Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Inter-Napoli 1-1, Juan Jesus denuncia all'arbitro insulti razzisti nei suoi confronti

Cosa è successo in Napoli-Inter 1-1 (gol di Darmian e Juan Jesus)? Poco, perché l’Inter lo scudetto lo ha già vinto ed è sotto botta dopo l’eliminazione dalla Champions League e il Napoli è solo preoccupato di frenare la discesa e al massimo cercare di agguantare il quinto posto. Il fattaccio della partita è Juan Jesus che denuncia all’arbitro Acerbi per avergli detto “Sei un negro”. Al di là dell’insulto razzista, assolutamente condannabile, l’aggravante è che l’episodio accade proprio nel giorno che Lega di Serie A e Presidenza della Repubblica hanno dedicato alla lotta antirazzismo con scritte sulle maglie, dichiarazioni alla tv, e un adesivo “Keep Racism Out”. Insomma la classica manifestazione che è solo una formalità, un paravento per lasciare pulite le coscienze. La Federcalcio interviene escludendo subito Acerbi dalla convocazione in Nazionale e dovrebbe convocarlo invece la Procura Federale per farlo squalificare (rischia 10 giornate). Se non si interviene adeguatamente infatti il prossimo adesivo “Keep Racism Out” dovranno attaccarselo in fronte.

Acerbi escluso dalla convocazione in Nazionale per l'episodio di razzismo (insulto a Juan Jesus) in Inter-Napoli:

Acerbi escluso dalla convocazione in Nazionale per l’episodio di razzismo (insulto a Juan Jesus) in Inter-Napoli:

RAZZISMO, ACERBI ESCLUSO DALLA NAZIONALE

LUNEDI’ 18 MARZO 2024 – Inevitabile l’esclusione dalla Nazionale di Francesco Acerbi per razzismo. Il difensore dell’ Inter era reduce dall’episodio gravissimo dell’insulto (“Sei un negro”) denunciato da Juan Jesus all’arbitro durante Inter-Napoli. Il giocatore del Napoli aveva anche precisato che Acerbi gli aveva chiesto scusa, e che per lui l’episodio era chiuso, ma ovviamente non si poteva far finta di nulla.

Appena arrivato in Nazionale, pronto per la tournée americana, Acerbi ha avuto un confronto con Spalletti stesso e con i dirigenti della Federcalcio. Lui ha affermato che non aveva alcun intento “diffamatorio, denigratorio o razzista” nel profferire quell’insulto a Juan Jesus, ma un giocatore con una macchia del genere non può ovviamente mantenere il posto in azzurro, dove l’etica civile e sportiva viene prima di tutto, nemmeno 24 ore dopo l’episodio incriminato. Che tra l’altro ha vanificato e ridicolizzato la campagna “Keep Racism Out”. 

Acerbi, una volta lasciata la nazionale, sostiene di non aver mai profferito alcun insulto razzista nei confronti di Juan Jesus. Che però a sua volta insiste e replica sui suoi canali social: “Così non ci sto, mi ha detto: vai via nero. Sei solo un negro”.

  Dopo la pronuncia del giudice sportivo che ovviamente giudicherà anche in base al referto arbitrale di La Penna, sarà probabilmente un’inchiesta della Procura Federale ad accertare il tipo di offese e il comportamento in campo. Per gli insulti di discriminazione razziale, si rischiano 10 giornate di squalifica.

Juan Jesus rinnova le sue accuse su Instagram

Inter-Napoli e il caso di razzismo. Juan Jesus replica su Instagram ad Acerbi

Ecco l’intervento su Instagram di Juan Jesus che replica così ad Acerbi che aveva negato di aver pronunciato insulti razzisti durante Inter-Napoli. Mi ha detto: “Vai via nero, sei solo un negro”.

***

INTER-NAPOLI E IL PARADOSSO DEL RAZZISMO

DOMENICA 17 MARZO 2024 – Ti raccomando l’adesivo che tutti portano attaccato alla maglia, alla giacca o alla tuta: “Keep Racism Out”. Una spolverata di razzismo non manca comunque. Così, gratuita, anche in una partita banale. Ma soprattutto, e quel che è peggio, in un giorno dedicato da Lega di Serie A e addirittura la Presidenza del Consiglio all’antirazzismo. 

  Questa la cornice, ma per quale foto? Mentre guardavo Inter-Napoli mi chiedevo che scopo avesse, quale fosse il senso. L’Inter lo scudetto lo ha già vinto e il Napoli lo scudetto lo ha già buttato via. Per cui alla fine, di senso, ce ne dà giusto una spolverata un risultato piatto, che non dice nulla e che ci lascia con le stesse idee di prima. 

L’INTER SOTTO BOTTA CHAMPIONS

  Del tutto normale che l’Inter accusasse la botta dell’eliminazione dalla Champions League, la delusione si percepisce ancora sui volti dei giocatori e di Simone Inzaghi sotto la curva, il senso di occasione sprecata lascerà comunque un segno su una stagione che avrebbe potuto essere ancor più bella e significativa. Vada come vada ci mancherà sempre qualcosa.

  Il Napoli almeno ha frenato quel suo precipitare iniziale e  scomposto e ora può pur sempre coltivare la speranza di rientrare in Champions League, soprattutto se ci sarà la tanto agognata quinta squadra.
Ma finisce qui, non ha senso mettersi a fare le pulci a Lautaro e Thuram o Raspadori e Kvaratskhelia. L’Inter va in vantaggio con Darmian, il Napoli pareggia con Juan Jesus e la partita finisce qui. Meglio non farsi male. L’1-1 alla fine è un buon compromesso.

RAZZISMO, ACERBI DENUNCIATO ALL’ARBITRO DA JUAN JESUS

  Il senso, di assurdo e di sgomento, ce lo dà però l’episodio sconcertante di Juan Jesus che va dall’arbitro La Penna e denuncia: “Non mi sta bene, mi ha detto “Sei un negro” e questo non mi sta bene. Qui abbiamo una scritta”. E indica appunto la pecetta del paradosso razzista e antirazzista al tempo stesso: “Keep racism out”. Che potremmo tradurre: ci state prendendo per il c….

  Al di là infatti dell’insulto da condannare senza se e senza ma e come sempre,  il problema stavolta è che l’episodio accade in una giornata dedicata all’anti-razzismo. Per cui l’offesa addirittura si moltiplica in maniera esponenziale.

  I giocatori portano scritte sulla maglia, davanti alla tv, tutti pronunciano meccanicamente la stessa frase “Teniamo fuori il razzismo dal calcio e dalla nostra vita”, tutti esibiscono l’adesivo “Keep Racism Out”. E tutto questo ci fa capire come certe manifestazioni siano poi semplicemente una formalità, un lavarsi la coscienza, un paravento per dire che contro il razzismo c’è l’impegno di tutti. Poi al minimo litigio di campo arrivi a dire a un altro giocatore, ex interista tra l’altro, “sei un negro”. Ma come, non solo il dispregio ma proprio oggi? 

  E’ come andare a bestemmiare in chiesa, ci vuole particolare perversione e spregiudicatezza. 

ACERBI MERITA LA SQUALIFICA, O “KEEP RACISM OUT” A CHE SERVE?

Nonostante Juan Jesus abbia dichiarato che l’episodio è chiuso e che Acerbi gli abbia chiesto scusa  “per essere andato oltre con le parole”, credo ce ne sia abbastanza per andare a bussare, tramite la Procura Federale, alla porta dell’interista e lasciarlo fuori per un numero congruo di giornate. In aggiunta al provvedimento immediato della Federcalcio di escluderlo dalla convocazione azzurra in Nazionale.
Altrimenti la prossima volta l’adesivo “Keep Racism Out” sarà meglio che se lo risparmino. O se proprio vogliono se lo attachino loro in fronte.

***
Open Bar, la chat diretta di Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

***

SERIE A 2023-2024

GIORNATA N. 29

Venerdì 15 marzo 2024

Empoli – Bologna 0-1

Sabato 16 marzo 2024

Udinese – Torino 0-2

Monza – Cagliari 1-0

Salernitana – Lecce 0-1

Frosinone – Lazio 2-3

Domenica 17 marzo 2024

Juventus – Genoa 0-0

Verona – Milan 1-3

Roma – Sassuolo 1-0

Atalanta – Fiorentina rinv.

Inter – Napoli 1-1

***

CLASSIFICA DOPO 28 GIORNATE

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 30

Sabato 30 marzo 2024

Napoli – Atalanta12.30

Genoa – Frosinone 15.00

Torino – Monza  18.00

Lazio – Juventus 18.00

Fiorentina – Milan 20.45 

Lunedì 1 aprile 2024

Bologna – Salernitana 12.30

Cagliari – Verona 15.00

Sassuolo – Udinese 15.00

Lecce – Roma 18.00

Inter – Empoli 20.45

***

SOCIAL BLOOOOG!

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

fatti un giro dentro Bloooog!

