Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Razzismo, caso Acerbi-Juan Jesus: Acerbi assolto

Fermi tutti, non è razzismo. Acerbi assolto dal giudice sportivo per mancanza di prove e indizi. Juan Jesus, gli insulti razzisti – “Vai via negro, sei solo un negro” – se li è evidentemente inventati (ma “in buon fede”…), oppure li ha sognati. Insomma, ha capito fischi per fiaschi. Ce ne è abbastanza perché il Coni con Malagò e la Figc con Gravina battano un colpo, altrimenti non saranno mai più legittimati a parlare di lotta al razzismo nello sport. Una storia incredibile quanto assurda. Impossibilitati ad applicare l’art. 28 del codice di giustizia sportiva sulla discriminazione razziale, per il quale Acerbi rischiava 10 giornate, è stato applicato il ben più famoso COMMA 22 della legge militare. Insomma Juan Jesus è stato dichiarato pazzo!

RAZZISMO, IL GIORNO DOPO JUAN JESUS NON CI STA

Mercoledì 27 marzo 2024 – Di razzismo nel calcio continueremo a parlare ancora per molto. Né del resto c’è alcuna voglia o intenzione di chiudere gli occhi e le orecchie per episodi del genere. Sull’assoluzione di Acerbi torna adesso inevitabilmente Juan Jesus, che ovviamente quel verdetto non può accettare e che oggi si trova negli scomodi e disarmanti panni del “cornuto e mazziato”. 

Razzismo, il comunicato di Juan Jesus sull'assoluzione di Acerbi da parte del giudice sportivo

Razzismo, il comunicato di Juan Jesus sull’assoluzione di Acerbi da parte del giudice sportivo

E RIPETE, HA DETTO “VAI VIA NERO, SEI SOLO UN NEGRO”

  Cosa dica JJ potete comodamente leggerlo nel comunicato qui sopra ed è ovviamente, in sintesi, il senso di sconforto di chi non vede fatta giustizia. Tanto da ripetere e lanciare ancora una volta in faccia al calcio ipocrita la frase mai divenuta vero oggetto di indagine e sostanzialmente negata ed espulsa dalla verità processuale: “Vai via nero, sei solo un negro”. E per la quale è stato fatto passare come un pazzo mitomane, afflitto da manie di persecuzione razziale. 

  A me che non sono così profondo resta l’indignazione per la grande, farsesca, baracconata organizzata dandoci l’illusione di voler fare giustizia e in realtà adoperandosi solo per chiudere il tutto prima possibile e soprattutto con il minor danno possibile. A salvare come al solito il fondoschiena del calcio e soprattutto la faccia di chi lo governa.

PERCHE’ CHINE’ NON HA MESSO A CONFRONTO FACCIA A FACCIA ACERBI E JUAN JESUS?

Aggiungo solo una considerazione a quanto ci siamo già detti fino al giorno della, ripeto, pilatesca sentenza del giudice sportivo.

Perché, se davvero le due posizioni di Acerbi e Juan Jesus erano così perfettamente paritarie – la parola di uno contro quella dell’altro – i protagonisti di questa vicenda non sono stati messi fisicamente a confronto uno davanti all’altro dal procuratore della Federcalcio Chiné che si è occupato di istruire il dossier prima di inviarlo al giudice sportivo? In certi casi ci si fa un’idea assai migliore, e forse ne sarebbe derivata una conseguenza assai diversa invece di quell’ arzigogolo partorito.

Non sono cose che si vedono solo in Law&Order o Perry Mason, sono normali strumenti di indagine che dovrebbero essere pane quotidiano per chi occupa la poltrona di inquirente e non vuole lasciar nulla di intentato per arrivare alla verità.

Sarebbe bastato pochissimo, sarebbe bastato volerlo…

RAZZISMO, ACERBI ASSOLTO

Martedì 26 marzo 2024 – Ma quale razzismo. Francesco Acerbi, difensore dell’ Inter, è stato assolto dall’accusa di Juan Jesus di avergli rivolto insulti razzisti. In particolare, il giocatore brasiliano lo aveva accusato di fronte all’arbitro e poi sui social, di avergli detto, durante Inter-Napoli:Vai via negro, se solo un negro”. Ma, come vedremo dopo, JJ, a quanto pare, non c’aveva capito nulla e aveva avuto le traveggole. Questo ci hanno detto.

  In un primo tempo Juan Jesus, pur essendosi rivolto all’arbitro, non aveva dato gran seguito al fattaccio e anzi a fine partita aveva detto che per lui il caso era chiuso. Vabbè lui m’ha detto “negro” ma pazienza.
Addirittura si era detto che Acerbi gli avesse chiesto scusa. Scusate: scusa di cosa? Questo è il punto. Scusa per le solite volgarità da campo di pallone o per le offese razziste?

  Ma il lunedì successivo Acerbi, escluso dalla nazionale, ha affermato di non aver mai pronunciato insulti razzisti, e che Juan Jesus aveva capito male. Il suo avvocato difensore avrebbe poi sostenuto che Acerbi aveva pronunciato la frase “Ti faccio nero”. E come ti sbagli? E’ tutto un equivoco.

***

Razzismo, caso Acerbi. Il comunicato di assoluzione del giudice sportivo

Caso Acerbi, il dispositivo del Giudice Sportivo Lega di Serie A – CLICCA QUI

***

L’ACCUSA DI JUAN JESUS  

Al che il giocatore del Napoli ha rincarato la dose – “Io che ho capito male? Ma quando mai” –  dettagliando più precisamente le frasi che si era sentito rivolgere. Prima di arrivare a questa decisione del Giudice Sportivo era stato richiesto ed effettuato anche un supplemento di indagine – in sostanza due interrogatori separati dei due giocatori – da parte della Procura Federale della Figc. Da notare che tutto questo è successo in campo a San Siro durante una giornata di calcio interamente dedicata alla lotta al razzismo, con i giocatori che portavano la scritta sulle maglie “Keep racism out”. Insomma il caso, oltre che a scandalizzare giustamente e come sempre, aveva fortemente imbarazzato l’intero mondo del calcio italiano.

  Per quanto accaduto Acerbi era stato così  sospeso dalla convocazione in Nazionale ed era stato escluso dalla squadra azzurra partita per la tournée americana. Si paventavano inoltre conseguenze sullo stesso contratto dell’Inter. Una mazzata per il giocatore 36enne,

RAZZISMO, ACERBI ASSOLTO PER MANCANZA DI PROVE

  Il Giudice Sportivo adesso sostiene che né l’arbitro, né i vari video o audio dal campo, né gli interrogatori dei due giocatori sono stati sufficienti a raccogliere le prove di una colpevolezza ex art. 28 – discriminazione razziale – del codice di giustizia sportiva. Insomma sostanzialmente  non ci sono prove sufficienti per condannare Acerbi. Tutto è raccolto in due parole che sono l’essenza del dispositivo del giudice sportivo: non si è raggiunta la “ragionevole certezza” della colpevolezza di Acerbi. Mancava prove e indizi certi insomma.

SUL RAZZISMO UNA SENTENZA PILATESCA

  Bene, questi, molto in sintesi, i fatti. Resta la morale di questa triste, imbarazzante e mai spiegata vicenda (lo è tuttora). O meglio per Juan Jesus è tutto chiarissimo e per Acerbi è solo un equivoco di cui JJ è stato vittima. Pilatescamente la sentenza assolve Acerbi ma non rivolge alcuna critica o accusa a Juan Jesus, che a questo punto, secondo logica, dovrebbe fare addirittura la figura del diffamatore e del calunniatore. E cioè di quello che accusa ingiustamente un altro, facendolo finire davanti a un giudice e facendogli rischiare una condanna.

  Ma l’arzigogolo da azzeccagarbugli varato dal giudice sportivo Mastrandrea,  afferma che il fatto non è provato “senza che per questo venga messa in discussione la buona fede del calciatore” che accusa l’avversario. Insomma Acerbi è innocente per mancanza di prove e Juan Jesus è in buona fede: avrà forse creduto di aver sentito quel “negro” ma…

 SE NON E’ RAZZISMO E’ ALLORA UNA CLAMOROSA INGIUSTIZIA

Insomma se stiamo ai fatti, così come ci vengono raccontati, sembra dunque che siamo in presenza di una clamorosa ingiustizia, abbiamo tutti marchiato con il timbro razzista un giocatore, poi addirittura escluso dalla Nazionale, che invece è stato vittima a quanto pare di una macchinazione ma “in buona fede” o almeno di una colossale combinazione di circostanze sfavorevoli.

  Dobbiamo credere, spesso a forza, alla giustizia, facendo talvolta uno sforzo enorme. La verità e la realtà processuale sono le due facce della medesima medaglia, non è detto che coincidano ma sono obbligatoriamente e fatalmente una legata all’altra.

  Detto questo dobbiamo sostenere adesso che Juan Jesus sia un pazzo e che si sia inventato tutto. Esclusa l’ipotesi dolosa bisogna pensare che in campo fosse talmente rimbecillito e che non abbia capito nulla. O comunque abbia capito fischi per fiaschi.

Razzismo i protagonisti del caso Acerbi-Juan Jesus in Inter-Napoli

ADESSO TOCCA AL CONI CON MALAGO’ E ALLA FIGC CON GRAVINA

  Per assurdo quanto deciso dal giudice sportivo non è appellabile. In sostanza il caso Acerbi-Juan Jesus si chiude o dovrebbe chiudersi qui, con un’amarezza enorme e con la netta sensazione che giustizia non sia stata fatta. Ce ne è abbastanza comunque perché almeno le decisioni pilatesche si fermino qui e si proceda con la ricerca della verità e della giustizia.

