Juventus - Inter 2-4, la Coppa Italia all'Inter

La Coppa Italia all’Inter accolta come la liberazione da un incubo. Buttato praticamente via il secondo scudetto, per vederlo vincere ormai al Milan,  la Coppa sollevata a Roma diventa una consolazione che può accontentare tutti. Decisivo Perisic che però molla anche la stoccata alla società: “Per rinnovare il contratto ai giocatori più importanti non si aspetta l’ultimo momento”. L’ago della bilancia del calcio lascia del tutto Torino per fermarsi su Milano, con Milan e Inter. Per la Juventus invece la stagione è ormai ufficialmente fallimentare: dopo dieci anni nessuna vittoria e “zero tituli”. Allegri chiude al di sotto del livello di Pirlo lo scorso anno. Che poi fu esonerato…. Dall’addio di Ronaldo in poi è stato tutto un rotolare in basso, a tutti i livelli. E per adesso l’unico a lasciare è Chiellini…

COPPA ITALIA 2021 – 2022

FINALE

Roma, mercoledì 11 maggio 2022

JUVENTUS – INTER 2-4

(7′ Barella I, 50′ Alex Sandro J, 52′ Vlahovic J, 80′ Calhanoglu rig. I, 99′ Perisic rig. I, 102′ Perisic I)

****

LA COPPA ITALIA ALL’INTER E L’ASSE DEL CALCIO SU MILANO

La Coppa Italia la solleva l’Inter nella dolce notte di primavera romana, alla fine di una corrida più che una finale. Sei gol per stabilire che l’ago della bilancia del calcio italiano oggi è si è fermato su Milano, abbandonando completamente Torino che fino a due anni fa monopolizzava totalmente il panorama. Chi vince si consola e chi perde si bastona. Non ho mai visto una finale di Coppa Italia così caricata di significato, quasi fosse non la coppa nazionale, ma una specie di scudetto bis.

  La Coppa Italia, in Italia e nella nostra testa, è buona perché fa numero e si unisce ad altri trofei, facendo malloppo. E’ un contorno, presa da sola non fa pietanza: è come le patate accanto al pollo arrosto.

LA DOPPIETTA DI PERISIC E L’ACCUSA ALLA SOCIETA’

In questi anni post-juventini in cui comunque la potenza del pallone è stata redistribuita e anche un po’ svalutata, l’Inter al massimo riesce a mettere la Coppa Italia accanto alla Supercoppa che già aveva strappato alla Juventus a gennaio. Allora i gol di Lautaro Martinez e Sanchez un attimo prima di passare ai rigori a sorpassare il gol di McKennie, adesso doppietta di Perisic, cui corrisponde sull’altro lato il doppio rigore causato da De Ligt e le inevitabili polemiche sulla simulazione di Lautaro che fa abboccare pure il Var, a scardinare la partita ai supplementari. E chiudere la serata in una gran festa come fosse stata la finale di Champions League.
  Tra esplosioni di coriandoli e Coppe sollevate al cielo Perisic ne approfitta subito per mandare di traverso la serata a Marotta & C: “Il rinnovo di contratto? Non si fanno aspettare fino a questo momento i giocatori importanti”. A dire che insomma qui ognuno ha i guai suoi.

Coppa Italia, finale Juventus-Inter

L’ADDIO AL TRIPLETINO NERAZZURRO

  Coppa Italia e Supercoppa per l’Inter, non fanno uno scudetto e a meno che il Milan non si butti letteralmente fuori strada, è assai improbabile che la squadra di Simone Inzaghi arrivi al famoso Tripletino. Combinazione micragnosamente ridotta del Triplete vero, quello del 2010 con Mourinho, e che abbiamo sentito spuntare nello slang calcistico soltanto quest’anno (Scudetto + Coppa Italia + Supercoppa). Ormai improbabile ma pur sempre possibile.

  Insomma per la Juventus la stagione è finita qui, per l’Inter resta la formalità delle ultime due partite della corsa scudetto. Ma già assuefacendosi alla sconveniente idea di dover lasciare lo scudettino di stoffa tricolore, proprio al Milan. Squadra meno attrezzata, meno quotata, meno costosa. Un bello smacco, che il trofeo vinto allo Stadio Olimpico di Roma non può cancellare del tutto. Dopo la festa l’Inter sembra al centro del calcio, ma in realtà non è così.

LA SCOMMESSA DI INZAGHI E LO SMACCO DEL MILAN  

  L’Inter si consola con la Coppa Italia, perché anzitutto la nega alla Juventus, con cui i conti non sono mai completamente chiusi, nonostante l’Inter abbia battuto la Juve tre volte su quattro (e un pareggio) in stagione. E nonostante Andrea Agnelli e Steven Zhang facciano gli amiconi e progettino grandi strategie internazionali a ogni occasione. Si consola soprattutto perché a meno di harakiri rossoneri, lo scudetto lo ha buttato via con quella assurda sconfitta nel recupero col Bologna, quella della papera di Radu. Dopo gli addii di Conte, Lukaku, Hakimi ed Eriksen nessuno chiedeva all’ Inter di Inzaghi lo scudetto in partenza, ma poi quel traguardo si era fatto concreto, vicino, fino all’apparizione del Milan nel famigerato derby della doppietta di Giroud. Da allora molto è cambiato e l’equilibrio si è spostato.

L’ADDIO DI RONALDO E IL MURO DEGLI ZERO TITULI

  Un blocco difensivo potente, un centrocampo sempre più solido e vivace con Brozovic, Perisic e Barella, l’attacco con Dzeko e Lautaro, l’Inter aveva nella testa e nelle gambe sicuramente qualcosa di più. Non avesse vinto la Coppa Italia, il tenero Simone Inzaghi non l’avrebbe passata così liscia. Adesso intasca meriti e parecchi complimenti, la Coppa Italia placa a sufficienza critici e tifosi. E il giovane allenatore può dire di aver vinto sia alla Lazio che all’Inter.

  Quanto la partita pesasse sulle due squadre e sui due allenatori prima di tutto, lo si è capito dal nervosismo e dall’espulsione di Allegri dopo essersi reso conto che la finale era compromessa e che la sua stagione si chiudeva addirittura al di sotto del livello di Andrea Pirlo lo scorso anno. La Coppa Italia perduta è l’ufficializzazione di una stagione sbagliata, fallimentare, in cui tutto è andato degradando dall’addio di Ronaldo in poi. Era una vita, addirittura dai tempi di Delneri (dieci stagioni fa…), che la Juventus non sbatteva contro il muro degli “zero tituli”.

l’anno contraddittorio di ALLEGRI. SALVATO DAL SUPERCONTRATTO…

 Nel momento in cui Andrea Agnelli ha deciso di tornare al passato e al calcio più conosciuto e praticato con un vecchio allenatore che era stato convinto da altri a esonerare, per tentare nuove avventure con Sarri e Pirlo, la Juventus si è fatta inghiottire dalle sabbie mobili. Il valore tecnico della squadra è andato scendendo e nemmeno l’acquisto di Vlahovic è stato risolutivo. Anzi alla fine, forse, è diventato un problema a sua volta: i suoi gol sono finiti in pozzo senz’acqua.

  Essendo il calcio la materia più invalutabile e volatile esistente al mondo, con la stessa convinzione e pure possibilità di avere addirittura ragione in un senso o nell’altro, si può sostenere adesso, allo stesso tempo, che Allegri abbia fatto una grande stagione, perché non aveva la squadra migliore e perché ha perso pure Ronaldo e Chiesa per strada, oppure una pessima stagione, perché nessuno si è mai divertito quest’anno a vedere una partita della Juve, perché è ossessionato dalla difesa e perché il risultato finale parla da solo.

L’UNICO CHE SE NE VA E’ CHIELLINI. ma con l’onore delle armi

    Allegri resterà perché superpagato e superprotetto da un supercontratto e perché un nuovo cambio di allenatore (sarebbe il quarto consecutivo a giugno) significherebbe annunciare al mondo di non saper più quali pesci prendere. Ma Agnelli e la Juve ci hanno anche abituato a stupirci e a far mostra di un decisionismo quasi obbligato, di facciata.

  E soprattutto è una Juve che ha comunque bisogno di un reset a tutti i livelli, a cominciare forse dal più alto. Per adesso l’unico a dare l’addio è Giorgio Chiellini, e in questo caso va un meritato e sincero onore delle armi.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

***

 

 

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
773 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

2010 nessuno

Bocca ma che è successo? Dopo una giornata come ieri quasi nessun commento?

2010 nessuno

Per Leo 62, scrivo qui visto un tuo primo post è indietro : a proposito di Djokovic avevi ragione,bisogna riconoscertelo.

Leo 62

Ciao Stefano… Grazie , ma su Nole si vince sempre facile…

Waters

Ma Chakkko è sparito?😀😀
Il grande interista apparirà stasera quando verso le 23 il Milan conquisterà l’agognato scudetto.
Salud.

Campioni d'Italia 2020-21

Il suo commento stava pu in basso, uno dei primi a commentare la conquista della Coppa Italia 2022.

Chakkko
3 giorni fa

Di là dalle polemiche arbitrali, immancabili in ogni Juve-Inter che si rispetti (io non ho capito il primo rigore, più evidente il secondo), diciamo che sul piano del gioco si è fatta preferire la squadra bianconera, nonostante un approccio troppo soft che ha permesso a Barella di calciare indisturbato dopo aver preso la mira. Ma da lì in poi i giocatori bianconeri hanno alzato, se non la qualità (difficile), almeno l’intensità delle giocate mentre, piano piano, i nostri sparivano tra incertezze e facili ripartenze abortite. Sparivano soprattutto gli attaccanti (Dzeko e Lautaro inesistenti, ed anche i subentrati non si sono notati quasi per niente) se confrontati col continuo movimento di Vlahovic supportato da un Morata ispirato e da un Dybala sfortunato in alcune occasioni. Ha sofferto pure il centrocampo (il turco si è notato solo al momento del rigore) e la difesa è parsa vittima delle solite incertezze delle squadre di Inzaghi (inconcepibile il secondo gol della Juve, anche se pregevole il contropiede), che, se non altro, in certe occasioni pare assistito da un fac-simile della famosa “fortuna” di Sacchi, aggrappandosi a quei pochissimi giocatori (Brozovic e Perisic su tutti) i quali non sembrano nascondersi nelle partite importanti. Peccato che, a quanto pare, uno dei due, quello che ci sta letteralmente tenendo in piedi in questa fase di stagione, sia destinato a salutarci perché siamo senza un euro (ed i cinesi ancora non vendono).
Saluti

Waters

Ah bel commentino, sembra abbia vinto la Juve 4 a 2😂😂

Il dubbio

Sa ragioniere… nei tempi regolamentari, con il var tarato giusto, al 56′ sareste stati in 10 vs 11 e a 5 minuti dalla fine sareste stati ancora sotto 1-2.
Forse è solo un interista onesto, deve essere sfuggito qualcosa in famiglia.
Ossequi

Icarus

A me pare evidente che l’ambiente juventino non sia proprio avvezzo alla sconfitta: l’allenatore da’ fuori di matto, non solo a caldo sul campo, ma anche alle interviste, presentandosi davanti alle tv con sguardo stravolto e occhi spiritati, meritevoli di un tso immediato. Per vedere qualcosa di simile, bisogna risalire alla corsa di Mazzone sotto la curva atalantina, ma al povero Carletto gli avevano insultato la madre defunta, Allegri ha preso solo una ‘pedata’. La panchina bianconera, capitanata dal prode Bonucci, sembrava presa dalle tarantole, per non dire della dirigenza, con il biondino dalla folta chioma che non perde occasione per mostrare a tutto il mondo di che stoffa è fatto il sedicente stile juventus. Su questo distintissimo foro, infine, tolte pochissime eccezioni, gli aficionados bianconeri si dividono tra coloro che inveiscono contro la classe arbitrale (e mi ripeto, è come l’uomo che morde il cane, una vera e propria notizia) e chi spara ad alzo zero sul povero allenatore, dipinto alla stregua di un incapace che si mette in tasca un bel po’ di milioncini (come se i cinque scudi di fila e i titoli di contorno li avesse vinti il gemello). ‘Amici’ bianconeri, prendete fiato, ogni tanto un po’ di digiuno non guasta, solo i bambini vogliono vincere sempre.

