Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Juventus - Udinese 0-1, la Juve resta a -7 dall'Inter

La Juve fa patatrac, perde in casa con l’Udinese e dice ufficialmente addio allo scudetto. Il gol del ko lo segna Giannetti, che è argentino e di nome fa pure Lautaro, insomma un segno del destino. La Juve gioca una partita senz’anima e senza gioco, e resta a -7 dall’Inter, distacco che potrebbe addirittura diventare -10 col recupero dei nerazzurri con l’Atalanta. Inoltre il Milan le sta ormai addosso e anche il secondo posto è a rischio. Insomma se non è un fallimento ci siamo molto vicini, e per quanto Allegri parli sempre e solo di piazzamento in Champions, il senso di spreco e di non gioco è clamoroso. Che si fa dunque adesso con Allegri? Il suo partito da maggioranza sta ormai diventando minoranza, forse è davvero l’ora di cercare qualcosa di diverso…

SERIE A 2023-2024

GIORNATA N. 24

Venerdì 9 febbraio 2024

Salernitana-Empoli 1-3

Sabato 10 febbraio 2024

Cagliari-Lazio 1-3

Roma-Inter 2-4

Sassuolo-Torino 1-1

Domenica 11 febbraio 2024

Fiorentina-Frosinone 5-1

Monza – Verona 15.00

Bologna-Lecce  4-0

Genoa-Atalanta 1-4

Milan-Napoli 1-0

Lunedì 12 febbraio 2024

Juventus – Udinese 0-1

***

CLASSIFICA DOPO 24 GIORNATE

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 25

Venerdì 16 febbraio 2024

Torino-Lecce 19.00

Inter-Salernitana 21.00

Sabato 17 febbraio 2024

Napoli – Genoa 15.00

Verona – Juventus 18.00

Atalanta – Sassuolo 20.45

Domenica 18 febbraio 2024

Lazio – Bologna 12.30

Udinese – Cagliari 15.00

Empoli – Fiorentina 15.00

Frosinone – Roma 18.00

Monza – Milan 20.45

***

IL RECUPERO DELLE PARTITE DELLA GIORNATA N. 21, RINVIATE PER LA SUPERCOPPA

Bologna – Fiorentina, mercoledì 14 febbraio 2024 ore 19.00

Torino – Lazio, giovedì 22 febbraio 2024 ore 20.45

Sassuolo – Napoli, mercoledì 28 febbraio 2024 ore 18.00

Inter – Atalanta, mercoledì 28 febbraio 2024 ore 20.45

***

Appena preso un clamoroso sganassone dall’ Udinese, e incassato un gol da un argentino che si chiama Lautaro (Giannetti), quasi l’episodio avesse un recondito sesto senso, Massimiliano Allegri attacca il disco del “il nostro obiettivo è la Champions League, l’Inter è la squadra più forte e la candidata per lo scudetto”. E ancora: “Stiamo facendo molto di più di quello che si ipotizzava a inizio stagione. Bisogna essere realisti, quello che stiamo facendo rispetta i valori che abbiamo”.  

  Non è uno scaricabarile ma quasi, l’allenatore svia i discorsi, disinnesca i processi. Senza riuscirci, però. Almeno credo. Il problema non sono i 53 punti che la Juve ha in classifica o il suo dichiarato obiettivo stagionale, il problema è non essere esistiti   in un momento delicato della stagione e contro avversari la cui differenza di categoria è evidente, e non è certo un’opinione. L’Empoli, l’Udinese suvvia…

  Passi pure non toccare palla proprio con l’Inter – anche se c’è pur sempre modo e modo – è un crimine però lasciare 5 punti a Empoli e Udinese e buttare via delle belle chances proprio per questo inaccettabile spreco. La Juve ha ancora una volta evidenziato tutti i suoi limiti di carattere e di costruzione del gioco, di incapacità di servire gli attaccanti che pure si ritrova, di grigiore soprattutto dei suoi principali protagonisti.

   Prima della partita Cristiano Giuntoli aveva confermato l’intenzione di continuare in futuro con Massimiliano Allegri. Se fosse stato reintervistato dopo probabilmente avrebbe dribblato la domanda.

  La questione, è ovvio, sta tutta lì. E’ Allegri l’uomo giusto al posto giusto? Ognuno ha la sua risposta, secondo convinzione e secondo fede, ma il partito sta ormai diventando minoranza. E urge quantomeno un congresso per uscire dalla crisi e soprattutto parlare di futuro.

***

Champions League, Lazio-Bayern 1-0

CHAMPIONS LEAGUE 2023-2024

OTTAVI DI FINALE ANDATA

(fate clic sulle partite per consultare tabellino e statistiche)

Martedì 13 febbraio 2024

Lipsia – Real Madrid 0-1 (rit. 6-3)

Copenhagen – Manchester City 1-3 (rit. 6-3)

Mercoledì 14 febbraio 2024

Lazio – Bayern 1-0 (rit. mar 5-3)

Paris SG – Real Sociedad 2-0 (rit. mar 5-3)

Martedì 20 febbraio 2024

Inter – Atletico Madrid 1-0 (rit. 13-3)

Psv – Borussia Dortmund 1-1 (rit. 13-3)

Mercoledì 21 febbraio 2024

Porto – Arsenal 21.00 (rit. 12-3)

Napoli – Barcellona 21.00 (rit. 12-3)

***

SOCIAL BLOOOOG!

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

fatti un giro dentro Bloooog!

Lunedì 26 febbraio 2024

La tripletta di Dybala al Torino: la lotta di classe di un campione a metà

Domenica 25 febbraio 2024

Lautaro è troppo forte, è arrivato a quota 101 gol in Serie A con l’Inter

Domenica 25 febbraio 2024

Juventus salvata da Rugani con un gol al 95′ contro il Frosinone

Giovedì 22 febbraio 2024

Milan ko a Rennes ma passa, Roma elimina Feyenoord ai rigori: qualificate a ottavi Europa League

Mercoledì 21 febbraio 2024

Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Calzona

Martedì 20 febbraio 2024

Inter – Atletico Madrid 1-0, Arnautovic entra e segna il gol vittoria in Champions League 

Lunedì 19 febbraio 2024

De Laurentiis  licenzia anche Mazzarri, il Napoli a Calzona: ex aiuto di Sarri e Spalletti

Domenica 18 febbraio 2024

Il Milan sotto shock, ko a Monza: fallito il sorpasso sulla Juve, Pioli sotto accusa

Domenica 18 febbraio 2024

Bologna Bum Bum, Thiago Motta e Zirkzee ricordano il calcio champagne dei tempi di Maifredi

Sabato 17 febbraio 2024

La Juve in crisi è diventata un peso anche per Allegri, ormai caduto in un “loop temporale”

Sabato 17 febbraio 2024

Il Napoli di De Laurentiis e Mazzarri a precipizio, un Carnevale mascherato da Walking Dead

Venerdì 16 febbraio 2024

La cavalcata dell’Inter somiglia sempre di più a quella del Napoli scudetto

***

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
349 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

[…] Juve ko a Torino con l’Udinese, resta a -7 dall’Inter, addio allo scudetto. Allegri è u… […]

[…] Juve ko a Torino con l’Udinese, resta a -7 dall’Inter, addio allo scudetto. Allegri è u… […]

[…] Juve ko a Torino con l’Udinese, resta a -7 dall’Inter, addio allo scudetto. Allegri è u… […]

[…] Juve ko a Torino con l’Udinese, resta a -7 dall’Inter, addio allo scudetto. Allegri è u… […]

[…] Juve ko a Torino con l’Udinese, resta a -7 dall’Inter, addio allo scudetto. Allegri è u… […]

[…] Juve ko a Torino con l’Udinese, resta a -7 dall’Inter, addio allo scudetto. Allegri è u… […]

[…] Juve ko a Torino con l’Udinese, resta a -7 dall’Inter, addio allo scudetto. Allegri è u… […]

[…] Juve ko a Torino con l’Udinese, resta a -7 dall’Inter, addio allo scudetto. Allegri è u… […]

[…] Juve ko a Torino con l’Udinese, resta a -7 dall’Inter, addio allo scudetto. Allegri è u… […]

[…] Juve ko a Torino con l’Udinese, resta a -7 dall’Inter, addio allo scudetto. Allegri è u… […]

[…] Juve ko a Torino con l’Udinese, resta a -7 dall’Inter, addio allo scudetto. Allegri è u… […]

commentanonimo

OT, Pogba. Sono perplesso. Ho letto qualcosa in più ed ho visto che era positivo non per il testosterone ma per il DHEA. Una sostanza che è presente in molti integratori anche non dichiarato. Ora mi sembra che parlare di 4 anni di squalifica per una cosa così, mi rende un pò perplesso, lo ammetto. Come fai a dimostrare che ci sia volontà? Insomma dai qualche mese ad uno che scommette e 4 anni ad uno che prende un integratore? Insomma, ora non so i dettagli, ma non mi pare corretto.

Ermenegildo Segna

Vakkapish! (Cit.)

cugino di campagna

Toh… con l’InterVar a riposo, sono tornati a sanzionare i fuorigioco attivi… 2-0 di Orsolini appena annulato… Eh ma è tutto normale, daaai…

Animella, ma se facessero un film su i vostri furti, quante ore durerebbe?

Luc10 Dalla

È che anche il FioreVar funziona alla grande

Sunako Nakahara

Come se non bastasse la preoccupazione per l’impegno proibitivo di questa sera, è di oggi la notizia che abbiamo ceduto in prestito Dimitrije Kamenović ad una squadra elvetica. Per fortuna a fine stagione il giocatore dovrebbe rientrare nei ranghi, dato che il lungimirante Tare gli aveva fatto sottoscrivere uno dei suoi contratti standard (15 anni, rinnovabili automaticamente a multipli di 5 al raggiungimento dei 30 secondi di presenza stagionale). La brutta notizia è che adesso a Formello il reparto del “minuto mantenimento” è rimasto decisamente a corto di personale. Per cercare di ovviare al problema, il presidente potrebbe quindi essere costretto a spendere lo 0,00001% del premio incassato per il passaggio del girone di Champions, distraendolo da investimenti strategicamente molto più importanti per la sopravvivenza del mondo occidentale.
E poi qualcuno dice che non ha a cuore le sorti del club.

Modifica il 4 mesi fa da Sunako Nakahara
Nicola Romano

Proibitivo e’ esagerato , io direi impossibile .

Sunako Nakahara

No, di “impossibile” c’è soltanto il miglioramento della cifra tecnica del nostro attuale organico (almeno stando a quanto trapela dai piani alti della società). A conforto di questa tesi, pare che nella sala stampa del centro sportivo stiano allestendo anche una buca per l’orchestra. Così, tra una battuta e l’altra, lo spettacolo sarà impreziosito da accattivanti stacchetti musicali di accompagnamento.

