Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Il Milan rischia di vincere ma poi anche di perdere: Pioli salvato dal Var a Lecce. La Juventus di Allegri è così dipendente dalla difesa, che anche il compito di far gol ora spetta ai difensori, fanno tutto loro. Insomma una Juve più difensivista che mai. Ma il caso del giorno è il Var: cosa succede se si scopre che anche la moviola in campo soffre della famigerata sudditanza psicologica di tanti fa? – IL PODCAST

Ascolta “Var Invasion, Lecce-Milan e la sudditanza psicologica della moviola in campo (13-11-2023)” su Spreaker.

Sempre più nel segno di Inter e Juventus, che hanno cominciato a fare il vuoto. Merito loro, ma anche demerito degli altri. Il Milan rischia di vincere a Lecce, ma alla fine rischia pure di perdere se il Var dopo il 2-0 del vantaggio rossonero e la rimonta dei pugliesi, non annullasse addirittura il gol vittoria di Piccoli del Lecce per un pestone a Thiaw. Pioli salvato ma fortemente discusso e in difficoltà, il Milan è continuamente sulle montagne russe talvolta ricorda il Milan scudetto, altre volte ne è un parente lontanissimo. A peggiorare ulteriormente il quadro l’infortunio di Leao e il rosso a Giroud per proteste contro l’arbitro.

  In compenso per un Milan che scende c’è una Juve che sale e conquista sempre più spazio e consapevolezza. Tutto nel segno della difesa che ormai va ben oltre il proprio compito, che è quello di non prendere gol. Avendo incassato un gol dopo sei di campionato senza averne subìto uno, Bremer e Rugani hanno realizzato i due che sono valsi la vittoria sul Cagliari. Fanno tutto loro, i difensori, anche più di Chiesa, Vlahovic, Kean e compagnia. E’ la nuova Juve difensivista…. L’Inter controlla con una vittoria sul Frosinone, che arriva per merito dei gol di Dimarco e Calhanoglu su rigore. Sembra tutto insomma nell’ordine delle cose. Anche il pareggio noioso e scporifero tra Lazio e Roma, da Mourinho e Sarri un sacco di chiacchiere e promesse mai mantenute. Altro che calcio spettacolo, tanta paura di perdere, un ritorno al classico meglio due feriti di un morto. Mourinho se l’è presa con l’arbitro e Sarri col campo, evviva.  

  Il campionato ritornerà dopo la sosta con Juventus-Inter, ognuno dirà che lo scudetto è questione che riguarda l’altro. 

  

***

VAR INVASION: la sudditanza psicologica della moviola…

Il Var  (acronimo di Video Assistant Referee) pur essendo un grande, straordinario e utilissimo strumento ha reso il calcio migliore, ma lo ha anche geneticamente modificato. Non dico che sia un altro sport, certo che ne è cambiato lo spirito, il contenuto, ha fatto sì che i dettagli diventassero più importanti e decisivi della sostanza e di fatto lo ha stravolto. E’ rimasto a metà strada, ha puntato alla perfezione e all’eliminazione dell’errore – intento utopistico –  in realtà il robot comandato dagli umani – la famigerata casa del Grande Fratello del football a Lissone – è rimasto impanato nella sterminata palude del forse, sì però, c’è il tocco, rivedila da qui, rivedila da lì, e via così, una enorme zona grigia composta dalle milioni di declinazioni  di un gesto sportivo che si pretende di governare e di rendergli giustizia nella sua interezza assoluta. Una grande landa dove è impossibile far rispettare i canoni rigidi di una regola, perché tutto è opinabile, dove tutto è fallo ma allo stesso tempo non lo è, e alla fine siamo punto e a capo. Ma con un enorme peso in più addosso, aver promesso l’eliminazione dell’errore e allo stesso tempo esserne rimasti schiavi. Il Var doveva liberare il calcio dai sospetti, ma così non è stato. Anzi…

  Lo dico e lo scrivo dopo il Lecce-Milan in cui ai pugliesi è stato annullato il gol del ribaltone totale e assoluto, che avrebbe significato la sconfitta del Milan che pure era andato in vantaggio di due gol. Gol negato per un banale pestone a un piede del difensore del Milan, ma del tutto involontario e oggettivamente anche senza conseguenza se il difensore non fosse andato a terra. Già codificare il caso come “step on foot” invece di classico pestone ci dice tutto della pretesa di voler catalogare qualsiasi gesto possa esserci su un campo di calcio, e declinare così ogni possibile conseguenza della condotta arbitrale.

   Ecco, senza fare troppa sociologia o addirittura anatomopatologia del Var o moviola in campo che sia, è soprattutto il voler entrare sempre e comunque nel terreno del “tocco” e del “contatto” che rende la materia esplosiva e incontrollabile. Il calcio è sport di contatto per definizione, ma non possiamo passare al microscopio ogni contatto. Sul filo fallo-non fallo c’è un numero sterminato di casi, non possiamo ogni tanto pescarne uno così, quasi a caso, per farne il fulcro di una partita.

  Questo è il settimo campionato affrontato con la moviola in campo, se ancora non ci siamo completamente adattati al Var significa che il suo utilizzo è insoddisfacente, a volte è troppo invadente, a volte non lo è per niente. In compenso l’arbitro si è scaricato un po’ di responsabilità e tutto sommato il mestiere oggi, con tutte queste ruote di scorta, è sicuramente più facile. Ma non meno esposto alle bufere. Se mai ci sono più alibi cui attaccarsi.

  Pur essendo uno strumento utile ma ancora imperfetto l’importante è che ill Var resti imparziale. E’ quello che dice il presidente del Lecce Sticchi Damiani: “Il Var sta diventando uno strumento diabolico che a volte spacca il capello e a volte certi episodi non li guarda nemmeno. Se si vuole spaccare il capello, allora bisogna farlo nei confronti di tutte le squadre, per tutti gli episodi”.  Nella sostanza siamo tornati, con i sospetti, a otto anni fa: c’è una moviola per chi conta e una moviola per chi non è nessuno. La sudditanza psicologica del Var non l’avevamo proprio prevista, eppure anche le macchine, a quanto pare, ne soffrono…

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canai social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

Il Milan rischia di vincere ma poi anche di perdere: Pioli salvato dal Var a Lecce. La Juventus di Allegri è così dipendente dalla difesa, che anche il compito di far gol ora spetta ai difensori, fanno tutto loro. Insomma una Juve più difensivista che mai. Ma il caso del giorno è il Var: cosa succede se si scopre che anche la moviola in campo soffre della famigerata sudditanza psicologica di tanti fa?

