SERIE A, 19a GIORNATA – ⚽ – La mazzata chiama eroismo, la Juventus in campo è decisamente migliore, più entusiasmante e più tonica di quella brutta e stonata precedente alla condanna che le ha inflitto il -15 in classifica. Cioè, paradossalmente la nuova drammatica situazione ha un risvolto positivo, la Juve in fondo al cuore coltiva la pazza idea di un’impresa memorabile, divorare quel -15 e riconquistarsi sul campo quello che le è stato tolto dalla giustizia sportiva, a causa delle plusvalenze farlocche. E così mentre il Direttorio del Comitato di salvezza bianconera parla di “ingiustizia sommaria”, Allegri si ritrova a fare il supermanager e sfodera il meglio di se stesso, nessuno può più rinfacciargli la solita storia del non gioco, e Di Maria si ricorda di essere campione del mondo. – ⚽ – Certo poi tra il dire e il fare c’è sempre di mezzo il mare, e soprattutto c’è l’Atalanta di Gasperini e del sorprendente Lookman. Mentre ad approfittare della strada più sgombra c’è la Roma di Mourinho. E se Zaniolo punta i piedi e fa le bizze in stile Balotelli, un superbo Dybala dimostra una volta di più l’incapacità di quelli che alla Juve lo misero alla porta. Morale: alla fine nel calcio i conti veri, non quelli fasulli, si fanno sempre sul campo…

SERIE A 2022-2023

GIORNATA N. 19

Sabato 21 gennaio 2023

Verona – Lecce 2-0

(40′ Depaoli V, 54′ Lazovic V)

Salernitana – Napoli 0-2

(45’+3′ Di Lorenzo N, 48′ Osimhen N)

Fiorentina – Torino 0-1

(33′ Miranchuk T)

Domenica 22 gennaio 2023

Sampdoria – Udinese 0-1

(88′ Ehizibue U)

Monza – Sassuolo 1-1

(13′ Ferrari S, 60′ Caprari M)

Spezia – Roma 0-2

(45′ El Shaarawy R, 48′ Dybala R)

Juventus – Atalanta 3-3 (in corso)

(4′ Lookman A, 25′ Di Maria rig. J, 34′ Milik J, 46′ Mæhle A, 53′ Lookman A, 65′ Danilo J)

Lunedì 23 gennaio 2023

Bologna – Cremonese 1-1

(50′ Okereke rig. C, 55′ Chiriches aut. B)

Inter – Empoli 0-1

(66′ Baldanzi E)

Martedì 24 gennaio 2023

Lazio – Milan 4-0

(4′ Milinkovic Savic L, 38′ Zaccagni L, 67′ Luis Alberto rig. L, 75′ Felipe Anderson L)

CLASSIFICA

Napoli 50 (19), Milan 38 (19), Lazio 37 (19), Inter 37 (19), Roma 37 (19), Atalanta 35 (19), Udinese 28 (19), Torino 26 (19), Empoli 25 (19), Juventus 23 (19)*, Fiorentina 23 (19), Bologna 23 (19), Monza 22 (19), Lecce 20 (19), Spezia 18 (19), Salernitana 18 (19), Sassuolo 17 (19), Verona 12 (19), Sampdoria 9 (19), Cremonese 8 (19). * Juve 15 punti di penalizzazione

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 20

Venerdì 27 gennaio 2023

Bologna – Spezia 18.30

Lecce – Salernitana 20.45 

Sabato 28 gennaio 2023

Empoli – Torino 15.00

Cremonese – Inter 18.00

Atalanta – Sampdoria 20.45

Domenica 29 gennaio 2023

Milan – Sassuolo 12.30

Juventus – Monza 15.00

Lazio – Fiorentina 18.00

Napoli – Roma 20.45

Lunedì 30 gennaio 2023

Udinese – Verona 20.45

***

La mazzata chiama eroismo. E’ uno degli schemi più noti del calcio, la reazione è già prevista dal copione, non ci si immola  passivamente. Tant’è che la Juventus da una parte, tramite il Direttorio che ora la governa, urla all’ingiustizia sommaria che ha precipitato la Juve nella pancia della classifica e dall’altra la squadra e il suo allenatore si scuotono dalla mediocrità cui si erano condannati ben prima che fossero menomati dalla giustizia sportiva.

  Nella testa della Juventus c’è sicuramente la pazza idea di divorare e digerire quel -15 cercando di riacciuffare la Champions League da cui sono stati allontanati in maniera forse irrecuperabile. Nel 3-3 con l’Atalanta, una delle squadre più in forma del momento con un’iperproduzione di gol e un Lookman incontenibile, nelle giocate di Di Maria che finalmente fa vedere alla Juve di essere un campione e anzi addirittura un campione del mondo,  nell’esultanza di Massimiliano Allegri, e in un’insolita Juve finalmente coraggiosa, grintosa e divertente c’è un po’ di questa follia e irrazionalità scaturita dal momento più buio dopo Calciopoli.

  La stangata del -15 è forse fatale per la classifica, ma tutto sommato fa bene alla Juve, le ridà sangue, orgoglio, uno scopo. L’ Allegri di oggi asceso al ruolo di supermanager, unico vero uomo di calcio in una Juve affidata a un Direttorio del Comitato di salvezza bianconera, è decisamente più in forma di quello cupo e spento dei mesi scorsi. Del resto nessuno adesso potrà più accusarlo di aver rovinato la Juve col suo non gioco. Decisamente c’è chi alla Juve ha fatto molto più male.

La storia però è complessa e la gestione dei destini, in questo momento, assolutamente fuori controllo. Intanto tre o quattro club, nemmeno tanto piccoli, si fregano le mani senza farsi vedere, per l’avversario fatto così brutalmente fuori. Uno di questi è la stessa Atalanta che incarna uno di quei modelli di calcio sostenibile, di cui però tanto si discute e che si tenta di coinvolgere nella storia delle plusvalenze fasulle. Gasperini ha subito precisato che su questa vicenda l’Atalanta è stata tirata in mezzo malamente e i suoi famosi affari di mercato non sono taroccati.

  Però a conti fatti, al momento, quella che ci ha guadagnato più di tutti è la Roma di Mourinho e Dybala. L’argentino sta trascinando la squadra in zona Champions League con gol e assist, Zaniolo può anche ribellarsi, atteggiarsi a Balotelli, puntare i piedi e chiedere di essere ceduto ma quello che ottiene è di dimostrare di essere tutto sommato accessorio o se non addirittura superfluo. Piuttosto Paolino Dybala, tra gol e assist a ripetizione e l’ispirazione tornata ai massimi livelli, fa pensare alla dabbenaggine di quelli che alla Juve lo hanno scartato e mandato via come un reso di Amazon.

  Alla fine è un cerchio che si chiude, alla fine nel calcio i conti più importanti – non solo quelli truccati – si fanno sul campo.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SINTESI

SERIE A, 19a GIORNATA – ⚽ – La mazzata chiama eroismo, la Juventus in campo è decisamente migliore, più entusiasmante e più tonica di quella brutta e stonata precedente alla condanna che le ha inflitto il -15 in classifica. Cioè, paradossalmente la nuova drammatica situazione ha un risvolto positivo, la Juve in fondo al cuore coltiva la pazza idea di un’impresa memorabile, divorare quel -15 e riconquistarsi sul campo quello che le è stato tolto dalla giustizia sportiva, a causa delle plusvalenze farlocche. E così mentre il Direttorio del Comitato di salvezza bianconera parla di “ingiustizia sommaria”, Allegri si ritrova a fare il supermanager e sfodera il meglio di se stesso, nessuno può più rinfacciargli la solita storia del non gioco, e Di Maria si ricorda di essere campione del mondo. – ⚽ – Certo poi tra il dire e il fare c’è sempre di mezzo il mare, e soprattutto c’è l’Atalanta di Gasperini e del sorprendente Lookman. Mentre ad approfittare della strada più sgombra c’è la Roma di Mourinho. E se Zaniolo punta i piedi e fa le bizze in stile Balotelli, un superbo Dybala dimostra una volta di più l’incapacità di quelli che alla Juve lo misero alla porta. Morale: alla fine nel calcio i conti veri, non quelli fasulli, si fanno sempre sul campo…

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
137 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

EA67

Questo processo, e gli altri che seguiranno, danno a chi governa il calcio più di uno spunto per provare a rendere il sistema più credibile.

  1. le sentenze della giustizia sportiva non possono più essere aleatorie a completa discrezione dei giudicanti del momento: ogni illecito deve avere una pena certa, basata su parametri oggettivi e prestabiliti
  2. le plusvalenze possono incidere solo sui criteri di iscrizione ai campionati e non sulla capacità di fare mercato (se si vende a 70 e si compra a 50 giocatori che invece valgono invece 40 e 20 si avrà sempre 20 in cassa): basta mettere dei limiti per cui la plusvalenza che si può iscrivere a bilancio in ogni sessione di mercato non può essere superiore della differenziale vendite – acquisti della stessa sessione, oppure in caso di trattative incrociate la plusvalenza viene messa a bilancio solo per la loro differenza e solo da chi a quella più alta (la squadra A fa +30, la squadra B fa +10 a bilancio va solo un +20 per la squadra A e la squadra B non ha nessun interesse a sopravvalutare il suo calciatore)

Sono solo le prime che mi sono venute in mente, ma penso che qui, indipendentemente dal tifo, ci siano utenti con idee anche migliori.
Peccato che sembra che chi dovrebbe avere quelle idee si stia, come sempre, occupando di altro.

From naples alias Carlo lll

Arrendetevi.

Rosario Frattini Yahoo.it

È il vento del nord se n’è andato
E lascia nell’aria un sapore
Di cose lasciate al passato
Senza rimpianto
Senza dolore

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Senti lo scudetto che torna ?.