   Sarebbe il caso che il presidente del Coni Malagò e il presidente della Federcalcio Gravina battessero un colpo e rimettessero le mani a questa storia sbagliata e vergognosa. Ma forse sarebbe troppo, essendo per natura sfuggenti a quanto complichi la politica del voltarsi dall’altra parte. Se rimanessero inerti dopo tutto questo non saranno mai più legittimati a parlare di razzismo nel calcio e nello sport.

APPLICATO IL COMMA 22: JUAN JESUS E’ PAZZO  

Se è vero che non si è potuto applicare per la prima volta in serie A il famigerato art. 28 del codice di giustizia sportiva, per cui chi si macchia di insulti razzisti prende almeno dieci giornate di squalifica, è sicuramente vero che è stato applicato il ben più famoso e paradossale COMMA 22 della legge militare, a noi arrivato attraverso il cinema e la letteratura.  “Chi è pazzo può chiedere di essere esentato dalle missioni di volo, ma chi chiede di essere esentato dalle missioni di volo, non è pazzo”. 

  Insomma la morale di tutto questo è che: Juan Jesus è pazzo.

Ah, e poi dimenticavo. Chissenefrega di Maignan, di Vinicius e del razzismo. Il razzismo nel calcio non esiste.

***

Open Bar, la chat diretta di Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

***

SOCIAL BLOOOOG!

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

fatti un giro dentro Bloooog!

Martedì 9 – mercoledì 10 aprile 2024

Champions League, lo show con 10 gol di Real-City e Arsenal-Bayern. Nazionale, abbiamo un problema: Donnarumma

Martedì 9 aprile 2024

Acerbis e Mancini, il “materazzismo” degli Intoccabili

Sabato 6, domenica 7, lunedì 8 aprile 2024

L’Inter dominatrice vola verso lo scudetto, Milano al comando: apoteosi nel derby?

Venerdì 5 aprile 2024

Il calcio dei fondi ha portato ricchezza? O è stato una fregatura?

Martedì 2 aprile 2024

C’è ancora Juventus, anche se è solo Coppa Italia: Chiesa e Vlahovic mandano ko la Lazio

Sabato 29 marzo – Lunedì 1 aprile 2024

Campionato a Pasqua, l’Inter verso lo scudetto. Juventus e Napoli giù a precipizio. Thiago Motta ombra su Allegri

Venerdì 28 marzo 2024

Febbre da cavallo, ancora il vizietto delle scommesse per Tonali. Anche in Inghilterra, al Newcastle…

Mercoledì 26 marzo 2024

Fermi tutti non è razzismo, incredibile decisione del giudice sportivo. Acerbi assolto, Juan Jesus ha preso fischi per fiaschi

Martedì 25 marzo 2024

Agenda del calcio italiano, dalla Nazionale allo scudetto dell’Inter

Giovedì 21 marzo 2024

A chi frega di questa Nazionale? Ricostruire un sentimento in vista degli Europei

Mercoledì 20 marzo 2024

Le nubi sullo scidetto dell’Inter: il prestito Oaktree e la sparizione del presidente Zhang

Martedì 19 marzo 2024

Non è una Juve per Max. Allegri e la Juventus: non si sta insieme solo per contratto

***

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
337 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

[…] Fermi tutti non è razzismo, incredibile decisione del giudice sportivo. Acerbi assolto, Juan Jesus … […]

[…] Fermi tutti non è razzismo, incredibile decisione del giudice sportivo. Acerbi assolto, Juan Jesus … […]

[…] Fermi tutti non è razzismo, incredibile decisione del giudice sportivo. Acerbi assolto, Juan Jesus … […]

[…] Fermi tutti non è razzismo, incredibile decisione del giudice sportivo. Acerbi assolto, Juan Jesus … […]

scotland16

ho letto l’intervista di Acerbi al Corriere della sera; si notato due cose clamorose 1) il giornalista non fa la domanda piu’ importante, l’unica, la prima da fare: “Cosa ha detto a Juan Jesus?” 2) Acerbi rimane comunque sempre vago (..”la concitazione del gioco”, quindi anche io posso avere la “concitazione del lavoro…”) e poi dice le solite frasi sulle “cose di campo” e di Weah “suo idolo” (sembra un politico di destra quando diffama gli omosessuali e vuole leggi piu’ esclusive per loro e poi dice “io ho cmq amici gay”….ennesima occasione persa …

Nicola81

Per me è altrettanto clamoroso questo passaggio: «Se l’ arbitro dovesse scrivere con carta e penna tutto quello che sente, dovrebbe correre con lo zaino. Però finisce sempre lì, altrimenti diventa tutto condannabile, anche gli insulti ai serbi, agli italiani, alle madri».
Certo, se non si possono più insultare nemmeno i serbi (magari con un bel “zingaro di m****”) viene da chiedersi dove andremo a finire. Se non altro il personaggio ha definitivamente chiarito il suo spessore, con buona pace di quegli interisti che continuano a definirlo un grande uomo. E due parole sull’intervento di Gravina le vogliamo dire?

Mordechai

Scot, abbiamo sprecato fin troppe parole per questo tizio.
Meglio dimenticarlo.
Tanto un qualunque è ed un qualunque rimane.

[…] Fermi tutti non è razzismo, incredibile decisione del giudice sportivo. Acerbi assolto, Juan Jesus … […]

mario rossi

Bocca ma hanno pizzicato tonali anche in UK? Niente da fare, quel massara è un genio, 80 milioni per uno che poco dopo sarebbe stato totalmente bruciato. Chapeau

Modifica il 16 giorni fa da mario rossi
Waters

E gli han fatto le scarpe…

scotland16

Caro Bocca sei stato accontentato …Gravina ha battuto un colpo “Crediamo ad Acerbi, al primo incontro lo abbraccerò”…..a Juan Jesus che fa lo squalifica?

commentanonimo

Letta. Disgustosa. Gravina purtroppo parla come un dirigente che protegge la cerchia magica degli italiani e non tutti gli stakeholders del calcio. Le sue parole mi hanno disgustato. Poteva limitarsi ad un “esiste la giustizia sportiva e dobbiamo essere uniti contro il razzismo” invece di dire “abbracciare etc…” visto che la verita’ lui non la sa.

M42

Che squallore.

scotland16

Gravina, sempre quello che contribui’ fattivamente alla strana retrocessione del Castel di Sangro? Quello che il giornalista americano che scrisse il libro sul Castel di Sangro considerava persona sospetta e con comportamenti strani; quello della partita con il Bari poi scopertasi truccata….quello che ha organizzato una tournee’ da mentecatti in USA per giocare con Venezuela ed Ecuador , mentre le squadre europee o giocavano tra loro (del resto ci sono gli …europei) oppure incontravano il Brasile…in Europa ; Gravina, quello che non caccio’ Mancini dopo la partita con la Macedonia e soprattutto non si dimise….beh se e’ lui , io Acerbi mi preoccuperei…e se fossi Juan Jesus..beh se lo incontro non gli darei certo la mano o lo saluterei…e pensare che come presidente della FIGC lui sarebbe presidente di TUTTI giocatori che giocano in Italia non solo degli italiani o di quelli che giocano in nazionale italiana; un vero incivile…

