Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Inter o Juventus? Attenzione, qui lo scudetto sta davvero diventando una lotteria. VOTA IL SONDAGGIO. Rabiot spaventa l’Inter: il suo gol vincente alla Roma, riporta la squadra di Allegri ad appena -2 dalla vetta.  Allegri medita il colpo più grande della sua carriera e poi la clamorosa uscita di scena. Posto che Ancelotti è il numero 1 degli allenatori italiani, chi ci mettiamo subito dietro? Spalletti, Conte, Mancini… oppure proprio Allegri? Al Milan invece, il gol di Pulisic al Sassuolo salva la panchina di Pioli, mentre Ibrahimovic è impegnato in “Natale a Miami”. Basta un gol per cambiare interi destini… – 🎙️ IL  PODCAST

Inter o Juventus? Chi vincerà lo scudetto 2023-2024?

Ascolta “Juventus, Rabiot Divin Codino come Baggio. E Allegri insegue Ancelotti (ep. 50, 31 dic 2023)” su Spreaker.

 

SERIE A 2023-2024

GIORNATA N. 18

Venerdì 29 dicembre 2023

Napoli – Monza 0-0

Fiorentina – Torino 1-0

Genoa – Inter 1-1

Lazio – Frosinone 3-1

Sabato 30 dicembre 2023

Atalanta – Lecce 1-0

Udinese – Bologna 3-0

Cagliari – Empoli 0-0

Verona – Salernitana 0-1

Milan – Sassuolo 1-0

Juventus – Roma 1-0

CLASSIFICA DOPO 18 GIORNATE

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 19

Venerdì 5 gennaio 2024

Bologna – Genoa 20.45

Sabato 6 gennaio 2024

Inter – Verona 12.30

Frosinone – Monza 15.00

Lecce – Cagliari 18.00

Sassuolo – Fiorentina 20.45

Domenica 7 gennaio 2024

Empoli – MIlan 12.30

Udinese – Lazio 15.00

Torino – Napoli 15.00

Salernitana – Juventus 18.00

Roma – Atalanta 20.45

***

 

Il Divin Codino di Rabiot

L’ultimo gol del 2023 viene da un giocatore della Juventus che dopo averne fatto uno pesantissimo alla Roma si aggiusta il codino a favore di telecamera. E’ impossibile e irriverente ovviamente fare un accostamento a Roberto Baggio, ma il pensiero impertinente passa comunque per la testa e il richiamo ci dice che il francese è un giocatore ben più importante e più bravo dello stereotipo che ci eravamo fatti.

  Ormai questo è il quinto campionato di Rabiot alla Juventus, il centrocampista ne è diventato un colonna e oggi come oggi forse ne è anche il leader, il giocatore principale. Ha preso lui cioè quel ruolo che prima aveva Chiellini, per statura, anzianità, carisma. Rabiot ha faticato molto a strapparsi di dosso l’etichetta di bidone, in quanto anche lui finito nel tritacarne di anni sbagliati e troppo complicati.

  Un personaggio molto facile da attaccare: poco simpatico, altezzoso, narcisista, presuntuoso, un’ingombrante madre manager che lo ha sempre presentato come Platini e fatto retribuire tanto, ovvero troppo, conseguenza. Alla prima che sbagli, stanne sicuro, tutti addosso. Ed effettivamente per un lungo periodo di tempo Rabiot bidone lo è stato.

   Rabiot oggi è la bacchetta magica di una squadra che alla sofferenza  di un attacco fin troppo stitico e quasi mai all’altezza del compito, lsopperisce interpretando perfettamente molte delle Variazioni Goldberg di Allegri. Che possono andare da Gatti a Rabiot appunto. 

  Il gol di Rabiot alla Roma porta la Juventus direttamente a ridosso dell’ Inter. Di fatto azzerando tutte le chiacchiere che sono state fatte sulla superiorità della rosa interista: potrà anche esserlo da un punto di vista strettamente formale, forse dell’ampiezza e forse anche del picco di un giocatore o due, ma nei fatti poi le due squadre lì stanno e sostanzialmente si equivalgono. Dalla teoria insomma si passa alla pratica, su un terreno dove Allegri gioca meglio e con molto più cinismo.

Subito dietro Ancelotti,  Spalletti, Conte, Mancini… O Allegri? 

Già perché alla fine anche i discorsi sulla Juventus di Allegri che vince di corto muso e pensa solo ai risultati e l’Inter di Inzaghi che invece ha un gioco più ricercato e corale, mostrano tutta la debolezza del ragionamento teoretico applicato al calcio. Che per natura è invece uno strano mix, mai perfettamente replicabile in provetta, e che comprende un po’ tutto, anche e soprattutto una certa indefinita percentuale di casualità. Per non dire volgarmente “culo” in un linguaggio più consono alla taverna in cui ci troviamo.
In questo momento alla Juve gira meglio ed è come il ciclista che ti si appiccica alla ruota e ti mette pressione.

  Qualcuno dice che se Allegri vincesse questo scudetto raggiungerebbe il vertice della sua sapienza e arte calcistica, sarebbe insomma l’impresa più alta tra le tante compiute in bianconero. Il suo mestiere è stato messo duramente alla prova da infortuni, assenze e dal dover, per forza, gettarsi sul lancio di nuovi giovani, cosa per cui non andava certo famoso.

  Ben informati sostengono che la sua segreta voglia sia quella di vincere e andarsene, nonostante il contratto in scadenza nel 2025 e che la sua panchina sia destinata ad Antonio Conte. Ma ammetto che qui siamo con un piede dentro al Fantacalcio.

  Comunque vada a fine stagione è probabile che si debbano rivedere categorie e giudizi e ricollocare Allegri in una diversa posizione della nostra ideale graduatoria degli allenatori italiani. Posto che in cima alla classifica c’è sicuramente Ancelotti, che infatti il Real Madrid si è ben preoccupato di chiudere nella sua prigione dorata, subito dietro chi ci mettiamo? Spalletti, Conte, Mancini o appunto Allegri?

Milan, Pioli salvato dal gol di Pulisic

 Un gol ormai fa la differenza, anche se può pesare in maniera molto diversa. Del gol di Rabiot si è detto. Ma che differenza c’è con quello di Pulisic, che ha avuto lo stesso effetto e permesso al Milan di battere il Sassuolo e far tirare un sospiro di sollievo a Pioli? Io credo che di fatto non ci sia alcuna differenza, solo che la Juve sugli 1-0 e i gol di corto muso riesce a costruire un campionato e addirittura a lottare per lo scudetto.

  Il Milan di gol ne fa anche di più ma la sua è una stagione angosciante, e Leao non può ripararsi dietro ad alcun alibi. Mentre Vlahovic invece può farlo benissimo. Non ci fosse stato quel gol di Pulisic adesso staremmo processando Pioli e la stessa società, con il nuovo dirigente di riferimento Ibrahimovic che se la svacanza sulle spiagge della Florida in “Natale a Miami, si starebbe domandando se esonerarlo oppure tirare avanti ancora un po’. 

  Tutte le prime squadre della classifica hanno segnato davvero col contagocce. Per la maggior parte del tempo abbiamo assistito a un calciaccio noioso e da batteria. Con troppa paura addosso.
Da Rabiot a Pulisic, da Arnautovic a Ranieri ogni gol diventa davvero pesante come il piombo e sposta da solo destini interi.

***

Approfitta, fatti un giro dentro Bloooog!

19 gennaio 2024

Supercoppa a Riad, l’Inter fa 3 gol alla Lazio e va in finale col Napoli

19 gennaio 2024

Napoli, procura di Roma chiude inchiesta plusvalenze su Osimhen, De Laurentiis indagato per “falso in bilancio”

18 gennaio 2024

Supercoppa a Riad, il Napoli fa 3 gol alla Fiorentina in uno stadio vuoto e desolato

17 gennaio 2024

Inter e Juventus, guardie e ladri

16 gennaio 2024

L’esonero di Mourinho, la Roma a De Rossi: storia di un’allucinazione di massa 

13 gennaio 2024

Pioli è salvo, Mourinho no

12 gennaio 2024

Un calcio primitivo, che non merita e non sa gestire il progresso del Var: rimettiamo gli arbitri nella Torre d’Avorio

8 gennaio 2024

Addio all’immenso Franz Beckenbauer, il nostro mitico avversario di Italia – Germania 4-3

6-7 gennaio 2024

Inter campione d’inverno, l’esplosione del caso Var e l’autodistruzione del Napoli

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
148 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

[…] Rabiot, Divin Codino, manda ko la Roma e la Juve va a -2 dall’Inter. Milan, il gol di Pulisic … […]

[…] Rabiot, Divin Codino, manda ko la Roma e la Juve va a -2 dall’Inter. Milan, il gol di Pulisic … […]

[…] Rabiot, Divin Codino, manda ko la Roma e la Juve va a -2 dall’Inter. Milan, il gol di Pulisic … […]

[…] Rabiot, Divin Codino, manda ko la Roma e la Juve va a -2 dall’Inter. Milan, il gol di Pulisic … […]

[…] Rabiot, Divin Codino, manda ko la Roma e la Juve va a -2 dall’Inter. Milan, il gol di Pulisic … […]

[…] Rabiot, Divin Codino, manda ko la Roma e la Juve va a -2 dall’Inter. Milan, il gol di Pulisic … […]

[…] Rabiot, Divin Codino, manda ko la Roma e la Juve va a -2 dall’Inter. Milan, il gol di Pulisic … […]

[…] Rabiot, Divin Codino, manda ko la Roma e la Juve va a -2 dall’Inter. Milan, il gol di Pulisic … […]

[…] Inter o Juventus? Attenzione, qui lo scudetto sta davvero diventando… 1 ora fa by Luigi […]

Luigi

Riporto il commento di Calabrò, ex magistrato ora in pensione, sulla interpretazione della Sentenza della Corte Europea, circa il Monopolio di UEFA, FIFA e FIGC, mi pare opportuno dopo le tante “libere” interpretazioni di quelli che capiscono sempre tutto, a cominciare dai vertici FIGC.
Com’è noto, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha recentemente emesso una sentenza (la C-333/21 in data 21.12.2023) riguardante Uefa e Fifa ed i loro poteri in tema di organizzazione delle competizioni internazionali. In modo improprio e fuorviante questa importantissima decisione è stata dai media presentata con esplicito e pressoché unico riferimento al progetto denominato “Superlega”, spesso con toni e accenti aggressivi e impropri, quasi si trattasse di uno scontro tra presunti “buoni” (Uefa, Fifa) e presunti “cattivi” (i promotori della nuova competizione). La questione deve, invece, essere affrontata in modo non superficiale, partendo da una completa conoscenza non solo della sentenza della Corte di Giustizia Europea e del suo contenuto, ma anche e soprattutto del chiaro contesto nel quale può e deve essere inserita la gestione del calcio professionistico nazionale ed internazionale.
Occorre, innanzitutto, premettere che l’Unione Europea ed i Trattati che la governano non sono stati calati dall’alto, ma sono il frutto di decenni di cooperazione tra ben 27 Nazioni e sono destinati a migliorare la vita di tutti i cittadini d’Europa, sia nel campo delle libertà che nei vitali settori delle imprese e dell’economia. Dunque, le decisioni della Corte di Giustizia Europea non sposano tesi precostituite o desideri dei potenti di turno, ma attuano le regole comunitarie in ogni ipotesi sottoposta al vaglio della Corte, con particolare riferimento, nel caso di specie, ai non derogabili principi dettati in tema di libera concorrenza. Va da sé che la lettura integrale della sentenza in questione non possa che condurre ad un unico approdo: Fifa e Uefa, per come sono strutturate ed agiscono nel contesto del calcio in Europa (limite territoriale della competenza della Corte di Giustizia Europea), si trovano nelle situazioni di monopolio e posizione dominante che i Trattati dell’UE espressamente vietano, perché contrari agli stessi principi fondanti dell’Europa Unita. La risposta è affermativa e non ammette alcun dubbio interpretativo.

