Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Juventus - Milan 0-0, probabilmente l'ultimo Juventus-Milan per Allegri e Pioli sulle rispettive panchine

Juventus – Milan 0-0 è stata il manifesto della mediocrità di due (ex) grandi squadre che di fronte all’Inter hanno fallito, offrendo un spettacolo non all’altezza del loro nome e del loro prestigio. Allegri e Pioli pagheranno per tutti, non si riaffronteranno più da allenatori di Juventus e Milan, la loro colpa è aver assecondato l’andazzo e aver rischiato troppo poco. Da Vlahovic a Leao, da Chiesa a Giroud, troppi hanno sfigurato di fronte alla banda interista di Simone Inzaghi. Poi la tv esalta sempre tutto e non può certo sminuire lo spettacolo che ti fa pagare

Juventus – Milan 0-0 poteva essere raccontata in molte maniere, dipende dal punto di vista. La Tv, come sempre, fa come l’oste che serve all’avventore il proprio vino, per cui ne esalta la bontà unica, sottolineandone tutti gli aspetti collaterali e anche minimali.

  Nascondendo però il difetto principale e cioè che la partita sa d’aceto e che lo spettacolo è limitato a qualche guizzo, qualche tiro, difettando però di sapore, di forza e di passione che purtroppo non rientrano negli schemi e non sono misurabili.

  Negli anni la tv ci ha abituato ad anestetizzare le partite e il calcio che producono. Pare sia obbligatorio divertirsi anche quando c’è troppo poco per poterlo realmente fare. Su andiamo, stiamo parlando di Juventus – Milan, non può essere una partita qualsiasi.

  Gli stessi protagonisti in campo puntano più sul loro nome, facendoci credere che la loro stessa presenza sia sufficiente a impennare l’indice di gradimento, che sul loro reale e concreto contributo alla causa. Da Vlahovic a Leao, da Chiesa a Theo Hernandez non credo che la loro stagione sia annoverabile tra le eccellenze, sono giocatori profondamente narcisi, convinti che nel calcio sia sufficiente piacere ed essere contemplati. Nello spazio di pochissime partite, solo nella Juventus, ho visto uscire tra proteste e smoccolanti vari i presuntuosi Chiesa, Cambiaso e Vlahovic, segno che il malinteso è generale e profondo.

  Allegri e Pioli potevano congedarsi dalle rispettive squadre con maggior coraggio, ma hanno preferito mantenere lo statu quo, congelare una realtà abbastanza modesta per due squadre che oggi preferiscono accontentarsi.

  Entrambi fanno finta di non conoscere il proprio futuro, si concentrano su un presente che non è deludente per il risultato – nello sport vince uno solo, qualcuno deve pur arrivare secondo o terzo – quando perché l’Inter al loro confronto ha offerto al calcio molto, molto di più, sotto tutti i profili. E non è solo una questione di nomi o di qualità dei giocatori – anche se ovviamente l’aspetto è importante o forse addirittura decisivo – quanto della mentalità, del coraggio, della voglia.

  Ecco, senza entrare nel dettaglio di un tiro di Vlahovic o di una parata di Sportello,  secondo me, Juventus – Milan 0-0 è stata questo, una dimostrazione di modestia. Troppo poco per chi porta quel nome e quel prestigio.

***

SERIE A 2023-2024

GIORNATA N. 34

Venerdì 26 aprile 2024

Frosinone – Salernitana 3-0

Sabato 27 aprile 2024

Lecce – Monza 1-1

Juventus – Milan 0-0

Lazio – Verona 1-0

Domenica 28 aprile 2024

inter – Torino 2-0

Bologna – Udinese 1-1

Napoli – Roma 18.00

Atalanta – Empoli 18.00

Fiorentina – Sassuolo 20.45

Lunedì 29 aprile 2024

Genoa – Cagliari 20.45

***

CLASSIFICA DOPO 34 GIORNATE

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 32

Recupero giovedì 25 aprile 2024

Udinese – Roma 20.00

GIORNATA N. 35

Venerdì 3 maggio 024

Torino – Bologna 20.45

Sabato 4 maggio 2024

Monza – Lazio 18.00

Sassuolo – Inter 20.45

Domenica 5 maggio 2024

Cagliari – Lecce 12.30

Verona – Fiorentina 15.00

Empoli – Frosinone 15.00

MIlan – Genoa 18.00

Roma – Juventus 20.45

Lunedì 6 maggio 2024

Salernitana – Atalanta 18.00

Udinese – Napoli 20.45

***

Open Bar, la chat diretta di Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

***

SOCIAL BLOOOOG!