il ghiro

I Casi Loro
1.) Negri Per Caso
Il trio dei brunetti del Napoli, J.J., Anguissa e Osi, con Nathan e Cajuste al seguito, preso atto della sentenza Mastrandrea, ha chiamato a raccolta tutti i “diversamente colorati” delle altre squadre di A per deliberare un boicottaggio generale delle prossime partite di campionato, a rischio le ultime nove giornate. Hanno prontamente aderito alla nuova Crociata: Bremer, A. Sandro, McK, Weah, Iling jr, Kean (Optì Pobà via email) per le zebre, Leao, Maignan, Tomori, Kalulu, Musah, L.-C., Chukwueze, Okafor per i diavoli, e via via tutti gli altri delle altre sedici società coinvolte. Romelu Lukaku è stato nominato presidente del Movimento “Banana Gigante”. Si sono astenuti per ora dall’aderire i signori Thuram, Bisseck, Dumfries, Buchanan (Cuadrado via email); stanno ancora decidendo se credere ad Acerbi o a J.J., Thuram presente a S. Siro conferma di non aver sentito niente.
2.) “Roma Coperta”
Antonello Venditti sta componendo una nuova versione della sua celebre canzone “Roma Capoccia”, come da esplicita richiesta dei nuovi sponsor, occulti finanziatori e futuri proprietari della A.S. Roma. Pare che il Main Sponsor giallorosso, Riyadh Season, imporrà, d’ora in avanti, di adottare non solo la scritta “Ittihad ” sulle divise ufficiali, ma anche di indossare all’ingresso in campo un ampio “burqa”, sostituito durante la partita dal regolamentare “chador”, o “hijab” se preferite. Alcuni giocatori hanno tentato una timida protesta, ma i Friedkin hanno fatto capire che il fondo è sovrano e bisogna piegare il capo e coprirselo, come da legge coranica vigente. “Roma Capoccia” sì, ma rigorosamente “Coperta”, presto di Dybala e Lukaku vedremo solo il bagliore degli occhi assassini.
3.) Sventolar di Panche
Dall’inizio della stagione 2023-24 tante sono state le panchine sgomberate rapidamente dai precedenti occupanti, causa l’insoddisfaciente rendimento della squadra in campionato o nelle coppe. Comincia l’Empoli con Andreazzoli al posto di Paolo Zanetti, e successivamente l’arrivo di Nicola per Andreazzoli, segue l’Udinese con Cioffi al posto di Sottil, il clamoroso benservito della Roma a Mourinho, subentra De Rossi, poi alla Salernitana il “balletto” tra Pippo Inzaghi e Paulo Sousa , l’arrivo di Liverani e la rapida estromissione dello stesso per far posto a Colantuono, l’esilarante cinepastiera in casa Napoli per la regia del De La, interpreti Rudi Garcia, Mazzarri e infine Calzona, l’avvicendamento al Sassuolo tra Dionisi e Ballardini, l’obbligata estromissione a Lecce del “D’Aversa Furioso” sostituito da Luca Gotti, e per finire la Lazio con l’altrettanto clamorosa sostituzione del “dimissionario” Sarri con Igor Tudor. A chi toccherà il prossimo giro di valzer?    
4.) Romanzo di Appendice
Per vedere finalmente l’agognata doppietta della Rossa sul podio della F1 c’è voluto che Carlito Sainz si facesse togliere l’appendice, un’operazione perfettamente riuscita stando all’esito finale, vittoria nel GP di Australia davanti a Leclerc. Il monegasco ha preso la decisione di farsi togliere le tonsille o almeno un dente del giudizio, prima del prossimo GP, sperando di arrivare stavolta davanti al madrileno e magari entrambi davanti alle Red Bull. Rosse per rosse, Red Bull per Ferrari, io preferisco sempre le nostre, non tanto per casa Agnelli, quanto per il grande affetto per il Drake, sempre nel mio cuore.
5.) Rosso per rosso
Rosso per rosso, un pensierino anche al Carotone nostro che ben si sta comportando in Florida dopo aver smaltito la batosta con Alcaraz. Yannik per fortuna, da bravo alto-atesino, ha un carattere più alto che atesino, molto poco italico, non ha battuto ciglio e ha ripreso a macinare gioco e avversari, ieri ha frantumato le resistenze di Medvedev. Ovviamente ci saranno anche altre sconfitte, ma il numero uno prima o poi in ATP lo raggiungerà, se non avrà i guai fisici che stanno tormentando Matteo Berrettini o i problemi psicologici che hanno attanagliato Fabio Fognini. Il passaggio da Piatti a Vagnozzi e l’affiancamento con Cahill è garanzia di crescita sicura nei prossimi anni. Auguri di vittoria a Miami per lui e auguri di Buona Pasqua a tutti gli amichetti del nostro Bar Sport, buon Bloooog a tutti!!!        

comevolevasidimostrare

😃 😃 😃 🍷

Waters

Fabrizio, forse ricorderai il mio leggendario post sul famoso presunto “stupro” di Cristiano Ronaldo nei confronti di una ballerina o escort Matronga, il blog non fu più lo stesso, ebbe un salto di qualità decisivo, i dislike furono 158 se non erro, so per certo che mi votarono contro intere famiglie, donne e bambini compresi, il mio amico Leo per un post su Charlie Hebdo arrivó a 90 scarsi.
Erano i tempi della grande sbornia, il demiurgo portoghese doveva portare la grande coppa con le orecchie, era l’idolo assoluto, purtroppo le cose non andarono bene, furono fermati dall’Ajax ai quarti, e due volte agli ottavi, forse da Lione e Porto.
Perche porto ad esempio quel famoso post?
Logicamente in similitudine al caso non caso Acerbi, anche allora era la sua parola contro quella del portoghese, io mi permisi di dire che c’erano prove certe – da sentenza – sul fatto che la ballerina venne tacitata con 375mila dollari, ma in molti dissero che per Ronaldo erano come 200 euro per un salariato Fiat.
Morale della storia, come cantó Bennato” Ama la tua bandiera è la più bella che ci sia, ama la tua bandiera é la più cara che ci sia, senti che emozione, sventola la tua bandiera, senti un tuffo al cuore sventola la tua bandiera, odia tutta la gente che non sventola la tua bandiera..ama odia ama odia..

Salud.

Il Regolamento

Intanto hai scritto “presunto stupro”.
E’ già un passo avanti, visto che all’epoca l’avevi già condannato, come ricordiamo tutti.
Ipocrita

Mordechai

Cambia pusher, forse puoi ancora farcela.

Waters

Perché?
Dillo con parole tue puoi farcela,dai

Mordechai

L’ho detto. Con parole mie. Puoi farcela.

Il Regolamento

No, non ce la può fare

commentanonimo

Il caso CR7 rimane uno di quei casi in cui non sapremo mai la verità assoluta e forse neppure gli autori se erano sbronzi patocchi.

Il Regolamento

l’unica verità che conta è quella processuale, certamente non quella di Waters, che all’epoca definì Ronaldo “stupratore”.
Adesso fa il garantista… pagliaccio

Waters

Infatti è come il caso Acerbi, chi crede a Ronaldo e non alla Matrona lo fa perché è tifoso,nulla di nuovo sotto il 🌞 sole.

Quattroquattronovetredue

Voltiamo pagina, torna la Serie A divisa in due tronconi: mi aspetto un thread sull’incidenza dell’abbacchio e relativa regolarità del campionato.

Sandro

Ciccio hai rotto, vai contarti i brufoli e lasciaci in pace

malandragem.PNG
Il correttore

L’importante è che non sia una bestemmia, sennò guarda come scatta subito una squalifica! Il calcio Vaticano

Vipe

FINALMENTE.
Il clamore mediatico suscitato dalle parole fraintese di Acerbi, ha finalmente permesso di chiarire un “ sospeso “ di anni fa.
La partita è Juve-Milan, Sarri in panchina e Ronaldo in campo che non ne prende una.
Sarri lo sostituisce con Dybala.
Non sia mai…
Il portoghese passando di fianco all’ allenatore offende: hjio de puta, gli dice.
S’ è poi saputo; ha detto: perché io sor tuta?

È la mia Buona Pasqua bloooog.

cipralex

Bocca il cassiere della China Construction Bank ha pignorato i palloni dell’Internazionale di Milano.

Ora per giocarci contro a S.Siro bisogna portare il pallone da casa, credo.

Non è una bella situazione…

commentanonimo

Credo sia utile svestirsi delle magliette nerazzurre, azzurre ed altro per commentare questa vicenda. Quello che rimane è un grande casino, ed una occasione persa per la giustizia sportiva di trasformare quel distintivo che i giocatori si mettono sulla maglia, no al razzismo, in una cosa seria, e non una buffonata. Fa specie vedere tutti i tifosi nerazzurri, o quasi, compatti a difendere la sentenza. Sentenza che è formalmente corretta, ma si inserisce pienamente nel racconto popolare di una società che, di riffa o di raffa, è sempre “sentenziata” in modo favorevole. Come ho notato più volte due gigantesche banane in curva Nord sono state ignorate, sebbene sventolanti ad ogni tocco di Lukaku, e qualcuno qua le ha definite “divertenti e giuste visto il comportamento di Lukaku”. Nello stesso tempo, Acerbi è finito sotto un carico mediatico assai spiacevole, al di là del demerito che ha avuto di una frase infelice che sono convinto pure io non rifletta il razzismo, ma di più la cattiveria che in un campo spesso c’è e ci deve essere. E Juan Jesus è rimasto umiliato, cornuto e mazziato. Una gestione disastrosa. Personalmente ritengo abbiano sbagliato in molti, in primis Juan Jesus, se denunci all’arbitro, devi andare in fondo, uscire dal campo, non puoi pretendere che se dici “mi ha chiesto scusa, ok” poi tu sia creduto. Acerbi, boh, francamente ritengo abbia mentito sistematicamente quando ha visto il casino generato, ha sicuramente detto cosa ha detto, ma non ha avuto il coraggio di ribadirlo facendo incaxxare JJ, e per primo credo non sia razzista. E la stampa, che non ha cercato riscontri oggettivi, fallendo come quasi sempre, in Italia di fare il passo dal lancio di una notizia, alla ricerca di fatti. E la giustizia sportiva, che ha mostrato ancora come se c’è di mezzo l’Inter la soluzione formalmente corretta va sempre verso il non punire la società inter. Chiudo il pistolotto ed auguro a tutti Buona Pasqua

Waters

Più che svestirsi delle maglie azzurre e nerazzurre ci sarebbe da svestire quelle bianconere,visto che l’80% dei commenti rabbiosi viene da quella parte…

Salud e Buona Pasqua a te e famiglia

commentanonimo

Ricambio gli auguri, e preciso 🤣 , ho scritto “nerazzure, azzurre ed altro” (altro = bianconere, rossonere etc), specificando nerazzurre perche acerbi era nerazzurro, e azzurre perche juan jesus era azzurro, e ci si riferiva ad inter-napoli, non per altro. Sarà una Pasqua interessante per me, lavoro a parte, devo riorganizzare le idee…la farò in casa e lavorando, e viaggerò dopo la Pasqua per diletto, e per lavoro, che preferisco senza tanti vacanzieri in giro!

