Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Napoli - Barcellona 1-1, Osimhen segna il gol del pareggio

Napoli – Barcellona 1-1, Osimhen risponde a Lewandowski ed evita un’altra notte di sconforto al Maradona. La qualificazione ai quarti di finale di Champions League resta aperta e le due squadre se la giocheranno a Barcellona il 12 marzo. Osimhen veniva da una lunga assenza per la Coppa d’Africa, due mesi in cui si è parlato più della sua partenza che dei suoi gol. E’ stata anche la notte d’esordio di Francesco Calzona che ha dichiarato di aver visto parecchio “disordine” in partita. Forse qualcosa nella mentalità e nel gioco del Napoli è davvero riuscito a cambiare, di certo ha avuto il coraggio di sostituire i due big, Osimhen e Kvaratskhelia. E quantomeno Kvara, pur non gradendo, non lo ha mandato a quel paese…  

Napoli – Barcellona 1-1, 60’ Lewandowski, 75’ Osimhen. 

***

NAPOLI DI OSIMHEN PIU’ DI CALZONA

Per dire che va meglio dovremmo sostenere che con Mazzarri il Napoli questa partita l’avrebbe persa. Non lo sapremo mai, ma siccome siamo perfidi pensiamo che sia anche vero. 

  Va meglio non perché c’è un nuovo allenatore in panchina – che può aver fatto in 48 ore dai… – ma perché c’è Osimhen a fare il centravanti, che alla fine di una partita grigia e spenta la butta dentro e fa un gran favore alla sua squadra, evitandogli la sconfitta al Maradona.

DAL MERCATO ALLA CHAMPIONS LEAGUE

  Nella sua esultanza Osoimhen ci fa un gesto in diretta tv che ognuno interpreterà come vorrà. Polemico contro chi non ha risparmiato le critiche al suo opportunismo. d’incoraggiamento verso quelli che già col Napoli hanno perso la speranza e considerano la stagione già finita. Intorno e pure dentro la squadra. Magari lo dice pure a lui stesso, chissà…

  E’ proprio vero agli attaccanti spesso basta un tiro e un gol e Osimhen l’ha fatto. Veniva da una Coppa d’Africa deludente, veniva da un’assenza lunghissima in cui il suo rapporto col Napoli si era ulteriormente logorato, Più che un attaccante oggi Osimhen è un super assegno circolare da incassare quanto prima.

  De Laurentiis aveva detto che l’avrebbe ceduto e lui aveva detto che a fine stagione se ne sarebbe andato, è tornato con molto comodo e qualche giorno di ritardo dalla Coppa d’Africa come spesso accade in queste occasioni. Insomma il centravanti mascherato era sospettato di aver già staccato la spina ma alla fine è stato il classico salvatore della patria.

LE SOSTITUZIONI DEI DUE BIG

  Il nuovo allenatore Francesco Calzona è come l’idraulico che deve riparare urgentemente l’allagamento di casa. Nelle sue dichiarazioni post partita, molto tranquille e senza slogan – non appartiene certo alla categoria degli “allenattori” con due t – ha usato almeno un paio di volte il termine “disordine”. Come dire, ho ereditato un gran casino.

  Di buono ha che sembra non stare lì a dare un colpo al cerchio e uno alla botte e ad accontentare tutti. Aveva deciso di sostituire Osimhen e lo ha sostituito anche dopo che quello ha messo dentro il gol che santifica la notte del Maradona.

  Ha sostituito anche Kvaratskhelia, anche lui ben lontano dal trottolino ispiratissimo di un anno fa, e non l’ha presa benissimo, facendolo anche capire bene. Però non ha mandato platealmente affanc…. il suo capo come prima aveva fatto con altri. E anche questo sembra un bel passo avanti.

***
Open Bar, la chat diretta di Bloooog!

***

CHI E’ FRANCESCO CALZONA

Francesco Calzona, calabrese di Vibo Valentia, toscano di adozione, 55 anni è il nuovo allenatore del Napoli.

  E’ stato ingaggiato per sostituire Walter Mazzarri, esonerato dopo appena 3 mesi. Allenerà il Napoli mantenendo l’incarico di ct della Slovacchia che ha portato e che guiderà anche ai prossimi Europei in Germania.

