Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Se vi appare scandalosa, inopportuna e imbarazzante una trattativa Federcalcio-Napoli, e nello specifico  Gravina – De Laurentiis, con tanto di tre milioni in ballo da pagare, per liberare Spalletti e farlo diventare il nuovo ct della Nazionale, allora potreste anche accontentarvi di un Bollini o Nicolato commissario tecnico e non pretendere di avere per forza alla guida dell’Italia il migliore allenatore su piazza. Dai tempi di Sacchi in azzurro (1991) la Nazionale e la Federcalcio sono di fatto sul mercato e dunque in competizione con l’intero mondo del football, club e nazionali. Quindi è inutile prendersela col solito De Laurentiis che tra l’altro è il mago dei contratti e delle clausole: i patti sono tali perché convengono a tutti e sono firmati da entrambe le parti. Il Promesso Sposo Spalletti ha già smaltito lo stress e superato la stanchezza che gli ha fatto dare l’addio al Napoli, l’anno sabbatico è durato sì e no un paio di mesi… E ora – come del resto fanno tutti – vuole che la Federcalcio paghi quella clausola che lo riguarda direttamente. Insomma si sta sul mercato, la Federcalcio non è mica la mamma dei Gracchi…  

Il triangolo no, non l’avevo considerato, ma era perfettamente immaginabile che alla fine si finisse a letto in tre. Per fare un ct nuovo bisogna passare attraverso le forche caudine di Aurelio De Laurentiis, il mago o meglio il cerbero delle clausole. Questa storia è proprio pane per i suoi denti.

  Non capisco tanta sorpresa e nemmeno qualche malcelata indignazione. Non capisco perché faccia così scalpore la clausola da tre milioni di euro che il presidente del Napoli pretende di farsi pagare per liberare Spalletti dal contratto che lo ha legato alla squadra che ha vinto l’ultimo scudetto. E permettergli così di diventare il prossimo ct al posto del dimissionario ferragostano Roberto Mancini.

  Le clausole nel calcio ormai sono la regola e i contratti accettati e firmati da tutte le parti. Di solito per siglarli si mettono in mezzo fior di avvocati, procuratori, manager e compagnia cantando. Partiamo dunque da questo punto fondamentale, Spalletti – o chi per lui – ha accettato e controfirmato il patto economico che lo lega a De Laurentiis. Che non è l’unica “pietra dello scandalo” di questa incresciosa e kafkiana situazione. Ma fino a un certo punto ripeto: io, ad esempio, non me ne meraviglio affatto.

Cerchiamo di mettere qualche punto in chiaro prima di cominciare a parteggiare per una parte o l’altra.

  La Federcalcio in questa storia entra di riflesso, non è affatto obbligata o costretta a una trattativa diretta con De Laurentiis. Anzi, se proprio volessimo essere rigorosi, dovrebbe tenersene formalmente ben fuori, proprio per proteggere la sua terzietà e la sua completa indipendenza (si fa per dire). Perché il rapporto appunto riguarda Spalletti e De Laurentiis. Teoricamente dovrebbe solo aspettare che Spalletti le desse lo start ufficiale: “Tutto fatto, sono libero”. Nella pratica però queste clausole diventano sempre oggetto di trattativa diretta, tanto l’interessato, chiamiamolo il Promesso Sposo, pretende di farsele pagare dal nuovo datore di lavoro. Cioè lui firma ma, se possibile, non vuole sganciare un euro. Dico questo senza rimettere in mezzo i complessi e freudiani rapporti tra Spalletti e De Laurentiis altrimenti ricadiamo nelle ottocento puntate di una delle tantissime telenovele brasiliane. Lo dico anche constatando che Luciano Spalletti ha già smaltito le fatiche e lo stress dello scudetto, il suo anno sabbatico è durato sì e no un paio di mesi. Effettivamente non lo avevamo capito che il suo problema era avere a che fare un altro anno ancora con De Laurentiis…

  Il comunicato di De Laurentiis lo trovo un passaggio abbastanza scontato, facente parte di un copione già scritto. Questo è classicamente il suo terreno di gioco, ne sanno qualcosa i giocatori che con lui hanno a che fare in termini economici-contrattualistici, da Higuain a Insigne. Quindi eviterei di minacciare cause, controversie etc quando nei fatti non si è parte in causa e per di più tirati in ballo su un terreno dove credo che De Laurentiis giochi anche molto meglio degli altri. Perché più cinico, adeguatamente cattivo, smaliziato, anticonvenzionale e pure un po’ antisistema. In parole povere non vede l’ora di infilarsi in una diatriba legale del genere, proprio perché si divertirebbe un sacco a tenere sotto scacco Federcalcio e compagnia. Lo si vede, del resto, già adesso. “Hic Rhodus, hic salta” direbbero quelli bravi. E direbbe lui: provate a dimostrarmi che non ho ragione.

Posso capire che sia imbarazzante e sconveniente pagare, sia pure indirettamente, una discreta cifra a un presidente di società per fargli liberare un allenatore. Ma è altrettanto vero il contrario, anche non pagarla richiede una trattativa, per la quale i perfidi tifosi domanderanno: “Cosa c’è dietro?”. Metteteci gli inevitabili intoppi arbitrali e le solite questioni di ordinaria amministrazione e l’inghippo è fatto.

  C’è una sola via d’uscita a tutto questo: fare ct qualcun altro. Scegliere un allenatore libero sul mercato. Un tempo la Federcalcio aveva la sua tradizione di allenatori provenienti da Coverciano e destinati unicamente o quasi alla carriera federale al servizio delle varie nazionali. Poi con Arrigo Sacchi – allora il migliore su piazza – si cambiò rotta. Tra parentesi a quei tempi, siamo nel novembre del 1991, Sacchi, pur essendo stato sostituito in rossonero da Capello,  aveva comunque un rapporto economico col Milan, la cui panchina aveva lasciato, dopo quattro anni straordinari. Ma, rivelò poi lui stesso, erano soldi che prendeva da Berlusconi unicamente per dire no a eventuali offerte della Juventus, che gli faceva la corte.

    La Federcalcio sul calciomercato non è dunque un’anomalia. Fa parte dell’evoluzione. Da oltre trent’anni il panorama è completamente cambiato, se non volete Bollini o Nicolato (del resto già giubilato) ct, bisogna stare sul mercato. E affrontarne le tempeste. Il presidente Gravina  non può far finta di nulla, sa perfettamente che si sta rivolgendo a un allenatore fermo ma di fatto non libero e in qualche modo ancora vincolato al Napoli. E’ il mercato appunto, non si può pensare di essere estranei al gioco delle parti.

  Del resto anche l’addio di Mancini – con le sirene dell’Arabia Saudita sullo sfondo e un contratto da decine di milioni di euro l’anno – è calciomercato. E la Federcalcio è da parecchio che non è più la mamma dei Gracchi.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canai social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SINTESI

Se vi appare scandalosa, inopportuna e imbarazzante una trattativa Federcalcio-Napoli, e nello specifico  Gravina – De Laurentiis, con tanto di tre milioni in ballo da pagare, per liberare Spalletti e farlo diventare il nuovo ct della Nazionale, allora potreste anche accontentarvi di un Bollini o Nicolato commissario tecnico e non pretendere di avere per forza alla guida dell’Italia il migliore allenatore su piazza. Dai tempi di Sacchi in azzurro (1991) la Nazionale e la Federcalcio sono di fatto sul mercato e dunque in competizione con l’intero mondo del football, club e nazionali. Quindi è inutile prendersela col solito De Laurentiis che tra l’altro è il mago dei contratti e delle clausole: i patti sono tali perché convengono a tutti e sono firmati da entrambe le parti. Il Promesso Sposo Spalletti ha già smaltito lo stress e superato la stanchezza che gli ha fatto dare l’addio al Napoli, l’anno sabbatico è durato sì e no un paio di mesi… E ora – come del resto fanno tutti – vuole che la Federcalcio paghi quella clausola che lo riguarda direttamente. Insomma si sta sul mercato, la Federcalcio non è mica la mamma dei Gracchi…  

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
151 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Trebaffetti

risolta la questione Spalletti la domanda diventa: cosa si inventeranno all’Inter per far saltare anche l’affare Pavard?

