SERIE A, 17a giornata  – ⚽ – Avete fatto male a scaricare subito il Napoli, la squadra di Spalletti e Osimhen è tornata subito a +7, vincendo a Genova contro la Samp e senza sfruttare nemmeno un rigore fasullo che gli era stato regalato. Il Napoli sfrutta i pareggi “in extremis” dell’Inter e del Milan. Entrambi per 2-2 e entrambi al 93′! Chiaro il disegno divino ed esoterico – ⚽ – La banda Pioli si fa riacchiappare da quella di Mourinho, quando pensava di aver già vinto, e mal gliene incolse perché ora la Juve ha i suoi stessi punti. Ci avviamo dunque verso un Napoli-Juve stracarico di significato. La squadra di Allegri ottiene l’ottava vittoria consecutiva, e la sua grande forza, secondo tradizione, è tornata a essere la difesa. Mai preso un gol. Perso per strada Vlahovic, ma ritrovato Chiesa, non c’era altra soluzione. Un gol e via (stavolta lo segna Danilo, nel secondo tempo), la Juventus ha ritrovato la sua vera indole di squadra che bada al sodo e continua la sua risalita della classifica senza mai pronunciare la parola scudetto (anche se tutti la temono). La squadra di Allegri ottiene l’ottava vittoria consecutiva, e la sua grande forza, secondo tradizione, è tornata a essere la difesa. Mai preso un gol. Perso per strada Vlahovic, ma ritrovato Chiesa, non c’era altra soluzione… – –  L’Inter fermata a Monza, Lukaku scomparso tra panchina e delusione, Simone Inzaghi si lamenta per un gol annullato al Var: “Ci hanno tolto due punti”. Intanto Galliani si è trasformato in Teo Teocoli in tribuna… 

SERIE A 2022-2023

GIORNATA N. 17

Sabato 7 gennaio 2023

Fiorentina – Sassuolo 2-1

(48′ Saponara F, 57′ Berardi rig. S, 90’+1′ Gonzales rig. F)

Juventus – Udinese 1-0

(86′ Danilo J)

Monza – Inter 2-2

(10′ Darmian I, 11′ Ciurria M, 22′ Lautaro  I,  90’+3′ Dunfries aut. I)

Domenica 8 gennaio 2023

Salernitana – Torino 1-1

(36 Sanabria T, 49′ Vilenha S)

Lazio – Empoli 2-2

(2′ Felipe Anderson L, 54′ Zaccagni L, 83′ Caputo E, 90’+3′ Marin E)

Spezia – Lecce 0-0

Sampdoria – Napoli 0-2

(19′ Osimhen N, 82′ Elmas rig. N)

Milan – Roma 2-2

(30′ Kalulu M, 77′ Pobega M, 87′ Ibanez R, 90’+3′ Abraham R)

Lunedì 9 gennaio 2023

Verona – Cremonese 2-0

(9′ Lazovic V, 26 Lazovic V)

Bologna – Atalanta 1-2

(6′ Orsolini B, 47′ Koopmeiners A, 58′ Højlund A)

CLASSIFICA

(dopo la 16a giornata)

Napoli 44 (17), Juventus 37 (17), Milan 37 (17), Inter 34 (17), Lazio 31 (17), Atalanta 31 (17), Roma 31 (17), Udinese 25 (17), Fiorentina 23 (17), Torino 23 (17), Lecce 19 (17), Bologna 19 (17),  Empoli 19 (17), Salernitana 18 (17), Monza 18 (17), Sassuolo 16 (17), Spezia 15 (17), Verona 9 (17), Sampdoria 9 (17), Cremonese 7 (17).

PROSSIMO TURNO

Giornata n.18

Venerdì 13 gennaio 2023

Napoli-Juventus 20.45

Sabato 14 gennaio 2023

Cremonese – Monza 15.00

Lecce – Milan 18.00

Inter – Verona 20.45

Domenica 15 gennaio 2023

Sassuolo – Lazio 12.30

Torino – Spezia 15.00

Udinese – Bologna 15.00

Atalanta – Salernitana 18.00

Roma – Fiorentina 20.45

Lunedì 16 gennaio 2023

Empoli – Sampdoria

***

Juventus - Udinese 1-0, gol di Danilo

Sabato 7 gennaio 2023

Corto Muso e Var

Espressioni e parole chiave della giornata: “Corto Muso” e “Var”. Bastano due concetti già molto noti per spiegare quello che succede, e a suo modo provoca uno scossone al campionato, anche se per ora solo nelle retrovie della lotta scudetto. Dunque, “corto muso”. Con un gol alla Cremonese di Danilo su assist notevole di Chiesa (la vera novità), la Juventus infila la sua ottava vittoria consecutiva.

  Di queste otto vittorie la caratteristica fondamentale è che sono arrivate tutte senza prendere nemmeno un gol, i famosi “clean sheet” che tanto piacciono ai comunicatori tv. Di queste otto, cinque vittorie sono per 1-0, il massimo dei punti col minimo sforzo, quello che nella terminologia ippodromica di Allegri è appunto il “corto muso”. Scoperto che la Juventus è poco presentabile in attacco, meglio ricominciare dalla difesa, che del resto è una delle pietre fondative della Juve stessa. Piace? Non piace? Diverte? Non diverte? La questione risulta oziosa al mondo bianconero che francamente se ne infischia.

 

  Passiamo a “Var”. L’Inter si ferma a Monza sul 2-2. Per inciso, più dei gol, passa alla cronaca l’esultanza sul 2-2 – autogol di Dumfries al 93’… –  di Adriano Galliani in tribuna accanto a Paolo Berlusconi, che manco ai tempi del Milan del trio olandese, di Sacchi e delle Champions League. Non si è rivista l’Inter che aveva fermato il Napoli, Inzaghi ha scaricato tutte le colpe sull’arbitro Sacchi e sul Var. “Ci hanno tolto due punti, inconcepibile”. Annullato un gol ad Acerbi che avrebbe portato l’Inter sull’1-3 – guarda e riguarda non si percepisce proprio il fallo fischiato dall’arbitro anche prima che si arrivasse al gol – , il Monza lamenta un rigore mancato ma non diminuisce la ben più alta indignazione nerazzurra, che chiede ora la testa dell’arbitro.

  Alle parole chiave date per interpretare la giornata, aggiorniamo due attaccanti non pervenuti. Di Vlahovic sono state inoltrate segnalazioni all’ufficio oggetti smarriti; Lukaku, entrato dal relegamento in panchina, risulta inconsistente e trasparente nonostante i 103 chili rilevati alle operazioni di peso.

Domenica 9 gennaio 2023

“In extremis” e “alla rovescia”

Parola chiave stavolta è “in extremis”. Inteso come alla fine, quando ormai non te lo aspetti più. Ci aggiungerei poi anche “alla rovescia” e  vi spiegherò perché. Dunque: la lotta scudetto è riaperta, si va bene, però… Quello che il Napoli ha perso contro l’Inter si è in buona parte ripreso in varia maniera: con due gol e pure un rigore sbagliato (forse inconsciamente, perché assolutamente regalato) a Genova contro la Sampdoria. Meno Kvaratskhelia – è già finito l’effetto sorpresa? – più Osimhen, che è un punto d’appoggio già noto e sicuro per Spalletti.

  Non è ancora il Napoli che avevamo visto prima del Mondiale, ma almeno stavolta ci mette una pezza. E soprattutto sfrutta il pareggio “in extremis” del Monza contro l’Inter – vedi esultanza di Galliani – e il pareggio ancora “in extremis” della Roma a San Siro contro il Milan. Avanti di 2-0 contro la solita inconsistente Roma, la squadra di Pioli assiste senza reazione all’improvviso e sorprendente risveglio dei mourinhani che con Ibanez e il ritrovato Abraham agganciano quello che consideravamo l’antiNapoli per eccellenza. Curiosamente entrambi i gol del pareggio per 2-2 di Inter e Milan arrivano al terzo minuto di recupero. “In extremis” appunto. Chiaro il disegno esoterico della questione.

  Alla rovescia”, perché di settimana in settimana si rovesciano i concetti cui eravamo approdati faticosamente. Il Napoli di Genova è alla rovescia rispetto al Napoli di San Siro contro l’Inter. L’Inter di Monza è rovesciata rispetto alla partita precedente. Il Milan è rovesciato rispetto al Milan che avevamo visto vincere con un certo cipiglio a Salerno.

  L’unica coerente con se stessa è la Juve, la sua aurea mediocrità – se di mediocrità possiamo parlare – approda al secondo posto, aggancia il Milan, e si presenta al San Paolo per il prossimo scontro diretto col Napoli. Dovesse vincere, sentenzieremmo tutti: scudetto alla Juve! Potrei dirlo anche io, non garantisco nemmeno per me stesso.

 Stante così le cose, su pronostici, previsioni e vaticini, preferisco farmi gli affari miei. Degli stati di forma e dei numeri non mi fido.  Mi si conceda dunque almeno a tripla. Almeno…

 

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SINTESI

SERIE A, 17a giornata  – ⚽ – Avete fatto male a scaricare subito il Napoli, la squadra di Spalletti e Osimhen è tornata subito a +7, vincendo a Genova contro la Samp e senza sfruttare nemmeno un rigore fasullo che gli era stato regalato. Il Napoli sfrutta i pareggi “in extremis” dell’Inter e del Milan. Entrambi per 2-2 e entrambi al 93′! Chiaro il disegno divino ed esoterico – ⚽ – La banda Pioli si fa riacchiappare da quella di Mourinho, quando pensava di aver già vinto, e mal gliene incolse perché ora la Juve ha i suoi stessi punti. Ci avviamo dunque verso un Napoli-Juve stracarico di significato. La squadra di Allegri ottiene l’ottava vittoria consecutiva, e la sua grande forza, secondo tradizione, è tornata a essere la difesa. Mai preso un gol. Perso per strada Vlahovic, ma ritrovato Chiesa, non c’era altra soluzione. Un gol e via (stavolta lo segna Danilo, nel secondo tempo), la Juventus ha ritrovato la sua vera indole di squadra che bada al sodo e continua la sua risalita della classifica senza mai pronunciare la parola scudetto (anche se tutti la temono). La squadra di Allegri ottiene l’ottava vittoria consecutiva, e la sua grande forza, secondo tradizione, è tornata a essere la difesa. Mai preso un gol. Perso per strada Vlahovic, ma ritrovato Chiesa, non c’era altra soluzione… – –  L’Inter fermata a Monza, Lukaku scomparso tra panchina e delusione, Simone Inzaghi si lamenta per un gol annullato al Var: “Ci hanno tolto due punti”. Intanto Galliani si è trasformato in Teo Teocoli in tribuna… 

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
256 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

come si stava bene quando c'era lui

Ascoltavo il direttore generale più vincente della storia del Napoli fare un’attenta e interessante analisi della partita di venerdi. Secondo lui la Juventus non avrà – praticamente (cit) – scampo e, purtroppo, sa quello che dice.

Bob Aka Utente11880

A proposito di Inter Parma di CI (scrivo qui perchè il thread su Lukaku parla di altro): che senso ha dopo due mesi di sosta, con sole due partite nelle gambe, quando magari servirebbero minuti di gioco in più per ritrovare forma e automatismi, non schierare più di metà della squadra titolare per (immagino) preservarla per il Verona (con tutto il rispetto) ?
con il rischio di farsi sbattere fuori ? Forse che Inzaghi crede davvero di avere altri obiettivi (oltre al 4° posto) per quest’anno ?
dopodichè partita alla Ridolini, almeno per i nostri gol: uno di naso (autogol su scivolone di Lautaro) e uno di testa tipo oratorio …. e ben ha fatto il grande Buffon a farsi una risata, anche se significava l’eliminazione.

cipralex

Ho letto qui tuoi cotifosi avere la Champions come obiettivo…..è vero peraltro che da qualche giorno non si fanno più leggere……

Bauscia

Che fanno il paio con quelli di Monza, gentilissimi regali della retroguardia brianzola. Speriamo che ad Inzaghi regga almeno il chiulo… perché altrimenti siam messi male…

Bob Aka Utente11880

Esatto !