Francesco Calzona, nuovo allenatore del Napoli. Ha mantenuto l'incarico di ct della Slovacchia

Francesco Calzona, 55 anni, ha un contratto col Napoli fino a fine campionato

  E’ stato calciatore professionista nell’ Arezzo, e poi ha giocato negli anni 90 tra i dilettanti in Toscana. E’ il primo grande club che Calzona allena, avendo sempre svolto il lavoro di secondo o di assistente negli staff di altri tecnici. Aveva già lavorato come secondo di Sarri a Verona, Perugia, Empoli e Napoli.

  Soprattutto nel ruolo di “consulente tattico” – il suo modulo preferito è il 4-3-3  era stato poi il secondo di Di Francesco nella sua esperienza a Cagliari nel 2020, ed era stato il vice di Spalletti nella sua prima stagione al Napoli.

SOCIAL BLOOOOG!

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

fatti un giro dentro Bloooog!

Domenica 3 marzo 2024

Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto

Sabato 2 marzo 2024

La Roma di De Rossi continua a vincere dimostrando l’ ormai evidente “insopportabilità di Mourinho”

Venerdì 1 marzo 2024

Lazio – Milan, tre espulsi della Lazio. Lotito furioso attacca gli arbitri e la Federcalcio

Giovedì 29 febbraio 2024

Il caso Pogba, 4 anni per doping: la sua carriera finisce qui

Mercoledì 28 febbraio 2024

L’Inter è troppo forte, +12 sulla Juventus. Lo scudetto è già un dato di fatto

Lunedì 26 febbraio 2024

La tripletta di Dybala al Torino: la lotta di classe di un campione a metà

Domenica 25 febbraio 2024

Lautaro è troppo forte, è arrivato a quota 101 gol in Serie A con l’Inter

Domenica 25 febbraio 2024

Juventus salvata da Rugani con un gol al 95′ contro il Frosinone

Giovedì 22 febbraio 2024

Milan ko a Rennes ma passa, Roma elimina Feyenoord ai rigori: qualificate a ottavi Europa League

Mercoledì 21 febbraio 2024

Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Calzona

Martedì 20 febbraio 2024

Inter – Atletico Madrid 1-0, Arnautovic entra e segna il gol vittoria in Champions League 

Lunedì 19 febbraio 2024

De Laurentiis  licenzia anche Mazzarri, il Napoli a Calzona: ex aiuto di Sarri e Spalletti

***

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
79 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

Cuore ross/azzurro

“Meglio un 1 a 1 che una sconfitta” direbbe il filosofo Max Catalano, che già solo per il cognome andava citato in questa occasione. Ora possiamo solo sperare che prima del match di ritorno il Calzona alla calabrese conosca meglio i suoi giocatori e li sappia gestire in modo più saggio dei suoi due predecessori (non è che ci voglia tanto), i segnali positivi in questo senso sembrano esserci. Nel qual caso si passerà a Barcellona senza troppi patemi. Bravissimo Osimhen e anche Lewandowski. Applausi anche per Meret.

Modifica il 1 mese fa da Cuore ross/azzurro
ROS

…ce la giochiamo a barcellona…per i gufetti alla prossima! Avanti Napoli.

[…] Champions League, Napoli – Barcellona 1-1. In gol Osimhen, esordio per il nuovo allenatore Cal… […]

cipralex

Non ho visto la partita ma leggo di un Barcellona ” lontano parente ” del Barca che fu.

Chiedo a chi ci capisce se a mancare sia Guardiola in panchina o Xavi in campo.

2010 nessunoo

Il Barca che fu.. quello con Xavi, Iniesta, Puyol e naturalmente Messi e con tecnico Guardiola? Eh sì grande squadra, però perdeva anche quella, già…..

Claudio Mastino 62

Xavi in campo naturalmente.

Cuore ross/azzurro

Ricordami i trionfi del Barcellona senza Guardiola e, soprattutto, quelli di Guardiola senza il Barcellona e poi vediamo chi manca veramente ai blaugrana…

Modifica il 1 mese fa da Cuore ross/azzurro
Claudio Mastino 62

Ma che domande che fai, tu che sei giustamente un grosso estimatore di Politano non sai che al Barca manca proprio lui, il prossimo pallone d’oro?

