Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Lazio-Udinese 1-2, Lazio nona, Sarri in crisi

La Lazio ko all’Olimpico anche con l’Udinese manda in crisi se stessa e soprattutto Maurizio Sarri, tradito dal suo calcio integralista. Di sicuro è già finito il Sarrismo come movimento e idea di un calcio migliore e moderno. La Lazio è precipitata dal secondo posto dello scorso anno al nono di questa stagione. Dopo Napoli, Sarri ha perso il tocco e l’ispirazione, con la Juventus e il Chelsea, nonostante le vittorie, durò appena un anno, con la Lazio è arrivato addirittura a tre ma il rapporto è ormai logoro e la sopportazione reciproca esaurita. Lotito potrebbe prendere esempio da Friedkin che ha silurato Mourinho, che ha avuto la stessa parabola di Sarri nella Capitale. A giugno sicuramente Sarri lascerà la Lazio, si tratta solo di capire (si fa il nome di Tudor) se non sia il caso di darci un taglio fin da subito. Per non continuare a soffrire…

Maurizio Sarri si è dimesso dalla Lazio il giorno dopo la sconfitta all’Olimpico con l’Udinese. Sarri ha preso in contropiede il presidente Lotito e la stessa società che non voleva separarsi da lui adesso, ma aspettare giugno. (martedì 12 marzo 2024)

***

LAZIO, LA CRISI DI SARRI E DEL SARRISMO

Infuria la bufera sull’ Olimpico, la Lazio trasforma la pioggia  di questi giorni in diluvio universale e la squadra affoga tra risentimenti, dubbi, sbandamenti totali e soprattutto la devastante crisi mistica del sarrismo. Che da oggi ufficialmente non esiste più, decaduto e calpestato insieme a Sarri stesso, suo unico sacerdote. 

LAZIO DAL SECONDO AL NONO POSTO  

Il guru del calcio moderno, l’erede di Sacchi e del Sacchismo, ha perso il controllo della situazione e la sua squadra va alla deriva. Scesa incredibilmente dal secondo posto dello scorso anno al nono di questa stagione. Un punto sopra il Monza.

DOPO NAPOLI UN ALTRO SARRI

Non si può tirare troppo la corda, Maurizio Sarri da dopo Napoli ha perso il tocco e l’ispirazione, i suoi princìpi non hanno mai vacillato, estremista e integralista com’è, ma le sue squadre hanno tutte sofferto inesorabilmente di crisi di rigetto. Fosse ancora vivo il grande Rino Gaetano lo avrebbe forse inserito nella sua lista di quelli che “nun te regge più”. 

TRE ANNI CON LA LAZIO, A GIUGNO VIA. O FORSE ANCHE PRIMA  

La crisi di rigetto è arrivata inesorabilmente con la Juventus dove pure ha vinto uno scudetto, e anche col Chelsea dove invece ha vinto un’Europa League. E così, da mal sopportato, non ha mai resistito più di tanto, una stagione e via, e anzi pareva già un miracolo che fosse arrivato fino al terzo anno con la Lazio. 

LAZIO, LA CESSIONE DI MILINKOVIC E LA CRISI DI IMMOBILE

  Come tutti gli allenatori anche la sorte di Sarri dipende dai giocatori. E’ bastata la cessione di Milinkovic Savic e la sparizione dei gol di Immobile, per sopraggiunti limiti di età, per veder scoppiare la squadra e il guru non sapere più che cosa fare. Nessuna squadra, a scendere fino al Verona, ha perso ben 12 partite solo in campionato.

LOTITO, FRIEDKIN E IL LICENZIAMENTO DI MOURINHO

  Se Claudio Lotito fosse Dan Friedkin e cioè il suo corrispettivo della Roma che ha silurato spietatamente Mourinho anche per Sarri non ci sarebbe scampo. Improvvidamente il senatore gli ha ribadito la fiducia in maniera ufficiale prima della partita con l’Udinese e oplà la frittata è fatta. Che si fa adesso?