Mordechai

Concordo.
Io, infatti, non valuto Acerbi da anti-interista (che non sono), ma proprio il suo comportamento in quanto essere umano, si presuppone cosciente e senziente.
Anche nei casi, del tutto diversi, di Fagioli e Pogba, ho scritto apertamente quello che pensavo di loro, dei loro comportamenti e delle loro azioni.
E non sono stato tenero con nessuno dei due, infatti qualche confratello di tifo m’ha pure criticato e cazziato per questo.
Per cui …

commentanonimo

Si è cacato sotto, diciamola tutta. Ne sarebbe uscito meglio dicendo la verità, anche perchè tutti sappiamo che non è razzista e probabilmente gli è scappato un insulto di quelli che nei campi volano a migliaia

Mordechai

Infatti, pure io credo (già l’ho scritto) che se FA avesse detto : “ho detto una stronzata, è vero, chiedo scusa a tutti, in primis a JJ, accetto eventuali provvedimenti”, ‘sta storia si sarebbe sgonfiata in 24h, si sarebbe beccato un paio di giornate di squalifica, l’Inter avrebbe portato comunque meritatamente a casa lo scudo pure senza di lui, tanto non stiamo parlando di un fenomeno. E basta.
Ed invece, col suo maldestro tentativo di venirne fuori, ha guastato il tutto e scatenato la inevitabile gazzarra.
Che sia o non sia razzista (nel suo quotidiano, intendo) non so, lo sa solo la sua coscienza, ma in quel particolare contesto, quel particolare epiteto non può non avere una connotazione razzista.
Con millemila altri epiteti, proprio quello?
E qualcuno dice : è un insulto come un altro, generico.
Manco per ‘sta ceppa fritta; se tu dici “levati di mezzo bidone, mezza sega, coglione, pippa che non sei altro” lo puoi riferire a chiunque, pure ad uno svedese, ma se dici “levati di mezzo, negro” no, vuoi proprio intendere “quella cosa”.
Lo capirebbe pure un bambino.

scotland16

ragionamento perfetto Mordechai….hai spiegato benissimo nelle ultime righe una ovvieta’ che molti , pure tra i “grandi” commentatori televisivi e non, prorpio non riescono (o non vogliono) capire….

Il Regolamento

“tutti sappiamo che non è razzista”
“gli è scappato un insulto di quelli che nei campi volano a migliaia”
No, questa è un’autentica stronzata.
Io ho giocato a calcio per quindici anni e ho fatto le mie belle cazzate in campo, avendo un carattere piuttosto fumantino, ho litigato e insultato anche in maniera non proprio simpatica.
Non mi sarei MAI sognato di dire a qualche avversario “vai via, sei solo un negro”.
Mio padre mi avrebbe fatto passare la voglia di uscire di casa.
Uno che dice una frase del genere E’ un razzista, non ci sono cazzi

Modifica il 16 giorni fa da Il Regolamento
commentanonimo

Rispondo a tutti, certo che ha detto una cosa razzista. Quello che intendevo è che forse è più ignorante e maleducato che effettivamente razzista. Intendo come persona. Poi d’ccordo, io in tutta la mia vita non ho mai usato tre insulti, put.., fr…e ne… per educazione ricevuta, e non mi vengono in mente neppure se mi arrabbio.

Il Regolamento

il 100% dei commenti beceri, razzisti e ipocriti, invece, viene dai tifosi interisti.
Sai com’è, alla mia età e con la mia storia gente come voi mi fa effettivamente incazzare

commentanonimo

Seneca diceva che la rabbia fa più danni di ciò che la provoca…secondo me un campionato di calcio non dovrebbe mai fare incazzare troppo…e gli interisti sono sicuramente irritanti a volte, ma anche noi non siamo da meno, a volte.

Il Regolamento

questa non è più una questione di tifo. Quando leggo un imbecille che scrive “spero che Acerbi lo rifaccia presto”, per me puoi parlare di calcio, politica, musica o qualsiasi cosa, io mi incazzo lo stesso.

inox

Buonanotte Fabrizio

Sintetizzando: La Prestigiosa ha un presidente impresentabile. La Juventus ha dietro e davanti la famiglia Agnelli. Il Milan ha avuto Berlusconi e quelli attuali sono anche peggio di Silvio. L’Inter è sotto schiaffo. Per Juventus e Milan tutto regolare. Ancora, in sintesi: Crosetto, il corpulento ma spesso anche corpusvelto quando si tratta di uscire dalle canne di dove si sono infilati e ci hanno infilato in seduta, alla Camera, dichiara che l’italia ha venduto armi per 417 (quattrocentodiciassette) mln all’Ucraina all’insaputa dell’Aula. Affari e accordi con un terrorista. La primo ministra o minestra e contorno bevande escluse, laureata alla scuola di marionette all’università del Connecticut, chieda scusa e si dimetta.

commentanonimo

Terrorista? Non è che la scuola delle marionette (di Putin) la conosci molto bene perchè ci hai studiato te? 🤣

Scalpello

Che due coglioni

Mordechai

Terrorista? Viene attaccato, invaso, devastato, bombardato e sarebbe lui, il terrorista.
E l’altro, l’osceno muppet del Cremlino, cos’è, un pacifico farmer del Sussex?

Optimumpotor

2014 anno escluso dalla storia.

Mordechai

Pure la carestia forzata voluta da Mosca in Ucraina negli anni ’30.
Se vuoi scambiamo quattro chiacchiere su quella.

comevolevasidimostrare

👍

Il Regolamento

Lascia perdere, lui è convinto che dietro all’attentato di Mosca ci sia la mano dell’Ucraina.
Gliel’ha detto Putin in persona.

Bocca: Fusées 10:1

per il cestino;

mario rossi

Bocca Comunque vedendo come sono usciti pazzi quaggiù sotto sotto spero che acerbi lo rifaccia domenica😀

Obizzo da Montegarullo

Scusa, ma questa è un’emerita cazzata!

Mordechai

Non mi dire…

mario rossi

Ragazzi ma come siete permalosi però. Oppps, forse però “ragazzi” non si può più dire, va beh ormai l ho detto.
Auguro a tutti di festeggiare serenamente e cristianamente la Pasqua di resurrezione.

Nicola Romano

Evidentemente non hanno di meglio da fare .

Il Regolamento

Comunque dagli interisti duri e puri, tipo te, Waters e Inox, non ci aspettiamo niente di meglio

Mordechai

Se mi consenti : bel commento del cazzo.

Nicola Romano

Se mi riconsenti non se ne puo’ piu’ , ormai la maggioranza dei commenti e’ per litigare o stigmatizzare le infinite nefandezze commesse dall’ Inter e stica … basta, sembrava che aspettavate solo il caso Acerbi, dopo gli arbitraggi, il Var, Oriali le buonanime di Prisco e Facchetti, Zhang ,i scudetti di cartone ecc., poi siamo noi ossessionati dalla Juve vero ? .

Il Regolamento

“spero che acerbi lo rifaccia domenica”
Immagino che tu condivida questo commento

Mordechai

Amico mio, se c’è uno che non ce l’ha con nessuno, sono proprio io.
Frega un cazzo a me dell’Inter, di mister Zhang, delle buonanime e pure della Juve.
Posso però pensare (e scrivere) che Francesco Acerbi s’è comportato proprio alla cazzo di cane o no?

Nicola Romano

Mi riferivo a qualche tuo cotifoso meno moderato .

Il Regolamento

ecco, magari rispondi anche a me…
“spero che acerbi lo rifaccia domenica”
Immagino che tu condivida questo commento

Mordechai

E allora perchè rispondi a me, ma allora è vero che mi vuoi bene.
🙂
Felice Pasqua a te e ai tuoi cari.

Waters

Prezzemolino fatti due risate ogni tanto…

Mordechai

Ce la metto tutta, ma quando ne vale la pena.
Non è questo il caso.
A te fa ridere?

Bocca: Fusées 10:1

perché aspettare domenica? nella squadra ha negri sottomano;

Nathan

No al razzismo, forza Juan Jesus

img_1_1711565792657.jpg
Waters

No alla droga…

Mordechai

Smetti allora.

Waters

Se la smetti di rifornirmi,certo.

Mordechai

Insomma, puoi far di meglio …
Puoi fare di meglio, vero?
E fatti due risate ogni tanto …
🙂

Bel-Ami

Mi voglia scusare, dott. Bocca, non rinvengo un mio commento in cui, in replica a Candido Munafò, introducevo altri argomenti dei quali Laura mi chiedeva spiegazione.
Qualcosa non andava? Merci beaucoup.

M42

Non andava Candido, sono curioso di sapere perché Bocca ce l’ha tanto con lui, non ricordo suoi post offensivi.

Mordechai

Credo sia il caso di chiedere scusa a Francesco Acerbi.
Ad avercene…

il radarista

Tranquillo, arresteranno Juan Jesus o, come pena minima, nessuno lo farà più giocare.

Sandro

La legge è uguale per tutti ma per malandragem è più uguale

zebra.jpg
Modifica il 17 giorni fa da Sandro
Scalpello

Che due palle…

molonlave

nel mondo del calcio manca la maturità per combattere il razzismo.
I tempi non sono ancora maturi, i tempi sono ACERBI!

molonlave

Domandina da 3^ elementare: perché se un giocatore nero dell’Inter viene fischiato o offeso (giustamente. giustamente , giustamente), il creato intero viene squalificato, vedi Lukaku, mentre se un giocatore dell’ Inter ingiuria un altro giocatore nero, non succede niente? Grazie a chi vorrà’ darmi una risposta.

Waters

Un post poco intelligente, a parte il fatto che Ibra non è stato squalificato, visto che secondo quanto affermò Lukaku gli avrebbe dato del monkey, è un caso come quello di Acerbi in cui non c’è stato nessun labiale visto, e si andati alla tua parola contro la mia.