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
89 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

2econdo me

Premetto che, a conti fatti, credo che il Lecce meritasse di vincere ed aggiungo, per smarcarmi da dibattiti tra interisti, milanisti e juventini, che da salentino simpatizzo per i giallorossi. Tuttavia, consapevole di non essere un tecnico dell’arbitraggio e comprendendo l’amarezza per l’annullamento di un gol sensazionale che avrebbe vieppiù ribaltato la partita dallo 0-2 al 3-2, dalle immagini vedo trattenuta e pestone sull’uomo che marcava il giocatore che poi ha potuto coordinarsi e segnare. Credo che strattonare con le mani la maglietta dell’avversario non sia esattamente un gesto concesso dal regolamento, anche se non guardi il pallone.

Modifica il 7 mesi fa da 2econdo me
2econdo me

errata corrige – anche se il giocatore è intento a guardare il pallone

Modifica il 7 mesi fa da 2econdo me
Xavier

Meritava sicuramente di vincere il Lecce, ma coi metri arbitrali fiscalissimi dell’epoca-Var, ricordo ad esempio il gol annullato a Kean per una banale sbracciata che Riva, Pruzzo e Chinaglia avranno fatto centinaia di volte senza la minima conseguenza, quello di Piccoli può essere fallo.

Xavier

Gli amici bianconerazzurri del blog (+ l’immancabile pesciarolo) forse dovrebbero fare due banalissime riflessioni:

lo step on foot di Piccoli su Thiaw è stato identico a quello che la domenica prima aveva causato il rigore per l’Udinese contro il Milan, salvo che il tedesco non è decollato ma si è semplicemente seduto.. Per me nessuno dei due sarebbe punibile, trattandosi in ambedue i casi di contatti fortuiti e veniali in uno Sport, appunto, “di contatto”, ma il fatto che entrambi siano stati puniti, e non solo il secondo, mi pare possa tranquillamente valere ad escludere il “gomblotto” pro-Milan del Var contro le piccole squadre, visto che anche l’Udinese è tra queste.Ma soprattutto non va dimenticato che, semplicemente, in quel momento la palla non doveva proprio trovarsi tra i piedi di Piccoli, bensì 40 metri indietro al limite dell’area leccese per il monumentale fallo di mano non visto da Abisso e costato poi la meritata, nulla da dire su questo, espulsione dell’inferocito Giroud. Non credo di essere certo l’unico a pensare che Abisso, probabilmente avvertito dal Var anche della cappellata commessa nell’azione precedente, abbia voluto evitare un caso-Serra #2 e appena richiamato al Var non si sia fatto pregare per compensare.Giusto? Non giusto? Meglio un errore solo che due? Meglio invece che non sia stata una sola squadra a subire gli errori arbitrali? Ognuno può avere la sua legittima idea in merito, ma resta il fatto che al Milan o hanno tolto un punto a San Siro e gli è ritornato a Via del Mare, o un punto meritava di fare, Regolamento alla mano, e quello ha preso.

Modifica il 7 mesi fa da Xavier
56 metri in volo

Ma nemmno per idea! Uno era un contrasto sull’uomo, un tentativo di contendersi la palla vis a vis, bastava un millesimo di secondo ed eri fritto. Ma non c’era nulla di “fortuito”, al contrario, era un tentativo fifty-fifty, rischiosissimo, sul tempo d’entrata. Quest’altro era un indietreggiamento di Piccoli mentre stava guardando la palla, venendo anche leggermente trattenuto dal difensore milanista. E nessun tipo di contatto viene fischiato mentre si indietreggia guardando la palla. C’è una casistica infinita che lo dimostra, ma bastaanche avere una minima ide delle dinamiche di gioco.

Xavier

Idea che tu hai, ovviamente, essendo calciatore, arbitro, allenatore, varista, etc., etc..
Ebbene, visto che sei così dotato di conoscenze, del rigore per l’Udinese e del fallo di mano al limite dell’area leccese cosa ci dici? Cosa insegna la “casistica infinita”?
(Per inciso, era Piccoli che tratteneva per la maglia Thiaw, non il contrario. Ma comunque ho detto che per me non era fallo, come il rigore per l’Udinese).

Modifica il 7 mesi fa da Xavier
Xavier

Aggiungo che invece per il Designatore Rocchi, che ovviamente di Regolamento ne capisce assai meno di me, di te, di Bocca, di Leo, di Waters, di Mordechai, di Mascia, di Ghiro e di Bomba, il comportamento di Piccoli era punibile benché involontario e, anzi, se fosse stato volontario avrebbe dovuto essere sanzionato anche col Giallo.

Modifica il 7 mesi fa da Xavier
monica

…ah….non lo dire a noi viola! Siamo passati dal rigore di polpastrello di qualche tempo fa al rigore di pelo sul braccio di domenica scorsa,per non parlare del rigore di unghia di ieri!
Intendiamoci,con obiettività posso dire che qualche volta (pochissime) ne abbiamo beneficiato anche noi

TomCAT

Il VAR fu introdotto per correggere gli errori arbitrali. Ripeto: “correggere” gli errori arbitrali.
Ora invece interviene per annullare una rete per un fallo che mai l’arbitro avrebbe fischiato e nemmeno chi l’ha subito avrebbe recriminato.
Ovvero: il VAR si è preso la libertà di indirizzare l’esito delle partite.
+/- quel che fa la magistratura con la politica.
Vergogna.

cugino di campagna

Bello il tuffo di Thuram che chiude la partita.

Çalhanoğlu capocannoniere dei due mondi.

