Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Juventus - Genoa 0-0, Vlahovic espulso

La Juventus scivola sempre più giù, in otto partite ne ha vinta una sola (col Frosinone). Vlahovic è un caso, sbaglia tanto in campo e si fa pure espellere stupidamente per proteste contro l’arbitro. Allegri viaggia ormai con un ritmo da esonero, ma per difendere il suo lavoro si attacca fortemente a tutto ciò che ha fatto prima. E in più comincia anche a perdere serenità e a diventare arrogante. Oltre a rispondere maleducatamente, denuncia l’instabilità di se stesso e della sua squadra. Dall’addio alla lotta scudetto a oggi è un lungo e inesorabile declino della stagione. La Juventus è ormai un cumulo di nervi e di tensioni….

JUVENTUS IN CRISI: VLAHOVIC E ALLEGRI UN CASO

La Juventus in crisi ha un caso Vlahovic, un caso Chiesa – me ne verrebbero pure altri però mi fermo qui per tener sgombra l’analisi – ma ha soprattutto un caso Allegri. Probabilmente tutti uno legati altro.

   La sequenza negativa di risultati (una sola vittoria nelle ultime 8 partite) scopre i nervi, alimenta tensioni e soprattutto corrode la Juventus stessa, impedendole di uscire dal tunnel. 

  Indifendibile Vlahovic sia per l’innocuità sotto porta sia per il comportamento irresponsabile (espulsione per proteste) per un professionista che pretende di guadagnare 12 milioni all’anno, più o meno lo stesso per Chiesa, sempre più traballante Allegri. 

JUVENTUS IN CRISI, ALL’ALLENATORE SALTANO I NERVI  

L’allenatore, di cui si discute molto in questi mesi la conferma o meno, da un lato ha ragione: il fatto che la Juventus sia in corsa per la Champions League, sia pure declinando in maniera cosi inquietante, gli copre le spalle. A patto che si cambi ritmo, ovvio, peché continuando con questi risultati da zona retrocessione, altro che Champions 

  Ma se non ci fosse, dietro Allegri, tutto questo importante back ground – i famosi cinque scudetti dell’Allegri 1 compresi –  a difenderlo, sarebbe da esonero. Sia per i risultati ormai troppo negativi da due mesi – la Juventus marcia a ritmo di una squadra che non deve retrocedere – sia perché col suo atteggiamento di sfida continua non fa che complicare ulteriormente la situazione, dimostrando che nervi e tensione lo stanno destabilizzando.

ALLEGRI “I GIORNALISTI NON DEVONO CAPIRE”

  Apostrofare in diretta su Sky Gianfranco Teotino, giornalista competente e il più civile di questo mondo, con “lei sa come si fa l’allenatore?” “i giornalisti non devono capire devono fare domande”, “mi faccia una domanda più intelligente e io le rispondo”, “voi non dovete capire dovete solo fare domande”, denuncia maleducazione, arroganza e soprattutto molto poca serenità. Da inquietare, immagino, anche la Juventus stessa, le cui sorti da lui dipendono.

JUVENTUS IN CRISI, IL CONSENSO OBBLIGATO

  Lo dico non per solidarietà professionale, ma perché la pretesa di certi addetti ai lavori, personaggi pubblici ricordo, di dover render pubblicamente conto del proprio lavoro solo usando al loro cospetto termini melliflui, adulanti e addirittura solidarizzanti, esigendo insomma un consenso obbligato, è davvero insopportabile. E soprattutto figlia dei tempi in cui l’inchino è ormai considerato un dovere. Vivaddio c’è ancora qualcuno che rompe le scatole e non si fa intimidire.

Juventus in crisi, Allegri e Bob De Niro

  Per la serie delle citazioni inutili e risparmiabili, ma irresistibili e che come si dice cascano a cecio, il primo capo palombaro Billy Sunday (Robert De Niro) nel retoricissimo “Men of Honor” richiesto del motivo del suo tanto sbattersi e impegnarsi, lui razzista e dinosauro della marina americana, per un umile palombaro nero di pelle, pronuncia stentoreo: “Mi piace rompere il cazzo”.

***
Open Bar, la chat diretta di Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

***

SERIE A 2023-2024

GIORNATA N. 29

Venerdì 15 marzo 2024

Empoli – Bologna 0-1

Sabato 16 marzo 2024

Udinese – Torino 0-2

Monza – Cagliari 1-0

Salernitana – Lecce 0-1

Frosinone – Lazio 2-3

Domenica 17 marzo 2024

Juventus – Genoa 0-0

Verona – Milan 1-3

Roma – Sassuolo 1-0

Atalanta – Fiorentina rinv.

Inter – Napoli 20.45

***

CLASSIFICA DOPO 28 GIORNATE

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 30

Sabato 30 marzo 2024

Napoli – Atalanta12.30

Genoa – Frosinone 15.00

Torino – Monza  18.00

Lazio – Juventus 18.00

Fiorentina – Milan 20.45 

Lunedì 1 aprile 2024

Bologna – Salernitana 12.30

Cagliari – Verona 15.00

Sassuolo – Udinese 15.00

Lecce – Roma 18.00

Inter – Empoli 20.45

***

SOCIAL BLOOOOG!

