Milan - Atalanta 2-0

Il Milan fa due gol all’Atalanta con Leao e Theo Hernandez che si fa in slalom tutto San Siro e aspetta che l’Inter gli consegni lo scudetto, ma la squadra di Simone Inzaghi con un Lautaro Martinez crede ancora nel suo 10% di chances e decide di rimandare la conquista dello scudetto all’ultima giornata (Sassuolo – Milan, Inter – Sampdoria). Insomma tutto secondo copione copione, a meno di clamorose sorprese. E Simone Inzaghi lo ricorda pure: “Io con la Lazio ho vinto uno scudetto così…” – ⚽ – Il Napoli chiude la sua stagione al Maradona tra qualche rimpianto e le lacrime di Insigne – ⚽ –  Le cose non si mettono bene per la Roma di Mourinho, i giallorossi fermati all’Olimpico sull’1-1 da un Venezia ormai retrocesso in Serie B. La Conference League è un traguardo, ma il campionato è un fallimento

SERIE A 2021 – 2022

Giornata n. 37

Sabato 14 maggio 2022

Empoli – Salernitana 1-1

(31′ Cutrone E, 76′ Bonazzoli S)

Verona – Torino 0-1

(19′ Brekalo T)

Udinese – Spezia 2-3

(26′ Molina U, 35′ Verde S’, 45’+3′ Gyasi S, 47′ Maggiore S, 90’+4′ Mari U)

Roma – Venezia 1-1

(1′ Okereke R, 76′ Shomurodov R)

Domenica 15 maggio 2022

Bologna – Sassuolo 1-3

(35′ Scamacca S, 75′ Berardi S, 80′ Scamacca S, 90’+2′ Orsolini rig B)

Napoli – Genoa 3-0

(32′ Osimhen N, 65′ Insigna rig. N, 81′ Lobotka N)

Milan – Atalanta 2-0

(56′ Leao M, 75′ Hernandez M)

Cagliari – Inter 1-3

(25′ Darmian I, 51′ Lautaro Martinenz I, 54′ Lykogiannis C, 84′ Lautaro Martinez I)

Lunedì 16 maggio 2022

Sampdoria – Fiorentina 4-1

(16′ Ferrari S, 30′ Quagliarella S, 61′ Thorsby S, 83′ Sabiri S, 89′ Gonzalez rig, F)

Juventus – Lazio 2-1

(10′ Vlahovic J, 36′ Morata J, 51′ Alex Sandro aut. L)

***

CLASSIFICA

Milan 83 (37), Inter 81 (37), Napoli 76 (37), Juventus 72 (37), Lazio 62 (36), Roma 60 (37), Fiorentina 59 (36), Atalanta 59 (37), Verona 52 (37), Torino 50 (37), Sassuolo 50 (367,  Udinese 44 (37), Bologna 43 (37), Empoli 38 (37), Sampdoria 36 (37), Spezia 36 (37), Salernitana 31 (37), Cagliari 29 (37), Genoa 28 (37), Venezia 26 (37)

***

PROSSIMO TURNO

Ultima Giornata n. 38

Venerdì 20 maggio 2022

Torino – Roma 20.45

Sabato 21 maggio 2022

Genoa – Bologna 17.15

Atalanta – Empoli 20.45

Fiorentina – Juventus 20.45

Lazio – Verona 20.45

Domenica 22 maggio

Spezia – Napoli 12.30

Inter – Sampdoria 18.00

Sassuolo – Milan 18.00

Salernitana – Udinese 21.00

Venezia – Cagliari 21.00

***

Lo scudetto all’ultima giornata è la grande conquista di questa stagione. Un certo equilibrio ritrovato, Milan e Inter testa a testa per l’intero campionato, e la squadra di Pioli che ha due punti in più e il vabtaggio dello scontro diretto da gestirai
Sulla qualità e competitività del campionato abbiamo già detto a lungo e per quello, del resto, parlano i risultati delle Coppe dove abbiamo unicamente la Roma che tiene acceso il lumicino.

  Lo scudetto è nelle mani del Milan. Al 90% è suo, a meno che non ceda il passo a clamorosi colpi di scena, tipo lo scudetto alla Lazio mentre a Perugia c’è il nubifragio sulla Juve e Collina arbitra con l’ombrello (1999-2000) o il 5 maggio dell’ Inter con lo scudetto alla Juve (2001-2002).

  La vittoria sull’ Atalanta con i gol di Leao e Theo Hernandez (che ha attraversato tutto San Siro in dribbling) ha avuto toni trionfali, uno stadio stravolto e ormai convinto e sicuro dell’impresa e del ritorno dello scudetto dopo 11 anni. L’Inter però ci ha messo la stessa convinzione a Cagliari, contro un avversario che lotta disperatamente per evitare la B, ancora fiduciosa nel suo 10% di possibilità scudetto, Lautaro Martinez scatenato e la squadra di Inzaghi niente affatto appagata dalla Coppa Italia conquistata contro la Juve in settimana. Non è ancora appagato Simone Inzaghi che uno di quei famosi episodi ldi cui sopra lo ricorda pure con una certa perfidia: “Io con la Lazio, e con la Juve a Perugia, ci vinsi un campionato così”.

   Tutto rinviato, il copione quest’anno è molto esigente e se anche tutti ormai hanno scoperto l’assassino il giallo ha bisogno di arrivare comunque fino all’ultima puntata.

***

 

 

 

 

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
280 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

variante del dragone

oggi
21.00 Juventus U23-Padova (Playoff Serie C) – ELEVEN SPORTS, RAI PLAY e ONEFOOTBALL

domenica
14.15 Juventus Women-Roma (Finale Coppa Italia femminile) – JUVENTUS TV (visibile su DAZN), LA7 e TIMVISION

astainvista

Trovo molto divertente che nei post dove gli danno dell’idiota ci sia sempre un solo dislike.

Nessuno 3

Continuano gli addii doc. Grande spettacolo anche all’Allianz Stadium di Torino. Applausi, anche da parte mia, a due grandi protagonisti e rivali di questi ultimi anni. Dybala, 28 anni, se desse maggiori garanzie dal punto di vista fisico lo vedrei molto bene nel Napoli (d’altra parte ho già detto più volte che io, uno come Dybala, lo farei giocare sempre) ma, mi sa, che è fuori dagli standard previsti per gli azzurri. Chiellini mi ha sempre ricordato i difensori vecchio stampo di un calcio di altri tempi. Ad maiora.
‘Nce vedimme

Bombaatomica

Goooooooooooooooo’ 🦅❤️⚽️

brunoconti

pe’ pocooooo…

il ghiro

Grande Doria. Prima con un “musetto” marca Ferrari e un “cucchiaio” marca Quaglia, poi con il “martello” Thorsby e con il “pungiglione” dello scorpione Sabiri punisce supponenze e leggerezze dei Viola, grande partita di Candreva e del “marrocchino di Cermania” Sabiri, Thorsby mette la museruola all’ex Torreira, male gli avanti fiorentini, Jack, Nico, Cabral e Ikonè, distratti i difensori, Italiano imbufalito come mai lo avevo visto, ben altro si aspettava dai suoi che dovevano lottare per un posto in Europa League.    

Rosario Frattini

Così, ad occhio mi sembra che Italiano per essere L’ allenatore emergente più quotato sulla piazza vada a fondo piuttosto frequentemente.

"𝐀𝐇! MA È 𝐕𝐈𝐎𝐋𝐀!" (cit)

Diciamo che ha ereditato una squadra che potendo contare su Vlahovic per tutta la stagione, nonostante i suoi gol, con il duo Prandelli-Iachini, aveva sfiorato la serie B.
In questa stagione ha fatto 20 punti in più con mezzo Vlahovic. Andrei a fondo così ogni stagione.

Aigor

Mi trovo d’accordissimo con il compagno di tifo e con la sua analisi sul campionato.
A prescindere da come andrà domenica vorrei sottolineare un paio di cose.
Il Milan ha dato una grande dimostrazione di maturità, durante tutto l’anno e specialmente nelle ultime 5 partite in cui per una squadra così giovane immagino il pallone pesasse tantissimo.
Son stati bravissimi a mantenere alta la concentrazione e i pochi passi falsi della loro stagione sono stati prontamente fatti seguire da prestazioni cariche di motivazione e personalità.
Note dolenti, (😉) giusto ammettere quando uno canna alla grande. Non davo una lira a Pioli, e invece mi ha stupito per come ha tenuto in mano la squadra anche nei momenti difficili, doppi complimenti anche a lui.
Non dimentichiamo una cosa: questa squadra nasce dopo uno 0-5 contro l’Atalanta, per cui chapeau anche alla società che ha dato fiducia e tempo al gruppo e al suo allenatore.

Da tifoso mi costerà vedere eventualmente gli altri festeggiare, ma l’essere tifoso è solo una piccola parte della vita di una persona.
Durante l’anno non sono mancati sfottò, battute, discussioni anche degenerate malamente per le quali mi scuso, avendo fatto sport fin da bambino so anche che ci son cose che a fine partita si dimenticano e spero che i momenti meno piacevoli vengano catalogati come schermaglie “di campo”.
Per quanto riguarda l’Inter, giudico la stagione discreta, positiva anche se non ottima per via non tanto di Bologna quanto piuttosto del periodo Febbraio-Marzo in cui a fronte di partite anche buone si sono fatti troppi errori.
Più che i titoli salvo alcune partite (le due col Liverpool e l’andata col Real su tutte), e il fatto che dopo la crisi invernale a differenza che sotto altre gestioni si è ripreso a correre invece di indossare infradito e braccioli e partire verso il mare con l’asciugamano sulla spalla. Pochi segnali (se sono importanti lo vedremo l’anno prossimo) di una crescita nella mentalità che non può che affondare le radici nella gestione precedente.
Un saluto a tutti

Modifica il 4 mesi fa da Aigor
Xavier

Molto sportivo Aigor.

