Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

SERIE A, 28a GIORNATA – L’Inter va a picco e Inzaghi ne ha perso il controllo. Contro la Fiorentina a San Siro i nerazzurri infilano la decima sconfitta in campionato (terza consecutiva e quarta nelle ultime cinque partite). Lukaku si mangia tutti i gol possibili sotto porta, e Marotta ha già anticipato che sarà rispedito senza pietà al Chelsea. La qualificazione Champions è a rischio e Inzaghi salva il posto solo perché ora ci sono Juventus in Coppa Italia e Benfica nei quarti di Championas. Ma il campionato è un disastro. La Fiorentina di Italiano invece (quinta vittoria consecutiva) risale la classifica che è un piacere. Intanto da sotto arriva la concorrenza: la Juventus continua a vincere (gol di Kean al Verona, settima vittoria nelle ultime otto) e punta clamorosamente ad annullare il – 15 per entrare in Champions. Anche l’Atalanta avanza minacciosamente, a ingolfare il gruppo delle pretendenti. Insomma si va verso un finale con grandi sorprese ed esclusioni illustri?  Intanto la Lazio è sorprendentemente seconda: stiamo assistendo alla mutazione genetica, in senso trapattoniano, del calcio di Sarri.

SERIE A 2022-2023

GIORNATA N. 28

Sabato 1 aprile 2023

Cremonese – Atalanta 1-3

(44′ De Roon A, 56′ Ciofani rig. C, 72′ Boga A, 90’+3′ Lookman A)

Inter – Fiorentina 0-1

(53′ Bonaventura F)

Juventus – Verona 1-0

(55′ Kean J)

Domenica 2 aprile 2023

Bologna – Udinese 3-0

(3′ Posch B, 12′ Moro B, 49′ Barrow B)

Monza – Lazio 0-2

(13′ Pedro L, 56′ Milinkovic Savic L)

Spezia – Salernitana 1-1

(43′ Caldara aut. Sa, 70′ Shomurodov Sp)

Roma – Sampdoria 3-0

(57 Wijnaldum R, 88′ Dybala rig. R, 90’+4′  El Shaarawy R)

Napoli – Milan 0-4

(17′ Leao M, 25′ Brahim Diaz M, 59′ Leao M, 67′ Saelemaekers M)

Lunedì 3 aprile 2023

Empoli – Lecce 1-0

(62′ Caputo rig. E)

Sassuolo – Torino 1-1

(36′ Pinamonti S, 66′ Sanabria T)

***

CLASSIFICA

Napoli 71 (28), Lazio 55 (28), Milan 51 (28), Inter 50 (28), Roma 50 (28), Atalanta 48 (28), Juventus 44 (28)*, Bologna 40 (28),  Fiorentina 40 (28), Torino 38 (28), Udinese 38 (28), Sassuolo 37 (28), Monza 34 (28), Empoli 31 (28), Salernitana 28 (28), Lecce 27 (28),  Spezia 25 (28), Verona 19 (28), Sampdoria 15 (28), Cremonese 13 (28).  * Juve 15 punti di penalizzazione

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 29

Venerdì 7 aprile 2023

Salernitana – Inter 17.00

Lecce – Napoli 19.00

Milan – Empoli 21.00

Sabato 8 aprile 2023

Udinese – Monza 12.30

Fiorentina – Spezia 14.30

Sampdoria – Cremonese 16.30

Atalanta – Bologna 16.30

Torino – Roma 18.30

Verona – Sassuolo 18.30

Lazio – Juventus 20.45

***

Domenica 2 aprile 2023

La Lazio e la mutazione genetica del calcio di Sarri

L’inaspettato secondo posto della Lazio ci fa discutere di un caso non previsto dai nostri schemi. E cioè la mutazione “trapattoniana”   – o allegria: vedete voi l’aggettivo che preferite, ma ci siamo capiti… – di Maurizio Sarri. Che ha guidato la Lazio verso l’alto pilotandola secondo schemi e concezioni che non ha mai condiviso o praticato. In realtà già da qualche anno si aveva sensazione che un “gene del difensivismo” fosse stato accolto nella catena elicoidale del dna sartiano, diciamo più o meno dai tempi della Juventus o anche del Chelsea, ma certo si pensava tutti che avesse accettato l’offerta della Lazio e di Lotito, proprio per poter riaprire a Roma il suo laboratorio di football fatto di calcio d’attacco, possesso palla. Insomma in perfetto modello Napoli. E invece la Lazio macina vittorie non troppo largheggianti per non dire anche striminzite, puntando su una difesa che non prende più gol (zero nelle ultime cinque partite). Solo il Napoli di Spalletti in questo senso ha numeri migliori. E la Lazio oggi si impone più per le parate di Provedel e la coppia difensiva centrale CasaleRomagnoli. Del resto se questa non è per Immobile la stagione dell’abbondanza, in qualche altra maniera bisogna pur fare. Se pensavate che Sarri fosse il tipo “mi spezzo ma non mi piego”, beh dovete ricredervi.

Sabato 1 aprile 2023

Inter costretta a tenersi Inzaghil, l’imprevista rimonta della Juventus

Ci sono due questioni brucianti da risolvere, che il campionato ci ripropone di continuo e tutti rinviano alla domenica successiva sperando di trovare una risposta. Il caso Inzaghi e il caso Juventus.

  Inzaghi ha chiaramente perso il controllo dell’ Inter:  Contro la Fiorentina siamo ormai arrivati alla decima sconfitta in campionato (quarta nelle ultime cinque). Salva la panchina, Simone, perché paradossalmente l’ Inter è in corsa anche in Coppa Italia (semifinale contro la Juve) e in Champions League (quarti di finale contro il Benfica). Ma il posto in Champions via campionato è sempre più a rischio e l’involuzione della squadra inquietante. Lukaku ormai sbaglia gol a porta spalancata e gli unici ragionamenti che si fanno su di lui riguardano la restituzione più indolore possibile al Chelsea.