Il Regolamento

Nel caso di Ibra e Lukaku TUTTI sanno cosa si sono detti, fai un giro in Internet e troverai la descrizione parola per parola dell’edificante dialogo, compreso il “ti sparo in testa” del belga.
Nessuna squalifica

Mordechai

Contenuti inversamente proporzionali alla prolissita’.

inox

Buonanotte Fabrizio

Boia deh! Fabrizio! L’Inter è sotto assedio.
La nazionale inutile perditempo.
Ora, Zhang, è una pagaccia perfetta, impresentabile per la Prestigiosa. O si dimette o viene obbligato a farlo e Zanetti subito suo sostituto. Troppe volpi attorno al pollaio meglio se costui scompare per evitare anche cattivi pensieri alla Fgci. Acerbi, un belinone abbandonato a se stesso: assolto. E’ stata la mano di dio. Non ci voleva. Non se ne esce bene anche perché, a questo punto della frittata, andrebbe ascoltato il napoletano e chieste spiegazioni di brutto. Senza prove non si può condannare e allora si dovrebbe pensare che Juan Jesus si sia inventato tutto e questo non è credibile. Brutta brutta storia. Comunque, quando per gli europei Spalletti convoca Acerbi, sarebbe bello che Francesco lo mandasse a spigolare visto l’esclusione da condannato subito dalla inutile trasferta americana buona solo per la grana. Acerbi, migliore marcatore sull’uomo della serie “A”. Chiama Mancini vai! Settimana delle Palme pesantissima terminata con la domenica delle Palme. Parafrasando De Andrè piuttosto, direi : “La Domenica delle salme”: lo iuventino e il milanista dei temporali in un tripudio di tromboni auspicavano squalifiche e penalizzazioni con la tovaglia sulle mani e le mani sui coglioni che li stanno ad ascoltare. Si, perché vedi Maestro, nell’anno del miracolo sportivo interista costoro stanno li, così, sempre a battere la lingua sul tamburo e bla e bla e bla bla senza tenere minimamente conto da quali scuole di nefandezze derivano. Sul cinese ci pensiamo noi, la nostra Storia lo respinge, voi pensate da dove venite. La Juventus solo per quest’anno ha due squalificati uno per calcio scommesse, uno per doping. Invece, come premietto per il brand iscritta a una competizione Fifa nell’anno della squalifica Fifa che la esclude da ogni competizione Fifa. Sarebbe dovuta essere radiata dal calcio venti anni fa con calciopoli e poi falso in bilancio, evasione fiscale, doping prima e dopo, Montero che fa lo gnorri davanti al giudice. Gli Agnelli. E’ vero, pertinente parlare del nostro presidente come impresentabile e allora il Milan e Berlusconi condannato in via definitiva per evasione fiscale? Berlusconi implicato in affari per mafia e illeciti sportivi anni ottanta, processi Ruby uno due tre e via andare a libitum. Pensate al vostro che ne avete anche troppe e invece no: jdjcfiwdhjcjjcjcnwcjjncw e bu e ba e cia e giò e ujhjh. Comunque i ragazzi sono sul pezzo. Domenica inizia un trittico di partite trappola che non vanno sbagliate. Vabbè! L’importante è la salute, vero Fabrizio? Eh! Ma dimmi un po’ una cosa: la nostra prima ministra facenti funzioni Usa in italia tipo scuola radio elettra di Boston, visto riconosciuta amica di un organizzatore di attentati per procura, non dovrebbe prendere le distanze dal mandante pubblicamente? 

Scalpello

Che due coglioni

Mordechai

Sintesi, questa sconosciuta.

Il Regolamento

la sintesi è uno, dieci, cento Acerbi
Bravo, non mi aspettavo niente di meno

cipralex

Il presidente inseguito dai gendarmi, ogni settimana a difendere l’indifendibile, la società praticamente fallita ed ora pure sto coglione di Acerbi…poracci…

Waters

Cinghialone di Fauglia,tranquillo, diventi furbo prima te piuttosto che fallisca l’Inter😀😀😀😀😀

cipralex

Walter, già te l’ho detto, con sta storia dei cinghiali e di Fauglia sei fuori strada…mi pari un po’ rincoglionito…

Waters

Molto rincoglionito a dire il vero😀😀……ma Alessandro Cipriani di Fauglia sei te…
Salud

R.T.

Guarda, a me risulta si chiami Umberto P….. ( desunto da un post all’ inizio del nuovo Bloooog in cui il doc si lamentava che venisse pubblicato il vero nome invece del nick)

Mordechai

Magari si chiama Patrizia e insegna pilates a Roncobilaccio, chi può dirlo.

Waters

Ti sbagli.

mario rossi

Ma dove cazzo sta questa Fauglia? Deve essere tipo volturara appula, chissà che postaccio, deve essere perfetto per guttalax in effetti

Waters

È un paesino di tremila anime in provincia di Pisa,in montagna fra i lupi…

cipralex

🤔…no,non direi…

Il Regolamento

eh, ma c’hanno dei pretoriani mica da ridere…

Vipe

Due pesi, due misure?

IMG_6011.jpeg
Vipe

Multinick sei tu?

Waters

Ciao Vipe, mi pare che un compagno del calciatore abbia sentito e riferito, ciò che non é successo nel caso Acerbi..

Salud.

Il mattino ha loro in Bocca

spostati!

Luc 68

Vipe solo una cosa … grazie!!!

Vipe

Mi raccomando, metti i like ai miei “ raccontini “😏

Mordechai

Vediamo ora cosa ne pensano i cari amici della mai retrocessa. Mi metto comodo.
🙂

Melko

Ti dico cosa ne penso della vicenda, e vediamo se sei d’accordo. Non intendo entrare nel merito del razzismo, o giudicare quanto Acerbi sia o no un bravo ragazzo, un razzista inconscio, uno degno di lapidazione, o altro, non lo conosco e non ne ho la più pallida idea, mi posso essere fatto un’opinione, che se vuoi ti dirò, ma per fortuna non sono un giudice e le mie opinioni sulle persone hanno valore solo per me. Vorrei discutere solo del più generale concetto di giustizia, sportiva in questo caso.
Prima di tutto, qualunque entità contenga il termine “giustizia” come parte del nome dovrebbe secondo me comprendere anche alcune nozioni ineliminabili, una tra le quali deve essere che in assenza di prove non si deve condannare. I rischi in cui si incorre altrimenti sono chiari, ad esempio, visto che il calcio è un motore economico enorme e non più solo sport, prima o poi si arriverà a far squalificare chiunque si desideri solo con una parola della parte a cui conviene.
Poi, assumendo l’innocenza fino a prova contraria (e leggendo il post origine del thread, è un’ipotesi *molto* forte), la mancanza di prove non da comunque indicazione sugli avvenimenti, ma sull’impossibilità di dimostrare cosa ha detto Acerbi a Juan Jesus. Al contempo quindi, non da nemmeno indicazioni riguardo al fatto che Juan Jesus abbia o no inventato tutto. Nemmeno a riguardo ci sono prove. Esprime solamente l’impossibilità di dimostrare qualsiasi fatto nello specifico.
Poi è ben visibile che la “giustizia” sportiva non si basa sempre sul postulato di innocenza fino a prove contrarie, come dimostra ciò che è capitato al giocatore del pisa nel 2021, e per quanto ritenga che l’ingiustizia l’abbia subita lui in quel caso (condannato senza prove), se mi chiedi perché a lui sì e ad Acerbi no, non so risponderti. Sarei curioso di leggere motivazioni in entrambi i casi, e farmi un’idea cercando le differenze, se ci sono, o concludere che tra le varie magagne della “giustizia” sportiva ci sia anche una variabilità inaccettabile. Non era mai successo prima di ora che, in situazioni simili e in mancanza di prove, proprio come con Acerbi ci sia stato un nulla di fatto?

Modifica il 17 giorni fa da Melko
Giorgio Bianchi

Probabilmente le strisce del Pisa pesano molto, molto meno che quelle dell’Inter.
Se non si ha certezza delle frasi di Acerbi, si ha però certezza delle accuse a lui rivolte da JJ, per cui non si capisce: in primis perché le abbia fatte ed in secundis perché, se Acerbi non ha fatto quello di cui lo accusa JJ, quest’ ultimo non sia stato punito. Una aberrazione!!
Del resto anche i buuu a Koulibaly non furono sentiti ed il “poverino” si beccò pure 2 giornate di squalifica non ridotte né tanto meno condonate.
Ma, se vogliamo, anche i cosiddetti “cori da stadio” sono sempre solo e soltanto pochi scemi a farli non interi settori e più spesso tutto lo stadio senza che nessuno li senta.
Si, diciamo la verità, questo è un paese molto razzista e pure di merda visto che non fa assolutamente niente per correggersi.