Mordechai

Vorrei darti una pedata nel sedere (non te la prendere, eh…) e poi vedere l’effetto che (ti) fa…
Buona domenica.

Boris

Come vi siete trovati al TSO coatto tu e Allegri? Sei arrivato al terzo account, quando torni a farci ridere sul serio e ci parli del parco buoi? Abbiamo tanta nostalgia…

myway

Ai milanisti in ansia: la coppia Orsato-Irrati è perfetta per voi! Non temete. Il compito sarà portato a termine in un modo più che soddisfacente. Orsato terminerà la carriera con un bel posto in vista nel Museo Mondo Milan (così come fu per Rocchi con la Juve, nella sua ultima partita). Orsato terminerà in gloria. Tranquilli.

In quella maledetta finale di Coppa I. (Lazio-Atalanta) ci mandarono Banti (sì BANTI), a fine carriera, ultima partita, e fece egregiamente il suo compitino per Lotito, Inzaghi e la Lega serie A, con l’assistenza fondamentale di Calvarese al VAR. Sì, Calvarese: vi dice qualcosa? Senza quella Coppa I. rubata, la Lazio, quell’anno, sarebbe rimasta fuori da tutto. L’anno seguente fu l’anno dei 30 rigori e di Immobile miglior cannoniere dell’universo conosciuto (compreso il buco nero, quello di bomba), che riportò la Lazio in Champions, dove fece la solita barbina figura.

Tornando ai milanisti: se poi aggiungete che Leao è in una forma strepitosa e noi siamo in mona da un bel po’! Con i difensori che ci troviamo rischiamo di portarne a casa tre ceste… State pure tranquilli: quest’anno la giostra si ferma al vostro numero. Tornerete in CL, questa volta senza i trenta rigori e con la foglia di fico dell’arbitro Serra, che vi permette di fare i perseguitati (ridere, please). Sarete dunque testa di serie nei sorteggi e forse – forse – passerete il turno per gli ottavi. Allora, la gazzarosea, vi dedicherà un titolone da 16 colonne: il Milan si qualifica agli ottavi della CL. Che trionfo! Che grandezza del nostro calcio!
Auguri per domani.

P.S. Sto guardando la finale FA Cup tra Liverpool e Chelsea. Siamo al 53′.Avete visto l’atteggiamento dei giocatori. E il modo di arbitrare? In Italia quanti gialli sarebbero già stati comminati? Quante crocerosse sarebbero già entrate? Quante urla tra le panchine e salti in campo degli allenatori avremmo visto? … Non che l’erba del vicino sia sempre più verde, ma … …

Modifica il 4 mesi fa da myway
astainvista

Si, ma guarda che per l’Atalanta vale l’esatto contrario: in Italia i picchiatori sistematici di Gasperini se la cavano sempre o quasi con tardi(vissim)i gialli, ma appena varcano il confine, dopo venti minuti, devono darsi una calmata.

Bombaatomica

Ahahah “…. la LAZIO in Cempions, dove fece la solita figura barbina” 😂😂
Vorrei ricordarti che nei gironi la LAZIO si qualificò seconda dietro al Dortmund solo a causa delle puttanate di Strakosha.
Poi, agli Ottavi, incontrammo il Bayern che sculo’ a Roma grazie a 3 papere della difesa biancazzurra (sciagurato retropassaggio di Musacchio…. cappellata di Patric a centrocampo come ultimo uomo…. rimpallo fortunoso dei bavaresi).

“Contro vento ce poi anna’ – diceva mi nonno – ma contro culo no” 😂😂

Riguardo alla finale di Coppa Italia…. ti informo che LoTirchio conta come er due de coppe quando regna bastronzi 😂😂😂 Altro che “…. Banti….fece egregiamente il suo compitino per Lotito….”. Suvvia, Mai Uei, non diciamo cazzate 😄😄

Quell’anno faceste 100 gol tra serie A e Coppa e non riusciste a segnare con quella difesa improponibile biancazzurra?
Il fatto è che abbiamo un attacco formidabile ed un centrocampo da lustrarsi gli occhi.
Con la metà dei gol presi (quest’anno oltre 50, quasi peggio del Venezia), vincevano lo scudo a occhi chiusi 😄👍

Attento alle sculate del Milan, piuttosto. Hai visto con LAZIO (oltre alla rapina con la P38 di Tonali) e Fiorentina?
Questi mezzi cino-vietnamiti-qatarioti c’hanno i quattrini pesanti…. 😄

Modifica il 4 mesi fa da Bombaatomica
Bob Aka Utente11880

Banksy l’aveva previsto ! (Gomblotto ?)

20220514_130223.jpg
Mordechai

Magnifica.
😀

Il dubbio

Meravilgiosa: La Grande Traversata nel deserto, con i trofei posti ad asciugare. Ne ho copia a casa.

Bob Aka Utente11880

Si, oppure il momento del ricambio (si potrebbe dire pulizia, ma non voglio creare equivoci), la sosta prima della ripartenza..

Il dubbio

Tranquillo, nessun equivoco con “pulizia”, non ci sono squame da raschiare.

Bob Aka Utente11880

Né penne da spennare

Bob Aka Utente11880

Caro Dubbio non sta a me commentare Banksy. Mi colpiscono l’efficacia e la sintesi delle sue immagini. Molto dirette.

Il dubbio

Vero, l’efficacia che ho descritto sopra.

astainvista

La soffri tanto questa cosa che state cercando di rubare lo scudetto al Milan… sogni più zebre tu di un cacciatore della savana…😁

Pensi di farcela con i tuoi lavoretti di distrazione di massa? Male che ti vada puoi trovare lavoro fisso alla RCS…😜

Modifica il 4 mesi fa da astainvista
Bob Aka Utente11880

Ma no Asta è solo una foto, per alleggerire un po’ il tono delle discussioni che a volte è troppo cupo. Buona domenica

astainvista

Eh eh, l’abile e il suo lavorio di distarzione di massa… Come previsto son saltate fuori più magagne dei bauscia… ma tant’è… qui si trattava di nascondere la refurtiva stagionale e presentarsi a giocarsi lo scudetto come se i punti fatti non fossero frutto di rapine… Ci sei riuscito? Boh…
Secondo me se ne accorgono tutti che la striscia che avete lasciato (perfino in Coppa Italia, e non solo in finale, ma anche nella semifinale contro di noi) è maleodorante…

2010 nessuno

Che poi BoB , vista la continuita’ dì certi post, con i toni e la ripetitività che li contraddistingue, a soffrire ma davvero , alla fine sono altri …

astainvista

Beh… a colpi di decine di punti Var, che ti credevi… che fossimo tutti contenti? Contenti che stasera siete ancora in corsa, quando invece il vostro campionato sarebbe dovuto essere terminato da tempo? Ovvio che non soffra per la classifica, lui cerca solo di confondere le acque…

Modifica il 4 mesi fa da astainvista
2010 nessuno

BoB ,al contrario di te, non ne fa una malattia, a tifare, quanto alle “decine” di punti Var, guarda, convinto e contento te ,fai pure ,magari sii sicuro di controllarla te sta cosa ,prima che sia lei a controllare te.

astainvista

Io parlo del 2022, lui del 1960, vedi un po’ chi è il malato.
Per il resto puoi sempre provare con un corso di sintassi.

2010 nessuno

E magari, visto che siamo su un blooog, tu “scrivi” del 2022, più che parlare, maestro.

astainvista

…”parlare” si declina ad ogni tipo di comunicazione. Perfino le immagini “parlano”. Ti ci vuole anche un corso di semantica.

Modifica il 4 mesi fa da astainvista
2010 nessuno

Ah le immagini , no per quelle è evidente soprattutto che si “interpretano” a seconda del tifo, indipendentemente dalla semantica.

myway

stupendo …. !!! 🙂

luigi.iannelli

Genio!

OCKHAM

Non so se è un gioco che sta facendo la Gazzetta della Sport, ma se fosse vero che la Juventus pensa di trattare l’acquisto di De Maria (35) e di Perisic (33 anni), vorrebbe dire che presidente, dirigenti e allenatore consenziente sono rincretiniti del tutto.

Quattroquattronovetredue

Volendo ci sarebbe Pastore…

OCKHAM

Non farglielo sapere.

Bob Aka Utente11880

Mah, chi lo sa… forse tra le cause dei minori riguardi che i colleghi juventini lamentano siano dedicati alla loro squadra da arbitri e VAR (si: ancora !) ci può essere la crisi del mercato automobilistico e, di conseguenza, dell’indotto. All’uopo, ho casualmente trovato in rete questo contenuto (Il Foglio, Lanfranco Pace):

“L’arbitro Concetto Lo Bello, accusato di essere a libro paga perché aveva un concessionario della Fiat in Sicilia, non si capì se volontariamente o accidentalmente, allora non c’erano camere dedicate né moviole, colpì Invernizzi mediano dell’Inter al naso, all’epoca non erano consentite sostituzioni, i nerazzurri rimasero in dieci e persero. Un’altra volta i bianconeri chiesero sempre a Lo Bello di sospendere per nebbia una partita che l’Inter conduceva 2 a 0, fu rigiocata dieci giorni dopo e la Juve vinse 3 a 1.”