Giovedì 21 marzo 2024

A chi frega di questa Nazionale? Ricostruire un sentimento in vista degli Europei

Mercoledì 20 marzo 2024

Le nubi sullo scidetto dell’Inter: il prestito Oaktree e la sparizione del presidente Zhang

Martedì 19 marzo 2024

Non è una Juve per Max. Allegri e la Juventus: non si sta insieme solo per contratto

Martedì 19 marzo 2024

Fuori campo: 32 sfumature di Pablo Daniel Osvaldo

Domenica 17 marzo 2024

Inter-Napoli, esplode il caso Acerbi: insulti razzisti a Juan Jesus. Nella giornata dedicata all’antirazzismo

Domenica 17 marzo 2024

Il Milan di Pioli secondo nel campionato di consolazione, ha solo un punto in meno di quando vinse lo scudetto

Domenica 17 marzo 2024

Juventus in crisi, tra caso Vlahovic e caso Allegri. L’allenatore perde il controllo di se stesso. E della Juve…

Sabato 16 marzo 2024

La Lazio desarrizzata torna a vincere, e adesso il sergente di ferro Tudor

Venerdì 15 marzo 2024

Malissimo il sorteggio di Europa League: il derby Milan-Roma e il Liverpool per l’Atalanta

Venerdì 15 marzo 2024

In Champions League tutte fuori, in Europa e Conference League tutte avanti: consoliamoci così…

Giovedì 14 marzo 2024

Revenge Porn, stupro: sessismo e patriarcato nel calcio

Mercoledì 13 marzo 2024

Va fuori anche l’Inter, eliminata dall’Atletico Madrid. Nessuna squadra italiana in Champions League

***

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
339 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

[…] Inter-Napoli, esplode il caso Acerbi: insulti razzisti a Juan Jesus. Nella giornata dedicata all&#82… […]

[…] Inter-Napoli, esplode il caso Acerbi: insulti razzisti a Juan Jesus. Nella giornata dedicata all&#82… […]

[…] Inter-Napoli, esplode il caso Acerbi: insulti razzisti a Juan Jesus. Nella giornata dedicata all&#82… […]

[…] Inter-Napoli, esplode il caso Acerbi: insulti razzisti a Juan Jesus. Nella giornata dedicata all&#82… […]

[…] Inter-Napoli, esplode il caso Acerbi: insulti razzisti a Juan Jesus. Nella giornata dedicata all&#82… […]

[…] Inter-Napoli, esplode il caso Acerbi: insulti razzisti a Juan Jesus. Nella giornata dedicata all&#82… […]

[…] Inter-Napoli, esplode il caso Acerbi: insulti razzisti a Juan Jesus. Nella giornata dedicata all&#82… […]

[…] Inter-Napoli, esplode il caso Acerbi: insulti razzisti a Juan Jesus. Nella giornata dedicata all&#82… […]

[…] Inter-Napoli, esplode il caso Acerbi: insulti razzisti a Juan Jesus. Nella giornata dedicata all&#82… […]

ROS

…ecco la notizia che mi tranquillizza…ora si che mi è tutto più chiaro.
Inter, la Curva Nord: “Siamo con Acerbi, dubitiamo che quelle parole siano uscite dalla sua bocca” amen.

si può essere più ridicoli?

Il Regolamento

Agli amici interisti consiglio la lettura dell’intervista all’avvocato Chiacchio, sulla Gazzetta di oggi. Capiranno molto di quello che è successo alla Juve l’anno scorso, e di come andrà a finire la vicenda Acerbi

Melko

Interessante davvero. Mi chiedo cosa voglia dire che un singolo evento abbia “grado di probabilità superiore alla media”, se non che forse si richiede ad Acerbi di essere convincente sulla sua versione, ma con termini pseudo-scientifici.
In ogni caso, al di là del caso Acerbi, per cui mi auguro che venga fatta chiarezza definitiva sui -fatti-, e che ci siano di conseguenza le condanne previste (frase razzista -> squalifica di minimo 10gg meno attenuanti eventuali), posso dire che non mi piace granché un sistema che impone condanne per sospetto e favorisce denunce false?

Il Regolamento

Pensa a me quanto piace… hanno penalizzato la.mia squadra di dieci punti per una ipotesi di reato penale prima ancora che venissero concluse le indagini, non dico il processo…

Modifica il 23 giorni fa da Il Regolamento
guido

E’ andato via Acerbi, è arrivato Sinner. Direi che ci abbiamo guadagnato

Modifica il 24 giorni fa da guido

[…] Inter-Napoli, esplode il caso Acerbi: insulti razzisti a Juan Jesus. Nella giornata dedicata all&#82… […]

2010 nessunoo

È morto Joe Barone, condoglianze vivissime alla famiglia e alla Fiorentina.

Carpe Diem

Il razzismo va combattuto dentro e fuori gli stadi e la federazione farebbe bene ad usare il pugno duro ma detto ciò mi sembra di capire che per qualcuno in questo blog la soluzione passi attraverso la penalizzazione di almeno 18 punti per la prima e almeno 4 per la seconda.
Ottimo, è così che sconfiggeremo il razzismo

Modifica il 24 giorni fa da Carpe Diem
Pietro

Sai com’è, in passato questa soluzione ha funzionato egregiamente…

Il Regolamento

Mi sembra di capire che qualcuno in questo blog ha difficoltà di lettura.
O forse vuole fare lo spiritoso, ma direi che non è il caso

ROS

..,che Dio ti benedica.

NERO A META.jpg
quello malato sul serio

OT ECC.
sulla Stampa di oggi c’è una pagina intera sull’incontro tra Nicolussi Caviglia e il mio cantautore preferito;
ovviamente l’articolo è intitolato Il vecchio e il bambino;

2010 nessunoo

Fa piacere leggere che anche nella generazione di Nicolussi Caviglia ci sia chi apprezza “Il professorone”

Bocca: Fusées 10:1

non vale la pena leggerlo;

scotland16

Si parla di razzismo e allora parliamo di violenza sessuale…in Argentina ieri arrestati 4 giocatori del Velez (primo in classifica); la societa’ li licenzia. Da noi con una situazione del genere non penso che la societa’ lo avrebbe fatto; il caso Portanova ne e’ l’esempio…per il resto piu’ ci penso piu’ Acerbi ha sbagliato

Waters

Scot, c’è anche chi rinnova il contratto ai ludopatici…

Pietro

Il ludopatico al massimo ha offeso la sua vita, certamente in campo non ha offeso gli avversari

Mordechai

Perché, amico del giaguaro, ti risulta che “la” Inter abbia rescisso il contratto di Acerbi? O che qualcuno abbia anche solo accennato alla opportunità di farlo?
Ma poi, che cazzo c’entra Fagioli e la sua ludopatia? Se non altro il ragazzo si sta “curando”, che quel gentiluomo di Acerbi faccia lo stesso. Anche se guarire dal razzismo è cosa impervia.

Waters

Guarda che siamo alla mia parola contro la tua, se Acerbi dice che non ha detto frasi razziste perché non crederci?
Io a volte rimango veramente basito lo sai?

Il Regolamento

Perché nella giustizia sportiva l’onere della prova è invertito, per tua disgrazia. Quindi,o Acerbi dimostra che JJ ha mentito, oppure sono guai.
Ma forse questa regola vale solo per la juve… 🤔

Pietro

In effetti Acerbi è un galantuomo…

fra un dito medio ai tifosi avversari, uno scherno all’avversario che ha appena sbagliato un rigore, una lezione di calciomercato a cifre farlocche….

…. ma come si fa a non credergli…

Mordechai

Se Acerbi si è scusato, è lui stesso ad averlo detto, come si fa a credere che sia tutto…un equivoco? Rimani pure basito quanto vuoi, sai quanto me ne cala.

Waters

Non può essere che si è scusato perché lo ha mandato affanculo?

guido

dai Wat, non ci credo neanche tu

Mordechai

Così fosse, duranta i novanta minuti, i giocatori (tutti) non farebbero altro che scusarsi. La palla non la calcerebbe più nessuno.

Il Regolamento

Eccolo il fenomeno, vorrei che qualcuno dei suoi colleghi di tifo leggesse questo commento e mi dicesse cosa ne pensa.

Mordechai

Perchè, Scot, che dubbi avevi? Su Acerbi, intendo.

2010 nessunoo

Ugo, c’è da dire una cosa però al momento, mentre tutti qua sembrano avere la verità in tasca chi da una parte chi dall’altra; siccome manca la chiarezza necessaria per comprendere esattamente l’accaduto, il giudice sportivo richiederà un supplemento di indagine alla procura federale , perché di fatto, e purtroppo aggiungo io, si è ancora alla ” mia parola contro la tua” e perché per condannare Acerbi servirebbero testimonianze e prove video

Il Regolamento

Non è così, come ho scritto sopra nella giustizia sportiva l’onere della prova è invertito. È Acerbi a doversi discolpare

Mordechai

Stefano, mi pare di capire che lo stesso Acerbi, dopo qualche acrobazia verbale, abbia in sostanza confermato il tutto.

2010 nessunoo

E Invece con la società ha negato il razzismo…ehh ma ci fosse stato qualcun altro lì vicino a sentire quello che si sono detti, e questa incertezza è anche peggio di una conferma o una smentita chiare e ho letto che per gli ulteriori accertamenti verranno sentiti anche i due giocatori .

Mordechai

E allora, come ho già scritto a Waters, se non ha detto nulla di “sconcio” a JJ, perchè s’è scusato con l’arbitro? per un semplice vaffa? Dai, Stefano…

Sergiod

Auguri a tutti i papà del Bloooog.
Essere genitori è probabilmente il mestiere più difficile al mondo, ci vogliono pazienza e spesso perdono.
Quando poi arrivi ad una certa età ti rendi conto che stanno diventando il tuo sostegno e ti senti gratificato e protetto.

Pensando alle contrapposizioni del giorno d’oggi , alle polemiche e agli insulti mi è tornato alla mente un episodio.
Mio padre che durante una partita discute in modo animato con un tifoso della squadra avversaria, seduto vicino a lui. “E’ rigore!” “ No, le hai visto male”.
Alla fine del match i due si salutano con una sincera stretta di mano.
Questo è ancorato possibile, se lo vogliamo davvero.

