Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Real Madrid - Lipsia 1-1, Real Madrid ai quarti di Champions League

Il Real Madrid di Ancelotti e il Manchester City di Guardiola vanno ai quarti di finale di Champions League. Ma la squadra di Ancelotti fatica, pareggia col Lipsia e si prende i fischi del Bernabeu. “Ce li siamo meritati” ha detto l’allenatore italiano. Per il quale si presenta addirittura la minaccia di quasi 5 anni di carcere per evasione fiscale. I club italiani rimasti in corsa – Inter e Napoli impegnati nella prossima sfida Italia-Spagna – sono avvertiti: le superbig vanno avanti. Ma per adesso non pensiamo al famigerato ranking Uefa e pensiamo solo a passare il turno

IL REAL MADRID E I FISCHI DEL BERNABEU

Il Real Madrid di Ancelotti va ai quarti di Champions League. Ma sarebbe stata veramente una pessima giornata se il Lipsia fosse riuscito a dare maggior concretezza ai suoi affondi. Fino a intimorire il Real stesso e spingere il Santiago Bernabeu a fischiare sonoramente i loro idoli.

  “I fischi – ha detto Ancelotti – ce li prendiamo perché sono meritati. Tutti gli anni c’è una partita sporca, che soffri e te la cavi così”.

ANCELOTTI NEI GUAI, CHIESTI 5 ANNI PER EVASIONE FISCALE

  Poche ore prima dell’appuntamento di Champions League un bel prepartita giudiziaio. La Fiscalia di Madrid infatti  accusa l’allenatore italiano del Real Madrid di aver evaso tasse per i diritti di immagine della stagione 2014-2015 e la Procura di Madrid ha chiesto addirittura 4 anni e 9 mesi di carcere. Insomma davvero una giornataccia.

Real Madrid - Lipsia 1-1, in gol Vinicius

Real Madrid – Lipsia 1-1, Vinicius ha realizzato il gol del Real Madrid su lancio di Bellingham.

IL REAL MADRID AVANZA CON VINICIUS  

Alla sera Vinicius imbeccato da Bellingham ha segnato il gol appena sufficiente alla qualificazione per poi prenderne un altro dal Lipsia e continuare pure a soffrire terribilmente sperando che arrivasse il fischio finale.

  In attesa di Mbappé il Real Madrid si bea dei suoi grandi campioni che però capita talvolta si guardino eccessivamente allo specchio.

Manchester City - Copenhagen 3-1. Erling Haaland,ha segnato il terzo gol

Manchester City – Copenhagen 1-1. Erling Haaland ha segnato il terzo gol. Quest’anno l’attaccante norvegese ha segnato 18 gol in Premier League e 6 gol in Champions League

 INSIEME AL REAL MADRID IL MANCHESTER CITY: A VALANGA SUL COPENHAGEN

  Ben altro ha fatto il Manchester City di Guardiola che ha annichilito il Copenhagen in appena dieci minuti. Con la collaborazione di una paperissima del portiere Grabara. I guardiolani avanzano a forza di goleade. Haaland ha segnato solo il terzo gol, ma fa piroette di esultanza fanno spettacolo quanto i suoi gol prepotenti. Guardiola come da copione sminuisce, camuffa, adula non si sa perché. Sono tutti più forti e più bravi di lui… 

E ORA LA SFIDA ITALIA-SPAGNA

  Per chi fa i calcoli sul ranking dell’ Italia si segnala dunque che le superbig vanno avanti. Non pensiamoci, che Inter e Napoli si preoccupino solo la prossima settimana di passare il turno, in una sfida Italia-Spagna,  contro Atletico Madrid e Barcellona. Per il momento sarebbe abbastanza.

***

Champions League, Lazio-Bayern 1-0

CHAMPIONS LEAGUE 2023-2024

OTTAVI DI FINALE RITORNO

(fate clic sulle partite per consultare tabellino e statistiche)

Martedì 5 Marzo 2024

Bayern Monaco – Lazio  3-0 (and. 0-1)

QUALIFICATA: BAYERN MONACO

Real Sociedad – Paris SG  1-2 (and. 0-2)

QUALIFICATA: PARIS SG

Mercoledì 6 marzo 2024

Real Madrid – Lipsia  1-1 (and. 1-0)

QUALIFICATA: REAL MADRID

Manchester City – Copenhagen 3-1 (and. 3-1)

QUALIFICATA: MANCHESTER CITY

Martedì 12 marzo 2024

Arsenal – Porto (and. 0-1)

Barcellona – Napoli (and. 1-1)

Mercoledì 13 marzo 2024

Borussia Dortmund – PSV Eindhoven (and. 1-1)

Atletico Madrid – Inter (and. 0-1)

***

EUROPA LEAGUE 2023-2024

OTTAVI DI FINALE – ANDATA

Mercoledì 6 marzo 2024

Sporting Lisbona – Atalanta 1-1

Giovedì 7 marzo 2024

Roma – Brighton 18.45

Sparta Praga – Liverpool 18.45

Qarabag – Bayer Leverkusen 18.45

Milan – Slavia Praga 21.00 

Friburgo – West Ham 21.00

Benfica – Rangers Glasgow 21.00

Olympique Marsiglia – Villarreal 21.00

Partite di ritorno giovedì 14 marzo 2024

***

Open Bar, la chat diretta di Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

***

SOCIAL BLOOOOG!

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

fatti un giro dentro Bloooog!

Lunedì 11 marzo 2024

Lazio ko con l’Udinese e in crisi. Sarri è in bilico e il sarrismo è finito

Domenica 10 marzo 2024

Milan batte Empoli, Juve pari con Atalanta: sorpasso Milan al secondo posto. Juve, commino da zona salvezza

Sabato 9 marzo 2024

L’Inter vince a Bologna con gol di Bisseck, Inzaghi alla Rinus Michels e il pensiero proibito della Champions

Venerdì 8 marzo 2024

Napoli – Torino 1-1, la partita dei gol bellissimi: Kvaratskhelia e Sanabria

Giovedì 7 marzo 2024

Europa League, la Roma di De Rossi dà una lezione al Brighton di De Zerbi, Milan, gol, Leao e dubbi

Mercoledì 6 marzo 2024

Europa League, la Roma di De Rossi dà una lezione al Brighton di De Zerbi, Milan, gol, Leao e dubbi

Martedì 5 marzo 2024

Champions League, il Bayern Monaco sbatte fuori la Lazio con i gol di Kane e Muller

Lunedì 4 marzo 2024

L’Inter batte il Genoa 2-1 e va a +15 sulla Juventus. Ma è bufera su Inter, arbitri e Var

Domenica 3 marzo 2024

Il Napoli batte la Juventus, decisivo Raspadori, e si ricorda di avere lo scudetto sul petto

Sabato 2 marzo 2024

La Roma di De Rossi continua a vincere dimostrando l’ ormai evidente “insopportabilità di Mourinho”

