Juventus - Salernitana 2-0, gol di Dybala e Vlahovic

Juve addosso all’Inter. Ma intanto che si fa con la coppia Dybala-Vlahovic?

SERIE A 2021-2022

GIORNATA N. 30

Venerdì 18 marzo 2022

Sassuolo – Spezia 4-1

(17′ Berardi Sa, 36′ Verde Sp, 48′ Berardi Sa, 78′ Ayhan Sa, 81′ Scamacca Sa)

Genoa – Torino 1-0

(14′ Portanuova G)

Sabato 19 marzo 2022

Napoli – Udinese 2-1

(22′ Deulofeu, 52′ Osimhen N., 63′ Osimhen N)

Inter – Fiorentina 1-1

(50′ Torreira F, 55′ Dumfries I)

Cagliari – Milan 0-1

(59’ Bennacer M)

Domenica 20 marzo 2022

Venezia – Sampdoria 0-2

(24′ Caputo S, 38′ Caputo S)

Empoli – Verona 1-1

(26′ Di Francesco E, 72′ Cancellieri V)

Juventus – Salernitana 2-0

(5′ Dybala J, 29′ Vlahovic J)

Roma – Lazio 3-0

(1′ Abraham R, 22′ Abraham R, 40′ Pellegrini R)

Bologna – Atalanta 0-1

(82′ Cissé A)

CLASSIFICA

Milan 66 (30 partite), Napoli 63 (30), Inter 60 (29), Juventus 59 (30), Atalanta 51 (29), Roma 51 (30), Lazio 49 (30), ,  Fiorentina 47 (29), Sassuolo 43 (30), Verona 42 (30), Torino 35 (29), Bologna 33 (29), Empoli 33 (30), Udinese 30 (28), Spezia 29 (30), Sampdoria 26 (29), Cagliari 25 (30), Venezia 22 (29), Genoa 22 (30), Salernitana 16 (28)

GIORNATA N. 31

3 aprile 2022

Atalanta – Napoli

Fiorentina – Empoli

Verona – Genoa

Juventus – Inter

Lazio – Sassuolo

Milan – Bologna

Salernitana – Torino

Sampdoria – Roma

Spezia – Venezia

Udinese – Cagliari

***

JUVENTUS-INTER E IL CAMPIONATO SOTTOSOPRA

I gol di Dybala e Vlahovic. La vittoria troppo facile sulla Salernitana ultima in classifica. Il balzo in avanti in classifica che permette di andare appena un punto sotto all’ Inter (una partita in meno), prima dello scontro diretto a Torino alla ripresa del campionato dopo il play off mondiale della Nazionale. Gli schiaffi presi dal Villarreal allontanati quanto meno nel tempo se non ne dolore. L’opzione Dybala sul rinnovo di contratto ormai da affrontare con fermezza e decisione e senza più poter mandare la palla in fallo.

  All’improvviso la Juventus si è vista catapultata in un altro mondo, l’incalzare del campionato e della lotta scudetto l’ha sottratta – buon per lei – dall’autoprocesso continuo e all’ossessiva ricerca di colpevoli dopo l’eliminazione dalla Champions League. Juventus-Inter può essere davvero la partita della svolta, del rovesciamento totale della situazione, se non addirittura del campionato. Due gol alla Salernitana fanno dire ad Allegri una frase che addirittura non aveva mai pronunciato finora: “Siamo a 4 punti dal secondo posto”. Segno che dopo le bordate di critiche e attacchi per l’eliminazione in Champions League vuole cominciare a dare una lettura meno pessimistica del campionato.

IL CONTRATTO DI DYBALA E L’IPOTESI DEL TRIO DYBALA-VLAHOVIC-CHIESA?

  Il gol di Dybala, prima di quello di Vlahovic, è arrivato dopo giorni di tensione anche e soprattutto con Allegri, non solo con la società per via del contratto. Esteriormente vediamo applausi, abbracci, parole di comprensione e normalizzazione, ma le sconfitte scavano soprattutto profondi solchi, separano e irrigidiscono le parti su posizioni di orgoglio. Ognuno pensa che sia colpa dell’altro.