C'era una volta il calcio

Una grande conferma….Bergomi porta sfiga. Ha detto, dopo la Supercoppa, l’Inter è l’anti Napoli..ahahahahah. Anche lo scorso anno aveva pronosticato lo scudetto per gli indebitati ahahahahah

Mordechai

Zero a uno con l’Empoli.
Secondo me, sti coglioni arrivano quinti.

Waters

Perché coglioni?

Mordechai

Perchè, non lo siete/sono?

doctordodo

probabilmente sono molto invecchiato ed il mio cervello non funziona molto bene.
Ieri sera per la prima volta in vita mia guardando la partita in TV ho tifato per la Juve.
La parte più razionale del mio cervello mi diceva ” Ti sei scordato di tutti gli scudetti che ti hannoa rubato? Ti sei scordato di come Furino e Tardelli trattavano il mitico Gianni Rivera?
Ti sei scordato del gol di Turone? Ti sei scordato di 50 anni di arbitraggi scandalosi?
Ma niente, ieri facevo il tifo per la Juve perchè è stata commessa a mio avviso un’ingiustizia clamorosa. E’ palese ed evidente che tutte le squadre hanno bilanci farlocchi aggiustati con plusvalenze ridocole : giocatori sconosciuti valutati per decine di milioni d’euro, tre ragazzotti del Napoli venduti a loro insaputa al Lille per 20 milioni d’euro.
Allora puniamo i singoli responsabili di tutte le società e non sfasciamo il giocattolo traballante della serie A che ha avuto bisogno di uno scandaloso aiuto della Giorgia Nazionale per sopravvivere.

ConteOliver

“spinga Meani, spinga”

𝑐𝑜𝑟𝑠𝑖𝑣𝑜&𝐧𝐞𝐫𝐞𝐭𝐭𝐨

Un tuo cootifoso, ben conscio della storia del Milan, di come, solo per dirne una, Cesari sia arrivato a fare il damerino serale alla corte di Mediaset, di come Meani&Galliani vennero graziati dall’afflittività della pena e rimessi in corsa Champions e, soprattutto, di come i pinnuli per sostenere il Milan arrivassero con valigioni di nessunissima provenienza direttamente da Palermo, senza i tuoi preamboli da fanigottone, si era espresso così…

Perché se si vuole dire una cosa vera, la si può dire anche senza far capire che si è dei poveri coglioni, seppur irrimediabilmente invecchiati…

astainvista
 2 giorni fa
Dovrei essere compiaciuto (specialmente per come siamo messi adesso) che ci abbiano tolto di mezzo una concorrente per un posto Champions, ma onestamente non ci riesco, anzi mi cadono le braccia. Tutte le altre società prosciolte, come era sempre successo indagando e giudicando su quelle pratiche. Di questo sistema delle plusvalenze massicciamente e proficuamente utilizzato da tutte o quasi tutte le società italiane (e straniere) fin dalla notte dei tempi – inutile stare a fare i nomi, ognuno di noi omette le sue e spoilera sulle altre -, fa sorridere di imbarazzo che ci sia trovata l’unica colpevole, presente e passata. Una sola, che paga il conto di tutti in una sola soluzione. Colpirne una per educarne cento. Questo non è più uno stato di diritto, questa è la Sharia. Ho trovato impressionanti e disgustose le adunate Tv e social da caccia alle streghe, l’abolizione di ogni discorso, con l’ultimo incappucciato che andava in soccorso del branco in situazioni di dieci contro uno. E sono francamente dispiaciuto di non essere mai intervenuto pubblicamente (anche qui sul blog) per far sentire una voce non juventina fuori dal coro, ma mai mi sarei aspettato che la ferocia e lo spirito di vendetta arrivassero fin dentro le stanze del diritto. Avevo registrato la voce di utenti solitamente avversi alla Juventus (uno su tutti @unclemarvo ”sulle plusvalenze ho scritto più volte che sarebbe ridicolo se un piemme si considerasse più esperto di un diesse sui valori dei giocatori”) e pensavo che questo fosse il comune sentire delle persone di buon senso al di là del tifo, comprese quelle chiamate a giudicare pur in mezzo all’ordalia mediatica, ma che avevano già giudicato equamente le stessa vicenda precedentemente. Quanto mi sbagliavo.
Sono stato educato ai principi non violenti e di lealtà di Pannella e dei radicali, mite ma mai sottomesso, fiero dei miei principi, ma come cittadino (e anche come tifoso avversario), dopo la ”sentenza” di ieri sera, mi sento sconfitto. Perché si capisce lontano chilometri che il malanimo, la sproporzione, l’ingiustizia intrinseca avevano già precostituito il verdetto, che è un verdetto tutto ”politico”, al di fuori della giurisprudenza. E devo essere sincero caro Bocca, anche il suo pezzo fa rabbrividire per il totale, cieco e automatico appiattimento sulle tesi dell’accusa. Le intercettazioni stralciate portate come prova univoca, le dimissioni del CDA definite una ”confessione”, l’assurda sottrazione di 15 punti un ”compromesso”: stava scherzando spero… o pensa di essere in Iran? Sono pronto a scommettere fin da ora che nessuno di questi capi d’accusa reggerà nel processo penale. Ma nessuno tornerà a chiedere scusa. Il danno sarà già stato consumato.
La cosiddetta giustizia sportiva dovrebbe essere immediatamente abolita, perché la Giustizia si amministra con processi veri, non con queste pagliacciate che durano mezzo pomeriggio seguite ad una campagna mediatica a senso unico con personaggi politici e intrallazzatori di potere che hanno già tracciato la via. Sono disgustato.
 
Spero che il Milan, la sua dirigenza (la società… boh… non ho capito bene dove stia…), si insomma… Paolo, per quello che rappresenta ai nostri occhi… prenda la parola per dire qualcosa di saggio, soprattutto qualcosa di vero. Uno scatto di lealtà come ai bei tempi sul campo. Perché in questo racconto, da qualsiasi parte lo si guardi, manca un non detto di verità. Noi non dobbiamo far finta di nulla e godere del male altrui, quello che mai vorremmo fosse fatto a noi. Io voglio combattere alla pari e più di tutti vorrei che la giustizia fosse uguale per tutti.
 
Una botta tremenda alla credibilità del calcio, almeno per il modo in cui lo vedo io, un campionato dimezzato. Non ha nemmeno tanto senso continuare a seguirlo, con tutte le sfide del girone di ritorno della Juventus con le squadre di vertice derubricate ad amichevoli. Sempre che le giochino…
 
Mi sa tanto che mi prendo un’altra bella pausa e torno ad occuparmi di cose più utili e piacevoli, dopo quella per il mondiale nel deserto, rischia di diventare una buona abitudine.
Saluti

Ad oggi, il miglior pezzo scritto sulla vicenda.

L'ESORCISTA

Ragazzi non perdetevi d’animo, bisogna essere razionali e non lasciarsi prendere dallo sconforto.
Dopo 5/7 giornate di spettacolo orribile cosa dicevamo qualche mese fa? Che eravamo da 6/7 posto, è vero siamo arrivati ad essere secondi, ma la posizione che meritiamo è quella lì, quindi nulla è cambiato, la (in)giustizia sportiva ha rimodulato i valori del campo, abbiamo preso 5 pappine dal Napoli come potevamo essere al secondo posto?
Dai su che forse con orgoglio e un po’ di culo i quarto posto lo si acchiappa.
E poi da sfigati, calcisticamente parlando, si diventa più cattivi, ci stavamo rammollendo, invece vuoi mettere adesso mandare affanculo un sacco di gente?
Animo😂😂😂

Siamo tuttə bellissimə

Ciao a tutti, Bocca compreso!
Leggo da un po’ questo bellissimo blog e da tempo penso di dire la mia ma……oggi lo faccio!
Essendo tifosə posso dire che ho visto ieri sera un bellissimo spettacolo; al di là del fatto che seguo il calcio più che altro per vedere tutti questi bei ragazzoni in boxer che corrono si smanacciano a volte si appoggiano (da dietro!) e sudano sudano sudano però il tifo c’è sempre e comunque e poi MANNAGGIA LA MISERIA ma proprio prima di trovare noi dovevano penalizzare la Juventus? Che avevano ieri sera il pepe al culo mentre se l’avessimo incontrata prima e con la nostra verve la avremmo sdraiata!
Oddio…….io a Rabiot lo troverei con piacere sdraiato ma quelli sono altri discorsi (maliziosi!) avrà la solita erre fransciese come tutti? Rabbrividisco!
Eppoi, ho letto tanto tanto tanto troppo su questi 15 punti di penalizzazione ma a me -lo dico?- a me che mi importa? Al massimo mi importa perché si apre un posto in più per la chempions e spero tanto sia l’ATALANTA ad arrivare quarta (perché oramai penso che le prime 3 siano quelle, che poi anche Osihmen Leao e Lukaku sono proprio belli eh… mica come Kvaraciccio Tonalibo e Barellallallà che saranno anche bravi ma proprio proprio fotomodelli no eh..….)
Spero che alla fine vinca il Napoli perché così mia nonna è contenta anche se oramai non ragiona quasi più tanto che chiama suo figlio “’ndrocchione” anche se amichevolmente…
Ho deciso che da oggi partecipo attivamente al blog, basta leggere e basta!
Contenti cari ?

tom

Si, certo: tifosA… come no…

Siamo tuttə bellissimə

La ‘A’ finale l’hai messa tu, caro!
AH come la vorrei davvero!!!

monica

…non ha detto “tifosA” !! 😜

Vipe

Benvenuta è il minimo si possa commentare.
Anche se non so se ho l’ autorevolezza di dichiararlo. Certo che giocare a calcio aiuta l’ acchiappo, io per esempio mai dovuto chiedere…
…imploravo.

