Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

SERIE A, 25a GIORNATARoma-Juventus non valeva certo lo scudetto, ma è stato vissuto e giocato come se fosse ancora la magica partita degli anni 80. Alla fine, dopo tutti i veleni della vigilia, l’ha spuntata Mourinho, che prima ha abbracciato affettuosamente Allegri e poi lo ha trafitto con una gran botta di Mancini. Mourinho se l’è giocata senza un centravanti di ruolo, Allegri tenendo sempre Chiesa in panchina e preferendogli Di Maria, che però questa volta non ha fatto certo una partita straordinaria. Per la Juve anche la mazzata della follia di Kean che entra e dopo pochi secondi si fa espellere. All’allenatore bianconero adesso preme scacciare la depressione che attanaglia la Juve: “Stiamo facendo il possibile, ma siamo un po’ fragili. Nel calcio non è mai esistita una storia come quella capitata alla Juve quest’anno”. 

SERIE A 2022-2023

GIORNATA N. 25

Venerdì 3 marzo 2023

Napoli – Lazio 0-1

(67’ Vecino L)

Sabato 4 marzo 2023

Monza – Empoli 2-1

(19′ Ciurria M, 51′ Satriano E, 67′ Izzo M)

Atalanta – Udinese 0-0

Fiorentina – Milan 2-1

(49′ Nico Gonzalez rig. F, 87′ Jovic F, 90’+5′ Hernandez M)

Domenica 5 marzo 2023

Spezia – Verona 0-0

Sampdoria – Salernitana 0-0

Inter – Lecce 2-0

(29′ Mkhtaryan I, 53′ L. Martinez I)

Roma – Juventus 1-0

(53′ Mancini R)

Lunedì 6 marzo 2023

Sassuolo – Cremonese 3-2

(26′ Laurienté S, 41′ Frattesi S, 62′ Dessers C, 83′ Dessers C, 90’+2′ Bajrami S)

Torino – Bologna 1-0

(22′ Karamoh T)

***

CLASSIFICA

Napoli 65 (25), Inter 50 (25), Lazio 48 (25), Roma 47 (25), Milan 47 (25),  Atalanta 42 (25), Bologna 35 (25), Juventus 35 (25)*, Torino 34 (25), Udinese 32 (25), Monza 32 (25), Fiorentina 31 (25), Sassuolo 30 (25), Empoli 28 (25),  Lecce 27 (25),  Salernitana 25 (25), Spezia 21 (25), Verona 18 (25), Cremonese 12 (25), Sampdoria 12 (25),  * Juve 15 punti di penalizzazione

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 26

Venerdì 10 marzo 2023

Spezia – Inter 20.45

Sabato 11 marzo 2023

Empoli – Udinese 15.00

Napoli Atalanta 18.00

Bologna – Lazio 20.45

Domenica 12 marzo 2023

Lecce – Torino 12.30

Cremonese – Fiorentina  15.00

Verona – Monza 15.00

Roma – Sassuolo 18.00

Juventus – Sampdoria 20.45

Lunedì 13 marzo 2023

Milan – Salernitana 20.45

***

Domenica 5 marzo 2023

Una gran botta di Mancini, dei pali della Juventus, la clamorosa e folle espulsione di Kean dopo pochi secondi dall’ingresso in campo, Mourinho che si gode la vittoria in campo dopo che la sua squalifica era stata eccezionalmente sospesa.

  Roma-Juventus non era così importante e fondamentale per la classifica – la Roma con i tre punti ha agganciato il quarto posto e la Juve resta a -12 dalla zona Champions League – eppure è stata vissuta e giocata come se valesse lo scudetto o fosse ancora una di quelle straordinarie partite degli anni 80. Mourinho se l’è giocata senza centravanti di ruolo tenendo Abraham e Belotti in panchina puntando tutto su Dybala,

  Allegri continua a tenere Chiesa in panchina e punta su Di Maria, che però fa partite straordinarie quando non te l’aspetti e le manca quando te lo aspetti, mentre Vlahovic gli unici segnali che manda sono quelli di non pervenuto. Mourinho fa la parte dell’agnellino, evita i suoi agitati show e addirittura abbraccia affettuosamente Allegri e fa i complimenti alla Juventus, dopo aver vaneggiato complotti al turno precedente mentre litigava in campo col quarto uomo. Il gol di Mancini è, per il portoghese, una liberazione: “Se oggi la Juve vince qui, tu senti la respirazione juventina sul collo”.

  Allegri abbastanza depresso e sconsolato dopo la folle espulsione di Kean cerca di ritirare su il morale della squadra: “Il nostro obiettivo è cercare di raggiungere quelli che ci stanno davanti. In questo momento siamo un po’ fragili. Sembra che ti crolli il mondo addosso, ma abbiamo fatto pur sempre 50 punti. Nella storia del calcio non è mai esistita una storia come quella che sta subendo la Juve quest’anno”. In sostanza, con quello che ci è capitato, cosa pretendete?

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SINTESI

SERIE A, 25a GIORNATARoma-Juventus non valeva certo lo scudetto, ma è stato vissuto e giocato come se fosse ancora la magica partita degli anni 80. Alla fine, dopo tutti i veleni della vigilia, l’ha spuntata Mourinho, che prima ha abbracciato affettuosamente Allegri e poi lo ha trafitto con una gran botta di Mancini. Mourinho se l’è giocata senza un centravanti di ruolo, Allegri tenendo sempre Chiesa in panchina e preferendogli Di Maria, che però questa volta non ha fatto certo una partita straordinaria. Per la Juve anche la mazzata della follia di Kean che entra e dopo pochi secondi si fa espellere. All’allenatore bianconero adesso preme scacciare la depressione che attanaglia la Juve: “Stiamo facendo il possibile, ma siamo un po’ fragili. Nel calcio non è mai esistita una storia come quella capitata alla Juve quest’anno”. 

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
308 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

monica

Approfitto per ringraziare tutti i bloggaroli che hanno fatto gli auguri a noi femminucce!
❤💜

il ghiro

In onore ed alla memoria del nostro amatissimo Presidente Gianmarco Calleri, che ha guidato per sei anni la nostra Società, dal ’86 al ’92, ho riesumato una vecchia poesiola, scritta nel luglio del 2021 ed ho ampliato il riferimento a lui ed al suo contributo alle nostre fortune. R.I.P. caro Gianmarco.

I Presidentissimi della S.S. Lazio

Vorrei spendere oggi qualche verso
per quei signori che, con esito diverso,
hanno guidato la nostra Società
in un passato che nessun mai scorderà.
Dopo tre anni il primo, Pedercini,
lasciò lo scettro a Fortunato Ballerini,
presidenza assai lunga e fortunata,
che dai tifosi sarà sempre ricordata.
Quando il Fascio tentò l’orrido abbraccio
per rinforzar la squadretta de Testaccio,
le presidenze di Ercoli e di Gualdi
passarono momenti molto caldi,
ma per fortuna il “console“ Vaccaro
ci risparmiò questo boccone amaro,
per cui anche nei periodi più …Acerbi
ci rifacciamo crocchiandoli nei “derby”.
A questo punto entra in scena Remo,
nostro grande condottiero supremo,
sto parlando di Remo Zenobi,
maestro Jedi come Obi-Wan Kenobi,
veramente la forza fu con noi,
trasformandoci in piccoli eroi,
perché, a dispetto del tempo di guerra,
tenne la Lazio coi piedi per terra,
la squadra, prima ridotta in mutande,
per vari anni fu la “quarta grande”.
Ritornò Gualdi, con Tessarolo e Siliato,
periodo controverso e travagliato,
vennero gli anni nella serie cadetta,
ma ci rialzammo più o meno in fretta,
dopo Brivio e Vaccaro, ecco Casoni,
seppe guidarci negli anni meno buoni.
Poi, per la gioia di grandi e piccini,
arriva l’era di Umberto Lenzini
forse il periodo degli anni più belli,
insieme a “Cecco”, al “Frusta” e a Maestrelli.
Si arriva infine agli anni più stenti,
quelli di Long John e di Franco Chimenti,
poi per fortuna ecco Gianmarco Calleri,
un dirigente tra i più bravi e più seri,
che col fratello e con Renato Bocchi,
finalmente tiran fuori i baiocchi,
la prima mossa, il regalo più bello
per i tifosi, il terreno di Formello,
con un acquisto assai indovinato,
sede di un centro da tutti invidiato,
arrivan Riedle, Doll e Ruben Sosa,
ed infine la sorpresa più gustosa,
ecco Gascoigne, il nostro amato Gazza,
genio del calcio con la “corda pazza”,
ma arrivan presto bocconi ancor più ghiotti,
il secondo scudetto con Cragnotti,
per un triennio c’è anche Dino Zoff,
dopo di lui arrivammo al “time off”.
 
Prende il timone un ignoto signore
che, nelle vesti del gran traghettatore,
è dai laziali odiato ed applaudito,
sto parlando di Claudio Lotito,
Mezzaroma lo ama, ma è sua moglie,
all’altra mezza fa venir le doglie,
lui per tutti i tifosi della Lazio
è diventato un quotidiano strazio.
Detto “Lotirchio” per il braccino corto,
non spende un euro in più neanche morto,
ma noi speriamo che al prossimo mercato
per Tare il budget sarà almeno triplicato,
e con un paio di acquisti più costosi
poter puntare su traguardi più ambiziosi.
                                    
(Il Ghiro)

P.S. Ragazzi, da allora non è cambiato niente, cara Sunako, quanta ragione ti devo dare!!!

Waters

Nella storia del calcio moderno, non si erano mai visti tifosi piangina come i “gobbi”, una volta il piangere era territorio di caccia di noi interisti, magari qualche ragione ce la avevamo anche, quindici anni senza vincere una mazza, dal 1990 al 2005 in Italia, poi si era anche visto il perché, con giocatori come Ronaldo, Vieri, eccetera, poi i piangina sono diventati i tifosi del Napoli.
Tre anni senza vincere lo scudetto e subito hanno perso la testa, per ogni minima cazzata fanno drammi epocali, una tifoseria per molti versi infantile, ed immatura, non so se avete notato ma sono spariti il 50%ed oltre dei blogger, ma roba da matti.
Nella resistibile epopea Agnelliana, appena aprivo bocca ero subissato minimo da 50 dislike, ora non passo venti, ma dove sono andati? A piangere dalla mamma?
Qualche eccezione c’e’, mi viene in mente il grande Scusameri, sempre lucido, competente, ed intelligente, altri validi sono spariti sotto il fardello delle sconfitte…è rimasto solo uno che non sa che dire “ho buone sensazioni”…. Ripjiateve..

Salud.

