Roma - Verona 2-2, Mourinho, Volpato, Bove

Per la Roma il campionato è un incubo, il Verona rischia di fare un colpo clamoroso. Mourinho salvato da due ragazzini della Primavera: Volpato e Bove. E mentre la classifica si fa sempre più scadente, l’allenatore della Roma continua la sua guerra personale facendosi espellere da Pairetto. E stavolta invece delle famigerate manette con l’Inter, la sua ribellione al sistema oppressore è una “telefonata”. Non si capisce cosa voglia dire, ma almeno lo spettacolo fuori campo è assicurato.

SERIE A 2021-2022

GIORNATA N. 26

Venerdì 18 febbraio 2022

Juventus – Torino 1-1

(13′ De Ligt J, 62′ Belotti T)

Sabato 19 febbraio 2022

Sampdoria – Empoli 2-0

(14′ Quagliarella S, 29′ Quagliarella S)

Roma – Verona 2-2 (in corso)

(5′ Barak V, 20′ Tameze V, 65′ Volpato R, 84′ Bove R)

Salernitana – Milan 2-2

(5′ Messias M, 29′ Bonazzoli S, 72′ Djuric S, 77′ Rebic M)

Domenica 20 febbraio 2022

Fiorentina – Atalanta 1-0

(56′ Piatek F)

Venezia – Genoa 1-1

(13′ Henry V, 29′ Ekuban G)

Inter – Sassuolo 0-2

(8′ Raspadori S, 26′ Scamacca S)

Udinese – Lazio 1-1

(5′ Deulofeu U, 45′ Felipe Anderson L)

Lunedì 21 febbraio 2022

Cagliari – Napoli 1-1

(58′ Pereiro C, 87′ Osimhen N)

Bologna – Spezia 2-1

(11′ Manaj S, 40′ Arnautovic B, 84′ Arnautovic B)

LA CLASSIFICA

Milan 56 (26 giocate), Inter 54 (25 giocate), Napoli 54 (26), Juventus 47 (26),  Atalanta 44 (25),  Lazio 43 (26), Fiorentina 42 (25), Roma 41 (26), Verona 37 (26), Torino 33 (25), Sassuolo 33 (26), Bologna 31 (25), Empoli 31 (26), Sampdoria 26 (26), Spezia 26 (26),  Udinese 25 (24), Venezia 22 (25), Cagliari 22 (26), Genoa 16 (26), Salernitana 14 (24)

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 27

Venerdì 25 febbraio 2022

Milan – Udinese 18.45

Genoa – Inter 21.00

Sabato 26 febbraio 2022

Salernitana – Bologna 15.00

Empoli – Juventus 18.00

Sassuolo – Fiorentina 20.45

Domenica 27 febbraio 2022

Torino – Cagliari 12.30

Verona – Venezia 15.00

Spezia – Roma 18.00

Lazio – Napoli 20.45

Lunedì 28 febbraio 20.45

Atalanta – Sampdoria

***

Non si può dire che la Roma non dia spettacolo. Comunque anche nelle sue partite più brutte e decisamente deprimenti per il risultato ci pensa José Mourinho a tenerle ben vive e frizzanti. Per i giallorossi, ovviamente. Perché quattro gol comunque non sono uno spettacolo da buttar via se uno osserva con un certo distacco.

Contro il Verona, andato in doppio vantaggio nei primi venti minuti, e con la squadra uscita tra i fischi all’intervallo, José Mourinho è stato salvato da due ragazzini della Primavera entrati nel secondo tempo. Volpato e Bove.

Volpato appartiene alla scuderia di Francesco Totti che era in tribuna accanto a Daniele De Rossi. La Roma vecchia e la nuova insieme, in un presente abbastanza deprimente, una classifica mediocre e con un futuro che per adesso è fatto di chiacchiere e promesse.

Mourinho espulso, telefonata, Pairetto, Roma - Verona

  Nella sua migliore tradizione Mourinho si è fatto espellere facendo il gesto della “telefonata” all’arbitro Pairetto, a cercare forse una posa simile che imitasse plasticamente le famigerate “manette” dell’epoca interista. Telefonata che adesso simboleggerà la ribellione al sistema e agli arbitri che stanno penalizzando la Roma. Secondo lui ovviamente.

   Il pubblico è passato dai fischi agli applausi entusiasti per l’istrionico attore che in mancanza di spettacolo in campo si preoccupa di farlo fuori la linea laterale, e qualche volta anche oltrepassandola per andare a dirne quattro all’arbitro. Pagherà con squalifica, ovviamente ingiusta, del sistema oppressore. In questo lo Special One è veramente encomiabile.

 

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
17 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Michel

Proprio un bello spettacolo, Bocca, come no.
Siamo oltre la macchietta. Va solo compatito ormai.

Modifica il 7 mesi fa da Michel
ROS

…il furbo portoghese ha avuto l’atteggiamento giusto …degno delle migliori sceneggiate i poveri tifosi della roma che vedendolo sbraitare pensano sia attaccato alla maglia….invece difende solo il suo contratto. Confuso ed inutile..in pratica ex allenatore.