Roba vecchia, piccoli episodi, e una casistica incompleta che forse gli almanacchisti che non mancano nel blog vorranno completare, tanto per impegnarsi su qualcosa di nuovo e non limitarsi ai ricorrenti copia e incolla che si trovano ormai ovunque su queste pagine. Buon lavoro.

malandragem

buongiorno Bob

meno male che non volevi limitarti “ai ricorrenti copia e incolla che si trovano ormai ovunque su queste pagine” (cit.) e sei riuscito a trovare questo (brillante e così ben precisamente documentato!) articolo del 2017 (i troppi anni di sofferenza già trascorsi per il Pace ai tempi, immagino, a motivarne le scribacchinate sul Foglio)

Nella citata partita in cui Invernizzi steso-da-Lo-Bello-blablabla (secondo le fantasiose ricostruzioni del Pace) ciò che realmente accadde fu che il giocatore perse solo alcuni minuti del primo tempo per poi rientrare nella ripresa ed esibirsi in un teatralissimo svenimento al termine della gara, come si può osservare nella foto al minuto 0.23 del filmato al link: mito dei veri uomini del calcio di una volta: RIP

Qui il tabellino della gara con indicazione dei minuti disputati dai giocatori, i soli usciti prima del 90′ sono i due espulsi

https://www.myjuve.it/stagione-1959-60-juventus/serie_a-juventus-inter-1-0-1443.aspx

qui si trova una delle tante conferme della presenza in campo di Invernizzi

https://books.google.it/books?id=Urg4DwAAQBAJ&pg=PT38&lpg=PT38&dq=juve+inter+dicembre+1959&source=bl&ots=9MQ1IDnkvS&sig=ACfU3U37qCf6S6Whl6dDPK_EDk1mcATGVA&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwjb6r2v7-D3AhW8gf0HHVTUC8o4HhDoAXoECBoQAw#v=onepage&q=juve%20inter%20dicembre%201959&f=false

https://patrimonio.archivioluce.com/luce-web/detail/IL5000034758/2/l-arbitro-lo-bello-colpisce-al-mento-giocatore-durante-partita-juventus-inter.html&jsonVal=

Della “partita sospesa per nebbia” non si trova notizia (se non nell’pezzo del Foglio) pur spulciando, chissà perchè non si citano campionato, giornata, tabellino marcatori o altri dettagli, mi chiedo.

Per tornare nel mondo reale e a fatti documentati, lasciando il pianeta Vittimismo-nerazzurro e le fantasie dei suoi abitanti: tu e il Pace che opinione avete sulla sospensione di partite – queste sì reali – in cui è l’Inter a buscarle (contro il Genoa) e che, ripetute, servono a raccattare punti che porteranno poi allo spareggio scudetto con il Bologna?

https://www.pianetagenoa1893.net/la-storia-del-genoa/quell-ingiusta-ripetizione-di-inter-genoa-del-1964-e-l-affetto-dei-tifosi-al-grifone/

Ma da quando ti dai a post di così infimo livello, che fra distorcimenti e bufale non fanno che diffondere ignoranza per eccitare gli stolti?

Bob Aka Utente11880

Caro Mala
Il punto era il rapporto economico tra un arbitro e una società di calcio. Che mi sembra verificato. Anche perché obiettivamente alla luce del sole. Altre faccende seguiranno ma sotto la superficie. Buona domenica.

malandragem

Ciao Bob… è che da te non me lo aspettavo (acuto e riuscito l’accostamento football-artistico più su, quello si non è da tutti proporlo) prendilo come una manifestazione di benevolenza il mio appunto!

Un saluto

Bob Aka Utente11880

Ricambio

Il dubbio

Ciao Bob, so che preferisci il dettaglio all’aforisma.

Dettagliatamente, possiamo partire dal 1910, due anni dopo la nascita del lugubre club nerazzurro, quando ancora in culla riusciste a rubare lo scudetto alla Pro Vercelli degli undicenni. Il vostro primo scudetto. Successe, infatti, che il campionato a girone unico dominato in quegli anni dalla mitica Pro, non fose proprio una grande attrazione, un po’ come la serie A post covid per intenderci e che i talentuosi vercellesi fossero richiesti a destra e manca per amichevoli remunerative. La data della finale (da disputare a Vercelli per via della migliore differenza reti dopo il girone finito a pari punti) venne quindi spostata un paio di volte finché, brigando in segreteria – quando si dice il DNA –, i parvenu milanesi ottennero la data che cercavano. Guarda caso in concomitanza con un incontro della Nazionale Militare, allora ancora più importante della Nazionale maggiore, a cui la Pro donava calciatori in gran quantità, nove dei suoi titolari, per la precisione. Richiesti di spostare la data della finale come sportività avrebbe voluto, i parvenu milanesi furono irremovibili: la partita s’ha da fare, punto! I vercellesi, indignati, vi mandarono la squadra giovanissimi, quella che alcuni dei parenti sopravvissuti dei tifosi di allora, ricorda ancora con grandissimo orgoglio come la squadra degli undicenni, che riusì comunque a farne 3 ai vigliacchi parvenu.
Questo vessillo, incredibilmente, fa bella vista e viene celebrato ancora oggi sul sito ufficiale della Inter insieme al famigerato scudetto di Cartone del 2006.

Nell’intermezzo è successo di tutto. Dal doping e le partite truccate degli anni ’60 (con quell’incredibile record di 104 partite di serie A senza un rigore contro), ben descritti nel processo vinto da Ferruccio Mazzola contro l’intera vecchia Inter vomitevolmente cooptata e schierata da Massimo Moratti e Facchetti per denigrarlo (ma poi, oltre a perdere il processo durato quattro anni, Sandro Mazzola, pentito, rilasciò l’amarissima intervista a Walter Veltroni in cui ammetteva tutte le ragioni del fratello), allo scandalo dei Passaporti, allo scandalo del falso in bilancio (con tantodi libri in tribunale) sanato da Moratti come utilizzatore finale di una leggina ad personam dell’ex Premier mafioso, allo scandalo plusvalenze gonfiate delle Primavere milanesi a quello della telefonatona di facchetti che faceva balenare per bene al designatore Bergamo l’idea che l’arbitro Bertini dovesse applicarsi per aumentare lo score delle vittorie dell’Inter durante l’imminente partota interna col Cagliari, trascrizione della telefonata mai arrivata a processo, fino alle schifezze di questa stagione.

Una ridda di commi.

Per ognuno di essi, possiamo essere molto dettagliati: facci sapere.

malandragem

amando il grottesco, non avrei omesso di citare una delle mie miserie preferite della storia dell’Inter, che forse meglio di tante ne rivela le attitudini e l’ipocrisia

https://storiedicalcio.altervista.org/blog/inter-scandalito-argentino-1981.html

quando sei così intimamente, profondamente e sinceramente sportivo e onesto che ai tornei under 14 mandi sedicenni con i documenti falsi, giusto per il piacere di trasmette valori importanti alle nuove generazioni, lmao…

Campioni d'Italia 2020-21

Torno adesso da Bugliano… tuti bambini cativi… bruti bruti…

Bob Aka Utente11880

Grazie Dubbio, ma rimarrei all’interno del topic “relazioni, dimostrabili, con gli arbitri”. Buona domenica.

Il dubbio

Tutto ampiamente documentato, almeno quello che riporto io.
Perché ciò che millantavi tu è stato smontato da . Ma che fai caro Bob, ti sei messo a dire le bugie… Minchia: Lanfranco Pace come fonte….🙄

Bob Aka Utente11880

La concessionaria di Lo Bello, consentimi, non è una bugia.

Il dubbio

Mi riferivo alla ricostruzione “dell’episodio Invernizzi” da cui muove la tua propaganda di quarta serie.
Per il resto, Lo Bello dirigeva la Juve non più di due tre partite a stagione, ma se vuoi trovare accostamenti sul “conflitto di interessi” credo che non manchino… l’intercettazioni di Tronchetti, per esempio, erano appunto di Tronchetti… e fecero quel che dovevano fare…

Un suono antico, capace di fermare il tempo, quasi fosse un flauto musicale. Noi, che abbiamo memoria, riconosceremo il fischio di Concetto Lo Bello. Sono più di 15 anni che si è spento nella sua Siracusa. Ma la sua ombra si staglia ancora all’orizzonte di un calcio sempre più affollato di lillipuziani, lievi come semi di soffione, cangianti come bruchi che conoscono la metamorfosi.
Lo Bello aveva peso, volume e forma. Era l’Arbitro. Il più famoso, certo, e forse il più grande. Il suo fischio non era modulato, vago come quello dell’usignolo. Era acuto e perentorio. Lacerava l’aria. Non seduceva. Impietriva. Quel fischio ha dettato il tempo a Rivera e Sivori, a Riva e a Rocco. Gianni Brera lo aveva definito: «Un po’ Dionisio, tiranno di Siracusa, un po’ Abd el Karim, pirata saraceno». Luigi Gianoli, invece, scrisse: «Per me somiglia tutto a Timoleone… Timoleone, detto l’intemerato, era cittadino corinzio e venne a liberare Siracusa dai cartaginesi per governarla poi, ma da semplice privato. Un amministratore, insomma. E la rese felice. Fu forte, generoso, geniale».
Per Gian Paolo Ormezzano era «meglio di Kalì che in fondo aveva soltanto nove braccia, egli è trimurti, Brahma Siva Visnù insieme, arbitro, assicuratore, assessore».
Perfino il grande Indro Montanelli lo onorò con un elzeviro memorabile. Fu dopo la partita Fiorentina-Cagliari, 12 ottobre 1969, in cui il pubblico di Firenze lo aveva salutato al grido «duce, duce», e, Montanelli, sbollita l’ira del tifoso, scrisse: «Entra nel campo col passo del proprietario che perlustri il proprio podere… Se ogni tanto alza lo sguardo sugli spalti, è come se ve lo lasciasse cadere dall’alto…». E concluse sicuro: «No, i fiorentini hanno avuto torto: Lo Bello non è il duce. E, anche se l’accostamento avesse qualche verosimiglianza, almeno ne andrebbero rovesciati i termini, perché è caso mai il duce che può aspirare ad essere scambiato per Lo Bello, non viceversa».

Non credo troverai descrizioni e attestati di stima simili sul più grande distruttore, smembratore e inscatolatore di scatole cinesi delle ricchezzepubbliche e private italiane. Quello che pensava di lui e di quelli come lui Montanelli, meglio non dirlo…

Fossi in te tornerei all’arte e a Bansky, più ti ingrugni e più ti fai male…

malandragem

vanno bene anche le relazioni dimostrabili con i designatori arbitrali o è intrallazzo troppo in alto?

come dal pizzicagnolo col prosciutto: ho fatto due etti e mezzo, lascio?

Facchetti: «Guarda, ho visto lo score di Bertini che con noi ha 4 vittorie, 4 pareggi e 4 scon­fitte…»
Bergamo: «Porca miseria allo­ra facciamo 5,4,4. Ma vittorie»
Facchetti: «Ma diglielo che è determi­nante, domani. Ha fatto 12 partite, 4 4 4»
Bergamo: «Una la smuove, ma quella che comincia per V. Sì, lo devo sentire. Non ti preoccupare, ha capito come si cammina: è un ragazzo intelligente, ha capito. Meglio tardi che mai. Senti Giacinto per domenica è una partita che consideriamo abba­stanza tranquilla ci mettiamo anche un esordiente (in griglia, ndr). Per voi va bene?»
Facchetti: «Va bene, se vuoi anche… Va bene…»
Bergamo: «Però volelo dirtelo, non pensare mai ad una mia disat­tenzione ».
Facchetti: «Domenica un esordiente mi va anche bene».
Bergamo: «Un esordiente, c’è Mazzo­leni »
Facchetti: «Mazzoleni è bergamasco… C’è pure il fratello».
Bergamo: «E’ un bravo giovane, ha bei numeri, ma il più giovane che è più bravo: ha trent’anni e promette bene, ha bei numeri»
Facchetti: «Non c’è problema»
Bergamo: «Senti, me li passi per do­menica quattro biglietti per un cliente, biglietti normali? Posso lasciarti il nome a te?»
Facchetti: «Non c’è problema, chiama­mi venerdì o sabato. Chiama me che…»
Bergamo: «In bocca al lupo».
Facchetti: «Mi raccomando, diglielo»
Bergamo: «Sarà fatto».

