Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

L’Inter è un lungo festeggiamento verso lo scudetto: resta solo da stabilire il quando, magari nel derby col Milan. E il come, magari col record dei 103 punti – ⚽ – Il Bologna è l’incubo della Juventus (-2) e Thiago Motta è l’ombra di Allegri – ⚽ – Milan sulle ali di Leao, quarta vittoria consecutiva: +6 sulla Juve e -11 dall’Inter. – ⚽ – La nuova Lazio di Tudor fa un brutto sgambetto e inguaia forte la Juventus, che sprofonda sempre di più. Allegri resiste tenacemente sulla panchina bianconera. Di dimissioni non si parla di certo. Ma la conferma a questo punto diventa una sfida ai tifosi che non lo vogliono più – ⚽ – Pasqua avvelenata per il Napoli dopo la beffa del caso Acerbi e la rottura con la Figc sull’antirazzismo, ecco gli schiaffi dell’Atalanta che vince 3-0 al Maradona. La stagione post scudetto è proprio un incubo, i tifosi napoletani reagiscono con un diluvio di fischi. A questo punto anche qualificarsi in una qualsiasi Coppa diventa un problema

L’INTER E LA LA LUNGA FESTA DELLO SCUDETTO

Lunedì 1 aprile 2014 – L’Inter ha ormai cominciato il conto alla rovescia. Non solo Lautaro e Thuram, ma una girandola di gol che arrivano in tante maniere. Il 2-0 sull’Empoli con i gol di DiMarco e Sanchez significa +14 sul Milan e dunque una specie di lungo festaggiamento da oggi fino a quando sarà scudetto e l’idea di tagliare il traguardo proprio nel derby col Milan.

Con otto giornate ancora da giocare per completare il campionato ci sarebbe a disposizione anche il record dei 103 punti, che non essendoci più né ChampionsCoppa Italia a disposizione potrebbe essere un buon metodo per portare questo campionato nella storia.

La vittoria sull’Empoli è la ripresa della marcia dopo la pausa del pareggio col Napoli e il campo lasciato aperto ai veleni e alle polemiche del caso Acerbi. Tutto sembra superato, in realtà proprio no.

LA FAVOLA DEL BOLOGNA E’ L’INCUBO DELLA JUVENTUS. THIAGO MOTTA L’OMBRA DI ALLEGRI

Il Bologna comincia davvero a far paura. Non certo ai suoi tifosi, anzi, agli altri. Non che fosse possibile un risultato diverso con la Salernitana che sta scendendo in B a precipizio, ma alla fine la collezione dei risultati e dei punti in classifica  è come un soffio di vento forte sulle ali spiegate. Tutto favorisce l’impresa.

 Non solo Zirkzee ma un collettivo forte – che la Salernitana ha dominato con i gol di Orsolini, Saelemaekers, e Lykogiannis – che ormai sta col fiato sul collo della Juventus. Appena due punti di distanza ormai. Thiago Motta sale candidandosi prepotentemente alla panchina della Juventus per il prossimo anno – posto che Allegri a questo punto resista fino alla fine del campionato… – la Juventus scende e perde colpi in maniera inquietante. La favola del Bologna è l’incubo della Juventus, e Thiago Motta è l’ombra di Allegri.

LAZIO, SARRI SI DIMETTE, LA SORPRESA E’ TUDOR

Sabato 30 marzo 2024 – Non è certo una Pasqua di resurrezione, anzi tutto il contrario, né per la Juventus, né tantomeno per il Napoli. Che beccano gli schiaffoni più dolorosi di questo primo mezzo turno di campionato.

  La pausa della Nazionale è servita alla Lazio per ricostruirsi dopo l’arrivo di Tudor al posto del dimissionario Sarri. La scossa psicologica e i rimescolamenti di formazione hanno generato una Lazio più energica e volenterosa che a tempo scaduto ha avuto ragione con Marusic di una Juventus, ancora una volta alle prese con enormi problemi in zona gol e che spesso si è limitata a mettere il pullman davanti alla porta. Per difendere poi uno 0-0…

JUVE A PRECIPIZIO, MA ALLEGRI NON SI DIMETTE

  La crisi bianconera è aperta, sempre più difficile, se non impossibile, difendere Allegri di fronte all’involuzione di squadra che viaggia ampiamente a ritmo retrocessione: 7 punti in 9 partite è ben al di sotto del limite dell’accettabilità. E ormai anche tutta questa certezza di qualificarsi in Champions League comincia a venir meno. Anche se Allegri se ne dice sicuro, contando molto anche sull’appoggio dei tifosi. Mah, se lo dice lui…

   La squadra contestata e fischiata sotto la curva è invece fatto ben inquietante, considerato che di Juventus, e cioè di un top club per eccellenza, stiamo parlando.

  Escluso che Allegri possa dimettersi come ad esempio ha fatto Sarri una volta constatato che aveva perso il controllo della squadra. Fino a una settimana fa si parlava addirittura di un possibile rinnovo di contratto, ma francamente era tutto abbastanza surreale. Non so se ora Elkann e Scanavino farebbero trapelare la stessa intenzione, anzi…

Napoli in crisi, ko in casa 0-3 contro l'Atalanta. Champions League lontana, a rischio la qualificazione nelle Coppe

Napoli in crisi, ko in casa 0-3 contro l’Atalanta

NAPOLI SHOCK, CARDONA ALLENATORE VIA TELEFONO

  Botta ancor più destabilizzante per il Napoli di De Laurentiis e Cardona, che nell’ultima settimana aveva allenato la sua squadra via telefono dal ritiro della Slovacchia. Anche questo, come sopra, abbastanza surreale. Ma non per la gestione autodistruttiva di De Laurentiis quest’anno.

  Messo da parte il caso Juan Jesus-Acerbi e consumatasi la rottura totale con la Federcalcio sull’ antirazzismo, restano comunque gli sganassoni presi dall’ Atalanta al Maradona.

  Cardona ha messo in campo un Napoli improponibile, ma fa tutto ormai parte di un quadro appeso alla rovescia. A cominciare dai fatali errori di De Laurentiis per finire ai gol spariti di Osimhen.

IL RISVEGLIO DI LEAO E I RIMPIANTI DEL MILAN

  La vittoria del Milan in casa della Fiorentina forse non sarà stata raggiunta attraverso la perfezione, ma sicuramente Leao è l’arma in più, fuoriclasse che forse sta finalmente raggiungendo la maturità, ritrovando equilibrio e ispirazione in maniera stabile e concreta. Gol e assist.
Leao, decisivo nella vittoria del Milan contro la Fiorentina

  Per il Milan fanno ormai quattro vittorie consecutive, +6 sulla Juventus e -11 dall’ Inter. Forse senza tutti quegli infortuni e quei travagli della prima metà della stagione adesso avremmo un altro Milan e addirittura un campionato ben diverso.

  Anche se comunque Pioli si giocherà la riconferma sull’ Europa League.

***

Open Bar, la chat diretta di Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

***

SERIE A 2023-2024

GIORNATA N. 30

Sabato 30 marzo 2024

Napoli – Atalanta 0-3

Genoa – Frosinone 1-1

Torino – Monza  1-0

Lazio – Juventus 1-0

Fiorentina – Milan 20.45 

Lunedì 1 aprile 2024

Bologna – Salernitana 3-0

Cagliari – Verona 1-1

Sassuolo – Udinese 1-1

Lecce – Roma 0-0

Inter – Empoli 2-0

***

CLASSIFICA DOPO 30 GIORNATE

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 31

Venerdì 5 aprile 2024

Salernitana – Sassuolo 20.45

Sabato 6 aprile 2024

Milan – Lecce 15.00

Roma – Lazio 18.00

Empoli – Torino 20.45

Domenica 7 aprile 2024

Frosinone – Bologna 12.30

Monza – Napoli 15.00

Verona – Genoa 18.00

Cagliari – Atalanta 18.00

Juventus – Fiorentina 20.45

Lunedì 8 aprile 2024

Udinese – Inter 20.45

SOCIAL BLOOOOG!

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

fatti un giro dentro Bloooog!

Martedì 9 – mercoledì 10 aprile 2024

Champions League, lo show con 10 gol di Real-City e Arsenal-Bayern. Nazionale, abbiamo un problema: Donnarumma

Martedì 9 aprile 2024

Acerbis e Mancini, il “materazzismo” degli Intoccabili

Sabato 6, domenica 7, lunedì 8 aprile 2024

L’Inter dominatrice vola verso lo scudetto, Milano al comando: apoteosi nel derby?

Venerdì 5 aprile 2024

Il calcio dei fondi ha portato ricchezza? O è stato una fregatura?

Martedì 2 aprile 2024

C’è ancora Juventus, anche se è solo Coppa Italia: Chiesa e Vlahovic mandano ko la Lazio

Sabato 29 marzo – Lunedì 1 aprile 2024

Campionato a Pasqua, l’Inter verso lo scudetto. Juventus e Napoli giù a precipizio. Thiago Motta ombra su Allegri

Venerdì 28 marzo 2024

Febbre da cavallo, ancora il vizietto delle scommesse per Tonali. Anche in Inghilterra, al Newcastle…

Mercoledì 26 marzo 2024

Fermi tutti non è razzismo, incredibile decisione del giudice sportivo. Acerbi assolto, Juan Jesus ha preso fischi per fiaschi

Martedì 25 marzo 2024

Agenda del calcio italiano, dalla Nazionale allo scudetto dell’Inter

Giovedì 21 marzo 2024

A chi frega di questa Nazionale? Ricostruire un sentimento in vista degli Europei

Mercoledì 20 marzo 2024

Le nubi sullo scidetto dell’Inter: il prestito Oaktree e la sparizione del presidente Zhang

Martedì 19 marzo 2024

Non è una Juve per Max. Allegri e la Juventus: non si sta insieme solo per contratto

***

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
248 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

[…] Campionato a Pasqua, l’Inter verso lo scudetto. Juventus e Napoli giù a precipizio. Thiago M… […]

[…] Campionato a Pasqua, l’Inter verso lo scudetto. Juventus e Napoli giù a precipizio. Thiago M… […]

Luc 68

Si dice che gli avvicendamenti al potere debbano essere per forza fatti in modo tale da non rimpiangere il passato. Forse hanno chiesto proprio questo ad Allegri 😁😁😁

Lorenzo

Ma voi che di calcio ne capite. Probabilità che Motta rimanga, vada alla Juve, vada da un’altra parte? 33% l’una? Altre proporzioni?

Leo 62

Difficile che possa ripetere un’annata del genere a Bologna, e se non lo fa il suo appeal diminuirebbe, e le offerte pure… anche perché Zirkzee ed un altro paio glieli venderanno e non è detto che chi li sostituisce sia dello stesso livello… quindi è logico pensare che possa andare via e capitalizzare l’annata.

Sunako Nakahara

Mi sembra che lui a Bologna si trovi bene. La società funziona, lo staff tecnico è competente, c’è il giusto entusiasmo, e soprattutto non c’è la pressione esagerata e l’isterismo che caratterizza altre piazze. Se come gli auguro riuscirà ad arrivare tra le prime quattro, non è detto che non voglia vivere con la sua attuale squadra almeno l’avventura della partecipazione alla prossima Champions. Sarebbe un’esperienza umanamente e professionalmente unica, considerando anche che Motta è molto giovane (e quindi non è costretto ad affrettare il salto verso qualche top club). In definitiva ho l’impressione che, se dovesse muoversi, non sarà per restare nell’ambito del nostro campionato. Il “pericolo” potrebbe semmai arrivare da qualche campionato estero, nel caso in cui qualcuno dei “soliti noti” dovesse presentarsi con la classica offerta che è impossibile rifiutare.