  La Juventus, come l’Atalanta, avanza minacciosamente da dietro.  La sua impresa è annullare il -15 di penalizzazione e conquistare ugualmente la qualificazione alla Champions League. Allegri già da tempo fa i conti senza penalizzazione, a sottolineare che solo la straordinaria impresa del Napoli ha ottenuto un risultato migliore. Resta però un nodo tabù da nessuno toccato. Come si comporterà l’Uefa se, in caso di colpevolezza confermata da successive sentenze, la Juventus dovesse conquistarsi un posto fra le prime quattro nonostante tutto? Saremmo di fronte a una penalizzazione vanificata dall’impresa Juve e un traguardo comunque raggiunto. Si accettano scommesse….

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SINTESI

SERIE A, 28a GIORNATA – L’Inter va a picco e Inzaghi ne ha perso il controllo. Contro la Fiorentina a San Siro i nerazzurri infilano la decima sconfitta in campionato (terza consecutiva e quarta nelle ultime cinque partite). Lukaku si mangia tutti i gol possibili sotto porta, e Marotta ha già anticipato che sarà rispedito senza pietà al Chelsea. La qualificazione Champions è a rischio e Inzaghi salva il posto solo perché ora ci sono Juventus in Coppa Italia e Benfica nei quarti di Championas. Ma il campionato è un disastro. La Fiorentina di Italiano invece (quinta vittoria consecutiva) risale la classifica che è un piacere. Intanto da sotto arriva la concorrenza: la Juventus continua a vincere (gol di Kean al Verona, settima vittoria nelle ultime otto) e punta clamorosamente ad annullare il – 15 per entrare in Champions. Anche l’Atalanta avanza minacciosamente, a ingolfare il gruppo delle pretendenti. Insomma si va verso un finale con grandi sorprese ed esclusioni illustri?  Intanto la Lazio è sorprendentemente seconda: stiamo assistendo alla mutazione genetica, in senso trapattoniano, del calcio di Sarri.

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
96 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Napoli nel cuore

Gli inchinati e le Camarille. Sempre in soccorso dell’ orrendo e efficientissimo sistema mediatico delle Camarille à la milanes, in vista delle prossime due di Champions, gli inchinati scelgono giusto questa partita per fare la Grande Protesta contro il Presidente. La solita storia di poveracci senza spina dorsale.

Modifica il 1 anno fa da Napoli nel cuore
Antonio Trilussa

Non sembra il problema principale.

Mordechai

Non ho capito un cazzo, chiedo scusa.

Xavier

Sforzo inutile, sarebbe capace di dire che Spalletti e De Laurentis vogliono uscire dalla Champions per fare un favore alle due Milanesi.

Mordechai

Ha sempre forti parole, insomma!!!

2010 nessuno

Neanche lui mi sembra

Mordechai

Sei impietoso …
🙂

2010 nessuno

Anzi Mordechai, anzi 😎, tu piuttosto, in sintonia col tuo nickname sei…..mordace nel giudizio che dai sull’Inter poco sotto, anche se in buona parte mi tocca darti ragione, tranne naturalmente nel “continuate così, grazie” , anzi potessimo già invertire la tendenza martedì….

Antonio Trilussa

Ahi!

Bob Aka Utente11880

Mizzica cugini, cu fu’ ?

Archivista

Pesce d’aprile!

il ghiro

MONZA – LAZIO 0 – 2 ovvero La Cronaca di Monza.
Con il Monza gara molto delicata, non vorrei che il “bonus Champions” promesso dal sor Lotito portasse iella, io mi gratto a prescindere. Sarri fa rientrare Lazzari per lo squalificato Marusic, in coppia con Hysaj, non si fida del pieno recupero di Ciro e lascia il Pipe al centro dell’attacco, con Pedro sulla destra. Il bravo Palladino, assenti gli squalificati Izzo e Pessina, schiera i suoi tre centrali, sulle fasce a dx Ciurria, a sx Carlos Augusto, Rovella e Machin in mezzo e Sensi e Caprari sulla trequarti per innescare il Petagnone. Arbitra il genovese Marcenaro, al VAR il torinese Pairetto.
Pedro tira alto da fuori, ma si rifà due minuti dopo piazzando la palla in rete dopo un bello scambio in area tra Zac e il Pipe, 0-1. Zac prova ancora da dx ma Di Gregorio devia in angolo, attacca il Monza, cross da dx di Ciurria, testa di Sensi a lato, Petagna reclama un rigore per un proprio (!) fallo di mano, il Mago tira a lato, cross da dx di Ciurria, testa di Petagna, salva Provedel deviando oltre la traversa, tiraccio di sx di Rovella, tiretto fuori di Pedro.
Ripresa: va via Zac a Ciurria, che lo ferma con le brutte, giallo per lui, idem per Caprari duro su Lazzari, idem idem a Marlon su Zac, id id id a Donati ancora su Zac, e su quest’ultima punizione il Sergente fa volare alta l’Aquila, gran botta nel sette, 0-2. Salva Romagnoli su Carlos Augusto, giallo a Zac duro su Rovella, entrano Antov, Dani Mota e Colpani, al 64’ entra Ciro per Pedro, poi anche Vecino e Basic per Cataldi e il Mago, Gytkjaer per Caprari, giallo a Sensi duro su Basic e al Pipe duro su Carlos, entrano Barberis e Luca Pellegrini per Lazzari, tira da fuori Colpani, para Provedel, sulla respinta Gytkjaer sparacchia alto, para Di Gregorio sul tiro di Basic. E la Lazio chiude l’ennesimo “clean sheet”, bene anche la mezzora giocata da Ciro e l’assaggio di Pellegrini in vista Juve.
Le pagelle: Provedel 7; Lazzari 6 (Pellegrini sv), Casale 6,5, Romagnoli 7, Hysaj 6; Milinkovic-Savic 7,5, Cataldi 7 (Vecino 6), Luis Alberto 7 (Basic 6); Pedro 6,5 (Immobile 6). Felipe Anderson 6,5, Zaccagni 6,5. All. Sarri 7.
Nel Monza bene Di Gregorio, il solido Pablo Marì, e Ciurria sempre libero a dx, sotto tono i quattro centrocampisti, combattivo ma sfortunato Petagna; l’arbitro Marcenaro non lascia traccia di sé, sempre un ottimo segnale.