DYBALA, LA JUVE E L’INTER: IL GIOCO SI FA DURO

 Il contratto di Dybala è un nodo intricato e non sciolto ormai da troppi mesi. Da una parte c’è la voglia di vederla all’opera questa coppia con Vlahovic, darle la possibilità di crescere e di diventare il nucleo di una nuova Juventus, anzi l’obiettivo sarebbe quello di riuscire a mettere in produzione prima o poi un trio Dybala-Vlahovic-Chiesa, dall’altra c’è anche chi vorrebbe uscire dall’equivoco, tagliare i ponti e prendere altre strade. Insomma un totale ridimensionamento di Dybala, per firmare poi a cifre più ordinarie oppure divorziare e amen. Soluzione rispettabile ma che ha anche il rischio di veder finalmente esplodere Dybala in qualche altro club, all’estero o peggio ancora in Italia. Prima di Juventus – Inter si parlerà quasi solo di questo, figuriamoci se l’Inter non terrà calda la pista proprio adesso che il gioco si fa davvero duro.

***

GLI ARTICOLI DI BLOOOOG! SULLA GIORNATA N. 30

Il derby di Abraham e del capo popolo Mourinho

Dybala manda la Juve addosso all’Inter. E ora che si fa con Dybala?

Chi ha visto l’Inter? Cinque indizi di colpevolezza

Milan e Napoli credono nello scudetto, l’Inter non più

LEGGI ANCHE

Cronaca e match report di Juventus-Salernitana 2-0 (Google.com)

 

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

***

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
59 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Francesco Paolo Ricciuti

Parliamo di Zaniolo. Da interista ancora piango per averlo perso. Siamo a livello dello scambio con la Juve ( mai far affari con certa gente ) Boninsegna ( alias la quaglia di S.Siro ) per Anastasi. Altri tempi, altra fregatura. Il quesito tattico che propongo agli amici romanisti è semplice ed è molto caldo in questi giorni, perchè il nostro ha forse perso il posto da titolare nella Roma ed è forse in vendita. Qual’è il suo ruolo ? Come deve giocare la squadra per agevolarlo ed averne quindi il maggior beneficio ? Vi dico la mia : è molto potente ( la sua dote migliore, a mio avviso ), veloce e tecnico, salta l’uomo con facilità ma non ama darla via ( peggio di un’educanda ). Se gli chiedi di fare la punta c’è il concreto rischio che non la prenda mai, non suggerisce il passaggio muovendosi negli spazi, di testa mi pare che non sia il massimo. All’ala o esterno d’attacco, come si usa dire, la sua utilità si limita a qualche cross. Inoltre non mi pare che sia fisicamente in grado di fare tutta la fascia. Mezzala moderna ? Tiene troppo il pallone e non mi pare che si avvicini neanche lontanamente alla visione di gioco di Totti. Rifinitore o regista offensivo ? Non mi pare che sappia giocare tra le linee, quindi anche in questo ruolo giocherebbe pochi palloni. E allora ? Ebbene si, secondo me è di difficile collocazione, sopratutto perchè non gioca di prima. Per me il modulo migliore per lui è incursore alla Perrotta nel 4-2-3-1. Una specie di Higdeguti che si fa consegnare la palla dal play e parte. Buon calcio a tutti.

[…] Juve addosso all’Inter, ma intanto che si fa con la coppia Dybala-Vlahovic? […]

EroAdAtene

Ormai è inutile chiedersi come sarebbe stato un tridente Vlahovic-Dybala-Chiesa. Un saluto al piccolo giocoliere Argentino, ma nemmeno troppo nostalgico. Giocatore troppo fragile e con poca personalità. Gli auguro di rifarsi in altra squadra (Inter esclusa naturalmente).

pedrito el drito

infatti la coppia è scoppiata, dybala se ne va.

rusticano

OT – gollonzi
Per gli amanti del calcio inglese, guardatevi gli highlights della partita Wolverhampton-Leeds 2-3.
Si parla sempre del fatto che sono ad un altro livello e ci sta, però ogni tanto ci si imbatte in partite come questa… al di là della rimonta, i tre gol subiti dal Wolverhampton sono uno più imbarazzante dell’altro (specie il secondo, sembra di veder giocare dei dilettanti).

Agnostico

Il non gioco e i risultati sempre più scarsi della Juventus di questi ultimi tre anni non si possono addebitare ad un singolo giocatore,nella fattispecie Dybala, solo perchè questo è in scadenza di contratto e se non rinnova sta antipatico ai tifosi a prescindere. La juventus è la squadra che ha, in Italia, di gran lunga il monte ingaggi più alto e che, se va bene, negli ultimi due campionati va al quarto posto. Quindi il colpevole di gran lunga più importante è la società stessa.
Il declino, a mio giudizio, a livello proprietario, è cominciato con la vendita di Higuan al Milan e, soprattutto, al suo riacquisto senza, apparentemente, senso alcuno.
Qualcuno degli incliti avventori del Bar me lo potrebbe chiarire?