ConteOliver

Scuola Barella-Lautaro 😉

cugino di campagna

-Cuadrado. Ora hanno il team al completo! 😁

Chakkko

Vittoria importante ma sofferta più di quanto non dica il risultato, apparentemente abbastanza netto. Non siamo riusciti a proporre il nostro gioco con continuità a causa della pressione e della qualità dei giocatori ciociari, ben messi in campo ed ottimamente organizzati da Di Francesco che forse sentiva un po’ aria di derby capitolino.
Poche volte siamo riusciti a costruire azioni veramente pericolose, anche perché i nostri attaccanti, sempre anticipati dai difensori (a proposito, mi è parso ottimo Okoli), riuscivano a tenere ed a smistare pochi palloni, e quelle occasioni le abbiamo sciupate malamente. Per fortuna Dimarco ha trovato il jolly da casa sua sul finire di un primo tempo giocato così così; meglio l’approccio al secondo tempo, dove abbiamo trovato il gol del raddoppio su rigore di Chala e, sull’onda del gol, abbiamo creato le occasioni per chiudere la partita, non riuscendoci però. Per fortuna abbiamo retto anche ai cambi di Di Francesco ed a quelli di Inzaghi ed alla fine ci è andato tutto bene, pur sprecando alcune occasioni sul finire della partita con Lautaro (oggi sgonfio) e Barella, ancora alla ricerca del primo gol.
Per la prossima partita ci vorrà di più, secondo me, perché la Juventus è entrata in modalità “filotto” ed Allegri è pericolosissimo.

Saluti

Archivista

Furto inutile del Milan a Lecce (quando perdi dieci punti in quattro giornate, che cosa cambierà mai perderne undici?). Spegnessimo il VAR, che oltretutto – e come minimo – rincoglionisce gli arbitri. Se mai ne avessero bisogno.

Insider

Bocca, il Var ha già annullato in modo vergognoso una tonnellata di gol simili e bellissimi, mezza tonnellata alla Juventus.
Tralasciando quelli in fuorigioco millimetrici (che poi abbiamo capito che tra due frame dubbi, ce ne sarebbero una decina in mezzo tra cui scegliere quello giusto… ma nel dubbio si sceglie sempre il frame che punisce il bianconero – quante decine, o siamo già al centinaio, tra quelli di Morata, Ronaldo, Vlahovic e Kean? – ), solo nelle ultimissime stagioni ricordo il gol (bellissimo come questo di Piccoli) tolto a Locatelli in Juventus-Roma, perché Cristante in precedenza commetteva fallo su Vlahovic facendogli sbattere la palla sulla spalla; quello di Milik contro la Salernitana, perché… perché… perché mancavano le immagini di tutta la linea del fuorigioco, ma si scelse di punire la Juventus, abiurando il giudizio dell’arbitro di campo; quello di Cuadrado contro il Napoli, perché trenta secondi prima Milik interveniva sulla palla in un contrasto con Lobotka, contrato visto e giudicato in campo dall’arbitro; quello di Kean contro il Verona perché Faraoni simulava biecamente una carezza di Kean giustan´mente giudicata non punibile dall’arbitro in campo… ecc…
Tanta di quella famigerata sudditanza psicologica (ma direi che è oramai un caso psichiatrico) verso l’ossessione nazionale… e lei viene qui adesso a stupirsi della Var Invasion? Su, un po’ di pudore…

Maxx

È un complotto!

tamarrogigante

…e se lo hai capito pure tu

carta vetrata

come cambia il mondo, in così poco tempo,caro insider. Qualche anno fa, e mica tanti, chi si lamentava degli arbitri era un perdente, detto con sarcasmo e ghigno cinico. E le sviste arbitrali erano tutte a senso unico. Che senso ha tutto questo elenco, se prima non si parla del Bologna e della scena muta di Thiago Motta? dico, che attendibilità può avere uno che, dopo aver beneficiato per decenni di sudditanza psicologica favorevole, adesso, tetragono nella propria incapacità di accettare sportivamente l’altrui superiorità sportiva (ed anche manageriale, diciamola tutta), ci fa la sfilza dei presunti torti. Presunti, tanto quanti quelli di chi veniva schernito come perdente. Al tempo in cui si vinceva, e queste ridicole sfilze venivano schernite. Oggi vincono altri, e senza bisogno di aiutini, son semplicemente più bravi. Faccia pace con se stesso, dormirà meglio

Insider

Eterogenesi dei fini. Pensavi di essere stato furbo, eh?