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Questi sono tifosi radicali:

Kamčatki .jpg
Modifica il 3 giorni fa da Tiziano
Un titulo 2022-23 (per ora) - ex Due tituli 2021-2

Noi all’Inter non abbiamo problemi di etichetta…

Rivolgiamo la parola sia agli avvocati incravattati che dispensano condanneTV ridendosela della refurtiva di Lille, come ai muratori senza cravatta…

Chi di questi due talenti che sfortunatamente hanno perso l’aereo per Lille gioca in serie D? L’altro fa il muratore…

Grande cuore napulitano Batte. Forte. Sempre. E la Federpalloni lo sa…

liguorifirmacosenzalogo.jpg

Ok, ok, però non è che a ogni post devi per forza fare pubblicità all’unieuro.
Ma torniamo a parlare della sola cosa che ti interessa di questa vicenda:
Complimenti all’Inter per lo scudetto 2022/23.

Modifica il 2 giorni fa da Tiziano
MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

…e si spacciano per avvocati.

mi sa che sono avvocati che spacciano, più che altro 😆

Schermata 2023-01-24 alle 02.33.44.png
MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Ma dove ho scritto che Grassani è un dipendente del Napoli?
Questa tua fallacia deduttiva mi induce a pensare che la tua risposta sia frutto di un’errata percezione che hai sulla mia posizione in questa faccenda.
Ovviamente il mio interesse nasce dal mio tifo, ma lo sdegno no, Tiziano.
Lo sdegno è frutto di tutt’altro.
In due parole: utilizzare elementi raccolti in ambito penale per revocare una sentenza assolutoria e procedere ad una condanna in ambito sportivo nel giro di mezza giornata è indegno di uno Stato di diritto. Ogni processo ha delle regole. In ambito tributario, per esempio, fino a qualche tempo fa non era ammessa la prova testimoniale, per legge. Né per l’Amministrazione finanziaria né per il contribuente, in ossequio al principio della parità di trattamento.

Se però introduci in ambito sportivo migliaia di pagine di intercettazioni allora devi concedere alla difesa le stesse garanzie previste in ambito penale: chiedere conto agli imputati del perché hanno pronunciato quelle frasi; vivisezionare le intercettazioni ecc. Altrimenti stai comprimendo il diritto alla difesa.
Altrimenti siamo in Russia dove Navalny è condannato prima ancora di procedere ed il processo è solo una miserabile farsa.

Non voglio entrare nel merito della vicenda per carità, men che mai ora che non sono ancora uscite fuori le motivazioni della sentenza e con un ricorso in ballo che potrebbe riscrivere tutto.
Infatti per me la juve è ancora virtualmente a -12 da noi.
Sottolineavo giusto la fallacia concettuale di allegri nel siparietto della cravatta.
Oddio, a ripensarci ci sta che dopo la partita con il Napoli visto il risultato, quando vede azzurro si piglia male…

Modifica il 2 giorni fa da Tiziano
Figli di... dirigenti

E ma se lo dice Luca Bocci (aiutatemi a dire… esticazzi?!)… allora uno si scorda subito che ‘O Avvocato era andato in giro per mesi preconizzando la serie B… che poi far notare la cravatta azzurra (che chissà perché se l’è subito cambiata nella successiva esibizione alla DS, gli stava tanto bene…) sa davvero di clima arroventato… che poi, nel caso, sarebbe del tutto fuori luogo dopo aver subito una giustizia sommaria stile Tiananmen…
Ma dove li trovano ‘sto fenomeni?!
Bocci… bocciato, chiamatene un altro che faccia più ridere…

Tiziano

Era una precisazione, niente di più, del destino di Grassani m’importa il giusto.
Sono certo che i legali bianconeri sapranno fare meglio di lui.

Guarda che Grassani non è l’avvocato del Napoli (se n’è servito in passato la società ma è un penalista sportivo che presta servizio a qualsiasi club lo richiede) e in questo processo come la juventus era schierato dalla parte della difesa (nello specifio del Pisa e del Genoa).
Non so se avete capito: state impallinando uno che sosteneva la stessa battaglia legale dei bianconeri (e infatti prima del verdetto, in coerenza con le sue tesi difensive, si era detto scettico sulla condanna dei bianconeri).

Modifica il 2 giorni fa da Tiziano
Figli di... dirigenti

Prima del verdetto, per tutto il mese che lo ha preceduto, andava in giro a farsi intervistare un giorno si e l’altro pure, dicendo che la Juventus rischiava la serie B. È la macchietta di “Abbiamo sconfitto la Juve, Davide ha battuto Golia”, non è che stiamo parlando di un genio, eh… uno convinto che l’unica squadra/società che viene continuamente indagata/intercettata (e tartassata!) a fronte di comportamenti da decenni tali e quali reiterati da tutte le altre, rappresenti Golia…
Gli spiccioli si tirano su d’appertutto, ma nell’ambiente, da tutti i suoi colleghi, è inequivocabilmente definito “l’avvocato del Napoli”, fattene una ragione tu.

NELLO MASCIA

FALLI DA DIETRO –
COMMENTI ALLA 19° GIORNATA DEL CAMPIONATO 2022-23
 
Un interminabile uragano.
Prima l’umiliante disfatta al Maradona.
Poi la sentenza della Corte d’Appello.
Uno scandalo dalle proporzioni gigantesche che si prevede sia solo all’inizio.
 
Non finisce qui. Ci saranno altre sentenze in sede penale.
E lì le cose saranno anche più serie.
 
Lo dice persino la Cristillin che, per via della storica amicizia con la proprietà, ne sa certamente più di noialtri.
 
Praticamente, da quanto è emerso, la Vecchia ha falsato tutti i campionati dal 2010 a oggi.
 
Insomma c’è solo da scoprire che il covo di Messina Denaro fosse la Continassa.
 
L’ignaro tifoso da divano candidamente si chiede.
 
Ma se la Vecchia ha falsato il campionato – come affermato dai giudici – perché non andare con coraggio fino in fondo?
Perché non dare all’orbiterraqueo mondo del calcio un segnale forte di correttezza?
E sospendere la squadra dalla competizione?
Per garantire così il regolare proseguimento del campionato nella massima limpidezza.
 
Cosa vogliono dire questi 15 punti di penalizzazione?
 
Domande alle quali forse le motivazioni alla sentenza daranno una risposta.
 
Le motivazioni forse daranno una risposta anche al tifoso bianconero e alla stampa asservita.
Che continua a chiedersi perché solo la Vecchia sì e le altre no. Visto che le plusvalenze si fanno almeno in due.
 
Forse perchè la Juve è quotata in borsa. E le altre coinvolte no.
Forse perché la Corte d’Appello non ha basato la sentenza sulle plusvalenze, ma sulle plusvalenze fittizie, cioè su un “sistema” più ampio che aveva come obbiettivo l’irregolarità dei conti.
 
Fossi tifoso juventino oggi smetterei di miagolare.
Farei solo una cosa.
Ce l’avrei a morte con Agnelli e la chiuderei lì.
 
Il campionato prosegue nella bufera.
 
La pioggia cade sulla solitaria verdura dell’Arechi.
E dagli spalti s’ode doloroso il canto d’odio dei fratelli di Salerno.
 
Nicola esonerato e riabilitato in 24 ore, arretra la difesa fino a Vietri sul Mare.
 
Impossibile trovare varchi.
 
Gli azzurri ruminano calcio orizzontale un po’ lento e macchinoso per tutto il primo tempo.
Ma allo scadere Zambo chiude il triangolo con l’onnipresente Barilotto lusitano e trova il rasoterra filtrante nell’intasata area granata.
Il Capitano irrompe al centro e schianta la traversa per l’agognato vantaggio.
 
La ripresa sarà più agevole.
Il ciclone Osi è straripante.
Lo marcano in cinque e non riescono a prenderlo.
Il Var gli aveva già tolto un gol. Ed eccolo ora pronto a ribattere in rete sul palo dello Zircone macedone.
 
Si vira a 50 punti.
Miglior attacco. Miglior difesa.
Il lussureggiante Osi Capocannoniere.
Una supremazia indiscussa.
 
Molte cose belle ci dirà il futuro.
 
Allo Stadium la squadra bianconera scende in campo con un fardello psicologico inquietante.
Devono dare un senso a questa stagione. Se mai questa stagione avesse un senso.
Devono dimostrare di saper reagire. Non importa a chi o a che cosa.
 
La partita è a tratti emozionante.
Ma è una partita vera?
 
Gli uomini di Gasp sono nel momento migliore della stagione. I due esterni di attacco Boga e Lookman sono incontenibili.
Ad essi si aggiunge Rasmus Hojlund danese diciannovenne dall’intelligenza tattica e dalla raffinata tecnica fuori dal comune.
 
Gli juventini rimontano due volte, e passano anche in vantaggio.
 
Alla fine sarà pari.
E sarà tutto sommato un passo falso dei bergamaschi contro una squadra di metà classifica.
 
Anche se il sito della Lega questa realtà non lo accetta.
E pubblica la classifica provvisoria con la Juve seconda a 40 punti senza i 15 punti di penalizzazione. 