Waters

Mi sono confuso Pino nacque il 19 non morì…pardon

Waters

Fabrizio, proprio oggi 19 marzo, fra le altre cose festa del papà, morirono due grandi uomini, il cantautore Pino Daniele, morto per cause naturali, e Don Peppe Diana trucidato dalla camorra…mi pregio Di ascoltare quella che per me è la sua canzone più bella…

Salud

monica

Per me una delle più belle della musica italiana

Nathan

Ragionamento che non fa una piega.
A San Siro gli strisciati falliti in bilancio la fanno sempre franca, fin dai tempi dei motorini lanciati dagli spalti.

IMG-20240319-WA0000.jpg
Luc10 Dalla

Oltre al problema razzismo qui abbiamo problemi anche con l’italiano…”avrebbe importato” mi fa sanguinare le orecchie

Mordechai

OT : “Quando è arrivata all’ospedale Sant’Anna di Torino insieme alla mamma perché incinta a 13 anni era spaventata e preoccupata. La stessa ragazzina, oggi, ha ancora il terrore negli occhi mentre risponde alle domande del giudice. Per farsi forza, stringe un peluche tra le braccia. Dal suo racconto emerge una storia agghiacciante di abusi subiti nel posto in cui avrebbe dovuto sentirsi al sicuro: la famiglia. Il padre del bambino che la ragazzina portava in grembo la scorsa estate era il suo stesso papà, che aveva abusato di lei ripetutamente e persino mentre si trovava ricoverata in ospedale per il parto. L’uomo oggi è in carcere, e deve rispondere di violenza sessuale nei confronti della tredicenne e maltrattamenti verso la moglie e gli altri figli minori. Inoltre, anche la mamma risulta ora indagata: secondo la procura di Torino che si appresta a chiedere il rinvio a giudizio, la donna sapeva dell’orrore che si consumava in casa sua, ma non ha mai fatto nulla per fermarlo”. 

Cosa può accadere di peggio? Credo nulla.

Nicola Romano

Amico mio si dice che il peggio non e’ mai morto .

Mordechai

Pollice contro su una faccenda del genere?
Mah …

Bel-Ami

Su un argomento del genere evito di spolliciare, non avrebbe senso, e credo che ognuno possa convenire con te. Trovo agghiacciante il clima di violenza sotto traccia che si respira in ogni angolo, nei rapporti pubblici ed in quelli privati, un vulcano pronto ad eruttare. E ci si preoccupa solo di incrementare le astratte fattispecie di reato, come un bieco menù alla lavagna del nulla.

R.T.

Come mi hai risposto qualche giorno fa è di default… spero che l’autore se ne vergogni fino alla fine dei suoi giorni

2010 nessunoo

Dovrebbe rimanere in galera fino ad invecchiare almeno e sarebbe meglio per lui in isolamento

monica

Mah,guarda…a modo suo,ma in galera hanno un proprio concetto della morale,non so se ci arriverà ad invecchiare

carta vetrata

E’ il contesto sociale, ambientale e familiare infimo in cui queste creature vivono, che genera questi orrori. L’incesto, o le commistioni torbide all’interno delle famiglie, non più di qualche decennio fa era la norma in certi ambienti degradati. PIù che scandalizzarsi, servirebbe maggiore assistenza sociale e maggior coscienza civile. Ma la maggioranza della popolazione va solo a caccia di gatta e vinci, buoni punteggio, sconti e simili amenità, sempre più rincretiniti al servizio della creazione del cittadino consumatore inconsapevole. Ci sono ancora mamme che prostituiscono le figlie, padri o zii o amici di famiglia che abusano. Si tende a credre che le mamme sinao sante donne, e i padri eroi senza macchia e senza paura. Non è così. Le persone di qualità son una minorazna, e sempre più spesso silenziosa. L’uomo in carcere per violenza sulla figlia, un tempo avrebbe dovuto aspettarsi guai seri in detenzione, ed era pur sempre un deterrente. Bah. Qui dentro state facnedo un mutuperio contro Acerbi, ho la certezza che se non fosse un calciatore dell’Inter, ci sarebe un centesimo delle rimostranze. E Acerbi non è sicuramente un razzista. il sicuramente lo garantisco io. Ma comincia farmi un pò schifo questo veleno da pettegoli invidiosi.

Mordechai

Carta, il più delle volte ti apprezzo, o almeno in parte condivido quello scrivi, a prescindere dai colori che tifiamo.
Ma … che cazzo c’entra Acerbi con una storia tragica come questa.
Le parole dette da Acerbi sono semplicemente il thread del giorno, domani o dopodomani ci metteremo a discettare di altro, come è inevitabile che sia.
E, almeno da parte mia, non c’è nulla di pettegolo o invidioso (di cosa, peraltro?) nei suoi confronti.
Ha detto una bastardata, è giusto che ne accetti le conseguenze disciplinari, non si può abbassare la guardia su questo o ridurre il tutto ad uno screzio fra bambini di otto anni.
E giuro penserei lo stesso se a pronunciare quelle parole fosse stato uno juventino qualsiasi.

Waters

20 anni a lui – ma fatti bene – e 5 a lei – ma fatti bene – e vedrai che di colpo caleranno questi delitti…

ROS

…”Non va assolutamente bene che ci siano cori razzisti negli stadi, è fastidioso veramente, però ci saranno sempre quei 100 ignoranti che faranno buuh ed è difficile anche fermarli quindi non si possono fermare tutte le partite ogni volta che si sentono”. Così l’ex difensore della Lazio, Francesco Acerbi, in merito al razzismo nel calcio, quando commentò i cori di Milano nei confronti di Koulibaly. Era il 2019. Quattro anni dopo proprio lui ha pronunciato una frase razzista nei confronti di Juan Jesus. 

…e chest’è.

scotland16

i 100 ignoranti sono diventati migliaia…

Il Regolamento

occhio, che qui dentro rischi come minimo un’accusa di essere “benpensante”

Cuore ross/azzurro

Fa piacere sapere che acerbi si sia rimangiato tutto, questo dà una chiusura definitiva alla diatriba con chi cercava improvvidamente di difenderlo, anche in questo blog, tipo lo sgrammaticato gastronomo da pernacchie o l’incolto sproloquiatore inossidabile. Il calciatore è consapevole e dimostra di essere portatore di un pensiero razzista e ora cerca nel più puerile dei modi di salvare il fondoschiena. Ma è il giustificazionismo che c’è in giro a fare altrettanta paura e testimonia che l’atmosfera è diventata, da tempo, irrespirabile. Allargando il discorso, direi che ormai si tende a negare tutto quello che è palese (razzismo, crisi climatica, genocidio palestinese, sfericità della terra, ecc. ecc.), il che potrebbe starci quando sei adolescente e vuoi crearti un’identità attraverso il contrasto generazionale. Ma qui stiamo parlando di quarantenni e cinquantenni che adducono pretesti infantili per giustificare l’impossibile, ritenendosi “superiori” a chi invece si batte per migliorare la società in cui viviamo (attivisti, ong, scienziati consapevoli, ecc.). Sarebbe molto utile uscire dal proprio piccolo mondo chiuso, infarcito di social, e immergersi nella realtà per capire cosa sta succedendo veramente davanti alle nostre finestre, ma pare che l’interesse per gli altri stia progressivamente svanendo dalle nostre teste… Scusatemi la prolissa divagazione, ma non ce la faccio più a sentire certe fesserie e volevo sfogarmi! Buona giornata a tutti.

Modifica il 25 giorni fa da Cuore ross/azzurro
Waters

De minimis non curat praetor…

attila

Frequentavo il blog dai tempi di Blooooog (spero che Bocca non si offenda se ho lasciato per strada qualche O), e avevo smesso per la beceraggine di certi commentatori che, non so perché (o meglio lo so ma preferisco sorvolare) venissero tollerati.
Ingenuamente pensavo che in questo nuovo blog ci fosse qualche filtro in più. Invece vedo che i webeti, i vari Napalm 51 (ahimé, molto meno simpatici dell’originale), psicopatici eccetera imperversano a scapito delle persone per bene che pure sono la maggioranza. Ma si sa, fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce. Il tutto rientra in un’ottica social, il regno dei leoni da tastiera, d’accordo.
Quello che però non posso accettare è vedere censurare le persone per bene (si può essere in disaccordo, ma con educazione) rispetto ai webeti di cui sopra.
Non sono così ingenuo da non capire il motivo che c’è dietro questa scelta (per qualche click in più), però quando poi sento parlare in maniera accorata di moralità, di etica, di razzismo e compagnia bella, allora i conti non mi tornano.
Ringrazio per l’opportunità, saluto i pochi (o tanti che meritano di essere salutati, non ho fatto in tempo a conoscervi tutti,mi scuso). Vi auguro buona fortuna.
E forza Inter, sempre e comunque!
PS starete pensando che questo post è del tutto inutile, che non ve ne può fregare di meno, che manco mi conoscete, lo so, ma io sono all’antica, c’ho ‘na certa, e sono abituato a salutare.
State bene.