I perdenti restano perdenti, sempre. Sono i Thiago Motta (appunto!), i Mourinho, gli Inzaghi, gli isterici Barella e Lautaro che danno in escandescenza in continuazione attorno all’arbitro senza mai essere ammoniti, sono i Commisso di turno, con la faccia truce e le tasche piene. Sono solo le loro lamentazioni che rimbombano dal campo, alle panchine, alle tribune, fino alle mix zone e dai media al “sentimento popolare”. La Juventus non si lamenta mai di nulla, accetta tutto e di più (perfino le vessazioni e le persecuzioni politico-sportive) come pratica Zen. Accetta che i Thiago Motta (appunto!) vengano a fare i fenomeni nel suo stadio al termine di una partita durante la quale, prima – prima! – del sacrosanto rigore non accordato a Ndoye, veniva annullato un gol di Vlahovic (un altro che dimenticavo, tanti ce sono…) per un fuorigioco geografico di Rabiot (con Skorupski indisturbato, che nemmeno aveva visto il francese, ma aveva cercato la parata impossibile), non veniva concesso un evidente rigore per fallo di Moro su Chiesa e un altro ancora per un mani di Lukumi in caduta su cross basso di Weah (simile a quello accordato al Milan, il turno precedente di campionato, per un mani di Buongiorno su cross di Leao e spizzata di Giroud, identico e a quello concesso al Napoli, due turni successivi proprio contro il Bologna, per un mani di Calafiori in caduta su cross basso di Kvaratskhelia, entrambi rivisti al Var… al contraio di quello di Lukumi a favore della Juve – e te pareva…). Accetta ora come accettava allora le stupidaggini sulla sudditanza psicologica (perché solo un ipocrita interista, può far finta di non sapere che i media, e la patetica fanzine di riferimento rosa in primis, continuano a promuoverla tale e quale al primo episodio favorevole – e infatti si cita a pappagallo proprio quell’unico episodio a fronte di decine contrari… -, ora come allora), cosi ben definite, direi incapsulate, nella sconsolata dichiarazione di Sarri (unica sommessa lamentazione, dell’unico protagonista juventino mai integratosi come tale), giunta come summa proprio al termine del ciclo più vincente della storia della Juventus e del calcio italiano: ”In una sola stagione, in 38 partite di campionato, mi hanno fischiato contro 14 rigori. In tre campionati a Napoli, 114 partie, me ne avevano fischiati contro 11 in tutto”. Amen. E non si lamenta e fa pratica Zen la Juventus, perché sa – e non passeranno nemmeno tanti anni durante i quali voi dell’Inter (perché è chiarissimo che solo un interista può essere tanto ipocrita), pur avendo ereditato la squadra nettamente più forte dopo la cura del capitano e allenatore storico della Juventus, corroborata dal manager storico di quel ciclo bianconero, avrete vinto le coppe dei Pirlo, nient’altro – dicevo… perché sa la Juventus… che le vittorie si ottengono in campo (pensavi davvero di venircelo a dire tu, qua, che sono 38?!), che le lamentele se le porta il vento. Quello che moscerini, mosche che si credono aquile, fanno finta di non capire, è che nemmeno io (noi) ci lamentiamo di nulla, le liste servono ad evidenziare ben altro. Il discorso infatti è ben più importante (e io mi sono rivolto in questo senso ad un grande protagonista, seppur marginale ora, come Bocca): è mediatico, ma ancor prima culturale e antropologico. Ed era inteso al fatto che è proprio il racconto (popolare) mediatico che dalla ”sudditanza pscicologica” di allora è stato alimentato in mala fede, di livore in odio in sversamenti di bile e occhi arrossati – e penne assetate – di sangue, fino all’ossessione nazionale, alle persecuzioni politiche pseudosportive, sempre sull’onda del “sentimento poplare”. Tu non sei che un moscerino finito nella rete. 

Insomma, ti eri sentito tanto furbo, eh? …ma non sapevi nemmeno di cosa si parlava. Fa niente va, lascia perdere… ma prima di andare a letto, quando parli (e scrivi!) di quelli ”che vincono adesso”, cerca almeno di capire cos’è che hai vinto…

Modifica il 7 mesi fa da Insider
Manuel

Dopo gli spintoni a fine primo tempo del derby Romano, e alcuni primi piani, mi scuso anche con chi mi ha messo tre pollici in giù in un altro post: Pedro probabilmente non si tinge i capelli.

Lorenzo

LOL

Nicola Romano

Finalmente posso rivedere il Napoli in campionato ,ahime’! Male me ne è incolto, adesso è proprio crisi nera, è stata pressochè la copia della partita di coppa, dopo la penultima della Bundesliga , quella della serie A, gli stessi difetti dei nostri , la difesa che balla troppo perlomeno in rapporto agli avversari , l’attacco inconcludente, con Berisha che fa due discrete parate all’inizio e poi guantoni intonsi fino alla mezz’ora della ripresa, quando il Napoli riesce finalmente a centrare la porta con qualche pericolosità, evidentemente l’ingresso di Krava rivitalizza l’attacco dei partenopei, non che ci volesse tanto ,lo stesso georgiano a poco dalla fine fallisce l’ennesima occasione, dopo quella che verosimilmente ci avrebbe fatto vincere col Milan , e quella contro i teteschi di Germania, magari non erano facilissime, ma qualcosa di meglio si poteva fare, finito il momento d’oro di Raspadori, che fa alcuni tiri inguardabili e non contento calcia direttamente sul fondo un cross, va bè anche stavolta l’area avversaria era intasata , ma mai un guizzo , ricordo una sola palla presa di testa, e appena due tiri dal limite degni di questo nome, insomma senza un’episodio fortunato come in settimana , i nostri non riescono a segnare , ci riesce invece al 91esimo Kovalenco col tiro della domenica e al San Paolo ( a me piace continuare a chiamarlo cosi, ne sarà contento malandragem ) alle 14,25 è gia buio e piove pure , per fortuna almeno l’Europa League è già sicura , salutammo .

Nessuno 3

La presenza dei fratelli Cannavaro in tribuna mi fa temere di qualche cambiamento che ha tutte le caratteristiche ancora dell’improvvisazione. Non so se il senso di appartenenza che i Cannavaro sicuramente porteranno, sia sufficiente a cambiare le cose.

Nessuno 3

Il Milan rischia di perdere (salvato dal var), il Napoli perde meritatamente e deve rivedere praticamente tutto. Questa volta AdL, possiamo dirlo senza tema di smentita, ha sbagliato tutto per colpa della sua presunzione e del suo ego. Cmq resta un grande presidente.
‘Nce vedimme

Mozilla

Ma allora è vero, è certificato , il sistema c’è e lo certificano in due, il var e l’arbitro.
Purtroppo un punto in più al Milan non è un gran danno, questi se arrivano quinti anche con i regali sarà un successo. Il danno vero e voluto sono i due punti rubati al Lecce, due punti per le piccole valgono molto.

d9d9

Aggiungo: una squadra che “scula” e fa il 2-0 che si chiama Milan non si può fare riprendere e superare. Ci si chiude con le barricate. Alla juve non sarebbe mai successo con tutto che Allegri è più bestia del sett’oro.

d9d9

Il Milan doveva perdere e sarebbe stato giusto. Pioli, che non mi dispiace, è alla fine del suo ciclo e penso che si debba aspettare il verdetto sulla qualificazione in Champions. Credo abbia le ore contate. Il ritorno di Ibra, il ricontatto con Massara stanno diventando più di un indizio. Nella partita col PSG ha ritardato ostinatamente i cambi permettendo che Pulisic si facesse male. Testardamente invece di mettere Florenzi, sostituto naturale di Calabria, ha ficcato Musah fuori posto che ha dato il peggio di se. Krunic non capisco a cosa serva se non a fare passaggetti laterali e verticalizzazioni tutte errate. Pobestia è un ex giocatore dai piedi a forma di mattone. Una squadra costruita male e gestita peggio. Il Lecce strameritava ed il gol non andava annullato mai e poi mai. Arbitro incapace. Calabria gli ha bestemmiato in faccia. Giroud espulso chissà perché. Pareggio immeritato. Ma si sa: tutti commettono errori…Maldini, dove sei? Parlaaaaaaaaa………..

