Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Un sistema fraudolento che coinvolgeva tutti i dirigenti, da Agnelli in giù e che configura l’ “illecito sportivo”. La Commissione d’Appello Federale  ha emesso le motivazioni della clamorosa sentenza che ha inflitto alla Juventus una penalizzazione di -15 punti in classifica per aver operato plusvalenze artefatte sul calciomercato, modificando illegalmente la verità dei bilanci. Insomma portati alla luce tutti i trucchi che hanno avvantaggiato i bianconeri nella concorrenza sportiva con gli altri club. Ma attenzione dentro le motivazioni c’è anche un’evidente ciambella di salvataggio: è la teoria del “reato continuato”. La Juventus è stata stangata più di quanto aveva chiesto il Procuratore Federale Chiné (-15 contro i -9 richiesti) proprio perché le violazioni erano tante, consecutive e una legata all’altra, all’interno di uno stesso “sistema”. Cioè la Juve avrebbe già pagato il suo conto in maniera maggiorata, e questo potrebbe prevenire ulteriori appelli di riapertura del processo in seguito ai nuovi carteggi dell’Inchiesta Prisma, nonché richieste addirittura di spedirla direttamente in Serie B. Insomma oggi la Juve, dopo Calciopoli, pagherebbe il conto della sua colpa con una stagione buttata via e amen. Dietro la mazzata si nasconde la manovra di salvataggio… SCARICA QUI LA SENTENZA DELLA CAF SULLA JUVENTUS.

Motivazioni sentenza CAF FIGC sul -15 alla Juventus

CLICCA SULL’IMMAGINE SOPRA PER SCARICARE LE MOTIVAZIONI DELLA CORTE D’APPELLO FEDERALE DELLA FIGC SULL’INCHIESTA PLUSVALENZE E IL -15 ALLA JUVENTUS

***

Un sistema fraudolento, diffuso e condiviso da tutti i protagonisti, alterazione del risultato sportivo, una confessione completa tramite le intercettazioni, bilanci non attendibili, il libro nero di FP (Fabio Paratici), un’impressionante mole probatoria proveniente dalla Procura di Torino che condanna inequivocabilmente la Juventus. E dunque -15 sia. Con tutti gli annessi e connessi, squalifiche varie e via dicendo. Un tribunale (Commissione di Appello Federale della Figc) difficilmente smentisce se stesso, anche se gli avvocati comunque si appelleranno a ogni minimo dettaglio, e dunque la clamorosa sentenza che ha affossato la Juventus adesso ha pure la sua lunga motivazione: 35 pagine di accuse, dettagli e particolari che fanno sinceramente a pezzi la Juventus. Possiamo tutti essere d’accordo che lì dentro del marcio ci fosse, eccome: questo dicono i giudici e questo mi sembra dunque ormai assodato.

  Anche in questo caso il mondo è diviso tra innocentisti e colpevolisti, ma coincidendo, guarda un po’, gli schieramenti col tifo, mi guardo bene dal farmi attrarre troppo da campane e sirene di entrambi gli schieramenti. Anche se non faccio zero a zero e la mia posizione è nota, chiara, nero su bianco. Le letture e gli ascolti di questi mesi mi hanno convinto che la Juventus l’abbia combinata grossa anche questa volta, che la sua recidiva rispetto a Calciopoli è comunque un fatto e un elemento del giudizio, e che il “così fan tutti” al momento è buttato lì per intorbidare le acque. Se le procure, come quella di Torino, tireranno fuori altre 14.000 pagine di intercettazioni e documenti che riguardano pure gli altri, ebbene voglio credere che pagheranno anche loro con la stessa moneta.

  La Caf ha riaperto il processo – è scritto – perché tutto questo materiale al momento della prima sentenza sportiva di assoluzione non era noto e disponibile dalla giustizia sportiva. Chiudere gli occhi non era possibile, né francamente sarebbe stato, soprattutto, giusto. Le motivazioni della Caf parlano di un “sistema fraudolento in partenza” e le prove sono nel comportamento e nelle parole dei dirigenti stessi, da Agnelli a Paratici a Cherubini. Che parla, questo per la verità nelle motivazioni non è chiarissimo, non perché è un’anima pia e immacolata – tanto è vero che è stato squalificato pure lui – , ma perché ha raccolto documenti e pezzi di carta – il famigerato “Libro Nero di FP” – perché gli avrebbe fatto un sacco comodo quando ci sarebbe stato da andare a discutere il rinnovo del suo contratto.

 Io, come è noto, a tutto questo ho aggiunto pure le dimissioni improvvise dell’intero Consiglio d’Amministrazione che annunciavano la bufera e svelavano anche la situazione gravissima dopo lo scontro aperto con la Consob. E da qui, insomma, la mannaia sulla Juventus e le squalifiche pesantissime per Agnelli, Paratici, Arrivabene, Cherubini, Nedved e i vecchi consiglieri di amministrazione.

  Non esiste un complotto anti-Juventus esiste un nucleo di intrighi, fatto non solo di carteggi fasulli ma anche di gelosie e di rapporti segreti, che all’interno stesso della Juventus all’improvviso esplode e prorompe fuori portando alla luce del sole tutto quello che doveva rimanere nascosto e sepolto forse per sempre. Questa gestione falsata del mercato e dei conti della società era ampiamente condivisa, le plusvalenze inquinano i bilanci in maniera talmente conclamata che non è più nemmeno necessario andarle a reperire e provarla una a una, ma è un “sistema” addirittura chiarissimo nella sua opacità e diffuso a tutti i livelli. Questo dicono le carte.

  Il comportamento della Juventus configura dunque “l’illecito disciplinare sportivo”.  E per questo è stato punito.

  Detto questo, l’ho già detto e scritto, continuo a vedere dentro tutto questo anche una ciambella di salvataggio gettata alla Juventus in maniera addirittura preventiva. In attesa dei nuovi sviluppi dell’inchiesta sulla “manovra stipendi” e successivi inoltri di materiali dall’Inchiesta Prisma della Procura di Torino, la giustizia sportiva mi sembra abbia creato i presupposti per non dover di nuovo mettere le mani nell’imbarazzante e maleodorante questione.

  Per vari motivi: la sentenza non si occupa esclusivamente delle plusvalenze, ma già affronta il tema dei bilanci che ovviamente sono stati falsati, si parla poi di “mancata comunicazione dei carteggi”. E soprattutto questa è la frase chiave si parla di “particolare gravità e natura ripetuta della violazione”. Cioè, in pratica è la teoria, non più del “ne bis in idem” – non si può essere giudicati due volte per lo stesso fatto – strategia che si è rivelata assolutamente fallimentare da parte degli improvvidi avvocati della Juventus, ma del “reato continuato” che ho già visto affacciarsi tra le pieghe di articoli di qualche collega particolarmente informato e avveduto.

  In presenza di fatti così clamorosamente nuovi era chiaro che si poteva riaprire il caso ed emettere una nuova sentenza, questa volta di colpevolezza. La “teoria del reato continuato” si è già timidamente affacciata e praticamente consentirebbe sia alla Juventus che alla giustizia sportiva stessa di evitare di riaprire un’altra volta il processo e infliggere nuove sanzioni ai bianconeri. Le motivazioni della Caf dicono che la sentenza è “larga” non è propriamente solo sulle plusvalenze ma anche sui bilanci modificati e il concetto di “sistema” di fatto contiene anche altre eventuali nuove violazioni. Tipo appunto la manovra stipendi, la carta Ronaldo e così via. La stangata aumentata del 67% rispetto alla richiesta del Procuratore Federale Chiné (-15 contro -9) configura appunto quel “surplus” o aggravante per il reato continuato. Insomma la Juventus è stata punita in generale per il suo scorretto modo di operare e rendicontare i suoi bilanci.

  Lo dico un po’ a fiuto, un po’ perché lo leggo, un po’ l’ho intuito da azzeccagarbugli vari. La Juventus in B l’abbiamo già vista, per vedercela due volte faccio meno fatica a credere a un nuovo Diluvio Universale.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SINTESI

Un sistema fraudolento che coinvolgeva tutti i dirigenti, da Agnelli in giù e che configura l’ “illecito sportivo”. La Commissione d’Appello Federale  ha emesso le motivazioni della clamorosa sentenza che ha inflitto alla Juventus una penalizzazione di -15 punti in classifica per aver operato plusvalenze artefatte sul calciomercato, modificando illegalmente la verità dei bilanci. Insomma portati alla luce tutti i trucchi che hanno avvantaggiato i bianconeri nella concorrenza sportiva con gli altri club. Ma attenzione dentro le motivazioni c’è anche un’evidente ciambella di salvataggio: è la teoria del “reato continuato”. La Juventus è stata stangata più di quanto aveva chiesto il Procuratore Federale Chiné (-15 contro i -9 richiesti) proprio perché le violazioni erano tante, consecutive e una legata all’altra, all’interno di uno stesso “sistema”. Cioè la Juve avrebbe già pagato il suo conto in maniera maggiorata, e questo potrebbe prevenire ulteriori appelli di riapertura del processo in seguito ai nuovi carteggi dell’Inchiesta Prisma, nonché richieste addirittura di spedirla direttamente in Serie B. Insomma oggi la Juve, dopo Calciopoli, pagherebbe il conto della sua colpa con una stagione buttata via e amen. Dietro la mazzata si nasconde la manovra di salvataggio… SCARICA QUI LA SENTENZA DELLA CAF SULLA JUVENTUS.

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
424 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

L'impossibile compito di Allegri

A proposito di “intenzionalità” e pure di “continuità… Pure rei confessi…

“https://www.fcinter1908.it/copertina/ausilio-re-delle-plusvalenze-in-tre-anni-incassati-134-milioni-i-giovani-dellinter/

Mantova-Juventus 1-0 2007

Quando sento tifosi come questo

onesti, corretti e obiettivi e non solo piegati ai propri meschini intereressi, riprendo fiducia in questo paese.

L'impossibile compito di Allegri

@Godella, siete solo tu e a vedervi l’avellinese in malafede (appunto). Lui lo sa benissimo con che pubblico deve tirare avanti: non avendo mai avuto mezzo follower bianconero, si è ridotto così. Legge di mercato. Un po’ come te che sei lo zimbello del blog. Per invece dispiace molto, ce lo ricordavamo giovane e bello e sveglio in un’altra vita. E si, che avrebbe tutto per essere felicissimo in questa… 🙂

Tiziano

Toccante la parte che mi riguarda, l’hai scritta mentre accarezzavi una mia fotografia?
Riesci a non pensare a me per almeno 24 ore? Provaci.
Come diceva René Ferretti in BORIS: Dài, dài, dài!

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
L'impossibile compito di Allegri

Mannò , è che scorro il rullo e trovo sempre te, una volta sola quando il Napoli fa i partitoni (praticamente ogni 3 giorni), ma a nastro se c’è un pelo di Juve… ma non è un’ossessione, tranquillo… 😀
Comunque è bello sapere che c’è qualcuno che vuol bene a quel povero ragazzo di Avellino…
E René era ganzissimo: “Grosso e Del Pierooo!!! PòppòppòppòPòpòpò… PòppòppòppòPòpòpò…”

Tiziano

Continui a parlare di me, adesso sappiamo che addirittura archivi i miei commenti per numero e argomenti.
Bene, ma non proprio.

L'impossibile compito di Allegri

Mannò… cosa vuoi archiviare… sgorgano in mille rivoli come sorgente di pura ossessione.. quelli sulla Juve… Ah già, ma non è un ossessione, tranquillo… 😀

Mantova-Juventus 1-0 2007

Ricapitolando: 1. Retrocessione minimo in B. 2. Anni e anni fuori dalle coppe europee con gli sponsor che stanno fuggendo (se guardate sulla Gazzetta ormai non compare più il marchio Jeep, quando mettono un loro calciatore lo tagliano a mezzo busto proprio sopra il marchio). 3. Tutto questo con un passivo di bilancio di oltre 200 milioni da risanare, con multe milionarie in arrivo (nella manovra stipendi risulta una “pattuizione illecita” (non depositata in Lega) e provata di 90 milioni. E appunto 90 sono i milioni di ammenda minima che il club sarà chiamato a pagare a patto che i giudici non la portino al doppio (180) o al triplo (270) dell’ammontare. Fate voi i conti. Magari aggiungendo i mille pagamenti mai iscritti a bilancio, quindi illegali, emersi per operazioni di mercato opache come quelle condotte coi “club amici” tipo Atalanta e Sassuolo: vedi la scrittura non federale per Muratore ceduto poi a 8 milioni) e con un fatturato che per ovvi motivi (niente partecipazione alle coppe per un 5/6 anni -tra il ritorno in A, la ricostruzione di una squadra e la squalifica dalle coppe che verrà scontata solo quando vi qualificherete e sarà una squalifica di almeno due anni- e fuga degli sponsor ) si dimezzerà. 4. Niente più aiuti economici dalla famiglia (è di oggi la notizia che Exor non farà aumenti di capitale fino al 2025) quindi dovranno fronteggiare quel ciclone sportivo e soprattutto finanziario solo con le “forze del club” (che dovrà ripianare un bilancio che già ora è sotto 200 milioni di euro a cui si aggiungerà la non partecipazione alla coppe per anni e anni e anni, la retrocessione e la perdita degli sponsor più importanti). Secondo me gli converrebbe davvero fallire e ripartire dalla D “puliti” eh, non sto scherzando. Con quello che si prospetta ci metterebbero meno tempo a risalaste dalla D che a barcamenarsi con tutto questo tsunami di *** liquida che si abbatterà su di loro.

malandragem

quando sei così sfigherrimo che i commenti col nuovo sfigherrimo account sembrano quelli di uno che sniffa benzina mista a colla prima di mettersi a scrivere…

Mantova-Juventus 1-0 2007

I dati finanziari che ho riportato sopra sono oggettivi. Come pensate di farvi fronte senza coppe, senza serie A (la B è praticamente certa), con gli sponsor più importanti che fuggiranno e con Exor che non intende ricapitalizzare almeno fino al 2025?