Modifica il 4 mesi fa da Sunako Nakahara

[…] Juve ko a Torino con l’Udinese, resta a -7 dall’Inter, addio allo scudetto. Allegri è u… […]

inox

Buonanotte Fabrizio

Ha’ ca’àto fori dar vaso (la fatta fuori dal vaso). Eh! si. Propio così: secondo Max, Il problema è che la Juventus ha troppi giovani in squadra e allora, per meglio dimostrarlo Max, contro l’Udinese e sotto di una rete, tiene in panchina Alcaraz e Kostic e fa entrare Cerri e questo per davvero è uno sgarbo alla società e soprattutto ai tifosi. Non so cosa significhi per l’ambiente bianconero forse, vedere chi ce la più duro? Su questo Max ne esce vincente d’altronde, come si dice: pipi ritto… ‘un vor consigli (il cosino ritto….non vuole consigli). Dov’è il cinese? Dov’è la sorella di Frattesi? Quando sento “mamma rai” rimpiango di non essere nato orfano. All’israeliano non interessa nulla di ciò che ha detto Ghali piuttosto di verificare il livello di sottomissione del governo italiano. Spunti interessanti a margine di Juventus-Udinese: l’uscita del portiere su Milik non sanzionata con un rigore mentre in Fiorentina-Inter l’uscita di Sommer su Nzola si. Alex-Sandro identica cappella sulla rete dell’Udinese a quella in finale di coppa italia contro l’Inter. Il fallo di Bremer fischiato punizione da fuori area. In area non sarebbe mai stato rigore. Identico fallo di Juliano su Ronaldo. Ti ricordi? Fabrizio. Ma….su Sanremo: Vecchioni canta con un ragazzo che gli urla accanto di nome Alfa e solo allora si rende conto che la canzone potrebbe assomigliare a Sogna ragazzo sogna ma non ne è sicuro. L’ho già chiesto? Ma dov’è la sorella di Frattesi? Tifiamo Lazio

Mordechai

1 : grazie per la traduzione;
2 : Juliano (Antonio) è di recente passato a miglior vita; Iuliano (Mark) eventualmente;
3 : quella squadra di fasci tifala tu, se vuoi.

Nicola Romano

Invece voi siete la squadra i cui padroni si sono presi 220 milioni di aiuti dallo stato , da alcuni anni pagano le tasse in Olanda e se non gli diamo altri soldi piano piano manderanno gli operai ( italiani) residui a cagher , volevo dire a casa .

Mordechai

Amico mio, non mi riferivo alla Società Lazio bensì ai tifosi della Lazio, non pochi dei quali hanno e manifestano spiacevoli … nostalgie.
Che c’entrano gli aiuti di Stato o le tasse?

mario rossi

Bocca il campionato è molto più aperto di quanto si pensi.

Quattroquattronovetredue

Ogni volta che lo vedo giocare, come poco fa, mi pongo una domanda irriverente: vista la tecnica individuale, la visione di gioco, gli assist, i gol, la personalità, ma De Bruyne quanto è lontano dal livello di Cruijff? Forse gli mancano solo intorno i fenomeni che ha avuto in nazionale l’olandese. Comunque sia, quando è in campo guardarlo è sempre una delizia.

carta vetrata

Ad oggi, l’unico giocatore che può ricordare Cruyff, per chi se lo ricorda bene e ne ha studiato le movenze in campo, è Zirkzee. Un nove e mezzo senza ruolo specifico, gioca sempre a testa alta, quasi di prima pur non mancandogli tecnica sopraffina e dribbling, e migliora di molto i compagni.

carta vetrata

giusto, è un vero fenomeno, non abbastanza incensato. Magari non gli frega molto, non ha nemmeno l’agente, e i contratti se li fa da sè. Da diversi anni dovrebbe essere pallone d’oro, invece dello stucchevole duello messi CR7.

Maxx

Ok, però ogni tanto cambia la domanda!!!

Claudio Mastino 62

Ora come ora De Bruyne, considerando anche che Modric ha
ormai 37 anni suonati è il migliore centrocampista del mondo, veramente grandissimo e completo, sa fare di tutto nel rettangolo di gioco. Senza però togliere niente al campione belga devo assolutamente dire che Crujiff era più forte, sicuramente più veloce ed anche come fantasia e tecnica era superiore a De Bruyne, inoltre segnava molto di più pur spaziando in tutte le zone del campo proprio come il giocatore del City.
È vero che il campione olandese
giocava in una delle nazionali più forti della Storia del calcio ma anche l’attuale nazionale belga non è poi così male, è piena di ottimi giocatori.
Tra quelli che ho visto giocare Crujiff è senz’altro uno dei più grandi, un fuoriclasse assoluto.

Modifica il 4 mesi fa da Claudio Mastino 62
Mordechai

E’ un’eresia, lo so, ma c’è stato qualcuno che in qualche “movenza” un pò ricordava Cruijff : Ibrahimovic.

Claudio Mastino 62

Ibra, grandissimo centravanti che
spesso nella prima parte della carriera giocava da seconda punta assomigliava nelle movenze più a Marco Van Basten, uno dei più grandi centravanti della Storia del calcio. Sia Ibra, sia Van Basten e lo stesso Crujiff erano molto agili,
eleganti e bravissimi in acrobazia
ma Crujiff che non aveva un ruolo ben definito poteva giocare
sia come centravanti di manovra
o trequartista ed era molto più veloce degli altri due, eccelleva nello scatto da fermo dove era più veloce di qualsiasi altro giocatore e nel dribbling diventava immarcabile per qualsiasi mediano o difensore avversario, in questa sua caratteristica assomigliava a mio modesto avviso a Ronaldo da Lima detto Ronaldo il Fenomeno.
Per me George Best, Crujiff e Ronaldo il brasiliano sono stati i giocatori migliori a fare grandi cose ad una velocità supersonica, i più grandi nel controllo di palla in corsa.

2010 nessunoo

Bravo è bravo, ma Cruijff era Cruijff, per tecnica, volume di gioco e goal è una vetta ancora non raggiunta dal belga.

Leo 62

De Bruyne è fortissimo ma rispetto a Cruyiff è sotto di una categoria anche una e mezza.
E’ molto più discontinuo dell’olandese e meno geniale, e soprattutto sbaglia spesso l’ultima scelta… di solito di un giocatore ci si ricorda ciò che azzecca, mentre bisognerebbe ricordare tutto. Se fosse così forte avrebbe portato il Belgio a vincere qualche cosa visto i fior di giocatori che i belgi hanno schierato negli utlimi anni, oppure, come Cruyiff avrebbe fatto la storia del calcio con una sola manifestazione, come fu nel 1974, pur non vincendo.
Invece Mondiali o Europei che sia fallisce sempre. Oltre a questo è più portato all’infortunio dell’olandese, e direi che intorno, al City, ha gente in media più forte di quella che circondava Cruyiff, esclusi i soliti 4/5 ( Neeskens, Rensenbrink, Krol, Rep ). Direi che se c’è uno cui paragonarlo più che Cruyff sia Van Hanegem.

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
Waters

Non è che De Bruyne gioca con Gatti o Nicolussi Tibia, ha al fianco dei signori giocatori, è un grandissimo giocatore io lo dico da anni che è il miglior centrocampista al mondo,però non ci vedo molte affinità elettive con Crujff, a partire dal fisico, poi Crujff giocava una ventina di metri più avanti ed era un grande dribblatore e realizzatore, il belga è più un un uomo assist pur non disdegnando le conclusioni a rete che avvengono quasi tutte da fuori area…ciao

Il mattino ha loro in Bocca

ma come? e sul primo non ti è balenato, che so, un Micio o un MiaoMiao?
sei un genio incompreso, non c’è che dire.

Waters

Più la leggo e più mi piace😃…su Gatti si rischiava di scivolare sulla banalità, ed io aborro la mediocrità e la banalizzazione…

Il mattino ha loro in Bocca

…e meno male, altrimenti non so cosa partorivi…
guarda ti faccio un esempio con lo stesso giocatore, prendi la battuta di Vipe e confrontala con la tua, te sei Pierino lui Proietti.
Ciao ciao✋

Leo 62

Comunque dopo aver letto un sacco di fregnacce dei soliti noti a proposito dell’overperformance del Milan, durata due anni e mezzo, adesso abbiamo finalmente la dimostrazione evidente di cosa sia sul serio un’overperformance… cinque mesi e via…

Maxx

un pò di overperformance non si nega a nessuno

commentanonimo

Leo62, la fregnaccia parte dalla parola overperformance…🤣 e che vuol dire? Uno arriva dove arriva e quella è la performance. E punto. Poi può essere sopra o sotto le attese, ma quello vuole solo dire che le attese non sono realistiche.

Leo 62

Si tratta di un concetto ex ante, ma parte dal presupposto che uno sia in grado di fare una previsione, che non era il caso dell’idiota che l’aveva fatta in quel caso… mentre a quanto pare si attaglia perfettamente a chi pensava che la Juventus di quest’anno non potesse reggere il ritmo che aveva tenuto sino ad ora ( tra cui molti juventini …) . Poi chiaro che l’unico giudizio sicuro è quello ex post.

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
comevolevasidimostrare

👍 ☕

il radarista

La cosìddetta parolaccia “overperformance” è nata quando qualche marito ancora giovane, volendo giustificare l’acquisto del viagra, diceva candidamente di ambire a una performance esagerata. Chissà a quale proposito.

commentanonimo

Chissà…🤣

Waters

Sono d’accordo con te, arrivate facilmente secondi,primi in caso di crollo della Inter,difficile ma non impossibile…la unica cosa certa è che a Torino gli darete tre pere…

Leo 62

Secondo me quest’anno vincete voi ed il prossimo noi…

Mordechai

Cosa che non avete fatto voi. E sì che siete i mejo der cucuzzaro.

Carlo

Credo sia giunta l’ora di cambiare pagina e parlare della faida finanziaria scoppiata all’interno della famiglia Agnelli. Su questa ammosciante storia sta indagando la procura gi Torino e la questione toglie la maschera al capitalismo italiota che riesce ad essere anche peggiore di questa vergogna della famiglia più famosa e tea le più ricche d’Italia.
Nella stessa vicenda, essendo indagato anche il presidente della juve, si presume che le brutte notizie per i tuligosi di questa squadra di cslcio non finiscono mai.
Salud

Modifica il 4 mesi fa da Carlo
Maxx

resto alla pagina precedente

Waters

Caro Carlo non hanno moralità, mille volte peggio del Berlusca, che era si un noto puttaniere, ma la prole non ha fatto guerre per i soldi – pur venendo da madri diverse – e Mediaset la gestiscono loro e non fanno certamente gestire ai Romiti o Marchionne di turno.

Waters

Certo che il mio amico Ivanone – Mark Roomsbottom ha preso una bella mazzata😂….

napoletano scaramantico

Domenica loro almeno ci hanno battuto con un gol regolare e senza altri aiuti esterni.

Modifica il 4 mesi fa da napoletano scaramantico
Waters

Non so cosa risponderti, solo che sei indietro di una trentina di punti 😀

cugino di campagna

Rispondigli così, animella:

cugino di campagna

Animella, mai stato meglio… siamo appena alla ventiquattresima… i gobbi sono già scoppiati… senza l’InterVar saremmo a tiro, se non davanti… ma tu prega che non ti mollino adesso dando tutto per scontato, che a Bologna dovete ancora giocare…

Waters

Hai ragione Marco, campionato lungo e tutto da decidere…

carta vetrata

ma anche l’Udinese fa parte del complotto?

Fever Pitch

No Cutro, l’Udinese l’avevate battuta solo dopo che la Var di Appiano era intervenuta per premiare lo svenimento di Lautaro e smuovere il risultato dallo 0-0. Ricordi quando ha strappato la palla di mano a Di Bello e la messa sul dischetto del rigore…?