Modifica il 17 giorni fa da Giorgio Bianchi
Melko

Guarda che sono d’accordissimo sul fatto che siamo un popolo razzista. Estendo un po’ e ti dico che la natura umana è parecchio razzista secondo me. E se non è razza, è credo, provenienza, lingua, tradizione. Mi sto addentrando in un discorso che non ha spazio qua, meglio se mi fermo. Il punto è che l’unico modo in cui affrontiamo questa roba è applicando copertine formali che nascondano la cacca sotto uno strato di buonismo effimero, sperando che piano piano questo crei una deriva verso un miglioramento.
Però non sono d’accordo con quanto dici su JJ: se non ci sono prove per dire che Acerbi ha detto o non detto nulla, non significa che non l’ha detto, ma che non si può dimostrare (e quindi condannare), per la stessa ragione non si può dimostrare che JJ abbia inventato tutto. Sarebbe una aberrazione invece proprio affermare che JJ ha inventato usando la stessa mancanza di prove che impedisce la ricostruzione dei fatti

Mordechai

Il caso del misconosciuto calciatore pisano e del più conosciuto calciatore interista (fossero i colori i veri colpevoli) sono del tutto speculari. Due casi in copia carbone.
Speculari i casi, del tutto contrastanti le sentenze.
Come si dice? Aut aut tertium non datur, o ha sbagliato il Giudice nel 2021 o quello nel 2024.
A meno che, è legittimo ipotizzarlo, il “tertium” che ha fatto la differenza sia stato il diverso tonnellaggio delle rispettive società di appartenenza.
Ai posteri…

Melko

ecco, ho trovato questo,
https://www.tuttomercatoweb.com/serie-a/il-caso-acerbi-e-il-precedente-marconi-punito-senza-prova-oggettiva-le-differenze-1950585
si spiegano alcune differenze tra i due casi. La principale è che la frase di Michele Marconi è stata testimoniata anche da altri presenti, al contrario del caso Acerbi, dove nessun altro ha sentito nulla.
Cito, riguardo al caso Marconi: “nelle 23 pagine che compongono la sentenza della Corte Federale d’Appello si fa riferimento a una lunga serie di testimonianze “precise e concordanti, con riferimento a tutte le circostanze del fatto (momento e luogo in cui è avvenuto il fatto, la dinamica, il tenore della frase)”
Nel caso Acerbi non c’è questa pluralità di testimonianze, ma solo quella di Juan Jesus.

Modifica il 17 giorni fa da Melko
Luc 68

Bisognerebbe vedere se sono stati ascoltati i giocatori come possibili testimoni …. o ignorati 😄😄😄😄

Mordechai

La tua disamina è accurata ed onesta.
Oltretutto, sei sempre estremamente cortese ed educato nell’esternare…a differenze di tanti, non solo interisti…
Non so, io più banalmente credo che se Acerbi avesse giocato nel Sassuolo o nel Frosinone, una bella strigliata non gliela avrebbe tolta nessuno.
E continuo a pensare onestamente che abbia sbagliato alla grande, in quello che ha detto e nel maldestro modo dl venirne fuori.
Non dimentichiamoci che parliamo di un “Nazionale”, un pizzico di trasparenza in più sarebbe stata opportuna.

Melko

Qualunque sia la mia idea sui fatti, è pericoloso che venga condannato qualcuno senza prove. Certamente, e *nel migliore dei casi*, Acerbi è stato parecchio goffo e decisamente poco trasparente nella gestione delle dichiarazioni.

Melko

Il tertium a cui, fossi il giudice, mi vorrei appellare per spiegare le differenze di casi sarebbe quel paio di frasi: “indizi gravi, precisi e concordanti” e “ragionevole certezza in ordine alla commissione dell’illecito”.
Comunque, a parità di situazione anche sotto questo aspetto, non posso che andare su ciò che ho chiamato due post sopra come variabilità inaccettabile della giustizia sportiva, qualunque sia la causa.

Darioski

Melko solo una cosa…
Grazie!

Mordechai

Concordo, è molto piacevole … rapportarsi con lui.

Reiv

Se Acerbi è un razzista è un, grosso, problema suo e nessuna squalifica lo potrà migliorare come essere umano; chi ha giocato a calcio sa bene che in campo ci si dice di tutto (anche al migliore amico se ti gioca contro) , poi ci si scusa se si esagera e Acerbi prima lo ha fatto poi ha negato.Credo che, sempre e comunque la parola di uno vale la parola dell’altro e che senza prove certe non si possa condannare nessuno

Libeccio

Scusate ma a me questa storia che, giocando a calcio, in campo ci si possa dire di tutto, quindi anche offendere bestialmente, non la mando affatto giù: Ho giocato a livello agonistico sia a calcio che a pallavolo (beata gioventù…) e per quanto fossi un difensore (un libero per l’esattezza) per nulla accomodante sotto il profilo fisico, anzi piuttosto “duro”; oltre a non aver mai fatto davvero male ad alcun avversario, non mi sono mai permesso di offendere nessuno, figuriamoci poi con insulti razzisti.
Non so Reiv che educazione ha avuto dai suoi genitori ma personalmente non mi trova affatto d’accordo. Certo, imprecare sì, ci sta, ci mancherebbe, ma offendere una persona no, nè sul campo nè fuori.
Chi l’ha detto che è permesso dire di tutto? E soprattutto da parte di chi dovrebbe essere d’esempio per tanti che seguono il calcio con passione.Ve lo figurate uno Scirea o uno Zoff dire “vattene via, negro!” ad un avversario? Ricordate la reazione di Zidane nei confronti di Materazzi nella finale mondiale del 2006? Non è affato normale e consueto offendere un avversario mentre si gioca. E’ proprio vero che l’educazione non si vanga per terra….

Waters

Quando giocava Zoff non c’erano giocatori di colore o erano limitati, Zoff che in un’intervista ha detto che la sentenza è giusta e le cose del campo devono rimanere nel campo.
Lo ha detto lui non io è…

Salud

Il Regolamento

Quando giocava Zoff si poteva ancora insultare un uomo dicendogli “negro” o una donna dicendole “troia”, non succedeva nulla.
Per fortuna l’umanità evolve, anche se non per tutti alla stessa velocità

Mordechai

Edson Arantes do Nascimento, notoriamente, era nato a Turku e nel tempo libero andava a caccia di renne.

Mordechai

E pari pari, il buon vecchio Serginho, anche se mettere lui e Pelè nello stesso post è blasfemo.

Libeccio

Giocatori di colore ce n’erano eccome, oppure la partita Italia-Brasile del 1982 se l’è dimenticata? Certo in quel caso non sarebbero mancate le occasioni, no?

Waters

Parlo di campionato ovviamente,visto che quando giocava Zoff c’erano al massimo due stranieri per squadra,anzi, per diversi anni – anni settanta – non ce ne era neppure uno

Salud

Il Regolamento

la domanda sorge spontanea: come mai con tutta la gente che c’era in campo e fuori, e tutte le telecamere, e tutti i microfoni, non c’erano prove certe?
Ma soprattutto, mi risulta che in altri casi ci siano state condanne non basate su prove certe: tu sai come funziona la giustizia sportiva?

Mordechai

… comunque la parola di uno vale la parola dell’altro …

Bene, partendo da questo assioma, non riesco però a capire quale interesse potrebbe aver avuto JJ ad inventarsi il tutto.
Peraltro, la partita era stata fino a quel punto piuttosto tranquilla, poche frizioni in campo, almeno fino al fattaccio.
Mentre è fin troppo chiaro il “comportamento” di Acerbi, dice … poi chiede scusa … poi si rimangia tutto … insomma fa un gran casino, quali sarebbero le motivazioni di JJ in tutto questo?
A meno che, certo, non sia pazzo come ipotizza Bocca, ma questa è tutta un’altra storia …

Nicola Romano

Il magistrato Gratteri propone di fare il test ai politici, insieme a quello anti alcool e anti droga, per fortuna nell’ Italia della Meloni,Salvini, Santanche’ e Sgarbi ,c’ e’ anche gente come lui .

Waters

Vista la brutta giornata si fa qualche giro sui social, mi è capitato di leggere un episodio del 2012 quando in un Brasile Argentina il giocatore Juan Jesus accusò il giocatore Higuain di avergli detto dopo un contrasto ” vai via di qua scimmietta negra”.
Casualmente all’epoca Juan Jesus vestiva la maglia dell’Inter,Higuain quella del Napoli, non mi ricordo a dire il vero manifestazioni di sdegno e sollevamento popolari.
Ma probabilmente ero disattento e ci furono.

Salud.

Il mattino ha loro in Bocca

arispostati.

Mordechai

Oppure magari nessuno ha sentito niente.
Sai, succede.

Nathan

Nel 2012 Higuain giocava ancora al Real, prima di sparare sciocchezze documentarsi per favore.

Waters

Ah vero, fosse stato del Napoli non la avrebbe detta…

Nathan

Già si sa dove vuoi andare a parare

M42

Ma avrebbe giocato nella Juve, l’infame.

Il Regolamento

forse Brasile-Argentina in quel momento non era sulle prime pagine di tutti i giornali.

Mordechai

L’amico Vipe cita un episodio analogo, ma più recente. Facci sapere cosa ne pensi, grazie.

Il Regolamento

Bocca, io capisco che non deve essere semplice gestire il traffico qui dentro, ma mi pare davvero si stia esagerando.
Sono spariti commenti assolutamente inoffensivi. Oltretutto, dopo la loro cancellazione, alcuni thread risultano incomprensibili perché è stato cancellato un commento ma è rimasta la risposta..

M42

Bocca, ma il pinguino cosa le ha fatto?
Deve averla fatta davvero grossa, visto la sua solerzia a cancellarne i post.

Waters

17 punti ovviamente

Waters

Fa veramente scompisciare dal ridere la canea di gobbi che si scaglia contro Acerbi, dire a nuora affinché suocera intenda,ovviamente, però vista la mia saggezza mi pregio di dare un consiglio, visto che l’Inter dista lontano ben 27 punti, parafrasando il film che ha vinto l’Oscar, sposterei la ” Zona d’ Interesse” verso lidi più abbordabili,Bologna,Atalanta,Roma, anche il Milan è fuori orbita visto che vi arriverà davanti minimo 10 punti😀

Salud

Luc 68

Bevi tavernello mi raccomando.

