Juventus - Lazio 3-0, 2 gol di Kean, uno di MIlik

SERIE A, 15a giornata – ⚽ – Il risveglio della Juventus quando tutti la davano già per defunta è la notizia più importante della Serie A stradominata dal Napoli. Arrivati alla pausa mondiale e dopo milioni di polemiche e veleni Allegri piazza la Juve al terzo posto, grazie ai gol di Kean e alla difesa che è tornata a essere la migliore del campionato. Quale potrà essere l’obiettivo della Juve quando il campionato riaprirà la saracinesca a gennaio? E Allegri stravolgerà l’assetto ritrovato per mettere dentro i big che sta ritrovando? Chiesa, Di Maria, Pogba… – ⚽ – Il Milan fa una gran fatica a emulare quello brillante dell’anno scorso. Resta a -8 dal Napoli, ma soffre e gli episodi girano tutti per il verso giusto. Cioè non è che gli arbitri lo stanno penalizzando, anzi… – ⚽ – L’Inter ringrazia il solito Dzeko, alla fine la brutta sconfitta con la Juve rimane un fatto isolato in un periodo positivo. Con Inzaghi che si batte contro il pessimismo dell’ambiente. E adesso qualcuno pensa pure che al ritorno del campionato a gennaio, battendo il Napoli, chissà… – ⚽ – Un rullo compressore, il Napoli chiude la prima parte di campionato alla vigilia della lunga sosta mondiale con l’11a vittoria consecutiva. Osimhen & C scatenati anche se stavolta un po’ più distratti in difesa. Quanto influirà lo stop mondiale sul Napoli? Di certo è una perfezione interrotta e il resto della Serie A spera che l’idillio ora si spezzi. Ma nessuno può saperlo adesso, vedremo a gennaio. In ogni caso, se non ci fosse stato il Mondiale – dove il Napoli manderà 5 giocatori – di questo passo la squadra di Spalletti avrebbe vinto lo scudetto entro Natale… – ⚽ – La Roma ringrazia Dybala, che prima di andare al Mondiale, dà una svegliata alla squadra di Mourinho evitandogli almeno il ko in casa col Torino. Comunque tranquilli Mou è sempre lui e non cambia mai: cartellino rosso e fuori.

SERIE A 2022-2023

15a GIORNATA

Venerdì 11 novembre 2022 

Empoli – Cremonese 2-0

(46′ Cambiaghi E, 88′ Parisi E)

Sabato 12 novembre 2022

Napoli – Udinese 3-2

(15′ Osimhen N, 31′ Zielinski N, 58′ Elmas N, 79′ Nestorovski U, 82′ Samardzic U)

Sampdoria – Lecce 0-2

(45’+1′ Colombo L, 83′ Banda L)

Bologna – Sassuolo 3-0

(30′ Aebischer B, 50′ Arnautovic B, 78′ Ferguson B)

Domenica 13 novembre 2022

Atalanta – Inter 2-3

(25′ Lookman rig. A, 36′ Dzeko I, 56′  Dzeko I,  61′ Palomino aut. I, 77′ Palomino A

Monza – Salernitana 3-0

(24′ Carlos Augusto M, 35′ Mota M, 75′ Pessia rig. M)

Roma – Torino 1-1

(55′ Linetty T, 90’+4′ Matic R)

Verona – Spezia 1-2

(30′ Verdi V, 53′ Nzola S, 69′ Nzola S)

Milan – Fiorentina 2-1

(2′ Leao M, 28′ Barak F, 90’+1′ Milenkovic M)

Juventus – Lazio 3-0

(43′ Kean J, 54′ Kean J, 89′ Milik J)

***

CLASSIFICA

Napoli 41 (15), Milan 33 (15), Juventus 31 (15),  Lazio 30 (15),  Inter 30 (15),  Atalanta 27 (15), Roma 27 (15),  Udinese 24 (15), Torino 21 (15), Fiorentina 19 (15), Bologna 19 (15), Salernitana 17 (15), Empoli 17 (15), Monza 16 (15), Sassuolo 16 (15),  Lecce 15 (15),  Spezia 13 (15),  Cremonese 7 (15), Sampdoria 6 (15), Verona 5 (15).

PROSSIMO TURNO

15a GIORNATA

Mercoledì 4 gennaio 2023 

Salernitana – Milan 12.30

Sassuolo – Sampdoria 12.30

Spezia – Atalanta 14.30

Torino – Verona 14.30

Lecce – Lazio 16.30

Roma – Bologna 16.30

Cremonese – Juventus 18.30

Fiorentina – Monza 18.30

Inter – Napoli 20.45

Udinese – Empoli 20.45

***

Domenica 13 novembre 2022

Il cambio di rotta nella Juve, Kean la sorpresa. Ma Allegri ricomincia dalla difesa, un classico…

La sesta vittoria consecutiva – tutte ottenute senza subire un gol, questo è il punto… – e cinque gol di Kean nelle ultime cinque partite della Juventus. Ora terza in classifica. E’ chiaro che qualcosa bisogna cambiare e rivedere nel racconto della Juventus, anche se lo avevamo già anticipato. Stiamo parlando oggi di un’altra squadra, chiamiamola pure alternativa, o comunque differente da quella che ci si preparava a raccontare. Meno Vlahovic e Di Maria e più Moise Kean appunto. Attaccante 22enne su cui avevano tutti puntato molto, anche la Nazionale. La Juventus ci si era addirittura giocata qualche decina di milioni di euro (28 per la precisione), affidando a lui il compito di tappare il buco lasciato all’improvviso da Ronaldo. Scelta forse avventata e abbastanza obbligata (non c’era molto tempo, effettivamente) per poi ripiegare presto sulla rassegnazione e il sospetto di essersi messi in casa un altro bidone. E invece, a quanto pare, dal bidone è uscito all’improvviso un attaccante vero, quell’uomo gol che la Juve andava cercando disperatamente e per il quale aveva generato addirittura un gran buco nel bilancio. Persino Vlahovic a un certo punto si è perso tra problemi di ambientamento e infortuni, ma ecco Moise Kean, su cui nessuno avrebbe più scommesso un euro bucato. Programmazione, scelte azzeccate, o semplice fortuna?

  Si chiude la saracinesca dei box per il lungo stop mondiale. Nel momento più buio della Juve avevamo tutti pensato che si stesse aspettando questo momento per poi decidere cosa fare di Allegri (o anche Inzaghi all’ Inter…). Le sei vittorie, non tutte brillanti e convincenti, per carità, se non hanno eroso manco mezzo punto sul Napoli, hanno quantomeno riportato la Juventus allo stesso livello di tutte le altre.

  Forse oggi la Juventus è addirittura la squadra che dietro il Napoli sta meglio, ma questo è esercizio di pura teoria e non vuol dire nulla. Ora la Juventus verserà al Mondiale in Qatar una tassa di ben 11 giocatori, il contributo più alto tra le squadre italiane. Szczesny e Milik (Polonia),  Bremer, Danilo e Alex Sandro (Brasile), Paredes e Di Maria (Argentina), Kostic e Vlahovic (Serbia), McKennie (Usa), Rabiot (Francia).

  Non sappiamo a gennaio che Juventus rivedremo, di sicuro però mentre tutti noi guardiamo gioco e uomini gol, Allegri in questo momento sarà felicissimo soprattutto di quei soli 7 gol che la Juve ha incassato fino a oggi. Segna meno delle altre (non alla Lazio però…), incassa soprattutto molto meno delle altre. Tutto secondo i più tradizionali canoni allegriani. Non credo che Allegri stravolgerà un assetto di gioco così faticosamente trovato (3-5-2) e montato su certi nomi, per inserire tra i titolari Di Maria, Pogba, Chiesa etc tutti insieme. La lezione di questi mesi è stata chiarissima, è vietato innamorarsi delle idee e dei progetti. Se serve si smonta tutto e ricomincia da capo.

Milan-Fiorentina 2-1

Il Milan di Pioli non è lo stesso di un anno fa, ma gli gira tutto sommato bene. Tranne quel -8…

Fare una gran fatica per restare a -8 dal Napoli. E’ vero, come dice Maldini, ma lo aveva detto anche Inzaghi, che il problema è il Napoli che fa così tanti punti, mentre il Milan è più o meno allo stesso livello dello scorso anno, ma l’impressione è oggettivamente quella di una squadra, quella di Pioli, che deve strappare i punti con i denti, incrociare le dita e attaccarsi a tutto quello che capita.

  Anche a decisioni arbitrali che potrebbero essere contrarie ma sono favorevoli e contribuiscono al risultato. Parliamoci chiaro non errori clamorosi o favori, ma episodi al limite che comunque sono stati interpretati a favore del Milan. Come l’entrata a valanga di Tomori in area su Ikoné, ma siccome tocca il pallone dopo aver già travolto il giocatore della Fiorentina non è rigore. Secondo arbitro e Var… E così il gol del 2-1 per il Milan, Rebic salta su Terracciano in uscita, ma il gol, o meglio l’autogol di Milenkovic viene convalidato. Al Milan gira bene e va, una partita che poteva andar molto peggio frutta tre punti e comunque tiene ancora il campionato aperto. Giocatori, protagonisti e punti sono più o meno quelli, ma il Milan di un anno era oggettivamente un’altra cosa. Questo credo si veda assai di più di quel che vedono e interpretano gli arbitri oggi.

Roma-Torino 1-1

Più Dybala che Mourinho

La Roma di Mourinho, la Roma dei grandi progetti, dei sogni, dei Friedkin, della Conferederations League, ma anche dello scudetto perché no, la Roma degli Zaniolo e degli Abraham (scomparso), la Roma dei tradimenti e dei Giuda (ndr Rick Karsdorp), alla fine si riduce a Paulo Dybala. Reduce dall’infortunio che lo ha bloccato per un mese, è rientrato all’ultima partita prima del Mondiale – i maligni dicono: guarda un po’… – ma per salvare la solita Roma pasticciona e arruffata che si era infilata in un vicolo cieco anche contro il Torino. Con tanto di Mourinho furibondo con l’arbitro espulso, secondo copione. Per aggiornare l’elenco dei torvi umori, delle dichiarazioni strumentali e degli alibi dello Special One, dopo Karsdorp nel mirino c’è l’irriconoscibile Abraham, il quale si dimentica di scendere in campo, come si dice, ma è puntualissimo quando c’è da ritirare lo stipendio.

  Entrato a salvare la baracca, il buon Paolino ha rimediato un rigore (sbagliato dall’ex Belotti) e stampato un pallone sulla traversa, sul cui rimbalzo poi Matic ha segnato il gol del pareggio. Non granché ma sempre meglio di una sconfitta che sarebbe andata ad aggiungersi alla sconfitta nel derby contro la Lazio e al pareggio contro il Sassuolo, partita dei tradimenti e dei regolamenti di conti tra Mourinho e la squadra.

  La Roma resta ai margini del gruppo delle big, se è vero che in 15 giornate si è scavata una voragine di 14 punti col Napoli è vero che i distacchi col resto del campionato non sono insuperabili e sono colmabili. Ma lo può fare una Roma diversa e migliore di questa. E chissà se basterà Dybala

Inter-Atalanta 2-3, due gol di Dzeko

Inter, non si finisce mai di ringraziare il solito vecchio Dzeko

L’aver perso così tanti punti in avvio di stagione adesso fa venire, probabilmente, qualche rimpianto. La sconfitta con la Juventus rimane un segnaccio rosso sul quaderno dell’ Inter, in un periodo complessivamente positivo. Anche se comunque difficile e altalenante quantomeno negli umori e nelle valutazioni sia dell’allenatore che dei giocatori.

  La vittoria di Bergamo contro l’Atalanta, squadra che declina verso il basso con un Gasperini nervoso che vorrebbe sapere dalla società cosa si aspettano da lui dopo tante rivoluzioni di formazione, riafferma ancora una volta la preziosità di un vecchio, esperto, grande attaccante come Edin Dzeko. Sempre sul punto di essere liquidato o comunque messo in secondo piano rispetto ad altri alla fine Dzeko si rivela decisivo e indispensabile per rimontare una partita messasi male e che alla fine si tramuta invece nella sesta vittoria nelle ultime sette dei nerazzurri. Dato che Inzaghi sottolinea con molta forza, ribadendo anche che “la differenza con lo scorso anno è data dal Napoli che sta facendo ottime cose, le altre stanno tutte lì e chi più chi meno abbiamo tutti sofferto un periodo no”.

  Se alla ripresa l’Inter battesse il Napoli, cosa succederebbe? Si potrebbe riaprire la lotta scudetto? Ben consapevoli che adesso una risposta sicura non la troveremmo quanto meno chiediamocelo nel 2023. O il campionato dei se e dei ma ci sfinirà troppo presto e senza pietà.

Napoli - Udinese 3-2

Sabato 12 novembre 2022

Il Napoli della perfezione fermato solo dal Mondiale in Qatar

“La capolista se ne va” canta il Maradona. Un rullo compressore che schiaccia tutto quello che trova sotto o se preferite un fabbro che a martellate batte e curva il ferro rovente. La botta del solito Osimhen di testa, la sua specialità, e poi il Napoli che ormai conosciamo ha chiuso la prima parte del campionato – qualcuno ha detto che sono, saranno due campionati diversi – con l’undicesima vittoria consecutiva. Per dire al resto della Serie A: ci rivediamo a gennaio 2023 e se lo volete lo scudetto dovrete comunque strapparlo a noi.

  Gli equilibri sono delicati, è vero, il Napoli è uscito dal campionato con un buon quarto d’ora d’anticipo tanto da prendere due gol dall’ Udinese. Ma questo per Spalletti, discretamente arrabbiato, può essere addirittura uno strumento in più per tenere la squadra sotto controllo e sul chi va là. Come dire: ricordatevelo quando riprenderà il campionato, ci vuole un attimo a mandare all’aria tutto questo gran lavoro.

