Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Napoli - Juventus 2-1, gol di Kvaratskhelia, Chiesa e Raspadori

Lo davamo per morto ma invece è vivo, il Napoli resuscita, si ricorda di aver vinto lo scudetto e batte la Juventus con i gol di Kvaratskhelia e Raspadori. La sfida è stata lunga e durissima, De Laurentiis aveva addirittura aperto le ostilità in anticipo con la storia del Mondiale per Club da togliere alla Juve e dare al Napoli. La squadra del sorprendente Calzona, inizialmente sottovalutato, è alla seconda vittoria consecutiva e potrebbe addirittura sperare in un quinto posto e nella Champions League allargata… – ⚽ – Nella Juventus invece, ormai attaccata dal Milan alle spalle e col secondo posto a rischio, è sempre più evidente l’impoverimento dei risultati. Vlahovic è campione di spreco delle occasioni gol. E alla fine si finisce, come al solito, a parlare sempre di Allegri e del suo futuro sulla panchina della Juve. Il rapporto è ormai logoro e tutto, a questo punto, è possibile. Anche perché Thiago Motta col suo eccezionale Bologna sta ormai clamorosamente autopromozionando se stesso… 

NAPOLI, CHE COSA CAMBIA IL GOL DI RASPADORI

Doppio colpo, destro al corpo e sinistro al mento. Il maltrattamento della Juventus da parte del Napoli –  una specie di frollatura della bistecca prima di essere gettata sulla brace –  era addirittura cominciato ben prima che Raspadori ribadisse in rete quel rigore di Osimhen inizialmente respinto da Szczesny. Mi riferisco all’attacco di De Laurentiis al potere Juventus e al progetto di escluderla e sostituirla al Mondiale per Club.

  L’attaccante del Napoli sfruttando l’imbambolamento dei giocatori juventini e partendo lungo da fuori area è piombato come un falco su quel pallone trasformandolo in sonanti tre punti.
E cambiando così, in un sol colpo, tutte le prospettive del campionato di consolazione che si sta giocando al di sotto dell’ Inter. Che, per inciso, adesso può perfino andare a +15 sulla seconda. Praticamente Mosé che fa separare le acque del Mar Rosso, passa e poi le fa richiudere sugli infausti inseguitori.

NAPOLI – JUVENTUS E L’ANTICIPO DI DE LAURENTIIS…

  Doppio colpo, destro e sinistro, si diceva, perché la partita l’aveva cominciata ben prima infatti Aurelio De Laurentiis sostenendo che la Juventus non merita il Mondiale per Club, in quanto esclusa dalle Coppe, e che al suo posto ci deve andare piuttosto il Napoli.

  Si è capito ormai da tempo che in questo mondo gli schemi degli avvocati contano quanto i 3-5-2 degli allenatori. Schemi, soprattutto quelli bianconeri, assai più sforacchianili.

  A parte il fatto che su questa storia ballano una cinquantina di milioni di euro, per cui non è propriamente uno scherzo, l’uscita di De Laurentiis era tesa probabilmente anche a ribadire le distanze e la rivalità che c’è tra le due squadre.
  Napoli è uno dei maggiori poli di antijuventinità in Italia e ovviamente il presidente ha alzato la temperatura andando a stuzzicare i gangli nervosi dell’ambiente.

  Il resto lo ha poi fatto la sua sbadatissima squadra che pare stia ritrovando se non l’assetto scudetto almeno una dignità consona al ruolo da grande: la vittoria del Maradona sulla Juventus segue infatti la gran goleada al Sassuolo. La cui ampia misura avevamo tutti messo in conto delle disgrazie del Sassuolo, a sua volta in piena crisi.

NAPOLI E l’ammenda da fare su Calzona

  E invece i segnali di risveglio e addirittura di resuscitazione ci sono eccome. A quanto pare Francesco Calzona sarà pure uno sconosciuto ai più ma non è così sprovveduto e appare forse davvero all’altezza del compito.
C’è più Spalletti in lui di Garcia e Mazzarri messi insieme. E tu guarda se non ci toccherà fare ammenda delle ironie sul suo conto e sulla sua spiazzante scelta… Ma vabbè, buon per il Napoli.

NAPOLI E IL RISVEGLIO DI OSIMHEN E KVARATSKHELIA

E si rivedono pure, ancora buon per lui, le grandi star del Napoli, entrate post scudetto nel mood di divinità intoccabili e spocchiose cui tutto è dovuto. 

  E’ tornato prima  Osimhen, che però ha sbagliato un altro rigore…, e adesso Kvaratskhelia che invece dopo il suo gol, e al contrario dell’altro, ha pure fatto ampi cenni alla folla di voler restare al Napoli. Ogni occasione è buona per portare la massa del tifo dalla propria parte e magari strappare questo maledettissimo nuovo contratto.

  La stagione del Napoli così, già buttata nella pattumiera, diventa almeno salvabile. E si saluta un possibile quinto posto, vedessi mai la Champions League, come il raggiungimento dell’Eldorado. 

LA JUVENTUS E IL GRANDE SPRECO DI VLAHOVIC

  Il Napoli con molta perfidia ha inguaiato fortemente la Juventus, che adesso ha il Milan addosso e rischia anche il secondo posto. Il soccorso mediatico, se la tv dice così tutti di conseguenza lo pensano e lo diffondono, ha già parlato di grande partita fatta dalla Juventus, ma il senso di Vlahovic per lo spreco è veramente qualcosa di preoccupante.
La Juventus ha giocato quasi tutto su di lui (e Chiesa) e il centravanti ha buttato via tutte le occasioni. Io più che come un’attenuante la vedo come un’aggravante.
Vlahovic ne ha combinate talmente là davanti, da dover chiedere scusa ai tifosi e anche cercare di giustificare “Non posso rimproverare niente a me stesso, sapendo quanto sto facendo”.

  E’ mancato del tutto, insomma, il killer instinct, o se volete: Dio perdona, noi no, ma visto dalla parte di Kvaratskhelia e Raspadori.

JUVENTUS, ALLEGRI E L’OMBRA LUNGA DI THIAGO MOTTA

  Per quanto la Juventus abbia effettivamente fatto una buona partita, ma non di più, è comunque evidente che si stia ormai sfilacciando in una serie di risultati che la impoveriscono e deprimono sempre di più. Se non un’opera di autologoramento, quasi.

  Per finire, come sempre, con le solite, infinite considerazioni sul futuro di Allegri: va o resta? Un tira e molla eterno e sfinente che è esso stesso la riprova di un rapporto consunto, in cui ormai uno sopporta l’altro. Soprattutto quando si vede Thiago Motta col suo Bologna avanzare in maniera esuberante e prepotente e di fatto autopromozionarsi col migliore degli spot possibili. 

***

SERIE A 2023-2024

GIORNATA N. 27

Venerdì 1 marzo 2024

Lazio – Milan 0-1

Sabato 2 marzo 2024

Udinese – Salernitana 1-1

Monza – Roma 1-4

Torino – Fiorentina 0-0

Domenica 3 marzo 2024

Verona – Sassuolo 1-0

Frosinone – Lecce 1-1

Empoli – Cagliari 0-1

Atalanta – Bologna 1-2

Napoli – Juventus 2-1

Lunedì 4 marzo 2024

Inter – Genoa 20.45

***

CLASSIFICA DOPO 27 GIORNATE

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 28

Venerdì 8 marzo 2024

Napoli-Torino 20.45

Sabato 9 marzo 2024

Sassuolo – Frosinone 15.00

Cagliari – Salernitana 15.00

Bologna – Inter 18.00

Genoa – Monza 20.45

Domenica 10 marzo 2024

Lecce – Verona 12.30

Frosinone – Lecce 15.00

Milan – Empoli 15.00

Juventus – Atalanta 18.00

Fiorentina – Roma 20.45

Lunedì 11 marzo 2024

Lazio – Udinese 20.45

***

SOCIAL BLOOOOG!

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

fatti un giro dentro Bloooog!

Lunedì 11 marzo 2024

Lazio ko con l’Udinese e in crisi. Sarri è in bilico e il sarrismo è finito

Domenica 10 marzo 2024

Milan batte Empoli, Juve pari con Atalanta: sorpasso Milan al secondo posto. Juve, commino da zona salvezza

Sabato 9 marzo 2024

L’Inter vince a Bologna con gol di Bisseck, Inzaghi alla Rinus Michels e il pensiero proibito della Champions

Venerdì 8 marzo 2024

Napoli – Torino 1-1, la partita dei gol bellissimi: Kvaratskhelia e Sanabria

Giovedì 7 marzo 2024

Europa League, la Roma di De Rossi dà una lezione al Brighton di De Zerbi, Milan, gol, Leao e dubbi

Mercoledì 6 marzo 2024

Europa League, la Roma di De Rossi dà una lezione al Brighton di De Zerbi, Milan, gol, Leao e dubbi

Martedì 5 marzo 2024

Champions League, il Bayern Monaco sbatte fuori la Lazio con i gol di Kane e Muller

Lunedì 4 marzo 2024

L’Inter batte il Genoa 2-1 e va a +15 sulla Juventus. Ma è bufera su Inter, arbitri e Var

Domenica 3 marzo 2024

Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto

Sabato 2 marzo 2024

La Roma di De Rossi continua a vincere dimostrando l’ ormai evidente “insopportabilità di Mourinho”

Venerdì 1 marzo 2024

Lazio – Milan, tre espulsi della Lazio. Lotito furioso attacca gli arbitri e la Federcalcio

Giovedì 29 febbraio 2024

Il caso Pogba, 4 anni per doping: la sua carriera finisce qui

Lunedì 26 febbraio 2024

La tripletta di Dybala al Torino: la lotta di classe di un campione a metà

Domenica 25 febbraio 2024

Lautaro è troppo forte, è arrivato a quota 101 gol in Serie A con l’Inter

***

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
204 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

[…] Rispondi Il Napoli batte la Juventus 2-1: Kvaratskhelia, pari di Chiesa e gol vincente di Raspadori. Il Napol… […]

Cuore ross/azzurro

Bella partita combattuta e piena di cambi di fronte, e non è una cosa ovvia del Campobasso italiano. Finalmente si vede un Napoli volitivo, lontano dal piagnisteismo di mazzarriana memoria. La difesa continua a essere un disastro, prova ne sono le tante occasioni da gol che la Juventus, bontà sua, ha sprecato. Ripeto che Oliveira non lo vorrei nemmeno al Catania, mi chiedo cosa ci faccia in una squadra top della serie A, altrettanto dicasi per Juan Jesús. Rrahmani e Di Lorenzo sembra vogliano abbassarsi ai livelli dei primi due, forse per solidarietà o per voglia di omogeneità, spero che si ravvedano preso e tornino ad essere i pilastri della insuperabile difesa dell’anno scorso, soprattutto in vista dello scontro di champions, giacché non si può sempre ripetere la fortuna di avere un Vlahovic o un Alcaraz contro. D’altra parte Anguissa ha al momento la condizione e la prontezza di riflessi di un 78enne e nonostante i tocchi di classe, che comunque ci sono, tutti quei passaggi sbagliati prima o poi si pagano, quindi basta con queste idiozie. Contento per Raspadori anche se ogni volta che esce Politano la carica offensiva del Napoli ne risente, soprattutto sulla fascia destra, parere personale. Nota più che positiva Lobotka tornato a fare il regista e ovviamente il ritorno del Kvara che tutti conosciamo, che ha approfittato dall’assenza del campione di schiaffi, il pugile Gatti. Mi auguro che i gemelli del gol (appunto Kvara e Osi) facciano parlare di sé molto bene anche martedì prossimo. Ce lo chiede l’Italia😁

Cuore ross/azzurro

Campionato, non Campobasso 🤦

[…] Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto […]

Carta vetrata

Certo che veder giocare l’Inter è un vero piacere per gli occhi. Dopo un po’, ogni partita diventa un allenamento. Anche troppo, così si becca il gol.