Venerdì 1 marzo 2024

Lazio – Milan, tre espulsi della Lazio. Lotito furioso attacca gli arbitri e la Federcalcio

Giovedì 29 febbraio 2024

Il caso Pogba, 4 anni per doping: la sua carriera finisce qui

Lunedì 26 febbraio 2024

La tripletta di Dybala al Torino: la lotta di classe di un campione a metà

Domenica 25 febbraio 2024

Lautaro è troppo forte, è arrivato a quota 101 gol in Serie A con l’Inter

***

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
120 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

[…] Champions League, il Real Madrid di Ancelotti e il Manchester City ai quarti di finale […]

[…] Champions League, il Real Madrid di Ancelotti e il Manchester City ai quarti di finale […]

[…] Champions League, il Real Madrid di Ancelotti e il Manchester City ai quarti di finale […]

[…] Champions League, il Real Madrid di Ancelotti e il Manchester City ai quarti di finale […]

[…] Champions League, il Real Madrid di Ancelotti e il Manchester City ai quarti di finale […]

[…] Champions League, il Real Madrid di Ancelotti e il Manchester City ai quarti di finale […]

[…] Champions League, il Real Madrid di Ancelotti e il Manchester City ai quarti di finale […]

[…] Champions League, il Real Madrid di Ancelotti e il Manchester City ai quarti di finale […]

Mordechai

Roma – Brighton 4 a 0.
Quattro pere a zero.
L’avevo detto che gli avrebbero fatto un culo come Porta Pia.
Well done.

il ghiro

SPORTING LISBONA – ATALANTA 1 – 1
Gasp nella tana dello Sporting, capolista della classifica in Portogallo, in Europa sceglie Musso per Carnesecchi, in mezzo giocano Holm, Ederson, Ruggeri e davanti Lookman con CdK. Amorim punta forte su due miei antichi pallini, il potente stopper uruguagio Coates e il centrale ex-Lecce Hyulmand, gli altri mi sono sconosciuti, si parla bene dell’esterno anglo-cipriota Edwards e del centravanti Paulinho. Arbitri tedeschi all’Alvalade, in campo Siebert, al VAR Dankert.
Prova molto sfortunata della Dea, che porta a casa solo un punto al termine di una partita intensa, caratterizzata dai due bei gol di Paulinho (galoppata in contropiede) e Scamacca (pronta stoccata da fuoriarea), ma soprattutto dai tre pali pieni colpiti dagli atalantini. Nel primo tempo prima Holm con un bel piattone in diagonale, poi Scamacca con un gran dx da fuori area hanno la iella di incocciare nei legni della porta di Israel, nella ripresa tocca al solito Lookman, dopo un pregevole tunnel a Quaresma, vedersi ancora respinto il tiro dal palo. Anche una testata di Coates finisce sul palo, ma Tourè aveva anche segnato un bel gol in acrobazia, cancellato dal f.g. Insomma l’Atalanta è a credito con l’altra Dea, la Fortuna, che nel ritorno dovrebbe restituirle qualcosa.
P.S. A Madrid solita prova modesta del Real di quest’anno e della squadra arbitrale italiana, con Massa in campo e Di Bello 4° uomo. Da giallo a rosso il passo è lunghissimo. Sudditanza psicologica, amicizia con Cicciobello, restauri alla villa sulla riviera di ponente? Ai posteri…  

Modifica il 1 mese fa da il ghiro
Quattroquattronovetredue

Ho appena letto di due ragazzi tifosi del Brighton accoltellati e rapinati ieri sera: chiedo loro scusa a nome di questa città, che è altra cosa da tutto questo schifo. La partita la vedrò ugualmente, ma con tanta amarezza dentro, sempre a dover leggere le stesse cose, da sempre. Scusate lo sfogo, nessun moralismo da parte mia, è solo che mi piacerebbe che il calcio fosse davvero solo un gioco.

comevolevasidimostrare

👍

scotland16

perfettamente d’accordo; abbiamo dei delinquenti nel nostro tifo e non sono pochi…

2010 nessunoo

Non ti scusare di niente, ben detto

Mordechai

Sottoscrivo in ogni, ogni singola parola.

Nicola Romano

Pensavo che solo i tifosi laziali tra un saluto romano, una commemorazione di Hitler e un rifacimento della marcia su Roma, si divertissero ad accoltellare i tifosi avversari , perdonate ma e’ tale il martellamento anti Lazio da queste parti che quando ci vuole ci vuole .

Lorenzo

Nicola, read the room. Un post del genere va apprezzato e basta. Per fare i distinguo tra ultras e tifosi, curve e tribune, sarebbe meglio scegliere un’altra occasione.

Modifica il 1 mese fa da Lorenzo
il radarista

Il portiere del Livorno Luca Mazzoni viene assolto per analisi con tracce di cocaina in quanto questa droga non viene usata per migliorare le prestazioni. Da ignorante quale sono, non so se sia una evoluzione o una involuzione del gioco del calcio, che già mi pare un poco strano.

Firenze brucia

Dal Comitato Antidoping? Mi pare stranissimo… Sei sicuro? E poi i livornesi si condannano a prescindere…

Modifica il 1 mese fa da Firenze brucia
commentanonimo

Davvero? O fake-news? Ho un conoscente squalificato dalla squadra olimpica di sci per uso Cannabis (in Italia). Mi sono chiesto perchè, essendo un consumo “ricreativo”. Sta di fatto che a lui lo hanno squalificato, e la Cannabis non esalta certo le prestazioni. Non seguo la normativa, ma se nell’antidoping capitano le stesse cose che capitano nel mio field, c’è da preoccuparsi. Ci sono a volte cose assurde decise politicamente.

Il Regolamento

infatti si tratta di fake news. Mazzoni era stato squalificato per quattro anni, in appello la pena è stata dimezzata.
Mazzoni è stato assolto nel processo PENALE
“Manca l’elemento soggettivo seppur in astratto si configuri il reato di doping” – si legge nelle motivazioni della sentenza a firma della giudice monocratica Maddalena Torelli – “dal momento che non si rivengono dati da cui poter desumere oltre ogni ragionevole dubbio che l’assunzione della sostanza stupefacente da parte dell’imputato sia stata posta in essere al precipuo scopo di alterare la sua prestazione sportiva agonistica o di modificare i risultati dei controlli effettuati per la ricerca di sostanze dopanti in occasione dell’incontro di calcio Lecce-Livorno”.

Modifica il 1 mese fa da Il Regolamento
comevolevasidimostrare

Assolto solo in Assise per modica quantità e non convolto in spaccio.
Ben altra la sentenza dei giudici. sportivi

commentanonimo

Ah ecco. Penale. Ben diverso, incredibile pure che si sia arrivati al penale allora. Se ci fosse il penale per ogni cocainomane, il parlamento si svuota.

Modifica il 1 mese fa da commentanonimo
2010 nessunoo

Si, ma anche diverse città nostrane calerebbero in maniera significativa nella popolazione.

Mordechai

Sarebbe un bene.