L’Avvocato (della Signora)

ma perché non dici giusto “Juvemmerda” e ti togli dalle scatole?

malandragem

ah, i comici involontari sono sempre i migliori di cui ridere e la ridicolaggine involontaria è arte in cui lei – ignaro – eccelle!

grazie, Maestro

ConteOliver

ci sono le ossessioni… e poi c’è Mascia-niello 😆

un povero guitto cui ogni 6/7 mesi pubblicano – per pietà – la solita manciata di insulti verso la Juve (che lui ritiene siano “articoli”…ossignùr) sul “Napolicchio”, nota testata “di spessore” su cui magari scrive anche “Genny ‘a carogna”, quando gli sospendono il 41 bis 😆

riesci a pensare e a scrivere insulti (e falsità a go-go, more solito) sulla
Juventus anche quando si trova a metà classifica e con prospettive di ulteriori arretramenti (stando alla tua inappuntabile analisi giuridica 😆 😆 )

prova a vivere lo sport con serenità e gioia, goditi il momento della tua squadra e riponi tutto l’odio che puntualmente riversi sempre e solo in direzione della Juventus

esiste altro nel mondo… e il calcio, che è e rimane un gioco, dovrebbe essere un divertente passatempo, non la scusa per dare sfogo alle proprie frustrazioni

provaci…. anche se speranze per te ce ne sono oggettivamente poche, considerata la veneranda età

miao 😆

Modifica il 2 giorni fa da ConteOliver
Gran Torino

Ahah… La Cristillin, trombata e ritrombata sulla via della Continassa. Fino a due mesi fa in città giravano voci di un suo ruolo in società (lei sperava di diventare Presidente… ahahah) e mandava messaggi in codice su quanto dura sarebbe stata la sua faccia contro questa macchinazione… …ora, stratrombata, spara a zero perfino sui bambini bianconeri futuri e cerca almeno di mantenersi attaccata con la lingua al treno sloveno dell’Uefa… altrimenti gli toccherebbe di trovarsi finalmente un lavoro… Non sapete che spettacolo è la corte del Re… le cortigiane poi…
Ahahah, la Cristillin…

Il mattino ha loro in Bocca

se è per questo, potresti smettere di miagolare anche non essendo juventino, è ormai troppo tempo che lo fai.

Mordechai

Ma poi, ‘sto tizio recita (per modo di dire) come scrive?
Roba da chiodi, meglio un martello pneumatico.

𝑐𝑜𝑟𝑠𝑖𝑣𝑜&𝐧𝐞𝐫𝐞𝐭𝐭𝐨

Fai conto che Mario Martone ha dovuto scrivere il film più stupidino e melenso della sua (altrimenti ottima) produzione – un film tanto inutile e patetico che hanno dovuto rifilarlo sul deprimente menù dei voli intercontinentali delle compagnie aeree dove solamente gente morta di sonno potrebbe per sbaglio iniziare a guardarlo (sono uno di quelli, purtroppo: su un volo Austrian Airlines per Pechino mi è capitato di vedere ‘sto strazio…) – per poterci infilare una particina sfrontatamente stereotipata da elemosinare a questo guitto. Una macchietta tale che da un momento all’altro avrebbe potuto gridare “Juvemmerda”.

Modifica il 2 giorni fa da 𝑐𝑜𝑟𝑠𝑖𝑣𝑜&𝐧𝐞𝐫𝐞𝐭𝐭𝐨

Cazzo “Nostalgia”! L’ho visto anch’io! Mi ci aveva trascinato mia moglie… Non ci volevo credere che Martone potesse partorire una simile ciofeca (avevo visto “Noi credavamo”, “L’amore molesto” e “Morte di un matematico napoletano” e mi erano piaciuti moltissimo), mia moglie ha scosso la testa durante tutta la proiezione… e non ha smesso di scusarsi per ore quando poi siamo andati al ristorante…

Qualcuno poi mi ha detto che l’idea della sceneggiatura (vabbeh…) era nata dal fatto che quel geniaccio di Favino, che sa imitare anche le “voci” dei cani, aveva messo a punto una sorta di finto arabo… che poi ha affinato nella figura dell’ex napoletano che fa ritorno nel quartiere dopo essere stato assente da 40 anni (aveva costruito un business in qualche paese arabo, lascerebbe capire il film…), infarcita con una ricostruzione di qualche fatto di cronaca ed una vicenda giovanile, che porta ad una fine tragica… quasi come le due ore e rotti buttate…

Minchia che crosta!

tom

Campionati falsati dal 2010? Dai, facciamo direttamente dal 1897 e non se ne parla più.

L'ESORCISTA

Un po’come lui un falso attore ma vero barzellettiere.

Mordechai

Il catrame fuso, al confronto, è dissetante.

Mark Renton

Pare che la protesta sfociata nel disdire le pay TV stia sortendo effetto.
Ovviamente, a pagarne le conseguenze non sarebbero i club di calcio che incasseranno comunque quanto gli spetta (i criteri tengono conto sia del piazzamento finale ma anche dell’affluenza allo stadio) ma Dazn e Sky che, se insolventi, andrebbero incontro a cause milionarie che arricchirebbero Ancor di più i suddetti club e la lega calcio.
Sky, avendo acquisito un pacchetto comprendente solo 3 partite a giornata, non dovrebbe avere problemi (anche perché a Rupert Murdoch non mancano certo i denari) mentre Dazn rischierebbe seriamente di dover chiudere oppure, più probabile, dover aumentare le proprie tariffe.

Quindi, alla fine della fiera, i tifosi juventini che disdicono il dispetto lo stanno facendo anche agli juventini che non disdiscono e alle pay TV.

Alla federcalcio non gli cambia la vita, alla lega calcio nemmeno. Anzi, se Dazn dovesse chiudere o rinunciare ai diritti causa crisi finanziaria, potrebbe approfittarne Sky acquisendo i diritti a un prezzo perfino inferiore di quello attuale.

Chi vi scrive odia le pay tv da sempre. Detesto lo spezzatino, detesto le partite divise in troppi orari e giorni e vorrei che chiudessero per sempre.
Quindi, che la protesta prosegua o termini non mi cambia la vita anche se leggo in giro che molti, in caso di retrocessione della Juventus (o peggio) seguirebbero molto volentieri il campionato pagando addirittura qualsiasi cifra.

Sinceramente, pagherei solo per vedere la premier League, il campionato più bello e difficile del mondo (lo so, Sky ha i diritti) anche perché la serie A da molti anni è di un livello tecnico imbarazzante ed è emblematico constatare che a parte Jorginho, nessun calciatore italiano nel giro della nazionale vi militi.
Scamacca? Meh…

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

”Ovviamente, a pagarne le conseguenze non sarebbero i club di calcio che incasseranno comunque quanto gli spetta”

E come fanno ad incassare denaro che non c’è? Chi paga i club se le emittenti vedono crollare i loro ricavi (esempio) di 100 milioni/200 milioni?

Esistono le banche. Le stesse che emettono bond per club super indebitati.
Ha più probabilità di ottenere Dazn un bond da 200 milioni da Goldman e Sachs che tu di ottenere mille euro per cambiare la cinghia di alimentazione della tua auto dalla stessa banca.

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Ah, quindi Dazn emette un bond da 200 milioni pagandoci in più gli interessi per un mercato in crollo? Sei hai difficoltà a studiare fammelo sapere che ti dono l’8 per mille dell’Irpef

A dazn stanno già con le lacrime agli occhi

comment image

Modifica il 3 giorni fa da MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Affaracci loro. Goldman e Sachs sta tenendo in vita l’Inter (con il silenzio assenso della federcalcio), può farlo anche con Dazn.
Le banche aiutano chi vogliono, tranne i comuni mortali come me e te.
Poi vedremo come andrà a finire. Intanto disdite, continuate a disdire che quelli come me che odiano le pay TV approvano

Vipe

Personale per il mio amico IL GHIRO.
Sono riuscito a fare l’ anagramma del (— 15) alla mia Juve.
Napoli vs Juve (5 — 1)

inox

Buongiorno Fabrizio

Freddo? Si. E non ci sono più nemmeno i giorni della merla. Tutto l’anno, a sbaffo, giorni dei tacchini impagliati. Guarda Fabrizio, il punto è questo: una cipolla fa piangere più di una guerra. Importante è quanto tieni distante le cose dagli occhi. Spesso sentiamo senza ascoltare, guardiamo senza vedere. E allora si bordeggia lungo costa, sotto vento. Altrimenti il trucco è svelato. Bruno Vespa, a vostre spese me ne bato il belino, intervista Volodymyr Zelens’kyj. Alla domanda: “Sua moglie come sta affrontando la guerra?” il Trainspotting’s friend risponde: “Mia moglie? Come moltissime donne in Ucraina”. E allora te, orbo fra ciechi, pensi: poveraccia e poveracce, stanno a piangere figli, padri, fratelli. No. La signora Zelens’kyj è a Davos. Pupazzo fra i burattinai. La questione Juventus. Poveracci, ce l’hanno tutti con loro. Tralasciando la questione centrale e qualche dettaglio: ce ne sono altre dieci come noi, piagnucolano, tutte prosciolte! Si. Dal tempo del proscioglimento ad oggi solo alla Juventus sono emersi fatti nuovi, gravi. Da qui il diverso trattamento. Tuttavia, parte dei tifosi, se ne è accorto: «Lurida dirigenza, maglia trattata come oggetto senz’anima» denunciano a una sola voce Drughi, Nab e Viking. Certo che se li sono dati i nomi! Un viking di Orbassano, Tofarello ma metti pure Pecetto Torinese. A Pecetto il consiglio comunale è composto da Lindegren Sindaco, Vice Sindaco Sandstrom e assessori Sig.ra Bergman, Akerlund, Holberg. Attendiamo le partite più importanti della giornata: Inter-Empoli e Lazio-Milan. Lazio nun fa’ la stupida domani sera. Datte ‘na mano a faje du’ gol. Faje senti’ ch’e’ le rode er bucio. Daje li mejo grilli da magnà. Nun te scordà a crema en salmì.