ConteOliver

Tifosi del Napoli creano disordini e organizzano imboscata ai tifosi della Roma; si chiedono sanzioni esemplari.
Provvedimento adottato in tempo record: vietata la trasferta ai tifosi juventini per la partita Napoli – Juventus.
Da Banana Republic è tutto, a voi la linea
😆

Giorgio Bianchi

Conte, perché scrivi caxzate?
Alcune centinaia di delinquenti travestiti da tifosi si sono dati appuntamento in autostrada per menarsi col beneplacito tacito delle forze dell’ordine che si sono distinte per assenza.
I tifosi juventinisti ogni volta che sono andati a Napoli spesso e volentieri hanno fatto notevoli casini oltre a parecchi danni.
Questo vittimismo peloso da tj non mi sembra giustificato da nulla.

tamarrogigante

lo pensano in tanti, te lo dico io che sono il maestro della sintesi: hai rotto il cazzo!

Giorgio Bianchi

Anche tu

ConteOliver

Bianchi Bianchi, in sole 6 righe di “calzate” ne hai scritte davvero una caterva.

I terribili e violentissimi ultras della Juve?
Ma che davvero?

danni? 😆

davvero vuoi parlare di danni e comportamenti incivili?

a parte il fatto che negli ultimi 10 anni i tifosi Juve saranno stati ammessi a Napoli due volte… suvvia ti stai rendendo ridicolo

in compenso voi, a Torino, siete venuti sempre, ed avete fatto più danni degli Unni.

Davvero, sei il classico esempio del bue che …

Giorgio Bianchi

Gli unni hanno molto più confidenza con le tue zone che con le mie.

Di quali danni cianci? Dei famigerati cessi dello stadio ma documentati? O degli spigliatoi rotti dai milanisti (i giocatori) anche quelli mai documentati?
Non è che se le cazxate le spara uno juventinista siano meno cazxate, sempre cazxate sono.

Ps in realtà io dovrei essere l’asino ed il bue saresti tu se volessimo puntualizzare 🤣🤣🤣

ConteOliver

i danni allo Juventus Stadium sono documentati, e bene 😉

degli spogliatoi sinceramente so nulla, ma di seggiolini divelti e servizi igienici resi inagibili c’è ampia documentazione

quanto al resto?
cioè, io ho fatto una battuta, che non vuole essere altro che una battuta (vds “faccina ridens”) sul fatto che, a fronte di intemperanze di tifosi del Napoli (e della Roma), per l’ennesima volta viene impedita la trasferta ai tifosi della Juve, che non c’entravano e non c’entrano un beneamato caxx

poi, quando invece di tratta di giocare a Torino, magicamente i Prefetti si distraggono e, nonostante i danni ben documentati della volta precedente e le ampie avvisaglie che questi si ripeteranno, vi consentono sempre e comunque di venire a Torino

Al di la di tutto, a me – e non solo a me – sembra francamente un doppiopesismo sfacciato

almeno che anche al Napoli venga imposto di giocare senza supporto, così come imposto alla Juve, ogni volta che deve giocare a Napoli

e invece, ogni anno, senza supporto ci gioca sempre e solo la Juve

e bada bene che questo succede, puntualmente, solo a Napoli

sinceramente è una porcata

PS: su bue e asino hai ragione te 😆

Modifica il 15 giorni fa da ConteOliver
Giorgio Bianchi

Nel senso che tu hai le corna e dici a me che le ho vero?😆
Non posso che concordare😂

Giorgio Bianchi

Vedi risposta al fato
Documentati???? Da chi, dai post dei tuoi comparielli?🤣🤣🤣
La Juve ha tifosi ovunque. Non gioca mai senza supporto.
Conte tu farnetichi. Non ti pensavo così…

Modifica il 15 giorni fa da Giorgio Bianchi
Giorgio Bianchi

Scusa, dimenticavo che voi siete agnelli sacrificali.🤣🤣🤣 ma che siate ossessionati dal tutti ce l’hanno con voi non puoi chiamarla caxxata. Ce l’avete nel sangue. Il complesso di calimero.😆😆😆

come si stava bene quando c'era lui

Ma non è un ‘ossesione…

“Il complesso di calimero.” (cit)

perle-ossessione.png

uhm, ‘sta retorica del non sono tifosi ma delinquenti mi infastidisce;
perché non si può essere tifosi e delinquenti? tifosi e ragionieri? tifosi e biondi?
cmq mi ha stufato la questione: se si vuole la violenza negli stadi e fuori si può, nat. non del tutto, eliminare;
se non lo si fa penso che i motivi siano gli stessi per cui non si elimina, nat. non del tutto, l’evasione fiscale;
votate, gente, votate;

Giorgio Bianchi

Caro fato, questo tuo fastidio vale anche per i tuoi ultras e cotifosi quando intonano i famigerati coretti sui napoletani o lì invece il “sono pochi scemi”è lecito?

Come si stava bene quando c'era lui

Risulta che la curva deglj ultras juventini non esista più dal 2018? Sono almeno cinque campionati e mezzo, avresti dovuto metabolizzare il fatto che in Italia esiste una società che ha denunciato e poi si è costituita parte civile nel processo intentato contro i suoi stessi ultras…

come pretendo che la mia squadra sia migliore delle altre pretendo che i miei cotifosi siano migliori dei tifosi delle altre squadre;
e spero mi darai atto che sebbene la tifoseria juventina sia la più numerosa è molto in basso come numero e gravità di comportamenti;

Giorgio Bianchi

Quante pretenzioni fato, circa i tuoi cotifosi l’ho sempre detto che sebbene ci insultiate con quei famigerati coretti anche quando non giocate contro di noi, gli juventinisti siete tutti alti biomdi e con gli occhi azzurri.

temo ci confondi coi tifosi del Fussball Club Südtirol; personalmente sono alto, va bene, ma con capelli castani e brown and mild eyes;
essì, credo che gli juventinisti, come ci chiami*, siano in genere migliori dei napolisti, a giudicare dalle cronache;

*presumo perché ti sei ficcato in testa che napolista sia un insulto, il che, scusami, non depone a favore della tua intelligenza;

Modifica il 15 giorni fa da posted from a ridicoulus Country
Giorgio Bianchi

Credo che tu sia uno di quelli, tifosi della Juve, che non sappia il perché vi chiamo juventinisti. Allora vado a spiegartelosenza, stai tranquillo, tirare in ballo la tua intelligenza che mi sembrerebbe una puttanata.
Dunque la Juve ha tifosi in tutto sto paese disgraziato, ovunque, i torinesi che la tifano sono una netta minoranza in sostanza Juventus e una città metafisica ed i suoi tifosi sono quindi juventinisti. Napolisti non c’entra un tubo e non lo ritengo un’offesa, solo una st…zata.
Spero di esserti stato utile senza peraltro chiamare in causa la tua intelligenza.

Ps Mediamente, a giudicare da quelli che scrivono su questo blog direi che voi non sembrate davvero essere migliori, dei tifosi azzurri, ma anche degli altri, anzi. Vedi l’autoproclamatosi , a giusta ragione a giudicare dal suo ultimo commento riferito a me, tamarrogigante che, inconsapevolmente forse, spiega in maniera solare con quel “commento” di esserlo davvero. E mi fermo a lui per non infierire.

malandragem

stai infierendo solamente su te stesso ma continua pure…

come si stava bene quando c'era lui

…che tanto mica siete ossessionati…😂

perle-pampa-Sosa.png

le tue ventose per arrampicarti sugli specchi purtroppo non reggono;
ci sarebbe un vaghissimo senso se Torino si chiamasse Juventus, la Juventus Juventus e i tifosi della Juventus fossero una minoranza in Juventus (città);
inoltre, anche in una città metafisica i sostenitori della Juventus sarebbe pur sempre corretto chiamarli juventini;
però se ci tieni tanto continua a chiamarci juventinisti, a me fa solo sorridere e quanto a giudicare da chi e cosa scrivono nel bloggo mi sembra che ci siano più ultras napoletani che juventinisti;

Giorgio Bianchi

Ultras i tifosi del Napoli che scrivono qui dentro????
Dici davvero??
Ora ho compreso il tuo metro di giudizio🙄: chiunque non dia ragione agli juventinisti(modo corretto di definirvi) è un ultras.

Consentimi solo di suggerirti una analisi più attenta, sempre senza mettere in mezzo la tua intelligenza.

come si stava bene quando c'era lui

Menomale che ce l’hai spiegato, così dormiremo tranquilli noi juventinisti. Almeno come tutti i napolisti che con mamma bagarina riempiono gli stadi italiani in trasferta. In buona compagnia con il centinaio di milioni di Unitedisti e di madrilisti… coi milanisti pugliesi e campani… E ci si ferma qui per non infierire.
Sogni d’oro.

Giorgio Bianchi

Sei un esperto di mamme bagarine o forse perché lo è la tua? In caso contrario direi che quel riferimento ai napoletani con mamma bagarina sia un eloquente spiegazione del tuo pensiero, pensiero mo’, via non esageriamo. Insomma del tuo essere sostanzialmente un razzistello di cacchina.

Circa la spiegazione non era per te ma per fato che aveva capito fischi per fiaschi. Comunque se è stata utile anche ad uno… Come te fanne tesoro che non la ripeterò più.

Ps come dicevi madridisti, milanisti, interisti etc tutti abitanti di metacitta’, ma non mi aspetto che tu capisca, ci vorrebbe un minimo…

Modifica il 15 giorni fa da Giorgio Bianchi

‘nsomma, alla fine apprendiamo che Milano, Torino e Timbuktù sono tutte metacittà;
l’unica città reale è Napoli;

grazie delle risate;

Giorgio Bianchi

Figurati caro, non ti dico cosa mi procurano le tue contorsioni sennò ti sentiresti male.😎🤣

come si stava bene quando c'era lui

“mamma bagarina” era riferito al modo con cui si riescono a raccattare biglietti di interi settori (non ospiti), ma non mi aspettavo che tu riuscissi a capire, più facile agitare il tic “razzista”

…tanto…

…mica siete ossessionati…😂

perle-renica.png
Giorgio Bianchi

Non è che se De Giovanni o qualche ex giocatore del Napoli, per dire Sosa ha giocato tra le altre anche ad Udine, anzi forse più lì che a Napoli, dicano alcune cose tu possa sentirti autorizzato ad estendere quelle cose agli altri tifosi. Ma che te lo dico a fare tu fai finta anche di non sapere che sei un mezzo razzistello da 4 soldi bucherellati

Davvero patetico il tuo tentativo di spiegazione delle mamme bagarine. PATETICO.

Ti posso assicurare che personalmente della Juve me ne sbatto altamente.
Siete voi tifosi che pensate di essere il centro dell’universo.
E per la maggior parte di voi è l’unica ragione di vita.🤣🤣🤣

Posso solo consigliarvi di farvi una risata ogni tanto invece di stare sempre di sentinella al bidone.

Sennò continuerò a sghignazzare alle vostre farneticazioni da inconcepibili vittimisti 😎😂😂😂

Modifica il 14 giorni fa da Giorgio Bianchi
come si stava bene quando c'era lui

Ma dai, davvero “non la amano tanto”… 😂 mica vincere lo scudetto… “sconfiggere la Juve”… come diceva l’avvocato dai capelli bianchi fuori dal tribunale del CONI… Ah si… “Abbiamo sconfitto la Juve, Davide ha sconfitto Golia”… 😂 😂 😂

(…ma mica siete ossessionati… 😂 …e i biglietti tutti nello stesso settore non-ospiti, fino ad occuparne interi in trasferta… si riesce ad ottenerli senza l’aiuoto dei bagarini… 😂 😂 😂 🤦‍♂️ )

Guarda che posso continuare con almeno un migliaio di personaggi pubblici che, come te, “se ne sbattono altamente della Juve” ma che non parlano d’altro… 😂 😂 😂

Siete fantastici, dico sul serio… tu poi, sei super, non ci abbandonare!

kim.png
Modifica il 14 giorni fa da come si stava bene quando c'era lui
Giorgio Bianchi

Ti avevo risposto, ma Bocca non deve averlo passato.
Dottor Bocca, vorrebbe essere cosi cortese da spiegarmi il perché?
Non ero stato offensivo affatto ribadendo che della Juve non me ne frega niente mentre ho detto che provo schifo per certi suoi tifosi.
A meno che non ritenga schifo
una parola proibita non capisco perché non trovo la mia risposta. Anche in considerazione che a @le perle di vuyadin ha consentito di usare la parola schifo rivolta a me.
O devo pensare che a me si possa dire e ad un tifoso della Juve no.
Vorrei sapere se le cose stanno così. Grazie.

come si stava bene quando c'era lui

Si, va bene, ci siamo persi un perla. Ma se Bocca dovesse cassarti per l’ossessione che ti perseguita non ti leggeremmo più qui sul blog. E sarebbe un peccato, perché fai davvero ridere.
 