Mark Renton

Gravina indagato. Ovviamente fino a sentenza definitiva vige la presunzione d’innocenza e ricordiamo che in Italia, solo in Italia, esiste la prescrizione.
Ovviamente l’incapace presidente federale messo lì da lega dilettanti e lega serie C di autosospendersi nemmeno ci pensa.
Ovviamente Malagò non interverrà mai nemmeno se gravina venisse arrestato.

Che altro deve accadere per riformare quel maledetto statuto vecchio quasi un secolo?

scotland16

scrissi diverse volte sull’oscuro passato al Castel di Sangro (proprio quando spicco’ il volo); certo tra lui, Lotito e altri….povero calcio

carta vetrata

L’Atalanta è una squadra che se la gioca sempre, e se l’è giocata bene. Peccato per i pali, il portiere non ci sarebbe mai arrivato, ci vuole anche un pò di fortuna. A proposito, nella partita precedente gran gol di Lookman: tunnel pulito al difensore, lo ha fatto secco, dribbling sull’aiuto, e tiro preciso. Tutto bello, molto bravo. Lo avesse fatto uno di nome, chissà le citazioni di valutazioni Transfermark come schizzavano. Intanto l’Atalanta ogni anno ne piazza uno tosto sul mercato, l’ultimo Hojlund. In ogni caso ne piazza tre o quattro ad ogni sessione, bilancio sempre in utile , coppe europee ogni anno. E che gli vuoi dire? A proposito, chi è il proprietario, il solito fondo americano rapace e incompetente?

Waters

Piazzano Koopmeiners ai gobbi per 45 milioni la fregata dell’anno😂

Mordechai

O cinese?

Bob Aka Utente11880

Non sono un sovranista. Però non capisco perchè ignorare le italiane e aprire thread su squadre straniere che ci interessano il giusto. Ieri sera ha giocato l’Atalanta, squadra per cui non faccio il tifo, una partita ben più gagliarda di quella di Madrid, e niente, neanche una parola nel sommario. Vediamo se ci sarà più attenzione per DDR-Brighton di stasera.

il radarista

Uno potrebbe essere sovranista se fosse un sovrano. Altrimenti, che gusto c’è?

Bocca: Fusées 10:1

quello di servire, cfr. nel bloggo Mortarettocomico;

comevolevasidimostrare

👍

Nicola Romano

A davvero ? Pensavo di essermela sognata quella partita .

Maxx

L’ articolo sulla sconfitta della Roma è già pronto

Bob Aka Utente11880

Come quello della ns vittoria in CL

Mordechai

Hai ragione, manco mezza parola sulla Dea, che ha giocato su un campo pure difficile … ottima edizione di EL quella di quest’anno, non è mica tanto inferiore alla CL …

scotland16

concordo

Bob Aka Utente11880

Che poi quella del Real fosse stata una partita epocale, boh

PS: l’ho notato solo io o ieri in panchina vicino a Ancelotti c’era un signore un po’ anziano con un bastone di malacca … ?

il radarista

Era il PM che ha condotto le indagini sulla sua evasione fiscale e non voleva che Ancelotti se la squagliasse evadendo.

2010 nessunoo

Ben detto BoB, ma permettimi un piccolo inciso forse è meglio mettere
DDR-RDZ , o no?😄

Bob Aka Utente11880

Esatto, mi scuso del lapsus

2010 nessunoo

Ah non c’è niente da scusarsi, ci si diverte un po’..

scotland16

Carletto e’ un grande…pero’…pero’ il Real meritava di essere eliminato dal Lipsia; la differenza con Guardiola e’ che il catalano cerca sempre di innovare, sperimentare giocatori e ruoli, Carletto a volte e’ molto conservatore e si qualifica per pura fortuna o arbitraggi (guarda caso ieri italiano…). Cmq Inter se la gioca alla grande, certo, dipendera’ anche per lei molto dagli arbitri..con una “provocazione” se sono quelli del campionato italiano , la Coppa e’ gia’ in bacheca…

commentanonimo

Ieri un dubbietto sull’arbitraggio italico dopo avere visto la mano sul collo di Vinicius, dopo una spinta da dietro inutile e non sanzionata con il rosso lo ho avuto. Non perchè il fallo fosse cattivo cattivo, ma perchè di rossi su situazioni analoghe ne ho viste.
Il Lipsia ha giocato benissimo, il gol del Real però è stato spettacolare, con il movimento verso il centro area ed il passaggio ad uscire ed il tiro di prima incociato. E Kross e Modric hanno fatto giocate veramente di classe. Nel Lipsia notevole il centrocampo secondo me, è l’attacco che mi pare non a livello.
Concordo sul fatto che il livello dei top teams non è top top e l’Inter ha molte chances. Però la stessa cosa potrebbe valere per il PSG, la squadra onestamente è forte e con un pò di fortuna secondo me potrebbe finalmente incassare.
Sugli arbitri italici non credo al caso, io seguirei il flusso dei soldi, per togliermi il dubbio che non ci sia qualcosa di marcio. Il caso Gravina peraltro la dice lunga su cosa ci dobbiamo aspettare da quei vertici, al confronto Fini era un filantropo. E quando capitavano cose strane negli anni 2000 mi pare che poi si sono trovate delle SIM. Oggi essendo fin troppo più strane del 2006, io il dubbio lo fugherei con una indagine.
Fine🙂

Modifica il 1 mese fa da commentanonimo
2010 nessunoo

E pure tu scotland nella gilda dei campanari: don, don, don, sempre lì a battere….

scotland16

ehehe…..il bello e’ che non ce ne sarebbe neanche bisogno…in serie A…talmente la differenza di gioco, fisicita’, qualita’…

carta vetrata

questo mettere le mani avanti con tanto anticipo, puzza molto di timor panico ed invidia malcelata. L’anno scorso l’Inter è arrivata in finale, mettendo alla corazzata City una paura che non aveva mai provato. Questi i fatti. A voi le chiacchiere, anche sul’arbitro “italiano” di ieri per il Real. Se il Lipsia si mangia tanti gol, un pò è sua colpa, un pò è sfortuna, ma la palla è rotonda. Ci sta, ci sta meno che il Real venga favorito in patria da arbitri spagnoli, gli stessi che peraltro anullano un gol a Bellingham fischiano mentre tira e segna all’ultimo minuto. Vedi tu, la natura come si spassa a smontare le stupidaggini. Vedere il calcio come lo vedi tu è vizioso e inconcludente. Direi patetico, scusa la sincerità. L’Inter vince perchè è pèiù forte, nettamente, fattene una ragione, pian piano ci stanno arrivando tutti, in ultimo i più tardi. Ciò non toglie che possa venire eliminata dall’Atletico.

La favola dell"uva raccontata bene

“L’anno scorso l’Inter è arrivata in finale, mettendo alla corazzata City una paura che non aveva mai provato.”