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

fatti un giro dentro Bloooog!

Giovedì 21 marzo 2024

A chi frega di questa Nazionale? Ricostruire un sentimento in vista degli Europei

Mercoledì 20 marzo 2024

Le nubi sullo scidetto dell’Inter: il prestito Oaktree e la sparizione del presidente Zhang

Martedì 19 marzo 2024

Non è una Juve per Max. Allegri e la Juventus: non si sta insieme solo per contratto

Martedì 19 marzo 2024

Fuori campo: 32 sfumature di Pablo Daniel Osvaldo

Domenica 17 marzo 2024

Inter-Napoli, esplode il caso Acerbi: insulti razzisti a Juan Jesus. Nella giornata dedicata all’antirazzismo

Domenica 17 marzo 2024

Il Milan di Pioli secondo nel campionato di consolazione, ha solo un punto in meno di quando vinse lo scudetto

Domenica 17 marzo 2024

Juventus in crisi, tra caso Vlahovic e caso Allegri. L’allenatore perde il controllo di se stesso. E della Juve…

Sabato 16 marzo 2024

La Lazio desarrizzata torna a vincere, e adesso il sergente di ferro Tudor

Venerdì 15 marzo 2024

Malissimo il sorteggio di Europa League: il derby Milan-Roma e il Liverpool per l’Atalanta

Venerdì 15 marzo 2024

In Champions League tutte fuori, in Europa e Conference League tutte avanti: consoliamoci così…

Giovedì 14 marzo 2024

Revenge Porn, stupro: sessismo e patriarcato nel calcio

Mercoledì 13 marzo 2024

Va fuori anche l’Inter, eliminata dall’Atletico Madrid. Nessuna squadra italiana in Champions League

***

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
78 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

[…] Il Milan di Pioli secondo nel campionato di consolazione, ha solo un punto in meno di quando vinse l… […]

[…] Il Milan di Pioli secondo nel campionato di consolazione, ha solo un punto in meno di quando vinse l… […]

[…] Il Milan di Pioli secondo nel campionato di consolazione, ha solo un punto in meno di quando vinse l… […]

[…] Il Milan di Pioli secondo nel campionato di consolazione, ha solo un punto in meno di quando vinse l… […]

[…] Il Milan di Pioli secondo nel campionato di consolazione, ha solo un punto in meno di quando vinse l… […]

[…] Il Milan di Pioli secondo nel campionato di consolazione, ha solo un punto in meno di quando vinse l… […]

[…] Il Milan di Pioli secondo nel campionato di consolazione, ha solo un punto in meno di quando vinse l… […]

[…] Il Milan di Pioli secondo nel campionato di consolazione, ha solo un punto in meno di quando vinse l… […]

[…] La Juventus scivola sempre più giù, in otto partite ne… 17 minuti fa by cipralex […]

Mark Renton

Come disse Arrivabene: lo paghi tu quello che viene dopo?

Gira e rigira la situazione è quella: troppi soldi per lui e il suo staff per poterne prendere un altro all’altezza dell’arduo compito.
Ci sarebbe da chiedere ad Andreino di pagargli l’ingaggio, in caso di esonero, dato che fu lui a rivolerlo ad ogni costo (e mica solo lui, l’elenco dei ritorni è lungo sotto la sua presidenza).
Quindi tocca tenerlo ma credo che alla fine la qualificazione in Champions ci sarà perché non credo che la Roma manterrà questi ritmi fino alla fine, specie se dovesse superare il Milan nei quarti (non credo, la differenza di organico è netta, il Milan nonostante tutto è più forte dei giallorossi).
Certo che, se dovesse arrivare quinto (non dimentichiamo che sul Milan potrebbero esserci sviluppi clamorosi riguardo la multi proprietà) anche nonostante eventi esterni, vorrebbe proprio dire che alla Juventus sono messi male al punto tale che nemmeno un allenatore con ingaggio modesto è fuori portata.

redant

Direi che Allegri è ormai in confusione. L’unica ragione per tenerlo ancora, era che comunque era persona fidata della dirigenza, ma se se ne esce con queste interviste, ci sarebbero i presupposti per cacciarlo con giusta causa.
Io, se non ci arriva da solo, lo metterei ad allenare i pulcini.
Il problema della dirigenza è che, in questo momento, con chi lo sostituisci? Ci vorrebbe qualcuno d’illuminato che punti su un giovane sconosciuto con buone idee

Nicola Ceccoli

Mi domando cos’altro debba fare Allegri per meritarsi l’esonero (dal momento che l’idea di dimettersi non lo sfiora minimamente). Che io sappia nessun altro allenatore nella storia della Juventus ha goduto di un credito così illimitato, ma evidentemente rappresenta la perfetta immagine di una società inerte che non può e non vuole esprimere un allenatore migliore. Ieri poi, davanti ai microfoni se possibile ha fatto ancora peggio che in panchina: non solo penoso nell’analisi tecnica (se tale possiamo definirla), ma anche insopportabile cafone.

