Champions League, Manchester City - Real Madrid 43

Lo spettacolo della Champions League è di un altro pianeta, Manchester City e Real Madrid regalano uno show assoluto con la squadra di Guardiola che domina la prima parte di gara, De Bruyne e Jesus sembrano poter regalare al City la vittoria della qualificazione alla finale, i gol di Foden e Bernardo Silva potrebbero essere definitivi Ma il Real Madrid di Ancelotti risale la partita con i suoi campioni e il solito Benzema, perdendo di misura e tenendo comunque aperta la strada della finale. Campioni in campo, ritmo e intensità, squadre a tutto campo, arbitro che fischia pochissimo e lascia giocare, tanti gol. Insomma un calcio che oggi, purtroppo, è lontanissimo dal nostro

UEFA CHAMPIONS LEAGUE 2021-2022

SEMIFINALI ANDATA

(clicca sulle partite per cronaca, tabellino, statistiche)

Martedì 26 aprile 2022

Manchester City – Real Madrid 4-3

(2′ De Bruyne MC, 11′ Jesus MC, 33′ Benzema RM, 53′ Foden MC, 55′ Vinicius RM, 74′ Bernardo Silva MC, 82′ Benzema rig. RM)

Mercoledì 27 aprile 2022

Liverpool – Villarreal 2-0

(53′ Estupiñán aut. L, 55′ Mané L)

SEMIFINALI RITORNO

Martedì 3 maggio 2022

Villarreal – Liverpool

Mercoledì 4 maggio 2022

Real Madrid – Manchester City

FINALE

PARIGI

Sabato 28 maggio 2022

***

DA DE BRUYNE A BENZEMA, CHE SPETTACOLO

Dal velocissimo gol di testa di De Bruyne al cucchiaio di Benzema, Manchester City-Real Madrid è stata la quinta essenza del calcio, spettacolo puro. Che adesso speriamo pure si replichi al ritorno: la partita è aperta, il Real Madrid ha avuto la bravura e la forza di reagire alla strapotenza iniziale del City di Guardiola.

  Una partita emozionante, spettacolo totale. Come un concerto dei Rolling Stones, tanto per rimanere da quelle parti. Mi ha stupito molto la veemenza con cui il Manchester City ha affrontato il match, la velocità delle sue azioni, i colpi dei suoi campioni, il calcio di Guardiola al meglio, ma senza quell’eccessivo che di cerebrale, a volte troppo complesso e costruito. Velocità e tecnica allo stato puro, culminata nell’ultimo gol di Bernardo Silva.

I GOL SPRECATI DAL CITY DI GUARDIOLA

Di gol il City avrebbe potuto farne dieci tale era la forza, la prepotenza e la capacità di arrivare davanti al portiere. Guardiola dice di non avere rammarichi particolari – “Un 8-0 sarebbe stato meglio, ma di solito contro il Real Madrid non succede” – ma il senso di un’occasione sprecata c’è sicuramente. Ce ne potremo rendere meglio conto al ritorno.

  Il Real Madrid ha reagito bene quando sembrava che fosse in ginocchio e già escluso dalla possibilità di arrivare alla finale. Lo ha trascinato come al solito Benzema con una doppietta fondamentale: il gol che riapre la partita e il rigore che ferma il risultato sul 4-3. Il Real Madrid ha segnato magistralmente i gol che gli servivano per non far spegnere la fiamma della speranza di qualificazione.

  La squadra di Ancelotti è stata più cinica ed essenziale, ha avuto meno occasioni, ha dovuto risalire la china, ma ha contribuito tanto quanto il City a questo spettacolo mondiale.

E IL CALCIO ITALIANO STA A GUARDARE

  Ci saranno stati un paio di miliardi di giocatori in campo nello stadio del Manchester City, ma non è stata solo un’esibizione di quella strapotenza finanziaria che oggi fa la differenza. C’è stato anche molto altro, soprattutto atmosfera, la voglia di fare qualcosa di speciale, giocatori che non si fanno condizionare dalle solite paure.

Resta alla fine una considerazione su quanto noi si sia distanti da questo calcio qui, per qualità, ricchezza di campioni ma ormai anche mentalità. Al momento non ci resta che scacciare il pensiero e aspettare impazienti che le squadre di Ancelotti e Guardiola si scontrino di nuovo.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

***

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
101 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

ConteOliver

Spiaze😘

Laura

🤣

Aigor

Almeno abbiamo tolto un peso dallo stomaco al povero Gresko, anche questo è fare del bene!

Michel

Comunque che noia sarebbe questa Superlega zeppa di partite come City Real tot volte all’anno. Mille volte meglio Empoli-Salernitana e Cagliari-Genoa.

Maxx

Per me potete farvi la Superlega, la IperCoppa, la GigaChampion…basta che poi non venite a rompere i marroni nel campionato italiano.
Se tanto vi piace..prego! accomodatevi! la porta per uscire dall’uefa è aperta, nessuno ve lo impedisce.

rd1959

Cara Michel, capisco il concetto che vuoi trasmettere. Però, a mio modo di vedere, vai a scontrarti con qualche problema.