Il Regolamento

Tranquillo, siete sempre in una botte di ferro

[…] Napoli batte Juventus 2-1ritorna in corsa Champions League […]

Il soldato Ryanair

Buonasera,
Scusate l’assenza, causata purtroppo da fastidiose noie fisiche, e l’entrata di adesso quasi a gamba tesa e OT.
Durante l’assenza ho naturalmente guardato il campionato, e vorrei fare qualche osservazione, preceduta da questa breve premessa:
1) ad inizio campionato, pronosticai le milanesi davanti a tutte, con Juve di rincalzo (più per carattere che per tecnica) e, se ricordo bene, lotta aperta tra Atalanta, Napoli e le romane.
2) Abbastanza presto, l’Inter si è manifestamente rivelata la squadra più forte sotto quasi tutti i punti di vista, la Juve la più concreta, il Milan forte ma incostante, le altre molto altalenanti. Discorso a parte per il Bologna, a cui vanno complimenti ed auspici per il piazzamento in Champions, con la speranza che – come purtroppo spesso capita nel nostro campionato – improvvisamente freni o venga frenata a vantaggio di altre squadre più economicamente quotate.
3) Ribadisco adesso il mio pronostico, sempre col Milan davanti alla Juve, ed attendo con curiosità il piazzamento della quarta (e forse anche quinta) in Champions.
Detto ciò, non posso non manifestare tutto il mio disgusto per gli scempi (e ce ne sono a decine) che stanno compiendo gli arbitri, telecomandati ad hoc, per esprimere il loro potere con la tracotanza di sempre. Ed a questi si aggiunge buona parte dei media, tutti come sempre più o meno asserviti al potere imperante.
Dopo 3 anni di dominio assoluto del Sig. Marotta, vero burattinaio della classe arbitrale al quale però è andata male nei due anni scorsi per la resilienza del Milan (2022) e lo strapotere tecnico in campo del Napoli (2023), ci avviamo adesso – finalmente – allo scudetto all’Inter, che dal punto di vista arbitrale non ha nulla da invidiare alla tanto biasimata (a posteriori) Juventus di Moggi. Anche allora infatti, tutti i lacchè deferivano e baciavano le mani, interpretavano e giustificavano la “buona fede” degli arbitri. Esattamente come adesso non mettono lingua sulle interpretazioni che con puntualità assoluta vanno ad indirizzare le partite dell’Inter ed a “smussare” quelle delle concorrenti. Ripeto ancora, e senza invidia, che l’Inter è senza dubbio la squadra più forte del campionato: lo è o lo è diventata acquisendo fiducia e tappeti rossi durante il campionato, poco importa tanto non cambia la sostanza delle cose..
A maggior ragione, pertanto, quello che però mi suona come manifestazione dello zerbinaggio più assoluto, aldilà dei gol tolti agli avversari e dei rigori puntualmente e scientificamente concessi all’Inter in caso di necessità, è la costanza con cui questi tiratori scelti continuano ad operare, senza badare un minimo alla dignità della categoria.
Ultimi esempi: gol annullato all’Atalanta sullo 0-0 e, ancor più, i 6 minuti di ricerca minuziosa del rigore del possibile 4 (quattro) a zero a favore dell’Inter a risultato più che acquisito. Favori di cui questa Inter non ha certamente bisogno, ma che sono i bastoncini che i cagnolini vanno a riportare al padrone che li aveva tirati.
Attendo con curiosità di vedere la fine che farà stasera il Genoa se per sua disgrazia azzeccherà la partita e darà filo da torcere in campo.
Salutoni

Bauscia

Ah ah ah! Eccolo qui quello che aveva Galliani che da presidente di Lega portava Collina a cena in segreto dall’oste di Lodi (Meani)… con Mediaset del Premier che deteneva i diritti TV per il calcio e quando capì che per gli infiniti illeciti sportivi accumulati dal Milan c’era solo la serie B, si fece dare i -30 di comodo per poter fare la Champions l’anno dopo. E così Meani, che sedeva in panchina a fianco di Ancelotti, diventò lo sconosciuto Oste di Lodi che telefonava i suoi illeciti sportivi a sua insaputa.
Ma credi che veniamo giù tutti dal fico? Ma come credi che Cesari abbia ottenuto il posto fisso a Mediaset? Vioincgevti rammento una ventina di direzioni i garaleggendarie? Ma cammina…

Il soldato Ryanair

Oooooops….
Un altro bel rigore che, guarda caso, non c’era 😁😁 e vale la vittoria.
Chi l’avrebbe mai detto?
Mi torna in mente che, durante l’epoca di Schumacher alla Ferrari, i bookmakers davano due sole quote per la pole position:
1) Schumacher
2) Altri
Potrebbero adesso quotare il minuto del rigore all’Inter o quello dell’annullamento del gol agli avversari… 😉
Buonanotte

Waters

Quindi Marotta truccava i campionati anche quando era alla Juventus, più o meno dal 2012 al 2018, o ha cominciato con l’Inter?
Chiedo per un amico eh….credo che alla fine del tuo ragionamento vuoi arrivare lì…

Il soldato Ryanair

Ehilà
No, non parlo di campionati truccati (perché Milan e Napoli hanno dimostrato il contrario negli ultimi anni) ma di necessità della classe arbitrale, che qui chiameremo “pecore” di far capo a un “pastore”, che negli ultimi anni si chiama Marotta.
La casistica degli errori che anche per l’Inter a fine campionato si bilanciano (balle…) lo dimostra.
Senza questo asservimento l’Inter vincerebbe ugualmente il campionato, data la sua forza, ma se non altro tutto sarebbe più credibile e divertente.

Waters

Non mi hai risposto sugli anni di Marotta alla Juventus…non era capo bastone ai tempi…?

Il soldato Ryanair

Diciamo che…ehm…era già laureato e alla Juve stava facendo il Master. Tant’è che quando ha fiutato il terremoto, se l’è data a gambe portandosi tutte le dispense…

Fever Pitch

I sette anni stravincenti di Marotta alla Juventus sono arrivati con distacchi complessivi esorbitanti (conteggiabili in migliaia di punti!) nonostante uno score indecente nel saldo rigori (ultimissima tra le cosiddette Big e bigghine!) e, da che è stato introdotto, con uno score sconcertante nelle chiamate del Var (sia favorevoli che sfavorevoli). Gli ultimi sei, quelli dell’Inter, esattamente al contrario della similitudine che ti piacerebbe veicolare, in totale antitesi con il trend dell’esperienza vincente torinese, a peluccare coppette e supercoppette – almeno finora, escluso l’anno di Conte – pur potendo contare sull’inarrivabile aiuto dell’AIA tutta con la Var direttamente da Appiano mGentile.

Waters

A dire il vero l’Inter di Conte vinse con oltre dieci punti, questa vediamo – prima di tutto se vince – come si collocherà, a me ció chr balza agli occhi è che abbiamo.una dirigenza clamorosamemte brava…

Fever Pitch

Non hai volutamente colto il punto. Hai tempi della Juventus, Marotta poteva vantare “fondamentali” disastrosi in termini di ammanicamento con la classe arbitrale. Le tragiche statistiche del saldo rigori poi sommate alle sconcertantanti chiamate (e non chiamate) del Var durante i suoi anni alla Juve, stanno a dimostrarlo. Questi suoi anno all’Inter, in particolare gli ultimi tre, sono sconcertanti in senso contrario. Non passa partita senza un favore.

Modifica il 1 mese fa da Fever Pitch
Waters

I tifosi del Napoli non credo siano d’accordo con te…

Fever Pitch

Si, ma la propagazione di un falso storico nell’era delle immagini reperibili dappertutto, lascia davvero il tempo che prova. 

Agli amici napoletani (ed ora anche a te, perché il capo della Juve di allora era Marotta) ricordo quali favori dovette accettare quel Marotta durante quella stagione 2017-18…
 
Udinese-Napoli, sgambetto di Allan a Maggio: rigore del decisivo 0-1 concesso al Napoli e non sanato al Var.


 
Atalanta-Napoli, gol del decisivo 0-1 in fuorigioco di Mertens (quello dell’ammissione dei vertici dell’AIA: ”non si poteva annullare perché in fuorigioco di troppo poco”): non sanato al Var.
comment image
 
Crotone-Napoli, fallo di mano volontario di Mertens in area: rigore del possibile 1-1 non concesso e non sanato al Var.


 
Napoli-Bologna, fallo di mano a braccio teso e pugno chiuso di Koulibaly sulla linea di porta: rigore incredibile non concesso ed espusione non comminata, non sanati al Var.


 
Napoli-Bologna, simulazione clamorosa di Callejon: rigore concesso e non sanato al Var.


 
Tremenda mazzata di Koulibaly, non sanzionata, al malcapitato clivense che dava il via, al 93′, all’azione del gol vittoria del 2-1 in Napoli-Chievo (arbitro Manganiello), gol convalidato e decisione non sanata al Var.
 
Tutto ciò, durante tutto il corso della stagione, naturalmente ben prima che in Inter-Juventus Cancelo tranciasse in due Matuidi, senza che Orsato decretasse il rigore dello 0-2 (la Juve era in vantaggio per 0-1 al momento del mancato rigore su Matuidi…) episodio non sanato al Var

Parliamo di almeno una decina di punti, almeno…
 
…poi, ovviamente, arrivò il leggendario fallo di Pjanic a centrocampo che tutto sanò, con i suoi mitici ”audio” inesistenti, con la protesta di popolo e accumulo di ”sentimento popolare”…

Ho postato decine di volte questi rilievi (ogni volta che qualcuno parlava a sentimento, senza una pezza d’appoggio fattuale), ma non ho MAI ottenuto risposte di merito.

Bofonchiamenti tantissimi, insulti da una macchietta in articolare, ma mai una risposta, una testimonianza che potesse confutare quello che postavo (ovvio, impossibile☺), però c’era sempre un buontempone che mi risponde che ci fu anche un Pescara-Napoli del 1963…

Vorresti cominciare tu? Vorresti dirci che quest’anno l’Inter ha dovuto rintuzzare gli stessi favori fatti ad una concorrente diretta (almeno finché ce ne sono state) pari a quelle che dovette subire quel Marotta?

Ma vale anche al contrario, chiesi aigli amici napoletani di citarmi anche un solo episodio arbitrale contrario durante tutta quella stagione… Scena muta!

Ma vale anche di più: sapresti citarmi anche solo tre o quattro partite di quella stagione (non chiedo la ventina vostra di questa stagione) in cui ci siano stati rilevanti episodi arbitrali nell’indirizzare o falsare le partite? Ti posso già dire io l’unica contestata, un Cagliari-Juventus in cui probabilmente ci fu un braccio un po’ largo di Bernardeschi su un cross innocuo proveniente da sinistra… nulla più, a fronte di numerosi episodi contrari alla Juventus (il mitico rigore che portò il Genoa sul 2-0, fischiato ad un giocatore che si trovava in fuorigioco; un netto rigore su Mandzukic in Juve-Roma non fischiato, un altro ad Udine che costò la sua espulsione per le proteste… ecc ecc) che, come sempre, finivano in cavalleria perché poi la Juventus ribaltava le partite e vinceva comunque.

Su, ormai il tempo delle leggende metropolitane è finito… quel (bellissimo) Napoli di Sarri fu tenuto in corsa a colpi di no-Var per rendere finalmente combattutto almeno un campionato durante quell’incredibile settennato (Agnelli-Marotta)… mentre le immagini settimanali dei “furti” durante le partite dell’Inter delle ultime tre stagioni, ma in particolare di questa, sono a senso unico e rasentano l’incredibile.

Totonno58

Con questa litania hai veramente scassato i….anche chi, come me, non ha mai pensato che lo scudetto di quell’anno fu deciso dalla mancata ammonizione di Pjanic, può farsi venire la tentazione di pensare che hai la coda di paglia…

NELLO MASCIA

FALLI DA DIETRO –

COMMENTI ALLA 27° GIORNATA DEL CAMPIONATO 2023-24

 

 

Aiutami a guardare.

Napoli-Juventus non è mai una partita come un’altra.

E’ sempre una indescrivibile emozione.

Per il tifoso è assimilabile a un panorama mozzafiato, a un dolce disorientamento.

Aiutami a guardare.

Affiora alla mente – forse impropriamente, forse in modo sproporzionato, ma come si fa a governare le suggestioni quando rimbalzano – un guizzo di Eduardo Galeano.

Il racconto di quel bambino rapito dallo stupore, quando per la prima volta vide il mare. 

Stava al di là delle alte dune, in attesa.

Quando padre e figlio, dopo un lungo cammino raggiunsero finalmente quei culmini di sabbia, il mare esplose davanti ai loro occhi.

E fu tanta l’immensità del mare, e tanto il suo fulgore, che il bimbo restò muto di bellezza. 

E quando alla fine riuscì a parlare, tremando, balbettando, chiese a suo padre: Aiutami a guardare!

 

Invocazione che rivolgo, sommesso, a Dazn.

Aiutami a guardare.

 

Legittimo piacere e diritto che Dazn puntualmente mi nega.

 

Contro la criminosa emittente anche l’Impomatato.

Per i commenti a senso unico a favore dei bianconeri.

 

Che poi, in fondo gli stipendiati Dazn – poveracci – fanno il proprio dovere.

La società sabauda è partner di quella tv.

La domanda sarebbe un’altra.

E’ normale tutto questo?

 

Per il tifoso non si discute.

Napoli-Juve è appuntamento irrinunciabile.

 

Ma guardare la partita del Maradona è per tutti, tifosi e non, anche una forma di resistenza civile se è trasmessa in contemporanea alla Ferragni da Fazio.

 

Scendono in campo le imperfette.

Due squadre malate e piene di dolori e lividi.

 

Eppure giocano una gara fra le più emozionanti dell’anno.

Il Napoli deve alimentare le tenui speranza di agguantare la nobiltà europea.