LA STESSA PARABOLA DEL PORTOGHESE  

Un po’ per ironia della sorte, ma molto anche per scelta Sarri è arrivato alla Lazio tre anni fa come risposta di Lotito all’ingaggio di Mourinho da parte della Roma. Le parabole si sono completate nello stesso periodo di tempo.

LAZIO E SARRI, FEELING ROTTO e l’ombra di tudor

  Come sempre in queste situazioni spunta immancabile il nome di Tudor, quello che disse no al Napoli dopo Garcia. E’ già sicuro che a giugno Sarri se ne andrà nonostante un contratto fino al 2025, probabilmente anche lui non ne può più, il feeling è rotto da tempo, si tratta solo di stabilire se non sia il caso di darci un taglio sin da subito. Così da non soffrire più.

***
Open Bar, la chat diretta di Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

***

SERIE A 2023-2024

GIORNATA N. 28

Venerdì 8 marzo 2024

Napoli-Torino 1-1

Sabato 9 marzo 2024

Sassuolo – Frosinone 1-0

Cagliari – Salernitana 4-2

Bologna – Inter 0-1

Genoa – Monza 2-3

Domenica 10 marzo 2024

Lecce – Verona 0-1

Milan – Empoli 1-0

Juventus – Atalanta 2-2

Fiorentina – Roma 2-2

Lunedì 11 marzo 2024

Lazio – Udinese 1-2

***

CLASSIFICA DOPO 28 GIORNATE

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 29

Venerdì 15 marzo 2024

Empoli – Bologna 20.45

Sabato 16 marzo 2024

Udinese – Torino 15.00

Monza – Cagliari 15.00

Salernitana – Lecce 18.00

Frosinone – Lazio 20.45

Domenica 17 marzo 2024

Juventus – Genoa 12.30

Verona – Milan 15.00

Roma – Sassuolo 18.00

Atalanta – Fiorentina 18.00

Inter – Napoli 20.45

***

SOCIAL BLOOOOG!

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

fatti un giro dentro Bloooog!

Giovedì 21 marzo 2024

A chi frega di questa Nazionale? Ricostruire un sentimento in vista degli Europei

Mercoledì 20 marzo 2024

Le nubi sullo scidetto dell’Inter: il prestito Oaktree e la sparizione del presidente Zhang

Martedì 19 marzo 2024

Non è una Juve per Max. Allegri e la Juventus: non si sta insieme solo per contratto

Martedì 19 marzo 2024

Fuori campo: 32 sfumature di Pablo Daniel Osvaldo

Domenica 17 marzo 2024

Inter-Napoli, esplode il caso Acerbi: insulti razzisti a Juan Jesus. Nella giornata dedicata all’antirazzismo

Domenica 17 marzo 2024

Il Milan di Pioli secondo nel campionato di consolazione, ha solo un punto in meno di quando vinse lo scudetto

Domenica 17 marzo 2024

Juventus in crisi, tra caso Vlahovic e caso Allegri. L’allenatore perde il controllo di se stesso. E della Juve…

Sabato 16 marzo 2024

La Lazio desarrizzata torna a vincere, e adesso il sergente di ferro Tudor

Venerdì 15 marzo 2024

Malissimo il sorteggio di Europa League: il derby Milan-Roma e il Liverpool per l’Atalanta

Venerdì 15 marzo 2024

In Champions League tutte fuori, in Europa e Conference League tutte avanti: consoliamoci così…

Giovedì 14 marzo 2024

Revenge Porn, stupro: sessismo e patriarcato nel calcio

Mercoledì 13 marzo 2024

Va fuori anche l’Inter, eliminata dall’Atletico Madrid. Nessuna squadra italiana in Champions League

***

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
100 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

[…] Lazio ko con l’Udinese e in crisi. Sarri è in bilico e il sarrismo è finito […]

[…] Lazio ko con l’Udinese e in crisi. Sarri è in bilico e il sarrismo è finito […]