Luc10 Dalla

Magari se gli arriva davanti capisce che è meglio restare da noi 😜

M42

Sei nel posto sbagliato.

Lorenzo

Oh, io ci ho provato.

Carta vetrata

Il raddoppio facile di Sanchez? Gli è andata di culo. Aveva svirgolato di destro a porta libera, poi la palla ha rimbalzato sul polpaccio sx ed è entrata. Altrimenti finiva fuori, e lo lapidavano di fischi.

il radarista

Il primo gol era in fuori gioco.

2010 nessunoo

Lapalissiano Carta: se non finisce dentro finisce fuori

NELLO MASCIA

FALLI DA DIETRO –

COMMENTI ALLA 30° GIORNATA DEL CAMPIONATO 2023-24

 

Fuori da tutto.

 

Azzurri in ginocchio per solidarizzare con Jesus.

Ed è questa l’immagine migliore dei partenopei.

Piace talmente tanto anche ai giovanotti, che decidono di non muoversi da lì per tutto il resto della gara.

 

Fuori da tutto.

Seconda facile previsione confermata.

L’altra era quella a proposito del caso Acerbi.

La sentenza che lo assolve è un magistrale esempio di ipocrisia e di arroganza del potere.

Sintesi della motivazione: “Il negro ha frainteso”.

 

L’Italia si conferma un paese irrecuperabile.

Ai primi posti, e in buona compagnia, in Europa a difesa del razzismo.

Prima incontrastata per corruzione ed elusione delle leggi.

 

La partita mai in discussione.

Bastano due minuti, esattamente centoventi secondi, per capire come sarebbe finita.

La Dea gioca a memoria.

Il Napoli in confusione totale.

Miranciuk travolgente e immarcabile.

 

Mai vista una difesa così scarsa.

Mai vista una tale disorganizzazione di reparto.

Dove – guarda un po’ – il solo a salvarsi è il chiacchieratissimo Albatros.

Se si perde 3-0 e il migliore risulta il portiere, vuol dire che ne meritavamo almeno altri tre.

 

Europa addio.

La conseguenza più ovvia di questo disastro sarà il ridimensionamento.

Laboriosa la ricostruzione.

E non indolore.

 

Nel crollo verticale, il Napoli trova una compagna inattesa.

 

Tudor all’Olimpico, alla sua prima panchina aquilotta, beffa la sua amatissima Vecchia allo scadere.

 

Savoiardi da due mesi in disastrosa media retrocessione.

L’Europa, che sembrava strasicura, comincia a non essere poi tanto scontata.

 

Il Bologna delle meraviglie è ormai a due punti, e continua la sua marcia.

Gioca bene e vince.

Certo, in giornata Thiago doveva vedersela con i salernitani. Che sono in B da Natale, e non danno fastidio.

 

Dominano le milanesi e non è una novità.

Se per i Suninter la pratica contro i nipoti di Farinata degli Uberti è veloce, fa notizia la vittoria dei Diavoli al Franchi.

 

Una partita bella e infuocata.

Con giocate che fanno zompare dal divano.

Come sempre più di rado mi accade.

 

Viola molto attivi nel primo tempo.

Poi si accende Leao, per un inizio di ripresa folle ed esaltante.

Un assist di tacco così geniale che non Biraghi, ma  nemmeno Loftus, in un primo momento, si raccapezza a governare, prima di battere Terracciano.

 

Continui i ribaltamenti di fronte. E pareggio viola.

Gli stilnovisti avvertono più volte la possibilità di scavalcare il Diavolo.

 

Ma c’è Italiano.

Come spesso gli accade, non resiste alla tentazione dell’avventura.

E allora attacca forsennatamente, scriteriatamente, gioiosamente, spensieratamente.

Commettendo l’errore più banale.

Quello di abbandonare la fase difensiva.

Praterie solitarie per le volate di Leao che punisce oltre il merito i viola.

 

Italiano.  Più volte – tra l’altro – accostato al Napoli.

Italiano.

Tecnico interessante ma tuttora acerbo.

 

Poiché ormai comincia ad avere un’età, la similitudine che viene in mente è quella della bella mela che, bella ma ancora acerba, si stacca dal ramo e, acerba, lì in terra, finisce per infracidire.

Senza mai diventare matura.

scotland16

riporto articolo Verderami sul Fatto di oggi; concordo in toto
Fallimento Juve: alla fine il grande bluff di Allegri è stato smascherato dal campo

Una stagione a parlare di guardie e ladri, lepri, cacciatori e cavalli. A dire che l’obiettivo era il quarto posto, quando in realtà non poteva che essere lo scudetto. A schierare formazioni sempre difensive e strampalate. A buttare giovani nella mischia più per mandarli allo sbaraglio e procurarsi un alibi, che per valorizzarli. Un bluff continuo, logorante, insostenibile. Alla fine smascherato dal campo: quando si è trattato di mettere le carte in tavola, si è scoperto che Max Allegri non aveva nulla in mano. Come la sua Juventus.
Due punti nelle ultime quattro partite, che diventano appena sette nelle ultime nove, una media da zona retrocessione (letteralmente: solo Sassuolo, Frosinone e Salernitana hanno fatto peggio). La squadra che aveva illuso tutti, anche a se stessa, di poter vincere il campionato col suo “corto muso” si è dissolta nel nulla dopo lo scontro diretto contro l’Inter. Ma anche prima era inevitabile che accadesse, giocando così male, senza uno straccio di idea o di schema offensivo, puntando solo sulla difesa e sugli episodi. Allegri rimane imperturbabile, sostiene che i bianconeri hanno fatto il numero giusto di punti ma distribuiti male: troppi all’inizio, troppo pochi adesso, lasciando intendere che la stagione rimane comunque positiva. Sta bluffando ancora. Come un giocatore incallito.

Alla favola della Juve scarsa, che poteva solo arrivare nelle prime quattro, non crede più nessuno. La Juve è una squadra forte, che ha il primo monte ingaggi del campionato, acquisti da 50, 60 o 90 milioni come BremerChiesa e Vlahovic che nessun altro in Serie A si è potuto permettere negli ultimi anni. E come tale deve puntare allo scudetto, magari non vincerlo, ma almeno giocarselo. E soprattutto non comportarsi da provinciale. Bisognava essere davvero ingenui prima per non capirlo, adesso la cavalcata del meraviglioso Bologna di Thiago Motta ha fatto cadere anche l’ultimo velo: passi per l’Inter, vada per il Milan, mettiamoci pure NapoliRomaLazio, persino l’Atalanta, ma chi può sostenere (come fatto più o meno a torto per tutte le precedenti) che la Juve non sia superiore al Bologna? Eppure sono lì, praticamente appaiate, in una classifica che comincia seriamente a imbarazzare la Juve e il suo allenatore.

Se non avesse incamerato tanti punti (almeno su questo ha ragione Allegri) e così fortunosamente all’inizio, adesso la Juve rischierebbe seriamente di ritrovarsi risucchiata nella corsa per l’Europa. E non è detto che non lo sia comunque (il calendario prevede Fiorentina, derby col TorinoMilan e Roma). Sarebbe un’apocalisse per il club. Non impossibile, molto difficile. Più probabile che la Juve in Champions ci arrivi ugualmente, magari da terza, fra mille stenti e qualche mugugno. Magra consolazione. È vero che nel calcio di oggi non c’è grande differenza fra arrivare secondi o quarti (quest’anno addirittura quinti, visto il posto extra in Champions che quasi sicuramente spetterà all’Italia), ma c’è modo e modo di farlo. Specie se sei la squadra che spende e costa più di tutti in Serie A.

La stagione della Juventus, per la qualità del gioco espresso e ormai anche per i risultati, che sono la diretta conseguenza della prima, è fallimentare. Allegri ha fatto gli stessi identici punti dello scorso anno, ma senza le coppe e soprattutto senza più l’alibi della penalizzazione che aveva oggettivamente condizionato la stagione dei bianconeri. Questa, invece, la Juve se l’è affossata da sola. Col suo non gioco e la filosofia retriva coltivata dal suo allenatore: mentre il calcio andava avanti, Allegri è tornato indietro. E con lui anche la Juve. Rimane ancora la Coppa Italia, la possibilità di alzare un trofeo che a Torino manca da tre anni: non sposterebbe di una virgola il discorso, ma permetterebbe ad Allegri di dire che la stagione è stata comunque vincente. L’ultimo jolly da pescare, l’ultimo bluff disperato. Sperando che qualcuno ci caschi.

cipralex

Ok, una sfilza di “affermazioni da bar” assolutamente coerenti al contesto.

Ciò che , a mio avviso, è imputabile ad Allegri è il non aver previsto l’entità e,al momento, il non saper gestire il “crollo psicologico” della truppa. Il che , ovviamente, non è poca cosa.

Tutti i discorsi sul bel gioco, il progetto, il coraggio ,la qualità il non giocare le coppe e via discorrendo sono, sempre a mio avviso, cazzate, naturalmente assolutamente coerenti al contesto.

P.S.

non sono un cultore dei dati statistici nel gioco del pallone ma leggo che non sono sostanzialmente cambiati nel confronto tra le ultime nove partite e le precedenti.
Forse prima c’è stato un po’ di culo ed ora un po’ di sfiga…

mario rossi

“Il Bologna è l’incubo della Juventus”.
Perchè?

M42

Penso perché è a due punti di distacco, però mi preoccuperei di più di Atalanta e Roma.

Darioski

Chiaro no?

Sunako Nakahara

Ho stampato il post, ed ho provato a riscaldare il foglio con una candela. Ma non è apparso nessun messaggio nascosto. Forse avrei dovuto utilizzare la macchina Enigma.

il radarista

Oggi abbiamo visto due puntate della fiction “Il problema dei 3 corpi”. Per salvare la bimba bisogna risolvere il problema. Se si salva la bimba si salvano tutti. La soluzione non è in questa sequenza. Riprova.

M42

Il Suo miglior post, Bocca.

Trebaffetti

estratto dalla biblioteca di Babele

Leo 62

Che poi quando ti gira male, ti gira male tutto… l’allenatore più logico al posto di Allegri sarebbe stato Tudor… Sarri molla improvvisamente i pappafichi e Tudor va alla Lazio…
Però secondo me alla fine la Juventus in Champions ci entra, e quello era l’obiettivo.
In Coppa ITalia non so perché ma vedo l’Atalanta…

Sunako Nakahara

Considerando chi è il suo attuale datore di lavoro, forse ha girato male pure a Tudor 😀

scotland16

gira male? se giochi sempre male, se il tuo atteggiamento e’ sempre da provinciale vecchio stampo “primo non prenderle”, se i giovani li mandi allo sbaraglio senza un minimo di logica e organizzazione…non gira male ma e’ colpa tua caro Allegri…Max, quello di guardie e ladri, Sinner e Djokovic, corto muso (quando fa comodo); un ex allenatore milionario che non ha voglia di sperimentare, rischiare, crescere i giovani, aprire la mente; anni luce lontano ormai dai vari Ancelotti, Klopp, Guardiola ma anche Luis Enrique, Simeone, Xavi, Alonso, Arteta ma anche da Inzaghi, Pioli, Motta e Gasperini….e tanti, tanti altri

Carta vetrata

Esatto. Un troglodita tattico, e pure tecnico. Ci fosse un giocatore migliorato con lui, uno che sia uno. Rimane un ottimo gestore di spogliatoio, se ha l’organico migliore ed avversari mediocri. Altrimenti lo mettono sotto pure i neofiti.Prova vivente che chi vince non ha sempre ragione, specie se manca la controprova in contesti diversi. Per questo un Mourinho, altro bollito tattico, vale tre Allegri. Convinto mai, ma vinto dappertutto. Se pensiamo che un fannullone del genere si paragona a Sinner, un cultore del lavoro, abbiamo la misura del cretino arrogante. D’altra parte dio li fa e poi li accoppia. Uno è saltato, ora salta lui. La natura fa il suo corso

Xavier

Concordo sulle tue tre previsioni.