 

E trova la migliore Vecchia della stagione.

Aggressiva e tutta attacco. Come non s’era visto mai.

 

Fortuna vuole che il serbo sbagli tutto quello che c’è da sbagliare.

Almeno sei nitide occasioni gol fra lui e i suoi.

Gli azzurri soffrono un po’.

Ma dimostrano di essere vivi e di avere un cuore e un’anima.

Come non fu né con lo Stradivari francese, né con il Camusso prestato alla panchina. Differenze schiaccianti.

 

E’ un Napoli anima e core.

Ha desiderio di vincerla. Ha desiderio di riprendersi quel posto nel mondo nobile che gli spetta.

 

E va in vantaggio.

Con il fuoriclasse indiscusso di tutta la Serie A.

Perfetta coordinazione su rinvio di Cambiaso.

Mezza girata e gol al volo a fil di palo.

Memorabile.

Come l’esultanza che sa di promessa. Io resto qui.

 

Poi la pressione Juve.

Che culmina con la terribile rasoiata di Chiesa.

Dazn criminale me la nega. Devo vederla in differita.

 

Sembra un pari che scontenta un po’ tutti.

Ma è un pari tutto sommato giusto.

 

Poi al minuto 90 scocca l’ora della verità.

Osi si procura con caparbietà il rigore decisivo.

 

E’ il primo rigore contro la Juve in 27 partite.

C’è voluto il richiamo del Var.

Perché l’arbitro salvabrand non se la sentiva.

 

Si era già distinto per precedenti decisioni molto ossequiose.

Rigore gigantesco, stellare negato a Kvara.

(con l’esperto Marelli in studio a ripetere che non c’è niente).

Bremer e Cambiaso che meritano la doppia ammonizione. Graziosamente graziati.

Conterà più la determinazione con cui Osi se l’è procurato sto rigore, che l’esecuzione sbagliata.

 

Ma c’è lui, Jack.

In agguato sulla respinta del Portiere dalle Mille Consonanti.

C’è Jack.

Che ormai ci prova gusto a purgare la Juve allo scadere.

 

E allo scadere, si sa, la vittoria ha un altro sapore.

Sempre un piacere battere la Vecchia.-707uh5

64b

 

Anima e core.

E’ questo il regalo della cura Calzona.

Anche se c’è ancora molto da lavorare.

Anche se là dietro comunque si continua a ballare.

 

Anema e core.

 

E’ una vittoria che fa bene dal punto di vista emotivo.

Dà un significato a questo campionato balordo.

Si rientra in corsa per l’Europa.

E’ una sniffata di ottimismo alla vigilia di una grande trasferta Champions.

Può essere la svolta.

 

E’ la giornata degli scontri diretti in coda e in vetta per l’Europa.

 

Boccata d’ossigeno per Giulietti e Sardi.

I quali addirittura sbancano il Castellani.

La lotta salvezza darà emozioni fino all’ultimo respiro.

Peccato per la Salernitana che – pur pareggiando al Friuli – pare decisamente fuori.

 

Sesta vittoria consecutiva per Thiago Motta che si consolida al quarto posto.
Per il mini campionato Champions ora di posti ne resterebbe uno solo.  
 
Sorprende che a tutt’oggi i candidati più credibili siano i nuovi Sangue-Oro.
Letteralmente rigenerati da Capitan Futuro.
L’impatto di De Rossi a Roma è impressionante.
Uno dei pochi casi – negli ultimi anni – di un cambio davvero risolutivo.
 
Niente di bello all’Olimpico.
 
Una partita letteralmente decisa da un arbitro in giornata storta.
Gli Aquilotti finiscono in otto. Record del decennio.
 
Da morire dal ridere l’immagine del fischietto brindisino immortalato in delirio.
L’estrazione compulsiva di cartellini.
Il giallo nella mano destra, il rosso in quella sinistra.
 
Fuori di sé Lotito el drito.
Uno che nel sistema ci sguazza da decenni.
E che ha dichiarato guerra per la rielezione di Gravina alla Figc.
Il quale Gravina ovviamente si vendica come può.
 
Parole grosse.
Assai sopra le righe. E assai fuori controllo.
 
Del resto a Roma è così.
E c’è anche una spiegazione scientifica.
Rivelata dalla centralina di via Giuseppe Belloni, a Cinecittà.
La quale ha segnalato la presenza di cocaina nell’aria.
Vizio capitale.

Mordechai

Santo cielo, che megalenzuolata.
Less is more.

Totonno58

Ok…hai però taciuto sul fatto che, se la partita fosse durata altri 10 minuti, tutta la Lazio si sarebbe fatta espellere perchè sentivano di avere una missione da compiere.

Il Regolamento

Eri partito bene, ma poi cadi sempre nel solito piagnisteo.
Avete vinto meritatamente, bella partita con un arbitraggio ottimo e senza polemiche in campo né fuori.
Cosa vuoi ancora?

Mordechai

Vallo a sapere. Boh.

Nicola Romano

Fa sempre piacere battere una rivale come la Juve, anche se l’antipatia è diminuita da quando i bianconeri non vincono più, visti gli ahi Lazio devo dire che ci è andata bene, anche se 3 delle 4 occasioni sciupate da Vlaovic sono nate da palloni scioccamente persi in ripartenza, lo slavo ha segnato parecchio ,ci puo’ stare una giornata storta, grave anche l’errore alla fine di Rugani , si vede che era destino che il Napoli vincesse, d’altronde anche la Juventus ne ha vinte tante di partite non propriamente dominate, e’ il calcio bellezze , non so come faccia l’amico ghiro a parlare di rigorino, oltre al contatto iniziale sono arrivati altri due a franare addosso a Osimhen, non capisco come abbia fatto l’arbitro a non accorgersi di niente, perfino sul rigore c’è andata bene Raspadori anzichè spingerla in porta, la prende evidentemente male e per poco non la butta fuori centrando l’angolino alto . Con questi 3 punti possiamo almeno lottare per l’E.L. mi pare difficile che nella classifica finale UEFA potremo precedere una tra Spagna ed Inghilterra ed avere l’anno prossimo 5 squadre in Champions, poi certo tutto può succedere, anche che Bayern e Barcellona eliminino le mie due Lazio e Napoli . Onore al Bologna, ho gia’ detto che con la Lazio non mi aveva impressionato, ma magari non era in giornata, o mi ero sbagliato, è ovviamente favorito,anche perchè non ha le coppe, ma dovrebbe essere una bella lotta con Atalanta e Roma, dietro vedo maluccio la Fiorentina e decisamente male oltrechè molto staccata la Lazio, solo il Napoli ovemai azzeccasse un bel filotto di vittorie potrebbe forse rientrare, previo un per ora improbabile rallentamento dei bolognesi, certo se la difesa rimane cosi svagata si fa dura a cominciare dal Camp nou , non so se ho scritto bene, ma credo si sia capito .

inox

Buonanotte Fabrizio

Era andata male a Di Maio all’inizio del tempo buio con la promessa, poi non mantenuta, del rientro del galeotto. E’ andata bene alla Meloni che rientra con l’omaggio in un altro momento buio. Parlare di altro invece di ciò che serve è opportuno per il conducente intento a guidare a comando senza vedere il muro p.v. dove ci porterà a sbattere. Allegri dirà: Fò da potta e da culo! E non va mai bene. La rosa della Juventus e da quinto posto inferiore sia al Napoli sia alla Roma allenata bene. Il secondo/terzo posto, un miracolo sportivo. Eppure ieri sera quattro palle goal nitide le ha create l’ultima di Rugani clamorosa anche perché, segnare all’ultimo secondo dell’ultimo minuto, vale lo stesso. Il Napoli si ritrova e vince con il tifoso interista Raspadori. Altre volte ci ha timbrato ieri sera tiene ferma la Juventus. Questa sera con il Genoa calma e concentrazione; questa va vinta così saliamo a +15 sulla seconda e siamo a distanza tale da dedicarsi pienamente verso gli spagnoli. Peccato l’incrocio con il Bologna. Vuol dire che segna Marco senza esultare. E senza beccarne! Bene la Roma di De Rossi. Altra squadra; avrei voluta vederla preparata da De Rossi sin dall’estate. Sui fuorigioco per un pelo condivido trattasi di una boiata ma è la regola e poi, se boiata è, boiata sia sempre. Ricordo che all’europeo l’Austria segna nel tempo di recupero con giustappunto Arnautovic annullato per un capello in fuorigioco così andiamo ai supplementari e l’italia vince e passa ( me lo segna rosso ma non è errore la minuscola. E’ voluto). Se Truzzu non fa lo sTruzzo ne vediamo delle belle. A Todde il fegato esplodde.

Nicola Romano

Pensa al fegato tuo , sembrerebbe che il,margine si sia assottigliato ma la Todde è rimasta in vantaggio, spero che la sorella d’Italia dopo aver trovato guardacaso proprio adesso i soldi per la Roma Pescara, anzichè discutere dei problemi degli abbruzzesi ,come a Cagliari vada a fare un’altro show, tanto li comunisti nun ponno vince, come se dice dale parti mia .

Il Regolamento

La bufala della Roma-Pescara si è già sgonfiata

Il Regolamento

Arnautovic era in fuorigioco di 15 cm, e ha segnato al 65. Mancavano ancora 25 minuti più recupero alla fine dei tempi regolamentari. Vedi a volte la memoria selettiva…
Non capisco la battuta su Todde, lo scrutinio è finito e ha 1.600 voti di vantaggio. Credo siano altri a cui esplode il fegato, tipo quelli che erano sicuri di vincere in Sardegna.

Bocca: Fusées 10:1

la stagione del Napoli è salva;

Giorgio Bianchi

Ti s’è squagliato.il cervello Pinguì ? Alla fine avete solo perso una partita. Che sarà mai?😂😂

Modifica il 1 mese fa da Giorgio Bianchi
comevolevasidimostrare

Infatti il Napoli è la Fiorentina del sud, senza offesa 😀
Alla Viola basta menar la Signora, per star bene tutto l’anno.

Giorgio Bianchi

Devo convenire che la vittoria del Bologna ad Atalanta mi ha un po’ sorpreso. Pensavo che gli atalantini non si sarebbero fatti scappare l’occasione del sorpasso.
Il Bologna sta sorprendendo tutti ed il suo allenatore, che ne è l’artefice massimo, è ambito un po’ da tutti.
Anche il Napoli ci aveva pensato, ma lui, sapendo che una marcia trionfale come quella dello scorso campionato non sarebbe stata replicabile oltre che per il presidente, noto per la sua esagerata esuberanza, rifiutò, giustamente per lui, l’approccio.
Abbiamo visto poi che aveva visto giusto. Anzi, se vogliamo, la stagione del Napoli è stata addirittura peggio della peggiore previsione. Solamente al terzo allenatore la squadra sembra cominciare a risvegliarsi dal coma profondo nel quale era precipitata grazie alle stravaganze di ADL nel post scudetto.
Detto questo credo che sia giusto non farsi eccessive illusioni. Ieri il Napoli ha potuto godere della scarsa vena di Vlahovic e non solo che, fortunatamente per noi, ha sbagliato gol facilissimi. Ma questa se vogliamo più che essere una giustificazione è una colpa. Nel calcio gli errori si pagano. Del resto anche il Napoli con Di Lorenzo ha sbagliato un paio di opportunità. Sembrerebbe, e lo dico con la massima cautela, che il vento stia cambiando, ma illudersi che sia ancora possibile la qualificazione alla prossima CL o addirittura che si possa eliminare il Barcellona, sarebbe appunto una grossa illusione perché il risultato più giusto ieri sarebbe stato il pareggio. Se vogliamo si può dire che è stato l’esatto contrario della partita di andata dove noi sbagliammo parecchie occasioni ed alla fine perdemmo. Diciamo che se fossero usciti due pareggi ora entrambe avrebbero un punto in meno che, per il Napoli non ha importanza, mentre per la Juve la porterebbe al terzo posto o quanto meno al secondo, ma ex equo col Milan.😁

PS È la terza volta che vedo la Juve e confesso che non mi è sembrata una squadra senza idee e tutta arroccata dietro. Boh.

Bob Aka Utente11880

Comunque Calzona è stato un signor-vice-allenatore, con Sarri e Spalletti proprio al Napoli. Anche se poco noto ai più, la squadra e l’ambiente ben li conosce e può agganciarsi al lavoro fatto lo scorso anno ben meglio dei fu Garcia e Mazzarri. E infatti i risultati sinora (al netto della cappella di Cagliari) lo hanno premiato.

cipralex

Vista la partita (tutta intera) con calma su juve tv a risultato conosciuto.

La squadra si è ricompattata ed è tornata quella di prima.

Restano naturalmente le carenza tecniche (con Vlahovic, due volte, ed Alcaraz che non segnano soli davanti al portiere più errori vari in uscita).