Maxx

ste squadracce che se la giocano!!! non ci si crede!

Il mattino ha loro in Bocca

Bene, tutto sommato meglio così, almeno smetteremo di leggere sciocchezze sulla lotta per lo scudetto da parte nostra. Come già scritto l’obbiettivo di questa squadra non poteva e non può che essere la ricerca di un posto in CL.
Ripeto, Allegri ha costruito un meccanismo delicato che poggia più sul lato mentale e nervoso che non sul livello tecnico medio della squadra (non eccelso).
Basta che due o tre giocatori non siano troppo in condizione e ne escono partite insulse senza capo nè coda come quella di ieri sera.
Se sarà bravo, Allegri, a recuperare la testa di alcuni e rimettere insieme i cocci, resteremo nelle prime quattro, il fallimento sarebbe non la perdita del secondo posto ma arrivare quinti.
Perfettamente inutile ripetere le litanie sui singoli di cui ormai abbiamo detto e scritto di tutto, qui siamo, aspettiamo con pazienza che Giuntoli riesca a creare una rosa all’altezza,
con Allegri o senza.

ConteOliver

per me è meglio senza, e non lo dico da ieri
grazie di tutto e buona vita, Mr. Allegri!

fosse per me, io riprenderei Conte

lo riprenderei domani, pur con tutte le sue paturnie e le sue follie

per me (e l’ha dimostrato al Chelsea e all’Inter, oltre che alla Juve) Conte è uno che ha idee ed ha la capacità di inculcarle ai giocatori

quello che ha fatto con Giaccherini o Pogbà, con Vidal, con Marchisio, con Chiellini e Bonucci (che si diceva essere quello scarso della coppia barese con Ranocchia), la valorizzazione di Barzagli, la seconda giovinezza di Pirlo

io ad uno così metterei in mano con fiducia tutto il materiale giovane da sgrezzare che abbiamo

pensate a cosa potrebbe fare Conte con un Cambiaso o un Yildiz, con un Iling Jr. (lui che ha fatto sembrare un giocatore di calcio anche Estigarribia), con un Huijsen

vogliamo puntare sui giovani a basso costo?

Conte è quello giusto, secondo me

E’ malato di calcio, si aggiorna e studia sempre, è ossessivo e sa entrare nelle teste dei giocatori

per me è l’uovo di Colombo

Il mattino ha loro in Bocca

ma si l’ho detto, anch’io, probabilmente, preferirei qualcosa di nuovo, ma non mi strapperei i capelli se continuassero con Allegri perchè non credo che sia un inetto come molti lo rappresentano. Si continua a dire che non abbiamo schemi, ma vorrei capire cosa c’entrano gli schemi in una partita come quella di lunedi scorso; ogni tre passaggi due erano sbagliati, ma che ci può fare l’allenatore quando la solfa è questa?
Per quanto riguarda Conte, si anch’io penso che sia uno dei migliori, solo che fatico a vederlo in maniera distaccata, era la nostra bandiera, l’abbiamo amato con tutta la passione di tifosi, fatico a vederlo tornare come un professionista distaccato. Ripeto, è solo un discorso di pancia, dal punto di vista tecnico non si discute.

commentanonimo

Come entra ed esce dalle teste dei giocatori Conte non c’è nessuno, forse solo Sarri entra così bene, solo che poi lui scende e si ferma sulle 🏀

ConteOliver

😆

il radarista

Ci sono ormai pochi dubbi. Il Napoli ha sbagliato a far scappare Giuntoli e la Juventus ha sbagliato ancora di più a mandare via Marotta. Lo sfacelo è stato immediato e lampante.

Fever Pitch

Quello del Napoli. La Juve ci ha vinto altri due scudetti senza Marotta, il secondo con Sarri. E altre due coppette con Pirlo, le stesse per cui viene magnificato Inzaghi ingaggiato da Marotta.

Maxx

Verissimo! L’Argentina ha vinto un mondiale senza Marotta e Giuntoli. Come avrà fatto???

ConteOliver

e beh… quando ciai ragione ciai ragione 😉

Inzaghi sta beneficiando del lavoro di Conte, oltre che di quello di Marotta

la rivoluzione culturale all’Inter l’ha portata Antonio in panchina, facendo crescere molti giocatori, sia di testa sia calcisticamente
Barella e Bastoni su tutti… ma anche Brozovic, Perisic, Lukaku, Candreva, D’Ambrosio e Politano, proprio con Conte hanno raggiunto il top

carta vetrata

Mah, non esageriamo con il panegirico di Conte rispetto ad Inzaghi. Conte è stato l’unico allenatore dell’Inter degli ultimi anni a beneficiare degli investimenti cinesi. Gli hanno comprato chi voleva, senza badare a spese. Ad Inzaghi ne hanno ceduto uno o due all’anno, i migliori. Brozovic play lo ha creato Spalletti, non Conte, ceh nove deva nemmeno Di Marco. I Candreva, Politano, ecc. buoni giocagtori ma non da corsa. Perisic, come Kulusevski ed altri se li è portati al Tottenham, con i risultati che sappiamo. All’Inter fece prendere Young, Moses, Asamoah, Lazaro, perfino lo stracotto Vidal, Sanchez, fino as Kolarov, tutti a caro prezzo. Cosa e chi avrebbe valorizzato? casomai ha lasciato voragini in bilancio. Quanto ad Inzaghi, finora due volte meglio, perlomeno dal punto di vista della valorizzazione del parco giocatori: basta vedere i Cahlanoglu, Lautaro, Di Marco, in ultimo Thuram, senza dimenticare che i Barella e Bastoni sono molto migliorati. Il tutto facendo spendere una miseria alla società. Voglio dire, Darmian, Acerbi e Mikhitarian son costati, tutti assieme, quanto l’ingaggio del solo Vidal, una “sola”. Era capace di giocare in difesa con D’Ambrosio e Ranocchia e con mezzeali Vecino e Gagliardini, tenendo in panchina i Barella, Skriniar e Brozovic. Per poi venire eliminato costantemente agli ottavi di CL, se ci arrivava. Con undici parametri zero presi dall’Inter di Inzaghi ci fai il costo del cartellino del solo Gagliardini, se vuoi te li elenco, puoi farlo da te se ne hai voglia. Ha sicuramente dato sotto il profilo della mentalità e della cultura del lavoro, ma qualitativamente Inzaghi, con i fichi secchi, gli sta dando due piste. e non pare proprio che i giocatori traccheggino. Che peraltro anche Inzaghi, come tutti, ha le sue fisse paranoidi, a partire da Correa Capisco il tifo, ma che vi fumate il giorno? Conte Oliver, restituisca la refurtiva al ricettatore, come si chiamava, Bing?

Lorenzo

Oddio, Barella cresciuto di testa non mi sembra proprio. Perlomeno, non nell’atteggiamento.

ConteOliver

prima di Conte era uno Sturaro qualsiasi, ma molto più falloso.
Con 2 anni di “cura Conte” è diventato uno dei più forti centrocampisti d’Europa
Bastoni era un pulcino bagnato, con Antonio è diventato quel che è ora, tra i migliori centrali della serie A, e non solo

carta vetrata

Conte, Barella è stato acquistato dal Cagliari per 50 milioni, er il centrocampista più caro in circolazione, altro che uno Sturaro qualsiasi che costava un decimo e valeva un ventesimo. Conte, il tuo omonimo ha tenuto in panchina Eriksen per 7 mesi, facendolo entrare negli ultimi tre minuti, come fosse in punizione. Magari era colpevole di nmo essere una sua scelta, come invece il fenomenale Vidal a stipendio esorbitante. Eriksen, una volta entrato, non è uscito più. Non è che tra voi Conte ci capiate molto, eh. Dedizione, tenacia e grinta, ecco quello sì. Per il resto, lasciamo perdere, Barella, Bastoni, Di Marco, Lautaro ecc. sontuosi lo sono diventati con Inzaghi. D’altra parte basta vedere le partite dell’Inter di Conte e quella di Inzaghi per notare la differenza nell’organizzazione di gioco. dal lancione per Lukaku boa alla manovra veloce, verticale che ti porta al tiro in tre passaggi. E ti porta venti volte al tiro, subendo molto meno, e con giocatori molto meno costosi.

Il mattino ha loro in Bocca

direi che si, ma sono gli episodi della vita, che comunque va avanti, forse dovremmo capire (noi tifosi) che, tuttosommato, siamo dei privilegiati in quanto godiamo e possiamo infervorarci senza alla fine aver nulla da compromettere se non la rabbia tifoidea. Godiamoci lo spettacolo.

commentanonimo

Vero…concordo. MA…ma lo sport e’ lealta’ e se la Juve di Moggi non era lealta’, e la ho odiata, l’Inter della prescrizione o delle banane in curva mi fa ancora piu’ schifo perche’ protetta dal potere.

Il mattino ha loro in Bocca

si certamente, ma per quanto attiene alla lealtà dello sport, io mi fermerei a quanto avviene all’interno dell’evento sportivo, nel caso del calcio i 90 e più minuti di gioco, tutto ciò che gravita fuori dal campo è difficile chiamarlo sport, sono affari, sotterfugi, imboscamenti, diffamazioni, insomma sono affari di soldi (non è una giustificazione, è solo una constatazione).
Per i fatti specifici, bisognerebbe approfondire…che dire, io mi fido dei tribunali civili (quelli così detti sportivi rientrano a pieno merito nella categoria di cui sopra) e la sentenza sulla Juve di Moggi dice che “nessuna partita è stato alterata”. (punto)
Restando, invece, nell’ambito della partita, beh, quest’anno stiamo assistendo ad uno spettacolo indecente da parte della prima in classifica, i cui giocatori producono oltre a un bel gioco, un teatrino sconcertante fatto di simulazioni continue e sistematiche rinforzate da proteste, in ogni parte del campo, e questo si, sinceramente, non mi sembra un esempio di lealtà.

Archaeox

E io mi fido di più della Cassazione:
“Moggi ha commesso sia il reato di associazione per delinquere sia la frode sportiva in favore della società di appartenenza (la Juventus) e ha sconvolto il sistema calcio screditandolo in modo inimmaginabile”

Modifica il 4 mesi fa da Archaeox
2010 nessunoo

Eh già, la Cassazione che giudicando nel merito annulla o conferma o giudizi celebrati in primo grado o in appello.

Fever Pitch

Si, la nozione di “sistema” la conosciamo bene, la consueta contraffazione a tavolino (come gli scudetti di cartone, quando in campo arrivi 30 punti dietro), dopo che in dibattimento, con la possibilità di difesa, era emerso che di “quel sistema”, nessun singolo ingranaggio funzionava, “che nessuna partita era stata alterata”. Quella ricostruzione della cassazione (di curvaioli TAJ) vale come la “tua ultima parola” sul blog. Zero.

Vale molto di più la testimonianza dell’allora procuratore federale Palazzi (il vostro eroe, quello che gli interisti volevano candidare a premier – prima eh…) che per dare l’articolo 1 (allora, oggi il 4) alla Juventus, dovette inventarsi su due piedi la “somma di comportamenti antisportivi” equiparandola ad un illecito, mentre poi scrisse nella sua relazione, che se avesse potuto disporre delle intercettazioni di Facchetti e Bergamo, quella in cui “venivano fatte esplicite pressioni perché il risultato di una partita venisse alterato” si sarebbe configurata come l’unico accertato “illecito sportivo” di tutta la vicenda.