Nicola Romano

Chissa’ quanti civili , operatori umanitari e via discorrendo, dovranno ancora morire perche’ la comunita’ internazionale portatrice dei valori di pace e giustizia, si decida a prendere seriamente le distanze da Israele ? .

Cuore ross/azzurro

sante parole. Ma se non sono bastate quasi 40000 vittime (ricordo ancora qualche scemo qui nel bloooog che mi invitava ad andare a vivere in Palestina sotto Hamas – altrettanti assassini, per inciso – solo perché criticavo il genocida netanyahu), ritengo, purtroppo, che solo se dovesse morire qualche cittadino statunitense la democratica comunità internazionale inizierà – parzialmente – a riflettere sul sostegno incondizionato a questo disumano governo israeliano…

Modifica il 11 giorni fa da Cuore ross/azzurro
Fandango

Seee, anche se morisse zio sam in persona, non cambierebbe nulla.
Hanno troppi miliardi di contratti:
https://www.vox.com/world-politics/2023/11/18/23966137/us-weapons-israel-biden-package-explained
Esilarante la parte in cui si spiega che per mandare più armi possibile al genocida le hanno tolte agli ukr.

scotland16

Israele , il paese al Mondo che ha il record di decisioni Onu non rispettate…

Waters

Facendo un analisi al campionato vi sono alcuni dati interessanti, la Juventus ha segnato 44 gol,solo nel 1999 ha fatto peggio a questo punto del campionato ma con 6 punti in più, monstre la differenza reti dell’Inter più 59, la Juventus dei 102 punti chiuse a più 57, sicuramente non arriverà a 103 ma sarebbe bello superarla a differenza reti.
Partita di controllo ieri sera, la squadra nell’ultimo mese è logicamente poco brillante visto che giocava ogni 3 giorni, nazionali comprese, ora dovrebbe dare il meglio per lo sprint finale.
Una menzione particolare per Dimarco, giocatore straordinario, in quasi tutte le partite ce il suo zampino fra gol o assist, meno male che è arrivato il demone di Piacenza che si è opposto alla sua cessione al Torino, mentre lo scarsicrinito aveva dato il benestare.
Cloniamolo, please…

scotland16

Dimarco forte ma ha gioco facile con lo scarso livello generale, sicuramente giocatore cresciuto tantissimo cmq; caro Waters , ogni 3 giorni sono altre le squadre che giocano , Milan, Roma, Fiorentina e Atalanta…Inter da inizio gennaio ha avuto 5 partite extra, 2 di CL, 2 di Supercoppa e 1 di Coppa Italia e vista la rosa extralarge rispetto ad altre non mi sembrano tante (in 3 mesi) ; se poi ci vuoi mettere per qualcuno le due amichevoli delle nazionali, questo vale per circa 70 giocatori della serie A….

Waters

Guarda su Dimarco ti sbagli, io more solito non sbaglio, è determinante anche fuori dal campionato, è lui che ha segnato a Madrid contro l’Atletico, ed è sempre lui che ha guidato l’assalto al City gli ultimi venti minuti, con quella traversa di testa e la successiva ribattuta salvata sulla riga dall’innominabile…

Salud

commentanonimo

L’Inter più forte della storia rimane però secondo me quello con Mattheus e soci, non ha vinto la Coppa, ma cribbio se era forte. Questa Inter ha due grandi centrocampisti, Barella tra gli italiani è super. La difesa onestamente non la trovo così spettacolare, Bastoni la ha sfangata più volte, il portiere è onesto, Pavard non è più il massimo, e prende pochi gol anche perchè in Italia non vedo grandi attaccanti in giro per le squadre.

Waters

No dai, quella del triplete era una spanna più forte, non scherziamo…

Salud

guido

Sprint de che? Il campionato è finito, hanno già cominciato a pagare le scommesse a chi aveva puntato sull’Inter. Neanche Sinner ha quote così basse

Waters

Guidone, mio nonno era un contadino – anche se proprietario terriero, ma di sinistra – e diceva sempre che anche se sei a cento metri da casa col trattore, può sempre venire una grandinata e rovinarti il fieno, quindi devi essere sotto il fienile affinché il fieno non si bagni

Salud

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

”la differenza reti dell’Inter più 59, la Juventus dei 102 punti chiuse a più 57, sicuramente non arriverà a 103 ma sarebbe bello superarla a differenza reti.”

Tu chiamale, se vuoi, soddisfazioni (ma devi proprio volerlovolerlo)

Beh pasta con le sarde, le soddisfazioni sono due titoli, uno ce lo abbiamo, l’altro siamo messi bene

Salud

Si comincia con le piccole, poi chissà magari si mette insieme un ciclo.

il ghiro

Inter-Empoli 2 – 0
Formazione-tipo per Simone, solo Audero per Sommer, assenti de Vrij, Arnautovic e Cuadrado; per Nicola inedito 3-5-2, davanti Cambiaghi in aiuto a Niang, aria di derby per il senegalese ex-Milan a duello con Acerbi, microfoni spianati per captare eventuali fuorionda. Arbitra Dionisi con Marini al VAR.
Dopo 5′ passa l’Inter, bella trama dei suoi centrocampisti, poi Bastoni pesca Dimarco che si era accentrato, l’albicrinito azzecca una botta di sx al volo che fulmina il povero Caprile, 1-0. Tiro alto di Zurkovski, incursione a sx di A.Bastoni che spara sul palo, tiretti di Niang e di Lautaro, bel tiro da fuori di Marin alzato da Audero.
Ripresa: Tiracci di Luperto, di Barella, di Miki e di S. Bastoni, poi Bereszynski salva su Pavard, giallo a Cambiaghi, che poi sparacchia a lato, arrivano i cambi da ambo le parti: Asllani e Carlos Augusto, tiretto di Lautaro, Fazzini e Cacace, che spara alla stelle, Dumfries e Sanchez, tiretto di Carlos Augusto, tiraccio di Pavard, e finalmente arriva il raddoppio, Barella lancia Dumfries, cross rasoterra per Sanchez che deposita comodo in rete, 2-0. Entrano Destro e Cancellieri, giallo a Cacace, entra anche Frattesi e su un suo liscio davanti alla porta si chiude l’aspra contesa con la meritata vittoria interista, lo scudetto si sta avvicinando a grandi passi.
I migliori: nell’Inter gli “italiani” (Barella, Dimarco, A. Bastoni, Darmian), in casa Empoli poco da segnalare, grande impegno del solito Cambiaghi e poco più. Bene Dionisi, gara facile e corretta, solo due gialli.   

il radarista

Ho paura che Nicola non ce la farà a salvare l’Empoli. Ma se anche stavolta riuscisse a ben finalizzare il suo impegno, sarebbe un autentico miracolo. Avrebbe conquistato una “nicchia” solo per lui che potrebbe assicuragli la vecchiaia.

scotland16

da romanista ho sperato in un bel 0-0 tra Lazio e Juve; peccato. va detto pero’ che 1 la Lazio ha strameritato di vincere 2 la Juve gioca male 3 La mentalita’ della Juve e’ troppo sparagnina e provinciale per una “grande”; le “grandi” anche quando falliscono lo fanno giocando in attacco ….4 Tudor come si dice a Roma l’ha “mischiata” ad Allegri. Chiudo , neglia nni 90 pur vincendo l’Arsenal giocava male, fu coniato il famoso “boring Arsenal” di Graham che cmq aveva “bucanieri” come Adams e altri; ecco possiamo coniare definitvamente per questi 3 anni di Allegri il “Juve noiosa” , pochissime belle e divertenti partite, pochi ricordi buoni…certo poi noi pareggiamo a Lecce (e non meritavamo di vincere)

guido

Anch’io speravo in uno 0-0 tra Lecce e Roma. Tradizionalmente il Lecce con la Roma fa spesso il risultato che ci si aspetta

Chakkko

Vittoria importante che ci avvicina ancora di più al bersaglio grosso conseguita contro un Empoli manovriero ma complessivamente spuntato, se si eccettuano due tiri di Marin. Partita controllata senza grossi patemi anche se abbiamo avuto la “colpa” di non averla chiuso presto e ci siamo trascinati il minimo vantaggio fino all’ottantesimo (peccato per il palo di Bastoni) facendo aleggiare la possibilità che alla fine l’Empoli pescasse un “pesce d’aprile” magari su mischia al novantesimo. Per fortuna non è successo, anche se pure questa sera si è notato come la condizione fisica, soprattutto di qualche elemento, non sia al massimo (si guardino le prestazioni degli attaccanti titolari e del regista turco). Ci pensano ancora i difensori (dopo Bisseck, Darmian, oggi Dimarco).

Saluti

Redmond Barry

Io credo che alla fine la Juventus andrà in Champions, anche se in parte per demeriti altrui, direi soprattutto per l’inatteso campionato disastroso del Napoli. Nella Roma poi sembra finito l’effetto novità di De Rossi…

il ghiro

Lecce-Roma   0 – 0
Nel Lecce Gotti deve rinunciare a Dermaku e Kaba, a sx giocano Dorgu e Piccoli; De Rossi senza lo squalificato Pellegrini e gli indisponibili Azmoun, Kristensen e Spinazzola, risparmia per il Derby Dybala e schiera Bove in mezzo, Baldanzi a dx e Zalewski a sx. Arbitra Marcenaro con Paterna al VAR.
Si libera al tiro Baldanzi, appena fuori, sx di Piccoli deviato, altra fucilata a lato di Piccoli, scende Gallo a sx, tiro deviato, ancora palla-gol sui piedi di Piccoli che la spara in tribuna, tiretto di Ramadani, da sx Dorgu tira su Svilar e poi si impiccia da solo, giallo a Piccoli, attento Svilar sul rasoterra di Piccoli, che poi si libera di forza a sx ma manda altissimo il tiro finale, cross di Baldanzi per Zalewski che da un metro non riesce a deviarla in rete, giallo a Baschirotto, punizione di Paredes per Angeliño che tira sul palo esterno.
Ripresa: entra Huijsen, testa alta di Krstovic, Baschirotto libera l’area in mischia, a terra Zalewski, poi tiro di Ramadani ancora deviato, ciabattata alta di Baldanzi, dentro Banda e Sansone che impegna subito Svilar, dentro Aouar e El Shaarawy, Banda sbaglia un rigore in movimento, fuori la testata di Lukaku in tuffo, Aouar si fa parare il tiro da Falcone, entra Oudin, tiretto del Faraone, giallo a Ramadani, entrano Venuti, Celik e Dybala. giallo a Cristante, Svilar alza la botta centrale di Banda, Sansone spara in tribuna, tiraccio di Banda, tiro di Oudin che spizza la traversa.
Pesce d’Aprile per la Roma. Intenso il derby giallorosso, primo tempo dominato dal Lecce che manca più volte il bersaglio, ripresa più equilibrata, ma le occasioni migliori sono sempre dei salentini, benissimo Gallo e Ramadani, bene Falcone e Pongracic, male le spuntatissime punte, nei giallorossi poco da commentare, una gara scialba, senza Dybala e Pellegrini lo schema è uno solo: palla a Lukaku, vediamo un po’ quello che sa riesce a combinare. Marcenaro non leva e non mette.           

il radarista

La Roma ha giocato alla Mourinho. La difesa ha ballato e l’attacco spuntato. Reclamavano un rigore che non c’era. L’unica differenza è che De Rossi ha elevato una lieve protesta e non è stato ammonito.