Vistosissima peraltro mancanza di allenamento della squadra su ribattuta del portiere in occasione del rigore (nonostate Magnanelli l’avesse ben ben imparato da De Zerbi) e questo ci costa la partita…dai su leggete prima di postare…

il rasoio di Occam

Somaro, capisco che sei alla frutta, ma almeno riporta tutto quello che leggi e che ti rode…

Questo:

“Quando finalmente rischi di fare una partita a tuttocampo, ma i tuoi giocatori increduli di poter avere a disposizione palla nei trenta, venti, dieci metri finali, sbagliano anche l’impossibile. Finisce (giustamente, è il contrappasso e il brivido del gioco, bellezza!) con il guru della difesa bassissima e il suo sconfinato e inutile staff che non sanno nemmeno allenare le ribattute del portiere su rigore. In occasione della respinta di Szczęsny, sette giocatori del Napoli in anticipo sui difendenti bianconeri.”

Chiaro somaro?

Dimmi un po’ perché nove volte su dieci gli attaccanti NON arrivano per primi sulla respinta del portiere dopo un calcio di rigore?

Forse perché vengono fermati ed ostacolati (con le buone e con le cattive) nel loro intento?

Mentre il tuo guru, più somaro di te (non ci si crederebbe…), ci è venuto a raccontare del “terzo tempo” cestistico😂😂😂 con cui hanno saltato tutta la nostra difesa, come se quel movimento non fosse stato allenato (parola e valore estranei ai somari livornesi e no) a Raspadori&Co da un allenatore arrivato da sole due settimane.. come se non ci fossero contromisure allenabili per quel tipo di movimento. Somaro.

Modifica il 1 mese fa da il rasoio di Occam
cipralex

Non è che offendendo il prossimo passi dalla parte della ragione.

Resta che hai detto una cazzata, peraltro divertente.

il rasoio di Occam

Non ti devi offendere. per quello che sei, tanto più che pare te ne vanti. Le cazzate le dici tu, la spiegazione tecnica (impeccabile) te l’ha dato più in basso l’utente uruguagio. Io ti avevo fornito un paradosso su cui riflettere, se solo ne fossi capace…

Mordechai

Darsi una calmatina proprio no?

Il Regolamento

Complimenti per la gentilezza e l’educazione.
Vorrei un tuo parere da esperto: cosa c’è di sbagliato in questa situazione difensiva?

rigore napoli 2.png
Arriba la Celeste!

Te lo dico io. Tutto sulla parte destra, da dove prendono gol. I riferimenti sugli avversari, tutti sbagliati, statici, presi alle spalle senza che nemmeno se ne accorgano. Locatelli con le mani sui fianchi, al centro, mentre fa lo spettatore, impresentabile! L’atteggiamento corretto è quello del primo giocatore juventino a sinistra, quello davanti a Bremer. O fai così, prendendo il tempo sulla rincorsa del battitore (Osimhen) e arrivi primo sulla respinta, oppure crei una maglia fitta con tutti gli effettivi di movimento (non si capisce perché Allegri difenda spesso in nove dentro l’area di rigore, ma proprio sul rigore non siano tutti lì… eppure i rigori, si sa, vengono spesso “sbagliati” e respinti), in modo da impedire la rincorsa “in terzo tempo” (Allegri dixit), facendo un blocco preventivo (per rimanere al basket). Ma sai, Allegri è il vate della difesa ultrabassa, non puoi chiedergli di fare schermo già al limite dell’area grande…😁

Il Regolamento

Il primo giocatore a sinistra di Bremer è Nonge, che sullo sviluppo dell’azione è L’ULTIMO ad arrivare sulla palla.
Il suo uomo di riferimento è Raspadori, che infatti segna. In due minuti il ragazzo combina DUE cappelle colossali, Allegri ha fatto benissimo a sostituirlo.
Ma tu ci sei mai entrato in un campo da calcio?

Modifica il 1 mese fa da Il Regolamento
Arriba la Celeste!

Ovviamente non mi riferivo a Nonge, che è uno dei quattro sulla parte destra, dove tutti commettono l’errore.
Ma al primo sulla parte sinistra, quella dove è posizionato anche l’arbitro (pensavo che il calciatore di colore dietro di lui fosse Bremer, che invece sta anche lui a destra), l’unico che sta facendo il movimento corretto che avevi descritto e che era impossibile non comprendere (ma vedo che tu ci sei riuscito).
Naturalmente ti sei attaccato al nome senza comprendere la scena, ma non mi stupisce viste le stupidaggini che continui a postare senza tregua.
Ultima quella sulla sostituzione di Nonge, che viene tolto esclusivamente perché Allegri vuole mettersi a due a centrocampo (e ritiene Nonge non adatto) con Danilo e Locatelli, inserendo Milik, in una sorta di 4-2-3-1.
Ma che te lo dico a fare, torna a fare il muro di gomma col tuo compare, e con i vari Branchini, Zazzeroni, Caressa… tutti TAJ di ferro che spingono per la riconferma.

il rasoio di Occam

Nulla da aggiungere, perfetto. Grazie.

Bob Aka Utente11880

Deduco che della ventata di aria fresca della corsa del Bologna alla CL (del rientro in lizza della Roma si è detto) interessi il giusto.

Il Regolamento

Invece interessa molto, è che la maggior parte dei commentatori qui dentro tifa per una delle “grandi” e quindi commenta di conseguenza.
La corsa del Bologna demolisce molte delle mie certezze sul peso effettivo dell’allenatore sui risultati, in particolare su quelli positivi.
Ho sempre pensato che l’allenatore incide per il 10/20% quando le cose vanno bene, ma può incidere molto di più nel far giocare male la squadra (e su questo sicuramente Mordechai mi darà ragione 🤣)
Thiago Motta però sta facendo un lavoro magnifico, con una rosa che non è sicuramente da quarto posto.

Claudio Mastino 62

Thiago Motta sicuramente sta facendo un buon lavoro ma il Bologna ha una rosa più che valida sia a livello di quantità, sia a livello di qualità ed inoltre, a parte Skorupski ed altri due, il più vecchio della squadra è Orsolini che ha ventisette anni. In difesa Calafiori e Posch sono molto forti
così come l’ex Milan Saelemaekers che ieri dopo un paio di errori in ripartenza nei primi minuti del suo ingresso in campo si è ripreso alla grande ed ha contribuito notevolmente alla vittoria dei felsinei, inoltre gli altri difensori non sono poi così male,
sicuramente discreti.
A centrocampo lo scozzese Ferguson è fortissimo, bravo da giocatore quasi come Sir Alex Ferguson da allenatore: tatticamente ineccepibile, garantisce un grande equilibrio alla squadra, dotato di buoni piedi, sa farsi valere sia nei ripiegamenti difensivi, sia in attacco dove si inserisce spesso con i tempi giusti trovando alle volte la via del goal, ha indubbiamente le doti fisiche e la grinta agonistica degli scozzesi ma una tecnica superiore nella media rispetto a loro.
Oltre a Ferguson c’è Fabbian, altro centrocampista di ottime qualità, bravo anche lui ad inserirsi nelle manovre offensive ed a segnare e non dimentichiamoci di Freuler, ex Atalanta che non è certamente l’ultimo arrivato, gli altri centrocampisti compreso Urbanski non sono certo da buttar via.
In attacco ci sono due ottime ali destre come Orsolini e Ndoye che spesso si alternano, come punta centrale un autentico fuoriclasse come Zirkzee del quale ho recentemente descritto le grandi qualità ed altri comunque discreti.
Per finire il Bologna ha in tutte le zone del campo valide alternative ai titolari o presunti tali.

2010 nessunoo

Non generalizzare, anche chi tifa per le grandi, vedi BoB e me, stima la squadra bolognese e il suo tecnico (io in particolare Thiago) . All’indomani della demolizione dell’Atalanta ho scritto ” e adesso chi ci mandate contro” esaltato dalla prestazione dell’Inter contro quella che ritengo comunque una delle più rognose avversarie, però non avevo tenuto conto del Bologna che dovremo affrontare a breve e che forse veramente sarà l’esame definitivo per stabilire la grandezza o meno dell’Inter.

Bob Aka Utente11880

Bob stima il Bologna fino a quando non gli fa perdere il secondo scudetto in tre anni

Luc10 Dalla

Dai che se vincete oggi potete pure lasciarceli 3 punti Domenica prossima….poi non vorrai mica rovinare le usanze* 😜

* devo ammettere che però negli ultimi anni era usanza prenderne 6 a Milano

Bob Aka Utente11880

Caro Luc10 mi sa che se giochiamo come stasera, aiutino o no, i 3 punti ve li lasciamo comunque domenica. E non è scaramanzia.

Il Regolamento

Certo, non volevo dire che chi tifa per le grandi non stima il Bologna. Dicevo solo che, da tifosi, tendiamo a commentare prevalentemente le partite delle nostre squadre.

Bob Aka Utente11880

Concordo e già noi ne abbiamo pagato le conseguenze in CI e due anni fa in campionato.
Il che si accompagna alla “solita” involuzione dell’Atalanta, che ne fa, a mio avviso, una bella incompiuta. Vedremo alla fine di questo girone “terribile” (Milan, Inter, Bologna, Juve) se saprà riprendere la corsa.

cipralex

Thiago Motta (sicuramente un bravo allenatore) è comunque lo stesso che lo scorso anno teneva in panchina Zirkzee e anche Cambiaso, per dire…

Il Regolamento

Beh, Zirkzee non è stato proprio sempre in panchina, ha 19 presenze con una media di 42 minuti a partita. Probabilmente aveva bisogno di crescere
Cambiaso poi l’anno scorso ha totalizzato 32 presenze…

Modifica il 1 mese fa da Il Regolamento
cipralex

Cambiaso circa la metà da titolare ,Zirkzee mai.

Lorenzo

Cambiaso era una pippa monumentale nel girone d’andata. Faceva pena. Poi Motta l’ha valorizzato e ora è nel giro della nazionale. Queste cose saltano all’occhio di chi guarda le partite. Ma sono sicuro che leggere le statistiche su transfermarkt sia più utile.

Carta vetrata

Lasciali parlare, tirano fuori perle su perle. C’era pure chi diceva che Pessina valeva due Barella. Che gli vuoi dire, sono in crisi di astinenza e vanno avanti per inerzia. Certo, Cipralex sta diventando un caso clinico, sta come un criceto sulla ruota, un periodo di riposo non guasterebbe.

il rasoio di Occam

Il somaro che ha il guru in casa da tre anni fa le pulci a Thiago Motta… 😂😂😂

Il Regolamento

Scusa cipra, non so da dove prendi i dati, ma a me risulta:
Cambiaso 25 da titolare + 7 da subentrato, solo 2 volte convocato e non entrato
Zirkzee 5 da titolare + 14 da subentrato, comunque con un buon minutaggio

cipralex

Scusami tu. Non prendo dati da nessuna parte, vado “a impressione”.

Intendo dire che nella mia impressione Zirkzee era una riserva a tutto tondo mentre Cambiaso un titolare “a metà”.

Bob Aka Utente11880

E dopo le “sensazioni” anche le “impressioni” ? ma bene !

cipralex

😂

comevolevasidimostrare

Unica cosa positiva sta nel fatto che anche quest’anno, il quarto in serie, è finito e ci mettiamo l’animo n pace.
Di più non si poteva fare, anche se ieri ha giocato una partita ben al di sopra della media. Il secondo posto non è una chimera in chiave Carnevale Saudita.
Thiago Motta è persona troppo intelligente per accasarsi subito in casa di Madame; magari ci penserà per l’anno successivo.

Bob Aka Utente11880

A meno che ci sia un treno che parte già l’anno prossimo…

carta vetrata

a occhio, Thiago Motta punta più in alto, ad una sua ex squadra. Andasse alla juventus sarebbe un pazzo, e non lo è.

Mordechai

Non ho visto la partita, o meglio non tutta, gli ultimi cinque minuti del primo tempo e tutto il secondo, a casa di un mio amico (napolista di Torre del Greco …).
Cinquanta minuti su novanta, un’enormità per me.
Che dire … partita tutto sommato abbastanza divertente, almeno per i narcolettici standard del nostro campionato, millemila errori da una parte e dall’altra, diverse occasioni più o meno volute o fortuite da una parte e dall’altra, un arbitro che ha fatto il suo onesto lavoro, almeno per gli isterici standard del nostro campionato.
Due squadre volenterose e acciacciate, due vecchie glorie che zampettano sulla passerella con qualche ruga di troppo, ma insomma … tutto sommato ho visto di peggio.
Forse la non avrebbe demeritato un pari, di sicuro il Napoli non ha rubato la vittoria, un paio di episodi a decidere il tutto, ci sta.
Comunque, il mio mantra è sempre quello : Allegri vai via.
Vai via, te lo chiedo per favore.

il radarista

Pesno che ieri Allegri sia stato colpevole in un solo episodio, una autentica cattiveria. Ha fatto entrare Nonge e, dopo il suo errore, lo ha sostituito. Quando si lavora coi giovani, queste schifezze non si fanno. Un allenatore dovrebbe saperlo.