Tanto “mai provato” che per la prima volta nella sua storia il City vinse la Champions, pur essendo arrivato in finale al lumicino di energie, dopo aver rincorso l’Arsenal per mesi senza poter sbagliare un colpo, rimontando i dodici punti di svantaggio che aveva a febbraio, pur dovendo uscire vincitore finalista dalla parte del tabellone con tutte le big europee (dall’altra parte c’era la misera Liga italo-lusitana), pur giocando e vincendo di misura la coppa d’Inghilterra contro l’arcirivale cittadina solo 6 giorni prima della finale di Istanbul.

Che l’Inter sia più forte della miserrima (evaporato il Napoli della scorsa irripetibile stagione) concorrenza interna non ci piove, mica siamo ciechi. Ma lo era, e ancora più nettamente, due anni fa. Eppure allora i regalini dell’AIA non furono così cospicui da permettergli di sopravanzare il piccolo Milan overperformante di Pioli, e bastò che i vari Massa Irrati, Guida, Ayroldi, Doveri, Pairetto ecc… con camerieri Varisti al seguito si dimenticassero di dare il loro contributo a Bologna (con la partita più volte fatta slittare in calendario per trovare la data più agevole) e successe il patatrac… Ma lo era, e di gran lunga, anche lo scorso anno… ma le partite in cui il risultato non si sbloccava, non vennero mosse adeguatamente dalle giacchette gialle… e il Napoli prese da subito un vantaggio incolmabile… che non valeva la pena contrastare a suon di abusi… Lo è certamente anche quest’anno, ma non si ricorda partita, non si ricorda risultato ancora da sbloccare o ancora in discussione, che non sia stato messo al sicuro da decisioni a senso unico di arbitri e varisti. Sono fatti, dispiace doverlo riportare, ma è così: se non ci si può nascondere la superiorità dell’Inter, ci si può però chiedere se senza tutti quei (tantissimi!) favori, non sarebbe andata a finire come nei due anni precedenti.

Quanto all’Atletico, l’Inter ormai artatamente liberata dall’incubo “seconda stella”, ne farà un sol boccone, non scherziamo. E potendosi dedicare ad una sola competizione (contrariamente alle rivali europee) diventa la favorita della manifestazione, soprattutto se i prossimi sorteggi seguiranno gli stranissimi “giramenti di palline” della scorsa edizione. Tanto più se anche in Champions continuerà il trend arbitrale, perché anche in Champions, nei gironi di quest’anno, le partite tutte vinte di misura sono state mosse da decisivi aiuti arbitrali (tre rigori nettissimi non concessi agli avversari sul risultato di parità o, come all’andata contro il Real Sociedad, quando stavate sotto… e due rigoroni prontamente accordati).

Non c’è invidia, non credo che a nessuno piacerebbe vincere così, nemmeno agli interisti, tranne a quelli che si ergono superpartes facendoci i predicozzi, mentre sono solo dei tifosi sfegatati che hanno sempre campato sull’invidia e sulle recriminazioni.

Modifica il 1 mese fa da La favola dell"uva raccontata bene
carta vetrata

hai cattiva memoria, se non ricordi partita dell’Inter con risultato bloccato o ancora in discussione, che non sia stato messo al sicuro da arbitri e varisti. Te ne posso citare almeno 3. Che poi l’attaccante avversario sbagli il rigore concesso ad minchiam “per tenere vivo il campionato” (usando il parametro di ragionamento complottista a criterio di riferimento) a favore di una concorrente, poca colpa ne ha l’Inter. Casomai ce l’ha il concorrente, che scambiato il culo con le 40 ore, ed alla svela il bluff dell’inferiorità. Che non significa altro che, ora come ora, i rapporti di forza soo quelli. E e a nulla vale ossessionare se stessi con ipotesi complottiste, hanno il solo vantaggio di evitare di misurarsi con i propri problemi, evidenti a tutti anche a voi stessi. Poi, ognuno la pensi come vuole o gli fa comodo, non è un problema. Ma si diventa pesanti e si trasmettono cattivi sentimenti, insomma nulla di interessante da discutere. Almeno non per me

Il mattino ha loro in Bocca

“ma si diventa pesanti e si trasmettono cattivi pensieri”…vero, praticamente quello che avete fatto per 9 lunghissimi anni.

carta vetrata

non certo io.

Arriba la Celeste!

Minchia, almeno 3 su 27…? Però!

commentanonimo

Come ho scritto prima, le mai sul collo di Vinicius hanno generato molti rossi. Anzi ne ho visti per cose molto meno antisportive di quella. I favori arbitrali continui all’Inter non sono una chiacchiera sono un fatto assodato. Come un fatto assodato è che l’Inter in campo è fortissima.

Modifica il 1 mese fa da commentanonimo
Mordechai

“L’Inter vince perchè è più forte, nettamente, fattene una ragione”
Indubbiamente. Però, resti fra noi, durante il novennio d’oro eri altrettanto “ragionevole” nei nostri confronti?

carta vetrata

ero in letargo, caro il mio antropologo. Evitavo di farmi il sangue acido con Moratti e Thohir. A parte gli scherzi, ero molto occupato dal lavoro. Anche adesso lo sono, però più distaccato e stanziale. Piacerebbe anche a me interloquire di certe cose, mi rendo conto che è impossibile, no c’è la volontà di discutere, solo di affermare, tanto più feroce e improduttiva quanto maggiore è l’incompetenza. Roba da novax, da cui rifuggo. Come se io, che ne so meno di niente, volessi per forza baccagliare di ECG con un cardiologo. Sul vostro novennio d’oro, mi son già espresso: in Italia è stao molto favorito dalla eclissi contemporanea delle due milanesi, solo parzialmente surrogate da Roma e Napoli, peraltro scientificamente impoverite da Marotta in sede di mercato. Il vero miracolo lo fece Conte al primo anno con una banda di scappati di casa, poi è stata gestione, un pò come il Bayern in Germania. In Europa, purtroppo per voi, siete stati in mano ad Allegri, un allenatore “striminzito”, senza visione nè nobiltà. Non che Conte fosse molto meglio in Europa, anche lui flop su flop. Però Ancelotti lo status ce l’aveva, e allora il problema è sempre il vertice. Su cui mi sono già espresso in termini poco lusinghieri. Ragionevole io? Sì, per mestiere e abitudine.

Waters

Considera il furto al Milan col gol di Muntari dentro di un metro e mezzo

redant

non parliamo di miracoli di Conte, ma del goal di Muntari…

Insider

Toh, ancora due polletti da spennare… troppo facile… prima di agitarle a cazzo, imparate almeno a muovere le ali per darvela, così vi si acchiappa senza sforzi…

Dunque:
 
In quello stesso Milan-Juventus, ci fu un pugno di Mexes a Boriello, un colpo deliberato da espulsione diretta: ci fosse stato il Var lo avrebbe ravvisato subito (ehm… forse…) e non si sarebbe dovuto aspettare la prova TV che affibiò 4 giornate di squalifica all’energumeno francese in rossonero, il quale, invece, potè tranquillamente terminare la partita influendo sul risultato finale.