(Ma come avrà fatto Kim ha capire che siete ossessionati? Dici che si vede a prima vista…?😂)

Le Perle di Vujadin

Bisogna riconoscere che di “scudetti dopati” ne sa molto di più lui…

Giorgio Bianchi

Considerando il numero di quelli vinti è innegabile che i maestri siate voi, caro.

Le Perle di Vujadin

La Samp ne ha vinto uno solo.

Le provette, invece, erano tante… milioni di milioni… per sei lunghi anni scambiate al momento giusto, finché…

provette.png
Giorgio Bianchi

Giusto tu sei quel tifoso della Juve che si finge doriano.
Non dovresti vergognarti di tifare la Juve anche se posso comprenderne la ragioni.

Quello invece di cui DEVI sicuramente vergognarti è di tirare in ballo una dipendenza che lo ha portato ad una morte prematura per tentare di accreditare una tua e di svariati altri come te ,teoria di LUI che si dopava.
Una teoria falsa e miserabile come chi la ipotizza.

Le Perle di Vujadin

Non me ne vergognerei affatto. Anzi, quando c’era Vialli sono anche andato a tifarla al Delle Alpi, pensa un po’! Al contrario, mi farebbe un po’ schifo avere compagni di tifo come te.

Maradona assumeva cocaina a vagonate, la cocaina è (da sempre, ancora adesso!) una sostanza illegale e considerata doping nel diritto sportivo. Senza cocaina non sarebbe stato in grado di alzarsi dal letto, altro che fare sport ai massimi livelli! Un sistema criminale, messo in piedi da Ferlaino e dai dirigenti del Napoli con la benevolenza delle istituzioni preposte ai controlli, ha permesso che per sei lunghissimi anni Maradona potesse scendere in campo. Perchè per l’ambiente napoletano (consiglio il docufilm di Kapadia), da cui Diego voleva solo scappare, era una macchina da distruggere cavandone profitti.

Puoi raccontarti quello che vuoi, ma questa è la realtà dei fatti.

Giorgio Bianchi

Caro juventinista camuffato(per casoprima ti facevi chiamare Ribery?) da doriano mica tanto visto che andavi a tifarla.
La miserabilita’ delle tue farneticazioni sul più grande di tutti onorato ed omaggiato alla sua morte da tutto il mondo (perfino gli all black gli dedicarono una hacka)tranne che dai miserabili rosi da invidia e accidia, visto che la ribadisci, e quindi mi costringi a ritenere che sia tu, può dire e ridire tale bestialità
. Per il resto ripeto voi coi millemila scudetti vinti avete una infinita esperienza su tutti i trucchetti per vincerli a bizzeffe.

Ps mi onoro profondamente di non confondermi con quelli come te e di essere diversissimo da te e da quelli che tifano come te.
Statte buono miserrimo.!

Modifica il 13 giorni fa da Giorgio Bianchi

vabbè, vogliamo essere chiari?
che Maradona sia stato uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi non ci piove, che sia stato il più grande mi sembra un’affermazione senza senso, non è che in musica si può affermare che Bach sia stato più grande di Mozart: io lo preferisco ma non mi spingo a dire che sia stato più grande;
della vita privata non m’impiccio, ma sulla sportività c’è molto da ridire, a cominciare dalla “mano di dio” che è quanto di più antisportivo ci sia e dal fattarello di cui si vantava (penso fosse una millanteria tipo quella di Moggi e dell’arbitro chiuso a chiave): aver passato una borraccia con sonnifero agli avversari;
disgraziato il Paese che ha bisogno di eroi, diceva un comunista, disgraziata la città che ha bisogno di idoli, dico io;

Le Perle di Vujadin

Io lo considero il più grande calciatore di tutti i tempi, avrei sperato di godermelo più a lungo, cocaina o non cocaina. Ma ciò non toglie che ne facese (smodatamente e illegalmente) uso e che ne aveva assoluto bisogno per poter proseguire la sua vita, figuriamoci la sua attività sportiva ad alto livello, così come ha avuto bisogno di un sistema criminale che provvedeva a nascondere le prove(tte).
Per quanto mi riguarda ciò non inficia la sua grandezza, ma certo i titoli sportivi del Napoli dipesero da quell’inganno, il Presidente (reo confesso) sarebbe dovuto essere radiato. L’ambiente di Napoli che lo ha portato alla rovina deve profondamente vergognarsi.

Per il resto, mi pare che sia la totaità del blog ad osservarlo, sei un ossessionato cronico. Pussa via.

Modifica il 13 giorni fa da Le Perle di Vujadin
L'ESORCISTA

Ok ormai è ufficiale vi state a cacare sotto come esplicitamente scritto dal capopopolo Masaniello Nello Mascia.
Riassumendo nella peggiore stagione della Juve, un’accozzaglia di mezzi giocatori e campioni sfasciati, un allenatore che ci ha messo abbondantemente del suo, un gioco che latita, arbitri e Var contro e voi cosa fate ? Invocate i tribunali peggio di un interista qualunque. Ma dico sul campo riuscite a vincere?
Comunque per sabato forza Napoli, lo dico sul serio primo perché sinora hanno meritato, giocano bene e sono una bella squadra e poi perché se dovessero perdere questo scudetto la risma di tifosi del calibro di Nello Mascia ci sfracasserebbe i Maroni fino al 2099.

mnar53

Se le fosse possibile: forza Napoli, VENERDI’

Nathan

Si gioca venerdì sera giusto per la cronaca e qui non si caca sotto proprio nessuno.
È semplicemente una partita da tripla in schedina, tutto qua.

come si stava bene quando c'era lui

Come definiresti la salute dell’intestino di uno che si esprime così?

“Ci vuole tutto l’impegno e tutta la dedizione della squadra amica friuliana.
I cui difensori sono bravissimi, sempre ad almeno due metri dall’avversario.
Un’applicazione costante e precisa delle direttive ricevute.
E alla fine, quando proprio gli udinesi non sanno più cosa fare, finalmente Danilo la mette dentro.
 
Ottava vittoria di fila.
Sesta senza subire gol.
Sesto gol dopo l’85°.
Campionato riaperto?
Andiamoci piano.
C’è sempre un tribunale che deciderà.”

porcavacca, evito accuratamente di pestare i prodotti di Mascianello e me li riproponi tu?
fra l’altro ho appena rivisto in JuventusTV il secondo tempo* e non mi sembra che l’Udimessa si sia tirata indietro, anzi: qualche calcione l’hanno regalato e qualche azione pericolosa imbastita;
e per quanto brutta la Signora almeno tre belle occasioni da gol le ha create;

*
solo il secondo perché reduce dalla maratona della partita di coppitaglia U19 Juventus-Napoli, giocata quasi tutta in dieci;
ai rigori sono passati i napolisti, complimenti;

Nathan

Non saprei, faccio un mestiere diverso dal gastroenterologo, né, tanto meno, voglio giudicare il pensiero di Nello Mascia.
Credo poco ai complotti ed alle squadre satellite che regalano i 3 punti.
Diversamente, non seguirei più il calcio.

Come si stava bene quando c'era lui

“Pensiero”? Mi pare parlassimo d’altro.

tamarrogigante

i rigori per il napoli sembrano due, ma sono venti

Fulvio Terzappi

ci sono certi rigori che valgono come dieci rigori

NELLO MASCIA

FALLI DA DIETRO –
COMMENTI ALLA 17° GIORNATA DEL CAMPIONATO 2022-23
 
Un giorno per Luca.
Un giorno per sempre.
Grazie per i sorrisi, campione gentile.
 
Commuove tanto quella foto ripetutamente riproposta dell’abbraccio con Mancini.
Quel pianto interminabile dopo la conquista dell’europeo.
Lì dentro non c’è solo l’emozione per una vittoria inattesa.
Li dentro c’è un dolore inconfessabile per la consapevolezza di un futuro di solitudine e di addio.
 
E’ proprio brutta questa Vecchia.
 
Ci vuole tutto l’impegno e tutta la dedizione della squadra amica friuliana.
I cui difensori sono bravissimi, sempre ad almeno due metri dall’avversario.
Un’applicazione costante e precisa delle direttive ricevute.
E alla fine, quando proprio gli udinesi non sanno più cosa fare, finalmente Danilo la mette dentro.
 
Ottava vittoria di fila.
Sesta senza subire gol.
Sesto gol dopo l’85°.
Campionato riaperto?
Andiamoci piano.
C’è sempre un tribunale che deciderà.
 
Al Brianteo non è la stessa Inter di tre giorni fa.
Una squadra scarica mentalmente, concede per due volte il pareggio a un Monza messo benissimo in campo, e che si conferma fra le rivelazioni di quest’annata.

Al minuto 93 l’apoteosi.
Caldirola costringe Dumfress all’autogol.
Esplode l’urlo di Galliani come ai bei tempi.
Esplode sui social l’elegante “Inter vaffanculo”  dell’onorevole consorte signora Fascina.
 
Poi immediatamente da Arcore parte il pullman pieno di cose belle promesse dal Patonza.
 
E’ un Marassi pieno di lacrime ad accogliere un Napoli deciso a cancellare presto San Siro.
E’ una Doria piena di cuore a scendere in campo per onorare nel ricordo i suoi campioni.
 
Subito emozioni.
Murru pesta Zambo in area ed è rigore.
Aguero è uno specialista, e devia sul palo col guantone il tiro di Politano.
 
Niente paura. Il Napoli c’è. Non è ancora quello di tre mesi fa, ma non è più quello di San Siro.
 
Dieci minuti e il Barilotto lusitano disegna un perfetto arcobaleno per Osi puntualissimo al decimo centro stagionale.
 
Stankovic è un leader.
Dirige i suoi con sapienza e determinazione. E i suoi giocano un ottimo calcio.
 
Poi l’incontenibile Osi costringe Rincon al fallo da rosso, e inevitabilmente la partita finisce lì.
 
Tre punti d’oro.
 
Fra Cipolla può ritornare a sorridere.
Anche se la brillantezza latita e le gambe sono ancora pesanti.
 
 
Ci vediamo venerdì al Maradona, per la partita che non è mai solo una partita.
Il Napoli è proprietario del proprio destino. Sotto a chi tocca.
 
Il sacrosanto titolo di campione d’inverno ottenuto con due giornate di anticipo è un regalo inatteso dei Diavoli che letteralmente si suicidano nei minuti finali a San Siro.
 
John Malkovic Pioli domina per 75 minuti.
Poi rovina tutto con i cambi troppo conservatori.
 
Mou rimonta sfruttando due palle inattive che si confermano ormai la vera specialità della casa.
 
Viene in mente una storica battuta di Serse Cosmi.
Giornalista: “Il problema sono le palle inattive?”
Cosmi: “Sì, quelle dei miei giocatori!”.

Nicola Romano

Molti nemici ( qua dentro ) molto onore a al solito un pizzico di poesia .

come si stava bene quando c'era lui

Pure il motto fascista. In effetti, visto il bulletto che commenti, ci sta.

tamarrogigante

Mamma mia, hai un’età, come fai?

ConteOliver

ma provare a prendere il calcio, e la vita, con più leggerezza?

sempre ossessionato dalla Juventus…

la vivi male

spiaZe (cit.F. Inzaghi) 😉

PS: notevole l’ipocrisia su Vialli (“campione gentile” di cui ricordi – volutamente – solo la militanza doriana, ignorandone le grandisisme vittorie in maglia bianconera), davvero notevole…
Immagino ai tempi di Guariniello quali saranno stati i tuoi pensieri sul “campione gentile”

Modifica il 17 giorni fa da ConteOliver
L'ESORCISTA

Ci sguazzano da anni con Guarrinello e Zeman.
Lacrime da coccodrillo

come si stava bene quando c'era lui

A questo poi brucia talmente il culetto da tornare a scomodare gli scansamenti (mai più evocati nonostante la sarabanda di goleade del Napoli…).
Il ricordo di Vialli è veramente la cartina di tornasole per capire come vive il calcio certa gente. La gente che Luca detestava dal profonodo del cuore. Pensa se il nostro attore in autoppromozione avesse conosciuto il “campione gentile” dai suoi esordi…

VIALLI INTERVISTA.jpg
rd1959

Sbaglierò, ma a me sembra un campionato ancor più modesto, tecnicamente, oltre che ancor più noioso di quello vinto dal Milan. L’unica squadra che ha giocato fino alla pausa un calcio propositivo, anche piuttosto bello da vedere, è stato il Napoli, che ha fatto belle figure a ripetizione in serie A e in Champions, cercando la vittoria sulla base del gioco invece che della furbizia e del caso. Due mesi dopo è già un altro Napoli, che con l’Inter, in una partita molto importante, cerca soprattutto di tenere il pallone e non far giocare l’avversario e preso il gol, come spesso accade, non trova la forza di cambiare passo e riprendere la partita. L’altro giorno ha battuto la Sampdoria, e ho letto e sentito grandi complimenti: il Napoli è tornato. Mah, ha avuto un rigore che definirei parecchio generoso in apertura, sbagliato da Politano, poi ha segnato con una bella azione e una conclusione di qualità di Osimhen ed è rimasto in superiorità numerica per più di un tempo grazie allo scarparo Rincon, che a 35 anni ancora mozzerebbe una gamba all’avversario, pur di fermarlo, e incredibilmente trova ancora qualche club disposto a pagargli un ingaggio. Eppure, in vantaggio e in superiorità numerica, il Napoli ha avuto bisogno di un secondo rigore per arrotondare il punteggio e chiudere la partita.