[…] Lazio ko con l’Udinese e in crisi. Sarri è in bilico e il sarrismo è finito […]

[…] Lazio ko con l’Udinese e in crisi. Sarri è in bilico e il sarrismo è finito […]

[…] Lazio ko con l’Udinese e in crisi. Sarri è in bilico e il sarrismo è finito […]

[…] Lazio ko con l’Udinese e in crisi. Sarri è in bilico e il sarrismo è finito […]

[…] Lazio ko con l’Udinese e in crisi. Sarri è in bilico e il sarrismo è finito […]

[…] Lazio ko con l’Udinese e in crisi. Sarri è in bilico e il sarrismo è finito […]

[…] Lazio ko con l’Udinese e in crisi. Sarri è in bilico e il sarrismo è finito […]

Bel-Ami

E intanto, a quanto leggo su Corriere.it, sembrerebbe che la proprietà del Milan fosse ancora di Giussi Farina. Bei giochetti, con il degno scudiero Scaroni, per il fu Cav.

[…] Lazio ko con l’Udinese e in crisi. Sarri è in bilico e il sarrismo è finito […]

Mordechai

Maurizio Sarri s’è appena dimesso.
Beati i (tifosi) laziali.

Nicola Romano

Diceva mia madre che i beati stanno in cielo, caro mio .

Bel-Ami

Più dignitoso del vate di Setubal.

Mordechai

Per non parlare del messia di Livorno.

Maxx

È passato sotto traccia l’ ennesimo errore grossolano della quaterna arbitrale+var. Ieri c’era un rigore solare per l’ udinese con espulsione del portiere della Lazio a fine partita.

Waters

Fabrizio, il tempo è sempre galantuomo, qualche anno fa, il 2019 credo, c’era un giovane fenomeno che giocava nelle giovanili dell’Inter, tale Zaniolo – il nome di battesimo non lo ricordo – che venne scambiato assieme a Santon per il belga Nainngolan e una ventina di milioni cash, questo giovanotto che qualche tempo dopo si distingueva per passare da un letto all’altro di giovani starlet, fra le altre cose senza essere molto dotato – in fin dei conti non è tutto -.
Il giovinotto venne accostato in un anno a Kaka, Kempes, eccetera, il prezzo schizzava a 50 milioni – che non pagava nessuno – e Piero Ausilio artefice dell’operazione un incompetente a dir poco, bersagliato e insultato dai tifosi dell’Inter, – quelli di Inzaghiout per indenderci – ora sono passati cinque anni, il ragazzone va per i 25 ha litigato con l’ambiente Roma, dopo un passaggio breve in Turchia sponda Galatasaray, gioca nel Aston Villa, domenica ferocemente insultato dai tifosi “un cane” il peggior. Giocatore che non abbia mai giocato nel Villans “” tornatene in Turchia brocco”…due gol in 31 partite giocate fra campionato e e Coppe varie, e prestazioni indecenti….

Pirogov

Beh, di giocatori che NON hanno mai giocato nel Villans ce n’è millemila. Non credo che Zaniolo sia il peggiore di tutti, anche e soprattutto perché lui invece ci gioca.

Xavier

Beh, Zaniolo è stata anche un’invenzione di Mancini, come Pafundi e qualche altro presunto fenomeno similare…
Intanto Sarri si è dimesso e Rocchi potrebbe subentrargli.

Modifica il 1 mese fa da Xavier
carta vetrata

Mancini è uno di quelli baciati dalla fortuna, non si capisce perchè. Si sa che invece che se la sua squadra vnce è merito suo, se perde è colpa dei giocatori. Vizietto diffuso tra gli allenatori di “grido”. Alla fine spariscono dal circuito perchè i bluff non durano in eterno, ma nel frattempo han fatto un bel pò di dindi.

Waters

L’arbitro?