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

fatti un giro dentro Bloooog!

Giovedì 8 maggio 2024

Europa League, trionfale Atalanta in finale col Bayern Leverkusen. Eliminata la Roma, che pure aveva fatto la rimonta…

Mercoledì 8 maggio 2024

Champions League, Real Madrid in finale con i gol di Joselu, Ancelotti a caccia della sua quinta Champions League

Martedì 7 maggio 2024

Champions League, l’addio amaro di Mbappé al Psg: la finale è del Borussia Dortmund

Martedì 7 maggio 2024

FUORI CAMPO –  Il Telescazzo (Gasperini-De Rossi e Gruber-Mentana) è ormai un campionato vero, non solo un contorno

Martedì 7 maggio 2024

FUORI CAMPO – La banda Meloni e la favola della verginità perduta del calcio

Sabato 4 e domenica 5 maggio 2024

Roma-Juve 1-1, nel calcio italiano alla fine il pari accontenta tutti ma questo conviene alla Juve e non alla Roma

Giovedì 2 maggio 2024

Europa League, Atalanta ok può sperare, Roma ko ci vuole un miracolo. Conference League, Fiorentina gol e buone chances 

Martedì 30 aprile, mercoledì 1 maggio 2024

Champions League, Bayern Monaco – Real Madrid 2-2 e Borussia Dortmund – Paris Saint Germain 1-0: si decide al ritorno

Domenica 28 aprile 2024

Champions Thrilling, la corsa alla Champions League è un campionato nel campionato

Domenica 28 aprile 2024

La festa scudetto dell’Inter e il confronto con la festa del Napoli dello scorso anno

Sabato 27 aprile 2024

Juventus-Milan 0-0, una dimostrazione di mediocrità di fronte allo scudetto dell’Inter

Giovedì 25 aprile 2024

Roma, il golden gol di Cristante nello spezzone di recupero del match con l’Udinese di Cannavaro

Mercoledì 24 aprile 2024

Coppa Italia, Atalanta elimina Fiorentina e va a prendersi la Juve in finale

Martedì 23 aprile 2024

Coppa Italia, Lazio batte Juve 2-1, ma Milik fa il gol che manda la Juve in finale

Lunedì 22 aprile 2024

Il trionfo scudetto dell’Inter, un titolo voluto con grande ferocia e sadismo nel derby davanti al Milan

***

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
63 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

[…] Juventus-Milan 0-0, una dimostrazione di mediocrità di fronte allo scudetto dell’Inter […]

[…] Juventus-Milan 0-0, una dimostrazione di mediocrità di fronte allo scudetto dell’Inter […]

[…] Juventus-Milan 0-0, una dimostrazione di mediocrità di fronte allo scudetto dell’Inter […]

[…] Juventus-Milan 0-0, una dimostrazione di mediocrità di fronte allo scudetto dell’Inter […]

[…] Juventus-Milan 0-0, una dimostrazione di mediocrità di fronte allo scudetto dell’Inter […]

[…] Juventus-Milan 0-0, una dimostrazione di mediocrità di fronte allo scudetto dell’Inter […]

[…] Juventus-Milan 0-0, una dimostrazione di mediocrità di fronte allo scudetto dell’Inter […]

[…] Juventus-Milan 0-0, una dimostrazione di mediocrità di fronte allo scudetto dell’Inter […]

[…] Juventus-Milan 0-0, una dimostrazione di mediocrità di fronte allo scudetto dell’Inter […]