scotland16

ma neanche nessuno al Real ecc…solo Ferguson allo United ma Ferguson aveva vonto coppe europee con l’Aberdeen (!) e allo United vinse pure 2 CL ….in Italia di sicuro mai nessuno…mi ricordo che feci una battuta che non potevano esonerarlo non tanto per l’ingaggio (la Juve andava in CL, i soldi c’erano), quanto forse che sapeva cose della Juve che non si potevano dire….dopo 3 anni la penso uguale; passi i primi 2 anni (36 netti poi 27…era tantissimo…ma ora 9, facevano bene a tenersi, visto il rendimento Dybala e cacciar e lui…)

cipralex

Beh Bocca se ti piace “rompere i coglioni”, e ci mancherebbe, devi accettare che colui cui li rompi ti risponda per le rime.

Detto questo un giornalista che dice ad un allenatore professionista di far giocare la squadra con un certo modulo a mio avviso è come il paziente che dice al medico di prescrivergli l’antibiotico…poco intelligente, per usare un eufemismo…

monica

Non è un buon motivo per rispondere con quel tono,specialmente se l’altro è una persona pacata come teotino. Nel senso che qualche giornalista le rispostacce te le tira fuori di bocca,ma non certo lui

Mordechai

Il giornalista non è il paziente e Allegri, grazie al cielo, non è il medico che lo cura.
Il giornalista e Allegri sono due professionisti; il giornalista ha fatto una domanda e/o affermazione assolutamente legittima e sensata e Allegri ha risposto come una zitella inacidita dalla prolungata astinenza da talamo.
Tipico del personaggio.

mario rossi

Allegri ha fatto benissimo a rispondere così.
Sono dei cialtroni e le domande non mirano mai ad approfondire o anche solo a esporre aspetto tecnico, tattico, strategico etc ma solo e soltanto a fare venire fuori ciò che può dare adito a polemica e fare alzare la loro audience da mercato del pesce.
Come fa Bocca qui coi clic uguale.
In più sono ignoranti, è gente che veramente non ha mai giocato a pallone nemmeno gli allievi come me (oddio, vedendo adani e cassano non è che aver giocato a pallone salvaguardi dall’ignoranza) per cui capisco bene che se hai l’anima di traverso per avere pareggiato col genoa avere un incompetente che ti fa domande tendenziose rimestando nel torbido ti fa gonfiare le vene del collo. Ma chi si credono di essere?
Io sto sempre dalla parte di quelli che trattano i giornalisti come si meritano cioè male.
Quindi viva conte viva allegri viva jm viva (ogni tanto) spalletti e mi spiace invece che inzaghi sia così educato nei confronti di questi parolai delle tv
ps Povero joe barone era davvero giovane riposi in pace povero cristo

Modifica il 24 giorni fa da mario rossi
mario rossi

No è tutto grazie dello spazio e mi saluti la corporazione.
Cerchi piuttosto se riesce di essere meno permaloso, fa cattivo sangue mi dia retta.
E magari meno forcaiolo che al suo confronto bonafede il manettaro era un garantista.🤣

Modifica il 24 giorni fa da mario rossi
cipralex

E’ evidente che trattasi di professionalità diverse e distanti.

Purtroppo per molti da un po’ di tempo le competenze non esitono più… della serie facciamoci del male…

Il “tono” della risposta naturalmente si adegua al “tono” della domanda.

Come si diceva se ti piace rompere i coglioni…

Il Regolamento

il giornalista è un GIORNALISTA professionista; Allegri è un ALLENATORE professionista. Sono due professionisti, ma in mestieri diversi.
Se io sono avvocato, non dovrei dire all’ingegnere come fare i calcoli statici.

Modifica il 26 giorni fa da Il Regolamento
Mordechai

Quindi tu ritieni che Allegri non avrebbe potuto e/o dovuto controbattere e/o rispondere in maniera più civile e/o “argomentata”?
Io sì. Non c’ha certo fatto una gran figura.

Il Regolamento

Si, ritengo che Allegri avrebbe SICURAMENTE dovuto rispondere in maniera più civile.
Il personaggio lo conosciamo, ogni tanto sbrocca e fa pessime figure come ieri sera.
Mi infastidisce solo il fatto che, qui e altrove, non vengono mai riconosciute le competenze, per cui chiunque può affermare di poter fare meglio di un esperto che viene pagato per fare un certo mestiere.
L’abbiamo visto con i virologi, i climatologi, gli allenatori di calcio e mille altri mestieri.
Se è vero che il giornalista gli ha detto come dovrebbe far giocare la squadra, confermo che Allegri ha fatto una brutta figura, ma lo capisco.

tom

Si ma tutto ciò spesso cozza col diritto di opinione. Ci vuole misura, ma il diritto è sacrosanto. Io non posso dire che il vaccino contro il covid è una boiata: non essendo medico non ho le competenze. Tuttavia posso affermare che un certo film sia una cagata pazzesca, addentrandomi anche nei tecnicismi, pur non facendo il regista.