Xavier

Si, lui, almeno così Bomba la smette de piagne…

Mordechai

” … fra le altre cose senza essere molto dotato …”
Immagino che chiedere come fai a saperlo, voglia dire abusare della tua proverbiale cortesia, vero?
🙂

Waters

Complimenti ai 4 fessacchiotti che hanno messo il like😂

Xavier

Questa volta Waters ha ragione, il fatto è di pubblico dominio.

Modifica il 1 mese fa da Xavier
Waters

Questa volta? 😏

Xavier

E che tte credevi? Sempre?

Waters

Lo disse una sua ex se non erro la compagna di Zaccagni “cosa vuole quello che ha un gamberetto”

Salud…

monica

Ma la compagna di zaccagni,e zaccagni stesso,cioè quelli che hanno preso l’olimpico per annunciare il sesso del nascituro??
😄

Mordechai

Certo, vuoi mettere una bella aragosta.
🙂

Xavier

Esattamente.

Il Regolamento

Questo blog sta raggiungendo vette altissime, ci mettiamo pure a fare commenti sulla dotazione di giovani maschi.

Modifica il 1 mese fa da Il Regolamento
Nicola Romano

Pur di polemizzare ci si attacca veramente a tutto .

Mordechai

Ah … non si trattava davvero di prodotti ittici?

Il Regolamento

“passare da un letto all’altro di giovani starlet, fra le altre cose senza essere molto dotato”
Il trionfo del voyerismo

Bel-Ami

Non credi che il tifoso acceso (escludo gli ultras) e partecipe alla Fahrenheit 451 sia un po’ voyeur?

Bob Aka Utente11880

A proposito di Fahrenheit 451, sei tu che mi ha consigliato “Il commesso ” o mi sbaglio ?

Bel-Ami

Oui. Piaciuto?

Bob Aka Utente11880

Lo sto leggendo. Molto bello. Come anche Il Migliore, che ho finito da poco. Gran bel libro e gran pugno nello stomaco …

Mordechai

“Il commesso” è di Bernard Malamud, a me è piaciuto molto.
Ottimo anche Ray Bradbury, ottimo e molto, ma molto sottovalutato.

Bob Aka Utente11880

Bradbury è uno dei miei autori preferiti anzi il preferito nella fantascienza, altro che Azimov… troppo “freddo” per i miei gusti.
Non so se hai letto tra gli altri le raccolte dei racconti brevi, lo Zio Einar ecc. l’elenco è lungo

Xavier

Sai, non è che possiamo sempre parlare di plusvalenze, tattiche o regole del Var…ogni tanto un po’ di gossip, dai…comunque Zaniolo dovrebbe essere ancora nel giro della Nazionale, quindi mi chiedo perché allora non anche Insigne, Bernardeschi o Verratti, che almeno sono stati qualcuno.

Modifica il 1 mese fa da Xavier
Waters

Iga sa te pes….

comevolevasidimostrare

Buongiorno
Nel caso Sarri dovesse andare in pensione, sarei interessato al suo carteggio.
Pare che questi appunti, scritti furiosamente durante le partite, siano di grande importanza, non solo per il misterioso mondo del calcio, ma le note faccende di dossieraggio. Chiunque ne abbia notizia allerti la Procura Generale di Perugia, competente per le malefatte romane.
Grazie
👨‍✈️

Nicola Romano

Volendo essere ottimisti la vittoria sul Bayern poteva essere la svolta della stagione, non andare a Monaco di fatto già eliminati , era un bel progresso rispetto al’umiliante tracollo di 4 anni fa, quel risultato poteva portare entusiasmo e autostima che magari potevano elevarci un pò oltre i nostri oggettivi limiti , quantomeno in campionato, infatti da allora è arrivata una vittoria e quattro sconfitte, la qualificazione alla Champions è ormai un miraggio, difficile anche quella alle coppe minori, ovemai fossero reputate degne dai nostri, del loro prezioso sudore . Se il nostro valoroso presidente non spende nemmeno adesso che deve prendere un pò di soldi dall’UEFA , non so quando mai lo farà, quanto al mister ripeto che ha l’apertura mentale di un blocchetto di tufo viterbese, viene da pensare che il bel gioco mostrato dal suo Napoli sia dipeso da una somma di eventi che evidentemente non si sono ripetuti altrove, rimane la Coppa Italia , ma vedo la Juve favorita ,pur coi suoi problemi ha l’attacco che segna ,mentre noi ultimamente a parte rigori e autoreti di gol ne abbiamo fatti pochissimi, d’altronde cari cotifosi che vi devo dire ? Mica si può vincere sempre .

