Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Un calcio primitivo e tribale, che non merita il progresso del Var. Gli arbitri vanno difesi e richiusi di nuovo nella Torre d’Avorio. Altro che insulti, guai anche a chi solo si rivolge a loro.


I pochi giorni che sono andati da Inter-Verona al derby Lazio-Roma, sono stati probabilmente l’apice massimo di polemica arbitrale, di scontri sul Var, e di contrasto tra giocatori, allenatori e arbitri.

  Più o meno connesso con tutto questo, e con l’innalzarsi incontrollato della temperatura dell’intero settore, c’entra perfino il ritorno del razzismo e dell’inciviltà negli stadi. Se un giocatore come Mancini arriva non solo a insultare l’arbitro, ma addirittura a invitare i compagni a non stringergli la mano, se un altro giocatore come Bove deve beccarsi una bottiglia di birra addosso, col rischio di farsi parecchio male se l’avessi preso in testa, se Lukaku è sommerso ancora una volta di cori razzisti, se Gasperini si permette di dire pubblicamente che “l’arbitro è un gran maleducato” e il designatore Rocchi gli risponde “da un mio arbitro non ho mai sentito dire faccia di merda”,  è chiaro che abbiamo passato il punto di non ritorno.

  Il Var può aver abbassato la quantità errori, forse, ma ha alzato certamente il livello di scontro. Oggi ogni errore, per il fatto stesso dell’esistenza del Var viene considerato centrale e imperdonabile, Con la conseguenza che di fatto la situazione dal punto di vista della convivenza è molto peggiorata.

  Non sto qui a entrare di nuovo nei tecnicismi del Var, non credo che la soluzione del problema sia il famigerato protocollo, stabilirne limiti e competenze, qualunque esso dovesse essere non si abbasserà il livello di scontro.

  Il problema fondamentale è ristabilire la gerarchia dei valori in campo e fuori, riportare tutto cinquant’anni indietro, ma con i pregi e i vantaggi della modernità. Un tempo l’arbitro era superiore e intoccabile, oggi è un pari di tutti gli altri, le sue decisioni non sono più esclusivamente sue, ma frutto di un dibattito interno (Var) e pure clamorosamente soggette a pressione di giocatori e allenatori. Tecnici come Mourinho hanno fatto dello scontro arbitrale una teoria, un metodo. Bisogna prendere atto del fallimento non dell’idea ma della buona volontà di applicarla.

  Il sistema ha subito vergognosamente approfittato dell’apertura del mondo arbitrale alla tecnologia e al confronto. Ognuno ha cercato di guadagnarne nel suo tornaconto. 

  Come se ne esce? Tornando a rinchiudere gli arbitri nella cosiddetta Torre d’Avorio, isolandoli e staccandoli dal resto del calcio, chiudendo il rubinetto dell’informazione e della motivazione delle decisioni (il cosiddetto Open Var), non facendo vedere le immagini di cui gli arbitri usufruiscono, inasprendo fortemente le sanzioni per chi manca di rispetto all’arbitro e ne contesta apertamente l’operato, vietando in assoluto di rivolgersi all’arbitro, capitano escluso. Insomma l’arbitro deve veramente tornare a essere un intoccabile.

  Se sul Var non si può tornare indietro, e ci mancherebbe visto che di progresso si tratta, possiamo tranquillamente impedire tutta la sarabanda intorno. Il mondo del calcio ha dimostrato di essere immaturo e non pronto al passo in avanti. Ha sprecato la sua occasione, bisogna prenderne atto. 

***

Approfitta, fatti un giro dentro Bloooog!

19 gennaio 2024

Supercoppa a Riad, l’Inter fa 3 gol alla Lazio e va in finale col Napoli

19 gennaio 2024

Napoli, procura di Roma chiude inchiesta plusvalenze su Osimhen, De Laurentiis indagato per “falso in bilancio”

18 gennaio 2024

Supercoppa a Riad, il Napoli fa 3 gol alla Fiorentina in uno stadio vuoto e desolato

17 gennaio 2024

Inter e Juventus, guardie e ladri

16 gennaio 2024

L’esonero di Mourinho, la Roma a De Rossi: storia di un’allucinazione di massa 

13 gennaio 2024

Pioli è salvo, Mourinho no

12 gennaio 2024

Un calcio primitivo, che non merita e non sa gestire il progresso del Var: rimettiamo gli arbitri nella Torre d’Avorio

8 gennaio 2024

Addio all’immenso Franz Beckenbauer, il nostro mitico avversario di Italia – Germania 4-3

6-7 gennaio 2024

Inter campione d’inverno, l’esplosione del caso Var e l’autodistruzione del Napoli

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
99 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

[…] Un calcio primitivo, che non merita e non sa gestire il progresso del Var: rimettiamo gli arbitri ne… […]

[…] Un calcio primitivo, che non merita e non sa gestire il progresso del Var: rimettiamo gli arbitri ne… […]

[…] Un calcio primitivo, che non merita e non sa gestire il progresso del Var: rimettiamo gli arbitri ne… […]

[…] Un calcio primitivo, che non merita e non sa gestire il progresso del Var: rimettiamo gli arbitri ne… […]

[…] Un calcio primitivo, che non merita e non sa gestire il progresso del Var: rimettiamo gli arbitri ne… […]

[…] SERIE A 2023-2024 GIORNATA N. 20 Sabato 13 gennaio 2024 Napoli – Salernitana 2-1 Genoa … […]

[…] Un calcio primitivo, che non merita e non sa gestire il progresso del Var: rimettiamo gli arbitri ne… […]

PatrickBateman

Che delirio. Ma è uno scherzo? Cioè la proposta sarebbe quella di avvalersi della tecnologia senza motivare i processi decisionali? Ragionamento pericolosissimo e completamente in malafede, su un sistema già di fatto corruttibile e malsano. Forse l’autore si è dimenticato le volte in cui l’arbitro le ha combinate talmente grosse (in campo o al monitor) che è stato subito spedito nelle serie minori.

Murr

Cosa diremmo se l’Inter vincesse lo scudetto con un solo punto di vantaggio sulla Juve?

Mordechai

Ci si penserà al momento opportuno, o no?

Fever Pitch

Beh, per ora l’Inter ha come minimo (quelli certi) tre punti in più, senza appunto contare quelli che potrebbe non aver conquistato se il Var non fosse intervenuto (o viceversa) manomettendo e indirizzando diverse partite quando il risultato era ancora in bilico.
Alla Juventus mancano due punti certi col Genoa e probabilmente tre se a Sasssuolo Berardi fosse stato mandato come doveva negli spogliatoi a 40 minuti dal termine della parita, per il fallaccio su Bremer.