Il Regolamento

Eh, qui il discorso si fa complesso, perché stiamo confrontando “arte” (qualcosa che ha a che fare esclusivamente con il senso estetico) con “performance”, ossia qualcosa che deve essere misurata oggettivamente.
Se un balletto (di cui preciso che io non capisco assolutamente nulla) non soddisfa il mio senso estetico posso dire che non mi piace, ma questo non ha influenza sulla “qualità” del balletto; se sono abbastanza tecnico posso indicare quali sono a mio parere i difetti del ballerino, ma mi addentro in un terreno scivoloso.
Nella performance l’unico metro di misura sono i risultati, quindi si può benissimo dire che il modo di giocare di una squadra non ti piace, ma per affermare che tu lo faresti meglio devi essere in grado di provarlo. E non avendo il patentino da allenatore, ahimè, questo non è possibile.
Il diritto di opinione è il grande tema di questa epoca: le opinioni sono un diritto sacrosanto, ma pretendere che tutte le opinioni abbiano lo stesso valore no, questo non è un diritto, è una sciagura.

tom

Si ma non credo che esista giornalista, tranne forse un certo cappellone con la barba, che ritenga di avere competenze sueriori a quelle di un allentore di serie A.
A parte questo, il calcio è ANCHE arte, senza contare che molti di noi qualche campionato di infima categoria l’ha pure giocato. Dire legittimamente che Allegri sbaglia a far giocare la squadra in un certo modo è doveroso, per chi è del settore. Che poi certe domande siano strumentali o provocatorie, posso anche capirlo.

Il Regolamento

Dire legittimamente che Allegri sbaglia a far giocare la squadra in un certo modo è doveroso, per chi è del settore.”
Ecco, su questo non sono d’accordo, solo chi è EFFETTIVAMENTE del settore e soprattutto vive tutti i giorni con la squadra può capire qual è il modo giusto per far giocare i propri calciatori.
Ti faccio un esempio terra terra: io ho giocato a calcio, a livelli medio bassi, per oltre 15 anni, e seguo da diverso tempo il calcio giovanile a causa di mio figlio: faccio l’accompagnatore e l’aiuto allenatore, e sono in campo a tutte le partite e a parecchi allenamenti.
Non penso di essere il più idiota sulla faccia della terra, ma TUTTI gli allenatori con cui ho lavorato in questi anni vedono cose che a me sfuggono, ed è questo il motivo per cui loro allenano e io no. Spesso commento le partite con i mister, e loro mi danno sempre delle chiavi di lettura che io non sono stato in grado di cogliere.
Detto questo, ci sono allenatori bravi e meno bravi, ma non credo che una persona che non fa l’allenatore professionista possa giudicare in maniera adeguata, soprattutto a questi livelli.

Mordechai

Allegri non è l’allenatore della Virtus Guarcino o della Broccolettese, abituato a giocare davanti a poche decine di spettatori, bensì il mister di una delle squadre più prestigiose e conosciute d’Europa.
E’ o almeno dovrebbe essere perfettamente a proprio agio in TV o davanti ad un microfono, la verità (almeno credo) è che era indispettito e contrariato per l’ennesima brutta prestazione e per l’ennesimo mancato risultato.

Il Regolamento

su questo sono assolutamente d’accordo. Ma pure se fosse il mister della Broccolettese avrebbe sbagliato, figuriamoci se poi alleni la Juve…

scotland16

Il fallimento finale di Allegri si riassume plasticamente (dopo 2 anni di nulla cosmico e di gioco medievale) nel fatto che , proprio quando la Juve poteva approfittare del fatto che tutte le altre squadre , tranne il Bologna, erano impelagate in difficili e tirate partite di coppa (con annesse trasferte, stanchezza e possibili infortuni), alcune (Milan e Roma) addirittura giocandone 4 in un mese, ebbene, proprio quando la squadra che in settimana si allenava tranquillamente a casa e aveva un calendario discreto….questa squadra crolla verticalmente sul piano fisico e psicologico (e in 8 partite batte solo il Frosinone, squadra in piena crisi). Secondo me prima lo mandano via meglio e’….mi direte , non e’ Sarri , non si dimettera’ mai ; va bene gli si diano i 18 milioni lordi (che cmq sono il prezzo di un medio giocatore) e lo si accompagni alla pota. Molti amici juventini dicono che e’ ora di aria nuova, idee nuove; la conferenza stampa di ieri mi e’ apparsa “lunare”, sembra che costui si creda il padreterno….qui a Roma, senza il teatrino di Mou e dei suoi accoliti abbiamo aria nuova e idee nuove, finalmente.

cipralex

…”gli si diano i 18 milioni lordi”…ok, tu quanti ne metti?

scotland16

scusa Cipra hanno speso 40 per Kean e non so quanto per scarsoni tipo Weah; poi rientreranno in CL con annessi incassi…..una Juve moderna e che piace (gioco, giovani) per me non puo’ continuare con uno che a malapena parla italiano e soprattutto , diciamolo, ha SBAGLIATO la preparazione; proprio ora che gli altri giocano le coppe, la Juve DOVEVA essere piu’ fresca …chiudo Yildiz che fine ha fatto?