 
Nella stessa partita, sul punteggio di 1-1, venne annullato per fuorigioco un gol regolarissimo di Matri (in onside di ben più di un metro, altro che la palla di Muntari oltre la linea di mezzo metro: il guardalinee era lo stesso)

se ci fosse stato il Var, in quel momento la partita sarebbe andata sull’1-2, ma più correttamente sul 2-2 con il gol di Muntari convalidato in precedenza, diciamo 2-2 con 11 bianoneri contro 10 milanisti.
 
Inoltre, quel Milan-Juventus si giocò il 5 febbraio 2012, alla sesta di ritorno, con ancora 13 partite da disputare.
 
Ma prima – prima eh – durante quello stesso campionato 2011-12, oltre allo 0 (ZERO) nella casella rigori per la Juventus fino alla quart’ultima (a campionato ormai stravinto; nelle ultime quattro giornate le vennero concessi quattro rigori, tanto per fare un po’ di statistica..)… oltre alla infinita serie di spiaggiate di Nocerino, El Sharawi e Maxi Lopez per una delle serie di rigori più comiche mai registrate in seie A, ben prima di quel Milan-Juventus, già a dicembre del 2011, succedevano cose tipo questo impressionante rigore negato al Bologna, arbitro Rocchi, con il Milan che si aggiudicò la partita per 1-2…

 
Pesciolini, il racconto mediatico (”er gò de Muntari”) viene confezionato a bella posta per quelli come voi, che a distanza di oltre un decennio avete ancora tutta l’esca in bocca.  
Se non foste solo pollastri in mala fede.
 
Dai, troppo facile ridicolizzarvi…
 

Modifica il 1 mese fa da Insider
redant

E’ inutile INSIDER che ogni volta te la racconti come vuoi tu… Avete rubato e continuate a negarlo, almeno la dignità di ammetterlo.
Neanche Buffon ha mai fatto un mea culpa.
Scuola JUVE… e poi pretendete che le vs vittorie siano onorate… DELINQUENTI!

Insider

No no, è molto utile raccontare sempre l’unico modo in cui si svolsero i fatti.

Ma tu puoi contraddirmi punto per punto. Però devi riuscirci, non puoi solo abbaiare. Anche perché sei un pollo. Spennato.

Comunque costringere un TAJ come Caressa ad inveire a quel modo, ma non avete un po’ di ritegno? Ha poi fatto mea culpa Seedorf?

Adoro quel piglio risoluto di Rocchi 😂 che tenta di negare l’innegabile, ma ancora più irresistibile quel tifoso che gli grida venduto, l’hai visto? 😀

Modifica il 1 mese fa da Insider
guido

io non parlo di arbitri, ma di allenatori sì: “non che Conte fosse molto meglio” riferito all’Europa non sta nè in cielo nè in terra. Conte in Europa è sempre stato ridicolo (altro che “non molto meglio”), Allegri invece ha fatto numerose stagioni da protagonista, andando due volte in Finale contro il Real e il Barcellona, tra i più forti della storia recente (ogni volta eliminando l’altra delle due). La prima finale addirittura la fece con una squadra denominata “bollita” dallo scalmanato che aveva predetto “nessuna squadra italiana in finale di Champions per i prossimi 10 anni”. Taaac dopo dieci mesi, la squadra da cui lui è scappato. Poi la sciagura è passata a voi, ma ne siete venuti fuori egregiamente con Inzaghino. Buona fortuna per Madrid

Mordechai

Non è che magari la contemporanea eclissi delle due milanesi (per nove anni?) su favorita e/o esacerbata dalla palese superiorità juventina?
Non è che magari la vostra attuale superiorità è favorita e/o esacerbata dalla palese eclissi juventina e da, quella, meno palese ma evidente, del Milan? Solo parzialmente surrogato dal Napoli?
Dipende da come la vedi.
Io non ho nessuna difficoltà/remora a riconoscere la vostra (attuale) superiorità tecnico/tattica rispetto alla Juve (degli arbitri e del VAR me ne frego), è tanto difficile riconoscere anche la lunga superiorità della Juve (nove anni sono un’eternità) senza tanti … distinguo?

carta vetrata

noi, non era favorita da una superiorità juventina. Dopo il triplete, l’Inter smantellò, anche mentalmente, a partire da Mourinho. La juve di Conte era una juve minimale, eppure stravinse. Ed è passata dalla debacle dei Moratti, la famiglia non voleva più saperne, a Thohir, ai cinesi. In questo decennio non è mai stata competitiva. Idem il Milan, forse anche più dell’Inter, doveva assorbire l’addio di Berlusconi, figura ancora più ingombrante. Per inciso, a me Moratti come presidente non è mai piaciuto, troppo tifoso, troppo coinvolto emotivamente, troppo accentratore, troppo naif. Preferisco le società funzionali, organizzate, manageriali, per (de)formazione professionale, son garanzia di continuità, che è la cosa più difficile da ottenere. Garda DL a Napoli, un concentrato di Moratti e Berlusconi. Après moi, le déluge. Occhio agli accenti, cicisbei.

carta vetrata

appunto, dipende da come la vedi. Io la vedo così, con i distinguo necessari a vedere come anche l’Inter di quest’anno beneficia di una down delle avversarie. Non si gioca da soli. L’Inter è stata messa in difficoltà serie, quindi tattiche, dal Bologna, dalla Real Sociedad, dalla Roma e dal Benfica per un tempo, dall’Atalanta. Mai, manco lontanamente, dalle rivali scudetto, in primis la Juve. Quindi lo strapotere dell’una fa il paio con l’impotenza delle altre. Puoi applicare specularmente il discorso al periodo Juve che citi. Con la differenza che questa Inter le nozze le sta facendo (gerundio perchè mica è finita) con i fichi secchi, la Juve era strapotente anche sul mercato, togliendo ogni anno all’avversario il miglior giocatore. Questo, agli occhi di un manager, è entusiasmante. Per finire, vedo che il post ha generato una serie di dibattiti sul rendimento Allegri-Conte in Europa. Sicuramente Allegri ha fatto molto meglio di Conte che in Europa ha sempre floppato dovunque abbia allenato – Inter compresa – c’è da dire che l’organico di Conte era inferioree soprattutto che le finali perse da Allegri, per come le ha perse, sono una cicatrice indelebile. Puoi perdere, ma non in quel modo, ed ogni tuo successo verrà valutato alla luce del risultato finale. E questo che teorizza anche lui, no?

Mordechai

“Con la differenza che questa Inter le nozze le sta facendo (gerundio perchè mica è finita) con i fichi secchi, la Juve era strapotente anche sul mercato, togliendo ogni anno all’avversario il miglior giocatore”.
Ah…quindi il “mostro” Marotta alla Juve saccheggiava le rivali a suon di milioni, all’Inter, invece, fa miracoli sul mercato coi quattro spiccioli della sagra dell’abbacchio di Lumezzane.
Buono a sapersi.