Modifica il 25 giorni fa da attila
mikecas

bè… sei interista… ci stà… 😛 😛 😛

Waters

Caro Attila, c’è una parabola del Vangelo che dice” un uomo probo seminó nel suo campo del grano, nottetempo venne il nemico e seminó la zizzania nel buio, nella confusione, lui va dove non c’è luce. Questo nemico è astuto ha seminato il male in mezzo al bene, così è impossibile a noi uomini separarli nettamente. I servi dissero, “vuoi che andiamo a raccoglierla? No, rispose, perché non succeda che, cogliendo la zizzania, con essa sradicare anche il grano. Lasciate che crescano assieme fino alla mietitura e al momento della mietitura diró ai mietitori: cogliete prima la zizzania e mettetela in castelli per bruciarla, il granoninvececriponetelo nel mio granaio……

Salud

attila

Ma se è Dio a piantare zizzania?😄

Sergiod

Proprio perché anche qui, come in tutti i social, ci sono anche persone moderate, secondo me vale la pena dare il proprio contributo.

il radarista

E comunque, avendo anch’io una certa età, spero tu ritorni a esprimere quello che senti, quello che vuoi, non necessariamente il calcio. Tieni presente che sono stato via un paio d’anni e questo blog “La Nave dei Folli” mi è mancato.
Su questa bellissima pazza nave si può dire: “Più di un folle fa il pelo e il contropelo a chiunque e appende i campanelli al gatto, e non vuole però ammetterlo affatto”.
Questa è la traduzione che ne fa Raffaele Di santo, dal tedesco del Quattrocento dell’autore, Sebastian Brandt.
Ti consiglio di non badare troppo agli altri e di esprimere in tutta serenità i tuoi pensieri, anche quelli più folli.

attila

Il problema non sono i beceri, è fisiologico che ci siano, non vivo su Marte, ma la “censura” dei non beceri, dopo tanto parlare di rispetto in campo e fuori.
I blogger, parlo in generale, dovrebbero avere un’etica maggiore, perché altrimenti non fanno che alimentare la catena dell’intolleranza, quella che loro condannano senza mezzi termini, capisci? Il classico corto circuito intellettuale, se così si può dire.
Ma io non sono un blogger, e non devo fare quadrare i conti.

il radarista

Neanch’io sono blogger. So che il tifo è una malattia e tutti ne siamo contagiati. C’è chi riesce a stare nei limiti dell’educazione e della correttezza e c’è chi non ci riesce. “Non ti curar di lor ma guarda e passa”.
Uno dei problemi è che si associano comportamenti delle società a quelli calcistici, arrivando poi a quelli personali. Niente di più sbagliato. Se De Laurentiis è quel che è, i giocatori in campo sono altro e il tifoso altro ancora. Si fa confusione?
Su “La Nave dei Folli” è all’ordine del giorno. Basta non impazzire come fanno altri. Torna e non preoccuparti. Quel che si scrive e si legge sul blog del calcio resta qui, come a Las Vegas.

attila

Faccio un paragone calcistico, che mi sembra quantomeno appropriato: posso anche ignorare gli hater e compagnia brutta, come dici tu, una volta che li ho riconosciuti, ma il problema è, come sempre, dell’arbitro: se consente il gioco duro, o fischia a ogni intervento. Senza mancare di rispetto al nostro ospite, noto che l’arbitro tende a chiudere un occhio sui fallacci e spesso si scorda di estrarre il cartellino. Chi favorisce secondo te, chi prova a giocare o chi vuole solo menare?

Modifica il 25 giorni fa da attila
il radarista

Non favorisce nessuno. Credo ci sia un software che decide, indipendentemente dalla volontà del blogmaster. Aggirarlo è semplice ma bisogna sprecare un po’ di tempo, se ritengo importante lo scritto. Se se ne può fare a meno, va bene così.

guido

come al solito ho capito male: pensavo avessi detto “basta me ne vado, non scrivo più”.
Io sono contento se rimani, solo fai più attenzione a fare proclami, se no poi sembri un fanfarone

Waters

Guidone, solo uno qua dentro mantiene la parola😏

guido

Eccolo l’altro “me ne vado per sempre”.

attila

Te l’ho detto sono educato, non voglio lasciare cose in sospeso, sarebbe una mancanza di rispetto. Probabilmente commenterò gli sviluppi dell’affaire Acerbi, per lo stesso motivo.
Non sono in cerca di solidarietà, ti assicuro😉

Mordechai

Stai bene anche tu, ripensaci dai…
🙂

Sergiod

Di tutte le brutte e tristi storie che ci attraversano ogni giorno due mi hanno colpito e una da vicino.
Un ragazzo 24enne trovato una mattina morto dal padre nel suo letto (una delle tantissime morti improvvise ) e la sua ragazza che due giorni dopo si getta sotto il treno.
Penso alle famiglie.
La seconda è quella di un video diffuso anche dai Tg che mostra un pestaggio a Firenze di un individuo che getta a terra e riempie di botte un uomo per derubarlo. Alla scena sono presenti almeno una decina di persone che filmano, guardano ma non intervengono e lasciano che la violenza si compia.

Certo, il razzismo è una cosa vomitevole e si sta sempre più diffondendo , e’ uno dei tanti segnali di una società che decade e perde molti dei sui valori fondamentali.
Ma è il complesso di questa involuzione che mi spaventa e rattrista, più che esseri umani sembriamo essere schegge impazzite, alcune fragili ed altre molto appuntite, fatichiamo a rispettarci e a volerci un po’ di bene, siamo vittime e allo stesso tempo giudici, non consideriamo più il meraviglioso dono della Vita.

2010 nessunoo

Grazie Sergiod 👍

Bel-Ami

Non avevo letto il tuo commento; è come se avessi risposto sopra. Homo homini lupus.

commentanonimo

Forse è sempre stato così, l’indifferenza, paura, chi lo sa. Certo filmare diventa disgustoso, conosco purtoppo gente che lo farebbe e… vabbè io non sono così. Però vedo molti che gioiscono per le disgrazie anche di un atleta, non lo ho mai capito, quando ero allo stadio molti contifosi gobbi urlavano a chi cadeva della squadra avversaria “devi morire. Che schifo! Sul primo evento, penso da ateo che per chi non c’è più non fa differenza, ma è il dolore di chi rimane . ento ancora male a volte per un cugino dopo 32 anni, non oso pensare fosse stato mio figlio. Odio quando sento le battute sull Heysel. E mi emoziono davanti a Superga, altro che “mille Superga” o “Torino spera Superga bianconera”. Però credo che lo sport, se vissuto bene, sia una medicina fortissima per queste cose, ci fa stare con ipiedi per terra e capire che andare avanti dando il massimo, è la vera soluzione, e perdere battaglie, amici, fa parte della vita.

carta vetrata

Bravo Sergio, uno dei pochi post leggibili, insieme a quello di Attila e un paio di altri. Il resto è rimestare nel torbido, da parte di chi nel torbido ci vive dentro tutto il giorno, non avendo cos’altro fare.

Il Regolamento

Guarda che nel torbido ci vive chi dice “vai via, sei solo un negro”, non chi lo fa notare.
Questo è di gran lunga il tuo commento peggiore.

Waters

Intanto secondo la ” rosa” l’Inter sarebbe ai dettagli per il fenomenale attaccante del Genoa, ” Gudmunsson”….ma che squadrone stiamo costruendo?

Mordechai

Sarebbe una bella presa, bel giocatore.
Ocio però, l’anno scorso pure Samardzic sembrava cosa fatta.

Waters

Per fortuna direi…

guido

bravo l’islandese, congratulazioni a Marottone. Ma perchè tra virgolette?

mario rossi

Bocca un canile del genere per qualche clic 😀 mi sembra chiaro che o trovano un labiale o un testimone che abbia sentito l insulto razzista altrimenti finirà in nulla. Ricordo jj all inter come un tipo mite, mai polemiche o atteggiamenti sopra le righe per cui dovessi scommettere dei soldi li scommetterei sulla sua versione, ma appunto in uno stato di diritto si condanna con delle prove non con le puntate da scommettitore di Mario rossi.
Nessuno evidenzia un altro aspetto e cioè che per acerbi i problemi sono appena cominciati e non per quello che farà o più probabilmente non potrà fare la procura federale. Mi riferisco al fatto che nell inter ci sono svariati coloured, qualcuno (thuram) già coinvolto in iniziative blm e lo stesso club lo ha convocato per un incontro in cui sarà chiamato a fornire una ricostruzione credibile. È infatti nello spogliatoio che dovrà dare una spiegazione convincente di quanto accaduto perché non è pensabile che un club metta a repentaglio per le uscite di un 36enne i delicati equilibri di un gruppo-squadra. Per cui avrà difficoltà a uscirne bene se non riuscirà a essere attendibile.
Il resto è bar sport per i gobbi (conclamati o travestiti) è colpevole in quanto interista, per gli interisti è innocente sempre in quanto interista😀
Ps ma come si fa a fare più di 30 commenti in poche ore🤣🤣🤣?

2010 nessunoo

Ma no Bocca cosa dobbiamo aspettare? Qua tutti hanno la verità in tasca, addirittura sanno correttamente cosa ha detto Acerbi e cosa ha risposto Juan Jesus. Il referto arbitrale consegnato da La Penna contiene lo sfogo del brasiliano da lui correttamente raccolto ma poiché adesso c’è solo la parola di un giocatore contro l’altro, ho letto una fonte Gazzetta dello Sport, dove si legge che siccome al momento non c’è chiarezza sui fatti, il giudice sportivo prima di pronunciarsi richiederà un supplemento di indagine alla procura federale . Quindi gli organi preposti al controllo ed eventuale sanzionamento di questi fatti compreso chi era sul posto come l’arbitro, non hanno certezza e vogliono approfondire mentre qua la cittadinanza sotto al patibolo sa già tutto. Mah che anche gli organi giudicanti sportivi stiano per prendere “la mucca per le palle”?

carta vetrata

Bocca, Acerbi pare si sia scusato per l’epiteto “negro” con Jesus in corso di partita. Le risulta?

