Roma - Bodo Glimt 4-0, Roma in semifinale di Conference League

Lo Zaniolo che non t’aspetti, ci resta solo la Roma. L’ Atalanta non fa più miracoli, addio Europa League

UEFA EUROPA LEAGUE

QUARTI DI FINALE

Giovedì 14 aprile 2022

Atalanta – Lipsia 0-2 (and. 1-1)

(18′ Nkunku L, 87′ Nkunku rig. L)

QUALIFICATA: LIPSIA

***

UEFA CONFERENCE LEAGUE

QUARTI DI FINALE

Giovedì 14 aprile 2022

Roma – Bodø/Glimt 4-0 (and. 1-2)

(5′ Abraham R, 23′ Zaniolo R, 29′ Zaniolo R, 49′ Zaniolo R)

QUALIFICATA: ROMA

***

Roma – Bodø/Glimt 4-0

LO ZANIOLO CHE NON TI ASPETTI

Molto più che una sorpresa. Roma-Bodø/Glimt nemmeno doveva essere la partita di Zaniolo. C’erano molte perplessità sul suo ruolo da titolare, le cose con Mourinho funzionano a giorni a alterni, c’erano e ci sono molti dubbi sul fatto che il giocatore non sia mai tornato al 100% dopo gli infortuni, la Roma addirittura aveva detto che a giugno chissà, si vedrà se c’è qualche offerta di mercato, si è parlato dalla Juventus e di quante decine di milioni avrebbe dovuto pagare. Insomma Zaniolo ormai nel cono d’ombra, finita la favola del ragazzino che esplode quasi a prendere il posto del Totti tramontato.

  Sono domande, situazioni e dubbi che rimangono forse ancora in piedi, ma la situazione sarà vista sotto un’altra luce dopo i tre gol di Zaniolo al  Bodø/Glimt. Non sarà il Real Madrid, ma per la Roma questo quarto di finale di Conference League contro il club norvegese valeva tantissimo, perché la piccola squadra norvegese era stata causa dei maggiori smacchi stagionali. Un clamoroso e umiliante 6-1 nella fase a gironi all’andata, un 2-2 alla partita di ritorno, e una nuova sconfitta in Norvegia (2-1) all’andata di questo quarto di finale. La prima vittoria è arrivata solo ora.

IL LEICESTER CITY IN SEMIFINALE

Insomma, Mourinho in grande difficoltà e la necessità assoluta di dare dignità alla stagione giallorossa con un risultato più presentabile nella terza Coppa Europea. Non potrà mai essere un’impresa battere ed eliminare il Bodø/Glimt – anzi diciamo che è il minimo dovuto – ma adesso tutto sommato viene il bello e questa umile Coppa, in un panorama depresso dove tutte le italiane sono state eliminante ovunque e l’unica a resistere è appunto la Roma, comincia a far breccia.

  Per vincere bisognerà passare attraverso una semifinale contro il Leicester City. Inutile pensare a chi potrebbe/dovrebbe esserci dopo (Olympique Marsiglia o Feyenoord), Mourinho in questo piccolo torneo ha già avuto troppi scossoni e messo a repentaglio la sua carriera. Sì la Conference League è oggi un traguardo raggiungibile e in una penuria generale di vittorie non possiamo certo fare troppo gli schizzinosi.

  Al di là dunque di tutte le difficoltà e le brutte figure collezionate il buon Mou va anche ringraziato per mantenere accesa l’ultima fiammella dei club italiani in Europa. All’ Olimpico c’erano 64.000 spettatori per una notte col Bodø/Glimt, la Roma è sempre una straordinaria anomalia.

***

Atalanta - Lipsia 0-2, Atalanta eliminata dall'Europa League

Atalanta – Lipsia 0-2

QUALCHE DOMANDA SUL FUTURO DELL’ATALANTA

Va fuori anche l’Atalanta, non proprio a sorpresa. E’ qualche tempo che l’Atalanta sta ripiegando su stessa. Non bisogna pensare che da una parte sia tutto sbagliato e dall’altra tutto perfetto. Dopo aver constatato che la Spagna piazza Real Madrid e Villarreal nelle semifinali di Champions League, il giorno dopo assistiamo alla clamorosa eliminazione del Barcellona da parte dell’ Eintracht Francoforte che addirittura è andato a vincere al Camp Nou.

  Non sarà mai un dramma l’eliminazione dell’ Atalanta dall’ Europa League. Ma una delusione lo è sicuramente. L’ Atalanta in questi anni, con la gestione di Gasperini (siamo ormai alla sesta stagione), ci ha abituato a stupirci, ed è andata spesso oltre i propri limiti. In campionato e in Europa. Per tre campionati ha ottenuto il terzo posto in Serie A, due anni fa arrivò fino ai quarti di Champions League. Adesso quel fuoco che l’ Atalanta aveva dentro, e che le ha permesso di vivere alla grande, con una straordinaria gestione dei suoi giocatori, comprando e rivendendo per mantenersi sempre ad alto livello, si sta spegnendo.

  Farsi fermare dal Lipsia – potremmo considerarlo un’ Atalanta della Bundesliga – senza quasi mai riuscire a mettersi in gioco per la semifinale, vedere Zapata e Muriel cedere il passo a Nkunku  fa pensare che l’eliminazione potrebbe un momento chiave per cercare di meglio definire il futuro dell’ Atalanta stessa.

L’ATALANTA O IL CHELSEA?

  Antonio Percassi ha presentato al pubblico Stephen Pagliuca, l’imprenditore statunitense, presidente di un fondo (Bain Capital) che gestisce investimenti per miliardi e miliardi di dollari in tutto il mondo, che ha rilevato il 55% del club. C’è (c’era…) grande entusiasmo ma ancora non sappiamo quali siano le reali intenzioni del nuovo proprietario, quali investimenti voglia fare di preciso sull’ Atalanta. E quale dimensione o livello voglia darle per il futuro. Ci si deve aspettare un salto verso il grande calcio o è solo un’illusione?

  Di certo sappiamo che in questo momento il business man newyorkese sta addirittura facendo un pensiero anche al Chelsea e dunque bisognerà vedere come tutto questo collimi con i progetti fatti per l’ Atalanta. Il calcio è in mano a investitori che corrono dietro all’affare, a business man che devono render conto prima di tutto ai risparmiatori e a coloro che mettono i propri soldi nei fondi stessi prima che ai tifosi, non tutto è sempre così lineare e consequenziale. E nemmeno possiamo giudicare il calcio con gli schemi mentali di 20 o 30 anni fa. La realtà oggi è questa.