Bob Aka Utente11880

Caro collega Waters, non sono mai stato in Argentina dove mi pare lei si stia per recare. Si pescano tonni anche lì ? Grazie

La lista del penalizzatore

Concentrati, vado un po’ lungo, ma è per il tuo bene… 😀

Se togli i molti bannati per la meritoria Resistenza Civile contro la Santa Inquisizione, come ben sottolineato dalle rimostranze di @Gran Torino, @La mia via, @Milan solo con te ecc – utenti neutrali non accecati dal tifo per la “gogna medioevale” (cit), come molti pettegoli ipocriti di nostra conoscenza – e ci aggiungi quelli che per la stessa ragione non seguono più il calcio giocato (figuriamoci se seguono il blog!) in attesa del ripristino dei canoni minimi di civiltà giuridica e mediatica… vedrai che siamo ancora quasi tutti qui, anche con le nostre serrate critiche alla sconcertante gestione sportiva degli ultimi anni.
Ovviamente, preda della stessa ipocrisia, non ti sei nemmeno accorto che sono molti, ma molti di più (in percentuale) gli interisti già ritiratisi dopo essere spuntati come funghi nei due anni di Conte (ricordiamo qui con grande affetto il più comico di tutti, tal @catone60)… o i milanisti venuti a far compagnia a @Leo 62, l’unico sempre presente, che stavano tentennando e cedendo su molte fila e che ieri sera hanno avuto un bell’incentivo a rimanere… o a rientrare sotto mentite spoglie… Mentre ai napolisti che finalmente vincono, non riesci a far altro che dare degli “infantili” (tu a loro: siamo a posto!).

Senza contare che non ti sei manco accorto che godi della stessa identica considerazione di prima – rasente lo zero – , anche espressa via like/dislike… perché sul vecchio blog era di fatto possibile darne quanti volevi ad ogni singolo commento, mentre su questo è stato (finalmente) messo un blocco più accurato, che solo il tuo disperato sodale @godella, aggira dando la caccia a quanti più device riesca a reperire (dicono dal call center).
Insomma, cosa volevo dire… Ah si, che stai dicendo un sacco di fesserie, more solito. 😀
 
Ah, il perché l’Inter non vinceva in Italia in quegli anni (e ci riuscì solamente senza concorrenza subito dopo calciopoli, oppure prima e dopo solo con il determinante contributo di condottieri juventini – Trap, Conte, Marotta), visto che vai in giro a ripeterlo di continuo – sarà la quinta volta di fila che lo leggo -, te lo faccio dire proprio da uno di quegli utenti citati sopra, che tra l’altro, te lo aveva già detto senza che tu avessi saputo cosa rispondere, more solito… :
 
Milan solo con te
 Rispondi a  Waters
 4 giorni fa
Ma finiscila… Vieri e Ronaldo, purtroppo per loro e per noi spettatori, non giocarono quasi mai assieme per via dei numerosissimi infortuni che li riguardarono. In compenso ci godemmo i Colonnese, i Moriero e i West, ma anche i Coco e Guglielminpietro che scambiaste con Seedorf e Pirlo… Poi aiutami a dire, dal 90 al 2005, tolte le coppette alla Boninsegna (cit), quante volte l’Inter arrivò in Champions, che qualificava già allora le prime due classificate delle serie A, e con quali risultati, magari mettendoli a confronto con il fatto che Milan e Juventus, l’una o l’altra arrivarono quasi sempre alla finale.
Non vorrei infierire sul lato sportivo, perché in effetti, non c’entra nulla con l’aver commesso o meno un “illecito sportivo”.
 
Per quel che riguarda , nume tutelare del tifo bianconero, la persona più distante da te per classe ed eleganza (e cultura), leggi e impara a memoria quanto segue:
 
scusameri
 1 mese fa
Non ho mai avuto problemi a criticare la dirigenza della Juve, che secondo me ha cominciato a seguire strategie folli sia sul piano sportivo sia su quello commerciale, fin da dopo la finale di Cardiff. Le carte del processo scoprono il velo su un dilettantismo sconcertante (ricordatevelo quando usate argomenti come “beh se i dirigenti fanno X e Y avranno un valido motivo, tu chi cazzo sei per criticare”.).
Per me, anche ricominciare dalla B non farebbe una grande differenza rispetto alla situazione attuale. Anzi. La Juve sportivamente non mi emoziona più. Navighiamo nella mediocrità, sia come gioco sia come risultati. Non riusciamo e competere per nulla appena il livello si alza e non esprimiamo niente a livello di calcio. Con la attuale guida tecnica non vedo vie d’uscita. Uno shock potrebbe essere una via di uscita.
Premesso questo, sono uno di quelli a cui il tipo di “giustizia” che emerge dalla sentenza fa schifo.

È un tritacarne arbitrario in cui:

  • non si sa con certezza cosa costituisca un illecito (non esiste una norma che definisca plusvalenze “artificiali”);
  • la difesa non sa con certezza su cosa si sta difendendo (qui c’è stato un cambio in corsa da articolo 31 ad articolo 4);
  • vengono usate come prove elementi che nel diritto normale mai costituiscono prove (le intercettazioni);
  • la difesa non può contestare l’utilizzo selettivo di queste “prove” usate per dimostrare una valenza “confessoria”;
  • non esiste certezza della pena (il giudice può decidere arbitrariamente di darti 3, 10, 20 punti o di mandarti in C – nella sentenza non esiste sostanzialmente motivazione su questo punto);
  • una reiterazione di un reato piccolo si trasforma arbitrariamente in un reato “sistemico” inventato, diverso e più grave (come se io ti diffamo dieci volte e vengo condannato, invece che a dieci ammende per diffamazione, al carcere duro per un “sistema di violenza”) . 

È un sistema brutale e primitivo, privo di tutte le garanzie che gli stati di diritto moderni hanno faticosamente conquistato nei secoli. Liberissimi di esibire risolini ebeti*** o di fare spallucce, ma le persone serie dovrebbero invece essere preoccupate e disgustate***, a mio giudizio. Abbiamo tutti un senso interiore di giustizia e ci sono cose che ci provocano conati di vomito indipendentemente dalla materia in oggetto***, anche se si trattase di una disputa condominiale o di un litigio fra bambini risolto in maniera iniqua dalla maestra.
Passando alla sostanza. Anche accettando la tesi dell’accusa, qual’è la gravità sportiva della vicenda? È importante capire che la Juve non ha falsificato un bilancio nel senso di nascondere spese incorse distruggendone le prove, o di inventarsi dal nulla ricavi senza in realtà ricevere nulla. Ha essenzialmente riallocato spese e ricavi nel corso di 4-5 anni in modo da abbellire il saldo di quest’anno a prezzo di abbruttire quello degli anni prossimi. Il totale rimane lo stesso, nulla viene creato o distrutto.

In pratica: scusamera mi fa il mazzo quando ho un bilancio in negativo. Quest’anno le cose vanno male e ho spese maggiori dei ricavi. Che faccio? Idea! Vendo la mia macchina, una bella Pianizza, per 100.000 euro a un amico che si trova nella mia stessa situazione. Allo stesso tempo, compro la sua macchina, un’ affascinante Arturo, per 100.000 euro. Scusamera, adottando le pratiche contabili standard, iscrive al bilancio familiare i ricavi quando vengono ottenuti, ammortando le spese su cinque anni. Quindi, per questa operazione, per quest’anno mi calcola un saldo positivo di 100.000-20.000=80.000, e perdite di 20.000 in ciascuno dei prossimi anni. Saldo zero sui cinque anni.
Qual’è il problema? È che è la Pianizza e la Arturo “intuitivamente” (non ci sono parametri oggettivi) non valgono più di 50.000, nel senso che altri acquirenti probabilmente non pagherebbero più di quello. E anche il fatto che in realtà, nella sostanza, si tratta di una sola operazione, uno scambio fra una Pianizza e una Arturo di uguale valore, con un saldo zero subito, non di due vendite separate che permettono di “spalmare” i passivi su più anni.
Scusamera, che è la mia principale azionista, quando scopre la cosa è incazzata, perché gli azionisti hanno diritto di conoscere la situazione economica annuale con totale trasparenza. Per questo la Consob forse farà il mazzo ai dirigenti della Juve, se riuscirà a dimostrare che le cose stanno come sopra (la realtà è leggermente più complicata della metafora).
 
Ma tornando alla Juve, dal punto di vista sportivo, qual’è invece la rilevanza esatta? Ognuno può giudicare da sé se dilazionare le spese in questo modo costituisca una slealtà sportiva e conferisca un vantaggio sportivo contro altre squadre italiane (che invece si presume non abbiano utilizzato pratiche simili, altrimenti non sarebbero svantaggiate), giustificando quindi una sanzione sportiva senza precedenti per questo genere di cose. Io personalmente non capisco dove stia il vantaggio sportivo, quando avrebbe potuto comunque presentarsi con un patrimonio negativo (o umiliarsi e andare a fare la questua in famiglia una volta di più, già che ne hai presi 700 famo 800, dai). Con la stessa logica, se una squadra, non molto tempo fa, non ha pagato gli stipendi per molti mesi, non ha forse acquisito un vantaggio sportivo sleale nei confronti delle squadre che hanno continuato a pagarli? Esempi così se ne possono fare a bizzeffe. Il decreto spalmadebiti ad esempio rispondeva a principi di lealtà sportiva?
 
A me sembra che una norma così vaga (articolo 4) e “di chiusura” sui cosiddetti principi di lealtà sportiva andrebbe usata con molta saggezza, molta cautela, in casi molto chiari dove ad esempio dove un calciatore ha scommesso su un risultato o una squadra si è accordata con un arbitro. Ma usata per fatti di bilancio (la cui irregolarità, ripeto, non è nemmeno ancora provata), a me sembra che questo alto principio diventi solo una clava roteata a casaccio. Nella migliore delle ipotesi.
 
[***  queste in neretto erano per quelli che certamente vi si riconoscono – perfino inutili per quell’altro (sic!) a cui ti accompagni qui sul blog – sempre più ”grufolanti” (cit) tanta più spazzatura gli depositano nel trogolo; con tutto il loro pregresso di impunità che si portano appresso.]
 
…e ancora, dal vecchio blog…
 
scusameri – people have the power ha detto:
31 gennaio 2021 alle 19:00

Io sono d’accordo con te sui fatti. Gli arbitri in linea di massima hanno una paura tremenda a fischiare contro la Juve. Per dire, il rigore su Rabiot con la Spal inizialmente non dato e’ spiegabile solo con la cecità o con la paralisi decisionale da paura. Siccome l’arbitro ci vede, sopravvive solo la seconda ipotesi.