Il Regolamento

E ci mancherebbe altro!

carta vetrata

La versione di Acerbi non interessa, capisco.

guido

in effetti, non tanto

mario rossi

1

Modifica il 25 giorni fa da mario rossi
il ghiro

O.T. Un omaggio all’ultimo dei Tudor

* * *   I Primi Maestri  * * *
Il Primo Maestro
Per cominciare proprio dall’asilo,
la storia è lunga, non perdete il filo,
tocca partir da Bruto Seghettini,
che insegnò calcio ai nostri pulcini
del tutto ignari ed alle prime armi,
allora si giocava in Piazza d’Armi,
lui, nato a Nizza come Garibaldi,
rese i pulcini dei galletti spavaldi,
sconfissero la Virtus in un derby,
primo di tanti scontri aspri ed acerbi.
Bruto, ahimé, di nome e di fatto,
poichè il Seghettini quatto quatto
lasciò la Lazio e se ne andò all’Audace,
il tradimento ancora ci dispiace,
perchè l’Audace con audace mossa
confluì poi nella squadra giallorossa.
Il Secondo Maestro
Al posto d’onore ecco Ancherani,
pioniere tra i primi veterani,
un romagnolo trasferitosi ad Ottavia
che per primo fece da cavia,
divenne giocatore-allenatore
ruolo da vero innovatore,
è stato un precursore di Long John,
era un Immobile versione mignon,
al primo match ufficiale una tripletta,
il bravo Sante andava assai di fretta,
correva l’anno novecentootto
e nel torneo la Lazio fece il botto,
da Ancherani la sfida fu decisa
prima Lucchese, poi Livorno e Pisa,
tre vittorie tutte in un sol giorno,
un’epopea impossibile oggigiorno.
Poi dopo una carriera fatta a bomba,
Sante, che aveva studiato la tromba,
entrò a suonar nell’orchestra comunale,
carriera chiusa con la marcia trionfale. 
Il Terzo Maestro
Coetaneo a Seghettini ed Ancherani
ecco sul podio anche Guido Baccani,
è annoverato tra i soci fondatori
di una Lazio ancora ai suoi albori,
un romano verace e sincero,
lui del calcio fu pioniere davvero,
partì come podista e nuotatore,
poi dopo Sante divenne allenatore,
accompagnò la Lazio per vent’anni,
un’alternanza di gioie ed affanni,
fino a decidersi a passare la mano
ad un ignoto allenatore danubiano,
che forse avrà pur avuto i suoi pregi,
era l’ungherese Dezső Kőszegi,
dopo di lui arrivarono a pacchi,
austriaci, cechi, magiari e slovacchi,
ma la svolta arrivò nel dopoguerra
quando alla Lazio da Torino atterra
l’allenatore del Grande Torino,
Mario Sperone, che a me da pulcino
strinse la mano giù alla Rondinella,
era la Lazio più vera e più bella.
(Il Ghiro)

il radarista

Carissimo, mia moglie gestiva una piccola gioielleria di paese che avevamo sotto casa e lo ha fatto finché non è andata in pensione. Chiese la concessione dei Rolex che le venne rifiutata, anche con una certa sufficienza. Al massimo, disse il rappresentante svizzero, potevano darle la concessione dell’orologio Tudor, che era un ottimo orologio ma era la sottomarca del Rolex. Stavolta fu mia moglie a rifiutare con una certa sufficienza.

Il Regolamento
Cuore ross/azzurro

Grazie Regolamento. “Per me negro è in insulto come un altro” disse acerbi. Questo per tutti quei giustificazionisti che ancora sostengono l’innocenza della parola, come vedete per il vostro beniamino è un insulto a tutti gli effetti e la usa come tale. Che essere disgustoso!

inox

Buonanotte Fabrizio

Acerbi si difende: “Nessuna frase razzista. So quello che dico…”

“”Frasi razziste dalla mia bocca non sono mai uscite. E’ l’unica cosa che posso dire. Io so che non ho mai detto frasi razziste, Sono 20 anni che gioco a calcio e so quello che dico”.

Lui si dichiara non colpevole. Nel caso di dichiarazione falsa e offesa pronunciata campionato finito ma…..ma, sino a prova contraria, uno è innocente. Qui si tratta di una condanna tradotta con l’espulsione dal ritiro su presunto atto offensivo e conseguente carriera in nazionale finita. A prescindere. Domenica lo Spezia ha giocato contro un giocatore condannato per stupro in primo grado quindi ancora non condannato in via definitiva. Posto che giocarci contro obbliga a disinfettarsi con il la fiamma ossidrica a prescindere (due) costui può giocare e terminare quasi la sua carriera in carrozza. Da quando arriva la Cassazione, campa cavallo. Costui ha 24 anni + 4/5 al termine del giudizio ne avrà 28/29 e tutto sarà apposto Con Acerbi si fa al contrario: condannato senza processo.

Mordechai

Molto più semplicemente : se Acerbi non ha detto nulla di…sconveniente, perché si è scusato? Di cosa si è scusato?

carta vetrata

Di avergli detto “negro”, evidentemente. Sa di averglielo detto, e si è scusato di averglielo detto. Punto.

guido

Io sarei d’accordo con te. E’ Acerbi che non è d’accordo, pare

Il Regolamento

PUNTO???? PUNTO???????
Ma sei serio?

Mordechai

Allora (Acerbi) se ne assuma la responsabilità e ne accetti le conseguenze disciplinari senza tanti “se” e “ma”.
Di sicuro uno “scusami” non basta.

carta vetrata

infatti, se ravvisano l’intento razzista nell’epiteto negro che Acerbi ha usato, prenderà la squalifica, due o dieci giornate non importa. Le verginelle invece, continueranno a rotolarsi nel trogolo come troie infoiate dall’astinenza, ed a rimestare nel torbido in cerca di qualche altra merda da degustare. Mordechai, spiace, ma la miserabilità ha superato i livelli di guardia. Se uno sbaglia si scusa, ma se nemmeno le scuse bastano, allora si provveda ad andare affanculo. Punto.

Mordechai

Che altro intento può mai avere un epiteto del genere, di grazia?
E le scuse non bastano, sarebbe troppo facile.
Nessuno pretende che Acerbi finisca qua la sua carriera, figuriamoci, ma almeno 3 o 4 giornate di squalifica le merita tutte.

carta vetrata

e infatti, se è così se le prende e amen. E passiamo ad altro. Magari ad Allegri che pretende di fare le conferenze stampa con le domande preconfezionate e la claque ad applaudire le battute da vitellone. O al povero Joe Barone che c’è rimasto, a soli 57 anni e 4 figli.

Mordechai

Carta, mi pare che ben pochi gobbi abbiano in qualche modo “giustificato” la villania di Allegri.
Io, non di certo.

Il Regolamento

Strano, avevo capito che per la giustizia sportiva non serviva attendere il processo

NELLO MASCIA

FALLI DA DIETRO –

COMMENTI ALLA 29° GIORNATA DEL CAMPIONATO 2023-24

 

A San Siro bisogna celebrare il malinconico rito della consegna dello scudetto.

 

Ma il Napoli non ne ha voglia.

E sfodera una bella prestazione.

Giocandosela alla pari con la più forte.

Vabbè, vincerà lo scudetto.

Ma non stasera.

 

I nerazzurri devono probabilmente ancora digerire l’esclusione dalla Champions.

O forse sono consapevoli di avere un vantaggio incolmabile. O forse sono semplicemente ormai cotti.

 

Insomma non è che incidono più di tanto.

 

Ma giocano un pressing alto e asfissiante che comunque costringe gli azzurri a comprimersi.

 

E a evitare la costruzione, lasciando gli attaccanti – privi di Osi – disperatamente soli.

 

Poi il solito errore fatale.

I quinti nerazzurri, si sa, sono micidiali.

Ancor più nella corsia di sinistra.

Dove a contrastare trovano Zambo e il Capitano a riposo.

 

Il solito errore.

Sette difensori azzurri nell’area lasciano Darmian libero sparare in porta.

 

Ripresa, Il Napoli cresce minuto dopo minuto.  

Ci crede.

Ma non riesce, al solito, a finalizzare.

 

Poi a 10 minuti dalla fine Jesus si trova al posto giusto, per il pareggio meritato.

 

Ci sarà di registrare anche una limpida azione sciupata dal danese appena entrato.

Potrebbe servire Ngonge, anche lui appena entrato, tutto solo davanti a Sommer.

E invece incespica sciaguratamente.

Che oggetto misterioso sto danese.

 

Eroi di giornata, guarda un po’, gli azzurri più criticati.

 

L’Albatros friulano.

Per tutto il campionato ha dovuto subire le ingiurie di una tifoseria ostile.

Ogni gol subito – e il Napoli ne ha subiti tanti – colpa sua.

 

A San Siro almeno tre interventi stellari.

 

Juan Jesus.

Considerato il simbolo dello sciatto e fallimentare mercato dell’Impomatato.

Il simbolo della sciagurata Grande Rinuncia.

Che ha indebolito la rosa.

E costretto i mille tecnici che si sono avvicendati in panchina a schierare lui titolare, giocatore ormai da pensione, e buono magari per qualche cambio all’80°.

 

Dopo una gara sontuosa da dominatore in difesa, sigla anche il pareggio.

 

Ma il brasiliano è protagonista anche dell’altro episodio.

Assai più significativo.

 

E’ la giornata contro il razzismo.

Su tutte le maglie, gli adesivi Keep racism out.

Che meraviglia.

A metà secondo tempo Juan Guilherme Nunes Jesus brasiliano di Belo Horizonte, si avvicina all’arbitro La Penna.

E gli comunica con molto garbo ma anche molta fermezza che il giocatore della squadra avversaria Acerbi Francesco gli ha gridato “Sporco negro”.