Maxx

Sarri ha fatto un errore grossolano: passare il primo turno di coppa. Non è nel DNA della Lazio!

Insomma la storia e la tradizione va rispettata!

mario rossi

Che sarri avesse una forte dimensione mistica era fatto noto a chiunque capisca di calcio. E’ anche un cultore di pratiche esoteriche si dice. Secondo alcune voci, peraltro non confermate, sarebbe anche uno dei massimi studiosi europei di Parmenide, e per la pubblicazione dei suoi studi in materia si servirebbe di un nom de plume che però non so qual è, se lo cerchi lei o magari chieda a striano.

Modifica il 1 mese fa da mario rossi
il radarista

Sarri? Era-toste-nè?
Per me che non sono un grande esperto di calcio, penso sia stato il miglior allenatore che abbia avuto il Napoli nell’era De Laurentiis.Era bello a vedersi e il suo gioco non annoiava mai.

Nicola Romano

E gia’, l’essere che non può non essere, il non essere che non puo’ essere. ah! la filosofia teoretica .

Lorenzo

Già, che odio.

commentanonimo

Rimanere ad alti livelli ed innovativi è difficile, vale per Sarri, vale per Mou, e vale per Allegri. Tutto qua. Poi ci si mette la stampa, anche se è piuttosto ovvio che oggi il mister dell’Udinese vale di più di Allegri e Sarri, ma sai…la stampa. E’ un pò come i concorsi enologici, il vino che vince è il migliore un pò per caso, spesso il secondo od il terzo sono migliori, ma si formano queste allucinazioni collettive. Rifraso, se valuti un mister è sempre un pò difficile capire dove inizia la sua bravura e finisce la fortuna, o i giocatori. Tra l’altro credo che non esista uno stile di gioco per forza migliore, ma uno stile di gioco che si plasma sull’avversario e sui giocatori.
Letto un interessante resoconto tra Ayroldi e la sala VAR sul rigore contro il Genoa. Ragazzi sintetizziamola senza girarci intorno, ci sono molte più indicazioni oggi nel 2024 che nel 2006 con Moggi che qualcosa puzza e puzza molto forte dietro le quinte. Vorrei precisare che non sono antiinterista, spero vinca la CHampions. Ma difficile trovare una spiegazione logica a certe cose se non c’è qualcosa di strano dietro, cosa non lo so, alla fine l’Inter potrebbe anche non essere coinvolto (anche se il cui prodest porta lì), ed essere solo un giro di scommesse, ricatti. Boh.

Modifica il 1 mese fa da commentanonimo
Waters

Io ero rimasto a Marotta che comprava la Var – con i soldi di Zhang, che non ha – in questo caso c’e un clamoroso dietrofront, Marotta compra gli arbitri..

commentanonimo

No, Waters. Io ho solo detto in passato che c’è un evidente cui prodest, ma in realtà sono solo stupito che ci siano così tanti errori😃. Ci sono telecamere, persone, faccio veramente fatica a capirlo. E’ come se io avessi un DNA test davanti che dice A ed io chiudo gli occhi e faccio B. Per cui oscillo tra l’idea della enorme stupidità umana (vedersi la teoria del Cipolla su wiki, che tu aborri) o ci sia un qualche interesse sotto (non necessariamente interista, potrebbe essere una cosa politica o una cosa di scommesse). Boh.Oppure io non capisco una sega che è altrettanto possibile (anche se a dire il vero per fare lo sborone un pò come te, sbaglio molto raramente). 😁😁😀😀