Credo che sia il caso di pensarci per tempo, anche per un eventuale vantaggio finale più cospicuo. Per ora ballano dai 5 agli 8 punti, vedi te…

Obizzo da Montegarullo

Che la Juve è arrivata seconda?

Murr

O che l’Inter ha vinto un altro scudetto cartonato.

Obizzo da Montegarullo

Boh, se vi divertite così… Oh, contenti voi contenti tutti, eh!

il ghiro

Sabato: prima Trappa, poi Troppa Trippa
Si comincia con uno squallido 0-0 tra Genoa e Torino, tanti tentativi a rete abortiti, male i due attacchi, bloccati da difese arcigne e impenetrabili.
Si riprende quota a Napoli con la splendida rete dell’intramontabile Candreva, che insegna ai più giovani come si segna da fuori area. Il suo splendido gol però non basta ai granata per portare via i tre punti dal Maradona; prima il solito “rigoretto” alla Orsato (Simeone ruba il tempo a Fazio che gli colpisce il piede) trasformato dal PoliNano, poi al 95′, dopo gli innumerevoli caparbi tentativi del georgiano di andare in rete, sempre salvati da un miracoloso Ochoa, arriva l’epilogo. In una ennesima mischia in area su punizione dalla dx Ochoa si scontra con Fazio, la palla finisce a Demme, che anticipa di testa Tchaouna e serve Rrahmani, stop e tiro rapido che il portiere messicano non riesce a fermare per il meritato 2-1 finale.
A Verona passa presto in vantaggio l’Hellas con una gran capocciata di Djuric, 1-0, nella ripresa e nella nebbia segna dal limite Ngonge beffando Caprile, 2-0. Zurkowski di testa riduce le distanze, 2-1, ma nonostante l’espulsione di Duda e l’assedio dei toscani il “castello di Verona” non capitola.
La serata si chiude a Monza dove arriva l’Inter di Inzaghi affamata di punti per un miniderby lombardo con i brianzoli di Galliani e Palladino, gonfi di ex-nerazzurri (D’Ambrosio, Gagliardini, Caldirola e il Carboni jr). L’equilibrio dura poco, testata di Lautaro sul braccio di Gagliardini, Rapuano + VAR danno il rigore e Calha freddo lo trasforma, 0-1. Poco dopo altra bella azione in linea dei nerazzurri e su cross di Dimarco Lautaro affonda in rete la palla dello 0-2. Dopo il gol annullato a Pessina per f.g. e la capocciata tra Pavard e Mota, nella ripresa travolgente contropiede interista e botta secca di Calha, 0-3, poi per uno sgambetto di Darmian a Mota Pessina su rigore spiazza Sommer, 1-3, e per uno scontro in area tra Akpa Akpro e Frattesi Lautaro con una fucilata centrale segna il “rigoretto” dell’1-4, chiude la serata l’assolo in contropiede di Thuram per una meritata cinquina, 1-5. A domani, amici.

luottardi

What time is it? It’s VAR o’clock!
Gol annullato al Monza, non sia mai riapra la partita

EroAdAtene

È bastato il primo, comico rigore dato. Ovviamente a parti invertite, manco morti lo avrebbero assegnato. Che poi l’Inda avrebbe dominato era scontato, ma intanto si continua la comica

Obizzo da Montegarullo

Ma secondo te il braccio di Gagliardini è in posizione “normale”? La palla colpita di testa da Martinez, tra l’altro indirizzata verso la porta, ci sbatte contro o no?
Sai cosa c’è di ridicolo? Il vostro atteggiamento da piangina dopo aver smarronato per decenni “il globo terracqueo a 360⁰” con la storia che l’alibi degli arbitri è la scusa dei perdenti.
E continuate imperterriti anche nel blog dove il nostro ospite ci invita ad una maggiore misura.
Incredibile ma vero.

Pietro

Voi per decenni avete pianto anche per un fallo laterale a 50 mt dalla porta.
Noi ci lamentiamo per episodi oggettivi ( ivi comprese le ammonizioni, 24 a Milano e 50 a Torino nel solo girone d’antata), ma cmq in maniera molto pacata.
A parti invertire avremmo contro Esercito, ONU, Nato, BRICS ecc ecc

Murr

Sono d’accordo, anche gli arbitri possono sbagliare, altrimenti dovremmo sospettare di giocatori che sbagliano gol facili o causano rigori con interventi inspiegabili.
L’unico errore oggettivo su cui non si può discutere è il non fuorigioco giudicato fuorigioco malgrado non avessero le immagini di tutta l’ampiezza del campo.

Obizzo da Montegarullo

Se ti riferisci al famoso fuorigioco fischiato alla Juve un anno e mezzo fa con la Salernitana hai pienamente ragione, fu una cosa piuttosto imbarazzante per il VAR.

RM28

Fu una cosa fatta in scienza e coscienza, fino a quando non si capisce questo non andremo mai da nessuna parte.

Obizzo da Montegarullo

Però mi scusi, non per rivangare, ma il famoso affaire Muntari come lo classifica? Nei dolosi o nei colposi?
Si figuri che ci sono alcuni miei cotifosi che ancora evocano la faccenda piuttosto losca della partita Juve-Inter del 16 Aprile del 1961.
Ma ad un certo punto bisogna anche andare avanti, non è che ad ogni cosa che non va uno debba mettersi a strillare al complotto, se si fa così non c’è uscita. Ma ne vale la pena?

Murr

e senza interrogazioni parlamentari;

Mordechai

Magari alla fine vincerà 5 a 1, ma intanto il Napoli ha beccato una pera a domicilio, 1 a 0 per la Salernitana.
L’inabissamento della squadra che l’anno scorso, per buona parte della stagione, ha giocato forse il più bel calcio d’Europa, pare irrefrenabile.
Mah!!!

inox

Buonanotte Fabrizio

Questa sera la partita più importante: Monza-Inter. Mi auguro che il fuso orario dovuto alla lunga trasferta non penalizzi la Prestigiosa. Occhio al Monza, massima concentrazione. Loro giocano molto sulle fasce e sono in diversi presenti in zona palla. Hanno l’allenatore migliore insieme a Gilardino. Gli arbitri si autodenunciano quello che gli pare. Al tempo, potendo correggere i miei temi di persona, mi sarei sempre dato la sufficienza. Oh, fate sentire l’audio e il fermo immagine di questo ( da Calcio e finanza):
“L’inchiesta ha lo scopo di scoperchiare la galassia delle plusvalenze e delle fatture false, in particolare le operazioni di cessione dei calciatori tra club a partire dal 2018 (compresi i 7 transitati dalla Juve alla Samp, e viceversa)”. Sempre in pista le vergini di San Salvario in Torino. Più che un fermo immagine si va verso un qualche stato di fermo alla Continassa per escludere possibili inquinamenti di prove.

Mordechai

Zona palla?