Il Regolamento

Scusa Scot, Kean è stato venduto nel 2021 all’Everton a 27,5 milioni e ricomprato due anni dopo a 30.
Non è esatto quindi sostenere che è stato comprato per 40, alla fine sono stati spesi 2,5 milioni per far crescere un ragazzo che secondo me, comunque, rimane un buon giocatore.

scotland16

hai ragione sui due deals , ma se ci metti l’ingaggio….ci arriviamo quasi; non e’ che l’ingaggio dei giocatori non conti, anzi (vedi CR7)

cipralex

Non è una notizia che le valutazioni nel mondo del pallone siano tanto fallaci quanto volubili.

Ma non è questo un buon motivo per buttare nel cesso 18 ml, soprattutto di questi tempi.

Credo che il rapporto tra juve e Allegri troverà a tempo debito una soluzione condivisa.

Mordechai

Ciao Scot, concordo in toto.

Mordechai

Posso dirlo?
Scusate la volgarità : non me ne frego un cazzo di Allegri e di quello che dice.
Buonanotte a tutti.

mikecas

i giocatori della Juve sono quelli che sono… Allegri è quello che è… si può continuare a discutere all’infinito: i vincoli economici che bloccano gli sviluppi, la dirigenza pià preoccupata del bilancio che dei risultati,,, etc etc…
Ma se gli arbitri, tutti, sventolano cartellini gialli per falli leggeri o anche inesistenti solo contro i giocatori della Juve fin dai primi minuti, che è fortemente intimidatorio, “compensando” con qualche (ma davvero pochi) giallo all’avversario ma solo verso la fine della partita quando contano poco, c’è davvero qualcosa di nascosto che non torna…
Vlahovic ha praticamente preso un pugno in faccia, senza toccare il portiere, e si è preso un giallo… ovviamente ha protestato ed è stato espulso…
Pensatela come volete, tanto lo so già… 😛

corum

Il cartellino su Vlahovic per il fallo sul portiere e’ ridicolo come almeno una decina d’altri in questo campionato, però lui non deve prendere il secondo.
È semplice, piuttosto alzi il tasso agonistico e martelli..

Il Regolamento

in realtà a me sembra peggio… Vlahovic viene ammonito per proteste dopo che gli è stato fischiato il fallo contro (che secondo me c’era). Poi, si vede benissimo dal labiale che dice all’arbitro “bravo, bravo”, e si becca la SECONDA ammonizione per proteste.
Ora, io ricordo perfettamente Totti che per ben tre volte urla sonoramente in mondovisione “vaffanculo” all’arbitro, che non fa una piega.
Si mettessero d’accordo.

Modifica il 26 giorni fa da Il Regolamento
Mark Renton

Dovessi farti l’elenco di tutti i vaffa detti dai calciatori della tua squadra agli arbitri finirei di scrivere dopo la fine dei prossimi europei.
Tutti possono sbloccare, sta a discrezione dell’arbitro comprendere il momento ma a norme di regolamento le proteste, se non sei il capitano, non sono consentite.
C’era uno con voi, fino a poco tempo fa, che andava SEMPRE a protestare con l’arbitro pure per le rimesse laterali.
Stendiamo un velo pietoso e concentriamoci sui fatti: il Vlhaovich visto a Torino sta rispettando le attese? Sta dimostrando di valere i 90 milioni spesi per prenderlo?

scotland16

ragazzi era il 94…al termine dell’ennesima partita dove la Juve , per un tempo, aveva rinunciato a giocare contro una squadra dignitosa che non ha piu’ nulla da dire…dopo l’ennesima settimana di tranquillo allenamento mentre tutte (tranne la Lazio) le avversarie dirette giocavano e giravano per l’Europa…dopo altre partite penose…l’espulsione di Vlahovic mi sembra del tutto marginale; sembra che alla Juve il vittimismo alla Mourinho stia attecchendo, liberatevene!

2010 nessunoo

Allegri è nervoso, lo capisco, vista la situazione della squadra la battuta che verrebbe scontata è ” c’è poco da stare allegri….” , in realtà quello che proprio non serve alla Juventus, vero Vlahovic?, è il nervosismo.

Osservatore Italiano

Innanzi tutto un caro saluto a Bocca, visto che è un po’ che non ci sentiamo. Ho smesso di scrivere qua dentro alcuni anni fa, perché ero diventato ripetitivo e noioso. Ho scritto esattamente le stesse cose per quattro anni. Io stesso sbuffavo a rileggermi.

Adesso passo a parlare della mia povera e disperata Juventus.
E nella fattispecie, del nucleo del problema oggi è ieri.