Il Regolamento

Andrea, come ti è già stato detto, stai cadendo sempre più in basso

Trebaffetti

penso che tu stia trollando, ma in caso contrario ti rispondo: molti commentatori, di tutte le fedi calcistiche inclusi alcuni interisti per fortuna, non si stanno “scagliando” contro Acerbi, ma soprattutto contro il razzismo e contro il sistema della giustizia sportiva che decide di tollerarlo fingendo di credere all’ennesima nipote di Mubarak.

Waters

Per me il razzismo è una cosa ignobile, da punire esemplarmente, a quei coglioni delle curve che vengono intercettati dalle telecamere Daspo a vita, nel caso di Acerbi mi spiace ma ci vogliono le prove.
Ciao.

Mordechai

Ed alla canea di non juventini (tuttaltro che pochi) cosa consigli, darling?
Illuminaci.

Mordechai

FA a JJ : “levati di mezzo, negro”
JJ all’arbitro : “FA m’ha detto : levati di mezzo, negro”
Arbitro a JJ : “che faccio, sospendo la partita”?”
JJ a arbitro : “ma no, sta a posto così, FA m’ha già chiesto scusa”
FA a arbitro : “chiedo scusa anche a lei, sono stato un pirla”.

poi, davanti ai microfoni, FA : “ma io non detto assolutamente “negro” a JJ, JJ ha capito male, io gli ho detto “ti faccio nero”, figuriamoci …”
poi, davanti ai microfoni JJ (che parla italiano meglio di FA, non che sia difficile) : “ah…così stanno le cose? prima chiedi scusa e poi ti rimangi tutto? eh no, cornuto sì, ma cornuto e mazziato no, mò ci penso io…”

e da lì, la cagnara dell’ultima settimana.

ergo, se quel baluba di FA avesse avuto le sacche scrotali per dire : “ho detto una grossa cazzata, chiedo scusa a JJ, chiedo scura all’arbitro e chiedo scusa a tutti i diversamente pigmentati del globo terracqueo”, tutta questa ignobile buffonata non ci sarebbe mai stata e pure lui (FA) ne sarebbe uscito con un minimo di decenza.
Ed invece … ed invece : shame on him.

commentanonimo

Mordechai grazie. Beh, se le cose stanno come hai detto tu, Juan Jesus ha sbagliato, perchè doveva dire Sì, sospendi la partita. Mi ricordo quando lavoravo in Germania. Un tipo mi fregò la boccetta di radioattivo obbligandomi a rinviare una marcatura metabolica. Lo dissi al mio capo. Il giorno dopo fui convocato dal direttore dell’istituto, a fianco a me c’era un inglese tremante che era stato rintracciato come il responsabile del furto e si scusava. Io dissi, spinto da pena o non so cosa, qualcosa del tipo “Beh alla fine non lo deve sospendere, sono riuscito a fare partire la marcatura con un prestito da un altro diparimento“. Silenzio, il giorno dopo mi convoca il Direttore generale incazzatissimo e mi dice che ero un buffone. Se mi lamentavo che mi fregavano qualcosa dovevo andare fino in fondo, se poi dicevo “ah non importa” allora dovevo stare zitto ddall’inizio, senza rompere gli zibidei. Ci ho pensato a lungo ed ho pensato che aveva ragione il DIrettore.
Se Juan Jesus va dall’arbitor e l’arbitro alla domanda devo sospendere la partita sente dirsi un “no, mi ha chiesto scusa“, allora di che cavolo stiamo a parlare? Giusto che finisca a tarallucci e vino.

Modifica il 17 giorni fa da commentanonimo
Mordechai

Diciamola tutta : l’arbitro (uno con le palle) avrebbe dovuto sospendere la partita a prescindere dal parere “dell’offeso”.
Quello sì, sarebbe stato un gesto forte.
Ma, si sa, a noi italioti piace tanto … mediare.

Darioski

Parlare di sacche scrotali riferendosi ad un operato di tumore ai testicoli…beh vedi tu

Mordechai

Hai ragione, mi spiace, ho scritto una cretinata.
E a differenza di FA sono sincero.

Darioski

Imaginavo fosse un lapsus.
Per quanto riguarda quel genio di FA vorrei ricordare che mentire da imputati, comunque, non costituisce reato né aggravante. In un processo. Poi rivedi tu…👍

commentanonimo

Nella partita d’andata Inter-Roma messa dalla FIGC peraltro alla domenica invece che il lunedi, contravvenendo la prassi, sono apparse due banane in curva Inter sventolate ad ogni tocco di Lukaku. Chi le volesse vedere può fare un google con banane/lukaku/crva nord e arrivano, belle grosse, davanti a milioni di persone. Nessuna azione a seguire, commento dell’interista nel Bloog “non era razzismo, era divertente”. Il caso Acerbi ha due versioni, e la cosa buffa che in una delle due versioni (Acerbi) ammette pure che ha usato il termine nero minacciando Juan Jesus. Nonostante questo non c’è nessuna azione da parte della giustizia sportiva. Personalmente credo che sul campo e sugli spalti ne capitino di tutti i colori e sono anche pronto a sdrammatizzare queste cose come goliardia, stupidità, se tutti lo fanno. Juan Jesus però non mi pare pronto ad accettarlo e questo a me fa pensare. Non è tanto infastidito da Acerbi, lui lo sa che in campo se ne dicono e fanno tante, ma dalla giustizia sportiva che non quadra. Sarei anche pronto a sposare la versione buonista, pilatesca della giustizia sportiva, ma purtoppo non regge. Non regge per la foto che ho incluso. La giustizia sportiva è un pò come un giudice maschilista che ha già deciso di stare dalla parte del molestatore, in questo caso dell’Inter. Non sono le prove a mancare, è la volontà politica. Suvvia, non prendiamoici per il cuxo.
https://www.fanpage.it/sport/calcio/due-banane-tra-i-tifosi-dellinter-per-il-ritorno-di-lukaku-a-san-siro-vergogna-in-curva-nord/

Modifica il 17 giorni fa da commentanonimo
Sergiod

“Questo è il primo dei castighi: nessun colpevole può essere assolto dal tribunale della sua coscienza.”
(Decimo G. Giovenale)

Soprattutto la’ dove non ci sono le telecamere e i media accadono nella vita di ogni giorno episodi vergognosi o scandalosi che non sono relativi soltanto al razzismo ma alla protervia, all’ ignoranza, alla falsità di tanti esseri umani.
Fortunatamente esistono anche le persone rette, sincere e gentili.
Ha ragione Giovenale, ciascuno risponde alla propria coscienza che conta più delle parole e dei giudizi, dei processi, delle accuse e delle difese ad oltranza.

Scalpello

Il miglior post su questa bieca sceneggiata (con strascichi)

Optimumpotor

Il bello è che si riempiono la bocca con la condanna del razzismo, fanno leggi, convegni, pubblicità e quando le devono applicare non lo fanno. Bella società davvero.

M42

L’ex presidente della Federcalcio cinese, Chen Xuyuan, è stato condannato all’ergastolo per corruzione. Numero 1 del calcio nazionale dal 2019 fino all’ottobre del 2023, secondo i giudici ha intascato oltre 10 milioni di euro di tangenti in 13 anni di carriera da dirigente.

La Cina è lontana.

Modifica il 17 giorni fa da M42
Nicola Romano

Malgrado cio’ , in Cina non ci vivrei manco morto .

M42

Certo, ma potremmo prendere ad esempio quel che ha di buono, da essa e da altri Paesi, purtroppo di solito prendiamo come esempio quello che hanno di peggio.

Mordechai

A chi lo dici. In Giappone, forse. Ma in Cina, no.

Wal

Ma non credete voi italiani di aver già inquinato troppo questo mondo di dio? Restate a casa vostra, così si limitano i danni. Che paese di ipocriti. Cmq se jj fosse una persona seria darebbe una pernacchia a questo paese di infidi e meschini e se ne andava da lì

Mordechai

Che intemerata! Buongiorno.

Mordechai

Terracina è più vicina.