Cuore ross/azzurro

Buongiorno a tutti. C’è una cosa che mi preme dire: per natura l’essere umano è spesso portato a idealizzare il passato. Ecco perché p.e. la musica delle nuove generazioni è sempre peggio di quella che ascoltavano i genitori, i ragazzi di oggi sono imbecilli mentre noi eravamo tutti in gamba, si stava meglio quando si stava peggio ecc. ecc. Questo succede principalmente perché si tende a dimenticare gli aspetti negativi del passato, mettendone in luce solo alcuni lati positivi. A mio modesto avviso non è che il periodo VAR per gli arbitri sia peggiore del periodo pre VAR. Io ho ancora un ricordo vivissimo della testata di quel signore di Bonucci a Rizzoli, o della panchina della Juventus che salta tutta in piedi infuriata a circondare minacciosamente l’arbitro per fargli annullare un gol regolarissimo al Catania, e si potrebbero elencare decine e decine di questi attacchi irrispettosi ai giudici di gara, ovviamente non soltanto da parte della Juventus. Il fatto che al momento la favorita degli arbitri sia un’altra squadra fa ovviamente imbestialire i tifosi juventini, che così stanno scoprendo come ci si sente a stare “dall’altra parte”, mentre i tifosi delle non strisciate ci sono abituati perché tanto storicamente favoritismi ne hanno ricevuto sempre pochi. Altra storia è invece, come sottolinea il nostro blogmaster, la grande occasione che abbiamo avuto di migliorare la situazione con l’avvento della VAR e che abbiamo, questo si, miseramente sprecato, per colpa dei soliti favoritismi che inficiano la fiducia nei giudici di gara. Forse l’unico modo per salvare il salvabile è punire gli allenatori e le panchine irrispettosi alla moupiagno e al contempo mettere davanti alle proprie responsabilità gli arbitri che sbagliano, come hanno fatto p.e. con Serra dopo Milan Spezia. Forse…
Saluti

Gbp

Il tuo ricordo VIVISSIMO si riferisce a questo fatto??? Forse hai bisogno di qualche aiuto

IMG_20240113_185832.jpg
2010 nessunoo

Bello scegliere il fotogramma che fa più comodo eh? Però la partita all’epoca l’hanno vista in tanti….

incredibile amisci

Dai, non stare troopo comodo, fai uno sforzo, guardati il video. Perfino un impostore settantenne si accorgerebbe che non vi è stato nemmeno uno sfioramento.

Voui veramente continuare a farti ridere dietro?

2010nessuno

Magari possiamo vedere questa e ricordare che Rizzoli punì comunque Bonucci col giallo per l’atto di arroganza del testa contro testa che fece con l’arbitro, perchè quello fu, non una testata perchè altrimenti, sempre come dichiarò Rizzoli all’epoca, altro che giallo…questo perchè è facile orientare delle immagini a favore delle proprie tesi scegliendo i fotogrammi. e no non ho paura di far ridere, non te almeno che difficilmente potresti ridere che sei perennemente sull’isterico come si capisce leggendo i tuoi post

la cassazione

Parli di fotogrammi comodi e, in risposta, posti una serie di fotogrammi. Dai quali, notoriamente, non si può che ricavare lo sciacciamento dell’immagine bidimensionale, a seconda della prospettiva. Il fotogrammi che posti tu, infatti, non sono altro che il reverse di quello postato sopra da @Gbp. Il video non lascia alcun dubbio, filamndo tutta l’azione.
Si, hai ragione: non fai ridere, fai pena.

la cassazione

Incredibile! “All’epoca l’hanno vista in tanti”

Non gli bastano documentazioni video (che possono vedere dappetutto, postate anche qua, ma repiribili in rete già pochi giorni dopo la partita – per qualche giornio furono fatti sparire per alimentare il “racconto” e portare avanti la propaganda) che testimoniano che quel che si tramanda, non è MAI avvenuto.

Ma si può essere più meschini e bugiardi? L’esempio di come il racconto mediatico possa deturpare perfino la retina delle persone.

Bocca, lei chiedeva il ritorno a 50 anni orsono, per ristabilire la gerarchia dei valori in campo e fuori”, ma poi lascia che sul suo blog, nonostante le prove certe e inequivocabili, si svillaneggino ancora arbitri continuando a tramandare leggende metropolitane per analfabeti funzionali.

Ma dove vivono, che vita hanno fatto, persone tanto vili capaci di mentire anche di fronte all’evidenza. Gente così avrebbe un bisogno disperato di finire in tribunale sotto giuramento. Incredibile.

2010nessuno

Guarda non mi offendo tranquillo, come potrei di fronte ad una persona che si pone con questi termini così angosciati per una partita di calcio? lascerei perdere il calcio fossi in te, perchè se veramente la pensi come scrivi, temo possa procurarti dei danni per la salute, dico sul serio.

Fever Pitch

Scegli uno dei tre video, ciccino.

 

 

E poi a cuccia.

Modifica il 1 mese fa da Fever Pitch
Roma Roma bella

La testata non c’è mai stata, venne fuori quasi subito che si trattava di una bufala. Credo fosse il 2016, lo ricordo bene perché allora, senza il grande condottiero che ha ottenebrato le menti di quasi tutti noi giallorossi (ma non tutti, e per fortuna anche molti altri stanno aprendo gli occhi), stavamo sempre al secondo o terzo posto ed eravamo noi a fare le pulci ai bianconeri… Ma se racconti ancora bufale dopo 8 anni, come puoi pretendere di essere preso sul serio sul resto?

Murr

Quando Bonucci gli ha dato la testata l’arbitro era rinchiuso nello spogliatoio?

Modifica il 1 mese fa da Murr
Fever Pitch

“Io ho ancora un ricordo vivissimo della testata di quel signore di Bonucci a Rizzoli…”

Si potrebbe derubricare a ricordo di un mitomane, se non sapessimo tutti che lo scrive è solo un mentecatto in mala fede.

Le testate che fanno più male infatti, per le menti deboli come la sua, sono quelle indotte dal mefitico racconto mediatico che sfocia nel sentimento popolare, i cui effetti persistono nel tempo nonostante infinite testimonianze della realtà vera.
Si dovrebbe vergognare, ma per farlo, dovrebbe disporre di una coscienza intelelttuale di cui le menti deboli non sono dotate. 

Qui ben tre video differenti che dimostrano inequivocabilmente che non vi fu alcuna testata, tanto che perfino la fanzine rosa, dopo aver partecipato alla solita mistificazione, fu costretta ad ammetterlo pubblicando il video, seppur quasi di nascosto e a tre giorni dall’accaduto.


 


 


 

“Il fatto che al momento la favorita degli arbitri sia un’altra squadra fa ovviamente imbestialire i tifosi juventini,..”