Di certo in questi anni abbiamo visto un’ Atalanta da sogno, magari i tifosi si accontenterebbero che così semplicemente restasse.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

***

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
107 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Maxx

La denigrazione è, allo stesso tempo, madre e figlia del turpiloquio

luigi.iannelli

Come volevasi dimostrare, il solo fatto di aver mandato a processo un certo numero di società per un fatto come quello delle plusvalenze era già di per sé ridicolo, ma se la mamma degli stupidi è sempre incinta un motivo ci sarà.
Prima o poi qualche procura arriverà anche ad inquisire le case d’arte per la plusvalenza che qualcuno realizza vendendo per un paio di milioni le mutande di Marylin o per una decina di milioni i baffi di Dalì.
Che poi, chi può dire se fossero più giusti i due milioni per le mutande di Marylin piuttosto che i dieci per i baffi di Dalì. A mio parere sarebbe più giusto l’inverso.

Rosario Frattini

Il Tribunale federale proscioglie tutte le Società indagate nel caso Plusvalenze.
Il dettaglio che anche il Napoli ne esca senza danni non mi fa sembrare la questione meno grave e nemmeno meno grottesco il comportamento della Procura.
Che si affida a Transfermarket per stabilire là congruità delle quotazioni dei calciatori. Criterio che grida vendetta al cielo. E all’ intelligenza.
Il tribunale a sua volta non valuta minimamente L’ impatto sui bilanci di queste valutazioni che a molti, me compreso che non sono nessuno, sono sembrate ipertrofiche. E alcune delle società indagate sono quotate in Borsa.
Dettaglio non banale, direi.
E questi stanno a blaterare di settima industria del Paese.
Ci sono banchetti al mercato rionale di Bagnoli gestiti più seriamente.

Dab

Il problema delle plusvalenze fittizie esiste da decenni (qualcuno si ricorda quando Berlusconi e Moratti si scambiavano ogni anno le primavere a quotazione assurde?) e certamente non solo in Italia.
Il problema più che punire è come intervenire per metterci un freno. E temo che nessuno abbia un’idea applicabile a meno di non voler stravolgere i principi contabili o creare l’ennesimo caso particolare nella legislazione (cosa complessa comunque visto che appunto alcune società sono quotate in borsa). I calciatori specie se giovani sono di difficilissima valutazione, un’idea potrebbe essere quella del multiplo dello stipendio, però andrebbe a danneggiare le società medio piccole che tengono in piedi i bilanci vendendo giocatori.
Un’altra sarebbe (sul modello americano) semplicemente vietare la vendita dei giocatori (si possono solo scambiare) ma richiederebbe una rivoluzione completa dell’organizzazione calcistica non solo italiana ma mondiale.
Sinceramente non so.

zzzi

Ciao , a quanto mi dissero qualche anno fa (lo riporto senza avere alcun riferimento), già attualmente lo stipendio dei giocatori è in qualche modo vincolato al valore dell’eventuale compravendita. Non ricordo la percentuale minima rispetto al secondo.

Per il resto, ad oggi il Chievo Verona resta l’unica squadra condannata per plusvalenze in ambito sportivo, con ammenda pecuniaria e 3 punti di penalizzazione. Sentenza del 2018.

Sempre a quanto mi hanno raccontato lo strumento “messo a punto” dalla UEFA per contrastare le plusvalenze spudaratamente farlocche dovrebbe essere quello del Fair Value (Far Value ?! – per @Sir Jo), stabilito da un pool peritale appositamente scelto, rispetto al quale confrontare i valori delle compravendite. Il tutto resterebbe comunque ampiamente opinabile.
Certo andare a tirar giù valori da Transfermarkt (che peraltro stima solo il puro valore delle prestazioni sportive, senza nemmeno prendere in conto la durata dei contratti in essere ed altre questioni) pare davvero ridicolo…
Almeno rifarsi a siti professionistici (e a pagamento) come quello sul quale a Paratici risultò che Suarez aveva passaporto italiano…

Dab

E certamente funzionerà benissimo, è peno di gente che invece di lavorare con lauto stipendio nei grandi club si mette a fare valutazioni competenti sulle prospettive di un giocatore 🙂

Posto che poi quelli che lavorano nei grandi club prendono delle cantonate mostruose pure loro (solo nel nostro piccolo 8 milioni l’anno a uno arrivato già rotto, Zaniolo valutato come una cinquecento, ,Pogba diciottenne lasciato andare a 0 ecc, Cannavaro scambiato per un portiere di riserva, Haaland non preso per 3 milioni:) )

Scherzi a parte se ci sono di mezzo i soldi veri, ovviamente la valutazione di un giocatore è legata allo stipendio (oltre alla durata residua del contratto), una società stanzia un tot per un giocatore, che poi vadano in ammortamenti o costo del personale cambia poco 🙂

Rosario Frattini

Semmai rispetto alla tua idea di multiplo dello stipendio per stabilire la congruità della valutazione, un buon deterrente potrebbe essere parametrare L’ ingaggio al costo del cartellino.
Vedremo, secondo me, un drastico calo delle quotazioni. Altro provvedimento potrebbe essere la netta separazione delle figure e delle funzioni fra procuratori, professionista che cura gli interessi del calciatore e quindi pagato dallo stesso è quello dell’ intermediario che cura invece le transazioni e le cui parcelle, anche queste regolamentate, sono divise fra le società, in percentuali da stabilire fra venditore ed acquirente.

Dab

L’idea non sarebbe sbagliata, ma va a cozzare credo contro varie direttive comunitarie, si andrebbero a ledere i diritti dei lavoratori con quello che potrebbe essere tranquillamente definito un accordo di cartello: non si fa fatica ad immaginare due squadre che si scambiano due giocatori valutandoli un euro per tenere bassa la retribuzione.

Rosario Frattini

Gli ultrà del liberismo ti risponderebbero che è il mercato a fare le valutazioni. Io non sono un liberista e meno che meno credo in un mercato “perfetto “ quindi ho i tuoi stessi dubbi.

Tiziano

Ho pensato la stessa cosa, i magheggi esistono e sono evidenti nel mercato pallonaro italiano.
ll sistema di valutazione della procura era ridicola ma il colpo di spugna della FGCI è ancora peggio.

il radarista

Ciao

In ogni caso ADL non si sarebbe spaventato. Un po’ di multe ai giocatori e recupero certo.

Buona Pasquetta

Dab

trovino procuratori decenti, il problema è che gli avvocati bravi costano 🙂

laura

O.T.
In primo grado assoluzione per tutte le 11 società in giudizio per il tema “plusvalenze”. Ora vedremo in appello cosa accadrà. Parrebbe che l’idea del PM di utilizzare le valutazioni di Transfertmark come prova del reato sia risultata ridicola (avesse basato il tutto sulle aste del fantacalcio invece…). Il mio non è un giudizio di merito o di valore sulla opportunità di certi accorgimenti finanziari ma che si monti un teorema accusatorio su questi elementi di prova deprime la giovane studentessa in giurisprudenza che da qualche parte ho ancora dentro di me.

2010nessuno

Non per deprimerti ancor più, ma pensi che montare un impianto accusatorio così, come dire, campato per aria, riguardi solo questo ambito? Ti suggerisco, se già non l’hai fatto, di leggerti l’ultimo saggio di Sabino Cassese, da poco uscito in libreria.