Figli di... dirigenti

Anche questo te lo hanno detto tutto tutto i miei papà…?

redant

Ci sono molte situazioni che non tornano.
Le “plusvalenze” sono reato? Non mi risulta.
Le plusvalenze non sono reato, ma hanno permesso alla Juve (e solo alla Juve) di truccare i bilanci, di iscriversi al campionato e/o mantenere una posizione di vantaggio? a svantaggio di chi? Ci sono altri che ne hanno beneficiato?
Le plusvalenze sono invece da considerare reato e le ha fatte solo la Juve? Neppure.
E’ l’unica che quindi è stata favorita dal sistema o è lei stessa il sistema?
Tutti verginelli?
Ma squadre che per anni hanno campato con il 90% dei ricavi in plusvalenze?
O altre che hanno venduto a peso d’oro giocatori alla Juve? Perchè le plusvalenze, si fanno sempre in due, c’è chi compra e c’è chi vende ed il prezzo lo stabilisce il mercato; ma in un mercato libero, ognuno è libero di comprare o vendere al prezzo che vuole… chi compra, compra al prezzo che ritiene di suo gradimento, chi vende di incassare quanto vuole…
E’ effettivamente tutto il sistema che non funziona, ma non mi è chiaro perchè poi venga indagata e punita una sola squadra.
Sono d’accordo con chi sostiene che qualcosa andava fatto e cambiato, ma così si rasenta il ridicolo.
Il banco salta sicuro senza il principale attore, ma che il principale attore sia il male di tutti i mali e tutti gli altri pretendano di continuare a fare le comparse senza protagonisti e di campare andando avanti come prima, mi sembra totalmente inaccettabile.

Hell Piero

Le plusvalenze sono legittime e, quando vendi un giocatore, auspicabili. L’uefa chiedeva di farle! In qualunque attività se compri a 10 e vendi a 5 poi fallisci.

Alla Juve è stato contestato che loro facevano plusvalenze CONSAPEVOLMENTE fittizie, slealmente, tutte le altre società, invece, han fatto anche loro plusvalenze fittizie (Napoli caso Osimhen? Inter e Casadei?) ma.. INCONSAPEVOLMENTE, in buona fede.
Si .. e noi siamo tutti scemi.

redant

appunto…

Bombaatomica

Non c’è niente da fare. Sti penalizzati sono proprio dei ladri truffatori.
È nella loro natura, nel DNA juventino.
Vero come er go’ de Turone 😂😂😂

mtb

Finalmente ho capito perché abbiano preso un difensore da serie B come Gatti…si stavano prendendo avanti in modo da arrivare al prossimo campionato cadetto già affiatati.

tom

Io inizierei a valutare l’iscrizione dell’Under 23 in Francia… così, per dare un segnale.

ConteOliver

dai, siamo seri

per quale motivo una qualsiasi squadra della Ligue1 o anche della serie B o C francese (o di qualsiasi altro paese) dovrebbe accettare di cedere il proprio posto alla Juve?

“vuoi iscriverti alla lega calcio svizzera? Benvenuto, ma comincia dai dilettanti, come chiunque altro”, sarebbe la logica risposta

Io credo che gli strumenti siano altri e già l’eliminare il mercato interno, non comprando più nessuno in Italia, darà un bel segnale a questa manica di cialtroni: i giocatori te li cresci con la squadra B, le giovanili, o li compri all’estero (dove tra Iling, Soulè e compagnia mi sembra si sia pescato molto bene ultimamente)

vediamo in quanti sopravvivono e quanti scudetti vinceranno l’Atalanta e la Fiorentina…

tom

Ora non ho dati sottomano, ma la distanza tra dilettanti League 1 non è esorbitante. Ci si iscrive e in pochi anni si cerca di portare la squadra in League 1, senza tenere conto del fatto che, volendo, si può acquistare il titolo da una squadra esistente, e fondersi con essa.

Eric Dolphy

si potrebbe comprare una squadra della Ligue1 e fonderci con issa, ad es. il Nizza, dopotutto era territorio sabaudo;

carlogobbo

Ah se te lo accettano, ben venga
Anche in Svizzera ……campionati assai meno stressanti

Mordechai

Di fumo.

From naples alias Carlo lll

🤣👍

Eric Dolphy

compagni di tifo, oltre a disdire dazn dovremmo premere perché la società sganci la bombafinedimondo: smettere di foraggiare il calcio italiota;
come? comprando solo all’estero o almeno non da club di serie A;

ConteOliver

hanno già cominciato a farlo

un anno fa Zaniolo sarebbe arrivato a Torino, pagandolo esattamente quello che Roma voleva
Oggi resta a Roma, sul groppone dei Friedkin, in attesa di svincolarsi fra un anno

All’estero abbiamo preso ottimi prospetti, tipo Iling Jr. e Soulè, e altri ne troveremo

E faremo il solito mercato dalla Bundes (dove anche l’ultimo acquisto, McKennie, ha fruttato bene) e dalle giovanili dei top team spagnoli e di Premier

Secondo me il problema è già emerso e se ne stanno accorgendo, proprio quei paraculi alla Commisso, abituati fino a ieri a piangere in TV e incassare allo Sheraton di Milano

Mordechai

Punterei tutto sul campionato vietnamita.

ConteOliver

a quanto lo quotano?

d9d9

hahahahhahah

IMG-20230201-WA0001.jpg
Stanley Kubrick

Bocca, lei consideri che Chiné si è preso 40 giorni di proroga proprio per preparare la stangata sulla manovra stipendi. Quindi capisce bene da questi che non può essere come dice lei, ossia che nel -15 sia racchiusa anche la manovra stipendi. Senza contare che anche repubblica scrive che questa è stata solo la prima stangata

Stanley Kubrick

“attenzione dentro le motivazioni c’è anche un’evidente ciambella di salvataggio: è la teoria del “reato continuato””

Ma questo non include il “filone stipendi” che è di gran lunga più grave delle plusvalenze

ConteOliver

ancora qui, scodè, con l’ennesimo nick fasullo?

e adesso addirittura ti spacci per juventino?

ma quanto stai male 😆

roba da bambini delle elementari…e forse nemmeno

coraggio, siete in semifinale di coppa italia 😉

time present and time past (a.k.a. scusameri)

Ciao, concordo col giudizio generale sul personaggio, però sul punto specifico secondo me ha ragione: la “ciambella di salvataggio” in questa sentenza la vede solo Bocca, galoppando di fantasia. Ulteriori sanzioni inclusa la B non sono un rischio insignificante. (Poi sulla validità della sentenza ho già scritto quel che penso).

tom

Ma veramente… sono meno credibili di me che fingo di tifare inter e vengo qui a scrivere che mi dispiace per la Juve e che anche la mia squadra ne ha combinato perfino di peggio…

giaanick65

perché, che la malmata ne abbia combinate di peggio non sarebbe vero? LOL!!!!

Waters

😀😀😀😀😀

Stanley Kubrick

@Bocca

“ Le motivazioni della Caf dicono che la sentenza è “larga” non è propriamente solo sulle plusvalenze ma anche sui bilanci modificati e il concetto di “sistema” di fatto contiene anche altre eventuali nuove violazioni. ”

Magari fosse così, invece è solo l’inizio perché ci sarà la sentenza sulla manovra stipendi https://www.ilovepalermocalcio.com/corriere-dello-sport-juventus-chine-prepara-nuova-stangata-in-arrivo-altra-penalizzazione-monstre/

La Serie B, considerando tutto il contorno, temo che sarebbe la migliore delle ipotesi che potremmo auspicare, perché le alternative sarebbero peggiori

Stanley Kubrick

Questa volta sarà, nella più rosea e migliore delle previsioni (per la Juventus) Serie B con in più multe milionarie (l’ammontare degli stipendi nascosti moltiplicato per due o per tre) ed esclusione di almeno due o tre anni da tutte le competizioni europee (quando e se torneremo a qualificarci).

Complimenti ad Agnelli e Paratici: riuscire ad annientarci completamente in un modo che neanche la prima Calciopoli poteva sognare (all’epoca facemmo un anno di B e tornammo subito in CL, ora sarebbe utopia pura) non era da tutti.

Leo 62

Per le motivazioni della sentenza avrebbero potuto limitarsi ad un icastico:
PERCHE’ SI

Il mattino ha loro in Bocca

lapidario! 👍

Waters

Azz Fabrizio, ho appena letto che è morto Roberto Perrone, forse tuo coetaneo, mi spiace credo fosse una bella persona, con interessi multipli e molto vicino ai miei, come cucina e tennis, non hai mai lavorato con lui?
Ciaoo

guido

Vero, Annibale Canessa è un po’ il Jack Reacher italiano

Waters

Si l’ho letto, sono andato una volta da Nanueliba,focaccia al formaggio super, ma anche pesce cucinato molto bene..
Ciaoo

Bob Aka Utente11880

Ho lavorato con lui alle pagine della Grande Milano del Giornale, quando pensavo che da grande sarei stato un giornalista. Una grande persona, una compagnia piacevolissima, in un gruppo (escluso me) di grandi penne: Eleni, Damascelli, Caruso, Grassia …

Er Mobilia

Ringrazio tutti quelli che hanno disquisito dei vari problemi delle motivazioni, a me e’ rimasta una curiosita’ che spero qualcuno possa soddisfare.

La CFA scrive che i bilanci inattendibili hanno alterato le competizioni sportive. Qualcuno puo’ spiegarmi come avere Arthur a bilancio per 70 mln invece che per 30 mi aiuta (posto che non ho problemi coi criteri di iscrizione, nel qual caso un articolo specifico dice che andrei retrocesso)? Gli stipendi li pago coi soldi veri e non con la plus di Pjanic che non movimenta un euro, se compro un giocatore devo usare soldi veri (infatti per questo ormai dilazionano tutti su anni), se faccio uno scambio alla pari il resto del mio bilancio e’ irrilevante.

Magari siccome sembra che ho un patrimonio piu’ alto le banche potrebbero farmi credito a condizioni migliori ma per societa’ di queste dimensioni le banche fanno valutare gli asset e si fanno dare proiezioni di conto economico in cui si vede che nei prossimi anni avro’ utili minori/perdite maggiori per via dell’ammortamento piu’ elevato (e comunque l’impatto sulla gestione sportiva sarebbe piuttosto indiretto). Oppure il corso di borsa e’ piu’ alto perche’ gli investitori si illudono che la societa’ sia piu’ solida di quello che e’ realmente, solo che questo come incide sulla gestione sportiva?

Insomma proprio non vedo come aver fatto una plus puramente di carta su Pjanic mi aiuti rispetto alle altre squadre (ripeto, posto che anche senza avrei potuto iscrivermi). Le motivazioni non dovrebbero spiegare il nesso invece di darlo per scontato? Un bilancio contraffatto puo’ avere molte conseguenze (per esempio consentire di pagare dividendi piu’ alti) ma non mi e’ chiaro per niente quale sia l’impatto sul tema specifico dello sport.