Modifica il 1 mese fa da Claudio Mastino 62
cipralex

👍

Mordechai

Secondo me il…secondo.

guido

mah, i nomi in campo non è che manchino nemmeno adesso: Lewandowski, Cancelo, Gundogan, De Jong, il ragazzino sedicenne. Il tiki-taka è sempre la solita noia, che se non hai Messi e Iniesta che prendono e vanno, puoi star lì tutta la sera, a meno che non arrivi una palla buona a Lewa. Certo la difesa non è sta gran cosa

Mordechai

Per certi versi hai ragione, a me il tiki taka non è mai piaciuto, l’ho sempre trovato quasi narcolettico, di sicuro fra le due grandi di Spagna (Real e Barca), per tipo di gioco ho sempre preferito i primi.

Cuore ross/azzurro

Quindi il Manchester City con Guardiola era destinato a non vincere mai nulla, visto che non c’erano né Messi né Iniesta. Grandi intenditori di calcio qui..

Mordechai

Con quella supersquadra che gli hanno messo a disposizione in Inghilterra …

Cuore ross/azzurro

Cosa ha vinto il PSG in campo internazionale con i suoi supercampioni? La verità è che la supersquadre bisogna saperle gestire in campo e Guardiola ha dimostrato di saperlo fare meglio di tutti.

Modifica il 1 mese fa da Cuore ross/azzurro
Mordechai

Gli ho sempre preferito Klopp.
Che ai Citizens di CL ne avrebbe portato a casa almeno tre.

Bombaatomica

Esultate!!!!! Il Napoli non ha preso una tramvata in Cempions 😂 ma ha salvato le chiappe grazie alla sagace maestria del nuovo allenatore Cantona’ che ha definito i partenopei “squadra confusionaria” 😂😂
Evidentemente Mazzarri ha svolto un OTTIMO lavoro dopo l’epoca disastrosa di quel mangiapane a tradimento, il soldato semplice Garsia….. 👎

Ma veniamo ai fatti.
Il Barcellona, diventata ormai grazie a Xavi una squadra di infima categoria, passeggia suoi resti di quella che fu ribattezzata “la squadra del secolo” da AdL e alcuni squallidi opinionisti senza la benché minima capacità di giudizio, inebriati dalle sculate napoliste.

………….
……………..

Devo essere sincero: ormai il Napoli mi fa pena. Non meritava una fine così ingloriosa.
Si, mi diverte prender in giro tutte le squadre e dargli addosso ma non mi diverte più prendere in giro gli Azzurri. Sono sinceramente dispiaciuto perché il tifo napoletano è tra i più divertenti e appassionati che conosca e merita ben altro che questo schifo che disonora la maglia e soprattutto la splendida città.

Nonostante tante incazzature, sberleffi, il maggio 1973, spero davvero che il Napoli faccia il culo a blaugrana ai blaugrana.
Daje rega’!!!!!! 🐴⚽️👍

ROS

….🎵 sinceramente…a me fai pena tu.Siamo il vostro incubo😁

Redmond Barry

Bravo Bomba, finalmente un discorso che mi piace

Totonno58

Ancora con Maggio 73?Guarda che io ero allo stadio…e la tua squadra non scese neanche in campo (poi vennero fuori cose strane…)

Mordechai

Con la Lazio sono frequenti le cose strane …

Totonno58

Mordechai, non ti conviene intrometterti…si parlò di cose strane provenienti da un altro campo…le buonanime di Totonno Juliano e Pinotto Wilson (o Giorgio Chinaglia, non ricordo bene)si arresero al fatto che non ci poteva essere biscotto tra di loro perchè si era già provveduto…vicenda spiegata molto bene a “Sfide” dall’altra buonanima di Vincenzino D’Amico…bisogna ammettere che alla fine chi ci rimise fu il Milan che all’epoca, politicamente, contava come il due di picche…

Bombaatomica

“Ugo” si voleva intromettere pe fa er fico…. 😂😂😂 dopo che la sua squadra ne ha commesse più di Carlo in Francia 😂😂

Mordechai

Da quel poco che ho visto ieri sera, una ventina di minuti, m’è sembrata una sfida poco “epica” tra due squadre piuttosto malridotte e incerottate.
Il Barca, comunque, è solo la pallidissima copia della squadra dei tempi d’oro.
In Catalogna, tutto è possibile, i blaugrana si fanno preferire solo per la maggiore “attitudine” a questo tipo di scontro.
55 a 45 per loro.

Nicola Romano

Sei troppo ottimista, pemmia 75 a 25.