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Il mister italo tedesco sapeva che bastava stare attenti dietro, l’Atalanta fa sempre il possibile, soprattutto in casa per far segnare gli avversari, la Dea non mi aveva convinto del tutto nemmeno nelle ultime 3 positive partite di coppa ,figuriamoci ieri , comunque l’ho già criticata tante volte adesso la chiudo qua , a parte le corazzate qualcuna comunque deludente, da tifoso occasionale atalantino e a tempo ahimè pieno napolaziale, non posso che invidiare e soprattutto ammirare la garra ,gli attributi o quello che volete di squadre minori ,si parla tanto e giustamente del Villareal , ma anche dell’Eintracht Francoforte (nona in Bundesliga ) che è andata a vincere a Barcellona , il quale al San Paolo sembrava di un altro pianeta, e il West Ham 6sto in Premier che ha vinto nettamente a Lione che aveva eliminato il Porto, che ci aveva estromesso (però con onore ) dalla coppa . Capitolo Roma con la sportività donatami dal mio doppio tifo, grande partita e bella vittoria, proprio questo 4-0 rende ancora più umiliante lo score totale di 4-10 subito dai giallorossi nei precedenti tre incontri con i medesimi avversari, magari il Bodo si è un pò indebolito e non è abituato a certi palcoscenici , però credo che anche se l’avversario è modesto quando giochi bene ,giochi bene,vedremo col Leicester se sarà vera gloria, gli inglesi col Napoli non mi hanno strabiliato, in terra d’Albione pareggiammo a fatica ,ma dopo aver fallito molte occasioni e altrettanto a fatica vincemmo a Napoli, ma era il periodo in cui eravamo decimati, una Roma al meglio, non quella contro gli olandesi o dell’andata, credo possa giocarsela alla pari, in ultimo merita certo la citazione Zaniolo, e i suoi collaboratori , veramente belle le azioni dei gol, ovvio che pure lui vada rivisto con avversari più consistenti. A me piace essere obiettivo senza farmi influenzare dal tifo , poi va benissimo che ci siano personaggi come l’amico Bomba ,col suo simpatico folklore.

L'ESORCISTA

Crolla fragorosamente l’accusa della procura sulle plusvalenze.
L’inchiesta poggiava le basi sui dati del sito Trasfermarket 😳.
Pensavo che la magistratura avesse un limite alla cialtronaggine, evidentemente mi sbagliavo.
Un consiglio al procuratore, si dedichi alla fisica nucleare, so che Rubbia ha un bel blog, magari registrandosi e legiucchiando qui e là in tre anni prende la laurea.
Metodo Chiné brevettato.

Carlo

Meraviglioso, tu eri quello che scriveva “tic-tac, stanno arrivando le.procure” 🤣🤣🤣

L'ESORCISTA

I tribunali vengono ingolfati da gente che ha manie di protagonismo e che pensa di fare carriera grazie al clamore e non alle competenze.

Simodium

Ora ditelo anche a rd1959 che le valutazioni di Transfermarkt non contano nulla

Laura

Ciao Esorcista, al prossimo giro chiameranno il mago Otelma per valutare la congruità del prezzo di vendita dei giocatori. Sicuramente potrebbe fornire indizi più probanti di quelli usati a questo giro. Non so se ridere o disperarmi per lo squallore dei contenuti di questi “giuristi”.

L'ESORCISTA

E chi valuterà il prode Chiné?
Mai che si prenda un cialtrone e lo si licenzi in tronco per i danni procurati, mai, mai, mai, posto fisso a vita, stipendio e pensione garantita indipendentemente dai risultati conseguiti. Una vergogna.

Dab

Esorcista, si sta parlando di giustizia sportiva ,grazie a dio la magistratura ordinaria non c’entra nulla 🙂
Ho la vaga idea che l’inchiesta della procura di Torino sarà fatta molto più seriamente e credo avrà più o meno lo stesso risultato.
Detto questo, il problema delle plusvalenze farlocche prima o poi andrà affrontato a livello di sistema calcio. Come non ne ho idea.

Modifica il 5 mesi fa da Dab
L'ESORCISTA

Il problema è come si svolge il proprio lavoro e se lo fai da cialtrone ti dovrebbero dare un calcio in culo e via.

No Var

Evviva tutti assolti per le plusvalenze! il mondo del calcio rimane zona franca, dove l’illecito diventa lecito. Lunga vita al calcio e tanti anni di vittorie….

Dab

Perdonami ma, come già scritto, se la tua fonte di prova è transfertmarkt, meriti di essere perculato a vita e secondariamente deferito all’ordine degli avvocati (sempre che il procuratore federale lo sia)

Tiziano

Bella cornice di pubblico ieri a Roma.
I Norvegesi non hanno capito una mazza.

Non ha capito niente nemmeno il Barcellona con il Francoforte, un capitombolo inaspettato che fa saltare ulterioremente i vecchi riferimenti.

Modifica il 5 mesi fa da Tiziano
il radarista

Ciao

I dirigenti del Barcellona, a fine partita, hanno dichiarato che hanno perso soprattutto per colpa dei tifosi tedeschi che superavano, in numero, quelli del Barcellona. Hanno detto che la prossima volta bisognerà prestare più attenzione a queste cose. Insomma, dei tre gol subiti, due li ha fatti il pubblico.

Buona giornata e saluti

Tiziano

Ho letto, davvero una risposta patetica da parte dei dirigenti del Barcellona.
Quello che mi colpisce è che i blaugrana avevano fatto polpette di noi al Maradona.
Allo stesso tempo non credo che noi valiamo meno del Francoforte.
Oggi gira così, non c’è più niente di lineare nei pronostici.

Modifica il 5 mesi fa da Tiziano
astainvista

Speriamo che le voci che girano intorno al Milan, circa l’interessamento di un fantomatico fondo mediorientale, siano totalmente infondate. A Milano non si sente il bisogno di una nuova proprietà illiberale e codina.
Pussavia, sciò!

Modifica il 5 mesi fa da astainvista
il radarista

Ciao,

Beh, dopo che da San Siro è passato Berlusconi, uno Sceicco Arabo, sarebbe una boccata d’aria fresca. Non è che la storia di Berlusconi si possa dimenticare in un amen.

Bupona serata e saluti

Leo 62

Buongiorno Radarista,

Tutto giusto, è stato un periodo difficile… tra chi aveva Berlusconi, chi Tanzi e chi Cragnotti, poi c’era chi tra gli azionisti aveva direttamente la Camorra…
Saluti

Modifica il 5 mesi fa da Leo 62
il radarista

Appunto, non è il caso di fare gli schizzinosi. Anche se non sono d’accordo, “pecunia non olet”.