inox

Buongiorno Fabrizio

“Vorrei diventare un medico e specializzarmi in cardiochirurgia – assicura la miss – ma spero anche di affiancare al mio lavoro il mondo della moda o del cinema, al quale non rinuncio” Questa la prima dichiarazione della nuova miss italia Francesca Bergesio. Già allo studio l’abbinamento di una sala chirurgica con un loft urbano o più semplice, questo lo decide Francesca, sicuro a Milano ma non nella “fashion week”. L’intervento chirurgico e la sfilata da intendersi come avvenimento a se stante. C’è indecisione se approntare in infermeria un angolo buffet o un semplice bar. Dipenderà da quanto spazio mi occupano il kit ferri chirurgici, porta aghi, l’abbassa lingua e altre belinate. Rimaniamo in attesa di vedere Francesca fra le sue passioni come rimaniamo in attesa del derby con il sincero augurio di vedere la Lazio suonarle alla Roma e la conseguente cacciata del fu “Vate” oramai solo vater. Al Milan si accorgono, imbrogliati dalla IA e dai coeficenti, come deficenti, di avere preso un sacco di mezzi giocatori. Quelli un peletto meglio sono fuori di testa come Giroud. Per me il francese rimane un grande: si fa espellere di proposito, per darsi e dare una smossa. Il goal annullato da commissione d’inchiesta. Poi ti accorgi trattasi del solito arbitro del fallo di petto volturato in fallo di mano di D’Ambrosio in una ridicola Fiorentina – Inter e allora lasci perdere. Comunque, per chi volesse vedere giocare a pallone in modo innarivabile, ineguagliabile, dopo la Lazio c’è la Prestigiosa. A proposito, qualcuno ha visto il cinese?

Mordechai

La parte migliore il grassetto.

cugino di campagna

Che cola.

il ghiro

RISCHIOOO!!!
LECCE – MILAN 2 – 2
Tutto secondo i piani, poche le novità: nel Lecce Strefezza per Almqvist, nel Milan Theo, Pobega e Chukwueze per Florenzi, Musah e Jovic, sempre assente Pulisic. Arbitra il messinese Abisso, al VAR il napoletano Guida.
Si ferma presto Leao, entra Okafor, ma alla mezzora il Milan ha già due gol di vantaggio, il primo lo segna Giroud con gli addominali su perfetto cross da sx di Theo, il secondo lo marca Reijnders dopo una galoppata indisturbata di trenta metri con un tiro che passa beffardo sotto le gambe di Falcone, 0-2. Ci riprova ancora l’olandese, ma stavolta Falcone gli devia il tiro sul palo, gialli a Theo e Ramadani.
Ripresa: Prima Falcone salva due volte la rete, poi la svolta si ha quando si alzano dalla panca Gonzalez e poi Blin, Sansone e Piccoli, prima assist di testa di Blin per Sansone che infila Maignan da due metri, poi Piccoli e Sansone confezionano il pari con un assist che Banda trasforma con un bel sx a giro, 2-2. Cross lungo di Gendrey per lo scatenato Sansone che salta sopra Florenzi e la spedisce sul palo interno, la palla attraversa tutta la porta ma non entra. Ancora Sansone tira appena a lato, giallo a Florenzi, e doppio giallo a un Giroud imbufalito. Ma non è finita qui: al 93′ Falcone batte la punizione lunga per Piccoli, che vede Maignan malpiazzato in porta e spara una botta paurosa da 35 metri che si infila nell’angolo, boato di gioia al via del Mare, ma il VAR gela tutti richiamando Abisso al monitor e il “briccone” cancella tutto, pescando un fallo veniale del bomberone bergamasco su Thiaw (mi dicono s.o.f.), forse aveva qualcosa da farsi perdonare. Il Milan riemerge dall’Abisso, ma il salomonico pareggio scontenta tutti. 
*****
JUVENTUS – CAGLIARI 2 – 1
Allegri sostituisce lo squalificato Rabiot inserendo Cambiaso e accentrando McK, il resto invariato, mentre Ranieri fa giocare Zappa a dx e davanti Viola a lanciare il bomber Petagna, tornano in panca Hatzidiakos, Mancosu e l’ottimo Oristanio. Arbitra il romagnolo Piccinini, al VAR il romano Valeri.
Tira alto Zappa da fuori, girata di Viola appena a lato, punizione di Chiesa appena alta, corner di Viola e testata alta di Dossena, gran palla di Chiesa a Kean che si impappina, ciabattata di Cambiaso, tiraccio di Kean, girata fuori di McK, altra ciabattata del solito Cambiaso.
Ripresa: entra Lapadula, tiro di Chiesa facile per Scuffet, Kean solo davanti a Scuffet temporeggia, tiro al volo di Chiesa, va via Kostic e tira, Scuffet para, tiro di Chiesa deviato in corner, testa di Gatti a fil di palo, giallo a McK, punizione di Kostic per la testa di Bremer, palla imparabile in rete. 1-0. Poco dopo nuovo corner, stavolta è Rugani ad appoggiare in rete una palla respinta dal palo, 2-0. Lo schema si ripete dall’altra parte, corner per il Cagliari e Dossena la sbatte dentro, C.F. va giù al rallentatore, 2-1. Entrano Milik e Nicolussi, Ranieri si gioca la carta Pavoletti, gialli a Kostic e Cambiaso, Dossena ci riprova con un insidioso colpo di testa, ma stavolta il palo gli nega la gioia della doppietta. Poi non succede più niente di rilevante e Allegri mette in scarsella altri tre bei punticini.   

comevolevasidimostrare

Continuano i miglioramenti della Signora. La settimana scorsa è stata prima per 20 ore; adesso lo sarà per 28.
Si svolge oggi uno dei tre eventi più attesi del nostro Paese: ovvero il derby capitolino. Gli altri due, ovvero la Corsa de’ Ceri di Gubbio e la Quintana d’Arezzo avranno luogo nelle date deputate.