mnar53

Non è il caso di prendersela con il solo Inzaghi per la sconfitta. Semmai con tutti e due gli allenatori per una partita tecnicamente e tatticamente orrida: squadre tagliate in due e difese ridicole.

Poteva finire 0-0 come 10-10, oppure 10-1 per una delle due (statisticamente di più per l’Inter).

E chiaramente ce ne hanno messo di loro anche gli attaccanti, a cominciare da Lukaku.

guest

….e sto CASO
Mettici anche Il caso Scafroglia

From Naples

Bergomi: ” il Napoli in difficoltà nel 2023..”

ConteOliver

vabbè, hai detto Bergomi…

poereto 😉

in realtà si è trattato di pretattica, in ottica CL

Eric Dolphy

pro Allegrio;
cari bloggaroli di fede bianconera, non è che state strapazzando troppo il Livornese?
non considerate che è riusciuto a compattare e motivare una squadra (composta in gran parte da ragazzotti, non dimenticatevelo, voi che gli imputate di non far giocare i giovani) che in altre mani si sarebbe squagliata?
che non ha potuto contare appieno o del tutto, per varie ragioni, su Chiesa, Pogba e Di Maria?
che malgrado i -15 potrebbe agguantare la zona CL?
che potrebbe vincere due coppe, certo non di primo piano, ma pur sempre coppe?
non è il caso di attendere la fine della stagione per trarre le somme?
dite che non serve, qualunque sia l’esito volete un altro allenatore?
va bene, quanto tempo gli dareste? più di Sarri? più di Pirlo?

Modifica il 1 anno fa da Eric Dolphy
Xavier

Concordo pienamente, Allegri sta facendo bene, con giocatori ottimi, certamente, ma in una situazione societaria che scoraggerebbe moltissimi altri allenatori.
E poi non è un piangina, non parla dei 15 punti o peggio in un panorama di colleghi che fanno casino per le rimesse laterali.
Dovesse vincere una Coppa, la sua stagione sarebbe da considerare abbastanza positiva, nonostante la pessima Champions.

Modifica il 1 anno fa da Xavier
ConteOliver

Oggi, in assenza della società, l’allenatore sta “cantando e portando la croce”: fa tutto lui, dalla comunicazione mediatica alla gestione della squadra

Il gioco non è il suo forte e mai lo è stato, ma a livello di gestione è sicuramente un top: non per niente il Real lo voleva prendere, ben consapevole che – come dimostrato da Zidane – quella squadra infarcita di talento e campioni è capace di vincere con chiunque in panchina, purché abbia carisma e capacità di gestione del gruppo.

Il proiblema principale di uno come Allegri, oggi come oggi, è il suo staff: andrebbe affiancato da un tattico moderno e capace di dare idee di gioco e, soprattutto, da un gruppo di preparatori atletici all’altezza

my 2 cents 😉

cipralex

Secondo me la “capacità di gestire” è la dote, di gran lunga principale, di un allenatore di calcio ad alti livelli.

Tattiche e idee di gioco, più o meno scopiazzate o dettate dalla moda del momento, vengono molto dopo e sono quasi mai determinanti il risultato.

Quello dipende dai calciatori e ,qualche volta, dal Var.

Luc 68

Io personalmente ho sempre avuto opinioni contrastanti riguardo ad Allegri. È indubbio che sappia fare il suo lavoro e cioè di gestore di uomini/ragazzi. Con lui le squadre prima o poi diventano gruppo affiatato salvo ad avere in squadra un campione che lo apostrofa in malo modo in una fase finale di Champions. Riguardo al gioco é indubbio che é qualcosa che non é nelle sue corde. Per questo motivo la filosofia di raggiungere prima di tutto il risultato a prescindere dal modo mette in evidenza tutti i suoi limiti specialmente quando non vi sono campioni in squadra.
Al momento penso che il 90% degli juventini rinnegherebbego facilmente il biennio Sarri Pirlo pur di tornare a vincere qualcosa.
Per ora tutti i risultati sul campo contano meno che zero se non si esprime prima il giudice di turno.
Quindi tutto vero ciò che dici ma io aspetto i giudici 😥😥😥

Eric Dolphy

e no, si giudica l’allenatore, non la dirigenza;
l’allenatore ha portato la squadra al secondo posto, la dirigenza al settimo posto se non in B;
mi stupirei della stupidità dei dirigenti se non avessi toccato con mano la qualità dei dirigenti italioti in generale: uno dell’Olivetti* mi disse papale papale che loro programmavano di sei mesi in sei mesi;
questi sarebbero i capitani coraggiosi del piffero;
l’ho detto e lo ripeto: soldati e lavoratori italioti sono ai massimi livelli, ufficiali e dirigenti agli infimi;