BUona Pasqua

commentanonimo

Non sono un “professionista” del calcio, anche se come molti qua, anche io guardo partite alla tele, ho giocato comunque da giovane e poi fino ai 40, sono andato per un periodo allo stadio e per qualche anno ho seguito il calcio giovanile…Mi chiedo perchè il calcio italiano arranca. Da cosa io vedo, uno dei motivi è sul piano tattico: l’Italia ha perso con la Macedonia su una loro ripartenza sullo 0 a 0; la Juve ha perso col Villreal prendendo sullo 0 a 0 un gol da sbilanciati. E ieri, la Dea ha addirittura preso una pappina sullo 0 a 0 al 20simo, lasciando 60 metri al Lipsia. Trent’anni fa o addirittura in prima categoria se prendevi una ripartenza sullo 0 a 0 il Mister ti capovolgeva. Ora è prassi che se giochi contro una squadra più forte e tecnica (lasciamo perdere la Macedonia) ti chiudi e riparti. E le italiane oggi ne hanno davanti parecchie più forti, basti pensare che noi gobbi ed i nerazzurri che siamo sulla carta i più forti d’Italia, ne abbiamo già una decina più forti di noi. Perchè per attaccare devi essere più forte, non più coraggioso, punto. Invece da noi una marea di nuovi allenatori non sanno giocare coperti anche perchè se no i giornali ti massacrano con il bel gioco. Ma nessuno si chiede perche Villareal ed Atletico vanno avanti? Son più deboli e difendono, altro che Villareal “buono” e Atletico “cattivo” come dicono alcuni qua che le partite mi sa che non le guardano! Chiedere a Mc Kennie se il Villareal è morbido. Ora gli spagnoli oggi hanno tecnica nei loro top teams, ma anche molta tattica difensivista nei loro teams di seconda classe, tattica che noi non abbiamo più. Altro aspetto, il livello atletico. Ora tolti gli spagnoli che secondo me non corrono molto, ma corrono con più cervello e tecnica di squadra, mi chiedo. A settembre siamo sempre scarsi perchè iniziamo tardi e correremo a marzo. Poi a marzo siamo di nuovo stanchi (vedi Italia e tutti i teams). L’impressione rispetto ad inglesi e tedeschi e francesi è che noi siamo sempre stanchi. Tanto è vero che poi si rinuncia alla EL per concentrarsi sul campionato, ma casualmente, vedi Napoli, arrivi alla partita che ti giochi la stagione con la FIorentina, senza coppe, ed arranchi. Io che vado a correre ho sempre saputo che più ti alleni e corri. più corri, da noi invece pare che se giochi troppo ti stanchi. A me sembra, piuttosto, che giocatori come Dybala siano invece atleti abbastanza scarsi, mi piacerebbe proprio vederli a confronto con uno che fa atletica. Boh. Saluti e buona Pasqua

2010nessuno

Si, giusto, hai scritto bene @commentoanonimo.

Maxx

Non è vero che più ti alleni e più corri. Ossia è vero sinché non superi una soglia, soggettiva per ogni atleta, per cui continuare a forzare risulta dannoso e allora occorre diversificare. La bravura è comprendere quale sia questa soglia

L'ESORCISTA

Spunto interessante il tuo, in effetti più corri più dovresti essere allenato, purtroppo dei preparatori della Juve non possiamo che dirne male i ns. o sono fuori forma o rotti.

Leo 62

Tutto molto giusto e condivisibile. L’aspetto in cui siamo più carenti è proprio quello atletico.

mario rossi

José mourinho è stato l ultimo tecnico a portare una coppa europea in italia, potrebbe essere colui che porta anche la prossima. Vedi la importanza di rivolgersi a professionisti veri piuttosto che a signori nessuno con seru tituli in bacheca.
Rimanendo sui numeri la terza semifinale in europea in 5 anni fa della roma per distacco la squadra italiana più capace di farsi rispettare in Europa.
E io non sono romanista eh

Modifica il 5 mesi fa da mario rossi
Mordechai

È vero, tre semifinali in cinque anni, non sono poca roba, comunque vada, tanto di cappello alla Roma.

astainvista

Beh insomma… la cedola quinquennale, quella di valore, è in scadenza… le altre due valgono, una, quella dello scorso anno, meno di un ingresso ai gironi di Champions, e questa meno di un eliminazione ai gironi di EL.
Poi ci può anche accontentare, per carità…

Bombaatomica

Non ho visto ieri sera la gara della roma. Ho preferito passeggiare per le vie di Roma con quell’arietta primaverile che ti porta a sederti all’esterno di un locale per degustare un aperitivo e le sue delikatessen 😄👍 A casa, prima di addormentarmi, ho comunque letto l’articolo sul Trigorriere dello Sport… giusto per farmi 4 risate 😂

“Strepitosa partita quella di ieri sera della roma contro la squadra dei Galacticos 😂😂 Un 4-0 senza appello, senza scusanti, ha portato la squadra giallorossa a trionfare e a mostrare al mondo intero la sua potenza di fuoco.
La CNN ha aperto con una edizione straordinaria. BBC ha chiamato esperti di calcio di tutto il mondo per analizzare le gesta dell’ onnipotente squadra.
Mourigno ai microfoni: “la partita perfetta. I pulcini della Viterbese 😂sono stati sopraffatti dalla soverchiante contraerea romanista. Arbitraggio impeccabile: c’ha fischiato tutto a favore” 😂

Folle festanti hanno invaso la Capitale, dalla Patagonia al Nepal, dall’Alaska a Timbuctu.

Su Zaniolo cosa aggiungere? – prosegue l’articolo – Se non gli assegnano il Pallone d’oro, la Scarpa di Platino e la Ciavatta di diamante, sarebbe scandaloso. È il più grande giocatore che abbia mai solcato un campo di calcio. Dopo totti, naturalmente”.

Dopo aver letto questa ciofeca di articolo e immaginando già la calata dei Lanzichenecchi alla vittoria finale di quell’insulso torneo (ricordo, le squadre classificatesi dal 17esimo posto in poi 😂), la devastazione della Città Eterna da parte di questi vandali e le scritte sui muri deturpando le meraviglie di Roma, ho già prenotato una bella settimana al mare a maggio.
A Mergellina, in compagnia dei simpatici tifosi napoletani 😂😂😂

Modifica il 5 mesi fa da Bombaatomica
rd1959

Bombaato’, i campi di calcio non si solcano…
Ho visitato la mostra, ed è divertente: cosa non ti è piaciuto? Non c’è neanche un’opera che ti abbia intrigato? Ti rendi conto che tua moglie, romanista, capisce pure di arte più di te? 😁

Bombaatomica

Quei zappatori romanisti li solcano eccome i campi con l’aratro…. 😂

No, RD, l’arte contemporanea degli anni 2000 non fa per me. Va troppo oltre la mia capacità comprensiva 😄
Forse la parte più carina è stata l’opera policroma che si rifaceva alle volte della Domus Aurea visitata dai grandi pittori rinascimentali. Di più nin zo’ 😂🤷🏻‍♂️

Mordechai

Mi sa che di laziali (e pure di juventini) a zonzo per l’apericena ce ne parecchi in giro.