Grande Romeo

Pioli bravo, e penso che avere Ibra e Giroud in spogliatoio una mano gliel’abbia data

2010 nessuno

Ciao Aigor, io con Chakkko mi trovo concorde soprattutto sui difetti evidenziati da squadra e tecnico interisti e per questo non posso non apprezzare la sua obbiettività.
Allo stesso modo apprezzo e lodo l’educazione e humour che tu hai sempre usato e mantenuto anche quando ti sei dovuto confrontare con i soliti grossolani offensori . Per questo ti dico che non hai proprio niente di cui scusarti, e sicuramente non a confronto del pattume gratuitamente e volutamente offensivo che viene buttato costantemente nel blooog.
Mi unisco a te quindi anche nei complimenti al Milan per il carattere e la costanza dimostrati che gli valgono il primato in classifica. Su Pioli devo dire che io invece ho sempre apprezzato le sue doti e quando il Milan porterà a casa questo trofeo, tanto merito andrà al suo tecnico.
Tornando infine alla nostra Inter toccherà vedere da subito dopo finito il campionato, se società e tecnico saranno in grado di rinforzare, come dovrebbe essere fatto, soprattutto il settore delle riserve, pescando anche ,mi auguro, tra i nostri under tra i quali vi sono tre o quattro elementi veramente interessanti. Io per questo mantengo ancora una certa dose di ottimismo, tu invece?

gmr61

Applausi👏 ( e non solo perché hai parlato bene del Milan )!

Leo 62

Vista la Sampdoria oggi io mica lo so se l’Inter ci vince… vuoi vedere che Giampaolo…

2010 nessuno

🤘😂😂😂😂

Gianpagliacci

Le isole Fær Øer, che sono praticamente un protettorato della Danimarca, e quindi fanno parte della Nato ( North Atlantic Treaty Organization), hanno fatto sapere tramite il loro primo ministro Bárður á Steig Nielsen che se ne sbattono dei carrarmati russi perchè protetti da i loro Troll (in danese Trold)di dimensioni gigantesche e dal comportamento mooolto incazzoso.
Il loro aspetto orripilante (delle volte hanno addirittura due teste) unito ad un carattere che può diventare molto violento scoraggerebbe chiunque dal provocarli, con l’aggiunta che sono praticamente invisibili e quindi bersaglio impossibile da individuare dalle armi delle super (pre) potenze militari, per quanto sofisticate o vigliacche.
E possono anche cambiare forma, quindi non li becchi mai.
Insomma, i faroesi hanno le spalle coperte, noi i Ferragnez che danno l’allarme per un piccione.
Aiut

variante del dragone

facciamo uno scambio?
il nostro troll in cambio di uno vostro;
considera che è una rarità: ricopre anche la carica di scemo del bloggo;

MJ23 - JAN PALACH VIVE -.

Dopo due anni di pandemia e una guerra si può accettare, non dico col sorriso, ma con tranquillità, anche uno scudetto conteso tra Inter e Milan.

variante del dragone

c’è uno e uno solo bloggarolo che per quante diverse iscrizioni e nick faccia si becca più prima che poi dell’idiota;
senza che faccia mai una riflessione sul motivo;
il che conferma l’esattezza dell’epiteto;

NELLO MASCIA

FALLI DA DIETRO –
COMMENTO ALLA 37° GIORNATA DEL CAMPIONATO 2021-22
 

Quasi fatta in coda.

 

Diego Perotti sarà pure vicino alla pensione, ma Sabatini in fondo lo ha tesserato per quello.

Riguardo ai rigori è uno specialista. Su 21 tirati, in tutto ne ha sbagliati due.

 

Così a cinque dalla fine, Davide Nicola non ha dubbi.

 

Sul dischetto andrà Perotti, piuttosto che l’adrenalinico Bonazzoli, che poco prima aveva pareggiato con una spettacolare rovesciata delle sue.

 

E’ un rigore pesantissimo.

Può regalare la definitiva salvezza agli amaranto.

 

Perotti tira debole.

Guglielmo Vicario para il rigore dopo aver già parato l’impossibile.

 

Salvezza rimandata.

 

La Salernitana per festeggiare deve aspettare il match point di domenica.

 

Il Pibe di Fratta per l’addio al Maradona si fa accompagnare mano nella mano dall’Impomatato. Il quale poi gli regalerà una enorme orribile carabattola d’alluminio rimediata dal rigattiere all’angolo.

 

Si commuove il capitano durante il giro d’onore, rincuorato dai figlioletti cicciottelli.

 

Più indietro, ben in vista per i fotografi, l’inquietante figura di Edo, occhiali scuri, improbabile cresta un po’ Mareshark un po’ nativo americano, e andatura da uno “che va facenno cannulicchie”.

 

400 metri di applausi, di ricordi e di emozioni.

Il gol più bello. Quello da trenta metri al Bernabeu.

Il momento più oscuro, l’ammutinamento di tre anni fa.

 

Dieci anni. Da protagonista in un gruppo che ha spesso esibito un gioco di sfavillante irripetibile bellezza.

Dieci anni per diventare la sintesi di una squadra piena di talento ma eternamente incompiuta.

 

Anche Faustino va via.

Anche lui meritava un giro d’onore.

E’ stato il miglior esterno sinistro passato per Napoli almeno negli ultimi 30 anni.

Ma ha dovuto fare i conti un destino che ha cambiato strada una sera di Champions, contro il  City, nel momento più alto della sua carriera.

Le ginocchia non hanno retto.

Saluta anche lui la folla silenziosamente come è il suo stile.

 

La partita decreterà la definitiva retrocessione dei Grifoni.

Il Var consentirà al Pibe di ripetere il rigore tirato sul palo.

Decisione che ha un po’ lo stesso sapore della vittoria ucraina all’Eurofestival.

 

E’ quasi fatta per i Diavoli.

Chiunque abbia visto la cavalcata di Theo avrà pensato immediatamente a George Weah contro il Verona nel settembre del 96.

 

Quasi fatta. Anche perché l’Ucraina non è in gara.

 

d9d9

Guarda quant’è simpatico il mio amico Gianluca e cosa mi ha mandato…mani negli zebedei!!!

IMG-20220516-WA0011.jpg
Artifix100

Un grazie a Giorgio Chiellini, vero spirito juventino . Come difensore ne abbiamo avuti di più forti e tecnici ma l’animo l’attaccamento alla maglia e la capacità di fare squadra è da campionissimo . Grazie e in bocca al lupo per ciò che deciderà di intraprendere

Xavier

Di (centrali) più tecnici avete avuto Scirea, forse Castano 60 anni fa, magari lo stesso Bonucci e qualche altro, ma non poi tanti.
Di altrettanto forti a difendere Morini e lo stesso Scirea, forse Salvadore e Kohler.
Insomma un grande campione.

variante del dragone

non dimentichiamoci di Brio;

Xavier

Fortissimo nell’anticipo e di testa, ma se lo saltavano poi era un po’ lento a rincorrere, in quanto armadione.
Ma potrei ricordare male.
Piuttosto abbiamo tutti dimenticato Cannavaro!

Modifica il 4 mesi fa da Xavier
variante del dragone

l’hanno citato;
ce ne sono stati tanti, a me piace citare Montero, per quello che ha fatto in campo e fuori;
per Pessotto non esitò a tornare dal sudamerica per stargli vicino;

Xavier

Montero picchiava troppo.

gmr61

Partiamo larghi : Guardiola con il City in vantaggio a Madrid non snatura il suo gioco e non mette giocatori per le barricate , perde ergo sbaglia; Allegri in finale con l ‘ Inter in vantaggio si mette a 3 dietro per aumentare la copertura e le barricate , perde ergo sbaglia …..😱
Questo per dire come ogni allenatore conosce i suoi e, forse , gli avversari , e decide in base a quello che ha.
Pioli ha creato una Squadra , ha uno schema e lo fa giocare a memoria ( anche bello da vedersi quando funziona ) non mi metto a sindacare se ha i top player o meno, sento anche qua criticare Leao, che sbaglia l’ultimo passaggio, ma quando ( a detta di uno juventino equilibrato ) quando nove volte su dieci devi marcarlo in tre e almeno la metà delle volte scappa via….forse non ce ne sono tanti così in serie A, poi concordo che spero migliori sui suoi difetti.
Tante volte mi sono arrabbiato su Theo che partiva testa bassa e si incaponiva a non fare o sbagliare l’ultimo passaggio , qualcuno qua ha detto che ieri la difesa Atalantina si é aperta ( a parte che , senza scomodare il mitico Vipe) chiunque abbia calcato un campo di calcio avrebbe provato a fermarlo, forse era troppo veloce ? ( 95 metri palla al piede, fateli voi se vi riesce….)
Ed ora riportiamo le mani dove devono stare, anche se in realtà ne ho altri di gesti apotropaici, importante é controllare il meteo di domenica per Reggio Emilia

variante del dragone

nessun sospetto che i cambi allegriani di uomini e modulo fossero forzati?

il ghiro

Lo scudetto passa da qui!!!
Lo Stadio MAPEI, casa del Sassuolo, è ubicato a Reggio nell’Emilia, non a caso scelta dal destino perché denominata “Città del Tricolore”, ed infatti proprio al MAPEI Stadium si giocherà la partita decisiva per l’assegnazione del triangolo tricolore, lo Scudetto 2021-22. Dando per scontata la vittoria interista contro la sgangherata Samp di quest’anno, il Milan deve necessariamente portare a casa almeno un punto per arrivare a pari dei nerazzurri e prevalere per l’esito degli scontri diretti. Ma naturalmente i Cinesini, il machiavellico Marotta e l’ingenuo Simone Inzaghi faranno di tutto perché questo non avvenga.
Questo è il diabolico piano:
1.)   Far riammettere da A.I.A. e C.A.N. in servizio permanente effettivo l’ormai felicemente pensionato arbitro Pierluigi Collina, il brevicrinito che nel lontano 1999-2000 arbitrò l’incontro Perugia-Juventus, che ci portò in dono il secondo scudetto
2.)   Deviare il corso del torrente Dolo (nomen omen), sottraendone le acque dal Secchia, fino a portarlo all’interno del sunnominato Stadio MAPEI, tale da renderlo un vero e proprio acquitrino stagnante ricco di rane, rospi, tritoni e salamandre
3.)   Per maggior sicurezza convogliare sopra lo Stadio MAPEI un numero infinito di cirri, cumuli, cirro-cumuli, nembi, cirro-nembi, cirro-cumulo-nembi, fino ad oscurare il cielo e far piovere a scroscio per tutti i novanta minuti dell’incontro
4.)   Dotare arbitro, guardalinee, quarto uomo e giocatori neroverdi di attrezzatissime mute da sub per consentire loro la massima adattabilità alle impervie condizioni atmosferiche e del terreno
5.)   Consentire la prosecuzione del tempo effettivo di gioco della partita fino al raddoppio dei minuti giocati, al fine di consentire ai neroverdi l’agognata vittoria e la consegna del conseguente scudetto nelle mani della Beneamata
6.)   Per ottenere la massima sicurezza dell’esito finale, nel solco della ormai pluriennale tradizione di marca biscionesca, il Mostro, alias il gran maestro Beppe Marotta, fa sottoscrivere prima della partita un contratto triennale che li lega alla società ai seguenti giocatori: Scamacca, Frattesi, Raspadori, Traoré e Berardi, quinquennale invece allo stopper Gian Marco Ferrari, incaricato di segnare, intorno al minuto 140’, il gol della predeterminata vittoria, bissando l’impresa del mitico Calori, ora dipendente della biancoceleste Lazio in qualità di sfortunato allenatore della Primavera.