Mordechai

Io non ne ho idea, sono un sempliciotto di paese.

Apolide dell'orda

Higuain venne prestato al Milan e poi al Chelsea: nessuno esercitò il diritto di riscatto.

commentanonimo

Mah, non vedo come possano cambiare le valutazioni societarie dopo un gol contro gli ultimi in classifica con una differenza gol -40, su passaggio di Vlahovic.

Mordechai

Quel che penso pure io; per l’ennesima volta : Dybala è un buon calciatore (mai completamente esploso), ha talento, però è :
1) : discontinuo;
2) : capriccioso;
3) : atleticamente fragile.
Ergo, non è un elemento imprescindibile/irrinunciabile per la Juve di domani.
Esploderà (finalmente) altrove?
Non credo…buon per chi se lo accatta, comunque.
Basta, aria nuova, per lui e per la squadra.

[…] Juve addosso all’Inter. Ma intanto che si fa con la coppia Dybala-Vlahovic? – Il Bar Sport di Fabr… 3 ore fa […]

2010nessuno

La coppia scoppia?? Si sta a guardare il capello qui, intanto la Juve continua nella serie positiva e di vittorie, senza risentire dell’eliminazione in CL, mentre altri dormono……

Apolide dell'orda

Abbiamo giocato la stessa partita di mercoledì, ma contro un avversario incapace di ripartire con la stessa qualità del Villareal. Ho visto una squadra bella per mezz’ora ed apprezzo i tre punti messi in cascina, ma non siamo solidi quanto vorrei.

ConteOliver

la squadra è nettamente “sulle gambe”, e non solo

i secondi tempi la squadra sparisce letteralmente dal campo, sia mentalmente che fisicamente

guarda la differenza tra i primi tempi di Cuadrado e i suoi secondi tempi: fa errori a ripetizione che non si vedono neppure in “Eccellenza”

e come in lui sono in molti, moltissimi

questa squadra non ha la capacità di tenere, nè mentalmente come concentrazione, nè fisicamente come intensità.

se non rientra qualcuno per dare fiato ai morti che camminano per il campo in tutti i secondi tempi – come avviene con regolarità disarmante da almeno un mese abbondante a sta parte – per me il 4° posto è a fortissimo rischio, altro che caxxate di scudetti e copp’italie

Mordechai

Faccio presente che il Villarreal ha appena beccato in Liga dal Cadice, più o meno la Salernitana iberica…
🙂

Michel

Qua l’unica cosa che scoppia sono i fegati degli antijuventini quando guardano le giocate sublimi del diez, ovvero il miglior giocatore della serie a per distacco. Uno dei rarissimi giocatori per i quali vale la pena ancora spendere per andare allo stadio. Sono gli stessi che spingevano per l’addio di Ronaldo, guarda caso. Poi è arrivato al suo posto Kean, e si son visti i risultati. Criminale solo l’idea di separare una coppia di giocatori che per caratteristiche fisiche e tecniche sono fatti per giocare assieme (come lo erano Dybala e Higuain).

Intanto la Juventus criticata dai piu, ma sarebbe meglio dire massacrata, quella che vinceva con un solo gol di scarto (gli altri invece calcio samba e goleade ogni domenica…) ecc ecc ecc è ad un solo punto dall’Inter delle meraviglie che due mesi fa giocava il calcio migliore della storia del calcio, a sentire sempre i media.
Sempre per la serie, CAPIRNE.

Il dubbio

Purtroppo il bresciano che non sa nemmeno cos’è la palla, uno buono per la Beretta, ha umiliato in tutti modi Paulo, lui rinnova Rugani e De Sciglio. E via verso la Superlega.

Modifica il 6 mesi fa da Il dubbio
ConteOliver

la cosa interessante è che, mentre per la Juve le vittorie di “corto muso” erano una sorta di insulto al calcio, ieri sera ho potuto assistere all’esaltazione del “neo-risultatismo” di Pioli, la personalità del tenere l’1-0, la capacità di vincere le “partite sporche”, ecc…

quando lo diceva Max tutti a prenderlo per il culo, a cominciare da quei mentecatti di Sky e DAZN

sign o’the times (cit.)