il ghiro

O.T. O.T. O.T. Solo per tornare al calcio (?!) giocato (?!)…
ITALIA U21 – TURCHIA U21  1 – 1
Nunziata conferma la squadra di Cesena che ha battuto la Lettonia, evidentemente soddisfatto della prova dei suoi, solo Coppola e Pirola dietro per Ghilardi e Miretti, Calafiori avanza a centrocampo. Personalmente mi piacerebbe vedere in campo anche Oristanio e il piccolo Hasa, già ammirato nella U20. Attenti però perchè la Turchia potrebbe essere un osso più duro dei baltici, anche se non ho notizie dirette sui singoli giocatori, fuori il talentino bianconero Yildiz. Arbitra lo spagnolo Soto Grado.
Tiro di Fabian deviato, Alemdar salva sulla testata di Calafiori, tiro fuori di Destan, va via a dx Calafiori, cross per Fabbian che spara fuori, si fa male Pirola, entra Ghilardi, gran tiro da fuori di Prati alzato in angolo, testa di Fabbian dritta sul portiere, va via a sx Yildirim, Ghilardi lo spiana, rigore netto, giallo a Casadei e a Kilicsoy che si spintonano, batte Yildirim, Desplanches glielo blocca in due tempi. Giallo a Gnonto, esce Bayram, entra Altikardeş, giallo al CT turco e a Kaplan per proteste, finora partita spigolosa, rognosa e tutto sommato bruttina assai.
Ripresa: Traversa di Kaplan, giallo a Ozcan, punizione di Ruggeri sul secondo palo, assist di Gnonto per Ghilardi che appoggia in rete, 1-0. Calafiori canna un contropiede promettente, entra Canak, tiro di Zanotti parato, giallo a Prati, Desplanches para la testata di Destan, entrano Gürlük, Yardimci e Oristanio per Gnonto, ancora egoista Calafiori, tiro da fuori di Gürlük parato facilmente, entra Kayode per Zanotti, al 91′ va via Yardimci sulla linea di fondo beffando Ruggeri e Coppola, assist per Kılıçsoy che infila la rete, 1-1. Dura lezione per i nostri azzurrini che hanno cercato di lucrare i tre punti senza mai cercare il raddoppio con la giusta determinazione, stanchezza e meschino calcolo sono stati i presupposti della frittata finale. Se il buongiorno si vede dal mattino…
Le pagelle: Desplanches 7; Zanotti 6 (Kayode sv), Coppola 5, Pirola 6 (Ghilardi 5,5), Ruggeri 6; Ndour 5, Prati 5,5, Calafiori 7; Fabbian 6, Gnonto 6,5 (Oristanio 6), Casadei 5,5. C.T.: Carmine Nunziata 5.
Come previsto i turchi sono stati ostici, non ci hanno concesso molto, non siamo riusciti a combinare azioni veloci ed efficaci anche per il loro controgioco sempre pericoloso. Il C.T. ha fatto solo tre sostituzioni, due obbligate per infortunio, avrei voluto vedere in campo, oltre a Kayode, anche Miretti, Fazzini, Colombo o Volpato, il mio pupillo Hasa neppure in panca. L’arbitro Soto Grado molto fiscale, ma forse era il metro giusto per il clima poco orientato al fair play.     
P.S. Per tornare al caso Acerbi, quando fa comodo a noi (leggi l’allegro mestiere della mamma di Zidane citato da Materazzi), allora tutti a dire che Matteo era stato solo un furbetto astuto e callido.

Modifica il 17 giorni fa da il ghiro
Il Regolamento

Hasa è molto forte, ma mi dà l’idea di essere troppo “leggerino”

il radarista

Un “abatino?” Magari!

Il Regolamento

eh, purtroppo ho paura che nel calcio attuale non ci sia più molto spazio per gli abatini. Che poi nemmeno Rivera era così esile, 175 cm per 70 kg, è che aveva la tendenza a svenire in campo.
Hasa invece è proprio leggero

Quattroquattronovetredue

Se ho capito bene, la versione ufficiale della giustizia sportiva sarebbe questa: nella concitazione del momento agonistico Acerbi avrebbe detto a J.J. “ti faccio nero”, frase comunissima nell’ambiente calcistico, ma essendo l’altro già nero di suo, pensando che Acerbi avesse alzato il gomito in precedenza gli avrebbe potuto rispondere magari che era uno “sbronzo”, e sarebbe finita lì. Io cerco di capire le ragioni di tutti, anche quando non le condivido, ma non mi piace essere preso per il culo in questo modo, e credo non piaccia neanche a Juan Jesus, e per quanto possa valere offro la mia solidarietà a questo ragazzo che si ritrova oggi cornuto e mazziato, dicendogli anche che provo vergogna per questo squallido teatrino che è stato messo in piedi: gli avessero risposto che qui le cose vanno così e se non gli sta bene se ne tornasse al paese suo, sarebbe stato osceno ma almeno coerente. Buffoni.

il radarista

A Napoli, per un certo tempo, tra ragazzi che litigavano per strada, fu molto comune la minaccia:”Ti faccio nero come Barry White”.

Maxx

La cosa che mi fa più schifo di tutta questa piccola storia ignobile è che si fa del razzismo, o antirazzismo che dir si voglia, una questione di tifo!
Napolisti tutti da una parte,
Interisti tutti dall’ altra!
Antinapolisti con gli interisti,
Antinteristi tutti con i napolisti!

👏👏👏👏👏👏👏

Il principio che senza prove non ci può essere condanna è sacrosanto e deve valere sempre, sempre tranne quando la condanna mediatica preventiva ha già ampiamente sentenziato, senza appello. Valori di cui tanto si parla che valgono sinché ci piacciono, poi si possono bellamente ignorare. E da tale platea si ciancia di antirazzismo.

…ma fatemi il piacere!

Bombaatomica

Eh no, caro Maxx.
Io mi dissocio dalle tue parole.
Antinapolisti, antinteristi, antitutto.
IO, nei miei commenti, sono sempre al di sopra delle parti 😂😂😂

E su questo episodio impossibile darmi torto 😅

Maxx

Il mio…e sono due … è riferito al fatto che sono d’ accordo con quanto hai scritto più sotto! È la seconda volta che capita

Mi preoccupo!

Il Regolamento

Interisti tutti (o quasi) da una parte
Tifosi di tutte le altre squadre dall’altra

Maxx

Ecco appunto! Bravo!

tom

No, in realtà ci sono ultras interisti, come Mentana, che sostengono che Juan Jesus non può essersi inventato tutto. Si chiama onestà intellettuale.

Bel-Ami

Credo di averti replicato involontariamente in precedente commento: summum ius summa iniuria. Mi sorprende che, tra microfoni, VAR, calciatori e ciarpame mediatico vario, il dialogo risulti segreto.
Non vorrei fosse l’espediente togliattiano di assicurare un quarantenne scarso a Capoccetta ed al penoso tre difensivo al quale sembra ricorrere come un Mou alla deriva.

Modifica il 17 giorni fa da Bel-Ami
Bombaatomica

Premessa: la parola di un individuo – fino a prova contraria – vale come quella di un altro individuo. Altrimenti si rischiano discriminazioni all’incontrario.

Credo – a naso – a quanto denunciato da Juan Jesus, anche perché porta un nome “pesante” che mal si concilia con le bugie 😂😂

Ma detto questo, indosso la toga e procedo con la mia arringa 😂😂
Signori della Giuria, chi mi assicura – davanti alla Giustizia – che Acerbi abbia pronunciato quelle parole?
Come dite? Juan Jesus?!! E chi diavolo è lui per far sì che la sua parola valga più di quella di Acerbi? Proprio per il principio di cui sopra…. menzionato poc’anzi.

Senza prove certe (altri compagni che hanno udito la frase incriminata, labiale catturato dalle telecamere, arbitri che ha sentito proferire tali bestialità, il pappagallo di Enzo Tortora che non sbiascicava parola manco sotto tortura 😂😂), era ovvio che le accuse sarebbero caduto nel vuoto proprio per evitare querele di parte.
Dunque, nessuno scandalo se non da parte degli Inter haters.
Se’ la vi’ 🤷🏻‍♂️ diceva il poeta 😂😂😂

Ripeto: credo nella buona fede di Juan Jesus.
Ma chi mi assicura che domani il suddetto punti il suo dito contro di me denunziandomi alle Autorità costituite per razzismo?
Solo perché “colorito come Obama” il brasiliano ha due voti contro uno?
Ma per favore…..

Se poi il Napoli voglia dissociarsi da questa farsa del “keep out racism”, fa bene, in questa occasione.
Ma sempre meglio aderire che startene a casetta sperando che siano gli altri ad “armarsi e partire”….

Modifica il 17 giorni fa da Bombaatomica
Maxx

…e sono due…😬

scotland16

siamo un paese di provinciali , non sappiamo le lingue, pretendiamo di mangiare gli spaghetti in Mongolia e soprattutto siamo pieni di razzisti “nascosti” e nel nostro calcio si fanno tante chiacchiere e spot e iniziative solo di facciata;a bbiamo stadi pieni, letteralmente pieni di gente che odia neri, napoletani, meridionali e altro; abbiamo tifoserie intere che in paesi civili non potrebbero andare allo stadio (Verona in primis ma anche Lazio, Atalanta e altre ) , tutte accomunate da una matrice chiaramente fascista e razzista…pero’ poi alla domenica i “cosiddetti” protagonisti entrano in campo con gli adesivi contro il razzismo e qualcuno usa le solite frasi trite e ritrite ad uso e consumo dei media; nel pratico si fa poco o nulla, questa e’ la verita’. Il caso Magnan e’ sembrato una scocciatura con i soliti a dire per la milionesima volta “si tratta di una esigua minoranza”….andiamo avanti cosi’..
Chiudo sul caso in questione; con il Var a volte vediamo l’unghia di un mignolo di un calciatore per un fuorigioco, strano che non riusciamo (o non vogliamo?) a capire, sentire, vedere cosa dice un calciatore; ultimissimo punto, la moglie di Acerbi , molto nota sui social (beata lei che ha cos’ tanto tempo libero…) fa la classica figura di palta parafrasando Bonucci (che bell’esempio..), si commenta da se’…

Waters

Fabrizio,mi piacerebbe sentire il tuo giudizio su un’altra famoso episodio di pseudo razzismo, il famoso monkey – donkey fra Ibra e Lukaku, il giudice sportivo non comminò nessuna squalifica ad Ibra perché era la sua parola contro quella di Lukaku, col monkey sarebbe scattata la squalifica per razzismo, giusto?

Salud.

Il Regolamento

Ma sei serio? Ibra ha detto “«Vai da tua mamma, fatti fare un vudù».”
Lukaku ha risposto “ti sparo in testa”.
Dovevano essere squalificati tutti due

il radarista

Perché rovinargli la carriera, per così poco?

Il Regolamento

Perché, uno che dice ad un avversario “Ti sparo in testa” non va punito?