Il Milan tiene il pallone senza creare granché al cospetto di una Roma che non tira mai e ha segnato più della metà dei pochi gol segnati (21 in 17 partite) su calcio da fermo, e poi crolla negli ultimi cinque minuti, buttando via due punti. Nella partita precedente era andato subito in doppio vantaggio, poi nel secondo tempo soffre e si fa quasi riprendere dall’avversario, che non era il Bayern ma la Salernitana.

La Juve vince l’ottava partita di fila, ma si deve essere proprio super-tifosi per tributare applausi a una squadra che con una rosa evidentemente molto superiore, gioca partite soporifere nelle quali non accade nulla e riesce a battere la Cremonese – 7 punti in 17 partite e neanche una vittoria – solo con un gol su punizione oltre il 90° grazie a una mezza papera del portiere e a una barriera piazzata in modo discutibile. Allo stesso modo la Juve ha battuto l’Udinese con un gol all’87° arrivato non solo per l’azione caparbia di Chiesa, ma soprattutto perché Danilo è stato lasciato inspiegabilmente solo, davanti alla porta vuota, a due metri dalla linea di porta.

L’Inter batte il Napoli, poi butta via due punti facendosi riprendere nientepopodimenoché dal Monza. Come può una squadra che punta a vincere il campionato aver già preso 24 gol in 17 partite? Eppure, come sostiene Sacchi, l’Inter di Inzaghi attacca con pochi e difende con tanti… È chiaro che qualcosa non funziona nella guida tecnica.

La Lazio aveva due partite facili, con Lecce ed Empoli, per trovarsi oggi a ridosso di Juve e Milan, e ha portato a casa solo un punto, facendosi riprendere in entrambe le gare.

La Roma segna a inizio partita con il Bologna, poi crea poco pur comandando sempre il gioco, e alla fine quasi riesce a prendere gol al 95°. Con il Milan non crea pericoli nella porta di Tatarusanu, va sotto di due gol poi la riprende miracolosamente negli ultimi minuti. Con la rosa a disposizione sarebbe lecito attendersi qualcosa di meglio e anche qualche gol in più, perché con 21 reti in 17 partite non si và molto lontano.

Oggi vedremo se l’Atalanta riprenderà Roma e Lazio, ma l’impressione generale, almeno ai miei occchi, è davvero di una stagione in cui le cosiddette grandi stiano stentando parecchio per demeriti loro più che per meriti dei club minori, perché quasi tutte le squadre in questo momento nel lato destro della classifica sembrano men che mediocri, e in altre stagioni sarebbero state sconfitte seccamente senza tanti problemi.

Bob Aka Utente11880

Turno molto positivo. Abbiamo infatti:
-pareggiato ad minchiam, invece di perdere ad minchiam, il che significa +1 punto
-riempito finalmente la casellina dei pareggi: adesso siamo rientrati nella “normalità”
-tenuto a distanza le altre pretendenti al 4° posto, obiettivo di quest’anno.
What else ?

Leo 62

Ciao Cugino, per la normalità servirebbero almeno altri due pareggi, forse tre… pregasi provvedere…Grazie.

Bob Aka Utente11880

Tranquillo, lo sanno anche loro

ConteOliver

sei sempre un grande Bob 😉

Bob Aka Utente11880

Grazie, Conte

Grande Romeo

Poiché l’obiettivo nello sport è migliorarsi, vale fare un confronto con le performance rispetto alla passata stagione (in punti). Mancano le tre neo promosse.

Juventus e Salernitana +10
Napoli e Udinese +8
Lazio +6
Roma e Spezia +3
Torino +1
Milan -2
Bologna -5
Inter -6
Empoli, Fiorentina e Sassuolo -7
Atalanta e Sampdoria -9
Verona -17

da qui si dovrebbe capire quali tifosi dovrebbero essere soddisfatti della propria squadra e quali no, almeno relativamente alla classifica.

Poi, ovviamente, ci sono le aspettative più o meno disilluse (che spesso sono molto personali), il gioco espresso più o meno soddisfacente (che anch’esso può essere abbastanza personale), ma miglioramenti e peggioramenti, punti alla mano, sono piuttosto oggettivi…

Grande Romeo

e.c.: sbagliata la Juventus: è+9. Best performer Salernitana (visto il girone di andata scorso non ci voleva granchè)

astainvista

Si, certo… poi c’è anche quello che, nel frattempo, hai combinato in Europa…

Grande Romeo

Lì credo che i tifosi della Juventus dovrebbero essere meno soddisfatti, ma non per l’eliminazione in sè, io considero PSG e Benfica più forti della Juventus schierabile al momento delle gare, per cui non mi scandalizza l’eliminazione, ma certo per la sconfitta in Israele l’incazzatura dovrebbe essere notevole.

astainvista

La Juventus, contro Benfica (ma anche PSG), poteva schierare una formazione migliore di quella di cui dispone adesso. Tra partita in casa e fuori ha preso 6 gol, ma ne avessero presi 15 sarebbe stato più aderente a quanto visto in campo. La differenza, come avevo già sottolineato in risposta ad , temo dipenda dalla tremenda povertà del nostro calcio.

R.T.

Come non darti ragione…. purtroppo

Il soldato Ryanair

Ahiaaaaa
Si è concretizzato ieri sera lo spettro che nella penultima di campionato si era solo intravisto.
Fatte le debite proporzioni, perché si tratta sì di due partite tecnicamente dominate ma a Salerno un punteggio più veritiero (e al netto delle parate miracolose ma pur sempre comprese nei compiti di Ochoa) avrebbe dovuto vedere 5-6 gol di scarto, abbiamo ieri assistito ad un finale di partita identico. La Roma però non è la Salernitana, e questo lo si doveva sapere.
Le sostituzioni nel finale che quasi sempre tutti gli allenatori effettuano, considerando consolidato il punteggio ed il trend, per spezzare il ritmo della partita e far rifiatare i giocatori stavolta hanno sortito l’effetto contrario: l’allungamento del tempo ha concesso più opzioni alla Roma e le forze subentrate in campo non si sono globalmente rivelate all’altezza dei sostituiti.
Due sono le domande che a questo punto mi sorgono:
1) Vale la pena concedere 30 secondi (mi pare questo il tempo stabilito) di recupero agli avversari per ogni cambio effettuato, oppure sarebbe meglio chiedere gli ultimi minuti di sacrificio in più a coloro che fino ad allora hanno ben retto ed agito?
2) Se sì, perché inserire un giocatore evidentemente ancora non pronto, già di suo lento ad entrare immediatamente in partita e poco adatto a contenere? Nell’azione del pareggio, pur condizionata da un colpo di testa che devia in partenza il cross facendolo piombare esattamente sulla testa del romanista a scavalcare i difendenti (ammazza che sfiga…), si percepiscono in maniera evidente l’assoluto “smarrimento” e la scarsa reattività di Deke.
Un’osservazione generale va fatta comunque, e riguarda il posizionamento e la staticità dei difensori in occasione di entrambi i gol della Roma, che è di suo una squadra che sfrutta molto i calci da fermo. Questo c’era da aspettarselo e da parte nostra avremmo dovuto attuare preventivamente le contromisure.
Il prossimo turno potrebbe risultare decisivo per il campionato, dando al Napoli quella spinta ed autostima necessaria a viaggiare in fiducia fino alla fine.
Fiducia che, è bene dirlo, è anche supportata da una certa tutela verso gli attaccanti azzurri in area di rigore.
Fossi in loro, contro la Juve farei una partita d’assalto fregandomene della storiella dei due risultati favorevoli su tre, e puntando ad incrementare il massimo distacco sulle seconde.
Non è per nulla scontata infatti la vittoria del Milan a Lecce.
Salutoni

Leo 62

Sarebbe bastato non fare uscire Giroud e fare entrare uno spilungone come Thiaw… CdK a quel punto non aveva proprio senso, men che meno mettersi a tre dietro. Poi, come ho già detto, il gol lo prendiamo lo stesso, ma almeno in quel caso non hai troppo da rimproverarti.

antonio@ammendola

Dopo la sconfitta a San Siro per mano degli uomini di Simone Inzaghi, gli azzurri giocano ancora in trasferta avversaria la Genova blucerchiata .Pronti via rigore( !?!) per il Napoli, ma Politano se lo fa parare. Buona Samp per quasi 20 minuti : appare lucida, sciolta, pericolosa, crea qualche noia dalle parti di Meret e bracca a tutto campo i partenopei, sempre per quasi 20 minuti. Perché al 19° Osimhen la mette dentro e cambia sostanzialmente il copione della gara. Un buon Napoli dunque che gestisce, e bene, il vantaggio fino all’intervallo. Se facciamo due conti sul tempo però è innegabile che a Marassi si è vista una Doria discreta, nonostante i propri limiti e, che ha mostrato carattere, venduta l’anima, l’anima forse ( e finalmente..) di Dejan Stankovic. Napoli stabile nella ripresa: riesce a raddoppiare( altro rigore ma trasformato stavolta da Elmas!) e che porta a casa i 3 punti. Il coraggio non è mancato ai blucerchiati ma contro la squadra di Spalletti portare a casa punti era impresa quasi ardua. Inoltre giocare più di un tempo in 10 ha complicato le cose, la partita. Napoli dunque primissimo, questa Samp può almeno giocarsela la salvezza. NO WAR! Punto.  

Scaluzzi

La juve ha vinto con l’udinese cmq…

mnar53

Gioca maluccio il Napoli, manca ancora di verticalità (eccetto Mario Rui con Osimhen), senza la quale a tratti ricorda (o diventa) lo sterile tiki-taka di Gattuso.

Di conseguenza gioca male Kvaratskhelia, cercato molto spesso ma sempre in modo statico, in occasioni nelle quali non può incidere. Non vorrei che venisse trasformato in Insigne “passa la palla indietro”: meglio quando sparisce, non si vede in campo e poi riappare in poche azioni folgoranti, che siano sulla sinistra al centro o anche sulla destra. Il georgiano deve essere lasciato libero di seguire il suo istinto, solo non essere egoista se può fare assist per un compagno meglio piazzato.