Aspetto fiducioso dei chiarimenti.

monica

Ma ci fai?
…..o forse sono io che non ci chiappo nulla…

unclemarvo

Ciao

Credo che ci sia un regolamento per cui prima di potersi iscrivere al campionato i tuoi conti e le tue situazioni debitorie debbano essere tutti rappresentati propriamente e certificati adeguatamente. Nel regolamento ci sono scritte in modo chiaro anche le varie ammende – alcune mancanze provocano multe, altre provocano punti di penalizzazione. Per quale motivo? perché vogliono evitare che esistano squadre non solide iscritte al campionato. Ma dici: ma alla fine la Juventus i suoi 700 milioni ce li ha messi comunque, perché comunque i nodi vengono al pettine e le plusvalenze sono solo un modo per alleggerire i conti nel breve e non nel lungo termine. Si, ma intanto credo puniscano il fatto che per qualche anno tu ti sia potuto iscrivere senza sanzioni non sapendo ancora se avevi la possibilità di ripianare le perdite?
Non lo so, a dire il vero.
Però ti faccio un esempio: io sono un giocatore al casino, e ho dietro con me 1000 euro in chips, le perdo e per continuare a giocare cambio non più 1000 euro in contanti ma – facendo fesso il croupier – cambiando una cambiale finta. Vado avanti, vinco perdo etc : non rileva, e di nuovo la storia fino a quando il croupier mi dice che le cambiali ora non vanno più bene e mi tocca andare al bancomat e prelevare euri veri. Cosa che io faccio ovviamente. Tutto ok. Successivamente si scopre appunto che quelle cambiali erano per davvero finte e che non mi avrebbero dovuto mai permettere di sedermi senza passare dal bancomat ogni volta: vero che ho pagato alla fine, e come dice il saggio tutto è bene ciò che finisce bene, ma c’è stato un periodo in cui sono stato “fuori legge” e magari ho tolto il posto al tavolo a qualcun altro che invece, magari non 1000 ma solo 50, aveva euri veri?
Il fatto che dopo la inadempienza la società ha comunque provveduto a ripianare i conti non credo elimini il fatto ci sia stata un’inadempienza; il fatto che nessuna società con cui hai fatto affari ci abbia rimesso soldi – hai cmq pagato tutti – non rileva. Sennò sarebbe come poter contestare una multa per eccesso di velocità perché poi tanto non hai provocato nessun incidente. Alla fine non si multa chi guida a 250 perché il comportamento è rischioso a prescindere dagli incidenti potenziali commessi?

Più complicato il discorso per la UEFA che oltretutto richiede che le tue spese e i tuoi debiti e i tuoi costi del personale siano proporzionali ai tuoi fatturati. Cosa che di solito provoca comportamenti ai limiti tipo “etihad stadium” o sponsorizzazioni faraoniche da “Qatar airways”. Li potrebbero dirti che senza quelle plusvalenze (che generano un ovvio aumento di fatturato!) i tuoi ratios sarebbero stati insufficienti e non avresti dovuto partecipare alle coppe. Da qui magari una punizione futura? Di certo però partecipare alle coppe ingiustamente ti ha permesso di veder versate nelle casse societarie centinaia di milioni (credo che 60-70 milioni l’anno derivino dalla partecipazione alle coppe?) che magari non ti spettavano, in più la cosa ti ha permesso di ingaggiare campioni che altrimenti non sarebbero venuti a giocare solo campionato e coppitalia?

Concludo reiterando che per me il peccato di plusvalenza è difficile da dimostrare e che è ingiusto ci possa essere un giudice che si ritenga capace di dare un valore a un giocatore.
Ma detto questo, se qualcuno ritiene che hai peccato di plusvalenza penso sia ovvio capire quali siano stati i vantaggi scaturiti.

Pietro

Dipende da dove viaggi a 250 km all’ora. Ad esempio sulle autostrade tedesche si può, non esiste alcuna norma che lo vieti.
Quindi nessuna autorità teutonica può contestare l’eccesso di velocità in autostrada.
Vedi, normalmente il diritto prevede che le sanzioni vengano applicate perché si sono trasgredire delle norme.
In assenza di norme non si trasgredisce nulla.
Laddove comunque esistano dei limiti di velocità, 10/20/100 eccessi di velocità non possono trasformarsi in omicidio stradale e l’autovelox deve sanzionare indistintamente tutte le targhe, non una specifica targa solo perché le cifre riportate nella medesima gli stanno più antipatiche

unclemarvo

Chiaro, ma non mi hai capito.
Ripeto a sfinimento: secondo me le plusvalenze sono difficilmente un crimine, considerando che i soggetti che per natura stessa sono più competenti sulle valutazioni dei giocatori sono i diesse delle società sportive.
Detto questo: qui hanno – pare, dicunt, a me interessava solo rispondere ar mobilia, pensa te – contestato che ti sei iscritto al campionato ics facendo vedere soldi finti (le plusvalenze). Vero è che poi questo soldi finti sono diventati soldi veri con l’aumento di capitale, ma il vantaggio che hai avuto a “truccare” il bilancio è stato questo. Magari nel 2022 la exor era capace di immettere soldi mentre nel 2020 non lo era, che ne so io e che ne sa il giudice, sono tutti periodi ipotetici dell’ irrealtà. Ma se anche un anno solo ti sei iscritto mettendo a bilancio cose (che i giudici reputano; ripeto: io non avrei detto lo stesso) finte, allora la penalizzazione pare coerente con le penalizzazioni che possono essere date ex regolamento figc.

Tornando al discorso delle autostrade.
Ovvio che parlo delle autostrade italiane e non le autobahn. Ma è anche ovvio che a volte alcuni la fanno franca e altri no. A volte hai il navigatore che ti avverte dell’autovelox a volte no. A volte con le “pistole mobili” beccano anche chi gli pare (se guidi macchine abbastanza appariscenti lo sai per esperienza diretta!). Se guidi a 250 anche se sei kimiraikkonen presumono che sei un pericolo pubblico e a rischio incidente per il pubblico, anche se poi rallenti e comunque non ti schianti mai.
Qui comunque e per precisare alla Juve hanno dato solo una multa per eccesso di velocità (avesse provocato un incidente mortale – leggi: un falimento – probabilmente la pena sarebbe stata diversa – leggi: ricominciare dalla c1 o c2 come Napoli e Fiorentina?).
Hanno beccato solo te? Hai ragione a sentirti sfavato. Probabilmente se fai 250 da Milano a Napoli hai più probabilità di essere beccato che se li fai solo da Milano a Piacenza. Oppure per davvero soffri di quel bias di popolarità (guidi la macchina appariscente) che a volte si ritorce contro.
Scusa se alcuni concetti sono ripetitivi.
Ciao.

Pietro

– Le plusvalenze a specchio non sono un crimine non solo secondo te ma anche secondo le norme di legge civilistiche e sportive; pertanto se tu sostieni che mi sono iscritto al campionato “X” con soldi finti, ovvero tramite le plusvalenze a specchio, le plusvalenze a specchio diventano un crimine….
Ma sono un crimine o non lo sono???
E qui siamo al controsenso assoluto.
E poi la penalizzazione in base a quale criterio sarebbe coerente?
Esiste una tabella nel caso specifico?
No, semplicemente è frutto di una quantificazione SOGGETTIVA

– Sul discorso delle autostrade provi a sviare, ma ti riporto alle
evidenze fondamentali:

1) l’esempio calzante è l’autostrada tedesca perché non sanziona gli eccessi di velocità esattamente come la nostra giurisprudenza ( civilistica e sportiva) non sanziona le plusvalenze.

2) non essendo sanzionabile una plusvalenza, non sono sanzionabili 2/3/15 ecc ecc plusvalenze, ergo sull’autostrada tedesca posso andare a 250 tante volte e nessuno mi multerà perché non è previsto l’eccesso di velocità.

3) alla Juve hanno dato un 41 bis, non un eccesso di velocità, visto che non ha provocato nessun pericolo, anzi tutto il calcio italiano ha tratto solo giovamento dalla Juve ( Commisso, Percassi, De Laurentiis, Pallotta e compagnia bella hanno i calli alle mani a furia di contare i milioni incassati dalla Juve)

4) se poi si ci vuole riferire al bilancio non in regola, esiste nella giurisprudenza sportiva una norma specifica( art. 31, che prevede solo ammende) , ma Chinè e soci fanno riferimento ad una norma generale neanche pertinente ( art. 4 sulla slealtà sportiva).
A livello giurisprudenziale la norma specifica prevale su quella generale, potrà confermarlo qualsiasi giurista.
Ecco trasformati i divieti di sosta in omicidio stradale.

5) Hanno beccato solo me?
No, hanno beccato quasi tutti e sono stati assolti.
La covisoc ha la documentazione contabile di tutte le squadre di calcio professionistiche:
basta confrontarle con quella dell’unica squadra sanzionata e vedere quando incidono in proporzione le plusvalenze sui fatturati.
Ecco il perché dell’esempio dell’autovelox che sanziona in base all’antipatia.

Non devi scusarti perché i concetti sono ripetitivi, ci mancherebbe altro, anche perché di ripetitive ci sono solo le inesattezze!!!!!

Ciao

L'impossibile compito di Allegri

Temo non venga più a replicare… speriamo non abbia preso una musata mentre correva a 250 all’ora verso il casinò..

L'impossibile compito di Allegri

Ammazza che facciata che s’è preso il moralista in autostarda verso il casinò…😂

malandragem

l’esempio è perfetto per la storica fidejussione falsa della Roma

qualcuno si ricorda sanzioni?

monica

Ecco,appunto,te l’hai spiegato meglio di me. Io semplicemente gli avrei risposto: ma se con quei tuoi bilanci taroccati ti sei potuto permettere giocatori migliori che altri non hanno potuto prendere (lascia stare se poi qualcuno si è dimostrato una mezza pippa),hai alterato il banco; in questo caso non ti sembra giusta una punizione?
Il tuo esempio sul casinò è perfetto

Modifica il 1 anno fa da monica
Pietro

Giusto per chiarire l’esempio del casinò:
Intanto se mi siedo al tavolo da gioco dando una cambiale come garanzia, questo è possibile perché è previsto dai regolamenti commerciali del casinò.
Nel caso la cambiale risultasse scoperta, la direzione del casinò mi invita a coprire la medesima.
Anzi, io la cambiale l’ho coperta anche prima tramite bonifici ( tradotto per chi snocciola esempi calzanti come i cavoli a merenda: la Juve non ha ricapitalizzato 700 mln durante il dibattimento con Chinè).
Pertanto, la direzione del casinò mi ringrazia e mi invita caldamente a ritornare, anche perché magari sono uno di quei “grandi giocatori” ( tanto graditi ai casinò) che porta tanti clienti e tanta pubblicità al casinò.

Qui invece il casinò sanziona il grande giocatore solvibile, ma continua ad accettare le cambiali scoperte che vengono coperte con altre cambiali scoperte a loro volta garantite da altre cambiali scoperte ( Yonghong Le, Zang, Cardinale e compagnia bella)

Risultato? Il casinò perde appeal a favore di altri casinò

Che poi è già successo nel 2006.
Risultato? Da casinò campione del mondo siamo passati ad essere una riffa di paese

E proprio vero :

Tutto ciò che l’uomo ha imparato dalla storia, è che dalla storia l’uomo non ha imparato niente.
(Riprendo una citazione già postata in questo blog, ma giusto per sentito dire, non avendo le stesse solide basi etico/culturali)

L'impossibile compito di Allegri

Ahah

Beh… si… quella era del citazionista compulsivo…

Sentita citata correttamente alla fine di una metafora forbita e divertente, è tutta un’altra cosa. Anche Hegel sta un po’ meglio… 🙂

L'impossibile compito di Allegri

Cioè, stai dicendo che i 700ml delle ricapitalizzazioni non avevano convinto Commisso a vendergli Chiesa e Vlahovic? Oppure volevi dire che chi ha tenuto e impiegato giocatori senza che ricevessero lo stipendio per mesi e mesi, giocatori che non si potevano permettere – lo dice la prova provata dello stipendio stesso che non arrivava il 27 di ogni mese -, ma con gli stessi conseguiva punti su punti per vincere lo scudetto alterando il banco, dovrebbe vedersi revocato il titolo?
Hai inoltrato notizia agli inquirenti della Giustizia Sportiva o fai solo la pettegola un tanto al chilo? Ammesso che non lo avessero già saputo dalla Covisoc, ovviamnete, senza intervinire, indagare, processare e condannare? 😀

Modifica il 1 anno fa da L'impossibile compito di Allegri
monica

…a bello,non li ho mica truccati io i bilanci!! questo sta scritto sulle carte! e da che mondo è mondo un bilancio taroccato non si può fare!
a maggior ragione se si è quotati in borsa credo
io non contesto la ricapitalizzazione,e i giocatori venduti a voi fanno parte di una normale compravendita. ma se li hai potuti comprare grazie a bilanci truccati,mi capisci che la cosa cambia.

Modifica il 1 anno fa da monica
L'impossibile compito di Allegri

Omamma, la casalinga di V̶o̶g̶h̶e̶r̶a̶ Firenze!

I “bilanci truccati” ovvero “il falso in bilancio”, essendo reato penale, viene accertato ed eventualmente punito nel processo vero, quello della magistratura ordinaria. Non te l’avevano detto?
Per i reati amministrativi, in ogni caso, qualora in modo del tutto arbitrario la giustizia sportiva s’arroghi l’obbrobrio giuridico di fare il copia-e-incolla delle carte dell’accusa e sanzionare quello che, in sede sportiva, diverrebbe un “illecito amministrativo”, varrebbe esclusivamente l’articolo 31. Vale a dire, ammenda più eventuale inibizione di singoli dirigenti.