  • In questa stagione, e in parte anche in quella dell’anno scorso, io mi sono potentemente annoiato anche guardando molte partite della Juventus, del Milan e dell’Inter, e questi erano i tre club selezionati con criteri discutibili per entrare nella cosiddetta Superlega. Questi tre club non hanno fatto esattamente un figurone, negli ultimi cinque anni, nelle competizioni europee alle quali hanno partecipato. Se tutti giocassero come si sono affrontati il City e il Real Madrid, o come hanno fatto il Liverpool e perfino il Villareal, avresti in parte ragione a rimpiangere la Superlega. Però, a parte le tre italiane, sarebbero sufficienti le gare con l’Atletico Madrid per non vedere lo spettacolo visto ieri e martedì sera. Se ricordi, il City con la squadra di Simeone non era minimamente riuscito a mettere in scena il calcio effervescente che ha messo in scena col Real. Si gioca sempre in due: ricordi la gara di ritorno del Milan, l’anno scorso, col Manchester United?
  • Qualsiasi nuova competizione deve affondare le radici nei numeri. Quindi, la cosiddetta Superlega, come ho già scritto, si sarebbe potuta prendere in considerazione con maggiore benevolenza se avessero preso in considerazione le prime 15 del ranking Uefa, prevedendo poi che ogni anno le ultme tre in classifica sarebbero state sostituite dalle tre migliori della Champions. Un torneo a circuito chiuso non è esattamente il massimo della sportività. Può funzionare nel basket, a mio avviso nel calcio non è proponibile.
  • Essendo questa cosiddetta Superlega stata pensata e proposta – malissimo in entrambi i casi – manu militari, non sarebbe possibile alcuna osmosi con le competizioni organizzate dall’Uefa, quindi rimarrebbero per sempre le 15 selezionate in alcuni casi con criteri antisportivi, essendo diversi club tra i primi 15 del ranking rimasti fuori per una scelta calata dall’alto dai proprietari della Juventus, del Real Madrid e del Barcellona, e altri come il Bayern e il Psg non interessati a partecipare.

Ciao.

Maxx

Renato, la Superlega non funziona neanche nel basket. Certo se lo chiedi ai tifosi dell’Olimpia funziona benissimo, però ricordo che Roma aveva una squadra capace di vincere scudetto e Coppa Campioni, il mitico BancoRoma di Larry Wright, e a valle della Superlega il basket è scomparso da Roma. L’assunto secondo il quale i tifosi tutti sarebbero confluiti nella squadra milanese è un assurdo nel basket, figuriamoci nel calcio. Il basket è sparito dal centro sud Italia, o quasi, e la nazionale ha ridotto drasticamente il proprio bacino di utenza.

Calabrese Juventino

La Superlega funziona benissimo, grandissimi atleti, giocate spettacolari, partite tiratissime e le squadre fanno la corsa per occupare i posti liberi, e non è certo colpa sua se il basket è scomparso da Roma. E il sud, con Sassari, Brindisi e Napoli si difende.

Tiziano

Vedo che stai rivalutando il circo.

Modifica il 5 mesi fa da Tiziano
Nicola Romano

Hai visto come si e’ scansato il Bologna il 27 aprile, l’ anno scorso non ti ha dato fastidio che all’ ultima giornata dopo mezz’ora. era gia’ sotto di 3 gol contro di voi, buona notte .


Carlo

Beh, anche Bologna-inter non è male 😉

rd1959

Non è un altro sport, è un’altra filosofia di calcio. Da una parte si sono resi conto che il calcio deve necessariamente essere anche spettacolo per giustificare le somme folli che guadagnano i protagonisti, in campo e in panchina, e hanno capito che gli appassionati spendono parecchio per vederli giocare, e quindi vogliono divertirsi. Così impostano le partite per vincere attraverso delle belle giocate, delle azioni e dei gol di qualità, mettono in scena un calcio effervescente, che ti fa pensare di aver speso bene la serata.

In serie A si privilegia un tatticismo esasperato, un’attenzione spasmodica per la fase difensiva e si cerca di vincere utilizzando in molti casi ogni tipo di furbizia possibile e immaginabile, anche sfruttando le scemenze scritte nelle regole d’ingaggio del Var. Spesso alla fine della partita abbiamo visto un tiro o due in porta, e la squadra che ha vinto magari è riuscita a ottenere un rigoriello da Var, o ha segnato un bel gollazzo in una mischia confusa. Di azioni spettacolari spesso neanche l’ombra, ma molti muscoli e molti polmoni buttati sul campo. E c’è ancora un discreto numero di appassionati, anche qui nel nostro blog, che si diverte a vedere queste partite… È un vizio antico, secondo Gianni Brera la partita perfetta era quella che finiva 0-0 perché le difese non avevano commesso errori. Con tutto il rispetto per un grande giornalista, a qualche decennio di distanza il concetto andrebbe rivisto, a mio modo di vedere.

