Amico mio tu che sei una persona seria dai è difficile ma non impossibile, io dico vinca il migliore cioè chi lo meriterà di più, spero comunque finiscano gli aiuti all’Inter , è innegabile che ne abbia avuti abbastanza . Buon pranzo e non ti abbuffare troppo .

Mordechai

Mangiato il giusto. Soprattutto molto bene. Casal Cocceio.

Mordechai

In soldi non ho idea, ma in prestigio…
Bsh.

quello malato sul serio

arrivare davanti alla Juve non dà prestigio?

Mordechai

Non credo.

Leo 62

Quest’anno siamo la classica squadra che deve segnare un gol più dell’avversario invece che prenderne uno in meno. Quando ci riusciamo vinciamo 3-2, altrimenti perdiamo 3-2 o più frequentemente pareggiamo 2-2 partite che una squadra equilibrata avrebbe vinto 2-0.
L’aspetto positivo è che basta guardare gli HL e non si perde tempo e soprattutto non si deve subire per più di 3 minuti quello schifo di maglia.
Il terzo posto dovrebbe essere già in cassaforte e le due davanti non le riprenderemo mai con la difesa che ci ritroviamo, a meno di crolli improvvisi altrui. Ma insomma non ce lo meriteremmo nemmeno.
Pioli non è mai stato capace di dare assetti difensivi decenti alle sue squadre e si nota, e certo la mancanza dei titolari al centro della difesa non aiuta. Ottimo però il ritorno di Gabbia che credo sia destinato a rimanere tra i quattro centrali di difesa in rosa.
Molto bene anche Jovic che è un altro che terrei, oramai è una specie di sentenza.
Maignan credo sia ancora un po’ scosso e non mi stupirei se a fine anno volesse andare via, anche se la cessione più probabile rimane Leao con il PSG che deve sostituire Mbappé destinato al Real Madrid.
OK PIoli via ma no Conte per carità. Lo scudetto ce lo farebbe vincere ma poi bisognerebbe raccogliere le macerie…

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
Sergiod

Caro Leo, io ho l’impressione che almeno uno tra Maignan,Leao e Theo partirà a fine stagione.
Puoi mettere l’allenatore che vuoi ma se non hai una squadra equilibrata con un giocatore d’area vero e fisicamente possente, in alternativa a Giroud, non succederà nulla dì nuovo. Ripeto da tempo che c’è bisognoso di un vero terzino destro, anche lui con gran fisico perché in questo calcio non c’è più posto per i vari Calabria e Florenzi.
Più che il bel gioco e gli allenatori alla moda io ne preferisco uno pragmatico e capace di sfruttare le qualità della rosa. Stiamo a vedere..

Leo 62

Si vero Sergio, ci manca un buon terzino destro che avrebbe potuto essere Pavard, ma lo abbiamo lasciato ai cugini. Forse Kalulu invece di destinarlo al centro della DIfesa…. sa sia difendere che spingere.
Il centravanti giovane dovrebbe arrivare la prossima sessione di mercato ( io però Jovic lo terrei lo stesso ) ma a me sembra più che altro che manchi un bel mediano classico, uno alla Tonali. D’accordo sull’allenatore pragmatico e non alla “moda”… ma mi sa che…

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
gmr61

Infatti caro Leo, il mio sogno sarebbe De Zerby, ma resterà onirico
P.s. Ho iniziato , con la mia insegnante, a studiare la sonata k332 di Mozart ( detta difficile…..) : tempo previsto 1 anno e mezzo ( forse 2…) dici che prima di finirla riuscirò a vedere lo scudetto dei nostri beniamini?😀

Leo 62

Io sono due anni e mezzo che sto sulla K 457, ho fatto la lettura ma non riesco a trovare il tempo per finirla a memoria… ma tu sei sicuramente più bravo di me e quindi la finisci prima del nostro prossimo scudetto… ad occhio e croce a Maggio del prossimo anno.

2010 nessunoo

Questa sera dalle 22,45 si vedrà a cosa può puntare il Milan…

il radarista

Bella squadra il Milan, poco spinta dai cronisti che vorrebbero vedere il sangue, di Pioli naturalmente. Appena il Frosinone è andato in vantaggio, la TV ha inquadrato un “pensieroso” Ibrahimovicdefinendolo preoccupato per quello che si vedeva in campo. Si è poi rasserenato quando il Milan ha segnato il terzo gol, quello della vittoria.
Da come il Milan gioca, penso che farà da terzo incomodo tra Inter e Juventus. Non banale.

gmr61

Eppure ieri anche quando eravamo sotto ho visto una squadra che nel carattere e la forma fisica aveva la voglia di vincere la partita. Ci è mancato tantissimo Bennacer, ieri si è visto quando è entrato ( un po’ sulla coscienza ha il secondo gol, ma non è ancora fisicamente al massimo, però è sicuramente un pilastro del centrocampo )
Leao bene ( il gol verrá, ma quando devono marcarlo in 2 se non 3, e ieri se ne liberava pure, vuol dire che sta rientrando in forma e bene)
La difesa non male,come con il Bologna i gol presi da scollamenti centrocampo/difesa, preoccupa Maignan perché se tre indizi fanno una prova sono ben tre le partite dove ha fatto cappellate.
Il buon Giroud sta dando fondo a tutte le energie, basta non fargli più battere i rigori, e se pure Gabbia fa gol vuol dire che il mercato ha davvero aiutato , come per la bella sorpresa jovic
Stasera pop-corn, ma siamo troppo lontani, prendiamo troppi gol ( con Atalanta e Napoli sarà dura farne tre, se continuiamo con questi gol subiti ) in attesa del prossimo allenatore, Conte non mi fa fare i salti di gioia e da quello che leggo darei
Pioli 20%, Conte 30%, Motta 20%, De Zerby ( magari…) 10%, BOH! ( il più probabile….) 20%

il radarista

Conte ha detto: “Se vengo io, va via Ibrahimovic, perché mi scompiglierebbe i capelli”.
Motta ha detto: ” Non vengo perché il panettone già lo avete a Milano”.
De ZerbY ha detto “Leggete il Gattopardo. Dopo aver assaggiato la marsaletta inglese, non bevo vinello bianco, magari annacquato (a memoria).