Non pago, il poveraccio prosegue nei luoghi comuni reiterati dal racconto mediatico, ovviamente ignorando fatti e statistiche.

Infatti, pur mantenendo dei fondamentali impressiontemente bassi per ciò che riguarda il saldo rigori e le chiamate Var, le ultimi sei stagioni dopo l’istituzione del Var, segnano comunque un’inversione di più 40% rispetto ai dati delle ultime sei stagioni pre-Var, che vedevano la Juventus ultimissima tra le Big (o cosiddette tali). Tanto per far capire, come ci si è sempre sentiti da “questa parte”, senza aggiungere le infamie di una in-giustizia sportiva tarata sui desiderata dei mafiosi dell’Uefa.

Ma lla patetica intemerata moralista prosegue…

“Forse l’unico modo per salvare il salvabile è punire gli allenatori e le panchine irrispettosi alla moupiagno e al contempo mettere davanti alle proprie responsabilità gli arbitri che sbagliano…”

Tanto per dire delle “non strisciate”, risulta che Mazzoleni in campo e Orsato al Var, vennero puntiti per questo incredibile errore che lasciò Koulibaly senza espulsione e senza rigore fischiato contro?

No! Ma risulta che Orsato e suoi parenti ricevettero minacce di morte, dopo la mancata ammonizioni a Pjanic per un fallo a centrocampo. No! Ma risulta che Orsato, ritenuto, uno dei migliori arbitri del mondo, venne ricusato da una dirigenza infame per ben 3 anni, con il benestare dei vertici dell’AIA.

E potremmo continuare all’infinito…

Cuore ross/azzurro

Vedere come blaterate voi poveracci appena vi si tocca negli affetti (Rocchi, Rizzoli,ecc.) è senza prezzo. Continua così, fammi ridere😉

Modifica il 1 mese fa da Cuore ross/azzurro
Fever Pitch

Certo che ridi, come no… Siamo tutti sicurissimi che non stai avendo una crisi di nervi di fronte all’implementazione della collezione delle tue leggendarie figure di merda. Che mezzesega, basta un video e ti crolla il castello miseramente eretto per otto vivissimi lunghi anni.

incredibile amisci

Incredibile amisci!!! Rocchi e Rizzoli che con affetto cercano di aiutare la Juventus…

Rocchi:
Decissimo come sempre, allora in campo come ora al Var… 😂
(partita poi vinta per 1-2 dal Milan)

Rizzoli:
Gol annullato a Pjanic per gioco pericoloso di Bonucci (sempre lui!) a sei metri da Donnarumma, ma dopo un esemplare protesta con suggerimento nella riunione di condominio con tutta la rosa del Milan, eh…😂
(partita poi persa per 1-0 dalla Juventus)

Rizzoli:
Rigore per fallo di ascella di Isla😂
(partita persa per 1-0 dalla Juventus per il rigore trasformato da Robinho)

Incredibile amisci!

Il mattino ha loro in Bocca

…se solo ne valesse la pena…

Incredibile amisci

Si, solo per il fatto di sapere che li legge tutti e impazzisce. Perché se c’è una cosa che i paranoici fanno e riconoscere la verità per poi negarla.
E questo vale livello da “incredibile amisci!”.

quello malato sul serio

be’, ai miei tempi c’era molta brutta musica, ma almeno fatta da chi sapeva cantare e suonare;
quanto alla testata, chi sono io per toglierti le illusioni?

Cuore ross/azzurro

Quindi dimentichi che alcuni dei più grandi miti del passato fossero assolutamente incapaci di cantare e suonare, per loro stessa ammissione, gente tipo sex pistols, Ramones o più recentemente Nirvana. Il fatto piuttosto è che siccome sono miti generazionali è vietato dire che fossero scarsi, la stessa incapacità mostrata magari da qualcuno odierno è invece sinonimo di chiavica. È sempre stato così e sarà sempre così, ricordati cosa dicevano i tuoi genitori della musica che ascoltavo tu. Ma d’altronde chi sono io per toglierti le illusioni?

Murr

come al solito mi è scappato Invio e non ho avuto il tempo di continuare;
considerando la musica che va di più, chiamiamola leggera, è indubbio che fino a qualche lustro fa suonatori e cantanti (pur facendo, a mio giudizio, pessima musica) sapessero suonare e cantare, adesso molti no;
credo dipenda dal fatto che prima bisognava passare per forza da una casa discografica e c’era selezione, ora non è indispensabile;
eppoi, saper cantare e suonare non significa fare per forza della buona musica, come si può fare della buona musica malgrado stecche vocali e tecnica strumentale rudimentale;

Murr

be’, non per nulla i SP erano La più grande truffa del r’n’roll;
hanno avuto il pregio, con altri, di scartavetrare la patina laccata che purtroppo si era depositata sul rock in seguito alla decadenza della Progressività Ristretta;
ma il Prog non è mai morto: Patti Smith, Talking Heads, CCCP/CSI, e altri appartengono alla Progressività Generale -adesso non saprei, ho perso un po’ il contatto con il panorama musicale attuale;

Kit Carson but can change if unappropriate

da antologia l’episodio di Mile Davis che racconta nella sua biografia della jam con Hendrix e di come ci fosse restato di sasso nel constatare che non sapesse leggere il pentagramma.

e a proposito di “saper cantare e suonare”, a battisti per dire, all’inizio gli rinfacciavano di aver una brutta voce e di non saper cantare solo perchè non ripondeva ai canoni del momento, eppur…

Modifica il 1 mese fa da Kit Carson but can change if unappropriate
Mordechai

“Ovviamente non soltanto da parte della Juventus”.
Bene.
Però, guarda caso, fra i millemila episodi che potevi citare, vai a “selezionarne” solo due che riguardano la Juventus.
Bene.

Cuore ross/azzurro

Sono quelli che mi sono rimasti più impressi, il secondo per ovvi motivi…

Mordechai

Ovvio, come dubitarne?

Cuore ross/azzurro

Se sei di memoria corta guarda qui e capirai la rabbia che provato allora e quanto la situazione non fosse diversa da quella odierna, se non per la squadra favorita

Il mattino ha loro in Bocca

visto il livello delle tue farneticazioni, non si capesce dove ti sarebbero rimasti impressi.

Bombaatomica

Il fermo immagine del momento esatto dell’episodio tanto contestato, con il labiale dei giocatori… 😂😂😂

Derby 1-0.jpg
Bombaatomica

Derby LAZIO-roma.
SALA VAR.

Arbitro 1: Ahò, Orsà, ma che nun dai rigore su Castellanos?!!! Ma che te sei rincojonito? Ferma subbbito er gioco e va a guardà er monitor.