Mordechai

” Dal tempo del proscioglimento ad oggi solo alla Juventus sono emersi fatti nuovi, gravi. Da qui il diverso trattamento”

Guarda, sostituisci “solo alla Juventus sono emersi fatti nuovi, gravi” con “solo i telefoni della Juventus sono stati messi sotto controllo” e tutto il discorso fila che è una bellezza.

tom

Mi rendo conto che la cosa non possa preoccupare granché chicchessia, ma ho paura che per un po’ di tempo non riuscirò più a frequentare attivamente il blog: troppo grande è lo sconforto per come si stanno mettendo le cose per la mia Vecchia Signora.
Mi sono convinto del fatto che ci sia stato del marcio a Torino: si sono lasciati prendere la mano. Hanno fatto e disfatto pur di mantenere in piedi una società cresciuta troppo e male, e fiaccata dall’imponderabilità pandemica.
So benissimo che, al netto di questo, i nove scudetti sono stati vinti tutti meritatamente, e ciò, benché non verrà mai riconosciuto dai più, mi conforta.
Tuttavia, le intercettazioni sembrano parlare chiaro: quando il capo ammette di aver fatto porcate, c’è poco da fare.
Detto questo, so anche che le plusvalenze le hanno fatte tutti, alcuni in misura perfino maggiore rispetto a quelle combinate dalla Juve. So bene che a squadre tecnicamente fallite, o quasi, le è stato consentito di iscriversi tranquillamente ai campionati, non pagare stipendi, pagarli in nero, o far finta di pagarli in modo creativo. So bene che altre squadre sono state oggetto di compravendita internazionale con la mediazione di improbabili prestanome orientali. So anche che autentiche verginelle hanno gonfiato il prezzo dei cartellini dei calciatori con illustri sconosciuti che sono finiti a fare i benzinai, anziché trasferirsi nella squadra che ne ha acquistato le prestazioni.
So tutto, e lo sanno tutti. Ma in Italia si indaga soltanto la Juventus FC. In Italia si condanna soltanto la Juventus FC. Le altre la fanno franca, sempre, perché in fondo sono meno uguali. Tutto questo mi sconforta, mi fa passare la voglia.
Per ora va così, domani chissà.

Calasalumi

Dai non ti scoraggiare, l’hanno fatta grossa, più grossa di tutti e l’ha pagata, è ora di voltare pagina e sostenerla. Con tutta la dirigenza doverosamente cacciata, adesso sarà davvero un film diverso. Primo passo, andiamo a prendere il Toro 🙂

tom

Un film diverso? Aspetta la prossima penalizzazione, poi nei riparliamo.

Mordechai

Per farne cosa?

Grande Romeo

Fabrizio, mentre mi preparavo per la notte seguivo distrattamente la DS, dove Rimedio ad un certo punto ha aperto un dibattito sulla penalizzazione alla Juventus per, diceva lui, far capire meglio i tifosi, soprattutto quelli juventini.
C’era, all’uopo, anche collegato l’avvocato Grassani (un principe del foro che ci ha fatto assolvere) che ad un certo punto ha spiegato perché la Juventus è stata condannata e le altre no. Il motivo risiede nel fatto che per la Juventus esistono intercettazioni telefoniche dove i dirigenti ammettono le loro colpe mentre per le altre società questo non avviene.

Forse ho capito male (seguivo distrattamente) ma fosse davvero così sarebbe da oggi le comiche. Se gli unici ad essere intercettati erano i dirigenti della Juventus, come si poteva pensare che venissero trovate prove a carico degli altri? Degli altri non abbiamo ammissioni semplicemente perché non abbiamo intercettazioni.

Poi, figurati, a me va benissimo l’assoluzione, ma capisco certe incazzature, se riferite alle indagini (un po’ meno se riferite alla pena: se sbagli paghi, poi sull’entità non ho competenza)

Comunque siamo un paese strano. Anni fa la Juventus fu processata per abuso di farmaci. Ora, solo una mente malata poteva pensare che se esistevano metodi, reali o presunti, di miglioramento lecito delle prestazioni, anche se eticamente deplorevole, in tutto il calcio professionistico ci fosse una sola società a farne uso. Oggi vediamo giocatori preoccupati per quello che hanno preso anche militando in squadre diverse dalla Juventus.

Perdemmo l’occasione per cercare di debellare un malsano comportamento e tutelare la salute degli atleti.

Oggi siamo di fronte ad una società che dà un aiutino ai bilanci con artifici contabili, e siamo ancora qui a pensare che sia l’unica a farlo (prevalentemente perché sta pesantemente sui coglioni a un sacco di gente), mentre sono stra convinto che il metodo sia diffuso. Quante volte, anche qui sul blog, ci siamo meravigliati per valutazioni assurde anche di giovincelli che non avevano dimostrato ancora assolutamente nulla? E allora non siamo di nuovo di fronte all’occasione di dare una pulitina ad un sistema sempre più opaco?

Ebbene, Fabrizio, sarò pessimista ma credo che perderemo un’occasione anche stavolta ( e siamo tutti contenti, perché la giustizia è giusta finché tocca agli altri, un po’ meno se tocca noi).

Ammetto, onestamente, che se avessero penalizzato il Pisa (è coinvolto) mi sarebbero girati i coglioni e che va bene così, ma se guardo il senso generale di quanto stanno facendo non può venirmi che da scuotere la testa

Corum

Ieri sera Accighino ha guadagnato 100 punti nella mia personale opinione..
Il siparietto in cui percula Grassani e’ da cineteca…

carlogobbo

Tutto vero
Considera anche che, essendo la proprietà Juve la più potente e solida, si può infierire che tanto poi si risolleva
Se bastoni le altre, la maggior parte salta per aria irrimediabilmente
Del resto se sei ricco stai sui cojones, ma se hai tanti debiti hai molti amici 😀

Nico46

Scusa, ma per capire meglio quanto scrivi dopo, ti riporto:
per la Juventus esistono intercettazioni telefoniche dove i dirigenti ammettono le loro colpe mentre per le altre società questo non avviene“.
.
Seguo molto a intermittenza questa vicenda, e aspetto le puntate che verranno, ma spiegami meglio, secondo quanto tu sai:
a) non esistono intercettazioni delle altre squadre;
b) esistono altre intercettazioni, ma in queste i dirigenti non esprimono dichiarazioni di colpa.

Grazie.

P.S. Molti pisani che ho conosciuto hanno la Juve come seconda squadra e anche tu dai la sensazione, a pelle, che i – 15 punti ti dispiacciano a prescindere, così … distrattamente.

figli di... dirigenti

I dirigenti della Juventus non ammettono alcuna colpa, al contrario parlano di “sentenza iniqua, giustizia federale sommaria”. Basta leggere la memoria difensiva della Juventus e le dichiarazioni di ieri sera dell’AD Scanavino.

https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/juventus/2023/01/22/news/scanavino_commento_sentenza-384672129/?ref=RHLF-BG-I384656195-P1-S2-T1

a – b) No, esiste una sola Procura della Repubblica che indaga e – soprattutto! – dispone intercettazioni per una sola società (per un tempo infinitamente lungo, addirittura per anni senza soluzione di continuità, con un apparato inquisitorio difficilmente riscontrabile per indagini di mafia, camorra e stragi), questa è la prassi.

Le plusvalenze fittizie su decine di sconosciuti calciatori senza futuro (solo per fare uno dei millemila esempi sull’utilizzo di quelle pratiche contabili) scambiati tra Inter e Milan e che consentirono di contabilizzare plusvalenze fittizie (quelle si completamente fittizie) per oltre 150 ml di euro durante un decennio, erano state indagate dalla procura di Milano, ma senza alcuna intercettazione autorizzata, nemmeno un singolo agente rispetto ai sessanta messi a rotazione per ascoltare le 13.000 conversazioni dei dirigenti juventini (e a cui la difesa nel processo sportivo non può avere accesso integrale né fare copia, se non a quelle stralciate e decontestualizzate lasciate sparare dall’accusa per due mesi a senso unico dai media; cosa inammissibile in qualsiasi altro paese civile), e senza cimici fin dentro i cessi dei ristoranti. Indagine di cui si venne a sapere solo a proscioglimento e archiviazione avvenuti.

Queste le differenze stranote a tutti, tanto più alla dirigenza della Juventus, che sapendo benissimo l’andazzo ripugnate avrebbe dovuto essere molto più accorta.

Perché sapevano benissimo come erano andate le indagini nel corso degli anni. Che le uniche altre intercettazioni di dirigenti di altre società, erano saltate fuori solo di rimbalzo, solamente perché utenze di persone terze (vedi designatori arbitrali ecc) poi iscritte nell’elenco di quelle intercettabili, consentirono di venire a conoscenza (ma con anni di ritardo) colloqui come questo. Solo dopo che la squadra ivi rappresentata era stata premiata con uno scudetto, mentre la società sanzionata alla serie B veniva assolta dalla magistratura ordinaria.

Facchetti-intercettazione.jpg
Modifica il 3 giorni fa da figli di... dirigenti
Grande Romeo

Da quello che ho letto (anche io seguo distrattamente) sembra che solo la procura di Torino abbia dato il via all’inchiesta. L’avvocato ieri sera ha detto che non aveva competenza sulle squadre delle altre città e quindi non ha indagato su di loro.
Ovviamente non so se al momento stanno indagando in gran segreto (speriamo) ma credo che ormai beccare telefonate compromettenti sia davvero difficile.
Se uno si facesse beccare ora sarebbe proprio un coglione.

Sulla seconda squadra ho una simpatia per il Genoa perché ci hanno giocato Benedetti e Signorini e perché è la squadra del cuore di un amica davvero speciale.

Riguardo la Juventus il problema è sempre lo stesso: se non ti sta sui coglioni vuol dire che sei filo juventino.
Onestamente mi sta più simpatico il Napoli (non da ora, da Diego) però è vero che la preferisco all’Inter e diciamo che è alla pari col Milan.

Ovviamente quando giocano in coppa sono tutte nel mio cuore (fiorentina esclusa)

Nico46

Buona sera, Grande Romeo.
In tutta sincerità, ho solo preso l’occasione per sfrucugliarti un po’, molto bonariamente, per una punta di invidia Se non sbaglio, mi pare di aver letto che hai ripreso le danze.
Con mia moglie, invece, non siamo ancora riusciti a fare altrettanto, ma ci hai dato lo spunto per metterci di buzzo buono.