  Certo fermare questo Napoli ora può sembrare un sacrilegio e sicuramente un gran vantaggio per chi insegue. Chi lo guarda ormai da lontano può sperare che la perfezione del grande idillio venga in qualche maniera spezzata. La macchina adesso fila alla grandissima, perfino Karavtskhelia che sembrava l’uomo in più, il jolly sul tavolo da gioco, può essere sostituibile in caso di necessità. Elmas si è dimostrato non meno efficace e prezioso.

  Il Napoli darà ai Mondiali in Qatar cinque giocatori: Zielinski (Polonia), Olivera (Uruguay), Lozano (Messico), Anguissa (Camerun), Kim (Corea del Sud). Meno di altri concorrenti allo scudetto o comunque in corsa per le posizioni alte della classifica. Va detto perché da gennaio in poi, ovviamente, saranno gli scontri diretti e di alto livello a fare la differenza.

  Possiamo vederlo questo stop forzato come un vantaggio, o forse anche no. Il Mondiale è sicuramente uno stress psicofisico, ma per molti giocatori può essere anche un booster eccezionale. A occhio comunque non sembra che tutti e cinque i nazionali convocati o preconvocati dovranno fare un intero mese di partite, sembra abbastanza improbabile.

  L’impressione è che se non ci fosse stato il Mondiale in mezzo, questo Napoli, continuando così, lo scudetto lo avrebbe vinto già entro Natale. L’importante per Spalletti sarà ricostruire tutto questo idillio a partire dal 4 gennaio in poi, quando il campionato riprenderà il suo percorso e Inter-Napoli metterà alla prova tutte le considerazioni che verranno fatte in questi giorni in attesa del Mondiale.

  “Non c’è stato nulla di scontato in quanto fatto fin qui. La prima parte del campionato condotta dai miei giocatori è stata stratosferica” ha detto Spalletti. Un pezzo di scudetto il Napoli lo ha già vinto, poi sarà quel che sarà.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SINTESI

SERIE A, 15a giornata – ⚽ – Il risveglio della Juventus quando tutti la davano già per defunta è la notizia più importante della Serie A stradominata dal Napoli. Arrivati alla pausa mondiale e dopo milioni di polemiche e veleni Allegri piazza la Juve al terzo posto, grazie ai gol di Kean e alla difesa che è tornata a essere la migliore del campionato. Quale potrà essere l’obiettivo della Juve quando il campionato riaprirà la saracinesca a gennaio? E Allegri stravolgerà l’assetto ritrovato per mettere dentro i big che sta ritrovando? Chiesa, Di Maria, Pogba… – ⚽ – Il Milan fa una gran fatica a emulare quello brillante dell’anno scorso. Resta a -8 dal Napoli, ma soffre e gli episodi girano tutti per il verso giusto. Cioè non è che gli arbitri lo stanno penalizzando, anzi… – ⚽ – L’Inter ringrazia il solito Dzeko, alla fine la brutta sconfitta con la Juve rimane un fatto isolato in un periodo positivo. Con Inzaghi che si batte contro il pessimismo dell’ambiente. E adesso qualcuno pensa pure che al ritorno del campionato a gennaio, battendo il Napoli, chissà… – ⚽ – Un rullo compressore, il Napoli chiude la prima parte di campionato alla vigilia della lunga sosta mondiale con l’11a vittoria consecutiva. Osimhen & C scatenati anche se stavolta un po’ più distratti in difesa. Quanto influirà lo stop mondiale sul Napoli? Di certo è una perfezione interrotta e il resto della Serie A spera che l’idillio ora si spezzi. Ma nessuno può saperlo adesso, vedremo a gennaio. In ogni caso, se non ci fosse stato il Mondiale – dove il Napoli manderà 5 giocatori – di questo passo la squadra di Spalletti avrebbe vinto lo scudetto entro Natale… – ⚽ – La Roma ringrazia Dybala, che prima di andare al Mondiale, dà una svegliata alla squadra di Mourinho evitandogli almeno il ko in casa col Torino. Comunque tranquilli Mou è sempre lui e non cambia mai: cartellino rosso e fuori.

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
613 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Bauscia

Buon appettito Bocca, io intervengo rarissimamente e solamente per ”bastonare” i miei, ma ora vorrei cambiare punto di vista e guardare un pochino oltre il nostro orticello e mi piacerebe che lei mi togliesse una curiosità. Le va?
 
Osservi con attenzione questi due video che erano a disposizione delle due sale Var, del secondo ringrazio molto l’utente che lo ha postato (la dinamica si percepiva bene anche con le immagini della telecamera che guardava verso la linea di fondo, ma con quelle della telecamera da dietro la porta ci si toglie ogni dubbio).
 
https://www.youtube.com/watch?v=7FK7ADMtlkE
 
https://www.youtube.com/watch?v=0tuGpBuyc78
 
Mi spiego meglio: entrambi i casi sono sotto sfottò del “prima palla e poi piede” e in entrambi i casi i rigori non sono stati fischiati. E questo è male, ma non saprei se è il peggio.
 
Si, perché mentre per il primo grave errore è stata montata una gogna mediatica considerevole, gli arbitri di campo e al Var sono stati (giustamene) sospesi dai vertici dell’AIA e l’audio della conversazione tra sala Var e arbitro di campo è stato (per la prima volta) diffuso.
 
Per il secondo grave errore è scattata una sordina mediatica assoluta, l’arbitro di campo e l’addetto al Var non sono stati sospesi e l’audio della conversazione tra la sala Var e l’arbitro in campo non è stata diffusa.
 
Secondo lei perché c’è stato questo trattamento differente, da cosa è dipeso?

Modifica il 19 giorni fa da Bauscia
Boris

È dipeso dal fatto che avete avuto la sfiga di imbattervi nella Cairese, altrimenti le fanzine neraSSurre avrebbero messo una mordacchia anche più impenetrabile di questa. Quando avete avuto episodi a favore, pari a questo se non più vergognosi di questo, guarda a caso proprio contro la Fiorentina, le fanzine hanno addirittura riesumato gli insulti alle dirigenze juventine subite al Franchi nel corso dei secoli, pur di promuovere la discussione su quello che era successo sugli spalti evitando di parlare degli episodi sul campo. Siete gli ultimi che possono parlare di due pesi e due misure da parte dei media, non solo in Italia o in Europa, ma gli ultimi al mondo. Nulla di personale (nel merito dell’episodio hai ragione).

Carlo

Tu hai ragione sulla questione del diverso trattamento mediatico, rimane però il fatto che questi sono due errori GRAVI in epoca VAR.
Comunque potremmo trovare uno slogan anche per questo episodio.
Quindi adesso agli amici interisti diremo sempre “ti confermo palla, prima palla e poi piede”, agli amici milanisti diremo “non c’è mai contatto fra le gambe” (Cesari dixit).
In alternativa andrebbe bene anche “non ci sono immagini chiarissime” (sempre Cesari).

Modifica il 19 giorni fa da Carlo
Gran Torino

Caro dottor Bocca, in parole e musica… 🙂

Non ho alcuna intenzione di rispondere agli insulti del solito noto, al quale peraltro nemmeno mi ero rivolto. Mi interessa far notare agli utenti in buonafede e di buon senso (tra cui tanti milanisti come @xavier, @astainvista ecc, anche se non ne avevano bisogno per ammettere l’evidenza) che, finalmente qualcuno è riuscito a perforare le strette maglie della censura web e postare il video del repaly (a disposizione anche del Var!) che dimostra inequivocabilmente che l’intervento di Tomori col il piede sinistro di richiamo arriva prima (ad ulteriore conferma dell’incredibilità di Marelli quando parla di Milan: prima!, non dopo, non contemporaneamente; cosa peraltro nemmeno dirimente per assegnare comunque fallo) del tocco della palla con la punta multicolore del suo scarpino destro.
Il palo sinistro della porta difesa da Tătărușanu svolge inconsapevolmente un ruolo di perfetto testimone (il famoso ”palo della banda dell’Ortica”, si sarebbe divertito a riproporre il grandissimo Jannacci… che non era per nulla fideista… 🙂 ): appena prima che il palo impalli l’immagine si vede infatti chiaramente il piede sinistro di Tomori che travolge da sotto quello sinistro di Ikoné facendolo cadere, mentre non appena l’immagine non è più impallata dal palo, ecco arrivare il tocco sulla palla con lo scarpino della gamba destra, che nella sua corsa aveva però già impattato la coscia del francese appena sopra il ginocchio destro (si può chiaramente apprezzare il quadricipite di Ikoné che sballonzola) sbilanciandolo una prima volta.
 
https://www.youtube.com/watch?v=0tuGpBuyc78
 
Insomma, game over! 🙂

Come cantava il bravo Cochi Ponzoni:
“E giunti a un bel momentooo – Olè! – c’è lo sputtanamentooo…”. 😀
 
Come detto non mi interessa l’opinione del solito noto, ma un commento a questo replay di con cui interagivo, mi interesserebbe molto.

monica

…accidenti,cominciavo a farmene una ragione…e te invece ritorni a rigirare il coltello nella piaga! 😤😝

Pavipollo

Non mi esimo: da queste immagini il fallo c’è tutto ed il rigore andava fischiato. Detto ciò ribadisco quanto ho già scritto in altra sede sui “rigorelli” a favore e lo estendo anche ai “non rigorelli” contro (e questo lo ritengo uno di quelli, visto che se ne è discusso fino ad adesso): quando capita di riceverli / non vederseli fischiati contro li si porta a casa e si ringrazia la sorte e l’arbitro, senza poi fare le verginelle indigate quando capita ad altre squadre (magari contro la propria). Quello che sinceramente stufa, anche dei tuoi commenti (sia pure scritti in maniera meno aggressiva e cafona di altri), è la tiritera dei “favori che danno punti” estrapolati dai “non favori che tolgono punti” di cui ogni tifoso fa le classifiche pro domo sua. Tu addirittura mi sembra che affermi che l’anno scorso il Milan sia andato in pari (citando episodi tra l’altro sui quali non posso rispondere visto che manco più ricordavo esistessero: evidentemente i tifosi di altre squadre hanno una memoria storica degli incontri del Milan – peraltro limitata a quelli che loro ritengono i favori ottenuti – assai migliore di quella dei tifosi del Milan – certamente del sottoscritto – hanno degli episodi sfavorevoli), quando a me sembrerebbe che invece fossimo in credito. In ogni caso la discussione lascia il tempo che trova: io resto convinto che non vi sia un “torbido disegno” per favorire alcune squadre (con arbitri che addirittura “ubbidiscono” e non fischiano rigori) e che errori a favore e contro ci sono e sempre ci saranno, alle volte più per una squadra, altre più per un’altra e che alla fine – se anche non si compensassero nel corso di una stagione – fanno parte del gioco e se si è forti abbastanza si vince comunque anche se la differenza netta nel corso di un campionato è a proprio sfavore.
Diciamoci poi la verità: alcune squadre, come la tua ma anche la Fiorentina, rimarrebbero comunque a metà classifica anche se le “strisciate” non ricevessero mai alcun errore a favore e solo contro, quindi per assurdo è perfino meglio per loro che succeda, così i loro tifosi più beceri hanno qualcosa da lamentarsi e dire “eh, ma se a Milan/Inter/Juventus non avessero dato / avessero dato contro il rigore, allora noi si che…”

Gran Torino

Ahi ahi caro , parti col piede sbagliato. Sai perché mi ero rivolto a te, perché un po’ di tempo fa avevi scritto questo commento:
Pavipollo
 17 giorni fa
“Vabbè, siamo al 70o e non so come finirà, ma se il primo gol del Milan farà la differenza allora non riuscirò più a guardare in faccia un torinista…”
 
Che sarebbe suonato così, devo immaginare prendendo per buona la tua buonafede, se al termine della partita il Milan avesse agguantato il 2-2 o il 2-3 (meritoria capacità di raddrizzare o ribaltare i risultati che capita al Milan spessissimo, da almeno due stagioni):
“non ho il coraggio di guardare in faccia un torinista…”
Commento in perfetta buonafede, che se però tu avessi visto scritto da altri utenti a mo’ di sfottò o di semplice constatazione:
“Ma con che coraggio possono guardare in faccia un granata? Ma anche i tifosi delle altre squadre in lotta-scudetto o che concorrono per un piazzamento Champions?”
avresti bollato gli autori come troll.
 
Ebbene, sai quai sono le differenze tra l’episodio di Milan-Fiorentina e quello di Torino-Milan? Sono due, la prima è che avvenuto al 60′ e l’altra che queste immagini di DAZN
https://www.youtube.com/watch?v=0tuGpBuyc78
non sono state considerate decisive (nessuno può credere che non siano state viste in sala Var, dove si prendono minuti e minuti per vagliarle tutte!) per decretare il sacrosanto calcio di rigore per i Viola. Non solo, che non sono state considerate nemmeno nei dibattiti televisivi o sui giornali, ma che solo il giovedi (quattro giorni dopo, quando l’attenzione mediatica è scemata) sono saltate fuori.
 
E questo, cioè l’assenza di immagini definitive (la stessa pistola fumante dell’episodio Torino-Inter tra Ranocchia e Belotti della scorsa stagione che adesso abbiamo in mano, come ci ha giustamente detto il @Bauscia sopra) è l’unico motivo per cui di questo episodio si è stati a parlare finora. Altrimenti, lo hai ammesso tu stesso, se non fosse stato concesso il rigore pur disponendo di queste immagini (che ci sono e c’erano!) avremmo parlato da subito, e con grande scandalo, di “un clamoroso errore di arbitro e soprattutto del Var”, senza se e senza ma, come in quel caso.
 
Tornando quindi alla tua partenza col piede sbagliato, non stiamo parlando di un rigorello, ma di un rigore grosso come una casa.
 