Mordechai

Esageri. Il Barca di 5 anni fa v’avrebbe devastato, ma quello di oggi è giocabile.
Dipende da voi.

commentanonimo

La Juve di Tevez e Pirlo MiO caro Mordechai questa champions la vinceva come nulla. Dei Messi Cr7 e compagnia bella non si vede nulla. Un po’ sfigati lo siamo in europa

Mordechai

Abbiamo incontrato due squadre stellari (Real e Barca) e le abbiamo battute nell’annata sbagliata, il Real quando la CL finì al Barca, il Barca quando la CL finì al Real, tutto questo in un paio d’anni.
Più che sfiga, una vera maledizione.

Nicola Romano

Come per la Lazio anche per il Napoli si temeva una sconfitta, forse anche pesante , invece è arrivato un pareggio, meritato se consideriamo il predominio degli azzurri dopo il gol di Osi, anche stavolta come col Real il Napoli non lo ha saputo capitalizzare , e per poco anche stavolta negli ultimi secondi non è arrivata la sconfitta . L’inizio è stato veramente brutto , non beccavamo palla e se la beccavamo la perdevamo subito, al nono minuto siamo finalmente riusciti a passare la metacampo, un pò di paura ci può stare visto il momento , ma non un terrore del genere manco la palla fosse incandescente , poi piano piano prendiamo coraggio, riusciamo ad entrare in area avversaria ma per vedere un tiro bisognerà aspettare il pareggio . Meglio la ripresa , preso il gol leva è forte ,ma si poteva ostacolare meglio , invece un dribbling e ha potuto tranquillamente tirare , tra l’altro in modo non proprio irresistibile, ma Meret che pure ha parato , non ci può arrivare sempre. Ho gia detto del dopo pareggio e rispondendo ad un cotifoso ho parlato del ritorno, come la Lazio bisognerà azzeccare la partita della vita , ma considerato qualche possibile miglioramento non siamo spacciati, poi esattamente come i biancocelesti ,ci può scappare anche la goleada, staremo a vedere .

Maxx

Il predominio degli azzurri me lo sono perso…

Nicola Romano

Ricordavo che avessi scritto ” non l’ ho visto ” pardon errata coccige .

Nicola Romano

Io si ,tra il pareggio e quasi fino al 90esimo, poi e’ tornato a comandare il Barcellona che per poco all’ ultimo non ha segnato, poi come sempre ognuno pensi quello che vuole .

Mordechai

Non c’è stato, infatti.
Il “vero” Barca nel primo tempo due pere le avrebbe fatte facilmente … nel secondo più equilibrio, in assoluto partita certo non memorabile.

Nicola Romano

Amico mio conta il qui e ora, il passato non esiste piu’, il futuro non esiste ancora .

Mordechai

Vero.

Redmond Barry

E purtroppo i tifosi del Napoli lo sanno bene, anche noi un anno fa avremmo fatto ben altra partita…

inox

Buonanotte Fabrizio

Per nulla buon rientro dalla manifestazione in memoria di Navalny. Non siete andati in piazza per la Palestina persino vietate da questi apparecchia toilette e invece in piazza per Navalny. Avete salutato quel sionista traditore BR= Nato + Mossad, Franceschini ? Male ve ne incolga. Ho preferito lo stadio e la Prestigiosa anche se oggi sono con un dente d’oro in meno. La questione dei soldi è centrale per tutti e in particolare per noi ma…..che prezzi! Ma, il cinese dov’è? Rifinanzia? Ma come? Con il 60% dell’Inter? Porca miseria. L’ultimo asiatico era un balordo ma questo lo supera. Continuando, come intende pagare 60 mln anno di interessi? Pensa di vincere campionato e champion e mondiale per club e vendere Barella e Lautaro? Il cinese non merita la squadra che abbiamo. Tutti uniti e tutti danno il massimo. Certo, se per fare un goal te ne mangi minimo tre già belli e pronti………speriamo che Thuram torni presto e che Marco provi almeno a invertire gli scarpini: il sx sul piede dx e il dx sul piede sx. Simeone uno dei nostri ma l’esultanza al goal segnato il 5 maggio 2005 non la dimentico poi, penso a Giulia Mizzoni e tutto va bene. Il Barcellona parte forte poi rallenta quasi ad evitare troppa fatica e il rischio infortuni. Solo per questo merita di uscire. Il Napoli dopo un avvio difficile si ricompatta. Con il ritorno al 433 è come un ritorno a casa. Comunque i terzini un po’ troppo bassi e questa è la conseguenza del nigeriano abbandonato in avanti a se stesso. Prima occasione, la butta dentro. Non avrei mai fatto uscire il georgiano e avrei sostituito Cajuste con Traorè prima. Comunque le sostituzioni hanno fatto bene al Napoli. La partita era da grande concentrazione bisogna vedere se verrà mantenuta anche per il campionato. Tifiamo Roma e Milan.