Non ho troppa simpatia per la Juve e per alcuni TJ, ma stranamente, in questa vicenda, non mi va di punzecchiarli, già sono tribolati per conto proprio e masticano amaro.

Ahimè, mi duole dirti che mi sta simpatica la Viola, quanto il Genoa e il Milan, in ricordo di un caro amico. E poi mi lascio tentare e sfrucuglio i miei parenti e amici romani, ma poco poco, ché hanno simpatie per il Toro come seconda squadra.

Alla prossima.

Grande Romeo

Sì, ripartito con Caribe a tutta birra!

Il mattino ha loro in Bocca

…anche te, così molto distrattamente, si capisce che non hai pregiudizi…

Waters

C’è un piatto molto famoso – “il fassone dalla testa ai piedi” di Davide Palluda, dell’Enoteca a Canale, nel Roero” anche il buon Romeo potrebbe chiamarsi ” gobbo dalla ai testa ai piedi😀, intendiamoci non c’è nulla di male…

Salud.

Mordechai

Salud. Da Empoli.

Grande Romeo

Non sono gobbo ma di certo non potrei essere interista. Il 16 marzo 1969, pieno di entusiasmo, con tanto di bandiera del Pisa mi recai con nonno (pisano), babbo (interista) e altri amici a S.Siro per vedere Inter Pisa (ne beccammo 4). All’epoca ero anche un po’ interista: avevo 8 anni e volevo compiacere mio padre. Eravamo finiti in un settore dove c’erano gli interisti. Nonostante il passivo crescesse continuavo orgogliosamente a sventolare la nostra bandiera. Al terzo gol dell’Inter mi dissero di ripiegarla. Non avevo capito che facevano sul serio e continuai a sventolare. Un gentleman me la tolse di mano, la ravvolse e mi disse che non me la bruciava solo perché era nerazzurra. Mio nonno disse: “ma è un bambino” la risposta fu: “la prossima volta lascialo a casa”.

Forse è a causa di questa esperienza che non mi state non troppo simpatici

Mordechai

16 marzo 1969?
Il giorno prima compivo anche io 8 anni…ma in quanti siamo qui del meraviglioso ’61?

Mordechai

La a), sine dubio.
E chissà come mai.

Il mattino ha loro in Bocca

caro Romeo,dammi retta, l’unica occasione che cercano è quella per “limitare” la Juve di tutte le malefatte del carrozzone non può fregar di meno alla Procura che è la mano politica della FIGC. Niente cambierà. Hai perfettamente ragione, abbiamo tutte le ragioni per essere incazzati (con la soc. Juve ce la vediamo noi)anche con quei tifosi che avrebbero tutto il diritto di percularci e invece si arrogano il compito di farci la morale, ecco questi andassero pure affanc…
Purtroppo pochi hanno la tua onestà intellettuale.

time present and time past (a.k.a. scusameri)

La situazione in cui versa la Juve è il combinato disposto di cinque fattori:

0) Una situazione economica di fondo insostenibile nel lungo periodo dell’intero sistema calcio italiano.
1) Una procura particolarmente attiva a Torino rispetto alle altre città.
2) Una “giustizia”sportiva particolarmente attenta e severa con la Juve rispetto alle tante malefatte lasciate impunite di altre squadre.
3) Le pratiche contabili a dir poco opache e azzardate (lo ammettono i nostri stessi dirigenti!).
4) La dabbenaggine mista ad arroganza dei nostri dirigenti, che hanno lasciato indizi dappertutto.

posted from a ridicoulus Country

bisogna però ammettere che AA&C. sono stati di una stupidità inscusabile;
con farsopoli e dalle tante inchieste poi sfumate si era capito come andavano e vanno le cose: mille occhi puntati sulla Juve e uno socchiuso sulle altre;

Mordechai

Ma qualcuno ha visto all’opera i nuovi compagni di CR7?
L’altro ieri, durante il solito zapping compulsivo (fuori nevischiava, non avevo voglia di uscire), mi sono imbattuto nella diretta di un imbrecisato ALxxxxx vs ALkkkkk, gialli (quelli di CR7) contro verdi.
Ho visto 10 minuti 10 di partita : allucinante.
A parte CR7, che non ha combinato praticamente nulla, però bastava si infilasse il dito nelle froge per far esultare in maniera folle il pubblico, e a parte i due portieri (ingiudicabili), gli altri 19 in campo mi sono sembrati d’una povertà tecnico/agonistica sconcertante, incapaci anche di non inciampare sulla palla, tutti insieme non fanno Romoletto Testa, guizzante aletta del Ceccano (Promozione Lazio).
Dopo 10 minuti di questo strazio, ho preferito uscire di casa ed andare un po’ a zonzo per il paese, sotto il nevischio che ancora scendeva giù fitto fitto.

Leo 62

🙂 🙂 Magari lo pagano proprio per scaccolarsi…

2econdo me

Se Allegri crede di divorare il -15 iniziando con un pareggio contro una diretta concorrente mi sa che ha fatto male i conti

Corum

Per come si era messa, due settimane fa sarebbe finita 0 a 2..meglio il 3 pari.
Dopodiché ora è come a tennis.
Si tira a tutto braccio.. Può andare male, ma molte volte si diventa molto pericolosi..

Mordechai

Guarda, io non voglio divorare proprio nessuno, più modestamente vorrei solo che la squadra (sarebbe pure ora) giochi con la stessa tigna, cazzimma e voglia di fare vista in campo ieri sera, fino all’ultimo istante della 38^ giornata.
Poi si vince, pareggia o perde, ma chi se ne frega.

Mordechai

OT : la Gazza ricorda che Jannick Sinner ha affrontato per 17 volte uno dei primi 5 del ranking e, finora, ne ha battuto solo uno (Alcaraz).
Una vittoria in diciassette “tentativi”… deve ancora mangiare parecchie pagnottelle il ragazzo, mi sa.

Leo 62

Beh però però… Fino all’anno scorso di questi tempi con i 5 Topi Jannik ci perdeva netto in 3. Da Wimbeldon dell’anno scorso ci perde in 5 ( e Alcaraz l’ha anche battuto due volte prima di perderci di un soffio agli US OPen ). Ci siamo quasi, fidati… tra un po’ comincia a vincere in 5, poi vincerà in 3. Anche perché adesso l’ultima moda è Rune e oggi Rune ha perso da Rublev, che è meno di Tsitsi… nel frattempo Nole fa il culo a tutti, pure con una gamba infortunata, e l’ultimo ad averlo messo in difficoltà in uno Slam è stato Sinner.

Mordechai

Nole farebbe il culo a tutti pure bendato e con una gamba ingessata. Che giocatore…due spanne sopra a tutti.

abbasso la maggioranza

Nole al momento è una spanna sopra gli altfi e per il dopo vedo una lotta tra Tsitsi e Korda ma Sinner può dire la sua con entrambi.

OCKHAM

Jannick (golosissimo), per quante pagnotte di segala, brezel, apfelschmarrn, apfelkiachl, hasenöhrl, kniakiachl, strauben, strudel mangerà potrà acquistare maggior peso e forza ma difficilmente raggiungerà il livello atletico dei più forti concorrenti che ci sono attualmente e di quelli, sempre più numerosi, che si contenderanno le prime 10 posizioni. Dovrà però stare attento a smaltire le calorie per non diventare “grosso” e statico, anche se potente, come Berrettini.

Mordechai

Mi sa che questa stagione possa diventare quella decisiva per i nostri eroi…per i pupetti (Musetti e Sinner) che devono pur farlo (sempre che ne abbiano davvero i mezzi) il salto di qualità definitivo e per Berrettini, che a parer mio il meglio lo ha già dato, per ritornare nelle zone alte del ranking.
Ma, ti dico la verità, non scommetterei un euro su nessuno dei tre, la concorrenza è tanta e sempre in aumento.

OCKHAM

Di una cosa sono quasi certo: un superman come Nole Djokovic non ci sarà più. Saranno tanti quelli forti, che si alterneranno nel vincere gli Slam e i tornei importanti, ma nessuno sarà in grado di conservare a lungo il primato quale n. 1 del ranking come ha fatto il serbo. Sarebbe già molto, anche per favorire la crescita in Italia, di altri talenti, se Sinner, Musetti e Berrettini riuscissero a restare per alcuni anni tra i primi venti.

Mordechai

Concordo. Di Nole, Roger e Rafa nopn ce ne saranno più, per millemila anni. Di quelli che oggi vanno alla grande, Medvedev, Tsitsipas, Alcaraz, Zverev (mezzo rotto), non c’è nessuno che lasci presagire un … destino simile a quello dei tre. E concordo, anche, sul tuo giudizio sui nostri.

Leo 62

Berrettini è andato. Forse fa un’altra Finale a Wimbeldon, e la perde, ma sono d’accordo con te, il meglio lo ha dato. Musetti sarà un altro Fognini, un po’ meglio magari. Rimane solo Sinner… quest’anno al massimo fa un 1000 o anche due, per gli Slam serve aspettare che si ritiri Nole, e comunque prima di Sinner ne vince uno Tsitsipas. Credo che Jannik possa fare molto bene a Parigi.

Mordechai

Leo, auguro a Sinner (anche agli due, ovvio) tutto il bene del mondo, però io in prospettiva futura non riesco proprio a vederlo da top 5 e … magari, ma con non poca fatica, da top 10. Musetti, che gli è superiore per talento ma non certo per la “testa”, da top 20 (e non sarebeb comunque poco), mentre Berrettini come ottimo outsider, tra i migliori in assoluto sull’erba, bravo ma non eccelso sul cemento e purtroppo mediocre (mediocre a ‘sti livelli, intendiamoci) sul rosso.
Sinner sta migliorando, è vero, un mattoncino alla volta, però la concorrenza è sempre più spietata, e c’è il rischio che mentre lui mattoncino dopo mattoncino tira su un muretto, qualcun altro, magari anche più giovane, cresca e migliori ben più di lui.