L’unico sistema esistente fu quello che consentì di portare davanti ai magistrati le trascrizioni delle sole telefonate di Moggi, stralciando e tenendo in un cassetto quelle che NON dovevano arrivare a processo.

carta vetrata

fatti curare, paranoico

Fever Pitch

Cutro, leggi bene… e ricorda…

Calciopoli, l’Inter doveva andare in Serie B. Salvata dalla prescrizionePalazzi lo ricorda nella sua relazione ieri consegnata e da oggi in mano al consiglio federale – alla prescrizione «si può rinunciare». A pagina 61 delle 72 vergate dal procuratore federale,con la collaborazione fattiva dei suoi vice Squicquero, Ricciardi, Tornatore e del sostituto Avagliano, la chiave illustrativa di che sorta di danno ha subìto il calcio italiano dai ritardi e omissioni della giustizia ordinaria e sportiva nel 2006:

«Violazione dell’articolo 1 e dell’articolo 6 (quello sull’illecito sportivo, ndr) in quanto le condotte dell’Internazionale F.C. nella persona del suo defunto presidente,Facchetti,erano certamente dirette ad assicurare un vantaggio in classifica in favore del club,mediante il condizionamento del regolare funzionamento del settore arbitrale e la lesione dei principi di alterità, terzietà, imparzialità ed indipendenza che devono necessariamente connotare la funzione arbitrale.Oltre alla responsabilità dei singoli tesserati,ne conseguirebbe (se non ci fosse la prescrizione, ndr) anche la responsabilità diretta e presunta dell’Inter ai sensi dell’articolo 6».

Ciaociao Cutro…

Waters

Che potere ha la Inter scusa, o che ha avuto? Mi spiace contraddirti perché sei uno dei pochi che si salva, sei una persona educata e competente, mai avuto presidenti proprietari di quotidiani o TV, al contrario di chi sappiamo bene, mai avuto presidenti di Lega o simili, mai avuto Presidenti capi di partito o addirittura Presidenti del Consiglio, addirittura il presidente odierno è in Cina da un anno a far che non si sa, forse ad evitare di andare in galera🙂 , tutto il male è quindi Marotta che è reduce da 8 anni di Juventus,dove ovviamente era un santo?
Ciao.

Il mattino ha loro in Bocca

verginella, avete avuto solo un tifoso ex consigliere vostro messo a fare il Commissario Straordinario della FIGC per decidere (chissà perchè?) su che cosa farne di uno scudetto relativo ad un campionato nemmeno mai indagato, ti ricordi che cosa ne ha fatto?
Vedi tutto quello che si dice intorno ai complotti, ai presidenti può essere controbattuto in un senso piuttosto che nell altro, nel caso vostro il rapporto fra personaggi influenti e vittoria finale non è equivocabile.

Waters

Tu stai parlando di un episodio su sessant’anni di calcio, dai primi anni sessanta, prima è difficile valutare chi aveva il potere, diciamo che l’ Inter in questi sessanta anni ha avuto potere con Moratti Angelo ai tempi della grande Inter, diciamo cinque o sei anni, anche se nel famoso scudetto del 61 quando mandò in campo i ragazzini per protesta, il Presidente della Figc era Umberto Agnelli, poi suo figlio Massimo diciamo nel dopo Moggiopoli, diciamo anche lì 5 anni.
Per il resto, soprattutto con le Presidenze di Fraizzoli e Pellegrini, parliamo di circa 25 anni, la società aveva potere a livello di Fiorentina e Bologna, inferiore anche alla Roma, esemplare il famoso episodio Falcao, Mazzola lo aveva praticamente acquistato, poi, una telefonata del Divo Giulio – Pansa dixit – lo fece desistere, aveva minacciato Fraizzoli di togliergli la fornitura di tutela mimetiche per l’esercito, allora credo fosse Ministro della Difesa..
Quindi non dico un’eresia quando affermò che il potere della Inter è storicamente inferiore nel lungo periodo a quello di Milan e Juventus, che si spartivano il potere, lampante il trofeo Luigi Berlusconi con in tribuna le abbronzature cafone della triade bianconera e di Adri e del Berlusca, con serata di gala finale, poi si è saputo che facevano magheggi uno contro l’altro.
In conclusione direi che il potere Milan è durato circa 30 anni, presidenza Berlusconi, mentre quello della Juventus una quarantina e quelli dell’ Inter una decina scarsa…
Salud

Il mattino ha loro in Bocca

..mi sembra di aver già risposto a quanto dici, e non c’era il bisogno di ridire le stesse cose allungando il brodo.
Scusa ma non mi appassionano queste considerazioni perchè, come appunto già detto, per ogni tua o mia ne corrisponde una contraria e, oltretutto il rapporto che c’è fra avere potere e vincere esiste ma non è mai così diretto. Ti ho solo ricordato, come d’altronde alla fine dici anche te, che esiste un solo unico episodio in cui il potere si arroga il diritto (?) di consegnare la vittoria ai propri beniamini, ed è il vostro.

commentanonimo

Chiaro cosa dici, ho definito potere politico in una forma un pò impropria, non intendevo al Parlamento. L’Inter ha un potere politico calcistico da grande società. Inoltre c’è “politica” in ogni aggregato umano, ci sono sempre quelli che contano di più degli altri in un consesso. L’Inter ha una forza aggiuntiva lì, la Roma conta zero.
Ciò che a me non piace non è tanto la politica seria, ma le aree torbide, e Moggi ci si muoveva bene, le sim agli arbitri sono scandalose.
Qui vedo cose che spero sano allucinazioni. C’è una proprietà cinese che nel passato è stata implicata in corruzione degli arbitri.Ci sono valutazioni “stravaganti” del VAR. O le spieghiamo come casualità o come torbidità o come il prodotto di un potere politico. Ho tanti amici dell’Inter che mi criticano quando penso questo, ma il mio dubbio è che in un consesso dove girano tanti soldi, ci sono tanti debiti, e alcuni non ne vedono molti di quei soldi…si è in una situazione a rischio. Per fortuna l’Inter sqaudra è molto più forte di questo, e di tutti. Ma anche la uve era molto più forte e non necessitava certo delle manovre sotto banco di Moggi. Ma sono capitate.

Modifica il 4 mesi fa da commentanonimo
Mordechai

In realtà Marotta, quando stava da noi, era considerato un Moggi bis, la procedura di beatificazione è partita quando è venuto da voi.

Fever Pitch

Le Juve costruite da Moggi erano squadre perfette nell’assemblaggio dei calciatori e delle personalità. Lascia perdere le minchiate sulla lealtà, che sappiamo fin troppo bene come andavano (veramente) le cose allora…

Mordechai

Senza, grazie.

Il mattino ha loro in Bocca

non devi dirlo a me, e comunque, magari c’è chi non la pensa allo stesso modo.
Le partite (e le squadre) sono tante quanti sono gli occhi dei tifosi.

Il mattino ha loro in Bocca

probabilmente anch’io preferirei qualcun altro, semplicemente per vedere qualcosa di diverso, ma non perchè ritenga Allegri non all’altezza.

cipralex

👍

L'impossibile compito di Allegri

Scusa, siccome ti leggo e mi sembri in gamba, non ho capito tanto bene… tu ti augureresti pure il nono, il decimo, l’undicesimo anno di Allegri? Ma quanto la volete revisionare la mente di questi poveri muli da soma, invece di farli giocare finalmente a calcio? Ma Giuntoli cosa sarebbe venuto a fare se non un NUOVO progetto tecnico?

Il mattino ha loro in Bocca

no, non hai capito bene, mi auguro che Giuntoli riesca a costruire una rosa all’altezza, se poi deciderà di farlo con Allegri lo accetto e vedrò che cosa riusciremo a fare, se lo farà con qualcun altro, bene, così vedrò qualcosa di diverso.

Vipe

Finiti i “ raccontini “ non c’ è da stare tranquilli comunque; ora le foto dell’ Altro Calcio a solleticare i ricordi…

IMG_5883.jpeg
Mordechai

L’unica cosa in comune è il pallone! 🙂
Che magnifico giocatore Van Basten …

commentanonimo

Bella immagine, grande. Va detto che, non ti offendere, a destra si intuisce rapidità, esplosività a sinistra staticità. L’inclinazione del corpo maggiore, accompagnata da un movimento compensatorio del braccio minore…asd esempio e altri dettagli… Scusa la deformazione professionale mi è piaciuta la immagine!!! 🤣

Il mattino ha loro in Bocca

è una questione di fotogrammi..🤗

Il Regolamento

ma quello a destra chi è?

Maxx

a me sfugge anche quello a sinistra. Non mi sfugge però che ha una certa panzetta

Vipe

🤗

il radarista

E pensare che ti chiamavano il “nuovo Pelè”.

Carlo

Il gatto col ciuffo lo vedo bene a fare il sindaco di Terni. Stessa educazione, temperamento e capacità di attacar briga di quello uscente.

Carlo

Ora siamo a circa 130 messaggi quindi direi bastano.
Gobbi ora dateci le brutte notizie.
PS tu puoi riposarti, ne hai ben donde

Modifica il 4 mesi fa da Carlo
Mordechai

Le brutte notizie daccele tu, di grazia.

Expo

Ripropongo qua un post, giá che vedo molti colleghi che celebrano il Girona:
Leggo che ci sono tanti nel Bloooog che sono entusiasti del Girona e della Liga, perché una piccola realtá sta lottando per il titolo e per la qualificazione in Champions League.
In realtá, Girona é parte del City Group, la societá che é anche padrona del Manchester City. Il City Group detiene il 47% delle quote del Girona. Altri azionisti rilevanti sono: Marcelo Claure (business man Boliviano, con il 35%) e Pere Guardiola, che altri non é che il fratello del Pep Guardiola (con il 16%).
Della serie, il Girona non é il BorgoRosso F.C. e un miracolo calcistico.
E´ frutto della pianificazione, delle risorse tecniche di scouting e preparazione e, alla fine della fiera, dei petrodollari degli sceicchi.
Peraltro, siccome il regolamento della Champions escluderebbe che due squadre dello stesso proprietario possano partecipare allo stesso tempo, hanno disegnato una struttura proprietaria che li fa passare sotto i controlli della UEFA (casualitá, no?).

Comunque, questo non inficia che il progetto Girona per lo meno fa giocare la squadra con un approccio propositivo al gioco, e non lo strazio tattico di Mr. 9 milioni.

Sunako Nakahara

Il Girona ha una rosa che vale circa un decimo di quella del Real, quindi se fino allo scontro diretto di pochi giorni fa era molto vicino alla capolista bisogna prendere atto della bontà del lavoro fatto dal loro staff tecnico. Quando una squadra che non fa parte delle “solite note” naviga nelle zone alte della classifica, in qualunque campionato europeo di livello, è normale che la cosa attiri l’attenzione in modo particolare. Ho visto alcune partite del Girona, e mi è sembrata una squadra bene organizzata, che gioca un calcio di livello apprezzabile. A prescindere dai discorsi sulla proprietà, credo che quando un club che non gode dei favori del pronostico riesce a salire alla ribalta (dimostrando i propri meriti sul campo) si tratti comunque di un evento positivo. Dopotutto, senza qualche “twist” imprevisto qualsiasi storia diventa alla lunga stucchevole…

Nicola Romano

Sono d’accordo, poi c’ e’ sempre qualcuno che si mette col microscopio a cercare risvolti e dietrologie , la morale insomma e’ che vi credevate, non si salva nessuno .