Da una analisi dettagliata dei loro statuti, dei loro principi, del loro modus operandi e dei poteri (organizzativi e sanzionatori in primis) che si sono autonomamente attribuite, Fifa e Uefa hanno da “lungo tempo” creato “un monopolio economico e commerciale” e, di conseguenza, “una posizione dominante” sul mercato non solo della organizzazione e gestione delle manifestazioni calcistiche, ma anche e soprattutto dei loro lucrosi aspetti commerciali (diritti televisivi, pubblicità, etc.), escludendo tutte le altre imprese dalla possibilità, anche solo teorica, di competere. E tutto questo, a prescindere dall’uno o dall’altro progetto alternativo (es.Super league), è in toto contrario ai principi fondanti dell’Unione Europea. Non solo, ma la Corte ha definito privi di trasparenza, obbiettività, di criteri non-discriminatori e di proporzionalità (transparent, objective, non-discriminatory and proportionate) i poteri che Fifa e Uefa si sono attribuiti al fine di sanzionare coloro che, in qualche modo, si siano proposti di fare concorrenza, come dimostrato dalle “misure annunciate” nei loro confronti.
Mi stupisce la reazione delle stesse Fifa e Uefa al comunicato con il quale è stata presentata la sentenza: il suo contenuto, come si vede, è perfino più pesante ed inequivoco nel sancire la fine del monopolio e dell’abuso di posizione dominante, in modo indiscutibile accertati. E mi stupiscono ancor di più le reazioni di gran parte dei media e di appartenenti al mondo del calcio che, non amando il progetto della Super League, si inchinano a quel potere di Fifa e Uefa che la Corte Europea ha bollato come illegalmente monopolistico, discriminatorio e poco trasparente, dimenticando che quell’apparato del calcio “romantico” ha venduto per chiari fini di mero profitto i Mondiali di Calcio a Nazioni prive di una storia sportiva ma ricche di petroldollari, ha organizzato senza alcun criterio di tutela degli atleti nuove affollate competizioni (la prossima Champions League), ha creato e perpetuato lucrose carriere preannunciando modifiche statutarie di stampo dittatoriale, favorisce gli “investimenti” di Stati Sovrani che infrangono le più elementari regole di libertà e democrazia. Tutto ciò viene sottaciuto e si presenta, invece, una sentenza di libertà come un attentato alle regole di uguaglianza del calcio, come se quello attuale (che, non a caso, sta allontanando le giovani generazioni) fosse il migliore dei mondi possibili. Io credo che il calcio del futuro sia ancora tutto da scrivere e che, come tutte le “novità”, dopo le comprensibili iniziali perplessità si imporrà nuovamente come il “gioco più bello del mondo”.

Spero sia utile a comprendere perché la sentenza ha un valore epocale, molto più della sentenza Bosman.
Luigi

RM28

Ma poi vuoi sapere qual è la cosa più divertente? Ho appena letto il Manuale per la richiesta della licenza UEFA, ossia la richiesta per partecipare alle competizioni UEFA… la clausola di non concorrenza NON C’E!
Tradotto: Ceferin ha dovuto abbozzare, ma manda avanti il genio di Gravina, che con sprezzo del ridicolo introduce, dopo una sentenza di questo tipo, una norma illegittima PER LA PRIMA VOLTA 🤣

Mordechai

“Ho appena letto il Manuale per la richiesta della licenza UEFA”
Minchia, bella lettura, mi sa che il retro della scatola dei Saiwa è più interessante.

RM28

Ma no, dai, la maggior parte è fuffa, mi sono concentrato solo sulle cose che mi interessavano, me la sono cavata in dieci minuti.
La parte più noiosa per me, ma probabilmente più interessante per gli addetti ai lavori, sono i requisiti finanziari e organizzativi.
Comunque se può interessare sono documenti pubblici, si trovano sul sito della FIGC.

Mordechai

Grazie, come se avessi accettato…

RM28

Mah, lo spero anch’io, ma qui dentro sono riuscito a leggere un tuo omonimo scrivere cose tipo:
“ma quale autorità avrebbe la corte di giustizia dell’UE?”
e ancora
“saluti e baci a quelle corti di giustizia che pensano di essere al di sopra delle regole senza nemmeno conoscerle o, peggio, senza che ne abbiano alcuna autorità giuridica.”
Se poi ci metti pure i deliri di Gravina, ho paura che prima di capire la portata della sentenza, almeno qui in Italia, ci vorrà un po’.
C’è un sacco di gente che continua a sostenere che la FIGC, essendo un organismo privato, può fare quello che le pare… 🤦‍♂️

Luigi

Caro amico, ho riportato il parere di Piero Calabrò che è persona di grande spessore, oltre ad avere competenze giuridiche di prim’ordine.
Ad ogni modo il parere del mio omonimo, che si chiede quale competenza abbia la Corte che ha emesso la sentenza, beh è da brividi constatare la grande ignoranza delle tante persone che “parlano” e non sono in grado loro stessi di sapere cosa dicono! Questo Tribunale è DEPOSITARIO in Europa degli accordi che sancirono e diedero il via alla nascita della COMUNITA’ Europea. Per capirci, sono gli “interpreti” ufficiali della documentazione depositata e degli atti che hanno messo insieme gli attuali 27 Paesi membri. Il PARERE di questi Giudici è INAPPELLABILE. Infatti non è possibile fare ricorso se non si è d’accordo! I loro giudizi, anche in questo caso, indicano il comportamento legislativo che devono seguire tutti i 27 paesi della Comunità Europea, ergo ogni Tribunale in Italia, dovrà sanzionare chi non rispetta le indicazioni date. Per capirci, provare a leggere le dichiarazioni del Ministro Abodi immediatamente dopo la sentenza, e il parere di Abodi dopo che qualcuno gli ha spiegato che un Ministro della Repubblica Italiana, Stato membro della Comunità Europea non può fare o dire rispetto le decisioni prese. Tieni conto la posizione di una certa parte del Governa, non è cosa nascosta, non si frena neanche più se devono dire corbellerie contro la Juve. Abodi è sicuramente amico di certi personaggi essendo parte del loro gruppo.
Costoro mi fanno sorridere amaramente, perché mi dimostrano di non essere affatto uomini politici in grado di saper ammaliare le masse o gli apolidi come dice qualcuno in questo Blog. Personalmente avrei indagato, ad esempio, per capire com’è nato il processo del 2006! O come è nata l’ultima indagine sulle Plusvalenze, stoppata dalla Cassazione perché Torino non aveva Competenza Territoriale. In questa indagine già nel 2021 la difesa aveva posto il problema della Territorialità di Competenza. La risposta di quei Magistrati (tieni conto che la Procura Sportiva aveva già celebrato due processi, assolvendo tutte le società, Juve compresa), è stata di accelerare le indagini allo scopo di consegnare a Chiné nuovo materiale in grado di condannare la Juve. Cosa che è riuscita anche grazie all’aiuto di quel Giudice che ha suggerito di riformulare le accuse. Per farla breve, il diligente Chiné ha tirato fuori dal cilindro il tanto caro articolo del Codice di Giustizia Sportiva, ovvero la LEALTA’ violata dal mostro bianconero! Insomma un articolo nato per derimere comportamenti antisportivi che gli atleti dovrebbero avere, in particolare quando giocano, che viene usato ogni volta si tratta di punire la Juve, facendola passare come il male assoluto!
Invece i Giudici che hanno emesso la sentenza, hanno spiegato che UEFA, FIFA e FIGC, si sono attribuiti poteri coercitivi che sono per loro natura ILLEGALI diavolo!
Credimi, nulla sarà più come prima, noi miserelli dobbiamo semplicemente sostenere le cose che sono state scritte in sentenza e rispettarle. Per quello che mi riguarda, credo che chi detiene il potere politico dovrebbe COMMISSARIARE la FIGC, abbatterla e ricostruirla con uomini che amano per davvero lo sport e che abbiano la competenza per riuscire a stare sopra le parti con equità. Naturalmente occorre eliminare leggi come quella voluta dalla MELANDRI, o quella del 2003 che ha consegnato alla FIGC la possibilità di potersi arroccare il diritto di sostituirsi ai Tribunali ordinari! La legge 280 è quella che ha permessi di sentenziare in questi anno la incompetenza a poter giudicare, per intenderci!. Le nuove leggi devono adeguare il potere legislativo al rispetto di quanto deciso dalla Corte Europea. Buon anno a tutti e scusate lo sfogo.

cipralex

Mah, il sentimento popolare ha funzionato sulla gazzetta (dello sport) credo funzionierà molto meno sulla Gazzetta (Ufficiale dell’Unione Europea)…

scotland16

si conferma l’inutilita’ o addirittura la negativita’ di Luaku nelle partite che contano con le squadre di club o con la nazionale…ultimamente nullo con l’Inter, nullo con la Juve, gol di nessuna importanza con il Napoli, quasi nullo a Bologna…..confermo il mio parere, classico giocatore da statistiche e nulla piu’ ; nella sua carriera decisivo solo 1 anno all’Inter (in Inghilterra non lo rivogliono neanche gratis….)

malandragem

All’Inter il suo l’ha fatto, decisivo più di tanti altri soprattutto in Europa lmao

ConteOliver

Lo scudetto è impossibile, e questo lo si sapeva fin da agosto, quando quel “genio” di Pogbà ha pensato bene di mettere fine alla propria carriera e, contestualmente, a qualsiasi residua velleità juventina.