Leo 62

Musetti e Berrettini sono dei top 20, su questo non c’è da discutere, magari Matteo con quel servizio e quei colpi di inizio gioco anche top 15 con inserimenti nei primi dieci che ha già fatto.
Sinner per me è senz’altro un Top 10, forse rimarrà lì, ma non vedo tutti ‘sti giovani tanto migliori, men che meno Alcaraz e Rune, il danese poi potrebbe essere uno che fa bene per due tre anni e poi sparisce, modello Hewitt. Quanto ad Alcaraz, che credo si confermerà in alto, Sinner ha dimostrato di essere tranquillamente del suo livello, quindi se pensiamo allo spagnolo come ad un futuro numero uno allora, secondo me, ci sta pure Sinner.

OCKHAM

Sinner dovrebbe ancora riuscire, con il lavoro, a dare continuità alla prima palla del servizio, dove è migliorato ma non abbastanza, ed essere più concentrato e determinato sui punti decisivi, come sui numerosi break di ieri che non ha conquistato. Notevoli i suoi progressi sulle smorzate, anche più sicurezza sulle volée. Certi smash facili però non li può sbagliare.

Leo 62

Sui tre gol presi dalla Juventus ci avevo preso, va però detto che ne ha fatti anche tre, e questo va a suo merito. Quella difesa con 7 gol era un po’ un’anomalia, che si sta rapidamente risolvendo, ma direi anche io che la penalizzazione ci ha regalato una squadra che gioca a braccio sciolto, ed è più bella da vedere… poi, fossi della Juventus, questo non sarebbe una grande consolazione e starei incazzato anche io.

L'ESORCISTA

Leo ti rispondo al post dell’altro thread, guarda che potremmo tranquillamente parlarne della cosa, credo ci sia una stima reciproca quindi di sicuro non litigheremmo, anche perché il post di @zzi è abbastanza credibile e non discuto le sue conclusioni, discuto solo su metodo e regole dell’amministrazione della giustizia sportiva che a mio parere lasciano non poche perplessità e non da oggi.
In ogni caso quest’anno non avremmo vinto nulla, quindi meglio una scossa seppur dura che vivacchiare mediocremente.

Leo 62

Ciao @Esor… Ma si, chiaro che non litigheremmo, in realtà non avevo molto voglia di parlarne 😉 e mi limito a nascondermi dietro l’intervento di Stefano.
Sulle perplessità a proposito dell’amministrazione della giustizia sportiva, e sulla sua mono-direzionalità negli ultimi anni peraltro concordo in pieno… certo rimane che qualcuno ha fatto di tutto per armarla… sul fatto che questa scossa possa giovarvi poi non ho dubbi.

Mordechai

La mazzata si chiama eroismo? Al di là dell’enfasi, trattasi di prendere a calci una palla, non di affrontare il nemico invisibile (Il deserto dei Tartari di Buzzati), resta una gran bella reazione e, tutto sommato, una bella Juve, cazzuta e reattiva come non si vedeva almeno un paio d’anni : pareggio strameritato, contro un’avversaria in questo momento in grande spolvero. Alla Juve, stavolta : un bel 7.
Abbiamo riacciuffato la Fiorentina, intanto, mica cazzi…
🙂

Ancora coi presunti rimpianti/recriminazioni su Dybala? Ma per favore, l’anno scorso in campo (per modo di dire) c’era pure lui, non mi pare che con il “Sublime” le cose fossero andate meglio, tuttaltro.

OCKHAM

Non ho visto la partita, solo gli highlights. Belli l’azione e il gol di Milik. Inescusabili però gli errori della difesa, senza i quali si sarebbero probabilmente conquistati tre punti insperati e utili a rafforzare il morale per il prosieguo del campionato.
Su Dybala la penso come te, ma credo che la differenza di rendimento sia soprattutto dipesa dal modo diverso con cui veniva impiegato nella Juve, dal tipo di gioco oltre che dalla motivazione. In sostanza per me molta colpa era di Allegri, che non lo sapeva sfruttare al meglio.

Modifica il 3 giorni fa da OCKHAM
Mordechai

E Scaloni e i precedenti CT dell’Argentina, allora, che mai o quasi mai l’hanno preso seriamente in considerazione? Anche loro degli incapaci? O la colpa, almeno in parte, è pure del Supremo (sic!)?

rd1959

Mordechai, Dybala non avrà mai spazio in Nazionale perché Scaloni lo ritiene, giustamente, una riserva di Messi o, comunque, un giocatore che non può giocare insieme a Messi per una questione di euilibri. Dopodiché Dybala è molto fragile, quindi anche quando Messi si sarà infine ritirato, o sarà andato anche lui a vangare altri quattrini nei paesi arabi, dubito che il CT dell’Argentina possa impostare la nuova Nazionale su un ragazzo che purtroppo non sempre è a disposizione.

La differenza tra gli ultimi anni e questa stagione è semplice: Mourinho lo lascia libero di scegliere come e dove giocare, deve inventare il più possibile. Allegri l’aveva portato molto distante dalla porta avversaria e gli affidava compiti certamente diversi, svilendone gran parte delle armi, che sono primcipalmente la tecnica e la fantasia.

Bella la citazione del Deserto dei Tartari… Era bello anche il film, che è sparito dalla circolazione. Lo vidi al cinema, lo rivedrei volentieri.

OCKHAM

Avrei dato anch’io la stessa risposta alle obiezioni di Mordechai. Concordo che, come sempre, è più bello il libro del film, comunque una delle migliori trasposizioni cinematografiche che io ricordi per la suggestiva scenografia, che evoca perfettamente lo stato d’animo del protagonista Giovanni Drogo-Perrin e per le eccellenti interpretazioni di tutti i personaggi.

Mordechai

“più migliore” il libro, però, molto più migliore. ☺️

OCKHAM

Vedi mia isposta a rd1959.

malandragem

Qualche ben informato sa se ci hanno già dato un altro punto di penalizzazione per compensare quello ottenuto ieri sera?

Mordechai

Dagli tempo e vedrai.

Luc 68

Scusate ma anche adesso che ci hanno dato -15 (e non é ancora finita) continuate a dare addosso ad allenatore, giocatori società?
Via un po’ di pietà? Secondo me avete qualche problema.

molonlave

Il buffone di Livorno, colui che ha massacrato Dybala, colui che lo aveva retrocesso sulla linea di Chiellini, ora insiste col superbollito Alex Sandro, che da parte sua ogni partita ricambia la fiducia del “Halma, halma” con almeno due goal subiti sula coscienza. Poi al 60° (come da contratto), sbaglia pure le sostizuzioni, con chiesa nascosto esterno bassissimo, e Kean inutilissimo al posto di un meraviglioso Milik.

Tiziano

Miniatura del XIII secolo che rappresenta Massimiliano Allegri in compagnia del suo Drago a sette teste che prende otto goal nelle ultime due partite di campionato.
Viterbo, Abbazia di Boccasciacquata.

drago.jpg
Modifica il 3 giorni fa da Tiziano
Trebaffetti

bellissimo, è midjourney?

Tiziano

Photoshop su una “vera” miniatura ma Midjourney l’ho provato ed è un prodigio. Peccato che nel mio ambiente lavorativo è stato accolto con panico da una parte e luddismo dall’altra.

Modifica il 3 giorni fa da Tiziano
Bombaatomica

Fate le vostre offerte 😂😂😂

BE6F10B3-60BF-4B16-9188-4953CC5460D8.jpeg
Luc 68

A Bomba …. te possino 🤣🤣🤣🤣

Il mattino ha loro in Bocca

…te possino..😂

L'ESORCISTA

Bellissima, bravo 😂😂😂

EroAdAtene

Questa è notevole 👏👏👏

unclemarvo

Che sfiga, la Juve gioca bene e diverte ma la maggior parte dei tifosi ha già disdetto dazn.

guido

vero, che beffa

parapiglia

Bella partita, eh. Tante botte e troppi errori, ma niente psicodrammi, e anzi una certa quale allegria ribalda e rusticana. Magari la decrescita del calcio italiano inizia così.

Però, se uno prende 7 gol in 17 partite, e poi 8 gol in 2 partite, come la chiami? Plusvalenza o minusvalenza?

Modifica il 3 giorni fa da parapiglia
Mordechai

La chiamo pure “aver giocato contro due avversari che in questa fase giocano alla stragrandissima”.

parapiglia

Il Napoli è fuori concorso, ovvio; ma i due gol di Lookman non sembravano proprio inevitabili. Poi, se la coperta è sempre troppo corta e Allegri ha finalmente deciso di scoprirsi i piedi, tanto meglio per lo spettacolo.

A proposito, disdette o no, Dazn era anche peggio del solito ieri sera.

Luc 68

Al solito vedo solito gli highlights. 2.5 papere di C.F. Lookman bravo.
Ma quanto é stata bella l’azione del secondo goal juventino? E la punizione di Danilo. 😎 Ragazzi si va in B ma che spettacolo!!!
Come avevo previsto quasi quasi è anche più divertente che essere primi🤣🤣🤣🤣.