” … le finali perse da Allegri, per come le ha perse, sono una cicatrice indelebile. Puoi perdere, ma non in quel modo …ed ogni tuo successo verrà valutato alla luce del risultato finale …”
Come le ha perse?
Innanzitutto contro due megacorazzate in quegli anni al top del rendimento, due supersquadre che oggi sbancherebbero la CL pure giocando coi doposci ai piedi e gli occhi bendati.
Preciso, inoltre, che una delle due finali (contro il Real) venne perse seccamente, senza se e senza ma, l’altra, invece (contro il Barca) con tanti se e tanti ma (e il glo del 3 a 1 arrivò in contropiede ad un nanosecondo dal fischio finale)

” … ed ogni tuo successo verrà valutato alla luce del risultato finale …”
Ovvio. Vale anche per Inzaghi, allora, quello presente e soprattutto quello passato.
O no?

carta vetrata

ah, su Inzaghi? Certo che vale anche per lui il discorso sul risultato finale che inficia tutto il giudizio. Però, c’è un però: Inzaghi sta proponendo soluzioni tattiche innnovative, tanto da venire studiato dagli altri allenatori. Allegri no, qualcosa vorrà pur dire. Michels non ha vinto una beneamata minchia con la nazionale olandese, eppure viene ancora citato, studiato e copiato dopo 50 anni, ha influenzato tutto il gioco successivo. Chi ha vinto invece, qualcuno se lo ricorda? Helmut Schon, ma rimane solo negli annali. Pure di Matteo ha vinto una premier, ma non è certo Clough. Orbene, anche Inzaghino non è certo Michels, ma almeno cerca di inventarsi qualcosa. E qualcosina ha vinto, soprattutto ha vinto “bene”.

Mordechai

Quando Inzaghi vincerà una CL ne riparliamo, fino ad allora rimane solo il…qualcosina.

carta vetrata

Mordechai, però se l’intento è di far polemica, dimmelo subito così mi regolo. Dici due megacorazzate: beh io di corazzate ricordo soprattutto il Barca eliminato dall’Inter nell’anno del triplete. Corazzata rinforzata da Ibrahimovic che,re duce dalloscudetto con l’Inter, pensò bene di andarci per vincere finalmente la sua prima CL. Rimase uccellato, non l’ha mai digerita. Un altra corazzata che ricordo è il City dello scorso anno, forse la squadra più costosa della storia del calcio, di cui si diceva che avrebbe fatto un boccone dell’Inter, voi compresi, e si rifiutavano le scommesse. Beh, nessun boccone, anzi gli è andata anche di culo, tra traverse, “parate” di Lukaku e assedio finale. C’è modo e modo di fare le finali, e quelle della Juve di Allegri non sono state, come dire, memorabili. Tanto che vi ìncazzaste moltissimo. Quelle di Conte manco le considero perchè proprio non superava nemmeno agli ottavi, nè alla Juve nè all’Inter. Eppure anche il Milan di Sacchi, altra corazzata ai suoi tempi, dettava legge ma tramite con il gioco (e sì che aveva anche lui dei bei campioni), quindi in Italia esisteva un tradizione o un benchmark culturale di riferimento. IL napoli l’èanno scorfso ìha demolito il Liverpoll in casa sua belìn oltre il punteggio. Quindi è proprio una questione di approccio mentale, di sparagninità congenita, di mancanza di coraggio, nella convinzione di essere più sottili, squadra femmina come diceva Brera. Dov’è l’errore? Io scrivo a ruota libera, così dò l’opportunità ai volpini di esercitarsi nel tiro a salve. Ma da te non me lo aspetto, sappilo.

Mordechai

Cos’è il tuo, un attestato di stima?
🙂
Buonanotte.

Bob Aka Utente11880

Ovviamente avevate una squadra molto forte, però una parte di quel 9-ennio ha coinciso (almeno x noi) con il periodo dell’oscurantismo da FFP, che ci rese un’anatra ancora + zoppa senza possibilità di rimedi ortopedici (bella metafora, neh ?)

Mordechai

E perché la Juve (Società) da almeno tre o quattro anni non è in pieno…psicodramma?

carta vetrata

meglio anatra zoppa senza rimedi ortopedici, che anatra con rimedio ortopedico come Pistorius, no?

Il Regolamento

Veramente io non ho MAI letto un tuo commento che entrasse nel merito degli episodi segnalati, se non per dire che è tutto normale e tacciare tutti di complottismo.
Mi pare che qui dentro io e altri abbiamo citato situazioni specifiche che, a nostro parere, sono molto sospette, ti sei sempre rifiutato di discuterne.
Ah, il fatto che Allegri sia bravo o scarso è del tutto irrilevante. Sostenere che è stata “gestione” il fatto di raggiungere due finali di CL in tre anni, eliminando squadroni come il Barcellona o il Real, la dice lunga sulla presunta “competenza”.

carta vetrata

perchè io parlo di cose serie, e in dettaglio parlo di molte cose, di prodezze dei singoli, di gioco, non di pelose interpretazioni di parte. Vuoi parlare di episodi? bene, commentami il gol di Lautaro all’Atalanta da fuori area col piede debole. Parlami dello schema di gioco di Allegri, quello di Motta, o di Pioli. Qaundo leggerò che parlate di queste cose, invece delle ridicola classifica dei vantaggi arbitrali, tipica dei perdenti (non ho il copyright della definizione, copio), o dei debiti della “mia” squadra no sapendo manco di cosa si parla, allora forse rispondo. Ma solo forse, prima devo verificare l’attendibilità specifica. Se uno non capisce un argomento, chiede lumi, non si impanca insozzando l’argomento e dicendo minchiate a getto continuo per amor di rissa verbale. Fai solo perder tempo, e a volte ci riesci, devo dire.

guido

sulle finali di Allegri ho detto più o meno la stessa cosa appena sopra, senza accorgermi di ripetere quello che avevi già scritto tu. Mi scuso

Il Regolamento

repetita iuvant, anche se non ho grandi speranze…

guido

a me se parlano male di Allegri interessa poco. Basta che non si parli bene di Conte, facendo il confronto

carta vetrata

beh, il confronto è nelle cose perchè Conte si è misurato in altri contesti, estero e nazionale, Allegri solo in casa. E in atmosfera protetta.

guido

Bravo, appunto: il confronto è nelle cose. Ti devi essere perso le campagne europee di Conte e quelle di Allegri (per non parlare della Nazionale). E sì che l’avete provato anche sulla vostra pelle, ma niente la sindrome di Stoccolma che Conte esercita sulle sue vittime è implacabile

Modifica il 1 mese fa da guido
carta vetrata

ma quale sindrome di Stoccolma, a me Conte non piaceva ne prima da calciatore nè dopo da allenatore, un fanatico stakanovista che non coltiva empatia con nessuno, nemmeno con i suoi giocatori. Qua di implacabile c’è solo la presunzione di Conte di essere il migliore di tutti. Quando poi, oltre ai successi nei campion ati nazionali, lascia sempre voragini di debiti. Direi che Inzaghi, senza aver ancora vinto niente di rilevante, è migliore da ogni punto di vista, anche dell’interesse aziendale. Ho solo detto che Conte si è misurato in altri contesti, Allegri ha evitato di farlo, non ci costruire sopra.