E che la cosa a lui non va bene.

E non dovrebbe andare bene neanche all’arbitro.

E neanche alla Federazione e alla Lega.

Proprio nella giornata contro il razzismo, poi.

Beh, viene in mente Zeman.

Che nella giornata contro il fumo, fumava in panchina.

Ma Zeman non offendeva nessuno.

E inoltre Zeman era un simpatico.

Che poi, stai vincendo il campionato con mille punti di vantaggio.
Sei in vantaggio.
Giochi in casa.
 
Sei un miracolato da qualche padreterno che ti ha salvato la vita.
A ogni inizio partita stai li platealmente con gli indici al cielo a invocare e ringraziare chissà chi.
Le sofferenze patite avrebbero dovuto creare in te rispetto e fratellanza con ogni essere vivente.
 
Come diavolo ti viene in mente – proprio a te dico – di dare del ” Negro” ad un avversario?
Tra l’altro un avversario sempre correttissimo in campo.
 
La triste verità è che si può guarire da ogni male.
Dal razzismo no. Dal razzismo non si guarisce.
 
Dicono che ora Acerbi rischi 10 giornate di squalifica.
Ne prenderà al massimo due, se mai le prenderà.
“Sono cose di campo. Il ragazzo ha capito l’errore e si è scusato subito”.
Siamo o non siamo un paese irrecuperabile?
 
 
Altre considerazioni sul finale di stagione del Napoli.
 
Un punto in casa della capolista, non è da buttare per niente. Perché prendere punti a San Siro non è mai facile, visto che le ultime cinque le abbiamo perse tutte.  

Ma chissà, forse, si poteva approfittare di più.
Di fronte c’era un Inter tutto sommato cotta e delusa dopo Madrid.

Farò un po’ di calcoli. E mi sforzerò di essere lucido.
La Champions è sempre più lontana.
Perché Balanzoni e Sangue Oro allungano di altri due punti sugli azzurri.

Per il traguardo Champions, il mini torneo di 10 gare dovrebbe portare 8 vittorie e 2 pareggi.

26 punti, che aggiunti agli attuali, farebbero 71.
Bottino da zona Champions.

Otto vittorie.
Ma lo vedete voi il Napoli vincere otto partite consecutive? Quando ha sempre fallito la terza di fila.

Siamo realistici.  
Chiudiamo quest’annata malata nel migliore dei modi.
E vediamo se racimoliamo i punti per l’Europa League.

Sangue Oro e Diavoli brillano.

Il vento è cambiato in casa romanista.
Capitan Futuro è speciale.
Da quando siede sulla panchina dei suoi sogni i risultati dicono 7 vittorie, 1 pareggio e una sola sconfitta.
 
Una crescita totale. Tattica, tecnica, fisica e mentale.
Non ricordo molti allenatori che, alla loro prima esperienza importante in carriera, abbiano fatto così bene in così poco tempo.

Tanti motivi per sorridere anche in casa Diavolo.

Un marzo di sole vittorie è il modo migliore per arrivare all’ultima sosta stagionale.

Chris Pulisic va in gol da quattro partite consecutive.

Theo è sempre più incontenibile.

Consolidato il secondo posto.

 

Complice anche una Vecchia in stato di decomposizione.

In media retrocessione da due mesi buoni.

E Acciughina fa anche il risentito.

Mancando di rispetto ai giornalisti che fanno il loro dovere.

 

Sor Polpetta si è dimesso per molto meno.

 

 

Vipe

Maestro ad ora non c’ è il commento de IL REGOLAMENTO che l’ altra settimana ti ha pizzicato a mancata citazione; ti chiedo se in quanto sopra col copione stai a posto.

Il Regolamento

Chiedo scusa Vipe, stavolta non ce l’ho fatta a leggerlo tutto. Nello risponderà semmai alla sua coscienza 🤣

Bocca: Fusées 10:1

spreco il mio unico post threadaesco per chiederti: se la Vecchia è in stato di decomposizione il Ciuccio è già humus? come crescono i cetrioli? hai avuto un buon raccolto?

Mordechai

“Vecchia in stato di decomposizione”.
Che delicatezza. Che garbo.

Waters

Che permalositá..

Mordechai

Mi pare semplicemente una brutta immagine.

Dare to Slack!

E’ un Maestro.
Di maleducazione.

Mordechai

E di inutile e prolissa esposizione.

Waters

Risulta chiaro ed evidente che di Juan Jesus non frega niente a nessuno, da enormemente fastidio il meno 17..brrrrrrr termometro impazzito😀😀😀

Il Regolamento

Scusate, amici del blog, com’era la storia che Waters non è razzista?

Mordechai

Ciao Guido, che dire …
la partita di Cardiff stavolta l’ho vista in TV, assieme agli amici del Rugby Ceccano nella club house della società, ci siamo divertiti da matti, peraltro si respirava un’aria di grande fiducia nei nostri, magari è presto per dirlo, ma forse siamo veramente all’inizio d’una nuova era, certi risultati non sono casuali o fortunosi (come spesso accade nel calcio), ma sono davvero il frutto della crescita impetuosa del gruppo, anche e soprattutto a livello mentale/motivazionale.
E l’under 20 viene su molto bene.
Su Sinner l’altro giorno avevo espresso qualche timore, avevo visto un Alcaraz davvero in grandissime condizioni, non mi stupisce abbia vinto…comunque fra questi due ne vedremmo delle belle molto spesso nel prossimo futuro…
🙂

scotland16

parliamo anche di calcio; avete visto l’Atletico “arato” dal barcellona e ora virtualmente fuori dalla CL (e’ quinto)?

guido

comunque per colpa di Acerbi, non abbiamo commentato i due eventi sportivi del sabato:

  • la vittoria trionfale (quasi noiosa, per noi abituati a soffrire) dell’Italia di rugby e il Torneo Sei Nazioni migliore di sempre. Certo, con pochissimo sforzo in più e qualche palo in meno, si poteva fare meglio, ma due vittorie e mezza ce le sognavamo, dopo le figuracce mondiali;
  • la nuova puntata del SinnAraz, con il nostro Giannino inspiegabilmente crollato dopo un primo set stellare, dominato e stravinto, forse troppo; speriamo non ci sia qualche malanno fisico e ci si rivede in Florida
Leo 62

Indian Wells è un campo troppo adatto ad Alcaraz perché non vinca, secondo me in questo torneo farà una serie alla Nadal o alla Nole. Chiaro poi che lo spagnolo si sarebbe ripreso dopo un periodo grigio, ma se JAnnik sta bene fiicamente a Miami trova a sua volta il campo giusto. Poi sul rosso in Europa sarà un periodo pro-Alcaraz…. e poi…la questione sarà ancora lunga…

scotland16

bravo!! la vittoria dell’Italrugby la cosa piu’ bella del weekend; su Sinner, diamogli il permesso anche di perdere….gli servira’, tanto volente o nolente Alcaraz sara’ il suo avversario top per 10 anni almeno..

tamarrogigante

“la fortuna è cieca…ma la sfiga ci vede benissimo”
[Lupo Alberto]

Kandrax

Veramente è una famosa frase di Freak Antoni, il leader degli Skiantos

2010 nessunoo

Scommetto che già secoli fa questo adagio era conosciuto

Waters

“Una vita spesa a schivare la fresa”

Bombaatomica

Cosa ci lascia la 29esima giornata? Luci ed ombre.

Il piu bel raggio di sole è costituito della splendida prestazione della LAZIO a Frosolone, una gara costellata da fulgide emozioni, gol simili a perle di rara bellezza, carattere della formazione capitolina, amore e gioia 😂😂
Esultate, amici, che l’Aquila vola alta…. 🦅💘😁

Tra le luci segnaliamo il bel pari per 0-0 del Genoa a Juventus 😂😂😂
Bravi ragazzi. E…. mi raccomando, sempre così 😂😂

Nubi dense e minacciose avvolgono, invece, la seconda parte della 29esima.
Domenica, infatti, il Milan scula a Verona.
Segue la roma che scula con il quasi retrocesso Sassuolo grazie ad un golletto rimediato per puro culo.
Infine ‘o Napule scula a Inter il pari.
Peccato 🤷‍♂️😁 si era messa così bene la giornata calcistica fino a sabato che ci avevo fatto la boccuccia… 😁

gmr61

la tua felicità dovrebbe derivare dal fatto che vi siete salvati…quello è il vostro target!

Nicola Romano

Un soave vento di Zeffiro spirava sulla Ciociaria , Deh ! Lazio piu’ grande che pria .

Melko

Dando per scontato che il fatto sia avvenuto esattamente come descritto, se Acerbi si è pentito, scusato con Juan Jesus e si sono chiariti, buon per lui e va bene così, saranno tranquilli e in pace reciproca.
Per il resto, ovvero per ciò che non è un accordo personale, c’è questo: https://www.figc.it/media/221425/codice-di-giustizia-sportiva-figc_modifica_-aggiornato-al-21-dicembre-2023.pdf
Articolo 28, comma 1 e 2, dicono chiaramente cosa fare

Modifica il 26 giorni fa da Melko
scotland16

qui tutti si scusa no sempre DOPO, prima si comportano in maniera vergognosa….troppo, troppo comodo; poi un giocatore della squadra che sta dominando il campionato…come dicono a Roma (e Acerbi ci ha giocato)..nun ce vole sta’…altro che scuse..poi dire Negro proprio brutto, forse i giocatori di colore dovrebbero rispondere (“rosa maialino”, il colore di molti cosiddetti “bianchi”….)