Che io mi ricordi di episodi pro-Milan (a parte quello col Torino), dipende quasi esclusivamente dal fatto che vengono pervicacemente e violentemente negati dal vostro capobranco, a cui fareste bene a dare una bella calmata. Di quello clamoroso della Salernitana, per esempio, non me ne è fregato nulla e non ho scritto una sola riga, non solo perché ha tolto due punti ai gobbi, ma soprattutto perché non c’era nessuno qui che faceva lo sbruffone violento, anzi il loro presidente li ha meravigliosamente perculati via twitter, dicendo di essere disponibile a ripetere l’incontro…
 
Sui vostri episodi pro-o-contro dello scorso anno andavo a memoria… e tra Spezia, Roma e Napoli non si poteva dire niente di che, mentre il problema, come detto, erano stati i favori ripetuti all’Inter, di cui vi lamentavate (giustamente) di continuo e che in effetti, avrebbero potuto costarvi lo scudetto se Inzaghi non si fosse suicidato a Bologna. Sulle squadre come noi o la Fiorentina, i punti possono costare comunque una qualificazione europea, anche se solo alla Conference. A livelli più alti, possono falsare la lotta scudetto o quella per i fondamentali posti-Champions.
 
Sulla tiritera dei favori che danno punti, lo hai ammesso tu stesso con l’episodio di Torino-Milan: per quali motivo non avresti guardato più in faccia un torinista altrimenti?
 
E perché dovresti guardare in faccia un fiorentino ora, dopo che hai constatato che in una partita dove hanno meritato di vincere (io l’ho vista la partita e loro hanno giocato molto meglio di voi), sono stati privati del rigore sacrosanto per passare in vantaggio e condurre quelle ripartenze tanto pericolose con molta più tranquillità e altissima probabilità di implementare addirittura il risultato?
 
E perché non avresti dovuto avere lo stesso atteggiamento di “vergogna sportiva” verso i tifosi di Sampdoria ed Empoli, quando a Genova contro la Sampdoria non venne concesso il rigore del 2-2 alla Samp mentre eravate in dieci, senza Leao, e mancavano ancora venti minuti alla fine o quando ad Empoli mentre la partita pareva spegnersi sullo 0-0, veniva improvvisamente ravvivata dal gol irregolare di Rebic (però in quel caso va ammesso che il Var non sarebbe potuto intervenire a correggere il punto di rimessa in gioco)? Solo perché poi avete davvero vinto, come domenica contro la Fiorentina, ed allora era più difficile essere sinceri e obbiettivi e in buonafede dato che si aveva molto (i punti, appunto!) da perdere?
 
Dai, vi è andata (di nuovo) bene che il campionato si è interrotto e ci sono i Mondiali, lo scandalo è stato depotenziato, praticamente annullato, e nessuno si ricorderà più di nulla… e magari queste situazioni si ripeteranno ancora a vostro vantaggio senza che vi vengano fatti pesare i precedenti… perché per un arbitro (specialmente i giovani) che vi arbitrerà, avrà avuto un peso molto importante il fatto che i media non vi abbiano fatto a pezzi e Sozza (e il responsabile al Var) l’abbiano passata liscia invece di essere pesantemente sanzionati…
 

Modifica il 19 giorni fa da Gran Torino
Pavipollo

Guarda, se discutendo con me adotti il sistema di sparare nel mucchio (“voi”, “vi”, “vostro capobranco” ecc.) sei tu che parti male e finisci pure peggio. La differenza tra il gol col Torino e gli altri episodi che citi te la dico io qual’è per me (e, ribadisco, per me): in quel caso dalle immagini in diretta ho ritenuto immediatamente che l’azione di Messias fosse irregolare. In tutti gli altri casi no: magari c’era un dubbio, magari – per me (e, ribadisco, per me) poi confermato (o sconfessato) – ma non ho mai avuto l’immediata personale convinzione che ho avuto col Torino. Quindi, per episodi dubbi, non ritengo di dovermi vergognare con nessuno né (se a sfavore) che nessuno si vergogni con me: accetto gli uni e gli altri. Con la Fiorentina ci è andata bene, altre volte male: c’est la vie… Comunque chiudiamola pure qui tanto mi sembra che discutere con te, come direbbe Confucio, ha la stessa utilità di dipingere sull’acqua o scrivere nel vento.

Gran Torino

Chiunque abbia visto vede e rivede quell’azione a velocità normale capisce benissimo che c’è qualcosa che non va, come diceva benissimo @bruno conti, “Il fallaccio di Tomori su Ikoné, in qualsiasi parte del mondo, in qualsiasi zona del campo, avrebbe comportato il fischio dell’arbitro e l’ammonizione senza se e senza ma del difensore inglese”. Possiamo capire che un arbitro giovane, spaventato e scarso non si fidi a fischiarlo, ma un addetto al Var che disponga delle stesse immagini che abbiamo visto noi, come fa a non invitarlo a correggersi?
Capisco bene che tu non voglia essere confuso con l’autonominato (va meglio così?) capobranco milanista, non voglio affatto sparare nel mucchio, ma perché non gli dici di piantarla di fare il troll (a lui, non agli altri che argomentano le loro posizioni)? Tu avevi appena candidamente ammesso di esserti sbagliato e che da queste immagini (che ripeto: erano a disposizione del Var, è questa la gravità!) si evince che era chiaramente rigore. Ebbene, avendo sicuramente letto la tua retromarcia, lui, l’autominato capobranco milanista, ti ha comunque, di fatto, dato del “reietto, patetico, sfigato di terza fila che si dà ragione da solo”, ma tu sembri prendertela con me e con tutti gli altri che alla fine hanno visto confermate le loro convinzioni, quelle che anche tu ora condividi.

La prossima volta invece di appiattirti sulle sue posizioni e rincareare la dose (solamente ieri sera: Ma pure gli rispondi? Beato te che hai tempo da perdere! Ma poi, a questo ed agli altri due trolls, il nerazzurro ed il napolista, se gli togli il piacere di scrivere fregnacce contro il Milan cosa gli rimarrebbe nella vita? Dái, sii generoso: lasciali cianciare!”), ricordagli che sta in un posto pubblico e deve impare a comportarsi, che ci sono anche le opinioni degli altri, spesso molto ben argomentate. Anzi, fai una bella cosa, vai qua appena sotto, dove ti ha risposto e digli “Senti caro cootifoso, parla per te, perché per me era rigore (e sinceramente non si capisce perché queste immagini non siano state utilizzate e non ci siano state fatte vedere come uno dei replay dell’azione durante i minuti successivi al silent cheeck”. Lo farai?

Carlo

Purtroppo la questione si è spostata dal “episodi a favore/episodi contro” (su cui sono molto d’accordo con te) a “questo non è mai rigore e chi dice il contrario è un coglione”, e questo è un problema che ha a che fare con la convivenza civile su un blog pubblico. Di questo devi ringraziare il tuo compagno di tifo.
Gran Torino, che generalmente è sempre molto equilibrato, ti sta riportando al cuore del problema.

Modifica il 19 giorni fa da Carlo
Pavipollo

Sinceramente non mi sembra che Gran Torino dovesse riportare me “al cuore del problema” se intendi con ciò la semplice domanda se il rigore ci fosse o no, sterilizzata da insulti ed estremismi, visto che non mi pare di essermi scostato da tale cuore. Quanto all’equilibrio di Gran Torino ne ho avuto riprova quando mi sono beccato da lui del bugiardo quando ho detto di aver scritto in diretta che il gol del Milan contro il Torino era irregolare…. Della serie: manco dandogli ragione li si fa felici.

Leo 62

Lasciali perdere Pavipo’ a fine blog c’è stata la riunione di condominio delle terze file, sai quando tutto è finito, tutti se ne sono andati e arrivano tre sfigati a sedersi in prima fila accendono i microfoni e cominciano a parlare e a darsi ragione, magari davanti ad un bel fiasco di vino… un po’ patetici, ma in fondo servono pure questi reietti per farsi due risate e ringraziare il cielo che uno non è come loro…

Gran Torino

Non ti avevo per nulla dato del bugiardo, anzi avevo premesso “Uno onesto ogni tanto lo si trova”: perché mistifichi?
Avevo solamente aggiunto una domanda, perché avevo equivocato sul momento in cui lo avevi postato (c’era scritto “2 ore fa”, ma in effetti potevano essere “2 ore e tot minuti”, il sistema non lo registra, e quindi avere avuto ragione tu, che lo avevi postato non conoscendo il risultato finale). Infatti non replicai e accettai le spiegazioni addotte anche da altri milanisti. Ciao

Pavipollo

Non fare il furbino: la tua premessa ha fatto seguito ai dubbi circa il fatto che avessi scritto il commento a caldo e quando l’ho ribadito hai continuato a metterlo in dubbio. A casa mia quando uno dice una cosa e l’altro non gli crede e si deve far spiegare il perché ed il percome (da altri) e poi, bontà sua, (magari) si convince vuol dire che d’acchito pensa che chi ha detto la cosa abbia detto una balla, indi sia un bugiardo. Poi tu rigilala pure come credi.

Gran Torino

Io non faccio mai il furbo e non rigiro nulla, ma voglio sempre capire.

Come ti ho detto, avevo dato per buono il fatto che 2 ore significassero esattamente 120 minuti, perché ero convinto che il sistema di registrazione dei commenti funzionasse come sotto la prima ora, cioè segnalando precisamente il minutaggio.

Avevo ribadito questa mia mancanza nella risposta che ti avevo dato. Sta tutto agli atti.

Quando @L’archivista mi spiegò che non era così, che dopo l’ora tutto veniva stoccato senza precisione, ma per difetto all’ora precedente, non replicai più e accettai senza problemi anche la tue rimostranze.
Ripeto, sta tutto agli atti: capito come funzionava il sistema, per me continuava a valere solo il complimento iniziale.

Ma se tu pensi che io sia ancora convinto che tu lo scrivesti al preciso scoccare delle due ore, cioè conoscendo il risultato finale, puoi ridimostrarmi che avevo torto e scrivere ora, a partita abbondantemente finita, lo stesso commento di allora, cambiando solo l’episodio (quest’ultimo errore è molto più grave e c’erano tutti gli strumenti per correggerlo) e la squadra (la Fiorentina invece del Torino).

Per me non ce n’è bisogno, ti fa onore l’ammissione del netto rigore (che lancia un grido d’allarme sulla gestione delle immagini in sala Var, dato che ci avevano detto che c’è un protocollo ferreo e che tutte le immagini venivano viste e valutate…).

Bru'

Dottor Bocca, mi consenta (parliamo pur sempre degli eredi di quel mondo là…) una precisazione.

Domenica pomeriggio, dopo la sciagurata partita della Roma, leggermente rincuorato dagli ultimi dieci minuti di Dybala, mi era tornata la voglia di guardare ancora un po’ di football… Dopo la partita del Milan, ho postato il mio giudizio sull’episodio del rigore non concesso ai Viola, questo (apprezzato, ho visto ora, da molti utenti):

bruno conti
 3 giorni fa
Il fallaccio di Tomori su Ikoné, in qualsiasi parte del mondo, in qualsiasi zona del campo, avrebbe comportato il fischio dell’arbitro e l’ammonizione senza se e senza ma del difensore inglese. Ma per i misteri imperscrutabili del calcio, nell’area del Milan non è nemmeno fallo.
Una probabile sconfitta tramutata in una vittoria, facile raccogliere punti in questo modo…
Sono curioso di vedere titolo e fotogramma scelti dal dottor Bocca.
(Si lo so, la Roma fa schifo. Ma che c’entra?)

Naturalmente sarebbe rimasto il solo ed unico sull’argomento, senonché il solito sbruffone venne a dare la caccia con la solita maleducazione, così come fatto con chiunque (praticamente tutti gli utenti!) abbia avuto un’opinione diversa dalla sua – fideistica e aprioristica – circa l’impunibilità dei giocatori del Milan. È chiaro che qui siamo tutti uguali e io non consento a nessuno di rivolgersi con quei toni nei miei confronti, non senza rispondere, come feci, per le rime (ironiche, ma sempre educate) alla sua risposta (aprioristica e fideistica) condita dai soliti insulti, in cui sosteneva che Tomori avesse preso “palla piena”:

“Si, ma come quelli che trovano parcheggio dopo ave’ sfonnato la fiancata de la machina accanto. A Leu’… e ciài n’età, su… sei imbarazzante…”.

Lo ricordo a lei, perché ieri, inspiegabilmente, non ha consentito (a me!) di rispondere ai nuovi epiteti e (s)conclusioni con cui è tornato alla carica (anzi permettendo i nuovi insulti di stamattina!) supportato da uno dei suoi attendenti, il quale si è permesso di dare del “troll” quando qui di troll impazzito ce n’è solo uno che rincorre con le sue intimidazioni chiunque la pensi diversamente da lui.

Era solo una precisazione, ma ci tenevo a far sapere al resto dell’utenza che non mi ero fatto intimidire e avevo risposto per le rime. Ora lo lascio solo nel suo brodo, quello ben descritto da lei nel commento agli episodi decisivi di quella partita.
Grazie.

Modifica il 19 giorni fa da Bru'
Leo 62

Ma che te sei offeso… e nò Bruné non va bene, ma con quali toni vuoi che ti si rivolga uno normale… che te prenda sul serio non è possibile su… e poi invece di ringraziare il Dottore perché non ti ha fatto fare una figura di merda pubblicando quello che avevi scritto lo critichi pure… io te l’avevo detto Bruné, basta il primo… inutile che c’arintigni. Evidentemente non sono il solo a pensarlo.
Nel brodo mettece la gallina che cor pollo te viè male…

Nathan

Bruno non sei il solo a rispondere per le rime al Ras della curva leo71.
Personaggetto che si descrive da solo, squallido quaquaraqua’.

Leo 62

Ha parlato Masaniello…

Carlo

Bru’, posso dirti sinceramente? Leggendo gli scambi qui sotto anch’io ero tentato di intervenire, visto che dal personaggio in questione mi sono già preso la mia bella dose di insulti, e sono uno di quei coglioni che si permettono di ritenere fallo da rigore quello di Tomori, e oltretutto ho avuto la faccia tosta di motivare il mio pensiero.
Alla fine ho deciso di lasciar perdere, perché con gente così preferisco non avere scambi di alcun tipo.
Inutile pure chiedere l’intervento del moderatore, già in passato il personaggio ha dimostrato di avere ampie corsie preferenziali per l’insulto (e per l’indulto).