Il Regolamento

8-0
Ignorare la realtà non vi fa un buon servizio, e pian piano ci stanno arrivando tutti, tranne gli interisti più tardi.

2010 nessunoo

Giocata alla pari col City, quello indiscutibilmente e con i complimenti di Guardiola , senza la caterva di gol che tanta tifoseria avversaria locale pregustava, ma con un solo, unico gol neanche segnato dallo spaccaporte norvegese, che anzi è stato ben marcato da uno con tredici anni in più.
Ignorare la realtà non fa un buon servizio a nessuno, ma non volerla vedere apposta lo rende pessimo.
Mi spiace Regolamento ma non è ancora il momento di salire sul piedistallo.

mario rossi

Bocca l azione del gol del real va fatta vedere 24/7 alle scuole calcio. Un real al 30% basta e avanza per arrivare ai quarti. Ai quarti anche la pratica liga sarà archiviata e si dedicheranno unicamente alla cl.

Nicola Romano

Vabbe’ hanno gia’ vinto la Champions come l’ anno scorso, si sa che il Real e Carletto sono grandi a prescindere .

Il Regolamento

Ma sei serio? Un contropiede con uno che porta palla sessanta metri e poi serve il compagno in campo aperto? Cosa c’è da insegnare?
Quel movimento del centravanti si insegna a partire dai giovanissimi.
In ogni caso un real al 30% avrebbe ampiamente meritato di uscire, il Lipsia ha sbagliato l’impossibile.
Piuttosto, guardati le occasioni costruite dai tedeschi nella prima mezz’ora, QUELLO è da portare a scuola calcio ad esempio di come NON si difende

il radarista

A norma di Regolamento al Lipsia manca un gol non dato all’andata e, in un torneo normale, si sarebbe arrivati ai supplementari. Ma il Real è la squadra più importante del mondo e certe cose contro non bisogna dirle.

Waters

Hai imparato da Montero? 😂

Il Regolamento

Magari, Montero avrebbe moltissimo da insegnare a quasi tutti qui dentro.
A proposito, mi sono perso il tuo commento su queste dichiarazioni di Pioli:
“Quello di Christian non è stato un gesto antisportivo. Lui ha rispettato il regolamento. Sull’espulsione di Pellegrini dico che Pulisic è un ragazzo davvero corretto e ha rispettato il gioco: finché l’arbitro non fischia, si va avanti .”


Modifica il 1 mese fa da Il Regolamento
Waters

Guarda, a me il signor Montero non ha nulla da insegnare, soprattutto l’educazione, ma anche come calciatore ero più forte di lui..

2010 nessunoo

Visto che parli di insegnamento da parte di Montero mi permetto di intromettermi: Montero ha tutt’ora il record di espulsioni in serie A , sedici cartellini rossi per la precisione, tutte rimediate per il modo fin troppo deciso con cui spesso contrava gli avversari. Ma forse Waters si riferiva all’episodio dell’altro giorno quando da allenatore della Primavera Juve ha ordinato di non restituire la palla agli avversari del Sassuolo e nel prosieguo dell’azione i suoi ragazzi hanno poi segnato.

Mordechai

“finché l’arbitro non fischia, si va avanti”
Quindi, estremizzando, se ti ritrovi un avversario in terra con un rivolo di sangue che gli esce dalla bocca o dalle orecchie, a patto che l’arbitro non fischi, sei legittimato a continuare l’azione?
Se così è, francamente, che sport di merda il calcio.


Il Regolamento

infatti non è così, bisognerebbe spiegarlo a Pioli e all’amico Waters qui sopra, che si guarda bene dal prendere posizione, a meno che non si tratti di condannare qualche juventino.
Faccio solo presente che il caso di Montero è diverso, non c’era nessun giocatore a terra, l’allenatore ha dato disposizione ai suoi di non restituire la palla dopo una rimessa laterale. Probabilmente aveva l’impressione che gli avversari stessero perdendo tempo, visto che erano in vantaggio.
Mi sembra molto meno di grave di quelli che non si fermano con l’avversario sanguinante a terra.

Waters

Si c’è molto da imparare

guido

così impara a sbagliare il rigore contro la Francia

(oh, sto scherzando, state calmi. Se no a Ferri cosa dovevano fare per il gol di Caniggia?)

Il Regolamento

ammazza, oh, da denuncia penale…

Waters

Grande esempio di lealtà, noi ai Materazzi gli facciamo fare le macchiette, e il vice presidente lo facciamo fare ai Zanetti, alla Giuve fanno fare la macchietta ai Del Piero, e il Vicepresidente a Nedved a l’allenatore a Montero, capita la differenza..
PS fai male a non vendermi la macchina, sono uso pagare con un circolare😏

Firenze brucia

Boh… Ma quali sarebbero i grandi campioni del Real oramai? Kross e Modric che non si reggono più in piedi? Valverde che si sta bruciando i polmoni per far giocare Kross col rullatore… Tolto Bellingham (un predestinato, ma ancora giovanissimo), Vinicio Junior (gran bel giocatore, anche se a sprazzi), forse forse ancora Rudiger… chi altri? Questo Real è una squadra normalissima, anche parecchio scarsa in alcuni elementi, per non parlare dei subentranti… Il Lipsia non è stato una sorpresa, semplicemente vale questo Real e nella doppia sfida si è visto chiaramente… Ma vi rendete conto chi potevano mettere in campo questi?

Carvajal
Marcelo
Sergio Ramos
Varane
Casemiro
Modric al meglio sempre titolare
Kross al meglio sempre titolare
Isco al meglio
Ronaldo
Benzema
subentranti di livello top…

Secondo me abbiamo ancora la percezione di quel Real, che non esiste più nemmeno lontanamente… e si vede, eccome se si vede…

rusticano

Kroos, non Kross 
Vinícius Júnior, non Vinicio Junior

Quattroquattronovetredue

In effetti hai ragione, tolta la decina che hai nominato di buoni giocatori il Real ormai scarseggia. La mia preoccupazione è che certi pipponi che ha come riserve possano venire a giocare nella mia Roma, che per anni è stata definita il paradiso degli elefanti: penso a Courtois, Rodrygo, Camavinga, Tchouameini…e in cambio ci potrebbero rubare Karsdorp e Celik.
Dillo che scherzavi, tu sei Bocca in incognito, vero?

Firenze brucia

Decina???

Veramente dei titolari attuali ne ho nominati tre… l’altra decina che ho messo in fila non esiste più da tempo.. sveglia!

Courtois è lungodegente e in porta c’è un pippone.

Ok Rodrygo… buon giocatore, ma suvvia… non parliamo di un campione.