Modifica il 6 mesi fa da Trebaffetti
Mordechai

Cercheranno di pagarlo in natura.

mario rossi

Non c’è bisogno di grande inventiva. E’ sufficiente non avere 35 milioni da spendere. Zhang non li ha per cui o ti affidi alla beneficienza del bayern o ti attacchi al tram. L’affare è già nato “saltato” in effetti, clamoroso sarebbe il contrario.

mario rossi

Bocca se uno firma un contratto con me e poi decide di non rispettarlo più di sicuro non gli stendo il tappeto rosso anzi cerco di fargli il culo quindi farei come adl

commentanonimo

Ot tra le cose belle un augurio a Rivera 80enne. Lo ho visto a fine carriera un paio di volte al Comunale incluso quando mi pare Tardelli prontivia ando’ sulle sue gambe. Grande tecnica forse un po’ atleticamente giu’ insomma nulla a che vedere con altri visti al comunale come diego, pablito, le roi e un troppo dimenticato Zico o la coppia mattheus-rummenigge. Ma forse era gia ai titoli di coda nn so. Benvenuto a Spalletti.😀

2010 nessuno

Si è fatta, Luciano Spalletti è il nuovo CT della Nazionale, in bocca al lupo

Nessuno 3

Allora. Se mi è consentito andiamo al calcio del campo (quello che lapalissianamente decide tutto). Tra poco più di 24 ore riparte la giostra e già da un po’ impazzano le previsioni con il supermercato ancora aperto. Gli youtuber opinionisti del calcio impazzano con le loro griglie: ne ho registrate almeno tre e due danno l’Inter vincente davanti al Napoli e uno vede il Napoli davanti a tutti con l’Inter di rincalzo. Anche i bookmaker sembrano allineati sulla stessa linea vedendo l’Inter favorita (Snai la da a 3,00 mentre Bet365 la da a 2,75) davanti al Napoli e con terzo incomodo la Juventus (che Snai da alla pari con il Napoli). Gli scommettitori sembrano dare la preferenza a Inter e subito dietro il Milan. Infine, anche l’algoritmo ha detto la sua: per Opta, la vincitrice del campionato sarà l’Inter. Il Napoli si piazzerà secondo, con la zona Champions che sarà completata da Milan e Juventus. In Europa League ci andranno Lazio e Roma, con l’Atalanta al settimo posto con conseguente qualificazione alla Conference League (fonte: Corriere dello Sport). Giusto per inciso, lo scorso anno l’algoritmo di Nate Silver, statistico famoso in tutto il mondo per aver azzeccato i risultati delle elezioni Usa degli ultimi 15 anni, redatto più o meno di questi tempi dava favorita l’Inter con il 36% di probabilità seguita dal Milan con il 17% di probabilità e il Napoli con il 12% di probabilità. La Juve risultava solo 7a con il 5% di probabilità di vincere lo scudetto (Fonte: GQ). Sappiamo poi come è andata a finire.
Eppure l’andamento fino ad ora del mercato potrebbe dire qualcosa di diverso. L’Inter ha perso qualcosa (Brozovic, Dzeko, Lukaku, Onana, se vuoi anche Skriniar, tra i più importanti) e ha preso Frattesi (ottimo per me) e Carlos Augusto (che farà la riserva di Dimarco) più altri (il sostituto di Dzeko/Lukaku è Thuram che fino ad ora non ha fama di goleador). Il Milan ha molto cambiato e potrebbe avere problemi per il raggiungimento dell’amalgama (che non si compra al mercato) ma, così, a naso mi sembra la più interessante (tra l’altro, a mio modesto parere, è stata l’unica squadra, nonostante tutti i suoi problemi, ad aver messo veramente in difficoltà il Napoli), la Juve gode del “vantaggio” di non fare le coppe e, secondo me, può sperare che Chiesa sia un po’ più ripreso rispetto all’anno scorso di ritorno dal grave incidente patito. Il Napoli, fino ad ora, ha perso i soli Berezinski e ‘Ndombele (che erano riserve) e il grande Kim Min-jae (il miglior difensore della serie A dell’ultimo campionato), ma li ha sostituiti già con figure analoghe che dovranno integrarsi, è vero, ma tutta la squadra titolare vincitrice dello scudetto 2022/2023 con 5 giornate d’anticipo e con 16 pti di vantaggio sulla seconda è rimasta invariata. Perché, allora, questo scetticismo diffuso? La risposta può stare nel fatto che viene considerata la rinuncia di Spalletti a continuare la propria avventura a Napoli la vera discriminante negativa sui futuri risultati della squadra azzurra. Può darsi che sia così, Spalletti (e anche Giuntoli e anche tutti gli altri) è stato fondamentale, su questo non ho alcun dubbio ma secondo me, premesso che ripetersi è sempre difficile, il vero handicap può essere la mancanza di quella fame feroce mostrata lo scorso torneo, l’appagamento che prende chi non è abituato a vincere e ha raggiunto, meritatamente, un traguardo grandissimo. In verità, i segnali che si leggono dalla stampa non sembrano andare in questa direzione ma, seppure è scontato, solo il campo ci dirà la verità e la prima riprova l’avremo tra poche ore. Le prime giornate, comunque non assolutamente decisive, ci potranno dare qualche prima indicazione e queste ci potranno essere utili per sfornare la nostra (mia) griglia finale che registremo con il gioco A dell’OPN 🙂 .
Buon campionato a tutti.
‘Nce vedimme

Leo 62

Ciao Gianni, giusta la tua analisi, il problema del Napoli potrebbe essere un certo appagamento che di solito arriva dopo un successo importante e da lungo desiderato. Fu quello che accadde al Milan l’anno scorso e fu una cosa che il buon Sandro, ahimé non più a Milano, fece notare subito ad inizio stagione… mancava qualcosa a livello di testa rispetto l’anno prima, e con il tempo le cose peggiorarono.
Detto questo per me il Napoli è sempre favorito, ha tenuto Osi, ha tenuto Kvara, ha sempre di Lorenzo, e chi è andato via è stato sostituito. Garcia conosce il campionato italiano e l’unica perlessità al limite è verificare se la sua tendenza a partire forte ed arrivare piano possa rivelarsi un problema, soprattutto in un anno in cui non sarà possibile la doppia preparazione leggera dell’anno scorso per via dei Mondiali invernali.
Poi per me ci sarà il Milan che ha cambiato molto a centrocampo ma ha anche più soluzioni davanti rispetto all’anno scorso. Qui dipenderà tutto da Pioli e dalla sua capacità di mettere insieme questi giocatori, in gran parte molto interessanti, ed adeguarli a nuovi schemi.
Se l’impressione di una sua responsabilità nella stagione dell’anno scorso che ho avuto si rivelerà giusta, si rischierà di fare di nuovo male ed anche di uscire dai quattro. Al terzo posto metto la Juventus, costruita malino ma senza Coppe e quindi alla fine possibile al secondo posto dietro quella tra Napoli e Milan che farà bene o che magari non sarà condizionata dalle Coppe ( che toglieranno molto come sempre al Campionato ). Poi l’Inter che a me pare molto indebolita, Brozovic non sostituito, portiere da vedere, Frattesi pure, Arnautovic per Dzeko, ed una proprietà in evidente difficoltà. Oltre queste potrebbe inserirsi la LAzio di Sarri, più per le capacità dell’allenatore che per altro, al posto di chi delle quattro dovesse avere problemi ( una delle due milanesi per me, Juve e Napoli tra le quattro le metto sicure ).
La Roma ha un buon centrocampo con Paredes, Sanches e Wijnaldum, ma a rischio infortuni e con poca continuità… e manca qualcosa in attacco ed in difesa , oltre ed un JM all’ultimo anno di contratto, che sembra sempre alla ricerca della propria visibilità.
Attenzione anche all’Atalanta che potrebbe trovare in CdK una risorsa insospettata, e darci una mano in prospettiva.
Vada come vada Buon Campionato!!!

Modifica il 6 mesi fa da Leo 62
2010 nessuno

Frattini buongiorno
Senza offesa ma, dopo che ce l’hai tirata con la previsione sull’Inter, inviterei tutti i miei cotifosi ad una sana contromisura apotropaica a contrasto sfiga.

Nessuno 3

Fai bene.
“Essere superstiziosi è da ignoranti, ma non esserlo porta male.” Eduardo De Filippo
🙂
Buon campionato e buon divertimento!
‘Nce vedimme

Nessuno 3

Anche nel contratto che Mancini aveva con la Federazione c’è una penale che, a quanto pare, la federazione avrebbe intenzione di far valere. Lo dice la Gazzetta. E adesso come la mettiamo?
‘Nce vedimme

a-hum

cccp!