è proprio vero che sono stati anni fantastici 😆

luigi.iannelli

Credo che se Vlahovic continua così, malgrado Allegri, può diventare un centravanti straripante quasi quanto Osimeh.

pastafariano

ecchecazz, è un TUO giocatore: OSIMHEN!
scrivilo cento volte;

Boris

Carino il rigore su Pellegrini trasformato in simulazione con ammonizione che gli farà saltare l’Inter. Carino che anche il Var non abbia deciso di dire all’arbitro che aveva sbagliato, che era stato arpionato su poiede d’appoggio, perché non avrebbe saputo come cavarsi d’impaccio. Così ha continuato per tutta la partita ammonendo qualsiasi bianconero gli passasse davanti, evitando accuratamente di fischiare un fallo in avanti a favore della Juventus.
Un po’ lo stesso trattamenti riservato a Theo Hernandez…

Modifica il 6 mesi fa da Boris
Leo 62

Sai che perdita Pellegrini… solo se perdi De Sciglio è meglio…

Luigi

Caro Leo 62,
Sinceramente da te un commento così non me lo sarei mai aspettato. Vedi la questione non è: “sai che perdita”, casomai è: “l’ammonizione c’era”? Perché dopo aver rivisto l’azione, lo dico da ex arbitro, posso dire che Pellegrini comunque è stato toccato da dietro, non una ma due volte. Certo non si è trattato un di un tocco vigoroso, probabilmente si tratta di una di quelle situazioni nel quale l’arbitro può fischiare oppure no. Dipende dai “parametri” utilizzati nel condurre l’intera gara, sperando che abbia avuto lo stesso metro nei confronti di tutte e due le squadre.
La cosa sicura è che Pellegrini non era meritevole di Ammonizione, bada non lo dico solo io, se butti l’occhio sui giornali sportivi ti accorgerai che quasi tutti i commentatori sostengono che l’arbitro avrebbe fatto bene, se non intendeva fischiare il rigore, di lasciar correre senza intervenire in alcun modo! La discussione sarebbe stata: “ma era o non era rigore”? Nessuno ne avrebbe fatto questione.
Anche a te mi tocca di ricordare che noi (Juve) fummo processati in quel di Napoli, e una delle accuse (farlocche), fu indirizzata per le ammonizioni guidate.
Come ricorderai quell’accusa cadde nel vuoto perché chi accusava non sapeva che una sola ammonizione non è sufficiente a far scattare la squalifica…. cosa, attenzione, curiosa in questa circostanza! Pellegrini non sarà certamente Theo! Ma stava giocando con continuità senza lode ma anche senza pecche particolari. Guarda caso la prossima è contro l’Inter….
Caro Leo 62, cosa devo pensare? Sai guardando le ultime giornate di campionato gli episodi “strani”, molto più evidenti di parecchie accuse 2006, pare che capitano ad ogni giornata… come se piovesse

Leo 62

Si Luigi va bene, l’ammonizione non c’era, ma se state a lamentarvi dell’assenza di Luca Pellegrini state messi proprio male… Quanto agli episodi strani, sono d’accordo con te, senza episodi strani lungo tutto il campionato adesso il Milan starebbe 11 punti davanti l’Inter e 9 davanti il Napoli…

Modifica il 6 mesi fa da Leo 62
Boris

Interessante. I rigori e le ammonizioni vengono concessi o abbonate a seconda del (presunto) valore del calciatore. Dopo vado a cercare la nuova regola.
Che poi Mancini, non il primo scemo che passa per strada, tra chiamare De Sciglio o Calabria, il megacapitano del superMilan, convoca il primo.

Magari Pellegrini non sarà una grande perdita, ma la Juventus ha avuto 10 assenti nell’ultimo mese, però ce li chiamano tutti in Nazonale, e chissà come tornano… e magari poi si scoprirà che non sappiamo chi schierare come esterno sinistro basso…

Su Theo Hernandez stendiamo un velo pietoso, un simulatare a tutto campo, secondo solo a Lautaro Martinez, che dentro i 16 metri è imbattibile.

Leo 62

Eccone un altro, ma tu mi sorprendi di meno Boris. .. la battuta era che se vi lamentate della squalifica di una pippa evidente come Luca Pellegrini allora state messi veramente male, non che andava o non andava ammonito. Quanto a Mancini che non convoca Calabria ma quell’altra pippa di De Sciglio ( alla Juventus c’è il supermercato ultimamente ) primo ci fa un piacere, secondo chiediti perché a ‘sto giro rischia di non andare nemmeno ai mondiali, terzo non lo convocherà mai perché i due hanno litigato, e tra poco il problema finisce perché Mancini mi sa che dopo i prossimi Mondiali ( ammesso che ci andiamo… ) non sarà più CT della Nazionale.
Quanto a Theo uno che tifa per una squadra che ha Cuadrado nelle sue fila dovrebbe evitare di rendersi ridicolo ( ulteriormente nel tuo caso… ) parlando di simulatori. Theo vale da solo quanto i quattro terzini che la Juventus ha attualmente in rosa… e questo è quanto.