Da una parte arbitro e Var intervengono con grande parsimonia, quasi non si vedono, i giocatori non strepitano ogni singola volta che l’arbitro fischia e il tecnico in panchina ha un atteggiamento normale. Subiscono un fallo, l’arbitro fischia, il giocatore si rialza e si ricomincia a giocare. Da noi vedo gente rotolare tra urla di dolore anche quando è stata appena sfiorata, e se lo sfioramente è avvenuto nell’area avversaria resta a terra parecchio, per dare il tempo al Var di vedere bene il mini-contatto. In Italia si chiedono con veemenza un paio di rigori a partita, si nega di aver commesso un fallo anche quando è stato nettissimo, e si protesta sempre e comunque, per partito preso, perfino su un fallo laterale. Il tecnico sbraita dalla panchina come un invasato, l’espressione stravolta è la stessa di Reagan McNeill nel suo letto. Guardate una partita della Premier o della Liga e vi renderete conto immediatamente di quanto l’atteggiamento dei 22 in campo sia diverso.

Ovviamente le squadre italiane poi nelle coppe europee fanno spesso ridere i polli, e ancora ci chiediamo perché. A me non importa che il City ieri ha preso due gol che in serie A non è facile vedere, m’interessa molto di più che ha creato otto o nove palle-gol nitide, e ha segnato quattro reti al Real Madrid, non all’Akragas o all’Albinoleffe. Fin quando si glorificheranno i tecnici che chiedono solo aggressività e pressione sull’avversario, una difesa arcigna protetta dai centrocampisti e la creazione di azioni di qualità è un optional perché conta solo il risultato non andremo lontano, nelle coppe europee. Tra l’altro quel gioco lo può fare Simeone, che non fa giocare l’avversario ma ha a disposizione quindici o sedici giocatori che danno del tu al pallone, le nostre squadre pretendono di metterlo in scena con troppi elementi che il tu al pallone non lo possono proprio dare.

Modifica il 5 mesi fa da rd1959
Expo

Due osservazioni sul calcio italiano:

  • parli di “attenzione spasmodica per la fase difensiva”: tuttavia, negli ultimi anni le squadre italiane non brillano affatto per qualità difensiva. Se consideri che i migliori difensori continuano ad essere Chiellini, Bonucci (!) e Acerbi, e vedi la scarsa qualità delle difese delle squadre meno ricche, è da parecchio che in Italia non si presta la giusta attenzione alla fase difensiva
  • parli di “molti muscoli e molti polmoni buttati sul campo”: in realtà, le squadre italiane brillano per scarsezza fisica, soprattutto in questa fase della stagione, quando tutti si muovono con riflessi lenti e sono afflitti da innumerevoli infortuni. Le squadre europee (soprattutto inglesi, ma non solo) corrono e danno l’anima in campo per 90 e passa minuti, per tutta la stagione. Magari si infortunano parecchio (da qui le rose lunghe) ma sicuramente l’impegno fisico è molto maggiore che in Italia. Se vuoi, l’impegno fisico in Italia si concentra nei tuffi, rotolamenti e nelle proteste.
Totonno58

Bellissimo spettacolo, ci siamo divertiti…però non sminuisco certo il valore delle due squadre (imbarazzante il paragone con le nostre) se dico che, tra gli ingredienti più divertenti, c’erano sicuramente le difese…

EroAdAtene

O.T. ma possibile che nessuna delle due squadre straricche di ieri sera non sia vorsa subito ad accaparrarsi il Paolino Dybala libero a Giugno? O son matti loro o forse sarebbe il cado di valutare meglio i termini “Campione” e “Fuoriclasse”

Er Palletta

Sul fair play: è lo stesso M. City di Atletico Madrid – Man. City di 2 settimane fa? Ma non si erano rotolati continuamente e poi hanno pure fatto a botte?

Er Palletta

Quello di ieri sera è stato uno spettacolo allestito con il migliore dispiegamento di mezzi, cioè uno spettacolo costato un sacco di soldi.
Ricordo sommessamente che Real e City erano (sono) tra i promotori della Superlega, cioè il calcio dei ricchi.
Superlega necessaria per trovare i soldi per pagare Modric Benzema De Bruyne, ecc.

Quattroquattronovetredue

Leggo che l’erede di Insigne viene dalla Dinamo Bitumi: il prossimo anno il Napoli asfaltera’ le avversarie.

Simodium

Ironia a parte, è forte.
Segnatelo

Calabrese Juventino

OT Manchester 7.