Remo

Boicotta Qatar

Waters

Qua è una santabarbara, basta un piccolo fiammifero e bum bum😀😀

ROS

…MALAgó

L'ESORCISTA

E che ca… mi dovete sempre disturbare, mai un attimo di pace…

Screenshot_2022-11-14-21-18-12-73_a23b203fd3aafc6dcb84e438dda678b6.jpg
Waters

Fabrizio, ritengo molto gravi le dichiarazioni di Malagó, cosa vuol dire ” i Presidenti di Roma e Juventus sono nostri amici, se loro sono amici gli altri sono nemici?

Carlo

Dai, falla finita, sei ridicolo

malandragem

scritto da uno che non ha ritenuto gravi gli scambi di battute fra Bergamo “non pensare mai a una mia disattenzione” e Facchetti, lmfao…

cipralex

Doc, qui dentro un sacco di gente è partita con le marcature preventive (pararsi il culo per tempo)………ma se cazzaro eri cazzaro rimani e non ce lo dimentichiamo……….

Waters

Fabrizio, non so se hai saputo delle dichiarazione di Giovanni Malagò, intercettato mentre parla con un dirigente Sky ” I Presidenti di serie A, delinquenti veri, Preziosi è un pregiudicato, Lotito è il capo,Juventus e Roma colpevoli quanto loro, della serie il più pulito c’ha la rogna, e ha tralasciato Ferrero

malandragem

“Preziosi è un pregiudicato”

ah, come Gabriele Oriali!

ma non ho mai letto tue parole di biasimo sull averlo nello staff dell’Inter

Vipe

…scudetto all’ Inter…

EroAdAtene

Detto da un maneggione che da anni fa il bello, ma soprattutto il cattivo tempo nello sport, non si sa se ridere o piangere…

Waters

Comunque ha ottenuto grandi risultati – vedi Olimpiadi Tokio – sia in campo sportivo, che in quello politico, vedi assegnazione Olimpiadi invernali.

Lazio Caput Mundi

Ammazza che fonte, ha parlato Aniene! Questo ha maneggiato più tangenti dell’acqua portata dal fiume.

Waters

Fossi in lei sarei più cauto, non si sa mai nella vita.

Boris

Non gli mica dato dello stupratore, nell’Italia marchiata a fuoco da trent’anni di berlusconismo, essere un maneggione (eventualmente un puttaniere) è un merito.

bruno conti

Quelli che j’han pagato lo stipendio (e le glorie olimpiche) finora, pur se era dentro fino ar collo a tutti gli scandali tangentari a partire dalla federnuoto. Chissà perché lo’ntercettavano…Anvedi ‘sto fijo de’n generone romano… ‘Mo che de sordi nun ce n’è più e je vojono chiude’ i rubinetti, je brucia’r culo. I cinesi manco li nominava, quelli i sordi li han finiti da anni, manco ‘na medajetta, je so’ rimasti solo i buffi…

Modifica il 20 giorni fa da bruno conti
bruno conti

Quelli che j’han pagato lo stipendio (e le glorie olimpiche) finora, pur se era dentro fino ar collo a tutti gli scandali tangentari a partire dalla federnuoto. ‘Mo che e sordi nun ce n’è più, je brucia’r culo. I cinesi manco li nominava, quelli i sordi li han finiti, je so’ rimasti solo i buffi…

Modifica il 20 giorni fa da bruno conti
R.T.

Io ricordo una intercettazione di Facchetti con il capo degli arbitri, foriera di smoking bianchi…la ricordi anche tu o hai una memoria selettiva?

Boris

La ritennero cosi grave da chiuderla a chiave nel cassetto giusto della scrivania giusta del palazzo di giustizia giusto.

Archaeox

In interceptio veritas

la cassazione

In interceptione facchettias (e meanias)…

Xavier

In interceptione, è ablativo, e annamo, su, armeno ‘e bbasi…

Modifica il 20 giorni fa da Xavier
Luc 68

Dedicato a Bomba e tutti quelli che sono del parere che la Juve abbia “sculato” contro la Lazio…… speriamo di vincere tutte le prossime partite … sculando cosi …🤣🤣🤣🤣🤣

Bombaatomica

Ve piace fare i galletti, eh? 😂
Nella vita si è martello e a volte incudine.
Tocca saper aspettare.
Come quel vecchio detto cinese che, più o meno, è traducibile così: “mi metterò al bordo del fosso ad attendere che drento i liquami maleodoranti passi la carcassa marcia della zebra 🦓 “ 😂😂😂

Modifica il 20 giorni fa da Bombaatomica
Luc 68

🤣🤣🤣🤣 so tre anni che siamo incudine …. non ti sembra abbastanza? E comunque va bene staro sulla riva del fiume anche io ….. qualcosa passa😂😂😂😂

EroAdAtene

Suvvia, lasciamo tranquillo il Bomba. Almeno fino a nuovo anno, ha già la grande gioia di essere davanti all’altra squadra della capitale… 😂😂

Apolide dell'orda

…e tra tre anni potrà sostenere che fino alla pausa per i Mondiali la Lazio stesse dominando il campionato.

Zenyatta Panatta

Siamo rimasti a casa un’altra volta, ma vuoi mettere certe soddisfazioni…
https://www.espn.com/soccer/fifa-world-cup/story/4790515/ranking-the-world-cups-all-21-editions-from-worst-to-best

tamarrogigante

per rispondere un po’ a tutti, ricordiamoci di ciò che disse mauro german camoranesi, filosofo di riferimento: “quando c’era la partita i giocatori della inter si cacavano addosso già nel tunnel, e per quello vincevamo”.
meditate, io torno a lottare, ciao.

L'ESORCISTA

Tamarro lottiamo con te. ❤️

Bob Aka Utente11880

@Tamarro
Malandragem mi ha chiarito le idee. Non sapevo e ti chiedo scusa per il mio commento.

tamarrogigante

Ciao Bob, ho scritto un lungo post, ma l’ho appena cancellato, perché cazzo, mica è il mio stile quello. Non hai nulla di cui scusarti

Fulvio Terzappi

Semel in anno….

Sarebbe stato interessante leggere
Tamarro extended play

Bob Aka Utente11880

caro Tamarro
Ti ringrazio
Poi quando vuoi, torniamo a parlare di Camoranesi … 😉

Grass

poi qualche anno fa’ arrivato uno Juventino DOC e hanno trovato coraggio

Bob Aka Utente11880

Non ci mancherai

Bob Aka Utente11880

Perchè vi indispettite così ? riportare un commento così datato è uno sgarbo inutile e non più attuale. Sarebbe come ricordarvi il famoso gesto di Ronaldo alla fine della partita con l’Ajax di CL.

youtube.com/watch?v=IC9ffluF71E
Juventus vs Ajax 1-2: Cristiano Ronaldo mima il gesto della paura rivolto verso la nostra panchina – YouTube

Non sarebbe carino farlo.

Modifica il 20 giorni fa da Bob Aka Utente11880
Apolide dell'orda

Aveva maledettamente ragione. I giocatori della Juve dopo essere passati in vantaggio avevano facce da finale. Quelle facce che di solito vediamo all’ingresso in campo prima di una finale di Champions, intendo.

malandragem

“uno sgarbo inutile”

è esattamente come definirei il tuo commento, Bob, mi trovi fra gli indispettiti e lo rivendico senza problemi

tamarro ci aveva informato di cure alle quali si sta sopponendo da tempo e io torno a lottare” credo si riferisca proprio a quello

2010 nessuno

D’accordo malandragem, però, come scrive anche Luc10 Dalla qui di seguito, capita che non si riesca a sapere tutto altrimenti sai che BoB non è per niente tipo da lasciarsi andare a commenti insani.
Peraltro neanche io sapevo o avevo capito e approfitto dell’occasione per fare a @tamarro tutti i miei migliori auguri di un pronto e duraturo ristabilimento, che di questi periodi balliamo un po’ tutti sulla corda.

Luc10 Dalla

Non voglio rispondere al posto di , ma uno non può mica sapere sempre tutto di tutti…io non ne sapevo niente.

Per questo: Auguri @Tamarro!

(tra l’altro uno dei miei nick preferiti)

Waters

Ho la convinzione che Bob non lo sapesse,non è che uno può stare tutto il giorno sul blog.

L'ESORCISTA

È così, Bob non è il tipo che si lascia andare a nefandezze, è uno dei più corretti.

Bob Aka Utente11880

E allora gli chiedo scusa, sinceramente. Ritiro tutto e spero che lo accetti.

malandragem

ciao Bob, sei una brava persona – strano tu sia interista 😁(lo stesso vale per @2010nessuno 😝) – e non lo scopro oggi, avrei potuto immaginare non fossi informato ma credo di aver fatto bene a manifestare il mio disagio nel leggere qualcosa che avrebbe potuto essere sgradevole per l’interessato in un modo che non avevi previsto, del tutto inconsapevole.

un saluto

Bob Aka Utente11880

caro Malan,,,
hai fatto benissimo e ti ringrazio anche del tono garbato con cui mi hai ripreso. Ciao

Laura

Personalmente anche io avevo interpretato “e io torno a lottare” proprio in questa accezione. Sono una degli indispettiti.

Bob Aka Utente11880

In effetti era un brutto commento.

bruno conti

In estrema sintesi la situazione alla sosta.
Senza rubbà er Milan starebbe sotto de noi.
Ammazza se rubbano questi.

Leo 62

Ahò ma sei ossessionato dar Milan… Nun ce pensa ar Milan Bruné nun è robba pe’ voi… voi pensate al Sassuolo che è mejo…
E poi cambia nick che se lo sa Bruno Conti quello vero, te querela pe’ manifesta inferiorità…

bruno conti

A Leu’, hai fatto sessantadù post ppe’ nega’ l’evidenza, unico tra i milanisti. Stai ginocchioni a tura’ falle da stamatina e ce parli de ossessionati?
Mettete er core’n pace fijo mio, rubbate ch’è’na meraviglia. Ahò, mica è da tutti, eh!

Nicola Romano

A Bru’ ma che abiti a Nettuno ? .

bru'

No, lì c’era nato Bruno nostro, io sto a Monteverde.

Mai dato l’idea pe’r nuovo nick.

Leo 62

Evidenza Bruné, ma de che evidenza stamo a parla? leggi questo già che ce stai:

L’ex centrocampista di Juventus e Fiorentina, Angelo Di Livio, nel corso della trasmissione Calcio Totale su Rai Sport ha parlato dello scontro fra Tomori e Ikone nella sfida fra Milan e Fiorentina che tante polemiche ha suscitato in casa viola: “Come si fanno vedere ai ragazzi i filmati dei tiri a giro, bisogna far vedere anche questo intervento per il tempismo con cui entra, non era facile. Proteste Fiorentina? Per me non è rigore”.

Poi già che ce sei leggi pure questo:

Se in casa Fiorentina ancora si fatica a smaltire la delusione per gli episodi controversi che hanno scandito la sfida contro il Milan, da parte della classe arbitrale giunge un parere – informale – sull’operato di Sozza, che secondo l’edizione odierna del Corriere dello Sport è stato giudicato adeguato: i vertici ritengono infatti che i contatti incriminati appartengano alla sfera delle “situazioni di campo”, e dunque la discrezionalità del direttore di gara sarebbe stata accettata sia in un caso che nell’altro. Anche di questo si è parlato nel faccia a faccia andato in scena lunedì a Coverciano tra Gravina e Barone: un confronto disteso, nel quale il d.g. viola e il presidente federale hanno avuto modo di affrontare anche questioni legate al mondo della Lega e della Federazione, secondo la versione fornita dalla stessa FIGC.”

Hai letto? hai capito? ecco bravo… adesso dacce un tajo Bruné che sennò fai più la figura der cojone di quello che sei, te e l’artri sei imbecilli dietro ai quali stai a raglià da tre giorni…

Apolide dell'orda

Tomori è stato bravissimo, così come Bonucci in occasione del colpo di karate di Verona: questione di una frazione di secondo e due grandi interventi sarebbero diventati due rigori con relative ammonizioni. Della stessa bravura è stato Osimhen in occasione del tanto contestato rigore di qualche giorno fa. Su questo tipo di interventi, purtroppo, si vedono spesso interpretazioni contrastanti da parte degli arbitri.

Leo 62

Esatto, ma soprattutto si vede chi capisce di calcio e chi no, qua dentro c’è gente che reagisce in modo pavloviano e comicia ad abbaiare quando dovrebbe rimanersene zitta…
Ma poi, in fondo, è peggio per loro.

Modifica il 19 giorni fa da Leo 62
bru'

A Bonucci je annata extralusso che si è preso una scarpata, ma se quello nun je’ncocciava er piede, er rigore era già bello che fischiato e cor cazzo che je l’ho tojevano!

Se Sozza nun fosse stato allevato all’aria che tira, quer rigore l’avrebbe fischiato come qualsiasi artro arbitro senza retropensieri, e cor cazzo che esisteva un varista che poteva tojerglielo!

(Ho cambiato nick in @bru’ perché su ‘sta cosa der nome d’un campione, cià ragione lo stakanovisra tappafalle. E io ad contrario suo, so quanno l’artri ciànno ragione)

Grande Romeo

Leo, che il confronto Gravina – Barone sia stato disteso non significa nulla.
Supponi che Gravina abbia detto: “visto tutto, abbi pazienza e stai tranquillo che una soluzione la troviamo” così Barone si è rilassato.

Può darsi che ora stia cominciando a preoccuparsi qualcun altro tipo Tundo, Lanna, Rossi e gente simile…

Leo 62

Secondo me Barone, che capisce di calcio, ha visto che non era rigore e non si è messo a fare casino ulteriormente. E secondo me se l’è presa con il proprio portiere, che esce a farfalle nel recupero.