Nessuno 3

In romano suona ” ‘Sti c@xxj”, in napoletano è ancora più cruda e te la risparmio ma, ti assicuro, riempie la bocca!! 🙂
Buon campionato e buon divertimento.
‘Nce vedimme

Modifica il 6 mesi fa da Nessuno 3
TurinTurambar76

Ma fatta bene

Kit Carson but can change if unappropriate

che non si sa mai

inox

Buongiorno Fabrizio

In merito alla faccenda del Napolista, il Presidentissimo ha ragione da vendere. Quando sono gli “altri” a dover fare un passo indietro allora sono tutti * con il ** degli altri. Gli accordi o i contratti si rispettano. In questo caso, visto che Spalletti era stanco e voleva un anno di riposo, visto che interrompe volentieri lo svago per la nazionale allora l’importo previsto in clausola si triplica con l’obbligo di lasciare la panda a Napoli. Ho ragione Fabrizio? Ora, questione serissima. Senti un po’: ovunque assistiamo e ascoltiamo perfette sciocchezze, ritenute per nulla tali e ciò è dovuto alla loro diffusione sui più importanti organi della stampa e/o della televisione, pubblicate con grande enfasi e agiografia sull’interlocutore di turno, spesso un perfetto idiota, ma questo non lo si rimarca quindi, non è così. Passato il tempo di una guazza la banalità affiora ma, questa volta, non viene rimarcata e quindi la sciocchezza detta diventa come mai pronunciata. Esempio: La Beneamata, Prestigiosa, Mai Retrocessa (a oggi) comunica il motivo per il fallito acquisto di Samardzic dovuto a un cambiamento contrattuale del padre e dello zio e della zia e del cugino, la mamma e la zia, sorella della mamma no, del giocatore. L’Inter ne fa una questione di principio e rinuncia al giocatore. Al contrario dell’uso della comunicazione servile, qui, si fa presente ai brodi che nessuno deve essere preso in giro. Accordo con gli arabi per la vendita di Brozovic a 24 mln e poi, questione di principio (!) regalato a 18 mln. Il giocatore più forte in Europa nel suo ruolo secondo solo a Modric. Questione di principio cedere Onana, quasi in lacrime per l’addio e prendere uno più vecchio di 7 anni. Alle prime partite pare incollato sulla riga di porta e quando è in uscita simile un ubriaco a capodanno (ma non è colpa sua). Questione di principio Arnautovic. Lo scorso luglio ancora alle prese con un problema al piede. E ancora: siccome non costa nulla e allora vai con l’oltraggio più fiaccante fatto subire al tifoso interista con l’acquisto della rum…..birichino iuventino. Questioni di principio o pezze al culo?

abbasso la maggioranza

La seconda che hai detto.

Mordechai

La seconda che hai scritto.

mnar53

Bocca, condivido la sua analisi. E se ne esce solo con un ingaggio di 4 ML netti anno a Spalletti, e Spalletti che paga la penale in tre anni. In tutto questo la FIGC farebbe bene a restarne completamente fuori, visto che il contendere è tra Spalletti e la società calcio Napoli.

Aggiungerei che se Mancini si fosse dimesso prima del 4 giugno e l’interesse della FIGC fosse stato dichiarato allora, probabilmente la posizione di De Laurentiis sarebbe stata molto più morbida. Ma così, con Spalletti che ha dichiarato di voler stare fermo un anno e con un accordo liberamente sottoscritto a luglio e vantaggioso per Spalletti (se fosse stato fermo per un anno non avrebbe pagato nulla, invece di una penale di 3 ML che il Napoli avrebbe potuto chiedere sùbito come danni per il mancato rispetto del contratto), non vedo come si possa criticare la posizione della società.

P.S.: come già notato da altri, Conte non accetterebbe meno di 5 ML Quindi anche economicamente la FIGC non ci smena nulla.

a-hum

per isolarvi qualche ora dalle ridicole questioni del calcio e della politica nostrane vi prescrivo:
Venerdì 18 agosto Italia-Svizzera alle 21
Sabato 19 agosto Italia-Bulgaria alle 21
su Rai (consigliato) e Sky;

Modifica il 6 mesi fa da a-hum
mario rossi

È giochi senza frontiere?

Obizzo da Montegarullo

Queste diatribe tra milionari sono avvincenti come un’amichevole estiva…

Bombaatomica

Appena da piu parti si sono levate voci sulla cazzata sparata da AdL, ecco che – come d’incanto – interviene uno dei suoi maldestri azzaccagarbugli: “non esiste alcuna clausola anti-concorrenziale”. Ohhhhh, meno male. Hanno deciso di finirla co ste cazzate! Non c’era bisogno del parere del Consiglio di Stato per dirimere la questione. E’ SOLO UNA QUESTIONE DI VILE DENARO, come si sapeva fin dall’inizio.

Continua il legale da strapazzo: “Escludo categoricamente che AdL – lo strozzino napoletano – voglia i 3 “testoni” (ahò, proprio così ha dichiarato 😂 😂 ). Aridanghete con le fregnacceeeeee. Ahòòòò, l’amo capito che volete li sòrdi!!!! Inutile arrampicarvi sugli specchi 😁 😁

Modifica il 6 mesi fa da Bombaatomica
TurinTurambar76

De Laurentiis dovrebbe essere onorato che un suo allenatore ancora sotto contratto vada in Nazionale…
la clausola ha senso solo per squadre di club italiane..

ma il buon senso non è di questo paese

Giorgio Bianchi

Onorato? E perché esattamente?
Tu hai letto il contratto tra il Napoli e Spalletti?

Il re è nudo

A me pare che il senso della clausola non sia tutelarsi dalla concorrenza, bensì rimarcare qualcosa che dovrebbe essere normale ma che evidentemente normale non è: se firmi liberamente un contratto, poi lo rispetti! Non te ne vai quando pare a te a lavorare per qualcun altro che ti sta più simpatico o ti paga di più.
Possiamo criticare De Laurentiis quanto vogliamo e tutti sappiamo che ce ne sono motivi a volontà, ma su questo ha tutte le ragioni del mondo!

EroAdAtene

Lui considera chi paga cosa sua, non un essere umano. Spalletti se ne è reso conto al momento dello scudetto, quando ha capito che fare ombra al Padrone non è gradito.

a-hum

la Bertolini ha già trovato un ingaggio?
camerata Giorgia, rompiamo il tetto di cristallo!

Calasalumi

Ma che paghino la penale e non facciano i morti di fame, che vergogna. De Laurentiis ha perfettamente ragione.

2econdo me

La penale la deve pagare Spalletti. Io di lui in Nazionale posso farne a meno, non è Gesù Cristo

Bombaatomica

Eccone un’altro….. che si fa fico con i soldi degli altri….

Obizzo da Montegarullo

Bocca, mi ha cancellato un post così bellino…. Cattivone….. Così mi fa piangere…… Gneeeee….. Gneeeee……

Mordechai

OT : dalla Gazza… “allenatore dell’anno, duello tra Guardiola, Inzaghi e Spalletti…”
Un duello fra tre?
Ma dove li pescano i pennivendoli della Rosea, alla scuola materna?

EroAdAtene

Triello è termine di proprietà Rai con l’eredità 😁

TurinTurambar76

Triello suona male…

duello e’ vero che e’ per due ma nel significato comune si e’ esteso come significato..

fossero questi gli strafalcioni…

malandragem

“un durello fra i tre” sono riusciti a evitarlo però

Mordechai

Si è esteso come significato?
Tu dici?
Mah…

TurinTurambar76

Nel senso di gara,lotta,contesa

Luc 68

Doveva scrivere triello …. ma non lo avrebbe capito nessuno.
Il Buono
Il Brutto
Il Cattivo

Fate voi le associazioni😂😂😂

2010 nessuno

Forse più la parodia con Franchi e Ingrassia:
Il bello
Il brutto
Il cretino

Quattroquattronovetredue

Nel cimitero di Sad Hill: voleva scrivere triello.

Bob Aka Utente11880

Triello è un copyright di Insinna ….

ConteOliver

che poi è un quadriello, perché gli Inzaghi sono 2 😆

Trebaffetti

“allenatore dell’anno: stallo alla messicana tra Guardiola, Inzaghi e Spalletti”

Pickwick

Ma migliore allenatore dell’anno in Europa?

Mordechai

In Ciociaria.

Grazie dell'info

Guarda che è stato segnalato un allenatore molto bravo anche in Giappone, un altro anche in Korea…, (nessuno bravo come Allegri per carità) solo che la UEFA ha pensato di escluderli… chissà perché 🤣🤣🤣

Mark Renton

La soluzione è semplice: se Gravina non vuole pagare la penale, Spalletti sarà commissario tecnico dal primo agosto 2024
Fino ad allora, un traghettatore che segua a distanza le direttive del tecnico toscano.
Questo è il calcio italiano, questa è la federazione italiana.