Calabrese Juventino

OT Manchester 6

Calabrese Juventino

OT Manchester 5

Calabrese Juventino

OT Manchester 4

Calabrese Juventino

OT Macnhester 3

Calabrese Juventino

OT Manchester 2

Calabrese Juventino

Come gia hanno scritto gli Stones non sono di Manchester e quindi vi beccate una bella serie di OT di gruppi mancuniani:

tamarrogigante

la partita è stata divertente, che poi sia grande calcio è discutibile

EroAdAtene

Interessante. E allora quale sarebbe il grande calcio? Quello di Simeone?

dif1956

Bella domanda! Il grande calcio è quello prodotto dalle grandi squadre e dai grandi campioni, siano essi attaccanti o difensori o portieri…

Mordechai

Match tuttaltro che esente da errori, soprattutto in fase difensiva si son viste cappellate niente male, però…vivaddio qusto sì che è calcio/spettacolo puro, due pesi massimi che salgono sul ring e se le danno di santa ragione, senza tanti tatticismi e senza tante furberia.
Obiettivamente, il confronto col nostro campionaticchio è sconfortante.

leopoldo

Il meraviglioso gioco di Guardiola qualche tallone di Achille ce l’ha. Ad esempio lascia troppo spazio ai contropiedi avversari. Il presuntuoso Fernandino tenta un anticipo folle su Vinicius. Il portiere non sembra un granchè.Come un pò tutta la difesa.
Il Real di Ancelotti non sembra una squadra fortissima con un bel gioco. Però è come un serpente, velocissimo a colpire in contropiede. Se Guardiola non vincerà anche quest’anno la Champions probabilmente potrebbe anche pensare a ritirarsi essendo lui un genio sarebbe anche capace di rinunciare ad almeno 10 anni di ingaggi faraonici.
Detto ciò consiglierei ad Allegri di andare in vacanza con Guardiola e di imparare un pò di schemi.
p.s. Il PSG sembra che voglia ingaggiare Conte. Ma lo sa che con Conte non ha mai vinto nulla in campo europeo? E in Italia ha vinto 3 scudetto con la Juve….. uno con lInter cosa che forse riuscirà a fare Inzaghi con una squadra più debole e senza le convulsioni psicotiche dello stesso Conte.

rd1959

Beh, di “convulsioni psicotiche” di Inzaghi ne abbiamo viste parecchie, forse lei non guardava mai le partite della Lazio. Ricordo perfino una partita, se non sbaglio di Coppa Italia, nella quale aveva inveito dal primo minuto e alla fine era stato espulso: rifiutò istericamente di lasciare il campo e andare negli spogliatoi, perché riteneva ingiusta l’espulsione. L’arbitro fu costretto a interrompere la partita per attendere la fine delle “convulsioni psicotiche” di Inzaghi… Alla fine lo accompagnarono fuori quasi di peso. Pochi minuti dopo il regista inquadrò l’entrata del tunnel che porta agli spogliatori, e c’era Inzaghi che guardava la partita in un posto nel quale, per regolamento, non doveva essere.

Ianmisugi

Senza convulsioni psicotiche riferito a Inzaghi mi pare un po’ forte…

Apolide dell'orda

Quando sbraita in slow-motion vale il prezzo del biglietto o, nel mio caso, dell’abbonamento Dazn.

Calabrese Juventino

🙂

leopoldo

l

Sydneysider

Sono d’accirdo con Leopoldo

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Caro dottor Bocca non sono d’accordo, i Rolling venivano da Londra, di Manchester erano gli Hollies di Graham Nash , a mio parere il quinto storico gruppo british e i Wayne Fontana and the Mindebenders, più recentemente mi pare che uno dei fratelli Carragher mente degli Oasis sia acceso tifoso del City, perdonate ma sono un gran appassionato di musica inglese degli anni 60 , venendo alla partita grande spettacolo di calcio senza sceneggiate proteste aree super affollate e braccia sempre alzate da poveri innocenti, gli inglesi mi sono sembrati superiori, a tratti nettamente, ma hanno fallito troppe occasioni e preso gol da polli, qualcosa è inevitabile concedere al Real, ma loro hanno esagerato, al ritorno sarà certo più difficile che con l’Atletico, non credo basterà difendersi ma bisognerà fare gol,non credo sia un’impresa vista pure la difesa dei madrileni , vedo comunque leggermente favoriti i citizen viste pure le sofferenze dei galacticos nei turni precedenti, dove c’è voluta buonasorte e vari errori avversari a cominciare da quello di Donnarumma, saluti e buon pranzo a todos.

Quattroquattronovetredue

Sei un appassionato distratto: Carragher giocava nel Liverpool. Però forse cantava pure lui.
Ciao

mario rossi

Di Manchester anche joy division buzzcocks smiths e stone roses nomi pesanti anche se non 60’s

Simodium

In tempi più “recenti” (prima decade del 2000) consiglio Oceansize e Amplifier.
Entrambi pseudo-prog, abbastanza elettrici

Nicola Romano

Abbi pazienza di costoro conosco non solo di nome solo gli Smiths ,credo saprai che la musica e’ alquanto vasta, non si puo’ stare appresso a tutto .

Calabrese Juventino

Marione, tu sì che ne capisci.

Calabrese Juventino

Sarebbero i fratelli Gallagher ma è un errore che ci può stare-

Nicola Romano

Grazie per la comprensione .

Mordechai

Bravo Nicola, non ti facevo così giovanottello…ricordi pure i Fairport Convention?
🙂

Nicola Romano

Si ho il loro album del 1969 non ricordo il titolo sai di cd ne ho parecchi. Oh bella il Bologna e’ passato in vantaggio , ma non doveva scansarsi ? . Ciao .