Senza girarci intorno: c’e’ un doppiopesismo in episodi sostanzialmente simili a favore e contro. Basterebbe notare anche solo il metro assai severo, direi implacabile, per ammonizioni/espulsioni usato in media contro la Juve rispetto a quello molto piu’ morbido usato per gli avversari che menano come fabbri (hai per caso visto la caviglia massacrata di Morata? Zero sanzioni).
E la famosa statistica sciorinata da Sarri sul confronto fra i rigori subiti al Napoli e alla Juve, anche se di per se’ non dirimente dal punto di vista statistico, ha il pregio di riassumere vividamente la realta’ delle cose quando le puoi osservare da entrambi i punti di vista.
[Nota per i TAJ: questo e’ quello che penso io. Non me ne frega nulla se non vedete o non volete vedere certe cose, e non ho intenzione di aprirci un dibattito. Non mi lamento mai di episodi specifici qui sul blog (inclusi un paio nell’ultima partita con la Samp) e sto riassumendo la mia opinione qui solo per rispondere specificamente ad Alezuc sulla teoria del complotto].
Dove le nostre strade si separano e’ sulla teoria complottista. A parte che non sono un appassionato del genere, mi sembra “metodologicamente” sbagliata in quanto viola il principio di Occam: perche’ appellarsi a un complotto, difficilmente verificabile, quando abbiamo una spiegazione naturale e verificabile che basta da sola?
Ed e’ quella che gli arbitri, come tutti gli esseri umani, rispondono agli incentivi. E il fatto e’ che passano molti piu’ guai quando prendono decisioni sbagliate, o anche solo dubbie, a favore della Juve, che quando le prendono contro. Le sviste arbitrali palesi contro la Juve passano generalmente in cavalleria. Non si scomodano i parlamentari. Non si scomodano i giornalisti. Non si scomoda neanche la societa’ Juve. Nessuno urla, nessuno minaccia. Una volta che Nedved e’ “scoppiato” dopo l’ennesima decisione arbitrale ad minchiam, andandosene anzitempo da una partita, e’ stato oggetto di aspri rimproveri. Paratici multato per aver rinfacciato gli errori all’arbitro fuori dal campo di gioco. Morata squalificato inizialmente per due giornate per aver detto, neanche guardando l’arbitro, e dopo il fischio finale, “c’era un rigore imbarazzante”. Poi assistiamo a invasioni di campo e scene isteriche assolutamente incredibili e invereconde da parte di altri dirigenti e allenatori, per me roba da squalifica esemplare per mesi, e le autorità disciplinari cosa fanno?
Si cacano sotto, ecco cosa fanno. E solo le mischiate dei Commisso di questo mondo rimbombano nell’ambiente.
Ed e’ esattamente quello fanno gli arbitri in campo. Io credo fermissimamente nella loro buona fede. Ma mi sembra umano, molto umano, comportarsi come si comportano, anche senza complotti.

La stragrande maggioranza del tifo bianconero, anche altrove, sicuramente qui dentro, sa che sia per la ”giustizia sportiva” che per le decisioni prese sul campo, le cose vanno esattamente così da tempo immemore. Nessuno piange (figuriamoci!!!), ci ragioniamo sopra, semmai ci incazziamo, ma più spesso ne sorridiamo.
Quelli che piangono sempre (e che godono nel rimestare a nostro svantaggio un’amministrazione immonda dell’in-giustizia) siete voi, perché il DNA non si cambia.
 

ConteOliver

ahia!

wolfcraft-rotoli-di-carta-abrasiva-3171000-P-554061-6928865_1.jpg
malandragem

Spero tu abbia avvisato qualcuno di passare di qui a ritirare ciò che resta di waterz…

Il mattino ha loro in Bocca

a leggerti direi che sei l’antitesi di Scusameri.

L’Avvocato (della Signora)

no no, i piangina campioni del mondo sono proprio gli interisti. su questo il primato interista è assoluto e assodato… piangono ancora per lo scontro Ronaldo-Juliano o per il 5 maggio radioso.

ConteOliver

Sindrome di Stoccolma?

PS non temere, siamo sempre tutti qui, a prenderti per il …. come sempre.
E se ci tieni tanto ai pollicioni, prova a fate mezza battuta sul Napoli…
Vedrai
I cavalieri della napocalisse si solleveran’ com’ un sol’ uomo
😂😂😂

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Confermo approvo e ribadisco .

Il mattino ha loro in Bocca

ohh…ora siamo tutti più tranquilli…

ConteOliver

Non mi aspettavo nulla di meno
Ne sarei rimasto deluso 😂

Il mattino ha loro in Bocca

😁 pensavi si lasciasse sfuggire l’occasione?

Gianpagliacci

E’ comunque anche la festa dei pagliacci, per chi non lo sa o non lo vuole sapere…

Clown.jpg
ConteOliver

secondo me gli interisti lo sanno

a cominciare da Wafers 😆

Mordechai

Ma che davvero? Io il 15 marzo … faccio gli anni.
🙂

ConteOliver

un saluto a Gianmarco Calleri, quello che portò Gazza alla Lazio, se non ricordo male

ROS

…a lazie col NAPOLI partita dell’anno poi….plof…è na squadretta nulla di più.
Noi Partenopei felici di aver regalato un po di gioia ai cugini di campagna.

Modifica il 1 anno fa da ROS
ConteOliver

po’ esse che la squadretta è il Napoli invece… 😉

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Allora figurete quell’artre .

ROS

….azz tu si che capisci e pallon!😁

Tiziano

per la precisione cinque palloni in settanta minuti.

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
tom

E a qualche scommettitore coraggioso, immagino.

Nicola Romano

Perche’ me ne aggia fottere ? Io mi ci diverto assai .

Giorgio Bianchi

La sconfitta casalinga della Lazio, così come la vittoria della stessa a Napoli, sono la dimostrazione del perché il calcio sia così seguito ed affascinante.
E no, non credo che l’AZ sia più forte del Napoli e/ o della Lazio eppure ha vinto a Lazio😊😎

Modifica il 1 anno fa da Giorgio Bianchi
Sunako Nakahara

Lazio-AZ Alkmaar 1-2

Premetto che sono intervenuta poco, nelle ultime settimane, per motivi personali. Non che ci fosse molto di nuovo da scrivere, a dire il vero. L’unico evento di rilievo è che quest’anno il “Lotito & Tare’s Vaudeville Show” ha superato il record di repliche detenuto a Broadway da “Il Fantasma dell’Opera”. Ai miei compagni di tifo posso solo dire che questa cronica mancanza di continuità (che beninteso ha delle cause tecniche ed organizzative precise, e per nulla misteriose) resterà sempre e comunque la cifra distintiva dell’attuale gestione societaria. Prima si accetta questo dato di fatto, prima si compie un passo decisivo verso il raggiungimento della pace dei sensi (calcistici).

Ammesso e non concesso che a fine stagione si dovesse riuscire ad arrivare in zona Champions, per demeriti altrui, già immagino quello che ci aspetterà nel corso dell’estate: 
(1) Verrà mantenuta una sola punta in organico, altrimenti si rischierebbe di rompere l’armonia dello spogliatoio. Dopotutto, ci sono delle possibilità statistiche che un giocatore logorato ed “over 30” non possa garantire dalle 60 alle 70 presenze stagionali, giocando sempre tre volte alla settimana?
(2) Non ci sarà bisogno di operare sul mercato in entrata, perchè la rosa si rinforzerà in ottica Champions con il rientro dai prestiti di Durmisi, Escalante, Akpa-Akpro e Kamenovic. Senza contare il reintegro di Fares. Per il ruolo di terzino sinistro sarà sufficiente un altro rinnovo contrattuale a Radu, se l’INPS rilascerà una liberatoria, oppure l’arrivo in prestito di un giocatore da tenere rigorosamente in panchina (perchè dopo 120 minuti di utilizzo il suo riscatto diventerebbe obbligatorio, e noi non siamo tipi da buttare via i soldi).

E se per caso non si arrivasse in zona Champions? Tranquilli, succederanno esattamente le stesse cose. Perchè in un universo in costante evoluzione, l’insipienza di certi personaggi sembra essere l’unico elemento destinato a restare perennemente immutato.

“Per aspera ad astra”

il ghiro

Sunny, auguri, fatti sentire più spesso, ironia pesante ma purtroppo assolutamente azzeccata, la pensiamo allo stesso modo. Ci sentiamo per la partita di ritorno, speriamo che si rialzino nei Paesi Bassi.

tom

Kean ha meritato l’espulsione e la squalifica di due giornate. Non c’è dubbio.
Però anche Mancini…

Immagine 2023-03-08 144924.jpg
Lazio Caput Mundi

Lo schiaffo der sordato… mancino.

2010 nessuno

Eh no, c’è un calcio in più dato intenzionalmente per reazione, fin li c’era stato un contrasto con strattonamento reciproco, e con Kean peraltro che non voleva mollare la presa sui calzoncini

tom

La tirata per i capelli non è né contrasto né “strattonamento”.

Modifica il 1 anno fa da tom
Mordechai

Se poi aggiungi anche il drammatico cascatone in terra, con le manine sul visino…lasciamo perdere che è meglio

Eric Dolphy

quando si dice che ha bisogno di maturare s’intende anche non cadere nelle provocazioni;

Waters

Ma i piangina storici non erano gli interisti?
Ammazza ma quanto chiagni?

Salud.

tom

E dove avresti letto il pianto tipico vostro? Io ho detto che espulsione e squalifica sono meritati. Voi continuate a piangere per il fallo di Pijanic.

La lista del penalizzatore

Non c’era nessuna provocazione! Me lo ha detto uno “non accecato dal tifo”, ma che soprattutto deve aver giocato mooolto a calcio… 😂😂😂

La lista del penalizzatore

Anzi, mi sa che erano due… ce n’era un altro, che pure lui… aveva letto ‘sta storia della provocazione e francamente non ne capiva il fondamento”

Sono le treccine rasta che improvvisamente si son messe a danzare come pazze…😂

ConteOliver

anche oggi si è avuta la conferma che i cori razzisti non valgono se indirizzati a giocatori della Juve
era successo con Kostic a La Spezia, è successo di nuovo, sempre con Kostic, a Roma

e anche gli insulti a Pessotto sono ormai sdoganati

del resto dopo i mirabili striscioni di qualche anno fa, andati regolarmente impuniti o quasi

striscioni-contro-pessotto.jpg
Maxx

Conte ero all’olimpico e i cori di cui parli non li ho sentiti.
In compenso dal settore ospiti si è alternato, con apprezzabile continuità, il coro: Xxx pezzo di m…. Dove Xxx era all’occorrenza: romano, romanista e Mourinho.
Però si vedeva che lo cantavano col mignolo sollevato.

Waters

Salud

"𝐀𝐇! MA È 𝐕𝐈𝐎𝐋𝐀!" (cit)

Quindi potremmo fare dell’ironia su un tuo parente malato o che avesse subito un gravissimo incidente e dovremmo sentirci ganzi per il fatto di essere stati pubblicati?

Scusi Dottor Bocca, ma si rende conto quello che lascia passare (e non lascia passare)?

Qui c’è un signore anziano che se la ride e di fatto si unisce all’indicibile oltraggio nei confronti di una brava persona come Pessotto, uscito da un inferno che solamente lui sa quanto sia stato lungo e doloroso.

Sono profondamente indignato.