Il Regolamento

Schifezze??? Addirittura?
Nonge ha fatto un intervento assolutamente stupido, di quelli che non si fanno mai, soprattutto su una palla che non era pericolosa con l’avversario che aveva già due uomini addosso.
Queste sono situazioni che in allenamento si provano e riprovano, se un ragazzo di quell’età non ha ancora imparato è giusto sostituirlo.
Detto questo, Nonge avrà altre occasioni per rifarsi, è giovane.

tom

E comunque, ma non era meglio far entrare Nicolussi?

Il Regolamento

Eh, bravo, e tu lo sapevi che sarebbe stato meglio far entrare Nicolussi? Non mi pare che nelle ultime prestazioni abbia fatto faville…

tom

Ha ciccato una partita, ma nelle altre (poche) sortite ha fatto vedere cose interessanti, compresa una buoan prestazione contro l’Inter all’andata, se non ricordo male. Di sicuro ha molta più esperienza e presernze in serie A di Mr.-Ragazzino-Sconosciuto-che-Gioca-in-Serie C-Nonge. Io comunque non pretendo di aver ragione, ma soltanto di poter dire la mia. Posso o devo chiederti il permesso?

Il Regolamento

😲 non ho capito, sono stato scortese? Ti ho solo detto che mi pare che Nicolussi non abbia fatto faville nelle ultime partite, ti chiedo scusa per non essere stato della tua stessa opinione.

tom

Chiedo scusa a te se ho fraintesto il “Eh, bravo”. Mi è sembrato sarcastico. Se non è così, prendiamocela entrambi con la comunicazione social, così abbiamo ragione tutti e due. 😉
Peace…

Il Regolamento

✌ and love forever… non volevo essere sarcastico, ci mancherebbe, il tuo intervento non me ne dava nessun motivo.
Adesso basta però scusarci a vicenda, se no qua dove andiamo a finire? 🤣

tom

Non si può mai sapere nella vita… 🤣

Mordechai

Concordo con radar … Nonge ha di sicuro fatto una cappellata (non peggio di altri, comunque) ma mandarlo sotto la doccia cinque secondi dopo è stato quanto meno … indelicato.
Con altri, Allegri è ed è sempre stato più indulgente.

Il Regolamento

Quello di Nonge non è un semplice errore, è una scelta completamente sbagliata.
Hai inguaiato la tua squadra causando un rigore evitabilissimo solo perché non hai ragionato, non era una situazione in cui dovevi intervenire.
Ho anch’io nella mia squadra un ragazzino così, ogni tanto fa interventi senza senso perché deve prendere il pallone a tutti i costi.
Ma questo ragazzino non gioca in serie A, gioca nei giovanissimi provinciali.

Bob Aka Utente11880

Più che altro perchè sostituirlo con un difensore: all’88° sotto di 1 gol cosa difendi ?

Il Regolamento

Le alternative erano Nicolussi e Kostic, mi pare che entrambi in questo periodo non stiano proprio facendo faville. Danilo tutto sommato ha i piedi buoni, magari qualche palla decente davanti avrebbe potuto metterla, oltre al fatto che ha esperienza e carìsma (il correttore mi segnala errore, chissà come mai)

Bob Aka Utente11880

Ma allora Gatti che di testa vi ha sfangato più di una partita all’ultimo e che magari sull’ultimo corner la metteva dentro al posto di Ruga-Pippa ….

Il Regolamento

Eh, si, Bob, da qui abbiamo sempre tutti la soluzione migliore, quando le cose vanno male… 😉
Rimane però il fatto che se Rugani avesse messo dentro quella palla nel recupero, su colpo di testa di Danilo e tiro (sbilenco) di Yildiz, adesso staremmo dicendo che Allegri ha salvato la partita con i cambi

Bob Aka Utente11880

Me lo sono detto da solo mentre scrivevo il post, che a posteriori …

Il Regolamento

il post a posteriori è sempre perfetto 😉.
Dovremmo sfruttare di più i potenti mezzi che ci mette a disposizione il padrone di casa. Una volta o l’altra ci organizziamo per commentare su “open bar” una partita in diretta, e vediamo che strategie adotteremmo noi.
Poi si ride… 🤣 🤣 🤣
P.S. Io è meglio che nemmeno ci provi…

Bob Aka Utente11880

Non è una cattiva idea, anche se io mi limiterei al passa … tira … che ca@@@ fai ! …
Un po’ come alle sceneggiate dove, si diceva, il pubblico interveniva per correggere clamorosi svarioni del copione, tipo: “Non lui, è stato l’altro !”…

Mordechai

Ho visto in passato “scelte&cappellate” ancora più eclatanti da parte di compagni più navigati e/o mammasantissima, poi tranquillamente confermati in squadra.
Non sono d’accordo.

carta vetrata

Mah, che Allegri non sappia dare un gioco non è una novità, che però passi come capro espiatorio delle difficoltà pare esagerato. C’è un roster costoso e male assemblato, soprattutto c’è una dirigenza da costruire. Attualmente c’è una fase di commissariamento, e Allegri forse è quello che più di altri sta dando quanto richiesto, cioè la qualificazione alla CL, quella sì basilare. Affidargil l’organico futuro, specie se giovane, è una follia e siamo d’accordo, ma potrebbe la juve permettersi un altro guru come Pirlo? E metti che viene Motta (secondo me sarebbe un pazzo) , gli date il tempo che serve, considerando che ha panchinato perfino Zirkzee per tutto il campionato scorso, e che è meno malleabile di Sarri e gasperini mesis assieme. Conviene accomodarsi all’idea che ci vorrà tempo e fortuna. Per divertirsi per fortuna c’è altro: veder giocare l’Inter o il Bologna, andare al circo, sentire Salvini, leggere un buon libro, mille cose da fare. Salvo rovinarsi il fegato, che non ne vale la pena.

Mordechai

Il mio fegato non lo rovino certo per ‘sti quattro baluba che rincorrono una palla, tranquillo.
Vedo che metti Inter e Salvini nella stessa frase.
Sicuro d’essere interista?
🙂

Nicola Romano

Piu’ che altro le scintille esplodono per l’accoppiata Salvini- leggere un buon libro .

carta vetrata

Moderatamente. Sono sicuramente antiminchiate. Salvini e Inter nella stessa frase non ci possono stare, semmai col Milan. Con voi ci metterei, chessò, Renzi?

Mordechai

Con voi è facile : La Russa.

Il Regolamento

Severo ma giusto

Il Regolamento

lo chiedo anche a te: se gioca coperto per non prenderle e ottiene qualche risultato deve andare via.
Se gioca più propositivo e costruisce venti azioni da gol in una partita, ma perde, deve andare via lo stesso.
Cosa dovrebbe fare, stante che non abbiamo in rosa Tevez, Pogba, Cristiano Ronaldo e Del Piero?
EDIT: lascia perdere questo commento, leggi sotto

Modifica il 1 mese fa da Il Regolamento
cipralex

Lascia perdere…questi le partite manco le guardano…

Mordechai

Con Allegri, spesso, è la cosa migliore da fare.

cipralex

Può essere, ma commentare una cosa che non conosci pare comunque inutile per te e per chi ti legge.

Mordechai

Puoi serenamente “saltarmi”, giuro non mi offendo.
Se faccio, come dire, fatica a guardare ‘sta squadra in TV per un’ora e mezza filata, so io di chi è la colpa.
A me frega una ceppa fritta il risultato fine a se stesso, io voglio anche e soprattutto assistere a … qualcosa di gradevole.

carta vetrata

pensa cos’è guardarle per intero, e continuare a non capire…..

cipralex

Beh, tu sei quello che, dopo averci studiato sopra, ha capito che l’Inter con 800 ml di debito e una proprietà latitante (per usare un eufemismo) ha un futuro luminoso mente la Juve di proprietà Exor (utile 2023 superiore a due miliardi) ha un futuro nebuloso…vedi tu…

carta vetrata

non sai di cosa parli, ci rinuncio.

Bauscia

Con quel debito monstre, pensa che idioti che siamo stati… ci siamo presi Conte valorizzando la rosa e rivendendola (in buona parte) a prezzi esorbitanti… e poi, pensa che idioti che siamo continuati ad essere… invece di proporre un calcio preistorico-geriatrico, abbiamo pensato bene di puntare sul gioco per continuare a valorizzare e rivendere pezzi “pregiati” e mantenerci in vita… anche vincendo qualcosina… pensa che idioti che siamo… potevamo comprare Chiesa e Vlahovic e ridurne il valore fino a non avere mercato facendogli fare tre attacchi a partita…

Poi toh… ti esce una partita come ieri sera …una su mille ce la fa (anche lui)… e non abituato alla manna dal cielo concessa in disimpegno dalla difesa napoletana, ti fai il tiro al piattello sui maroni…

Comunque guarda che non c’è problema, non scaldarti troppo: LUNGA VITA AD ALLEGRI!!!😃

Io ero uno di quelli che pensava che vi avevano fatto un favore a defenestrare Agnelli, ma vedo che persistete nel mantenervi attaccati con i denti all’ultimo anello di quella catena.

Bene così, non mollate mai.
😃😂😇

cipralex

Quando si dice comprensione di un testo scritto…

il ghiro

Veramente avevo visto anche questa, che mi era piaciuta di più.
ATALANTA – BOLOGNA 1 – 2
Sfida tra le due squadre più in palla della Serie A, Gasp sceglie Zappacosta e Ruggeri sulle fasce, davanti Lookman con CdK, Motta opta per Calafiori, Fabbian e Ndoye. Arbitri romani, in campo La Penna, al VAR Valeri.
Al 1′ crossa Ruggeri, CdK al volo spara appena alto (sarebbe stato un gol splendido), poi dopo due gialli ingiusti (Posch e Koopmeiners) e dopo un paio di belle parate il polacco si arrende, staffilata di Zappacosta, Skorupski respinge ma Lookman ribatte in rete da pochi passi, 1-0. Per ora il Bologna pare intimorito dalla “prepotenza” della Dea, i nerazzurri dominano sulle seconde palle, paiono più feroci e determinati.
Ripresa: entrano Saelemaekers e Lucumì per Orso e l’ammonito Posch, qualcosa cambia, Stecchino miracoloso sulla testata di Calafiori, entra Urbanski, prende campo e fiducia il Bologna, Koopmeiners sgambetta Saelemaekers in area, rigore affidato a Zirkzee, palla da un lato e Stecchino dall’altro, 1-1. Ma non è finita qui, scende Urbanski e allarga a Ndoye, rapido tiro contrato, ma Ferguson si avventa sulla respinta e spara in rete sorprendendo Stecchino, 1-2. Entrano Ederson e Holm, giallo per lui, dentro anche Scamacca e Miranchuk, giallo per Ederson, situazione ribaltata, la Dea sembra subire la tecnica migliore dei rossoblu, solo una grande sventola da fuori di Miranchuk deviata da Skorupski, dentro anche Hien, Aebischer e Odgaard, giallo per lui, ma Thiago Motta si porta a casa la vittoria senza grandi sofferenze. Sugli scudi il solito “Presbitero” Zirkzee, a ruota gli altri, Ferguson e Freuler, Calafiori e Beukema. Stavolta alla Dea le proverbiali doti di grinta e ferocia agonistica non sono bastate. Ottimo l’arbitro La Penna, autorevole e molto attento, solo 5 gialli e solo per interventi fallosi.          

Modifica il 1 mese fa da il ghiro
Il Regolamento

Aggiungo che non capisco cosa volete da questo povero uomo (si fa per dire): se gioca coperto e porta a casa un po’ di risultati è un allenatore di merda e un cagon.
Se gioca più propositivo, costruisce un sacco di occasioni e perde, è un allenatore di merda e un incompetente.
Andiamo, dai…

Mordechai

Il giudizio su Allegri va (ben) oltre la partita di ieri.
Non ha più nulla da dare alla squadra.
Nulla di nuovo, intendo.
Che vada a miracol mostrare altrove.
Se trova qualcuno che lo paga, certo.

Il Regolamento

Scusa, non avevo letto la tua risposta qui e ti avevo scritto anche sopra… 😅
Sinceramente, il discorso del vecchio o nuovo non lo capisco tanto bene, io penso che un allenatore se ne deve andare quando non raggiunge risultati adeguati oppure quando nella squadra c’è un clima di “stanchezza”.
A me non sembra sussistere nessuna delle due condizioni.
Parere personale…

Dare to Slack!

Io continuo a non capire cosa gli juventini pretendono da Allegri.
Il bel gioco? Hanno massacrato Pirlo e Sarri (e ai tempi Maifredi) per via dei risultati.
Credono che questa squadra possa fare di più? Per me entrare in CL, quasi raggiunta, ed essere ancora in corsa per portare in bacheca un’ennesima Coppa Italia è un ottimo risultato.