*
nat. non era ai tempi di Adriano e manco del figlio, ma di De Benedetti;

ConteOliver

De Benedetti è una barzelletta vivente, cui qualcuno ha pure avuto il coraggio di erogare finanziamenti in assenza di qualsivoglia garanzia

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Innanzitutto ragazzi cercate di non usare termini stranieri ,ove passasse la proposta di un’esponente del governo rischiate fino a100.000 euro di multa , venendo al calcio c’è da dire che l’Atalanta si è rialzata, l’Inter è ricaduta ,visti gli ahi lazzio mi è sembrata sfortunata oltrechè colpevole , poteva finire in parità magari 2-2, la Juve ha vinto meritatamente però ho visto un bel Verona, considerata la classifica almeno fino alla 3/4 avversaria dove ha mostrato una notevole inconsistenza offensiva, cosa che spesso succede agli avversari dei bianconeri , sarà la forza della loro difesa . Oggi tocca alla Lazio, che potrebbe addirittura consolidare il secondo posto, fuoricasa non di rado ha fatto buone partite ma con i biancazzurri non si può mai sapere. Poi toccherà alla Roma che non si può permettere di perdere altri punti e infine al Napoli, facile aspettarsi dal Milan una partita tipo quella che fece al San Paolo la Lazio, tutti dietro e provare a ripartire , spero da tifoso che si riesca a sbloccarla e a costringere i rossoneri a venire fuori, lo scudetto non è ancora vinto, se ridanno i punti alla Juve un piccolo pericolo c’è, anche se il calendario dei torinesi ad aprile sembra alquanto massacrante, ci fosse stato un quinto mercoledi probabilmente ci avrebbero infilato anche un turno infrasettimanale di campionato , meno male che il Napoli è uscito dalla Coppa Italia, ancora piu’ libera la Lazio che non ha nemmeno l’impegno europeo, si direbbe che la qualificazione alla Champions , visto anche il passo delle rivali, ormai possiamo solo buttarla da noi medesimi .
.

malandragem

Non eri quello che da sempre fa la crociata contro chi si azzarda a scrivere – correttamente – “goal” al posto di “gol”?

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Professore entrambi sono termini stranieri, sono quasi 60 anni da quando ho cominciato a giocare a pallone e si è sempre detto gol , da un po’ si dice goal non so perchè , a me piace di più gol sono padrone o non va bene neanche questo ? Penso che usiamo troppe parole straniere , ma mettere addirittura multe per chi le usa mi pare esagerato , e’ chiaro stu fatto ?

il propugnatore ha detto che non riguarda noi pezzenti ma lorsignori e però il ministro del “made in Italy” ha fatto bene: è per farsi capire dagli stranieri;
insomma: poche idee bislacche ben confuse;

Eric Dolphy

correttamente come taxis o taxies?

malandragem

come nel nome della celebre casata, Thurn und Taxis

luigi.iannelli

Uuuh, che noia qui al bar, che noia la sera, la sera vedersi qui al bar
(Che noia qui al bar)
Come entro, ci trovo l’Inzaghi
L’Inzaghi che è sempre depresso
Fra un sospiro, un lamento e un espresso
Ha negli occhi l’infelicità
(L’infelicità)
Poi c’è il Pioli, il Sarri e il Murigno
E un balordo che chiamano Acciuga
Dice lui che fa l’allenatore
Di che cosa, nessuno lo sa
Ma per fortuna che c’è il Luciano
Che da solo gioca al biliardo
Non è di grande compagnia
Ma è il più simpatico che ci sia
Ma è il più simpatico che ci sia
Uuuh, che noia qui al bar, che noia la sera, la sera vedersi qui al bar
(Che noia qui al bar)
Entra la Ines, quella biondina
Che ho saputo che vive a Voghera
Non c’è santi, vien qui ogni sera
Se ci parlo non risponderà
(Non risponderà)
Poi c’è il Vlaho, che gioca al pallone
Mette giù un sacco d’arie e pretese
Cambia d’abito sei volte al mese
È riserva però in serie A
Ma per fortuna che c’è il Luciano
Che da solo gioca al biliardo
Non è di grande compagnia
Ma è il più simpatico che ci sia
Ma è il più simpatico che ci sia
Uuuh, che noia qui al bar, che noia la sera, la sera vedersi qui al bar
(Che noia qui al bar)
In saletta, i ras del commento
Puntuali son lì dalle nove
Sempre i soliti, mai facce nuove
Dio che noia la sera qui al bar
La sera qui al bar
Non vi dico che cosa è il padrone
Se dimentico di consumare
Non mi molla, continua a fissare
Finché crollo e non prendo un caffè
Ma per fortuna che c’è il Luciano
Che da solo gioca al biliardo
Non è di grande compagnia
Ma è il più simpatico che ci sia
Ma è il più simpatico, il più simpatico
Non è di grande compagnia
Flic po pu patatà
Ma è il più simpatico che ci sia
Che noia qui al bar, che noia la sera, la sera vedersi qui al bar

Eric Dolphy

ieri sera però non ti sei annoiato;

Xavier

Me sa de no…
Ma per fortuna che c’è il Luciano…

Mordechai

Veramente una bella squadretta “la” Inter…
Molto “etta”.
Dieci calci nei denti in ventotto partite, è proprio un bell’andare.
Continuate così, grazie.

Bob Aka Utente11880

Ma c’è un premio alla fine ?

Mordechai

Di cartone. 😃😃😃

Bob Aka Utente11880

Bene anche quello.

alberto_ol

Sondaggio.
Sottoporta meglio Bremer o Lukaku?

guest

Voto per la porta

cipralex

Rivedo, grazie a Sky e dopo un po’, la juve in campionato.