Tchouameini è il re delle cappelle difensive, chiedi anche a quello sotto che fa lo spiritoso…

Camavinga boh… se ho Koopmainers, per dire, non lo scambio con lui…

Modifica il 1 mese fa da Firenze brucia
mario rossi

Eccone un altro

2010 nessunoo

mario, la lista è lunga,Bocca ha messo lì quel tema del thread e questi si adeguano, dai provo io con una soluzione “di mezzo” : questo è un Real che può fare partite così, così come ieri sera e passare a fatica ma può ancora mangiarsi chiunque si trovi davanti al mondo.

Firenze brucia

Ma “questi” chi? Ma come ti permetti? Quale tema? Ma di la tua se sei capace e non romperci coglioni con le tue prediche!

Firenze brucia

Parlaci di Tchouameini…

nostalgia chinaglia

Buona sera dottor Bocca.
Per ragioni (molto) personali conosco bene il professor Paolo Antonio Ascierto. Questo pomeriggio ero intervenuto per stigmatizzare alcuni commenti osceni che erano seguiti alla segnalazione (postata da non so quale utente) della notizia data dallo stesso professore circa l’ingredibile episodio accaduto allo stadio Maradona, quando un tifoso del Napoli gli si era avvicinato lasciandogli con deferenza il passo ai tornelli, per poi sputargli addosso per via del suo dichiarato tifo juventino.

Non riesco a capire perché quel post non sia più presente. Voglio dire, capisco che abbia cassato quei commenti vergognosi (e qundi giocoforza anche il mio, pur contenuto nei toni, che era in loro risposta), ma perché cassare la denuncia dettagliata di una persona così eminente?

Qui le lascio il dettaglio: https://www.cronachedellacampania.it/2024/03/ascierto-sputi/

Il Regolamento

Che non lo sai che in Italia è garantita la parità di opinione, fra colto e ignorante, esperto e sprovveduto, medico e paziente, delinquente e vittima, scienziato e cuggino… ad ognuno è data la possibilità di esprimere la sua opinione, e tutte le opinioni valgono uguale?
Stessa cosa per la censura, non si censura un insulto senza censurare anche il commento che l’ha causato, per la par condicio 🤦

mario rossi

Ed ecco l ultimo, uno nessuno e centomila

nostalgia chinaglia

Non capisco, ce l’hai con la notizia in sé, col professor Ascienzo o con me?

Qui non stiamo parlando del naso che non riconosciamo più nostro, ma di una persona (lascia stare la sua importanza) a cui si sputa per via del suo tifo.

Ti sembra normale?

Intervenendo, non hai prima pensato di dire la tua su tali comportamenti?

Li approvi?

Sei uno di quelli che detesta le élite e monta la gogna contro le persone che col loro lavoro e la loro intelligenza arrivano alle massime vette nella loro professione?

Facci sapere chi sei, uno nessuno o centomila?

Grazie.

P.S. Io conosco il professor Ascienzo per ragioni familiari, perché ho trascorso molto tempo al Pascale insieme a mia madre malata.

Roma Roma bella

Terminato di vedere Real-Lipsia, se fossi un tifoso dei tedeschi non riuscirei a dormire dalla rabbia e dalla delusione per aver buttato una qualificazione strameritata.

Oggi pomeriggio avevo risposto così ad un commento di @Scotland che evidenziava la pochezza del Bayern odierno, forse tra i peggiori della sua storia, che ha lasciato ampiamente in gioco la Lazietta fino ad oltre tre quarti della qualificazione…
 
Roma Roma bella
 Rispondi a  scotland16
 6 ore fa
Quest’anno ci sono il peggior Barca degli ultimi 50 anni (mai visto una roba del genere, per di più perde un pezzo dopo l’altro), il peggior Bayern degli ultimi 20 anni, il peggior Real dal dopo Mourinho… il PSG tecnicamente più debole dell’ultimo decennio e instabile come al solito… il City che ha perso pezzi pregiati e che verrà bullizzato dall’Uefa… qualche scartina… le altre corazzate inglesi non qualificate…
 
Ultima chiamata per le italiane, o quest’anno o mai più!
 
Secondo me la EL con Liverpool (primo in Premier), il Leverkusen (primissimo in Bundesliga), Sporting e Benfica (che si giocano il primato portoghese), l’Atalanta, il Milan ecc… è anche più competitiva della Champions.

Ovviamente l’analfabeta leghista (che vuole dissimulare la convinzione di poter vincere la Champions) era arrivato a dire la sua inutile stupidaggine…

Waters
 Rispondi a  Roma Roma bella
 3 ore fa
Le cazzate le abbiamo finite?
 
Ebbene si, tocca rettificare. Il Real Madrid letteralmente dominato e graziato dal Lipsia su tutti i 180 minuti degli ottavi, non è solo il peggior Real da dopo i tempi di Mourinho, ma probabilmente il peggior Real della sua storia.
 
Ripeto: la EL quest’anno propone molta più qualità della competizione maggiore, in Champions per l’Inter (perché il Napoli può tranquillamente estromettere questo piccolissimo Barca, ma poi non credo possa pretendere di più) non ci sono scuse.

scotland16

Grazie della citazione..ehehe; tutto vero , la EL e’ molto molto competitiva, la migliore tedesca, la migliore inglese, le migliori portoghesi e scozzesi, tre italiane migliori attualmente di Napoli e Lazio, due buonissime squadre della Cechia….la CL, l’Inter deve vincerla , con il vantaggio di potersi allenare in campionato ed essendo fuori dalla Coppa Italia; puo’ e deve vincerla…e il Napoli mai piu’ incontrera’ un Barca cosi’ (e senza centrocampo , tutti infortunati); ripeto la Lazio deve mangiarsi le mani, grande colpa del monocorde Sarri che sul 3-0 si e’ accontentato della sconfitta, cambiando uomo su uomo e tenendo lo stesso atteggiamento di quando stava 0-0….zero tiri in porta in 90 minuti ad un Bayern che quest’anno prende sempre gol…Chiudo con la Conference, anche qui la Fiorentina DEVE vincerla , non ci sono se e ma…

Waters

Inter per la quale farai un tifo sfegatato😂😂, ti dimentichi dell’Arsenal comunque che gioca forse il miglior calcio Europeo, il Real primo in Spagna comunque le prende solo dal City, che vincerà in scioltezza la Champions con De Bruyne al meglio ovviamente..

scotland16

vediamo i sorteggi dai quarti in poi (accoppiati con le Semifinali); il grande vantaggio dell’Inter (che, per assurdo, sarebbe uno svantaggio secondo alcuni, vedi Napoli lo scorso anno) e’ che puo’ gestire meglio le forze avendo gia’ vinto il campionato; le inglesi sono super impegnate, il Real non ha vinto…per me l’Inter se ci crede…certo, ritorno all’inizio , i sorteggi contano (l’anno scorso l’Inter e il Milan e il Napoli evitarono in blocco Real, City, Liverpool, Bayern e PSG…).

120
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x