Mordechai

Caro amico, a me pare invece esattamente il contrario.
La squadra è da troppo tempo rattrappita su se stessa, involuta, come un automobile in autostrada col freno a mano tirato.
E questo, ripeto, a prescindere dalla partita di ieri.
Dopo un totale di otto anni, è ora di cambiare …

mikecas

vabbè… ormai parli per principio, e un pochettino per sentito dire… forse è meglio se smetti e aspetti… 😉

Mordechai

Aspettare cosa, Godot?

cipralex

Come cazzo fai ad esprimere giudizi senza manco aver visto le partite lo sai solo tu.

Mordechai

Negli ultimi tre anni, di partite della Juve, anche se il più delle volte a spizzichi&bocconi, ne ho viste pure troppe, comunque più sufficienti per disamorarmi gradualmente ed annoiarmi sempre di più.
A te piace e soddisfa ‘sto stanco tran tran?
Com’è che si dice … contento tu, contenti tutti.
Tientelo pure stretto ‘sto fenomeno.

Waters

Calmati Alex dai…

Il Regolamento

Secondo me è vero che spesso la squadra non esprime un gioco soddisfacente da quando c’è Allegri, e che nelle ultime partite le cose non sono andate bene.
Però siamo pur sempre secondi in classifica, un risultato che ad inizio campionato era difficile da ipotizzare, considerando anche le sfighe che abbiamo avuto, e abbiamo tenuto nelle prime ventuno giornate un rendimento altissimo (16 vittorie, 4 pareggi e 1 sconfitta).
Il mio discorso sulla “stanchezza” invece fa riferimento al rapporto fra i giocatori e il mister, da quello che vedo in campo non sembra ci siano tensioni o situazioni difficili.
Considerando che anche i calciatori sono lavoratori, e passano otto ore al giorno nell’ambiente di lavoro, è chiaro che se i rapporti non sono buoni il lavoro diventa molto più difficile, e i risultati sono inferiori alle attese.
Poi, sul fatto che dopo otto anni sia ora di cambiare sono d’accordo, lo dico sempre a mia moglie che dopo vent’anni sarebbe ora… 🤣 quello su cui non sono assolutamente d’accordo è che Allegri sia uno che non sa allenare.

Modifica il 1 mese fa da Il Regolamento
carta vetrata

8 ore al giorno proprio no, al massimo 6. Di cui metà passate a cazzeggiare con i compagni. Dappertutto, mica solo in casa juve.

Mordechai

Mai detto che non sappia allenare.
Ribadisco però che, per la squadra ed anche per lui, è ora che (finalmente) le rispettive strade si separino.
Farebbe bene anche a lui, ritengo, un’esperienza in un ambiente nuovo, anche e soprattutto all’estero.

Il mattino ha loro in Bocca

Morde a me sembra soprattutto per te.

Mordechai

Ovvio. Se gli altri confratelli son contenti, buon per loro.
E non mi riferisco ai risultati.

Il mattino ha loro in Bocca

era una battuta…

Mordechai

Davvero? 🙄🙄🙄

Il Regolamento

Ho visto solo gli highlights, ma sinceramente non mi sento di criticare la Juve per la partita di ieri sera. Vlahovic fantastico, si è costruito un sacco di occasioni, un paio le ha sbagliate, ma sul resto ha avuto davvero sfortuna (colpo di testa fuori di millimetri e scavetto sul palo).
Chiesa, quando sta bene, il suo lo mette sempre.
Bravo il Napoli a fare la sua partita, ma secondo me, almeno a vedere le occasioni da rete, un pareggio sarebbe stato più giusto.
Stupisce piuttosto che qui dentro ci siano colleghi che ancora non allenano almeno in serie B, vista la loro competenza e la loro preparazione, soprattutto sulle ribattute dei rigori.
Per come l’ho vista io, che non so allenare neanche i giovanissimi, al momento della battuta, c’erano QUATTRO giocatori della Juve in anticipo su tutti, addirittura Yldiz era in posizione irregolare (piede all’interno dell’area). Evidentemente si sono fatti fregare sullo scatto, ma quello è un problema di preparazione atletica e/o di concentrazione e/o di determinazione, non credo che ci sia un problema tattico.
In ogni caso, il rigore per il Napoli c’era tutto, evidente pestone di Nonge su Osimhen.

rigore napoli.jpg
il radarista

Il Napoli batte la Juventus e questa si deve rammaricare per le occasioni avute e sprecate. Gli errori in difesa del Napoli sono ormai strutturali e non credo basti cambiare la posizione dei giocatori per sistemarli. Occorrono uomini nuovi.
Alla partita di andata fu esattamente il contrario. Il Napoli giocò più e meglio della Juventus ma fallì alcune facili occasioni. Possiamo dire che abbiamo pareggiato i conti.
Grande Raspadori. Partito da dietro ha fregato portiere e giocatori della Juventus, come un soffio di vento inaspettato. (Shnirele, dove sei? Mi mancano i tuoi scritti, quelli che mi hanno aiutato in momenti di grande difficoltà).

Vipe

Molti come questo del “nostro” conservati.

IMG_5934.png
il radarista

Grazie Vipe. Ma ce l’ho da parte, come la prima poesia di un’antologia. Veramente conservo anche alcune poesie di Hilander molto belle e decrive luoghi a me familiari. I momenti, of course, sono suoi.

tom

Bocca, il potere Juve è quello che gli fa rimediare tre cartellini gialli nei primi ventotto minuti, compreso quello ridicolo su Vlahovic, che gli farà saltare la sfida, a questo punto decisiva, contro l’Atalanta?

cristoforo

il potere juve è quello che dopo i primi tre gialli non vede un rigore netto su kvara e nemmeno si accorge del secondo giallo a cambiaso.

Il Regolamento

stupefacente è l’unica parola che mi viene in mente

tom

Metre tu non ti accorgi che anche Kvara si appende alla maglia del difensore. Dai, se proprio devi cercare un caso eclatante, cerca di impegnarti di più.
PS: anche l’ammonizione a Bremer è ridicola.

Gianni Frattini

Una semplice nota statistica. Il campo del Napoli (il “Maradona” ex “S. Paolo”) è diventato da un po’ di tempo tabù per la squadra juventina. Infatti, l’ultima vittoria della Juventus a Napoli risale al 2018/2019 quando i bianconeri s’imposero per 2 a 1 con goal di Pjanic e Can mentre per il Napoli segnò Callejon (era il Napoli di Ancellotti). Da allora solo sconfitte, con 12 goal incassati e solo 4 realizzati. Ovviamente, fa rumore la vittoria dello scorso anno con il sonoro 5 a 1 che tutti ricordiamo.
Questa sera la Juve ha giocato un buon 1° tempo, pressando alto e creando qualche problema alla difesa del Napoli che ha bisogno ancora di rivedere qualcosa, non solo nei singoli, ma anche nella fase difensiva. Ma il Napoli ha retto bene e, sebbene la Juve si possa rammaricare per le occasioni sprecate da Vlahovic che ha colpito anche un palo, alla fine mi sembra di poter dire che il Napoli non ha demeritato la vittoria. Nel 2° tempo, soprattutto, ha tenuto meglio il campo e ha, anzi, dominato per larghi tratti. Il rigore mi è sembrato solare e, forse, ce n’era anche un altro all’inizio della partita per fallo di Cambiaso (giocatore che a me piace molto ed è uno di quelli che porterei via alla Juventus) su Kvara che sembra essere tornato quello di una volta.
Non si può dire che il Napoli sia guarito ma i segni di miglioramento mi sembrano evidenti. Dopotutto questa è la prima volta che quest’anno battiamo una big (a parte l’Atalanta), ma è necessario dimostrare continuità per avere la conferma che la situazione sia realmente cambiata. Questo mese si presenta decisivo. La prossima a Torino sponda granata per la riconferma in campionato, poi Barcellona che è la partita più importante per la storia di quest’anno del Napoli (difficilissima, nonostante il periodo non felice dei blaugrana che, a quanto pare, hanno perso anche Pedri e De Jong) poi l’Inter schiacciasassi a Milano e l’Atalanta al “Maradona” dopo la sosta per le nazionali. Vedremo e speriamo.
‘Nce vedimme

nostalgia chinaglia

Boh, chissà che partita stupefacente devi aver visto “al Maradona”…

Guarda, io da tifoso neutrale (neutrale nel senso che tifo per la Lazio), l’ho vista così.

Primo tempo:
sul primo errore di Oliveira, Chiesa mette una palla d’oro ad Alcaraz che cilecca la girata a rete a colpo sicuro dal limite dell’area piccola;
sul secondo errore di Oliveira, Chiesa si invola sulla destra e mette una palla col contagiri sulla testa di Vlahovic che manda a lato di qualche centimetro a portiere battuto;
Vlahovic sullo scatto ad eludere il fuorigioco mette sul palo con uno scavetto perfetto e sfortunato;
subito dopo il gol di Kvara (casuale e fortunato, la deviazione di Cambiaso rende complicato, ma non impossibile da parare, un tiro altrimenti innocuo), Vlahovic si mangia un gol fatto solo davanti al portiere.

Secondo tempo:
nella stessa azione, prima Alcaraz e poi Cambiaso si mangiano due gol fatti;
la girata di Vlahovic su invito di Miretti con salvataggio di Meret;
il bel gol di Chiesa;
dopo il rigore casuale in un’azione innocua, pure con tutta la difesa che si fa sorprendere sulla ribattuta del rigore calciato malissimo da Osimhen, nuovo gol mangiato da Rugani.

A me pare che dopo che vi sia girata male per tanto tempo, da un po’ di tempo vi stia dicendo bene… ma col trend precedente, ieri sera poteva finire con una goleada. E non per voi.

Comunque non sei il solo che sembra aver visto un’altra partita. Leggendo il commento di Bocca, siete almeno in due. Anche se, più probabilmente, conoscendo a fondo le redazioni e i giornalisti sportivi, Bocca la partita non l’ha nemmeno vista, ma ha letto solo il risultato.

Modifica il 1 mese fa da nostalgia chinaglia
Claudio Mastino 62

Perfettamente d’accordo con te,
anch’io da tifoso neutrale ho visto la partita esattamente come tu l’hai descritta.

Modifica il 1 mese fa da Claudio Mastino 62
Xavier

Sinceramente anche io: Juve brava ma molto sfortunata (e sprecona).
Comunque mi pare che dal canto suo Calzona abbia almeno rimesso il Napoli in condizioni di sufficiente competitività.

il radarista

La partita che ho visto io è stata molto emozionante e piena di suspense.
La Juventus ha avuto diverse occasioni da gol e non le ha sapute sfruttare. Per lo più ha recuperato palla al limite dell’area di rigore, per evidenti errori dei difensori del Napoli. Regali inaspettati che hanno sorpreso e fatto sbagliare gli attaccanti juventini. Solo una volta Vlahovic ha fatto una sua bellissima azione e,dopo aver saltato la difesa, è stato fermato dal palo. Per il resto si è visto il solito Napoli che “costruisce dal basso” per poi suicidarsi con lanci lunghi regolarmente persi. La costruzione dal basso deve essere una malattia contagiosa, L’aveva Sarri e quindi Calzona. L’aveva Spalletti e l’ha ereditata Calzona. Purtroppo Calzona non ha Albiol o Koulibaly e non ha Kim, il che mette la squadra in perenne pericolo. D’altra parte, i giocatori del Napoli la palla se l’aspettano sui piedi e fanno poco movimento. Succede spesso ed è successo anche stavolta.
Bellissimo il gol di Kvaratskhelia, sorprendente quello di Chiesa, ladro e furbesco quello di Raspadori. Il Napoli, in ogni caso, ha meritato la vittoria. Esattamente come la meritò la Juventus all’andata, quando Napoli giocò e la Juventus vinse.

Waters

Se tu sei Laziale, io sono Pete Townshend…

Nicola Romano

Grande compositore rock e chitarrista, quando si dice 80 anni suonati .

Nostalgia Chinaglia

Bah… e perché mai un chitarrista formidabile dovrebbe confondersi con te?😃

Tranquillo, sono lazialissimo e normalmente la Juventus, le volte (non moltissime) che la vedo, mi fa addormentare. Ma ieri ho visto una squadra che accorciava alto e recuperava spessissimo palla creando tante occasioni quasi come in tutto il resto delle altre sue partite che avevo guardato.

Avevo letto quello che scriveva @frattini ed ero rimasto stupito di come altri vedano le partite che io, disinteressato al risultato (non gufavo nemmeno il Napoli a pari punti… quest’anno per noi, come sempre negli anni in cui giochiamo in Champions con una rosa risicata, non possiamo aspirare a nulla, nemmeno alla qualificazione in Conference, speriamo solo nella Coppa Italia). Tutto qui.

E mi pare di non essere il solo tifoso neutrale e disinteressato ad avere visto la stessa partita. Strano invece che tu che stai avanti di 15 punti sia così ossessionato da questa juvetta. Ma ognuno è fatto a modo suo, ci sta.