gmr61

Quindi ci resterebbe solo pioli o il sempiterno BOH?😂😂😂 ( ci fosse stato Silvio avrebbe azzardato Farioli, provando a dettargli la formazione , ma ora la starà dettando agli angeli , o diavoli…..)
Su De Zerby non ho letto, concordo che i soldi che prende ora sono tanti e pareggiarlo sarebbe già difficile , però tra Brighton e Milan la scelta viene da se…
Tornando ai vini : prova ad accompagnare una spigola all’acqua pazza con un vermentino o un Marsala….

il radarista

Posso solo fingere di saper cucinare. Passerò il suggerimento alla mia cuoca preferita.

Sergiod

San Giroud pensaci tu🙌.
Un calciatore che a 37 anni fa ancora la differenza,
Per il resto nulla da segnalare, troppi gol continuiamo a beccare e l’unica giustificazione sono le assenze di Thiam ,Tomori e Kalulu.
Si naviga a vista, allenatore compreso.

Luc10 Dalla

Abituati a fare 36 punti in tutta la stagione, averli già a febbraio mette allegria.
Forza Bologna!

gmr61

Avete un allenatore che mette benissimo in campo la squadra, con noi avete meritato il pareggio, una qualificazione in coppa ve la meritereste

Sunako Nakahara

O/T Coppa d’Asia
Completati gli incontri dei quarti di finale. Le nostre speranze si sono infrante al 96esimo, quando il Giappone si è visto assegnare contro un rigore che ha sancito la vittoria dell’Iran per 2-1. Il marcatore della rete decisiva, Alireza Jahanbakhsh (roccioso attaccante del Feyenoord) è famoso nel paese di origine anche come speaker radiofonico di una emittente sportiva. La sua rubrica settimanale si chiama “لاتزیو چه ریسکی دارد؟” (che tradotto dal persiano significa più o meno “che cosa rischia la Lazio?”). 
Oltre al danno, la beffa. Il probabile derby contro la Corea del Sud avrebbe fornito a me ed alla mia dolce metà il pretesto per insultarci reciprocamente per futili motivi. Una pratica che aiuta a cementare l’armonia di coppia, secondo i più recenti studi condotti dalla facoltà di sociologia dell’Università di Memphis.
#MoriyasuVattene

il ghiro

FROSINONE – MILAN 2 – 3
Unica novità nel Frosinone l’esordio dell’ex-granata Seck, in panca l’ex-cremonese Valeri. Arbitra il torinese Pairetto, al VAR il romano Mariani.
Si comincia con una serie di scivoloni e sbagli da ambo le parti, poi passa in vantaggio il Milan, scende il solito L-C che allarga a Leao, cross lungo per Giroud che implacabile insacca di testa piegando le mani di Turati, VAR ok, 0-1. Tiretto di Brescianini, e passano anche i ciociari, prima Maignan alza la botta di sx da fuori di Seck, poi Gelli crossa da dx e Leao fuori area intercetta di braccio, ma un piede pesta la riga e il braccio è all’interno, per Pairetto e il VAR è rigore (per me è tutto da ridere!), sx di Soulè forte, angolato e a mezza altezza, Maignan non ci arriva, 1-1. Turati para il tiro di Pulisic.
Nella ripresa la partita non cambia, grande equilibrio in campo, entrano Bennacer e Okafor, poi da dx Mazzitelli pesca il jolly, infilando il pollastro Maignan dalla linea di fondo, 2-1. Un lungo cross da sx di Adli pesca in area Giroud, il francese di testa rimette al centro per Gabbia che in tuffo insacca il pari, 2-2. Entrano Valeri, Lirola e Cheddira, poi Jovic, che sfrutta al massimo un rimpallo tra i difensori ciociari e imbuca nell’angolo il gol della vittoria milanista, 2-3. Dentro Reinier e Ibra jr, Florenzi e Musah, ma non succede più nulla di serio, scippo milanista a Frosinone, ma il “mismatch” Gelli-Leao purtroppo ha creato danni permanenti.
I migliori Okoli, Barrenechea, Soulè e l’esordiente Seck tra i ciociari, Kjaer, Giroud, il solito Leao e “fortunello” Jovic tra i diavoli. Pairetto “giudice perfetto” (o no?). 

il radarista

In effetti i due gol presi da Maignan mi sono sembrati non imparabili. Forse pensava ad altro.

mario rossi

Secondo me prende troppi gol per ambire allo scudetto.
Però pochi allenatori sono sottovalutati come pioli

gmr61

Guarda che Pioli ha sicuramente molti meriti , è anche innovativo ( il ragazzo studia ) però si incarta spesso tatticamente e non leggere le partite ( quando va male buttarsi sul 4-2-4 lo saprei fare anch’io), secondo me è arrvivato al suo massimo , per fare il salto anche in Europa ci vuole altro

cipralex

…e certo, punta ad arrivare secondo, dietro la juve e davanti all’Internazionale di Milano…

gmr61

Cosa sono, le tue solite buone sensazioni ?😀

cugino di campagna

Prendiamo troppi gol, certamente… Ma guardando la classifica attuale e pensando alla partita di domani sera, senza lo spaventoso tabellino dell’InterVar noi saremmo ancora in corsa. Eccome!

64
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x