Piuttosto, caro Gravina, ma la tanto attesa riforma dei campionati?
Piuttosto, caro Gravina, ma la covisoc che dorme sulla situazione finanziaria di Inter e Roma?
Piuttosto, caro gravina, ma perché Buffon capo delegazione invece di qualcun altro tipo Nesta, Maldini, Baresi, Cannavaro, Tardelli?
Perché è recordman di presenze in maglia azzurra? Ah beh…

Pickwick

Speriamo che la nazionale non finisca come i Gracchi, anche se mi sembra sulla buona strada, purtroppo.

Bombaatomica

📣📣Ultimissime da Coverciano 📣📣

Pare che Gravina abbia scelto Spalletti come nuovo allenatore della Nazionale e che il tecnico toscano abbia accettato il mandato “con riserva”, come si addice nella migliore tradizione politica italiana.

All’orizzonte, però, si addensano nubi minacciose. Si profila, infatti, una bella battaglia legale tra AdL e Spalletti.
Speriamo solo che Gravina non si cali le braghe – dopo 2 gare azzurre a settembre – accettando di pagare la penale allo strozzino napoletano….

Qualora accordi sottobanco prevedano la convocazione in Nazionale di mezza squadra partenopea in cambio del Nulla Osta” per Spalletti, direi che c’è necessità di assumere portatore d’acqua per sollazzare i vari Immobile, Casale, Romagnoli e compagni bella 😂😂😂

NELLO MASCIA

FALLI DA DIETRO –
PRESENTAZIONE DEL CAMPIONATO 2023-24
 
Non ci sono più i campionati di una volta.
Quando la sarabanda mercato terminava un giorno prima del via.
Oggi si vuole che lo stillicidio prosegua per tutto agosto, fino all’alba della terza giornata.
Va a capire il perché.
 
Il povero scriba affannato in fuga da lanzichenecchi bighelloni e da ministri che votano libri che non leggono, si rifugia sui notiziari sportivi e viene sommerso da valanghe di colpi veri o presunti che accrescono i rischi per chi osa avventurarsi negli impervi sentieri di una previsione.
 
Ma, si sa, le previsioni le azzecca solo chi non le fa.
Dunque, coraggio.
 
Napoli smantella di malavoglia gli ultimi striscioni azzurri da vicoli e balconi.
 
La Regina dall’ orlo dell’abisso scavato dai suoi sedici punti guarda in giù la microscopica pattuglia delle inseguitrici e, magnanima, concede la doverosa rivincita.
 
Lo scudetto cucito sul petto.
Ma sotto la preziosa maglia un’altra anima.
 
Fra Cipolla si sottrae perchè “un po’ stanchino” dopo la galoppata trionfale. Sceglie l’anno sabbatico, o qualcosa del genere. Salvo poi approdare a Coverciano. Se il presidente lo consentirà.
 
Giuntoli cede alle lusinghe dell’avversaria storica, storicamente ossessionata a rincorrere bandiere azzurre.
 
Sarà un Napoli con un’altra anima a difendere il titolo.
Fra i disponibili, la scelta cade su Rudi Garcia.
Francese di origini andaluse, come il suo nome suggerisce ricordando il grande cantore di quelle terre fiere e struggenti.
 
Non un fuoriclasse, non un nesci.
Un titolo al Lille, una semifinale Champions al Lione.
 
Il Presidentissimo Impomatato si impegna a consegnargli il giocattolo perfetto quasi intatto.
 
Privo solo della muraglia coreana.
Al suo posto pescato il palindromo Natan, difensore brasiliano. Il che, per uno della mia età, suona sempre come un non rassicurante ossimoro.
Resterà anche il Signorinello Pallido, che ha resistito pare alle lusinghe di Sherazade.
E – se vera – la notizia fa piacere al cuore.
E’ lui l’icona-scudetto più memorabile.
Lui steso sul prato dello Stadium al gol di Jack.
 
Resterà il telaio vincente.
Da Kiarastella a Charlie Brown Lobo, dal Capitano allo Zircone Macedone, a Zambo, al Barilotto Lusitano.
 
Resterà soprattutto Osi.
 
Anche lui a lungo attratto dalle sirene arabe, ma alla fine il Presidente l’ha spuntata.
 
Con lui in squadra cambia tutto.
E le probabilità di un bis ingigantiscono.
Uno così non ce l’hanno in molti, in giro per il mondo.
 
Perché Osi è lo sterminator Vesevo.
Il creatore attivo di quanto noi napoletani abbiamo con noi.  Poiché l’ingegno, l’operosità ruggente, la gesticolazione con le mani avanti, il molto discorrere, l’urtarsi, il gusto scugnizzo per la sfida, la furia mai doma, la facoltà eruttiva non sono che impulso Vesuviano.

E Osi ne è la summa.
                        
Con lui, le inseguitrici – non fosse altro che per timore – si fanno più lontane.
 
Tra queste, la più insidiosa, a sentire i bookmakers, è la squadra di Inzaghino.
Anzi per i bookmakers è lei la favorita.
Ma siamo sicuri?
 
Hanno smantellato la colonna vertebrale della squadra finalista a Istanbul, e i sostituti non fanno impazzire di gioia nessuno.
 
Sommer ha un’età. Frattesi sarà pure bravo, ma è il sosia di Barella. Thuram è da vedere in coppia con colui che dovrà sostituire Romelu. 
 
E chi sostituirà Romelu? Non il Colosso di Rodi.
 
Ma Marko Arnautovic trentaquattrenne viennese via Bologna.
Già passato per la Milano bauscia una dozzina d’anni fa, ma immediatamente sfrattato perché al tempo ritenuto inadeguato.
 
Lo scorso anno finirono a sedici punti. Con una squadra così saranno in grado di recuperare l’enorme svantaggio? Onestamente a me pare impossibile.
 
Eppure sono loro, i Suninter i favoriti dai bookmakers, e i bookmakers si sa sono gente notoriamente seria.
 
Nel terzetto delle immediate inseguitrici doveroso inserire gli juventini.
 
La novità più inquietante è l’apparente ridimensionamento.
 
Il campionato scorso ci aveva lasciato con uno strascico in sospeso.
 
La sentenza sul processo per le colossali truffe perpetrate degli anni dalla gloriosa società piemontese.
 
Compito imbarazzante affidato al Tribunale della Federazione.
Imbarazzante perché la Federcalcio è notoriamente la succursale bianconera. Presieduta da tal Gabriele Gravina, fedele maggiordomo di casa Agnelli.
 
Tutti a tremare per le conseguenze che avrebbe sofferto l’intero sistema. Il brand Juve andava difeso a tutti i costi. Anche contro i falsi in bilancio.
 
E’ finita come si prevedeva.
Una patteggiata.
 
Un buffetto sulla guancia. Una mancetta per la servitù.
 
Stesso esito a Nyon.
Con in aggiunta la severissima punizione di esclusione dalla Conference League.
 
Cosa che in realtà è un premio.
 
Un torneo noioso, che non porta un euro di guadagno.
Che distrae e mette i calciatori a rischio infortuni su campetti da oratorio.
Meglio starsene a casa e concentrarsi sul campionato.
 
Ma il ridimensionamento è evidente.
Un mercato mai iniziato.
Giuntoli praticamente inoperoso. Resta un mistero cosa ci azzecchi lui con questa nuova Juve, e perché l’abbia scelta.
 
Il vuoto per l’addio di due star come Cuadrado e Di Maria non può essere colmato dal giovane Weah e dal rientro di McKennie. Il Polipo resta ma nessuno sa se e quando giocherà.
 
Acciu, per far dimenticare due annate orribili e le critiche al non gioco, avrebbe espresso il parere di scambiare Vlaho con Romelu, più propenso del serbo al dialogo.
 
Affare impossibile, nonostante le immediate bave del belga, che aveva appena smesso di sbaciucchiare la maglia interista.
Non ci sono più gli uomini-bandiera di una volta.
 
Insomma la Juve avrà il vantaggio di pensare al solo campionato.
Di avere nel serbo comunque uno dei tre finalizzatori più affidabili in giro per l’Italia.
Ma alla fine sarà la stessa Juve sbilenca della scorsa stagione.
 
Sulla riva opposta dei Navigli i rossoneri sono tra i più attivi del mercato.
L’ addio a Tonali, per quanto doloroso, consente di rinnovare.
 
Tanti nomi nuovi, tante scommesse interessanti.
 
Come quel nigeriano impronunciabile sulla fascia destra.
E poi Pulisic, e quel Romero dal culo bassissimo, molto tecnico e un po’ trascurato a Roma da Sor Polpetta.
 
Per non parlare di Rejnders centrale squisito all’AZ e del gigantesco Loftus un tempo considerato il nuovo Ballack.
 
Si vedrà. Per ora la squadra è un cantiere.
 