variante del dragone

dono di Perugia?
non è che sei ghiro Jekyll e Bomba Hyde?
nessuna nuova sull’icona?
sarà il thriller dell’estate?
uhm, manco un ;

il ghiro

Ragazzi, dall’alto delle mie ottantatre primavere mi concedo qualche affilata ironia sulle mie “favorite”, Lazio e Inter, ma senza dimenticare gli altri ben più significativi e saporiti bersagli, nell’ordine: Roma, Juve, Milan. Per Napoli, Dea e Viola rispetto anche se non affetto, riconosco che talvolta giocano a pallone meglio di noi.
Per l’icona aspetto sempre l’aiuto promessomi via FB dal FaB, sono pronto a inviargli la foto per farmela “posizionare” dai suoi tecnici. Non vorrei aprire un nickname “alias”.

malandragem

Ghiro ma hai provato a inserire l’immagine con la procedura che ti avevo suggerito?

variante del dragone

l’ha spiegato che non riesce ad entrare nel suo profilo per modificarlo;

pedrito el drito

O.T.

sono in partenza per torino a vedere l’ ultima partita di dybala in maglia bianconera.

al proposito mi permetto, non richiesto, di esprimere il mio parere: solo una manica di deficienti può perdere a parametro zero un giocatore come paolo.

a dybala i miei ringraziamenti per i bei momenti che ci ha regalato.

variante del dragone

hanno fatto di peggio: far andar via Marotta con accluso resuscitamento della malmata, prendere Sarri e non dargli tempo e uomini, prendere Pirlo e non dargli tempo, non prevedere la fuga del pensionato lusitano e dover ripiegare in fretta e furia su Kean, ecc…
però ricordiamoci dei due lustri di dominio e non riduciamoci al ridicolo di invocare la vendita della società e l’esonero di Allegri, quasi fossimo *sti qualsiasi;
il Chiello non gioca? io mi sposterei principalmente per lui;

Sergiod

Chiellini ed Insigne lasceranno un grande vuoto nel calcio italiano, sono stati per anni gli emblemi dei club di appartenenza , alla Nazionale hanno dato tanto e, specie per la Juventus, non sarà facile sostituirli.
Life goes on, sopratutto chi è in giovane età non si affida ai ricordi ma guarda avanti e corre verso il futuro continuando a sognare, io appartengo ad una generazione che ha visto un altro calcìo, quella che ogni tanto si volta indietro in un improbabile ritorno al passato perché quelle sicurezze che gli mancano adesso ora sono appese in bacheca.
Il Milan ha trascorso molti anni di anonimato, vederlo molto vicino ad un successo imprevisto ed insperato è quasi traumatico, lo sarà sino a quando, noi milanisti lo speriamo, finirà la partita col Sassuolo.
Manca un ultimo passo, quello decisivo, ma tutto può ancora succedere.
Sogno un gol di Ibra, credo resterà tale, e mi preparo agli ultimi 90 e più minuti di sofferenza. L’attesa sarà lunga e tormentata.

ConteOliver

in bocca al lupo, sportivamente

Sergiod

grazie!,

Il soldato Ryanair

Buondì,
Scrivo grazie ad un programma di dettatura vocale, dato che ENTRAMBE le mani rimarranno piazzate permanentemente sulle sacre sfere fino a domenica sera.
Sfidando i giudizi di colleghi, passanti, amici, coinquilini, mettendo in gioco la reputazione ed una certa immagine costruita faticosamente negli anni….
Sassuolo val bene una messa, e comunque …. pazienza, spero funzioni contro la valanga di ipocrita rassegnazione ed infausti complimenti, ultima ratio con i quali i cugini camuffano le estreme grandi manovre (fonìa inglese = manùVAR) che mi auguro non sortiscano effetto almeno a Reggio Emilia.
Ieri partita da infarto, osare ma non troppo, perché prendere un gol sullo 0-0 sarebbe stato un macigno troppo pesante da spostare.
Da qui i lanci lunghi a Giroud (peccato, totalmente fuori ritmo e fuori partita) e le iniziative personali senza scoprire eccessivamente l’assetto difensivo.
Sottolineo un episodio che, visto dapprima come ingiusto, si è rivelato poi determinante per il risultato finale: l’ammonizione a Giroud per il fallo rotatorio ai limiti dell’area non assegnato al Milan.
Con lo stesso metro (vivaddio) Orsato valuta il tocchicello di Kalulu alla maglia di derviscio rotante Pessina che, lasciato giustamente correre, sfocia nel gol di Leao ottanta metri e vari difensori più in avanti.
A proposito di ottanta metri, se tutto andrà come spero l’immagine che resterà emblematica per questo campionato potrebbe essere il gol di Theo: forza, caparbietà, velocità, tecnica, volontà, resistenza. Il tutto tra mille ostacoli.
Salutoni.

Grande Romeo

La gamba destra di Kalulu incoccia nella sinistra di Pessina. E’ fallo netto e i primi a fermarsi sono i giocatori del Milan.
Ma non credo all’Inter possano lamentarsi del comportamento arbitrale in questo campionato.

Immagine 2022-05-16 151323.png
Bob Aka Utente11880

Ok Romeo, serve solo a dimostrare che gli aiuti involontari li hanno avuti tutti e peseranno per tutti sulla classifica. W Tutti !

astainvista

Nella proporzione di 10 a 0 per l’Inter e di un po’ e un po’ per le altre.

, ma sei un populista?

Bob Aka Utente11880

Ma no. Il punto è quello che hai colto: è una questione di misura, che non esclude il merito.

Xavier

Concordo, da Milanista, era fallo e la Var avrebbe dovuto accorgersene.
Non è come Giroud nel Derby, quando il contatto avvenne dopo che ormai il francese la palla l’aveva già correttamente rubata; qui invece il contatto precede il cambio del possesso.
Ma, insomma, dopo Serra, Udogi e Belotti può anche starci, no…?

Modifica il 4 mesi fa da Xavier
astainvista

Ma si, il fallo ci stava e il Var sarebbe dovuto intervenire. Questo episodio si contrappone ai torti che segnali tu, ma si aggiunge anche ad altri favorini che abbiamo avuto. Nulla di strano nel corso di un lungo campionato.

L’anomalia, lo ripeto per i che cercano di mistificare, è costituita dalla decina di episodi Var favorevoli all’Inter, a fronte di nessun episodio consistente che li abbia sfavoriti.

Modifica il 4 mesi fa da astainvista
Bob Aka Utente11880

Tu mi sopravvaluti 😉

Carlo

ma a te questa sembra un’immagine che dice qualcosa?

Grande Romeo

Leo 62

😉 😉 😉 Derviscio rotante Pessina è bellissima… non so perché ma a me sembra che a Pessina tutto sommato stia bene il nerazzurro…

Il soldato Ryanair

Come – ahimè – a Dybala, che temo vestirà presto nerazzurro, e in quanto a centrifugarsi sul campo per decine di metri non è secondo a nessuno…
Peccato, è un calciatore che nel Milan ci avrebbe fatto un gran comodo.

Boris

Che poi quello che si centrifuga di più, tolto Lauraro (hors catégorie), è il vostro tamarro platinato.

Leo 62

Mah insomma. sempre rotto, una partita ogni cinque… poi a Pioli serve un trequartista che torni a centrocampo, tipo Krunic che sta facendo un campionato notevole, giusto perché ci sono i Leao i Tonali ed i Maignan che rubano la scena ed il suo è un lavoro umile… ma è stato uno dei più positivi quest’anno, da tenere assolutamente… non è un titolare ma in una rosa completa serve come il pane…

Xavier

Ryan, Dybala è un potenziale fuoriclasse, ma si rompe di continuo, e se imposti il gioco sul 10 e non, come noi adesso, sulle ali, e quello ti manca due partite su cinque, poi diventa difficile alternare i due moduli, temo.
Prendi ad esempio il Derby, Verona e ieri: noi, in fase di possesso, il centrocampo di fatto lo escludiamo dal gioco, usando i tre di centrocampo come guastatori e ricuperatori di palla, ma la danza la menano Theo, Leao, Calabria e i difensori centrali, senza quasi mai innescare qualcuno che attenda da centrale a 40 metri dalla porta.
Non dico che non si possa cambiare modulo, anzi, ma allora bisogna comprare anche un vice-Dybala, e non mi pare facile, perché dovrebbe essere uno così bravo da non far troppo rimpiangere Dybala quando assente e così umile da riaccomodarsi tranquillo in panca al suo ritorno.
Ma i 10, di norma, non hanno entrambe queste qualità…

Modifica il 4 mesi fa da Xavier
Il soldato Ryanair

Beh, “u picciriddu” ha visione di gioco, classe, a Palermo l’ho visto giocare a tutto campo, correre, lanciare, concludere.
Tira punizioni e rigori, può fare la seconda punta o il rifinitore.
La storia degli infortuni continui può anche dipendere dal lavoro atletico impostato dai preparatori.
Io un pensierino ce lo avrei fatto, quel ruolo al Milan non è coperto a sufficienza, si tratta di almeno 10-15 gol all’anno in estrema scioltezza.
Se andrà all’Inter, pazienza, si tratterà solamente di un avversario in più.

Mordechai

Chi, Dybala? Siete ancora in tempo a prenderlo, non mi pare ci sia la fila davanti casa sua.