Mordechai

E già…ed invece un gran frontale! 🙂

Calabrese Juventino

La partita di ieri non è riuscita a coinvolgermi forse perchè sono un po’ saturo di calcio ma probabilmente perchè prima di cominciare a guardarla ho visto quella di Eurolega dell’Olimpia Milano, l’adrenalina era ancora in circolo e il passaggio da una uno sport in cui ogni azione può essere decisiva ad un altro in cui i tempi sono diversi si è fatto sentire. Fatto sta che lo zapping verso la partita della Virtus Bologna di basket che ha giocato punto a punto dal primo all’ultimo minuto e alla differita Maccabi- Real sempre di basket è diventato sempre più frequente, fino a diventare predominante la visione di queste ultime due rispetto alla partita di Champions. Non so se anche altri hanno avuto la stessa sensazione.

Ianmisugi

Non saprei… io venivo da Celtics – Nets…. 😉

Calabrese Juventino

🙂 E l’Olimpia quando l’hai vista?

Mordechai

Non so che dire, io ero tutto preso dalla prima puntata di “Primo appuntamento – Crociera”, amorazzi a bordo di una nave, presentato dall’ottimo Flavio Montrucchio.
Tutto molto bello.

Calabrese Juventino

Penso di aver diritto di esprimere quello che ho provato senza dover essere preso per i fondelli. Se poi devo scrivere che ho preferito vedere la partita di Champions al posto di quelle di basket posso farlo se ti rende contento.

Mordechai

Giuro che non ti prendo per i fondelli, perchè dovrei?
Ho davvero visto quel che ho detto di aver visto, mica è un crimine.
Il pallone m’ha un po’ sfranto gli zebedei, della partita di ieri solo una sintesina di tre minuti.

Calabrese Juventino

Scusa. Ho equivocato.

Antonio Juve

Lo spumeggiante Liverpool non mi pare che abbia fatto sfracelli contro l’Inter, anzi, ha vinto in modo anche italiano, con una certa cautela, sapendo gestire diversi momenti della partita.
Negli ultimi anni contro la Juve, l’unica squadra che ha dominato per larghi tratti di partita e’ stata l’Ajax. Porto Lione e Villareal si sono difese e hanno giocato di contropiede, Chelsea Atletico e Barcellona sono state battute o comunque ingabbiate almeno una volta nel doppio confronto.
Il calcio italiano e’ questo, da sempre. Se tutte le squadre giocano all’arrembaggio, allora il Brasile avrebbe vinto 8 campionati del mondo e l’Italia starebbe ferma alle due coppe rimet degli anni 30.
Secondo me non basta la favola del bel gioco per giustificare il calo del calcio italiano negli ultimi anni. Bisognerebbe scavare piu’ in profondita’, capire cosa succede a livello giovanile, e considerare anche gli aspetti economici: Real e Man City hanno una potenza di fuoco che nessuna Italiana si puo’ permettere (il Real in verita’ fino a qualche anno fa, quando vinceva Champions a bizzeffe). Sul calcio giovanile ho da sempre una mia teoria che e’ difficile da quantificare in modo scientifico, dico solo che quando ero piccolo i parchi sia del mio condominio che fuori erano pieni di bambini che giocavano a pallone, si azzuffavano, per ore e ore, pomeriggi interi. Adesso quando torno al paesello non vedo piu’ nessuno giocare, in alcune aree hanno proibito il gioco del calcio cosi hanno un bel giardinetto mentre in altre hanno messo piste ciclabili e panchine per far passare il tempo a chi porta fuori il cane

Anacleto Sarcazzo

Imi sembra un po romántica come visiones, voglio dire n spagna (almena a madrid) posso assicurare che i bambini che affollano le piazze per giocare non ci sono. Eppur….

dif1956

d’accordissimo. Infatti, semplificando, non vince chi attacca di più con un gioco spumeggiante o chi si difende meglio, con il catenaccio se necessario, ma vince la squadra più forte, a prescindere.

Xavier

Concordo, soprattutto sulla tua giusta riflessione su quanto poco oggi i ragazzini giochino in strada o al parco. E’ un bene, certo, vuol dire che il tenore di vita è molto cresciuto e ci sono tante altre cose da poter fare a quell’età, ma certo che il bacino di potenziale ricerca di talenti del Calcio decresce.

Mordechai

Ma perchè, in UK e Spagna (tanto per fare due nomi) i ragazzini ancora giocano a pallone sulla pozzolana, oppure lasciano lacerti di carne insanguinata sull’asfalto come quando io rincorrevo fanciullo un pallone in strada (50 anni fa, più o meno)?

laura

Partita bella e divertente, mi ha impressionato il goal di Vinicius e in più in generale la forma fisica dei giocatori di entrambe le squadre, correvano che era un piacere vederli. Il Manchester molto sciupone in alcune occasioni e il Real che trova sempre la forza di provare a riprendersi la partita. Buona giornata a tutti.