Permetto che, come per ogni professionista, debbano essere giudicate molte sfaccettature. Premetto inoltre che per alcuni aspetti l’allenatore juventino meriti voti alti, per altri medi, per altri ancora bassi. L’ho sempre ritenuto un allenatore mediocre, né pessimo, né ottimo. Un allenatore anche simpatico a tratti, ma certamente incapace a elaborare schemi dal centrocampo in su. Un aziendalista che piace molto ai vertici, perché, se pure qualche volta ha chiesto qualcosa, ha sempre lavorato con ciò che gli è stato concesso, senza impuntarsi e senza polemiche.

Certamente un distruttore di talenti.

Le responsabilità vanno però condivise con Presidente e vertici (e mi riferisco anche a quelli della gestione precedente), che -da dopo Marotta- non ci hanno capito più il verso.
Torno a scrivere perché, diversamente dal passato, penso che oggi debba essere dato un segnale diverso, più forte. Penso che, se Allegri non arriva a proporre per dignità le dimissioni, debba essere esonerato adesso. Anche a costo di mettere l’allenatore dei pulcini. Lo spogliatoio oggi si sta disintegrando, domani si rischia di non riuscire a mettere insieme neppure i cocci.

E non mi si dica che è un allenatore vincente: ha sempre ereditato squadre ben attrezzate è ben costruite prima del suo arrivo. Squadre che hanno vinto nonostante lui, e non grazie a lui.
Tant’è vero, che tutti i presidenti delle maggiori squadre europee, quando lui è stato fermo, non hanno certo fatto a gara per accapartarselo.

tom

Le Juve è semplicemene ostaggio del suo bilancio e dei diktat che le sono piovuti da ogni dove. Allegeri non si può mandare via perchè nessun dirigente avvallerebbe il pagamento di un doppio ingaggio: Allegri + sostituto. Quindi, o Allegri se ne va da solo, oppure rimane.
E Allegri, da solo, non se ne andrà mai, né quest’anno, né il prossimo.
Ovviamente si da per scontato quello che scontato non è: il piazzamento in champions. Se dovesse saltare ci sarà da ridere, o da piangere, fate voi.

Modifica il 26 giorni fa da tom
Mordechai

Rinuncio volentieri alla prossima CL, a patto che ‘sto tanghero si tolga dai coglioni.
Una vittoria nelle ultime 8 partite, peraltro a culo e contro una squadra di scappati di casa che da almeno tre mesi becca sberle da tutti.
Ma tanto il “mister” (più mistero che mister) non andrebbe via manco se perdesse 8 a zero contro una squadra di novantenni bendati.

tom

Finché sono i ragionieri a prendere le decisioni, nessuno verrà cacciato.

Expo

Vedo la partita in differita perché altrove occupato quando la partita è in diretta. Così posso vedere con maggiore “tranquillità” lo spettacolo indegno di questa squadra, sotto la guida del Genio del Gabbione.
Allo scarso stato di forma di vari giocatori (che nel primo tempo non azzeccano un passaggio che non sia l’appoggio a un metro, e a volte neanche quello) si aggiungono tutte le genialità tattiche che vengo sottolineando da tempo.
Ancora una volta la stolida insistenza sulla difesa a 3 anche quando non ci sono avversari da marcare mette in inferiorità numerica il già scarso centrocampo. Infatti, Gatti non ha altro da fare che “proiettarsi” in area e le uniche occasioni fino al 66′ sono sue (niente di che peraltro).
A ciò si aggiunge che nessuno riesce a superare l’uomo, neanche quelli con maggiore tasso tecnico. Chiesa continua a fare presenze da fantasma, assolutamente inutile. Kostic ormai l’ombra del giocatore vincitore della EL. Miretti che conferma che non regge un contrasto neanche con i bambini degli Allievi.
Il Genoa è ben schierato e fa la sua partita, con i limiti della rosa, ma con un assetto tattico che mette i giocatori nei ruoli giusti. Infatti, Vitinha impazza sulla destra e finanche Junior Messias sembra un giocatore da Serie A.
Al minuto 58 Allegri vuole dare la scossa e cambia 3 giocatori (Yildiz per Chiesa, Rabiot per McKennie e Iling Jr per Kostic). E i cambi danno effettivamente una scossa, con la Juve che preme.
Tuttavia, al di là dei pali da fuori di Iling e Kean, in verità il pareggio è un risultato giusto.
La misura della Juve è questa, e il genio di Allegri è sprecato a Torino, anche per 9 milioni. Speriamo per lui che qualche presidente illuminato lo porti via a esprimere il suo ingegno in altri lidi.
Magari abbocca AdL…

Mark Renton

Per carità, già ne ha fatte troppe di idiozie, ci mancherebbe solo questa.

Trebaffetti

a me invece Miretti oggi è piaciuto, una delle poche note positive della giornata

scotland16

un giocatore cmq mediocre che serve solo per arrivare ad 11; potrebbe giocare nella Salernitana e nessuno lo noterebbe pure li’

tom

Miretti vola alla prima spallata. In confronto, Giovinco era un pilone.