In ogni caso la sentenza non ha dimostrato manco per niente che la Juventus poteva comprare giocatori perché “falsificava il bilancio”, primo perché non era nemmeno nel capo di imputazione, secondo perché le plusvalenze “intenzionali e continuate” (questo sarebbe il “corpo” dell’illecito) non sono normate – c’è addirittura una sentenza della Cassazione a confermarlo – e quindi sono lecite. La CAF ha dimostrato esclusivamente di aver ascoltato le intercettazioni, esattamente come le hanno buttate in pasto a voi, e di averle cavalcate esercitando giustizia sommaria.

La quotazione in borsa ha rilievo esclusivamente in sede penale, per la giustizia sportiva non fa la minima differenza, zero, nisba, nada. Se ti sente un avvocato di diritto sportivo, si sbellica dalle risate: sarebbe una contraddizione in termini, dirimere la “sportività” dei comportamenti dalla costituzione giuridica di una società di calcio. Non te l’avevano detto? (Il fatto che la CAF l’abbia menzionata a margine, giusto una righetta nel tentativo di rimpolpare una sentenza che traballa su tutte le gambe, dimostra solo che avevano ben pochi argomenti).

Buona notte

Modifica il 1 anno fa da L'impossibile compito di Allegri
monica

casalinga di voghera/firenze detto in questo modo te la tieni per te, per favore.
e te lo dice una casalinga.
e poi: io so che anche cose amministrative/economiche possono dare penalità,tipo non pagare gli stipendi: uno potrebbe obiettare “che c’entrano gli stipendi con la partita giocata?”.
evidentemente c’entrano,se a volte succede.
ribadisco: se certi giocatori (si presume forti,altrimenti non li compreresti) li hai potuti comprare grazie ai bilanci truccati,un po’ di campionato alterato c’è,e lo dico da mente semplice.
e comunque se è tutto legale,perchè non lo fanno tutti?
in quanto all’inter,perchè immagino sia a loro che ti riferissi,lo dissi a mio marito nerazzurro(e mi ricordo che ci bisticciammo di brutto perchè si arrampicava sugli specchi):se hanno punito qualcuno perchè non hanno pagato gli stipendi -non mi ricordo chi fu- dovevano penalizzare anche loro.
ma certamente il chievo o il carpi o la pippolese è altra cosa da inter/juve/milan ecc.,ovvio!

Modifica il 1 anno fa da monica
L'impossibile compito di Allegri

Nessuna denigrazione del ruolo di casalinga, figuriamoci. Lo ritengo un ruolo essenziale per una società sana. Mia madre lo è stata a tempo pieno, io stesso per tre anni quando i figlioli erano piccolissimi (e mia moglie aveva un lavoro molto più remunerativo del mio) mi sono occupato di loro e della casa. Il periodo più felice della mia vita.

…sul “di Voghera”, si, un briciolo di ironia c’era, perché mi sembri un (bel) po’ pettegola… e te ne esci con tirate che avrebbero bisogno del sostegno di maggiori conoscenze specifiche…e per di più “lagghi” anche dal punto di vista logico… ma siccome siamo in un Bar Sport, ti prendo sul serio… e anche se…

… c’è davvero troppa confusione ed è difficile capire cosa dici…

provo arisponderti…

La FGIC sosteneva che chi avesse (anche solo) sforato con il pagamento degli stipendi avrebbe dovuto essere sanzionato con penalizzazioni progressive

https://www.repubblica.it/sport/calcio/2017/06/26/news/figc_sanzioni_piu_severe_-2_a_chi_non_paga_gli_stipendi-169208855/

ma poi, guardando bene chi era coinvolto (fai un nome…?😂), s’è guardata bene dal metterlo in pratica.

Oltre che a bisticciare con tuo marito, non mi pare che ti abbiamo vista tutta trafelata qui sul blog e alla procura federale per dare notizia di illecito…

La cosa che non capisci, ma spero tu faccia finta, è che parti da un punto di vista illogico. Tu parti dal fatto che ci sono dei bilanci truccati con le plusvalenze (sono le plusvalenze “intenzionali e continuate” l’oggetto della penalizzazione), ma nessuno è mai stato sanzionato per aver fatto plusvalenze lecite, sia che fossero a specchio, sia che fossero a triangolo o a vattelapesca. Mai, semplicemente perché la loro pratica NON È NORMATA.

L’unica condanna relativa alle plusvalenze è del 2017 e riguarda il Chievo Verona e il Cesena, ma in quel caso c’erano anche gli estremi penali, perché si trattava realmente di FALSI. Le due società infatti si scambiarono

1. giocatori inesistenti
2. giocatori dilettanti (dandogli un valore economico, anche in assenza di valore di cartellino)
3. giocatori che poi non si sono mai mossi dalle rispettive società

mentre i calciatori trattati dalla Juventus sono tutti professionisti (noti e di valore) regolarmente venduti a squadre delle città dove poi si sono effettivamente trasferiti. Tutto lecito, magari discutibile, ma non normato.

Pensa un po’ che il Chievo, che allora militava in serie A come la Juventus ora, venne condannato a -3 punti di penalizzazione per plusvalenze false, la Juventus a -15 per plusvalenze lecite.

Il punto infatti è che è tutto legale ed infatti lo hanno fatto tutti, ma proprio TUTTI!

Non devi credere a me, ma alle tabelle delle plusvalenze totali decennali che danno la Juventus al 17% del fatturato totale, molto al di sotto della cifra di tantissimi altri club.

Non devi credere a me, ma alla tabella che riscontra che le plusvalenze a specchio incidono per il 3,6% del fatturato totale della Juventus, molto meno di quanto abbiano inciso per tantissimi altri club.

Spero di averti chiarito le idee, soprattutto spero che siccome non avrai tanto tempo da perdere perché (lo so da me) la “casalinghità” occupa tantissimo tempo, ti risparmierai quello per venire a dire cose confuse, che ora sai anche essere false.

Buona serata

L'impossibile compito di Allegri

Cioè la proprietà più solida, l’unica che immette denaro fresco a palate, quella che nell’ultimo decennio arriva al massimo al 17% di plusvalenze rispetto ai ricavi, che nel triennio in cui ha fatto maggior ricorso a quella pratica è stata al di sotto del 30%, mentre nello stesso triennio tutte le altre big, e molte altre, ne hanno fatte molte di più… sarebbe quella che ha comunque messo insieme vantaggi che altrimenti non gli avrebbero consentito di iscriversi al campionato…😂?

Ora io capisco che da giorni nessuno più riesce a dare risposte e controbattere se non come automi con sorrisino ebete blaterando “intercettazioni” e che magari tu abbia sentito il bisogno di rivitalizzarli e abbia scartabellato per trovare i tecnicismi che potrebbero definire una situazione che risponda alla domanda, ma spero ti sia chiaro che il punto d’arrivo di questo approfondito studio, se confrontato alla platea della serie A, ancor di più se riferito all’utilizzo delle plusvalenze, più che per noi, l’hai perfettamente messo su carta per la Corte, come parafrasi per evitarle di scrivere Juvemmerda. Se solo fossi rrivato prima, mannaggia…

Mordechai

Vantaggi? Sul piano strettamente tecnico nessuno, vista la mandria di pippe al sugo arrivata a Torino nell’ultimo quinquennio.

ConteOliver

un bilancio alterato con plusvalenze “sulla carta” si traduce in un appesantimento dei bilanci futuri.
Quindi o rientri o devi ricapitalizzare
Alla fine della fiera la Juve ha ricapitalizzato, quindi nessuno avanza nulla e men che meno mancavano i requisiti per iscriversi al campionato

questo è

Figli di... dirigenti

Non fare domande pressanti. Ho come la sensazione che oltre al tic pavloviano… “eh le intercettazioni” (che – sic! – formerebbero la prova, non si sa di cosa…) non riescano ad andare…

d9d9

hahahaahahah

IMG-20230131-WA0025.jpg
Maxx

Carina! 😀

L'ESORCISTA

Devo essere sincero, provo un senso di… NASCONDIMENTO, ecco non mi veniva la parola.
CAPRA,CAPRA, CAPRA, 🐐🐐🐐

L'ESORCISTA

Intanto Michele Padovano assolto dopo 17 anni, peccato che non ci fosse di mezzo la giustizia sportiva altrimenti sua testa sarebbe già rotolata da un pezzo…

L'impossibile compito di Allegri

Che da assolto non è già più solo un ex-Juve… ma anche ex-Napoli, ex-Cosenza…

Modifica il 1 anno fa da L'impossibile compito di Allegri
EroAdAtene

Quando si parla di sistema investigativo e giudiziario devastante per i cittadini.

Maxx

Leggo di uno scambio Zaniolo + prelazione su Frattesi / Leaho!

Maxx

Ragazzi siete illeggibili! Di una noia devastante.
Preferisco Leo quando parla del Milan.

L'impossibile compito di Allegri

Cos’è che non riesci a capire?

Maxx

il tuo senso dell’umorismo

L'impossibile compito di Allegri

In effetti troppo sviluppato per uno che riesce a scrivere seriamente una lenzuolata su Zaniolo. 😀

Mark Renton

Penso che sia necessario educare le nuove generazioni al valore della sconfitta.
Alla sua gestione. All’umanità che ne scaturisce.
A costruire un’identità capace di avvertire una comunanza di destino dove si può fallire e ricominciare senza che il valore e la dignità ne siano intaccato.
A non divenire uno sgomitatore sociale a non passare sul corpo degli altri per arrivare primo in questo mondo di vincitori volgari e disonesti, di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere, che scippa il presente (figuriamoci il futuro), a tutti i nevrotici del successo dell’apparire del diventare.
A questa antropologia del vincente preferisco di gran lunga chi perde.
E’ un esercizio che mi riesce bene. E mi riconcilia con il mio sacro poco.

PierPaolo Pasolini.

Un uomo che ha arricchito il Paese col suo cervello e la sua cultura.

“Vincere è l’unica cosa che conta.”

Un (inserire definizione a piacere) che ha creato frustrati e soggetti con la sindrome d’accerchiamento.

Ognuno sceglie i suoi modelli di riferimento.

Modifica il 1 anno fa da Mark Renton
Il mattino ha loro in Bocca

quindi l’alternativa, per te, è o Juve o Pasolini?
comunque che la Juve abbia creato un mondo di “frustrati e soggetti con la sindrome d’accerchiamento” è assolutamente vero…il mondo TAJ ne è la dimostrazione.
Te mi sembra che tu occupi le prime file.

malandragem

Uuh che profondo… l’hai scritto anche sulla cartella per far vedere agli amici quanto sei giusto?

L'impossibile compito di Allegri

A parte il fatto che mio figlio di terza elementare ha capito benissimo che la dicitura “Vincere è l’unica cosa che conta”, motto coniato da Boniperti quando ancora la Juve vinceva pochino, si traduce in realtà in un meno conciso e più poetico “Dai il massimo, fino all’ultima stilla di sudore senza mollare mai, credendo sempre nella vittoria” di cui è intriso lo spirito di infiniti indomiti calciatori passati in bianconero – inutile citarli, molti di loro li hai festeggiati in piazza tutto sudato per conto terzi…. ma certo che sentire citare Pasolini da parte di un negazionista seriale impunito cronico, ha veramente dello strabiliante. Senza vergogna.

Qui di seguito ti do conto di uno dei tanti accerchiatori della Juventus (secondo il tuo limitato orizzonte), il Procuratore federale Stefano Palazzi, magistrato che noi abbiamo rispettato nella sua funzione, ma legittimamente contestato per come condusse il processo di calciopoli, istituendo improvvisamente il capo d’accusa di “cumulo di comportamenti antisportivi” dato che non riusciva a trovare “l’illecito sportivo”, colui che divenne il vostro eroe nell’estate nel 2006 e che dopo il ritrovamento delle intercettazioni pilotate dalla Telecom di Tronchetti Provera, ormai inutilizzabili a processo, tra cui questa…

Facchetti: «Guarda, ho visto lo score di Bertini che con noi ha 4 vittorie, 4 pareggi e 4 scon­fitte…»
Bergamo: «Porca miseria allo­ra facciamo 5,4,4. Ma vittorie»
Facchetti: «Ma diglielo che è determi­nante, domani. Ha fatto 12 partite, 4 4 4»
Bergamo: «Una la smuove, ma quella che comincia per V. Sì, lo devo sentire. Non ti preoccupare, ha capito come si cammina: è un ragazzo intelligente, ha capito. Meglio tardi che mai. Senti Giacinto per domenica è una partita che consideriamo abba­stanza tranquilla ci mettiamo anche un esordiente (in griglia, ndr). Per voi va bene?»
Facchetti: «Va bene, se vuoi anche… Va bene…»
Bergamo: «Però volelo dirtelo, non pensare mai ad una mia disat­tenzione ».
Facchetti: «Domenica un esordiente mi va anche bene».
Bergamo: «Un esordiente, c’è Mazzo­leni »
Facchetti: «Mazzoleni è bergamasco… C’è pure il fratello».
Bergamo: «E’ un bravo giovane, ha bei numeri, ma il più giovane che è più bravo: ha trent’anni e promette bene, ha bei numeri»
Facchetti: «Non c’è problema»
Bergamo: «Senti, me li passi per do­menica quattro biglietti per un cliente, biglietti normali? Posso lasciarti il nome a te?»
Facchetti: «Non c’è problema, chiama­mi venerdì o sabato. Chiama me che…»
Bergamo: «In bocca al lupo».
Facchetti: «Mi raccomando, diglielo»
Bergamo: «Sarà fatto».