[…] Juventus-Milan 0-0, una dimostrazione di mediocrità di fronte allo scudetto dell’Inter […]

[…] Juventus-Milan 0-0, una dimostrazione di mediocrità di fronte allo scudetto dell’Inter […]

scotland16

103 paesi collegati per questo big match….era meglio se non lo trasmettevano; pessima pubblicita’ per il calcio italiano. Siamo forti nelle coppe (minori) e avremo 5 squadre in CL, intanto pero’ il campionato e’ noioso (solo una volta negli ultimi 7 anni deciso nel finale) e brutto come gioco nel complesso. Juve-Milan una pena, meglio la Juve di Allegri come gioco (clamorosa novita’..ahahah) pero’ il Milan era bello incerottato e la Juve al completo…e non ha vinto. Girone di ritorno della Juve da retrocessione , sia come punti che come gioco, la cosa assurda e’ che e’ avvenuto quando altre ben 7 squadre avevano ( e 3 hanno ancora) impegni europei. Milan dignitoso, per me Pioli non e’ inferiore a Lopetegui (carriera molto incostante e piena di cadute)

2010nessuno

che cosa ha fatto Bagnaia!!!

guido

Vero, grande battaglia, grande vittoria e grande Ducati. La ciliegina sulla torta: Marquez che perde

Camillo

Fa piacere sapere che in questo bar non si parla solo di calcio , che palle o anche di tennis con questa ondata di sinner mania , che palle anche qui , Bagnaia ieri ha fatto un capolavoro , non si vincono due mondiali per caso o fortuna , chapeau !!!

cipralex

Davvero grandissima gara. Per una volta siamo d’accordo.

2010 nessunoo

Beh succede, ma non preoccuparti, è un malessere passeggero.😎

Nicola Romano

Che cosa ha fatto Bagnaia ? .

2010 nessunoo

Se hai la possibilità, vatti a rivedere la gara che ha disputato oggi, soprattutto gli ultimi nove giri.

W i giovani (a.k.a. scusameri)

Incredibile non vincere sta partita contro un Milan seriamente rimaneggiato, poco motivato, molto dimesso e completamente inoffensivo.

Leao, l’unico potenzialmente pericoloso, è stato annientato da Weah, anche e forse soprattutto sul piano fisico. Weah ha delle doti atletiche importanti che secondo me potrebbero farne un giocatore interessante in mano ad un allenatore. A discapito di Leao va detto che era limitato nei movimenti dalla nostra catena di destra in cui anche gli altri due (Gatti e Cambiaso) sono stati fra i migliori. Una soluzione tattica che ha funzionato ieri grazie alla notevole polivalenza di Cambiaso, ma va detto che in linea generale lui rimane sempre sopratutto un esterno (magari in un sistema in cui viene anche dentro al campo in attacco) e non una mezzala.

I tiri e le occasioni per una volta li abbiamo avuti (1.77xG), ma un po’ la bravura di Sportiello, un pò la bella prestazione di Thiaw su Vlaho (annullato), un po’ l’imprecisione dei nostri al tiro, un po’ le solite lacune tattiche determinate dalla nostra zavorra*, e un pò francamente la pura casualità, hanno determinato l’ennesimo 0 nel nostro tabellino.

Il migliore dei nostri Chiesa, che ha svoltato la partita quando è entrato. Il mio beniamino Yildiz invece così così, stranamente insicuro e poco fluido rispetto al talento esuberante ammirato nelle prime partite, Il peggiore forse Kostic, che in genere sa fare molto bene solo una cosa, ma ieri neanche quella.

Quello di ieri è stato in gran parte un non-spettacolo di dissenteria calcistica su un palcoscenico mondiale, il che fa molto male al nostro movimento. Chi vorrà pagare per i diritti di guardare questa roba? Quali giovani talenti stranieri avranno desiderio di far parte di questo pattume?
———

*Già è difficile ripartire con la linea così incredibilmente bassa (contro questo MIlan!), aggiungici la cronica mancanza di meccanismi collaudati, e le nostre ripartenze sono ridicole. Una volta faticosamente raggiunto l’attacco, spesso non riempiamo a sufficienza l’area, per cui o si rinuncia al cross o questo risulta inefficace. Una volta persa la palla, scappiamo tutti indietro invece di riaggredire, anche quando saremmo in situazione favorevole per farlo.

cipralex

Non sono d’accordo su Cambiaso.