Bob Aka Utente11880

Lo sapevo. Quando hai qualche giorno e molta memoria nell’hard disk pubblica anche le intercettazioni del Lucianone. Ma sono argomenti già discussi ampiamente non credi ? Godiamoci lo scudetto rossonero, piuttosto.

Il dubbio

Forse ti sfugge che Lucianone venne portato a processo e condannato (la Juventus finì in serie B per “cumulo di comportamenti antisportivi”, reato inedito inventato sull’unghia), mentre le intercettazioni del galantuomo che dormiva a casa del designatore arbitrale (“l’unico caso acclarato di illecito sportivo” – Procuratore Federale Palazzi dixit) vennero trattenute nel cassetto giusto della scrivania giusta del palazzo di giustizia giusto il tempo giusto per farsi cucire quel ripugnante scudetto di cartone.
Non avresti grande futuro come avvocato…

Modifica il 4 mesi fa da Il dubbio
Bob Aka Utente11880

Poiché non sono avvocato…

Il dubbio

Appunto.

variante del dragone

su, Bob, dovremmo tirare fuori caffè, passaporti, cene segrete con arbitri, insabbiamenti?
stanno in quel grande cartone in soffitta;

2010 nessuno

Ma noo lasciamolo stare ad Agricola , ormai è passato tanto tempo..

Bob Aka Utente11880

Quello che vuoi caro collega, basta che non fate le verginelle perché, come vedi, il vizio ha radici antiche..

variante del dragone

panni sporchi si trovano in tutte le società, ma solo voi avete l’impudenza di sventolarli spacciandoli per puliti;
il bello è che, non trattandosi della Juve, il più grande scandalo pallonaro, lo scudetto cartonato regalato alla più colpevole, è stato mandato giù tranquillamente dai tifosi delle altre squadre, addirittura dai milanisti;

Modifica il 4 mesi fa da variante del dragone
Bob Aka Utente11880

Non parlarmi dei milanisti .. 🙂

astainvista

Molto abile che cerca di spostare la questione ad una contesa tra bisce e gobbi, facendola addirittura risalire ad episodi di 50-60 anni orsono. Non importa a se tornando a ritroso, scavando ma nemmeno tanto, possano saltar fuori sgraditissimi ricordi di certi lavoretti bauscia… lui lo mette in conto, gli fa gioco… anzi, da gran paraculo è proprio quello che gli interessa… un bel lavoretto di distrazione di massa…
L’abile , infatti, non era stato in grado di fornire un solo episodio stagionale (parlo del campionato, a me di come si sono rubati la Coppa Italia frega nulla) che avesse sfavorito l’Inter in modo consistente a fronte di almeno otto partite – un quarto di quelle disputate finora! – decise o comunque interferite da gravi errori arbitrali a senso unico, sempre a loro favore.
L’abile sa benissimo che siamo nel 2022, a metà maggio, che c’è un camionato da decidere (visto che gli hanno permesso di arrivare punto a punto con noi) e domani ci mandano la premiata coppia Orsato&Irrati, mentre a loro Doveri, quello da uno o due rigori a partita.
Lui fa i “lavoretti”, ma noi abbiamo i brividi.

Modifica il 4 mesi fa da astainvista
Waters

Doveri Internazionale Fc Milano 5 partite arbitrare 1 vittoria per una squadra che vince spesso non è un gran viatico.
Salud.

astainvista

Il giovane puledro – avrebbe detto Ambrogino – Doveri, aveva un bruttissimo rapporto con Mancini, si detestavano. Ma poi venne “sellato” – direbbe sempre Ambrogino – e da allora ha rigato drittissimo… minimo un rigore a partita… Nel derby due…

Waters

Anche Garonzi – presidente storico del Verona negli anni 70 – concessionario Fiat per Verona e provincia, sembra abbia elargito un cospicuo premio ai suoi giocatori dopo il famoso Verona Milan 5 3 del 73, se non erro, con la famosa tripletta di bergamaschi, Millan che non si reggeva letteralmente in piedi, dopo la partita vincente contro il Leeds nella finale di Coppa delle Coppe o Coppa Uefa o come cavolo si chiamava.

Il dubbio

Però vuole accreditarsi al tavolo con @scusameri… Poverino poverino, il ragioniere.
Ossequi

nirula's

Il Milan vinse immeritatamente contro il Leeds con un golletto di Chiarugi e un paio di tiri in porta.

Waters

Anche questo è vero, ma il Milan nelle finali è tremendo, ho il ricordo di quel terzino sinistro che era un iradiddio, se non erro si chiamava Cooper….

Campioni d'Italia 2020-21

Nella finale di Coppa Coppe 1973… ci sarebbe tanto voluta una Var funzionante, pensavano i tifosi del Leeds United, mica quelli del Milan, eh… Visionare per credere, anche con @l’asta in vista, partita che cambia in un attimo per una netta punizione non fischiata e una inesistente dal limite fischiata subito dopo… capita (cit)…
https://www.youtube.com/watch?v=e2tYZTk2t-w

Modifica il 4 mesi fa da Campioni d'Italia 2020-21
Bombaatomica

Io, ad Allegri, avrei dato una multa ben peggiore. Una multa per aver infranto il codice etico dei bianconeri, lo stile Juventus con continue lamentele.
Alla Juve non ci si deve lamentare mai. Come dimostrava Sua Maestà Agnelli. A lui bastava una telefonata…. 😄😄

Invece, prima Allegri spara cazzate e falsità per farsi compatire dalla tifoseria, dopo la mazzata terrificante del quarto gol 😂😂 Davanti alle telecamere sostiene di essere stato preso a “pedate” (parola ormai in disuso), erigendosi a Capopopolo. Un Masaniello poi smentito dai fatti.

Poi, negli spogliatoi, si azzuffa con Nedved, scambiandosi reciproche accuse: “fai cagare!!!! Quest’anno hai vinto solo er trofeo Villar Perosa!” – accusa Pável 😂😂 mentre il Nostro sventola al ceco i vecchi successi ormai acqua passata.
Antiche ruggini mal sopite.
Ma si sa, quando si vince vanno tutti d’accordo 🤷🏻‍♂️
Ma quando le cose vanno male, volano piatti e stracci.
Anche nelle migliori famiglie 😄👍

Grass

Alla fine era più rigore il contatto di De Cecchi su Allegri che quello di De Ligt su Lautaro

Erik

Il commento sulla stagione generale dell’Inter mi sembra un po troppo negativo. Se è ben vero che ad un certo punto lo scudetto era nelle sue mani, è altrettanto vero che le previsioni ad inizio stagione tendevano da parte di quasi tutti al raggiungimento al massimo di un tranquillo posto Champions. Inzaghi secondo me ha fatto un ottimo lavoro e non credo proprio si possa parlare di stagione negativa con due trofei, un ottavo CL (perso senza sfigurare con la probabile vincitrice del torneo) ed un secondo posto in campionato.
Non dimentichiamoci che il Milan che vincerà lo scudetto ha nelle gambe e nella testa un anno in più di rodaggio ed uno schema di gioco ben collaudato sulla rosa.

nirula's

Ci voleva la Juve per superare i 500 commenti. Senza la Juve, nel bene e nel male, il Bloooog può tranquillamente chiudere.
Nel frattempo, registriamo che, dopo una settimana, nessun corridore italiano è riuscito a vincere una tappa del Giro.

Carlo lll

Diciamo che vi scatenate voi visto il numero di juventristi..

luottardi

Intertristi (al plurale sempre) l’ho coniato io e il termine juventristi e’ cosi’ triste nella sua pochezza letteraria che solo uno tra gli intertristi poteva cercare pateticamente di introdurlo.
Non regge (un po’ come quegli juventini che cercano di inserire rubinter, mi spiace rubinter non funziona, sforzatevi di piu’). L’interista e’ triste purtoppo, perche’ non riesce a vivere lo sport se non in una dimensione complottistica e vittimistica, che lo spinge poi a ogni nefandezza in campo. La squadra di quest’anno e’ oggettivamente migliore della Juve (almeno per come messa da Allegri) , potrebbero vincere con eleganza e invece ricorrono alle solite bassezze, simulazioni, falli e proteste sistematiche.

Comunque complimenti per l’argenteria vinta ai supplementari.

Modifica il 4 mesi fa da luottardi
Waters

Intertristi l’ho copiato io..
Mizzega il Bancarella si avvicina😀😀😀

variante del dragone

se non ricordo male non è malmatista ma napolista;
aprop, il Napoli è stato scaraventato in B dal Pomigliano, 1-3;
la Juve ha chiuso la stagione 1-2 contro il Milan, la partita era ininfluente per entrambe, e il 22 si giocherà con la Roma la coppitaglia;
la partita dovrebbe essere combattuta, la Roma ha lottato testa a testa per lo scudetto, deciso solo alla penultima giornata contro la Lazio scaraventata in B;
se la daranno in chiaro farò un fischio;

Modifica il 4 mesi fa da variante del dragone
Bombaatomica

Diciamo piuttosto che quando la Juve perde si scatena l’inferno, come ordinò Maximo Decio Meridio 😂😂

E’ un po’ come quando un tizio, figlio di papà, arrogante e sbruffone, gli va male una cosa e il paparino è impossibilitato a coprirgli il culo.
Capita raramente, nell’Italia odierna. Ma quando capita, è una goduria immensa 😄👍
L’arroganza di Allegri (la famosa “pedata”) ne è la riprova 🤷🏻‍♂️

Mo tocca all’altro figlio di papà: il Milan 😂😂😂

Mordechai

A sto punto ce sarebbe da chiederse de chi siete figli voi e puto quegli altri.
😀

Il dubbio

Non facca così, ragioniere.
Che si scopre e non è stagione.
Ossequi

Waters

Sei fuori strada, amico mio…

Icarus

Ho dovuto attendere quasi 60 anni, ma ne è valsa la pena: centinaia di commenti ‘gobbi’ che sparano a zero contro gli arbitri. Il mondo si è capovolto, stento a crederlo, ma è successo. Viva il var, che il dio del calcio gliene renda merito. Per gli ‘amici’ bianconeri qualche consiglio per gli acquisti: maalox plus e proctosedyl, garantiti da chi ha dovuto subire soprusi arbitrali e ladrate varie per decenni.

Mordechai

Veramente contro gli arbitri stanno sparando ad alzo zero un po’ tutti, tranne ovviamente i tifosi di quelli là e le loro mosche cavalline (i laziali).

astainvista

Faccio un eccezione alla promessa fatta, ma visto il guitto bauscia, giusto per non distogliere l’attenzione dal presente e dal “Viva il var“, ripropongo:
 
Sampdoria-Inter: Orsato lascia correre un fallo lampante di Chala su Damsgaard e Irrati al Var ”non trova l’immagine giusta” e non lo corregge quando, immediatamente dopo, l’azione conduce al gol di Lautaro. Capita.
 