Nick

Juve, la quarta maglia ora è ufficiale: ispirata alla street art, domani il debutto.Andate a vedere le foto, sembrano quelle magliette da truzzi che puntano le straniere tedesche sulla spiaggia di Riccione. Manca solo che i pigiamati scendano in campo con queste maglie e il pacchetto di MS conservato nel risvolto della manica.

Modifica il 5 mesi fa da Nick
2010nessuno

Nick scusa eh ma a proposito delle spiagge di Riccione ed appresso, ti posso assicurare che tante turiste tedesche ma anche francesi, svizzere, austriache, svedesi, finlandesi, ecc. ecc., hanno tanti bei ricordi…

R.T.

Da che pulpito…..

Screenshot_20220415-172510_Chrome.jpg
Dab

dio mio spero, ma non ci conto, che quelle della Juve siano un po’ meno peggio.

Mordechai

Hai ragione, roba tra truzzi, non che la vostra home l’abbiano esposta al MOMA, comunque.

Dab

oddio forse il MOMA era il posto giusto 🙂

Claudio Mastino 62

Mi dispiace per l’Atalanta che ieri sera, perdendo in casa con un buon Lipsia, squadra ben messa in campo dall’allenatore Tedesco di nome ma calabrese di fatto, ha finito la sua bella avventura in Europa League. La squadra tedesca ha meritato di vincere, ciò non toglie che c’era un rigore per
la Dea che l’arbitro, pur sollecitato
dal Var non ha ritenuto di assegnare ; confusione totale da parte di questo mediocre arbitro che poco prima aveva punito un fallo di mano fuori area molto meno evidente di quest’ultimo fallo di mano avvenuto dentro l’area dei tedeschi.
Mi dispiacque ancora di più quando l’Atalanta di Stromberg guidata dal compianto Emiliano Mondonico arrivò tanti anni fa in semifinale di Coppa delle Coppe per poi uscire con I belgi del Malines che obiettivamente erano
allora più squadra degli atalantini .
Grandissimo centrocampista lo
svedese, credo il capitano più amato dai supporters bergamaschi e bergafemmine,
giocatore di grande personalità,
vero leader in campo, bravo tecnicamente e di grande prestanza fisica, completo e sempre nel vivo del gioco , onnipresente in ogni zona del campo, vero trascinatore della Dea
con cui militò per otto lunghi anni ;
con la sua esperienza, aveva vinto
una Coppa Uefa con il Goteborg e
aveva perso una finale sempre della stessa Coppa con il Benfica,
fu uno degli artefici di quella magnifica e coraggiosa avventura
in campo internazionale della Dea
che a quei tempi non era certo al livello dell’Atalanta di Gasperini e non godeva dei favori del pronostico, ma fu una piacevole ed inaspettata sorpresa per tutti.
Comunque i tifosi dell’Atalanta e tutti gli sportivi devono essere orgogliosi di quello che ha fatto
vedere la Dea con Gasperini, sia a livello di gioco che di risultati e pur
non vincendo niente si è sempre mantenuta ad ottimi livelli, questo
soprattutto grazie ad un suo ex giocatore, il Presidente Percassi.
Poco dopo l’inizio della stagione in
corso però la bella squadra atalantina ha cominciato a dare segni di cedimento, il bel giocattolo
ha iniziato pian piano a sfasciarsi, ci sono state defezioni importanti, in primis quella di Ilicic con il suo lungo infortunio, fuoriclasse praticamente impossibile da sostituire degnamente e quella di Duvan Zapata, altro giocatore fondamentale nel tipo di gioco attuato da Gasperini nonché quello
di Gosens addirittura poi venduto
all’Inter ed altri diversi infortuni ;
ultimamente le scelte di mercato
non sono state buone come prima,
i sostituti non si sono rivelati all’altezza di quelli che se ne sono andati, anche grazie all’allontanamento di Percassi che ha venduto la società.

EhEh

Quindi stai suggerendo che il vero nome e’ Zanioro
e che noi lo conosciamo in altro modo
solo pelche’ il contlatto e’ stato ledatto
da un palticolare managel dell’Intel?

DICE IL SAGGIO:
Glielo plovo in un momento
ecco qua il documento!
(Ten — LA PISTA DEI MOLTI SOLI )

Modifica il 5 mesi fa da EhEh
Riccardo

Bello il lapsus/typo “comincia a far gol” invece di “comincia a far gola” 😉

mikko

Questa bistrattata Roma con un allenatore che tanti hanno etichettato come bollito, mantene a galla un disastrato calcio italiano. La squadra gioca bene a sprazzi ma ha tanta mentalità. Ci sono allenatori cosi detti giochisti che si fanno lustro della loro identità di gioco ma non vincono nulla e poi quelli forse antipatici ma che hanno una bacheca ciclopica. Tutti rincorrono un posto nelle coppe per noi viverle come un fastidioso intermezzo settimanale ! La pazienza non è una virtù italiana e infatti si vedono i risultati a livello internazionale. Spero che adesso si tifi Roma anche oltre il GRA …

Luc 68

Molto contento per la Roma e ti dirò di più…. spero abbia la meglio anche sul Leicester …. la Nazionale ha bisogno di ragazzi di carattere e Zaniolo sta crescendo bene.
Ma vi immaginate un centrocampo con Zaniolo Jorginho Tonali e i rimpiazzi Locatelli Verratti e sceglietene voi un altro….

il radarista

Ciao

A me sembra che Zaniolo abbia tenuto in piedi la baracca dal cui tettuccio Mourinho rischiava di cadere.

Buona giornata e saluti

Mordechai

Io (fuori GRA, juventino e burino ciociaro) sono molto contento per la Roma, magari portasse a casa ‘sta benedetta Coppa …

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

La penso come te sia per sportività e sia perchè si distrarrebbe credo almeno un pò dal campionato , ti devo una risposta ,mi ero assentato causa le peripezzerie della vita,, abito a Nettuno, per questo ti chiedo di consigliarmi qualche posto da vedere piu’ verso est grossomodo,visto che la costa la conosco, ti ringrazio e ti saluto, e comunque se ci fossero altri avventori del bar in un certo raggio di km disporsi a muoversi (come me ) e venire a Ceccano o altrove, penso sarebbe bello incontrarci a chiaccherare (e non solo ) intorno a un tavolo , ho 64 anni , ma ho la presunzione di dire che mi conservo abbastanza bene, come il mio apparato digerente .