Modifica il 1 anno fa da "𝐀𝐇! MA È 𝐕𝐈𝐎𝐋𝐀!" (cit)
commentanonimo

ConteOliver temo che ci si debba mettere il cuore in pace. Lo juventino è per il non juventino un essere da sbeffeggiare ed un disonesto a prescindere. E purtroppo con la connivenza di grosse parti dei mezzi di informazione. Sul razzismo al contrario ci andrebbe coraggio, visto che a San Siro o al Maradona se sei tifoso juventino ti riempiono di botte, cosa che allo Juventus Stadium non capita. Ed è un fatto visto di persona.

La lista del penalizzatore

Che vergogna! Chinè Chinè… Chisenèfotte!

ConteOliver

auguri a Laura, Monica e Sunako, le 3 tifose resilienti del bloooog

purtroppo si è persa per strada Michel, altrimenti noi gobbacci saremmo stati “maggioranza rumorosa” anche al femminile 😆

buon 8 marzo a tutte!

Modifica il 1 anno fa da ConteOliver
monica

….ma grazzzie! Nemmeno il marito me li ha fatti! 😆
❤💜

Mordechai

Il marito di chi?
🙂

2010 nessuno

La Michel si è allontanata perché non sopporta di vedere questa Juventus così ridotta, caro Conte, tifo aristocratico….

Laura

Grazie Conte, si resiste!

Sunako Nakahara

Grazie!!!
ps. se una riesce a resistere a 19 anni di Lotito, diventa resiliente a tutto 😀

commentanonimo

OT, ma non tanto. Il Viminale “decide” che la trasferta dei tifosi dell’Entracht a Napoli non si ha da fare per motivi di ordine pubblico. Giustamente in Germania sono sorpresi e neanche tanto felici. Io non commento, certe cose sono complesse ed è facile scivolare nella superficialità e nel razzismo. A me spiace che le istituzioni appoggino la “unicità” del tifo di alcune società italiane, ci va più coraggio, ma forse sanno di non poterlo controllare o conviene.

Giorgio Bianchi

Mi auguro per te che ti renda conto da solo di quello che hai scritto!!!
E se no, peggio per te!

commentanonimo

Bianchi, peggio per me? Perchè? Ho scritto che certe cose sono complesse ed è facile scivolare nella superficialità e nel razzismo. Che le istituzioni non riescano però a controllare le tifoserie di Napoli e Lazio è un fatto non una mia idea, sono considerate tra le più violente ed infiltrate d’Europa. E non lo dico io, ma rapporti indipendenti. Ora, come dice Tiziano sotto fa ridere pure a me che (alcuni) tedeschi la mettano sullo sportivo, infatti io non lo ho detto affatto, e il Napoli calcio seppelirà di gol l’Eintracht. Il fatto che per l’appunto il divieto delle trasferte agli altri nasca dal cmportamento scorretto dei propri tifosi, perchè poi questo è, o della incapacità di controllare i tifosi di altra sqadra, perchè questo è, rimane cosa dico io, invece rimane una evidente sconfitta non dell’Italia ma dell’entourage di Napoli e Lazio e delle istituzioni locali. Quindi non capisco cosa dovrei dirti. Se poi si scivola sul sociologico credo che ci siano motivi di vario tipo per questa situazione. Rimane che la connivenza delle “istituzioni” o “società” è molto più evidente per alcune realtà che per altre. Mettendola sul filosofico a Napoli il bene ed il male non sono la stessa cosa che gira a Copenhagen, non necessariamente meglio o peggio. Questione di gusti e varrebbe la pena discuterne.

Tiziano

Del resto sono gli stessi che hanno vietato la trasferta a napolisti e romanisti per due mesi dopo l’ignobile zuffa in autostrada.
Considerando che quelli del Francoforte (storicamente gemellati con quelli dell’atalanta) in Germania hanno accoltellato in un agguato i pochi napolisti presenti, mi sembra un provvedimento coerente con i metodi usuali dei nostri prefetti.

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
commentanonimo

Tiziano e’ un loop da cui non esci a meno che non lo rompi, per l’appunto, isolando i facironosi col coraggio di punire chi sbaglia senza generalizzare. La tua difesa di ufficio della decisione mi pare poco “europea” e tanto vittimista.

Tiziano

Non devo essermi spiegato bene se hai capito l’esatto contrario di quello che intendevo dire.
Figuriamoci se difendo uno come Piantedosi che su problemi ben più gravi ha dimostrato la sua totale incompetenza.
Volevo sottolineare la coerenza nell’incapacità delle istituzioni di trovare una soluzione che non danneggi in blocco le tifoserie dato che tra i 2700 tedeschi in arrivo solo una parte è ovviamente di fascinorosi mentre l’altra meriterebbe di seguire la propria squadra com’è giusto che sia.

PS: l’unico vittimismo in questa storia è quello della società dell’Eintracht che aveva tutto il diritto di protestare ma è letteralmente uscita “dal seminato” quando ha parlato di competizione alterata insinuando tra l’altro una parzialità del provvedimento.
Evidentemente ignorano che Piantedosi è lo stesso che ha bloccato le trasferte di napolisti e romanisti per due mesi, provvedimento ancora in vigore.
Seguendo il primo ragionamento, poi, dovrebbero spiegarmi come abbiamo fatto a batterli in casa loro nonostante i cinquantamila tifosi tedeschi presenti che li sostenevano.

A tal proposito, persino la Sueddeutsche Zeitung li piglia in giro:

“Quando i dirigenti dell’Eintracht Francoforte ora si lamentano della decisione del Ministero dell’Interno italiano, che nega a tutti i tifosi tedeschi l’accesso alla gara di ritorno di Champions League contro l’SSC Napoli il 15 marzo allo Stadio Maradona, quando addirittura parlano con rabbia di distorsione della concorrenza, diventa tutto un po’ surreale”.

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
Laura

Bella partita ieri sera tra Chelsea e Borussia, combattuta fino all’ultimo istante, mi sono divertita nel guardarla. Velocità, rapidi rovesciamenti di fronti, sincronismi nei passaggi , notevole agonismo. Per affetto verso Emre Can speravo che il Borussia riprendesse la partita ma confesso però che ogni tanto sono rimasta ipnotizzata dalla capigliatura di Cucurella (ma che capello ha??). Spiace per la Lazio dei nostri amici Ghiro, Claudio e Bomba ma per il poco che ho letto non credo sarà troppo arduo recuperare al ritorno, magari con maggiore attenzione a finalizzare le occasioni da goal e con un approccio meno “vacanziero”. Buona giornata a tutti.

L'ESORCISTA

Prosit

IMG_20230308_115603.jpg
Claudio Mastino 62

Ciao Esorciccio,
come tu ben sai non sono tifoso della Juve ma a mio modo di vedere ritengo ingiusta la penalizzazione della Juve , nel caso ci fossero stati degli inciuci avrebbero dovuto penalizzare la società, non la squadra, il campionato così è falsato , non dico per il titolo poiché il Napoli quest’anno è fortissimo, ma per le altre posizioni. Non sono intervenuto prima poiché a me piace lo sport giocato e quindi raramente mi intrufolo in codeste discussioni ma comunque devo senz’altro dire che tutte le società hanno i loro scheletri nell’armadio,
nessuna è esente da intrighi vari di
dubbia legalità.
Ho assistito a Roma-Juventus e Kean andava giustamente espulso per fallo di reazione come in effetti è avvenuto ma Mancini, che non è nuovo a simili provocazioni andava
senz’altro ammonito, ha tirato ripetutamente i capelli e la maglietta dell’attaccante juventino,
non certo un gesto da educanda.

CoCa1969©

Un augurio a tutte le blooooggarole qua presenti, con uno particolare a Laura fresca sposina.

mimosa-320x160.jpg
monica

Grazie! ❤💜

La lista del penalizzatore

Bravo, mi associo🌸

Sunako Nakahara

Grazie per il pensiero!!!

Vipe

Bravo CoCa, mi associo e peccato per ( al momento ) i due dislike. Vorrei segnalare che con l’ aiuto di studenti informatici universitari sto perfezionando una app che aiuti l’ altra metà del cielo trovare le chiavi nella borsetta.
A buon fine altra app ad incrementare sul bloooog ironia soffusa senza protervia.

CoCa1969©

Bravo Vipe, poi mandami qualche contatto con chi sviluppa tali app.

Pensa che – da bravo (o cattivo) informatico – stavo persino pensando di fare un qualcosina che mostra chi spollicia qua dentro, sia in su che in giù… o forse l’ho già fatto ( ma è meglio non dirlo 😉 )

Modifica il 1 anno fa da CoCa1969©
Laura

Caro Vipe, santo subito se metti a punto la prima App! Sulla seconda non vorrei sembrarti pessimista..

2010 nessuno

Ma oltre a Laura ce ne sono altre? A me mi sa che sia rimasta lei sola a difendere impavidamente la categoria, per cui mi aggiungo: tanti auguri carissime donne! 👍

monica

Grazie a tutti! ❤💜

Laura

Ciao Stefano, Monica e Sunako. Purtroppo Michel latita. Grazie

ConteOliver

Sunako (Lazio) e Monica (Fiore)

Laura

Grazie Corrado per il pensiero squisito. Si spera sempre che possa arrivare il giorno in cui non ci sarà più bisogno di una giornata dedicata all’universo femminile perché il rispetto, la considerazione e la valorizzazione saranno già parte integrante del DNA degli esseri umani. Non credo che vedrò quel giorno ma sarei già felice se in questo microcosmo da bar ci fossero ogni tanto levate di scudi da parte degli uomini intelligenti che lo frequentano (perché siete in tanti e di qualunque fede calcistica) ogni qualvolta pochi miserabili si permettono ammuffite esternazioni verso una donna (non essendo in grado di sostenere per i loro limiti un confronto dialettico su argomenti specifici). Grazie ancora, un caro saluto.

monica

👍👍👍👍

CoCa1969©

Due citazione: la prima forse una delle più famose: “La speranza è l’ultima a morire”, l’altra è presa dal film Mediterraneo, detta dal tenente Lo Russo (D. Abatantuono): “Chi vive sperando…” [vediamo chi la conosce, n.d.A.]
Un abbraccio 🙂

Laura

Come cantavano i Litfiba ” chi visse sperando morì non si può dire come….”🤣🤣🤣. Un abbraccio a te caro Corrado.

Mordechai

Un superbacione! ☺️

Laura

Grazie Ugo, anche a te!

L'ESORCISTA

Mi associo ❤️

CoCa1969©

Buzzurro di un copiaincollatore di immagini… fatti il tuo post, invece di accodarti al mio!
(che poi mi fa paura averti dietro)

Modifica il 1 anno fa da CoCa1969©
Laura

🥰🥰🥰

Mordechai

Certo, perdere con i kibbutzim di Haifa è impresa che sconfina nella leggenda, ma pure beccare due pere da domicilio dal Cittadella d’Olanda c’ha un fascino tutto suo.
Many compliments agli aquilotti.

Archivista

Rispetto per il Cittadella! Non è mica una gengisquadretta all’azulene!

Nicola Romano

Non esageriamo il dentifricio e’ terzo in Eurovisione .

Mordechai

Capirai che impresa. Ma che è un campionato, quello?