Quattroquattronovetredue

La coppia Benzema-Vinicius dovrebbe essere illegale. Averceli…

abbasso la maggioranza

Sono d’accordo sulla forma fisica e sulla corsa di entrambe le squadre e mi sono chiesto se non fosse una favola che in Italia si fa la migliore preparazione dei giocatori come si diceva un tempo. Siamo rimasti indietro anche in questo?

Modifica il 5 mesi fa da abbasso la maggioranza
laura

Temo di si….

Vipe

Con PSG e Chelsea il Real era “ fuori “ a 10 minuti dalla fine, col City ieri dopo 10 dall’ inizio… ed è ancora lì, pericolosamente.

Sergiod

Ma vi siete divertit? Io no, con quelle difese colabrodo, pochissimi falli fatti e nessun rotolamento in campo dei giocatori dopo un calcio, vero o finto che sia.
Tecnica davvero scarsa e troppi gol facilità sbagliati da giocatori che in serie A farebbero solo le riserve.
Medici, fisioterapisti e massaggiatori impossibilitati a muoversi dalle panchine, ritmi eccessivi di gioco raramente interrotto dal direttore di gara o da giri palla improbabili.
Volete confrontare il nostro bel calcio con quello visto ieri, contaminato da allenatori incoscienti e sprovveduti, uno dei quali fece malissimo in un club italiano?
Al calcio da oratorio visto ieri preferisco quelle belle partite nelle quali spiccano ii nomi di campioni prossimi alla pensione e anche di giovani che dopo aver fatto un dribbling diventano subito da Pallone d’Oro ed il valore del loro cartellino lievita a livelli top.
Vogliamo poi discutere sulla bellezza di un momento-Var con ì capannelli dei giocatori che vogliono spiegare all’arbitro cosa è davvero accaduto, loro che spesso sono impegnati ad alzare le mani dopo aver compiuto un fallaccio per dichiarare la propria assoluta innocenza?
Ma che bello uno zero a zero da sbadigli e da cross mai efficaci, da decine di tiri verso la porta mai arrivati a destino, da episodi che dal dopo partita sino al turno successivo di campionato fanno opinionare, discutere e supporre.
City, Real ed altre hanno i migliori difensori al mondo, quelli che giocano da noi? No di certo.
E vogliamo parlare dei bilanci economici dei nostri club, esemplari e sostenibili,direi anche green,rigorosamente non sintetici, giusto per usare termini molto di moda?
Ieri i tifosi presenti allo stadio del City hanno chiesto il rimborso del biglietto per lo spettacolo indegno proposto in campo (sette gol, che vergogna) e in Italia alla fine del primo tempo in milioni hanno virato sull’Isola dei Famosi, con le pupe ed i secchioni a fare da contorno.

Si fa per scherzare eh, ma sono sicuro che qualcuno non avrà apprezzato lo spettacolo di ieri sera. Il mondo è bello perché vario e chi si accontenta gode, giusto per dire banalità,come è banale il calcio italiano.

Xavier

Bravo!

CoCa1969©

La bellezza di un commento così è quasi pari alla partita di ieri sera.
Complimenti 😉

R.T.

Tutto vero quello che dici con grande ironia e sagacia, con due distinguo però :
1) il periodo dedicato al Var… lin occasione del rigore ( nettissimo) ho visto capannelli di giocatori pronti a negare l’evidenza che manco da noi …
2) non so se ti riferisci all’Ancellotti Napolista o a quello Juventino… sul primo non mi pronuncio in quanto non seguo troppo il Napoli, su quello Juventino avrei qualcosa da ridire… a parte la fatal Perugia non so quanti allenatori avrebbero gettato alle ortiche un campionato che a , vado a memoria, vedeva i B/N avanti di 9 punti a 9 giornate dalla fine.
Poi son questioni di punti di vista eh..

Sergiod

Certo, la perfezione non esiste ma a mio parere la differenza tra quello che succede in Inghilterra ed Itaiia è evidente. Ho un po’ esagerato,lo so, anche con Ancelotti che a Napoli non ottenne grandissima stima.
Seguo il calcio con leggerezza e sinceramente gli riservo l’importanza, relativa,che merita.

Angel from Turin

9 punti a 5 giornate dalla fine…

R.T.

Fa ancora ➕️ male!

Rosario Frattini

Dunque, pare che mi sia perso un evento calcistico epocale a dire poco. Sono in montagna in Abruzzo con una compagnia di cui nessuno, giovane , bambino o mio coetaneo nutre il minimo interesse per lo sport ed il calcio in particolare. Isolarmi per guardare la partita avrebbe confermato la mia e la loro impressione di essere vittima di un vizio o di una dipendenza. Oltre a quella di essere un maleducato. Cercherò di recuperare la partita una volta tornato a Napoli: mi mancherà il pathos del risultato ma mi basterà godere dell’aspetto estetico dell’ evento. Un piacere dimezzato ma tant’è .
Un po’ come vedere un film o uno spettacolo di cui molto si è parlato o scritto ma che comunque sai che ti piacerà vederlo.
Probabilmente mi farò coinvolgere dalla bellezza dello spettacolo. Un po’ come succedeva a Truffault che, rivedendo per l’ ennesima volta un film di Hitchcock, se ne faceva comunque prendere dalla bellezza e dai perfetti meccanismi narrativi. Lo scrive Truffault, ben inteso, non è che qui fra le altre cose faccio sedute spiritiche.

dif1956

dove sei di preciso?