Lazio-Inter: Irrati arbitro e Mazzoleni al Var non espellono almeno tre giocatori dell’Inter (tra cui Lautaro, Handanovic e Dumfries) responsabili di ”comportamento violento”, i quali, ovviamente, non vengono squalificati per almeno tre giornate come il ”comportamento violento” (violentissimo nella fattispecie) prevede. Le immagini della rissa vengono viste in tutto il mondo, ma Mazzoleni al Var non riesce a ”trovare le immagini giuste”. Capita.
 
Sassuolo-Inter: nei minuti di recupero, sul risultato di 1-0 per il Sassuolo che ha letteralmente dominato il primo tempo, l’arbitro Pairetto lascia correre un netto fallo di Handanovic che, dieci metri fuori area, stende Defrel lanciato a rete con chiara occasione da gol. Valeri al Var ”non trova l’immagine giusta” per correggerlo. Capita.
 
Empol-Inter: verso la fine del primo tempo c’è un clamoroso calcione di D’Ambrosio a Bajarami, i due sono soli al limite dell’area piccola. Chiffi non vede o vede male, ma Valeri al Var ”non trova l’immagine giusta” per portarlo a rivedere l’azione al monitor. Capita.
 
Atalanta-Inter: sul risultato di 0-0, quando mancano 10 minuti al termine della partita, Massa non vede un chiaro fallo di mano di D’Ambrosio che col braccio aperto para un colpo di testa di Freuler ad un metro dalla linea di porta. Il Var Di Paolo “non trova l’immagine giusta” per correggerlo e portarlo al monitor. Capita.
 
Inter-Venezia: i lagunari sono inaspettatamente in vantaggio, Dzeko devasta la faccia di Modolo con una gomitata da ammonizione, l’arbitro Marchetti lascia correre e l’azione si conclude con il gol del pareggio. Capita.
 
Torino-Inter: Guida, incredibilmente, non vede il calcione di Ranoccia a Belotti al centro dell’area di rigore. Massa al Var ”trova l’immagine giusta” e dice ”vai tranquill, prima palla. Confermo: prima palla e poi piede”. Capita.
 
Juventus-Inter: Irrati non espelle Lautaro che al secondo minuto tira un calcione coi tacchetti sull’occhio di Locatelli alzando la gamba tesa a quasi due metri d’altezza. Mazzoleni al Var ”non trova l’immagine giusta” per correggerlo. Capita. A Lautaro non viene nemmeno dato il secondo giallo, quando, pochi minuti dopo, entra a gamba tesa in ritardo su Chiellini. Capita. L’Inter non riesce a fare un tiro in porta, sembra assolutamente senza nerbo, psicologicamente sfiduciata dopo due mesi di crisi nera. Nel secondo tempo, per un fallo identico a quello per cui allo scadere del primo l’Inter era passata in vantaggio con un doppio rigore, viene fischiato un fallo di Bastoni su Zacaria. Durante il check del Var, Mazzoleni ”non trova l’immagine giusta” del piede di Zakaria pestato da Bastoni sulla linea dell’area di rigore. Capita.
 
Se il guitto permette: Viva il var, un bel paio di coglioni!

Il dubbio

E al presente, almeno per quanto concerne la Juventus, aggiungerei che siamo al nono rigore fischiato contro nelle ultime dieci partite con l’Inter, quattro solo in questa stagione.

Qui il resto dei dati ultradecennali che fanno impazzire i porci-con-le-ali-bruciate che hanno introiettato la propaganda di media vomitevoli…
 
Prima di tutto diamo i dati della stagione in corso, rigori a favore e contro:
·     1° Napoli 13/1
·     2° Inter: 11/4
·     3° Fiorentina: 10/5
·     4° Lazio: 9/6
·     5° Milan: 8/5
·     6° Roma: 7/6
·     7° Juventus: 6/6
 
E via via…
 
rigori a favore relativi alle ultime 416 partite di serie A (ovvero dieci interi tornei, più i 36 turni di quello in corso): 
·     1° Milan: 111
·     2° Lazio: 107
·     3° Napoli: 102
·     4° Roma: 101
·     5° Fiorentina: 100
·     6° Juventus: 89
·     7° Inter: 86
 
rigori contro relativi alle ultime 264 partite* di serie A (ovvero sei interi tornei, più gli 36 turni di quello in corso):
 
·     1° Napoli: 29
·     2° Inter: 34
·     3° Milan: 39
·     4° Fiorentina: 43
·     5° Juventus: 44
·     6° Roma: 45
·     7° Lazio: 58
 
[*Mi sono fermato alle ultime sette stagioni, perché non sono riuscito a trovare fonti attendibile più in indietro del 2015-16]
 
Infine la classifica e i dettagli dei gol fatti e subiti nello stesso periodo, per fare le debite comparazioni, ponderando anche lo sprofondamento nel pettegolezzo appiccicaticcio del nostro fanigottone… 
 
 
·     ………GolFatti/RigoriFav……. media
Milan……..….672/111………….1 ogni 6 gol fatti
Fiorentina……613/100…………1 ogni 6 gol fatti
Roma…………757/101…………1 ogni 7 gol fatti
Lazio………….715/107………….1 ogni 7 gol fatti
Inter………..….727/86………….1 ogni 8 gol fatti
Napoli….…….826/102………….1 ogni 8 gol fatti
Juventus….….807/89…….…….1 ogni 9 gol fatti
 
 
·     ……….GolSub/RigoriContro…media
Napoli….……258/29……….…1 ogni 9 gol subiti
Fiorentina……344/43…………1 ogni 8 gol subiti
Inter………….252/34………….1 ogni 7 gol subiti
Milan…………284/39…………1 ogni 7 gol subiti
Roma…………306/45…………1 ogni 7 gol subiti
Lazio…………349/58…………1 ogni 6 gol subiti
Juventus…….215/44…….….1 ogni 5 gol subiti

Ignorando l’imbecille ultrasettantenne dalle-ali-bruciate, basta questo alle menti deboli, per capire che c’é una malafede, magari perfino inconsapevole, la peggiore, che è la summa di ciò che ci si è lasciati raccontare da media vomitevoli…?

Carlo lll

Se vide proprio che non hai un cazzo da fare..

Boris

Credo che ci metta tre secondi a ripostare le stesse cose per cui tu impazzisci e devi impiegare 10 minuti per replicare con tre righe insulse. È il tuo destino di razzista omofobo.

Grass

60 anni e ragioni così?

Auguri

Mordechai

Che vuoi farci, è un anziano/bambino.

Boris

Sessantaquattro per la precisione. È sempre lo stesso (qui al suo primo commento – pensava il genio😂🤦‍♂️), che si dà appuntamento, cambia nome e poi si risponde facendosi i complimenti. Lo sfigherrimo per antonomasia. Un’esistenza tragicomica.😪

Bombaatomica

Ahhhhhhh, finalmente un Commento con la C maiuscola.
30 minuti di applausi 👏👏👏👏 come nelle migliori delle tradizioni cinematografiche 😂😂

Mordechai

OT Tennis : il buon Sinner ha beccato per l’ennesima volta contro un vero big, Tsitsipas. Due set secchi e via, sotto la doccia. Nulla da fare, contro gli outsiders come lui riesce pure a fare la sua porca figura, ma non appena alza l’asticella e trova un pezzo da novanta, si schianta e si fa male.
E c’è ancora chi (il vecchio Leo) che pensa che presto sarà al livello di Alcaraz. Akcaraz, due anni e mezzo meno di Sinner, cinque tornei vinti su cinque finali, e parecchi scalpi già alla cintura, fra cui lo stesso Tsitsipas, Zverev, Nadal e Djokovic.

Leo 62

MAh guarda io ho passato la settimana al Foro e li ho visti praticamente tutti. L’unico che è un’altra categoria è sempre Nole che, fuori forma, le stava suonando a Madrid ad Alcaraz al massimo delle sue possibilità, sta venendo su torneo dopo torneo e se prende Alcaraz un’altra volta lo smonta. Ieri sera ha demolito Auger Aliassime che a Madrid aveva demolito Sinner, e che effettivamente con Toni Nadal è venuto molto avanti, ma con Nole non basta, avrebbe potuto anche chiudere prima, ma al Tie break finale gli ha letteralmente nascosto la pallina, tifo da stadio ed il sottoscritto a tifare insieme ai serbi ( tra cui Milinkovic-Savic ), ad un certo punto in tribuna è spuntata fuori anche la maglia di Ibra.
Jannik ha il cartello lavori in corso esposto, sta cambiando modo di giocare, sta imparando a variare ed in generale è a metà del guado, in generale ha giocato così così tutto il torneo, malino soprattutto contro Fognini, e contro Tsitsi non c’erano possibilità reali, però benissimo il suo primo set, in cui mette in campo alcune novità che piano piano assorbirà meglio… ci vogliono ancora due, tre anni perché arrivi ai suoi massimi livelli, nel frattempo è un top ten fatto e finito, ed ha notevoli margini… avercene.
Alcaraz al momento è su un livello superiore, ma credo che al contrario di Sinner sia già ai suoi massimi, è molto precoce ma non sarà un altro Nadal, è capace di grandi prestazioni contro i top ten , ma poi può perdere da chiunque, mi sembra uno degli spagnoli che uscivano a frotte prima dell’epoca Nadal, un Ferrero 4.0. Ha la fortuna che Nadal non sta più in piedi perché a Parigi avrebbe preso gli schiaffi anche da lui, in generale lontano dal livelli dei big three, il fatto che a Roma Alcaraz non sia nemmeno venuto dimostra che è al limite e sa che a Parigi deve dare di più.
Quanto allo scalpo di Zverev, a Madrid gli hanno fatto giocare la Finale dopo essere andato a dormire alle cinque di mattina, ed in generale gli hanno fatto fare sempre tardi, era quello più pericoloso insieme a Nole e sono i soliti mezzucci spagnoli.
Aggiungo che ho visto giocare Korda, che è uscito al primo turno, giocatore molto discontinuo e fumoso, che però poche settimana fa a Montecarlo ha sbattuto fuori Alcaraz al primo o secondo turno…
Le cose più belle della settimana sono stati però i rovesci di Wawrinka e Dimitrov, poesia pura, soprattutto il bulgaro che stava per fare fuori Tsitsipas.

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
Mordechai

Vabbè…su Alcaraz mille distinguo e su
Sinner mille attenuanti…sarà…
A Sinner servono altri due o tre anni? Ma sai quanti altri verranno fuori nello stesso tempo?
Per me è Sinner che ha meno margini, staremo a vedere…

Leo 62

Per adesso ha fatto partita pari con il finalista di questa edizione prima di farsi male, non avrebbe vinto lo stesso ma nel primo set ha fatto molto meglio di quello che faceva quando incontrava un top 5, e lo stesso ha fatto a Montecarlo con Zverev.
Per adesso ha fatto partita pari con il finalista di questa edizione prima di farsi male, non avrebbe vinto lo stesso ma nel primo set ha fatto molto meglio di quello che faceva quando incontrava un top 5, e lo stesso ha fatto a Montecarlo con Zverev… per fine anno non mi stupirei se arrivasse tra il 6 ed il 7 della classifica ATP.