Mordechai

La Quintana non la fanno ad Ascoli?
Ad Arezzo, se ricordo bene, la Giostra del Saracino.

Sergiod

“Il Var annulla il gol ai pugliesi per un banale pestone”
Io sono da sempre contro ll’utilizzo del Var, userei solo la Goal Line T. ed il controllo del fuorigioco certo non millimetrico e neppure geografico.
Mi chiedo allora se l’uguale pestone che ha provocato il rigore in Milan-Udinese vale di più perché avvenuto in area.
Faccio solo un ragionamento che non è di parte, lo cito come esempio.
Mi chiedo se il Var è nato per utilizzare gli episodi al momento e non secondo il regolamento, dovrebbe valere per tutto.
Per i calci d’angolo battuti con la palla fuori dalla lunetta, per i tuffi di tanti calciatori che ingannano l’occhio umano dell’arbitro, per i falli che avvengono in tutto il campo e così via.
Ritengo insulso l’uso di questa macchina disumana, non siamo dei ma esseri relativi che sbagliano e non hanno il dono della Verità e della Giustizia.
La Var ci ha messo nella condizione di non accettare più nulla, di contestare tutto, la vogliamo perfezionare, chissà che non diventi come Hal-9000, con le conseguenze che Kubrick aveva preconizzato.
In questi tempi di crisi mondiale sarebbe più logico dare al calcio e alla Var una importanza relativa, probabilmente viviamo ancora sotto una campana di vetro, siamo davvero molto fortunati e non ce ne rendiamo conto.l

Luc 68

Allora due cose una riguardo la Juve e una riguarda il Lecce.
Nella Juve mi dispiace di più aver preso un goal che abbiano segnato i difensori. È stata una partita equilibrata e meno male che almeno due difensori l’abbiano buttata dentro … anche di panza 🤣🤣🤣🤣
Questione Lecce, purtroppo (e sono di Lecce) il pestone ci sta, poi che non fosse pieno o poco rilevante è un altro paio di maniche. Fa il paro con la mano di Kean in faccia a Faraoni.
Peccato perché il Lecce avrebbe meritato … tanto.
Il Milan ho l’impressione sia alla deriva.
Vediamo cosa combina ora l’Inter….
Water tieniti forte …. il Frosinone gioca bene 🤣🤣🤣🤣🤣

tom

La Juve è, abbastanza casualmente, prima. Per ora gira tutto bene (dal punto di vista dei risultati) e mi auguro che il trend duri almeno un’altra giornata. D’altra parte l’obiettivo stagionale è il quarto posto, in subordine alla sistemazione dei conti.
Tuttavia, non credo esista un tifoso bianconero che non speri nell’impossibile, in quell’un per cento di possibilità. Prima o poi gli attaccanti riprenderanno a segnare, e magari a gennaio arriva qualcuno più funzionale di un giovane con la sola esperienza della Serie C. Nel frattempo si respira aria buona in vetta, e a distanza di sicurezza dal quinto posto.

Nel frattempo la “giallite” degli arbitri nei nostri confronti continua. Anche ieri cartellini a senso unico. Sarebbe il caso che almeno uno, tra Allegri, Giuntoli o qualcuno di autorevole in campo, iniziasse a farlo notare. Davvero la Juve è la squadra più fallosa del campionato? Dai…

Waters

Purtroppo ho dovuto operarmi al ginocchio e ho la protesi, per la riabilitazione qualcuno ha il numero di telefono ☎️ del preparatore atletico del Milan?
Dicono sia molto bravo.

Archivista

Ma tua moglie, che doveva essere una campionessa assoluta della pediatria d’Italia, non si è manco accorta che ha sposato un bambino disfunzionale?

Modifica il 7 mesi fa da Archivista
Waters

Beh quando uno viene operato solitamente si fanno gli auguri, ma è tempo di cafonlandia,non mi meravigliano le offese.

Archivista

Ma perché, le tue battute folgoranti le scrivi con le ginocchia?

malandragem

Corre voce che l’abbia sposato in quanto tale…

Antonio Trilussa

Anche il numero di un buon nutrizionista?

Waters

Sicuramente sono più magro di te, con tutti i polli che mangi …

malandragem

Lui in realtà non ne mangia alcuno, c’è un tizio che si pappa anche il suo e poi sembra siano stati uno a testa, waterz

Insider

Non metterlo in difficoltà. Prima o poi – è una questione statistica – ne azzeccherà u̶n̶a̶ ̶ mezza.

pavipollo

Ammetto anch’io che il terzo gol del Lecce mi è sembrato non solo regolare ma anche meritato. Questa volta un errore a nostro favore, mi spiace per il Lecce ma mi fanno ridere tutti quelli, anche qui, che gridano allo scandalo/complotto/disgusto ecc. salvo poi sparire quando gli errori a favore sono per le loro squadre…

Nicola Romano

Parli saggiamente.

cipralex

Gran gioco d’attacco della juve capace addirittura di segnare due pere con la difesa…Max ,un gigante,…io ho buone sensazioni…

Claudio Mastino 62

Ciao, ho sentito che alla Juve piace
molto Kalvin Phillips, centrocampista della Nazionale inglese ex Leeds che attualmente gioca nel Chelsea dove però non riesce a trovare molto spazio.
Nel caso arrivasse alla Juve prenderebbe il posto di Locatelli, è un vero mediano che sa anche fare il regista, è decisamente più forte di Locatelli sia in mediana, sia nella costruzione del gioco, è molto forte fisicamente, è dotato di un grande spirito agonistico e di buona tecnica nonché di un discreto tiro. Ti scrivo tutto ciò perché so che piace anche a te,
in passato ne abbiamo parlato.

Ciao, io e te la pensiamo allo stesso modo su Allegri, con i giocatori che ha a disposizione sta facendo in pratica quasi l’impossibile. La Juve sta cercando
di prendere Kalvin Phillips sotto sua richiesta, ottima idea a mio modesto avviso.