Il Regolamento

quindi tu non ti sei accorto delle manifestazioni pro Palestina degli ultimi giorni? Una curiosità: ma dove vivi?

Mordechai

Nel mondo dei sogni.

Giorgio Bianchi

Non illudiamoci troppo per questo pareggio ottenuto con l’unico tiro in porta di tutta la partita. Certo qualche timido, timidissimo,quasi impercettibile segnale di vita da parte del Napoli si è avvertito. Niente di che si capisce, considerando che Meret è stato il migliore in campo. Questo Barcellona contro il Napoli dello scorso anno avrebbe beccato una sonora lezione, tipo il Liverpool vicecampione. Purtroppo per noi tifosi quel Napoli è stato annientato dalle smanie di protagonismo di ADL e non ci resta che rimpiangerlo. Per fortuna mancano ancora solo 4 punti per raggiungere la matematica salvezza e credo e spero che nelle restanti 15 partite si possano agevolmente ottenere, che sarebbe un vergognoso primato retrocedere da campioni in carica.
Di passare il turno ovviamente non se ne parla nemmeno. A Barcellona ci faranno neri!!

Modifica il 1 mese fa da Giorgio Bianchi
Totonno58

Io non sarei così pessimista…il Barcellona ormai è una squadra qualsiasi, ieri sera i primi 20 minuti sono stati tremendi per noi ma loro avevano solo quel lasso di tempo nelle gambe e dopo, a parte il gol, sono sembrati una squadra di pensionati…andiamo a giocarcela, magari cercando di tirare in porta!

Nicola Romano

Poi non ci lamentiamo se ci chiamano piagnoni, addirittura pensare alla salvezza, a Barcellona se non se la faranno sotto come ieri all’inizio, possiamo provare a giocarcela, i reduci staranno meglio , Calzona avrà registrato qualche valvola, partiamo sfavoriti e non abbiamo niente da perdere, il Barcellona non mi ha incantato , se riusciamo a tirare in porta tutto può succedere , sarà difficilissimo, un po’ di più della Lazio , ma come si diceva una volta la palla è rotonda .

Giorgio Bianchi

Nico, non credo di aver fatto il piagnone. Semplicemente preferisco non farmi illusioni, considerando la gara poi…

Nicola Romano

Io tifo Napoli dal 1967, poi come se non bastasse mi sono ” innamorato ” anche della Lazio per motivi di residenza, quindi mi aspetto sempre il peggio, per cui anche se arriva un’ asculaglia e’ sempre meglio di niente .

Claudio Mastino 62

Napoli-Barcellona 1-1

Partita tirata tra due squadre non in perfetta forma che alla fine finisce in un pareggio, direi sostanzialmente giusto per quello che si è visto in campo.
Il Barca ha diversi titolari fuori ed uno dei gioiellini della squadra, il talentuoso Joao Felix in panchina poiché reduce da un infortunio ma anche il Napoli ha Anguissa ed Osimhen reduci dalla Coppa d’Africa non al meglio della condizione e Zielinski fuori rosa. I catalani partono forte e nel primo quarto d’ora hanno delle occasioni con il giovanissimo Jamal e con Lewandowski ma Meret è attentissimo e le sventa tutte. Dopo un inizio di partita marcato Barca il Napoli si riprende
ma fino alla fine del primo tempo non riesce mai a rendersi pericoloso, nessun tiro in porta da segnalare da parte dei partenopei.
Nella ripresa, dopo due tiri senza pretese di Gundogan il Barca passa
in vantaggio con il solito Lewandowski che è lesto in area ad evitare Rrahmani ed a segnare di destro con un preciso diagonale che s’infila all’angoletto alla destra di un incolpevole Meret.
Dopo un tiro da lontano di Pedri ben sventato da Meret entrano Traorè e Lindstrom al posto di Cajuste e di uno spento Kvaratskhelia che non sta ripetendo la brillante stagione effettuata lo scorso anno.
I subentrati danno maggior brillantezza al Napoli che poco più tardi riesce a pareggiare con l’altro grande centravanti della partita, il nigeriano Osimhen il quale, dopo un bel passaggio di Anguissa si libera alla grande di Martinez e infila Ter Stegen senza pietà.
Entrano Simeone al posto di Osi e Raspadori al posto di Politano, sostituzioni già decise alcuni minuti prima del goal del nigeriano, per il Barca entrano Raphinha, poi Joao Felix e Romeu.
Discreta occasione per il Napoli con Simeone che è lesto a tirare di prima dal limite ma il suo tiro finisce leggermente alto, poi un brivido nel recupero per i partenopei con un tiro di sinistro di Gundogan che sfiora il palo di destra della porta difesa da Meret.
I migliori del Napoli che comunque è sembrato in leggera ripresa sono stati Meret e Lobokta ma anche Anguissa e Osi pur non al meglio per ovvi motivi hanno disputato un’ottima partita, più che sufficiente quella di Oliveira; non c’è niente da fare, Osimhen fa sempre la differenza, più di Kvara che porta troppo spesso palla e di cui ormai hanno capito il suo modo di giocare.
Nel Barca i migliori sono stati i due più forti della squadra e cioè Lewandowski e De Jong, ottima anche la partita di Araujo, discreta quella di Cancelo e di Gundogan,
male il giovane Yamal che dopo un inizio promettente si è subito spento.
Il Barca ed il Napoli hanno due grandissimi centravanti, Lewandowski rappresenta il presente, Osimhen il futuro.