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
Mordechai

Leo, potremmo andare avanti usque ad…
Tu vedi in Sinner un (futuro) top five, o forse anche meglio, io invece credo che, a meno di “sorprese” e/o crescite miracolistiche nel migliore dei casi resterà, più o meno stabilmente, tra i migliori quindici del ranking.
Che non è poco, intendiamoci.
Buona domenica! 🥳

Bombaatomica

Commento impeccabile.
Sebbene tifi, ovviamente, per i colori italiani, mi sembra che su Sinner si siano create un po troppe aspettative.
Credo che il “Peccatore” sia un buon giocatore ma nulla di più.
Sono più le tramvata che prende con i veri giocatori che le vittorie.

Waters

Il suo livello sarà quello dei francesi, Tsonga, Monfils, Grosjean, Gasquet…..forse una finale slam, forse una vittoria se va tutto bene, qualche 1000, avercene comunque.

Xavier

Magari un po’ meglio dei francesi che hai elencato potrebbe anche fare (ma rispetto a Tsonga ho dei dubbi), ma, come ho scritto altre volte, un fondocampista o è una belva perfetta e ferocissima (Connors, Vilas, Borg, Wilander, Agassi, Courier, Kuerten, Safin, Nadal, Djokovic, per dire), oppure non può davvero rivaleggiare alla pari coi giocatori completissimi alla Panatta, Nastase, McEnroe, Becker, Edberg, Sampras, Federer, oggi rappresentati da Alcaraz e Tsitsipas.

Modifica il 4 mesi fa da Xavier
Leo 62

Medvedev e Tsitsipas vorrai dire, Alcaraz è appunto una belva perfetta e feroce, ma non è un giocatore d’attacco… fa soprattutto pressione da fondocampo ed ha nella cattiveria agonistica la sua dota maggiore.
Rispetto a Tsonga poi Sinner appartiene ad un altra categoria già ora.

Leo 62

Molto più forte di quel livello Andrea, quelli uno Slam se lo sognavano, Sinner ne può vincere più di uno… dipende tutto dalla sua forza di volontà e dalla voglia di crescere senza fretta, perché mi sembra più che altro che gli si metta troppa fretta.

Waters

Tsonga e Grosjean una finale l’hanno fatta, Tsonga forse due,purtroppo credo di non sbagliarmi su quello che ho scritto, parliamo comunque di un livello altissimo, vincere qualche slam fare finali o vincere dei 1000 non sono riusciti tanti italiani, aspettiamo ancora uno slam da Panatta a Parigi in campo maschile ovviamente.
Ma vedo più pronto Berrettini che uno slam lo può vincere, al contrario di Sinner, bisogna vedere dai margini di miglioramento che ha, poi da slam lo vedo competitivo sul sintetico, niente erba e per ora niente terra.
Dovrebbe migliorare ovviamente il servizio che è il suo punto debole, mentre è la forza di Berrettini, e a questi livelli non te lo puoi concedere, infine prendere più punti a rete, se migliora in questi due fattori…..speriamo..
Stammi bene.

Mordechai

Concordo. Per una volta con un’interista… 😀

Il soldato Ryanair

Indubbiamente.
Alcaraz è di parecchie spanne superiore, pur essendo saltato fuori soltanto recentemente.
Ma questa è la differenza tra un fuoriclasse come Alcaraz, forza e fantasia, ed un “normale” campione quale Sinner, regolarista che ancora deve arricchire il suo repertorio tecnico e mentale. Ma la materia prima c’è.
Sono stato al Foro Italico qualche giorno fa ed il “peso” dei tennisti si percepisce anche a guardarli allenare.
Per quello che ho visto, mancando Alcaraz non escluderei una finale Shapovalov-Tsitsipas.

Xavier

Ma hai dimenticato che c’è Djokovic…

Leo 62

Shapovalov è un mezzo giocatore, molto talentuoso senza dubbio, ma se Nadal fosse stato bene fisicamente avrebbe perso di nuovo anche da lui.
Se non avesse subìto Ruud ( meno bello da vedere ma più forte, molto più forte ) sono sicuro che avrebbe perso di brutto contro l’attuale Nole che lo avrebbe smontato peggio di come ha fatto con AA ( che è più forte di Shapovalov ).
Da quello che ho potuto vedere potrebbe essere una riedizione della Finale del RG dell’anno scorso: Nole-Tsitsi, con Nole ancora non al massimo ( ma ieri l’ho visto vicino… ) è aperta. Ma attenzione a Zverev che questa volta ha dormito normalmente durante il torneo.

Mordechai

Ha dormito ma è fuori.

Leo 62

Almeno questa volta se l’è giocata…

Mordechai

Vero, tra lui e il greco, comunque preferisco il secondo.
Anche se pure a Tsitsi mi pare manchi sempre il classico…soldino.

Mordechai

E sarebbe una bella finale, tanto talento entrambi.

Waters

Ne sai una cifra😂

Mordechai

Andrew, non a caso ho usato il condizionale…è più che altro Ryan ad aver pronosticato il canadese in finale.

Waters

Infatti era riferito a lui, chiedo venia😏

Artifix100

buon pomeriggio a tutti è il mio primo intervento , pur leggendovi da tempo. A mio parere il difetto più grave della attuale Juventus , su cui si innestano tutti quelli già esaminati da altri utenti e che dal primo risultano ingigantiti, è la condizione fisica largamente deficitaria sia come resistenza che come brillantezza , il paragone con le partite di semifinali di Champions è desolante su questo piano : intensità velocità di esecuzione persino agilità nei movimenti brevi non sono paragonabili , non solo con i giocatori delle squadre inglesi ma anche con quelli delle spagnole . il calcio è pur sempre uno sport e senza base atletica non si va da nessuna parte, se poi ci si aggiunge una tecnica veramente povera ( quanti monopiedi si contano nella rosa della juventus ? troppi ) si parte già ad handicap . poi ci sono i problemi tattici ed anche di atteggiamento che secondo me sono influenzati dal primo , avendo poche energie risulta difficile coprire il campo e l’atteggiamo complessivo tende inevitabilmente alla passività. a mio parere il quarto posto con queste basi è già un mracolo e basta vedere la somma delle partite della stagione : negli scontri diretti si è vinto solo col Chelsea all’andata ( forse la partita appunto più brillante sul piano fisico ) poi solo pareggi e sconfitte pur con qualche spezzone di bel gioco. le partite con le squadre sulla carta più deboli sono state praticamente tutte desolatamente simili , determinate più che dalle capacità della squadra, dal caso: si è vinto pareggiato o perso tirando i dadi, sempre concedendo troppe occasioni all’avversario di turno , sbagliandone troppe ed arrivando al tiro con una difficoltà enorme. insomma mai dimostrando controllo della partita ma sospirando spesso al fischio finale. Mercoledì tutt ciò si è visto ampiamente , 22 minuti per fare il primo tiro verso la porta avversaria , tiro di Barella senza opposizione , occasioni poi buttate nel cesso , ribaltata la partita poi sono mancate energie ( vuoi per infortuni vuoi per non voler metter giovani ) si sono aspettati gli eventi con passività , si capiva che sarebbe bastato un rimpallo nella nostra area per far crollare tutto è così è stato , se non fosse stato per il tuffo di Lautaro sarebbe stato un altro episodio, oppure la si sarebbe potuta fare franca ma sempre per caso non per capacità . discorso arbitri : è chiaro a tutti che la situazione post var , dopo un inizio più incoraggiante , sta degenerando : la discrezionalità del gabbiotto si sta sostituendo a quella dell’arbitro e non si capisce soprattutto quale sia il metro di chiamata e consultazione , è chiaro da quanto visto altra sera , episodi simili un chiamato a revisionare altro no, quello di Lautaro nemmeno andato a rivedere . ecc ecc . lascio perdere mancata espulsione di Brozovic è un errore così lampante che non vale neppure parlarne , sono quelle pavidità italiche che noi chiamiamo ipocritamente buonsenso , le abbiamo viste pure nella semifinale diretta da Orsato , . Penso che a questo punto le possibilità siano poche , intanto obbligo di andare a video per l’arbitro per ogni caso in check , poi forse la chiamata dai calciatori ( con magari perdita di possibilità per evidente simulazione ) ,però è chiaro che la deresponsabilizzazione del gabbiotto Var sta facendo degenerare la gestione degli arbitraggi , buon pomeriggio .

OCKHAM

Anch’io la penso come Lei riguardo alla preparazione atletica, da anni ormai palesemente deficitaria anche rispetto ad altre, numerose squadre italiane. Non si sa se è perché troppo basata sul lavoro in palestra (come lamentato da alcuni giocatori stranier) o perché con Allegri e il suo staff non si allenano abbastanza e comunque più sulla forza che sulla velocità ed agilità di corsa.

Boris

Addirittura due account per non parlarci del parco buoi…?
Ma noi l’abbiamo ingaggiata per farci ridere…

inox

LOFFO: [voce onomatopeica, affine a loffa, loffia], region. – In Toscana, floscio, cascante (detto soprattutto del viso di una persona); in altre regioni, fiacco, insulso, scadente, o stupido, balordo e simili.
A questo punto pareri importanti e trattati in modo compiuto sulla finale di Coppa Italia sono apparsi numerosi. Aggiungerei che la Juventus e l’Inter sono due squadre “loffie”, la Juventus più dell’Inter. Premesso che sono le due squadre più forti in Italia, la Juventus più dell’Inter tuttavia, il modo di giocare è loffio. L’Inter va in vantaggio molto presto colpendo la Juventus nelle sue certezze e allora. da loffia, si rintana nella sua metà campo gestendo la partita e senza mai ripartire anche dovuto al fatto che Dzeko non ne tiene una e Lautaro si e no mezza. L’unica ripartenza della Prestigiosa : con il turco, scivolante al momento del tiro. Se avesse continuato a giocare probabile che il primo tempo lo potevamo chiudere anche con il due a zero. E invece si contribuisce a rianimare la Juventus convincendoli che possono pareggiare. E hanno ragione a crederlo. La Juventus si impegna, sono sul pezzo ma, fortuna vuole, che da loffia non ha uno straccio di gioco e conclude poco. Nel secondo tempo i bianconeri ripartono come avevano finito e con due estemporanee giocate passano in vantaggio. Solo così la Juventus può andare in rete: iniziative individuali dal momento che ha giocatori buoni. Una volta in vantaggio la Juventus, da loffia, arretra permettendo all’Inter che ha differenza una qualche idea di trame di gioco le ha, quando vuole, di vincere. La Juventus perdendo prima Danilo e poi Chiellini è svantaggiata come è svantaggiata dal fatto che De Ligt, inguardabile, non si faccia un piccolo infortunio costringendolo al cambio. In ultimo sono loffie perché hanno gli allenatori loffi. Mai un colpo di vita: Inzaghi sempre cambi ruolo per ruolo. Allegri l’anti calcio perfetto.

Tiziano

(dimenticavo il contributo grafico)

araisa.jpg
Tiziano

Scusate ma tra i tipi con le bacchette-petardo che suonavano i bidoni blu della differenziata, Arisa ingiacchettata à la Tina Turner mentre di rosso garrisce al vento, e la coppa portata a spasso da un controllore di trenitalia, ancora non sono riuscito a elaborare lo spettacolo dell’altroieri.