Max organizza da par suo un sapiente turnover (in attesa della astutissima Internazionale di Milano,mimetizzatasi nell’incontro con la Fiorentina) risparmiando Chiesa, Di Maria, Vlahovic, Rabiot, A.Sandro, Kostic e Pogba.

Paredes,non fosse squalificato,sarebbe comunque fuori per scelta personale sua di lui.

Ragazzini e serie B in campo.

Gol di Kean frutto di schema provato e riprovato inviato in video da De Zerbi.

Gatti mi è sembrato un giocatore di calcio.

Barrenechea non ancora.

Superbi i lancioni alla cazzo ma alti e morbidi del polacco.

Saranno cazzi per la “giustizia sportiva” itagliana ed europea……..

…….io ho buone sensazioni…….

Curva Sud Milan

Dopo un milione di cannonate, si capisce che possa dare le vertigini vedere due passaggi in velocità rasoterra nella metacampo avversaria. Anche statisticamente deve succedere un paio di volte a partita. D’altronde Locatelli con De Zerbi aveva le migliori statistiche proprio in quel fondamentale.

inox

Buongiorno Fabrizio

Certamente Maestro sai cosa è il “déjà vu”. Vuole dire il richiamare alla mente cose già viste, già vissute e sperimentate. Inter-Fiorentina 0-1 Bastoni, al momento dell’inopinata presenza in area di Bonaventura per nulla attesa e soprattutto non  annunciata (non si fa così, si tratta di galateo), patisce il déjà vu. L’atteggiamento del corpo e in particolare la faccia di Bastoni dopo avere cuccato la pera dimostrano che il nostro è li, come a dirci, ma che cazzo ci sto a fare? Ho già vissuto una esperienza del genere o la sto per vivere?. Stralunato. A riguardo è interessante quanto dichiarato dalla signora Bastoni in merito. Veda, Alessandro non è nuovo a simili comportamenti. Giusto qualche giorno fa gli ho chiesto da quanto tempo non vede quella troia della Maiè e lui, come caduto dal pero, mi dice: la Maiè chi? Eh si! Patisce di vuoti di memoria. A volte pensa di avere fatto cose che in realtà non ha fatto. Come, per esempio, portarmi fuori il sacco dell’umido. Formula 1: Leclerc parla un italiano ottimo meglio di Sinner e di La Russa. Questo è dovuto al fatto che lavora in Italia alla guida di una macchina italiana. Suggerisco di fornire a Retegui una Jeep Renegade con la scritta intarsiata d’oro sul volante “pensaci” così si ambienta e fra una diecina di anni parlerà italiano peggio di Leclerc ma un peletto meglio di ora (ci vuole poco). La Juventus, senza mettere su quella puttanata dell’esame di italiano per Suarez, avrebbe potuto fornire l’uruguagio di una Jeep Renegade con la scritta intarsiata d’oro sul volante “cocumella”. Tempo venti/venticinque anni avrebbe parlato italiano quasi come Leclerc e meglio di Retegui (ci vuole poco). A riguardo, prende una dura posizione Montanarella Maria, impiegata nel reparto disegno e rifiniture dell’impianto di Melfi (Pz). Belin! Con queste scritte! O trombo con Casorelli Michele o scrivo! Abbiate pazienza. Ha ragione. Indubbiamente. Plauso bipartisan dei sindacati di nuovo uniti su un tema caro al paese intero: trombare o trombati.

Eric Dolphy

ti propongo come il bloggarolo più antipatico -aldilà della fede calcistica;

Mordechai

Adesso un riposino ti ci vuole.

Luc 68

Ho visto le sintesi.
Juve fortunata, da queste vittorie può uscire qualcosa di buono. Per la prima volta, nell’occasione del goal ho visto fare a Kean il movimento giusto …. speriamo non sia un abbaglio.
Inter sfortunata, da queste sconfitte possono venir fuori solo guai. Speriamo non paghi tutto ciò in CL … per quanto riguarda la Coppa Italia…. speriamo non si sia ancora ripresa 😂😂😂😂

Modifica il 1 anno fa da Luc 68
tom

Ecco cosa succede quando non fai altro che costruirti alibi per giustificare la sconfitta in una partita che meritavi di perdere.

Bocca, quella che per te è una scommessa, per tanti è un auspicio. Che si voglia far fuori, o comunque punire la Juve, è chiaro e palese. Che si riesca farlo, vedremo. Il coltello dalla parte del manico ce l’hanno gli accusatori, ma a volte anche un pugile suonato riesce a rialzarsi e far fuori l’avversario.

Modifica il 1 anno fa da tom
mario rossi

Bocca se prova a digitare “Inzaghi” su google, appena arriva a “inz” nella barra compare in automatico “Inzaghi esonero”🤣🤣🤣

2010 nessuno

Dagli torto….

tom

Vero… 😂

IMG_1553.jpeg
ConteOliver

Ci sono stagioni che nascono storte, e quella dell’Inter mi sembra una di queste: ho contato almeno 5 gol clamorosi mangiati da Lukaku (3), Dumfries e Mikitarian, più un palo di Barella e sole due azioni degne di nota dei viola

se c’è un risultato bugiardo direi che è questo

colpa di Inzaghi?
mi viene difficile crederlo, quando vedi uno che in nazionale belga fa l’esatto opposto di quel che fa a San Siro

è una di quelle annate da Legge di Murphy

capita

"𝐀𝐇! MA È 𝐕𝐈𝐎𝐋𝐀!" (cit)

Quando ci rubarono la partita all’andata sembrava una stagione che “nasceva dritta”?