Per me ha tutto ( corsa, capacità di inserimento, tiro, una certa spregiudicatezza e velocità. Deve migliorare nella comprensione dei momenti della partita) per fare la mezzala.

W i giovani (a.k.a. scusameri)

Chissà Cipra, potresti avere ragione su questo. Vedremo come si evolverà. Diciamo che al momento secondo me è un esterno di ottimo livello, e una mezzala ancora solo discreta. Se sarà in grado di diventare un simil-Tardelli, non ne potrei essere più felice. In ogni caso, è uno di quelli che mi terrei stretto.

cipralex

Bella partita con un Milan rimaneggiato che entra in campo per limitare i danni e, con un po’ di fortuna che ci vuole sempre, ci riesce.

Mi è piaciuto Cambiaso mezz’ala che diventerà il nuovo Tardelli.

Se possiamo cambiarne uno per l’anno prossimo io voto Kostic.

La Champions comunque è più vicina e con essa, mi auguro, la conferma di Max.

…io ho buone sensazioni…

Obizzo da Montegarullo

Boia! Tardelli addirittura…

2010nessuno

Uhh Cipra, ma uno juventino a tutto tondo come te che si azzarda a paragonare Cambiaso con il grande Tardelli?

cipralex

Diventerà, ho detto Diventerà…

scotland16

Tardelli a 21 anni era alla Juve , a 22 in nazionale , a 23 vinse la Coppa Uefa (unica squadra della storia tutta italiana) ed a 24 gioco’ un Mondiale …Cambiaso ha gia’ 24 anni….e per ora poco o nulla; come al solito in Italia li lanciamo gia’ vecchi da 15 anni a questa parte

Claudio Mastino 62

Certo ma Tardelli quando andò all’Inter era ormai scoppiato, un giocatore finito. Cambiaso è un’ottima prospettiva, d’accordo che è in ritardo rispetto a Tardelli emerso prima ad alti livelli ma magari superati i trent’anni rimarrà di più a buoni livelli, non avrà quel grande calo fisico che ha avuto Marco.

2010 nessunoo

In questo caso io dico di no, ma staremo a vedere.

Sergiod

Non ho visto calcio ma pallavolo, un lungo viaggio a Vicoforte (Cn) dove sorge il santuario con la più grande cupola ellittica al mondo, un vero gioiello architettonico.

Così mi sono perso il Milan, leggendo i commenti mi pare invece di non essermi perso nulla e che e’ stato il Milan a perdersi nelle proprie difficoltà e debolezze.
Siamo ai titoli di coda di una stagione davvero grigia.
La Juve almeno si giocherà la finale di CI e noi anche questa volta resteremo a guardare.

Luc 68

Panchina
C.F.
Miretti, Fagioli, Weah, Rabiot, Rugani, Mc Kennie

Naturalmente l’allenatore sa più cose di me. E io faccio il tifoso.

Aspettiamo la fine di questo campionato.
E vediamo di centrare gli obiettivi. Poi ci si dovrà pensare all’allenatore.
Lo so sembro matto ma io Allegri lo terrei ugualmente.
Perché se centra gli obiettivi quest’anno perché non dovrebbe centrarli il prossimo.

scotland16

quindi l’obbiettivo della Juve che non faceva le coppe , era di arrivera’ ad oltre 20 punti dalla prima e fare un girone di ritorno agghiacciante? buon per voi….quale allenatore al mondo in un top club e’ rimasto per 3 anni senza praticamente combinare nulla (magari vince la Coppa Italia, la coppa nazionale piu’ ridicola , per i criteri di partecipazione e formula, del mondo)? Con quell’ingaggio poi?