Arbitro 2: Si, ‘nfatti. Testa de cà, corri subbito ar VARRE 😂

Orsato: Si, colleghi, è rigore tutta la vita. C’avete ragione. Je lo dò, a sti bravi giocatori della LAZIO, che se meritano d’annà in vantaggio.

Arbitro 3: Bravo, imbecille. Sennò a fine gara rischiavi la carotide 😂😂😂

Drin…. drin…. 📞📞📞☎️

Arbitro 1: Pronto? Pronto? Chi rompe li cojoni in questo momento topico? Ah è lei. Come dice?!!!! Dovemo annullà er rigore? Uhm…. e che ce dà in cambio?
Cheeeeee!!!! L’abbonamento alla roma? Cojò, guarda che la Juventus ce mette a disposizione 3 Fiat Duna 😂😂😂

Arbitro 2: Ma chi era sto rompicojoni?

Arbitro 1: Quer pezzente de Fredkin… 😂😂😂

commentanonimo

Gli arbitri costano qualche milione all’anno e li paga la Lega alla FIGC che li gira all’AIA. Un arbitro prende una quota fissa più una diaria. Un arbitro costa per partita 1/50 di Mourinho. La Lega dà alla FIGC una quota arbitri pre-divisione degli introiti. In sintesi, gli arbitri guadagnano poco rispetto ai soldi che girano e non ci sarebbe nessun motivo per cui il Verona o il Bologna siano penalizzati più della Juve o dell’Inter, cito a caso, visto che i soldi sono dati dalla Lega, cioè da tutti, prima della divisione degli introiti. Ovviamente a meno che non girino soldi sotto o ci sia un meccanismo perverso per cui favorire alcune squadre aiuti nell’essere selezionati, mentre favorire altre squadre danneggia. Questa è la sintesi di come stanno le cose da una parte. Dall’altra, c’è la generale maleducazione del mondo del calcio, visibile già ai regionali allievi, come dice Luigi. Più che di torre d’avorio ci sarebbe bisogno di una revisione radicale dello status di arbitro, come non so, e di un chiaro meccanismo premiale e punitivo per dirigenti che si comportano bene o male. I calciatori li terrei fuori, loro durante la trance agonistica non sono tenuti a controllare sempre la lingua, secondo me. La discrezionalità data all’uso del Var non ha un senso, a meno che sia parte di un tentativo di dare soggettività ad uno strumento oggettivo, il che puzza.

Modifica il 1 mese fa da commentanonimo
Sergiod

Il post di Luigi racconta la realtà di uno sport che noi italiani , tesserati e tifosi, abbiamo ridotto a un surrogato.
Dovremmo fare tutti un passo indietro ma non accadrà. Gli enormi interessi economici dei club più blasonati (alcuni ricchi in realtà non lo sono più) , la debolezza della categoria arbitrale che ha avuto un grande cambio generazionale e che è si è abituata a sopportare o addirittura subire la prepotenza dei giocatori, dei dirigenti e degli staff, l’illusione che il Var, con regole per me spesso inconcepibili, fosse la soluzione di una virus probabilmente inguaribile (la convinzione dì essere derubati dagli avversari) hanno raggiunto un livello insostenibile.
Ma si va avanti, come si suol dire, sino alla fine, sempre più convinti che la corruzione dilaga ed impera.
Quando vinceva la Juve era perché gli Agnelli avevano in pugno gli arbitri, stesso discorso per l’Inter di Moratti e il Milan di Berlusconi, tutti ladri.

Il risultato è che il nostro calcio è diventato il campionato più polemico del mondo, senza più credibilità neppure tecnica e con un futuro molto grigio. La colpa però è sempre degli altri, questa è la sub-cultura dominante e non solo sui campi da calcio.

Obizzo da Montegarullo

Vivo la realtà dei campionati amatoriali, dopo più di trent’anni di arbitraggio ora faccio l’osservatore, e posso dirti che il livello di polemica nei confronti degli arbitri, gente che si muove per diarie di trenta euro, non è minore. E lì non c’è il VAR e neanche gli assistenti sono arbitri ma tesserati messi a disposizione delle squadre e alla prima, inevitabile, svista partono le polemiche del pubblico (sia pur scarso), le lamentele dei giocatori e delle panchine, non parliamo poi quando di mezzo ci sono i rigori, arrivano le accuse addirittura di complotti (ma allora ce l’avete con noi), ecc.. A stretto termine di regolamento, se uno non si foderasse le orecchie con un po’ di prosciutto, la metà delle partite non finirebbe per esaurimento dei giocatori per espulsione.
Purtroppo questa è la realtà, una realtà che ormai accettiamo come normale ma che normale non è.
Certo, non mancano società e giocatori corretti che si rendono conto che senza questi masochisti chiamati arbitri addio divertimento del Sabato pomeriggio, ci mancherebbe, ma sono purtroppo una minoranza.
Quello del calcio è purtroppo un ambiente malato fin dalle radici, ma non saprei immaginare la cura.

clauful

Ok, ma qualcuno potrebbe spiegarmi la logica dell’episodio accaduto in Inter-Verona?
Sono stati pubblicati gli audio arbitro-var e si sente chiaramente il varista (Nasca?) notare la gomitata di Bastoni in diretta, tanto da “implorare” (evidentemente quando non in collegamento audio) l’arbitro (Fabbri?) di fermare il gioco.
Questo non accade, il gol viene segnato ed iniziano i controlli col var.
Quello che non capisco è come mai il varista a quel punto si concentri esclusivamente sulle posizioni di fuorigioco ed ignori completamente il fallo da gomitata.
Ma come? 10 secondi prima ti eri “indignato” per il fallo non dato e dopo non ne fai nemmeno un accenno all’arbitro quando ne hai la possibilità??
Sinceramente non capisco, è perché non avrebbe potuto cambiare la decisione visto che si tratta di un fallo di gioco visto e non giudicato tale dall’arbitro in campo e quindi non soggetto al var?
Anche se fosse così, assurdo che non ne parlino nemmeno quando l’azione viene vivisezionata, boh!