Comunque, se Atene piange Sparta non ride, le altre giocano anche peggio, e a me ogni tanto piacerebbe vede una bella partita. Probabilmente lo spartiacque per decifrare le reali condizioni di Napoli-Milan-Juve-Inter-Roma saranno le partite di CL ed EL a metà febbraio. Speriamo che siano tutte imballate e che migliorino nelle prossime settimane.

il ghiro

MILAN – ROMA 2 – 2
Nel Milan rientrano Calabria, Kalulu e Saelemaekers, nella Roma ci sono Celik, Dybala e Zaniolo. Manca Mourinho per squalifica, in panca c’è il ‘portafortuna’ Foti. Arbitra il ligure Massa, al VAR il pistoiese Irrati.
Subito un’occasione per il Milan, ma Tonali manca la deviazione di testa, gialli a Celik che trattiene Theo, a Mancini che protesta, a Leao incauto su Abraham, tiro centrale di Diaz alzato in angolo da R.P., corner di Tonali, testata in tuffo di Kalulu che piega le mani a R.P., 1-0. Bella azione romanista sprecata da un liscio di Dybala, tiraccio di Saelemaekers, gran tiro di Zalewski a fil di palo, tiraccio frettoloso di Dybala, giallo a Zaniolo.
Nella ripresa giallo a Tomori duro su Dybala, dentro Matic, Tahirovic, Pobega e Vranckx, gialli anche a Bennacer e Tonali, e anche alle due panchine, poi bella azione rossonera in campo aperto, per ultimo l’assist di Leao a Pobega, che implacabile buca R.P. per il 2-0. Entra il Faraone, tiraccio di Ibanez, poi giallo per lui, entrano Gabbia e CDK, corner di Pellegrini e Ibanez prepotente di testa infila il Tata, 2-1. Entra il Gallo, giallo a Matic, punizione di Pellegrini, salva il Tata su Matic, ma Abraham è pronto a ribattere in rete per un insperato 2-2. Ancora una volta il talismano Foti ha funzionato! Partita discreta, non eccezionale, ma emozionante e divertente, a dimostrazione che i cuginetti, quando serve sfoderano le palle, anche se si tratta quasi soltanto di “palle inattive”.

commentanonimo

Ho visto a larghi sprazzi Milan-Roma. Decisamente una partita che mi ha rammentato le partite che vedevo da ragazzino di prima categoria di straforo la domenica mattina, sarà stata la pioggia. Interessante agonisticamente, ma scontata nel partire dal basso sistematicamente, poche verticalizzazioni, poca tecnica individuale, messa più sulla corsa. Nella pioggia sono emersi Abraham e Kalulu secondo me, e non sarà un caso. Zaniolo mi è sembrato abbastanza brocco e rissoso ieri, e Dybala nulla di diverso da quando era a Torino nell’ultimo anno, i tempi migliori di un giocatore che era tecnicamente sublime sembrano tutti al passato. Il Milan è molto atletico ma manca qualcuno a centrocampo che faccia veramente gioco e non solo contrasto, poche idee. Pioli ha sbagliato i cambi. A Roma con Donnarumma la avrebbero anche vinta la partita. Saluti

Modifica il 18 giorni fa da commentanonimo
convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Viste le immagini posso dire la mia sugli episodi di Sampdoria Napoli, sul primo rigore non so cosa dica il regolamento, fatto sta che quando un giocatore cammina sulle gambe di un altro può fargli molto male, l’espulsione mi è parsa esagerata, ma anche qui è sembrata eccessiva la veemenza con cui Rincon è intervenuto, miracolosamente Osimhen , la cui consistenza è ben nota, non si è fatto niente, speriamo una volta tanto di averlo abile e arruolato per più di mezza stagione . Sul secondo rigore si vede chiaramente la palla che impatta il braccio del difensore aperto a 45 gradi , poi non lo so se centra la volontarietà , non avendo come tanti altri qua dentro il dono della verità rivelata . Certo se con l’uomo in più per oltre mezza partita, la chiudi solo su rigore verso il finale , viene da pensare che ancora non tutto vada per il verso giusto .

giaanick65

“centra la volontarietà” è un lapsus freudiano, of course
LOL!!!!!!!

Giorgio Bianchi

Oggettivamente occorre ammettere che questo Napoli è parecchio diverso da quello della prima parte di stagione.
Ma del resto non si poteva pensare che continuasse a quel modo.
Chiaramente mi aspettavo che le altre profittando dei 50 e passa giorni passati tra la 15° e la 16° giornata studiassero il Napoli e trovassero dei rimedi.
Ed infatti alla 16° in casa dell’Inter è arrivata la prima sconfitta in campionato. Quello che era impensabile, almeno per me, era che il rimedio sarebbe stato quello di picchiare i migliori in primis il georgiano, in secundis Osimhen, in terzis chiunque andasse in area!
Anche Stankovic aveva pensato una mossa del genere, solo che i giocatori che ha sono meno bravi di quelli dell’Inter, per cui alla fine l’ha persa, ahilui.
Resta il fatto che alla luce dei risultati di questa 17°giornata mi vedo costretto a cambiare leggermente il mio pronostico sul campionato che al momento è passato, da una leggera preferenza per il Milan seguito dalla Juve, ad una preferenza per la Juve seguita dal Milan. Del resto, per loro, due anni senza scudetto sono un’eternità.
Le nostre chance di entrare nelle prime 4, invece, oscillano al momento tra il 30 ed il 35%, ma… le sensazioni sono buonine… 😊

Modifica il 18 giorni fa da Giorgio Bianchi
Nicola Romano

Vabbe’ diciamo che siamo salvi ed e’ già qualcosa .

Giorgio Bianchi

Infatti avendola raggiunta mi sono spinto a pensare qualcosina in più (il 4°)😉

Modifica il 17 giorni fa da Giorgio Bianchi
R.T.

Vabbe’ la scaramanzia ma insomma… secondo me ( e viste le romane) ,fra le prime 4 a maggio ci sarete al 101%, e se venerdì vincete con la mia squadra lo scudetto è prenotato, dai …

Giorgio Bianchi

Non è scaramanzia è l’esperienza di decenni R.T
Se anche dovessimo vincere venerdì,non sarebbe prenotato un bel niente con 20 partite ancora da giocare(60 punti)

Modifica il 17 giorni fa da Giorgio Bianchi
Nicola Romano

Su questo hai ragione .

Leo 62

Quando a tre più recupero dalla fine sei avanti 2-0 contro una squadra insidiosa, dopo una partita giocata complessivamente bene ed in cui sei stato aiutato da due giocatori dei meno in evidenza, non puoi farti riprendere, nemmeno in modo episodico. La difesa regge meno bene dell’anno scorso, manca il portiere che uno di quei due gol magari li avrebbe evitati, ma non puoi prendere due gol in sette minuti da una squadra che si affida solo agli episodi ed alle palle ferme… magari evita di concedere occasioni da palla ferma.
Vero anche che Pioli ha sbagliato le sostituzioni, mai fuori Bennacer anche a rischio seconda ammonizione e mai fuori Giroud, lo stesso Diaz stava facendo bene, ma anche in questo caso non puoi farti riprendere se hai come obiettivo vincere lo scudetto. Non si dovevano più perdere punti ed invece li abbiamo persi, ed adesso siamo obbligati a fare sei punti nelle ultime due partite per non farci staccare troppo, ma certo partite del genere sono fatte per farti perdere sicurezze, anche se rimane il fatto che la Roma fuori casa è sempre una squadra insidiosa, come ben sanno i cugini.
Il Milan rimane una squadra che gioca bene, ma che spesso giocando bene non le porta a casa, serve fare un passo avanti ulteriore con la testa e la cattiveria, e 18 gol presi sono troppi. Ci sono ancora due partite ed un intero girone da giocare, quindi c’è tempo, ma certo se il Napoli va avanti così ci sarà poco da fare.

Sergiod

Caro Leo, i problemi del Milan sono tanti.
Manca Maignan che da’ sicurezza al reparto difensivo, reparto che a sua volta non ha un centrale alto e possente e che ha due terzini che non sanno difendere.
La fascia destra è un punto debole, a centrocampo c’è un solo playmaker che si spolmona ed è spesso costretto a compiere falli pesanti m non riesce a reggere tutta la partita,
De Kaetelare è molle come un fico.
Davanti c’è solo Giroud come centravanti affidabile, Rebic ed Origi sono due ectoplasmi.
I cambi, quasi tutti tecnicamente scarsi, non sono all’altezza, a mio parere la rosa rossonera è meno forte di quella di Napoli, Juve ed Inter, Pioli avrà pure colpe ma è costretto ad inventarsi soluzioni improbabili in considerazione del tipo di gioco assai dispendioso che Il Milan pratica da quando lui è allenatore.
Insomma, pensiamo al quarto posto e guardiamoci alle spalle senza illuderci troppo.

Leo 62

Sergio, come al solito sei troppo pessimista, dicevi che eravamo da quarto posto anche l’anno scorso e poi abbiamo vinto lo scudetto…
Hai sempre detto che Theo e Leao sono sopravvalutati ed oramai sono giocatori di assoluto livello internazionale, se è per scaramanzia va benissimo, ma poi ci sono i fatti:
-Manca Maigan ed è grave, questo è verissimo, ci mancano almeno quattro punti per questa assenza, ma stiamo parlando di uno dei primi cinque portieri al mondo.
-Manca un centrale alto, ma è una scelta precisa per avere una coppia che gioca di anticipo ed aiuta la squadra a salire e giocare corta, quando giriamo è uno dei punti di forza, se non fai entrare lo spilugone ( Thiaw ) quando serve è colpa tua… ( non tua di Sergio, ma tua di Stefano… ). Superiori ai centrali dell’Inter che quest’anno sono la banda del buco e almeno allo stesso livello di quelli della Juventus.
-La fascia destra ora che sono tornati Calabria e Salelemekers ( giocatore fondamentale ) va benissimo, e si è notata la differenza nelle ultime due partite, purtroppo vengono da un infortunio e quindi ancora non durano tutta la partita, e si nota pure questo. Nettamente superiore a quella della Juventus ed a quella dell’Inter.
-Giochiamo di fatto con il doppio playmaker, quindi il probelma non è quello, ma che per dare i giusti equilibri dovremmo giocare con tre centrocampisti e senza trequartista, se perderemo questo scudetto ( ed alla fine mi sto convincendo che lo perderemo ) sarà perché Pioli è rimasto ancorato al suo vecchio schema, avendo perso il giocatore necessario a quello schema che era Kessié. La nostra mediana è nettamente più forte di quella della Juventus, ed allos tesso livello di quella titolare dell’Inter.
-De Ketelaere va aspettato come abbiamo aspettato Leao e Tonali ( entrambi scarsi secondo te in passato ) ma secondo me anche lui guadagnerebbe da un 4-3-3 in cui fosse fatto paritre da destra per poi accentrarsi ( quindi anche 4-3-2-1 ) e trovare Leao che si accentra da sinistra, così per me saremmo micidiali.
-Davanti siamo da migliorare se Origi continua ad infortunarsi, e lì hai ragione, c’è solo Giroud, Rebic oramai è da lasciare andare, troppo fragile, qui c’è stato un errore di gestione a livello di mercato.
Nel complesso possiamo essere considerati inferiori di rosa solo al Napoli, all’Inter siamo superiori quest’anno, e non parliamo della rosa della Juventus che è fatta da ragazzini, onesti mestieranti ed ex campioni, stanno massimizzando anche i peli del naso, ma non so quanto durerà. Eravamo superiori di rosa l’anno scorso alla Juventus e pari all’Inter, quest’anno siamo superiori a tutte e due, se non concretizziamo questa superiorità la responsabilità sarà dell’allenatore, bravissimo a portarci fino a qua, per carità, io non credevo nemmeno che sarebbe stato buono per vincere lo scudetto, ed invece… ma qualche limite tattico ora lo sta dimostrando.
La cosa importante, anche se quest’anno dovremo cedere il passo ad una squadra più forte, è l’ottimo lavoro che MMM stanno facendo sul mercato senza spendere cifre eccessive e senza farsi prendere per il collo dai procuratori, la Juventus nel frattempo è arrivata vicino al fallimento, l’Inter pure… le uniche due società che stanno costruendo e bene ed hanno un futuro sono Milan e Napoli, sul futuro delle altre, almeno a medio termine, non scommetterei proprio, ci sarà bisogno di lavoro.

Bob Aka Utente11880

Basta con sto’ 4° posto !! E’ il nostro obiettivo e di nessuna di quelle che ci precede. A leggervi sembra invece che avremo una classifica avulsa del tipo:
1° posto: nessuno
2° posto: nessuno
3° posto: nessuno
4° posto (in ordine alfabetico): Inter, Juve, Lazio, Milan, Napoli, Roma (in attesa di Bologna-Atalanta)
Segue il Resto Del Mondo.

E’ vero che come sosteneva Guareschi in Italia i punti cardinali sono un’opinione, e che ci sono almeno 2 Sud e 2 Nord (Palermo è a nord di Catania e Bolzano è a sud di Monaco di Baviera), ma c’è un limite !

L'ESORCISTA

Io al posto tuo al 3° posto metterei l’Inter, non si sa mai…
😂😂😂

Giorgio Bianchi

Vera e divertente come considerazione. Personalmente mi piacerebbe il 1° posto, certo che mi piacerebbe, ma come faccio a non tenere conto che prima di noi ci sono Juve, Milan ed Inter che hanno organici e costi di ingaggio insostenibili per noi? Con quest’ultima poi, che ci ha battuti con pieno merito non più tardi di 6 giorni fa.

gmr61

Una volta il quarto posto era la medaglia di legno, almeno il bronzo…dai

gmr61

Caro Leo, manca la concentrazione che avevamo lo scorso anno, sono sicuro che non l’avremmo mai persa 12 mesi fa, adesso sarà la juve l’anti-napoli, e potrebbe essere un bene per togliere certe pressioni psicologiche e tornare a giocare bene, cosa che ultimamente succede poco, poi ripeto : giochiamo sempre in 10 e un pezzetto……e Pioli troppo spesso sbaglia i cambi

Leo 62

Ciao Giovanni, poca testa sicuramente, ma la Juve sarà l’anti-Napoli fino a Venerdì, mi sa…

Mordechai

Dici, vedremo.
Rammento che all’inizio della stagione davi, a fine campionato, il Milan avanti alla Juve di “almeno” 10 punti.
Oggi, quasi a metà stagione, siamo invece pari in classifica…
🙂
Tutto OK, sor Leonà?