Pavipollo

Ma pure gli rispondi? Beato te che hai tempo da perdere! Ma poi, a questo ed agli altri due trolls, il nerazzurro ed il napolista, se gli togli il piacere di scrivere fregnacce contro il Milan cosa gli rimarrebbe nella vita? Dái, sii generoso: lasciali cianciare!

Leo 62

Bisogna sempre ricordare ad un coglione che è un coglione… e i troll qui dentro sono almeno cinque.
La tragedia è che pensano pure di avere ragione.

Gran Torino

Non ricordo più in quale occasione, ma un po’ di tempo fa @bruno conti era stato accusato da un napolista di fingersi romanista, ma di essere in realtà un milanista.
Divertente come cambino le costellazioni. 🙂
La stragrande maggioranza delle persone che hanno visto l’epiosodio Tomori-Ikoné lo ha giudicato come un rigore netto. Poi ci sono le narrazioni televisive da bacino d’utenza, ma questo è tutto un altro discorso. Forse voi milanisti dovreste stare un po’ più calmi prima di dare del troll agli altri, di episodi a favore ne avete avuti tanti. E nessuno contrario.
Non oso pensare come avreste reagito se gli stessi episodi che vi hanno avvantaggiato (Udinese, Sampdoria, Empoli, Fiorentina) non solo fossero andati nel senso del regolamento, ma se ce ne fossero stati altrettanti identi contrari che vi avessero svantaggiato. Riuscite a fare un calcolo (anche parziale) di quanti punti in meno avreste?

Pavipollo

Avremmo reagito come abbiamo fatto l’anno scorso: fregandocene ed andando avanti per la nostra strada. Tu puoi dire lo stesso?

Leo 62

Vedo come ragionano? e poi non gli dai del coglione… ancora insisitono con la partita con la Roma, massacrata sul campo, rigore netto su Ibra che riescono pure a discutere, Bologna che al momento delle espulsioni era già sotto e che anzi hanno pareggiato in 9, Napoli in cui ricordano Tomori ma non il fuorigioco geografico di Giroud all’andata. Sono paranoici, e si offendono pure se gli dai del troll…

la cassazione

Ma come @Leo? Tu imponi come ”approvazione” dell’AIA (che aveva fatto lo stessso anche per gli autori dello scempio di Juventus-Salernitana, come per Abisso e il suo compare al Var in Torino-Milan, per dire…) dell’inaccettabile condotta di domenica ascorsa, il fatto che Sozza non sia stato fermato per uno o più turni. Mentre il fatto che Maresca venne fermato dall’AIA per tre turni dopo aver disobbedito al richiamo del Var che gli aveva ”intimato” di riconsiderare l’asseganzione del rigore fasullo a Ibra, non sarebbe la conferma del suo errore e della ”disapprovazione” dell’AIA (e scadi anche nell’insulto dei tuoi interlocutori che lo rimarcano). Dai, non si può sostenere la stessa cosa per darsi ragione e allo stesso tempo per negarla. Siamo tutti adulti, su.
Tra l’altro, come tu sostieni che il Milan meritasse di vincere quella partita contro la Roma (mentre il risultato di 1-2 dimostra invece che la “gestione” dei due episodi in area di Ibra e Pellegrini fu determinante), così i fiorentini e i concorrenti del Milan per un posto Champions o per lo scudetto, possono sostenere che la Fiorentina avrebbe ampiamente meritato di vincere la partita di domenica (e che l’episodio del nettissimo rigore negato a Ikoné, avvenuto sul risultato di 1-1, avrebbe sicuramente cambiato di segno la partita).
Ognuno si tenga la sua opinione, anche completamente dissociata di fronte ai fatti come la tua, senza tirare in ballo la categoria dei troll.

Gran Torino

Io???!!! Noi abbiamo Cairo: per noi, tra dodicesimo e ottavo posto cambia pochissimo, questo è il range, purtroppo.
L’anno scorso era l’Inter ad aver avuto moltissimi favori – il vostro capo affermava che senza di quelli non sarebbero nemmeno entrati in zona Champions… ricordo bene? E se Inzaghi non si suicidava, lo scudetto ve lo soffiavano…
Voi tra Bologna (2 espulsioni agli avversari, la prima assurda), Roma (rigore farsa regalato a Ibra e rigore non dato a Pellegrini) e Napoli (rigore non dato a Osimhen, ancora una volta Tomori graziato) siete andati a pari con Spezia ecc…

Quest’anno siete voi l’Inter dello scorso anno…

come si stava bene quando c'era lui

Carine queste immagini…

https://ms-my.facebook.com/SandroScarpaJvtb/videos/ecco-il-video-che-mi-ha-fatto-bannare-da- twittere-nessuno-ne-parla-la-stessa-ide/521374019753235/

Mordechai

Ciao, solo per un rapido saluto.
Vista la pausa del campionato, prendo pure io qualche settimana di stacco, anche perchè del mondiale qatarino non me ne frega nulla, lo eviterò come la peste.
Ci risentiremo, quindi, alla ripresa di gennaio, ricominceremo da lì a sfruculiarci gli zebedei.
Anche se con qualche settimana di anticipo, auguro a tutti un felice Natale ed un ancora più esaltante 2023.
Un abbraccio a tutti, pure a quei fessi degli interisti.
🙂
Ciao!

bruno conti

Magna tranquillo.

Leo 62

Ciao Ugo, Buone feste. Questi saranno i primi Mondiali che seguirò poco, forse dagi Ottavi in poi… ma forse fai bene te a saltarli… Tennisticamente riprendiamo dagli AO. See you…

God

ciao stronzolone

2010 nessuno

Non dire poi che non ti pensiamo Mordechai 😂😂😂

Laura

Ciao Ugo, un caro saluto e tanti auguri. A presto

God

a presto ? oh mamma, presto, presto sbarrate porte e finestre !!!!

Modifica il 20 giorni fa da God
Laura

Dopo il tuo ennesimo ban speravo che avessero sigillato i tombini. Ed invece rieccoti qui in tutto il tuo “splendore” .

malandragem

è talmente sfigherrimo che sta ragliando idiozie con almeno tre account diversi solo in questo thread…

Modifica il 20 giorni fa da malandragem
Laura

Siamo di fronte ad un caso di personalità multipla? Ma il suo sensibile amichetto non potrebbe suggerirgli una qualche terapia farmacologica o la sua pietas la riserva solo ai “volatili” che Esorcista pubblica?

Grande Romeo

Probabile che non lo guardo nemmeno io, però tifo Brasile.
Solo per il fatto che quando quelli vincono fanno feste bellissime a cui è un vero piacere partecipare….

Buone feste.

Chakkko

Auguri!

Saluti

Nicola Romano

Auguri pure a te , non te scofana’ troppo, sappi limitare le oltraggiose lusinghe de lo cibo . A presto .

Bob Aka Utente11880

Quali fessi ? 😉

Xavier

Mordechai, protesto vigorosamente per il tuo proditorio abbandono del blog prima degli obblighi di cazzeggio da bar connessi ai Mondiali, ma tuttavia ricambio sin da ora i tuoi auguri per le Festività.

Waters

Buon Natale coglionazzo😀,mi raccomando non ammazzarti di s…e

Mordechai

Ciao a tutti, solo per un rapido saluto.
Vista la pausa del campionato, prendo pure io qualche settimana di “stacco”, anche perchè del mondiale qatarino davvero non me ne frega nulla, lo eviterò come la peste.
Ci risentiamo, quindi, alla ripresa di gennaio, ricominceremo da lì a sfruculiarci di zebedei …
Anche se con qualche settimana di anticipo, auguro a tutti un felice Natale ed un ancora più esaltante 2023.
A tutti, pure a quei fessi degli interisti, oggi sono buono …
Ciao, un abbraccione.
🙂

L'ESORCISTA

@MJ non ti agitare, la corsa la facciamo con le milanesi, prima di esaltarci andiamo a riguardo il primo tempo di Juve Inter, è stato pietoso, poi abbiamo azzeccato un contropiede e la partita nonostante la solita ruberia alla VAR ha preso un’altra piega.
Poi c’è stato lo scempio di Verona una partita giocata alla cazzum e poi alla fine una delle pochissime buone prestazioni, quella con la Lazio. Ecco, se ripartiamo da lì faremo un buon campionato, altrimenti non facciamoci illusioni.

commentanonimo

Anche io pensavo che era una squadra che viveva di episodi, con l’Inter la ha vinta “casualmente”, etc. Poi ammetto che ho visto la differenza reti e sembra che dopo il Napoli non c’è il Milan, come differenza reti ma noi. E noi abbiamo quasi solo episodi negativi con giacchetta gialla e c. mica è solo la Salernitana. In sintesi cosa noto io è che questa Juve vive di episodi, ma si trova con la seconda differenza reti della A. Forse, questa Juve inizia a ricordare la Juve allegriana che viveva di episodi già 3 o 4 anni fa ma poi alla fine la porta sempre a casa. Vedremo se è così dopo la sosta.

Modifica il 21 giorni fa da commentanonimo
MJ23 - JAN PALACH VIVE -.

Ma io sono calmissimo, mbare.

I punti sono tre:

a pallone si gioca e si vince in mille modi diversi. Hanno vinto Michels e Trapattoni, Sacchi e Lippi, Guardiola e Mourinho, Allegri e Conte. A me non piace come gioca Allegri, difende troppo basso, la manovra non è mai fluida, ma frutto di improvvisazioni. Però è l’allenatore della Juve. E la Juve viene prima dei miei gusti personali;

se ci mettiamo con la lente d’ingrandimento nessuna squadra, eccetto il Napoli, ha brillato. L’Inter ha perso tutti gli scontri diretti, tranne quello con l’Atalanta. Il Milan senza Kessie ha perso capacità di interdire e, se non ricordo male, ha vinto diversi match a tempo scaduto;

se l’aspetto motivazionale non rilevasse il Napoli avrebbe già vinto il campionato. Ma l’aspetto motivazionale rileva eccome. Il Real Madrid la finale di Champions la vince prima ancora di scendere in campo. Noi la perdiamo prima ancora di scendere in campo.
Il Brasile una finale di Coppa del Mondo la vince nel tunnel degli spogliatoi, l’Olanda la perde nel tunnel. Non è un dogma, ma molto spesso va così, perché storicamente hanno maturato un patrimonio di competenze, abilità, saperi, che si distacca dai singoli e va a beneficiare la squadra, la società, la Federezione.

Perchè il Napoli ha vinto solo con Maradona? Perché era così forte da trascinare l’ambiente, da padroneggiare l’ambiente, non si faceva influenzare dall’ambiente.
Anche il Napoli di Sarri era forte, anche il Napoli dello scorso anno era forte, ma dinanzi al traguardo non hanno retto la pressione emotiva.

Waters

Mbare, quanti luoghi comuni, dove lo vedi l’aspetto motivazionale del Napoli? La sconfitta con la Fiorentina nel 2018? Ma li il campionato era già perso, la partita più importante a Torino la vinse comunque, poi un Napoli in lotta per lo scudetto non c’è mai stato o quasi, l’Olanda più che nel tunnel la perde in campo e non nettamente a dire il vero, ti segnalo il 74 contro la Germania padrona di casa una sconfitta di misura ed immeritata, con lo scempio di aver lasciato picchiare Crujff da Vogts tutta la partita e ammonito nel secondo tempo, mondiale del 78 anche qua contro la raccomandata Argentina dei colonnelli,palo di Rensbrink a qualche secondo dalla fine – si era sull’1 a 1,infine nel 2010 contro la Spagna ai supplementari – almeno credo – e sempre di misura con valanghe di gol falliti,vedi Robben…

Salud.

commentanonimo

Compare…MJ devo dire che sono un po’ d’accordo con quel fesso di Waters (cit)…😀😀. Il rischio di trasformare degli episodi in una lettura storica semolificata c’e’ sempre…Quell’Olanda non perse nel tunnel ma piu come dice lui anche per me. Saluti

la cassazione

…stavi per arrivare al dunque sui luoghi comuni… ero convinto arrivassero le citazioni dei rigori mancanti su Yugovic, Boksic e Del Piero (1997), del fuorigioco di Mijatović 1998, della esclusione del sarà-pallone-d’oro-Nedved dalla finale (2003) – scempio sanato l’anno successivo con l’impossibilità per i direttori di gara di togliere a piacimento il palcoscenico ai protagonisti del calcio dai -, del rigore su Pogba (2015)… e niente… non ce l’hai fatta… 🙂

Waters

In realtà ci sarebbe anche il 2/1 di Casemiro,a Glasgow, con un tocco che ha spiazzato Buffon🙂

L'ESORCISTA

Uno dei motivi per cui vorrei vincesse il Napoli è proprio per sfatare il mito dei poteri forti.
Il Napoli fino ad adesso non ha avuto alcun torto arbitrale al contrario della Juve che invece ne ha avuti. Inter e Milan invece di aiutoni e aiutini ne hanno avuti, ma nel malaugurato caso di rimonta della Juve stai tranquillo che il leit motiv sarebbe la Juve rubbbbba e sai che palle.

Modifica il 21 giorni fa da L'ESORCISTA
Nicola Romano

Ripeto qui una risposta data all ‘ Esorcista e finita troppo indietro Esy straziami , ma di offese saziami , e visto che sei piu’ giovane (manco tanto)pagami (forse ) la pensione , se non ti piace la situazione ,pagami pure (come sopra ) la liquidazione .

Benjamin

mettiti l’anima in pace Nicola, quello la pensione non te la paga !!!
tra gastroenterologo e sventurati psicoanalisti non arriva a fine mese e se avanza qualcosa paga il dog sitter assunto come suo damo di compagnia

Modifica il 21 giorni fa da Benjamin
Nicola Romano

Se lavora ? in regola ? Contribuisce , per quelli come lui ho un’ atteggiamento tra la non curanza e la pena .

L'ESORCISTA

Ti sbagli, posso comprarmi anche uno come te e pagargli lo stipendio per spingere la carrozzina e cambiare il pannolone del tuo amico di sopra.
Ci guadagnate entrambi e vi togliete dai maroni.