Luc10 Dalla

Io intanto continuo a non guardare la classifica e a fare gli scongiuri…
Comunque Thiago ci sta abituando molto bene, forse troppo a noi tifosi. Mentre i giocatori mi sembra che siano tutti in grande sicurezza e rendano anche più di quel che si pensava. Grazie e auguri, se deciderà di andarsene a fine stagione

2010 nessunoo

Ehh certo che le sirene juventine possono tentare anche Thiago, perché no? Potrebbe benissimo pensare: ” caspita potrei riportare la Juve agli antichi fasti, risollevandola al livello di favorita….” certo da subito gli ci vorranno almeno due anni e una ditta di facchini completa di macchinari…
Io comunque faccio i complimenti anche alla squadra, sperando che non Ve la spolpino, e alla società, ergo proprietà che se lo merita.

Leo 62

Che mi dici di Saelemekers ora ? non seguo molto ma mi sembra che stia facendo bene… a noi è mancato molto… il Bologna per motivi storici mi è sempre stato simpatico e quindi spero che ce la facciate.

Luc10 Dalla

Salamella si è sbloccato, ma ha fatto un paio di gol e qualche bella giocata, non mi sembra un giocatore fenomenale.
Abbiamo pazienza a Bologna, Orsolini ci ha messo 4 anni a diventare un giocatore costante. Speriamo che anche Saele tenga botta.

Redmond Barry

Contentissimo per te. Da tifoso di una squadra che quasi mai in tutta la sua storia è arrivata in queste posizioni di classifica (Palermo) posso ben capire cosa significa

commentanonimo

Il Bologna mi e’ sempre piaciuto, ricordo una delle Ultima partite allo stadio prima di andare in Germania, c’erano Cabrini e Giordano col Bologna al Comunale. Da gobbo meritate la Champions…

Waters

Prima di morire,spero di rivederlo in B…

Luc10 Dalla

Abbiamo già dato, grazie.
Forse ci rivedrai il Sassuolo 😘

commentanonimo

Bologna-Inter 2-0, I suppose🤣

Giorgio Bianchi

Ma perché ti ostini a continuare a scendere, perché? 🤢

Modifica il 11 giorni fa da Giorgio Bianchi
Waters

Perché mai scusa, può starmi sulle palle il Bologna o no?
Magari a te sta sulle palle la Salernitana..

Nicola Romano

Boh ? .

Carta vetrata

Perché è parmense.

Waters

Anche ma non solo…

Lorenzo

Di tutte le castronerie che dice, questa gliela passo. Rispetto il parmigiano che non sopporta la bellezza del gioco di una rivale storica. E che in questo momento in cui parlare male del Bologna è praticamente un invito al prendere nomi, perseverare è quasi lodevole.

Waters

Da noi le avete sempre buscate, soprattutto quando vincevamo le Coppe e voi navigavate fra la B e la A, il Bologna gioca un bel calcio sicuramente, ma questo non c’entra col fatto che io spero che retrocede…

Salud..
PS……le mie non sono castronerie ma perle di saggezza, basta saperle cogliere e queste perle non darle ai porci😏

Waters

Si ma quando noi avevamo Crespo, Asprilla, Thuram, Cannavaro e compagnia cantante voi dove eravate?

Lorenzo

Dove siete e siete a lungo stati voi ora. Ma io sono, a differenza tua, felice di rivedervi in A l’anno prossimo. Ricordati solo cosa dicevano gli Offlaga Disco Pax nel loro meraviglioso Robespierre sugli ultras della Reggiana.

Luc10 Dalla

“Grazie Reagan, bombardaci Parma” 🤩

Lorenzo

L’intera canzone è un capolavoro, ma quando ho sentito quel verso la prima volta sono morto. Pari solo allo striscione del Messina nel derby dello stretto: “vi invidiamo solo il panorama”!

Zenyatta Sinner

Forse stavano cercando qualche bancarottiere che comprasse la squadra.

Artifix100

Juventus non commentabile e non classificabile, come dice il Polacco hanno smesso di essere professionisti e possono dedicarsi al calcetto post lavorativo. Eccellente invece Sinner che cresce a vista d’occhio. Ho cominciato a seguirlo con attenzione solo da Torino poi coppa Davis e Australia ecc ecc beh direi che la svolta è avvenuta con le due vittorie sul serbo in Davis da lì ha imparato ha giocare con ferocia essenziale i punti importanti. Ma quello che tecnicamente mi impressiona è l’equivalenza di diritto e rovescio nel palleggio cosa che ormai l’ha fatto diventare per gli avversari un bel muro respingente. Naturalmente può migliorare ancora : il gioco di volo qualche risposta ed altro ,di sicuro si vede che ha una gran fame di progredire e di imparare ma l’atteggiamento è già perfetto così come la parte agonistica. Davvero curioso di vederlo sulla terra rossa e sui 5 set della terra : li l’aspetto strategico è fondamentale. Ad ogni modo davvero da ammirare e colmare di.gratitudine .

scotland16

Boring Juventus , Allegri Put, 3 anni di calcio mediocre, lo dico agli amici juventini, dovete cambiare, certo la dirigenza sembra “ostaggio” di Allegri

CL5

Ormai non seguo piu’ la Juve per non soffrire troppo, guardo solo il risultato a partita finita sperando che sia avvenuto un miracolo, che puntualmente non c’e’ stato. Io avevo brutte sensazioni anche prima della partita con l’Empoli, perche’ quando si vincono tante partite al 95-esimo con un goal di fortuna di un difensore … non depone bene. Comunque, leggo i primi commenti dopo la partita con la lazio che dicono che la Juve ha preso il goal per colpa di Sekulov che non ha marcato bene Marusic. Sekulov? Chi e’ costui? Mi sembrava di ricordare che fosse un attaccante della Juve next gen, ma che ci faceva li in area della Juve al 93-esimo. Poi leggo meglio ed e’ proprio lui. Cioè’, un attaccante di 18 anni entra a 10 minuti dalla fine e fa il difensore nella propria area? Non capisco, ma siamo sicuri che sia colpa sua? Ma gli altri 9 “giocatori” della Juve dove stavano?

commentanonimo

Guarda….dopo l’addio di Marotta e’ il trionfo della incompetenza a Torino. Non e tanto il perdere, ma il perdere strapagando calciatori Ed allenatore.

Modifica il 11 giorni fa da commentanonimo
Luc 68

Hai ragione anche tu … (musiche Battisti testo Mogol 😆😆😆)

2010 nessunoo

Cosa voglio di più 🎶🎶 voglio Thiaaaago! 😄, voglio Thiaaaago!🎶😄

Luc 68

I detrattori di Allegri, che avrà le sue colpe non tengono conto che:
– Pogba, Fagioli, Milik, Vlahovich indisponibili;
– Chiesa, Yildiz, Rabiot, Locatelli, Mc Kennie, Gatti al 50% perché alla camna del gas;
– Kean … un fantasma
– Gli altri ragazzi … che ci sta poco da fare si devono fare le ossa.

Dai speriamo nella coppa italia … mo dovremmo essere riposati 😀😀😀😀

Redmond Barry

Però magari a volte le cose sono collegate, nel senso che forse alcuni rendono meno di quanto dovrebbero per colpa di Allegri

scotland16

sicuramente Allegri e’ il responsabile primo; la vera colpa di Allegri e’ che nei due mesi in cui doveva guadagnare punti (visto che tranne il Bologna che ha una rosa molto ristretta) , rispetto a tutte le altre che giocavano le coppe…i punti li ha persi; vuol dire che ha fallito totalmente dal lato della preparazione e dal lato psicologico.

inox

Buonanotte Fabrizio

Purtroppo l’ altra domenica vi siete svegliati con l’ alba rossa. Stamane tutti colorati di arancione, tutti dietro a un tizio certamente campione ma pessimo a pronunciare la lingua del suo paese inoltre, il tizio, si è ben guardato dal riconoscere e per non sbagliare si adatta qui vicino, vicino si ma con ben altra musica e suonatori. Intervistato a riguardo Sinner dichiara che Montecarlo gli permette di andare al supermercato tranquillamente (!). E te poi dimentica di rilasciare uno scontrino di tre euro così avrai attorno un nugolo di finanzieri. Sinner parla l’italiano peggio di Cassano e Vieri. A proposito, ammirazione per Szczesny padrone di un italiano buono e padrone di concetti chiari e diretti. Sempre piaciuto Szczesny e ancora di più quando rifiutava il vaccino magico per i conti della Pfizer. E poi Fabrizio, senti un po’ se dico bene: tutti dietro a chi fa l’impresa ma non tutti dietro all’Inter che prova a fare l’impresa. Non capisco perché non siano felici di vivere questo tempo di calcio sublime interista vivendo queste poche ore che ci separano da Inter-Empoli come sospesi così, tutti insieme, persino un filino preoccupati che la Prestigiosa magari stasera frena. Ma stasera vinciamo, vero Maestro? In un mucchio di partite ne abbiamo perse solo due ma dai……..e poi con l’Empoli……….vero……non c’è due senza tre……Oh mamma!

Luc 68

Sublime e calcio …. ci vedo un ossimoro. Riguardo a Sinner fai dei paragoni assurdi … riprova sarai più fortunato …. riguardo sl domicilio fiscale … saranno anche fatti suoi ti pare? Se poi farà un illecito verrà punito … fine

Giorgio Bianchi

Buongiorno e buona pasquetta o pesce di aprile , come preferite.🤓
Al di là di un commento inutile sulla tragicomica annata del Napoli, vorrei porre la mia attenzione su un altro argomento. A seguito della scandalosa sentenza di Mastrandrea 🤮e delle ancora più scandalose parole di Gravina🤢 il Napoli oltre ad aver giustamente deciso di non aderire più alle ipocrite campagne antirazzismo della federazione, ieri prima della partita, quando le squadre si schierano al centro del campo, coi sui giocatori , tutti, hanno poggiato un ginocchio a terra in sostegno dell’antirazzismo.
Iniziativa lodevole che mi auguro, anche se non ci credo, vogliano ripetere per tutte le 8 partite che restano.

A tal proposito due osservazioni:
1)i giocatori dell’Atalanta non li hanno imitati, ma vabbè essendo rappresentanti di una tifoseria tra le più biecamente razziste del paese ed avendo un allenatore che non sente mai i cori razzisti è perfino comprensibile.
2) Le telecamere di Dazn hanno inquadrato fuggevolmente la scena e cosa più grave nessuno dei commentatori ne ha fatto minimamente cenno. Ennesima ulteriore testimonianza di quanto questo paese sia razzista.

Il Regolamento

“Non credo che Sinner riesca a vincere contro Dimitrov”
In effetti non ha vinto, ha dominato.
Il bello è che qui dentro c’è ancora qualcuno che crede che Andrea sia un esperto di tennis… 🤣🤣🤣

Obizzo da Montegarullo

Vi prende per il cu!o e manco ve ne accorgete…

anacleto

il termine corretto è “trollare”, e normalmente i troll vengono bannati.
non qui evidentemente.