Expo

Miretti è potenzialmente un buon giocatore, che ha buona tecnica e gioca a testa alta.
Però, purtroppo, non regge un contrasto e quindi non può giocare in percussione.
O impara a passare la palla in profondità e a tirare da fuori, o deve mettere su muscoli per reggere i contrasti e giocare in percussione.
Così, è un mezzo giocatore.
Comunque, non è lui il responsabile del gioco ignobile della squadra.

Bocca: Fusées 10:1

continuo a non capire cosa si possa incolpare ad Allegri;
dici:
Chiesa continua a fare presenze da fantasma, assolutamente inutile. Kostic ormai l’ombra del giocatore vincitore della EL. Miretti che conferma che non regge un contrasto neanche con i bambini degli Allievi.
anche questo è colpa di Allegri, come i due pali?
penso che manco vincendo la coppitaglia rimarrà al suo posto;
spero che darete almeno due stagioni al prossimo allenatore, quanto al livornese cosa vi aspettavate e cosa la società poteva richiedere per questa stagione?
il quarto posto e che valorizzasse i giovani;
missione compiuta e calcio in culo;

scotland16

io lo incolpo che sono tre anni che gioca male; 3 anni senza un disegno tattico e idee di gioco…tutto qua…

commentanonimo

Guarda sempre difeso Allegri ma…ma se non hai le coppe e le prendi dall’udinese con 8 partite ed una vittoria nel recupero, 8 partite di cui 6 con squadre da salvezza ed una contro questo Napoli e’ evidente che il tuo Lavoro non lo sai fare in questo momento. Sarri ha vinto come Allegri. Inutile che ci giriamo intorno. E comunque o il tuo mister valorizza la Rosa e non lo fa o non averlo e’ uguale. E oggi sai che con lui rischi molto. Serve tenere uno che certamente non fa meglio di UN qualunque allenatore da 1m euro all’anno?

Expo

@Pinguino, si vede che non hai letto i miei commenti alle ultime 8 partite, per non parlare delle precedenti.
Quello che rimprovero ad Allegri è l’arroccarsi stolidamente dietro a uno schema che ormai non serve più (la difesa a 3, che è servita a dare solidità nella fase del “corto muso” ma che non serve quando devi andare a giocare per fare risultato) ed insistere nel mettere giocatori fuori ruolo (Kostic terzino sinistro, Weah terzino sinistro, Cambiaso interno di centrocampo, Gatti che svaria dalla fascia destra fino al centro area avversaria, Yildiz sulla fascia sinistra, etc.).
Se fosse meno presuntuoso e giocasse un calcio più semplice, probabilmente la squadra potrebbe rendere di più.
Non serve neanche commentare le sue sceneggiate in sala stampa, degne più di un guitto che di un professionista.

Bocca: Fusées 10:1

purtroppo non posso replicare: al massimo mi concedo un post a thread,
andare oltre sarebbe fatica sprecata, visti cancellazioni/bannamenti random di Bocca o chi per lui;

ps
cosa era offensivo nel riconoscere il lago d’Orta in una foto lo sa solo Bocca o chi per lui;

Modifica il 26 giorni fa da Bocca: Fusées 10:1
Leo 62

Come era?… Vlahovic 80 Milioni e Chiesa 60? … o era il contrario…

Pirogov

Era ed è Allegri 7 mio + bonus. Lo vorresti al Milan?

carta vetrata

come li mescoli mescoli, se ne tirano fuori 80 tra tutti e due è grasso che cola. Ma li vero scandalo è Locatelli 40 milioni.

Mordechai

Il vero scandalo è Allegri 8/9 milioni di pippi all’anno.

Gennaro C

Ennesimo figurone di m… di Allegri (ma non troppo)

Modifica il 26 giorni fa da Gennaro C
carta vetrata

Che Allegri sarebbe venuto fuori “al naturale” era nelle cose. Bastava solo attendere un pò, nemmeno tanto, per vederlo sbavare di rabbia. Si attacca al passato, e che altro può fare un allenatore medievale, incapace di dare un gioco riconoscibile alla sua squadra? Non sopportando lo stress, non sa dare risposte che non siano insulti. Dovrebbe imparare da Inzaghi, anche come disporre i giocatori in campo, ma gli difetta l’umiltà. Vada a fare l’opinionista, farebbero dei bei dibattiti con Sacchi sulla natura del calcio.

scotland16

Bravo, perfettamente d’accordo; lui e Mourinho sono il passato , e non conta l’eta’, basta vedere Ancelotti, Klopp ma anche altri. Si possono avere idee nuove, lanciare seriamente giocatori (non come lui con Yildiz e altri). Chiudo con la farsesca intervista di Galeone oggi sulla gazzetta (Allegri e’ da Premier, dovrebbe andare la’). Ma perche’ questo ex allenatore (discreto ma nulla piu’ , forma piu’ che sostanza) difende sempre, a priori, il suo discepolo? A volte mi chiedo i vari Galeone, Agnelli e altri cosa devono ad Allegri? Favori? In qualsiasi altro top club , dopo quasi 3 anni con questi risultati, questo gioco e la situazione attuale , un allenatore verrebbe licenziato….