Purtroppo l’unico vero valore aggiunto, rispetto alla rosa dell’anno precedente, sarebbe stato il centrocampista francese, che anche al 70% del suo potenziale sarebbe ancora in grado di spostare gli equilibri in questa Serie A.

E’ andata così…

Quest’anno l’obiettivo reale è rientrare nei primi 4 posti (che poi si voglia dire 4° posto, come fa Allegri, o 2° o 3° poco importa, ma la realtà è questa) e – al momento – la squadra è in linea con quanto programmato.

Il gioco non è brutto come si dice (e come ai soliti incompetenti piace raccontare) finché la squadra è sullo 0-0, ma poi, fatalmente, non appena si passa in vantaggio, si continua a giocare per una decina, massimo 15 minuti, e poi si arretra, ci si arrocca a difesa del fortino; questo, a mio avviso, accade in ragione della scarsa personalità dei centrocampisti e difensori, con l’unica eccezione di Danilo, che però da solo non basta certo ad infondere coraggio al resto dei compagni.

Per questo il nostro amato Pogbà ha fatto un danno davvero enorme alla squadra, che pur essendo come organico complessivo inferiore a Inter, Milan e Napoli, se avesse potuto beneficiare del contributo di esperienza e personalità – oltre che tecnico – del francese, avrebbe potuto dire la sua fino alla fine, vista anche l’assenza di impegni infrasettimanali.

Milan e Napoli hanno avuto difficoltà maggiori alle attese e di queste abbiamo fino ad oggi indubbiamente beneficiato, conquistandoci un secondo posto assolutamente legittimo per quanto visto in campo, ancorché insperato.
Teniamoci stretta l’attuale qualificazione alla prossima CL, cerchiamo d mantenere una distanza “di sicurezza” dalla quinta e speriamo che qualche giovane di quelli visti finora si confermi nella crescita.
Io punto forte – da sempre – su Iling Jr., che ritengo il più forte tra tutti quelli in rosa e in prestito, mentre non credo che i ragazzi in prestito al Frosinone siano in grado di reggere il peso di una maglia come quella della Juve: li vedo come dei giovani Berardi e nulla più, buoni per spiccare in squadre medio-piccole di provincia.

Il mercato spero che non porti alcun innesto, perché si rischierebbe di incrinare gli equilibri di un gruppo non eccelso, ma compatto come pochi.

Vedremo

Buon anno a tutti

cugino di campagna

Cercando di non vomitare, o al limite di non addormentarmi, avevo visto Juventus-Roma.
Voi juventini confondete chi si batte i pugni sul petto con la personalità. Danilo è il primo ad andare nel panico non appena la situazione si fa scabrosa (normalmente dopo che avete fatto il golletto e vi mettete dentro il fortino, ma spesso anche prima), altro che personalità. Vi ostinate a chiamare “mancanza di personalità” l’istruzione ricevuta a non saper fare un passaggio dritto, quasi mai a farne tre di fila, mai col tempo giusto, in modo veloce efficace. Io ricordo quando Koulibaly venne in Italia (ma vale per decine di difensori): non sapeva passare dritto per dritto a 5 metri di distanza, non sapeva stoppare una palla. Dopo 8 mesi di allenamenti aveva imparato a guidare la difesa uscendo anche dai pressing più asfissianti e meglio coordinati. Voi avete dei brasiliani in difesa, portati per natura al palleggio, ma l’idea stessa del passaggio è castrata in partenza dall’impossibilità di trovare un compagno libero in movimento tra le linee, cosicché allenando solamente le capacità di concentrazione mentale e di rottura e copertura delle linee di gioco altrui, anche il passaggio più semplice diventa un rischio immane da correre. È vero, quello che praticate voi non è “brutto calcio”, è proprio un’altra cosa, è una tonnara.

ConteOliver

“…Vi ostinate a chiamare “mancanza di personalità” l’istruzione ricevuta a non saper fare un passaggio dritto, quasi mai a farne tre di fila, mai col tempo giusto…

quindi i giocatori vengono istruiti da Allegri affinché non sappiano fare un passaggio dritto

mi fermo qui

Mordechai

Abbiamo 18 (diciotto) tonni alle spalle, infatti.
Mica male.

Redmond Barry

Io non credo che Pogba sarebbe stato la chiave di volta della stagione della Juventus. Già l’anno scorso aveva giocato pochissimo per infortuni vari e queat’anno sarebbe accaduto lo stesso anche senza la squalifica per doping. È un giocatore fisicamente non più integro, un acquisto sbagliato in partenza…

ConteOliver

acquisto sbagliato per la sproporzione tra costi certi e rendimento presumibile, certo, ma una volta acquistato avrebbe comunque potuto rendere di più dello zero assoluto che ha reso.
Anche al 65-70% e anche solo per la metà delle partite era ancora il miglior centrocampista in Italia, e nemmeno di poco.
Lo si è visto chiaramente in quella manciata di minuti che ha giocato lo scorso anno, dopo un lunghissimo e bruttissimo infortunio: gli avversari si cagavano sotto
Del resto quest’anno la Juve (per varie ragioni che è superfluo richiamare) non ha fatto campagna acquisti, quindi – rispetto allo scorso campionato – la differenza tra avere e non avere Pogbà avrebbe spostato, e di molto, gli equilibri
Quantomeno ce la saremmo giocata fino a maggio
Così, senza un vero centrocampista di personalità, i nodi verranno fatalmente al pettine e, oltre lo sbandierato 4° posto, non si potrà andare.

cipralex

Tutto molto vero quanto dici riferendoti a Pogba.

Per lo scudetto secondo me “dimentichi” che noi abbiamo Allegri e loro Inzaghino…

2010 nessuno

Sarà ancora ” noi abbiamo Allegri” in caso magari di un’eventuale sconfitta o anche di un pareggio?

cipralex

Guarda il mio imprintig l’ho avuto da Trapattoni.

Quindi sono “Allegriano” da prima…

Quattroquattronovetredue

È appena terminata Liverpool-Newcastle, che mi ha un po’ rinfrancato dopo la mefitica accoppiata della sconfitta con la Juve e del covid a Capodanno: partita stupenda che quell’incapace totale di Taylor ha tentato dall’inizio alla fine di rovinare. Dopo la finale dello scorso maggio ero convinto che fosse prevenuto contro le squadre italiane e la Roma in particolare, ma adesso mi domando veramente quali santi abbia in paradiso per arbitrare in Premier: ha sbagliato praticamente tutto, punizioni, ammonizioni, vantaggi, i giocatori e gli allenatori non ci capivano più un cazzo, con un metro di giudizio del tutto inesistente. Però la partita è stata davvero divertente.
Buon anno a tutti noi.

scotland16

altro spettacolo, altra proposta, altro approccio….e quest’anno molto divertente la Bundesliga e la Liga (con tanti giovani); noi siamo nel gruppone dello spettacolo mediocre (gli ultimi due turni orridi, con partite inguardabili tranne un paio); se poi la sorpresa in Italia e’ una squadra quinta in classifica a 15 punti dalla prima….cioe’ il Bologna…..allora beati gli altri che hanno Leverkusen Girona, Nizza, Aston Villa (e 5 squadre in un fazzoletto) …

Mordechai

Buon anno a tutti, anche da parte mia, ben ritrovati.
Anch’io ho visto gli highlights della partita, ha creato più palle gol il Liverpool che la Juventus nelle ultime tre stagioni; è pure vero, però, che in almeno 4 o 5 occasioni la difesa del Newcastle m’è sembrata quella della Virtus Guarcino un paio d’ore dopo il cenone di Capodanno.
Reds, comunque, di gran lunga i più spettacolari della Premier, anche più del City secondo me.
E non da ora.
Tra Klopp e Guardiola … Klopp, per tutta la vita

il ghiro

Ugo, ti rimbrotto, non parlar male della difesa della Virtus Guarcino. Nell’ultimo triangolare contro il Real Arcinazzo e lo Sporting Alatri ha fatto “clean sheet”.

Mordechai

Ma quante ne sai? 🙂
Un abbraccio!

il ghiro

Mordy, ho una casetta agli Altipiani, i weekend sono simbruini.

Modifica il 1 mese fa da il ghiro
RM28

Da Facebook
“Il City aveva offerto 58 milioni per Buchanan, ma lui ha scelto:
1) Progetto vincente
2) Allenatore top al mondo
3) Tifoseria più calda al mondo
E così ha costretto il Club Brugge ad accettare un’offerta più bassa di 50 milioni.
Ecco la differenza tra NOI e gli altri.”

Il bello è che ci sono interisti che ci credono 🤣🤣🤣

ConteOliver

Su DAZN hanno rilanciato con Inzaghi, a loro dire appetito dai grandi squadroni europei e sicuramente in uscita dall’Inter dopo che avrà vinto scudetto e, chissà, anche la Champions a giugno…

Parolo dixit 😆

(presa da Fcinternews)

Modifica il 1 mese fa da ConteOliver
2010 nessuno

Ancora più bello è vedere Juventini che si consumano nello sforzo di convincersi che ci siano interisti che credono a quello che gli altri vogliono che noi si creda .
Quindi la domanda è: ma davvero continuerete per tutto l’anno con queste elucubrazioni mentali? No perché anche così si rischia la crescita del pelo nel palmo della mano….

mikecas

perché, voi pensate? a me sembra vi limitiate ad avere fede (nei santi in paradiso)… 🙂