Michel

Pellegrini va mandato a scuola di Lautaro, per imparare come evitare almeno un paio di gialli a partita con il suo cinema domenicale (anche ieri patetica simulazione, specialità della casa). Arbitraggio osceno, la famosa gestione di ancellottiana memoria da un paio d’anni non interessa piu nessuno, guarda caso da quando i numeri della Juve sono accostabili alle squadre da retrocessione per quello che riguarda gialli, rossi e rigori.

L'ESORCISTA

Mi auguro che i miei compagni di tifo non spendano un solo complimento per aver asfaltato una squadretta da serie B.
Nessun risultato, nemmeno uno scudetto miracolosamente acciuffato potrebbe lenire la ferita di mercoledì sera, se lo ricordino questi pseudo dirigenti allenatore e giocatori compresi, il riscatto potrà avvenire solo in Europa e ci si vede la prossima stagione.
Dybala vada pure dove vuole già prende troppo per quello che rende, mica sarà il golletto alla Salernitana a cambiare le sue sorti.

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Bravo ti ho messo pure il pollice dritto .

pastafariano

mi sa che più che un esorcista sei un esorcizzando;

Rosario Frattini

In genere mi astengo dal parlare di altre squadre, visto la facilità con cui ci si irrita nei bar sport. Ma ho trovato irritante la sufficienza con cui nel II tempo la Juve ha affrontato la Longobarda di Salerno. Essendo quest’ ultima di gran lunga la squadra più scarsa della serie A non ha pagato pegno. Con una squadra di livello appena appena meno basso qualche rischio più serio lo avrebbe corso.

pastafariano

sufficienza?
da molte partite è chiaro che la Domina nei secondi tempi non sta sulle gambe;
ma presumo che tu non le abbia viste e scambiato per sufficienza l’impotenza;
se hai la pazienza (e un po’ di umiltà a mettere in discussione le tue certezze) scorri all’indietro i miei post e vedrai che da tempo segnalo la cosa;
e non piccandomi di essere come voi un intenditore di calcio la cosa è davvero evidentissima;

Corum

Grazie per la segnalazione. Allegri infatti non era soddisfatto.
Comunque non ci si deve preoccupare.
La Inter ne ha fatti 5..per cui matematicamente domenica prossima finirà 3 a 0 ed i Campioni d’Italia in carica riprenderanno la corsa scudetto.

achille

Il banco di prova era Mercoledi’, non oggi. L’impressione e’ quella di uno che arriva sempre dopo la musica. Andiamo pure dietro ai titoloni sproporzionati in capo a 45 minuti decenti contro una squadra di B e avremo un altro risveglio amaro il prossimo anno.

Dalla espulsione contro il Real, il giorno della rovesciata di Ronaldo, Dybala in Champions non e’ piu’ esistito, a parte qualche gol nei gironi. 5 eliminazioni premature in cui non c’e stato o non e’ pervenuto. Hanno segnato in tanti in queste sfide infauste: da Mandzukic a Ronaldo, da Chiesa a Vlahovic. Non lui. Non ha portato contributi tangibili quando contava di piu’. Non si tratta di colpevolizzare nessuno; neanche De Sciglio o Rugani hanno dato chiss’a quale contributo originale. Altri pero’ si’, pure nella cattiva sorte. Il problema non e’ suo ma nostro, come tifosi (oltre che pompato dall’ottovolante della stampa sportiva), perche’ le aspettative sono mostruosamente sproporzionate ai fatti.

Questa enfasi su un giocatore solo (manco fosse Zidane. E non lo e’) e’ deleteria, non e’ da Juve e i risultati che (non) stanno arrivando lo confermano.

Per me puo’ essere come Padovano o Amoruso: stare in rosa, se gli va, e dare un contributo quando sta bene. L’affidabilita’ a priori e’ troppo incerta, eufemisticamente parlando. Il peso nelle sfide internazionali e’ limitato: la statistica e’ molto lunga e molto chiara. La Juve deve costruire la formazione tipo su altri profili. Basta “centralità” (una fandonia dei media, piu’ che altro) e basta aspettative sproporzionate.