Waters

Non è che Israele e Olanda abbiano la stessa storia calcistica, ti rammento che l’Az è terza in Olanda.

Salud.

Mordechai

Israele … ne sapete qualcosa pure voi, o sbaglio?

Lazio Caput Mundi

A parte che la Conference dei Peracottari se la può eredita’ la Viola, abbiamo pure fallito ducento palle gò…
E comunque, Cittadella d’Olanda, allora senza mezza squadra assente per Covid, je lo potevi annà a di’ allora…

20230308_122713.jpg
Tiziano

Guarda che proprio grazie al pareggio ottenuto nella gara di ritorno in casa loro (valeva come scontro diretto dato che eravamo separati da tre punti) passammo il girone di EL primi e l’AZ fu eleminato dalla competizione.

Schermata 2023-03-08 alle 19.18.50.png
Modifica il 1 anno fa da Tiziano
Lazio Caput Mundi

Contro de loro – er Cittadella olandese (cit): era de quello che se stava a parla’, der valore dell’olandesi -, voi avete fatto 1 punto e loro 4. Vediamo che facciamo noi, me accontenterei de fa’ come voi e de nun corre’ er rischio che questa schifezza de contentino diventi un nostro obbiettivo.

Mordechai

Fossi in voi, farei poco gli schizzinosi, di spazio in bacheca ce ne avete un sacco.

Lazio Caput Mundi

Te sta bono, che me sa che arivate giusto settimi…

Eric Dolphy

questa passerà?

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Dopo aver azzeccato la partita dell’anno (di contenimento ) è bastato il dover fare una partita d’attacco oltretutto messa presto bene , per far riuscire fuori gli infiniti limiti della Lazio ,tecnici , fisici , tattici ,di carattere, distrazioni difensive ,palle perse in uscita ecc. ennesima figuraccia europea , l’amico ghiro parla di un buon avversario, addirittura in classifica poco sotto nientedimeno che al Fejenoord , quello che nel girone dopo circa un’ora battevamo appena 4-0 per l’ennesima volta mi va di mandare a cagher questa squadra , sembra che ti facciano un favore a giocare, un gol e poi tirano i remi in barca, tanto questi quando ci segnano ? la Champions subito dopo sembrava un’altro sport ,tecnica corsa agonismo ,giocare per oltre 90 minuti e non solo quando te lo dice la testa, stavolta me le hanno rotte sul serio, andare in Champions solo per i soldi a fare la comparsa ? Preferisco ci vadano la Roma o la Juve , per quanto mi riguarda dovrebbero andare da un’altra parte e vergognarsi, se per remota ipotesi dovessero comunque riuscire a qualificarsi , la cosa renderebbe ancora più vergognosa la debacle di ieri .

Grande Romeo

Ieri sera, sfruttando l’account Tim Vision di un’amica (quello che fino a novembre mi permetteva di vedere DAZN), ho deciso di guardare Benfica – Bruges (mi incuriosisce il Benfica).
Non credo che la gara di ieri sera possa dare una valutazione considerabile. Avrebbe potuto tranquillamente fare 10 gol. Il Bruges ha fatto fuori Leverkusen e Atletico (suicidio?) non è possibile che un’altra squadra di CL ne disponga a totale piacimento come ha fatto il Benfica ieri sera.
O i belgi erano in serata di merda, o i lusitani sono di un altro pianeta. Certo, di sicuro hanno giocatori tecnicamente molto forti (non so perché Silva non sia voluto andare ai mondiali, ma con lui al posto di Ronaldo mi sa che finiva in un altro modo) ma se davvero sono questi, vanno tenuti in considerazione per un posto in finale (poi, come tradizione, la perderanno). Alla prossima comunque mancherà Otamendi e credo sarà un’assenza grave.

Purtroppo, il mio percorso verso un tipo di calcio diverso, comincia accidentato; nonostante 6 gol visti non mi sono divertito per niente: troppo divario.

Le partite a senso unico non mi dicono nulla.

Fanno eccezione, ovviamente, quelle del Pisa. Quando dominiamo va benissimo, purtroppo non succede spesso.

Waters

Il Bruges è quarto in Belgio a 20 punti dal Genk, domenica ne prese tre da una squadretta, non si sa come abbia fatto ad eliminare l’Atletico ed il Bayer.

Salud.

Un titulo 2022-23 (per ora) - ex Due tituli 2021-2

E senza Kaká…

Mordechai

A culo?

Mordechai

Ma a proposito di PIsa … che ne è del maxicentravanti dello scorso anno, Lucca?
Che fine ha fatto?

monica

Mi sembra che sia andato all’estero ma che faccia poca ciccia

Grande Romeo

La fine che meritava: fisso in panchina all’Ajax. Aveva fatto sei gol in un paio di mesi di cui qualcuno su rigore e volevano farlo passare per Haaland.
Te pensa che c’è stato chi lo ha suggerito a Mancini in una gara in cui non aveva attaccanti.
A giugno ce lo rendono sicuro. Non ha carattere, ma se riuscisse a lavorare su quello potrebbe ancora uscirci qualcosa: dopo l’esperienza Vieri, comunque, prima di defenestrare un attaccante ci vado cauto.

Non dimentecherò mai quando dicevano a Romeo che era la seconda sòla dietro solo a Caraballo e lui diceva. “quetto ragazzo diventerà il centravanti titolare della nazionale”

Luc 68

Giornalista: “… Sarri è vero che non è stato facile? …”
Sarri: ” … AZ … ”

Bomba dove seiiii???!!!
🤣🤣🤣🤣🤣

Comunque dispiace perché squadra italiana.

Mordechai

Spiace? Guarda, c’ho un groppo in gola.
🙂

malandragem

https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/juventus/2023/03/07/news/juventus_tar_sentenza_chine_collegio_garanzia-391028424/?ref=RHLF-BG-I391037369-P12-S1-T1

Il prode Chinè…

Niente male negare di essere in possesso di documentazione a cui uno avrebbe diritto di avere accesso.

E questi sarebbero i moralizzatori, LMFAO

ConteOliver

iniziano ad arrivare strane anticipazioni…

tenor.png
Laura

Pensa che c’è voluto l’intervento del TAR per ristabilire il principio dell’equo processo. Siamo proprio messi bene in questo paese.

La lista del penalizzatore

Ooohh, abbiamo finalmente trovato il rimedio! 😂 😂 😂

Eeehhh… ma a lui non la si fa!

Grande Romeo

Pena, non so se hai visto la DS, ma da come si sviluppava il discorso mi sa che Rimedio si riferisse in quel momento più a Mourinho che ad Allegri.
Buffon credo abbia fatto solo il “diplomatico” ed era per quello che sarebbe stato interessante approfondire per cercare di capire se aveva riferimenti precisi o se stava sul general generico

La lista del penalizzatore

No no, secondo me aveva riferimenti precisi…
 
Secondo me era a conoscenza che la società, dopo aver comprato Vlahovic per 80 milioni aveva chiesto all’allenatore di ridurre il numero di gol, per portarlo dal già miserissimo 1,6 a partita al miserrimo 1,4… (missione compiuta).
 
Secondo me era a conoscenza che la società, dopo aver preso La Lista Del Penalizzatore (auto-auto cit) ed averne seguito le indicazioni ingaggiando Pogba, Di Maria, il registone argentino (per avere il quale aveva dato via libera a vendere pure Rabiot), Kostic, Bremer… ”e i laterali dietro no, lì stiamo bene così, semmai ridiamo un paio di milionate a De Sciglio che qualcuno che accolga le masse (muscolari annesse) spedite in infermeria dal FidoFolletti ci vuole sempre…”, aveva chiesto di continuare nel trend europeo di prendere una mazzata dopo l’altra e di implementare l’incredibile score di non riuscire a vincere mezzo ”big match” in Italia… senza tralasciare la collana di figure di merda iniziata l’anno passato con Empoli, Sassuolo, Verona, Genoa, Fiorentina ecc.. dandole seguito quest’anno perfino con Monza, Sampdoria, Maccabi Haifa ecc… ma… per carità… di non perdere l’abitudine di lasciare palla e gioco a qualsiasi altra squadretta per poi infinocchiarla di ”horto muso”… (missione compiuta).
 
Peccato che Rimedio non lo abbia lasciato parlare… e Buffon sia rimasto sul general generico…

Modifica il 1 anno fa da La lista del penalizzatore
il ghiro

Lazio – AZ Alkmaar 1 – 2
Nel giro di pochi giorni siamo passati dalla A alla Z, anzi dalla Serie A all’AZ.
E’ vero che AZ è anche una nota marca di dentifricio, ma chi si sarebbe aspettata una ”sbiancata” del genere! Sarri li aveva avvertiti di non rilassarsi dopo la bella prova di Napoli, ma invece è proprio ciò che è successo. Passati in vantaggio troppo presto e troppo facilmente, era inevitabile che la squadra si sarebbe distratta, giocasse con superficialità e prendesse gli avversari sotto gamba.
Invece i “Kaasboeren” (i Caciottari per chi non parla fiammingo) oggi sono la terza forza nella Eredivisie dopo Ajax e Feyenoord e davanti a PSV e Twente. A detta del loro allenatore Jansen erano più deboli di noi, ma comunque due settimane fa col Feyenoord hanno perso per 2-1 solo al 90’, insomma un soggetto da prendersi con le molle. Hanno messo in mostra un ottimo portiere, l’australiano Ryan, un paio di greci niente male, Hatzidiakos e Pavlidis, a terzini due promesse, il jap Sugawara e il nostro prospetto di gennaio, il magiaro Kerkez, e in attacco un paio di scandinavi, lo svedese Karlsson e il biondo bestione danese Ostgaard, in mediana a fare legna i ragazzi di casa.
Sarri ha dovuto fronteggiare il forfait di Ciro, di nuovo fuori combattimento, al suo posto il Pipe, e lasciato a riposo i giocatori più “sdruciti” (Romagnoli, Hysaj). In Coppa gioca in porta Maximiano, rientravano Lazzari, Casale, più Cataldi e Pedro dal 1’, il Sergente promosso capitano. Si giocava di martedì per lasciare giovedì l’Olimpico alla Roma in Europa League. Arbitro lo svedese Nyberg, al VAR l’inglese Kavanagh.
Spunto di Zac a sx, palla appena fuori del Sergente, poi salva in corner Kerkez, tiraccio alto di Lazzari, al 19’ di nuovo scappa Zac, cross rasoterra perfetto per Pedro che infila Ryan, 1-0. Girata di Mijnans, salva sul palo Max, tira fuori Odgaard, si fa male Casale, poi nel recupero Karlsson crossa da sx e Pavlidis anticipa tutti, palla in rete, 1-1. Gran parata di Ryan che devia sulla traversa la botta del Sergente.
Ripresa: Entra Romagnoli per Casale acciaccato, tiretti del Pipe e del Sergente, contropiede AZ, palla da Karlsson a Kerkez che beffa Max sotto le gambe, 1-2. Entrano Vecino e Cancellieri per Cataldi e Pedro, giallo a Clasie, discesa del Mago, sbaglia il Pipe davanti a Ryan, giallo a Kerkez, risbaglia il Pipe, il Mago strozza il tiro, altro errore del Pipe, errore del Sergente, entrano Meerdink, de Wit, v.Brederode, Mihailovic, tiraccio di Clasie, tiretto di Vecino, si chiude con un giallo a Sarri.
Le pagelle: Maximiano 5; Lazzari 5, Casale 6 (Romagnoli 5,5), Patric 5, Marusic 5; Milinkovic 5, Cataldi 5 (Vecino 5), Luis Alberto 6; Pedro 6 (Cancellieri 5), Felipe Anderson 5, Zaccagni 6. All. Sarri 5.
Tra i Caciottari i migliori Hatzidiakos, Odgaard, Karlsson, non male neanche Ryan, Kerkez e Pavlidis. L’arbitro svedese non ha fatto gravi danni, ma è stato molto permissivo col gioco pesante degli olandesi, due gialli soltanto sono pochi.