commentanonimo

Il ruolino da retrocessione nasce dall’errore di Milik con l’Empoli e da li’ il Mister non ne ha azzeccata mezza. Purtroppo il vero errore e’ stato non eliminarlo dopo la indegna partita con l’Udinese. Il rischio reale ora, con UN calendario che comprende bologna, Roma, Lazio ed il derby e’ di non vedere la Champions e perdere molti piu’ soldi dello stipendio di UN allenatore. Chiaramente Allegri non da’ nulla alla squadra. Il primo tempo di oggi e’ colpa sua come il rosso di Vlahovic. Oggi spero si sia concluso il suo viaggio da noi anche se visto il calendario potrebbe essere troppo tardi.

Modifica il 26 giorni fa da commentanonimo
carta vetrata

anche prima dell’errore di Milik, non è che risplendesse. Ha avuto molta fortuna, scambiata per tattica da corto muso, ma la squadra ha sempre giocato “male”, e questo a lungo andare fatalmente si paga. Se il Napoli e le romane non fossero incappate in una stagione pessima, la Juve quest’anno avrebbe avuto difficoltà a rientrare nelle prime cinque. Quello è il valore intrinseco attuale, sia della rosa che dell’allenatore. Stupisce non si riesca a prenderne atto. Quando Allegri ha provato a fare un pò di gioco, si è tanto squilibrato da prendere due gol a partita. Mandatelo via, coraggio, non c’è alcun futuro con uno così presuntuoso.

Trebaffetti

e pensate se non avessimo Allegri, probabilmente saremmo a lottare per la salvezza!

scherzi a parte, sicuramente Allegri è molto bravo, ma possiamo metterlo in discussione dopo tre anni un po’ deludenti e in particolare dopo una serie di pessimi risultati consecutivi che non credo abbia precedenti alla Juve?

carta vetrata

Allegri è l’allenatore più pagato, ha l’organico più costoso e la rosa più pagata delal serie A. Questi i fatti. Eppure la sua Juve gioca il calcio peggiore della serie A. Come mai?

scotland16

esatto; la campagna acqusti della Juve nei 3 anni e’ di gran lunga la piu’ costosa, giustissimo anche il resto; e aggiungiamoci che quest’anno la Juve non faceva le coppe, questo elemento va sempre ricordato

Trebaffetti

Boh, non ne ho idea.
Il calcio peggiore della serie A però non direi dai, sicuramente però risultati e gioco nettamente inferiori alle aspettative.

La squadra non è di campioni, ma giocatori buoni ce ne sono. La posizione in classifica è più o meno quella giusta. Quello che manca, secondo me, è vedere ogni tanto una bella azione, i giocatori che si capiscono al volo come se si allenassero insieme, un’idea di squadra che gioca per lo stesso obiettivo.

carta vetrata

ma infatti, quello che un tifoso, o anche un osservatore esterno, si aspetta è di vedere no dico delle belle trame di gioco, ma una idea di gioco, qualcosa che si vede viene provata in allenamento, qui nulla di nulla. Salvo lo schema su calcio piazzato. I giocatori? buoni si, ma niente di che? soprattutto perchè il gioco dovrebbe crearlo Locatelli, che non ha le qualità necessarie. Non è che ci voglia molto a capirlo, se deve giocare in un assetto organizzato, come al Sassuolo fa la sua figura, se deve essere il perno di una squadra senza alcun modello di gioco, si rivela il goemetra che è, mica un ingegnere. Il problema di Allegri è che lui è convinto che il calcio sia un gioco semplice, perchè ha sempre avuto giocatori di alta qualità che gli risolvevano le partite. Invece i vari Motta, Gilardino, Baroni, ecc. gli fanno vedere che si gioca meglio anche ad un decimo del suo stipendio e della rosa che ha lui. Cosa insegna Allegri ai suoi? Perchè non si capisce, e sì che ha una settimana intera a disposizione, non ha nè coppe nè turnover da gestire, come un Gasperini Inzaghi o Pioli. E’ pessimo, ed inoltre altezzoso e maleducato. Più sputa, più gli ricade in testa.

Pirogov

Trascuri il fatto che, con tutti gli impegni infra-settimanali di quest’anno, tempo per “allenare” non ce n’è stato. 🤔

Quattroquattronovetredue

Kean prende il palo e Marocchi dichiara serafico: “La percezione della porta che ha lui non c’è l’ha nessuno”. Lionel Diego Kean. Chissà se ha anche buone sensazioni.

scotland16

Marocchi da anni e’ una macchietta; gli ho sentito dire cose assurde, senza senso; sembra un professorino che parla di chi sa cosa..e poi dice tante stupidaggini

Trebaffetti

.

Modifica il 26 giorni fa da Trebaffetti
78
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x