E poi mi sa che stasera te guardavi solo da una parte…

Dopo mezzo minuto prima occasione per Ikoné.
Subito dopo, doppia occasione sul tiro di Castrovilli e poi sul rimpallo di Bastoni, bravissimo Onana in entrambe.
Al 40′ doppia occasione d’oro Saponara e Ikoné, il secondo si mangia un gol fatto.
Appena iniziato il secondo tempo fantastico tiro a giro di Castrovilli con palla che esce di un nulla a portiere battutissimo.
Il gol di Bonaventura, dopo una prima occasione su colpo di testa di Cabral.
Dopo un’ora di gioco Ikoné (un Lukaku più magro) si brucia un altro gol solo davanti ad Onana.

Se non contiamo le doppie occasioni, ce ne sono almeno sei, altrimenti saliamo a otto-nove viola. Vedi te…

ConteOliver

io sarei della Juve e l’ultima cosa che mi fa dispiacere è una sconfitta dell’Inter, vedi tu 😉

detto questo, cerco di avere un minimo di obiettività nel giudicare, ma vedo che a te, essendo parte in causa, viene difficile

pazienza

"𝐀𝐇! MA È 𝐕𝐈𝐎𝐋𝐀!" (cit)

Guarda che io le ho viste eccome le occasioni dell’Inter (e non capisco perché Italiano in certe partite – solo in certe, ma sempre contro l’Inter! – sfida la sorte in modo esagerato; la difesa altissima di ieri, lasciando perennemente il buco a destra, mi è perso un tentato suicidio), sei tu che, a proposito di obbiettività, non hai visto quelle Viola.

Vabbeh… pazienza.

…e sì,quante ne abbiamo perse così? Bravo!

Il correttore

TU! Il pronome soggetto in italiano è TU. “Te” è pronome oggetto. “Usciteli” i libri di grammatica dagli armadi, per Dio!!

monica

In toscana spesso si usa il “te”.
P.e.: te t’hai visto un bel mondo,sì!
Lo usiamo in certe circostanze ben precise,dipende dal contesto.
….anche se su due piedi non te lo saprei spiegare di preciso quale contesto! 😜 viene da sé!

Il mattino ha loro in Bocca

ci sono libri che spiegano, invece, quanto sia allargato l’uso del te anche riferito al soggetto e l’espressione di tipo imperativo, come in questo caso, è una di quelle ormai acquisite.
Detto questo a me viene meglio il te del tu (come in genere a tutti i toscani), ci sono peccati peggiori.

"𝐀𝐇! MA È 𝐕𝐈𝐎𝐋𝐀!" (cit)

Bellino. Qui la grammatica la si è inventata, “te” è solo un vezzo.

Il correttore

Ragazzino, lì si è inventata solo la parlata, la grammatica si è sviluppata con l’apporto di tutti nei secoli successivi. E la grammatica infatti dice che “te” soggetto è sbagliato. Se le cose non le sai, “salle”.

Grande Romeo

Ok, risolviamo così: te tu sei grullo (in senso scherzoso, un t’incazza’)

Il mattino ha loro in Bocca

👍…ecco perchè a Firenze dite: te tu s’è bischero!…così ‘un vi sbagliate!

monica

Non “s’è”.
“Se’ ” ! Oltre alla c a volte ci mangiamo anche qualche vocale!
E per essere ancora più toscani si dice “così ‘un vu vi sbagliate”
😄

Modifica il 1 anno fa da monica
Il correttore

👍

Mordechai

Grammatica e panini con il lampredotto.
😃

2010 nessuno

Con salsa verde e anche piccante mi raccomando

monica

😂…bono!

luottardi

Tutta colpo della Juve che ruba e del Var che non vede l’increspatura della manica della maglia di Rabiot al passaggio ravvicinato del pallone…

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Che fatica essere uomini ! .