…faceste finta di non sapere chi fosse, quando dichiarò che ci si trovava di fronte all’unico accertato “illecito sportivo” di tutta la vicenda, punibile con l’articolo1 del vecchio codice, corrispondente all’articolo4 del nuovo.

Si, una doppia morale che ha creato frustrati e soggetti con la sindrome d’impunità,
gli ultimi su questa povera terra nuda, a cui uno a cui Pasolini (che come Pannella sarebbe
al fianco del capro espiatorio, in situazioni come questa) darebbe credito, fiducia e simpatia umana.

Palazzi.jpg
Modifica il 1 anno fa da L'impossibile compito di Allegri
Mark Renton

Voglio deluderti: non tifo inter.

Poi, evidentemente (e sono felice per te) tuo figlio è molto più intelligente della maggioranza di quelli che stanno urlando al complotto MA che negli anni d’oro con Conte prima e col sopravvalutato poi rispondevano: Rosica! Malox! (Naturalmente non parlo di questo blog, ma di altri luoghi) e ovviamente parlo del Genio figlio di suo padre e nipote di suo nonno che ha fatto ricorsi su ricorsi perdendoli tutti.
Boniperti disse una cosa molto stupida e immatura, ma chi la ripete a memoria (e Parlo anche di quel ******** di Bonucci) si è dimostrato molto ma molto più indecente dello stesso Boniperti.

Stai soltanto confermando il mio pensiero: sindrome di accerchiamento e mancanza di obbiettività nel prenderla con chi si è fatto prendere dal delirio di onnipotenza

L'impossibile compito di Allegri

I bambini hanno un innato senso della giustizia e le persone perbene (leggiti il post di , prof. universitario in Scozia e in Inghilterra, e magari impara qualcosa gratis) lo mantengono nel tempo. Mio figlio non ci ha messo molto per capire che quella messa in atto dalla procura federale è una ingiustizia vera (e ancora più violenta se applicata ad un gioco), perché i bambini hanno coscienza istintiva e perfetta delle disparità di trattamento che gli vengono riservate. Però lui è anche molto sveglio, non si sognerebbe mai di citare un grande poeta (di cui tu probabilmente conosci solo quel testo – tristemente inflazionato – che hai visto su Facebook, da cui hai fatto copia-e-incolla) per negare quel senso di giustizia che era alla base della sua poetica e del suo impegno civile.
Non mi stupisce che tu abbia frequentato spazi @Godellastyle, ti sei solo ripulito un po’, ma visto la pochezza del tuo pensiero, meglio gli originali.
Magari prova l’emozione di leggere testi interi nel loro contesto compiuto, invece di riportare stralci a mo’ di prove.
Che poi il motto da cui hai preso le mosse per questa figuraccia, l’avevi citato monco pure quello.
Tante buone cose

Modifica il 1 anno fa da L'impossibile compito di Allegri
Mark Renton

Posso citarti anche Gramsci, se la cosa ti aggrada.
Purtroppo il delirio di onnipotenza non ha colto solo “il giovin signore” dallo sguardo eternamente triste anche quando vinceva l’ennesimo campionato di fila, ma anche chi rifiuta di accettare che a causa di costui tutto il mondo SA che la tua società è recidiva.
Il problema è che siamo solo all’inizio e dato che noto un netto rifiuto nell’analizzare serenamente la causa di tutto questo appellandosi invece ai soliti complotti per far fuori quella squadra TEMO che stavolta nemmeno dopo vent’anni rinuncerete alle barricate.
Il problema è di natura antropologica e te lo sintetizzo citandoti Hegel:

La storia ci insegna che l’uomo dalla storia non ha imparato nulla.

L'impossibile compito di Allegri

Adesso vedi di non sfasciarti l’altro piede con la zappa, che è poi come fai coi tuoi s-ragionamenti… Gramsci era juventino e, come Berlinguer, Lama ecc ecc, sapeva distinguere gli ambiti del potere. I fatti, tutti veri, che ti ho citato, ti scivolano addosso. Sei un citazionista del nulla, lascia stare le sessioni Facebook di filosofi, poeti e intellettuali dei quali sai solo per sentito dire. Guarda che si capisce bene, sai?

Ma poi proprio tu, un berluschino-milanista, ci vieni a parlare di barricate, complotti e di sindrome da accerchiamento🤦‍♂️ e furto con scasso🤦‍♂️?

Ti cito un pezzo apparso qui sul blog, che racconta benissimo un bel pezzo di storia…

malandra-Napoli.jpg
Mark Renton

Dai per scontato che io sia citazionista e milanista, ma dinanzi a una gestione spregiudicata neghi che ci possa essere un fondo di verità su tutto quello che è venuto e che ancora verrà fuori.
Se Berlinguer fosse vivo, prenderebbe le distanze non solo dalla Juventus ma da tutto il calcio considerato cosa è diventato dagli anni 90 in avanti.
Caro mio, l’illecito è stato compiuto, le conseguenze, anche se non definitive, sono note e probabili.
Il calcio resterà marcio, voi urlerete al complotto per i prossimi 30 anni invece di colpevolizzare chi è la causa di tutto questo nonché le ragioni per cui l’ambiente bianconero è diventato isterico e ossessivo.

L'impossibile compito di Allegri

Quando Enrico Berlinguer era ancora in vita, la Juventus era odiata e denigrata tanto quanto ora, forse di più. Anni durante i quali lui insegnò ai suoi quattro figli ad essere orgogliosamente juventini. Se fosse sopravvissuto, avrebbe probabilmente impedito la scalata al potere del turlupinatore rossonero, in continuità con la sua battaglia contro le malversazioni del craxismo.
Juventino d.o.c. è anche il marito di Bianca, Luigi Manconi, già fierissimo avversario di Berlusconi divenuto premier nel 1994, quando venne eletto senatore come indipendente nella lista dei Verdi. È tuttora presidente di “A buon diritto Onlus” e ha promosso la costituzione del Comitato per il diritto al soccorso, del quale è responsabile, composto tra gli altri, da Armando SpataroSandro Veronesi (altro juventino d.o.c.) e Vladimiro Zagrebelsky. Cioè, nel solco di Pasolini, si occupa degli ultimi, carcerati e migranti in primis, e dei loro diritti.
Bellissimi i suoi libri, in particolare “Per il tuo bene ti mozzerò la testa”, dove si scaglia contro il giustizialismo morale con perseveranza e rettitudine, come pratica controcorrente ed esercizio di resistenza civile.
Poco prima di Natale è apparso un suo divertentissimo video sui social, dove sfotteva i cialtroni TAJ, tu sai bene di si parla, definendoli “masturbatori di ossessioni”. Direi che ci siamo.
 
Le critiche ad una gestione sportiva più sconclusionata che spregiudicata (e perdente!) degli ultimi tre anni, sono il pane quotidiano di quasi tutti gli juventini, gli altri, quelli che la difendono, sono al tuo livello. L’ “illecito sportivo” è stato (per ora) inventato, quel che “ne verrà fuori” si stabilirà in un tribunale vero e riguarderà i singoli dirigenti, non la Juventus che ha avuto ed ha tutte le finanze in regola per rimediare alle stupidaggini di mercato. Non in un paio d’ore di un venerdi pomeriggio senza alcuna garanzia per la difesa. Data la situazione attuale, la protesta civile del boicottaggio di un sistema marcio, marcissimo, ipocrita e giustizialista a senso unico, è del tutto legittima e per nulla isterica (pare che ci siano altri soggetti che lo stiano diventando), così come per nulla isterico, ma legittimo e controcorrente, fu il boicottaggio di tutte le attività di Berlusconi nel 1994, al quale Manconi aderì, almeno fin quando Gianfranco Mascia, responsile dei BoBi (Boicotta il Biscione) non venne orrendamente stuprato, e ridotto per lungo tempo in ospedale, da una banda di balordi che le indagini hanno poi ricondotto a frange della tifoseria rossonera, pur non avendo potuto identificarne le persone fisiche responsabili.
 
Ah già, ma tu non sei milanista… Tu citi.

giaanick65

Quale illecito sarebbe stato compiuto? In base a quale norma? Norme di diritto sportivo, caro, e non citazioni varie! Norme relative alle plusvalenze, per esempio, ne sai citare? Salutami Hegel

Mordechai

Lungi da me l’idea di … supportarlo, ma vincere la bellezza di cinque scudetti consecutivi … non giustifica almeno in parte quella che tu definisci sopravvalutazione (del mister, ovvio)?

Mark Renton

Mettici anche quello col Milan e siamo a sei.

Cinque vinti senza avversari, anzi, solo nel 2018 ce ne fu uno che non vinse proprio perché al giovin signore non andava giù l’idea di cedere lo scettro nel primo anno del Var.

Allegri ha vinto avendo dei campioni in squadra, negli ultimi due anni si sta vedendo quanto valga davvero e perfino la maggioranza di quelli che lo osannavano hanno aperto gli occhi.

Waters

Mamma mia che do bali😀😀

Nicola Romano

Sottoscrivo pienamente.

M1nos7e

Come non sottoscrivere… siamo appena agli inizi e i TJ hanno giá deciso che è un’altra fantomatica cospirazione… daje coi ricorsi dei ricorsi 😀 😀

Mozilla

non abbiamo dubbi

L'impossibile compito di Allegri

Lui sottoscrive e Godella conferma. Come quella dei due carabinieri…

Pietro

Finalmente abbiamo un criterio oggettivo: la sanzione sportiva per plusvalenze a specchio che incidono per il 3,6% del fatturato è stabilita in punti 15.
Ora è semplicissimo, poiché alla Consob hanno in disponibilità le relative documentazioni, basta calcolare l’incidenza percentuale delle plusvalenze a specchio sul fatturato relativamente a tutti i bilanci delle società calcistiche professionistiche.
E poi gli organi di giustizia sportiva possono sanzionare sulla base delle risultanze.
Con un aggravio per quelle società che, invece di fare ricorso a ricapitalizzazioni per 700 mln di euro,
continuano a richiedere prestiti a banche o fondi…

Waters

La giustizia in genere è argomento molto scivoloso, spesso si basa su artifizi, doppi sensi di indubbia e difficile lettura.
Se pensiamo che il più incredibile caso di malagiustizia avvenuto in Italia, il caso Tortora, è potuto avvenire perché una giuria – fortunatamente di primo grado – ha tenuto per buone le testimonianze di Giovanni Pandico detto o’pazzo, di Gianni il Bello, e Pasquale Barra detto o’animale, pluriomicidi e mentitori seriali.

Ognuno tira l’acqua al proprio mulino con argomenti più o meno convincenti…ma rispetto al 2006 vi è un convitato di pietra, manca il grande nemico.

Credo che con la nostra generazione i “baby boomer” il calcio subirà un notevole ed inevitabile ridimensionamento, quando eravamo ragazzi noi se non tenevi ad una squadra di calcio, e se non parlavi tutti i giorni, eri quasi estraniato.
Ora nei giovani é uno sport come altri, credo interessi a non più del 30%.

In certi casi – e si vede anche nel blog – vi è un ritorno ad un infantilismo strutturato, vecchi di 70anni che spariscono se perdono e se ritengono di aver subito un torto, altri che esultano come bambini per i successi della sua squadra.

Il tutto, come ho già scritto, in un regime di mercenarismo spinto, va dove ti porta il denaro, ma davvero vale la pena litigare ed arrabbiarsi per questi qua?

Salud.

L'impossibile compito di Allegri

“Ognuno tira l’acqua al proprio mulino con argomenti più (, @La mia via) o meno convincenti (@Piccoli fan della Procura)… ma rispetto al 2006 vi è un convitato di pietra, manca il grande nemico.”

Capisco l’autocitazione sui 70anni e magari la memoria può fare un po’ cilecca, ma nel 2006 il grande nemico, era né più né meno lo stesso di ora. La Juventus. L’unico motore emotivo, prima ancora che economico, che tiene insieme la baracca. Per questo motivo si possono inscenare farse così sconce e scoperte che urlano contro il senso di giustizia e di eguaglianza, perché ogni vagoncino che senta sinistri scricchiolii ha bisogno di crash test che lo rassicurino sulla sua tenuta del convoglio e ancor di più su quella della locomotiva. Solo che questa volta si sono fatti calcoli un po’ avventati e sono i binari per continuare la corsa che potrebbero venire a mancare.