L'impossibile compito di Allegri

Leggendo un po’ in giro le varie suffragette, pare che…

Lukaku, Hakimi, Eriksson, Skriniar, i quattro migliori giocatori dell’Inter venduti o perduti nel corso del tempo, erano invece dei brocchi.
Darmian che veniva svenduto sul banco del pesce a Parma era invece Djalma Santos.
Acerbi che veniva perculato e non si trovavano 2ml per tarsferirlo da Lotitolandia era invece Beckenbauer.
Thuram che non lo rinnovavano nemmeno le quinte scelte della Bundesliga era invece Giggiriva.
Mchitarjan che veniva offerto da Raiola ad ogni sessione di mercato, mollato perfino dalla rometta era invece Cruijff.
Çalhanoğlu che senza la tragedia sfiorata di Erikssen non trovava più un ingaggio europeo era invece Pirlo.

mentre…

Bremer votato come il miglior centrale della serie A era invece un brocco.
Locatelli protagonista all’Europeo 2021, conteso sul mercato dall’Arsenal era invece un brocco.
Chiesa votato come il miglior attaccante dei campionati europei 2021 era invece un brocco.
Vlahovic considerato tra i tre-quattro predestinati attaccanti europei era invece un brocco.
Rabiot titolarissimo della Nazionale campione e vicecampione mondiale era invece un brocco.

ecc…ecc..

E in tutto questo progredire e regredire o restare fermi immobili – perché halma halma, adesso vi faccio vedere l’allegrata – gli staff tecnici non c’entrerebbero nulla… sarebbero tutti, come dire, dati oggettivi invariabili…

Leo 62

Locatelli non è mai stato un giocatore da cui chiunque che capisce di calcio potesse aspettarsi granché… uno da Sassuolo sicuramente… forse buono per il Bologna o la Fiorentina attuali, pure lui pagato uno sproposito, come Bremer ( valutazione al limite dell’osceno ) Chiesa ( valutazione oscena ) e Vlahovic ( valutazione oltre l’osceno ). Rabiot invece è pagato uno sproposito per quello che è il suo rendimento medio.
Insomma OK Allegri ma l’incompetenza gestionale della società è evidente.

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
L'impossibile compito di Allegri

Locatelli non mi è mai piaciuto, culone basso e corsa sui talloni, raccappricciante nel ruolo di play, ma la qualità di metterci un quarto d’ora per decidere cosa fare (e poi fare quella sbagliata tra le opzioni sbagliate che il gioco – vabbè gioco… – dell’Ameba consente) l’ha appresa con Allegri. L’involuzione tecnica subita negli ultimi tre anni è impressionante, da miglior “passatore” (per distacco) della serieA alla conclamata incapacità di fare un passaggio preciso dritto per dritto oltre i cinque metri. Prima di arrivare dal Dissennatore di Livorno lo voleva l’Arsenal e sarebbe sempre una prima scelta di De Zerbi, uno che il calcio lo capisce. Non bisogna MAI trascurare l’importanza delle guide tecniche, sono convinto che con il bistrattato Pioli giocherebbe titolare nel centrocampo a due.

Bremer è un mostro in marcatura, velocità e fisicità, un super. Nelle mani di un tecnico vero imparerebbe in tre mesi a giocare anche in avanzamento e ci troveremmo di fronte al miglior centrale del mondo.

Chiesa è stato letteralmente mobbato da Allegri fin dal primo giorno. Allegri è una carogna vera, uno che se vede intraprendenza, entusiasmo e personalità in un calciatore, fa di tutto per demolirlo. Il Dissennatore di Livorno è il tecnico ideale per mostrare i limiti dei calciatori, uno che ti ci mette un attimo ad abbassare il valore della rosa del 50-60%.

Vlahovic è stato pagato troppo e, soprattutto, gli è stato fatto un ingaggio a salire (senza clusole) assurdo, ma farà una grande carriera, probabilmente lontano dalla Juventus ormai.

Nel Milan farebbero tutti e quattro i titolari fissi.

Risentiamoci tra un paio di anni, almeno cn te sono sicuro che non avrai problemi ad ammettere di esserti sbagliato.

Leo 62

Guarda risentiamoci pure tra due anni, ma secondo me sono stati pagati tutti troppo e Locatelli nella rosa del Milan ( che pure ha svariati problemi ) giocherebbe con la frequenza di Pobega, soprattutto con Bennacer sano…

Il mattino ha loro in Bocca

ma, per curiosità, mica sarai il fratello di quella che Allegri doveva sposare e invece di andare in Chiesa è scappato….?
Ops…mi sovviene ora, ecco perchè ce l’ha con Chiesa….

Mordechai

Leo, però dopo tutta questa oscenità a Torino almeno 3 o 4 pere ce le dovete fare, se no …
🙂

Leo 62

Non è che negli ultimi anni non sia mai successo… 😉 🙂

carta vetrata

a Lukaku e compagnia bella dei brocchi dovresti aggiungere anche Onana, bel broccolone da 55 milioni sull’unghia, costo zero, per completezza. Allegri valorizza, sempre stato così. Volessero vendere oggi, son 200 milioni di minusvalenze, al lordo di forse 100 di plusvalenze sui giovani. Poi gioco io.

Il Regolamento

Mi piace questo blog, perché è pieno di sensitivi che capiscono e sanno tutto quello che succede nel mondo, senza bisogno nemmeno di consultare un giornale.
Questi sono i costi di acquisto e i valori correnti (secondo Transfermarkt) dei giocatori della Juve di età fino a 26 anni. Per ovvi motivi non prendo in considerazione giocatori molto avanti con la carriera, perché il loro valore nel tempo non può che scendere. Uno come Rabiot, ad esempio, che NESSUNO ha mai definito brocco, perché è un ottimo giocatore, ha 30 anni e in prospettiva vale meno di tre/quattro anni fa.
Le minusvalenze, su giocatori di quell’età, sono la norma, non l’eccezione.
Sempre secondo TM, il costo della rosa attuale è di 457,6 milioni, il valore corrente è di 454,2. Solo togliendo i 23 milioni di perdita di valore di Vlahovic direi che i conti sono presto fatti.

Giocatore Costo –> Valore attuale
Bremer 40 –> 50
Gatti 7 –> 18
Cambiaso 11 (13-2 di prestito) –> 15
Locatelli 35 –> 33
McKennie 20 –> 23
Miretti 0 –> 15
Fagioli 0 –> 15
Nicolussi 0 –> 3
Weah 11 –> 14
Chiesa 56 –> 50
Iling-Junior 0,1 –> 10
Yildiz 0 –> 10
Vlahovic 83 –> 60
Kean 10 (37-27 di prestito) –> 18
Huijsen 0,5 –> 2,5
Soulè 2,2 –> 25
Kaio Jorge 7 –> 3
Barrenechea 5 –> 6

Ho aggiunto anche qualche prestito, per completare il quadro. Mancano un po’ di ragazzi della next gen che l’anno prossimo dovrebbero entrare in rosa.
Gli unici che hanno avuto un deprezzamento significativo sono Chiesa (fermo per quasi due anni per infortunio) e Vlahovic.
Ovviamente questi sono numeri, e ovviamente so che secondo molti qui dentro i numeri non contano nulla, bisogna vedere le sensazioni, il sentiment, l’idea che c’è dietro e tutte quelle balle lì.
Ma ditemi la verità: qualcuno aveva previsto che il Newcastle avrebbe sborsato 70 milioni per comprare Tonali? Ve lo dico io, nessuno, quindi adesso non fate gli esperti di mercato.

Modifica il 4 mesi fa da Il Regolamento
carta vetrata

regolamento, le quotazioni attuali le stabilisci tu o qualche sito alla Transfermark, tipo Forbes che stima il valore della Juve a 2,5 miliardi, subito dietro il Real, quando in realtà il mercato la valuta 0,6 miliardi. No, per curiosità. Perchè poi si legge anche di Yildiz che vale già 100 milioni, Cambiaso oltre 30, ecc. Orbene, siccome vedo che quanto meno sei beneducato, prendo per buoni i tuoi “numeri” (che numeri poi non sono , ma stime, il valore si calcola a realizzo, e lì emerge se c’è plus o minus) e ti chiedo: 1) se il valore corrente totale è inferiore, seppur di pochissimo, al valore a bilancio, siamo già in minus, tanto più importante visto che hai preso solo gli under26; 2) il costo totale dei 18 giocatori da te segnalati è di 288 milioni, ne mancano quindi 170 ca. per il costo totale dell’organico a bilancio, di 458, giusto? Sui calciatori residui in organico (i più pagati) cosa contabilizziamo, minusvalenze a perdere? 3) Sicuro di aver messo le cifre giuste a costo? direi di no, mancano già ad occhio 26 milioni, tra bonus e obblighi vari. Insomma, non voglio certo infierire facendoti fare la stessa scaletta per gli under 27 dell’Inter. Puoi dilettarti tu, se ti va, ti sorprenderà vedere che solo prendendone 4/5 hai quasi 200 milioni di plusvalenza. D’altronde, quando hai uno che ad ogni sessione di mercato ti fa 100 milioni di plusvalenza (Icardi, Hakimi, Lukaku, Onana, ecc.) significa che sa fare questro mestiere. D’altronde, lo avete avuto per tanti anni lo sai meglio di me: vende il più caro, lo sostituisce e rivende in continuo con profitto. Questo, fin quando vien fuori un rampollo incapace a credere di saperlo fare anche lui. PS: non farti aiutare da quello con la febbre alta, delira già quando ha la temperatura a 36. Sarebbe capace di credee che Lautaro vale meno di Vlahovic. Infine un altra cosa. Non credere che con i 30enni non si possano fare plusvalenze. Stai a vedere in estate cosa ti combina con gli arabi.

Il Regolamento

Potresti almeno fare la fatica di leggere, prima di commentare:
Questi sono i costi di acquisto e i valori correnti (secondo Transfermarkt) 
Poi, che TM non vada bene ok, troviamo qualche alternativa. Sicuramente non i 100 milioni di Yldiz, solo qualche genio ha capito dall’articolo della Gazzetta che la Juve vuole 100 milioni. La posizione della Juve è che il giocatore è incedibile, a meno che non arrivi un’offerta altissima (appunto, i 100 milioni).
Per il resto, il valore corrente NON E’ inferiore al valore a bilancio, ma è leggermente inferiore al costo di acquisto, esistono anche gli ammortamenti.
In ogni caso non avevo intenzione di fare una lezione di economia (anche perché non ne ho le competenze), ma smentire la voce comune secondo cui Allegri svaluta i giocatori, soprattutto i giovani.
Quest’anno il livornese ne ha fatti giocare parecchi, anche se con una certa giustificata prudenza, e i risultati si vedono. Tutti quelli che ha inserito in rosa hanno aumentato di valore.
Ha fatto la stessa cosa con Dybala, quando è arrivato dal Palermo ha fatto parecchia panchina nel primo periodo.