Sydneysider

Totti alla fine lo ha preso il brevetto di procuratore?

TurinTurambar76

Un disastro dopo l’altro e compagni di tifo quasi tutto con Mourinho per non dover dare ragione ad un laziale…
non mi ricordo una Roma così malmessa da dieci anni…

no ma gli arbitri no gli infortuni ma vaff…

Alex

Solita sceneggiata, per restare coerente ad un personaggio oramai sbiadito.. Ma così diventa pure patetico

EhEh

Capisco l’antipatia per Mourinho, ma una riga per dire che la Roma gia’ non brillante di questo periodo, aveva 10 giocatori della rosa fuori no?!?

Il Verona e’ partito benissimo, ha giocato con notevoli automatismi, una ottima velocita’ di pensiero ed esecuzione (almeno nel primo tempo). E aveva quasi fatto anche un terzo gol (annullato dal var, ma non dalla terna).

La Roma invece e’ partita male. E l’arbitro pure. Nei primi minuti (2′), non vede un fallo (che per me c’era) al limite dell’area su Felix Afena e ne vede poco dopo uno dall’altra parte (che secondo me non c’era, ma l’arbitro e’ lui, sta sul campo ed io l’ho vista solo in tv…).

Poi la Roma ci mette tanto del suo: punizione con uno dei due battitori che si allontana e viene colpevolmente lasciato solo (errore 1); viene servito e tira in diagonale; respinta verso il centro dell’area e non a deviare alzando in angolo (errore 2 anche se onestamente non era semplice) e palla che arriva ad un giocatore praticamente solo sul dischetto del rigore(errore 3). Gol (al 5′ minuto).

La Roma gioca male ed il Verona bene. Nel secondo tempo le cose cambiano un po’, la Roma cresce lentamente ed il Verona cala. Entra il primavera Volpato (15/11/2003) per Felix Afena-Gyan (19/01/2003). Fa gol e gli porta via il primato di giocatore piu’ giovane ad aver segnato in A quest’anno… poi entra un altro primavera (Bove) e fa il pareggio.

Allora perche’ perche’ Mourinho se la prende?

Per quel po’ di tattica che riconosco, il Verona fa un pressing molto rapido: e’ la squadra che recupera piu’ palloni nella meta’ campo avversaria. e che ti arriva prima addosso di tutta la serie A. E’ un rischio, ma da’ i suoi frutti. Il rischio e’ che questa e’ una tattica dispendiosa (fisicamente) e se ti saltano la prima linea sei costretto a fare fallo (tattico), spesso da dietro… il che porta a cartellini gialli, o almeno dovrebbe.

Cosi’ e’ al 15′ circa, quando arriva il primo. Ma non dopo. Nel frattempo i giocatori della Roma, che non riescono a fare quel che vorrebbero, si innervosiscono ed arrivano un paio di cartellini gialli. Lanci lunghi e verticalizzazioni non sono precise, ma quando tengono possesso o palla, arrivano i falli (c’e’ almeno un’abbraccio plateale e continuato da dietro ad Abraham), ma non i cartellini. Di questo tipo di atteggiamento quest’anno Mourinho si e’ gia’ lamentato, degli arbitri in generale e di questo in particolare.

Nel secondo tempo c’e’ un fallo tattico su Pellegrini, da dietro. Mi e’ sembrato essere stato fatto dal giocatore gia’ ammonito del Verona. Solo fallo (sarebbe stato pesante il secondo giallo). Subito dopo comunque viene sostituito. Magari ho visto male e non era lui, comuque un giallo ci poteva stare. Dopo invece il giallo arriva per Karsdorp, per una scivolata che lo avrebbe pure potuto –al limite– meritare, se non fosse che dal replay si vede come il giocatore del Verona trascini la gamba a cercare il contatto. Ma l’arbitro non la vede (o non la vede cosi’) e da’ il giallo…

Allora e’ per questo che Mourinho si e’ fatto espellere?
No non credo, questo ha solo contribuito a far montare la rabbia. Di sicuro c’erano i 10 giocatori fuori tra covid e infortuni, altri fuori ruolo in campo, ed altri ancora fuori forma. Errori semplici fatti tutti assieme. Ed un irritante arbitro dai numerosi trascorsi avversi.
Comunque sarebbe interessante sentirlo da lui.

A me non piace come arbitra Pairetto. In serie A abbiamo un maggior numero di interruzioni per partita rispetto alla Premier League e quindi un minor numero di minuti giocati. Ma non e’ che puoi non fischiare i falli se ci sono. In Italia si gioca piu’ “tattico”. Si fanno piu’ falli per interrompere il gioco. Pairetto sembra avere piu’ metri di giudizio paralleli che alterna piu’ volte nella stessa partita e non si sa bene quello che usera’. Non fischia molti falli che ci sono, non da’ alcuni cartellini che dovrebbe dare e ne da’ altri dubbi.