Luc 68

Il campionato è finito.
L’inter ha meritato.
Il Milan non giocherebbe male …. quando ha le idee chiare.
Ieri comunque pessima partita per entrambe.
Allegri è presuntuoso, hai fatto un lavoro egregio per arrivare quasi primo. Non puoi spaccare lo spogliatoio perché nella partita clou (inter) vuoi titolari Alex Sandro e De Sciglio che non giocano da mesi.
Inoltre fai stare in campo Vlahovich che ancora non ha capito come muoversi (dato che ti ostini a non giocare in verticale come sarebbe meglio per lui) insieme a gente come Kostic e Weah che non ti fanno un cross decente neanche sotto minaccia armata.
Negli ultimi 20 minuti Chiesa ti fa 3 cross con Milik che sfiora 3 goal.
Ora mi chiedo io ….. ma ci vuole tanto a capire?
Fai giocare quelli bravi, se non sai come, fallo decidere a loro.
Sogno una squadra cosi
Perin
Kostic Bremer Gatti Danilo
Cambiaso Yildiz Caviglia
Chiesa Milik Vlahovich

Claudio Mastino 62

Lazio-Verona 1-0

Vittoria ampiamente meritata della Lazio contro un ostico Verona e punteggio che sta anche stretto ai biancocelesti considerando le varie
occasioni da rete che hanno creato. La mano di Tudor si vede,
l’atteggiamento dei giocatori è cambiato radicalmente in meglio sotto l’aspetto caratteriale ed anche a livello tattico, evidentemente il nuovo allenatore riesce a motivare di più rispetto a Sarri il gruppo ed a trasmettere meglio le proprie idee.
Il migliore dei laziali è stato Castellanos che dopo un primo tempo un po’ in ombra ha disputato una grande ripresa ed anche se in area si è visto poco, per lui solo un tiro di sinistro ben neutralizzato da un ottimo Montipò, è stato autore di ottime giocate tra cui una
rabona che è diventata un delizioso assist per Luis Alberto mal sfruttato dallo spagnolo che lo ha sprecato con un tiro finito alto invece di passare la palla a Guendozi completamente libero alla sua destra. Buona nel complesso la prova di Mandas, autore di una grande parata nella ripresa anche se una sua uscita maldestra nel primo tempo poteva costar cara alla squadra biancoceleste, più che sufficienti le prove dei difensori così come quelle di Guendouzi bravo sia nella fase difensiva che in quella offensiva, di Marusic e di Felipe Anderson, autore nella ripresa di un gran tiro deviato sulla traversa con le dita da un ottimo Montipò, insufficienti le prove di Isaksen che
in una prima occasione da buona posizione ha tirato centralmente dando la possibilità a Montipò di respingere la sua conclusione e nell’occasione successiva sempre da ottima posizione ha sparacchiato malamente alto sulla traversa della porta difesa dal portiere del Verona, di Luis Alberto
e del subentrato Pedro che si è divorato un goal fatto appena entrato in campo anche se poi alla fine su una punizione ben battuta ha preso il palo, così così la prova di Kamada che è leggermente migliorato nella ripresa ed ha servito una grande palla a Pedro che come ho appena riferito l’ha incredibilmente sciupata.
Decisamente positiva l’entrata in campo di Zaccagni che ha siglato la rete del vantaggio biancoceleste dopo una bella triangolazione con
un compagno risultando alla fine il migliore in campo insieme a Castellanos.

Juve-Milan 0-0

Pareggio che sta decisamente stretto alla squadra bianconera che
ha avuto diverse occasioni per segnare soprattutto nella ripresa
ma un pò la bravura di Sportiello in un ottimo stato di forma, di Ciao e di Gabbia che hanno ben controllato le sortite offensive della
Juve ed un po’ per la poca precisione degli avanti bianconeri il risultato è rimasto inchiodato sullo zero a zero. Nella Juve il migliore è stato Chiesa subentrato nella ripresa che ha dato un’ulteriore carica alla manovra offensiva bianconera ed ottima anche la prova dei difensori e di Weah che con la sua velocità ha praticamente disinnescato Leao; il padre che insieme ad Eusebio ed E’too è stato uno dei più grandi centravanti
africani di tutti i tempi era chiaramente più forte a livello tecnico ma in quanto a velocità lui che è un esterno non ha molto da invidiare al padre, se la può tranquillamente giocare.
Per finire Kostic non ha giocato affatto bene nel primo tempo ma nella ripresa è decisamente migliorato.
Nel Milan il migliore è stato Sportiello ma ottima anche la prova
di Ciao e di Gabbia.