Modifica il 6 mesi fa da achille
tom

Come già lo scorso anno, in una situazione analoga (che avrebbe dovuto far riflettere la società), non mi è dispiaciuto Danilo centrale. Certo, a voltare sembra che non sappia cosa fare, ma è normale, visto che quello non è il suo ruolo. Dovesse continuare questa situazione di emergenza, io lo lascerei lì…
Ridicola l’ammonizione a Pellegrini. È vero: stramazzando a terra si afferra la gamba pur avendo preso il colpo da un’altra parte, come fanno TUTTI i calciatori di serie A quando chiedono un fallo. Che si fa, si ammoniscono tutti d’ora in avanti? E poi a lui il piede viene agganciato per davvero… c’era nell’aria una gran voglia di vedere ammonito un diffidato, alla prima occasione, considerato il prossimo match…

Modifica il 6 mesi fa da tom
guido

sì, si ammoniscono tutti

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Certo senza Pellegrini sarà sicuramente una disfatta per la Juve .

ConteOliver

diciamo che non avendo già AlexSandro (infortunato da un bel po’) il fatto che ti facciano fuori in maniera fraudolenta anche l’altro terzino sinistro in rosa non aiuta, ecco…

ma ce ne faremo una ragione, per carità 😉

non ci metterei su un’altra Farsopoli, per dire 😆

pastafariano

gli serva da lezione;
non fare scene non frutta nell’immediato ma alla lunga sì;

ROS

@ bombetta…sbaglio o i cuginetti vi stanno prendendo a pallonate?

achille

La Roma non esiste
il derby e’ un ologramma delle elite

Modifica il 6 mesi fa da achille
pastafariano

la Roma sta solo sculando;
alla grande;

Nick

Come sipra e ancora sopra pinguino

Hell Piero

Forse è un impressione ma, al di là dell’avversario, Dybala fa buone o discrete partite se parte dall’ inizio, inserito a partita in corso ha sempre fatto abbastanza pena..Infatti mercoledì speravo non venisse messo dentro alla fine, piuttosto gli avrei fatto giocare il primo tempo e fine..

EroAdAtene

E sarebbe stata lo scelta migliore. La Juve doveva cercare di segnare subito, magari un paio di goal, e poi chiudersi e agire in contropiede, ma… Acciughina è Acciughina.

pastafariano

ohibò, mi chiedo in che universo vivo, evidentemente diverso dal tuo;
mi sembra, ma è di sicuro un falso ricordo, che la Domina avesse mancato più volte gol quasi fatti;
inoltre mi sembra di ricordare di aver scritto che se non si andava al riposo con due o tre gol di scarto la vedevo brutta;
sì, decisamente viviamo in universi alternativi;

Hell Piero

Tutto chiaro, solo che non avrei inserito Dybala, piuttosto il solo Kean e avrei tenuto Rugani, che nonostante la cappella magari limitava il passivo. Infatti dal suo ingresso, a parte che tutti sono andati in bambola, non ha toccato palla, come sempre gli succede quando viene messo dentro nella mischia. Poi vabbè..lana caprina

pastafariano

ok, ma di sicuro non era questa la stagione per puntare alla CL ed è meglio sia andata così, forse la dirigenza capirà che bisogna rifondare sul serio e necessita una seria programmazione;
capisco che alla Domina si vuole tutto e subito ma visti i risultati è forse più profittevole dare tempo al tempo, cioè ai giovani e agli allenatori;

Bluechip

Buon primo tempo della Juve, secondo tempo in modalità risparmio energetico (per poco la Salernitana non è riuscita a riaprire il match), gestione dei cartellini imbarazzante.

Considerati i limiti di questa squadra, accentuati dai troppi infortuni, trovarsi a 59 punti a ridosso dell’Inter e con un buon margine sull’Atalanta (si era a -9 qualche tempo fa) è un mezzo miracolo.

Purtroppo l’eliminazione dalla CL è grave e sposta il giudizio sul momento attuale e sull’intera stagione. Ed è giusto che sia così.

Ora bisogna vincere dopo la sosta per puntellare il quarto posto ed impedire all’Inter di raggiungere scudetto e seconda stella.