Mordechai

Piacerebbe anche a me…di anni ne ho 61, portati (così dicono) benone, nonostante di solito magno e bevo come se non ci fosse un domani.
Ciao!

myway

Anche ieri sera l’Atalanta ha fatto l’atalanta, ma solo a metà: quella brutta. Aveva segnato in tutte le 12 partite europee di quest’anno; ieri sera l’unica partita che non è andata a segno. La brillantezza del gioco offensivo è ormai un ricordo; e i motivi sono chiari da tempo.
Gasperini, dominante con le scelte tattiche dell’andata, questa volta è stato nettamente battuto dal collega Tedesco. Il tecnico ospite ha messo tatticamente nei guai l’Atalanta.
A noi qui, preoccupa l’incapacità di Gasperini di modificare l’aspetto tattico della squadra e, soprattutto, la costanza nel ripetere gli stessi errori, anche nelle scelte dei giocatori “sbagliati” o mezzo infortunati, etc. Quante partite, anche in campionato, tatticamente perse nella stessa maniera!
ll primo gol preso ieri è fotocopia di altri 15… presi quest’anno a BG. Ma cavolacci: nessuno a Zingonia può dire al Gasp che il disco si è incantato o rotto? Qualcuno glielo dica per favore. Scelte sbagliate e ripetute (De Roon su Nkunku? Incredibile).
Ripeto che l’Atalanta comunque non meritava di vincere e, sulle due gare, di qualificarsi: il Lipsia ha fatto di più e meglio; e il verdetto è giusto. Il Lipsia ha meritato; si è confermato un’ottima squadra, in questo momento superiore all’Atalanta, con fraseggi veloci e di grande qualità. E poi, e poi, e poi … forse con il rigore te la giocavi.
 
Niente, così non vinci, soprattutto se a quello che il campo ha detto chiaramente, si aggiunge anche un grave errore arbitrale (aho’, siamo o non siamo al bar sport?).
Lahoz è uno dei migliori in assoluto, che performa come un pagliaccio (nel senso che arbitra sempre come se fosse al circo: il protagonista è lui, tutti lo devono notare e gli piace fare teatro). Lahoz ieri sera ha scelto di fare l’Orsato mandando aff.. il VAR che l’aveva giustamente richiamato per un on field review. E ha perculato l’arbitro del VAR in diretta televisiva. Mia libera traduzione dallo spagnolo:
aho’, coño, non ‘sta a rompe! Que idiota que eres! Pensi che le tue 16 telecamere abbiano visto meglio dei miei due occhi (mis dos pelotas) da pagliaccio? Er braccio sinistro, quello destro, quello sinistro e destro, quello destro e sinistro, ma, gilipollas, capisci o non vuoi capi’? Cabron, eres un imbecil todo entero: come ti permetti di chiamarmi al Var, io arbitro di finale di CL? Y nunca te permitas volver a llamarme para revisar una acción! ¿Coño,comprendido? Que te jodas, cabròn.

E anche se le immagini mostrano chiaramente l’opposto di ciò che Lahoz ha erroneamente indicato in campo ai giocatori (dice lui: spalla, braccio lungo-attaccato al corpo), niente. Lui è lui; e gli altri sono gilipollas incapaci. Ma Olmo in barriera, ha «aumentato il volume» col braccio che ha colpito il pallone. Era rigore. Menatela come volete: errore grave, e con immagini chiare.
 
Niente, quest’anno è destino (destino?) che ci vada così in tutti gli episodi controversi. Neanche venisse giù il figlio di dio, riuscirebbe a cambiare l’infelice destino che ci ha accompagnato quest’anno anche con le decisioni arbitrali. Finirebbe pure lui crocifisso.
Basta così.

Cordiali auguri una Buona (e per chi crede, Santa) Pasqua al nostro ospite e a tutti. 

Modifica il 5 mesi fa da myway
Carlo

non era rigore

astainvista

Non solo, ma la punizione da cui è partito il tiro che ha provocato le proteste non doveva essere assegnata, perché totalmente inesistente.
La nonnina cotonata con la bile bollente e il suo attendete sul blog, possono tornare a casa. Muti.

Quattroquattronovetredue

A Formello gli hanno spiegato come affrontare la Roma.
Il prossimo ritiro lo faranno al Divino Amore.

Maxx

Avrei scommesso un euro sull’Atalanta, ma temevo la beffa per la Roma. Il Bodo visto ieri sera è entrato in campo già sconfitto. Gli occhi e le facce dei norvegesi, travolti da un pubblico che numericamente superava gli abitanti della loro cittadina, erano carichi di stupore e di incredulità. Penso che abbiano subito un colpo psicologico. Non sono mai riusciti a mettere quell’intensità e organizzazione vista nelle partite precedenti. Certo col senno di poi viene da dire: era facile! Arrivavano da 35 risultati utili consecutivi e che non fossero poi così scarsi si era visto. Che la Roma fosse più forte era ovvio, ma quest’anno si paga un cambio radicale di approccio e impostazione che spesso ha impedito alla squadra di esprimersi nelle sue potenzialità.

Ora gira tutto bene e lunedì si va a Napoli, in una partita che porta tensione più ai partenopei che a noi. Il nostro obbiettivo è mantenere il quinto posto. Non facile dovendo affrontare Napoli e Inter in trasferta. Il Napoli però conserva le speranze di riagganciare la vetta e questa Roma è il peggior avversario del momento. Francamente non so cosa sperare. Ovvio che tifo Roma, ma mi spiacerebbe parecchio se il Napoli dovesse perdere il treno a causa nostra, cosa per cui una vittoria azzurra sarebbe allo stesso tempo gradita. Risultato peggiore per entrambe un pareggio.

2010nessuno

E dai Maxx, altro che colpiti dal pubblico quelli del Bodo, è stata la Roma che, più concentrata e determinata delle altre volte li ha colpiti quattro volte, altroché, e a parte Zaniolo a cui tanto di cappello, io vi invidio tanto e di più Abraham….

Mordechai

La Roma, a dire la verità, vale almeno tre volte il Bodo … quello che stupisce non è certo la vittoria di ieri sera quanto, piuttosto, aver beccato qualcosa come dieci gol in tre partite da una squadra di pippe al sugo come quella, questo sì che è un mistero insondabile.

ConteOliver

da ieri sera alle 23:00 circa il cartellino di Zaniolo ha avuto una leggerissima impennata 😉

il nostro Arrivabene mi sa che arriva-tardi…
lo doveva bloccare 1 mese fa, ora toccherà cacciarne almeno 50 😆

Il dubbio

Tranquillo, vigila la procura con i suoi parametri transfermarket.

Nessun giocatore potrà mai più essere venduto oltre il decuplo del suo attuale ingaggio.

Modifica il 5 mesi fa da Il dubbio
Massimo

Quindi chiunque segni 3 gol a un branco di dopolavoristi nordeuropei vale 50 milioni? Ora capisco le valutazioni che girano per presunti fenomeni, predestinati, fuoriclasse, crack, top player…

Mordechai

Al netto dei tre gol di ieri, a me Zaniolo piace molto, dipendesse da me lo porterei a Torino di corsa …

Leo 62

Con due crociati saltati difficile che venga su meglio di Saponara e Pjaca, il talento ce l’ha ma è molto discontinuo ed al prossimo infortunio serio finisce la carriera sic et simpliciter… poi lì davanti di discontinuo avete già Chiesa… al limite se c’è da farci un esperimento ti metti d’accordo con il giocatore gli fai scadere il contratto e te lo prendi a zero, non credo che rischi di andare da nessun altra parte.