Il Regolamento

Già

Vipe

Molto tennis oggi. E ci mancherebbe.
A 30anni giocavo a calcio. In ditta arrivò il nuovo direttore e bisognava giocare a tennis al club Le Acacie. Grazie alle gambe del calcio ci arrivavo a prenderle, quasi sempre. Dopo un mese ho smesso; dentro di 20cm le mie erano fuori, fuori di 20cm le sue erano dentro.
Ora stupisco dei molti qui che i pronostici di slam e major li prendono sempre.

il radarista

Personalmente gli avrei spaccato la racchetta in testa.

Bocca: Fusées 10:1

come me sono espertissimi in postvisioni;

Waters

Ricorda Fantocci col megadirettore, gli hai poi rapito la madre?

Vipe

Dopo poco lui trasferito a Milano, io Torino.

cipralex

E quindi Allegri (“troglodita tattico” cit) cede ai suggerimenti di e, approfittando della freschezza atletica di De Sciglio, schiera in partenza un 4-4-2 che però, nonostante la presenza dei molti campioni (Miretti Locatelli Chiesa e Kean su tutti) e le aspettative insite nello schema stesso, non si traduce in una “partita dominante” forse per la scarsa vena dei campioni suddetti e la giornata storta di Danilo e Rabiot oltre che naturalmente per l’insipienza di Allegri, ca va sans dire.

Nel secondo tempo si prova a cambiare, facendo entrare gli esperti Illing e Sekulov ed altri affermati campioni della stoffa di Weah e Mc Kennie ma la musica, purtroppo, non cambia perché non cambia la “troglotidezza” tattica dell’allenatore e forse anche perché a un sacco di gente la palla scotta sui piedi.

Finisce così che la Lazio vince la partita grazie ad uno schema tanto collaudato quanto travolgente e imprevedibile che il pur navigato Sekulov non riesce a “leggere”.

Ci rifaremo in coppa italia, io ho buone sensazioni…

Lorna Shore (a.k.a. scusameri)

La tua ironia purtroppo si squaglia al sole della caratura dei giocatori che ci hanno battuto.

Poi, Sekulov l’ha messo in campo il tuo beniamino, senza alcun bisogno di farlo.

Ed è il tuo beniamino che ha schierato un attaccante come difensore in un arrocco a proteggere lo 0-0. Dov’è la sorpresa nel fatto che un attaccante fa un errore difensivo?

Dov’è la sorpresa nel fatto che quando ti difendi sempre così basso ogni errore può essere letale?

Meno male che questo scempio avrà presto una fine e questo pigro ignorante vigliacco si toglierà per sempre dalle palle.

Sono davvero contento per Bentancur, Kulusevski e altri, che sono sfuggiti per tempo dalle grinfie del Grande Distruttore, hanno frantumato la storiella dei giocatori non abbastanza bravi per lui, e sono andati a dimostrare il loro talento altrove.

Guardo Locatelli là dietro, a fare il libero, e mi viene il magone.

scotland16

squadra con stipendi piu’ alti della serie A; squadra che solo con gli acquisit di Vlahovic, Bremer e Chiesa ha speso piu’ di tutti gli altri messi assieme negli ultimi anni; il problema e’ il manico e basta…un ex allenatore che non ha piu’ umilta’ e fame

cipralex

Sekulov ( in realtà una mezzala con ,dicono, buone capacità di inserimento) è entrato in sostituzione di Kean ,il centravanti, che non c’è la faceva più.
Nessuna sorpresa per l’ errore che resta comunque tale.
Locatelli è impiegato fuori ruolo perché l’alternativa sarebbe Nicolussi che,quando impiegato, non ha propriamente brillato.
Le cessioni di Bentancur e Kulusevski sono state a mio avviso le due migliori operazioni di mercato fatte negli ultimi anni.
Ma sono naturalmente opinioni.

commentanonimo

Che Allegri sia andato fuori di melone lo si vede dalle reazioni che ha, che non è più sul pezzo lo si poteva capire da due anni di divano e che è incapace di gestire la squadra da tre mesi lo dicono i risultati e una serie di commentatori tecnici che si chiedono il senso di alcune mosse tattiche sconcertanti tra cui quella incredibile di schierare De Sciglio. Inoltre non riesce neppure a dare ai giocatori un quadro psicologico decente, lo capisco pure io, a forza di dire “calma, calma”, dormono tutti. Sul valore della squadra, strapagata e scarsa, è evidente che non ci piove, ma il primo ad essere strapagato e scarso mi sembra sia lui. Che rimanga un altro anno è evidente. La società si è ficcata in una situazione senza uscita e può solo sperare di arrivare quarta, è una situazione finanziaria abbastanza inquietante, il bisogno della Champions è evidente e licenziarlo ora è troppo tardi.

Carta vetrata

Soprattutto non ha l’umiltà di mettersi in discussione. Chi gioca “bene” e fa spettacolo è buono per il circo, per lui contano i risultati. Se li fa di culo, come quest’anno, e’ merito della difesa ferrea. Se la difesa inizia a beccare, è colpa dei giovani. Se nessuno sa fare un passaggio oltre tre metri, è perché l’organico ( il più costoso ed il più pagato) è inadeguato. Se tutto va male, è colpa di chi non si rende conto di essere alla Juve. Come cretino, è inattaccabile. Come allenatore, regge perché resta l’ultimo dei capri espiatori di casa. Gli altri sono già stati esauriti, Pirlo, Sarri, Arrivabene, Paratici, Arthur, Bonucci, ecc.ecc. Se Elkann fa fuori Allegri, quale testa offrono al popolo in tumulto? Farlo fuori vuole dire ripartire. E da cosa e da chi, con una società assente e e i vertici commissariati? Fa un po’ pena Cipralex, in cerca spasmodica della pagliuzza altrui ma con gli occhi pieni di travi, foreste dell’Oregon. Brutta malattia il tifo contro, ti ricasca addosso doppio.

cipralex

🤣 800 ml di debito, il presidente latitante, i palloni pignorati…tu chiamate se vuoi pagliuzza…🤣

cipralex

Mah, come si dice , le opinioni son tutte rispettabili.

La mia è quella di pensare che Allegri (come qualsiasi altro allenatore), avendo quotidianamente sott’occhio i calciatori, sia in grado di giudicarne stato di forma e attitudini meglio di me dal divano di casa mia…

scotland16

e quindi la preparazione degli ultimi due mesi va imputata a lui; crollo verticale mentre gli altri giocano le coppe (viaggi, infortuni, stanchezza….)

Lorna Shore (a.k.a. scusameri)

Ovviamente può giudicare meglio di noi, che tireremmo a indovinare dato che non vediamo gli allenamenti. Ma, altrettanto ovviamente, questo non significa che sappia giudicare bene.

Nel caso di De Sciglio, ha giudicato male, facendogli fra l’altro fare una figura di merda che il ragazzo non meritava. Su questo non c’è discussione.

La domanda interessante è piuttosto come mai Allegri non è riuscito a capire dagli allenamenti che De Sciglio non poteva assolutamente reggere il ritmo partita, al punto da sembrare uno che non si reggeva in piedi e di commettere errori tecnici madornali e per lui insoliti (al di là della sua modestia complessiva, ha una buona tecnica per un difensore).

Io vedo solo tre possibili risposte:

1) Allegri è in una fase di totale annebbiamento mentale.

2) Gli allenamenti sono inadeguati rispetto al ritmo partita e non costituiscono una test valido.

3) Allegri sta trollando: manda deliberatamente in campo giocatori non in grado di giocare (e li mette deliberatamente fuori posizione).

Le risposte non sono mutualmente esclusive. A favore di (1) c’è una lunga sequenza di decisioni rivelatesi sbagliate alla luce dei fatti.

A favore di (2) ci sono numerosi spifferi e malumori da parte dei giocatori stessi.

A (3), sarò ingenuo, non voglio credere, a differenza di alcuni co-tifosi e a dispetto della mancanza di professionalità e della generale indegnità umana di questo individuo.

Modifica il 11 giorni fa da scusameri
scotland16

Il rinnovo di De Sciglio e’ un mistero che molti juventini non hanno ancora capito…guarda caso stesso agente di Allegri; come Miretti, che gioca sempre…

il radarista

Allegri ama i cavalli ed è felice solo quando la sua preferita (il sole non tramonta?) gli sorride. Certo,se poi in ogni calciatore vede un tipo di cavallo, fa fatica a farli giocare bene.

darth_anthony

Ci sarebbe un 4). La rosa è scarsa. Troppo scarsa.
Gli unici talenti degni di nota, sopra la media, sarebbero Chiesa, Vlahovic, Rabiot e Bremer, oltre a C.F.
Detto che Bremer per fortuna gioca, gli altri 3 a turno fanno cilecca. Non è un caso che da quando Rabiot si è infortunato, il centrocampo è praticamente morto.
A parte questi 4, e volendo Danilo, gli altri sono tutti ragazzini o normo-giocatori che hanno bisogno di gente brava intorno per rendere al meglio.
Detto questo, si fa il polpettone con quello che si ha, e Allegri fa il possibile, anche se in questo periodo ci sta mettendo sicuramente un po’ del punto 1). Confusione e mediocrità.
O sopperisci con la motivazione e l’aggressività, o sei morto.

scotland16

la rosa e’ cmq migliore come qualita’ e quantita’ del Bologna; e’ anche la piu’ pagata della serie A; se molti giocano male sara’ anche colpa dell’allenatore o no?

Lorna Shore (a.k.a. scusameri)

Cioè, la risposta alla domanda “come mai Allegri non si è accorto che De Sciglio non stava in piedi (tanto che lo ha dovuto sostituire)” è che la rosa è scarsa?

cipralex

Si,il momento è complicato, sbagliano molto i calciatori e sbaglia anche l’allenatore…speriamo che passi.

Waters

Democristiano…😀

cipralex

Beh, con i tempi che corrono avercene democristiani di una volta…😉

Carta vetrata

E questo è vero. Anche un Rumor farebbe un figurone in confronto a un Gasparri.

Obizzo da Montegarullo

E pensa a un Fanfani…
Maledetti guarda cosa mi fanno scrivere. 😊

Expo

Che Allegri sia meglio attrezzato per giudicare stato di forma e attitudini è una supposizione logica, ma nelle ultime 9 partite non supportata dai risultati.
E’ evidente che parecchi giocatori hanno esaurito la fase di “overperformance”, ma il nostro continua a far giocare sempre gli stessi, con risultati ormai inaccettabili.
Preferire il lungo-degente DeSciglio come terzino sinistro (non il suo ruolo naturale) piuttosto che Cambiaso o Iling Jr mi sembra che rasenti il pernicioso.
E meno male che Alex Sandro era infortunato, sennò giocava lui.