Leo 62

Caro Ugo non ci sono più le mezze stagioni di una volta… 🙂 il calcio si dimostra stranissimo, ma se alla fine non saranno dieci punti non credo che saranno tanti di meno… a giocare da schifo di solito non si va lontano.
Io tutto OK, altrettanto spero per te…

Mordechai

Non si va lontano? Ma se c’abbiamo vinto almeno ‘na decina di scudetti…
Si va piano, ma si va pure lontano.

Giorgio Bianchi

Amen!😆

Xavier

Caro Leo, a parlare dal divano siamo (siete…) buoni tutti.
Il Milan stava dominando, anzi non si giocava proprio più, Bennacer era a rischio doppio giallo (con Tonali già squalificato per Lecce) e Giroud a 36 anni deve pur tirare il fiato, qualche minuto.
Io in quel momento li ho considerati cambi normali e opportuni, non forieri di pareggio.
Poi, certo, col senno di poi…Vranckx che fa un fallo inutile, i due cross…ma se mi dici che tu lo avresti previsto, ti mando in pescheria da Bomba…

Modifica il 18 giorni fa da Xavier
gmr61

beh, questa si che sarebbe una cattiveria……me lo immagino circondato da bandiere con l’aquilotto….però ricordo solo una cosa da portiere, che la palla nell’area piccola deve essere sempre tua, e i due gol sono arrivati da li, maremma maiala!

Leo 62

Nessuno poteva prevederlo, ma dopo il 2-1 ho avuto un brividino… che Pioli abbia sbagliato i cambi è fuori discussione, e lo dicono in maniera velata ma abbastanza esplicita anche un po’ di ex giocatori, non gente da divano come me o te… Ok per Bennacer, a pensarci bene, con Tonali squalificato per Lecce era logico, ma Giroud con i corazzieri della Roma sarebbe servito eccome, al limite riposa in Coppa Italia, ma tornato dai Mondiali sta al massimo della forma, che cazzo gli cambia se fa dieci minuti in più non è chiaro… Poi la cazzata la fa Vranckx e subito dopo Tomori ed Amen, magari quel gol lo prendiamo anche con Giroud in campo… diciamo che facciamo pari e patta con la Fiorentina, dove invece Vranckx ha fatto la cosa giusta ed in un Campionato ci può stare…

R.T.

A proposito chi ha notizie del Bomba?

Mordechai

Non è che l’hanno dinnescato?

Quattroquattronovetredue

Molto onesto e pacato il commento di Pioli: “È solo colpa mia, anche se non si reggeva in piedi nel finale avrei dovuto inserire Ibrahimovic, col rigore avremmo vinto 3-2. Spero di recuperarlo per la gara di ritorno”.

Carlo lll

@ gli strisciatori di unghia sulle lavagne Diffice per il ” vento” ( VAR) non vedere un camminamento sulla caviglia e un fallo
di mano da volley.
Sarà un anno meraviglioso.

2010 nessuno

Ha, ha, ha ha, l’ossessionato che volendo trinciare giudizi di faziosità su chi risponde ad un suo post sconclusionato, ottiene invece, a mo di boomerang, di fornire solo una fotografia perfetta della propria.

Grass

Dopo le parole forti e decise di Saviano, la Macchina Del Nord interviene subito con una partita che getta acqua sul fuoco e prepara il grandissimo complotto per la prossima gara tra Juventus e Napoli.

Ne vedremo delle belle 😂

ConteOliver

titolo del prossimo romanzo di Saviano:
“un tuffo nell’Abisso”
😉

Carlo lll

Gne gne , ma che stai farneticando?

tamarrogigante

Genova è protetta a nord dai monti e non può arrivarci il vento, che arriva invece dal mare, aperto a sud. Se poi arbitra saviano

2010 nessuno

Quando si parla di goduria a vanvera e comunque troppo presto per supposte rosicate d’altri e poi, come spesso accade, ci pensa il fato con le sue supposte….

astainvista

Suicidio di Pioli. Perché togliere Diaz che metteva costantemente in difficoltà il centocampo statico della Roma? Stavamo dominando la partita, non c’era il minimo accenno di un loro forcing. Perché togliere Bennancer? Perché Massa lo aveva graziato del secondo giallo? E che vuol dire, è un calciatore professionista e sarebbe stato capace di rimanere in campo senza rischiare più nulla. E soprattutto, perché togliere Giroud? La torre fondamentale per difendersi sui calci piazzati, l’unico modo con cui la Roma è capace di fare gol, ed era garantito che nel finale ci avrebbero provato e riprovato…
Male molto male, prendiamo troppi gol, buttati due punti e perso in sicurezza nei nostri mezzi.

Modifica il 18 giorni fa da astainvista
Lorenzo

Ma Maignan ha dei tempi di recupero?

Leo 62

Almeno un mese, ma anche qualcosa di più.

astainvista

A questo punto, dopo tre ricadute, ha poco senso crederci…

cipralex

Il Milan gioca in modo troppo dispendioso (già adesso dura 70 minuti) ed ha una panchina corta……credo che le cose,per la classifica,peggioreranno…… rimarrà il ricordo di un’ora di bel gioco……

Leo 62

‘Sta storia che il Milan gioca in modo troppo dispendioso l’aveva già detta @Mario Rossi a mò di oracolo l’anno scorso… Qualcun altro l’ha ripetuta a fine girone di andata, poi sappiamo com’è finita. In realtà al momento duriamo 80 minuti, ed abbiamo la panchina corta perché ci mancano 8 giocatori, ma se ieri Pioli non sbaglia i cambi la portiamo a casa lo stesso, dopo averla dominata. Potrebbe non finire come l’anno scorso solo perché c’è questo Napoli, ma per le altre è solo questione di tempo… fidati , il calcio alla lunga ha una sua logica, e le sensazioni contano poco… 😉

cipralex

Leo,l’anno scorso era l’anno scorso ed è finita come è finita perché, con mia grande goduria, l’Internazionale di Milano si è suicidata.
Allo stato la juve( che avrebbe anche 2 punti in più) è la squadra che ha di gran lunga il miglior margine di miglioramento con il rientro di tutti quelli che non hanno giocato ( e sono tanti) e, Procure permettendo, non ha l’abitudine al suicidio ……al posto tuo io mi guarderei le spalle…….

Leo 62

Io invece temo che il rientro di quelli che non hanno giocato peggiorerà una squadra che ha trovato un suo equilibrio inserendo molti giovani con gamba… senza gamba rimarrà il gioco da schifo… Il margine di miglioramento della Juventus, insomma, io proprio non lo vedo, esiste se hai un gioco da proporre, e quindi ad esempio lo avrà il Milan.
A questo aggiungi che avrete la EL che si gioca Giovedì e questo per voi sarà un’altra mazzata.
Non ho invece grandi dubbi che il terzo posto lo prenderete alla fine, devi ammettere che l’ho sempre detto, anche quando eravate dietro.
Peraltro dobbiamo solo aspettare Venerdì per avere un’idea, perché se per caso perdete siete fuori, dieci punti non glieli riprendete nemmeno se scende Gianni Agnelli… 🙂 🙂

Grande Romeo

Un calciatore ammonito e graziato dall’arbitro si toglie, altrimenti hai in campo uno che non può fare falli. L’arbitro, se sei una squadra d’elite, te lo grazia apposta perché tu lo tolga.

Ovvio che lui il suo lo ha fatto, se poi tu non accetti l’offerta, beh, poi non venire a lamentarti col designatore…

Xavier

Seppur Milanista, non mi sento di darti torto, anche se forse al momento della cintura su Pellegrini il gioco era già fermo.

EhEh

Sor Fabrizio ma come… all’eta’ tua ancora pensi alla tripla?!

C'era una volta il calcio

Il Milan stava portando a casa una partita modesta ( a proposito come si gioca male in serie A) quando due palla inattive consentono alla Roma di pareggiare…..ci può stare.
La difesa rossonera quest’anno è molto penetrabile e lo spilungone è
piantato in porta. Con quella stazza dovrebbe calamitare tutti i palloni che arrivano nell’area piccola.
Il Milan non può prescindere dai titolari come Giroud anche in difesa: è decisivo sulle palle alte.
Ma soprattutto la grande differenza rispetto allo scorso campionato è l’apporto nullo dei nuovi acquisti.
Diciamolo abbiamo toppato la campagna acquisti.
Sarà un 2023 poco divertente
👋

Xavier

Tata non poteva uscire, la palla era entrambe le volte veloce e lontana dalla porta, non diamo la lui le colpe dei difensori e di Vranckx, che ha concesso un calcio da fermo assolutamente da evitare.
Quanto al resto, il Milan va alla stessa velocità dello scorso anno, solo che quest’anno poterebbe non bastare, ovviamente per merito del Napoli.

Claudio Mastino 62

Bravo Xavier, quando dici cose sensate posso comunicare con te. Tatarusanu ha parato benissimo, è stato anche molto bravo a respingere il primo colpo di testa da distanza ravvicinata, poi il centravanti romanista è stato bravo a trovarsi lì ed a ribattere in rete. La colpa semmai è di Vranckx che come giustamente
osservi non doveva concedere il
calcio da fermo. Tatarusanu non sarà Maignan ma è comunque un
ottimo portiere, molti parlano a vanvera ma di calciatori ne capiscono poco e di portieri ancora di meno.

il ghiro

LAZIO – EMPOLI 2 – 2
Scende a Roma l’Empoli di Corsi e Zanetti, ma anche di Vicario, Parisi, Baldanzi, Fazzini, Bajrami, Bandinelli, Cambiaghi, Cacace ed Ekong, un mazzetto di possibili affari per il mercato di gennaio, tutti pezzi che l’Empoli potrebbe decidere di mettere in vendita fin da domani. Fuori l’ex Akpa-Akpro, squalificato, gioca Fazzini. Sarri per incontrare il “suo” Empoli ripresenta la squadra di Lecce, con in più il Mago e il Pipe, in panca Vecino, Pedro e Basic, gli altri sono confermati, ma devono dimostrare al Senatore e al Comandante di aver digerito i pesanti cazziatoni ricevuti a Formello in questi giorni e di aver imparato la lezione impartita loro dai giallorossi salentini. Arbitri pugliesi con l’Empoli, in campo il leccese Pezzuto (aridaje, mo’ basta col Lecce!), al VAR il barese Nasca.
Secondo minuto, corner del Mago secondo lo schema, sul primo palo lo va a prendere il Pipe, che anticipa tutti, tocca anche Caputo che spiazza Vicario, gol confezionato dai due neo-entrati e da Ciccio che aveva rifiutato di trasferirsi da noi, 1-0. Tiraccio di Lazzari, Ciro tira appena alto, tiraccio di Zac, che poi si mangia il gol, anche Ciro si impappina, cada da solo in area Caputo, poi tiretti del Mago e di Ciro deviati in corner, il Sergente alza di testa sulla traversa, Empoli mai pericoloso finora, ma il vantaggio è minimo.
Ripresa: grande azione laziale, quattro scambi veloci di fila, poi palla a Zac che batte Vicario con un morbido scavetto, 2-0. Entrano Bandinelli e Cambiaghi, poi Caputo ruba il tempo a Casale, ma tira alto. Entra Pedro per Zac, Vicario salva sul palo la stoccata del Sergente, entrano Pjaca e Ebuehi, giallo a Romagnoli, Pedro e Bandinelli, entrano Hysaj, Vecino e Bajrami, scivola Vecino, si rischia grosso, poi un errore di Ciro riapre la gara, contropiede veloce dell’Empoli, scatta Cambiaghi, assist perfetto per Caputo, stop e tiro immediato, 2-1. Esce il Mago per Basic, gran tiro alto del Sergente, entra a gamba tesa Vecino, giallo per lui, poi su corner tunnel di Bajrami a Pedro, palla fuori per Marin che dal limite la piazza nell’angolino, 2-2. Due tiri, due gol, che bilancio ottimale!!!
Le pagelle: Provedel 6; Lazzari 6 (Hysaj 4), Casale 5,5, Romagnoli 6, Marusic 5; Milinkovic 5, Cataldi 6 (Vecino 4), Luis Alberto 7 (Basic 4); Felipe Anderson 6, Immobile 5, Zaccagni 6,5 (Pedro 4,5). All.: Sarri 5.
E non ho infierito con le insufficienze! I ragazzi non si applicano, chiedo di parlare con i loro procuratori. Nulla da segnalare nell’Empoli, onesti lavoratori del pallone, nessun fuoriclasse, ma con i rincalzi dalla panchina hanno raccolto il massimo possibile, anche sull’arbitraggio nulla da eccepire.