Il soldato Ryanair

A me, tecnicamente, piace.
E in 7 anni di Juve il saldo è senz’altro positivo, checché ne dicano adesso i suoi detrattori in società e sui giornali.
Secondo me dimostrerà ancora e altrove di essere un campione

Mordechai

Tecnicamente piace anche a me, ovvio non è certo il talento che gli manca.
Però torno a dire che, come ha fin troppe volte dimostrato negli anni in bianconero, gli mancano (del tutto o quasi) altre qualità altrettanto importanti : continuità di rendimento, impatto atletico in campo, cazzimma e forte personalità.
Qualcuno ha scritto : è un potenziale fuoriclasse.
Forse.
Ma a venti anni puoi essere un “potenziale”, non a ventotto/ventinove come lui.
Con Dybala, secondo me, è e continuerà ad essere un…aspettando Godot.

Campioni d'Italia 2020-21

Vediamo se ho capito bene.

Orsato lascia correre la ginocchiata fuori area su Giroud, viene attivato il “silent check” del Var per stabilire se il fallo sia dentro l’area, stabilito che è fuori area il “silent check” è over. Ci siamo.

Orsato lascia correre l’arrotata di Kalulu a Pessina, siamo a destra a ridosso del vertice sinistro dell’area di rigore, l’Atalanta che segue sempre in massa tutte le situazioni pericolose che riesce a creare si fa trovare scoperta per la prima volta nel corso della partita, tempo dieci secondi… ci sono 3-4- secondi di smarrimento di tutti i giocatori, compresi quelli del Milan lì vicino che aspettano solo il fischio di Orsato… poi qualcuno si decide a farla rotolare a Messias che lancia Leao… e la palla è in gol. Viene attivato il “silent check” del Var per stabilire se il gol sia scaturito da un’azione irregolare, cosa data per scontata da tutti, pubblico, giocatori, spettatori a casa, tranne Orsato. Ma, tra lo stupore generale, il “silent check” è over. Non ci siamo.

La partita finisce lì, l’Atalanta avrebbe bisogno di una vittoria per poter sperare nella qualificazione EL, ma capisce che è tardi. Viene inclinato il campo, i nerazzurri bergamaschi si dispongono come paletti, Fantozzi mette il casco e a gran velocità arriva indisturbato al traguardo tra il tripudio degli impiegati di quarto livello sugli spalti.

Salutini

Modifica il 4 mesi fa da Campioni d'Italia 2020-21
Leo 62

Da quello che hai scritto si capisce solo che ci avevi creduto sul serio… Pessina è sicuramente buono per l’Inter ora che il t(r)uffatore Lautaro andrà altrove a piroettare…

Carlo

Ho rivisto le azioni principali. Il fallo su Pessina l’avete visto solo tu e Pessina, il quale sfiorato sul braccio si butta a terra come se fosse stato fucilato.
Per il resto, e lo dico a Leo che pensa di avere dei fenomeni in squadra, i gol del Milan non sono del Milan, sono dell’Atalanta.
Una difesa che lascia segnare due gol così in serie A credo di non averla mai vista, francamente imbarazzante. L’unica cosa che fa Leao è correre, colpire la palla di testa indisturbato e mollare un tiraccio che per caso passa fra le gambe del portiere.
Quanto al gol di Hernandez, beh, dai… sembrava FIFA 2001, quello con i pixel grandi come piastrelle del bagno.

Leo 62

Tu mi sa che ti sei abituato un po’ troppo ai giocatori della Juventus e non ti rendi più conto di quando uno è proprio forte… vaglielo a dire a quelli del Real ed al City che a Leao lo prenderebbero subito, semplicemente immarcabile.
Quanto a Theo ieri non lo fermava proprio nessuno, non lo prendevano, era un treno lanciato in piena corsa, una specie di Jonah Lomu… vagli sotto e ti fai male…

Totonno58

Orsato….dai, lasciamolo in pace stavolta…ha sgamato due belle simulazioni!:):)

Modifica il 4 mesi fa da Totonno58
Campioni d'Italia 2020-21

Nessuna simulazione, anche il contatto su Giroud (pur esagerato dal nervosissimo francese) c’era, ma il Var non aveva competenza per intervenire. Kalulu era entrato fuori tempo su Pessina e aveva commesso un netto fallo, vai a rivedere l’episodio e ti accorgerai che tutti i giocatori lì vicino reagiscono come se Orsato dovesse fischiare fallo. E il Var aveva competenza per intervenire, a non lo ha fatto.

Il soldato Ryanair

Sì, tutti fermi, come i giocatori dell’Inter e Handanovic bracciaperte per il gol del Milan annullato nel derby di coppa.
Sono ancora tutti convinti, specialmente Handanovic, che sia stato per un fallo di mano.
Almeno dite loro che è stata la competenza del VAR, così, per sano senso di giustizia.

Mordechai

Da povero juventino, triste e tapino … io sto gran fallo su Pessina proprio non l’ho visto.
Kalulu, è vero, gli tira un po’ la maglietta ma è Pessina che si mette a fare la trottola impazzita, manco l’avesse tamponato un TIR.

Campioni d'Italia 2020-21

La maglietta non c’entra niente, gli entra sulle cosce sbagliando il tempo facendolo girare su sé stesso, il fallo, infatti (i giocatori di calcio non sono sccemi e non sono nemmeno automi che riescono a fingere a comando, non sempre almeno), viene rilevato da tutti quelli che sono intorno, passa qualche secondo di sconcerto prima che Kessié la faccia rotolare a Messias e da là il lancio per Leao e il gol. Fino ad allora l’Atalanta non si era mai fatta trovare scoperta e il mIlan stava soffrendo, ci è voluta quella irregolarità per sbloccare la partita.

Mordechai

Pessina gira su stesso…perchè ha voluto farlo. Ottima interpretazione, intendiamoci, ma se quello è fallo…

ConteOliver

un po’ Lautaro insomma
si prepara al grande sbarco 😉

Ueppa

Povero cucciolo, n’altro a cui Pioli deve aver rubato la fidanzatina.
Quando invece Škriniar assesta gomitate a tutta forza, cosa che gli riesce particolarmente bene con l’avversario che gli da la schiena, è tutto a posto, vero?
Non avete mai avuto stile nella vittoria, vedi Materazzi “Smoking Bianco”, figurati nella sconfitta.

Bob Aka Utente11880

Per consigli sullo stile nella sconfitta, chiedere di “Allegri”

Il dubbio

è milanista, caro @Bob… Mi sa che l’ossessione ti sta mangiando da dentro… Con tutto che Allegri, per quanto pippa sia come allenatore – e nessuno più di me te, come sai, ne ha contezza -, sulle recriminazioni contro gli arbitraggi (soprattutto nel post partita) sarebbe da prendere ad esempio. Niente, non ce la fate a vivere senza la Juve…

Bob Aka Utente11880

Dubbio e che c’entra se “Ueppa” è milanista ? “Allegri” è a suo modo un esempio super partes, un caso di studio. E poi che ossessione è una squadra che abbiamo battuto 3 volte su 4 ? Avercene ! Ma sempre: massimo rispetto..

Il dubbio

L’ossessione è appunto quella di replicare a un milanista che vi apostrofa a quel modo (a quel modo!), tirando in ballo la Juve. In effetti, si, un caso di studio.

È un po’ come se ti venissero a cercare a casa per offenderti la madre e tu (ma l’interista tout court, e credimi, dispiace doverti metterti nella stessa lista dei @nessuno e dei @Nick…) li facessi accomodare per un caffe, assentandoti solo un attimo per andare a suonare al vicino e mandarlo affanculo.

(Che poi… 2 su 3… ci ha battuto la Var…)

Modifica il 4 mesi fa da Il dubbio
Bob Aka Utente11880

Dubbio ho ossessioni, come tutti, te compreso (un caso di studio), ma non riguardano la Juve. Se ritengo che Allegri abbia molto sclerato recentemente lo dico, a prescindere che mi rivolga a un milanista, uno juventino o chiccessia.

Laura

10 minuti di applausi!

Campioni d'Italia 2020-21

Non lo so, tu pensi che sia tutto a posto? Io no. Ma nemmeno quando Pessina viene tranciato in due da Kalulu (che è quello che successo, sbaglia il tempo e gli entra sulle cosce, per quello Pessina gira su stesso). Cosa ne pensi tu?

P.S. Non ho capito cosa c’entri Pioli con il fallo di Kalulu su Pessina. E credo si dica “n’antro” no “n’altro”, se proprio non riesci a scrivere in italiano.

Modifica il 4 mesi fa da Campioni d'Italia 2020-21
Leo 62

n’artro… n’antro è dove sei entrato tu da tempo… e pure oscuro…

Il soldato Ryanair

I poveri resti di Pessina tranciato in due verranno esposti allo stadio “Azzurri d’Italia” ad imperitura memoria dell’ingiustizia con cui La classe arbitrale ha falsato il campionato in favore del Milan.
Con una targa “Palla, ti confermo, prima palla e poi piede”.

Mordechai

si dice n’artro, secondo me.

brunoconti

No, se dice n’antro.

Mordechai

Chiedo venia, so’ burino.
😀

Carlo

siamo già arrivati a “Pessina viene tranciato in due da Kalulu”.
Tempo due giorni o un altro centinaio di commenti e diventerà “Kalulu dopo aver invaso l’Ucraina bombarda la casa di Pessina”.
Senso della misura? Oh yes!

Leo 62

Ma lascialo perdere, sta disperato…

Xavier

Ueppa, sulle fidanzatine rubate da Pioli esigo il copyright!

Ueppa

Pagamento a 30 gg df va bene? 😁

Xavier

Se po’ ffa’…

Mordechai

Entrambe le mani.
Con cosa di nutrerai, di flebo?
🙂

Il soldato Ryanair

d’amore… :))

Gianpagliacci

O.T.
L’altro giorno ho raggiunto con la mia turbo mongolfiera placcata oro e affrescata con disegni del Tintoretto l’amena località di McLeod Ganj, una frazione di Dharamsala, nel nord dell’India.
 In questo piccolo paesino nella catena dell’Himalaya ha sede l’intero governo tibetano in esilio.
Avevo voglia di deliziarmi con la cucina tibetana: consiglio assolutamente di assaggiare nei moltissimi ristorantini tradizionali i piatti come i Momo (ravioli al vapore), la Thukpa una zuppa a base di noodles o il Thentuk, sempre una zuppa ma con dei quadrati di pasta fatta con la farina di riso… una vera delizia.
Il tempo di salutare il quattordicesimo Dalai Lama (che mi ha consigliato di visitare almeno una volta all’anno un posto dove non sono mai stato prima..ma con me è dura perchè ho già girato quasi tutto l’universo e anche quella cretinata del metaverso) e sono tornato nella mia tenuta di ventimila kilometri quadrati alle falde del Kilimangiaro.
Verrebbe voglia di dire paraponziponzipò, vero?