Le inseguitrici più accreditate sono queste.
E nessuna di queste – almeno sulla carta – sembra aver migliorato. Anzi.
 
Si riparte. Un giudizio più completo si potrà avere solo a fine agosto. Quando la sarabanda chiuderà.

Con una Federazione allo sbando a venti giorni da una partita decisiva per l’accesso agli europei.

Mancio indispettito dalla valanga di assunzioni juventarde nel suo staff, ma probabilmente anche lusingato dall’onda araba, confessa mesto: “Gravina non mi voleva più”.

Successe anche a Gian Maria Volontè.

Qualunque cosa accadrà sarà un disastro.

anacleto sarcazzo

va beh sará pur stato stanchino ma gli offrono di allenare la nazionale.
io non alleno, non gioco, seguo poco il calcio e per dirla tutta non ho un gran sentimento patriotico, e pur con tutto questo mi verrebbe da dire che non è proprio una cosa che ti succede tutti i giorni, no?

Modifica il 6 mesi fa da anacleto sarcazzo
Bombaatomica

Da che mondo è mondo, si parla sempre della vice campionessa d’Italia quale candidata al trionfo finale.
Solo anello Masha la ignora….. 👎👎

a-hum

veramente non solo lui;

il ghiro

Caro Masha, noto lieto l’assenza della Lazio tra le potenziali aspiranti. Meglio così, sottotraccia si lavora meglio. Salutami Orso.
N.B. Adesso che Luca Pellegrini s’è rapato, liberandosi di quel gatto morto che teneva sulla capa, gli aquilotti sono ancora più temibili. Tremate, strisciate e non, quest’anno avrete qualche sorpresa.

Modifica il 6 mesi fa da il ghiro
Mozilla

Ancora con questa favoletta dell’avversaria storica? Ma se siete stati quasi sempre in serie B e quando non c’eravate eravate a rischio di andarci!

a-hum

mi sa che sono pochissime le squadre i cui tifosi non le elevano al rango di avversarie storiche;
in realtà la Domina ha un solo rivale, il Milan, e una sola nemica, la Prescrittese;

commentanonimo

E un derby da onorare, purtroppo sceso ad una partita di secondo livello perchè il Grande Torino non esiste più.

malandragem

Maestro!! Finalmente!!

Da Istanbul è tornato poi in autostrada? Era sempre aperta?

Ora bando alle ciance e ci racconti tutto della magica notte turca!

Modifica il 6 mesi fa da malandragem
Pickwick

Tutto questo spazio sprecato quando sarebbe bastato un ‘Forza Napoli, Juve m…’ per esprimere lo stesso concetto.

Mordechai

Il Napoli sarebbe avversario “storico” della Juve?
Ma che stai a dì?
Il Milan e l’Inter sicuramente, ma il Napoli dai su…
La Juve sarebbe “ossessionata” dalle bandiere azzurre?
Ma quali bandiere? Ma che stai a dì?
Vincete uno scudo ogni trenta anni, ma dai su…

Nicola Romano

Amico mio pure tu ti fai prendere dal furore della lesa maesta’ , in realta’ e’ la Juve che e’ l’ avversaria storica del Napoli e cio’ha scritto Nello , o neanche questo va bene ? .

Mordechai

Non va bene, avversaria storica del Napoli è la Turris.
😂

Nicola Romano

Si magari l’ Internapoli ( per i molti giovani era una squadra degli anni 60) , ribadisco che negli anni in cui il Napoli e’ stato competitivo, il piu’ frequente avversario e’ stata la Juve.

ConteOliver

Il Napoli di Maradona se la vedeva col Milan degli olandesi, non certo con la Juve di Maifredi, Magrin e Galia, non diciamo minchiate, dai.
Platini e Maradona si sono incontrati quando uno era a fine corsa e l’altro nel pieno del suo splendore calcistico
la vera antagonista dei ciuchi, a fine anni 80, era il Milan di Sacchi

Giorgio Bianchi

Aggiungerei anche, caro Nicola, che i vari Zoff, Altafini, Ferrara, Cannavaro, Higuain per finire con Giuntoli sono stati bandieroni azzurri prima di essere presi dalla Juve! E ci aggiungerei che uno scudetto vinto dal Napoli ne vale almeno 15 delle strisciate, ma questo sarebbe un altro discorso che non capirebbero mai. Resta il fatto, è vero, che gli juventisti si sentono superiori, mentre sono al 90 % sceglitori di squadra vincente😄😈 e si risentono peggio di se gli avessi offeso la madre, se non si parla della loro squadra in termini entusiasticamente elogiativi, perché loro sono i più bravi, i più belli, i più alti, i più buoni, i più biondi e c’ hanno pure gli occhi azzurri! Anzi no, azzurri no! Uno bianco e uno nero🤣🤣🤓
PS uno di loro mio conoscente ora tiene per il Napoli😱😂😂

Modifica il 6 mesi fa da Giorgio Bianchi
Pickwick

Non capendo di calcio ti butti nell’analisi sociologica da quattro soldi sul tifo. Con aggiunta di faccine che rendono ancora più patetico il tutto.

Giorgio Bianchi

Non capisci un beneamato….. E non ti vergogni a mostrarlo!! Bravo!!!!

Pickwick

Risposta patetica, come ogni cosa che scrivi.

Nicola Romano

Ovviamente c’ è un po’ di esagerazione, ma per una parte dei tifosi e’ proprio così .

a-hum

uno di loro cosa? juventino? piemontese? ascaro?
da tempi non sospetti tengo per il Napoli, nat. come una delle mie seconde squadre;
personalmente non mi risento se non la si elogia, mi risento se la si calunnia e diffama;
cmq sì, sono più bello e più alto, ma ho forti dubbi sul più bravo;
sul più biondo sto ovviando con l’acqua ossigenata (ma per ora è uscito solo un marroncino chiaro), per gli occhi azzurri purtroppo non tollero le lenti a contatto -comprerò degli occhiali con lenti azzurrine;

a-hum

la storia la scrivono i vincitori, solo che i napolisti hanno trovato un pessimo scrivano;
si crede Brera ma non ricordo che il gran Lombardo (questa la capirà dall’aldilà -incazzandosi) infarcisse gli scritti con soprannomi, ne usava pochi e soprattutto comprensibili;
né li inzuppava di insulti, calunnie, allusioni e diffamazioni;

Giorgio Bianchi

Ma che stai a dì “abatini” e “rombo di tuono” sono i più famosi e il primo non era certo usato con intenti elogiativi e basta questo per smentirti.
Poi onestamente più che Brera, bravo si, ma anche molto pompato, io lo paragonerei più al grandissimo Napoletano Ghirelli o forse meglio, per la vena, satirica all’ altrettanto grande Napoletano Necco.

Modifica il 6 mesi fa da Giorgio Bianchi
Mordechai

O all’altrettanto grande Napoletano Pulcinella.

Giorgio Bianchi

Mi spiace per te, sinceramente. Mostri di non conoscere la storia della maschera di Pulcinella che è tragica. Avessi detto Arlecchino l’avrei non giustificata, ma quantomeno compresa.
Si vede che la deludente stagione scorsa e campagna acquisti ti ha messo decisamente di malumore. Peccato! Eri uno dei pochissimi juventisti coi quali si riusciva a dialogare serenamente.Peccato che ti sia allineato alla massa!
Le ferie devono averti fatto male.

Modifica il 6 mesi fa da Giorgio Bianchi
Mordechai

Veramente le ferie le devo ancora fare. A settembre. 😀
Ma quale malumore…scommettiamo che la Juve vince lo scudo e Weah sarà il nuovo Kvara?
😀😀😀

a-hum

citavo Brera proprio perché ha coniato dei soprannomi rimasti, al cui esempio si illude di ispirarsi il Mascia, ma temo che i suoi non rimarranno;
inoltre, ricordi che Brera infarcisse i suoi articoli di soprannomi oltre uno o due?
abatino ti sembra insulto, calunnia, allusione o diffamazione?
alludeva al fisico, non certo esempio di lombardaggine ( mio (c));
se paragoni il Mascia a Ghirelli o Necco non so se indignarmi o campatirti, scegli te;
la vena satirica dove la vedi? io vedo un maldestro tentativo di essere spiritoso e per giunta colto, ridotto a stupidaggini tipo Fra Cipolla, Presidentissimo Impomatato, palindromo Natan;
vedo la presunzione di commentare il campionato prossimo venturo quando ancora il mercato non è chiuso e non si sa se il coreano sarà sostituito degnamente, se Osimehn sarà alla fine ceduto, se Pogba potrà giocare almeno venti partite al suo livello, se De Kateleare si confermerà quello del Milan o quello del Bruges;
vedo l’autoesaltazione della doppia riga, ad isolare i suoi periodi per richiedere una pausa di riflessione come se avessero chissà quale profondo significato;
vedo la propensione degli scrittorucoli italioti alla fumosità a scapito della chiarezza, all’apoditticità sentenziosa, all’autoincensamento à la Andrea “Sticazzi” Walters;
che tifiate per la stessa squadra non ti faccia perdere il raziocinio;

Modifica il 6 mesi fa da a-hum
Giorgio Bianchi

Pinguì tu sei bianco e nero nella pelle e si vede pure.