RM28
mario rossi

Inter o Juve, chiede Bocca.
Per me l’inter è più forte in ogni reparto, dove si intende titolari e riserve. O in modo nettissimo (centrocampo) o in modo meno netto ma chiaro (difesa) o di poco (attacco dove il dubbio sono le condizioni fisiche ma se stanno bene arnautovic e sanchez meglio di milik e kean tutta la vita). Tutto fatto allora? Eh sì magari.
Entra il gioco il fattore “I”. Cominciamo da una premessa: ho chiesto a un po’ tra conoscenti, familiari e amici, tutti mediamente competenti, come vedrebbero a oggi la classifica se la stagione fosse iniziata a allenatori invertiti (non nell’accezione di “omosessuali” ovviamente😂). Ora voi potete anche pensare che il mio campione sia poco significativo, ma tutti costoro, senza eccezione, mi hanno detto che l’inter starebbe avanti alla juve di un divario tra i 7 e i 12 punti. Io stesso, pur non essendo in grado di quantificare il divario, mi tengo basso e penso che con allegri sulla panca inter e inzaghino su quella juve il divario sarebbe ben superiore ai 2 punti attuali. E credo che anche interrogando i gobbi nessuno di loro farebbe cambio di tecnico.
E qui veniamo al dunque, il momento in cui le chiacchiere non contano più. Si avvicina cioè il periodo tra metà gennaio e metà febbraio, quello in cui inzaghino di solito perde obiettivi stagionali, squadra, gestione energie, insomma perde un po’ tutto anche le braghe. Il calendario non gli dà una mano: tra fine gennaio e inizio febbraio trasferte a roma e firenze e juve in casa seguite subito dall’atletico. Ma quello che è peggio è ciò che arriva prima di questo trittico, vale a dire l’orrenda coppa del nonno di riad tra il 20 e il 25.
Se avessimo a che fare con un pragmatico la scelta sarebbe ovvia: si mandano le riserve a giocare in ciabatte la semi con la lazio, si prendono 3 pappine e si vola subito a casa non senza prima un ottimo shopping al duty di riad. Ma tutti gli interisti che hanno mediamente seguito la gestione inzaghiana del biennio precedente hanno i sudori freddi e temono fondatamente che non accadrà nulla di tutto questo: saranno 2 partite giocate alla morte, forse con supplementari, molto probabilmente concluse con la conquista della terza coppa del nonno consecutiva di cui fare bella mostra scendendo la scaletta dell’aereo alla malpensa. E immediate ripercussioni con punti gettati al vento nelle gare di campionato successive. Non so se questo accadrà ma gli interisti con un minimo di memoria sanno che questo scenario è probabilissimo. D’altronde inter bologna di coppa italia ha già fatto capire l’andazzo. Una certa stampa ha accreditato la favola di una inter che ha snobbato la gara quando in realtà l’inter ha giocato alla morte bruciando energie anche nei supplementari e rimediando 2 infortuni piuttosto gravi con lautaro e dimarco.
Insomma, facciamola breve: per me a inizio febbraio l’inter è dietro alla juve, complice anche la partita da recuperare causa Riad. Il che non vuole dire niente anche perchè non è detto che sia così psicologicamente comodo, dopo essersi nascosti per mesi travestiti da cacciatore, trasformarsi di botto in prede. Però, corsi e ricorsi storici, dopo 2 anni in cui vedi sfumare tutto in questo periodo, il rischio è che non c’è due senza tre e la cosa non ti mette di buon umore. E meno male che la eliminazione dalla coppa italia ci ha levato di torno 4 possibili partite in più.👍 un bonus insperato e come detto sopra di certo non voluto.
Per quanto riguarda invece la stagione fatta finora, complimenti a entrambe. Se non succedono sfracelli e vincono le loro 2 partite, girano rispettivamente a 48 e 46, con un risultato finale in proiezione a 96 e 92. Non ricordo un campionato con 2 squadre che in prospettiva arrivano a sfiorare 100 punti. Togliendo il problematico fattore “I” che è una spada di damocle perennemente pendente sul collo dell’inter ci sono fattori che sorridono all’una e altri all’altra. Giocano a favore della juve: un gioco molto meno dispendioso e meno prevedibile nelle scelte di quello dell’inter, una maggiore amalgama (praticamente gli stessi dell’anno scorso e molti c’erano già 2 anni fa), l’assenza delle coppe anche se un parziale riequilibrio è dato dalla eliminazione dell’inter dalla coppa italia, la sicurezza di portare a casa i risultati anche in assenza di un gioco scintillante mentre l’inter invece per vincere deve giocare bene. Giocano a favore dell’inter: una rosa più profonda e qualitativa, maggiori margini di miglioramento in termini di coesione visto cha ha cambiato 11 tra titolari e riserve mentre dalla rosa allegri credo abbia già tirato fuori il 110%, di più è impossibile per limiti qualitativi per cui o rimane così (che è tantissima roba) o scende un pochino.
Per concludere: vinca il migliore ma soprattutto che gravina, rocchi e sala var continuino a svolgere il loro ruolo in modo non imparziale sempre a nostro favore!😉
Per il resto auguro a tutti un felice anno con tanti soldi e tanta figa per tutti che mi pare che qui ci sia molto bisogno sia degli uni che dell’altra.😜😜😜

Murr

su, l’Inter ha la miglior difesa e il miglior attacco e se non sbaglio i conti avrà affrontato al massimo solo una partita in più prima dello scontro diretto;
inoltre a quanto so nella supercoppetta non sono previsti supplementari;
sono soddisfatto dell’improvvisa caduta della sicumera sulla conquista dello scudetto di molti interisti;

mario rossi

salutami la vavacca

Murr

buon anno, DN;

Murr

aggie sbagliate ;-P

R.T.

Discorso che fila con un paio di distinguo:
1) con qualche anno in meno meglio Sanchez e Arnautovic , ora come ora mi tengo stretti Milik e Kean
2) al posto di tanti soldi ( che non fanno comunque male) mi prendo tanta salute che è molto meglio, credimi.

Luc 68

Prima di tutto auguri di buon anno a tutti.
Primo commento del 2024 spero di essere equilibrato.
Ho visto la sintesi di Juve Roma.
Allegri devo dire sta facendo un ottimo lavoro.
Acerbi ha cominciato a mettere le mani avanti, ci sta sei vuoi vincere lo scudetto devi mettere le mani avanti.
Tutte le altre stanno abbastanza lontane.
Gli arbitri certificano qualche errore di valutazione…. ci sta. Speriamo che adesso non diano addosso a casaccio.
Per il resto …. come dice Cipralex …. ho buonissime sensazioni 😜😜😜

Murr

sintesi?
tirchiaccio* di un cotifoso, puoi vedere la partita intera dopo 90 minuti su JuventusTV a soli 20 euro l’anno;
poi chiagnete che non vi comprano Haalland;

*
abbiamo uno stadio da 40mila quando spostandoci a Milano o Roma o Napoli ne conteremmo 100mila;

guido

in effetti San Siro tra un po’ è libero. Ci farei un pensierino

Chakkko

Auguri di buon anno al blogmaster ed a tutti gli amici del blog.

Saluti

il ghiro

MAMMA MIA, CHE IMPRESSIONE!!!
Ragazzi, ho visto in differita la partita al Bluenergy Stadium ( nuovo nome della Dacia Arena) tra Udinese e Bologna, finita con una secca sconfitta dei rossoblù, un rotondo 3-0. E mi sono molto preoccupato per la prossima partita della Lazio, la prima del 2024 e l’ultima dell’andata, quando i nostri ragazzi saliranno, gonfi di pandori e panettoni, per incontrare i bianconeri caricati dalla vittoria sonante contro i lanciatissimi petroniani.
Ma quello che mi ha maggiormente impressionato è stata la “garra” mostrata dai friulani per tutti i 90 e passa minuti della partita, che, accoppiata ad una maggiore velocità e ad una strapotenza fisica impressionante, ha annichilito i tentativi di rimonta del Bologna, le sostituzioni tentate da Thiago Motta non hanno minimamente scalfito la superiorità dei friulani, più aggressivi e pronti su ogni pallone. La migliore tecnica dei rossoblù non ha mai creato grossi problemi e la tattica di Thiago Motta, finora vincente nelle ultime prove, stavolta si è dimostrata innocua e prevedibile.
Ma analizziamo la prova dei friulani:
– Okoye, l’esordiente portierone, un “nigeriano di Cermania”, non ha avuto grosse occasioni per giustificare la messa in panchina di Silvestri, ma è sembrato solido e sicuro 
– i tre centrali, i giovani Ferreira e Kristensen ai lati del solido Nehuen Perez, garantivano una barriera difficile da superare, sempre molto ben protetti dai due morettoni esterni, il potente Ebosele e il veloce Kamara
– a centrocampo giostravano il consumato regista Walace con ai fianchi il robusto Lovric e il dinamico Payero
– davanti un duo poco impiegato finora insieme, l’espertissimo trequartista Tucu Pereyra a supportare il gigantesco centravanti Lorenzo Lucca, il piemontese in prestito dal Pisa.
Lucca era l’unico italiano schierato e con un po’ di fortuna ha infilzato Skorupski deviando in rete un tiro sbagliato di Lovric. Le altre 2 reti le hanno segnate il Tucu Pereyra, prontissimo a ribattere in rete una respinta di Skorupski su stoccata da fuori di Payero, e lo stesso Payero, che raccoglie al limite dell’area un cross di Ebosele respinto goffamente di tacco da Beukema e spara in rete una botta centrale ma potentissima che buca Skorupski.
I bianconeri subentrati negli ultimi venti minuti, Zarraga, Samardzic, Thauvin, Masina e Success, hanno spostato poco l’andamento della gara, ma hanno confermato la grinta e la determinazione degli uomini di Cioffi, l’ottimo Orsato ha lasciato molto giocare, a volte anche troppo, con un arbitraggio leggermente penalizzante per i più tecnici e leggeri bolognesi, quasi sempre chiudendo un occhio sugli interventi rudi ed irruenti dei friulani, due soli gialli a loro (Pereyra e Success) contro i cinque ai rossoblù.
Da notare l’altissimo numero di giocatori che Cioffi ha lasciato fuori per vari motivi, infatti non sedevano nemmeno in panca ben 14 giocatori, tra infortunati, fuori forma o fuori squadra, li cito in ordine sparso: Bijol, Ebosse, Guessand, Zemura, Ehizibue, Ballarini, Akè, Pafundi, Pejicic, Brenner, Deulofeu, Davis, Semedo, Diawara. Di alcuni di loro sembra si sia persa traccia, non vorrei che qualcuno di loro dovesse rientrare proprio contro di noi.

Nicola Romano

Complimenti all’Udinese su 30 giocatori 4 italiani , ottimo viatico per i prossimi europei .

scotland16

Udinese da anni senza italiani; il bello e’ che quando era una bella squadra e andava spesso in Europa gli italiani li aveva; poi mettiamoci il Verona de 10 stranieri su 11…per essere ultimo in classifica…ridicoli

cipralex

Pozzo, di lavoro, fa il commerciante ( nello specifico di giocatori di pallone).