2010 nessunoo

E riecco Er campanaro….

commentanonimo

😂 Non sarebbe male come lavoro…in effetti. Ma tu ci credi veramente che dietro le quinte sono tutti degli sportivi coi fiocchi, alla De Coubertin e che su centinaia di attori tra atleti, varisti, dirigenti ed arbitri, nessuno venderebbe la madre? Non pensi che uno sport dove l’errore può essere nascosto dietro alla discrezionalità dell’arbitro e determini l’esito, insieme a tanti soldi che girano non siano una bella opportunità? Guarda come si scannano per una eredità gli Agnelli…o quanto è corrotto il calcio cinese…. Dammi retta. Se questi non pagano un arbitro o sono avari o hanno paura di essere beccati, non certo per correyttezza. 🤣. Torno al mio dindondan lavorativo

Il Regolamento

Sono abbastanza d’accordo con la prima parte del tuo commento, con una eccezione. Esistono allenatori che sono i migliori in senso assoluto, senza possibilità di discussione, e che vincerebbe dovunque e con chiunque.
Sono TUTTI qui dentro.

commentanonimo

Al bar sport funziona così da quando ci andavo a 15 anni, fattene una ragione 🤣 .

carta vetrata

bella risposta, finalmente. Complimenti sinceri

Waters

La Lazio era abituata bene col “demone di Piacenza, San Nicoló più precisamente – il miglior allenatore italiano per distanza, che a Roma ha fatto cose più che egrege, sempre competitivo ai primi posti facendo spesso nozze con fichi secchi, ha portato tre o quattro giocatori, Milinkovic Savic, Immobile, Luis Alberto i primi che mi vengono in mente a livelli altissimi, purtroppo per lo slavo, Lotito non ha trovato il pollo che sganciasse 80 milioni e lo ha dovuto – si fa per dire – dovuto svendere in Arabia.
Sarri é un buon allenatore che ha dato il meglio a Napoli, pur vincendo poco, bene a Torino dove ha vinto il campionato in carrozza mostrando a tratti un grande football, non inganni il più uno finale, ma non era il suo ambiente, benino a Londra con una Europa LEAGUE…
Comunque una squadra la troverà di nuovo, al ribasso, può essere appetito dalle novelle vague, Bologna, Monza, o Fiorentina se i nuovi demiurghi se ne andranno verso lidi più prestigiosi…
Comunque vada è uno che ce la ha fatta, passare dai 40mila euro da impiegato di banca ai contratti milionari da allenatore di calcio è un passo in avanti decisivo…

Salud

carta vetrata

Sarri, secondo me, è un pò stanco un pò stufo, e non vede l’ora di godersi i dindi guadagnati e i nipotini. Mi pare abbia perso il sacro fuoco, un pò come Sacchi ai suoi tempi, una volta capito che il suo metodo di gioco era superato. Avrebbe bisogno di ripartitre da una pizza entusiasta e con un organico funzionale, ma non ne ha nemmeno tanta voglia. Avanti un altro

Il Regolamento

per una pizza entusiasta ci sono anch’io, chiamatemi! 😉

Nicola Romano

Anche mia moglie col fornetto fa certe pizze, caro carta vetrata anche il tuo smartfon fa i scherzi stupidi ? .

2010 nessunoo

È vero Nico’ che a volte ti verrebbe da darci col martello allo smartphone?

Mordechai

A volte anche con la falce.
🙂

Waters

La sai la storia della somma Mia Martini?

Agli inizi della carriera passava da un manager all’altro ma senza trovare contratti importanti, con il proprietario del Piper, tale Crocetta se non erro sembrava aver trovato la giusta quadra…
Peró secondo il Crocetta non poteva presentarsi alle tournée in tutto il mondo con il suo vero nome, ossia Domenica Berté…
Aó gli fa Crocetta, Domenica è troppo lungo, allora Domenica gli disse ” a me piace Mia” Benissimo disse Crocetta, ora passiamo al cognome, però ci vuole un nome he rappresenti l’italianità nel mondo, ti piacerebbe Mia Spaghetti? Domenica ne fu inorridita, allora famo Mia Pizza – a proposito di pizza stessa fine….dopo un pó disse il Crocetta al barman del Piper… Aó come si chiama quel cocktaile che ho bevuto ieri sera…..da lì nacque Mia Martini..