Modifica il 4 mesi fa da Tiziano
Ermenegildo Segna

Se ci aggiungi l’inno con il delay l’orrore è compiuto

malandragem

cooomunque, si vince un po’ si perde un po’
ma l’importante è avere una vecchia signora da amare

Baby now win just a little, lose a little
Sometime had the blues baby little but baby
That’s the glory of love

https://www.youtube.com/watch?v=iJBhfwP6VSQ

Pirogov

Bellissime citazioni da parte di tutti, ma cos’è veramente il Blues originale? Ce lo spiega qui un grande Maestro di musica classica. Il resto è Blues trattino qualcosa…
https://www.youtube.com/watch?v=7oIDaiDhEBc

2010 nessuno

Pezzo apprezzabilissimo eccome Malandragem, mantieni sempre alto il livello dei brani che proponi, complimenti ma sempre con la dovuta equidistanza tifosa😂 tranqui.😂

mario rossi

Non sono tanto per gli acustici ma a pionieri come lui Charly Patton etc dobbiamo l’esistenza stessa della rock music quindi eterno ringraziamento
Ma i primi 5 dico che sono:
Otis Rush
T Bone Walker
Magic Sam
Elmore James
Lightnin Hopkins
In panchina: Buddy Guy, Jimmy Reed, bb king
Poi ci sono i bianchi che fanno un altro sport comunque sono bravi anche loro
Michael Bloomfield
Mick Taylor
Alvin Lee
Stevie Ray Vaughan
Johnny Winter
In panchina: Eric Clapton Joe Bonamassa Gary Moore
E, incredibile ma vero, sono (erano) tutti interisti. Me lo ha detto Bocca l’altro giorno quindi è vero

Modifica il 4 mesi fa da mario rossi
malandragem

ciao, personalmente amo e ho sempre amato anche il blues acustico ma concordo con il resto dell’incipit; coloro che hai citato, insieme a tanti altri – anche misconosciuti (ahinoi) – hanno contribuito a creare e delineare un linguaggio e una sintassi musicale dai quali sono derivati poi 3/4 del r’n’r e di quanto da lì si è poi sviluppato.

complimenti per i nomi scelti (Magic Sam è una chicca da intenditori) nel mio team tante convocazioni sarebbero le stesse, aggiungendo sicuramente:

l’imprescindibile Robert Johnson (con SRV il primo artista blues di cui abbia acquistato dischi)

Reverend Gary Davis
Blind Boy Fuller
Blind Willie Johnson

John Lee Hooker
Freddie King
sicuramente il grande Hubert Sumlin (a cui Howlin’Wolf deve non poco del suo sound)

fra i bianchi cercherei di trovare spazio anche per Rory Gallagher

poi in realtà quanti altri nomi ci sarebbero da citare…(vedo che hanno già provveduto gli altri più sotto.. e con notevole gusto!)


Modifica il 4 mesi fa da malandragem
rd1959

Tu e mario rossi siete davvero sapienti di questa musica magnifica.

Concordo su ogni singolo nome che avete fatto, e naturalmente mi ero meravigliato anche io della mancanza di Robert Johnson e del Reverendo Gary Davis, ma la sua classifica era più indirizzata verso l’elettrico. Io, oltre a Skip James proposto anche da @anacleto sarcazzo, aggiungerei Blind Willie McTell, al quale Bob Dylan dedicò uno dei suoi pezzi più belli, di cui ho una rara versione elettrica dal vivo. Credo che anche Jorma Kaukonen abbia proposto delle magnifiche versioni di diversi classici, primo tra tutti Death Don’t Have No Mercy. Anche la versione live di Love in Vain di Robert Johnson nel live più bello dei Rolling Stones, Get Yer Ya-Ya’s Out!, merita secondo me un applauso scrosciante.

malandragem

ciao RD, mi sembri molto ben preparato anche tu e Blind Willie McTell va assolutamente aggiunto, si, insieme alle altre citazioni proposte.

Sempre grandi cover da parte degli Stones; in Love in vain su Let it bleed c’è anche Ry Cooder al mandolino, ho sempre amato la loro versione.

Ricordo da altri commenti che anche tu sei un grande estimatore del Reverendo e ne approfitto per omaggiarlo con due delle sue sovrannaturali esibizioni con questi pezzi da brividi, in assoluto fra i miei preferiti

https://www.youtube.com/watch?v=3EAfYCMviwo

https://www.youtube.com/watch?v=wLsRvb4Is5o

un caro saluto

2010 nessuno

Ottimo Mala, ottimo!

malandragem

Mi fa piacere che apprezzi la magia che esce dalle dita del reverendo 😎, 2010.

Con la 12 corde poi…🔥

Fulvio Terzappi

Robert Johnson

mario rossi

Lo so che sono tanti ma a un certo punto devi scegliere. Come nello sport tanti meritano ma uno vince. Rory Gallagher è un pelo più rock rispetto agli altri 5 secondo me ma forse anche Alvin lee…potrebbe fare un ex aequo con alvin lee diciamo ma ho escluso i bianchi che pur venendo dal blues hanno dato il meglio nel rock o in altri ambiti come jeff beck jimmy page peter green robbie robertson etc
Scusa ma di RJ che dischi hai comprato? Che io sappia in circolazione c’è solo un doppio cofanetto con libretto uscito una trentina d’anni fa con non più di un 20-25 pezzi, la maggior parte dei quali in 2 take quasi identiche. Esiste altro?

Modifica il 4 mesi fa da mario rossi
malandragem

vere le tue considerazioni, dovremmo parlare più di rock-blues per tanti nomi – discorso che potrebbe rientrare nel “qualcosa-trattino-blues” cui accenna Pirogov –

Su RJ (e SRV): ho scritto dischi quando in realtà sono cassette e si tratta dello stesso cofanetto doppio (1989?) a cui ti riferisci; in precedenza, in vinile, mi risulta fosse uscito nel ’61o ’62 (ma non so se anche in Italia) King of the Delta Blues Singers, che è l’album con cui fu scoperto da Keith Richards, Brian Johnson, Clapton etc, con i pezzi di cui poi nel cofanetto furono pubblicate le take2

L’unica cosa nuova di Johnson che sappia essere stata scoperta (quanto mi piacerebbe saltassero fuori altre incisioni..) è questa (la sua terza nota al pubblico) foto due anni fa.

https://www.guitarplayer.com/news/new-photograph-of-robert-johnson-uncovered

anacleto sarcazzo

skip james, in quella lista manca skip james! 😀

Skip James – Hard Time Killin’ Floor Blues (Live ’67) HQ – YouTube

Modifica il 4 mesi fa da anacleto sarcazzo
malandragem

quella sua spettrale e inconfondibile accordatura in open D minor…
grande citazione

Xavier

Nella enorme ridda di nomi alternativi e altrettanto meritevoli di bluesmen neri e bianchi, le omissioni, rispettivamente, di Muddy Waters e Robert Johnson e di Keith Richards e J.J. Cale mi sembrano non condivisibili.
Eri distratto?

Modifica il 4 mesi fa da Xavier
Expo

Con il rischio di stonare, perchè non aggiunger Eric Clapton e Paul Weller alla lista?

Apolide dell'orda

Posso aggiungere il nerazzurro Chet Atkins alla tua lista?

2010 nessuno

E dì nuovo 😂😂😂😂👍
Io però metterei Steve Ray , per primo nella classifica dei “bianchi”…

Waters

Leo ha detto che non capisci na mazza di musica ed arte, allora non è vero😂😂

Leo 62

E che c’entra tutto questo con l’arte?…

d9d9

AMALA

tom

Continuo a sostenere che la Juve non ne uscirà a breve per il semplice fatto che la rosa attuale non è facilmente migliorabile senza le cessioni che, considerati gli ingaggi, paiono impossibili.
Mi spiego. La Juve è carente in tante zone del campo. Servono urgentemente un terzino sinistro di valore (in mancanza del quale Allegri continuerà schierare l’ormai inguardabile Alex Sandro), un sostituto di Chiellini, un paio di centrocampisti, un ricambio per Cuadrado e un sostituto di Dybala. Tanta roba.
Al contempo dovresti liberarti di Arthur, Ramsey, e io dico anche Rabiot (l’unico che si può sperare di vendere ricavandoci qualcosina). Berna è a fine contratto e non verrà rinnovato. De Sciglio spero venga panchinato a vita, così come Alex Sandro, se proprio non si riesce a piazzare da qualche parte. Stessa cosa per Rugani.
Tutte queste operazioni voi riuscite a immaginare si riesca a gestirle in una sessione di mercato? Impossibile.
Arriveranno pertanto due centrocampisti più Raspadori, e forse un centrale (temo possa essere Romagnoli, che non mi dispiace, ma che è un downgrade evidente rispetto a Chiellini e alle poche partite che riuscirà a fare Bonucci). Basteranno?

Modifica il 4 mesi fa da tom
Leo 62

Secondo me, a meno che non venga fatta un campagna acquisti faraonica, ci vogliono almeno tre anni perché la Juventus metta in piedi una squadra realmente competitiva e con un’idea di gioco assimilata ( perché poi il problema è quello ). Per dire, se il Milan mette a posto i suoi problemi in attacco, la differenza attuale con difesa e centrocampo della Juventus non è recuperabile da Madama in meno di due, tre anni in cui però devi azzeccare tutte le scelte… e fino ad ora le hai sbagliate tutte…

Ermenegildo Segna

Concordo pienamente soprattutto sul tuo primo periodo. Nodo cruciale sarà una squadra, ti cito, “con un’idea di gioco assimilata”.

Bob Aka Utente11880

Caro cugino non so perché ma mi sembra che quest’anno il Milan abbia fatto quasi il massimo e la Juve quasi il minimo, per cui, a meno di grandi stravolgimenti non sarei così certo che nei prossimi 2, 3 anni le distanze rimangano tali.

Leo 62

Caro cugino Il Milan non è ancora nemmeno alla metà delle sue potenzialità, dovesse vincere lo scudetto in un’annata del genere, dove ci è girato tutto contro, ed in cui non eravamo preparati, io fossi negli altri comincerei ad avere paura… se l’anno prossimo mettiamo a posto ( come sembra ) i problemi in attacco e sulla trequarti io proprio non vedo grandi rivali nei prossimi anni… sarò sincero, men che meno voi… la squadra è giovane e può solo migliorare, ed i mezzi ci dovrebbero essere, credo anche per un livello europeo. La Juventus deve rimettere a posto la difesa ed il centrocampo per dirne una… e ci vuole tempo.

Bob Aka Utente11880

Auguri

Leo 62

Anche a voi cugino… anche a voi.