Il Regolamento

Visto solo il secondo tempo.
Anche per il Napoli vale il discorso che ho fatto per la Lazio: con un po’ più di coraggio avrebbe potuto vincerla, ho visto il Barcellona in grossa difficoltà in fase di non possesso.
Certo che quando parte Lewandoski è davvero un’iradiddìo, però mi sembra che il Napoli negli ultimi venti minuti abbia tenuto il pallino in mano, soprattutto grazie ai cambi.
Vero che togliere Kvara non sembra mai una grande idea, ma Lindstroem mi sembra un ragazzino interessante, ha dato molta più vivacità sulla fascia.
Per il ritorno, se il Barça gioca in questo modo, ci sono ottime possibilità, a patto di non fare gli allegriani e andarsela a giocare senza paura.
P.S. ma quanto è scarso Martinez? A parte il gol da pollo, almeno tre/quattro interventi senza senso, completamente fuori tempo

Waters

Comunque la Lazio la ha vinta eh…

Il Regolamento

Lo so benissimo, visto che ho commentato anche quella partita, ma il discorso era riferito alla mancanza di coraggio. La Lazio avrebbe potuto/dovuto vincere con più scarto, il Napoli avrebbe potuto (forse dovuto) vincere e basta.

Nathan

Non perdere la partita al cospetto di un Barcellona lontano parente dello squadrone ammirato sotto la gestione Guardiola è già una notizia importante, visto l’annata della squadra.
La gara racconta di un Napoli inevitabilmente segnato sotto il profilo psicologico dal terzo cambio tecnico susseguitosi in pochi mesi.
L’avvio è subito in salita, si registrano occasioni importanti per gli ospiti, con Yamal e Lewandowski, mentre gli azzurri riescono a stento a superare la metà campo avversaria, senza mai impensierire Ter Stegen.
Il primo tempo si chiude a reti bianche soltanto per la bravura di Meret, che risulterà essere il migliore in campo al 90′. Nella ripresa, il match appare leggermente più equilibrato ma al 60′ il Barcellona passa per merito di Lewandowski ottimamente imboccato da Pedri. Rrhamani compie l’ennesimo errore di una stagione sciagurata, sbagliando completamente tempo di uscita dalla linea difensiva. Errore uguale a quello commesso a Milano sulla rete di Hernandez. Si rischia di subire il raddoppio in un paio di circostanze con Gundogan e lo stesso Pedri ma al 75′ il redivivo uomo mascherato insacca il gol del pareggio, liberandosi dalla marcatura di Inigo Martinez.
Si spera nel miracolo di fine partita, anche a causa di un calo atletico degli spagnoli, ma il risultato non cambierà più. Tutto rimandato alla partita di ritorno in Spagna del prossimo 12/03.