Rosario Frattini

Scanno

dif1956

ok, goditelo. Se poi hai una mezza giornata vai a fare un giro al mio paese, Barrea

PAOLO68

il lago di Barrea è un luogo incantato a Febbraio con la neve di un tempo, sembrava di essere in Alberta.

Rosario Frattini

Per tornare a Napoli ci passo sempre.
Molto carina anche se Villetta Barrea mi pace un po’ di più.

dif1956

nooooo, non dire questo!!!!!!
sai la rivalità che c’è? E che tutti confondono Barrea con Villetta Barrea?
Sei stato nel centro storico di Barrea a proposito? Passarci in macchina non vuol dire niente

Rosario Frattini

Ho visitato più volte i due paesi. E non posso farci niente: preferisco Villetta.
Della rivalità non mi stupisco: il campanilismo esiste fra i quartieri della stessa città, magari limitrofi figurarsi fra paesini che distano un paio di km.

Mordechai

Ma pensa te, con un paio di amici siamo stati a Barrea domenica a pranzo…
Carinissima proprio, Barrea!

dif1956

Bravi!!!!

Xavier

“Non si deve andare in Abruzzo”, parafrasando Adolfo Celi, Amici miei Atto II, 1982…

Modifica il 5 mesi fa da Xavier
Leo 62

Bella,divertente anche, ma quelle difese non si possono vedere, soprattutto quella del City che regala almeno due gol… ma pure il primo… Senza regola del gol fuori casa favorito il City perché non credo che il Real possa vincere di due, ma certo con quella difesa non si può mai dire… e poi c’è Benzema…

Modifica il 5 mesi fa da Leo 62
mikko

La partita più spettacolare dell’anno. Come spettatore è un piacere un gioco senza soste e con soluzioni tecniche che danno un senso a questo sport per altri versi malato. 
A chi solleva critiche alle difese (anche giuste) pongo un quesito: preferite partite che finiscono sullo 0 a 0 con difese impeccabili ?

Mordechai

Mah…di sicuro preferisco uno 0 a 0 gagliardo e di qualità a certe improbabili goleade nella nostra serie A, frutto solo della terrificante pochezza di portieri e/o difensori, parecchi dei quali ai limiti della scelleratezza.

Angel from Turin

Dipende, difese impeccabili, non vuol dire necessariamente noise o brutte.

dif1956

Si

EroAdAtene

Mamma mia che spettacolo!!! Sarebbe stato un crimine non vedere una partita di quel livello. Ieri sera, difese allegre a parte (al Real mancava Casemiro e si vedeva), tutti bravi, Modric un poco sottotono all’inizio, ma poi ha regalato un paio di sprazzi memorabili. Real più fortunato che bravo, il goal di Benzema abbastanza caduale come traiettoria, e il City ha sprecato almeno tre occadioni nette. Al ritorno ci sarà da divertirsi ancora, pregusto già la frittatona di cipolle e la Peroni ghiacciata (cit.). Vorrei tanto che i vari presidenti nostrani, al momento di stipulare assurdi contratti a giocatori e mister nostrani, facessero vedere gli highlights di questo incontro, così da chiarire in maniera definitiva che vuol dire essere un campione sul campo o un tecnico vincente. Cosa colpisce di queste squadre è il dinamismo atletico, anche nei “vecchietti”, e il controllo di palla sempre perfetto. Non so se avrò il coraggio di vedere qualche altra partita del nostro scapoli-ammogliati che le TV e i giornali spacciano pet calcio.

Antonio Juve

Cosa c’era di casuale nel gol di Benzema? Sia il Francese che Modric lottano come leoni per recuperare un pallone nella meta’ campo avversaria, la palla finisce a Mendy che fa partire un cross perfetto per il piede di Benzema che al volo con una bellissima vole’ inganna la marcatura di Zinchenko e insacca.
Mi e’ parso piu’ casuale il gol di Jesus, Alaba non si capisce bene cosa combina, Jesus si gira e trova il marcatore lontano, deve solo spingerla in porta

Apolide dell'orda

Io ho capito alla perfezione cosa abbia combinato Alaba: definiscesi cappella.

luigi.iannelli

Partita impressionante degli azzurri che hanno perso malamente il campionato, ma ci hanno regalato una semifinale di Champions che ha ricordato Italia-Germania. Ha detto bene Spalletti “potevamo vincerla 8 a 0, ma come ad Empoli, quegli errori in difesa non si possono commentare”. Molto più diretto il presidente quando a fine partita ha detto ad Ancelotti: “Hai un culo che nemmeno il Vesuvio”.
Migliori in campo: De Bruyne, Insigne ed Osimhen per gli azzurri. L’arbitro ed il Var per il Real.