Expo

Caro , non è solo una questione di modulo, ma di mettere i giocatori nei ruoli dove si esprimono meglio. E di atteggiamento tattico.
Perché non mettere Cambiaso terzino sinistro, suo ruolo naturale, invece di esterno offensivo destro?
Se non hai centrocampisti (e non vuoi fare giocare Nicolussi Caviglia, che ci sta), perché non giocare col 4-2-3-1, mettendo Chiesa-Yildiz-Weah come centrocampisti offensivi dietro a Kean?
Peraltro, non era un 4-4-2 quello schierato da Allegri, ma un 4-3-3 così arretrato (perché non hanno tenuto una palla) che i 2 esterni offensivi giocavano quasi terzini.

cipralex

Caro , se guardi la partita con attenzione vedi che il modulo (che va valutato ovviamente in fase di non possesso dato che quando attacchi può pure capitare di vedere Gatti nella posizione del centravanti o Rabiot in quella di ala sinistra) è effettivamente un 4-4-2 anche perché Cambiaso per caratteristiche tecniche (capacità di dribbling) e atletiche (spunto in velocità) ala destra non può proprio giocare e son portato a pensare che neppure uno incapace ed inesperto come Allegri ce lo metterebbe.

Per il resto sono d’accordo con te, non è questione di modulo ma , purtroppo , di giocatori…

scotland16

ma chi e’ che dice ai giocatori di giocare sempre in difesa, sempre rallentando, sempre senza schemi offensivi? se l’approccio e’ sempre conservativo, se in allenamento evidentemente non si prova mai nulla di nuovo…il piu’ pagato allenatore della serie A starebbe apposta per risolvere i problemi e migliorare le cose, o no?

Expo

Scusa se insisto, ma non può essere un 4-4-2 perché Chiesa giocava largo a sinistra, in posizione di mediano-quasi terzino, e non centrale.
Come attaccante centrale giocava il solo, isolatissimo, Kean.

scotland16

si e’ vista chiaramente dall’inizio la volonta’ di giocare per lo 0-0…mentalita’ veramente da proivinciale …3 anni e Allegri a questo ha ridotto la Juve

comevolevasidimostrare

L’ Italia nostra, santa e bella, stamane s’è destata “tennista”. Me ne sono accorto non solo dai sottostanti post, ma dai commenti e dai movimenti dei passeggeri sul Freccia che all’alba mi ha riportato a Roma; inutili i rimbrotti del personale di bordo, che invitava i medesimi a sedersi e non intralciare il corridoio.
Qualcosa del genere successe 5-6 anni fa, quando diventammo campioni del mondo di “curling”. In piena notte sorpresi gli addetti alla cucina della Salvo d’Acquisto, intenti a lanciare pentole a pressione nella sala mensa ufficiali, all’uopo sgomberata. Mi ci misi anch’io, ovviamente, centrando un pieno un carrello carico di posate, per fortuna.
Note a margine:
Giocato quasi mai a tennis, mi piace solo fare il guardone; evito il doppio.
Credo che Sinner andrà avanti per anni; non è un Berrettini romano.
Il nostro popolo s’entusiasma troppo facilmente, così come facilmente si deprime. Basti pensare al popolo de’ Gobbi.
Ultima cosa: evitate nei prossimi giorni luoghi affollati. In particolare i centri commerciali, i più vulnerabili.
Buona pasquetta a tutti.

Xavier

No, pare fosse il classico Pesce di Aprile.

Xavier

Allegri esonerato, pare.

Osservatore Italiano

Per risparmiare il pagamento a vuoto dell’ingaggio di Allegri si sta accettando di:
– distruggere tanti ottimi giocatori;
– disaffezionare i tifosi;
– danneggiare irrimediabilmente l’immagine di un club con un’ottima reputazione internazionale.

I colpevoli, lo dissi tanti anni fa, stanno molto in alto: si sono dati il cambio, ma l’incompetenza è la stessa.

Non si può indugiare così tanto.
Visto che nessuno si muove, spero che gli azionisti (almeno loro) sferrino un colpo da ricordare per decenni.

Qualche volta è meglio ridurre tutto in cenere e rinascere.

EhEh

“Qualche volta è meglio ridurre tutto in cenere e rinascere.”
Non è che anche Allegri la pensa così?

Luc 68

Non lo stanno pagando a vuoto tranquilli …. quando sai di non poter raggiungere certi obiettivi è inutile stremare la squadra…

guido

Dominio imbarazzante a Miami.
Dove vuole arrivare Giannino nostro?
(Waterone lo conosci anche tu Giannino adesso?).
Ormai vincere i tornei 1000 è la normalità, i tornei Slam sono alla portata.
Il sogno ormai si è spostato ancora più in alto.
Si chiama … lo dico? No, non lo dico

Leo 62

Per uno che era buono al massimo per i 500 non malissimo… Jannik è già il Numero uno al mondo, obiettivo cui arriverà prima di quel che pensassi ( io pensavo 2025 ), e francamente se continua così non ha avversari tra questi che circolano… forse uno che ancora non vediamo… Alcaraz è, come ho sempre detto, un discontinuo che al massimo fa una parte di stagione sopra le righe, ma ha un gioco troppo dispendioso per essere sostenuto tutta una stagione. Sicuramente è l’unico contro attuale…

Osservatore Italiano

Già 4 anni fa dissi che era molto più forte di Berretti.

Leo 62

Su questo non si potevano avere dubbi… e nemmeno che fosse più forte di Musetti…

Xavier

Romanticamente mi dispiace per la classicità di Dimitrov distrutta dal gioco iper-moderno di Sinner, quasi come il pugile umano dal robot-pugile nella novella di fantascienza degli anni ’50 “Reel steel” di R. B. Matheson.
Detto questo, ieri Sinner era un Agassi con la testa e il servizio di Djokovic, quindi non giocabile, ma soprattutto è un vanto per l’Italia anche solo per la grande signorilità con la quale si comporta appena finisce la partita.

Modifica il 12 giorni fa da Xavier
Waters

Guidone mio lo hai scommesso numero 1 al mondo a fine anno? Mi ha detto un mio amico, che è uno scommettitore abbastanza accanito, che a dicembre pagava 8 contro 1 , quota eccellente visto come era uscito dalla Davis.
Il problema è Alcaraz, visto che Djokovic con ogni probabilità salterà Wimbledon per dedicarsi alle Olimpiadi, un passo ulteriore per la futura carriera politica verso la quale è destinato il serbo, un altro populista nell’area balcanica e nel mondo ne avevamo proprio bisogno.
Alvaraz appunto, non è un caso che nei tre successi di quest’anno non ha mai battuto lo spagnolo,Australia,Rotterdam,e appunto Miami, anche se negli head to head credo siano più o meno pari, ma la possibilità appunto è notevole per Sinnner visto che sulla terra dovrebbe avere una semi a Montecarlo,battuto da Rune, l’unico risultato di prestigio, mentre Allcaraz ha la semifinale a.Parigi,quindi i punti da difendere sono abbastanza rilevanti ,al contrario di Sinner che andò malissimo a asparagi perdendo agli ottavi,se non erro contro Hanfmann…

Salud

guido

Grazie Waterone per il consiglio, ma ormai le quote su Sinner sono bassissime, forse solo il Grande Slam paga qualcosa di più. Comunque cerco sempre di evitare di scommettere quando sono troppo coinvolto (per esempio non scommetto mai sulla Juve (meno male) e solo una volta su Valentino Rossi alla sua prima stagione in 500, quando era dato 20-1 e l’ho mancata per poco. Però avevo scommesso sulla Champions dell’Inter l’anno scorso, quando hanno sorteggiato l’Autostrada per Istanbul. Anche quella mancata per poco)

Leo 62

Caro Andrea, in realtà Alcaraz è stato fortunato a non incrociare JAnnik nei tre appuntamenti che citi. Ne avrebbe ricevuto solo un’ulteriore scossa negativa alla sua psiche già fragile. In Australia Alcaraz era fuori forma, è bastato uno Zverev di medio livello per lui, con Sinner avrebbe perso veloce in tre su quella superficie. A Rotterdam avrebbe raccolto al massimo sei giochi in tutto e a Miami ci ha già perso, ed avrebbe fatto la stessa fine di Medvedev e Dimitrov… forse un po’ meglio (una cosa tipo 6-4 / 6-3 ).
L’unico torneo sul veloce dove lo spagnolo può battere Sinner è appunto Indian Wells, campo anomalo come pochi dove però Sinner ha fatto un errore tattico ( ma lui impara sempre dagli errori…) dopo averlo triturato nel primo set. Magari il prossimo anno lo batte anche lì.
Sul rosso sono curioso, il Sinner dell’anno scorso non fa testo, il clic che io avevo previsto per tempo e che era facile prevedere è sopravvenuto, e parliamo di un altro giocatore. Anche qui Alcaraz ha un campo migliore per lui che è Madrid, ma a Parigi le dovrebbe prendere sia da lui che da Nole che non scarterei per un’altra vittoria al RG. In generale vedo oramai un cinque ATP netto che oramai è Zverev, ripreso a buoni livelli, un quattro netto che è Medvedev ed un tre netto che è Alcaraz. Nole scalerà piano piano durante l’anno ma visto che è lui potrebbe anche non scendere sotto il numero uno prima di Wimbledon.
Il prossimo anno che sarà di saluti per Nole l’immenso, i quattro saranno Sinner, Alcaraz, Medvedev e Zverev a meno di arrivi da dietro che però per ora non si vedono… forse Rune si stabilizza attorno al cinque/sei…

Bocca: Fusées 10:1

spero che Sinner si riprenda presto da questa batosta;

guido

Qualcuno però doveva avvertirlo

PAOLO68

nonostante il bulgaro giochi da mesi il suo miglior tennis da quasi 10 anni, con un rovescio pari a quello di Wawrinka e Gasquet per bellezza precisione e potenza, (qualcuno si ricorda che il suo soprannome agli inizi (quando vinse le Finals (2013 o 14? e arrivò al numero 3 del mondo) era “baby Federer”?), nonostante le gufate “scientifiche” che imperversano da tempo in questo blooooog…..
beh Sinner vince semifinale e finale (del “5* Slam” così è considerato Miami da decenni) in meno di 3 ore di tennis, lasciando agli avversari 7 games in 4 set).

Ora sulla terra rossa soffrirà (non ci gioca (e perde male) da maggio ’23, ma di certo non perderà punti atp. Wimbledon Cincinnati e Toronto sono più alla sua portata, vedremo come arriva a New York.
Ha quasi 3500 punti sul numero 5 del mondo, circa la metà sul n°4…. 1000 su Djokovic e praticamente a pari punti con Alcaraz, con cui si alternerà al vertice per i prossimi anni.

Nonostante tutto ciò, ancora si cerca di sminuire il suo tennis e il lavoro che sta facendo con il suo team. A più di qualcuno piace rendersi ridicolo, evidentemente. 🙂

Leo 62

Ciao Paolo, la terra rossa non è il suo elemento, ma questo Sinner che ha fatto clic non sappiamo come potrà adeguarsi… visto che è evidentemente l’erede di Nole da cui ha preso anche la capacità di venire avanti con il torneo dopo primi turni non esaltanti, dobbiamo pensare che sarà capace anche di adeguarsi a superfici non ottimali.
A Parigi temo Nole, un po’ Zverev e pure Alcaraz non va escluso visto che sulla terra è più “naturale”, ma un Sinner che non ancora al massimo sulla terra ha già rifilato allo spagnolo un doppio 6-1 due anni fa, parte favorito comunque.
Per me sul rosso Sinner vince Montecarlo e forse Roma, e a Parigi se non vince ci va vicino… ma forse vince…

Obizzo da Montegarullo

In effetti Sinner sulla terra rossa in questo 2024 è tutto da scoprire, un anno fa non era così forte neanche sul cemento.

guido

Le ultime tre righe le ho scritte quasi uguali da un’altra parte (non ricordo se qua o su un altro Blog). Insomma siamo d’accordo

guido

E comunque, Paolo, secondo me vince anche sulla terra. A me piacerebbe Roma, ma mi accontento anche di Parigi

PAOLO68

Sono abbastanza sicuro anche io che farà progressi anche sulla terra rossa, magari Madrid che è più veloce di Roma e Monaco. Parigi non lo so, volevo solo dire che sul rosso la sua palla può solo rallentare…quindi farà più fatica a fare la differenza come sul cemento.