Carlo

Non dovresti prendere in giro il ragioniere, poi ci resta male…

variante del dragone

porcaccia miseria, così glielo fai capire e va a picchiare il villico;

Xavier

O ruba una fidanzatina a Pioli…

Nathan

Buongiorno a tutti, decisamente tanti rimpianti per il Napoli questa stagione del poteva essere e non è stato.
Complimenti sportivi a coloro che vinceranno, il campo è l’unico giudice e non mente mai.

Modifica il 4 mesi fa da Nathan
Boris

Perfetto.
Le stesse parole su due targhe.
Una in marmo, scolpita in rilievo e affissa all’ingresso di Castel Volturno e l’altra digitale, all’ingresso de “Il Napoista”.

Nathan

Non credo che don Aurelio sia disposto a spendere così tanto per una targa in marmo in rilievo, per giunta a Castel Volturno dove non è suo nemmeno un porta chiavi.
Il Napolista non l’ho mai letto, presumibilmente ha lo stesso valore della carta straccia. Avrà problemi chi lo legge magari e prende per buono quel che scrive.

d9d9

Scaramenticamente non voglio dire ancora nulla ed aspetto l’ultima giornata per il verdetto finale e, chissà, poter festeggiare. Se così sarà, porterò la bicicletta posteggiata abusivamente al mio studio del mio amico Gianluca in cima a Dinnamare dalla cui sommità si vede Messina per scaraventarla giù. Le avevo già dipinto sul cestello i colori del Milan preparandola. Se tutto andrà per il verso giusto, si potrà finalmente dire che il Milan è stata la vera forza del campionato e gli altri più scarsi. Tutti smetteranno con la storia che tutti sono più forti del Milan. Ricacceranno in gola le tesi secondo le quali il Milan ha avuto culo. Perché chi vince alla fine è forte e gli altri sono scarsi! E festeggerò bevendomi una bella gazzosa alla faccia di Laura e di tutti gli juventini, anche quelli amici senza i quali ogni vittoria ha meno sapore. Aspetto ancora un po’ perché ho aspettato tanto…

Pirogov

Un suggerimento: già che c’è, scaraventi giù dal Dinnamare, oltre alla bicicletta, anche il suo amico Gianluca. Ne trarrà beneficio lei per primo, oltre a tutti noi. Grazie.

Boris

Ok Ciccillo, ma la prossima volta togliti la molletta e lascia stare l’accento svedese. Soffri già abbastanza così.

variante del dragone

l’ossessione antjuventina ti fa dimenticare che gli juventini sarebbero stracontenti dello scudetto al Milan, a cui auguro anche di passare a tenente prima dei raccomandati;
ma dopo la promozione a capitano della Domina, nat.
e non fate scherzi domenica, pareggiate;

d9d9

Mio padre era juventino, devo a lui la mia passione che non è ossessione. Serbo, cocente, il ricordo e l’ardore focoso del tifo passionale. Ma cosa ne può capire gente come Mordeciai e Lauretta.

variante del dragone

sarà, ma il tuo principale bersaglio sono la Domina e i suoi adepti, anche in questa stagione che la squadra non ti ha minimamente infastidito il Milan;
anzi, poteva regalarvi lo scudetto in anticipo se il reparto varista della seconda squadra di Milano non si fosse dimostrato di livello mondiale;

Mordechai

Non sarà ossessione, ma lo sembra.
Pure da alpha centauri.

Mordechai

Ma tu pure mentre fai sesso con la tua donna (o uomo, fa lo stesso) pensi alla faccia di noi juventini? Perchè senza di noi ogni orgasmo ha meno sapore?
Ma per favore, goditi la vita, calcio e sesso inclusi, e pensa ad altro…

d9d9

pfui, sempre pfui. Ognuno gode come sa.

Mordechai

Nel caso tuo, come può.

Il mattino ha loro in Bocca

…che magari è già più di quello che sa…

Mordechai

Sempre che sappia qualcosa. 😊

laura

Nonostante l’enorme educazione che hai avuto modo di mostrare urbi et orbi e la tua vivace capacità dialettica (apprezziamo comunque lo sforzo di essere passato dai rutti e peti al linguaggio codificato) per quello che mi riguarda Forza Milan (per la ragione sportiva che è in testa alla classifica senza particolari regalini arbitrali e per la considerazione che in una scala da 1 a 10 l’Inter mi sta sulle scatole per 111).
Goditi la settimana ma attento alla gazzosa (con i problemi di gas che hai fossi in te eviterei).😂😁

d9d9

Forza Milan sempre. Vedi che io non ho altri ego. Sono io, unico e solo e mi chiamo Alessandro. Amo stuzzicare gli juventini e non ce l’ho con te, ma non mi stuzzicare che rintuzzo sempre…Laurettaaaaaaa

Xavier

Ma non puoi negare che gli Juventini della chat ci hanno sempre tutti inequivocabilmente manifestato simpatia, magari interessata, certo, ma l’hanno manifestata, a differenza, ad esempio, di un paio di romani antipatizzanti a prescindere (sempre a causa del Pioli ruba-fidanzatine, devo presumere…a meno che non sia che quando vedono Leao pensano a B -ancora? possibile?).
Quindi dovresti astenerti dal maltrattarli, la gentile Laura in primissimis.

Modifica il 4 mesi fa da Xavier
variante del dragone

infatti, è insensato accusarci di rosicare per lo scudetto al Milan mentre è quanto più desideriamo al momento;
per quanto riguarda la serie A maschile: abbiamo ancora possibili una coppitaglia femminile e una salita in serie B dell’U23;

Rosario Frattini

estate.jpg
Carlo lll

Beat generation 😀😀

Rosario Frattini

Era il prog che si annunciava.🤓🤓🤓

Modifica il 4 mesi fa da Rosario Frattini
il ghiro

CAGLIARI – INTER 1 – 3
Penultima puntata del duello Milan – Inter per lo scudetto, i nerazzurri dopo la vittoria del Milan devono obbligatoriamente battere il Cagliari alla “Domus”. Un solo assente per Agostini, lo squalificato Radunovic, le sue scelte sono per un innovativo 4-3-1-2, fuori Lovato, squadra molto coraggiosa. Inzaghi, fuori il solo Vecino, schiera Darmian per Dumfries a dx. Arbitra il romano Doveri, il “talismano” della Coppa Italia, al VAR il pugliese Di Bello.
Al 10’ punizione del Calha che Skriniar sottomisura accompagna in rete prima di testa poi con un braccio e col bassoventre, il VAR annulla. Tiraccio di Barella, al 25’ cross da sx di Perisic e Darmian salta in testa a Lykogiannis e la infila in rete, 0-1. Giallo a Darmian, poi Lautaro si libera e coglie la base del palo, ma Cragno gli alza in angolo la ribattuta.
Ripresa: Lancio lungo di Barella per Lautaro che resiste ad una carica di Ceppitelli e infila tra le gambe di Cragno per lo 0-2. Subito reagisce il Cagliari con Lykogiannis, che riceve e scarica un sx al fulmicotone, 1-2. Entrano Nandez e Keita, che sbaglia solo davanti a Handa, poi Gagliardini e Dumfries, che crossa per la testa di Perisic appena fuori, D’Ambrosio e Correa, infine Baselli e Carboni, poi all’84’ perfetto assist di Gagliardini a Lautaro che beffa Cragno con un pallonetto al bacio, 1-3. C’è tempo ancora per un giallo a Calha, un palo di Dumfries e si chiude anche questa. La decisione è rimandata all’ultima sfida indiretta.
Bene nel Cagliari il solito Cragno, i potenti Ceppitelli e Lykogiannis, i mobili Marin e Rog, e un indomabile Joao Pedro, bastonato duramente per tutto il match dai difensori nerazzurri, Skriniar in testa. Nell’Inter poco impegnato Handa, molto coinvolto in costruzione dal basso, solita e solida difesa, ottimo il lavoro sulle fasce di Darmian e Perisic, buon contributo dei tre di centrocampo, giornata di riposo per Dzeko e di super lavoro per Lautaro, molto pronto a ricevere gli inviti dei suoi assistmen e a tramutarli in gol. Un saluto ai due ex-laziali subentrati, Correa e Keita, meglio il primo del secondo. Nella regola tutti gli altri, compreso il buon Doveri, che ha fatto il suo (dovere).  Vittoria ampiamente meritata.

Waters

Dopo Bologna Internazionale Fc Milano era pronosticabile il fatto che entrambe le squadre vincessero tutte le partite.
Campionato finito, sinceri complimenti al Milan che, come scrivo da sempre ha meritato lo scudetto, non è sicuramente più forte dell’Internazionale Fc Milano, anzi forse più debole, ma ciò aumenta ancora il merito, in considerazione del fatto che ha il quarto budget fra le squadre in competizione.
La vittoria dei rossoneri era da ampiamente prevista – testimone il giochino di Ric Orapronostic dove ho azzeccato le prime due e la vincitrice e le semifinaliste di Coppa Italia, ma lo scienziato è sempre lo scienziato – ma proprio sul filo di lana, a pari merito o 2 punti di vantaggio, se la vogliamo sintetizzare all’osso, De Vrii si è perso due volte Giroud nel derby di campionato, Tomori si è perso due volte Lautaro Martinez ma nel derby di Coppa Italia.
Bene così anche in casa Internazionale Fc Milano, stagione altamente positiva, vicino all’eccellenza, nonostante la campagna trasferimenti che ha smantellato la squadra, la grande capacità del “mostro” ed i suoi ragazzi ha permesso un altra stagione positiva.
Due secondi posti e una finale di Europa LEAGUE, uno scudetto stravinto, una Supercoppa italiana e una Coppa Italia significa che siamo in pieno ciclo vincente.
M i piacerebbe come dico da sempre che una squadra del centro sud riuscisse a vincere lo scudetto, dopo quello della Roma del 2001 abbiamo avuto solo tre squadre vincitrici, sarebbe ora.
Un augurio alla Roma per la vittoria, ci vorrebbe per tutto l’ambiente, da sempre una piazza ed un calore che meriterebbero più vittorie.
Che altro dire, questo sarà il mio ultimo post della stagione in corso, nei mesi estivi stacco la spina, anche per l’enorme mole di lavoro, fra la piscina in magione, l’orto, il frutteto, meno male che c’e’ il villico altrimenti non ce la farei, ci vorrebbero 48 ore giornaliere, inoltre ho da gestire fortunatamente o sfortunatamente sei case.. Ci si vede – forse – all’inizio della prossima stagione, quest’anno non ci sono neppure i mondiali in estate…..a meno che Scamacca e Berardi ma non ci credo😏

avvocato specializzato nel diritto del web

Scelta molto saggia, signor Andrea Ricci.