Bombaatomica

Mentre a Teramo, Enna, Sondrio, Asti, Gorizia, Matera, ecc… (dappertutto tranne che a Torino😂) si discute, si dibatte, ci si arrovella sui motivi della debacle dell’amata squadra bianconera, altrove si fa la Storia.

Rullo di tamburi…. 🥁🥁🥁
Fiato alle trombe 🎺🎺🎺
Colpi alla grancassa 🪘🪘🪘😂😂

Tra poche ore la LAZIO, la squadra degli italiani, la squadra piu’ amata e simpatica, la squadra che rappresenta il sudore della fronte, scenderà in campo, agli ordini del Comandante Sarri per affrontare una delle prove piu’ ardue e perigliose. Lo sappiamo bene che la gloria si conquista così, sul campo, senza aiutini, senza mazzette, senza il papà Padrone della fabbrichetta che mette il ditino sul telefonino, senza l’Assessore che manda avanti il figlio a forza di calci in culo. No, noi no!!!! Noi siamo diversi e ce ne vantiamo!

Indossate la maglia biancazzurra e amatela questa squadra desiderosa di scrivere la Storia. Esultate ad ogni sua azione e gridate tutti in coro con il braccio teso in avanti 😂AVANTI LAZIO!!!!!
Ad maiora!!!

Maxx

Caro Bomba

Perdona, ma non amo il genere “splatter”.

Stasera farò altro

Adespoto

Frequento il blog da poco, ma credo che la percentuale di “troll” su questa pagina sia davvero elevata. “Bombaatomica” è quasi sicuramente un romanista che si diverte a perculare i tifosi laziali, ma tutti lo prendono sul serio 😀

cugino di campagna

Non vi prestano l’InterVar?

Nicola Romano

Complimenti per il braccio teso in avanti .

Mordechai

Da amputare in diretta TV.

Claudio Mastino 62

Allegri non è un caso, il vero problema non è lui, ma l’aver licenziato Marotta che aveva fatto grandi cose con la Juve ed adesso si sta ripetendo alla grande con l’Inter; qualsiasi allenatore con la rosa della squadra bianconera farebbe sicuramente peggio di Acciughina. Il centrocampo della Juve è decisamente mediocre, non c’è un solo giocatore che sia in grado di dare la giusta qualità indispensabile per creare gioco e servire le punte, i vari Locatelli, Mckennie e compagnia cantante non giocherebbero titolari in nessuna squadra che abbia delle ambizioni di sorta, l’unico che si salva è Rabiot, centrocampista che
fa delle doti fisiche il suo cavallo di battaglia, giocatore senz’altro di buona gamba e di discrete qualità tecniche; non per caso è titolare nella Nazionale francese che però si avvale di altri centrocampisti di grandissimo spessore ed infinitamente superiori a quelli che ha la Juve. Tanto per fare un esempio il Milan di Sacchi aveva un
giocatore alla Mckennie, un certo Colombo che correva per quattro ma gli altri giocatori del centrocampo avevano delle qualità immense, erano dei grandissimi calciatori.
La difesa se la cava poiché ha due ottimi portieri, un grande giocatore come Danilo e un buon difensore come Bremer, inoltre Gatti pur non essendo eccezionale è piuttosto grintoso anche se poi ormai Alex Sandro è più dannoso che utile.
Oltre al centrocampo anche l’attacco sarebbe da rivedere, ieri sera Chiesa è stato inguardabile,
anche a causa dei vari infortuni le prestazioni positive dove comunque fa la differenza sono sempre più rare, lo stesso Milik è molto discontinuo, ieri sera si è mangiato due goal dopo pregevoli imbeccate di Cambiaso, il migliore
dei suoi per non parlare poi di Vlahovic che solo quando è di buon umore ed in forma sfodera buone prestazioni.
Tra i giovanissimi calciatori ci sono sicuramente alcuni validi e di buona prospettiva ma tutto ciò non è sufficiente per garantire diversi successi ed arrivare a traguardi ambiziosi.

il radarista

Ma la Juventus ancora pensa ad ambiziosi traguardi? Per come gioca dovrebbe guardarsi le spalle, non lanciarsi in impossibili inseguimenti.

Dare to Slack!

Il quarto posto sarebbe un ambizioso traguardo?
Forse per il Napoli.

Il mattino ha loro in Bocca

che si lanci in impossibili inseguimenti è solo nella testa di chi lo vuol credere o sulle pagine dei giornali che in fondo in fondo hanno da’ campà.

Bombaatomica

La bellissima disfatta della Juventus ieri in casa contro l’Udinese 😂 mi mette di buon umore. Un lunedì piacevolissimo. Peccato non vivere a Torino, a Trapani o, che so, a Catanzaro, per vedere le facce Moggi-e Moggi-e dei tifosi in casacca bianconera 😂😂
Il risultato fa il paio con la bellissima sconfitta della roma. Olèèèèèè!!!!!

Per contro, bellissime le vittorie di LAZIO e Inter. Non per niente sono gemellate 😁😁
Lunga vita a queste due squadre. Suvvia, siate sportivi e brindate insieme a noi.
Cin cin…. 🥂🥂🥂
😂😂😂

L'impossibile compito di Allegri

,
con i risultatisti all’amatriciana devi parlare solo il loro linguaggio, è inutile che cerchi di fargli aprire gli occhi sulle responsabilità di questa incapacità endemica di produrre uno straccio di gioco che, tanto più che non si poteva vincere lo scudetto (il loro mantra, no…), era l’unica strada RAGIONEVOLE da percorrere per dare prospettive e VALORE alla rosa. Inutile cercare di spiegargli che senza giocare a calcio, tanto più che non si poteva vincere lo scudetto (il loro mantra, no…), alla fine della stagione non saprai nemmeno chi è da Juventus oppure no, al massimo avrai potuto capire chi regge in trincea a Bachmut. Inutile cercare di spiegare a queste suffragette che ti sciorinano ‘sta miseria di tabellino (facendo la conta dei calcio d’angolo battuti a pallombella, chiamando “tiri in porta” i tentativi velleitari di disperati che non sanno mai cosa fare, tiri tout court quelli tipo-Locatelli, che terminano in fallo laterale…), che loro si sono presi senza fiatare, anzi atteggiandosi pure a fenomeni del horto muso, tutte le – inutili, se non si vince lo scudetto (il loro mantra, no…) – vittorie ottenute con un solo tiro in porta, passando il resto del tempo senza superare la metacampo. Inutile. Sono stati educati all’antimateria, non ci caverai un ragno dal buco. Gente che pensa davvero che questo sia un tecnico con le palle perché, non avendo nulla da inseganre e quindi nulla da cambiare rispetto all’insegnamento dato, dopo un primo tempo indecoroso, ha il coplpo di genio di aspettare i giocatori all’entrata in campo nella ripresa, dando pacche sulla schiena ad ognuno di loro a favore di pubblico pagante, in tribuna e in TV… un pagliaccio che tira i dadi per fare le sostituzioni (con i 17 manichini dello staff, amorfi a vedergli fare le peggio cazzate), mettendo il più talentuoso dei suoi attacanti a fare la mezzala, perché le suffragette si bagnino con l’alleggrata
Lascia perdere, tutto inutile.
Ai risultatisti all’amatriciana deve bastare questo: in 126 anni di storia del club, non è mai esistito che ad un tecnico che non abbia vinto un cazzo per due stagioni consecutive e per di più distintosi in ineguagliabili figure di merda (gestione del mercato accumulando rottami da istant team, Haifa, sconfitte con chiunque, record di tre sconfitte consecutive interne in Europa ecc) sia stata data un’altra opportunità.
A noi purtroppo è toccato di assistere alla prima volta, alla terza stagione di questo mantenuto.

carta vetrata

minchia che intemerata! Non hai torto su nulla, ma occhio a prendersela troppo con Allegri, il pesce puzza dalla testa, dall’incapace a 360°. Allegri è solo un Cincinnato che sta rispettando il mandato, commissario straordinario e capro espiatorio che permette al mandatario di eclissarsi nel buio. Prima, molto prima di diventare sportivo, il fallimento è societario. Strapagato per questo Allegri, non per ripartire da un gioco, per quello lo sapevano già che non era capace, era stato licenziato apposta, unica decisione indovinata dall’incapace assoluto. Ecco, viste dall’esterno, le colpe maggiori paiono chiare. Comme d’habitude secolare, la famiglia si è eclissata al momento del redde rationem, è sempre colpa di qualcun altro, sia esso Romiti, Ghidella, Fresco o Moggi, Agricola Giraudo e Paratici. Ma senza costoro, e i Cuccia e/o i Marotta che dirigono la baracca con pieni poteri operativi, mettendo le mani nella merda come si conviene ad un manager di vaglia, lorsignori non potrebbero dedicarsi alle predilette attività di rappresentanza. Tutto lì, il resto è conseguenza.

Mordechai

… era stato licenziato apposta …
Oddio, trovare un “pretesto” per licenziare un tizio dopo 5 (cinque) scudetti consecutivi richiede un certo impegno.

carta vetrata

per quale motivo era stato licenziato Allegri? io ricordo che c’erano molte critiche sul non gioco a seguito di finale persa senza giocare, ma forse ricordo male.

Mordechai

C’era “insoddisfazione” per il gioco da parte di non pochi, questo è vero, però c’erano pure dei risultati sull’altro piatto della bilancia.
O no?
Cosa che palesemente non c’è oggi. Oggi solo insoddisfazione.
🙂

Il Regolamento

Wow, meno male che ci sei tu a illuminarci… ma a quelli come te non viene mai il dubbio che possa esserci qualcosa che a loro sfugge? Voglio dire, alla Juve sono tutti idioti tranne te?

carta vetrata

no, non sono tutti idioti tranne me, che tra l’altro non ne faccio parte. E non si tratta di essere idioti, solo professionalmente incapaci. E non illumino nessuno, cerco solo di fare chiarezza storica. Chi non ha i paraocchi, sa bene dove sono meriti e colpe, dando per scontato che nessuno, tra coloro che operano è immune da errori. Adesso si pontifica Marotta, gran dirigente senza dubbio, di cui agnellino si è preso i meriti comme d’habitude di casa, ma anche Marotta i suoi bravi errori li ha fatti anche all’Inter, da Correa a Sanchez a Gosens a Skriniar ceduto gratis, mica è il mago Zurlì. Ma una sequela di minchiate come quelle che ha fatto agnellino quando finalmente e pomposamente ha creduto di poter far da sè, è difficilmente reperibile negli annali del calcio, non solo di quelli juve. Che era il suo giocattolo, visto che nelle altre società del gruppo conta come Gianluca Vacchi in Ima. Avrebe dovuto limitarsi a fare rappresentanza, come da tradizione di famiglia, ma non è furbo come l’avvocato nè intelligente come Umberto. Lui a cacciar via Allegri, lui ha presentare Pirlo come un genio del calcio fluido, ma più che altro diarroico, lui a sostituirlo con Sarri, salvo boicottarlo, lui a richiamare Allegri per disperazione. per non parlare dei bilanci. Guardati la quotazione e vedrai perchè è sparito dai radar. Almeno spero tu sia in grado di capirlo, non ci vuole una laurea, perdona la crudezza.