Luc 68

🤣🤣🤣🤣🤣

commentanonimo

Vabbè. Abbiamo sollevato per l’ennesima volta il coperchio di un barattolo pieno di serpenti, di stampa tendenziosa, addetti al lavoro di dubbia integrità. Faccio fatica ad indignarmi di fronte al gol annullato al Lecce, si può usare la solita formula, “ci poteva stare”. Più mi interessa la durezza della stampa e dei commenti che tutto sommato indicano che il Milan non sta dalla parte del potere, e neppure il povero Lecce peraltro. Anche a Monza il buon Juric si incaxxa, ma lì il potere lì si respira, eccome se si respira. Non è a Torino, ma è nei pressi di Arcore. Al di là delle mie criticabili farneticazioni, appare evidente, però, che il VAR si è trasformato da strumento oggettivo in strumento di guida delle partite, e oggi ha riportato il calcio in quello che era dai tempi di Cile-Italia 1962, un evento sportivo sostanzialmente pieno di scorrettezze. Evento soggetto alla arbitrarietà dell’arbitro, più che alla oggettività dell’arbitro. E’ qui, nel disegno politico, che forse emerge la malafede di chi lo guida. A che pro? Difficile capire, cosa ci possa guadagnare un movimento da questa marea di errori, se non che, qua e là, nella nebbia si delineano le sagome di società amiche del sistema, o abbastanza potenti da non potere essere toccate.

Modifica il 7 mesi fa da commentanonimo
RM28

Beh, se l’arbitro ha fischiato fallo vuol dire che c’era… non era così la storia?

Un punto fermo è che...

Questo punto rubato che alla fine non servirà a nulla a nessuno (sicuramente non al Milan che se entrerà in zona Champions sarà solo per la debolezza delle avversarie che stanno sotto) ha però privato un’ intero stadio ed un’ intera organizzazione di una gioia meritata, ed ha anche sottratto a Piccoli e a noi tutti uno dei più bei gol che si sia visto in serie A negli ultimi dieci anni), d’altra parte per don Ab(bondio)isso il coraggio “se uno non l’ ha non se lo può dare”.

Luc 68

Perfettamente d’accordo 🤐

Gbp

Juve, ovvero: il miglior attacco è la difesa

ROS

…certo per una squadra che non esprime calcio, e sarebbe da radiare, essere primi….( per ora) è un bel risultato.

Modifica il 7 mesi fa da ROS
Mordechai

Vero.
Pure trovarsi dietro ad una squadra che non esprime calcio e sarebbe da raduare, come risultato non è malaccio.
Bravi, esprimete pure.

Luc 68

Perché radiare?

Insider

Niente, sta fissa da rivali storici😂😂😂

corum

Pensa se iniziano a giocare.
Altro che ROSicate…

Antonio Trilussa

Difficile però che inizino a giocare.

corum

Visto che succede a sputare per aria?!?!

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Ho appena visto il goal annullato al Lecce. Non provavo un sentimento di ingiustizia così forte da quando scoprii che il sindacato tratteneva per sé una percentuale della mia indennità di disoccupazione per aver presentato la richiesta all’INPS.
E fu allora che realizzai un’ovvia verità: cu zappa zappa a so vigna, bona a zappata bona a vignigna

Modifica il 7 mesi fa da MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Se per quello il sindacato ha avuto le sue trattenute pure durante il periodo Covid in cui non ci metteva neppure una finta intermediazione.

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Certo che quei trenta milioni dallo zio Silvio allo zio Marcello hanno iniziato a spiegare tanti perché e, mi sa mi sa, questi arbitraggi stanno continuando a spiegare e a spiegare e a spiegare.

Vero è che a pensar bene non si compie peccato, ma molto spesso la si becca in quel posto

Cosa c’è, hanno aperto il Festival del luogo comune?…

cugino di campagna

,
se non ti dispiace continuo la risposta qua sopra, su questo nuovo thread… che nascosto là sotto in mezzo ai furti Champions non ti ritrovavo più…

Giusto, secondo me l’Inter andò sotto 3-2 a Dortmund, dopo essere stata in vantaggio 0-2.😁

Grazie comunque per il prezioso contributo🙄 (in effetti 1-0, 1-1, 1-2, 2-2, 2-3, 3-3 il tabellino di Barca-Inter, seguita all’1-0 di San Siro col furto del rigore negato ai catalani dall’arbitro sloveno amico di Ceferello, per il clamoroso fallo di mano di Dumfries allo scadere). Ma non ti dovevi alzare all’alba per segnalarmi la sequenza che avvalora ancor di più la mia tesi. Cioè che in nessuna delle 25 partite di Champions di Inzaghi, anzi 37 di fila aggiungendoci le 12 performance nelle due stagioni di Conte, l’Inter MAI una volta – zero, nix, niet, nisba! – sia riuscita a ribaltare il risultato, vincendo una partita dopo essere andata sotto anche di un solo gol. MAI!
Cosa che sta facendo fare scena muta da giorni al tuo sodale @nessuno (a parte biascicare battutine sgonfie), dopo che si era avventurato in un spericolato

“magari l’Inter riprendeva e superava gli avversari… come ha fatto tante altre volte con squadre di ogni caratura“

per giustificare la serie di rigori clamorosi, ma MAI accordati dagli arbitri inviati della Uefa di Ceferello, che avrebbero mandato parzialmente sotto l’Inter in tre gare su quattro del girone di Champions fin qui disputate.

Pensa che per una simile evenienza – vincere dopo essere andati sotto anche di un solo gol – dovete fare ritorno al girone di Champions di Spalletti, oltre 40 partite addietro!
Glielo dici tu a Mr. Caratura😂…?

Il 5-1 aveva lasciato brutte cicatrici, ma anche in Europa abbiamo continuato a lottare… e senza impedirne l’evenienza con l’aiuto di arbitri compiacenti, siamo andati sotto, ma siamo riusciti a ribaltare il risultato addirittura contro il PSG di Mbappé. Noi.

Che dici, comodo portarsi gli arbitri da casa-Nyon per non dover provare il brivido, eh…?

P.S. Evita di far fallo di confusione tirando in ballo il Milan, il mio commento sul furtarello di Lecce è qui sotto.