Della nazionale di calcio italiana gli fotte…il giusto…

Vipe

Ho seguito in tempo reale gli ultimi 10 minuti, sembravano i primi dieci.
Secondo me qualche cognome dei 14 te li sei inventati.

il ghiro

Giuro, sono veri e in forza ai friulani. Ti dirò, se guarissero bene dai loro infortuni, lo sloveno Bijol e il catalano Deulofeu me li accatterei di corsa, me li ricordo molto forti entrambi.

commentanonimo

Buon Anno a tutti…da bianconero vi auguro che sia…Colorato.
P s. Nello Mascia la cultura crociana e umanistica…e’ bella ma I fatti non cessano di esistere perche’ li ignoriamo. Il gol di Rabiot era valido…e secondo me God does not exist. 😘A tutti

PaoloLaziale

@2010nessuno@Gianni Frattini@Leo62.
Faccio appello a voi, gente italica, sparpagliata per la penisola.
Il 2024 deve essere l’anno della conoscenza e dell’amicizia.
Urge incontro conviviale, possibilmente all’ombra del cupolone, monumento di riferimento fra le due Italie (nord e sud).

Leo 62

Ciao Paolone, io quest’anno mi muoverò tra Istanbul e Parigi e la vedo dura, ma se mi fate sapere ci provo…

Nessuno 3

Perché no? Sarò pronto tra un po’ e se mi fate sapere ci sarò senz’altro.
Un abbraccio e che sia un 2024 da urlo!!
‘Nce vedimme

Nicola Romano

Ovviamente sono d’ accordo ,certo per me che sto vicino e’ facile .

2010 nessuno

Ho preso nota Paolo, poi vediamo come contattarci fuori bloog.

Murr

stuzzicato dal commento di R.T. (non mi sogno di immergermi nella melassa retorica del mascianello) ho indagato su qualcosa che mi sembrava inoppugnabile, il funzionamento del fuorigioco semi-automatico che infiniti indusse lutti ai zebrati;
questa mi sembra una buona disanima, in un sito che non è una fanzine di calcio:

https://www.fanpage.it/sport/calcio/la-fake-news-sul-gol-in-fuorigioco-di-rabiot-che-ha-falsato-juventus-roma-mistero-risolto/

R.T.

Ti ci metti anche tu a demolire le certezze dei TAJ….
Buon Anno!

NELLO MASCIA

FALLI DA DIETRO –
COMMENTI ALLA 18° GIORNATA DEL CAMPIONATO 2023-24

Il 2023 se ne va a occupare un posto del cuore riservato alle cose immortali.
La nera maschera di Osi. Il Cholilto a Milano.
I disegni sul prato di Kvaravaggio.
Il Signorinello Pallido steso a terra sul gol di Jack a Torino.
Il definitivo sugello di Furia al Dacia.
La festa infinita, il delirio di gioia impossibile da raccontare.

Impossibile raccontare il crollo di oggi.
Più mesto e meno grottesco di quello cui è stato vittima Vincenzo De Luca.
Al quale un addetto al cerimoniale sfila la sedia e lui va a gambe all’aria.
Ora tutto si potrà dire del governatore tranne che sia attaccato alle poltrone.

Impossibile raccontare perché e come il Napoli sia arrivato a questo.
Non ci tento nemmeno, per la verità.

Dopo l’ennesima debacle l’Impomatato fa meglio della Ducetta, e, a sorpresa, decide di offrirsi agli strali della stampa.

Si assumerà le colpe dell’incredibile precipitare della squadra. Prometterà interventi sul mercato.
Darà – furbesco – appuntamento a dopo la Supercoppa.

Furbesco.
Perché se l’esito sarà vincente, questo fulgido modello del Miles plautino, avrà un’occasione in più per esibire la coda del pavone.
Se l’esito – come si teme – sarà negativo, il Pirgopolinice imperatore di Capri si eclisserà nel silenzio e scommetto che proprio non lo vedremo per un bel po’.

Quanto al campionato, si procede secondo una trama che sembra prestabilita da tempo.

Suninter e la Vecchia devono giocarsela da sole.
Non sono ammesse ingerenze.

Succede che il gol di Arnautovic a Marassi è viziato da un precedente fallo di Bisseck su Strotman.

Succede che il gol di Rabiot, che ha decretato la vittoria bianconera sui Sangue-Oro, sia viziata da un millimetrico fuorigioco.
Al Var insabbiano tutto.
Leggo poi il nome di Mazzoleni preposto a quella moviola, e mi rassicuro. Tutto regolare.

Del triangolo magico il Diavolo sembra rassegnato alla terza piazza.
Anche perché ha l’infermeria zeppa e nessuna identità di gioco.
Contro i ceramisti la sfanga grazie a un tiraccio di Pulisic a seguito di uno svarione in area di Tressoldi.

Seconda vittoria dei granata di Salerno, che sbancano Verona e rilanciano le ambizioni di Pippetto.
Fa già effetto la presenza in società di Walter Sabatini?

Buon anno.
La speranza per chi ama il calcio è che il 2024 spezzi l’asse Gravina-Marotta.
E si torni a un più pulito calcio.

Gbp

Veda lei…

IMG_20231231_183625.jpg
2010 nessuno

Succede che il gol di Arnautovic a Marassi è viziato da un precedente fallo di Bisseck su Strotman.
È vero Mascia, però succede anche che li a fianco c’è Thuram con un giocatore del Genoa che lo sta afferrando da dietro in entrambe le braccia , sembrerebbe bloccandolo, sembrerebbe. Ne parleremo? Però dopo questa fine anno.
Anche a te Buon Anno nuovo.

R.T.

“Succede che il gol di Rabiot, che ha decretato la vittoria bianconera sui Sangue-Oro, sia viziata da un millimetrico fuorigioco”

Suvvia Maestro, non è da Lei mentire così spudoratamente… in alternativa cambi ottico

malandragem

la menzogna è un classico del Maestro!

Murr

è da ammirare per aver trovato il tempo di rifilarci il Suo Pistolotto Settimanale malgrado il Suo gravoso impegno nel presepe vivente di Canicattì;

inox

Buonasera Fabrizio

Rieccola là! La Juventus ritorna sotto. DI riffe o di raffe è sempre lì. Come la denuncia di Putin al tribunale dell’aia (minuscolo voluto) giusta, per la sparizione dei bambini dalla Crimea in Russia contro la mancata denuncia al tribunale dell’aia (idem) di israele (idem) che di bimbi ne ammazza 1000 al giorno e si leva così il palestinese di torno. Come l’ultima vite di dieci che hai tolto senza problemi. L’Ultima no, l’ultima non viene e niente, prova , riprova, si rovina la testa e niente e allora provi con la punta più piccola del trapano che non è mai troppo piccola di come ci vorrebbe. E’ la Juventus. Comunque buono il lavoro bianconero , non come quello dei commercialisti ma molto buono. Tirano su uno spolverio di giovani niente male. Soulè lo vogliono all’estero’ Eh no! me lo tengo come Jling Junior, Fagioli, Yildiz, Nicolussi Caviglia. Tantissima roba. Complimenti a chi segue la under 23. Certo che se ne cambi uno per prendere una figurina allora sbagli. La partita, se fosse finita in pareggio, non c’era nulla da dire ma loro hanno il duca Rabiot e la Roma Dybala in versione bianconera alla Continassa e Lukaku in versione finale di champion. E poi la Roma non può pensare di vincere allo Stadium, già difficile a prescindere, con un tirucolo in porta: Dybala esterno sinistro fuori di nulla. L’anno nuovo, il suo capodanno, è solo una convenzione. Rimane perpetua la solita striscia di apparente aria fresca che ti opprime e soffoca. Eccoci alla buonanotte Fabrizio Maestro Sommo.

Nicola Romano

Meno contorto del solito, stavolta mi sei piaciuto .

Murr

dimenticavo di inserire la foto;

Aperol.jpg
Murr

OT bis
un altro trionfo del Genio Italico;
Bernardo Cesare ha vinto il NanoArtography di quest’anno e mi ha ispirato, prossimamente proverò a microfotografare una goccia di passito di Pantelleria e di Ricard;

Modifica il 1 mese fa da Murr
Murr

OT
finalmente qualcuno si è ricordato di me e mi ha fatto un dono;
in radiotre di oggi prima in Uomini e profeti si parla di Battiato, quindi in La lingua batte di poeti e scrittori siciliani;
quest’ultima parte con un pescatore che dice (meglio, recita) un proverbio che ha ispirato una canzone a una band torinese;
credo sia un mio lontano parente che ha un peschereccio a Savona;

Murr

mi dicono che peschereggiamo anche a Sanremo;
stiamo invadendo il Nord, altro che extracomunitari, il pericolo viene da Vigata!

Nicola Romano

Boh ! Bah ! Beh ? .

Murr

buh! sarebbe la giusta risposta, caro;

cipralex

Partita direi dominata dalla juve e che poteva finire con punteggio sensibilmente più largo.

La migliore di Vlahovic fin’ora, probabilmente favorita dall’inconsistenza (anche fisica) di Llorente.

Purtroppo nel centrocampo manca la qualità che renderebbe più semplice arrivare al gol.

Comunque siamo ormai in modalità cruise control mentre all’Internazionale di Milano cominciano i mal di pancia.

Io ho buone sensazioni…

P.S.

Allegri ed Ancelotti stanno nei primi dieci allenatori a livello mondiale.
Spalletti Conte e Mancini sono di un’altra categoria. Inferiore.

scotland16

Ancelotti sta sopra , con Klopp e Guardiola; Allegri sta sotto pure Mourinho e Conte. Sta sopra Spalletti e Mancini, diciamo alla pari di Simeone ( 2 coppe europee vinte e 2 finali CL). Non puo’ stare, il Max ,nei primi dieci a livello mondiale per due motivi, 1 non ha mai vinto una coppa internazionale e 2 il suo gioco non sara’ mai ricordato nella storia, anzi

Murr

ho rivisto il primo tempo su JuventusTV (20€ l’anno, tirchiacci) per verificare quello che avevo capito piratandola ieri;
contrariamente a quanto si dice la Roma ha giocato meglio nei primi cinque minuti, poi no;
anche il palo preso non è poi gran cosa, la leggera deviazione di Vlahovic poteva essere esiziale per Scesni che era già in tuffo pronto ad abbrancare la palla;
aprop del serbo, mi sembra che finalmente sia guarito dagli acciacchi e possa ritornare ai livelli di quando era nella Fiorentina;

2010 nessuno

P.S.
Visto che Allegri starebbe tra i primi dieci allenatori mondiali, quanti titoli extranazionali avrebbe vinto, che ho un attimo di amnesia, tra coppe e magari campionati in altre nazioni? E tralasciando Ancelotti, giusto per non umiliare il buon Massimiliano, in quale classifica poi si confronterebbe con , per esempio, Kloop, Guardiola, Ferguson, Zidane, Mourinho (ehh sì) , Trapattoni, Rinus Michels? Ne sto guardando diverse, compresa quella su Wikipedia ma del buon Massimiliano nessuna traccia …. magari un altro complotto della FIFA?

cipralex

Ti dico una cosa ma non dirla a nessuno:Ferguson,Trap e Rinus Michels pare abbiano smesso di allenare da un paio di settimane.