Il Regolamento

Non ti perdono la crudezza, perché nemmeno tu sei depositario della verità, quindi non c’è nessun bisogno di commenti come questo.
In ogni caso, dovreste mettervi d’accordo, tu e l’altro a cui avevo risposto. Uno dice che è tutta colpa di Allegri, tu che è tutta colpa di Agnelli.
Troppi colpevoli=nessun colpevole

carta vetrata

Regolamento, non è nemmeno questione di chi sia la colpa maggiore. E’ buona norma che il maggior, se non l’unico colpevole, sia chi ha fatto le scelte. Non si scappa, in una governance sana: e infatti è stato rimosso con tutti gli onori (dovuti per questioni di equilibri familiari, fopsse un esterno sarebbe stato licenziato ai tempi di Pirlo in panchina). La questione dei troppi colpevoli non si pone. Quanto all’oggi, Allegri sta ottemperando al suo mandato, che era quello di tenere la barca a galla e riconquistare la CL, obiettivo vitale. Sta facendo più del dovuto, con un organico sopravvalutato (fattene una ragione) e troppo costo. Ma la strategia di fondo qual’è? perchè la società non ha una linea, se non quella di una ricostruzione che non è ancora iniziata. Se parliamo di gioco, che quello di Allegri sia una noiosisima ciofeca agli occhi dei suoi stessi tifosi è notorio, inutile ribadirlo. Insomma, vi serve una testa pensante, che ad oggi non c’è. Avete un paio di geni qui nel forum, segnalateli a Ferrero.

L'impossibile compito di Allegri

Questo sopra capisce ancora meno di te, non ti preoccupare.

carta vetrata

ah, se lo dice un parolaio fanatico, peraltro incompetente, possiamo metterlo tra le medaglie.

Fever Pitch

A cui avevi appena risposto: “Non hai torto su nulla…”
Torppo tardi, prendi e porta a casa.
Cutro, è che appena ti si sente ragliare, tutti si accorgono chi sei… Aaac-Catone…😂

ConteOliver

lo scrivevo in tempi non sospetti: l’obiettivo è entrare nei 4

oggi è un po’ più a rischio, essendo solo 14 i punti di vantaggio sulla 5^ ed avendo Roma e Napoli da affrontare in trasferta, mentre Milan e Atalanta le vediamo in casa

ieri partita sciagurata, col ritorno delle solite paturnie e ansie
il gioco “sbarazzino” è durato da Natale a S. Stefano

colpa di A.Sandro o di chi lo mette in campo? 😉

commentanonimo

Concordo

Sergiod

Prima di subire due sconfitte consecutive la Juve, secondo l’esimio parere di chi lavora nel calcio, dentro e fuori, pareva essere tornata la squadra solida e pragmatica in grado di dare fastidio all’Inter, che e’ secondo i più molto fortunata o aiutata dagli episodi arbitrali favorevoli.
Allegri,se non ricordo male alla Juve fece molto bene nella sua precedente gestione con bel altro giocatori, specie in mezzo al campo, e’ passato in questi mesi dall’essere un incapace al saper gestire con intelligenza tattica la rosa che ha a disposizione.
Ora è tornato nella lista dei sopravvalutati.
Non si deve dimenticare che la Juve ha cambiato quasi totalmente l’asset societario e che il buon Acciughino si è trovato immerso in una realtà , quella che dallo spendi e spandi (compreso il suo lauto stipendio) è’ passata ad un ridimensionamento , con un nuovo DS che certo non potrà fare miracoli e che viene fatto passare per un professionista che trasforma in oro ogni giocatore che acquista, non può compiere miracoli in poco tempo,ammesso che ci riesca.
Molto spesso i pontificatori del calcio diventano anche influencers e impongono le proprie mode, quindi un giorno, ad esempio, #Pioliout e dopo una vittoria dicono che sarebbe assurdo sostituirlo a fine stagione.
La squadra che sta sopra tutte per gioco e rendimento e’ l’Inter, aldilà degli episodi che diventano, per chi sta dietro, sempre e solo vantaggi quando si è’ in testa alla classifica, qualsiasi squadra sia.
La Juve non ha una rosa scarsa, le manca un forte centrocampista, le colpe non sono tutte di Allegri.
Certo, uno come Gasperini dimostra da anni di saper organizzare il gioco delle squadre valorizzando i suoi giocatori, brava anche la società che pesca quelli promettenti.
Infine, esser secondi dietro a questa Inter non mi sembra un fallimento.

Mordechai

OT : «Sì, io sono cattolico, ma pratico un po’ anche l’ebraismo».
Perla uscita dalle labbra di Javier Milei, neo Presidente argentino.
Cosa voglia dire, lo sa (forse) solo lui.

Redmond Barry

Fosse solo questa…

scotland16

caro Mordechai, diciamo che Milei ogni volta che parla si commenta da solo…non vale la pena spendere altre parole…

Nicola Romano

Semplice teoricamente in pratica e’ un’ astrazione tendente al sillogismo .

il radarista

Allegri non è un caso. Esiste una Juventus con Marotta e una Juventus senza Marotta. Quando la Juventus licenziò Marotta con una lettera peggiore di una PEC e con la pubblicazione di “categoria e emolumenti” subito mi dissi che quella mossa l’avrebbe pagata cara. E così è stato. Allegri o un altro, sarebbe stata la stessa cosa.

commentanonimo

Sono gli Agnelli, un classico. Pure con la FIat. Mettono un manager, Ghidella o Romiti o Marchionne, gli fan fare il lavoro duro e sporco, poi lo fan fuori, arrivan loro, vanno alla soglia del fallimento e poi ricercano un altro manager, etc.

Radio Londra

Mah… a dire il vero fu Romiti in combutta con Cuccia che stava per fare fuori Agnelli…

Il Regolamento

mi pare che tu non conosca molto bene la storia della FIAT

commentanonimo

Dipende sempre da cosa si intende con il conoscere troppo bene…però dai, da torinese che ha conosciuto 2 Agnelli seppur di striscio, e parlato con Montezemolo un paio di volte seppur di striscio e con famiglia comunista storica, meno di striscio, una certa idea me la sono fatta…dai tempi di Ghidella. Certo il mio è un giudizio molto affrettato, ma sostanzialmente sono abbastanza convinto del fatto che hanno nominato dei manager per gestire le cose quando andavano male, li hanno eliminati quando andavano bene, e sono sempre stati abbastanza furbi da prenderne di nuovi per metterle a posto. In fin dei conti han fatto cosi pure con la Juve, e in fin dei conti il famoso Avvocato, suvvia…In ogni caso ricordo una frase… “Marchionne ha tolto il disturbo nel modo naturale”. Secondo te che voleva dire?

mario rossi

Sei stato molto intuitivo.
Se però questa intuizione del “pagarla cara” la avessi verbalizzata subito invece che 6 anni dopo il licenziamento ti considereremmo una specie di oracolo. Detta così invece sarebbe come se io ora dicessi “lo sapevo che l’udinese vinceva a torino, era 2 fisso evidente”. Tu mi crederesti?

Modifica il 4 mesi fa da mario rossi
il radarista

Scusa, ma sono stato un poco impegnato.

Quattroquattronovetredue

Ora, io capisco la difesa degli interessi personali e pure certe contorsioni verbali, però ci dovrebbe essere un limite prima di scivolare nel ridicolo: Urbano Cairo che definisce “superleghina” un eventuale torneo a 18 squadre è semplicemente patetico.
Che il calcio finisca nell’oblio, faremo tutti qualcos’altro. Compresi Lotito e Cairo.

Mordechai

La verità è che questa squadra, non da ora, non ha uno straccio di progetto di gioco che vada oltre il mantra “primo non prenderle”, per certi versi questi giocatori hanno perso proprio l’abitudine/attitudine mentale a giocare (nel senso letterale) la partita, ad imporre il proprio gioco (pure il Frosinone ne ha uno), ad aggredire l’avversario.
In poche parole, hanno perduto l’attitudine a cercare la vittoria attraverso il gioco, meglio ancora mediante la creazione del gioco.
“Tutti indietro e palla agli altri”, è questo il dettame che si sentono ripetere pervicacemente da un tizio che passa per essere il loro allenatore da tre anni a questa parte, ormai forse lo ripetono pure nel sonno a mezza voce.
Sono castrati e inibiti.
Ieri la dimostrazione : contro una squadra di veri scappati di casa, dopo il consueto nulla fatto di fuffa, hanno beccato un gol (succede nel calcio …) e da lì fino alla fine in cosa è consistita la reazione? Nel nulla fatto di fuffa. A parte un paio di mezze occasioni, il nulla fatto di fuffa, fino al 90°.
Non un’idea di gioco, non uno schema, non un cambio di ritmo.
Nulla.
Fosse successo all’Inter di beccare un gol (succede nel calcio …), da lì alla fine avrebbe sbranato gli avversari, li avrebbero tramortiti, fino ad un sicuro quattro o cinque a uno finale.
La differenza tra noi è l’Inter non è tanto nel valore tecnico dei singoli giocatori, quelli più o meno si equivalgono, quanto in un impietoso nostro disvalore sul piano dell’atteggiamento : gli interisti vanno in campo per aggredire ed imporre il loro gioco, gli juventini per farsi aggredire, rinunciare ad imporre alcunchè e sperare in una botta di culo. Unico “pregio”, i pochi gol subiti, ma con quelli ci fai poco.
Al netto delle pippe mentale sugli arbitraggi, che lasciano il tempo che trovano e fanno pure un pò di tristezza, lo scudetto all’Inter è strameritato, al 100%, strano anzi che la Juve, a forza di nulla fatto di fuffa, abbia retto la scena fino ad ora.
Il futuro? Non so. Se rimarrà ancora quel tizio in panca, la vedo scura, anche l’anno prossimo la solita stitichezza di gioco e di idee, il solito stanco tran tran.
L’ho scritto in tempi non sospetti e lo ripeto : comunque vada a finire la stagione, spero che Allegri vada via, o sua sponte o obtorto collo, vada via a godersi i millemila milioni che c’ha in banca da qualche parte, a dare da mangiare ai piccioni, a giocare a golf, qualsiasi cosa purchè lontano dalla panchina.
Vi prego, cacciatelo via.
Many compliments agli interisti, strameritate lo scudo.
Ora, la cosa più importante : buongiorno a tutti. 🙂

Redmond Barry

Condivido tutto, un commento che da juventino ti fa onore e dipinge realisticamente la situazione

Nicola Romano

Bravissimo, prima di prendertela con misteriosi complotti , prenditela con la squadra e soprattutto col mister.

Fever Pitch

Gli aiuti che hanno spinto avanti l’Inter non sono affatto misteriosi, ma catalogabili come numerosissimi errori unidirezionali di arbitri e Var. Che poi qualcuno abbia interesse a dipingerli come un “complotto” per buttarla in vacca, è tutta un’altra questione.

Il Regolamento

Beh, gli scappati di casa hanno battuto anche il Milan fuori casa.
Non è che per criticare bisogna sempre sminuire anche gli avversari, eh?
In ogni caso 70% di possesso palla, 14 tiri, di cui 6 in porta, 8 angoli e 1 gol annullato non sono proprio la mia idea di “Tutti indietro e palla agli altri”

L'impossibile compito di Allegri

Il 70% di cosa??? Passaggetti laterali, trecento tocchettini sul posto prima di cederla al giocatore più vicino, non più lontano di cinque metri, mai uno strappo, non un cambio di modulo a creare fastidi alla difesa avversaria… di questo stai parlando…
È proprio questo che succede quando non può fare il “Tutti indietro e palla agli altri”!!!
Impressionante cecità!