Waters

Se vai sotto con Liverpool, Bayern e Real non la ribalti, al limite pareggi.
Non ho visto niente ieri, ma perdere o pareggiare conta poco, il furto più grande è stato a Genova, li erano due punti in meno, ed eravate più o meno a pari di Lazio,Atalanta, e Roma che poi è il vostro habitat naturale…

cugino di campagna

È quetsa sarebbe la giustificazione che avete fornito agli amichetti di Nyon per non farvi mandare sotto? Non ti sembra deboluccia…?

Oltre che falsa, perché voi non ci siete riusciti MAI con nessuno nelle ultime 40 partite e oltre di Champions, non solo con Real (2 volte), Barcellona (2 volte), Bayern (2 volte) e Liverpool, ma nemmeno con lo Slavia Praga (ripreso a San Siro sul pari solo a tempo scaduto da Barella) o con il Monchengladbach (ripreso sul 2-2 solo al 90′ da Lukaku)…

Se foste andati sotto come doveva succedere senza contare su arbitraggi compiacenti, non ce l’avreste fatta nemmeno con Benfica e Salisburgo, figurati con il Real Sociedad che con il rigore concesso, si sarebbe portato sul 2-0 a 10 minuti dal termine dopo avervi stradominati. E adesso sarebbero cazzi per sperare di qualificarvi come secondi…

Modifica il 7 mesi fa da cugino di campagna
16 post prima di accorgersene e agire di conseguenza ;-P

Mi chiedo quanti saranno i post di chi ha visto un chiarissimo tocco di mano nel gol di Rugani.
Ai postumi la facile sentenza.

luottardi

Questo VAR è una vergogna,
non c’è fondo a questa fogna
che è firmata Inter milan

Luc10 Dalla

…che in quel posto ve lo dan?
…ci vorrebbe Dartagnan?
…attaccatevi a ‘sto tram?

Non si può lasciare un opera incompiuta!

Maxx

manca una rima

Leo 62

Considerato l’autore manca molto più di una rima…

Napoli nel cuore

Che disgusto! I dirigenti del Lecce dovrebbero bypassare la clausola compromissoria e portarli finalmente in tribunale. Loro e tutte le Camarille à la Milanes che da decenni fanno da stampella a questo schifo!

cugino di campagna

Poiché non sono della risma dei , @Nessuno ecc… insomma, di quelli di una certa caratura 😂 che fingono di non aver ricevuto favori decisivi (i loro determinanti per il passagiio del turno nel girone di Champions)…

…mi autodenuncio!

Il gol vittoria tolto al Lecce era validissimo e anche meritato, data l’insipienza di Pioli e, ancora una volta, di quella pippa di Reijnders che come a Napoli si è bruciato il gol dello 0-3, che avrebbe chiuso la partita (e stava anche per passare al portiere la palla del secondo gol). Spero che qualcuno del Milan, se solo si sapesse chi ha in mano la comunicazione, vada ai microfoni e lo ammettasenza tentennamenti.

P.S. Gioco e prospettive – Quante occasioni perse dal Milan, mi sa che ha ragione @Leo 62, che il PSG aveva allestito la partita perfetta per noi. Continuando così non andiamo da nessuna parte.

Leo 62

Ma certo che avevo ragione io…
E’ da inizio anno che tatticamente non stiamo in piedi, e se la partita si complica non sappiamo più cosa fare ( Giroud dixit ). Poi mettici gli infortuni, veramente troppi che non danno stabilità alla formazione titolare e poi mettici Pioli che se le cose si complicano non ci capisce più una mazza.
Quest’anno ho visto poco ma dall’Udinese in poi non le vedo nemmeno più per non incazzarmi troppo e ho fatto bene… ieri abbiamo concesso il bis della partita con il Napoli, avanti di due, mangiate varie occasioni di chiuderla e poi nel secondo tempo rimonta in pochi minuti e rischiamo pure di perderla.
Dobbiamo ringraziare che le romane e l’Atalanta quest’anno sono poca roba, ma se non ci diamo una mossa qui rischiamo di non fare nemmeno quarti ( e ad inizio stagione avevo detto pure che questa era una squadra da tutto o niente, o lottavamo lo scudetto o uscivamo fuori dalle quattro… ).
A questo punto paradossalmente, per non vedere vincere quel cesso di squadra che è la Juventus attuale, l’anti-calcio per eccellenza, la concrezione assoluta e perfezionata di ciò che in fondo la Juventus è quasi sempre stata nella sua storia, ed in mancanza della rimonta del Napoli per cui comunque faccio il tifo, bisognerebbe sperare che l’Inter per una volta faccia il suo fino in fondo… lo so è dura ma andrebbe fatto…

Modifica il 7 mesi fa da Leo 62
cugino di campagna

Intanto anche il Napoli è inciampato… vediamo se cacciano Garcia cosa succede, magari risalgono, magari implodono definitivamente… Anch’io temo per il quarto posto, ma forse c’è chi sta messo peggio di noi…

Quello che dici sul “calcio” e Allegri è giustissimo e sarebbe una sciagura se dovesse vincere l’anticalcio, insieme alla fragilità delle altre proposte, sarebbe la testimonianza di un movimento di una marginalità ormai assoluta, roba per insomma… Certo sperare che i cugini ladri ipocriti si appuntino la seconda stella, quando al massimo dovrebbero raggiungerci a 19… sarebbe dura da mandar giù… Non saprei quale sia il male minore… Non si potrebbe sospendere tutto?

Nicola Romano

Concordo .

Luc10 Dalla

“Le romane e l’atalanta quest’anno sono poca roba”…attenti al Bologna!

Leo 62

E non sarebbe nemmeno male…

Sergiod

Al Via del Mare il Milan gioca un secondo tempo che fa……
Grande protagonista e’ stato ll’incredibile Theo che nel contropiede in tre contro uno non passa la palla ad uno dei due compagni liberi e in occasione del secondo gol leccese resta a terra come sua consuetudine.
Giocatore assolutamente sopravvalutato e poco funzionale al gioco di squadra.
Sulla Var mi sono già espresso tante volte, e’ un male per il calcio.
Dopo la parentesi in Coppa siamo tornati quello che siamo, allenatore in primis.
Solo un caso i tantissimi guai muscolari?

89
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x