il ghiro

LAZIO – HELLAS VERONA 1 – 0
Traffico intenso nell’infermeria della Lazio, entra Gila a raggiungere Provedel, escono Zaccagni e Lazzari, ma solo per la panca, Tudor fa la conta dei disponibili, dentro Patric, Isaksen e Kamada, in panca Hysaj e Cataldi. Nei gialloblu di Baroni giocano Tchatchoua, Mitrovic e Swiderski, in campo anche un nostro ex, l’ottimo Folorunsho. Arbitra Massa con Pairetto al VAR.
Al via Guendouzi e Noslin tirano a lato, il Taty non pare in forma splendida, tiraccio di Kamada, f.g. inesistente del Taty, comunque rimontato in corner, tiretto centrale di Isaksen facile per Montipò, fallo inesistente di Romagnoli, Isaksen non stoppa un invitante assist del Mago, fallito schema su punizione tra il Mago e Kamada, Swiderski di testa alto, Mandas sbaglia l’uscita senza conseguenze, spinta di Serdar su Guendouzi in area, per Massa tutto ok, giallo a Romagnoli, Cabal duro sul Mago, tutto ok.
Ripresa: gran dx del Pipe, traversa piena, giallo a Casale, rabona del Taty per il contropiede del Pipe, assist per il Mago che sparacchia in curva, tiretto di Lazovic, entrano Zaccagni e Pedro per Isaksen e Casale, poi Duda e Suslov, fallo del Pipe su Folorunsho inesistente, il pallonetto del Mago scavalca Montipò, ma va fuori, Kamada offre una palla ghiotta a Pedro che la canna sparando a lato, bell’assist di Guendouzi al Taty che si fa parare il tiro da Montipò, incomprensibile giallo al Mago e a Duda, poi Kamada ruba palla a centrocampo, palla da Zac al Mago, ennesimo assist per Zac che fulmineo insacca di sx sul primo palo, 1-0. Entra Hysaj per il Mago, poi Centonze e Bonazzoli, Mandas salva su tentativo di autorete di Kamada, fallo su Pedro in area ma Massa lo sposta fuori area, il sx di Pedro a sorpresa finisce sul palo, giallo a Coppola, dentro Vecino e Immobile per il Pipe e il Taty, poi anche Henry, giallo a Noslin, Henry spedisce in curva l’ultimo pallone della gara.
Le pagelle: Mandas 7; Patric 7, Romagnoli 6,5, Casale 6 (Pedro 6,5); Isaksen 5,5 (Zaccagni 6,5), Guendouzi 6,5, Kamada 6,5, Marusic 6; Felipe Anderson 6,5 (Vecino sv), Luis Alberto 7,5 (Hysaj sv); Castellanos 5,5 (Immobile sv). All.: Tudor 7.
I migliori del Verona Montipò, Tchatchoua e Cabal, in ombra Folorunsho e Lazovic. Il peggiore in campo l’ineffabile arbitro Massa, il bancario di Imperia ha infilato una serie di ka$$ate madornali, 4 gialli a nostro carico frutto della sua fervida fantasia, decisioni quasi sempre a nostro danno, Tudor e i ragazzi sono riusciti a conservare la calma, io no.