Grande Romeo

Stagione non altamente positiva, inficiata, per ora (milanisti toccatevi) dalla mancata vittoria della competizione in cui eravate favoriti (oggettivamente meno dello scorso anno).
Se domenica non vincete lo scudetto, Inzaghi ha fatto quanto Pirlo la scorsa stagione, ma con una squadra nettamente più forte.

Ah, occhio al villico, che a suon di aiutarti non si allarghi anche a darti una mano in cose che dovrebbero rimanere di tua esclusiva competenza.

Buone vacanze (anche io stacco, probabilmente daremo vita al progetto che lo scorso anno, causa covid, dovemmo limitare alla Penisola Italica)

Il mattino ha loro in Bocca

boh..i tuoi post sembrano quelli di @bomba..solo che lui scherza e ci fa ridere..

mario rossi

Troppe tasse sugli immobili tra l’altro.
Fare il rentier è diventato impossibile con questo voracissimo fisco.

Modifica il 4 mesi fa da mario rossi
Vipe

Ciao Waters cerco sul dizionario il significato di ecumenico…

ConteOliver

ma che elegansia mister Wafers 😆

della serie “se vinco mi faccio vivo al bar e offro pure un giro (di gazzosa d.o.p., prodotta con i limoni IGP di Siracusa), in caso contrario ci si vede quando ho sbollito“..

la classe n’est pas d’eau, si dice in parmigiano, giusto?

😆

Carlo

Ragioniere, Lei peggiora sempre più, dalla tavola siamo passati all’arredo e adesso sfoggia in maniera imbarazzante le sue proprietà immobiliari.
Ci faccia una cortesia, scelga una delle sue sei case e ci resti, preferibilmente disconnesso da Internet.
Non sopporto gli sboroni, tanto più se sono semplici ragionieri.

Modifica il 4 mesi fa da Carlo
Mordechai

Ciao, salutami Milano Marittima.

Leo 62

Partita complicata ieri a San Siro ma la gente milanista, veramente incredibile è stata la spinta emotiva su cui si sono incardinati i due capolavori di Leao e Theo, che qui dentro sono stati spesso e volentieri considerati dei sopravvalutati e che invece sono oramai giocatori di assoluto livello europeo, capaci di sbloccare e portare a casa una partita da soli. Il gol di Theo mi ha ricordato un gol analogo di Weah una ventina abbondante di anni fa ( anche 25 ), una galoppata irresistibile, e sicuramente il gol più bello del campionato, con una sostanza liberatoria.
Per il resto questa è una squadra che progredisce di continuo, da due anni e mezzo a questa parte, l’anno scorso una partita analoga da vincere a tutti i costi contro il Cagliari già salvo l’avevamo pareggiata, ed eravamo stati costretti all’impresa a Bergamo, quest’anno l’abbiamo vinta e proprio contro l’Atalanta che un po’ di gente aveva eletto come propria ultima spes, Il braccino che nel primo tempo indubbiamente aveva fatto sentire la sua presenza è stato esorcizzato e tenuto a bada nel secondo.
Nel girone di ritorno in cui secondo alcuni qua dentro avremmo dovuto calare, siamo nettamente primi in classifica, abbiamo vinto quasi tutte le trasferte e soprattutto battuto le rivali dirette Inter e Napoli ( fuori casa )… adesso manca solo l’ultimo sforzo, con il bonus ancora da spendere, ma mi sembra che la testa e la forma fisica ci siano… per ora 42 punti al’andata e 41 al ritorno, non mi ricordo chi qualche giornata fa, dopo Torino-Milan mi chiedeva se pensavo sempre agli 84 punti a fine campionato… in realtà ad inizio campionato pensavo ad 85/86.

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
laura

Buongiorno Leo, ti confesso che dopo le parole di Inzaghino di ieri sera (“ho vinto con la Lazio uno scudetto all’ultima di campionato”) sono andata a leggere le previsioni meteo per domenica prossima su Reggio Emilia e ho ripassato tutti i gesti apotropaici a disposizione. Non fatemi scherzi per cortesia, ho un dirimpettaio condominiale interista ed estremamente maleducato che urla come un ossesso ad ogni goal della malmata (a prescindere dall’orario) e vorrei poter ricambiare domenica!!!😁😁😁

Leo 62

Buongiorno Laura, casomai per il tuo vicino di casa ti posso mandare la registrazione dell’urlo di ieri al gol di Leao, con commenti vari… e pure dopo quando ha segnato Theo, ma lì avevo meno voce… penso li troverebbe interessanti. Ma per domenica lascio l’onore a te… sperando vada tutto bene…

Ianmisugi

Qua stiamo… in effetti, hai avuto ragione…

Leo 62

Sempre un’altra classe rispetto a tanti altri Stefano…

Carlo lll

👍. Goditela. A me gode il mio portafoglio ; ad inizio anno avevo puntato sul Milan..

Boris

Fossi in te ci aggiungerei qualche pronome, giusto per rafforzare l’effetto analfabeta di ritorno-razzista omofobo.

Modifica il 4 mesi fa da Boris
Leo 62

Speriamo tutto bene caro Borbone…

Mordechai

Leo, mi sembri un po’ sulle spine…
🙂

Leo 62

E chi non lo sarebbe al posto mio…

comevolevasidimostrare

Buongiorno carissimi
Niente da dire sui meriti del Milan e nessuna preoccupazione per zio Leo. Il Meteo non prevede nubifragi a breve e medio termine. 😀
Questo campionato, lasciatemelo dire, è tutto da dimenticare non tanto per la pessime prestazioni della Signora, che spero non abbia raggiunto definitivamente la pace de’ sensi, quanto per questi due fattori estranei al gioco, che hanno condizionato l’evolversi della tenzone.
1) il/la VAR
Non ha risolto un bel niente, lasciando inalterati sospetti, lagne, manfrine d’ogni genere. In più è strumento altamente diseducativo; fatta una cazzata, non si torna più indietro nella vita d’ogni giorno, al massimo ci può servire per le future esperienze o farci capire che siamo inadeguati a determinate faccende. Lo lascerei soltanto per il gol-nongol e per episodi violenti e antisportivi sfuggiti al direttore di gara.
La responsabilità d’un errore è sempre individuale e, talvolta, la si può anche giustificare e perdonare. Quando è collettiva assolutamente no; deve saltare tutta la catena di comando. Almeno così succede nel mio ambito di lavoro
2) LO SPEZZATINO
Capisco benissimo le necessità dei diritti TV per le società, ma ciò che è avvenuto in queste ultime giornate è veramente indecente, Ad esempio il Venezia ha saputo d’esser stato retrocesso durante il riscaldamento all’Olimpico, la Samp e lo Spezia eran salve a loro insaputa. il popolo milanista ha dovuto rimettere il tappo alla spuma, che in una settimana perderà tutta la sua effervescenza, e via di seguito.
AMEN
a risentirci dopo Tirana 🤣

Enrico

A onor del vero lo Spezia si è salvato da sè, vincendo a Udine..

EroAdAtene

Simone Inzaghi: “Io con la Lazio e con la Juve a Perugia, ci vinsi un campionato così”… Nel senso di rubarlo? La famosa partita fatta giocare da Collina in un pantano in cui non rimbalzava minimamente il pallone, tanto che ormai aveva deciso per l’impraticabilità quando ricevette una telefonata dall’alto e, hop, si poteva giocare. Sarei molto preoccupato fossi un milanista, magari non piove ma un paio di telefonate a campi invertiti possono risolvere tanti problemi…

Bombaatomica

Vi bastava lo 0-0…..
Avete perso 9 punti in 4/5 partite. Eravate cotti a puntino.
E’ bastato un colpetto di Calori et voila’…. Vi siete sciolti come neve al sole.
Peccato che pioveva a dirotto 😂😂

Modifica il 4 mesi fa da Bombaatomica
Leo 62

Sempre preoccupatissimi… ma ancora con il bonus da giocarci.

Bombaatomica

Tranquillo, Leo. Non siete farlocchi come la Juve, voi.
Ne sappiamo qualcosa nel 1999….

TurinTurambar76

Ossessionati da Mourinho e dal nome eterno…

che vitaccia…

ps 😂😂😂

Nessuno 3

Per gli amici non napoletani. Mio fratello, più sotto, ha posto un quesito serio, ossia si chiedeva se era possibile fare il ragù con le tracchiolelle di caribù. Ovviamente, immagino che tutti sappiano cosa sia un caribù ma che alcuni possano avere qualche difficoltà nell’individuare il significato di “tracchiolelle“. Orbene, con il termine tracchiulella, si intende indicare un pezzo di carne di maiale, chiamate in italiano “costine”, diminutivo di tracchia (dal greco tràchelos= collo, cervice). Infatti le migliori tracchiulelle sono quelle umide ricavate dalla sfasciatura delle vertebre del collo del maiale, ma possono essere anche quelle del costato, più asciutte e meno grasse. A casa mia il ragù senza tracchiolelle, quelle del collo, non ha diritto di cittadinanza e ci vuole pure ‘a coteca (la codica) altrimenti non sa di niente 🙂 .
‘Nce vedimme

Il soldato Ryanair

Dimenticai la foto

Ragù.jpg
Il soldato Ryanair

Buondì,
Leggo e mi si apre l’appetito.
Qui da noi ci sono due versioni di ragù, rigorosamente di carne suina: uno più soft, in salsa di pomodoro con varie carni miste (salsiccia compresa) dove però la fanno da padrone le costine, che denominiamo “pittinicchi” (vedi foto), ed una decisamente più hard, in salsa di elioconcentrato di pomodoro arricchita di varie parti “cotennose” (cotiche, piedi, guance, etc…) e cotte a fuoco lentissimo. La foto è destinata ad un pubblico adulto.
Salutoni gastronomici

Nessuno 3

Grazie @Ryan. Buona idea quella della foto e ‘a tracchiulella è proprio quella evidenziata da te. Qualche tempo fa, nel 2018, feci un calendario da distribuire ad alcuni amici e qualche cliente più particolare (alcune parti le pubblicai anche su Fb al quale mi ero appena affacciato) dove riportavo le ricette di alcuni dei piatti più caratteristici napoletani e, chiaramente, non poteva mancare il ragù. Io, come credo di aver già detto qualche volta (e se non l’ho detto lo dico ora), vengo da una famiglia di cuochi: mio nonno materno, che purtroppo non ho conosciuto, era un monsù (la storia di questo termine è particolare e, se interessa a qualcuno, la racconterò un giorno di questi), sua moglie, la mia nonna materna, che lo aiutava nel suo mestiere era anch’essa una grande cuoca, due miei zii, i fratelli di mia madre, erano cuochi professionisti come mio padre (il cui mestiere di origine, però, era ‘o chianchiere, il macellaio) ma nessuno di essi ha lasciato ricette scritte, per cui ho solo ricordi vaghi. D’altra parte io, al contrario di mio fratello, non mi sono mai cimentato nell’arte culinaria preferendo il ruolo di degustatore che più mi si addice 🙂 .
‘Nce vedimme

Nessuno 3

2a parte

ragù2.png
Nessuno 3

Prima parte della ricetta di ragù napoletano

ragù1.png
Mordechai

Dov’è che sei, in Sicilia?