Mordechai

Pure questo è vero, io comunque un pensierino ce lo farei, se recupera in toto (ribadisco “se”) è uno che può far bene, anche ad alti livelli.

Carlo

Anche a me piace molto, deve solo imparare a gestire meglio il fisico e soprattutto a tenere a posto le braccia, rischia ogni volta a mulinarle in quel modo

Massimo

Anche a me piace. Chiunque lo prenda, sempre che vada via da Roma, spero inserisca una clausola sui possibili infortuni, sperando ovviamente, sia per i club che per la Nazionale, che il ragazzo rimanga integro sia nel corpo che nella testa

Maxx

Il turpiloquio è lo strumento di una mente che non ha realizzato di essere fuori dalle coppe europee

Fulvio Terzappi

Ci sono certi turpiloqui che valgono come elegie

Modifica il 5 mesi fa da Fulvio Terzappi
ConteOliver

😆

Mordechai

L’Atalanta è uscita più per demeriti propri che per chissà quali meriti del Lipsia, i bergamaschi di due mesi sa, secondo me, se la sarebbero giocata quanto meno alla pari coi tedeschi fino all’ultimissimo secondo e avrebbero sicuramente potuto farcela.
Quell’Atalanta era ben altra cosa rispetto a quella di oggi, una squadra che indubbiamente (non sol il motivo) da diverse settimane si è involuta, come rattrappita su stessa, lo si sta d’altronde vedendo anche in campionato, dove sta beccando sberloni un po’ da tutti, anche da avversari che prima avrebbe agevolmente sderenato; peccato, soprattutto tenendo conto che con l’uscita a sorpresa del Barca, non sarebbe stato precluso nessun obiettivo finale.

Sulla Roma, che dire? L’avversario è quello che è, una “simpatica” combriccola di semidilettanti, però visto lo stato comatoso di tutti i nostri club, pure una semifinale di Conference non è cosaccia da buttare via. Col Leicester se la gioca e poi si vedrà, a me farebbe sinceramente molto piacere se alla fine portassero la Coppa in Italia.

myway

D’accordo con te.
Pensa che la dea aveva segnato in tutte le 12 partite europee di quest’anno… L’ho scritto sopra: la brillantezza del gioco offensivo è ormai un ricordo; e i motivi sono chiari da tempo. Motivi oggettivi (cioè, per dire … “senza colpevoli”) e motivi “soggettivi” (scelte concrete con responsabilità precise) ma sui quali non si finirebbe più di discutere. Non la vedo bene per il nostro fine campionato. Vari qui sul blog han già descritto le caratteristiche non proprio incoraggianti che si notano in queste giornate nell’Atalanta … Saluti.

Modifica il 5 mesi fa da myway
Mordechai

Bah .. non so, sai che ti dico? A me pare che in Italia tutte le squadre (Juve inclusa) abbiano perso un po’ il … gusto di giocare al calcio, l’aspetto puramente ludico voglio dire, nel nostro paese, attorno al mondo calcio, troppa tattica, troppi condizionamenti, troppe pippe mentali e, soprattutto, troppe sterili polemiche e troppe chiacchiere.
Poi, al confronto, vedi giocare nelle Coppe squadre provenienti da ogni dove, compresi i redivivi Rangers di Glasgow e ti accorgi che il più delle volte scendono in campo con mente “più libera” e, di conseguenza, pure con più voglia di fare e gambe più fresche.
Il nostro calcio è davvero invecchiato, e non sul piano anagrafico, bensì su quello dell’approccio tecnico/agonistico.
Bah…

Waters

Partirono in tanti, alla fine rimase il ” bollito”…

Il dubbio

Da quando, anni e anni oramai, arde il falò delle vanità, va benone anche ungersi di Bodø/Glimt.

Ossequi ragioniere.

(Li estenda anche a @Bruegel il Vecchio, se lo vede.)

Carlo

il bollito ci sta ancora bene, visto che la primavera tarda un po’ ad arrivare. Soprattutto quello di Giovanni a Padova o della Dispensa del Forte a Marghera, due posti molto diversi fra loro ma dove trovi ancora il bollito come lo faceva mia nonna

Leo 62

E fallo pure uscire ai quarti di Conference League dai norvegesi…

almayer

In salsa verde ha sempre il suo perché.

R.T.

Deve esserci qualche bug in questo Blooog… nel registro attività compaiono assieme i commenti di Bruegel il Vecchio e di Waters come fossero due nickname di una stessa persona … che strano 😇

Screenshot_20220415-122245_Samsung Internet.jpg
Dab

Registrare due account è faticoso 🙂

malandragem

Lmfao 🤣

Laura

🤣🤣🤣

Leo 62

L’Atalanta di quest’anno è fragile in casa, il Lipsia è più forte fuori casa, ed in generale più forte dell’Atalanta, tutto normale. André Silva è un altro di quelli che mi sarei tenuto volentieri. Possibile Finale tutta tedesca, ma c’è sempre un’inglese in giro, clamorosa la sorpresa di Barcellona, Xavi ha ancora molto da da lavorare.
La Roma batte il Bodoe Glimt al quarto tentativo, quello più favorevole visto che le squadre scandinave in questa fase dell’anno sono ad inizio stagione, in quattro partite 8 gol fatti ( e qui ci siamo ) e 10 subiti ( qui meno ), adesso il Leicester che aveva già mandato il Napoli agli spareggi, ma nel confronto diretto aveva fatto una vittoria in casa ed un pari fuori. Vero anche che le squadre inglesi vengono fuori meglio in questa fase della stagione. diciamo 55 Leicester e 45 Roma.

il ghiro

ROMA – BODO/GLIMT 4 – 0
La Roma di Mourinho è chiamata a cancellare la sconfitta dell’andata, meno pesante della precedente, ma pur sempre una sconfitta, contro i norvegesi del Bodø/Glimt. Lo SpecialOne schiera la migliore formazione attuale, fuori Veretout e Sergio Oliveira. Nel Bodø, assente lo squalificato allenatore Knutsen, rientra il castigamatti Solbakken, fuori Pellegrino. Arbitra lo spagnolo Sanchez, no VAR.
Attacca subito la Roma, corner da Pellegrini a Zaniolo che cross da dx, sulla respinta di Haikin si avventa Abraham e la sua zampata imparabile finisce in rete, 1-0. Poco dopo ancora un bello scambio tra Cristante e Pellegrini, assist per Zaniolo che infila Haikin, 2-0. Due minuti e va via Zalewski, Zaniolo chiama l’assist, puntuale il tiburtino gli recapita il pallone e Zaniolo di sx scucchiaia la palla in rete, 3-0. La Roma si mangia un paio di gol con Abraham, che prima pasticcia poi spara altissimo.
II tempo: su lancio lungo di Cristante Zaniolo addomestica il pallone, se lo porta avanti di testa e poi spara una bomba imparabile di sx sotto la traversa, 4-0. Giallo a Mancini, ciabattata di Solbakken, entra Felix per Zaniolo sofferente, entrano Larsen, Boniface e poi Mugisha, testata alta di Felix, entra Mvuka, si fa male Pellegrini, entra Oliveira, poi anche Veretout, Perez e Maitland-Niles, escono Abraham zoppicante, Miki e Zalewski, entrano Nordas e Kvile, ma non succede più niente, la Roma amministra la partita fino al fischio finale di Sanchez.
Ora uno si domanda: ma perché non giocano sempre con questa determinazione e questa pulizia tecnica? C’entra anche la debolezza degli avversari o è anche merito dei vari Zaniolo, Pellegrini e Abraham? Certo se Nicolò e Lorenzo giocassero sempre come stasera, se ne gioverebbe anche la Nazionale italiana. Invece purtroppo non è così, specie il cavallone spesso si intorcina in giocate senza costrutto, in galoppate forsennate, incaponendosi a dribblare intere difese avversarie. Poi bisogna fare i conti con i problemi fisici, ieri sera tutti e tre sono usciti zoppicando.
Col Leicester servono in buona forma fisica tutti e tre.     