Modifica il 1 anno fa da il ghiro
Claudio Mastino 62

Ciao ghiro,
mi dispiace ma a ‘sto giro non sono affatto d’accordo con te sulle pagelle che hai dato ai giocatori della Lazio, tranne alcune.
A SMS darei un bel 4 in pagella, è stato il peggiore in campo ; l’AZ ha
segnato il primo goal per colpa sua
e poco importa che poi per riscattarsi ha effettuato un bel tiro
deviato sulla traversa dal portiere degli olandesi , lui non è nuovo a prestazioni negative quest’anno, spesso gioca con sufficienza ed è troppo lezioso , non è la prima volta che perde palla in ripartenza in una zona del campo dove non si dovrebbe mai fare, probabilmente
causa voci di mercato ha la testa altrove. Lo stesso Pedro avrà pure
segnato un bel goal ma anche lui, mettendosi
a dribblare in una zona del
campo dove non si dovrebbe mai fare e perdendo palla ha causato il raddoppio degli olandesi, gli darei
un bel 5 in pagella. Sono d’accordo
invece sul 5 a Maximiano che sul secondo goal avrebbe potuto fare
di meglio, sul 5 a Patric , a Marusic,
a Cataldi ed ai subentrati Vecino e
Cancellieri e sul 5 e mezzo a Romagnoli, subentrato a Casale ;
non condivido affatto il voto che
hai dato a Felipao il quale , anche se si è mangiato un goal nella ripresa ha comunque recuperato diversi palloni e nel primo tempo,
uno dei suoi recuperi ha favorito il
goal della Lazio, quindi gli darei un
bel 6 così come darei la piena sufficienza anche a Casale ed a Luis Alberto, mentre il migliore è stato sicuramente Zaccagni a cui darei un bel 6,5.
Di solito in Olanda le squadre forti sono tre o quattro e cioè l’Ajax, il Feyenoord ed il PSV Eindhoven e
qualche volta il Twente ma quest’anno l’AZ è una squadra di tutto rispetto, è terza in campionato davanti al PSV e dietro
solo all’Ajax ed al Feyenoord ed è sicuramente superiore ai rumeni che abbiamo incontrato nel turno precedente. Noi comunque abbiamo agevolato la bravura degli
olandesi nel pressare alto insistendo nelle solite ripartenze in bello stile che vanno di moda nel
calcio moderno perdendo spesso ed in malo modo il pallone ed in più c’è da notare la solita fissazione di Sarri che insiste a mettere Marusic, che è un destro naturale a terzino sinistro dove perde molte delle sue qualità, quando sale sulla fascia sinistra tende com’è naturale a passarsi la palla sul suo piede buono ed inevitabilmente rallenta la manovra , Lazzari a terzino destro quando non lo è, (il buon Lazzari è un esterno destro alto o al limite un esterno destro in un centrocampo a cinque ed inoltre non ha il tiro e spesso anche quando salta l’uomo in velocità, sua caratteristica migliore, esegue poi dei traversoni alla pene di segugio, direi sinceramente che è un giocatore da Sambenedettese, con tutto il rispetto per la squadra
di San Benedetto del Tronto), Patric a centrale di destra quando
invece il suo ruolo è sempre stato quello di terzino destro, è lì che dovrebbe giocare poiché anche se
non è certamente un fenomeno se fosse impiegato nel suo ruolo se la caverebbe egregiamente.

Modifica il 1 anno fa da Claudio Mastino 62
inox

Buongiorno Fabrizio

“Fabrizio Pregliasco e Carolina Pellegrini, il virologo: «La sposo entro l’anno». Lei: «Ma non deve più fare il birichino»”. Brava Carolina! Mettilo a lavare i piatti e sbucciare il brodo. Fatto tre anni fa meritavi il Nobel per la salvaguardia della salute del cittadino. Si, è una cazzata comunque, dato a Obama per la pace, non vedo il perché no a Carolina. Come non vedo naturale lo spuntare di una carta shhhhhh! segreta riguardante la Juventus. Il Tar del Lazio accoglie le richieste degli avvocati dei nerineri (di bianco più nulla), queste: (…). il dettaglio che può fare la differenza è che il 21 aprile 2021 andrebbe indicata come data di instaurazione del procedimento e quindi, secondo i tempi previsti dall’iter processuale (30 giorni per iscrizione della notizia in apposito registro e 60 giorni per la durata delle indagini), sarebbero inutilizzabili gli atti di indagine successivi al 14 luglio 2021. In questo caso l’azione disciplinare sarebbe inammissibile (…). Riassumendo: rava e fava a libitum. Quando vi dico che hanno il brand (inglesismo traducibile: costevè, a me fo i cassi mei), hanno il brand. La Lazio vince a Napoli e perde con la AZ. Classico andamento romano nel senso delle romane. Bene e male proprio come la canzone di Madame a Sanremo. Incomprensibile che non abbia vinto comunque, sorriso sbiancato dal dentifricio. Va in vantaggio e pensano: questi se li magnamo. Gli olandesi comprendono di essere sottovalutati e colgono l’occasione: grinta qb, 1-2 e per il ritorno serve l’impresa. L’impresa la farebbe la AZ nel caso del passaggio del turno, per la Lazio, sarebbe solo una figuraccia. La Lazio è più forte.

Mordechai

La parte più interessante è quella sul brodo sbucciato. Forte! Usi qualche attrezzo particolare?

2010 nessuno

Eh ma è la fretta di scrivere Mordechai, 😄 sicuramente con lo sbucciare intendeva la patata e la cipolla che come odori vanno nel brodo di carne…..

mario rossi

Finnegans wake ci si arrende a pagina 2, con te si lascia già alla terza riga.

ConteOliver

😆 😆 😆

Maxx

Ci sono dentifrici che sono davvero indigesti! L’ AZ_qualcosa è il peggiore di tutti soprattutto se lo si prova in casa…in casa per modo di dire. Devono essere rimasti tutti a Ponte Milvio !

Quattroquattronovetredue

La mia signora compra il dentifricio un po’ a casaccio, e io lo consumo senza farci caso. Però nel subconscio questo AZ ci stava, e quando ieri sera finita la Champions sono andato a lavarmi i denti… era lì, nel bicchiere, che chiedeva implorante: “Sono un segno del destino, fammi girare, ti supplico!”.
La prima a ricevere il selfie col magico tubetto è stata Monica, amica laziale e rosicona, che ancora non mi ha risposto, ma sicuramente lo farà. Però la sera devo bere poco e smetterla di sentire le voci, potrei finire male.

From Naples

Lazio- Az 1-2

A bombetta ( nnun t’allargà) , ma e fernut’ e puzzett’ a Napoli?

Lazio Caput Mundi

Pure pe’tte… 🤫

20230308_122713.jpg
2010 nessuno

È morto Rino Icardi, RIP.

ConteOliver

RIP

Leo 62

Grande giornalista, della vecchia scuola che era di un’altra categoria… RIP

Laura

Questa è l’ennesima notizia triste di questi giorni. Che la terra gli sia lieve.

Grande Romeo

Mah, sarà che si tratta di ricordi di gioventù ma le partite degli anni 80 tra Roma e Juventus me le ricordo come molto più belle, per intensità e giocate dei protagonisti, di quella di domenica sera (come “vissuto” poi non c’è proprio paragone).
In una serata a tutto calcio ho visto Inter – Lecce (con un occhio alla tv e uno alla griglia, a dire il vero, il compito di addetto al barbecue domenica è toccato a me) e Roma – Juventus.

Niente di divertente in nessuna delle due gare, ma il mio amico aversano sostiene che anche Napoli – Lazio non è stata granché meglio (forse lo dice perché ha perso, io il venerdì sera sono altrimenti impegnato e non l’ho vista).

Col culo di Nantes la Juventus avrebbe vinto largo, solo che non è puoi avere culo tutte le volte: meglio perdere con la Roma che col Nantes.

Sempre più esilaranti i giornalisti che chiedono ad Allegri se adesso un compito difficile (centrare la zona CL) è diventato quasi impossibile.
E’ vero che finché la matematica, ecc. ecc. ma anche vincendo a Roma la Juventus, per arrivare quarta avrebbe dovuto recuperare, in 13 giornate: 9 punti al Milan, 6 alla Roma e 4 all’Atalanta, quindi lei sempre a mille e gli altri che se la fanno sotto in 3.

Poi, qualora ce l’avesse fatta, mi sarebbe piaciuto vedere cosa avrebbero detto i tifosi di Roma e Milan a Mourinho e Pioli…

Ah, a precisa domanda, alla DS, sul gioco espresso dagli allenatori Buffon che era in collegamento ha risposto qualcosa tipo che dipende da cosa chiede la società ad un allenatore e che è la società che dà le indicazioni.
Boh, se lo dice lui (certo vedendo la trasformazione di Sarri ci potrebbe pure stare)

Di sicuro mi ricordo che Romeo si incazzava se l’allenatore non metteva in pratica un gioco che valorizzasse quelli che doveva vendere: se mi salvo, ma non vendo nessuno fallisco (Romeo non aveva una lira, non era un imprenditore tipo Rozzi o Gaucci, era solo un genio), se retrocedo ma ne vendo bene un paio, faccio la squadra da promozione e torno su, faccio l’Arena piena più se lotto per salire in A che per non retrocedere in B, quindi all’allenatore dico che il compito principale è valorizzare Casale, Ciro Muro, ecc.

Però forse non è così, perché non appena Buffon ha detto quella cosa Rimedio ha cambiato argomento.
Forse non valeva la pena approfondire

Mordechai

O.T. : ho visto gli highlights di Brentford – Fulham, due squadre di medio/basso tonnellaggio.
Direte voi : embè?
Dico io : ma che pippe al sugo pure da quelle parti? Difensori reattivi come lemuri paralitici e attaccanti, uno (non ricordo manco il nome) pareva il fratello scemo di Marco Pacione e s’è magnato due gol che avrebbe fatto pure mia zia Loreta, e tutti che correvano come capre ubriache come se non ci fosse un domani.
E questa sarebbe la Premier? Il campionato più bello e figo dell’universo?
Ma per carità, roba che Sassuolo – Cremonese, al confronto, è roba da MOMA.