L'impossibile compito di Allegri

E si, ce lo ha spiegato il capiscer supremo che il problema è Bremer, non che dopo de Ligt un altro centrale mostruoso in difesa in avanzamento venga utilizzato per difendere bassissimo, che poi difendere bassissimo funziona da Dio se hai morti di sonno ormai ultratrentenni (brasiliani!) che sei riuscito a far disimparare a fare un passaggetto in uscita, e infatti lo sbagliano e beccano gol, e che si fanno pure menare per il naso e dribblare e ridribblare sulla linea di fondo e sono più in ritardo di Cenerentola su un crossettino in mezzo all’area. Un gioco offensivo alla cazzo che passa esclusivamente per Di Maria e otto gol in due partite di livelllo, davvero un’ottima Juve la sua. Locatelli piazzato sempre in mezzo basso a collezionare figure di merda. E che quando dovresti dare tutto per vincere almeno in una serata come questa, tu fai entrare Chiesa e lo metti a fare l’esterno basso/interno sinistro lontano anni luce dalla porta. Ma quel che conta è che ci sia lui col suo completino da fighetta a farsi inquadrare con la sua mimica patetica, tutto attento ad approfittare di una serata come questa per fare la parte del conducador e prendersi i meriti, quando è semplicemente di un allenatore che abbiamo disperato bisogno. E da tantissimo tempo, che i -15 sono l’ultimo dei problemi.

Claudio Mastino 62

Credo fortemente che sia impossibile che tu scriva qualcosa di sensato più di quanto sia impossibile il compito di Allegri.
Non è certamente colpa dell’allenatore in questione se Szczesny fa un errore da parrocchia all’inizio del match e se Danilo passa la palla ad un attaccante dell’Atalanta in ripartenza che causa la seconda rete degli orobici ; e non è neanche
colpa sua se Locatelli che ha avuto
due ottime occasioni per segnare le ha sprecate malamente con due tiri da dimenticare, il primo con un maldestro esterno destro finito abbondantemente sul fondo, il secondo fiacco e centrale facilmente bloccato da Musso.
Locatelli e Mckennie non sono giocatori da Juve, al limite da Sassuolo, ma è quello che passa il convento.
Venendo alla partita direi che ho visto un’ottima Juve che avrebbe forse anche meritato di vincere con
un’Atalanta in ottima forma, l’occasione migliore l’ha avuta Miretti che però solo davanti a Musso gli ha praticamente passato la palla . Tanto per capirci , è anche questa colpa dell’allenatore ?
Strepitosa la partita di El Fideo , di gran lunga il miglior giocatore della nostra serie A, buona anche quella di Milik e Fagioli, alquanto negativa
quella di Kostic, giustamente sostituito. Nella Dea i migliori sono
stati Lookman, Hateboer, Maehle e De Roon.
Marinelli ha lasciato troppo giocare, personalmente gradisco che si arbitri all’inglese, ma quando
è fallo bisogna fischiarlo.

Xavier

Di Maria “di gran lunga il miglior giocatore della nostra serie A” mi pare alquanto azzardatello…quantomeno Dybala, Dzeko, Ibra, Kvara, Lautaro, Leao, Osimhen e Pedro, solo per parlare di attaccanti, in ordine strettamente alfabetico, mi sembrano almeno della sua stessa caratura internazionale.

Modifica il 3 giorni fa da Xavier
Gran Torino

Lautaro e Dybala (seppur fortissimo) gli fanno da scendiletto nei ritiri dell’Argentina…
Ibra che lavoro fa?
Kvara ha giocato 20 partite, non 20 anni…
Leao qualcuna in più ma a livello internazionale quasi nullo finora…
Dzeko… si… insomma: vittorie?
Pedro si, Pedro è un grandissimo.
Osimhen è sulla strada giusta.

Modifica il 2 giorni fa da Gran Torino
Claudio Mastino 62

Dai Xavier, non esagerare. Dybala, per quanto abbia indubbiamente delle qualità non è allo stesso livello del Fideo,
è la sua riserva in nazionale non per caso, nonostante sia più giovane ,vai a guardarti tutto quello che ha fatto Di Maria e tutti i trofei che ha vinto, se non ricordo male ben 28 . Angel Di Maria di solito gioca come esterno destro alto ma può giocare anche come mezzala o come trequartista , le sue qualità sono immense, sa recuperare palla, far ripartire l’azione , fornire
assist ed anche finalizzare, è dotato di una tecnica sopraffina , è veloce ed ha un ottimo dribbling ed una grande visione di gioco , non per niente viene considerato uno dei migliori calciatori del mondo, è un centrocampista offensivo completo , quello che non è Dybala che è una seconda punta piuttosto discontinua e con poca grinta che se arretrata a recuperare palloni perde molte delle suw indubbie qualità tecniche . Ibra, Dzeko
e Lautaro sono dei centravanti e
quindi non paragonabili, il primo di questi tre è stato un grandissimo ma ormai è praticamente un pensionato,
Dzeko è fortissimo ed è completo, a me personalmente piace tantissimo ma comunque è pur sempre come ho detto una prima punta, Lautaro è bravo ma sicuramente inferiore a Ibra e Dzeko, non a caso anche lui è riserva in Nazionale.
Leao è un esterno sinistro dotato
di un ottimo dribbling e di buona
tecnica e velocità ma ne deve mangiare di pagnotte per arrivare al livello internazionale dei grandi, attualmente è la riserva di Joao Felix che ti posso garantire che è fortissimo ed è anche più giovane di Leao di quattro mesi. Stessa cosa per il georgiano che nel Napoli gioca da esterno sinistro alto, anche lui
ne deve mangiare di pagnotte per consacrarsi a livello internazionale. Pedro è una seconda punta dotato di ottima tecnica , di un gran dribbling, veloce e buon finalizzatore, ha vinto tanti trofei quanti ne ha vinti La Pulce ma a mio modesto
avviso è comunque inferiore al Fideo ; l’unico vero fenomeno di quelli che hai citato è Osimhen, lui veramente può arrivare al livello dei migliori centravanti africani della Storia , i vari Eusebio, E’too, Drogba, Weah, ed
ai migliori centravanti della Storia del calcio.

Grande Romeo

Xavier, Dybala ha frequentato la nazionale nello stesso periodo di Di Maria.
Guarda le presenze (e non hanno avuto un solo allenatore)

carlogobbo

Dybala e Pedro proprio no
Dzeko e Ibra 10 anni fa
Gli altri da valutare fra 2-3 anni in base a dove giocano e cosa combinano

tom

Non esagerare. Ibra è un pensionato, Dybala è la riserva del Fideo, nella nazionale Argentina. Leao ne deve mangiare, di pasta. Kvara è imparagonabile. Nonno Pedro che te lo dico a fare.
L’unico che, in prospettiva, ha la stessa caratura di Di Maria, non ancora internazionale, è Osimehen. Dzeko, come resa, è su quei livelli.

EroAdAtene

Il Principe del Caprilli lo hanno messo il bimbominkia e i suoi sodali. Dovevano tenersi Sarri almeno tre stagioni e mandare in tribuna e poi sul mercato i senatori che non lo volevano. Ma ci voleva intelligenza, e questi non ne avevano.

il ghiro

Juventus – Atalanta 3 – 3
Match ostico per la Juve, già molto provata per le decisioni federali, Allegri conferma in difesa il trio carioca, McK a dx e Fagioli in centro, il fideo a supporto dell’unica punta Milik. Gasperini conferma i nerazzurri che hanno stravinto in coppa con lo Spezia, fuori Djimsiti, Koopmeiners e Zapata, dentro Toloi, De Roon e Hojlund. Arbitra il laziale Marinelli, al VAR il ligure Massa.
Al 4’ Lookman da dx spara in porta, mani piegate a C.F., paperona del polacco, 0-1. Falli di Palomino e Bremer, Marinelli fa continuare, tiro alto di Locatelli, tiretto di Di Maria, esce Palomino per l’ex Demiral, ancora Di Maria facile per Musso, tiraccio di Hateboer, poi Ederson abbatte Fagioli, il VAR segnala e Marinelli concede il rigore, Di Maria spiazza Musso, 1-1. Poi cazzata di Lookman che si incarta, Di Maria di tacco a Fagioli, cross per Milik che al volo di prepotenza la sbatte dentro, 2-1. Tiracci di Boga, Rabiot e Kostic.
Ripresa: Scende Maehle a sx. scambio con Scalvini poi con Lookman, infine tira in diagonale sul palo lungo, 2-2. Giallo a Ederson, scende a sx Maehle, palla a Boga che crossa al centro per Lookman, splendida girata di testa e rete, 2-3. Entra Chiesa, punizione dal limite, schema e tocco finale per Danilo che buca la barriera, 3-3. Botta da lontano di Toloi, para C.F., entrano Kean e Miretti, errore di Demiral, da Kean a Miretti che ‘passa’ la palla a Musso. Entra Cuadrado, poi Djimsiti, Muriel e Ruggeri, tiretto di Locatelli, tiraccio di Cuadrado, si litigano Chiesa e Hateboer, si chiariscono a fine partita.
Bel match, frenetico ma di buona qualità tecnica, i migliori nella Juve Danilo, Fagioli e Di Maria, nella Dea Hateboer, De Roon, Maehle, Lookman, benino anche Bremer, Milik, Hojlund Scalvini. Lascia molto giocare Marinelli, a volte anche troppo.

EroAdAtene

Diciamolo chiaro. La posizione attuale della Juve è solo in parte opera della giustizia sportiva. Per qualità e organizzazione di gioco, per il valore di molti giocatori, rispecchia perfettamente, e forse anche in maniera generola, il livello di team e allenatore. Allegri è un buffone a fine corsa, dopo la fine della stagione al massimo allenerà il Rosignano e certi giocatori non sarebbero neppure da serie C.

Grande Romeo

Eh però prima te la prendi con Allegri e poi gli trovi l’alibi che ha giocatori che non sarebbero buoni nemmeno per la serie C. Con cotanti protagonisti come fa a vincere qualcosa?
Se i giocatori sono forti allora lui è un bidone, ma se i giocatori sono neanche da C lui è molto meno colpevole. (Lo so, la campagna acquisti l’ha fatta lui, e gli unici buoni che avevate li ha voluti vendere)

Mordechai

Lungi da me difendere l’acciughina, ma quando siamo arrivati due volte in finale di CL, chi c’era in panchina, il kebabbaro sotto casa?

137
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x