Poi visto che ha pochissimi punti Atp da difendere (al contrario di Nole e Alcaraz) probabile che arrivi a wimbledon da testa di serie n°2 che vuol dire probabilmente una semifinale con uno dei 2. Niente male no?

guido

Madrid lo salta (spero)

guido

Intervista a Zverev, gli chiedono “cosa pensa di Sinner? Diventerà numero 1?”
Zverev scoppia a ridere e dice più o meno “ma che domanda è? Certo che diventerà numero 1, di fatto lo è già e lo sarà per 10 anni (se non facciamo qualcosa per fermarlo)”.
È ovvio che Zverev, oltre a non capire niente di tennis, non segue il Blog e non ha potuto leggere i commenti illuminanti di Waters.

(senza offesa, Waterone, ma su Sinner non ne becchi una. E insisti)

2010 nessunoo

Mostruoso Sinner, semplicemente, Dimitrov è una pratica che sbriga in poco più di un ‘ora, 6 3, 6 1 .
Ciao R.T.😎

Il correttore

Caro blogmaster, errare humanum est, ma perseverare con Cardona…

Bocca: Fusées 10:1

se Bocca permette;
non mi straccio le vesti, la Juve è questa, dopo le defezioni causa pirlaggine di Fagioli e Pogba;
un punto o zero per me pari sono;
mi incazzerò se non andiamo in finale coppitaglia, questo sì;
avevo programmato di piratare il match di Sinner ma dopo che il superespertoprezzemoloso ha spoilerato l’esito lascio perdere;
visti a marzo due film che mi riconciliano con il cinema: Foglie al vento di Kaurasmaki e The Old Oak di Loach, dove i protagonisti non sono vip come quelli che colonizzano il bloggo ma sfigati o morti di fame come me.

Modifica il 12 giorni fa da Bocca: Fusées 10:1
Waters

Fabrizio, innanzitutto buona Pasqua, non so se conoscevi Daniele Protti che è venuto a mancare l’altro giorno, a me piaceva molto, moderato, inquadrato a sinistra seppure con spirito molto critico, conoscevo bene sua moglie Raffaella Prandi, una gastronoma molto preparata che collabora con la rivista Gambero Rosso.
Parlando del thread, non mi aspettavo una Juventus in male arnese come in questo periodo, per me era la grande favorita del torneo, con la rosa più costosa e l’assenza dalle coppe, mi sembrava naturale, il gioco langue, i giovani forse tranne un paio sono scarsi, uno ha fatto perdere la partita col Napoli e un’altro con la Lazio, l’unico degno mi pare il turco, anche se il migliore di tutti ce lo ha l’Inter ed è Valentin Carboni, non per niente fa parte della rosa dell’Argentina campione del mondo, non pizza e fichi fioroni.
Credo che fino al 2027 il campionato se lo giocheranno le milanesi – come quest’anno – per le altre ci saranno le briciole, anche se c’è un famoso piatto Dell’Enotec Pinchiorri di Firenze, pici fatti a mano con aglio, olio, e peperoncino, con briciole di pane è in carta a 45 euro…

Salud

Roxgiuse

Riposi in pace 🙏🌷

commentanonimo

Non so per Carboni, mai visto, ma sicuro la Juve non era la più forte. Barella e Chala sono di valore internazionale a centrocampo…mentre da noi si “salva” Rabiot. Anche gli altri reparti non vedono certo la superiorità della Juve, gli esterni fanno decisamente pena, suvvia…

carta vetrata

eppure, commentoanonimo (a proposito, complimenti per il nick, a mio parere il più intelligente tra tanti anonimi muniti di egoipertrofico), i fatti son fatti: rosa più costosa, rosa più pagata, allenatore più pagato. Ad inizio stagione, la juve veniva data per favorita dietro il Napoli, e l’Inter data quinta visto che aveva perso 12 giocatori (l’intero asse centrale). Di contro, diversi tuoi colleghi di tifo son convinti che la rosa Juve valga quella dell’Inter, e lo dimostrerebbe se fosse guidata diversamente. Io invece la penso come te e non da oggi. Di più, dei titolari juve forse uno o due potrebbero giocare titolari nell’Inter (forse Cambiaso a destra) e non certo nei ruoli chiave: a pensare che le ripartenze fulminanti dell’Inter possano venire gestite da Locatelli invece che da Chala, o che il palleggio basso sia gestito da Gatti invece che Pavard o Bastoni, vengono i brividi. Ci son grossi equivoci tecnici sull’organico Juve, è mediocre, e purtroppo per voi nemmeno un allenatore che faccia crescere i giocatori, o ne nasconda i difetti (li hanno tutti) con un gioco che li valorizzi. Quindi, qualcuno ha sbagliato, direi Agnelli, a cascata tutte le sue scelte, inclusa quella di richiamare Allegri, che è un troglodita tattico conclamato, aggravato da arroganza supponenza e maleducazione. Vero che ha vinto x scudetti, ma con squadre costruite da altri e senza avversari di rilievo, non si ricorda una sua squadra che avesse un gioco definito, che prescindesse dalle qualità dei singoli. Tra altro adesso la fortuna gli si è girata contro, e piscia sempre controvento. Davvero, buttatelo fuori, è insopportabile anche per le tifoserie avversarie, anche se è la miglior garanzia di una juve di secondo piano. Occhio però, i problemi juve sono più grossi e stanno molto più in alto di Allegri, spero vi sia chiaro.

commentanonimo

Preciserei che “i fatti son fatti: rosa più costosa, rosa più pagata, allenatore più pagato” non implicano che ciò che costa di più sia migliore 🤣. Mio suocero quando il suo lavoro andava particolarmente bene comprò una costosa Porsche che poi buttò via dopo due anni, sempre con qualche problema, per cambiarla con una Toyota che costava un terzo ed usa ancora la moglie 10 anni dopo che lui se ne è andato. Un altro esempio, farò incaxxare qualcuno, è quanto è “overpriced” Apple per il suo valore di performance, nessuna persona in effetti li usa se ha bisogno di potenza di calcoo. Inoltre rosa più pagata sì, ma non credo più costosa, chi se lo compra Szecny ad esempio? Allegri non ama il calcio ma il successo ed i soldi, questo è.

2010 nessunoo

Auguri blog Master faccia una Buona Pasqua

Gianpagliacci

Auguri

Felice-Pasqua.jpg
gmr61

Vista tutta la partita , primo tempo da incazzarsi per la mancanza di cattiveria sotto porta , grazie mille Giroud, ma il prossimo anno spero che il centravanti sia più cattivo ( ci vorranno almeno 50 cocuzze) e che Leao diventi continuo ( oddio….per le chicche che regala ora basta e avanza ).
Ieri contento per Chuku, bene Maignan tornato ai suoi livelli , vediamo di consolidare il secondo posto e giocarci la coppa , sarà difficile ma almeno la squadra sembra remare tutta per la stessa direzione
P.s. Ovviamente contento per il milanista n.3 al mondo che ha strapazzato Medvedev, e chissà se stasera non ci dará un altra gioia

Leo 62

Ciao Giovanni al momento un milanista n°1 del tennis ed un altro milanista in arrivo per scalzarlo…

gmr61

Stessa cosa che pensavo io Leo, ma per dirla alla maniera del mortaretto : non é che gnente gnente abbiamo un attrattiva speciale per i campioni educati ed eleganti?

carta vetrata

ti riferisci a Salvini?

Leo 62

Non definirei Salvini un Campione…

Obizzo da Montegarullo

Come no! Un campione delle facce di cu..o.
Ma ognuno ha la sua croce, vedi il La Russa nerazzurro….☹️

gmr61

Ognuno ha il suo tifoso “ simpatico”, ci sarebbe anche Lapo….😂

Nicola Romano

Breve commento da ahilazzio ! E soprattutto ahi Napoli ! risultato pesante ma se proprio non riesci a buttarla dentro, e in compenso continui a prendere gol evitabili , cosi va a finire, come occasioni mi pare la Lazio abbia meritato, ma credo partita modesta tra squadre modeste . Ho visto il secondo tempo di Bayern Borussia Dortmund ( 0-2 ) i primi non sono quest’anno cosi irresistibili in casa, persino la Lazio , e ho detto tutto avrebbe potuto fare qualcosa di meglio . Chiusura cinematografica, anche ad un mondo a parte come ad un’altro ferragosto poca gente , peccato due filmetti carini e non privi di significato, mi raccomando continuiamo ad andare a vedere soprattutto film stranieri . Finisco non con gli auguri , che a me non piacciono e non servono a niente, ma con una racomandazzione , non dico di non abbuffarvi, ma almeno masticate bene che pure quello è importante, vi sazierete dopo e lo stomaco lavorerà un po’ meno .

inox

Buonanotte Fabrizio

Buona Pasqua a te e a tutti gli amici del “Bloooog”.

Ieri, come vigilia di Pasqua e giorno della ripresa del campionato ho organizzato, con mio cugino Alfonsina e quattro ragazze o ragazzi……stamane non ricordo più…..comunque, insieme,  abbiamo visto le partite intrattenendoci, negli intervalli, con giochi vari. Il Napoli gioca di giorno e già questo ci stupisce e con parere unanime decretiamo che fa pena. Allora meglio Garcia! Più che Calzona il Napoli rimane in braghe di telona o in mutandona senza magliona. Quello che è piaciuto è “celebrare” l’ingiustizia subita da Jaun Jesus: da perfetto becco e bastonato, alla fine della fiera, rimane quello che più ci ha rimesso con la storiaccia fra lui e Francesco Acerbi. In attesa di Lazio Juventus un ragazzo, forse una ragazza….vabbè……dice, prima di fare cose: a proposito di Francesco, sapete che papa Francesco in realtà non è il papa ma, piuttosto, l’antipapa? Totale crollo nei presenti, mollezza ovunque nella stanza eccetto per mio cugino Alfonsina. Si, è così, dice e continua: quando Ratzinger da le dimissioni le scrive in latino tradotto poi come meglio conviene. In realtà Ratzinger rinuncia alla parte come dire, amministrativa del ruolo papale perché. sostiene Ratzinger, impeditogli in Vaticano ma non rinuncia al ruolo di papa come sostituto in terra di dio conferitogli dal conclave illuminato, nella scelta, dallo spirito santo. Per fortuna, aggrappati a Alfonsina, ci siamo un po’ tutti tirati su e un’oretta è passata presto. Così vediamo la partita. Al 93esimo la Juventus sta pareggiando senza nessun merito e viene giustamente buggerata allo scadere. Rigore netto non concesso ai laziali per trattenuta in area di Bremer su Zaccagni che inizia la partita con una maglia misura “L” e la termina con una XXXL. Belin! Credetemi, ne avevo intorno, non accade ma se accade all’Inter, apriti cielo! Gli iuventini sono quindici giorni di veleno sull’Inter senza guardare la squadra e la proprietà che hanno. Dovrebbe essere radiati da ogni torneo: hanno padroni rovina famiglie e in guerra fra loro: madre contro figli zie contro nipoti. E poi, sti qui, stanno a sproloquiare sul cinese. Ci pensiamo noi al cinese e rimediamo lo iuventino, non rimedia solo che oramai il tappeto non regge più la polvere. Poi Fiorentina Milan ma, sono un po’ confuso: la pochezza della Viola contro lo strapotere milanista. I rossoneri vincono e non si fanno nemmeno la doccia. La sostituzione di Leao al 65esimo come dire: non ci fate un baffo Fiorentina. Qualcheduno intorno nota l’ingresso in campo di Sottil e Barak all’86esimo. A cosa serve? Cosa significa? Come tu bene sai, Fabrizio, solitamente sono sempre preciso e sintetico nei miei commenti. Questo un peletto meno, lo riconosco. E’ stata una serata un po’ così….promiscua….ma, l’Inter ha giocato? Quando gioca l’Inter vince, vero Fabrizio? Mi sono addormentato e saranno stati tutti quegli uccelli intorno purtroppo, ho sognato corvacci neri di malaugurio. Ma possibile che non ci bastano 14 punti di vantaggio per nove partite? Pensa te Fabrizio: sono partito con una ammucchiata e mi sono svegliato solo e impaurito. Quando mi dicono: prova questa, è nuova perlomeno, devo chiedere, cos’è? Mi posso riprendere in 24 ore? 