Mordechai

Non c’hai più l’età. 😊😊😊

il ghiro

Sabato a Stelle e Strisce
Poche stelle e forse anche poche strisce, ma ce l’avranno ancora la maglia a strisce? Si, ce l’avevano tutte e tre. Tre delle più famose strisciate d’Italia si battono a distanza per un posto in Champions, per antipasto un mini-derby lombardo, i nerazzurri della Dea a Cremona, quindi i nerazzurri del Biscione contro i Viola, duello assai più tosto, infine i bianconeri contro i gialloblù, sfida molto più commestibile. Sulla carta tre punti ciascuna per le strisciate impegnate nell’anticipo, Juve e Inter si rincontrano martedì per la Coppa Italia, ma, ragazzi, ricordatevi che si gioca il primo di aprile, attenti perciò che per qualcuna delle tre potrebbe essere in arrivo qualche bel Pesce D’Aprile.
*****
CREMONESE – ATALANTA 1 – 3
La prima è andata, passa prima la Dea, con un rigore in movimento di De Roon, su cross di Zapata, palla stoppata dalle natiche di Aiwu, e piattone dell’olandese nell’angolo; pareggiano i grigiorossi su tiro al volo di Ciofani parato dal braccio di Toloi e rigore centrale del centravanti che spiazza Musso; segnano ancora i nerazzurri su sgroppata sulla dx di Hojlund e cross rasoterra per il facile tocco in rete di Boga. Dopo un palo di Maehle e un gol pappato da Hojlund, la gara si chiude col terzo gol, Boga ruba palla a Aiwu e serve Ederson, palla a Lookman che appoggia in rete, 1-3. La Dea ha meritato i tre punti, ma per vincere ha dovuto sostituire il trio Pasalic, Muriel e Zapata con il ben più efficace trio Lookman, Boga e Hojlund.
*****  
INTER – FIORENTINA 0 – 1
Inter senza Skriniar e Calha, i Viola occupano bene tutto il campo, tentativo in rovesciata di Cabral, para Onana su Castrovilli, poi grande azione individuale di Miki, ma Terracciano salva, ancora Inter in avanti, ma si impicciano in area Lukaku e Correa, tiro fuori di Mandragora, tiraccio di M. Quarta, Ikonè si pappa il gol. Partita equilibrata, ottime occasioni per entrambe. Nella ripresa entra Milenkovic, prova da fuori Biraghi, Lukaku si pappa il gol, rovescia alto Cabral, passa la Viola, corner di Biraghi, testa di Cabral, para Onana, ma sempre di testa ribatte in rete Jack, 0-1. Palo esterno di Barella, sbaglia ancora Ikonè, entrano De Vrij, Bellanova e Lautaro, Dumfries passa la palla a Terracciano, entrano Amrabat e Sottil, salvataggio su Bellanova, esce finalmente Ikonè, entrano Ranieri e Barak, giallo a Brozo, entrano Asllani e Dzeko, giallo ad Amrabat e ad Acerbi, testa fuori di Cabral e il Pesce d’Aprile è servito.
*****
JUVENTUS – HELLAS VERONA 1 – 0
Allegri ha fuori per squalifica Rabiot e Paredes, e lascia in panca anche Kostic, Di Maria e Vlahovic. Tira a lato De Paoli, niente da segnalare fino alla punizione toccata da Milik a Danilo che spizza il palo esterno, tiretto di Gaich. Nella ripresa entra Miretti, Locatelli col suo assist pesca in area Kean, che sbatte la palla in rete, 1-0. Giallo per lui duro su Faraoni, entrano Di Maria. Vlahovic e Kostic, quindi Verdi, Cabal e Doig, C.F. salva uscendo su Lasagna, entra Ngonge, C.F. para su Terracciano, ennesimo errore di Gaich e così’ la Saturday Night Fever si conclude felicemente per la Dea e per la Vecchia Signora e infelicemente per il Biscione.

La lista del penalizzatore

Un’ora e mezza insieme a Del Piero e famiglia a veder Szczęsny tentare di stirarsi cercando di perder palla il più lontano possibile dalla sua porta, finché, dopo indicibili sofferenze, soppesando il horto muso, appena prima di lasciare il campo una volta ancora indignato e rabbioso – lui!!! –, il Penalizzatore di Livorno, ché non si dica che quel che ci tocca vedere sia esattamente il suo progetto di calcio pensato e applicato in ventidue mesi, ci dava la chiave di lettura dello schema mancato…

😂😂😂A-L-T-A😂e😂M-O-R-B-I-D-A😂😂😂
😂😂😂A-L-T-A😂e😂M-O-R-B-I-D-A😂😂😂

…non avevamo capito un cazzo, Szczęsny con noi.

C’è gente che va pazza per ‘sta roba, che vorrebbe perpetuare ‘sto strazio anche negli anni a venire.

Vipe

Rivendico il “ palla morbida “
Il centrocampista di vasta anca e piedi educati con doppio passo ( rallentato ) efficace si crea lo spazio per il cross che esegue: in aria, alta, morbida; si avventa il centravanti, testa, gol.

Il centrocampista ora è squalificato.

Lo sostituisce l’ ala rapida giovane. Due cross nella partita due gol del puntero, di testa.
Si fa festa nello spogliatoio: non solo Vipe sa fare i cross dice ( ignaro ) il sostituto.

Il centravanti sulla fronte ha la pelle arrossata da un reticolato impresso da oggetto contundente. Sono le stringhe del pallone di cuoio d’ epoca.
Strusciandosi a lenire il capo, il goleador dirà: sì ma quando crossa Vipe la palla alta, morbida arriva con la “ stringatura “ rivolta verso il portiere…

cipralex

E’ solo lo schema del finale di partita: alta e morbida perchè ci mette più tempo a ricadere facilitando al contempo gli stop dei nostri……sapevatelo……

Curva Sud Milan

Quindi i millecinquecento sparati prima dei cinque minuti finali erano per prenderli d’infilata?

Quattroquattronovetredue

Per buttarla in politica, si potrebbe dire che al Napoli manca un’opposizione degna di questo nome, e una sana alternanza appare un’ipotesi assai remota.

Chakkko

Ho visto la partita fino al palo di Barella ma, da quello che leggo, non mi sono perso molto. Non credo che ci sia altro da aggiungere rispetto a quanto detto troppe volte quest’anno: squadra senza la necessaria concentrazione per affrontare le partite con la giusta cattiveria, così sconclusionata nelle scelte da risultare poco (o male) allenata, prestazioni condite da errori marchiani tanto in attacco quanto in difesa, giocatori così involuti da apparire copie sbiadite di quelli visti fino a qualche tempo fa, campionato che sta assumendo sempre più nitidamente i connotati di un eclatante “disastro” sportivo (le cui premesse erano già evidenti quest’estate ma si è deciso di non intervenire quando ancora si sarebbe potuto salvare qualcosa), scelte di mercato rivelatisi fallimentari (su Correa si sarebbe potuto scommettere sopra, sul ritorno di Lukaku ammetto che anch’io avevo sperato in qualcosa di meglio).

Che dire? Sembra un pesce d’aprile, in realtà è tutto vero.