Modifica il 1 mese fa da Nostalgia Chinaglia
darth_anthony

Vittoria casuale del Napoli, che non ha praticamente mai tirato in porta, pur tenendo palla per tutta la gara. Tuttavia se sprechi tutto quello che ha sprecato la Juventus, le partite le perdi per gli episodi, e così, puntualmente, è stato.
E CF l’aveva pure parato il rigore.

il rasoio di Occam

Quando finalmente rischi di fare una partita a tuttocampo, ma i tuoi giocatori increduli di poter avere a disposizione palla nei trenta, venti, dieci metri finali, sbagliano anche l’impossibile. Finisce (giustamente, è il contrappasso e il brivido del gioco, bellezza!) con il guru della difesa bassissima e il suo sconfinato e inutile staff che non sanno nemmeno allenare le ribattute del portiere su rigore. In occasione della respinta di Szczęsny, sette giocatori del Napoli in anticipo sui difendenti bianconeri.

Modifica il 1 mese fa da il rasoio di Occam
Il mattino ha loro in Bocca

allenare le ribattute?…😂😂..a tennis?

il rasoio di Occam

Disegnino

Il portiere polacco ribatte il tiro di Osimhen (ribattere – sinonimo di respingere).

Sulla respinta (ribattuta – molti radiocronisti coninuano ad utilizzare questo termine forse vetusto in luogo di “respinta” o del più generico “parata”) del portiere polacco, i giocatori juventini stanno a guardare, mezzi scazzati. Mentre quelli di un allenatore arrivato da due settimane che lavora sul campo anche sui dettagli, partono da dietro e li saltano a doppia velocità.

Ma mi sa che in effetti sei più esperto di tennis, perché se avessi giocato a calcio, anche solo fino alla Promizione come ho fatto io, ti avrebbero insegnato (e allenato) a marcare gli avversari al limite dell’area, o ad ostacolarli formando una fitta “barriera” con gli altri compagni.

Più semplice così?

cipralex

😂 …non ci si può credere…

Il Regolamento

non sanno nemmeno allenare le ribattute del portiere su rigore”
E come si allenano, le ribattute del portiere su rigore?

Luc10 Dalla

Giocando a “muretto” nel cortile di casa suppongo 😜

Arriba la Celeste!

Se esiste un metodo (quindi allenato con esercitazioni specifiche) per cui gli attaccanti riescono a “saltare in terzo tempo” (Allegri dixit, irei sera dopo la partita) i compagni di squadra del portiere a presidio sulla linea dell’area di rigore, deve (giocoforza, è il gioco stesso del calcio, la sua storia, che lo insegna) esistere un metodo allenabile a rimedio di questa situazione (rimanendo al basket, per esempio, un blocco preventivo).

Tanto più allenabile da un difensivista e risultatista al cubo come Allegri (da tre anni senza lo straccio di un risultato, ma con ampia collezione di figuracce).

il rasoio di Occam

Boh… Ma qualcuno abbia giocato a calcio c’è su questo blog?

(Leggi le risposte sopra se ti interessa il calcio)

Modifica il 1 mese fa da il rasoio di Occam
Il Regolamento

🙋‍♂️
Io ho giocato a calcio, ma non mi hanno mai “allenato le ribattute del portiere su rigore”.
Quando giocavo portiere invece mi hanno allenato a respingere SEMPRE la palla verso l’esterno, ma a volte non mi riusciva.
Anche adesso che aiuto il mister della squadra di mio figlio, non ho mai visto NESSUNA squadra “allenare le ribattute del portiere su rigore”.
La storia del blocco preventivo è una cazzata bella e buona, se hai l’avversario che parte cinque metri dietro di te e provi a fare un blocco, questo ti passa sopra. Ed essendo il calcio uno sport che si gioca undici contro undici, è un po’ difficile “fare una fitta barriera” senza lasciare spazi da altre parti.
Esistono situazioni che non hanno un allenamento specifico, le uniche cose che puoi allenare sono la velocità e la concentrazione.

il ghiro

NAPOLI−JUVENTUS 2 – 1
Partono subito forte entrambe, la palla viaggia veloce da un’area all’altra, C.F. sventa un cross di Di Lorenzo, Chiesa ruba palla a Olivera e cross per la testa di Vlahovic che colpisce male mandandola fuori, giallo a Vlahovic all’ennesimo fallo su Kvara, tiretto di Iling parato da Meret, tanta foga ma anche tanta imprecisione, ciabattata alta di Di Lorenzo, giallo a Bremer che si fa scippare la palla da Osi, C.F. para la punizione di Kvara anticipando Anguissa, giallo per Cambiaso, sx di Iling a lato, morbido pallonetto di Vlahovic sull’uscita di Meret che bacia il palo, cannonata in tribuna di Miretti, scende Kvara a sx ma il tiro è flebile, Alex Sandro salva sulla linea, tiro ridicolo di Traorè. Poi finalmente il Napoli passa, azione da dx, Politano a Di Lorenzo, traversone deviato per il dx al volo di Kvara che piega le mani di C.F., 1-0. Miretti ruba palla a Traorè, Vlahovic spara alto.
Ripresa: giallo a Traorè, scappa Chiesa a sx, palla a Cambiaso che spara alto, lotta greco-romana tra Osi e Bremer, attento Meret su Vlahovic, entrano Ostigard, Raspadori e Zielinski, dentro Weah, poi Nonge e Yildiz, altra ciabattata alta di Di Lorenzo. E la Juve arriva al pareggio, scambio tra Alcaraz e Chiesa che lascia partire un diagonale dal limite imparabile per Meret, 1-1. Ma poco dopo in un sandwich a tre con Osi a fare da companatico Mariani pesca un pestone di Nonge sul piede del nigeriano e concede il “rigoretto”, batte Osi, C.F. glielo para ma Raspadori svelto ribatte in rete, 2-1. Proteste juventine ma tutte inutili, anche se probabilmente giustificate, entrano Milik e Danilo, va altissimo il sx di Rugani, e la partita si chiude così, con Ciccio Calzona “rAllegrato” e con Max Allegri “Calzonato”.

Modifica il 1 mese fa da il ghiro
il radarista

Non avevo notato il giallo a Bremer che ne avrebbe meritati altri quattro o cinque. Ho trovato ridicolo il “giallo di squadra fallosa contro Kvaratshelia” dato a Vlahovic. Penso che ogni giocatore si debba fare i “gialli suoi”. In un non lontano passato, Insigne aveva segnato un gol identico e preciso a quello segnato da Kvaratskhelia ieri sera. Grazie sempre per la lucoidità dei dettagli che, emotivamente, non vedo.

il ghiro

Caro radarman, un cenno rapido di valutazione tecnica. Troppi azzurri non sono da squadra di rango: J.J., Olivera, il pernicioso Anguissa, Politano. Anche le riserve sono inadeguate: Ostigard, l’ancora grezzo Natan, il logoro Mario Rui, i nuovi Traorè e Lindstrom. Incomprensibili i prestiti di Zanoli, Gaetano e Zerbin. Perchè tutto ciò? Chi comanda lì ci capisce qualcosa di calcio? Io non ne sarei tanto sicuro.

Xavier

Anguissa a me non sembra affatto scarso, Politano tantomeno, casomai incostante.

Il Regolamento

Politano chi? Quello che vale due/tre Camoranesi, e che se ci fosse una giustizia divina sarebbe titolare fisso in nazionale? (giuro, letta qui dentro)

il radarista

Grazie sempre. La penso allo stesso modo. Chi ha mandato via Zanoli, Zerbin e Gaetano di calcio non capisce nulla. Non avevamo bisogno di Traorè e Ngonge ma di un buon ed esperto difensore centrale. De Laurentiiiiiiis si intende di cinema e di soldi, non certo di calcio.

il ghiro

Radar, un’ultima nota: fuori Anguissa, riprendetevi Folorunsho, sta giocando lontano da Napoli da troppi anni, mi pare maturo per giocare titolare tra gli azzurri, fossi in Lotito non ve lo avrei mai ceduto.
P.S. Una prece per il povero Berardi, piaceva tanto a Sarri, a me non tanto, però era meglio di tanti altri, Politano per esempio. Ora in Nazionale spazio al mio Orso e a Chiesa, con Zac a sx. Comunque auguri per una rapida guarigione, mio figlio ci ha messo più di un anno e non giocava da professionista.

Modifica il 1 mese fa da il ghiro
napoletano scaramantico

C’era da verificare se fosse stato il Sassuolo ad essere un no-test o se noi ci stessimo rimettendo in linea di navigazione. Si la prima, ni la seconda. Nessun surfing sull’onda dello scorso campionato, neanche a parlarne, ma uno sviluppo del gioco più aderente alle corde dei nostri calciatori, comunque in debito di condizione fisica generale, credo si stia rivedendo. Mentre il Sassuolo, possiamo dirlo senza tema di smentita, si candida seriamente alla serie B. Bisogna riconoscere che la Juventus di Allegri, insolitamente propositiva nonostante fosse priva dei suoi due migliori centrocampisti (o forse proprio per questo, conoscendo e saggiando la nostra condizione fisica, il furbo livornese ha scelto il pressing a tuttocampo?), non ha mai prodotto così tante palle gol come stasera (tutte clamorosamente ciccate da Vlahovic e soci) contro la nostra difesa ancora molto vulnerabile. Nel computo delle occasioni da gol, possiamo ammettere che ci è andata di lusso. Sul fronte arbitrale vale la pena di ribadire che magari avessimo potuto contare su arbitraggi e monitoraggi-Var come quelli nelle partite contro la Juventus (otto rigori a nostro favore nelle ultime dieci sfide contro di loro, ricostruzioni Var puntuali che ribaltano gli errori di valutazione in campo, gestione dei cartellini consona) anche nelle partite contro le altre strisciate… l’intervento di Nonge – rigore netto – era tale e quale a quello di Acerbi su Osimhen… stendiamo un velo pietoso sull’enorme rigore di Leao su Lozano che ci tolse la possibilità della semifinale e (forse) della finale della passata Champions, per non parlare del mancato intervento del Var sul placcaggio di Lautaro su Lobotka, per tacere della gestione dei cartellini nella partita di andata dei quarti di Champions dello scoso anno a Milano e della finale di Supercoppa di quest’anno, con Cahlanoglu letteralmente graziato e Simeone bullizzato…
Detto questo – che va ribadito con forza! – speriamo bene per il prosieguo. Calzona sembra un tipo a posto e con le idee chiare, ma – come dicevo – se non cresce rapidamente la condizione fisica generale della squadra e se non si pone rimedio alla fragilità difensiva, non ci possiamo fare grosse illusioni.

Expo

Continuano i capolavori tattici del Maestro di Livorno anche al San Paolo.
La Juve di Allegri in questa stagione ha mostrato due faccie: quella che difende sulla trequarti, tutti stretti per non lasciare spazio in area; e quella che sale a pressare nella metà campo avversaria, cercando la ripartenza “corta”.
Quando la Juve di Allegri pressa altra, sembra sempre che siano un giocatore in meno. Questo perché lo schema di difesa a 3 non permette “prendere” gli avversari, e c’è sempre uno che non marca nessuno.
La Juve inizia pressando alto, ma il Napoli ha sempre una uscita, normalmente sui laterali, che poi cercano Kvara a sinistra o Politano a destra.
Questo buco genera 3 ammonizioni in 20′, causate da Kvara che salta la prima marcatura e forza la trattenuta. Per cui, cartellini per Vlahovic (!), Cambiaso, e Bremer (cha fa fallo su Osimhen dopo che questi lo sbilancia con una spinta non vista dall’arbitro). 
Alla mezzora, dopo un paio di occasioni degli azzurri, finalmente cambiano schema di marcatura, facendo uscire Alex Sandro a sinistra su Politano, e Cambiaso a destra.
Il Napoli passa al 42′, dopo uno spiovente spizzato sul secondo palo, su cui Kvara incoccia al volo e mette all’angolino (complice deviazione di Cambiaso e CF non ci arriva).
Nonostante la stortura tattica, la Juve ha almeno 3 chiare occasioni da gol, con Vlahovic che prima sbaglia di testa su un cross al bacio di Chiesa, poi prende il palo con uno scavetto sul portiere in uscita su filtrante ancora di Chiesa, e infine mette al lato su palla recuperata sul pressing alto.
Il secondo tempo comincia con una Juve più arrembante, che continua a mangiarsi occasioni (clamorosa quella di Cambiaso).
Poi le sostituzioni, in cui Allegri stupisce con le sue bischerate: al 76′ fuori i laterali Cambiaso ammonito per Weah (ancora terzino destro) e Iling (molto propositivo, per Yildiz); e il 18enne Nonge per uno stanco Miretti.
Al minuto 81, Chiesa pareggia con un tiro incrociato dei suoi.
Cinque minuti dopo, ancora il VAR a cambiare le partite. Rigoricchio su Osimhen, con Nonge che gli tocca il piede quando già aveva perso il pallone, che addirittura era fuori area.
Osimhen sbaglia, CF non trattiene e Raspadori insacca.
Qui Allegri da il meglio di sè: toglie Alcaraz per Milik (ok, un centravanti in più per recuperare il pareggio) e Nonge entrato da 10′ per Danilo (messo centrocampista !!!).
Ovviamente il pressing offensivo finale con cross buttati in area alla rinfusa non genera un altro miracolo.
Scandaloso bruciare un giovane inesperto che hai buttato nella mischia, per “correggere” le tue aberrazioni tattiche!!
Il Napoli vince facendo il suo, ma la Juve ancora una volta dimostra che non è in grado di competere a questi livelli, con questo manico.
E le genialate di Allegri hanno portato nelle ultime 6 partite la bellezza di 5 punti su 18.
Ma non è mai colpa sua!