2010 nessuno

Certo, e apprezzabile il tuo humor, oddio puoi fare meglio, ma senza fretta. Io ovviamente intendevo una classifica dei migliori nel tempo, ma ovviamente tu intendevi una del momento vero? Allora ecco:
Secondo ESPN questi sono, in questo ordine, i 10 migliori:
Guardiola;
Ancelotti;
Spalletti;
Arteta;
Klopp;
Scaloni;
Ten Hag;
De Zerbi ;
Simone Inzaghi;
Xavi
Poi per carità si può considerare che visto il buon lavoro che sta facendo gli occhi del tifo… ovviamente….

Mozilla

La sola presenza di Inzaghi in questa classifica la rende inattendibile.

RM28

Si tratta di ESPN, gli hanno detto “football trainer” e loro hanno capito “football trainer”.
Dovevano dirgli “soccer trainer”

cipralex

Scaloni il SELEZIONATORE della nazionale Argentina?
Arteta e De Zerbi chi?
Xavi gran giocatore per molto tempo allena da un paio di mesi
Simone Inzaghi dai…

2010 nessuno

Non l’ho fatta io questa classifica, ma questo elenco da…. però mi fa piacere per il buon Max che gli sia ritornata la stima dalla sua misurata tifoseria….che giusto tre mesi fa l’avrebbe voluto portare in giro su un palo, impeciato e impiumato…

Murr

quale tifoseria?
mi sa che siete deformati dalla frequentazione di blogghi e stadio;
il 95% degli juventini mica sta ad elucubrare su Max o sulla Juve;
anche io trovo più soddisfacente la scoperta di Katie Melua (i barbari che mi circondano mi hanno svegliato con pernaccchie, fischi e rutti a mezzanotte e causa l’insonnia causatami ho girovagato nelle radio web) che dei tre punti ottenuti contro la Roma;
il brano è, ci mancherebbe non fosse questo, A Moment of Madness, ondepercui ho piratato il disco di cui fa parte per decidere dopo x ascolti se è il caso di metterlo nella mia discoteca;

Giorgio Bianchi

In realtà il buon Max ha ripetutamente rifiutato la panchina del Real Madrid….lo sanno anche i sassi e tu no?😎😂😂

2010 nessuno

Ah sì scalano le classifiche rifiutando certe panchine? Ma allora ditelo 😎

cipralex

Io si.
Sei tu che credi di sapere e non sai.

Giorgio Bianchi

Ma io non credo ascolto semplicemente, al massimo leggo.😎

Giorgio Bianchi

Dico la verità, essermi sentito dar ragione dallo stesso ADL circa le sue uniche responsabilità su quest’annata così sgarrupata mi mette un pizzico di ansia. Solo un pizzico, non di più. In fondo stiamo parlando di pallone, cioè sostanzialmente di un gioco, anche se gli scienziati della “corte di giustizia”😂😂UE l’hanno scambiato per qualcosa che non è.
Tornando al Napoli, ormai i danni fatti da ADL dopo la straripante vittoria del campionato sono irrimediabili. Contro il Monza, che non è niente di che, anche se ha un ottimo allenatore, non abbiamo perso solo grazie a Pessina che ha tirato un rigore di merda ed a Meret che, pure infortunato, ha avuto la bravura di prenderlo. Per il resto niente. Ormai la testa dei giocatori è stata depotenziata dalle cazzate di Garcia e dalle paure di Mazzarri e davvero sarei già contento se riusciamo ad evitare gli ultimi tre posti che continuando di questo passo non si sa mai cosa succede. Per il resto devo dire che ho notato con piacere che molti che erano scomparsi da un po’ sono riapparsi di nuovo. Bene.
Che poi ormai il blog sia diventato un piagnisteo perenne di alcuni anche questo è vero.
Circa la sua domanda sugli allenatori, caro dott. Bocca, mi permetto di farle osservare che vincere il campionato con 16 punti sulla seconda, 18 sulla terza e 20 sulla quarta e giocando un calcio bello da vedere, con una squadra che non ha né le disponibilità economiche né i milioni di tifosi né soprattutto le protezioni e coperture mediatiche delle tre strisciate note, e senza avere Maradona, pone Spalletti su un livello che nessuno di quelli da lei nominati potrà mai raggiungere.
Concludo augurando un sereno anno nuovo a tutti, belli e brutti.

R.T.

Brutta bestia il tifo col paraocchi… ritengo che un allenatore vada giudicato per quello che fa in una carriera e non in un singolo campionato : il Napoli di Spalletti ha dominato lo scorso campionato, su questo non ci piove, ma poi il buon Luciano che ha fatto? Ok, ha vinto qualcosa in Russia, e poi ? Ha salvato Empoli, e Udinese,esonerato da Venezia e Sampdoria, gli anni passati a Roma me li ricordo soprattutto per la querelle con Totti, a Milano mi sembra non abbiano un grande ricordo di lui.
Quindi definirlo “di un livello superiore che nessuno potrà mai raggiungere” mi sembra un tantino esagerato.cmq libero tu di pensarla così e io di dissentire
Buon 2024 anche a te

cugino di campagna

Sto cavolo! Spalletti è sempre stato fregato dal carattere, ma è un tecnico di prim’ordine, direi eccelso. A Roma aveva forse fatto vedere il miglior calcio di sempre in Italia con una rosa non eccelsa (e allora Totti – fortissimo! – era il perno e Spalletti se lo teneva ben stretto). Lo scudetto del 2008 grida ancora vendetta, con la serie di furti impressionanti dell’Inter di Mourinho – vabbè, nulla di nuovo… andatevi a riprendere le dichiarazioni indignate di De Rossi, uno che non piangeva mai, ma nemmeno parlava mai a caso.
Scommetto che l’allocco si fosse messo in mutua anche allora.😂

R.T.

Magari faccio la figura dell’allocco pure io, ma l’ultima frase è un pochino criptica ( almeno per me). Se hai tempo me la spieghi?

cugino di campagna

L’allocco napoletano è quello a cui avevi risposto tu. Quello che si era messo in malattia per non dover indignarsi contro l’InterVar.

2010 nessuno

No R.T. non è vero che noi tifosi interisti non si abbia un gran ricordo di lui, la squadra era quello che era e lui poi si beccò l’apice dei capricci dei “Wandicardi” ..
Tralascio gli episodi in diverse partite del suo ultimo anno con noi perché non voglio fare polemica a fine anno e poi è inutile ormai.
Buon Anno a te.

Sergiod

Buongiorno, inizio con gli auguri di un positivo e sereno 2024 a tutti.
Chiudo il mio 2023 nel Bloooog con una storiella, vera.
Pochi giorni fa un caro amico, juventino, mi ha detto di aver interrotto i rapporti con un suo conoscente, interista a causa di insanabili punti di vista sul calcio. Tra di loro non è nato Gesù Bambino ma un odio assurdo.
Son rimasto sconcertato, a dir poco.
Se questo ricco ed indebitato calcio e’ diventato un valore che supera gli altri, quelli fondamentali dell’esistenza e della convivenza, abbiamo perso l’orientamento.
Nel mio modo di vedere il calcio, sempre sinceramente ignorante, esistono gli sfottò, le strette di mano e una buona birra insieme, pareri diversi ma sempre molto rispetto, vale anche per la vita di tutti i giorni.
Avevo cinque anni quando una domenica il mio caro papà voleva farmi entrare allo stadio. Da fuori sentivo urlare ed imprecare ed ebbi paura. La passione paterna per il football ebbe comunque il sopravvento, mi innamorai di Rivera, diventai milanista e anche un po’ tifoso.
Ora guardo il calcio in modo più distaccato, e’ molto cambiato ed io mi ostino a pensare ancora a quello che mi divertiva ed appassionava tanto.

Nessuno 3

Ciao Sergio. Mi auguro che la prossima volta che passi da queste parti ci possiamo incontrare. Un augurio sincero per un ottimo 2024.
Un conoscente non è un amico ma, comunque, il calcio non dovrebbe dividere. Io ho una sfilza di amici juventini ma non mi sognerei mai di litigarci per questo. E ho pure un nipote che è romanista e ora devo sopportare i suoi sfottò per una volta che ha vinto 🙂 .
A proposito dello stadio. Mio padre, che non era un tifoso prima che io nascessi, mi portò allo stadio abbastanza presto (il Napoli giocava ancora allo stadio Collana e ho anche avuto il privilegio di assistere alla partita di inaugurazione del S. Paolo/Maradona, ovviamente Napoli – Juve 2 a 1 🙂 ma i ricordi sono vaghi e lontani perché ero piccolo) ma non ricordo di aver mai avuto paura degli schiamazzi e delle urla, anzi lo stadio mi ha sempre affascinato. Ricordo, però, la grande mia partecipazione e per una partita che recuperammo in extremis (ero adolescente e papà mi aveva fatto l’abbonamento) ebbi un malore! Da allora papà non mi ha portato più allo stadio. Dovetti aspettare che facessi i 15/16 anni per tornarci!
La sensazione dello stadio pieno (ma molto più in piccolo. of course) l’ho avuta anche quando giocavo, in particolare per una partita. Eravamo secondi in classifica, campionato di 2a categoria, e giocavamo in casa contro la 1a in classifica (la Caprese). Quel giorno c’erano sugli spalti circa 2.000 persone e la partita fu infuocata (ma correttissima). Ti assicuro che in campo il tifo si sente e come!
Un abbraccio
‘Nce vedimme

Murr

purtroppo le passioni spesso tirano fuori il peggio di noi;
la prima volta che andai allo stadio volevo scavalcare la recinzione per picchiare l’arbitro, suggestionato dai cori e dalle invettive, anche se capivo a malapena per quale squadra tifare;
Lorenz cita un proverbio delle sue parti: Chi canta in pubblico porge il mignolo al diavolo.