Prometeo

Intervista impossible 2 

  • Buongiorno mister, oggi siete ripartiti contro l’ultima in classifica, ma all’indomani della sconfitta con il Villareal si può parlare di stagione fallimentare per la Juve?
  • Dire questo significa essere disonesti intellettualmente o bischeri. La Juve sta centrando tutti gli obiettivi stagionali. 
  • Scusi mister, ma uscire di scena con il Villareal rientrava negli obiettivi della Juve di quest’anno?
  • L’obiettivo era di superare i gironi e l’abbiamo ottenuto.
  • Mister, forse l’obiettivo minimo era passare i gironi. Poi uscire di scena dipendeva anche dall’avversario. Uscire con il Real Madrid è una cosa, uscire con il Villareal che naviga in settima posizione in Liga è un’altra. 
  • Siamo stati sfortunati, nel primo tempo abbiamo messo sette o otto volte davanti alla porta i nostri attaccanti, abbiamo avuto palle limpide per passare in vantaggio. Una traversa. Cose incredibili.
  • Mister, in verità, in due partite non avete dato una palla pulita al vostro attaccante di maggior peso. Si è creato da solo un’occasione e da solo ha segnato su una palla lunga dalla difesa. Per il resto avete fatto poco. Siete riusciti ad abbassare in maniera determinante la media realizzata di Vlahovic
  • Vlahovic sa che alla Juve la palla pesa e la maglia è pesante. Ci vuole tempo.
  • Ma come alla Fiorentina viaggiava ad un gol a partita ed adesso è diventato brocco o giovane tutto ad un tratto? Anche in campionato le attese non sono soddisfatte. 
  • Stiamo rispettando gli obiettivi. Il quarto posto è alla nostra portata. 
  • Di nuovo mister ci prova. Il quarto posto è l’obiettivo minimo. Una squadra dell’organico e della qualità della Juve deve aspirare ad altro. Di fatto siete fuori dal giro scudetto da inizio campionato. Sono parole sue. 
  • Si ma adesso stiamo rientrando, abbiamo avuto difficoltà. Stiamo costruendo, stiamo facendo un percorso.
  • Ma come, l’anno scorso con gli stessi risultati la stagione è stata fallimentare ed adesso state centrando gli obiettivi? La Supercoppa è andata all’Inter…
  • Veramente la Supercoppa è finita in parità. Al novantesimo abbiamo chiuso in parità. Ed adesso abbiamo da giocarci, in posizione di vantaggio, una semifinale di Coppa Italia, altro obiettivo raggiunto.
  • Mister l’obiettivo minimo è la finale di Coppa Italia. Torneo che comunque negli anni scorsi veniva considerato di ripiego. Penso che si possa parlare senza dubbio di stagione fallimentare il suo ritorno alla Juve. Fallimento della dirigenza, della proprietà e sua personale. Non si stanno vedendo né gioco nè risultati. Le partite della Juve sono noiose. In campo europeo rimanete ai margini, in Campionato siete fuori dall’inizio. Non vedo niente da salvare, nemmeno il suo posto in panchina, se non fosse per il sontuoso contratto che ha in tasca.
  • Se lei dice questo è intellettualmente disonesto o è dell’Inter oppure è un bischero. Lei è uno di quelli che deve andare al circo invece che a vedere le partite. Io rappresento la restaurazione dopo anni passati ad inseguire inutilmente il bel gioco. Io sono il sergente di ferro che prende calci in culo chi disobbedisce nello spogliatoio. Io ho quello che persino Salvini avrebbe voluto. Io ho pieni poteri nello spogliatoio. Decido per l’entrata o l’uscita di di Dybala o di altri presunti fantasisti. Io ho il contratto e la frusta. Ed i tifosi sono con me. Io sono l’ultimo custode della purezza del risultato contro l’utopia del bel gioco. Io sono Max II, il ritorno. Io rappresento la severità delle linee di gioco che si impossessa della bellezza e la piega al risultato.
  • Mister, qui di risultati chiari ci sono solo le cifre sul suo contratto, qui non si vede né gioco né risultato. Ed alla fine della partita con il Villareal si sono sentiti distintamente fischi.
  • Quei fischi erano per il Villareal. Noi siamo usciti a testa alta. Con l’obiettivo in tasca. Chi dice il contrario è disonesto. Con la Salernitana abbiamo portato a casa i tre punti e siamo in piena lotta per il terzo posto.Tutto secondo i piani.  
Bluechip

L’anno scorso abbiamo avuto CR7 e Chiesa per tutta la stagione.

Quest’anno abbiamo fatto l’andata con Chiesa ma senza centravanti, il ritorno con Vlahovic ma senza Chiesa.

Se non si tiene conto di questo nel confronto tra le due stagioni, o non si capisce una mazza di calcio o si è disonesti intellettualmente.

Quando Osimhen si è fratturato lo zigomo ed ha saltato 8 partite, il Napoli è riuscito a racimolare 11 punti..