Il soldato Ryanair

Sì, base Palermo.
Ma su e giù da Milano.

Nessuno 3

Palermo è una città bellissima che io ho spesso frequentato, purtroppo per motivi di lavoro ma comunque l’ho girata un po’. Mi piacerebbe ritornarci ma sarà difficile.
‘Nce vedimme

Mordechai

Bella, bellissima…
Palermo, intendo, veramente una splendida città

Mordechai

Preferisco pomodoro&basilico, grazie.

Bombaatomica

Definite le sorti dello scudetto e acclarate le squadre che scendono (Venezia, Genoa, Cagli-nitana 😄), l’ultima giornata ci riserva un’avvincente foto-finish per l’Europa che conta di meno.

La classifica attuale recita:
LAZIO 🦅e Fiorentina 🦉62 (domani la prima perde per pura sfortuna mentre i viola vincono facile a Sampdoria)
Roma 60 🚽
Atalanta 59💥

Per quanto mi riguarda, se non fossimo stati così deficienti in difesa, potevamo ambire allo scudo, in questo mediocre campionato di calcio italiano.
Pazienza 🤷🏻‍♂️

variante del dragone

la vostra deficienza non si limita alla difesa, bada;

Bombaatomica

I giochi sono ormai fatti.
Al Milan lo scudetto, all’Inter la Coppa Italia oltre che tanti rimpianti. Deficienti!!!!
Ma è giusto così? Non lo so.
L’Inter gioca bene anche a Cagliari, domina la gara. E così in tantissime altre partite. Tranne Bologna, dove getta alle ortiche uno scudetto con la scritta “Int…”.

Ma la sfiga dell’Inter fa da contraltare al culo del Milan. Stasera, ad esempio, i rossoneri hanno fatto cagare ma, se sorretti dal culo e dall’arbitro, il destino è segnato.
I timori di Mai Uei erano fondati 👍
Non c’è niente da fare. Speravo nell’orgoglio dell’Atalanta ma la Dea … lascia spazio alla Dea Culo 😂😂

Leo 62

A Bombaaaaa te vengo a prende e te pijo a schiaffi co du’astici…

Bombaatomica

😂😂😂

Xavier

Bomba, io invece vengo in pescheria e te pijo a pescespadate a due a due finché nun diventeno dispari!

boris

Ho ascoltato Inzaghi dire che è stato un anno pieno di gioie, tante vittorie [senza, ma soprattutto con la Var – N.d.R.], niente rammarichi. Chissà se Pirlo lo ha ascoltato…

Chakkko

Con un comportamento dai tratti ad un tempo sadici e sadomasochistici, i giocatori dell’Inter fanno di tutto per far sì che non si dimentichi affatto (dai tifosi, in primis, e poi da loro stessi) dove hanno perso lo scudetto. Io stesso non credevo che stasera avrebbero disputato una partita “seria” (detta come lo dice Crozza che imita Calenda), stante le notizie arrivate da Milano, ma, va detto, il Cagliari è veramente poca cosa. Anche oggi, nella partita della vita, hanno fatto pochino (una parata di Handanovic ed il gol). La faccia da funerale di Inzaghi ai gol dell’Inter era tutta un programma.

Colgo l’occasione per fare i più sinceri complimenti al Milan per la meritata vittoria dello scudetto. Nel girone di ritorno non hanno sbagliato nulla e le vittorie su Inter e Napoli in trasferta si sono rivelate fondamentali, infondendo coraggio e consapevolezza dei propri mezzi. Nelle ultime partite, poi, non hanno minimamente sofferto del braccino, inanellando la serie di vittorie che ha portato al titolo, con le prestazioni super degli uomini di punta (Leao, Tonali, Bennacer e la difesa). Alla fine, la scelta di concentrarsi solo sul campionato ha pagato, come l’anno scorso per l’Inter di Conte (meno partite, meno rischi di infortuni, possibilità di allenarsi meglio). Complimenti anche (e soprattutto) agli amici milanisti del blog.

L’Inter, ahimè, ha pagato inevitabilmente il dazio di essersi fermata per quasi tre mesi dopo la sosta invernale, almeno fino agli ottavi “impossibili” di Champions. E qui sono emerse le debolezze della rosa (male non aver previsto ricambi nei ruoli chiave, mentre si sono acquistate mezze calzette come Correa od il “fantasma” Caicedo) e le deficienze della conduzione tecnica, che non ha saputo correggere l’andazzo approntando delle contromisure opportune. Peccato.

Saluti

P. S. Alla fine ha vinto il campionato la squadra che non ha cambiato l’allenatore, tra quelle di testa. Pensate se fosse arrivato il guru tedesco…

Leo 62

Ancora troppo presto caro @Chakko, ma devo dire che tra gli interisti tu sei sempre stato uno di quelli più obiettivi e questo va a tuo onore. Giusto notare che il Milan nel ritorno ha quasi vinto tutte le trasferte che ha fatto, ripetendo l’impresa dell’anno scorso, e confermandosi come la squadra migliore fuori casa, ha vinto i due scontri diretti con Napoli
ed Inter e di fatto ha ripetuto la prestazione in punti dell’andata. Alla faccia di chi pensava che nel ritorno saremmo calati. Negli ultimi cinque gironi completi di andata o ritorno abbiamo passato i 40 punti quattro volte, e solo una volta siamo rimasti sotto, l’anomalia fu quella.

astainvista

Quel maiale di Skriniar dovrebbe essere radiato dai campi di calcio.
Le entrate da dietro a tutta velocità con gomitata nella schiena degli avversari senza sanzioni degli arbitri sono una vergogna per il calcio. Tutti sanno che gioca così, ma gli viene continuamente permesso. Non dovrebbe mai finire una partita.

Boris

E con le due mani portate automaticamente a coprire l’espressione sconvolta di quella faccia da chiulo, dopo essere esploso in area a favore di pubblico e telecamere, se per caso una volta su venti gli fischiano fallo.

Cuore rossazzurro

Insomma, possiamo dire che lo stile Chiellini ha ottimi proseliti

Carlo

tu lo sai, vero, che Chiellini ha meno ammonizioni ed espulsioni in Europa che in Italia? Uno come Skriniar da Chiellini ha un sacco di cose da imparare, ma questa direi proprio di no.

Leo 62

Chiellini è uno duro ma corretto…

EroAdAtene

Una tradizione nel solco dei vari Medel e Materazzi prima di lui,

Fulvio Terzappi

Well..
Materazzi…
Inarrivabile ai suoi livelli

marcello

E’ l’Inter. Ha il favore di tutti i media, giornali, TV e social, anche quelli romani. Ai nerazzurri è concesso tutto in campo, e se vengono sfiorati con il pensiero da un difensore, è rigore. Al VAR. Mi auguro davvero che vinca il Milan, e spero che a Sassuolo si giochi una partita regolare. Le porcherie viste quest’anno e anche negli anni scorsi sono state veramente troppe. Alla faccia che il sistema aiutava la Juve. Qui c’è del marcio serio, ma l’Inter acnhe stavolta andrà prescritta. Maiali.

Leo 62

Parliamo di Tennis va… performance mostruosa di Nole che vince il torneo senza perdere mai un set, oggi ha annientato Tsitsi nel primo set, poi è un po’ calato, ma a volte sembra quasi che lo faccia apposta a complicarsela per avere più gusto a rimetterla a posto…
Diciamo che se a Madrid era al 60% qui è arrivato all’80% a Parigi sarà al 100%. Considerato che Nadal non è al meglio,e Medvedev non c’è mi sa che oltre allo stesso Tsitsi ed Alcaraz non dovrebbe avere avversari.
Nel femminile mi sa invece che abbiamo trovato la dominatrice che mancava da anni… semplicemente ingiocabile, e probabilmente nemmeno la Barty avrebbe potuto farci molto…

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
Mordechai

Leo, Rafa Nadal temo abbia imboccato il viale del tramonto, gli acciacchi cominciano purtroppo a cronicizzrsi, a quell’età difficile recuperare del tutto.
Su Nole che altro aggungere? E’ fenomenale, a prescindere dalla figuraccia in Australia è sempre stato il mio preferito, a 35 anni ha ancora una fisico agile e flessuoso come un giunco, credo le sue gambe siano tuttora le più reattive del circuito, quando è in condizione non ce ne è per nessuno, impressionante.
Concordo sugli altri quattro nomi che hai fatto, ora come ora non ci sono altri che possano ragionevolmente ambire al vertice, non Rublev, neanche i due canadesi, tanto meno Berrettini e Sinner.