Salud…

Vipe

Waters senti questa.
In un viaggio premio contrabbandato per viaggio di lavoro mi imbosco perché all’ epoca avevo gli agganci. Il mega direttore si stupì della mia verve. Una settimana dopo il capo area che doveva accompagnare i clienti ad un campo prove ruspe movimento terra a Malaga fu impossibilitato causa malattia.
Il galattico sentenziò mandare me ( sempre da imboscato nullafacente ) con altri vice direttori.
Cinque giorni di baldorie. Cinquanta clienti da blandire.
Ultimo giorno la riunione per pubblicizzare i servizi della ditta a detti clienti.
Debbo fare la conferenza finale perche l’ avrebbe dovuta fare chi avevo sostituito. Panico.
Ma io mai parlato in pubblico, ho paura, 50 clienti saputi.
Un vice: Vipe, è facile come camminare, metti un piede davanti all’ altro via via, op cammini; facile come preparare un Martini: gin, vermut dry, scorza limone, ghiaccio e mi raccomando importantissimo tre olive ed il Martini eccolo. E così parlare in pubblico una parola, un verbo, un complemento oggetto, qualche aggettivo, il sorriso e parli a 50 clienti: facile.
Io mi illumino: ingegnere non ci vogliono neanche le olive…

Waters

🤗🤗🤗

il ghiro

LAZIO – UDINESE 1 – 2
Una Lazio falcidiata dalle squalifiche e dagli incidenti, fuori Marusic, Pellegrini, Guendouzi, Patric e Rovella, oltre al suo allenatore, Sarri. Martusciello guiderà un manipolo di superstiti, tornano dietro Lazzari e Hysaj, a centrocampo Vecino e Cataldi, mentre in attacco il solito trio stantio. Anche Cioffi ha due squalificati, Ebosele e Walace, sceglie Ferreira per Kristensen, Zarraga per Samardzic e Pereyra per Ehizibue. Arbitra Aureliano con Sozza al VAR.
Zac servito dal Mago incoccia nel palo interno a Okoye battuto, tiro del Mago appena a lato, i friulani non escono dal guscio, Gila di testa gira altissimo, assist del Pipe per Ciro che ciabatta in modo osceno, e subito dopo cicca un contropiede promettente, Zac solo davanti alla porta spedisce alto col ginocchio un cross al bacio del Pipe, il Mago spara alle stelle, attacco friulano da sx con Kamara, cross per Lovric che tira, Provola salva e Lovric sbuccia la ribattuta. Vecino sbaglia il tiro dal limite, poi palla da Thauvin a Kamara, pronto tiro deviato di piede da Provola, sul corner testata di Giannetti deviata ancora da Provola, Vecino dietro al Pipe che spara fuori, Lazzari cazzeggia, giallo a Perez e al Pipe.
Ripresa: entra Isaksen per il Pipe, rapido contropiede friulano, tira Kamara e Lucca infila in spaccata da pochi passi, 0-1. Si libera con uno scatto Zac a sx e il suo cross è deviato in fondo al sacco dall’intervento di Payero, 1-1. Ma l’Udinese torna avanti, azione a dx da Ferreira a Lovric, dietro a Zarraga che buca ancora Provola, 1-2. Giallo a Romagnoli, Okoye salva due volte su Lazzari e Isaksen, poi ancora su Ciro, e infine arriva facile su un tiro sifilitico dello stesso Ciro. Entrano Castellanos e Kamara per Ciro e Cataldi, poi Samardzic, Zemura e Bijol, entra Pedro per il Mago, giallo a Bijol, Okoye blocca prima una deviazione volante poi un tiretto di Vecino, gialli a Lucca, Pereyra e Samardzic, entra Davis, ennesimo fallo su Zac, 2° giallo e rosso per Perez, ma ormai è troppo tardi, Provola va a saltare sui corner, ma stavolta il giochetto non funziona, anzi Provola si rompe e deve entrare Mandas, giallo a Vecino. Morale: non tutti i salmi finiscono in gloria, stasera molta gloria è finita in salmì. Dopo un primo tempo laziale discreto ma sterile, tutto accade in 4 minuti, e segnamo solo su autogol, non un buon segno.
Le pagelle: Provedel 6 (Mandas sv); Lazzari 4,5, Gila 6, Romagnoli 6, Hysaj 4; Vecino 5, Cataldi 5 (Kamara 5), Luis Alberto 6,5 (Pedro 5); Felipe Anderson 5 (Isaksen 5), Immobile 4 (Castellanos 5), Zaccagni 6,5. All. Martuscello 5 x Sarri.