2010 nessuno

Parole sagge Sergiod , buona fine e buon principio

PaoloLaziale

Caro Fabrizio, che piacere riascoltare la tua voce.
Mi vengono in mente i pranzi passati insieme con la compagnia di quel “prete” di Sergiod (che saluto).
Anche se partecipo poco al blog, ti seguo sempre con simpatia
Penso che sia arrivato il momento di “premiare” i molti simpatizzanti del blog, partecipando a qualche pranzetto insieme a loro, come hai fatto in passato.
Sarebbe un buon segnale per ringraziarli della loro fedeltà, causa prima, del successo della tua creatura.
Ti faccio i migliori auguri di buon anno a te e alla tua famiglia.
ps
lunga vita al blog e ai suoi partecipanti.

Nessuno 3

Ciao Paolo. Mi fa tanto piacere sentirti di nuovo. E’ inutile che ti dica che aspetto con trepidazione il tuo ritorno all’Ora Pro Nostic!
Spero che tu abbia superato i tuoi problemi e ti faccio gli auguri per un 2024 esagerato!
‘Nce vedimme

Nicola Romano

Magari .

Leo 62

Ciao Paolone, Buon Anno!!!… ci manchi sempre…

2010 nessuno

Ben trovato Paolo, tanti auguri di Buon Anno nuovo!

Sergiod

Un grande abbraccio e buon 2024, ciao Paolo!

Sergiod

Non esagerare, ricambio gli auguri con sincero affetto!

commentanonimo

L’Inter e’ decisamente piu’ forte. La Champions potrebbe togliere energie. La Juve e’ concentrata e determinata dopo l’anno scorso e…un po’ come dopo gli anni di B la percezione di avere subito una ingiustizia potrebbe dare quella rabbia che fa andare oltre i propri limiti. C’e’ poi l’incognita di cosa sta veramente capitando nei corridoi del potere, non sembra girare una bella aria e la sentenza sulla Superlega ha dato un segnale che la filiera Ceferin-Gravina-Compagniabella qualche scricchiolio lo potrebbe avere. Quanto questo influira’ sul campo e’ poco chiaro. Sul campo merita tutto sommato l’Inter, anche se cio’ che si e’ visto nei corridoi del potere nell’ultimo biennio e’ abbastanza disgustoso (per non parlare dei bilanci dove mi pare che tra le big solo il Napoli ha diritto ad isctiversi alla A). La Caduta del Napoli ammetto che inixia a sorptendermi per la sua entita’. Il Milan e’ un po’ un casino oggi.

Modifica il 1 mese fa da commentanonimo
il radarista

Non ti deve sorprendere la caduta del Napoli che è stata realizzata interamente da Aurelio De Laurentiis. A scudetto vinto, invece di regalare canzoni e canzonette, peraltro a pagamento, avrebbe potuto mettere mano al portafogli tenendosi Giuntoli e Spalletti, nonché tutti i giocatori che, dopo trentatre anni avevano portato a questo risultato. Invece ha creduto di essere solo lui l’artefice di questa vittoria e che poteva fare a meno di tutti. Niente premi, niente rinnovi e tante chiacchiere condite di minacce. Il padrone del vapore ha pensato di poter guadagnare ancora qualcosa sulle spalle dei suoi dipendenti E Giuntoli e Spalletti sono scappati. Quelli che sono rimasti, non erano felici. Ogni loro richiesta è rimasta inascoltata.però una cosa è certa: ADL ha rimpoverato tutti per non aver vinto la Champions. Sono curioso di vedere cosa vincerà quest’anno. Intanto, la salvezza è a quaranta punti e ne mancano ancora dodici. Sarebbe il caso di chiamare l’allenatore Nicola, esperto in salvataggi

Giorgio Bianchi

Caro radar, vedo che condividi i miei pensieri e i miei timori. Sulle responsabilità di ADL Sono perfettamente d’accordo con te. Ma se lo hai sentito è d’accordo pure lui.🤓
Ti auguro, con l’occasione un sereno anno nuovo.

Modifica il 1 mese fa da Giorgio Bianchi
Nicola Romano

Guagliò addirittura pensare alla salvezza , a nuttata a da ferni .

Giorgio Bianchi

Meglio tenersi pronti ad ogni evenienza.😉 Buon anno anche a te.

tom

Buona vittoria della Cortomusese che, a parte un palo esterno preso dagli altri (senza deviazione avrebbe trovato uno Scesni già piazzato), vince senza soffrire troppo contro una Roma fallosetta (se i falli di Mancini li avesse fatti Gatti, sarebbe stato espulso al terzo fischio, per somma di cartellini gialli e ammonizioni verbali) e inutilmente arrembante nel finale.
Quando Bocca parla di Culo immagino si riferisca al Var che per ora sembra aver inciso per più di due punti, vero?
Vediamo ora cosa succede a gennaio col calciomercato. Probabile che il Mostro Watersiano riesca a farsi regalare qualche buon giocatore (dall’Udinese?) in prestito gratuito con obbligo di riscatto legato al salvataggio della società dal fallimento. O un parametro zero (dal Napoli?) utile per liberare Barella e incassare un po’ di ossigeno.
Per quanto riguarda la Juve, ho il sospetto che non prenderà nessuno. Forse soltanto un buon giocatore per la NextGen in modo da sostituire Huijsen, che all’occorrenza possa fare il quinto centrale in Serie A. Anche perché, diciamolo, un solo centrocampista forte (nel ruolo di regista) non è sufficiente per sopperire alle lacune della rosa e avvicinarla a quella dell’Inter. Servirebbero almeno un terzino/esterno forte e una mezzala/ala che sappia saltare l’uomo.
Se ne riparlerà il prossimo anno.

Luigi

Buongiorno a tutti, confesso che, io FACINOROSO dichiarato, che non vede le partite ma le ascolto alla radio e riassaporo quei tempi in cui la domenica (il campionato si giocava la domenica), quasi tutti si ascoltava le partite con la radiolina divisa con gli amici e qualche bibita, la cedrata, il chinotto o l’aranciata. Oggi non è così, il rito dell’ascolto per me si concretizza al meglio quando sono da solo a soffrire per la mia squadra. Dico soffrire perché seguire le partite della mia Juve in questi ultimi campionati è una sofferenza.
Però devo ricredermi sulla consistenza della squadra che oggi ha ritrovato una fase difensiva molto buona, purtroppo le assenze di Fagioli e di Pogba, hanno diminuito il talento complessivo della squadra. Si facciamo fatica e ho sofferto come non mai a sentire le azioni continue del grande ex Dybala, uno dei miei giocatori preferito dopo Platini, Zidane e Tevez. Che spina nel fianco! Perdonatemi, ma ho pensato che un Dybala anche a mezzo servizio e con due terzi di presenza in campionato, avrebbe dato alla squadra quello che gli manca per esaltare giocatori come Vlahovic, Chiesa ecc., infatti, quando guardavo le partite ho ricordi chiari di alcune azioni portate ad alta velocità, con scambi che lasciavano di stucco gli avversari, tra Dybala e Chiesa ad esempio tra un nugolo di avversari che riuscivano solo a vedere il pallone in fondo alla rete. Però prima o poi riuscirò a capire chi è quel Dirigente che ha voluto disfarsene, perché se tu vuoi costruire una squadra su prospetti giovani, non puoi non capire che in campo hanno bisogno di una chioccia che gli permetta di crescere! Incapaci.
Dopo lo sfogo, voglio spendere una parola per il nostro allenatore, probabilmente al suo ultimo anno con la Juve. Io juventino vero, mi ricorderò sempre di ringraziarlo, non perché impazzisca per come fa giocare la squadra, ma per la capacità che dimostra in ogni occasione nel difenderla come può fare un tifoso innamorato. Non dimenticherò che in questi ultimi tre anni, molto difficili per noi, lui si è caricato la squadra sulle spalle, e con le sue capacità di uomo molto intelligente, ha saputo difenderla da ogni attacco. Grazie Allegri, non so se alla fine potremo festeggiare alla vittoria, per come sono fatto io ti sarò riconoscente in ogni caso. Un omaggio alla Roma, da quello che ho capito, squadra molto tecnica con i due argentini campioni del mondo, che hanno trovato un ambiente caldo in grado di rilanciarli, e stanno dimostrando a tutti che non erano affatto giocatori finiti, in particolare Dybala, forse l’unico fuoriclasse del nostro povero campionato!

mikecas

Dybala è un giocatore con un controllo palla eccelso ed un ottimo tiro di sinistro, ma è estremamente debole sia fisicamente che emotivamente. Debole fisicamente non solo per i suoi frequenti infortuni, ma anche per la sua incapacità di resistere a regolari contrasti, se non rotolandosi a terra. Le palle perse da Dybala per semplici contrasti sono sempre state tantissime, e a volte decisive. Inoltre non è assolutamente in grado di gestire una squadra, e quando conta la grinta semplicemente scompare. Più che una chioccia mi sembra una vecchia gallina che si crede un gallo…

Luigi

x Mikecas, sarà come dici, io mi permetto di ricordarti che lo scorso campionato, Dybala ha segnato (con una gamba sola e al piccolo trotto), 18 reti, di cui 14 in campionato e 4 in Europa. Mentre i nostri Vlahovic, Chiesa e Kean, insieme non sono arrivati a 20! Dybala è stato inserito nella formazione ideale per i campionati 2016/7/18e 2020, ovvero 4 volte; mentre nel 2019/2020 (con la Juve) è stato giudicato il migliore della Serie A (e Ronaldo era ancora con noi. Con la Juve ha vinto: Campionati 5; Coppa Italia 4; e SuperCoppa 3, più due finali di Champions. Nel 2022 ha vinto con l’Argentina il Mondiale, quasi non giocando è vero, poiché era fresco di infortunio, comunque decisivo quando è stato chiamato nella gara della finale, segnando un rigore importante per la vittoria e salvando in quella gara un gol quasi da difensore (grazie agli insegnamenti Allegriani)! Debole? Sabato contro di noi non è sembrato affatto debole, perché o Repice era ubriaco, o Dybala è stato una spina nel fianco! E ringraziamo paracarro LuKaku! insomma per fartela breve, uno come Dybala io lo tengo anche per fare due terzi delle gare di campionato o partite in Europa. Quando gioca è uno che sa sempre essere pericoloso come pochi.

Roma Roma bella

Certo, aggiungici il trascurabile handicap di aver fatto 120-130 gol in serie A giocando da mezzocampista e il tuo racconto di una mezzapippa è completo.
Vi meritate di dover pagare biglietti e abbonamenti TV per veder zappare i campi.

mikecas

ma io sono contento che vi piaccia e lo paghiate… 😉

monica

..e perché, il biancosarti?😁
Oppure “la tua squadra ha perso…ha vinto…vecchia romagna etichetta nera!”