Che ricordi io, l’allenatore della Roma si e’ lamentato con Pairetto, quando lo ha visto interrompere (spesso) il gioco con i giocatori del Verona a terra anche solo per crampi, dando cosi’ loro modo di rifiatare, recuperare energie e perder tempo. Per il giallo a Karsdorp con l’avversario che trascinava la gamba per prendere il contatto. Per i gialli non dati agli altri su dei falli tattici o plateali. Per l’intervento che ha decretato la punizione su cui colpevolmente i giocatori della Roma hanno fatto segnare il primo gol. Su una spinta per la quale Pellegrini si e’ lasciato cadere in area. Per i soli 4 minuti di recupero (Ci sono stati 5 blocchi di sostituzioni e due gol nel secondo tempo. Piu’ interruzioni varie col famoso segno dell’orologio — del tipo “poi recupero”). Verso la fine minaccia di ammonizione il portiere per perdita di tempo, senza farlo. Non ha visto minacciare i suoi giocatori ma li ha visti ammoniti direttamente… La goccia e’ stata quando il portiere del Verona si e’ buttato a terra, per Mourinho solo per perdere tempo.

Ed il Mou ha dato spettacolo meritandosi un rosso, gia’ promessogli qualche minuto prima.

Modifica il 7 mesi fa da EhEh
remo

Alla luce della storica fetecchia del Milan in quel di Salerno credo che l’incerottata Roma abbia fatto un grandissimo risultato pareggiando contro il forte e volitivo Verona di questi tempi(risultato passato purtroppo sotto silenzio anche e soprattutto per la risonanza mediatica data agli atteggiamenti dell’allenatore portoghese)

Quattroquattronovetredue

No, Bocca, non ci si metta pure lei. Non c’è niente di male se Mourinho e la Roma le stanno antipatici, è in buona compagnia ed è un suo diritto, ma non finga che non sia così, non le fa onore. Basta leggere i suoi articoli al riguardo dall’inizio della stagione. Certo che ‘sto maledetto triplete anche dopo dodici anni ancora brucia tanto, la Roma che non lo ha mica vinto, magari, non c’entra niente ma paga pure lei, a questo i Friedkin non avevano pensato, ma come avrebbero potuto?
Buona domenica

Bombaatomica

Un buon pareggiotto per i peracottari etruschi usurpatori 😂😂
In fondo, da 0-2 a 2-2 e’ come una vittoria.

Grass

Maignan deve avere una gran bella collezione di farfalle dopo stasera 😂

il radarista

Buon giorno

Ma se ne ha preso solo 2. 🙂

Buona domenica e saluti

Nick

Primo trofeo della stagione per il Milan. A Salerno vince la prestigiosa Coppa Kulo🏆.

Modifica il 7 mesi fa da Nick
remo

Lasciamo da parte le comiche capitoline che sinceramente non divertono nessuno (con il noto e superpagato lusitano assunto con la qualifica di direttore del circo ma frettolosamente declassato sul campo a semplice claun) e parliamo piuttosto della notizia del giorno, ovvero la cessione della Atalanta agli americani. Un evento inatteso che conferma comunque un dato di fatto : ovvero che il calcio italiano è oramai una impresa sull’orlo del fallimento, con le squadre di vertice che sono purtroppo, causa Covid e non solo, con le pezze al culo. I pochi proprietari storici rimasti o stanno lasciando, come i Percassi (il fatto che ufficialmente restano… è solo una operazione di facciata) o lasceranno a breve (il riferimento al Napoli è puramente casuale…. ma non troppo). In questo contesto non possiamo non rimarcare quella che rimane una eccezione a livello nazionale ed internazionale ovvero che una stessa proprietà possiede una squadra di calcio, cioè la Juventus, dalla data di fondazione, datata oltre cento anni fa, fino ai nostri giorni. Un fatto unico ed eccezionale che rende oltremodo orgogliosi milioni di suoi tifosi in Italia e nel mondo è lì rende soprattutto consapevoli che questi anni meravigliosi, contraddistinti da innumerevoli successi sportivi continueranno chissà ancora per quanti anni. Grazie per questo alla famiglia Agnelli, che oltre a continuare ad essere la più grande azienda italiana è nel contempo impegnata, con cospicui sforzi economici, a rendere sempre competitiva la più prestigiosa squadra di calcio italiana, ovvero la Juventus.

Leo 82

Se a te pare che la famiglia Agnelli che non è quasi più italiana, tranne l’esponente meno brillante, stia rendendo competitiva la Juventus accomodati pure. Al momento si nota che i giocatori ceduti all’estero fanno meglio di quelli acquistati a caro prezzo…un altro paio di anni così e vediamo che succede. Quanto alla più prestigiosa squadra italiana, immagino non ti riferissi al livello europeo, perché li siete terzi…

nirula's

Che non é quasi più italiana…Senti chi parla! Guarda che il portavoce del dott. Elliott si offende.
O no?
La mamma di Pioli, intanto, riflette sulla circostanza che – da dieci anni e oltre – il figlio non ha vinto niente.

17
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x