il ghiro

ATALANTA – R.B. LIPSIA 0 – 2
Gasp schiera dietro la sua “quadrilla” per la feroce corrida contro i tori rossi del Lipsia, ai due centrali affianca Hateboer e Zappacosta, rientra Zapata dal 1’, con ai lati Boga e Malinovskyi, fuori invece Toloi, Maehle e il “disperso” Ilicic. Pronti a subentrare il fantasista Muriel, Pessina e Pasalic.  L’italo-tedesco Tedesco lascia in panca il talentuoso Szoboszlai, indisponibile Haidara, ma gli altri ci sono tutti, pronti a sfidare la Dea nella sua tana. Tutti spagnoli gli arbitri, in campo Lahoz, al VAR Martinez Munuera.
Tiro secco di Zappacosta, tiro di Henrichs deviato, poi tocca ancora a Henrichs, para facile Musso, tiraccio di A. Silva alle stelle, para Gulacsi su Malinovskyi, tiraccio di Zappacosta, poi va via Laimer sulla dx, lascia tutti indietro e in area serve Nkunku, che la sbatte in rete, 0-1. Fuori partita per ora Zapata e soprattutto Boga, brutta palla di Malinovskyi per Zapata, tiretto di Angelino per Musso. Fucilata di Koopmeiners alta, tiro cross di Zapata, para Gulacsi, tira Olmo facile per Musso, tira fuori Laimer, cross di Boga, chiude Orban, fallo di Zapata su Simakan. Male per ora la Dea, in ritardo su troppi palloni e imprecisa negli scambi. Il centrocampo tedesco finora ha avuto la meglio.
Ripresa: Rischia Musso su Laimer, corner, entra Muriel per Malinovskyi, giallo a Zapata, Freuler e Demiral, giallo a Orban, Hateboer in scivolata altissimo, entra Szoboszlai per A. Silva, tiro di Nkunku deviato da Musso, Muriel dà lo sprint, tiro alto di Boga, entrano Scalvini e Miranchuk per Demiral e Boga, poi entrano Adams e Klostermann, testa di Zapata facile per Gulacsi, giallo a Koopmeiners, entrano Halstenberg e Poulsen, testata di Zapata fuori, poi i tedeschi entrano in area in tre, palla a Nkunku, lo abbatte Musso, rigore, Nkunku fa centro, 0-2. Giallo a Hateboer, palla alta di Pasalic, la Dea non riesce a rendersi realmente pericolosa, giallo a Zappacosta, tiro di Zapata in fallo laterale e l’arbitro dice che ci si può fermare qui.  
Si salvano in pochi nella Dea, la generosità senza fine di Hateboer, Zappacosta, De Roon e Freuler e quache raro sprazzo di Muriel, la grinta di Scalvini. Tutti molto bene nel Lipsia, solidissima la difesa, ma ottimi i tre a centrocampo, Laimer, Kampl, D. Olmo, e bene anche A. Silva, sempre pericoloso lo sgusciante Nkunku. Ottimo al solito il vecchio arbitro Lahoz.

remo

Preso atto che l’Atalanta è uscita dalle coppe come da pronostico (vuoi per la forza dei tedeschi e vuoi perché il fuoco sacro che alimentava l’ardore dei bergamaschi si è oramai spento sull’altare dell’imborghesimento e del business)non ci resta che la Roma a tenere in alto il vissillo dell’orgoglio italico in una competizione, per la verità, paragonabile alla nostra serie B.
Come dire un Bodo caldo ( pardon un Brodo caldo) per il nostro calcio febbricitante e moribondo. Come direbbe qualcuno un Bodino (un Brodino.. maremma maiala)è sempre meglio di niente.

Mordechai

Remo, a me la Conference farebbe piacere vederla pure in bacheca a Torino, coi tempi che corrono farei poco lo schizzinoso…

TurinTurambar76

Zitta zitta terza semifinale europea per la Magica.
e Mourinho mi sta farevolmente ricredere

L’Atalanta con Zapata in forma forse se la sarebbe giocata meglio ma onore a quello che ha fatto in questi anni

Michele

Il livello del calcio italiano nelle competizioni europee vale ormai più o meno quello turco.

EroAdAtene

L’Atalanta sconta alcune operazioni di mercato non buone ma soprattutto le assenze lunghe di Zapata e Ilicic. Nel calcio se non fai un goal in più dell’avversario…

Mordechai

Ma lo sloveno da quando è fuori? E perchè, poi?

Simodium

Dicono per depressione

Mordechai

Sul serio?

Simodium

Dicono. Non lo so.
Nel dubbio, non prenderla seriamente

Napoli nel cuore

Culo finito, in Europa finiscono tutti ammoniti dopo pochi minuti e non si possono permettere di minacciare gli avversari.

Ted Lasso

Peccato.

No Var

E anche la Dea saluta le coppe, ci rimane la Roma. Ultime due qualificazioni ai mondiali toppate intervallate dalla vittoria nel recente Europeo ( un raggio di sole). Le ns. squadre di club non vincono una coppa da 12 anni, il ns. campionato è scivolato sempre più in basso. Da una recente ricerca risulta che i giovani non seguono più il calcio; le pay-tv perdono abbonati ed introiti. Per non parlare di plusvalenze, indebitamento finanziario e perdite di bilancio. Il fondo ancora non si vede? siamo fiduciosi il futuro non potrà che arriderci…

Sir Jo

Adesso vediamo un po’ la Roma …

Modifica il 5 mesi fa da Sir Jo
Sir Jo

Ampiamente prevedibile: una passeggiata del Lipsia. Con la rosa attuale faticherà parecchio anche a restare in Europa. Per bravo che sia Gasperini, senza giocatori non è che possa far molto di più. La domanda piuttosto scontata è se per caso il risultato della corrente stagione non sia un brutto segnale proveniente dal cambio di proprietà.

107
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x