Obizzo da Montegarullo

Ma Fabbri che risponde: “Quando è caduto dopo il contatto mi ha guardato e si è ributtato giù, questa è furbizia! È furbizia!”?
Vedi, se non lo sapessi, l’arbitro è un essere umano e in genere agli umani non piace essere presi per il naso, ora il tipo del Verona dopo aver tirato per la maglia Bastoni e avendone ricevuto un cambio un colpo con l’avambraccio (o cl gomito, non è chiaro) cade come fulminato, l’arbitro lo vede e quello fa un po’ il furbo: alza la testa, guarda l’arbitro e solo dopo si mette giù a soffrire. L’arbitro, magari sbagliando non dico di no, si è sentito preso in giro (avrà pensato: se fa così vuol dire che non ha preso nessun colpo, al massimo una spintarella) e ha lasciato continuare.
Questo spiega anche perché l’azione non è stata rivista al VAR: Fabbri aveva visto e giudicato, magari male non dico di no per la seconda volta, ma evidentemente era convinto di aver visto giusto, o credi che si divertano a finire in mezzo ai casini?
Non ci sono complotti, solo un (presunto) errore. E un arbitro che forse non è proprio una cima…

Obizzo da Montegarullo

Non so se lo annulla, ma questo continuo giochino a tentare di fregare l’arbitro è insopportabile, durante la mia lunga carriera di arbitro amatoriale (più di mille gare di calcio a 11) la cosa che mi infastidiva di più era capire, perché poi in qualche modo lo capisci, di essere stato fregato (ovviamente, non essendo Lo Bello, mi è capitato più di una volta). Altrettanto ovviamente il “fregatore” entrava in una speciale lista di persone inaffidabili e, a meno di evidenze al 101%, niente più fischi a favore.
Come ho già scritto sopra gli arbitri, anche se pare impossibile, sono uomini (quasi) come gli altri… 🙂

Modifica il 1 mese fa da Obizzo da Montegarullo
cipralex

Il problema a mio avviso è il protocollo VAR che o non è chiaro agli stessi protagonisti oppure è una leggenda, non esiste, e ognuno fa come gli pare.

Io credo che se il VAR intervenisse solo sulle situazioni oggettive (fuorigioco) e poi un paio di volte su richiesta delle squadre in campo diminuirebbero di molto le polemiche.

Darioski

Non ci illudiamo. Ci scanneremmo sugli episodi avvenuti oltre le due richieste delle squadre. Un arbitro in “malafede” potrebbe volutamente “agevolare” dette richieste per fare come gli pare successivamente. Io introdurrei il televoto

il radarista

E così, il miglior prospetto del Napoli, Zanoli, va alla Salernitana. Come volevasi dimostrare. Il nostro Presy, ADL, non solo non ha alcun rispetto per chi lavora con lui, ma non capisce niente neanche di calcio.E si faccia consigliare una buona volta. Zanoli è bravo sia in difesa che sulla fascia destra ed è l’unico che può sostituire Di Lorenzo e Politano. E lui che fa? Lo manda alla Salernitana. E’ proprio vero, gli Dei rendono ciechi coloro che vogliono uccidere.

mario rossi

bocca, non mi è chiaro come abbiano fatto ad avere abitabilità e certificazione energetica ma probabilmente nella torre d avorio si vive bene e sono restii ad uscire.

Ceunsolocapitano

Proprio cosi, niente altro da aggiungere

Il mattino ha loro in Bocca

rispolvero un vecchio adagio: #varout

luottardi

Bravo Bocca cominci a supportare il VAR su challenge e si cominceranno a togliere un po’ di appigli (non tutti) ai mestatori nel torbido, agli arruffapopolo.

PS
VarSuChallenge,VaRsuChallenge,
VarSuChallenge,VaRsuChallenge…adnauseam!

Luigi

Caro Bocca, ho provato a seguirti nel ragionamento che hai fatto, sinceramente non riesco a trovare il bandolo della matassa. Non so se ricordi i miei post di qualche tempo fa, quando ero più presente, ne parlai a lungo, e lo feci perché ho amato e amo il gioco del calcio per davvero. L’ho giocato a lungo, ho smesso che avevo oltre i 50 anni (calcio giocato), però non ho avuto il coraggio di lasciarlo del tutto e per un paio d’anni mi sono divertito a seguire una squadra. Niente di che, parlo di cose dilettantistiche, e le cose anche giudicandole sarebbero rimaste vaghe. Un giorno un mio amico mi prospetto l’idea di fare il “corso” da arbitro (AICS), io non ero convinto, poi per amicizia decisi di accettare.
Alla fine del corso, per ottenere l’attestato di arbitro e poter arbitrare, fummo esaminati da PAIRETTO (si, proprio lui). L’esame andò bene e l’associazione arbitrale, con il benestare della FIGC aveva in quegli anni diversi campionati, in particolare quelli dei più giovani erano divisi per classe di età (come i militari). Cominciai con i ragazzini di 14/15 anni, e fu un’esperienza terribile per me! Quello che vidi in quei campetti di periferia mi lascio di sasso e mi scoraggio per davvero! Ogni partita era una specie di guerra, MA NON IN CAMPO! Bensì sugli spalti. Con genitori che vedevi trasformati per come si comportavano! Racconto un solo episodio altrimenti non riuscirei ad arrivare al nocciolo. In un’azione concitata un ragazzo colpì un suo avversario nella caviglia, facendole male per davvero. Il ragazzo che lo aveva colpito, era sbiancato in volto, si avvicinò per chiedere scusa, per cercare di dire che gli dispiaceva moltissimo. Mentre questo succedeva il padre dagli spalti cominciò ad urlargli contro, insultandolo incredibilmente, perché secondo lui non doveva fare la donnicciola, anzi lo invitava a essere più risoluto. A quel punto il padre del ragazzo colpito reagì furiosamente, scatenando una rissa gigantesca!
Tornai dal designatore e gli chiesi di non mandarmi più dai ragazzini, preferì affrontare subito i grandi.
Con questo preambolo, voglio spiegare che, purtroppo, le cose non sono così semplici come qualcuno crede. Certo c’è differenza tra chi arbitra a livello professionistico e chi lo fa tra i dilettanti. Quello che non cambia però è una cosa che nessuno valuta più, i giocatori in campo si accorgono dal primo fischio se l’arbitro è capace oppure si possono divertire, con al differenza che nei campi di periferia, un arbitro non all’altezza rischia grosso per davvero! Non ha la polizia che interviene, il più delle volte è solo con i guardalinee, e in certi campi se fai cazzate (scusala parola), sono problemi seri!
Detto questo cosa intendo? Voglio dire che in questi ultimi anni, in particolare con l’introduzione della VAR, i vertici arbitrali e IFAB, hanno cominciato a manomettere il Regolamento Gioco Calcio, e non per una reale necessità. lo hanno fatto per rendere la comprensione delle casistiche sui falli, quasi inaccessibile per chi già faticava a comprendere il Regolamento. In Particolare metto sotto accusa i Protocolli, che oggi sono diventati una sorta di mistero! Non si riesce più a capire quale sia la procedura.
Potrei fare tanti esempi, ne faccio uno solo. Riguarda l’intervento della VAR in occasione di una rete. Da quando la VAR è operativa, solo nelle partite della Juve ho assistito ad una sorta di riavvolgimento del nastro, che rivede l’azione anche diversi secondi prima, tipico è il gol annullato a Kean. Bene, chiunque si voglia togliere lo sfizio, quando l’azione partì, l’arbitro era ben posizionato, vicinissimo e con la visuale libera, al punto che fece cenno di continuare perché per lui non c’era alcun fallo.
Problema. CI è sempre stato spiegato che nelle azioni nella zona centrale del campo, la VAR non può intervenire, perché il giustizio è di pertinenza dell’arbitro centrale, dunque l’azione di quel gol è assolutamente REGOLARE. Perché interviene la VAR invitando l’arbitro a rivedere l’azione, poiché c’è stato un contatto? A velocità normale non mi è parso di capire che l’azione fosse fallosa! Si è sempre detto che il giudizio dell’arbitro è più decisivo di quello della VAR, e la spiegazione è semplice, l’arbitro è in grado di veder da vicino se l’azione è fallosa o no, soprattutto è in grado di valutare correttamente se di fallo si tratta o no!
Bene, permettere che la VAR intervenga quando l’arbitro ha già giudicato, riavvolgere il nastro come hanno diverse volte e sempre contro la Juve, mi permetta il sospetto che la partita sia indirizzata fuori dal terreno di gioco è più di un sospetto! Soprattutto quando questa tipologia di intervento non è mai capitata a nessuna squadra, vedi contatto/gomitata di Bastoni, per citare un episodio recente e farne una tipologia di confronto! Con la differenza che l’azione KEAN aveva l’arbitro vicino, con visuale libera e lo sguardo rivolto ai due giocatori; mentre l’altro caso, si vede l’arbitro con la postura rivolta il avanti! La beffa si consuma, valutando i due episodi, che se la VAR aveva una ragione per intervenire, l’occasione era nell’episodio di Bastoni! Vi prego di rivedere le due azioni e poi capirete che ho riportato fedelmente le cose e non ci ho messo nulla di più.
In poche parole ho dimostrato come la procedura per l’intervento della VAR è per davvero soggettivo e questo è di una gravità assoluta, perché a voler essere maliziosi dimostra il dolo o malafede.
Chiudo con la mia opinione riguardo alla VAR e la sua infernale procedura, che cambia velocemente mano a mano che appare un qualcosa che gli arbitri non riescono a controllare. Se ricordate l’inizio quando la VAR fu introdotta, pareva che gli arbitri avessero perso potere, e fossero in balio del mezzo meccanico, infatti ogni azione controversa veniva rivista e le decisioni erano conseguenza di ciò che il mezzo meccanico dimostrava, al punto che gli appassionati si fecero l’idea che la novità VAR era giusta e avrebbe aiutato per davvero gli arbitri.
Purtroppo gli arbitri e il potere sopra di loro, non ci pensavano neppure di perdere il loro potere, infatti hanno cominciato a manomettere le regole del gioco, introducendo logiche utili a restituire la famosa DISCREZIONALITA’ agli arbitri, discrezionalità e soggettività direi. infatti oggi, tra arbitri di campo e quelli della VAR sembra abbiano trovato il modo di convivere, a decidere sono le squadre in campo, se c’è qualcuno a cui si deve spezzare le reni sono capaci di lavorare anche sui FRAME delle immagini, per scegliere quella che offre la giustificazione per la scelta che devono prendere!
In poche parole e chiudo, stanno rischiando di rovinare letteralmente il gioco più bello del mondo! Chiedo di perdonare la lungaggine, saluti Luigi