Nicola Romano

Esy meglio invecchiato che sotterrato e io ce so arrivato, pissy pissy bau bau .

commentanonimo

Arrivo tardi, causa lavoro. Tutto è già stato detto, con sfumature. Allora parlo di me. Io guardo solo la Juve, il derby di Milano (la partita per me più affascinante d’Italia), sporadicamente il Torino e le italiane in coppa, che comunque è già abbastanza da fare girare i maroni a chi mi circonda. Il Napoli sembra magico. La Juve non la commento, dico solo che in tempi passati ho difeso Kean, Rabiot ed Alex Sandro perchè guardando le partite senza audio ho sempre pensato che non hanno mai fatto cacare come dicono quelli con le fette di salame agli occhi. Il primo a 18 anni aveva già segnato in A, ha fatto le giovanili nel Toro, ha esordito in A a 17 anni, è stato al PSG, tanto sega non può essere. Gli italioti che lo criticano sono dei pirla che non capiscono nulla dei giovani. Rabiot ha sempre avuto numeri ottimi, sulle partite giocate ed i contrasti vinti, mica siamo tutti così besughi da prendere le pagelle di De Chirico per buone. E Alex Sandro, comunque uno stop lo sa fare e sa attaccare, mica lo convocano nel Brasile se è una sega. Finite le critiche ai miei compagni di tifo, dico a tutti che è inutile fare tanti commenti su cosa capiterà dopo la sosta, se avere 1, 2 o 10 giocatori al mondiale aiuta. Sarà semplicemente un altro campionato e l’unica cosa che rimane di questo sono i punti che separano la prima dalle altre. Questo è cosa penso. CHi vincerà? Dieci punti sono tanti, ma alla fine così come li hai guadagnati in 15 partite, li puoi perdere in 23. Vedremo. A me ruga solo che non siamo ai mondiali. Ciao a tutti.

MJ23 - JAN PALACH VIVE -.

Ahiahaiahaiahi. Scripta manent, minchiate volant. Adesso è comodo salire sul carro, ipotizzare, fantasticare, sognare ecc. ma chi aveva previsto tutto tre mesi fa? Chi aveva previsto che la Juve più scoppolata del millennio sarebbe stata lì a giocarsela, a 8 punti dal Napoli e a pari punti con il Milan campione d’Italia¹?

Il fulminato qui presente, ecco chi l’aveva previsto, tre mesi fa:

”Concordo con coloro i quali sostengono che bisogna aspettare almeno un altro paio di mesi per avere quanto meno un’idea delle forze in campo.
Nel frattempo rientreranno lo zio Paul a fare la mezzala sinistra, la Freccia all’ala, l’Angelo della Madonna a destra e Paredes a mettere ordine, con Dusan centrale. Dopodiché potrete andare tutti quanti a rimboccarvi le coperte, per quest’anno stagione finita.
Certo c’è il Milan che pare avere una bella squadra, ma lo considero alla stregua di un Leicester ai tempi di Ranieri: fa l’exploit una stagione e si perde. D’altronde i risultati europei parlano chiaramente. l’Inter si sa, senza juventini non vince: dal Trap ad Ibra/Viera a Conte-Vidal, necessita sempre di uno juventino di riferimento per vincere. Il Napoli potrebbe dire la sua, ma mi sembra sempre come un quattordicenne timido dinanzi alla fidanzatina: fa di tutto per incontrarla ma poi gli tremano le gambe, perde l’occasione della vita e rimane comu a chiddu ca c’ha visti a so soru. Ci sarebbe il Mou, ma oramai non ha il fisico.”

All’Inter abbiamo già rotto le corna e la Roma è dietro. Mancano Milan e Napoli. Più o meno andrà in questo modo:

il Milan si squaglierà nel girone di ritorno, in quanto il 30% della produzione offensiva (assist + goal) è assicurata dal trentaseienne Giroud che ritornerà scoppio dai Mondiali. E i rossoneri non hanno nessuno in grado di sostituire il bisnonno francese.

Il Napoli, invece, farà la fine di Messi contro Neuer nella finale del 2014 in Brasile (due diagonali fuori solo contro il portiere) o di Ivanisevic contro Agassi a Wimbledon nel ’92 (due doppi falli nel decimo gioco del quinto set, dopo essere arrivato in finale col record di aces) oppure di Saka, Sancho e Rashford (all’epoca erano tre ventenni e ciccarono 3 dei 5 tiri) contro l’Italia nel 2021 ai rigori.

Semplicemente, ciò che atterrerà il Napoli nel girone di ritorno sarà la mancanza di ”los huevos”. Il Mondiale, al quale tutti fanno riferimento non c’entrerà nulla con la caduta del Napoli. Man mano che si avvicineranno al traguardo cominceranno a farsela sotto, come hanno sempre fatto, a partire dall’anno scorso: a 7 dalla fine erano a -1 dalla vetta. Nelle ultime 7 hanno fatto 8 punti contro i 19 del Milan ed i 21 dell’Inter. Il terrore di vincere li porterà a sragionare e verrà fuori il solito teatro: ”sti figli e na grande zoccola ra rubentus…juventini lote sit nu cess chin e merd…delaurentis cacc e sord….” La squadra rallenterà, i tifosi si sentiranno braccati, e si metterà in moto la più classica delle self-fulfilling prophecy

La Juve, nel frattempo, dopo avere recuperato solidità difensiva e compattezza potrà schierare il campione del Mondo Pogba ed il campione d’Europa Chiesa e da lì in poi ci sarà…CIAO.

¹ So benissimo che siamo a 2 dal Milan e a 10 dal Napoli, il punto, tuttavia, è questo: non riconosco legittimità alla modifica operata del VAR contro la Salernitana rispetto all’iniziale decisione arbitrale assolutamente corretta. Siamo cioè di fronte ad una chiara ed evidente decisione nulla per mancanza dell’elemento essenziale. Il Var venne introdotto per correggere le decisioni errate, non per modificare quelle corrette.
La classifica non solo morale, ma anche fattuale vede, quindi, il Napoli a 41 e Milan e Juve a 33.

Modifica il 22 giorni fa da MJ23 - JAN PALACH VIVE -.
Rosario Frattini

Dopo tutte ste elucubrazioni, il solo fatto reale è che alla nona giornata la Juve era a -10 e alla quindicesima è a -10.

Carlo

Campionato 2015/2016, 10^ giornata: Roma 23 punti, Juventus 12 punti (-11)
Campionato 2015/2016, 38^ giornata: Juventus 91 punti, Roma 80 punti (-11)
11+11 fa 22
Allenatore Allegri
Non capita, ma se capita…

P.S. prima che salti fuori qualcuno con la storia della rosa, in quella stagione spesso giocavano titolari Zaza, Evra, Caceres, Padoin, Pereyra, Rugani, Hernanes e Sturaro

Grande Romeo

Quindi sembrerebbe che l’unica che ha tenuto il passo del Napoli sia stata la Juventus

Rosario Frattini

E sembra , non sembrerebbe, che ne deve fare dieci più del Napoli per superarlo.

bruno conti

Pure l’arbitri der Milan han dato tutto.

Waters

Uè ma chi si rivede,pasta con le sarde 😀😀…dov’eri spatiro?

Il soldato Ryanair

Ehilà buondì,
Molte grazie del consiglio gastronomico.
Tuttavia sono stato sì dalle tue parti, ma la mia dolce nibelunga ha preferito pranzare a Fidenza, ed ho scelto la bottega alimentare dei fratelli Gnocchi.
Molto bene devo dire, tutto fresco senza fronzoli preparato e cucinato a vista, torta fritta e lambrusco d’obbligo ed un conto da 20 euro a portata. Ci può tranquillamente stare.
Lui mi sembrava un nipotino di Gene, stessa fisiognomica e identica parlata con quella magica erre arrotata.
Salutoni

Waters

Fratelli Ghiozzi, che è il vero cognome di Gene, si credo sia gestita da sua sorella.
Ciao.

MJ23 - JAN PALACH VIVE -.

E’ un periodo camurrìusu per il lavoro

Bombaatomica

Secondo me, non c’hai capito ‘na mazza!!!
La Juve fa schifo.
La vittoria estemporanea con la LAZIO in quella maniera così roboante è stata frutto di una serie di circostanze fortuite (chiamansi “culo” 😂): una LAZIO senza mezza squadra, due papere di Provedel, un Ken (pippa assoluta nel panorama calcistico) scatenato perché Allegri se lo sarebbe inchiappettati assieme a tutta la squadra se non avessero vinto contro l’odiato Sarri.

Tra non molto scenderai anche tu dal carro….. dei perdenti 😂😂

Modifica il 21 giorni fa da Bombaatomica
EroAdAtene

Occhio Bomba, magari LoTirchio a gennaio ci regala il Sergente 🤣

Cuore ross-azzurro

Oddio, se l’arribattuto non riconosce legittimità alla classifica credo che presto il campionato in corso verrà annullato. Ti prego, ripensaci!😱🤣 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

Chissà perché quando leggo le tue farneticazioni mi viene in mente Caparezza. https://m.youtube.com/watch?v=PkQREU9qB3I

Modifica il 21 giorni fa da Cuore ross-azzurro
Giorgio Bianchi

Io però per correttezza ci aggiungerei i 3 punti che sicuramente avreste presi contro il Monza. Perché non considerarli?

E sempre per correttezza toglierei anche i due punti sgraffignati illecitamente dal Napoli con l’Empoli.
Pertanto la classifica non solo morale,ma anche fattuale, vede, quindi il Napoli a 39 la Juve a 34 ed il Milan a 33
Altro che cazzi!!!😷

Nicola Romano

Mo me lo segno .

2010 nessuno

Caro MJ23, capisco che l’intercalare “rompere le corna” sia tipico delle tue parti tuttavia i conti si fanno sempre alla fine, nel senso che per la rottura io aspetterei il completamento del giro o magari chissà, si parla tanto di squadre che alla ripresa del campionato, dopo la pausa mondiale, potrebbero trovarsi in difficoltà per giocatori delle quali tornati spompati dal torneo, potrebbe toccare alla Juventus, come del resto a tutte le altre avversarie. Quindi per carità, godi del tuo giusto entusiasmo , però…..

achille

mi son sempre definito “Allegriano della prima ora” e sono venuto qui a difendere la mia opinione anche dopo la sconfitta in Israele, quindi fammi dire 4-5 cose

Numero uno: la Juve “se la starebbe giocando” con le milanesi se non ci fosse il Napoli. Il Napoli pero’ esiste e ha un vantaggio enorme, 10 punti e merita di stare dove sta.

Numero due: chi non e’ accecato dall’ideologia (pochi purtroppo, perche’ sul carro contrario, cioe’ quello del linciaggio, erano saliti quasi tutti) vomitata da un canale youtube strappalike (Fantantonio che critica un allenatore e’ un po’ come uno che va a 100 in citta’ e si incazza con l’autovelox) sa benissimo che i “pilastri” del mercato su cui secondo qualcuno doveva fondarsi questa squadra (wishful thinking) sono anziani, acciaccati o panchinari, se non tutte e 3 le cose insieme: Pogba, Di Maria e Paredes. Non sono pervenuti, a meno di infinitesimi di ordine superiore. Alla loro scomparsa si sono aggiunte le grane di Vlaovic e l’eta’ che avanza di due pilastri veri, Cuadrado e Bonucci. Ringraziamo quindi che sono usciti dal cilindro dei protagonoisti piu o meno inaspettati, cioe’ Fagioli (all’esordio in A), Rabiot (era stato venduto, con gente che si strappava i capelli quando mamma aveva fatto saltare l’accordo lon lo United; tra questi c’ero anch’io), Miretti pure se acerbo, perfino Kean che sembrava perso. Poi mi pare evidente la crescita di Bremer e Locatelli cosi’ come la giustezza dell’acqusto low-cost di Milik, una punta che si muove come Bettega. Immagino che tutti costoro stiano andando ben oltre le aspettative a dispetto dell’incapace che li mette in campo.

Numero 3, se Kostic (e non solo lui; anche Locatelli lo scorso anno) invece che a Settembre fosse arrivato 2 mesi prima, si sarebbe anche integrato prima (il balzo in avanti delle ultime partite e’ enorme). La Juve da un po’ di anni sposta la fase della effettiva costruzione a ranghi completi a Settembre e Ottobre coi risultati che abbiamo visto, coe’ partenze false che ti zavorrano per il resto della stagione

Numero 4, la partita di ieri mostra ancora una volta l’amenita’ dell’argomento “gioco” nell’accezione usata da anni nei confronti della Juve di Allegri. Chiunque abbia fatto un briciolo di agonismo, manco per forza calcio, sa bene che l’impegno, la concentrazione e la cattiveria agonistica vengono prima di qualunque gesto tecnico o tattica o strategia. Cosa e’ successo nel gruppo all’inizio non lo sappiamo, forse sono arrivati in troppi che avevano bisogno di essere trascinati, forse troppi esordienti, senz’altro troppi infortunati, fatto sta che adesso si vede a 1 km che sta nascendo una squadra completamente nuova. Impressionanti i primi due gol, nati da pressing alto e dinamismo allo stato puro, con palle rubate da Rabiot e Milik e trasformate immediatamente in assist. Abbiamo visto l’embrione di una squadra nuova rispetto all’ultimo scudetto di Allegri perche’ questa aggressivit’a che puoi chiedere a Locatelli Rabiot e Fagioli non potevi chiederla alle ultime versioni di Pjanic e Khedira per banali ragioni fisiche (o meglio, puoi chiederla pero’ poi aumenti le chance di perdere le partite).

Numero 5, mi godo questa crescita (e mi aspetto pure le crisi di crescita, che sono fisiologiche, con l’isteria dei soliti che ormai tifano contro per partito preso), attendo a questo punto l’esplosione di Kean, il ritorno di Vlaovic e Iling e si’, pure quello di Pogba (vediamo cosa e quanto potra’ dare) e poi l’anno prossimo qualche altro che torna alla base tipo De Winter e Rovella potrebbe magari diventare un altro Fagioli.