Leo 62

Visti gli Highlights da cui si evince che questa vittoria porta la firma di Leao ( ma guarda un po…’ ) e Maignan che ha messo una pezza ad alcuni ( soliti ) buchi difensivi. Il MIlan di quest’anno dipende da quattro fuoriclasse che sono Maignan, Theo, Leao e Giroud e da un buon giocatore che in quella posizione sta facendo ottime cose e che sfrutta le invenzioni dei suoi compagni di attacco, come Loftus Cheeck. Quando girano almeno due di loro la sfanghiamo, altrimenti no. Dato il livello bassino del Campionato italiano questo per ora vale il secondo posto, anche perché con tutti i difetti che abbiamo siamo lo stesso più forti della Juventus che ha molti giovani interessanti, ma a cui va dato ancora tempo. Che fossero in overperformance ( LORO SI 🙂 🙂 ) era evidente e con un Napoli solo mediamente efficiente al massimo facevano quarti,senza contare che l’Atalanta dovrebbe finire forte e la stessa Roma sembra da tenere d’occhio.
Detto che il colpo di tacco di Rafa sul primo gol è stato da antologia e l’inserimento sul secondo gol pure, che il suo traserimento nel campionato turco sembra da rimandare, e che se continua così non ce lo potremo tenere ancora a lungo, rimane che a questa squadra manca sempre in prospettiva un vero mediano ed un centravanti giovane su cui puntare e che dimenticare ora tutti gli errori fatti da Pioli in questi due anni e tutte le montagne russe percorse, sarebbe sbagliato.

carta vetrata

non più di un mese fa c’era chi riteneva Kean migliore di Leao, e la juve seconda solo a causa degli arbitri proIner. La realtà era più semplice: la juve non vale oltre il 5/6 posto, aveva avuto solo una gran fortuna spacciata per altro, e più un occhio di favore arbitrale. Ora le cose si riequilibrano secondo natura: Kean vale un sesto di Leao, e la Juve andrà in CL, se ci riesce, solo se gli danno una mano gli arbitri. Quanto ad Allegri, esaurite le battute, può andare a fare il vitellone da bar di paese come da copione.

Il Regolamento

Tu non sai leggere

commentanonimo

Occhio di favore arbitrale per la Juve non si può sentire, è proprio un segno di scarsa oggettività il tuo. Su Kean non saprei, sono abbastanza convinto che il giocatore vale di più e non è valorizzato, magari mi sbaglio. Sul valore della Juve da 5 o 6 posto, non direi, essendo arrivata quarta già lo scorso anno sul campo, anni luce dall’Inter, più debole di Inter, Milan e Napoli, ma non più debole delle altre dietro.

carta vetrata

mah, era un pò una provocazione, visto che il vantaggio della capolista viene attribuito a favori arbitrali. Vuol dire non vedere la realtà: di sola differenza reti ha più del secondo migliore attacco, quello del Milan, cosa aggravata dal fatto che si mangiano il doppio dei gol che segnano. Questo per dire che, statisticamente, se entrano in area trenta volte a partita, il rigore ci scappa, giusto o no che sia ( e, per me, il 90 % dei rigori non andrebbe assegnato, perchè in tutta evidenza cercati o furbeschi, interisti inclusi). Quanto all’organico juve, lo ritenevo non superiore a quello della Lazio, oltre quelle che citi. Ma non è tanto quello, è che non si vede alcun progetto di gioco. Se alle accuse di difensivismo esasperato, Allegri reagisce facendo attaccare di più la squadra, e con ciò facendo inizia a subire due gol a partita, a fare sostituzioni cervellotiche o autolesioniste, vuole dire che il manico è incapace di dare un gioco equilibrato, oppure è nel pallone. In entrambi i casi è da licenziare. Fermo restando che la juve non può investire, non c’è più Marotta a fare i miracoli sul mercato, ed Elkann è uno che cura solo i fatti suoi, ed è l’ultima volta che mette i soldi. Anche voi, come noi e come tanti finiremo in mano agli stranieri, piaccia o meno. Mica è una dramma, Fiorentina, Bologna, Atalanta ecc. ci sguazzano. In alternativa, azionariato popolare, ma siamo molto distanti

Libeccio

Quattro fuoriclasse è una affermazione MOLTO grossa…

Leo 62

Ok, se vuoi facciamo tre, e togliamo Giroud ma se non è un fuoriclasse Leao non so chi lo sia, idem Maignan e direi pure Theo… giocatori che si caricano la squadra da soli quando serve. Io non penso che vinceremo la EL, ma “basterebbe” avere questi tre al massimo sempre per cinque partite per farcela vincere, e chiaramente i vari Pulisic ( ora anche Chukwu ) Loftus, Bennacer e Reijnders a fare il loro. Il problema di questa squadra è purtroppo che è incostante e spesso lo è per come è stata concepita, quindi è necessario affidarsi ai singoli, che non sempre girano assieme, e fatalmente la partita storta prima o poi ti capita ( vedi Coppa Italia che avrebbe dovuto essere un nostro obiettivo primario ) .

cipralex

A me Leao è sempre piaciuto, proponevo lo scambio con Kulusewski…, però fuoriclasse pare un tantino esagerato…direi buon giocatore, uno scalino sotto la categoria campioni e tre sotto quella dei fuoriclasse.

Leo 62

Nel suo ruolo è il secondo al mondo dopo Mbappé… ha i numeri del fuoriclasse senza dubbio, poi sta a lui installarsi nella categoria definitivamente… una cosa come quella detta da te si diceva pure di Sinner l’anno scorso… insomma bisogna saperli vedere prima…

Obizzo da Montegarullo

Un po’, via….
Di sicuro Maignan lo è, fortissimo tra i pali, molto forte nelle uscite, un piede educato migliore di molti centrocampisti (anche compagni di squadra, eh…), sugli altri nomi ho qualche riserva, Leao ne avrebbe i mezzi (anche solo vederlo correre è un piacere e che centro sarebbe stato a rugby: velocità, potenza, capacità elusiva.. ) vedremo se deciderà finalmente di diventarlo, gli altri due secondo me sono ottimi giocatori, ma credo un fuoriclasse sia un’altra cosa (v. alla voce Maignan).

carta vetrata

Decisamente. Il termine fuoriclasse andrebbe riservato a pochi eletti, quelli che palesemente si elevano ed elevano: in Europa De Bruyne, forse Salah, forse in futuro Bellingham. Nel Milan, Leao è quello con più potenzialità, ma non gli frega molto, è un naif. Gli altri tre ottimi giocatori, non fuoriclasse. Pure Di Marco ha spunti da fuoriclasse, ma esserlo è una altra cosa. Forse può diventarlo Zirkzee, già adesso un fenomeno, ma è tutta da vedere come sviluppa e se ha la fortuna di giocare in club ed allenatore adatti. Metti che lo danno ad Allegri, è rovinato nella culla.

Nathan

Dopo Natale ed Epifania, il Napoli riesce ad intossicarmi anche Pasqua.
Si osserva dallo scorso Settembre gente avvilita, che vaga senza meta per il campo.
Presi tre gol che non si vedono neanche tra i dilettanti ma, ormai, è diventata una triste consuetudine quest’anno.
Giusto attribuire a De Laurentiis le responsabilità che gli competono, altrettanto va fatto con i tre allenatori che si sono succeduti sulla panchina azzurra ma in campo vanno i giocatori.
Calciatori che meriterebbero forti pedate nel sedere per come si stanno comportando. Che vergogna, via da Napoli questi mercenari senza orgoglio.

Il Regolamento

Si ma chi è Cardona?

Obizzo da Montegarullo

L’ex arbitro?

tom

Avrei potuto giocarci qualsiasi cifra. C’è una mia telefonata a Radio Bianconera che lo certifica: “Oggi Tudor batterà la sua ex squadra”, e l’ha fatto nel modo, per noi, più crudele: segnando all’ultimo secondo dei tre minuti di recupero, che il quarto uomo aveva concesso per accontentare tutti. Capita a chi gioca per portare a casa lo zero a zero, schierando titolare uno che non vede il campo da un anno, mettendone fuori ruolo un paio e continuando a boicottare con la panchina alcuni suoi elementi che evidentemente non gli stanno a genio.
Finirà come l’anno con Maifredi: secondi all’andata e fuori dalle coppe a fine campionato (per la prima volta dopo quarant’anni). Invocare l’esonero non ha senso: un po’ per mancanza di coraggio, un po’ per mancanza di autocritica, non si farà mai.
Lo scrissi quattro anni fa: sono stati anni meravigliosi, saranno anni difficili, riproponendo lo slogan ogni anno. Manca soltanto che si tengano Allegri anche per il prossimo, e il disastro (voluto?) sarà completo.

Sunako Nakahara

Lazio-Juventus 1-0

Come prevedibile, il cambio di allenatore ha rivitalizzato diversi elementi della rosa biancoceleste. Al netto di qualche errore dovuto ad un’eccessiva frenesia, stasera abbiamo visto all’opera una Lazio priva di quell’atteggiamento statico e passivo che aveva caratterizzato le ultime esibizioni “sarriane”. Le semifinali di Coppa Italia, ed i prossimi turni di campionato, ci diranno se si è trattato di un effetto temporaneo, o se c’è ancora qualche speranza di riscattare (almeno in parte) quella che finora è stata una stagione deludente.

“Mai fidarsi di quelli che vanno in giro in tuta”. (Charles Bukowski)

Waters

Quando vince la Lazio sembra ti sia morto il cane😂😂, un pó come Chakko quando vince la Inter😏

Sunako Nakahara

Con 12 sconfitte all’attivo, su 30 giornate di campionato, credo che occorra molto di più di una vittoria in extremis (anche se contro un’avversaria titolata) per lasciarsi andare ad eccessi di entusiasmo. Se vogliamo essere obiettivi la partita sembrava destinata a concludersi sullo 0-0, e dobbiamo ringraziare una colossale dormita della difesa avversaria per essere riusciti a sbloccarla a pochi secondi dal fischio finale. Fino a ieri avevamo viaggiato alla media di 0,01 tiri in porta a partita. Che con un cambio di guida tecnica si riuscisse a vedere uno spettacolo più decoroso era un’eventualità molto probabile.

Modifica il 12 giorni fa da Sunako Nakahara
mario rossi

😀😀😀😀😀