Mordechai

Andrea, non volermene, ma a me pare che pure tu rientri a pieno (e meritato) titolo nel gruppone dell’infantilismo strutturato.

Waters

No no ti sbagli..

Salud.

il ghiro

Caro Andrea, d’accordo al 100%, i ragazzi di oggi il calcio o lo giocano (non tanti) o lo ignorano (la maggioranza), le ragazzine poi amano i calciatori, i loro idoletti, non il gioco o le singole squadre, nessuno di loro snocciola a memoria le formazioni delle squadre preferite, preferiscono imparare le parole delle canzoni che ascoltano su youtube e spotify, quelle dei rapper o trapper preferiti. I miei nipoti, dai più grandi ai più piccini, sono nel loro ambiente delle eccezioni, forse è anche un po’ colpa mia.

Quattroquattronovetredue

Scrivi una cosa vera. Ho tre figli, a nessuno di loro interessa minimamente il calcio, e credo sia giusto cosi. A noialtri ci frega la nostalgia, tutto qua.
Ciao

L'impossibile compito di Allegri

In realtà la platea di giovani che si interessano al calcio è aumentata in tutto il mondo, specialmente tra le ragazzine. Non c’è più tanta identificazione con una squadra, ci sono ragazzi che ne tifano contemporaneamente sei o sette, piuttosto con il singolo calciatore. Solo in Italia il processo è contrario, parte perché è un paese decrepito che non fa più figli, parte perché l’odio liquido che si sprigiona (basta guardare al tragicomico, livido e violentissimo processo alle streghe in atto) non può che far scappare chi ha voglia di vita e di gioco.

Mordechai

perché è un paese decrepito che non fa più figli

In base alle statistiche, non mi pare che in Germania, Spagna e Gran Bretagna trombino come conigli infoiati, a dire il vero.

EroAdAtene

Ben prima di arrivare ad una giuria si dovrebbero avere delle prove certe, il processo indiziario mi ha sempre terrorizzato

Sergiod

Credo che con la nostra generazione i “baby boomer” il calcio subirà un notevole ed inevitabile ridimensionamento, quando eravamo ragazzi noi se non tenevi ad una squadra di calcio, e se non parlavi tutti i giorni, eri quasi estraniato.
Ora nei giovani é uno sport come altri, credo interessi a non più del 30%.

Concordo Andrea, ad esempio tra i Dilettanti diminuisce il numero de tesserati, alcuni club creano fusioni tra loro (anche per difficoltà economiche), diminuiscono anche gli spettatori, oltretutto la loro età media si innalza sempre più. Ci sono poi altre discipline che prendono piede e il calcio diventa più parlato che altro.

L'ESORCISTA

Condivisibile a patto di includere anziani millantatori ed alcuni pure provocatori seriali.

OCKHAM

No, baby. Mandi (si, sono friulano doc).

OCKAM

no.

Modifica il 1 anno fa da OCKAM
C'era una volta il calcio

Ne’ litigare ne’ straparlare…..il calcio in fondo è ancora un gioco! La giustizia ha casi ben più importanti di cui occuparsi caspita…cospito pardon

tom

Eccolo qua il famigerato libro nero, la pistola fumante, elemento imprescindibile dell’impressionate “mole probatoria”. Praticamente gli appunti di un dirigente di rango inferiore che vuole fare le scarpe al superiore.

Immagine 2023-01-31 181004.jpg
Tiziano

è stato lo stesso Cherubini a definirlo “libro nero”. I magistrati hanno adottato la sua terminologia (e gli amministratori della juve davanti a quest’ultimi hanno riconosciuto quel foglio come un loro documento societario).

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
malandragem

dai Tiziano, sei troppo intelligente per ciurlare nel manico e fare finta di non capire quale sia il punto; secondo te il grande pubblico, imbeccato dai mass media, immagina che il famigerato libro nero quel foglietto o un taccuino fitto di appunti di chissà quante pagine e chissà quanto compromettenti?

Tiziano

Che ti devo dire, c’è scritto vergato di suo pugno sulla scansione qua sopra “LIBRO NERO FP” come titolo del foglio su carta intestata juve.
Per me potevano pure chiamarlo Magna Carta se Cherubini l’avesse definita così.
Ripeto così da evitare ulteriori fraintendimenti: puntualizzavo del perché è chiamato così, non sulla sostanza del documento.

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
malandragem

vabbeh, ho capito, preferisci ciurlare…

Tiziano

Non capisco, vuoi una mia opinione sul contentuto del foglio in questione?
Posso solo dirti per le mie competenze grafiche che ha uno stampatello molto chiaro e grazioso.

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
malandragem

L’opinione mi interessava rispetto alle dinamiche di manipolazione dei mass media.

La domanda era: chi non ha visto prima questo foglio A4 secondo te si immagina che “il libro nero” sia quello?

Tiziano

Ma se lo chiamano così pure sugli articoli di Repubblica che fa parte del gruppo editoriale comandato da Scanavino che ricopre anche il ruolo di nuovo amministratore delegato della Juve.
Che ti devo dire, che pure nel gruppo Gedi ci sono dei manipolatori mediatici per giunta masochisti?

Toh, uno dei tanti esempi dove lo citano senza specifare che è un foglio:

https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/2023/01/20/news/juventus_sentenza_plusvalenze_ronaldo-384380309/

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
Lazio Caput Mundi

Volevo risponne a te su Matteo Pinci, ma poi me so’ messo a legge’ er viola e j’ho attacato er pippone a lui… vabbeh, se te ‘nteressa sta qua sotto…

"𝐀𝐇! MA È 𝐕𝐈𝐎𝐋𝐀!" (cit)

“Toh, uno dei tanti esempi dove lo citano senza specifare che è un foglio”

Scusa, ma codesto sbatte contro la tua tesi. Pensa che io a volte faccio colazione in un bar fuori Firenze che tiene sui tavolini Il Tirreno (stesso gruppo) e c’ho letto più volte “libricino nero di Paratici”, che trasmette l’idea di qualcosa di ancora più segreto e inviolabile (ma violato!) e quindi ora disvelato ad un pubblico che doveva essere tenuto all’oscuro. Mentre come ha spiegato benissimo @La mia via, un simile foglietto di appunti è con tutta probabilità stato stilato da tutti i DS che avevano mandato di fare (intenzionalmente, come altrimenti?) 20-50-80-120 milioni di cassa prima della chiusura di ogni esercizio contabile. Farne la superprova di una condanna esemplare è roba da ”esecuzioni” della Wagner di Putin, avere veicolato subliminalmente questo “inganno” è, ai miei occhi e al mio sentire, deprimente.

Non ci vuole una laurea in comunicazione di massa per capire il “trucchetto”, suvvia… “La Bestia” di Merisi per conto di Salvini, ha funzionato più o meno così… Non è che ci vuole un genio, basta solo adeguarsi agli istinti e alla predisposizione al complotto di un pubblico che insomma… diciamolo… in Italia è quello che è… se poi ci metti il tifo (avverso)… il gioco è fatto. E i giornalisti sportivi tifano più di chiunque altro, te lo posso assicurare…

(Però premetto che io detesto ogni forma di manipolazione e di gogna mediatica e sono garantista prima che tifoso Viola)

Lazio Caput Mundi

M’nfatti! Che ce sta ancora quarcuno che crede davero che ai proprietari de’ giornali (a parte Cairo che cià interessi convergenti e je fa’ pompa’ er Toro alla RCS dove nascheno “tutti nerazzurri”) je ’mporta quarcosa della linea editoriale delle redazioni sportive?
 
Allora nun è mai stato in una redazione sportiva, specialmente da quando c’è er web e la crisi s’è magnata milioni di lettori:
regola nummero 1: venne, devi venne! Titola, scrivi, ma devi venne e fa’ cliccka’!
regola nummero2: devi tifa’ o comunque riga’ dritto! (e a parte quelle de giornali locali de città con una squadra sola, come Napoli e Firenze… le altre so’ quasi tutte romaniste o interiste – milaniste nelle TV Mediaset per antico reclutamento, nun te sto manco a di’ nella RAI roma(nist)ocentrica… dai tempi de Nerone…)
 
Matteo Pinci è un ultras da’a Magggica. L’avevano pure bannato da twitter per ‘na carognata su Carrera (allenatore della Juve finito in mezzo a ‘na tragedia stradale). Scriveva pure per romanews prima de ariva’ a Repubblica. E fa spesso er piacione alla trasmissione https://www.pagineromaniste.com/la-signora-in-giallorosso/
 
A Erkann je ’nteressava de piazza’ Molinari qui e Giannini là… figurate se se mette a sgasa’ contromano pe’ sbatte er muso sulla Juve e perde’ ulteriori lettori… che poi a quello pare che je ‘nteresseno solo le machinine… Ma pure l’altri: er propietario der Corriere dello Sport è lo stesso de Tuttosport, dù redazioni, dù linee opposte….
A Pinci e a tutti l’artri giornalisti sportivi, de quello che pensano Erkann e Scanavino e gli Angelucci, nun je ne pò frega’ de meno. E la cosa è reciproca. Ma hanno da venne e fa cliccka’!
 
P.S. Sotto quello che (se pò di’ de ciò che) pensano de lui i tifosi della Lazio.

matteo pinci - tifosi lazio.jpg

Ma infatti di complotti ne sto leggendo a iosa ambo le parti.

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
malandragem

“Che ti devo dire, che pure nel gruppo Gedi ci sono dei manipolatori mediatici “

meno male che almeno questa evidenza la riconosci…

L'impossibile compito di Allegri

E la sentenza è tutta costruita solo e soltanto sulle tesi dell’accusa pompate dai media con il 😂foglioA4NERO😂 come prova regina.

Devo dire che anche a me fa impressione che perfino uno come Tiziano si sia fatto tritare da questo ingranaggio così rozzo e violento.
Lo facevo più fine, che ci passasse in mezzo con una giravolta e una gran risata.
E invece fa l’azzeccagarbugli. Che tristezza.

Tiziano

Bene, da oggi consideratemi un grezzo azzeccagarbugli così eviterò di deludervi (ammesso che abbia ancora voglia di scrivere su questa storia).

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
L'impossibile compito di Allegri

(ammesso che abbia ancora voglia di scrivere su questa storia).

Sei arrivato a oltre 40 commenti, in letteratura medica… più che una voglia è un’ossessione… 😀

Tiziano

Tu che scrivi lo stesso identico commento (siamo a quota quattro volte, credo) a ogni mia risposta ad altri utenti, come la definiresti?
Ah sì, ossessione per il sottoscritto.

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
L'impossibile compito di Allegri

Mannò, non è proprio lo stesso identico commento, c’è sempre una gradazione, una sfumatura diversa, a seconda della manipolazione e dell’ipocrisia che riesci a metterci…..

tom

Si ma Libro Nero in se cosa vuol dire? Ora, non ricordo la spiegazione che ne diede Cherubini, ma molto semplicemente potrebbe indicare le cagate (detto in francese) che ha fatto Paratici, e per le quali lui non era d’accordo. E bada bene, per “cagate” non intendo illeciti, ma operazioni al limite che magari Cherubini avrebbe evitato o gestito in modo diverso. Faccio nuovamente l’esempio dei debiti. Se io riempio un bilancio di debiti inutili, posso dire al telefono di aver fatto porcate, ma non vuol dire che abbia commesso degli illeciti. Anche quando usi lo strumento delle “fatture da ricevere” o da “emettere” (chi ha fatto un minimo di contabilità sa di cosa parlo), non è che fai una cosa pulitissima. Però puoi farla (facendo attenzione a non incorrere nella falsa fatturazione). A quel punto puoi legittimamente dire di aver fatto delle porcate, e magari te le appunti in un foglio A4 per ricordarti di sistemarle nel bilancio successivo, e quel foglio lo chiami Libro Nero, specie se le operazioni le ha fatte il tuo collega che ti sta sulle palle. Bene, in questo non c’è nulla di illecito.
Non dico che le cose siano andate necessariamente così, ma aspetterei di sentire la difesa.

Tiziano

Mi fate domande a cui non so rispondere. Ho solo spiegato perché si chiama libro nero ( molti ignorano che è il titolo del foglio e che è stato riconosciuto come documento societario dagli stessi dirigenti della juve e non un foglietto casuale della spesa). Quest’ultimi, giustamente, avranno fornito le loro spiegazioni in merito.

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
L'impossibile compito di Allegri

Ah, ma quindi quello che dice Cherubini ha un valore!
 
“E quindi non andava sentito Cherubini per spiegare quale criterio oggettivo ha utilizzato per stabilire che le plusvalenze erano artificiali? Chiedo per un amico, perché in realtà Cherubini ha spiegato alla procura (quella vera) cosa intendesse solo che curiosamente la corte sportiva ha tenuto l’affermazione originale e scartato la spiegazione quando a domanda lo sventurato rispose. Curioso, no?”
 