Modifica il 21 giorni fa da achille
il ghiro

Caro il mio Piè Veloce, condivido praticamente tutte le tue considerazioni, ma, ti prego, il paragone Milik-Bettega lo avrei evitato, è come bestemmiare in chiesa, dai…
Il paragone tra la fluidità di movimenti in attacco di Bettega e gli scatti da pupazzo meccanico del polacco non si può lasciar passare, perdonami, lo dico da TAJ. Manco fosse Lewandowski, i suoi meriti stavolta sono il tackle su Cataldi nel II gol e il III gol che avrei segnato anche io a 84 anni suonati.

Modifica il 20 giorni fa da il ghiro
Boris

Ah, come erano belle le puntate in cui si scattava a comando denigrando i gggiovani… mentre in questa vorticosa fiction, siamo già arrivati all’episodio in cui “Paredes, Di Maria e Pogba non sono pervenuti”, ma ciò non indaga il fallimentare casting totalmente affidato al fiuto del regista, ennò! Come per la preparazione cannata delle scene d’azione, diventa per incanto una scusante del suo fallimento e una medaglia appuntata al petto per la sua caparbietà di non proseguire nell’accumulo di figuracce. Una fiction costruita su misura. Evviva!

Modifica il 20 giorni fa da Boris
Gran Torino

Commento da cineteca, bravo.

Tiziano

Questo scenario ormai lo leggiamo da settembre.
Sia messo agli atti: Il Napoli di Spalletti (quello che all’epoca doveva perdere punti per la sosta del campionato africano) ha fatto più punti nel girone di ritorno che in quello di andata.
Ah, siamo stati la miglior difesa dello scorso campionato (che però ha vinto il Milan).

Modifica il 21 giorni fa da Tiziano
Leo 62

Che aveva la stessa difesa del Napoli, per la precisione, con 31 gol subiti… il Milan ha vinto lo scudetto con una differenza reti peggiore del Napoli ma lo ha fatto in virtù di 4 sconfitte contro le 7 del Napoli. Mettiamo agli atti anche questo…

Tiziano

Come siamo puntigliosi, Leo! L’esempio era per spiegare che le statistiche di confronto in questa stagione valgono relativamente dato che non si è mai giocato con un calendario simile, non era di certo per sminuire il Milan (che in quella stagione è stato bollato ingenuamente per 3/4 di tempo come una squadra da Overperformance).

Leo 62

Era solo un precisazione…. se tu dici che aveva la migliore difesa riferito al Napoli. giusto puntualizzare che era pari merito…
Poi non dico tu che sei uno obiettivo ed affidabile, ma quei 7 deficienti che hanno messo pollice verso ad un fatto fanno veramente ridere…

Apolide dell'orda

Con me lo fanno sempre.

Gran Torino

Tre mesi fa era all’incirca metà agosto, si? Avevi previsto anche di uscire a sprangate dalla Champions League, approdando miracolosamente con soli 3 punti in Europa League? Vlahovic, Paredes e Di Maria ci sono stati: che uno continuasse nella sua involuzione (dura da almeno 8 mesi), l’altro fosse una pippa scazzata e il terzo sempre mezzo rotto o scazzato, avevi previsto anche queste eventualità?
Mi ricordi le previsioni del tempo con l’attendibilità al 50%…

Può darsi che la Juventus torni sotto (la rosa completa è di tutto rispetto), ma non credo che il Napoli si squaglierà, non so nemmeno se ad un certo punto Allegri e la società faranno i loro calcoli e, messo al sicuro il posto-Champions, punteranno maggiormente alla Europa League… Sul Milan starei molto attento con le previsioni, vanno sempre conteggiati i surplus…

unclemarvo

Esatto. A -10, giocando di merda, e con un 84percento di sconfitte in champions league, inclusa una a Haifa. H A I F A. Ripeto, Haifa. Un tempo uscivano con i Madrid, poi coi Lioni, ora con gli Haifa. Contenti loro cosi, contenti tutti.
Che poi si, si, mancano due punti col salerno ma forse ce ne sono due di troppo col Verona…ogni squadra tanto fa i conti solo per i torti e mai per i favori; magari mancano un paio di punti anche al Milan o alla Lazio (e magari anche al Napoli , pur avendo fatto quasi l’en plein). Ma poi parlando di Verona, questa Juve fantasmagorica, nonostante la fantasmagoria ha rischiato di pareggiare con una squadra che le ha perse tutte da settembre, e uno si gasa anche?!!?
Comunque sia , la Juve potrebbe vincere il campionato con 100 punti, questa rimarrebbe per sempre la stagione della sconfitta con l’haifa.
Ripeto: Haifa.

unclemarvo

Ho fatto casino: la risposta qui sotto e’ per “cassazione”

Tranqui, era così per dire.. ripeto: anche secondo me non c’era il rigore contro il Verona;
ma era per sottolineare come sempre tutti fanno le loro classifiche considerando i mezzi torti e mai i mezzi favori: se tu facessi una media di tutte le classifiche senza errori arbitrali compilate dai tifosi di ogni squadra verrebbe fuori che tutte e 20 dovrebbero avere 10 punti in più a campionato, roba che la moltiplicazione dei pani e dei pesci parrebbe una segata a confronto.
La classifica si fa con i punti veri; con i trends (e qui concordo con MJ); ma anche con le prospettive (per es considerando se le pecche sono state risolte o no). Avendovi visto giocare le ultime tre domeniche (Inter Verona e Lazio) al momento penso che Milan e soprattutto Napoli non debbano assolutamente stare in pensiero.

Modifica il 20 giorni fa da unclemarvo
la cassazione

E mi sa che non è l’inica cosa con cui hai fatto casino… 😉

Mai vaticinato sulle magnifiche e progressive sorti della Juventus, tuttaltro! Non è in discussione la mediocrità fin qui mostrata dai bianconeri, figuriamoci. Semmai il fatto che tu la metti in relazione con l’ultima striscia del Milan (ultime 4: sconfitta col Torino, vittoria all’ultimo secondo con lo Spezia, pareggio con la Cremonese, furto con scasso con la Fiorentina; prestazioni oscene, poteva tranquillamente fare dai 2 ai 4 punti, esattamente quelli racimolati nelle strisce supernegative della Juventus, ma là gli arbitri non le sono venuti in soccorso, bensì l’hanno penalizzata). Il Napoli fa corsa a sé.

Le classifiche dei torti dei tifosi sono proprio quello che contesto (non vengo qui a contestare la vittoria del Milan perché il primo gol era viziato da una mancata punizione e ammonizione non data a Theo Hernandez). Io ho rilevato il fatto incontestabile dei “mani” giudicati uniformemente e secondo regolamento, uno a favore e uno contro in due partite diverse. Ho rilevato il fatto incontestabile dei due torti inauditi contro la Salernitana (gol di mano di Candreva – hai visto le immagini?! -, fuorigioco di cui mancavano le immagini complete e tuttavia sanzionato a scorno della decisione degli arbitri di campo). Nessuna moltiplicazione dei pani e dei pesci, ma episodi su cui nessuno può eccepire.

A livello di punti veri, che appunto sono quelli che contano, la Juventus doveva esere a -8 dal Napoli, mentre il Milan, tra Sampdoria, Empoli e Fiorentina sarebbe potuto essere tra Lazio e Roma. Così l’Inter. Sfido ui tifosi delle milanesi a trovare un possibile torto nelle partie in cui hanno perso punti, non ce ne sono.

L’altra davvero penalizzata, so che ti scoccia ma è così, è stata la Fiorentina.

Leo 62

Ciao Zione, è un piacere leggere ogni tanto qualcuno che le canta come si deve… Madama ha avuto una serie di partite fortunate, ma sembra destinata a penare con tante squadre… sono nelle quattro per carità, quello si, ma insomma giocano maluccio lo stesso… e la sosta adesso non gli ci voleva…

Modifica il 20 giorni fa da Leo 62
Dove sta Zazza

Haifa allenato dallo stesso trainer dell’ Hapoel Beer Sheeva che espugna San Siro nerazzurra e poi al ritorno riasfaltò i tuoi beniamini.
(mentre Haifa fù sconfitto allo Stadium)

Sò cose che capitano, in Champions come in Europa League, nonostante il livello tecnico differente.

RIPETO: Beer Sheva ( Gironi di EL )

dopo un paio d’anni di digiuno, questa per me intanto è la stagione in cui la Juve è tornata a battere L’INTER.

come si stava bene quando c'era lui

Non è che ricordando HAIFA (grandissima figura di merda, ma c’era già stata MONZA), puoi raccontarti una verità parallela…

Contro la Salernitana, oltre lo scempio del più grave errore nella storia del Var, c’é l’ulteriore vergogna del gol dello 0-2 di Candreva realizzato – e volontariamente! – di mano (qui visto dalla stessa telecamera che riuscì a beccare il tocco di mano di Danilo indotto dalla morsa fallosa e morosa di de Vrij, ma non utilizzata) non annullato. L’Utente che ha riproposto le immagini è stato bannato da twitter, e queste immagini non sono sate fatte vedere in nessuna TV.

https://ms-my.facebook.com/SandroScarpaJvtb/videos/ecco-il-video-che-mi-ha-fatto-bannare-da- twittere-nessuno-ne-parla-la-stessa-ide/521374019753235/

Altro che “i conti solo per i torti”… quelli li fanno quelli come te…

Qui invece il dettaglio dei due “mani” identici, con dinamiche identiche di rimpallo e movimento di caduta dell’autore del tocco, nella identica stagione (questa), giudicati nello stesso identico modo, per la Roma contro la Juve e per la Juve contro il Verona.

Roma-Verona (2).jpg
Modifica il 21 giorni fa da come si stava bene quando c'era lui
la cassazione

Se fossero due di troppo col Verona, allora ce ne sarebbero due in più con la Roma. Non solo per il “tocco di mano” di Smalling tale e quale a quello di Danilo (entrambi non sanzionabili per regolamento, ricordiamolo), ma anche per il “tocco di spalla” di Vlahovic causato da un precedente fallo di Cristante che aveva portato all’annullamento retrattivo al Var del bellissimo e regolarissimo gol di Locatelli.

Mi pareva fossi tu quello aveva rilevato la fallacità di presentare fotogrammi invece della compiutezza di video che dessero conto delle dinamiche delle azioni in oggetto. Peccato che per vincere un argomento già vinto (chiunque dica che la Juventus fin qui non abbia fatto pena, mente sapendo di mentire) ti sia smentito scadendo nel pettegolezzo.

Non è sempre vero che ogni squadra fa i conti solo per i torti, dipende dai casi.

La Juventus di favori non ne ha avuti e il torto con la Salernitana è di quelli mai visti, perchè ha tolto una vittoria certa, perché arrivato all’ultimo secondo e perché investe la credibilità stessa del Var (annullare una rete convalidata da arbitro e guardalinne non disponendo delle immagini di tutta la line a di fuorigioco è inaudito: c’erano tutti gli estremi per il reclamo per “errore tecnico”).

Anche il Napoli non mi pare abbia usufruito di qualche favore, il rigore con l’Empoli era assolutamente legittimo, magari “forzato” ma legittimo. Quello di Marin su Osimhen è stettissimo parente di quello concesso al Lecce per fallo (anch’esso “forzato”) di Ndombelé su Di Francesco.

La Lazio anche mi pare stia a posto.

Il Milan, effettivanmente si, ha di che rallegrarsi di questa classifica: non sono state poche le partite influenzate pesantemente o decise (come quella di domenica) da gravi errori arbitrali a suo vantaggio.

L’Inter ha probabilmente i tre punti in più della partita di Firenze. Un espulsione abbonata a Di Marco, un rigore inesistente su Lautaro Martinez incidono enormemente in una partita vinta con un gol irregolare allo scadere. Gli altri punti li ha lasciati per strada perdendo nettamente tutti gli scontri diretti tranne uno.

come si stava bene quando c'era lui

Esatto, visto che non ritiene più valide le dinamiche, vale la pena di ripostargli i fotogrammi, presi da precedenti interventi postati sul blog (pure quello di Juve-Lazio dell’anno scorso).
 
Juventus-Lazio, sul risultato di 0-1, ”mani” di Hoedt (rimane in piedi) su rimpallo: no rigore.

rigore-juve-lazio.jpg
come si stava bene quando c'era lui

Verona-Juventus, sul risultato di 0-1, ”mani” di Danilo (in movimento di caduta) su rimpallo: no rigore.
 

Roma-Verona (2).jpg
come si stava bene quando c'era lui

Juventus-Roma, sul risultato di 1-1, ”mani” di Smalling (in movimento di caduta) su rimpallo: no rigore.

Rigore-Smalling-Juventus-Roma.jpg
Modifica il 21 giorni fa da come si stava bene quando c'era lui
come si stava bene quando c'era lui

Immagini riprese da precedenti interventi postati sul blog.

Modifica il 21 giorni fa da come si stava bene quando c'era lui
pastafariano

che ha l’ex allenatore del Bar di Sheva, accidenti a lui ;-P

Grande Romeo

Temo che se vincessero il campionato (anche con meno di 100 punti) gl’importerebbe ‘na sega di Haifa.
In fondo anche se ad Haifa avessero vinto sarebbero arrivati terzi comunque, quindi Haifa è stato ininfluente.
Non è stato, ad esempio, come per l’Inter che se avesse battuto il Beer Sheva sarebbe andato avanti.
Il Beer Sheva ha eliminato l’Inter, l’Haifa non ha eliminato la Juventus.