Bob Aka Utente11880

che cattivone sei

Melko

Prima di fare qualcosa non avrebbero motivo di scusarsi, quindi inevitabilmente le scuse arrivano dopo.
A livello di regolamento, l’importante è che il “dopo” sia comunque spontaneo, e prima del giudizio e della punizione, e in quel caso ci possono pure essere attenuanti sulle 10 giornate minime previste.
Poi, sono d’accordo con te: come offesa, è una delle peggiori, perché come giustamente altri dicono qua sotto, oltre all’intento di offesa denota anche un modo di pensare dannoso. Se nella foga del gioco ti viene spontaneo utilizzare il termine “Negro”, vuol dire che ti è venuto pure spontaneo, istintivo, pensare in maniera razzista, almeno in quell’occasione.
Visto le scuse rapide e direttamente espresse a Juan Jesus, l’unica cosa che mi auguro (per Acerbi) è che il suo pensiero istintivo sia stato un’unicità irripetibile

Melko

Aggiungo anche qua come sotto che, comunque, le scuse rapide e prima di qualsiasi punizione sono da considerare attenuanti (art. 13 se ho visto bene)

Mark Renton

Ultim’ora: Acerbi nega gli insulti ma la figc lo manda a casa per non turbare il gruppo.

Cioè, davvero, il comunicato è questo? Non un: in attesa di accertare i fatti tramite accurata indagine degli organi federali Acerbi non è convocabile?

Fermo restando che non ho motivo di credere che Juan Jesus abbia mentito, negare che sia accaduto è decisamente peggio di un’ammissione di colpe con tanto di scuse.
Ovviamente per Gravina considerare di autosospendersi in attesa che venga fatta luce su ciò di cui è accusato non è nemmeno lontanamente ipotizzabile.
Ed è qui che la credibilità del calcio italiano va a farsi friggere.
Sarebbe stato intelligente e opportuno che intervenisse Spalletti dicesse al giocatore che in attesa di accertare i fatti A non può essere convocato (Ve la ricordate la pagliacciata del codice etico di Prandelli? Qui non si tratta di etica ma di civiltà) e nessuno avrebbe potuto ribattere nulla.

Tira un’aria fetente, in Italia, a causa della caciottara e dei suoi accoliti.
Mi consola che nelle immediate elezioni europee il panzone padano vedrà finalmente la fine della sua esperienza politica (la sparo, se supera il 5% sarà un miracolo ma in ogni caso rispetto al 34% di cinque anni fa il disastro sarà certificato e sotto gli occhi di tutti)

Waters

Quindi credi a Juan Jesus e non ad Acerbi?
Con quali prove?
La mia parola contro la tua, qua si creerebbe un precedente increscioso, se non esce un labiale bisogna fare tante scuse al difensore nerazzurro, altroché…

Salud

Mordechai

Che motivo avrebbe avuto JJ di inventarsi il tutto?

attila

Il processo alle intenzioni.
Se invece si dimostra che prima lo ha detto e poi lo ha negato, allora è grave, e merita una punizione esemplare.

Il Regolamento

Già ampiamente dimostrato, mi pare

commentanonimo

I problemi sono due, il problema razzismo che è in tutti gli stadi ed il problema razzismo che è società specifico. Nella fattispecie, Verona per citarne uno a caso è uno stadio in cui capitano cose vergognose. Invece la squadra Inter per citare l’altro è una squadr ain cui giocatori e dirigenti vivono nella impunità assoluta da venticinque anni per cui non stupisce affatto che Acerbi, forte della impunità in cui si prospera a strisce nerazzurre dica certe cose. Tifosi veronesi e calciatori nerazzurri fanno cosa si lascia loro il permesso di fare, se vogliamo è un pò come CR7 che può fare cose che altri non possono in Arabia, come il genero di Melon che può fare cose che altri non possono su Trenitalia, Portanuova che può sfangare la gogna mediatica perchè non è juventino (mentre CR7 per la storia di non ricordo il nome lo hanno massacrato per anni). Eccetera eccetera eccetera, il problema rimane sempre quello, la legge e le regole non sono uguali per tutti, se al posto di Allegri c’era Sarri prendeva un calcio nel deretano con il rendimento che ha…se Vlahovic era all’Inter il doppio giallo non lo prendeva ieri…Insomma il mondo è fatto così e fa tanto girare i cpsiddetti a volte.
Sulla parola negro, ricordo un libro di tale Rovai, Gigolò di Pietrasanta, che negli anni ”60 descriveva la bip di una bip femmina in termini abbastanza espliciti. Ebbene, io credo che in quel caso la parola negra non era neppure razzista per Rovai (infatti fece pure quella cosa li), ma detta da Acerbi interista a Juan Jesus invece suona sia razzista che tremendamente prepotente appunto della serie io sono meglio di te che sei quel che sei e giochi dove giochi. Altro che scuse. Chissene frega delle scuse, troppo facile scusarsi a volte (non sono cattolico ed il perdono non mi sembra sempre un grande valore)

Modifica il 26 giorni fa da commentanonimo
Dare to Slack!

Negro anni fa da noi non aveva il valore negativo che ha assunto da qualche lustro, importando il nigger anglosassone, da noi significava semplicemente nero, dal latino niger.
concordo che A le scuse può ficcarsele in quel posto e spero che quanti sono colpiti da insulti rifiutino di accettarle.

2010 nessunoo

Può ficcarsele in quel posto….. quindi per te chi sbaglia non ha possibilità di pentimento e immagino anche che il principio valga per te per primo, casomai sbagliassi… e quindi immagino anche che passi il tuo tempo dall’alba al tramonto a curare di non commettere il ben che minimo sbaglio sennò dovresti viaggiare con un ….. posto di ricambio appresso.

Redmond Barry

Poi direi anche che CR7 ha un trattamento di favore non solo oggi che gioca in Arabia, ma lo aveva anche quando era in Italia…

Redmond Barry

A me sembra francamente un po’ esagerato dire che Acerbi abbia offeso Juan Jesus soltanto perché avendo la maglia nerazzurra pensava di farla franca…

commentanonimo

Più che esagerato non lo sapremo mai se ha offeso pensando di essere impunito. Dopo di che se si prende 6-7 giornate di squalifica (dieci a regolamento) sono pronto a cambiare la mia idea che non ci siano trattamenti di favore. Se lo mandano via dal giro della Nazionale a 36 anni, e quella è la punizione, allora non è una punizione, è solo un pretesto per mandare via qualcuno che comunque hai già sostituito. Cinico? Yes. In ogni caso che i giocatori si insultino sul campo capita da sempre. Per ciò che mi concerne si potrebbe anche non sanzionarli se usciti dal campo sono “amici”. Ma se la regola dice dieci giornate, dieci sia no? O si applica solo a Pogba dandogli 4 anni quando tutti prendono 8 mesi?

2010 nessunoo

E alla fine ci siamo arrivati eh ? La severità per Acerbi deve contrapporsi a quella per Pogba più che per essere di ammonimento per il razzismo manifestato nelle sue parole, ma non te la prendere, non sei un caso ma fai casistica assieme a tanti tuoi cotifosi.

commentanonimo

2010nessunoo il ragionamento che faccio è pertinente (a me della Juve frega nulla, possiamo anche andare in B sul campo e ci sta). E’ il regolamento a dire 10 giornate, non io. Questo intendevo, o dai 10 giornate e lo applichi al massimo o non lo applichi. Se per Pogba al primo sgarro applichi la squalifica massima lo hai applicato assumendo che la sua linea di difesa era inesistente. Se per Acerbi NON lo applichi al massimo vuol dire che in quel caso la sua parola vale o la sua società conta diversamente. E questo non ha a che fare con essere juventino. Tra l’altro a proposito di razzismo, mi pare che a Milano per Lukaku siano già arrivate le banane in curva nel silenzio di Gravina e c. Come lo interpreti? O dimmi tu quale sarebbe la cosa giusta da fare…

Il Regolamento

Sinceramente mi sfugge una cosa: dal video che ho visto sembra che Acerbi si sia scusato in campo con Juan Jesus alla presenza dell’arbitro, quindi che abbia ammesso il fatto.
Perché non è stato espulso come prevede il regolamento?
Mi spiace, ma questa entra di diritto nella lista di “aiutini all’Inter”, a meno che qualcuno non fornisca una spiegazione convincente.