Sunako Nakahara

Un dato che appare evidente, dopo il cambio di guida tecnica, è che la Lazio adesso effettua un numero di conclusioni a rete decisamente superiore. In generale mi sembra che i giocatori siano più “tranquilli”, a livello mentale, e non abbiano paura di rischiare delle giocate che in precedenza avrebbero evitato. Abbiamo cominciato a rivedere persino qualche conclusione dalla distanza, una soluzione che sembrava sparita dal nostro repertorio (al punto che mi chiedevo se la UEFA avesse introdotto qualche disposizione regolamentare che la vietasse esplicitamente).
Davvero pessimo l’arbitraggio. Massa ha assegnato una serie di ammonizioni gratuite ai nostri danni, ignorando in modo sistematico svariati interventi dei giocatori ospiti passibili della stessa sanzione disciplinare.

scotland16

Ma Bomba che fine ha fatto?? dopo il derby e l’esonero di Sarri mi smebra del tutto scomparso, spero nessun problema, sul serio

Sunako Nakahara

Se non ricordo male aveva scritto che si prendeva una pausa, ma non so per quale motivo.

Claudio Mastino 62

Certo Sunako, hai perfettamente ragione, ora la Lazio con Tudor effettua molte più conclusioni a rete di prima, è un dato di fatto.
Questo succede anche e soprattutto perché il nuovo
allenatore utilizza un modulo che prevede un pressing alto onde evitare ripartenze dal basso della
squadra avversaria e due centrocampisti difensivi e di conseguenza i recuperi palla e le ripartenze sono più frequenti e naturalmente le occasioni da rete
sono maggiori; sicuramente con questo sistema Guendouzi, uno dei buoni acquisti di quest’anno di cui abbiamo parlato in precedenza deve sacrificarsi nella sua nuova posizione in campo essendo costretto a curare maggiormente la fase difensiva e di conseguenza limitare le sue incursioni offensive ma in ogni caso come ho scritto in un precedente commento la Lazio con il cambio di allenatore è sensibilmente migliorata.
Un saluto

il radarista

Va a finire che mi devo ricredere su Tudor. Vero è che l’orologio Tudor è la sottomarca del Rolex ma questo concetto non vale per le persone. Fin’ora Tudor ha dimostrato di essere un ottimo allenatore. Auguri per la Lazio e per parte dei suoi tifosi.

Leo 62

A quanto pare non mi sono perso niente… però pare pure che Sportiello sia meglio di Tata e che Thiaw e Gabbia siano una bella coppia di centrali, sicuramente da tenere.
Va a finire che arriviamo secondi sul serio.

il radarista

Il secondo tempo di Juventus – Milan è stato notevole. la Juventus meritava qualcosa di più.

Leo 62

Si anche dagli Highlights mi è sembrato evidente, ma d’altronde quelli che dovevano vincere erano loro per avvicinarsi al secondo posto, noi per come stiamo dovevamo limitarci a non perdere.

gmr61

Brutta partita, ai punti avrebbe meritato la Juve, ma visto che all’andata non meritava di vincere chissà se si può parlare di compensazione .
se nel Milan i migliori sono stati i centrali ed il portiere fa capire tutto.
bravo allegri a fermare Leao triplicandolo, anche se ultimamente si incarta da solo, il gioco é latitato da entrambe le parti, ma almeno la Juve ci provava, noi senza uno straccio di gioco, speriamo finisca presto, certo che se questa è stata la sfida tra la seconda e la terza del campionato non siamo messi bene.
Credo che dovremmo finire secondi, si parla molto di Lopetegui ( nel caso lo chiamerei Lo) di cui parlano come un continuatore del gioco attuale, speriamo in meglio…..😂😄

Leo 62

Ecco “El Cagon” mi sembra proprio la scelta sbagliata, molto meglio Van Bommel allora…