Penso che non perché uno la pensa diversamente da te debba necessariamente essere insultato come fate voi juventisti con Mascia che tra l’altro elegantemente e con stile evita sempre di replicare a tutti gli insulti che gli vomitate addosso senza ritegno.

Lui non insulta nessuno, semplicemente sottolinea cose che sembrano, non solo a lui, scandalose, sarcasticamente. Ora, pur comprendendo che non tutti abbiate la capacità di comprenderlo, comunque trovo eccessive e sbagliate le offese che riceve.

PS uno di voi juventista e ascaro😆

Ps2Finanche l’algoritmo fa le griglie e tu ti scandalizzi che le fa lui? Eddai!!😁

Modifica il 6 mesi fa da Giorgio Bianchi
a-hum

sì, certo, secondo lui e te è scandaloso che la Juve sia stata penalizzata di soli 10 punti e cacciata dalle coppe, presumo che puntavate alla C;
invece è sacrosanto che tutte le altre non abbiano ricevuto manco un buffetto;
quanto alle critiche se ha ambizioni letterarie deve abituarcisi e comunque da me non riceverà altre, avendolo aggiunto a Godella e Inox fra i non leggenda;

Giorgio Bianchi

Pinguì io non puntavo a nulla. Anche se sono convinto che, non si fosse trattato della Juve, non sarebbero stati i 10 punti ed i 700mila euro la punizione. E la UEFA non vi avrebbe regalato un anno libero da una Conference che avrebbe comportato trasferte notevolmente scomode.
Sostanzialmente vi hanno dato un buffetto amichevole e avete pure il coraggio di piangere come vitellini.

Modifica il 6 mesi fa da Giorgio Bianchi
Mordechai

Jorge, t’assicuro che l’amico Mascia e agevolmente comprensibile, non stiamo parlando di…Borges.
È solo che la sua prosa è, eufemisticamente, un tantino eccessiva.
Come ha scritto altro blogger, basterebbe scrivesse Juve merda per sintetizzare il suo…pensiero, invece che buttar giù lenzuolate di dodici chilometri.

Giorgio Bianchi

Parli del patetico Pickwik? Alias tanti altri?
Non abbassarti a quel livello.

Modifica il 6 mesi fa da Giorgio Bianchi
Mordechai

Devo che le ferie t’hanno fatto male.

R:T.

Ho aperto il link : direi che ci hai azzeccato in pieno!

a-hum

mi sono imposto di leggere il post, lottando contro i conati provocati dall’esorbitante retorica, e l’ho fatto quasi fino in fondo;
quindi il biscudetto è per te più che certo, ne prendo nota;
a rileggerti a fine campionato;

Nicola Romano

Anche a ferragosto o su di lì , c’ e’ sempre di turno una squadra di difensori della vecchia signora .

a-hum

veramente difendevo l’italiano e la logica;
ti occorre che ti spieghi il perché o ci arrivi da solo?

Pickwick

Secondo me ha bisogno di un aiuto bello forte.

Nicola Romano

Mi spieghi pure , signor maestro .

a-hum

l’ho spiegato in altri post e il tuo compagno di banco l’ha capito, chiedi a lui;

Mordechai

Esorbitante retorica?
Diciamo che il nostro amico è per il “more is more”.
Pare che a scuola i prof, per leggere i suoi temi, chiedessero un indennizzo.

Bombaatomica

La finale di Supercoppa Europea tra Manchester Siti e rom…. ehm… Siviglia 😂😂😂 mi ricorda la notte magica di Montecarlo, anno 1999, quando la LAZIO spezzò le reni al confratello Mancestrr Iunaited per 1-0 grazie ad un bellissimo gol di Salas. Stop di petto e tiro al volo ad insaccare 🦅😄❤️⚽️
Dopo quella serata, la Regina je stava pe revoca’ il titolo de baronetto a Ser Ferguson 😂😂😂

Ahhhhh, che fico esse daaaaa LAZIO 😂

TurinTurambar76

Già conosciutissimo in tutto l’orbe terraqueo il nome lazio(regione italiana)

SPQR

Nicola Romano

Che grande squadra, Mihalovich Mancini, Veron ,Nedved , credo che nemmeno i miei nipoti faranno in tempo a vedere una Lazio del genere, e quanto mi piaceva pure quella maglia .

mtb

Io prenderei un selezionatore federale; tanto, pur pagando fior di quattrini, sono due edizioni che non andiamo ai Mondiali e se non avessero inflazionato il numero di partecipanti a queste competizioni saremmo rimasti esclusi anche un sacco di altre volte. Dal 1991 abbiamo speso molto per diversi allenatori e vinto un Mondiale ed un Europeo, bilancio discreto ma nulla più. In questo momento neanche Mandrake potrebbe farci vincere, quindi tanto vale risparmiare e valorizzare un interno.

Mordechai

Un mondiale ed un europeo in 30 anni non è manco poco.
L’Inghilterra, per dire, sono 57 anni che non vince una ceppa.

ConteOliver

ma senza andare troppo per il sottile, io mi limiterei a promuovere il vincitore dell’europeo u19, quel Bollini che pare essere la pietra dello scandalo

se ci credono gli affidino la nazionale A e tanti saluti

Luc 68

Gentile?

Gipo

Gentile, per quanto mi sia piaciuto come giocatore e come allenatore ormai è talmente bruciato che non lo chiamerebbero neanche se non ce l’avessero veramente con lui. Purtroppo

commentanonimo

Avere dalla propria parte la legge non significa essere nel giusto: esercitare la estensione forzata di un anno del contratto di Spalletti come ha fatto AdL rimane un gesto squallido e molto di piu’ al confine della legalita’ che i presunti accordi tra Juve e Cr7. O forse Adl deve mettere i 3M a bilancio? Peraltro le condotte di AdL e di Lotito sono perennemente tollerate dai vertici calcistici.

Giorgio Bianchi

🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣😂😂😂🤣😂🤣🤣🤣😂😂🤣😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂🤣😂🤣😂🤣😂🤣🤣🤣😈

Cuore ross-azzurro

“Avere dalla propria parte la legge non significa essere nel giusto”??? Sei un berlusconiano della prima ora, vero?

commentanonimo

Mi hai frainteso. Intendo che un comportamento può essere legale, ma non necessariamente giusto. Esempio, in Arabia le donne non guidano. E’ una legge, ma non significa che sia giusto. Puoi trovare un inghippo per non pagare le tasse, ma non significa che sia giusto.

Mordechai

👍👍👍

unclemarvo

Molto d’accordo Bocca.
Nel mondo del lavoro funziona così.
Riposto cosa avevo scritto ieri nell’altro thread (finito in fondo, era una risposta in fondo).

La questione della non concorrenza è molto più complessa e le definizioni molto vaghe. Apposta.
Quando lavoravo per banche d’investimento, se mi dimettevo avevo delle penali nel caso riapparissi da un’altra parte (perdevo le azioni non vested), per cui ti mettevi d’accordo col nuovo datore per compensare le perdite subite.
Le clausole di non competitività erano molto estese e mi capitò di pagarle anche quando da banca andai a hedge fund, eppure sarei diventato cliente (forse) ma mai competitore! Sono convinto che anche Draghi quando da GS andò a Bankitalia dovette pagare pegno, anche perché sarebbe stato inelegante per GS abbonargliela la penale (avrebbe saputo troppo di captatio, insomma una cosa prossima alla corruzione).
Così funziona il mercato del lavoro, abbiamo adottato Bosman e il resto perché i calciatori sono lavoratori come gli altri e poi dovremmo applicare categorie diverse ogni tanto ad cazzum? Boh.
Spalletti è libero, può allenare dove vuole senza dover mettersi d’accordo con nessuno. Deve solo pagare 3 milioni di euro, non capisco dove stia il problema. Chieda 4 all’anno al posto di 3 e siamo a posto, di solito la gente fa così.
Sennò ti immagini le dietrologie se il Napoli non chiedesse il compenso dovuto e poi domenica prossima gli fischiassero un rigore dubbio a favore? O, mutatis, succedesse il contrario in caso di pagamento esatto e pagato controvoglia?
Ma perché in una situazione di certezza di giudizio dobbiamo impelagarci per una cifra così irrisoria? Si paghi, se si vuole Spalletti, io sarei addirittura del partito che pagherebbe la 10 per prendere Ancelotti, pensa te!