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Ripeto qui un commento di controrisposta a Laura di ieri che è sparito , spero non sia stato censurato . Lei si lamentava della sfortuna avuta dalla sua Juve contro la Roma , io gli ho detto che sono le frombole e i dardi dell’oltraggiosa fortuna, della cui esistenza molti si accorgono solo quando gli va contro . Laura mi ha risposto con la solita aria da nobile acculturata, della serie guarda con chi mi tocca avere a che fare , io gli ho controrisposto che nemmeno il recente matrimonio aveva addolcito il suo carattere e lenito la forte coda di paglia, è cosi grave ? Spero non sparisca anche quest’altro commento .

Se il tuo commento, sgradevole come sempre sono i tuoi commenti, è stato censurato rivolgiti al moderatore del blog e chiedi spiegazioni a lui (suppongo si sarà disgustato anche lui a leggere te e il tuo compagno di merende).Quanto a me neppure lo avevo letto, tanto per farti capire l’importanza che riveste la tua persona nella mia privata concezione dell’universo. Mi spiace che lo abbia fatto, è sempre importante che resti traccia della tua piccolezza così chi non ti conosce ancora può apprezzarti meglio.

Nicola Romano

Come sempre chi ha studiato capisce tutto, ma pure tu sei apollinea o dionisiaca ? .

malandragem

Scrivere “gli”al posto di “le” non è proprio il modo migliore di perorare la tua già improbabile causa.

Quanto a code di paglia faresti meglio a occuparti della tua…

Modifica il 1 anno fa da malandragem
Nicola Romano

Ehi oltre che avvocato della mutua, adesso sei anche accademico della crusca ,arrapaho .

malandragem

Se nozioni da scuole elementari ti sembrano da accademico della crusca… vedi tu come sei combinato…

L'ESORCISTA

È da ieri che rido, non ha proprio il senso del ridicolo.
😂😂😂

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Buona notte esy ,salutami l’orsacchiotto .

Laura

Tecnicamente direi che non ha proprio senso. Punto e basta🤣

Nicola Romano

E pure stavolta hai ragione ! .

Laura

Ciao caro, da quando un buffone a gettone ha sdoganato il concetto che “uno vale uno” e che l’uomo della strada sia abile a comprendere la fusione nucleare anche la conoscenza delle basi delle basi delle basi della grammatica ti rende snob. E così ti ritrovi con gente che cita alla pene di cane gli studi sulla tragedia di Nietzsche pensando di essere figa.

Laura

E io che credevo che questo fosse un blog di calcio 🤣🤣🤣🤣

malandragem

Calcio ma non soltanto.
C’è anche un po’ di stronzio

Laura

Con altissime concentrazioni in alcuni casi 🤣

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Siete davvero un bel gruppo di buontemponi .

..la danno anche su Netflix?

CoCa1969©

La danno..?

Dove?
Chi?

2010 nessuno

Shhhh! Parla piano, vuoi provocare un’assedio?😄🤣🤣🤣🤣🤣

Laura

A causa di un complotto mondiale della Spectre dei gobbi è stata bloccata la programmazione di questa melensa telenovela ma gli arditi del battaglione TAJ alla guida del valoroso scudiero di Mister Multinick stanno studiando le contromosse.
PS. L’ironia ci salverà. Forse.

Laura

Io? Assolutamente no. Mi meraviglio però del come tu possa perdere il tuo prezioso tempo ad interloquire con personaggi come la sottoscritta distraendoti dai tuoi impegnativi incarichi professionali (collegarti e scollegarti nelle tue molteplici identità per spolliciare all’infinito deve essere considerato un lavoro usurante).

Luc10 Dalla

La fatwa di contro il Bologna sembra aver funzionato…

Waters

Maledetti,vi inseguirò in capo al mondo😄

Salud.

Luc10 Dalla

🤣 non è che servano grandi poteri per farci perdere

Quattroquattronovetredue

Trovo davvero surreale come tecnici diversi in epoche diverse riescano a fare nella stessa squadra la stessa cazzata. Il buon Mou, con le valigie già pronte in salotto, dopo averlo lanciato sta ora forgiando Nicola Floreswki in un ruolo sballato. Fra qualche anno lo daremo in prestito al Milan.

il ghiro

Monday Night all’Italiana
Vi raccomando di buttare l’occhio su due gioiellini, due pezzi da rivedere più volte al ralentì:
1.)   La bastonata centrale su punizione di Laurientè che passa come un siluro sopra la testa di Carnesecchi, il bravo portierino, completamente “dis-aurientè”, viene fatto “carne-secco” dal bravo franco-antillano del Sassuolo, una botta alla Roberto Carlos;
2.)   La carrambata di Karamoh, che ricevuta la palla in area del Bologna la fa sparire in mezzo a tre difensori rossoblù, per poi farla magicamente riapparire in fondo alla rete di Skorupski, e se ne scappa via scuotendo quella testa di Medusa che si porta in testa come un trofeo tribale

Maxx

..ma si può fare un Monday Night con Toro – Bologna?!?!?

mario rossi

Beh se mettevano sassuolo cremonese in prime time era peggio

Luc10 Dalla

Be’ il Lunedì è notoriamente una serata fiacca

il ghiro

Si può, si può, solo così peschi le due “Perle Nere” che vi ho segnalato.

Claudio Mastino 62

Aka

Ciao Bob ,
considerando che nell’altro thread
hai chiesto a Ugo se fossero simili
il romanesco e gli altri dialetti del
Lazio ed hai avuto in cambio una
giusta risposta ti scriverò una poesia in romanesco di Trilussa, grande poeta romano che mi sta molto a cuore, colui il quale ha scritto tutte le poesie in romanesco
tranne una ,” La Vispa Teresa “.
Alcune sue poesie me le ricordo a
memoria e le ho anche recitate ma
questa non me la ricordavo a memoria e l’ho dovuta copiare.

Er compagno scompagno

Un gatto, che faceva er socialista
solo a lo scopo d’ariva’ in un posto,
se stava lavoranno un pollo arosto
ne la cucina d’un capitalista .
Quanno da un finestrino su per aria
s’affacciò un antro gatto: – Amico mio, pensa – je disse – che ce so’
pur’io ch’ appartengo alla classe proletaria! Io che conosco bene
l’idee tue so’ certo che quer pollo che te magni, se vengo giù, sarà diviso in due : mezzo a te, mezzo a
me… Semo compagni ! – No,no : –
rispose er gatto senza core – io nun divido gnente co’ nessuno : fo er socialista quanno sto a diggiuno,
ma quanno magno so’ conservatore ! –

Bob Aka Utente11880

Grazie Claudio. Tra l’altro, anche da lombardo, apprezzo molto Trilussa

Bob Aka Utente11880

E mi dirò di più: l’incipt della mia tesi sui rapporti di cooperazione internazionale nella R&S (proprio così..) era una poesia di Trilussa: Autarchia
Appena ch’er droghiere mise in mostra
“Il vero insetticida nazionale”
La mosca disse: Me farà più male
Ma perlomeno é produzzione nostra.

Maxx

La Statistica
Sai ched’è la statistica? È ’na cosa
che serve pe’ fa’ un conto in generale
de la gente che nasce, che sta male,
che more, che va in carcere e che sposa.
Ma pe’ me la statistica curiosa
è dove c’entra la percentuale,
pe’ via che, lì, la media è sempre eguale
puro co’ la persona bisognosa.
Me spiego: da li conti che se fanno
secondo le statistiche d’adesso
risurta che te tocca un pollo all’anno:
e, se nun entra ne le spese tue,
t’entra ne la statistica lo stesso
perché c’è un antro che ne magna due.

2010 nessuno

” e er popolo?” chiese Cesare, ” se gratta” j’arisposero

il ghiro

Grazie, Claudio, non la conoscevo, è graziosa e finissima. Bada però che “La Vispa Teresa” non è di Trilussa, ma del milanese Sailer, Trilussa ne fece solo una versione “allungata”, una continuazione burlesca scritta nel ’17. Chi non la conosce se la cerchi su Wikisource, con gli splendidi disegni di commento (Sto?), si farà una sana risata, di questi tempi non è poco.

Mordechai

Due minuti, arriva Waters e : ma (Toni) Sailer non è austriaco?
🙂

Waters

Pensavo fosse quello di Sailer menta.

Salud.

Claudio Mastino 62

Ciao Ugo,
come ben saprai Luigi Sailer fu uno scrittore milanese, ricordato soprattutto per aver scritto la
“Farfalletta” o “Vispa Teresa”, poesia che poi Trilussa nel 1917
ampliò notevolmente rendendola molto più ironica e dissacrante.
Fu insegnante di scuola secondaria nella sua Milano e purtroppo a Siena, ( è famosa una frase di Dante di come definì i Sanesi), successivamente
insegnò all’Accademia Militare di Modena e poi proprio nella città emiliana passò a miglior vita.

Mordechai

Ti stupirà saperlo, ma pensavo fosse uno chef di Salisburgo.
🙂

Claudio Mastino 62

Caro ghiro, è proprio come dici
ma per abbreviare non ho specificato ; comunque hai fatto bene a precisare, è giusto che i lettori abbiano sempre un’informazione corretta e precisa.
Quella che ha scritto Maxx poco
sopra è una delle poesie più famose di Trilussa.

tom

Quest’anno pare definitivamente incanalato sul solco degli ultimi tre, pertanto prendiamola con filosofia. In teoria siamo ancora secondi sul campo, vedremo a metà aprile se lo saremo anche in classifica (sempre che non si inizi a perderle tutte, presi dallo sconforto).
Su Kean è già stato detto tutto, c’è poco da aggiungere. Ma quanto ci mette Milik a rientrare?
Scesni dovrebbe accomodarsi in panchina per un po’: capitò anche a Tacconi, quegli anni lì.
Prima o poi Chiesa dovrà tornare titolare. Pogba… boh. Mi sembra gironzoli in punta di piedi, un po’ distratto.
Vlahovic, oltre a essere servito poco e male, mi sembra si stia demotivando. Ancora un paio di partite così, e per quest’anno (quest’anno?) l’abbiamo perso.
Ennesimo guaio muscolare: ora tocca a Alex Sandro. Verrà sostituito da nonno Bonucci, che corre quanto il sottoscritto, visto che Gatti sembra definitivamente bocciato e Rugani continua a alternare prestazioni decenti a altre disastrose, col rapporto 1 a 1.
Paredes lo si faccia allenare nel suo giardino di casa e lo si sostituisca con Barrenechea, che non pare nulla di che, ma da meno fastidio.
Fagioli mi sta bene anche quando gioca così così, come ieri.
Terzini decenti in Next Gen non ne abbiamo?