Bru'

La solita storia.

La solita Roma insensata messa in campo da Mourinho.
I soliti calciatori fermi come paracarri.
Il solito stupidissimo Zaniolo.
La solita mancanza di grinta.
La solita inesistente capacità di esprimere un qualsiasi gioco.

Ma poi, a volte, le cose funzionano al contrario di come si possa pensare…

Essì, perché sullo 1-0, il solito favorino, questa volta sotto forma del mancato secondo giallo a Bennancer, fa si che Pioli recepisca il messaggio e tolga l’algerino, guadagnandone subito col raddoppio di Popega, ma mancando di palleggiatori durante il forcing finale della Roma, forcing giocato sui nervi, l’unica cosa di cui sembri disporre questa Roma di Mourinho.

(Senza fare gli schizzinosi, prendiamoci questo doppio 2-0 trasformato in 2-2 e godiamo quel che si riesce.)

ROS

..AVANTI NAPOLI…alla faccia di tutti quelli che ci vogliono male!

mario rossi

Scusi bocca ma Mourinho non era bollito?

2010 nessuno

E ma infatti mario, con il “bollito” ci si stanno scottando in parecchi.

cipralex

Vero.
Il Milan gioca benissimo, non bene.
Così ho spento il televisore e guardato solo gli ultimi 10 minuti….io ho buone sensazioni…..

Rosario Frattini

Non proprio un grande Napoli quello sceso n campo a Marassi: ancora poco brillante e con una certa propensione all’ errore, anche banale ma comunque pericoloso. Ma vince una partita bruttarella che era poi quel che serviva alla squadra e all’ ambiente. Il Napoli non ha ancora la strapotenza di gioco di inizio campionato, persa durante la pausa, e non più la leggerezza mentale che credo sia definitivamente andata con il sopraggiungere delle responsabilità e delle ansie della leadership.
Ilpunto dolente è, a mio avviso, la minore efficienza del centrocampo vero punto di forza del Napoli di inizio stagione e la precaria forma fisica di qualche protagonista, Kvaratskelia innanzi tutto.
Se si può eccepire qualcosa sul primo rigore concesso e poi sbagliato da Politano( ma non da me perché il difensore cammina sulla caviglia di Anguissa ed il regolamento non prevede L’ involontarietà ma parla esplicitamente che gli interventi DEBBONOessere puniti per imprudenza o eccesso di vigoria) non credo si possa discutere dell’ espulsione per il brutto fallo di Rincon , che vede punito secondo me L’ intervento in quanto tale e non perché da ultimo uomo, ed il rigore per fallo di mano piuttosto netto.
Osimhen col gol da centravanti vero e L’ espulsione procurata all’ avversario si conferma giocatore vero ed autentico match winner di giornata. A proposito di Rincon si conferma non solo calciatore ruvido e falloso ma poco intelligente calcisticamente: quando ero ragazzo un tipo così lo di definiva “ scem‘e’ juoco”( scemo nel gioco). Oltre che caprone ovviamente.
Comunque la Samp per me che L’ ho vista giocare più di una volta, chissà perché poi, è migliore di qualche squadra che la sopravanza in classifica.
Importante per il Napoli aver saputo reagire in qualche modo alla sconfitta di San Siro : però io trovo insopportabile la protervia con cui il calciatore migliore del Napoli ovvero Kvara viene regolarmente picchiato. Ma è ragazzo e imparerà a reagire e ad evitare le botte che gli propinano e le gabbie di due o tre giocatori con cui tentano di chiuderlo.

Nathan

Stupendo e da brividi l’abbraccio col quale Marassi saluta Gianluca Vialli e Sinisa Mihaijlovic con una coreografia eccezionale dei tifosi blucerchiati, che dedicano il giusto tributo a due idoli locali. Doveroso partire da qui.
Partita che vede i padroni di casa in cerca di continuità, dopo la vittoria in casa del Sassuolo, per dare ossigeno ad una classifica asfittica ed i partenopei desiderosi di cancellare il KO di San Siro contro l’Inter.
Subito episodio dubbio in area doriana a causa del brutto pestone di Murru su Anguissa, che obbliga l’arbitro ad avvalersi del Var.
Abisso concede il rigore, che per me non c’era, ma Politano si fa ipnotizzare da Audero ed il risultato resta sullo 0-0.
Bel tiro di Verre, ottimamente sventato da Meret poi Mario Rui inventa il 6 assist stagionale ed Osimhen si porta a 10 reti in classifica cannonieri. Samp raccolta tutta all’indietro alla ricerca dello spunto vincente in contropiede, con gli azzurri che perdono 2-3 palloni pericolosi con Di Lorenzo, Anguissa e Lobotka anche se i padroni di casa non ne approfittano.
A pochi minuti dell’intervallo, Rincon entra in gioco pericoloso, coi tacchetti quasi ad altezza ginocchio, su Osimhen lanciato verso l’area doriana anche se da posizione defilata. Non è fallo da ultimo uomo ma, a mio parere, giusto sanzionare col cartellino rosso l’intervento pericoloso del venezuelano.
Samp in 10 uomini negli spogliatoi.
Ripresa che vede il Napoli amministrare il gioco, senza alzare i ritmi. Gli azzurri arrivano bene sulla trequarti avversaria ma risultano troppo leziosi nell’ultimo passaggio e rischiano su un paio di ripartenze blucerchiate. Chiude la gara un rigore di Elmas, concesso per un mani di Viera in area di rigore.
Sinceramente non avrei dato nemmeno quest’altro rigore e sono dell’opinione che il Var ha distrutto il gioco più bello del mondo ma, se i nuovi parametri sono questi, il rigore è da regolamento.
Napoli non entusiasmante, piuttosto lento e lezioso, che non ruba l’occhio.
È evidente che il richiamo atletico si fa sentire sulle gambe dei giocatori al momento. Occorrerà ben altro per giocarsela contro la Juventus, reduce da 8 vittorie consecutive e con la miglior difesa del torneo, venerdì prossimo. Speriamo bene, forza azzurri 💙

Carlo

OT
Dov’è finito il prode Tresca, ha fatto anche lui come il suo amico Bolsonaro, che sobilla i delinquenti e poi se ne scappa negli USA?

Nicola Romano

Al centro commerciale ho visto gli ultimi minuti di Lazio Empoli, dal ❤️ sale indomito un’ anelito a mandarli a cagher .

tom

Eccoli lì, il rigorino regalato a mezzo VAR…
Eh, il complotto del nord fa acqua…

Carlo lll

Diffice per il ” vento” ( VAR) non vedere un camminamento sulla caviglia e un fallo di mano da volley

astainvista

Così, giusto per ricordare che oltre ai pettegolezzi telefonici ci sono anche i fatti reali, fatti come il regalo che questo governo fascioleghista ha fatto (soprattutto) ai soliti noti…

inter-debit.png
Modifica il 18 giorni fa da astainvista
astainvista

Le comiche finali.
Dopo un minuto di gioco Murro difende benissimo su Anguissa, vince il contrasto, ma mentre controlla la palla che docilmente sta per finire tra le braccia del portiere Audero, sulla corsa finisce sulle gambe del senegalese finito a terra. Ovviamente è tutto regolarissimo, ma il Var impone all’arbitro di fischiare il rigore.
Alla fine del primo tempo Rincon stende Osimhen involatosi sulla destra verso l’area di rigore, in mezzo all’area ci sono due giocatori sampdoriani, l’arbitro concede giustamente la punizione e dà il giallo al venezuelano, il Var impone il rosso.
La partita rimane sul risultato di 0-1, non si può mai sapere. Quindi, quando Elmas in area e da 10 cm spara la palla sul braccio di un sampdoriano, l’arbitro lascia giustamente correre, ma il Var impone di fischiare il ridicolo rigore che (finalmente, ma che lavoro c’è voluto!) chiude l’incontro.
Non c’è fine al ridiclo, questo non è più calcio, ma un patetico videogioco.

Totonno58

A occhio, direi che non ne hai azzeccata una…1)Murro difende talmente bene su Anguissa ch e lo spinge con l’intenzione di procurare un rigore a tempo di record (non c’era assolutamente bisogno del var, io sul momento ho esclamato “azz’, rigore al primo minuto, grazie a questo provolone di difensore!”)…2)Rincon è stato giustamente espulso non perchè in presenza di “chiara occasione da gol”ma di clamorosa e pericolosa scarponeria-3)Non è Elmas che spara la palla sul braccio del sampdoriano ma quest’ultimo che in quel mezzo rimpallo si è trovato col braccio “staccato dal corpo”.

astainvista

Non ti preoccupare, non devi conoscere il regolamento per sparare cazzate… 😉

1) Murro difende benissimo, un duello fisico vinto dal difensore senza il minimo fallo. Il rigore viene (comicamente) assegnato perché nel proseguio dell’azione, invece di cadere morto svenuto, Murro prosegue la sua corsa senza avvedersi che il senegalese è finito a terra, finendogli con la suola sulla caviglia mentre la palla è già nelle mani del portiere Audero… Non vorrei farti risvegliare dalla tua pennichella (che poi magari ripeti le stesse scemenze… 😉 ), ma quel replay che continuavano a farti rivedere (“la continuazione della corsa di Murro, con il suo piede che finisce sulla caviglia di Anguissa”) è proprio il motivo per cui il Var ha imposto ad Abisso di dare rigore.

2) Ma manco per idea! Il Var lo ha richiamato per giudicare la “chiara occasione da gol”, e una volta che sei richiamato alla gogna del videogioco (perché il calcio è di fatto diventato un videogioco!), non ti puoi esimere. L’intervento di Rincon non era col piede a martello e per interventi simili non viene mai espulso nessuno.

3) Dici che il numero 7 del Napoli, quello che spara la palla da 10 cm sul braccio di Viera, non si chiama Elmas? E come lo chiami tu? Da quella distanza, Viera non ha nessuna possibilità di cambiare la propria postura, che è assolutamente congrua al suo posizionamento difensivo. Un rigore che, come chiunque veda anche un po’ di calcio internazionale, viene fischiato solo in Italia, e solo in circostanze particolari. Quello posizionato prorpio dietro a Viera che sposta la testa verso sinistra proprio per seguire perfettamente l’azione da vivino (e NON fischiare rigore!) era l’arbitro, poi indottrinato al videogioco.

Ora puoi tornare a coricarti. Ciao…

Modifica il 17 giorni fa da astainvista
carlogobbo

Il fallo di Rincon è da espulsione anche lo avesse fatto nell’ area avversaria
Molla un calcione a gamba alta con la palla già due metri oltre

astainvista

Non è un intervento coi tacchetti alzati, è un’entrata fatta per mettere giù un avversario, il giallo sarebbe stata la giusta sanzione. In ogni caso la violenza non viene ravvista dall’arbitro che fischia solamente fallo e giallo, infatti l’espulsione viene imposta dal Var per “fallo con chiara occasione da gol”, ma la chiara occasione da gol non c’è.

astainvista

Mi correggo, volevo dire che lui dà rosso diretto e che viene richiamato per considerare la “chiara occasione da gol”.

Rosario Frattini

Nel mio post ho scritto già che L’ espulsione è netta non tanto perché il fallo è da ultimo uomo ma perché è un fallo assassino in sè. E che anche sul primo rigore, per me, c’ è un intervento imprudente e con eccesso di vigoria quindi punibile secondo il regolamento. Sul secondo rigore il pallone di Elmas era destinato a Zelensky in buona posizione ed il braccio del Doriano impedisce che lo raggiunga. Amen.
Rimane il dubbio se sei incompetente o in malafede o entrambe le cose contemporaneamente.

astainvista

Sull’espulsione ho risposto a . Il primo rigore è assurdo, altro che intervento imprudente: Murro sta correndo dopo aver vinto il suo contrasto con Anguissa, manco si accorge che il senegalese è finito a terra, continua semplicemente la sua corsa mentre osserva la palla che finisce tra le mani del portiere… e mentre continua la corsa impatta sulla gamba dll’avversario. Il secondo rigore è un regalino, il difensore sampdoriano si trova a 10 cm dalla palla con le braccia in posizione naturale e non sta nemeno sulla linea di tiro. Gli viene sparato addosso un missile, quello non è mai rigore. Chi segue la Premier sa benissimo che rigori del genere non vengono mai assegnati.
E poi, scusa eh… ma chi se ne frega del tuo post, mica è la verità rivelata, è solo la versione di un tifoso. Chi mi legge sa benissimo che ammetto senza problemi eventuali “favori” per la mia squadra (puoi verificare), mentre tu fai tanto il professorino appassionato/distaccato, ma poi ti dimostri il solito mezzo tifosetto permaloso. 