Apolide dell'orda

Secondo me servono 150 milioni per mettere in piedi una squadra decorosa. Ne basterebbero 100 se Chiesa tornasse quello di prima ed acquisisse una certa continuità.

cipralex

Premesso che come giustamente dici nella vita quasi mai si può avere tutto e subito io su Rugani, De Sciglio (e anche Pellegrini) non ci sputerei sopra. Rabiot è in crescita costante e francamente come mezz’ala “box to box” non ne vedo in giro di tanto più forti. Con Locatelli e un centrale come si deve sarebbe un bel centrocampo. Anche davanti, se Chiesa rientra come nuovo, con Vlahovic e Morata non siamo affatto male. Poi ci sono i giovani di belle speranze (Miretti, Fagioli, Ranocchia, Zanimacchia….).
Insomma con un terzino e un centrocampista centrale “seri” undici titolari competitivi ci sarebbero.

tom

Pellegrini non l’ho nominato perché vista l’età, il fisico e una certa propensione al dribbling, potrebbe avere discreti margini di crescita.
Detto questo, come dici tu anche con ritocchi minimi si potrebbe essere competitivi (ho paura che chiesa ci metterà un anno a carburare come a suo tempo Del Piero), purché gli altri rimangano immobili o quasi. Già al Napoli basterebbero due ritocchi e un po’ di convinzione per superarci con una certa facilità.

Modifica il 4 mesi fa da tom
myway

…e le buone sensazioni? Dove sono finite?

Apolide dell'orda
  • Non sputa su Rugani e De Sciglio
  • Vede Rabiot in crescita

Ti sembrano cattive sensazioni?

Modifica il 4 mesi fa da Apolide dell'orda
cipralex

😄 😉

Waters

Una cosa è certa, non ci tenevano alla Coppa Italia 😀😀😀😀😀😀😀😀

Obizzo da Montegarullo

Lo sai, la Coppa Italia quando la perdi conta tantissimo…😀😀😀

Boris

Sgonfia il petto. La incomunicabilità tecnico-agonistica tra Nevdev e Allegri (e Agnellii) risale ai tempi di quando si stravinceva.

Waters

Mentre preparo una frugale colazione con due fette di prosciutto crudo Galloni, due uova di Paolo Parisi al tegame, ed un centrifugato di ananas, fragole e mela golden, con il solito ☕doppio Illy penso….
Che l’Internazionale Fc Milano sia la squadra dei record lo sanno tutti, vedi unica nel panorama calcistico italiano a non giocare in serie B, ma mi sto accorgendo proprio ora di un altro record…
È mai esistita una squadra detentrice italiana detentrice dell’ultima Champions, mondiale per Club, scudetto, Coppa Italia, e Supercoppa italiana?
Fuori il petto, che fortuna che abbiamo ad essere interisti.

Nicola Romano

Corbezzoli mi dice mia moglie che le uova Parisi costano 1,20 cada 1.

Claudio Mastino 62

Ciao Andrea, pensandoci credo proprio che tu non potresti mai essere un jaina , ovvero un seguace del jainismo.

Waters

Ciao Claude, chi è?

Claudio Mastino 62

Il giainismo o jainismo è una religione praticata in India ed i suoi seguaci hanno un’alimentazione molto restrittiva, esclusivamente vegetariana ed inoltre è proibito loro nutrirsi anche di alcuni prodotti vegetali come carote, patate e rape poiché questi prodotti vanno estirpati alla radice e significherebbe uccidere
la pianta. Alcuni di questi monaci si lasciano anche ad un certo punto della loro vita ascetica morire di fame. Tu sicuramente non potresti mai essere uno di questi, sei più simile a Lucullo considerando la tua passione per il cibo e per i banchetti.
Un caro saluto

mario rossi

Galloni è l’ex dc?

Waters

Suo zio.

Mordechai

Ma le uova le ha fatte proprio Paolo Parisi?

Ermenegildo Segna

(Grande ridere!) Non riesco a mettere faccine

myway

Non sapevo che Paolo Parisi facesse le uova! Ma – come si chiedeva Bersani – gli brucia quando escono?

Mordechai

Non solo, escono da lì già strapazzate.
🙂

Quattroquattronovetredue

Sciocco, lui è il titolare, è la sua signora che provvede.

Mordechai

Vabbè, ma l’orifizio d’uscita è analogo.

pedrito el drito

augh, vero, voi grande culo.

Sydneysider

I tifosi della squadra degli Agnelli che si lamentano della classe arbitrale ….. priceless!!!

Boris

Mamma mia che post populista!

Direi che potresti leggerti le statistiche (neutre) postate da @Il dubbio un po’ più sotto…

Senza stare a dire che l’uso della Var a senso unico ha scatenato le proteste dei tifosi di ogni squadra… sampdoriani, sassolesi, veneziani, empolesi, bergamaschi, torinisti, soprattutto i milanisti, meno i napoletani perché per loro prenderlo in quel posto e sempre un piacere, se glielo mette un bauscia…

Ma ci sono i Salvini e le Meloni anche in Australia? Si sperava che un laziale emigrasse anche per sfuggire al clichè nostalgico-populista…

Modifica il 4 mesi fa da Boris
Sydneysider

Hai una visione della vita distorta.
Ci si sposta per amore, per soldi, per paura l’idea che il calcio sia così importante da organizzare un trasferimento di 16.000 è decisamente bizzarra.
Vivilo meglio lo sport

Boris

Ti prendevo per il culo, rispondendo al tuo clichè con un clichè al cubo. Non hai idea di quanto mi sia spostato io nella mia vita…
In ogni caso, il fatto che un ipocrita di quarto pelo come @nessuno ti sia venuto a lisciare il tuo, dovrebbe farti molto riflettere… ma contento tu, liberissimo… Ciao

2010 nessuno

Lo sport no Sidney ,lui è uno di quelli che vive il tifo, basta leggere già il trono per non parlare degli insulti che elargisce con disinvoltura.

Sydneysider

Quindi mal comune mezzo gaudio, giusto?
Io ho semplicemente fatto una considerazione: è vero o non è vero la lamentela in questo blog degli juventini verso gli arbitri?
Basta leggere il blog per farsi una idea.
Dopo di che faccio una considerazione personale: per me questa lamentela è senza prezzo. Se non la condividi, liberissimo.

Boris

E infatti ne esci come un populista, senza entrare nel merito: esattamente come dicevo io. Ciao populista emigrato.

Carlo

se non te ne sei accorto quest’anno i tifosi di TUTTE le squadre si stanno lamentando degli arbitri… aspe… ah no, gli interisti no, dell’Inter si lamenta solo Inzaghi.
“Ti confermo palla, prima palla e poi piede”

L'ESORCISTA

Capisco le analisi approfondite sulla gestione (pessima) di Allegri, le statistiche accurate, etc. ma a me per quarant’anni hanno spiegato che il calcio è fatto da episodi, un rigore farlocco, un secondo giallo non dato e via dicendo, praticamente tutto quello che si è verificato ieri sera.
Capisco che i tempi cambiano ma non mi aspettavo che succedesse tutto in una sera.
Magari da domani chi ruba sarà un eroe e chi lavora andrà in galera, chi può saperlo.
In ogni caso coerenti i dal 1908.

P.s. non che me ne importi particolarmente ma ai milanisti consiglio di comprarsi un arbitro e un addetto alla sala Var per le prossime due, altrimenti la vedo dura.

Modifica il 4 mesi fa da L'ESORCISTA
Billy the Mountain

Ma dai su, che ragionamento è? I leghisti (puoi mettere qualsiasi altro schieramento) son trent’anni che sparano bellamente le loro castronerie, se vincessero le elezioni diresti “beh, ci avete insegnato per trent’anni che gli immigrati son tutti clandestini, adesso lo dico anche io…”??
O meglio, sei liberissimo di farlo, ma è una cosa assurda.
L’anno scorso siamo andati in Champions anche grazie ad un rigore peggiore di quello su Lautaro, cercato e trovato da Cuadrado contro Perisic. Siamo stati giustamente zitti.
Qui sotto l’utente “il dubbio” ha snocciolato un’analisi sui rigori da cui si evince che il Milan ne ha ricevuto una caterva in più rispetto a squadre che le sono sempre arrivate davanti (a parte gli ultimi due anni).
Riusciamo a vedere gli errori arbitrali per quello che sono: errori?
Tanto ragazzi, oggi a me e domani a te, a chi tocca nun se ’ngrugna.
Veramente ti seguo e apprezzo molto, mi piace la tua schiettezza e il tuo spirito guascone, ma questo piagnisteo e questo cercare sponda nei milanisti (prova a dire “Muntari” e vedi come ci saltano alla gola pure loro in un amen) mi sembra proprio non da te.
Capisco la tua delusione, che ho provato anche io, ma noi non siamo mai stati così e dopo un decennio di trionfi non vedo perché dobbiamo iniziare a farlo ora alle prime difficoltà.

Modifica il 4 mesi fa da Billy the Mountain
Il dubbio

Ma le statistiche che ho “snocciolato” erano proprio atte a dimostrare quanto la propaganda abbia devastato le menti deboli italiote, perché non te lo scordare: nonostante stravincesse a scorno dei dati che hai potuto leggere, che la vedono giacere malmessa in qualsiasi classifica dei rigori a favore come contro, la Juve rubbbava comunque. E secondo me questo lo spirito rivendicato dall’@ESORCISTA. Te lo conferma il fatto che a venire a darti ragione e cercare di cooptarti, è subito arrivato un interista psicopatico che si vergogna pure di apparire con il nick con cui aveva fatto ridere l’intero vecchio blog.

Billy the Mountain

Esatto avevo capito perfettamente il senso del tuo intervento forse non l’ho espresso nel modo più chiaro.
Propaganda (scusate ma non riesco a usare “narrazione” con questo senso) e incapacità di essere obiettivi. In un Paese in cui la cultura sportiva è praticamente assente.
Dell’intervento di Esorcista non mi è piaciuto il volersi abbassare a un livello che per me non gli appartiene spero sia chiaro.
Non ho riconosciuto l’utente interista di cui parli ma ho risposto anche a M1nos7e.

M1noS7e

Parole sante… ce ne fossero di più di juventini come te… finiremmo di divertirci 🤭

Billy the Mountain

Grazie per il “parole sante”, ma senza offesa ma mi sa che non mi sono spiegato a dovere. Non era questione di esserci più juventini come me o più interisti. È questione di vedere le cose senza fette di prosciutto, cosa che magari oggi vale per la finale di coppa italia ma ieri era Pjanic e la pañolada (oscena), le righe di Galliani. Quindi scusa ma non è questione di provare a tirarmi per la giacca

M1noS7e

Quello che dici non ha i colori del tifo… spero di essermi spiegato meglio…

Cuore rossazzurro

E tu ne sai qualcosa, visto che da sempre tifi per quelli che da domani saranno eroi

L'ESORCISTA

Tu invece tifi per il tuo cervello e per quello non c’è arbitro che tiene.

Bombaatomica

“Episodi” è una parola più politically correct, piu salottiera, per damerini insomma 😂😂

Culo, invece, rende più l’idea 😂😂

Leo 62

Ciao Esor, il VAR è già tutto preso, sponsorizzato dal biscione da inizio anno. Ci hanno mandato Orsato in campo ed Irrati al VAR, servirà un miracolo…

Billy the Mountain

Tutto deciso.
Immagino ti piaccia anche il Wrestling

Il soldato Ryanair

Come al solito, designazioni killer.
Sono senza vergogna.

Bob Aka Utente11880