PS. Ho mangiato un panino con salsiccia in una parrilla di strada dopo aver giocato a pallone con gli amici. Non è gourmet, ma buonissimo comunque.

cipralex

…nonostante la stortura tattica (?) la juve ha almeno 3 occasioni da gol…se c’ero tu a raddrizzarla chissà quante ne avremmo avute…ma vi leggete??

Expo

La partita di ieri é stata una delle poche partite divertenti che ho visto della Juve questa stagione, anche se abbiamo perso.
E’ stata avvincente perché la squadra ha pressato alto (il gioco del Napoli invita a questo) e ha creato tante opportunitá.
Ovvio che gli errori individuali non sono colpa di Allegri.

Peró, far giocare la gente fuori posizione o insistere in dogmi tattici (la difesa a 3) sí é colpa di Allegri.
Ormai tutti hanno capito che la squadra messa a 3 (con i giocatori che abbiamo) puó solo difendere bassa e segnare su calcio piazzato.
Un bravo allenatore imposta alternative e valorizza i suoi giocatori. Non il contrario.

cipralex

A mio avviso la juve non ha “la rosa” per giocare a quattro in difesa dato che da un lato mancano i terzini (o laterali bassi se preferisci) e dall’altro hai un centrocampo che sia a tre che a quattro andrebbe comunque in difficoltà per la poca qualità degli interpreti.
Il fatto è che dovremo tutti convincerci che la squadra è quello che è (mediocre) ed adeguarci.
Certo poi puoi sempre decidere “di imporre il gioco” ,di giocare uno contro uno
sempre e di fare le uscite a cinque ma credo che in Champions con questa squadra, così facendo, non ci arrivi.
Sono comunque opinioni.
Quello che mi da fastidio, e non mi riferisco a te che argomenti sempre la tua posizione, è la critica pregiudiziale e che spesso prescinde dai dati di contesto.

Expo

Sono d’accordo sulla rosa, in termini di valore (qualitá degli interpreti) e delle mancanze di ruoli.
Peró, chi sceglie di far giocare Weah e Kostic terzini, quando hai Danilo e Alex Sandro? Se tanto vuoi giocare “basso”, meglio loro che due attaccanti che non sanno difendere.
Il terzo centrale, secondo me, non serve quando devi attaccare (quando ti hanno fatto un gol) o quando vuoi pressare.
Se non hai i terzini, perché non li ha fatti comprare tra estate e gennaio?
Se hai Cambiaso, perché lo fai giocare interno di centrocampo o terzo del tridente “offensivo”?
Yildiz sa fare una cosa bene: saltare l’uomo; non serve sulla fascia in difesa, ma meglio sulla trequarti offensiva. Peraltro, é un clone di Chiesa (piú tecnico, meno esplosivo).
Eccetera, eccetera.
Sinceramente, quest’anno Allegri ha ottenuto piú di quello che si pensava competendo per qualche mese con l’Inter. Peró, alle limitazioni della rosa lui ci aggiunge del suo, con queste distorsioni tattiche.

Il Regolamento

Non è un rigoricchio, il fallo di Nonge è evidentissimo, il ragazzo è stato veramente un pollo, visto che la palla non era pericolosa.
Sostituzioni: mi chiedo cosa avesse fatto Alcaraz di buono fino a quel momento, al di là del ruolo. Sostituire Cambiaso ammonito mi è sembrata una buona scelta, Inzaghi viene incensato perché fa sempre la stessa cosa… o no?
Se togli Iling-Junior per inserire uno come Yildiz, che a detta di tutti è un fenomeno, non credo tu stia facendo una scelta così scellerata.
Danilo invece è uno dai piedi buoni, mi sembra, togliere un difensore per mettere uno coi piedi buoni per tentare di recuperare, soprattutto quando hai due centravanti, non mi sembra un’idea così peregrina. In ogni caso “scandaloso bruciare un giovane inesperto” mi sembra un’affermazione un po’ forte, non credo che Nonge si butterà da un ponte o si darà alla droga e finirà a giocare in qualche squadretta di homeless. I ragazzi sbagliano, e imparano.
Poi, non capisco… dici che la Juve ha avuto un sacco di occasioni, ma che “non è in grado di competere a questi livelli”. Ora, in altre partite posso anche essere stato d’accordo con te, ma stavolta, cosa avrebbe dovuto fare Allegri? Schierare Tevez?

Expo

Sul rigore, da regolamento attuale ci sta. Lo tocca, quindi é rigore, come dimostrano i tanti rigori dati a Lautaro. Ai tempi del calcio che piace a me, neanche si sarebbe considerato, dato che il giocatore non aveva la palla ed era tra settecento avversari.
Il problema non sono le sostituzioni, cioé chi entra, é dove li fa giocare.
Ormai Allegri si fa la punta al cervello per mettere fuori posizione i giocatori.
Il calcio é un gioco di equilibri, se metti i giocatori fuori posizione, giocano a metá del potenziale, non sanno i movimenti, vanno in bambola.
E il problema “ideologico” di Allegri in questi anni é la difesa a 3, ormai una coperta di Linus, al di lá di qualunque utilitá tattica. I 3 difensori mettono fuori ruolo altri giocatori, e non ti fanno marcare campo e avversari come si deve.
Se fai uscire Cambiaso, non puoi mettere Weah terzino destro (ruolo che ormai é dimostrato non é il suo). Non puoi mettere Iling Jr. terzino basso, non é ruolo suo (né di Kostic). Etcetera etcetera etcetera.

Bob Aka Utente11880

Ma infatti. Il ritorno di Allegri alla Juve ha spaccato da subito la “tifoseria”, che gli ha dato tregua solo quando quest’anno la Juve si è a lungo, e con merito, alternata in testa alla classifica con l’Inter. Poi con il blackout il bostiik ha ceduto e si è tornati al “tiro-all’Allegri”. Seguendo il copione de le “Pietre” di Antoine.
Che Allegri stia facendo bene o male o il minimo sindacale non so. Però noto che ieri ha incontrato un Napoli cha aveva pareggiato col Barca e stracciato il Sassuolo, grazie anche alla fine dell’equivoco Mazzarri e a un ritrovato OSI che è imprescindibile. Mentre Allegri giocava con la fomazione Juve “più giovane di sempre”, causa materiale rotabile disponibile. Come che sia, essere tollerati in casa non è mai una buona cosa, per cui vi auguro un cambio in panca il prossimo anno. Amen.

Waters

Io avrei aperto così…..

Ieri mentre gironzolavo per il quartiere di Sant’Elmo – o é tutto attaccato? – per il classico mercatino delle pulci domenicale, dopo la partita di calcetto con gli amici, naturalmente vinta, mi è capitato in incontrare Burruchaga uno degli eroi di Messico 68 col quale ho bevuto un ottimo caffè, chiacchierando del più e del meno, erano anni che non ci vedevamo, fattasi l’ora del pranzo mi sono gustato un bel panino – rosetta – nel mercato coperto, con salsiccia di agnello e salsa chimichurri, con un bel bicchiere di Malbec, dopo un amaro nocino, ho fatto una lunga passeggiata per le vie di Buenos Aires terminata con l’arrivo nel mio attico nel quartiere Palermo…

PS… Non avendo visto la partita mi è rimasto impresso un dato, la Juventus 18 tiri in porta col 29% di possesso palla…

Expo

San Telmo.
La salsiccia di agnello mi fa un po’ orrore, ma magari é una mia limitazione.
Qui a Buenos Aires, oltre alle “normali” salsicce di maiale, le fanno con carne vacuna o mista.

carta vetrata

i 18 tiri con il 30 % di possesso palla son forse spiegabili col fatto che le occasioni son quasi tutte venute da errori di disimpegno dei difensori del Napoli? Per il resto, solito gioco asfittico, cross su cross dalla tre quarti o su palla inattiva, a cercare l’incornata o il rimpallo favorevole in area intasata. A volte va bene, a volte no. Più di tanto, Allegri proprio non riesce a dare alle sue squadre, proprio non è nelle sue corde, non gli interessa. Per questo gli è preclusa ogni panchina oltreconfine. Va ribadito che ha la rosa più costosa, la rosa più pagata ed è l’allenatore di gran lunga più pagato. Si pretenderebbe qualcosina in più che monitorare il vantaggio sulla quinta, quel calcolo sa farlo chiunque, aggratis. Vedi giocare il Bologna, l’Inter oppure anche solo il Genoa o il Frosinone, il Lecce, l’Atalanta, ecc. e producono azioni da gol su gioco manovrato. Alla Juve avviene di rado, e nel caso su azione di un singolo. Mai visto un gioco offensivo “razionale” da una squadra di Allegri, manco ai tempi del Milan. Certo, difende bene, ma il calcio è anche altro, e se non ci sono i risultati, allora è nera. Dovrebbe chiedere ad Inzaghi il permesso di andare a vedere i suoi allenamenti, prendere appunti, magari dire qualche battuta delle sue. Waters, siete già qualificati per la CL dell’anno prossimo o manca la matematica?

Waters

Non credo ci sia la matematica…

cipralex

Mah, non è che gli errori in disimpegno (due in realtà non “quasi tutti”
) sono propiziati dal pressing dell’avversario?

Quanti “cross dalla trequarti” hai visto?

A differenza di Inzaghino Allegri sa far giocare le squadre in modi diversi e con gli intrerpreti che gli mettono a disposizione.

Qui adesso diventano fenomeni allenatori che hanno vinto niente come Thiago o De Rossi o qualche coppa del nonno come Inzaghi…e tu sei quello che capisce…ma per favore…

carta vetrata

Se consenti, “tutti” gli errori in disimpegno sono dovuti al pressing avversario, o al timore dello stesso, sennò non sarebbero errori. Mettere pressione sui portatori di palla è una tattica, Sacchi ne ha ffo il suo mantra. Relativizziamo un pò i concetti, altrimenti il calcio diventa teologia. Quanto al resto, è la delusione che ti fa parlare così. Capisco. Ma cosi ti vieti di capire. Le squadre di Inzaghino, come lo chiami tu credendo di dileggiare, hanno sempre, e dicasi sempre, giocato meglio di quelle di Allegri, mica da oggi. Non che ci voglia molto. Quanto al dileggio personale, sorvolo, ma credo che tu del gioco di Inzaghi abbia capito veramente poco, altrimenti noteresti novità assolute. Allegri al massimo lo studiano all’oratorio o lo propongono come narcotico ad alto dosaggio. Quanto ai paragoni per vittorie, allora Allegri può solo portare la valigia a Mourinho. E la grande Olanda che non ha mai vinto nulla, sarebbe dimenticata, al contrario di quanto avviene ancora oggi. Che razza di discorsi sono, da asilo mariuccia. Di Allegri, una volta che avrà smesso, si ricorderanno le vittorie della sua squadra, ma soprattutto le terrificanti debacle e il gioco palloso, prevedibile e sparagnino. Garantito, sarà il benchmark del gioco peggiore, manco quello difensivo, per quello c’è il Trap prima e meglio di lui. Infine, citi allenatori che non hanno vinto niente, come Motta o De Rossi? Altra sciocchezza. Se DDR continuasse così, surclasserebbe tutti ì coach del mondo per vittorie su partite giocate, peccato ne abbia fatte solo sette. E se Motta invece di allenare lo Spezia, prelatro benissimo allenato al tempo, avesse avuto per le mani il Real… Fermarsi un attimo, prendere fiato e pensare, no, eh? Ora, dimmi un pò, parlami del gioco di Allegri, tatticamente dico. Chiesa come lo utilizza, Danilo, Rabiot, che modulo/i usa?

Il Regolamento

Prima di commentare le partite della Juve, dovresti almeno guardarne qualcuna, sarebbe utile.

carta vetrata

guardo quel che basta per valutare, non serve vedere la partite per 90 minuti a caccia dell’episodio da Var. La gran parte delle occasioni da gol della juve (evento eccezionale, per l’Inter è regola perenne mangiarsi almeno sei gol a partita) viene da errori difensivi, individuali o di posizionamento. Questo è.

Il Regolamento