comevolevasidimostrare

Quoto in toto

il ghiro

I Casi Loro – Jamme, jamme, ‘nCoppa jamme jà!!!
1.) La Storia si ripete
Si tramanda che, dopo la tremenda disfatta di Teutoburgo, l’ormai canuto imperatore Ottaviano Augusto si aggirasse sconsolato per le sale della sua reggia sul Palatino, gridando a squarciagola; ” Varo, rendimi le mie legioni!!!” A più di venti secoli da quel tragico evento, corre voce che, dopo la cocente sconfitta di Derby, un altro ormai canuto imperatore, Maurinho I, attraversi furioso i saloni della sua residenza di Trigoria, straziandosi il petto con le unghie e ululando con la bava alla bocca: ” VAR, rendimi le mie ragioni!!!”
2.) Il Gladiatore
Nella grande arena ribollente di folla osannante undici fiere si battono per la loro sopravvivenza, fronteggiate dai più celebrati gladiatori del loro tempo, Sanniti, Traci, Galli, tutti preparati nella “schola” di Trigoria dal più famoso e remunerato “lanista” allora a Roma, il lusitano Maurinho. Tra loro l’agile e veloce reziario Paulo, il corpulento e statuario mirmillone Romelo, il truce trace Mancino, un paio di biondi e membruti barbari ingaggiati per la circostanza, ma stavolta hanno avuto la meglio le fiere, le aquile imperiali. Pollice verso per i sedici sventurati gladiatori, e anche per lo sfortunato “lanista”, forse lo aspetta l’esilio in una remota isoletta del Mediterraneo o magari invece un più confortevole “ritiro” in una climatizzata reggia saudita. Chissà…
3.) Il Ballo dell’Orsato
Il Divino Giudice del calcio italico forse non si aspettava una contestazione così vasta e violenta a 360°, in tanti hanno contestato e criticato il suo operato in diverse fasi della partita. I giallorossi non hanno digerito il rigore decretato per il fallo sul Taty, perfino Massimo Mauro si è “rinzelato”, eccependo sulla decisione punitiva. Tirato in ballo, l’Orsato ha dichiarato sintetico: ” Rigore è, quando Irrati chiama e io fi..Schio.” Finiti i cartellini, Orsato ha cominciato a sventolare bottigliette di birra e una gli è scappata di mano, attingendo un bovino che si aggirava nel prato circostante; l’animale ha reagito emettendo muggiti, subito scambiati dal pubblico giallorosso per ululati a sfondo razzista.    

Modifica il 1 mese fa da il ghiro
cugino di campagna

“Il progresso del InterVar”???

Sono almento tre anni filati che questo strumento viene utilizzato (e non solo in Italia) per tenere a galla una società fallita.

Bocca, ma sta scherzando, vero?

quello malato sul serio

signor Bocca, la ringrazio per, a quanto vedo, non essere stato bannato;
posso chiederle perché alcuni miei post recenti sono stati cestinati?
grazie;

2010nessuno

sul calcio primitivo e tribale che non merita il progresso del VAR sono d’accordo con lei Bocca tant’è :
https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2024/01/12/news/rocchi_arbitri_clima_inaccettabile_errori-421866082/?ref=RHLF-BG-P14-S1-T1

cugino di campagna

Rocchi chi?

Questo che in combutta con il cosiddetto miglior varista del mondo (Irrati) avanzava nella scalata ai vertici dell’AIA?