Leo 62

Ti giuro, io durante il Quarto con AA ad alcuni colpi mi sono emozionato, non ci potevo credere…. dal vivo sono ancora più impressionanti, in un caso di scambio lungo gli ha mandato dall’altra parte 8 palle diverse alternando 3 rovesci, 2 dritti, altro due rovesci ed una palla addosso fino a che gli ha sparato l’ultimo dritto incrociato a colpo sicuro, rigore a porta vuota… lo stadio è esploso come una polveriera…

il ghiro

MILAN – ATALANTA 2 – 0
Peccato che le due pretendenti allo scudetto 2022 non giochino in contemporanea. Comincia Pioli, che sceglie Krunic e Saelemaekers, in panca Bennacer, Messias e Diaz, anche Gasp schiera dietro De Roon, fuori Toloi e Scalvini, davanti con Pasalic giocano Pessina e Muriel, in panca Demiral, Malinovskyi, Miranchuk, Boga e Zapata. Arbitra il vicentino Orsato, al VAR il toscano Irrati.
Le due squadre si stuzzicano a centrocampo, senza grandi affondi, tiraccio di Tonali, Maignan prova il lancio lungo su Giroud, tira da fuori Muriel facile per Maignan, tira da fuori Saelemaekers, facile per Musso, tiro sballato da Zappacosta, Muriel ha sbagliato scarpini, scontro Djimsiti-Giroud, il francese reclama con energia, giallo per lui.
Ripresa: tiro di Zappacosta deviato, entrano Rebic e Messias, Zapata e Malinovskyi, poi Pessina reclama un fallo di Kalulu che lo ha sgambettato, Orsato dice di no, sul capovolgimento di fronte assist perfetto di Messias per Leao, che scappa via e buca Musso sotto le gambe, ok anche per il VAR, 1-0. Tiraccio alto di Zapata, entra Bennacer, giallo a Kessie, entra Boga, testa di Zapata appena fuori. Al 75’ prende palla Theo, svaria per tutto il campo da un’area all’altra, dribbla in corsa quattro avversari ed infila Musso con un perfetto diagonale di sx, 2-0.  Entrano Scalvini e Demiral, Florenzi e Bakayoko, giallo a Bennacer, la ciabattata finale di Malinovskyi chiude di fatto il match.
Partita dominata dalla difesa e dal centrocampo del Milan, poi i due strappi di Leao e Theo hanno deciso l’incontro e molto probabilmente anche lo scudetto, le contromosse del Gasp non hanno sortito effetti speciali.
Le pagelle chiariscono molto bene le differenze in campo, i duelli Djimsiti-Leao, Palomino-Giroud, Hateboer-Theo hanno retto finché hanno potuto, Calabria ha retto bene Zappacosta e il duo Kalulu-Tomori ha sommerso prima Muriel, poi anche Zapata, infine due lampi di classe hanno girato la gara a favore dei diavoli:
Milan: Maignan 7; Calabria 7 (Florenzi sv), Kalulu 8, Tomori 7, Hernandez 7,5; Kessié 6, Tonali 6,5 (Bennacer 6); Saelemaekers 6 (Messias 6,5), Krunic 6 (Bakayoko sv), Leao 7; Giroud 6 (Rebic 6). All. Pioli 7.
Atalanta (3-4-1-2): Musso 7; Djimsiti 6,5, De Roon 5, Palomino 6 (Demiral sv); Hateboer 6 (Scalvini sv), Koopmeiners 6, Freuler 6,5, Zappacosta 7; Pasalic 5 (Malinovskyi 5), Pessina 5,5 (Boga 5); Muriel 4 (Zapata 5). All. Gasperini 6.

Campioni d'Italia 2020-21

Dottor Bocca, mi è piaciuto molto quel suo “indiscutibile” riferito al nettissimo fallo di Kalulu su Pessina non fischiato da Orsato e non rivisto al Var da Irrati che ha permesso di trovare l’Atalanta scoperta (per la prima volta nella partita) e di sbloccare e decidere la partita, prima che San Siro venisse inclinato e i giocatori dell’Atalanta si disponessero come paletti per una delle discese più comiche a cui si sia mai assistito.
Chissà che ne pensa quello con l’asta in vista…

Modifica il 4 mesi fa da Campioni d'Italia 2020-21
Totonno58

Non rivisto dal Var?E perchè mai avrebbero dovuto usarlo?!?Per ammirare più dettagliatamente la sontuosa simulazione di Pessina?Dopo essere stato toccato(forse) dalla mano del difensore ha compiuto perfino un avvitamento!

Quattroquattronovetredue

Questa battuta vale per gli episodi nell’area di alcune squadre, le solite, probabilmente anche la tua. Sul monitor, mentre tutti i giocatori si affollano intorno all’arbitro corrucciato che cerca di sentire notizie dall’auricolare, compare questa scritta: Checking Impossible Penalty.
(v. Derby di andata di Roma, Hjsay vs. Zaniolo, gol in contropiede.)
Ciao

astainvista

Lui è dell’Inter, figuriamoci. La sua squadra ha avuto una decina di episodi Var favorevoli che hanno indirizzato altrettante partite di campionato e non solo di campionato. Sono mesi che chiediamo agli amici interisti, e non interisti, di segnalarci almeno un episodio che li abbia sfavoriti in modo consistente, ma senza successo. Tu sei della Roma, che come tutte le altre squadre del campionato, Milan compreso, ha avuto i suoi torti e i suoi favori, come l’espulsione farlocca che indirizzò la prima vittoria stagionale sulla Fiorentina, come il rigore su Osimhen non segnalato dal Var in Roma-Napoli, come il ridicolo rigore per il fallo di mano nel recupero a Udine e altri ancora. Poi va considerato che le sceneggiate contro l’arbitro che si vedono sulla panchina della Roma, fanno quasi sbiadire il ridicolo di Inzaghi a bordo campo, altra cosa è invece l’insopportabile attitudine ormai codificata di almeno 6-7 titolari dell’Inter all’interno del rettangolo di gioco, là in effetti non c’è gara.
Così come non c’è gara nellle dichiarazioni post-partita: la star assoluta è Mourinho.

Leo 62

Ma tu invece di stare zitto parli pure? ma quale fallo, goditi i gol di Leao e Theo, che quello è calcio non quella schifezza che fate voi… adesso attaccati al Sassuolo…

astainvista

Ah ah ah! Adesso venite a parlare del Var? Parrucca, naso rosso, trucco e chiudetevi dentro al tendone.

Leo 62

Ma non sarà mica Bonolis questo qua, la faccia come il culo è la stessa…

astainvista

Adesso che mi ci fai pensare…

Ueppa

Palla, prima palla e poi gamba. (cit.)
Giusto?

download (1).jpeg
C'era una volta il calcio

Be silent please

Leo 62

Ah dimenticavo: Forza Cagliari!!!!!!!

Carlo lll

Forza Salernitana.

Leo 62

E niente… non riusciamo a sbloccare ‘sto benedetto pulsante dell’Over performance… vabbeh che tra poco non serve più …

Ueppa

Devono averci infilato lo stuzzicadenti, come si faceva con il biliardino. 😅

Rosario Frattini

Anni fa , molti, credo di aver scritto proprio sul blog che Insigne aveva i colpi del fuoriclasse, Il che è bastato a qualcuno di buona memoria per scrivere che i napoletani considerino Insigne un fuoriclasse, Non escludo che ci sia qualcuno che lo pensi.
Io invece credo che avere i colpi da fuoriclasse non significa affatto esserlo: Lorenzo lo sarebbe stato in carriera se quei colpi li avesse esibiti con la continuità che non ha mai avuto e nelle occasioni importanti dove invece ha spesso mancato.
Limiti caratteriali lo hanno molto frenato, ma in fondo è pur sempre diventato da protagonista Campione d’ Europa, O per lui non vale?
Però io continuo a pensare che della sua generazione sia stato quello con maggior talento;
433 presenze in serie A, 122 gol e 95 assist ne fanno un protagonista nella storia del Napoli, Anche se non piace ad una certa Napoli giacobina che, come i giacobini di una volta, vive in una sua realtà e non si sforza di capire la realtà che li circonda.
Realtà che è un più complicata degli stereotipi sulle lacreme napulitane e sulle definizioni irridenti ed insultanti come Tiroagirolo e Camorristolo che proprio qui su queste pagine ho letto.
Un dubbio mi rimane: ma il ragù con le tracchiolelle di caribù si potrà fare?

Il dubbio

Stavo per fare la stessa domanda di , anzi la rifaccio. Credo che un’ingiuria come Camorristolo non sarebbe mai passata inosservata sul blog, ma non escludo di essermela persa, anche se credo che difficilmente mi sarei perso gli strascichi della vicenda (un po’ come quelli che riguardarono il famigerato “strupatore” di ragionier memoria.
Potresti gentilmente citare il passo, il post, la partita il periodo o il campionato in cui sia stata scritta questa infamia? Con un minimo di indizio, non dovrebbe essere difficile da ripescare.
Tiraggirolo non ha nulla di infamante, è solo uno sfottò.

Modifica il 4 mesi fa da Il dubbio
malandragem

Giusto per non dare idea di spararla a casaccio, posteresti link o screenshot del commento in cui qualcuno avrebbe scritto quel”camorristolo” che devo essermi perso?

Rosario Frattini

“Però, consentitemi, Conte ha fatto bene a non convocare “il falso invalido”, il guapponsigne per intenderci, che gli rifilò che qui dentro viene o
ellaella che qui dentro viene osannsannata una “caz Izimma”, una furbata, un ridanciano contropacco,…. ma che per me è disonestà e immondizia morale…..due gg dopo, il casalese, sgambettava che era una meraviglia. Anche Sarri se ne è accorto….e qualle 08:17ata una “caz Izimma”, una furbata, un ridanciano contropacco,…. ma che per me è disonestà e immondizia morale…..due gg dopo, il casalese, sgambettava che era una meraviglia”
Il guappo, il casalese, questo è un minimo esempio di quello che qualcuno ha scritto qui su: Non chiedermi altro per il solo motivo che per l’ informatica sono negato, ma con la memoria dell’ elefante.

malandragem

Ciao, prendo nota che nel tuo commento:

– non c’è link al commento incriminato

– non c’è screenshot del commento incriminato

– in nessuna parte si legge la parola “camorristolo”

Tenendo conto di ciò che scrivi, la memoria deve essere più da registratore umano di parole che da elefante, se sei riuscito a riscrivere a memoria tutto pur senza ritrovare traccia del commento; commento che non deve nemmeno essere recente, se si parla di convocazioni di Conte…

Carlo

Dai, Tiroagirolo non è una definizione né irridente né tantomeno insultante. Che Insigne faccia la stessa cosa (ossia il tiro a giro) ogni volta che può è cosa sotto gli occhi di tutti.
Camorristolo invece non la capisco proprio…