Quattroquattronovetredue

“Sarry a pezzi”.

il radarista

Quel palo iniziale ha tolto qualcosa alla Lazio e lo ha dato all’Udinese.

Nicola Romano

Certo che potevamo fare senza cotanti campioni ? .

Bombaatomica

Da dopo LAZIO-Milan in poi, evito di commentare. Ho perso l’entusiasmo e la voglia.
Ma sempre presente.

ROS

…nonostante tutto …fetécchia atomica ti sono vicino.Amen.

Maxx

Bomba mi avanza un carnè completo di faccine. Te lo mando?

carta vetrata

ma no, quando gira male si può sempre prenderla con ironia. A Lotito va bene, come sai ha chiuso una semestrale con 40 milioni di utile, aveva pescato il jolly pcn la qualificazione alla CL. Poi, siccome è taccagno congenito e ha fatto fortuna più con agganci clientelari a favorire commesse pubbliche che con capacità, manca di visione manageriale. E l’anno prossimo chiuderà in perdita, è scritto. A quel punto divrà decidere cosa fre, anche perchè bisogna riaprire un ciclo e c’è da avere tempo e pazienza. Ti divertirai uguale, c’è sempre un motivo per farlo. Ad esempio guardar giocare l’Inter. Domani, mica è detto che passa il turno contro i pirati.

2010 nessunoo

🤘🤘

Leo 62

Ecco bravo guarda bene…

Sunako Nakahara

Il commento alla partita l’ho già lasciato nel thread precedente.

In linea generale, direi che quest’anno la Lazio non ha mai dato l’impressione di potersi piazzare nelle posizioni di vertice. A gennaio c’era l’opportunità di mettere almeno qualche pezza alle tante lacune palesate dalla squadra, ma ancora una volta si è scelto colpevolmente di non fare nulla. I risultati sono sotto agli occhi di tutti, e non c’è molto altro da aggiungere. Chi ha seguito la squadra con un minimo di attenzione, da agosto ad oggi, non può certo stupirsi per uno spettacolo desolante come quello visto stasera all’Olimpico.

Alla luce dello status quo, una società seria dovrebbe iniziare a muoversi subito per correre ai ripari. Ma sono certa che alla fine si continuerà ad andare avanti per inerzia, sperando in qualche svolta propiziata da un allineamento planetario favorevole. Con il risultato di certificare anzitempo una stagione largamente insufficiente (non credo al passaggio del turno in Coppa Italia, nè tantomeno ad un recupero di posizioni in campionato).

Ma non c’è problema. La nostra proverbiale “progettualità” (cit) farà sì che all’inizio di agosto ci ritroveremo a caccia di qualche bomber da 4 gol (in carriera) oppure di qualche esterno offensivo mediocre da adattare al ruolo di terzino. A prescindere da chi sarà l’allenatore, ovviamente.

Nathan

Mistico, quasi agnostico, dallo stile piuttosto rustico.

100
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x