Nicola Romano

E se ha pareggiato ? Sempre stock 84 .

Murr

guarda che c’è poco da fidarsi dei commentatori;
si è solidificata la vulgata che la Domina gioca male, be’, finora non ho visto molto bel gioco espresso dalle squadre che l’hanno affrontata;
il povero Max è poco amato persino dai tifosi della sua squadra, Mou-mou è idolatrato a Roma, dove non mi sembra abbia fatto meglio;

R.T.

Buongiorno Luigi, prendo spunto da una considerazione che hai fatto e dico : grazie Dybala per quello che hai fatto e ci hai fatto vedere ma visto i soldi che chiedevi( non so se tu o i tuoi consigliori) è stato un bene che te ne sia andato.
Vista la situazione economica post Covid e i frequenti guai fisici, che sono continuati in questi due campionati con la maglia giallorossa, non sarebbe stato male se il ragazzo avesse abbassato le pretese. Del resto , e qui chiedo conferma a chi segue il calcio nella capitale, mi sembra che i soldi che chiedeva a Torino, non li prende a Roma.
Buon 2024

Modifica il 1 mese fa da R.T.
Cuore ross/azzurro

Dybala l’unico fuoriclasse del campionato… Ce ne vuole a dire fesserie del genere.

Luigi

Caro amico o nemico che tu sia, io rispetto la tua opinione anche se non la condivido, e siccome è tempo di augurare a tutti un Buon anno, io lo auguro anche a te. Luigi

R.T.

A proposito di fesserie
mi vien da dire che ” Chi e dell’arte stima l’opera” mi sembra fossi tu che hai scritto che Politano è meglio di Camoranesi…
Sto ancora ridendo

Optimumpotor

Ma non è stato Dybala a volere un aumento di stipendio dalla Juve per poi andare alla Roma per uno stipendio inferiore?

Luigi

Che io sappia no. Dybala aveva trovato l’accordo per il rinnovo, ormai si era alle firme. Poi l’incedere di quello che stava succedendo, la Pandemia che aveva impedito alle squadre di incassare denari da “Stadio”, il rallentamento degli sponsor, insomma per fartela breve in società si sono convito che era arrivato il tempo della separazione, anzi sui giornali comparve un argomento legato all’investimento ultimo di Vlahovic, investimento pesante e dissero che lui era il futuro. Io non discuto le scelte di chi deve programmare, mi limito a fare il tifoso. Però da “innamorato” dei giocatori molto tecnici, ho sofferto nel vederlo andar via, perché mi rendevo conto che giocatori molto giovani come Vlahovic e Chiesa, avrebbero avuto bisogno di uno come lui. Arrivabene deciso di non rinnovare il contratto e io continuo a pensare che l’errore iniziale, circa le pretese, è del suo procuratore sicuramente, che ha fatto saltare anche l’accordo con l’Inter, per poi doversi accontentare quello che il “mercato” poteva offrire ad un giocatore su cui c’erano dubbi sulla sua tenuta fisica. Comunque è il passato. Ora guardiamo la futuro sperando di migliorare lo spessore tecnico della rosa. Buon Anno.

malandragem

Bocca scusi, il conto del multisfigherrimo per chi volesse festeggiare la “vittoria della Roma di Mou” è ancora aperto o l’ha chiuso ieri sera dopo essersi bevuto tutto il bar?

malandragem

l’Inter ci chiediamo tutti fin dove la faranno arriVAR

Obizzo da Montegarullo

Boia! Siamo alle battute da scuola elementare… 🙂

giaanick65

no, caro: siamo alle ladrate, una a settimana (2 quando giocate le coppe)

[…] Milan, gol di Pulisic al Sassuolo salva la panchina a Pioli […]

[…] Milan, gol di Pulisic al Sassuolo salva la panchina a Pioli […]

[…] Rispondi Milan, gol di Pulisic al Sassuolo salva la panchina a Pioli […]

Expo

La Juve di Allegri supera di misura la Roma di Mourinho, in una partita a scacchi risolta con una giocata in cui finalmente si vedono un paio di scambi (anche il fortunoso rimpallo di Kostic) che permette a Rabiot di segnare.
Ai punti meglio la Juventus. La Roma, al di là delle iniziative di Dybala, non ha molto altro.
Lukaku un pachiderma imbrigliato senza spazi. Altro noon si vede.
La Juve è quella che è: solida, ben impostata dietro, poca fantasia se non con gli sprazzi di un buon Yildiz e le accelerazioni di Chiesa.
Non si può chiedere alla Juve lo gioco spumeggiante dei primi in classifica…
Per fortuna, nessun episodio dubbio. Buon arbitraggio che lascia correre e, nonostante qualche rudezza, i giocatori accompagnano senza pianti.
Molto sorpreso dall’arrendevolezza di Mou: neanche una protesta??

Ermenegildo Segna

La juve in questo momento e in questo campionato può normalizzare chiunque (cominciando da se stessa).

il ghiro

Juventus – Roma 1 – 0
Profumo di vecchi tempi, Agnelli contro Viola, nostalgia di sfide passate, di scontri al calor bianco, non solo verbali. Nella Juve di Allegri, assenti Kean e lo squalificato Cambiaso, davanti gioca Yildiz con Vlahovic, Chiesa in panca. Mourinho recupera Dybala, schiera Bove a centrocampo, Kristensen e Zalewski sulle fasce, Lorenzo Pellegrini in panca. Arbitra il milanese Sozza, al VAR il bergamasco Mazzoleni.
Fucilata di Cristante deviata sul palo da Vlahovic, tiro di Vlahovic a lato, che si ripete poco dopo, gran tiro di Lukaku ma a gioco fermo, Vlahovic sfugge a Llorente ma Mancini intercetta il tiro, Vlahovic abbozza un tentativo di rovesciata dal limite, palla alta, si libera a sx Yildiz ma il tiro è a lato, assist di Kristensen a Dybala, tiro a fil di palo, Yildiz lancia Vlahovic per un tiretto innocuo, tiro di Kostic che supera R.P. ma N’Dicka di testa salva in tuffo sulla linea, cross di Kristensen ma C.F. esce e blocca, Mancini falloso su Yildiz.
Ripresa: tiro di Yildiz smorzato, quindi Rabiot si libera a sx, scambia con Kostic, poi riceve di tacco da Vlahovic e batte sul primo palo R.P., 1-0. N’Dicka manda fuori di testa, entra Pellegrini, esce Yildiz per Chiesa, sul sx di Dybala si accartoccia C.F., entrano il Faraone, Iling Jr e Milik, giallo a Locatelli, entra Azmoun, fugge Chiesa e pesca a centroarea McK che spara su un attentissimo R.P., segna Chiesa su assist di Iling, ma Sozza annulla per f.g., Azmoun di testa para C.F., entra Rugani, e alla fine la Juve vince la partita grazie al gol del solito “UFO-Rabiot”, ancora una volta con il risultato a lei più congeniale, “corto muso” per i bianconeri, “musata” per i giallorossi, e “muso lungo” per i tanti lupacchiotti saliti all’Allianz Arena.

gmr61

Tralasciando la lotta al vertice , che sembra più una lotta tra Varisti buoni e cattivi concentriamoci sulla medaglia di bronzo del campionato : sfatato il tabù Sassuolo con una partita bruttissima decisa solo perché noi abbiamo dei fuoriclasse , a volte….Pioli riesce a metterli male pure stavolta o forse decide solo di non rischiare e giocare una specie di 5-1-5 dove lo scollamento tra reparti era lampante ( ridateci a questo punto Oronzo Caná e il suo 5-5-5!)
Leao ha bisogno di chi lo pungoli, lo stimoli, altrimenti fa ben poco , Theo centrale é un peccato , Florenzi fa il suo come sempre, pure Calabria, incredibilmente, anche il centrocampo non è male, il poro Oliviero tra un po’ avrà bisogno del bastone, Pulisic ha fatto gli stessi gol di Thuram ( se qualcuno conosce come si calcola il Rendimento potrebbe fare le sue valutazioni ) sono convinto che chiunque potrebbe allenarli, però ci terremo Pioli fino a giugno per i soliti motivi economici, quest’anno va così .
Buon anno a tutti, in primis al nostro Blogmaster e a seguire a tutti in ordine alfabetico….senza distinzione di tifo ! 😃😃😃

Leo 62

Ciao Giovanni, non l’ho vista ma anche tu mi confermi che eravamo discretamente scollati in campo, il Sassuolo di quest’anno è quello che è e meno male così. Giornata buona in cui mandiamo la quinta a cinque punti e la quarta è la Fiorentina. La Roma va a 8 come il Napoli, Atalanta a 7. Se rientra qualcuno in difesa ( Thiaw e Kalulu saranno i primi ) e torna Gabbia e chiudiamo meglio dietro, i giocatori buoni a centrocampo e davanti ce l’abbiamo ( Jovic una mezza sorpresa ) ed il terzo posto lo dovremmo tenere. Molto buono far esordire così tanti ragazzi di una Primavera che sembra la migliore degli ultimi quindici anni almeno. Il prossimo anno con una campagna acquisti un po’ più oculata che deve solo aggiungere tre elementi, massimo quattro e ben mirati, ed un altro allenatore, lotteremo senza problemi per lo scudetto. La concorrenza, viste le prime due che stanno lì solo per mancanza di avversari, non mi pare terribile.
Fai bene infine a far notare che Pulisic ha segnato quanto Thuram in una squadra che in generale segna di meno dell’Inter… la aggiungiamo a Sommer, quanto a Frattesi fa la riserva di Barella, a proposito della virtù di saper tacere…
Buon Anno a te !!!

Modifica il 1 mese fa da Leo 62
Fever Pitch

Non ho votato, perché finora la classifica reale non è dipesa da ciò che, secondo regolamento, è accaduto sui campi di gioco.
Contando le sole due partite di Marassi contro il Genoa, per esempio, ci ballano 3 punti e la Juve sarebbe davanti all’Inter.
Senza contare tutte le altre numerose partite manomesse dalla Var autogestita da Appiano Gentile quando il risultato era ancora in bilico.
Non avendo alcuna evidenza che le cose possano cambiare, direi che l’Inter e la sua Var autogestita, non avranno molti problemi.

amoebas are very small

avevo sbagliato i calcoli, mica sono ragioniere;
col nonfuorigioco saremmo a pari punti con la malmata, senza il punto rubacchiato al Genoa saremmo davanti;
mica male per una squadra composta da brocchi e guidata da un incapace;

Trebaffetti

non sarebbe più comodo un unico post per la giornata?

148
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x