La Nonna Dei Tre Porcellini

Perché la tua clausola non era di tre milioni. Non so cosa dica di preciso la legge italiana ma spesso il datore di lavoro fa conto sul fatto che al dipendente non convenga ricorrere in tribunale.

unclemarvo

Non era di certo la mia, ma se sei al corrente dei packages che girano in banche o hedges non ti sorprenderesti a sapere che 3 milioni non sono un’eccezione così rara. Ti pagano anche più del 50 pct in azioni o stock options che vestono in 4 anni di solito, quindi dopo 4 anni hai mezzo bonus bloccato. Aggiungici magari un rally delle azioni nei 4 anni in questione, le stock options che vanno in the money etc.

Bob Aka Utente11880

Molto d’accordo. Emerge una volta di più l’area grigia nella quale si muove il calcio: gestioni societarie ad minchiam, mercato del lavoro che nulla a che fare con il vero mercato del lavoro, società in ostaggio di un ecosistema vario e variegato e eventuale che riconosce solo il tornaconto personale, in cui ci si stupisce che ci sia una regola da rispettare. E io pago..

commentanonimo

In realta’ non e’ come dite. Del contratto “privato” non pare siano state depositare scritture in figc tanto e’ vero che qui si misura proprio il delta lassista quando ci stanno lotito o il napoli verso le penalita’ quando si parla di Juve. Infatti sta cosa nessuno sa bene cosa sia. Inoltre qui non si tratta pare di penale per lascito anticipato o varie forme di protezione come dice giustamente unclemarvo ma di una proroga unilaterale, pare, senza discussione dello stesso. In sintesi o 1. La stampa non descrive le cose bene ed ha ragione unclemarvo o 2. ci troviamo di fronte ad una qualche strana creatura dai contorni furbeschi. Ai posteri la sentenza.

Giorgio Bianchi

Da quelle “cose” che scrivi, capisco perché tu preferisca l’anonimato 😆

commentanonimo

Mi rende molto felice che ci sia qualcosa che tu capisca😅

Giorgio Bianchi

Certamente qualcosa più di te. Così sarai ancora più felice.

Bob Aka Utente11880

L’intreccio si infittisce e l’area si fa sempre più grigia …

commentanonimo

Boh…trovo semplicemente curioso che pure su una cosa del genere non si capisca come stan le cose…potenza della stampa italica?

Bob Aka Utente11880

No, penso che una scrittura privata non debbe per forza essere resa nota

2010 nessuno

Insomma l’affare s’ingrossa…..

tom

Bocca, certa gente è antisistema quando le conviene. Quando invece serve che le vengano perdonate le telefonate alle ASL, le gare non disputate per regole inventate da loro, o le plusvalenze basate su muratori venduti all’estero, diventa tranquillamente parte del sistema (di quello più becero).
Nel tuo lungo articolo mi aspettavo un accenno alla spocchia e al cattivo gusto nello scrivere che con tre milioni certi fenomeni ci si puliscono le terga (andando di metafora). Ricordo, ma tanto non importa a nessuno, che un certo presidente sabaudo, nel liberare il suo allenatore dimissionario, a ritiro iniziato, non fece una piega quando questi si accasò in Nazionale. Altro stile, ma anche questo fa specie rimarcarlo, immagino.

Modifica il 6 mesi fa da tom
Cuore ross-azzurro

Forse dimentichi che nel caso del presidente Sabaudia non c’erano in contratto penali da pagare, ma questo ti fa specie rimarcarlo, immagino.

Cuore ross-azzurro

Scusa il refuso Sabaudia, ma il blogmaster non mi ha dato la possibilità di correggerlo

tom

Esattamente: il sabaudo non ha imposto pizzi o clausole vessatorie a chi non vuole più lavorare con lui.

Cuore ross-azzurro

Non si tratta di clausole vessatorie, non parlare per “sentito dire”.Se Spalletti ha deciso di interrompere anzitempo il contratto in essere, la colpa non è certo di ADL. E qualcosa la deve pur pagare chi decide di non rispettare la scadenza di un contratto, né converrai anche tu.

tom

Non sempre. Se io mi licenzio dall’azienda per la quale lavoro non devo pagare proprio nulla.

Modifica il 6 mesi fa da tom
Giorgio Bianchi

Sempre che tu non abbia firmato un impegno a non farlo.

tom

È illegale un impegno di questo tipo.

Giorgio Bianchi

E chi te lo ha detto il conte Tacchia?

ConteOliver

Bocca, sta difendendo l’indifendibile…

Spalletti ha un contratto ed esiste una clausola di “non concorrenza”, depositata giustamente SOLO in Lega perché, com’è ovvio, la concorrenza con il Napoli può esservi solo da parte di un altro club di Lega, non certo da parte della Nazionale (che non mi risulta competere in serie A o coppa Italia).

De Lamentis vuole fare il fenomeno, al solito, e da buon cafone si sta comportando, con l’arroganza che contraddistingue gli “arricchiti”.

Nessuno pretende nulla e, alla fine, chissene frega di Spalletti, che non credo sia il fenomeno che tutti dicono, visto che ha vinto solo col Napoli (alla verdissima età di 65 anni) e nell’assai probante campionato russo ( 😆 )… ma per piasè…

Conte, nel 2014, era dimissionario dalla Juve, dopo uno strappo assai doloroso e non certo gradito all’allora dirigenza bianconera

Aveva ancora un anno di contratto – mr. Conte – e, visti i modi e i tempi (a ritiro quasi finito), ci si sarebbe potuti aspettare un legittimo irrigidimento da parte della società Juventus, che invece nulla fece e nulla oppose alla Federazione (per essere, poi, come sempre, ripagata con tanto affetto…ma lasciamo perdere, perché la signorilità uno non se la può dare, o ce l’ha o non ce l’ha).

La realtà dei fatti dice che la clausola di non concorrenza e tutti i discorsi di Delamentis sono la solita fuffa servita alla piazza becera e ignorante, che puntualmente se la berrà e prendera le difese del cafonissimo cinepanettonaro, del quale ricordiamo – en passant – le questioni tutt’altro che meramente formali ancora da risolvere con Lega e Federazione (la doppia proprietà di Napoli e Bari, la ridicola vicenda Osimhen con la Procura di Napoli che chiederà l’archiviazione in barba all’evidenza e la Procura Federale che non potrà che accodarsi, ecc…).

Si sa che, in Italia, vince sempre il più cafone, chi alza la voce e chi si comporta peggio

ed in questo contesto Delamentis è il numero uno incontrastato

buon per lui 😉

Giorgio Bianchi

Immagino che tu, in quanto “illustre giurista”,abbia letto e studiato approfonditamente il contratto liberamente sottoscritto che lega Spalletti ed il Napoli. Perché, in caso contrario, fare le affermazioni che fai senza la dovuta conoscenza dei fatti ti qualificherebbe alla perfezione.

Modifica il 6 mesi fa da Giorgio Bianchi
ConteOliver

Giorgino Giorgetto, leggi meglio prima di scrivere 😉

basta anche solo la risposta a Gianni Frattini

ce la puoi fare, ho fiducia in te

dai dai dai

Giorgio Bianchi

Più che Conte Oliver mi sembri il conte Tacchia, ad ogni modo se fai un piccolo sforzo capirai che la tua risposta a Frattini non era pubblica mentre scrivevo il mio commento. Tuttavia non puoi negare che tu stesso ammetti ndi non avere letto il contratto tra i due e quindi ammetti che trai (stavo scrivendo tranci)giudizi senza conoscere quello di cui parli( stavo per scrivere cianci)
Quindi confermi le tue “qualità”.
Coraggio un piccolo sforzo e ci arrivi pure tu.

ConteOliver

Dito luna, luna dito

dai, fa uno sforzo

sin dal primo messaggio ho scritto chiaro che son tutte sciocchezze

il punto non è la “clausola di non concorrenza”, della quale, in questi termini, ha parlato ai media proprio Delamentis, non certo io.