Calabrese Juventino

Incredibile. Neanche un riferimento ad Allegri.

malandragem

Deve essere stato lo shock per la ingiusta sconfitta del Napoli in quella rubatissima finale scudetto recentemente scippata e che devo essermi perso…

Michel

Spendere quanto il pil del canada per avere quella difesa tragicomica. Io un deca sul real al ritorno me lo gioco, ho capito dai
Un mio amico a Guardiola consiglia Ceccaroni e Modolo, con un paio di milioni sistema la difesa e risolve un po’ di problemi.

Antonio Juve

Anche la difesa del Real ieri ha lasciato quanto a desiderare, soprattutto nelle marcature individuali

Hell Piero

Ok, stasera, e non solo, bravissimi tutti. Non deprimiamoci troppo però, magari provando a imitare, migliorarsi, superare.

Nessuno 3

City – Real: m’aggio cunsulato!!
‘Nce vedimme

gab

Incredibile Madrid che come a Parigi, quando mi aveva fatto un’impressione molto peggiore di oggi, perde con un solo gol di scarto…stavolta il secondo e il quarto gol sono regalati, ma a fronte di altre palle gol il city è stato impreciso…poi laporte regala il rigore…sono di più i regali fatti dal city al Madrid, che sotto porta non sbaglia mai, implacabile.
Credo decisivo comunque l’infortunio di stones, con fernandinho terzino hanno giocato in 10…

Al ritorno spero onestamente di vedere meno errori/regali, e spero comunque passi il Madrid

Modifica il 5 mesi fa da gab
il ghiro

Manchester City – Real Madrid 4 – 3
Nella prima semifinale di Champions il Manchester City sfida in casa il solito Real, per l’occasione il catalano Pep Guardiola sfodera il meglio della casa, assenti lo squalificato Cancelo e Mendy. In panca i ragazzi di casa Walker e Grealish, con Gündogan, il vecchio capitano Fernandinho e il pupillo di KDB, Romeo Lavìa e una manciata di juniores. Due nazionali spagnoli in campo inglese, Laporte e Rodri. Gli altri stasera sono tutti in campo per guadagnarsi la finale. Nell’altro campo Ciccio Agnolotti schiera un Real in formazione tipo, unica variante in mediana con Valverde per Casemiro, restano in panca anche Vasquez, Nacho, il baby Camavinga e Asensio, oltre ai “gran reserve doc” Isco e il gallese Bale. A casa gli infortunati Hazard, Jovic e Mariano Diaz. Arbitra il rumeno Kovacs, al VAR il tedesco Fritz.
Al 3’ subito in gol il City, cross da dx di Mahrez per la testa di KDB, che infila Courtois, 1-0, poi al 10’ Foden va via a sx, salta Militao, tocca dietro a De Bruyne, palla a Gabriel Jesus, Alaba buca e il brasiliano la piazza dentro di piatto, 2-0. Errore di Stones, Benzema a Vinicius, tiro deviato da Dias. Errore di Ederson, Stones sul palo, ma c’era f.g. Poi da B. Silva a De Bruyne, palla a Mahrez, che egoista spara sull’esterno della rete, Foden era liberissimo a centro area. Errore di Stones, salva Dias, poi attacca il City, ma Foden tira fuori di poco. tira ancora Zinchenko appena fuori. Poi cross da sx di Mendy, Benzema anticipa Zinchenko e la scucchiaia in rete, 2-1. Tira Rodrygo da dx, Ederson in angolo, entra Fernandinho per Stones infortunato.
Ripresa: Entra Nacho per un goffo Alaba, scappa via Mahrez che spara sul palo, poi tira Foden ma salva Carvajal sulla linea. Ancora il capitano va via sulla dx, scambia e crossa per Foden, che incorna a incrociare, imparabile per Courtois, 3-1. Giallo al Pep, poi Vinicius ruba palla a sx a Fernandinho, fa velocissimo 50 metri di corsa, nessuno lo chiude e lui buca Ederson facilmente, 3-2. Entra Camavinga per Rodrygo, Zinchenko atterrato da Kroos, prosegue B. Silva che spara violento sotto la traversa, 4-2. Due tiri pericolosi di Mahrez e Modric, che lascia per Ceballos, fallo di mano di Laporte, giallo per lui e rigore per il Real, Benzema lo scucchiaia dentro, 4-3. Entra Sterling per G. Jesus, giallo a Fernandinho, tiraccio di Vinicius alle stelle, Ciccio lo caccia per Asensio, Dias due volte vicino al gol, mini-invasione di campo subito bloccata, giallo a Nacho e senza grandi recuperi la partita termina con la vittoria risicata del City. Niente pagelle, arrivederci a Madrid per la rivincita, speriamo in una partita altrettanto ricca di episodi divertenti e di giocate tecnicamente pregevoli, non sono mancate neppure delle cappelle clamorose, ma questo è il calcio, bellezza!

abbasso la maggioranza

Divertente ma il secondo gol del Real non è concepibile. Ci sta che l’attaccante salti il primo uomo ma che faccia tutta una metà del campo senza che nessuno vada a contrastarlo non è degno di una semifinale di Champions. Anche la difesa fa parte del gioco.

101
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x