Maxx

Partita brutta, con due squadre con grossi problemi. Il Barca è forte se supera la metà campo, ma sbanda terribilmente se attaccata. Il Napoli tuttavia non è riuscita ad approfittarne. Nei brevi periodi in cui ha avuto il gioco in mano è riuscito solo a mettere cross dalla trequarti. Sui due traversoni tesi dal fondo di Politano c’era solo Osimhen a presidiare l’ area. Grazie a lui ora parliamo di un pareggio: una comune palla centrale trasformata in oro. 1 tiro in porta – 1 gol!
Non mi è piaciuta affatto la sostituzione di Kvara. Non stava facendo peggio di altri ed è un simbolo, uno di quelli di cui il Napoli ha bisogno come il pane. Calzona è arrivato ieri, senza esperienza e si mette a fare il duro con le sue stelle più brillanti ? Kvara esce arrabbiato e non mi sembra uno che si dimentica di questi torti. Nel forcing finale forse, con più palloni in avanti, sarebbe stato utile, ma non voglio dare un giudizio tecnico, non ne sono in grado, ma dal punto di vista della gestione dello spogliatoio non mi sembra una bella mossa, verso un recupero di serenità che evidentemente il Napoli ha perso.
Il Napoli è molto più forte di così. Se l’anno scorso mirava alla finale non vedo perché non dovrebbe puntarci anche quest’ anno. È solo una questione di testa, non di uomini. Certo avere Juan Jesus come centrale titolare non è il massimo.

2010 nessunoo

Comunque bravo Napoli, forza ragazzi ritrovate ordine e grinta

Totonno58

Grazie, Fabrizio…il problema è che non ho capito tutto questo come avviene materialmente…come si fa ad interagire con gli altri amici?ed a registrare vocali?Credo di essermi registrato correttamente ma non vedo alcuna icona per accedere alle funzioni di cui parli…Grazie!

il ghiro

ITALIA – SPAGNA – Commedia in 4 Atti
Atto II
NAPOLI – BARCELLONA 1 – 1
Ciccio Calzona all’esordio in panchina può contare sul rientro in campo di Osimhen, giocano anche Olivera e Cajuste, fuori-rosa Zielinski. Xavi, privo di Balde, Marcos Alonso, Gavi e Ferran Torres affianca a Lewandowski Pedri e il giovanissimo Yamal, giocano anche Gundogan, de Jong e una vecchia conoscenza, l’ex-Inter/Juve Joao Cancelo, in panca tornano Sergi Roberto e Joao Felix. Arbitri tedeschi al Maradona, in campo Zwayer, al VAR Dankert.
Yamal prima spara alto, poi tira una botta che Meret salva in angolo, Lewa tira a lato, giallo a de Jong, cross basso di Cancelo per Lewa che tira ma salva di piede Meret, che poi devia anche il tiro di Gundogan, sventola alta di Cancelo, dopo un inizio di marca Barca il Napoli riguadagna campo e grinta, ma tiri in porta zero.
Ripresa: tiretto di Gundogan, che poi si esibisce in un tiraccio, finchè Pedri pesca al limite Lewa che evita Rrahmani e infila Meret con un preciso fendente nell’angolo, 0-1. Bene Meret sulla botta da lontano di Pedri, entrano Traorè e Lindstrom per Cajuste e Kvara, poi Anguissa pesca a centroarea Osi che si libera di Martinez e infila Ter Stegen, 1-1. Osi esulta e lascia il campo per Simeone, fuori anche Politano per il Raspa, giallo a Christensen che abbatte Lobotka, entra Raphinha, gran testata a lato di Anguissa, entrano Romeu e Joao Felix, Simeone spara dal limite appena alto, poi all’ultimo secondo l’ultimo brivido della partita: palla a Gundogan al limite dell’area e il “turco di Cermania” apre il sx che sfila a un pollice dal palo della porta di Meret. 
I migliori del Napoli: Meret, Di Lorenzo, Rrahmani, Lobotka, e il solito Osi, che in un modo o l’altro la butta sempre dentro, i migliori del Barca: Araujo, Cancelo, De Jong e Gundogan, e il solito Lewa, che in un modo o l’altro la butta sempre dentro. Bene l’arbitro tedesco, nulla da eccepire.

il radarista

Ho visto tre quattro parate di Meret che hanno salvato il risultato, per il resto era il Napoli di Mazzarri: confusione e nessun tiro in porta. Due uomini su Osimhen non gli hanno fatto prendere una palla e tre su Kvaratskhelia che gli hanno impedito qualunque tentativo di spoerare l’uomo. Gli altri? Come se fossero lì per caso.
A proposito di Meret. Pare che vogliano darlo via per prenderne uno più bravo. Mah!

79
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x