Modifica il 1 anno fa da tom
Expo

C’hai preso su tutta la linea.
Ma Allegri é testardo, perché deve avere ragione lui.
Quindi continuano a giocare i nonni o quelli che non saranno rinnovati, ma i giovani vanno gestiti con il contagocce.
Meglio Paredes che gioca per gli avversari, no?
Per me é doloroso vedere Cuadrado, perché vorrebbe fare cose, ma non ce la fa. La velocitá di base continua ad averla, ma lo spunto sul dribbling non ce l’ha piú. E quando lo perdi, non hai quel mezzo secondo di vantaggio sul difensore per fare quei cross che lo hanno reso famoso.
CF si addormenta, perché tanto lo stipendio ce l’ha, e continuerá a percepirlo o gli trovano una destinazione degna. Meglio Perin, che per lo meno ha voglia.
Perché continuare con lo scempio del 3-5-2 sghembo, con i due finti difensori, quando la Roma neanche aveva punte. Gioca con il 4-3-3 e metti Chiesa e Di Maria sulle due fasce, cosí per lo meno generi qualcosa per Vlahovic. Vuoi giocare piú coperto? Metti Kostic come esterno alto di sinistra, ma non terzino.
Ma che ci vuoi fare? Ha sempre ragione Allegri.

La lista del penalizzatore

“sempre che non si inizi a perderle tutte, presi dallo sconforto”

Parli di uno sconforto che durerebbe da luglio 2021, vero? No, perché degli “scontri diretti” o “big match” che dir si voglia… da quando stavamo 17-1 (1V e 17 N/P – hehe) e lui ci diceva che “non si possan mica vincere tutti, eh!”, si è arrivati, tra Europa e campionato, a qualcosa come 25-3 o 4 o 5 (dipende chi si vuol calcolare come avversario di livello)… Fai te… E di scontri diretti ne abbiamo ancora quattro (più eventualmente altri in Europa), tre dei quali in trasferta (dove non ne abbiamo vinto mezzo in 20 mesi) e uno in casa col Milan… Ah, e quello che guarda i muscoli e sempre lo stesso da un decennio…

Ma di quale salvacondotto gode ‘sto penalizzatore livornese, da non essere ancora inseguito coi forconi fin sotto casa?

Sempre più paradossale, sempre più alibi: incredibile.

Pirogov

Rip Gary

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Davvero bella .

guido

Grandy Lynyrd Skynyrd, li ho scoperti la sera prima della maturità e mi hanno accompagnato per quarant’anni. Grazie Gary
(come se non bastasse, quante partite all’impiccato vinte grazie a loro, un nome così, senza vocali chi lo indovinava?)

L'ESORCISTA

Lo scemo.

IMG-20230306-WA0010.jpg
Claudio Mastino 62

Ciao Esorciccio,
guarda che Allegri non è fiorentino
ma è livornese, non pronuncia le parole in quel modo, comunque
la battuta è carina.

Modifica il 1 anno fa da Claudio Mastino 62
L’Avvocato (della Signora)

la “gorgia toscana” cioè l’aspirazione delle consonanti occlusive (come il suono /k/ in “casa” che diventa /h/) non avviene mai in luogo di raddoppiamento fonosintattico come “che cazzo” (che suona tipo /kekkazzo/ con la doppia /k/)… insomma bisognerebbe scrivere “ma he cazzo hai hapito” 😅
però la battuta è bella lo stesso 😉

Canapino

No, ancora non ci siamo. Sarebbe “ma he cazzo a hapitho” anche se suonerebbe più autentico “oicchè t’avei hapito, fava lessa”.

L’Avvocato (della Signora)

ineccepibile! con spirantizzazione dell’altra occlusiva intervocalica (la “t”). io mi ero limitato a far notare che non si aspira MAI in caso di raddoppiamento fonosintattico 😉

Grande Romeo

Allegri è livornese. Un’aspira ‘na bella sega: elide (velli ‘e aspirano enno fiorentini).
Si scrive “ma che cazzo hai ‘apito?”

L’Avvocato (della Signora)

hmmm la forma “‘apito” non è un’elisione (che è un altro fenomeno linguistico) ma una spirantizzazione, cioè proprio un esempio della gorgia toscana. questo fenomeno, come ben dici, ha una distribuzione varia e diversa all’interno dell’area linguistica toscana. ma l’aspirazione della “c” intervocalica è considerata tipica anche della città di Livorno, benché più evidente a Firenze e Siena… ma può essere che i linguisti si sbaglino!

La lista del penalizzatore

…mi sa che “lo scemo” aveva capito tutto… che il Penalizzatore lo aveva messo dentro a tempo scaduto, perché voleva rispettare il patto di non belligeranza con l’altro neanderthaliano, che però da mezz’ora gli aveva messo dentro il golletto dal quale l’ameba senza gioco non risale mai…

(Mi raccomando, continuiamo a parlare di quello che è succusso al 91’… coraggio, alibi su alibi… così questa sciagura in panchina ce la teniamo anche l’anno prossimo…)

Modifica il 1 anno fa da La lista del penalizzatore
Pavipollo

Una piccola premessa: io da anni guardo le partite della serie A su canali stranieri (normalmente quelli olandesi o quelli inglesi), non tanto perché non possa vederli sui canali italiani che le trasmettano, ma perché detesto le telecornache italiane. Uno dei telecronisti (quello di professione) generalmente urla e schiamazza ad ogni azione come se fosse l’azione più travolgente o tecnicamente sublime mai fatta e commenta anche la partita più noiosa mai vista con il pathos una volta riservato alla finale del campionato del mondo 1982 tra Italia e Germania. L’altro, solitamente un ex calciatore od allenatore senza squadra che dovrebbe fare il commento tecnico, dice solo banalità del tipo “una bella azione di Tizio sulla sinistra che ha passato la palla a Caio che poi ha tirato fuori”. Ma santa pazienza, puoi dirmi qualcosa che non abbia visto appena anch’io sullo schermo? Ieri ho guardato il primo tempo di Roma – Juventus alla televisione olandese – dove di telecronisti ce n’è uno solo che dice essenzialmente i nomi di chi tocca palla e fa annotazioni tecniche solo quando ce n’è bisogno – e mi sono letteralmente addormentato prima della fine del primo tempo. All’intervallo ho spento e sono andato a dormire.
Questa mattina mi sono svegliato ed ho avuto un’illuminazione: ecco perché i telecronisti italiani fanno le telecronache così: altrimenti gli spettatori neutrali si addormentano a vedere giocare le squadre di Serie A! Fesso io che non l’avevo capito prima. Faccio quindi le mie sentite scuse a tutti i telecronisti e commentatori di Sky e DAZN: non siete ridicoli, state semplicemente tentando di tenerci svegli!

Tiri Mancini

Io avevo passato in bianco la notte precedente e sabato sera morivo di sonno. Stavo giusto per andare a letto, quando Di Bello non t’inventa quel colpo da maestro e fischia il rigore der “famo pari” per colpo di testa di Cabral? Mi ha preso una ridarella che non riuscivo più a smettere. Mannaggia a lui, così ridicolo da tenermi sveglio fino a mezzanotte.

Modifica il 1 anno fa da Tiri Mancini
Lazio Caput Mundi

Pensa che a @mario rossi je devono somministra’ tranquillanti a ruota, che ‘sto tipo de spettacoli lo fa’ annà in overperformance…😁

malandragem

Ecco, tutti a lamentarsi delle gare scaglionate su troppi giorni…e intanto se avessimo giocato oggi Mancini non avrebbe avuto la possibilità di indovinare il tiro della domenica…

Comunque di positivo c’è che non abbiamo aumentato la distanza dalla vetta, lmao

il ghiro

I Casi Loro – Lotta per la Champions
1.)   Effetto Serra
Il buon Mourinho ha guidato alla vittoria i suoi dalla panca e non dalla tribuna, Chinè si è chinato allo SpecialOne riconoscendogli l’attenuante della provocazione grave, il fatto che tutti lo prendano per il culo sarà anche vero, ma non c’è bisogno che il IV uomo glielo spiattelli in faccia. Adesso attendiamo il giusto verdetto della giuria sportiva, ma l’arbitro torinese pagherà salato la sua sincera esternazione espressa impropriamente in tale contesto. La CAN gli farà una inCANata lasciandolo a piedi per un lungo periodo a ripensare ai casi suoi, così impara a menare il CAN per l’AIA. Mou guiderà ancora la squadra contro la Real Sociedad, per il Sassuolo chi vivrà vedrà.
2.)   “Nomen non Omen”
Dopo il caso di Vecino che segna solo da lontano, ecco arrivare il caso di Mancini. Contro la Juve azzecca un tracciante che, come l’uruguagio, anche lui fa partire dal cortile di casa sua, la curiosità consiste nel fatto che anche lui, Mancini di nome, in realtà è di piede esclusivamente destro e di destro spara infatti quella micidiale bombarda che ha fatto secco il povero polacco. A proposito di Mancini ho notato che il nostro C.T. ha usato il suo omonimo in Nazionale con molta parsimonia, purtroppo coinvolgendolo nei due sfortunati episodi di Palermo (0-1 con la Macedonia) e di Moenchengladbach (2-5 con la Germania), preferendogli giocatori meno validi come l’italo-brasiliano Toloi o un Bonucci ormai a fine carriera. Gianluca ha forse la fama di essere troppo energico e forse attaccabrighe, ma i galloni da capitano che oggi condivide con Pellegrini garantiscono sulla ormai raggiunta maturità. Io lo vorrei vedere in coppia con Allegri contro l’Inghilterra, a coprire le incursioni di Di Lorenzo sulla fascia.
3.)   “Genio e Sregolatezza”
Ricordo sempre una famosa interpretazione del grandissimo Vittorio Gassman vista a teatro negli anni Cinquanta, in cui il mattatore portava prima sulla scena poi al cinema la vità, i tanti vizi e le poche virtù del celebre attore inglese dell’Ottocento Edmund Kean. Le doti istrioniche di Gassman riproducevano perfettamente quelle del suo predecessore, nei ruoli a loro congeniali (Amleto, Riccardo III, Otello, Shylock, Macbeth e Re Lear). Oggi il calcio italiano mette in scena l’ennesima burletta del Kean dei nostri giorni, questa macchietta di giocatore che qualcuno ha persino preso sul serio fino a portarlo in Nazionale, dove ha giocato una ventina di partite tra U21 e Nazionale maggiore, segnando 9 reti (in genere contro squadre minori). Al suo confronto Mario Balotelli diventa un serissimo professionista, Nicolò Zaniolo un monaco tibetano e Antonio Cassano un accademico della Crusca. Certo che entrare all’89’ non è il max per un calciatore, ce l’aveva con Allegri e con il mondo intero, allora si è sfogato su Mancini, l’autore del gol. L’apparizione sul terreno dell’Olimpico durata meno di un minuto è l’emblema della smisurata stupidità dell’individuo, spero che sia Allegri sia Mancini lo spediscano là dove merita. Poco Genio, solo Sregolatezza.