Hell Piero

Allegri, a parte l’anticalcio che spesso esprime ma quello può anche essere opinabile, mi sta fortemente sulle palle quando a chiare lettere dice che chi si vuole divertire deve andare al circo..
io, e non credo di essere il solo, quando vado allo stadio, pago l abbonamento e mi guardo una partita.. mi voglio divertire..!!! Magari vedendo azioni, giocate, gol, fatti e presi, è un gioco..
seguendo il suo ragionamento forse tutti dovremmo iniziare ad andare al circo, e se ci andiamo noi magari ci finisce anche lui, a fare il clown ..

pastafariano

semmai il direttore;
volete il divertimento? il Napoli di Sarri? sicuro che non sareste i primi a chiedere la testa dell’allenatore (in effetti l’avete chiesta, mentre io gli avrei dato un altro anno)?
eppoi, cosa sarebbe ‘sto divertimento? ‘sto bel gioco?
negli scacchi c’è il gioco combinativo (Alekhine: il mio scacchista preferito) e quello posizionale (Petrosjan o Karpov), si può preferire l’uno o l’altro ma di pari dignità sono;

Hell Piero

Non ho parlato di bel gioco o di brutto gioco, ma di divertimento che nel caso di una partita di calcio vuol dire sempre e da sempre, al netto di tutto (fase difensiva, tattica o contingenza) provare a fare gol, altrimenti vai a giocare a scacchi. E, inoltre, della volontà arrogante irritante ignorante e avvilente di Allegri di togliere ogni fantasia passione e suggestione ai tifosi, a cui invece deve ogni cosa (senza pubblico e tifosi il calcio non esisterebbe). Stasera ho visto Barcellona Real, 4 a 0.. Da quant è che la J. non vince 3 o 4 a zero ? Boh.. non mi ricordo.. forse è vietato, poverini si stancano, che 2 palle.. mi ricordo benissimo invece di quando abbiamo perso 3 o 4 a zero (Chelsea e Vreal tanto per stare vicini)

Tiziano

Ascoltavo in radio “Tutto il calcio minuto per minuto” e appena il giornalista che lo intervistava ha accennato alla recente uscita alla champions, acciuga ha iniziato a usare un tono incazzoso preludio ad una lunga filippica sul bel gioco.
I giornalisti, un po’ spaesati, gli hanno ricordato che era decisamente un ossimoro l’idea di una juve protagonista di una bella partita nonostante i tre goal incassati in dieci minuti da una squadra settima in liga.
Ma niente, si è incazzato ancora di più tirando fuori dal cilindro la sconfitta ad opera del manchester di mourinho avvenuta eoni fa come esempio di “bel gioco improduttivo” bianconero.

Ok, Adani le ha sfrante a tutti con le sue barbose esegesi e gli allenatori sono tutti più o meno permalosi e insopportabili in varie gradazioni, ma credo che tra i tecnici all’opera è rimasto solo lui a ricicciare questa roba bofocchiando sempre la solita tiritera personale della “non teoria” calcistica (che resta comunque una teoria, ma guai a farglielo notare).

Modifica il 6 mesi fa da Tiziano
pastafariano

mai considerato che Max prenda per il culo gli opinionisti (che splendida definizione: il primo che passa per strada può definirsi tale)?
e che un allenatore non può, se non è un fesso, dire veramente quello che pensa (e Allegri è da lodare perché spesso lo dice veramente con l’aria di scherzare)?

Tiziano

Non era questo il caso, trattandosi non di opinionisti ma degli storici giornalisti di una delle più longeve trasmissioni del calcio radiofonico, gente tradizionalmente molto pacata e per niente avvezza ai sensazionalismi.
E comunque si capisce quando fa il sornione e quando s’incazza per davvero, di solito (come quasi tuttii i suoi colleghi) quando deve giustificare sconfitte clamorose, tipo questa con il Villareal.

Modifica il 6 mesi fa da Tiziano
pastafariano

bello;
la penultima risposta di Allegri è proprio una delle sue rasoiate che mettono a nudo le banalità correnti di chi lo intervista;
dopo quello dato al Radarista mi gioco un pollicione: quelli che vedete o sono di prova all’inizio o sono farlocche, dato che non li ho mai dati;
ribadisco: solo due miei pollicioni sono veri;
e che il diavolo se li porti, i pollicioni del piffero;

pastafariano

che si fa?
li si manda all’estero dove i matrimoni dello stesso sesso sono consentiti;
intanto la malmata sente sul collo il fiato della Domina e si lamenta perché sa di aglio;
che farci? ho detto a ridetto alla Vecchia Signora che contro gli zombie non serve, ma quando le fa comodo fa finta di essere sorda;

59
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x