Qui in uno dei suoi pezzi migliori, quando fece finta di non vedere la francesina di Lautaro su Toloi (da rigore ed espulsione) e si faceva ordinare da Irrati di affrettarsi a far battere il calcio d’angolo, prima che i replay li inchiodassero.

Ma chi vogliono far fessi?

Questo scempio va avanti da tantissimo, troppo, tempo.

Ci mancava solo il moralista da strapazzo a targhe alterne che veniva a fare la lezione sul “progresso del Var”, ma perpiasè! Comico.

lautaro-toloi.jpg
2010 nessunoo

Se ti vuoi aggregare a quel giornalista, buon pro ti faccia, magari avrai l’occasione di esporre e provare, lo spero per te, le tue mirabolanti teorie…

quello malato sul serio

signor Bocca, se non sono stato bannato per aver toccato uno dei suoi intoccabili:

il var ha sanato molti errorI;
il problema è quando all’obiettività subentra la soggettività;
sul fuorigioco non c’è da discutere, se le regole sono queste un millimetro è come un metro, nel caso si passi al concetto di luce;
nulla, credo, si possa obiettare sul gol/non gol;
lo stesso per lo scambio di persona;

rimane l’interpretazione sul tocco di un difensore (difendente dicono gli acculturati televisivi) sulla palla o sull’attaccante e su falli precedenti;
qui c’è poco da discutere non essendoci una valutazione oggettiva, l’unica via di uscita, visto che a volte si retrocede di minuti e a volte no, è la possibilità del challenge;

all’obiezione che si prolungherebbero i tempi delle partite rispondo che basterebbe per non perdere tempo il giallo automatico in caso di proteste dei pedatori;

RM28

Fabrizio, tu vivi fuori dal mondo.
Il VAR sta raccogliendo ESATTAMENTE quello che semina.

Waters

Fabrizio, il vero problema è la lealtà dei giocatori, gente di 80 kg che appena li tocchi cadono come se li avesse picchiati Tyson, vedi la ignobile scena di Dudu appena sfiorato da Bastoni.
Omaggio invece al giovane Bove, ragazzi come questo ci fanno sperare in un futuro calcistico migliore.

Darioski

Il Pio Bove

quello malato sul serio

uhm, adesso capisco e mi dichiaro sconfitto;
tra dare Fabrizio o Bocca c’è chi può e chi non può;

ps
l’avevo capito da un pezzo, non sono un genio ma neanche una DN;

quello malato sul serio

vero, una carezza è spacciata per gomitata;
ah, se tutti i pedatori avessero la sportività di un Materazzi!

PS
digerito bene?

cugino di campagna

Si, davvero ignobile.

Era difficile pestare due merdoni in un solo commento, ma tu non contento di averci ricordardato la vigliacca violenza di Bastoni – Verona furioso col Var (fallaccio di Bastoni prima del 2-1)” cit Bocca -, hai voluto omaggiarci del ricorso storico della lattina di birra e della sceneggiata con cui – DNA non mente – siete riusciti a riemergere da un 7-1.

Animella alla frutta, senza vergogna.

Modifica il 1 mese fa da cugino di campagna
Darioski

Animella alla frutta…coi carciofi vorrai dire. Ma finite sempre a parlare di cibo voi?

Waters

Beh Ivanone, che la partita fosse stata falsata lo dimostrano le due ripetizioni, quattro pere a Milano e zero a zero al ritorno….ciaoooo tedeschi, le birre si bevono non si buttano in testa ai calciatori avversari, a proposito, salutami i fari di Marsiglia😂😂😂😂…..anima mia nella stanza sua

Mordechai

Quella contro il Borussia M., in effetti, è stata, è e sara, per saecula saeculorum, una figura di merda di dimensioni bibliche.
Buona notte a todos.

Giorgio Bianchi

E quelle di Marsiglia e Madrid dove le vogliamo mettere? Sono forse, anzi senza forse, altrettanto bibliche.😎

Modifica il 1 mese fa da Giorgio Bianchi
cugino di campagna

Allocco azzurro(nero), a Marsiglia non venne ripetuta nessuna partita, nessun premio interVar style, al contrario venimmo puniti ed esclusi dalle coppe europee per la stagione successiva.
Mettiti ancora in mutua, che fai più bella figura, smidollato.

Mordechai

Se ti riferisci a quello che è stato pur sempre un 3 a 1 della Juve al Bernabeu, sei proprio fuori strada.
Quell’uno a sette umiliante, invece, resterà nella storia.

Giorgio Bianchi

Beh le cose dette e fatte da Buffon e Chiellini dopo per me sono peggiori di una sconfitta subendo 7 gol.

Cortesemente informa pure Il coglione di campagna che invece dovrebbe andarsi a nascondere per la vergogna, se mai fosse capace di capire, perché è vergognoso che si si possa, persino pensare, di giustificare il massimo dell’antisportivita’ che rappresentò l’abbandono del campo nella speranza di evitare una sconfitta sul campo. Digli anche che l’anno di squalifica fu il minimo sindacale , ma che comunque non potrà mai cancellare quella che fu una figura di merda, come hai detto tu biblica, fatta a livello mondiale. Spiegarglielo tu al coglione che io non ci provo neanche. Se non ti dispiace gli puoi spiegare sempre a lui il coglione di campagna che io detesto cordialmente tutte e tre le strisciate per antonomasia?
Grazie mille.

Modifica il 1 mese fa da Giorgio Bianchi
Mordechai

Un conto sono le cose dette da quei due baluba, che io peraltro non ho mai condiviso, un conto sono le tre pere che quella sera rimasero nel gargarozzo ai madridisti, che se la fecero nelle mutande fino al novantesimo.
Quell’uno a sette, invece, rimarrà scolpito nella roccia per sempre, come sul Monte Rushmore.

Giorgio Bianchi

Per l’appunto! Una grande prestazione, sporcata, anzi annullata da commenti e comportamenti gravemente indegni!
La sconfitta invece appartiene al calcio e, anche se di dimensioni anomale, rientra nel fatto sportivo.
Addirittura scolpita sul Rushmore,dai…😄

cugino di campagna

Il solito allocco mistificatore da strapazzo che tenta di far passare come “mitico” il punteggio della sconfitta dell’Inter, mentre era chiaro ed evidente a tutte le persone che non vivono di mala fede e rimborsi della mutua, che si stesse parlando della penosa sceneggiata atta a far sospendere la partita e trovare il modo – DNA irrecuperabile! – per farsi riammettere alla competizione. D’altronde da un Alloccalemao cosa ci si deve aspettare?

Modifica il 1 mese fa da cugino di campagna
Giorgio Bianchi

Farò un eccezione coglioncello, ma è l’ultima.
🤣🤣🤣🤣

cugino di campagna

Allocco azzurro(nero), sarà dura domani riprendersi dal fine settimana libero e rimettersi in mutua, vero?

99
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x