2econdo me

e dopo il bel gesto di sbeffeggiare platealmente il giocatore che aveva sbagliato il rigore anche questa. Ma escluderlo dalla nazionale no? Tanto non è Baresi

inox

Buonanotte Fabrizio

Oh! Bice! Che dice? E la Bice, dice: no, niente. La champion era in più quasi un orpello, un vezzo. Abbiamo vinto una coppa e il nostro obiettivo era il campionato. A parte i soldi persi e per noi non sono per nulla un dettaglio, si sono visti ieri sera gli effetti della musata “da niente” presa in Madrid. Squadra stanca, nervosa, leziosa a tratti indisponente e con la notte nella testa. Il Napoli aveva più gamba di noi comunque, nella nostra situazione, un punto non è male. Non fischiamo i ragazzi ma coccoliamoli. Tuttavia è bene dire che le occasioni che crei devi segnarle altrimenti non ci siamo. Ieri sera altri due palloni calciati uno nel piazzale e uno sulla finestra del davanzale di un condomino di via dei Piccolomini. Marotta, come vede Zhang, vuole chiedergli il permesso per aprire una assicurazione presso Carglass. Arbitraggio da commissione d’inchiesta. Due rigori netti su Thuram. Il secondo identico fallo di Sommer in Firenze e rigore dato ieri sera, alla viva il parroco. Sull’insulto di Acerbi prova tv. Se mostrata l’offesa lo perdiamo per un mese. E sarebbe giusto così. Oh! Frattesi e sua sorella tanta roba non è sostituto di Barella. Puoi anche sostituirlo con il turco che pare giocare con la cravatta invece è la lingua a penzoloni. Viene posticipato a fine stagione il rinnovo di Lautaro e Barella. Il primo mi pare un peletto spento il secondo ha ripreso a gesticolare in campo come un vigile che smista il traffico dei pedalò in Romagna ad Agosto. C’entrano qualcosa i milioni mancanti che ballano? Va a finire che li perdiamo a zero. La Roma gioca male ma vince il Milan pure. Hernandez cosa fa? il verso a Di Marco? Preso nota, appuntamento in Milano il 21 aprile p.v. Comunque questi sono poca roba eccetto Svilar e sua sorella ex equo con la sorella di Frattesi. Fabrizio e gli amici del “Bloooog” sapete quanto poco parli della Juventus tanto, hanno sempre ragione. E poi basta vedere come si fregano in famiglia fra madre e figli, zie e nonna figuriamoci cosa gliene importa fregare con la Juventus ma questa volta, devo. Squadra inguardabile e allenatore fuori di testa quando intervistato come si deve e poi, Max, fuori Chiesa per Yildiz non si può vedere. Farli giocare assieme mai? Come Inzaghi con Frattesi e sua sorella tanta roba tanta quanto la sorella di Svilar e Barella. E poi una curiosità sfrigolina: la Juventus è la prima squadra della storia a qualificarsi ad una competizione Fifa mentre è in corso una squalifica Fifa che la esclude da qualsiasi competizione Fifa. Bella, vero Fabrizio? Un abbraccio a Joe Baroni, ai suo famigliari, alla Viola e ai suoi tifosi. A Joe tocca di battere il rigore decisivo.

Mark Renton

Se acerbi ha ammesso di aver detto quelle parole, non c’è altro da fare che non escluderlo dalla nazionale a questo giro, tanto per iniziare.
In effetti non si capisce come a questi livelli si possa incappare in figure così becere. Che la caciottara al governo stia davvero riuscendo a tirare fuori i ratti dalle fogne?

Intanto arriva l’inutile sosta che a Spalletti sarà poco utile in vista dell’imminente competizione continentale. Si sa che l’obiettivo di Luciano sono i mondiali americani e visto il girone europeo (non sottovalutare gli albanesi, contro noi ci tengono a fare bella figura) tutto ciò che verrà sarà accettato a prescindere.

Bob Aka Utente11880

E la castrazione ?

Il Regolamento

No, le punizioni fisiche sono indegne di un paese civile come il nostro.
Basta il Codice di giustizia sportiva che, come ci ricorda l’amico Melko, prevede in questi casi una squalifica non inferiore a dieci giornate.
Ma ho l’impressione, non so perché, che si troverà qualche esimente…

2010 nessunoo

Paese civile?! Il nostro?? No il nostro è un paese quantomeno a macchie di leopardo per quanto riguarda la civiltà .

Il Regolamento

Parlo di paese civile nel senso del diritto. La nostra civiltà giuridica non ha eguali nel mondo, e per fortuna non prevede alcuna punizione fisica.
In quanto a quella della popolazione, in effetti sei stato anche buono a parlare di “macchie di leopardo” 😢

Bob Aka Utente11880

Paese civile. Comunque si, spero che applichino il massimo della pena.

Melko

C’è pure l’articolo 13 (le “attenuanti”) di cui tenere di conto, le scuse rapide e a priori di qualsiasi punizione sono da considerarsi tali.

Il Regolamento

Ma infatti, dieci giornate di squalifica per un episodio del genere sembrano una punizione eccessiva anche a me.
La cosa importante è non nascondere la testa sotto la sabbia, come stanno facendo in parecchi qui dentro.
Sarà un caso che sono tutti interisti? 🤨

Bob Aka Utente11880

Easy. Nessuno nasconde nessuna testa, spero ci sia però la libertà di non assecondare il mainstream indignato forcaiolo

Il Regolamento

No, Bob, guarda, io sono quanto di più lontano esista dal forcaiolismo.
Hai sbagliato? C’è una punizione prevista dal regolamento? Ti sconti quella, niente di più e niente di meno, e quando l’hai scontata, tutto alle spalle e torni in campo.
Ma non cercare scuse.
Ho giocato a calcio, ho fatto anch’io le mie stronzate e mi sono beccato le mie meritate giornate di squalifica.

Bob Aka Utente11880

Si certo eppure percepisco qualcosa di sproporzionato, in generale. Pensa un po’.

2010 nessunoo

Sai che c’è BoB che tutti questi amanti della giustizia sportiva stanno facendo, di sicuro non volontariamente, ma ci stanno riuscendo, a fare sembrare tanta severità dovuta al fatto che Acerbi è un giocatore dell’Inter e quindi ” dagli, dagli all’untore”. Cioè nulla si toglie alla sua frase , ma è tutto un susseguirsi di Inter, Inter, Inter, ma la frase l’ha detta lui non la società , c’è qualcuno poi che sull’onda dell’ entusiasmo fa il paragone con un serial killer…e sta’ tranquillo che tra un po’ arriverà la repplica indignata con la quale verrò accusato di non capire niente, come al solito ovviamente,

Bob Aka Utente11880

Si. Terminato il flusso perculatorio dell’eleiminazione dalla CL, da parte principalmente di chi in CL non c’è, adesso la provvidenza ha mandato sulla terra il blasfemo Acerbi, stessa maglia, quindi stessa vis, stesso can can.

Il Regolamento

Hai letto qualche mio commento in cui parlo del fatto che Acerbi è un giocatore dell’Inter? Se l’ho scritto, ti prego di segnalarmelo, perché ho sbagliato in pieno.

2010 nessunoo

Poco più sotto per esempio con quel “fatti qualche domanda” , più tutte le altre che comunque sai anche tu, uomo quanto di più lontano dal forcaiolismo, però sempre in prima linea a cercare ogni singola mancanza o errore del o pro Inter, dimenticando tutti altri che comunque ad ogni turno succedono anche degli altri campi.

Il Regolamento

Anche tu, per cortesia, non mescoliamo sempre tutto, altrimenti non ci capiamo.
Provo a spiegare con calma: non sono forcaiolo nel senso che non ho la tendenza a buttare la croce addosso alle persone, siamo tutti uomini e tutti sbagliamo.
Se rileggi i miei commenti non ho mai scritto una parola su “Barella simulatore” o “Lautaro tuffatore”, “Bastoni picchiatore”, e sull’episodio di Thuram ho scritto che sono cose di campo.
Acerbi però ha fatto una cosa grave e deve essere squalificato secondo quello che prevede il regolamento, né di più, né di meno, e su questo mi pare siamo tutti d’accordo.
Quello su cui non siamo d’accordo sono certi distinguo che ho letto qui dentro, e ti faccio un paio di esempi:
-Waters che l’altro giorno si indigna perché Montero ha ordinato ai suoi ragazzi di non restituire un pallone e parla di “vergogna”, poi dà del “drogato” a Pogba e dello “stupratore” a Cristiano Ronaldo; poi quando si parla di Bergomi che spintona un dirigente avversario, di Acerbi che insulta Juan Jesus, o addirittura di Oriali e Facchetti fa certe capovolte che nemmeno mia figlia che insegna ginnastica artistica, anzi si indigna ancora di più perché “non dobbiamo permetterci di parlare di certe persone”
-Attila che scrive “nessuno si era accorto dell’accaduto se Juan Jesus non lo avesse fatto notare all’arbitro.” e ancora “episodio che condanno il giusto, ci sono i migranti che annegano”. Giusto, quindi l’importante è che non se ne parli e comunque sono cose di poca importanza
-Carta Vetrata che parla di “rimestare nel torbido” e non in riferimento ad Acerbi, ma a quelli che lo condannano
e ti ci metti anche tu a spiegare che la severità per Acerbi è dovuta al fatto che è un giocatore dell’Inter.
Dai, adesso diamoci un taglio, a me va benissimo se Acerbi viene squalificato anche solo per una giornata, basta che la piantiate con questo garantismo a corrente alternata.
Chiudo, scusandomi per la lunghezza del commento, dicendo che gli aiutini di quest’anno per l’Inter sono una cosa completamente diversa: quest’anno stanno succedendo, a parere mio ma anche di molti altri qui dentro, tifosi di molte squadre, un sacco di cose strane, ci sono stati troppi episodi decisi a favore della tua squadra.
E questo con Acerbi non c’entra proprio nulla.

Bob Aka Utente11880

L'”aiutino” ulteriore a chi si riferiva, al Sassuolo ?

Il Regolamento

No, piano, non facciamo confusione. L’episodio di Acerbi è da condannare in ogni caso, anche a posteriori. In più mi sono chiesto come mai non sia stato espulso, mi viene il sospetto che sia anche questo un aiutino

Bob Aka Utente11880

Comunque l’Inter è sempre di mezzo. E certi distinguo iniziano a farsi sottili.

Il Regolamento

Fatti qualche domanda

mario rossi

Non conosco i regolamenti ma se prevedono una squalifica Acerbi deve essere squalificato. Naturalmente dopo che sarà provato l’insulto cioè dopo visione del labiale o almeno sua confessione in tal senso.
Tra l altro l’esclusione dalla nazionale ci verrebbe utilissima visto che è’ un 36enne che ha giocato già parecchio quest’anno ed ed è pure reduce da un infortunio.

Modifica il 26 giorni fa da mario rossi
Il Regolamento

Wow, ora abbiamo anche il razzismo per convenienza. Fantastico

339
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x