Scusa, ma hai qualche parente nel collegio che ha scritto la sentenza? No, perché questo bisogno di immolarsi potrebbe in realtà custodire un animo davvero nobile e sensibile… 🙂

Tiziano

“Scusa, ma hai qualche parente nel collegio che ha scritto la sentenza? No, perché questo bisogno di immolarsi potrebbe in realtà custodire un animo davvero nobile e sensibile…”

Dimmi per favore cosa centra questo con quello che ho scritto nel commento precedente.

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
Il mattino ha loro in Bocca

da @la mia via:
(sapendo che la ”prova regina” di questa condanna è il titoletto di un foglio A4 di appunti… c’è qualcuno che riesce a rimanere serio… o solo a me scappa da ridere?)

Tiziano

I documenti fortunatamente non vengono stampati in A3, altrimenti te lo immagini che spreco di spazio 🙂

L'impossibile compito di Allegri

E qui lascia passare l’idea che quello sia un documento stampato e non un foglietto di appunti. Temo che tra un po’ ci parlerà della fatture elettroniche corrette a penna.
Secondo me è pronto per il Fatto Quotidiano, ma anche per sostituire Toninnelli tra i 5stelle.

Tiziano

Bah, al massimo ho pubblicato su quotidiani di sinistra come Il Manifesto e mensili come Linus.
Te di cosa ti occupavi nel frattempo?
Della rubrica necrologi de “La Verità”?

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
L'impossibile compito di Allegri

Sono troppo occupato e pieno di dubbi per la Verità, quella la lascio ai tuoi amici della CAF, che sono riusciti a trasformare una serie di comportamenti non normati e quindi non perseguibili, in un reato reiterato punito con la massima pena.
Il modo con cui cerchi argomenti da manipolare mi fa pensare alla nauseante stagione gialloverde dei fake sui social, molti dei quali sorretti dalle “verità” del Tazebao Quotidiano, quelle più comiche dai Toninellis.

Ma non è detto che tu debba perseverare a questi livelli, se tornassi a quelli de IL Manifesto e Linus, mica sarebbe male… 😀

L'impossibile compito di Allegri

Sempre peggio. A questo punto una piccola disavventura giudiziaria con un similChinè come procuratore e un giudice supino, te la augurerei… magari sul pacchetto di Marlboro hai lasciato dei geroglifici compromettenti… 🙂

P.S. Ti risparmio la fatica dello svicolamento: ho lasciato le sigarette come via di fuga nel caso non fossi un fumatore. Altrimenti puoi sempre dire di essere uscito a non comprale e far finta di niente…

Modifica il 1 anno fa da L'impossibile compito di Allegri
Tiziano

ehhh, purtroppo (e per fortuna) ho smesso dodici anni fa

Io da grezzo insensibile, a differenza tua, ti auguro di non piglia’ nemmeno una multa.

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
Maxx

Le riunioni in sauna sono esplicative del clima professionale

La mia via

Lette all’aeroporto nell’attesa del volo di ritorno ad Orio al Serio, sono arrivato alla fine con non poca fatica e un filo di mal di testa, butto giù ’sto pippone-2 in volo, giusto per ammazzare un po’ il tempo…
 
Detto che gran parte del carteggio verte sul cercare di prevenire possibili falle che consentirebbero al Collegio di garanzia del CONI di respingere e rinviare ad un nuovo processo o cassare definitivamente la sentenza d’appello, per il bizzarro ricorso a due articoli (la norma specifica dell’articolo 31 che punisce gli illeciti amministrativi, ma anche quella generale di chiusura dell’articolo 4 sulla ”probità-lealtà”: inedito giuridico assoluto) che puniscono una stessa fattispecie di illecito amministrativo… come era stato facilissimo anticipare, ”le motivazioni sostanziali” della sentenza si basano sulla ”sistematicità” delle plusvalenze, riconducibile solo alla Juventus, mentre le altre società (indagate e assolte e poi prosciolte insieme alla Juventus nel primo pre-processo), cito testualmente dal dispositivo, le avrebbero fatte ”a loro insaputa”.
 
Sostanzialmente, ci si trova nella situazione in cui un pezzo del processo penale di Torino (non ancora iniziato), le sole carte dell’accusa, viene trasferito in toto non solo come capo d’accusa della Procura Federale, ma assunto tale e quale come sentenza. È chiaro che in un quadro simile, non esiste spazio di discussione, ma esclusivamente la fideistica adesione alle tesi di una parte.
 
Si può quindi solo notare come su quelle carte venga ricostruita una ”realtà artificiale”.
 
Vediamo…
 
L’obiezione più rilevante è già stata fatta notare, ho letto di sfuggita, e riguarda la mancata assunzione delle carte della difesa circa le dichiarazioni del Cherubini che spiegherebbero l’appunto cartaceo rinvenuto a Fabio Paratici.
 
Infatti, la ”pistola fumante” si rileverebbe nella ”non discontinuità” delle operazioni del Cherubini rispetto al famigerato ”libro nero di F. P.”. Ricordo che questo libro nero è in realtà un foglio A4 su cui Fabio Paratici aveva apposto la dicitura ”libro nero” dove appuntava le possibili plusvalenze future e le cifre sommate che si volevano conseguire (sapendo che la ”prova regina” di questa condanna è il titoletto di un foglio A4 di appunti… c’è qualcuno che riesce a rimanere serio… o solo a me scappa da ridere?)
 
Nelle altre parti più consistenti da ”pistola fumante”, si parla di ”atti gravi” che ”provano l’intenzionalità” di fare le plusvalenze, come se fosse possibile fare altrimenti… Ma come faccio io a fare uno scambio con plusvalenza senza volerla fare? Mentre le società corrispondenti, le avrebbero fatte, non si sa come, ”a loro insaputa”. E si parla di ulteriore dolo nel proporre questa pratica ”con continuità” (della ”continuità e consistenza” delle plusvalenze della Juventus avevo già dato conto nel precedente intervento, riportando quanto questa pratica abbia inciso sul suo fatturato decennale di 4.522 miliardi di euro, ovvero ”solamente” per il 17%).
 
Per fare un esempio chiaro e comprensibile anche se non è nelle carte processuali, ma relativo a questo ultimo decennio, sarebbe come dire che quando la Juventus di Marotta faceva affari e plusvalenze reciproche col Sassuolo di Carnevali (i due sono testimoni di nozze l’uno dell’altro) le faceva ”con intenzionalità”, e ha continuato a farle con ”con intenzionalità” quando senza più Marotta trattava Locatelli, mentre quando Marotta si è trasferito all’Inter, le operazioni e le relative plusvalenze imbastite con Carnevali per Politano, Sensi, Pinamonti ecc avvenivano ”senza intenzionalità” e, anzi ”a loro mutua insaputa”. Surreale no?
 
Con la presenza di autentiche perle di precaria dimestichezza se non di estraneità (la malafede la si deve escludere) su come abbia funzionato per decenni e funzioni tuttora il calcio italiano ed europeo, come questa: ”definire e anteporre un obbiettivo di plusvalenze esclusivamente per ottenere un risultato economico finale senza seguire un processo razionale dimostrabile e che non costituisca un atto di fede non ha alcun fondamento prima logico e poi bilancistico”, ribadita e raffinata più avanti con: ”La Juventus programmava plusvalenze prescindendo dall’individuazione di un giocatore stesso (indicato con una X) ma per il valore economico finale da conseguire”, perle che lasciano interdetti.
Praticamente la sentenza dice che io Atalanta – lo capisco meglio se la riferisco a me/noi -, non posso pormi l’obbiettivo di cavar fuori 50ml dalla sessione di mercato (per rimediare all’aumento dei costi, alla botta pandemica, per mantenere un nuovo e più ambizioso standard tecnico, per far fronte all’esborso per il Gewiss Stadium ecc) senza individuare prima con chi, come e perché farò i miei scambi… Cavolo! Ma io sono vent’anni che sento Percassi che chiede a Sartori o a quello che c’era prima di lui di trovare tot ml in tot tempo e sono certo che qualche foglio A4 dove si appuntava cifre e ”suggestioni” lo avrà sicuramente avuto nel cassetto della scrivania, magari senza quel ridicolo titoletto, ma tale e quale nella sostanza… Cavolo! Ma io sono almeno 15 anni che leggo quanto siano stati bravi a farlo alla Roma, ma anche alla Juve, di quanto sia stato meraviglioso Ausilio nel trovare un anno 50, l’anno dopo 70 e l’altro ancora 90ml per fare cassa, di come negli ultimi tre anni Zhang abbia messo alle strette “il Mostro” con i continui e pressanti ”ci vogliono 80ml prima di fine esercizio 20xy”, ”ce ne vogliono 120 per fine esercizio 20yz” e di quanto lui abbia azionato a meraviglia il player trading portandogli a casa 120, 170ml ecc. Ma non erano mica gli stessi giornalisti sportivi che adesso ciurlano nel manico, quelli che scrivevano che ”Mr. X deve fare 30-40-100ml entro fine esercizio”: perché allora non chiedevano loro stessi l’intervento delle procure se ora trovano una ”natura confessoria” (altra perla delle motivazioni) in una tale pratica? Ma scherziamo? Ma vogliamo davvero far amministrare la giustizia ”civilistica” di aziende miliardarie a gente che non sa nulla di, o fa finta di non sapere, come hanno funzionato e funzionino le cose (male, peggio, in modo infimo: ma allo stesso modo per tutti) nel calcio?
 
Ci vorrebbe una soluzione vera e condivisa? Ma certo!
 
E a questo proposito fa un po’ cadere le braccia il coraggio di Don Abbondio dell’AD della Lega Serie A, Luigi De Siervo, che solo ieri, quando i buoi erano scappati da tempo, ha trovato le parole per ammettere: “E’ difficile pensare che la Juventus sia l’unica responsabile di un sistema di plusvalenze che in realtà, purtroppo, è diffuso non solo in Italia ma a livello internazionale. Ad oggi è difficile da comprendere, visto che le plusvalenze in linea di massima si fanno in due. Siamo all’interno di un sistema e dobbiamo rispettarne tutte le regole, anche gli organismi che lo giudicano. Non credo che il problema sia la struttura della Giustizia sportiva quanto di un sistema di regole. Il mio invito è alla Fifa per individuare dei principi da applicare in maniera certa, da spiegare al pubblico intero. Quando ci saranno le norme potranno essere rispettate da tutti in maniera chiara”.
 
Eh si! Abbiamo bisogno di regole condivise da tutti (tutti significa TUTTI, in tutta Europa!), soprattutto abbiamo bisogno di gente più seria che non faccia finta di aver scoperto la magagna con le intercettazioni (e di voler punire eventuali illeciti amministrativi scavalcando le norme specifiche che li definiscono).
 
Bene, avevo detto che dovevo ammazzare un po’ il tempo… infatti sulle ”motivazioni” ne ho buttato fin troppo. Come dicevo nel mio precedente intervento, ”il merito” della vicenda non conta nulla, e anzi ”si è già accuratamente evitato che se ne possa discutere anche nel ricorso al Collegio di Garanzia del Coni, che invece verterà sull’inammissibilità, ma non vedrà discussioni sul puntro cruciale della materia.”.
 
E quindi veniamo al punto più interessante in punta di diritto, ma nient’altro che un divertimento, perché, secondo me, la sentenza del processo d’appello (curiosamente svoltosi senza dibattimento e essendo stato accorpato a quello di primo grado, riducendo un grado di giudizio e lo spazio della difesa) è tutta giocata sul piano mediatico-politico ed è di fatto divenuta inalienabile.
 
Cioè veniamo alle pezze d’appoggio (come detto, la gran parte del carteggio delle ”motivazioni”) per prevenire la possibilità che il Collegio di garanzia del CONI rifiuti la sentenza.
 
A mio parere, nonostante la profusione di carte in questo senso, la Corte è entrata in una palese contraddizione… quando, per giustificare quello che scriverà qualche riga più avanti sulla consistenza sanzionatoria, premette che la contestazione muove dall’articolo 31 comma1 e dall’articolo 4, cioè l’articolo specifico sulle plusvalenze e quello generale sui principi di lealtà-probitá-correttezza… il problema è che due articoli non si possono sommare, non è mai successo, sarebbe una vera rivoluzione, ancora di più in una materia vastissima come ”la gestione amministrativa”. Per essere chiari, c’è un principio fermissimo del diritto tout court, che esistono le ”norme specifiche” e i ”principi generali”: se tu hai una norma specifica non puoi applicare il principio generale che ti serve proprio se non hai a disposizione la norma specifica. Tanto semplice. Tanto è vero che la Corte, quando riprende un precedente dello stesso Collegio di garanzia che dovrà giudicarli tra circa un mese, cita la sentenza ”storica” datata 2017, dove si precisava che si può ricorrere per condannare, e anche pesantemente, ai principi di lealtà-probità-e-correttezza… ma… e qui starebbe la contraddizione (una vera cappella, sembrerebbe), perché proprio quella ”storica” sentenza precisava chiaramente che vi si può ricorrere solo ove manchi una norma specifica che rischierebbe di lasciare impunito un comportamento antisportivo… La contraddizione in termini è che la ”cappella” della Corte svelerebbe che i giudici federali abbiano individuato prima la sanzione e poi cercato (e trovato in modo mai visto e poco convincente) la norma. Un meccanismo che non reggerebbe in punta di diritto.
 