Expo

Altro pareggio incolore della Juventus, contro un Milan dimesso. Un mediocre spettacolo di fine stagione, tra due squadre che non sono più in grado di dare una scossa alla stagione.
Ciò nonostante sono la seconda e terza squadra del campionato.
Per una volta (in questa stagione), riconosco che Allegri fa una scelta tecnica giusta: il triangolo a destra Gatti-Weah-Cambiaso (con quest’ultimo mezzala) imbraglia l’unico giocatore pericoloso del Milan, Leao, che ci prova a sfondare ma non produce nulla.
Primo tempo con la Juventus che rumina il solito calcio lento e il Milan cede il possesso e attende. Ai punti, leggermente meglio i bianconeri.
Nel secondo tempo, la Juve accelera un po’ e crea più occasioni, con Sportiello miracoloso in un paio di opportunità. Tuttavia, manca il guizzo di classe o la freddezza e la tecnica per realizzare, e la partita scivola via senza gol.
Nel secondo tempo Pioli da fondo alla panchina e mette dentro Bennacer per Adli, Okafor per un incolore Pulisic, Chukwueze per Giroud e i giovinotti Bartesaghi e Zeroli.
Allegri invece al 60′ fa un guizzo dei suoi e passa al 4-2-3-1 (o 4-3-3) con Milik per Vlahovic, Chiesa largo a sinistra per Kostic, Yildiz al centro e Cambiaso (!) qualcosa a destra.
Dietro Danilo terzino sinistro (!) e Weah terzino destro (!!).
La mossa (e l’accoppiata Weah-Milik) questa volta non produce il gol risolutore.

Nel Milan bella prestazione di Thiaw (che annulla Vlahovic) e Gabbia (che chiude tutto), per il resto mediocrità.
Nella Juve bene Danilo e Locatelli, molto attento Gatti (per me meglio come centrale che largo a destra che fa inserimenti penosi). Male Vlahovic, fantasmatico Rabiot. Alcuni sprazzi di Yildiz ma alla fine poco arrosto.

Una partita in meno per finire questa stagione che veramente fa male al fegato (non per lo scudetto dell’Inter come pensano alcuni del bloooog! che sono monodimensionali).

il ghiro

JUVENTUS – MILAN 0 – 0
Nella Juve rientrano Szczesny e Gatti, dentro Weah e Yildiz, McK e Chiesa in panca. Nel Milan fuori gli squalificati Calabria, Tomori e Theo Hernandez, giocano Florenzi, Thiaw e Musah, spostato più dietro, Sportiello per Maignan, Adli per Bennacer. Arbitra Mariani con La Penna al VAR.
Gran duelli a centrocampo, alla mezzora il primo tiro serio è una testata fuori di Gabbia, poi un sx fuori di Cambiaso, tiraccio di Florenzi, testata alta di L.-C., giallo a Musah, al 47′ Vlahovic aggira la barriera ma Sportiello miracoloso devia in angolo.
Ripresa: Sportiello ancora sugli scudi, salva due volte di seguito su Kostic e Danilo, tiraccio di Locatelli, entrano Chiesa e Milik, poi Bennacer, cross di Chiesa per Yildiz, salva a valanga Sportiello, gran tiro da fuori di L.-C. a fil di palo, ennesimo corpoacorpo Giroud-Bremer, entrano Okafor e McK, cross di Chiesa ma Sportiello blocca a terra la testata di Milik, tiro di Leao deviato da Bremer, dentro anche Miretti, poi Zeroli, Bartesaghi e Chukwueze, esce male Sportiello, Thiaw salva sulla linea, il tiro a giro di Miretti chiude la gara sul risultato ad occhiali, un equanime 0-0, combattuto ma povero di qualità di gioco. Voto: Zero Spaccato.
I migliori: della Juve il trio dietro, oltre a qualche spunto personale di Yildiz, del Milan Sportiello, Gabbia, oltre a qualche spunto personale di Leao. Molto bene Mariani, partita sempre in pugno, lascia giocare il giusto.

Il Regolamento

18 tiri in porta di cui 7 nello specchio, contro rispettivamente nove e ZERO.
Fabrizio, smetti di commentare le partite guardando solo il risultato.

2010 nessunoo

Però i tiri nello specchio potrebbero essere un problema: e se si rompe? Sono sette anni di guai, non bastano già questi quattro?

commentanonimo

Tirano tirano ma non segnan mai. Forse o non sono campioni o chi li allena non sa dar loro lucidita’ non credi? Condivido pienamente il giudizio di Bocca.

nirula's

Hai perfettamente ragione. Il dott. Bocca talvolta fa il populista.

63
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x