Saluti

inox

Buongiorno Fabrizio

La International Medal for Outstanding Discoveries in Mathematics, o più semplicemente medaglia Fields, è un premio riconosciuto a matematici di età inferiore a 40 anni in occasione del Congresso internazionale dei matematici della International Mathematical Union (IMU), che si tiene ogni quattro anni. Questa edizione ha visto un ex aequo fra Jean Bourgain         “Institut des Hautes Études Scientifiques” e Ngô Bảo Châu           ( cugino di Zhang) Università di Parigi-Sud 11 e Institute for Advanced Study. Entrambi hanno preso in esame l’andamento di Lukaku e Dumfries avverso quel coso tondo detto pallone da loro maldestramente mancato in Inter-Fiorentina 0-1. Sono riusciti a dimostrare che il Lukaku prima e il Dumfries dopo subiscono, per un infinitesimale lasso di tempo, il lemma fondamentale nella teoria delle forme automorfe, attraverso l’introduzione di nuovi metodi algebrico-geometrici. Inoltre, per meglio comprendere l’apparente incomprensibile, ritengono il tutto dovuto alla famosa e già nota anche all’isola dei famosi teoria dell’evoluzione di Loewner stocastica, al moto browniano geometrico in due dimensioni, alla teoria di campo conforme come meglio ci dimostra la Satta vista in bikini a Miami. Interpellato a margine della cerimonia di premiazione Ngô Bảo Châu ci ha confidato: in buona sostanza si può arrivare a dire: Lukaku e Dumfries sono due cazzari fasulli. Ngô Bảo Châu nel salutarci vuole precisare: per quanto e a prescindere e in subordine la Izabel Goulart, moglie del portiere dell’Eintracht Francoforte, è una gnocca immensa. Ma allora, Dottore, anche lei segue il calcio? No, la figa che c’è intorno. Non sono mica scienziato per niente.

Mordechai

Senza tutti questi barocchismi e birignao : v’hanno sderenato. Di brutto.
Vi dice bene che manca poco alla fine, una decina di partite in più e l’anno prossimo a giocare col Mobilieri Ponsacco c’andate voi. E non per penalizzazione. Bravi, fatece Tarzan, fatece ride fino alla
fine. Passo e chiudo.

Luc10 Dalla

Capisco voler dare un dispiacere a noi bolognesi, però lasciar vincere così la Fiorentina non si fa…😜

Eric Dolphy

ohibò, mi ero rallegrato per il ritrovamento dell’avatar del ghiro quando mi accorgo che ha con mesi di ritardo ha seguito il mio consiglio e fatto un nuovo account;

alberto_ol

Complimenti per il nickname.
Film molto divertente.

Eric Dolphy

Together ancor di più e può tranquillamente passare come un film su una comune italiota ai tempi in cui ci si illudeva di potere cambiare qualcosa;
in questo periodo dopo essere rimasto intossicato dalla visione di un film horrywoodiano di superoi mi sto disintossicando pescando a piene mani nei film di Loach, Panahi e Moodyson;
di quest’ultimo ho cercato di acquistare il cofanetto con sette film ma sono solo in originale e tedesco, inglese o russo, quindi ho dovuto darmi alla pirateria;

Eric Dolphy

addendum: ho appena visto Avatar 2, nat. piratato, e come sospettavo è un secondo Star Wars: il primo gradevole visivamente ma con trama (i sempiterni cowboy&indiani) e dialoghi con la muffa;
e il tizio minaccia di farne altri quattro -e no, signor Cameron, se non si ha nulla da dire non è che ripetendolo il nulla acquisti concretezza;

il ghiro

Grazie del saluti, purtroppo con il nuovo account “il ghiro 2.0” ho ritrovato il mio animaletto totemico, ma ho perso il collegamento con tutti i miei commenti precedenti, Adesso perciò figuro come un neofita appena arrivato, anche se sul mio profilo ho citato la mia storia di affezionato cliente del Bar Sport. A meno che il mio anfitrione non riesca a far ricollegare dai suoi esperti tecnici informatici i due account ghireschi fondendoli insieme.
A proposito suggerisco al FaB di far correggere le indicazioni dei suoi social che citano instragram invece di instagram, mi ci cade sempre l’occhio…

Eric Dolphy

purtroppo l’esperto tecnico informatico non ha tempo, deve prepararsi per l’esame di terza media ;-P
quant’è, un anno? di più? non hanno risolto e ancora ci speri?

Bob Aka Utente11880

Ma quale Benfica ! La CL non è nessun reale obiettivo, non si può subordinare quello che rimane della stagione a un paio di partite solo apparentemente di cartello.
Via Inzaghi subito, la squadra affidata a chi volete voi, ma almeno si inizi a fare pulizia ! Accettiamo di uscire da CL e CI, e scivolare fuori dall’Europa ma almeno iniziamo la traversata del deserto senza ulteriori indugi.

EroAdAtene

Interessa un Allegri usato ma ancora ne’ su cenci? 😁😁😁

Bob Aka Utente11880

Ma anche si, se avessimo una squadra da dargli

EhEh

Non son riuscito a vedere che la sintesi…
ma se Lukaku si mangia quel gol e’ colpa di Inzaghi?
Tu che l’hai vista come e’ andata (a parte il palo di Barella)?

Modifica il 1 anno fa da EhEh
Bob Aka Utente11880

Però col Belgio non se li è mangiati, qui è evidentemente tutto all’aria

EhEh

Quell’impressione l’ho avuta sull’azione di Mikitarian
che normalmente una occhiata in piu’ ai compagni la da…

Mordechai

Contro l’Italia agli Europei è proprio così che se li è magnati. A venti cm dalla linea di porta. Spalancata.

Bob Aka Utente11880

Miopia ?

Mordechai

Broccaggine!

EhEh

Trap con Rocca in panca?

Bob Aka Utente11880

Il top

Eric Dolphy

è tutta tattica: la seconda squadra di Milano punta a vincere la CL;
dall’Islanda arrivano segnali confortanti;

96
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x