Sarebbe davvero divertente se il Collegio di garanzia del CONI respingesse la sentenza senza cassarla definitivamente, ma la rimandasse ad un nuovo processo dove si istruisca un vero dibattimento con una vera discussione (anche pubblica). Sarebbe molto divertente e molto istruttivo. Purtroppo non succederà.
 
Concludo (era un… ”eh sarà meglio, va!”, quello che mi fischiava nelle orecchie…? 😉 ), tornando velocemente sulla battuta commentata l’altro giorno, quella che alludeva al fatto che nessun dirigente o presidente di altre società abbia aperto bocca e detto ”bè” sulla vicenda per paura del ”cetriolo vagante”… In effetti, ripensandoci ora, non è solamente la paura dell’abolizione della Camera di compensazione e la prospettiva di dover tirare fuori soldi veri ad ogni transazione che atterrisce… c’è anche quest’idea dell’inedito giuridico della ”slealtà sportiva” e delle sanzioni annesse che terrorizza tutti. Perché guardate… se viene data la possibilità della ”slealtà sportiva” per ”la gestione”… per la gestione dei propri soldi, la gestione del proprio bilancio, del proprio budget… se tutta questa materia diviene improvvisamente passibile di ”lealtà sportiva”… cavolo… diventa una norma pericolosissima per tutti, di una vastità che non puoi sapere né come muoverti né cosa può succederti… perché la ruota gira e non ci saranno sempre le stesse persone a giudicare… magari arrivano altri con pregiudizi diversi, più selettivi e ancora più stringenti… e qualsiasi illecito amministrativo che prima era regolato da una norma specifica, preso e valutato con questa libertà di astrazione, può facilmente (e proditoriamente) essere lasciato cadere dentro la rete della norma generale che tutto comprende e monda… Detto sinceramente, una giustizia senza certezza della pena, anzi con la certezza della sua basculante mannaia, dovrebbe far tremare le vene ai polsi di ogni cittadino che si senta e dica garantista, non solo in questa materia. Io lo sono da sempre, con tutti.
 
Posto appena mi tolgo il fly mode… 😉

monica

Naturalmente era una battutaccia,spero che tu non te la sia presa!

monica

…ammazza!…era in ritardo il volo??
😄😜

Il mattino ha loro in Bocca

altro che pippone…ne servirebbero tanti come te.

"𝐀𝐇! MA È 𝐕𝐈𝐎𝐋𝐀!" (cit)

Grande, bellissima seconda puntata. Anche meglio della prima.
Grazie

Modifica il 1 anno fa da "𝐀𝐇! MA È 𝐕𝐈𝐎𝐋𝐀!" (cit)
Mordechai

Presumo sia un eccellente post, ma (chiedo scusa) al quinto rigo sono stramazzato.

"𝐀𝐇! MA È 𝐕𝐈𝐎𝐋𝐀!" (cit)

Lo è, evita di leggere una trentina di commenti insulsi e leggiti questo.

abbasso la maggioranza

Non me ne vorrai ma pippone saltato. Meglio breve e concettuso altrimenti silenzio perché ci sono altri modi di perdere il tempo. Non c’era proprio nesduno con cui fare due chiacchiere?

"𝐀𝐇! MA È 𝐕𝐈𝐎𝐋𝐀!" (cit)

Maleducazione ne abbiamo?

ConteOliver

Abbiamo scritto le medesime cose, io un po piu rozzamente
Non posso che concordare

Luc10 Dalla

Grazie per il pippone pt.2 (anche se questa è una lectio magistralis, altro che pippone 😉).

Quando dici che i giudici avevano già idea della sanzione da infliggere e poi hanno cercato la norma con cui giustificarla mi hai confermato qualcosa che mi ronzava in testa già da un po’

tom

Ok, inoltra il tutto ai legali bianconeri, please.

cipralex

Solo per dare un consiglio al nostro Ospite: Doc, si munisca di ventose che l’arrampicata sugli specchi di sole unghie nuoce alla salute ( delle medesime).
Disdici e fai disdire abbonamento DAZN, TIMVISION ,SKY etc.

Waters

E questa era la nostra borghesia, ahi serva Italia di dolore ostello…..

Salud.

malandragem

waterz, la vera tragedia è che la nostra borghesia è gente come te

cipralex

Di bianco il camice, non lo smoking.

tamarrogigante

mio figlio, 6 anni, ieri in cortile mi ha detto: papà…non so se tenere per il milan o per la inter.
uhh…perchè?
…mah, mi piacciono i colori…
e ha ricominciato a tirare la wilson nba a canestro

Bob Aka Utente11880

L’importante è avere un criterio e seguirlo. Per il basket direi scelta sicura Olimpia

Eric Dolphy

Bocca!
lei ha osato censurare un link a un’opera del sommo Waters!
non mi risulta che non sia possibile postare link youtubeschi, ne passano a bizzeffe di orribili metallari e canzonettari;
attendo impavido spiegazioni;

Waters

Non credo proprio…

Salud.

Eric Dolphy

che dia spiegazioni? lo credo anch’io: non gli ho mai offerto manco un panino;
per i curiosi: era un link a Music from The Body, commento sonoro adatto al thread;

Modifica il 1 anno fa da Eric Dolphy
Trebaffetti

Ormai le vicende sportive sono strettamente legate a quelle finanziarie e legali, e forse i tempi sono maturi perché diventino ufficialmente parte dello spettacolo; per esempio sarebbe bello vedere durante i break del VAR i due team degli avvocati delle squadre che si affrontano in una sorta di gioco nel gioco, che ne pensate?

tom

E intanto Cesare Casadei, quello pagato 20 mln di euro dal Chelsea, va in prestito al Reading fino a fine stagione. Attuale valore di mercato? 1 milione di euro…

Leo 62

Sembra che faccia molti lisci…

il ghiro

Ragazzi, mi fanno un po’ ridere i tanti TJ del Bloooog che si dichiarano disgustati sia dalle porcherie messe in atto dalla Juventus sia dalla “partigianeria” della Giustizia Sportiva che non indaga sulle altre Società, sia ancora dai media che sparano a zero sui tapini juventini, tanti Calimeri che si lamentano che “tutti se la prendono con loro perché sono piccoli e bianco-neri”. Sono abituati molto male, noi laziali abbiamo fatto esperienze ben più sconfortanti di questa, dagli scandali del calcio-scommesse alle retrocessioni a gogò, dalla presidenza di “ultima raffica di Salò” a quella del bancarottiere Cragnotti, ma l’affetto per il calcio e per i nostri colori biancocelesti, nonostante queste traversie dolorose, non ci ha mai abbandonato. Strappare le tessere per le partite allo stadio o disdire gli abbonamenti alle pay-tv non credo possa contribuire a risolvere la crisi del calcio italico, ben altre sarebbero le iniziative da prendere per risanare una situazione da tempo sfuggita di mano a Federazione e Lega.

il ghiro

Mi sono solo permesso di sottolineare che lo sconforto dei tifosi juventini non deve spingerli ad abbandonare la propria squadra e a disamorarsi da questo gioco, che rimane sempre il più bello del mondo. Non c’era alcuna ironia o perculamento nei loro confronti, forse sono stato frainteso, da tempo in tutti i miei commenti più seri ho cercato di suggerire modifiche e correzioni alle scelte balorde che i Soloni che guidano il nostro calcio hanno deciso in passato e stanno continuando a prendere anche in questi ultimi tempi. Non voglio qui annoiarvi ripetendoli per l’ennesima volta, i nostri malanni sono tanti e di non semplice e rapida risoluzione. Ma la protesta e il piagnisteo non risolvono i problemi sul tappeto.

L'impossibile compito di Allegri

Ma dai?! davvero avevano penalizzato o mandato in SerieB la Lazio di Cragnotti, contestandogli la frode di migliaia di miliardi di soldi dall’azienda pubblica Cirio per comprarci i Lopez, gli Stam, i Vieri, i Veron, i Mendieta, i Crespo ecc ecc…? Pensa che io mi ricordavo invece del meraviglioso sentimento dei tifosi della Lazio a via Allegri (eh magari… fosse lui…), davanti la sede della Federcalcio, mentre incendiavano cassonetti protetti dalla polizia, nella settimana che precedette la partita di 7 ore a Perugia…
Pensa un po’… un processo senza dibattimento chiuso in due ore un venerdi pomeriggio e una partita di calcio durata sette ore… Quando si dice la rettitudine, altro che la nostra partigianeria…

Modifica il 1 anno fa da L'impossibile compito di Allegri
2010 nessuno

Hai ragione @ghiro, sono, siamo stati abituati male.

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Bravo ghiro , io come già detto sono diventato tifoso laziale a pieno titolo quando il Napoli è stato mandato in serie C , ho pensato che se l’era meritato , come è tornato in A ho ricominciato a tifare anche per loro, senza maledire le donne il tempo ed il governo come i vecchi di De Andrè, alcuni tifosi rappresentano bene il modo di pensare di una certa parte di italiani, per cui il paese deve cambiare (per gli altri ) vogliono un governo forte ( per gli altri ) e loro però devono continuare a fare i loro comodi . Venendo al mio caso personale di bloggarolo , pur continuando a dire che le offese in un bloog ci stanno e nun me ne po fregà de meno, vengo pure accusato di lamentarmi delle medesime, alle quali oltretutto non rispondo mai a tono, inoltre sarei unTaj estremo ,che avrebbe come minimo brindato alla penalizzazione , ripeto che per me l’importante era batterla sul campo , mi auguro che non la estromettano dall’Europa , spero solo ,cosa probabile che arrivi almeno a 16 punti dal Napoli, il quale a quanto ho capito è stato già assolto, vedremo se ci saranno nuovi elementi per riaprire il caso ,quanto a coloro che hanno abbandonato il bloog o disdetto le Pay ,non mi pare un gran modo di amare la propria squadra, e non so bene a chi abbiano fatto il dispetto. Ripeto che mi riferisco solo ad alcuni tifosi ben noti qui dentro .

malandragem

“io come già detto sono diventato tifoso laziale a pieno titolo quando il Napoli è stato mandato in serie C , ho pensato che se l’era meritato , come è tornato in A ho ricominciato a tifare anche per loro”

sostanzialmente un paraculo che sale sul carro buono quando vede che va…

Eric Dolphy

appunto, ben altre sarebbero le iniziative da prendere;
da molti anni, ad es. in farsopoli 1 si doveva indagare a fondo e fare un bel repulisti;
ma come si fa Initaglia, dove pochi anni fa il massimo dirigente calcistico dichiarò che la maggior parte delle squadre, a far le cose in regola, non si sarebbe potuta iscrivere al campionato?
contrariamente a te credo che non andare allo stadio e non sottoscrivere abbonamenti tv spingerebbe lorsignori a risolvere la crisi del calcio italiota, ma solo se fosse fatto in massa dai tifosi di tutte le squadre, cosa più difficile che ridurre di brutto l’evasione fiscale o sistemare i letti dei fiumi o affrontare in maniera razionale il problema dei migranti;

ConteOliver

ti facevo un po’ più sveglio, ghiro

evidentemente sbagliavo

provare ad argomentare viene difficile?

capisco

però il sottoscritto, ed altri abbiamo spiegato per bene e argomentato

sentirsi rispondere con un “pappappero” da terza elementare, o peggio, suona davvero sgradevole

puoi dissentire, ma prova ad argomentare, non a buttarla in caciara

sei scorretto e, francamente, un comportamento simile uno se lo aspetta dai minus habens del blog, che sono pure numerosi, non da te

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Disdici e fai disdire abbonamenti a Dazn, Sky, Timvision, giornali ecc.
Boicotta e fai boicottare Lete, Tim, Eni, Puma, PosteItaliane, tutti gli sponsor della Federcalcio.

Andiamo bianconeri, andiamo.

https://pbs.twimg.com/media/FnyMsqQXwAAvSjy?format=jpg&name=small

https://pbs.twimg.com/media/Fntd0QYWQAQ4z0E?format=jpg&name=large

Modifica il 1 anno fa da MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI
convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Bravo figurati che c’è chi boicotta chi sostiene le armi e la guerra, abbatte le foreste e inquina cielo terra e mare , dove andremo a finire ?

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Sei tifoso juventino? No.
Ti ho quindi invitato a boicottare qualche prodotto? No.
Ci conosciamo, sai se boicotto anche altri prodotti? No.

Perché quindi questa pappardella moralista?
Hai anche una certa età (lo dico senza ironia), non mi va di fare polemica.
Tifati le altre 19 squadre e amici come prima