Mordechai

La partita di ieri, per come si è svolta, che fosse contro l’Udinese o il Campobasso poco cambia, è servita solo a dimostrare/confermare che quando la Juve (rinunciataria nell’anima) il golletto invece di farlo lo subisce, va nel pallone (nel senso letterale) perchè non ha uno straccio di progetto/schema di gioco che preveda (concettualmente) l’offensiva.
Questa Juve è stata plasmata, sappiamo benissimo da chi, solo su attesa e ripartenza, attesa e ripartenza, attesa e ripartenza … per saecula saeculorum.
Non c’è da attendere, bensì da spingere? Oddio, e ora che facciamo?
E questo da circa tre anni, quante partite abbiamo vinto lucrando su un micragnoso golletto? Pure contro avversari mediocri?

Remoto

La Juve, la sua rosa e la nuova società sono state state allestite per la ricostruzione. Magari anche lenta, ma il tempo è necessario.
Per quanto io non ami il modo con cui Allegri intende il suo gioco, devo riconoscere che il suo modo di interpretare il calcio è l’unico che possa permettere in tempi brevi la risalita a una squadra ancora impostata in modo approssimativo.
Probabilmente, se i tifosi riuscissero ad avere la giusta pazienza, con un allenatore più “aggiornato” (anche più giovane, direi) la società potrebbe progettare un futuro migliore. Ma quanti tifosi si accontenterebbero di aspettare il tempo giusto, senza pretendere i risultati nell’immediato?
La Premier è un esempio non solo per il gioco che esprime, ma anche per il fatto che in Inghilterra i progetti tecnici sono – per cultura – tollerati e attesi coi tempi giusti.
Aggiungo, di passata: otto mesi sono pochi per giudicare, ma non è che Giuntoli sia sopravvalutato solo perché gli è andata bene (un paio di volte) con Kvara, Kim ecc.?

L'impossibile compito di Allegri

Progetto tecnico di Allegri? Ma siamo su un forum comico?

Modifica il 4 mesi fa da L'impossibile compito di Allegri
Remoto

Rileggi bene il mio intervento e vedrai che non ho parlato di un “progetto tecnico di Allegri“, tutt’al più della dirigenza (sicuramente opinabile). Mi sono riferito all’attuale contingenza, prefigurando un allenatore più aggiornato e più giovane.

commentanonimo

Ha ragione più il radarista. Allegri è solo uno strumento. Qualunque altro allenatore con sta squadra farebbe uguale se non peggio. Non cè un giocatore da “Juve”. Toh dai, forse Gatti per carattere e Rabiot per forza fisica. Della rosa 4 o 5 giocatori per un motivo o per l’altro non li prenderebbero neppure gratis in un altra squadra, ed uno ha giocato ieri e ci è costato il gol. Dei centrocampisti non ne hai mezzo che sia un costruttore di gioco. Davanti se non gioca Vlahovic, ne hai tre che per un motivo o per l’altro viaggiano tra il dannoso e l’inutile, due non li riesci a dare neppure in prestito, ed uno per classe ed esplosività potrebbe fare la riserva nel Bayern giocando uno spezzone di partita ogni tanto, per risparmiarlo.Semplicemente è una squadra costruita male, costosa per stipendi, con poco valore di mercato.

Modifica il 4 mesi fa da commentanonimo
Hell Piero

Non viene il dubbio che se tutti questi giocatori diventano brocchi, non migliorano, regrediscono, perdono valore, non sanno più giocare a calcio, non tirano e alle prime difficoltà si cagano in mano, la colpa sia di chi li sta allenando? Così eh.. potrebbe essere che facciano effettivamente schifo, ma così tanti, tutti insieme? Così armonicamente?
Ieri sera poi, il sospetto è che Allegri l’abbia – quasi – voluta perdere. Alex S. per 95 minuti, toglie Cambiaso e Chiesa, quelli entrati sparsi a caso, e praticamente cala il sipario. Poi Cerri..per l’amor di Dio.. della serie o mi date i giocatori fatti e finiti che voglio io, o i risultati sono questi. Golletto, bunker difensivo, risparmiamo energie (ma per cosa? giocano 1 partita a settimana) tiriamo a campare, dai che troviamo un buco, per divertirvi andate al circo. La filosofia è questa. Non cambierà mai. Se sei alla Juve e ti danno 9 mln all’anno devi vincere anche con la merda, se non ci riesci via.
Lippi 25 anni fa aveva, dignitosamente, tolto il disturbo. Lippi!
Allegri, sèa..
Basta. Vomito.

Redmond Barry

Però ad esempio Locatelli quando è arrivato sembrava un bel giocatore, poi ha subito un’involuzione

L'impossibile compito di Allegri

Ma piantala! Thiago Motta col Bologna è andato a Milano a pareggiarla 2-2 risalendo dal 2-0 e a vincerla ai supplementari, ribaltando l’1-0. Giocando a calcio! Dalla in mano a Conte e in due anni te li rivendi a 500 milioni, esattamente come ha fatto con l’Inter, che prima di lui collezionava figure di merda a tonnellate.
Marotta da noi era quello che rinnovava un triennale a sette milioni e mezzo a Khedira e Mandzukic che non si reggevano più in piedi… giusto l’anno prima di passare all’Inter…

scotland16

Io dico che invece con un altro in questi anni, almeno si sarebbe visto del gioco , qualche cambiamento; la cosa “drammatica” e’ che sono passati 3 anni invano, questa squadra gioca “vecchio” e il presunto lancio dei giovani e’ piu’ fumo che realta’. La Juve tornera’ in Europa, ma proprio perche’ e’ la Juve ci deve tornare “assertiva”, nuova; se torna con la solita minestra della “gestione” dietro la meta’ campo, del “corto muso” e del contropiede vecchissimo stampo (non quello manovrato e moderno) , non tornera’ al top , intendendo per questo non solo eventuali risultati ma anche come si otterranno i medesimi. Percio’…coraggio e …Thiago Motta, De Zerbi oppure…non scherzo..Xavi oppure …Palladino

Mordechai

Spiegami allora come fa l’allenatore del Girona, apparentemente una squadra di scappati di casa semisconosciuti, a competere nella Liga ed a mettere sotto corazzate come Atletico e Barcellona.

Il Regolamento

Con i soldi, semplice

Mordechai

La Juve va avanti coi soldi della tombola al Centro Anziani di Chivasso, ho sentito dire.

Il Regolamento

che c’entra la Juve? Stiamo parlando del Girona, il fatto che stia dove sta si spiega con i soldi che sono stati messi nel progetto, tipo quello che è successo con la Red Bull qualche anno fa. Poi, che i giocatori secondo te siano degli scappati di casa semisconosciuti spiega perché tu non fai il direttore sportivo del Girona 😉

Modifica il 4 mesi fa da Il Regolamento
L'impossibile compito di Allegri

Sempre più imbarazzante…

Il Regolamento

Ok, adesso però anche basta. Ho capito il tuo punto di vista, ma trattare da idioti chi non la pensa come te non mi sembra il caso. Ti svelo un segreto, qui dentro il depositario della verità assoluta non è ancora passato.
Come dice la famosa t-shirt: rilassati, Dio esiste… ma non sei tu

Mordechai

Per nulla d’accordo.

inox

Buonanotte Fabrizio

Sanremo ventiquattro….mila baci no, a questo giro, ventiquattromila stupidaggini più una: Ghali. Ma…..Ghali…..cosa mi combini? Parli di genocidio? Bravo, così ci tocca slinguazzare il padrone a rete umidificate lambite a urina. E poi: alzata di scudi dei dormienti (anche per gli orari sopportati davanti al tv).Ma come? Belano: ha vinto quella quando quell’altro prende il 60% dei voti? Embè brutto addormentato nel chiosco, cosa ti aspetti? Sono anni che votiamo e poi regolarmente fregati, a prescindere. Ricordi il M5S, ultimo sole ingannatore? Poi arriva lei, la Juventus, e ti riconcilia e il mondo è bello e ancora più bello quando perde la Juventus. Non lo può vedere comunque il nodo arriva al pettine di Max: Wallace è più forte di Locatelli. Punto. Come dicono all’Ardenza anche se si potrebbe fare senza: ogni bella scarpa doventa ‘na ciabatta. Ora mi raccomando Prestigiosa Mai Retrocessa Beneamata, occhio alle partite trappola. Una di queste è quella di venerdì; qualche cambio e va bene ma concentrazione massima e non sbagliamo l’occasione che costruiamo. Dov’è il cinese? Dov’è la sorella di Frattesi? Tifiamo Lazio.

Mordechai

Bravo, tifala tu la Lazio.

il ghiro

JUVENTUS – UDINESE 0 – 1 (alias LA CENA DELLE BEFFE)
La rivincita di Giannettaccio nei confronti della famiglia Chiaramantesi, che aveva fino ad allora spadroneggiato nella Serie A facendosi beffe di tutto e di tutti. Aveva voglia Max Chiaramantesi a lanciare il suo famoso “slogan” pubblicitario: “Chi non beve con me, peste lo colga!” Stavolta la peste ha colto i Chiaramantesi, che hanno inutilmente bussato alla porta dei friulani, in divisa arancione Olanda per distinguersi dalle zebre casalinghe.   
La partita non merita la solita minicronaca, solo alcune brevi notazioni. Allegri sostituisce lo squalificato Danilo con Alex Sandro e l’infortunato Vlahovic con Milik, gioca Chiesa al posto di Yildiz. Cioffi gioca con Giannetti stopper centrale, Ehizibue e Zemura sulle fasce, con Samardzic al posto dello squalificato Pereyra. Arbitra il palermitano Abisso, al VAR il romano Marini.
Il gol friulano arriva presto e lo segna il Giannettaccio, sfruttando una respinta floscia di Alex Sandro su una palla arrivata in area da una punizione di Samardzic, Milik si pappa un paio di discrete occasioni, poi Okoye salva la rete su una potente capocciata del polacco. Nella ripresa, dopo un gol di Milik annullato, entrano Yildiz, poi Nicolussi e Iling, infine anche il NextGen Cerri, ma anche Cioffi mette in campo i suoi panchinari e con le forze fresche in campo bilancia i ragazzi in bianconero, che non riescono ad impensierire più di tanto il portiere nigeriano “di Cermania”.
Si chiude con la partita di stasera una giornata che avrebbe dovuto creare problemi alla capolista e invece ha allargato vieppiù il gap tra Inter e Juve, e i rossoneri di Pioli sono sempre più vicini. Attento Max Chiaramantesi, che non ti si bevano loro invece.    

Modifica il 4 mesi fa da il ghiro
comevolevasidimostrare

amen

Il Regolamento

Fabrizio, abbi pazienza, io non mi lamento della gestione del blog, ma negli ultimi quindici minuti mi è ricomparso almeno 5/6 volte un commento di Waters che chiama in causa mia madre. E’ estremamente fastidioso, davvero non si può fare nulla per evitare almeno la duplicazione dei commenti una volta chiusi?

Waters

Guarda che la hai tirata in ballo te Rm, visto che tu hai detto che era una delle migliori 50 maestre d’italiano, io ho detto che insegnava alle serali..tutto qua

Mordechai

Tirata in ballo tua madre? 🙁

tamarrogigante

e fosse la prima volta