Sulla figura di merda, ovviamente, non ci piove.

unclemarvo

Non lo so, davvero.
Era solo 6-7 anni fa che erano in cima ai ranking europei, solo 2 anni fa che preparavano la super Lega, e ora sono ai margini margini dell’Europa. Questa conta, sul serio, e non solo per le finanze. O per la figura di merda (e fammeli perculare 😉).
Praticamente sono passati da vincere scudetti a nastro a esaltarsi per un terzo posto a -10 a metà stagione. E da giocarsela con le grandi a giocarsela – di giovedì – con le piccine.
Per me anche vincessero il campionato questa sarebbe una stagione tragica proprio per questo.

come si stava bene quando c'era lui

A parte il fatto che ancora tre anni fa, nel 2019 (nel frattempo non so se dalla tue parti è scoppiata una Pandemia, ma qui in Italia si…), la Juventus era quinta nel club ranking con 124.000 punti, con un margine di sicurezza di quasi 20.000 punti sul sesto posto del City e a soli 4.000 punti dal terzo posto del Bayern… e che ancora due anni fa, nel 2020 in piena Pandemia, manteneva il quinto posto appena davanti al City… e che sei anni fa, nel 2016, stava al nono posto proprio come ora…

Ma che dire delle altre due squadre che avevano aderito alla Superlega (e che di fatto ne fanno ancora parte)?

Modifica il 19 giorni fa da come si stava bene quando c'era lui
Carlo

Ai margini margini dell’Europa…
Attualmente al 9 posto nel ranking UEFA, davanti ad Ajax, Atletico e Borussia Dortmund.
Per dire, 4 posti davanti alla Roma e 6 davanti all’Inter.
Guarda che per evitare di fare queste figure basta un rapido giro su Internet, ce l’hai anche tu.
In ogni caso la stagione è lunga, ne riparliamo verso aprile, vuoi?
Campionato 2015/2016, 10^ giornata: Roma 23 punti, Juventus 12 punti (-11)
Campionato 2015/2016, 38^ giornata: Juventus 91 punti, Roma 80 punti (-11)
11+11 fa 22
Allenatore Allegri

unclemarvo

Primo. I margini dell’Europa a casa mia si chiamano Europa League. A casa tua vedi te.
Secondo. A ranking siete noni, ma guarda la tendenza, e coi punti che perdi quest’anno sei solo già solo 1 punto avanti l’Inter e 2 la Roma. Insomma basta un turno in meno e sei terzo in Italia, e comunque già 12-13mo.
Poi, ovvio, i conti si fanno alla fine, mi pai lapalisse. Al momento però, anche nonostante la striscia, giocate troppo “normale” per poter essere considerati di nuovo in lotta per davvero per il titolo.
Ora per due mesi però siamo tutti galli e ognuno se la può cantare come vuole, certo. Spero che ti sia d’accordo che questo vale per tutti.
L’unica cosa sicura è che grazie a questa striscia vi tenete Allegri anche l’anno prossimo. Non ti immagini quanto questo possa far piacere a tutte le altre ;-). Sono infatti sicuro che in mano a un Sarri (che però non salta con voi) dalla prima giornata, vincereste il titolo voi pensa te.
Ciao e buon mercoledì

Carlo

Ti dirò, al momento in Europa League ci sono Manchester United e Barcellona, che sono subito sopra di noi nel ranking, e l’Ajax che è subito sotto.
Insomma, tutte squadre che l’Europa non sanno nemmeno dove sia, direi.
Forse ci vorrebbe un po’ più di equilibrio nei giudizi.
Con Sarri, andato via Ronaldo, probabilmente saremmo tornati ad essere quello che eravamo con Conte, fortissimi in Italia e pippe immani in Europa.
Ripeto, ne riparliamo ad aprile, vediamo come andranno le cose.

malandragem

“Per me anche vincessero il campionato questa sarebbe una stagione tragica proprio per questo”.

nel caso, la stagione sarebbe tragica – anzi tragicissima – ma certo non per uno juventino…

unclemarvo

Ciao, sono convinto che sotto sotto concordi con me. Ti ci fai il brodo con uno scudetto se poi perdi in medio oriente, dopo aver sognato la superlega.

malandragem

smentisco categoricamente e in tutta sincerità, l’anno in cui vinci uno scudo che poteva sembrare irraggiungibile sarà sempre soddisfacente, a mio giudizio.

come si stava bene quando c'era lui

Ma sai, lui è convinto! D’altronde le squadre che tifa lui vincono tutti gli anni…

la cassazione

Pensavi davvero che potessero (li vediamo da fuori anche noi juventini, eh…) inanellare 10-12 scudetti consecutivi, senza mai incappare in un fine-ciclo? Tra l’altro, metti che se per una botta di culo dovessero arrivare molto avanti nell’Europa League (che l’anno del primo Conte all’Inter sembrava essere la coppa più importante del regno, benché giocata a partita unica senza pubblico), risalirebbero di nuovo il ranking fino alla top five…

Per di più, mi pare che quelli che trovano esaltante essere a -10 non siano più di due o tre, gli stessi che ascrivono la giustificazione dell’errata preparazione atletica di Allegri come bonus per lo stesso Allegri.

Mordechai

Oddio.

Claudio Mastino 62

Juve – Lazio 3-0

Ottima prestazione della Juve che vince largamente contro un’inguardabile Lazio ,ed anche se il punteggio potrebbe sembrare eccessivo a prima vista , è credo ampiamente meritato dalla formazione bianconera per quello che si è visto in campo. Primo tempo sostanzialmente equilibrato fino ai minuti finali , direi piuttosto bloccato dalle due squadre con le
migliori difese del campionato, la Juve con soli sette goal subiti, la Lazio con otto, ma è la formazione bianconera a fare comunque di più prima con Kean , in gran spolvero, che dopo un’ottima galoppata sulla fascia sinistra lascia partire un tiro incrociato da posizione un po’defilata , conclusione che finisce a lato di circa un metro, poi
è la volta di Fagioli che impegna Provedel , che blocca in due tempi una sua conclusione centrale dal limite dell’area , ed infine è Milik che spaventa il portiere laziale con un tiro di sinistro a giro che sfiora il palo destro della porta difesa da Provedel ; la Lazio d’altro canto ha solo una mezza occasione con un tiro di Pedro di destro a giro sul secondo palo effettuato da sinistra che sorvola di poco l’incrocio dei pali della porta difesa da Szczesny.
Al quarantatreesimo la partita, quando ormai tutti si aspettano che la prima frazione finisca a reti inviolate, considerando la buona consistenza di tutte e due le difese, si sblocca e la Juve passa in vantaggio con Kean che conferma di essere in giornata, con
un pallonetto che beffa Provedel, incerto nell’occasione, ma ancora più grave l’errore di SMS che perde palla e consente a Rabiot , bravo nella circostanza di servire immediatamente e con assoluta precisione il veloce attaccante juventino scattato bene in profondità.
Nella ripresa è ancora Kean a segnare essendo rapido a sfruttare una corta respinta di Provedel , incerto anche in quest’occasione, su un tiro di Kostic non irresistibile,
poi è ancora lui a sfiorare la tripletta con un tiro dalla destra respinto di piede da Provedel , infine è Milik a segnare il terzo goal
dopo un preciso traversone di Chiesa dalla fascia sinistra, a sua volta ben servito da Di Maria . La Lazio ha solo una grande occasione nei minuti finali per segnare a parte un tiro senza pretese di Luis Alberto facilmente bloccato da Szczesny, ma il gran tiro di destro da poco fuori l’area di rigore di Felipe
Anderson all’incrocio dei pali è ben parato da un attento Szczesny.
Nella Juve il migliore è stato Kean,
ma ottima anche la prestazione di
Fagioli che in assenza di Pogba e Di Maria ha dato un po’ di consistenza tecnica al centrocampo juventino, buona anche la prova di Rabiot, di partita in partita sempre più importante il suo apporto alla squadra , così come quella di tutti gli altri compresa quella della difesa, sempre più rocciosa ed impenetrabile e quella del portiere
polacco.
Nella Lazio gli unici salvabili sono
stati Felipe Anderson e Pedro, i peggiori sicuramente Provedel, che
dopo un buon inizio ha avuto nelle ultime partite diverse incertezze,
SMS che continua a prendere ammonizioni ed a giocare in modo lezioso, grave l’errore in occasione
del goal come ho detto in precedenza che consente alla Juve di sbloccare la partita .
Le attenuanti di non poter disporre
di Zaccagni, di Immobile, di Lazzari
e di Patric a mio avviso non possono giustificare prestazioni così scialbe , comunque complimenti alla Juve per questa ottima prestazione, quando avrà a disposizione i vari Pogba , Di Maria e Chiesa in buone condizioni, non potrà far altro che migliorare ulteriormente.

Nicola Romano

Perche’ rigirare il coltello dentro la piaga, come sono lontani i due 3 -1 pre COVID .

OCKHAM

Tre pere prima di dormire (sosta) aiutano a digerire (Allegri).

cipralex

A Napoli, ora, Spalletti e DeLa avranno una sessantina di giorni per rimirarsi, confrontarsi ed avere idee…… 😉…..il Milan invece le idee le ha finite assieme alla birra, squadra con limiti chiari, Leao dipendente, se va bene arrivano quarti……l’Internazionale di Milano ha oramai la saccoccia troppo piena di pere (22) e anche le botte di culo si prenderanno, alla ripresa, una pausa di riflessione……la juve si conferma la miglior difesa del campionato e per chi capisce di calcio questo non è un dettaglio…..io ho buone sensazioni…….

2010 nessuno

Si cipralex si, tutti avranno dei problemi di seguito alla sosta Mondiali, tranne la Juve ovviamente, ma siccome chi capisce di calcio, tanto per dire, sa che i risultati che ha ottenuto il Napoli, per esempio, sia in campionato che nelle coppe, no sono dovuto al caso ne che possano essere transitori , fa pensare che quei – 10 , potrebbero anche aumentare quanto meno con la partita di ritorno e che provare a “seppellire” gli altri avversari, parlo del Milan e, ma sì anche dell’Inter, prima che siano “defunti” al netto dei futuri risultati, non funziona, ehh no.

Leo 62

Massimo terzi @Cipralex… fidati, giocate sempre da schifo, la sosta vi fotte, torneranno giocatori stanchi, equilibri nuovi da trovare, gioco sempre stitico, unica cosa buona è che prendete pochi gol, ma ne segnate anche pochissimi e tutto questo vi servità per fare terzi… che poi non è detto perché l’Inter potrebbe chiudere forte. Bella lotta comunque.

Waters

Pagelle di Midterm, rimarcando la grande prestazione del sommo Biden,quello che si rivelerà il più grande Presidente della storia..

Napoli.9,5 solo perché il 10 non si può dare,grande squadra,grande società,campagna acquisti e cessioni da sogno, allenatore finalmente maturato.
Ottima rosa, con un parco attaccanti di prim’ordine, ricordiamo che Raspadori e Simeone non partono titolari..cosa può arrestare una marcia che pare trionfale?Probabilmente la prima sconfitta in campionato,da bonus anche il percorso in Champions 15 punti su 18.

Giocatore più Kvara…
Giocatore meno…difficile dirlo..forse nessuno.

Fc Internazionale di Milano 7,5 soprattutto in virtù di un percorso Champions entusiasmante, al sorteggio bisogna ricordarlo,eravamo il classico vaso di terracotta che viaggia assieme a tanti vasi di ferro, di manzoniana memoria, poi, abbiamo staccato la qualificazione con due prove straordinarie a Milano e a Barcellona, i catalani,occorre ricordarlo,stanno dominando il campionato spagnolo, il tutto senza Lukaku e Brozovic, meno bene in campionato, a causa di qualche prestazione sfortunata, – vedi gol mangiato a porta vuota da Dumfries contro la Juventus – e qualche decisione arbitrale non proprio a nostro favore,a non parliamo di arbitri.

Giocatore più Dimarco
Giocatore meno DeVrii

AC Milan 6,5…come dico da sempre i cugini sono il Gastone del calcio,storicamente è difficile riscontrare tanta fortuna, a cominciare dalla mitica nebbia di Belgrado, finendo per un autogol a qualche minuto dalla fine.
Campionato ad ogni modo più che dignitoso, con la chicca della vittoria nel derby la squadra sembra comunque in ambisce, in Champions il minimo sindacale viste le avversarie, ma alla prima squadra decente incontrata le ha buscate di brutto.
Giocatore più Giroud
Giocatore meno De Keteleare

Lazio 6 Bene in campionato,meno bene in Coppa, tranne ieri sera la squadra di Sarri ha dimostrato una buona organizzazione difensiva – in campionato – sarà dura che mantenga il quarto posto,a il recupero di Immobile,gli darà ulteriore sicurezza.
Giocatore più Romagnoli
Giocatore meno..boh forse Luis Alberto..

Roma 5,5 Alterna in campionato,ha fatto il suo in Europa League,il gioco langue e diversi infortuni hanno bloccato la squadra,abbastanza irrilevante il contributo di Mourinho,soprattutto in fatto di huevos.
Giocatore più Pellegrini
Giocatore meno Abraham

Juventus 4,5 frutto soprattutto di una Champions disastrosa 3 punti su 18 e sconfitta clamorosa con gli israeliani, brodino in campionato con 6 vittorie consecutive,anche se lo svantaggio sul Napoli è abissale, dalla squadra più ricca,con l’allenatore più pagato, con i giocatori più pagati si pretende di più
Giocatore più Rabiot
Giocatore meno Vlahovic.

unclemarvo

Un voto in più alla Lazio, e due in meno alla Roma, che a iniziò campionato in non pochi indicavano come candidata al titolo. Invece forse si qualifica per la conference di nuovo, nonostante Dybala and co

Grande Romeo

Dopo Napoli Empoli, tornato nelle sua Toscana, a cena con nipote e compagno di quest’ultima (almeno stando a quanto riferito dal tizio) Spalletti ha indicato una classifica di…”squadre che lo preoccupano” un po’ diversa dalla tua

Waters

Può essere,ma la mia era una votazione globale,che riguarda anche il cammino nelle Coppe Europee

malandragem

e secondo quale criterio è più alto il voto dell’Inter – qualificata in CL grazie ad un furto clamoroso (stesso strumento che la tiene a galla in serie A) e dietro al Milan in campionato – rispetto ai rossoneri parimenti qualificati e attualmente con più punti nella competizione nazionale?

Waters