Nicola Romano

Hai ragione , si vocifera di un complotto plutocratico massonico camorristico a favore del Napoli .

tamarrogigante

Saviano ha cambiato idea?

astainvista

Non ho parlato di complotti, ma esposto fatti. Avresti potuto farlo anche tu, non è vietato.

Giorgio Bianchi

Onestamente più che fatti direi che hai esposto le tue opinioni.
A proposito l’espulsione è stata decisa dall’arbitro, non dal var!

Poi certo il Napoli dispone di una batteria di media da far paura:
1)Gazzetta
2)Corriere
3) Mediaset
4) DAZN
5)Sky
Che gli soffiano nelle vele.🙄
Ah no, scusa, quelle sono le strisciate. Che sbadato.😁

Modifica il 17 giorni fa da Giorgio Bianchi
astainvista

Ovviamente tutto è opinabile, intendevo dire che “commentavo fatti” e non parlavo di complotti. ‘Sta cosa dei media (Gazzetta e Corriere sono due organi interisti, con scappellamento sulla Cairese…) te la sei inventata di sana pianta, non capisco che centri con la mia disamina sul “videogioco”, che era strettamente legata all’involuzione regolamentare che questo sport sta vivendo. Anzi, pensa che sui media posso in parte perfino condividere quelle iperboliche sulle “camarille” che il tuo cootifoso spesso espone.

Nicola Romano

Quanto e’ difficile capire l’ ironia, non ho parlato di fatti perché non avevo ancora visto niente .

astainvista

Non si rilevava alcuna ironia. Io avevo fatto un commento fattuale e tu parlavi di complotti (addirittura camorristico…). Se ti hanno insegnato l’ironia a questo modo, lamentati coi tuoi maestri.

Nicola Romano

Toh ! Un’ espulso della Samp , evidentemente sono più’ cattivi di quelli dell’ Inter .

nirula's

La Segreteria del dott. Waters comunica che, stasera, il dott. Waters , con ogni probabilità, non cenerà. O no?

Luc 68

Basta con questo gioco al massacro non potete inveire in maniera cosi barbara sul povero Water …. ogni limite ha una pazienza … e poi si sa porta male deridere gli interisti 🤨🤨🤨

Kit Carson, but can change it if unapropriate

“il riso abbonda nel piatto del dott. Waters”

Confucio

Carlo

Non c’è niente da fare, continuo a leggere commenti che parlano di “bel giuoco”, come se aveste una vaga idea di cosa significa giocare bene a calcio o comunque avesse qualche importanza.
Se vi piace tanto il “bel giuoco”, cambiate il regolamento e assumete dei giudici che diano un punteggio per l’estetica.
Mi raccomando però, non prendeteli fra gli ex calciatori, potrebbero avere una visione diversa dalla vostra… 🤦‍♂️
Tanto per dire quanto ci capite, le uniche squadre contro cui non abbiamo vinto di corto muso sono Inter e Lazio (ed Empoli, vabbè), ossia le più forti che abbiamo affrontato.
Continuate pure a parlare di culo…

Modifica il 18 giorni fa da Carlo
time present and time past (a.k.a. scusameri)

In questi giorni per ovvi motivi ho ripensato molto alla juve dei tempi di Vialli. Riguardato molte immagini.

E mi è venuta ancora più voglia di prendere a sganassoni quelli che blaterano del “DNA storicamente difensivista” della juve.

Il DNA della Juve è quello di Lippi. Quello che infatti ci ha portato più in alto di tutti. Una squadra che vuole innanzitutto dominare e intimorire gli avversari.

Conte, certo a livello più basso ma ripartendo proprio dal fondo, eseguiva esattamente le istruzioni di questo DNA (peccato sia poi schioppato).

Partite come quella di ieri, o come cento altre prima, che portino a qualcosa o al nulla a cui ci siamo assuefatti, con il vero DNA juve non ci azzeccano comunque assolutamente nulla!

cipralex

A mio avviso il DNA juve è made in Boniperti e Trapattoni, poi cambiando gli interpreti il fenotipo è diverso ma il DNA resta quello, anche ora nonostante i passaggi di Maifredi e Sarri…..

astainvista

Boniperti faceva l’attaccante, il DNA del Trap è milanista.

cipralex

Boniperti faceva il Presidente e Trapattoni l’allenatore.
Entrambi della juve.

astainvista

E infatti vennero cambiati perché erano “tecnicamente obsoleti”. Purtropppo, almeno per la guida tecnica, ne avremmo avuto la riprova in Nazionale, con i suicidi in serie al Mondiale del 2002 e all’Europeo del 2004, pur disponendo della miglior Nazionale di sempre. Adoro il Trap come essere umano, ma il suo DNA tecnico non passa il mesozioico giurassico.

cipralex

Lascia perdere. La genetica è una scienza. Tu ti occupi di bel gioco, uscite a X rovesciata e schemi d’attacco…..esoterismo……

astainvista

Si, insomma… non sai cosa rispendere. Un Déjà vu, non ti preoccupare.

Claudio Mastino 62

Lukaku è improponibile, è stato un danno per l’Inter, ieri non è riuscito a tenere una palla che fosse una, ha la mobilità di un novantenne accompagnato dai genitori, lo stesso Galliani è più mobile del centravanti belga anche se è molto più brutto , se gli crescesse un peticello in testa sembrerebbe un biberon.

Modifica il 18 giorni fa da Claudio Mastino 62
L'ESORCISTA

E rientrando in Italia si assiste sempre alla solita storia. Gruppi di tifosi teppisti che si affrontano in autostrada bloccando il traffico, creando code chilometriche e terrorizzando famiglie. Poi quando ci scappa il morto invece di gioire per uno in meno, lo si fa santo subito e i familiari del Santo vittime inconsolabili, biografie, libri, interviste. Se l’assassino è uno di loro zitti e mosca se è uno delle forze dell’ordine poco ci manca che lo mandano sulla sedia elettrica.
Mi piacerebbe che ogni tanto qualcheduno sbroccasse alla Micheal Douglas e ne facesse fuori una ventina.

Modifica il 18 giorni fa da L'ESORCISTA
L'ESORCISTA

Amici interisti, siate contenti per loro, pensate che avete fatto un’opera di bene…

IMG_20230108_151806.jpg
commentanonimo

Boh

Modifica il 18 giorni fa da commentanonimo
unclemarvo

Così come non pareggiare mai rimane un’anomalia statistica soprattutto quando hai una difesa da 1.5 gol a partita; così vincere sempre con gol nell’ultimo decile rimane un’altra anomalia quando hai un attacco da 1.5 gol a partita. Certo, la prossima è a Napoli, ma al momento la Juve gioca troppo male per poter essere inquadrata fra le favoritissime. Magari riprende anche il gioco, vedremo.

Grande Romeo

Uncle, se il Napoli non lo regala, lo scudetto non lo vince nessuno che non sia lui.
Personalmente ritengo che vista la situazione di qualche mese fa, a Torino siano più che soddisfatti di arrivare nelle prime quattro.
Se poi riuscissero a metterci una coppa dentro credo che dovremmo di nuovo parlare di stagione positiva.

Il gioco dei bianconeri è effettivamente soporifero, ma se rientra qualcuno capace di cambiare il corso della gara con giocate individuali, avendo acquisito buona organizzazione difensiva possono stare sull’albero tra gli avvoltoi che aspettano il suicidio del Ciuccio

astainvista

Vero, la Juve gioca malissimo, non male (ieri sera prima di cena, mi sono chiesto se era davvero il caso di continuare con quello starzio dopo i primi 45 minuti… e ho spento la TV…), ma – misteri del calcio – il rapporto gol fatti/gol subiti sta arrivando a vette da Grande Torino, quasi quattro gol fatti per ogni gol subito. Inspiegabile, ma vero. Le sfide con le (cosiddette) grandi del campionato sveleranno l’enigma? Boh… Io temo che dipenda tutto solamente dalla tremenda poverta del nostro calcio.

Leo 62

Ciao Zione, c’erano un paio di Inter degli ultimi anni che vincevano spesso 1-0, facendo anche delle serie di vittorie notevoli, giocavano malino ma vincevano ed avevano una buonissima difesa… poi ad un certo punto si sono fermate tutte e due…

Modifica il 18 giorni fa da Leo 62
l'esegeta del blog

Ultimi anni mica tanto… credo tu ti riferisca alla prima Inter del Mancini-2, ancora con Thohir presidente, quella che scoppio a Natale e venne inesorabilmente rimontata e poi staccata e lasciata sul posto dalla Juventus delle ventitre vittorie consecutive. Era il 2015-16… son passati sette anni…

Leo 62

Quella, e la prima Inter di Conte… la seconda fu messa a posto.

L'ESORCISTA

Neanche il tempo di tornare che i frignoni neroazzurri mi costringono a lavorare.
La dichiarazione è del giocatore più corretto del globo terrestre ovviamente…
Buon anno ragazzi, passate buone vacanze/ferie?

IMG_20230108_135401.jpg
2010 nessuno

Ciao ESOR , Buon Anno prima di tutto.
Come pensierino della notte prima di andare a dormire,ho trovato strano che qui in ambiente milanista stessero tanto ad eccepire sulle critiche alla direzione di gioco dell’arbitro Sacchi, eppure proprio loro dovrebbero ricordare il danno che gli procurò questo signore, evidentemente recidivo, prendendo anche allora lucciole per lanterne, nella famosa partita con lo Spezia , così come non ricordo nessuna levata di scudi in sua difesa, ma direi ovviamente, quando allora , conseguentemente, venne allontanato dalla massima serie per un bel po’ di tempo.

astainvista

Non ne azzecchi mezza manco per sbaglio.

L’arbitro di Milan-Spezia era Serra, non Sacchi (che invece è un ottimo arbitro).

Serra, allora alla sua prima direzione in serie A, venne allontanato e credo non abbia mai più arbitrato in serie A, non per quell’errore, di fatto comprensibile (e lo scrissi anche allora!), volto a salvaguardare il Milan fischiandogli in modo un po’ troppo zelante una punizione dal limite, senza accorgersi che Messias avrebbe avuto un vantaggio considerevole per la battuta a rete, quanto per le reazioni smodate di pianto e di autopunizione pubbica che (secondo me giustamente) lo fecero ritenere inadatto a quei palcoscenici.

Sacchi al contrario, ha personalità da vendere, e quello fischiato a Monza, magari non eclatante, era un fallo che aveva visto (quello che si vede anche nella foto) e fischiato ben prima che la palla giungesse sulla testa di Acerbi.

In ogni caso, i miei sfottò alla Gazzetta Nerazzurra erano dovuti alla solita doppia morale per cui questa inezia di Sacchi è stata sparata in prima pagina, mentre per il sacco di Firenze con ben tre episodi decisivi giudicati erroneamente a favore dell’Inter, si virò sui cattivoni del pubblico viola…

Facciamo così: quando ne azzecchi anche solo mezza, facciamo una festa, ok?

monza-inter.png
Modifica il 17 giorni fa da astainvista
Carlo

Eh no, il VAR funziona benissimo… “ti confermo palla, prima palla e poi piede” 🤣🤣🤣

GianniC

Sei tu Marta Fascina ?

astainvista

Eh eh… l’arbitro di qualla partita era l’attuale capo dell’AIA Rocchi, coadiuvato al Var dall’altro mammasantissima Irrati che gli comandò di far subito battere il calcio dä’angolo in modo da non dover visionare quello che non andava visionato.

Naturalmente i due non vennero puniti, neanche una giornata di stop per loro.

Certo, non arrivarono alle vette del duo Massa-Guida…

(per loro una sola giornata di stop e poi, via, di nuovo al lavoro…)

mentre per il povero Sacchi arriveranno mesi di stop e la solita megaricusazione… per aver osato fischiare questo fallo (magari non eclatante, ma che lui aveva visto) ben prima che la palla arrivasse sulla testa di Acerbi…

monza-inter.png
GiPo56

…ma perché gli fa tanto schifo dire “rete inviolata” ????

Modifica il 18 giorni fa da GiPo56