Ma che si tratti di “non concorrenza” o altro non rileva, ai fini del discorso

pensavo ci arrivassi, visto che l’ho scritto e ribadito in ogni post

evidentemente ti avevo sopravvalutato

il Delamentis si è comportato con l’arroganza cafona che lo caratterizza

amen

il fatto che tu sia “dalla sua parte” chiarisce che tipo di personcina tu possa essere

ari-amen

PS questo è un articolo di maggio 2023:
https://pianetanapoli.it/guida-alla-clausola-di-non-concorrenza-di-mobilita-che-incatena-spalletti/

questa è la voce del Napoli e dei napolisti
poi fa un po’ tu…

Modifica il 6 mesi fa da ConteOliver
Giorgio Bianchi

Il fatto che De Laurentiis abbia comportamenti cafoneschi, anzi da tamarro è stato sempre un mio punto fermo. Ma si tratta di quello. Molto meno dei comportamenti che ha tenuto la tua squadra di riferimento ed il fatto che tu abbia giustificato comportamenti illeciti della squadra per la quale tifi e del suo (ex)presidente, con il quale ti sei schierato, chiarisce ad abuntatiam che elemento tu sia.
In ogni caso non mi sorprende affatto, ti ho subito inquadrato, quindi non posso neanche dire che mi hai deluso, anzi!!
Saluti.

Nessuno 3

<Spalletti ha un contratto ed esiste una clausola di “non concorrenza”, >

DECRETO LEGISLATIVO 28 febbraio 2021, n. 36 Attuazione dell’articolo 5 della legge 8 agosto 2019, n. 86, recante riordino e riforma delle disposizioni in materia di enti sportivi professionistici e dilettantistici, nonche’ di lavoro sportivo.
Art. 26     Disciplina del rapporto di lavoro subordinato sportivo

(omissis)

6. Il contratto non puo’ contenere clausole di non concorrenza o, comunque, limitative della liberta’ professionale dello sportivo per il periodo successivo alla cessazione del contratto stesso né può essere integrato, durante lo svolgimento del rapporto, con tali
pattuizioni. 

Infatti il Napoli (sia AdL nel suo comunicato sia l’avvocato del Napoli in varie interviste date) non ha mai parlato di “clausola di non concorrenza” né la clausola in questione è ostativa alla firma di un qualsiasi contratto. Spalletti è libero di firmare con chi vuole. La clausola in questione riguarda il fatto che Spalletti ha voluto interrompere prima della sua fine naturale il contratto in essere e, quindi, la società, per tenere conto delle difficoltà che ha dovuto affrontare per questa scelta, come avviene in tutto il mondo del lavoro (e io l’ho provato direttamente), si è cautelata e la questione riguarda il Napoli e Spalletti e non la FIGC. .
Ho visto che diversi continuano a tirare in ballo la questione dell’ASL e della partita non giocata dal Napoli a Torino contro la Juventus per il covid. Vorrei ricordare che i tribunali che si sono interessati alla questione, in ultimo il Consiglio di Garanzia del CONI all’epoca presieduto da Franco Frattini, hanno stabilito che il Napoli ha rispettato la legge non andando a giocare quella partita.

https://www.coni.it/images/collegiodigaranzia/2021/Decisione_n._1-2021_-_Ric._111-2020_-_Napoli-FIGC_e_altri.pdf

Tra l’altro, quella partita, quando fu giocata effettivamente, la vinse la Juventus per cui perché rompete ancora il ….. le scatole con questa storia?
Sempre per dimostrare che il Napoli ha anch’esso degli scheletri nell’armadio, si fa menzione anche della questione delle (presunte) plusvalenze fittizie relative all’acquisto di Osimhen. A parte il fatto che questo è l’unico caso (fino ad ora) ascritto al Napoli al contrario di altre società che, a quanto pare e sempre fino a prova contraria, lo avevano come vero e proprio metodo di lavoro, la stampa ci informa che una delle accuse (dichiarazione fraudolenta) sarà archiviata dai pm di Napoli in quanto insusistente mentre quella per falso in bilancio sarà trasferita a Roma per competenza territoriale (la FilmLauro, proprietaria del Napoli ha sede a Roma).

https://www.calcioefinanza.it/2023/08/11/napoli-falso-in-bilancio-osimhen/

Per quanto mi riguarda, poiché penso che la verità processuale sia l’unica che conti, mi auguro che su questa vicenda sia fatta luce al più presto possibile e se il Napoli ha sbagliato allora che paghi come è giusto che sia.
Ma non vi sembra più interessante parlare di calcio giocato?
‘Nce vedimme

Modifica il 6 mesi fa da Nessuno 3
a-hum

in questo bloggo? non mi pare che lo frequenti da poco;

ConteOliver

guardi il dito e non la luna

il problema del contratto non si pone

nessuno nega vi sia un vincolo e, soprattutto, nessuno ne conosce l’esatta formulazione, tranne chi quel contratto l’ha sottoscritto, quindi è inutile parlarne

quel che rileva, secondo me, è l’atteggiamento tenuto da Delamentis
atteggiamento tipico del cafone arricchito, arrogante e un po’ sbruffone

questo avete come presidente, inutile girarci intorno

anche Conte aveva un contratto con la Juve e si è dimesso (con tempistiche e modi ben più irritanti e nocive rispetto a Spalletti)
la Juve non ha fatto una piega e men che meno si è messa di taverso rispetto alla Federazione che lo ha messo alla guida della nazionale

la differenza è tutta qui, se la vuoi cogliere 😉

il dito e la luna…

Bombaatomica

Il troppo tifo acceca…..

AdL ha parlato ECCOME di clausola anti-concorrenza!!!! Ne abbiamo discusso anche qui sul Bloooog! accapigliandoci come donnicciole.
Stamattina è intervenuto il suo azzeccagarbugli, modificando l’esternazione delaurenziana 😁 e tentando di arrampicarsi sugli specchi. Che schifo!!! Si venderebbbero pure la madre pur di ottenere quei 3 milioncini….

Capitolo ASL.
Il dirigente ASL era napolista. Al Napoli mancava mezza squadra per la trasferta, per cui il dirigente si è visto bene dal mandare i suoi beniamini a farsi prendere a pallonate a Torino 😂😂
Così come invece successe al Genoa (senza mezza squadra) in casa vostra: 6-1.

Sulle plusvalenza, stendiamo un velo pietoso.

Bob Aka Utente11880

Conte bentornato. Tu sollevi un punto interessante, che probabilmente sai maneggiare meglio di me.
Dal mio punto di vita ho l’impressione che quello che chiamiamo “accordo di non concorrenza” sia in realtà un accordo “a non operare” (non so se si possa dire così), cioè:
-tu non vuoi più allenare il Napoli che ti aveva prolungato il contratto
-ciò mi mette in difficoltà perchè devo cercare un altro allenatore e forse ripensare l’intero prgetto
-quindi come contropartita o risarcimento ti impongo una penale di 3€m se torni a operare entro un anno, smentendo la necessità di “rifiatare” dopo lo scudetto.

SE così fosse, non si tratterebbe di valutare un’eventuale concorrenza tra Nazionale e Napoli, ma della rottura di un accordo tra Spalletti e la sua ex società.
Accordo che il fumantino ha liberamente sottoscritto e ora da furbetto (mi viene da dire) vuole che altri gli risolvano in vece sua.

ConteOliver

Ciao Bob
io non conosco i contenuti del contratto firmato dal cinepanettonaro e $pillucci (che dicono essere uno molto attento ai danè), ma il punto è che son tutti pretesti.

Ho portato l’esempio della Juventus e Conte: la Juve rimase di molto “seccata” dall’abbandono in corsa del tecnico leccese, peraltro in pieno ritiro precampionato e non certo con l’ampio margine dato da Spalletti; e sicuramente certe considerazioni su ristoranti stellati e ristoranti da 10 euro non sono piaciuti

ma di fronte alla Nazionale si lascia perdere ogni ripicca e si cerca di agire nell’interesse superiore della tua Federazione e di tutti i tifosi

io la vedo così
la società Juventus la vide così

il cinepanettonaro non ha voluto perdere l’occasione per ribadire la propria pochezza

alla fine, stigrancazzi…stiamo parlando di Spalletti, non certo di Guardiola o Klopp o anche Sacchi, gente che nel calcio davvero ha inventato qualcosa

per me ci mettano uno della Federazione, Bollini, Nicolato, ecc… e si vada oltre

sono già sotto contratto e ne sarebbero certamente gratificati ed onorati, altro che 3/4 milioni all’anno

Modifica il 6 mesi fa da ConteOliver
Bob Aka Utente11880

La sintesi è che adesso abbiamo un alibi in più per non qualificarci all’Europeo (tanto ne abbiamo appena vinto uno, per un po’ ci basta..).

Pickwick

Commento come al solito molto ben centrato. Se fosse come scrivi tu Spalletti dovrebbe pagare. Ma qualcuno ha pubblicato la vera clausola? Perché in rete si legge di tutto e il suo contrario.

Bob Aka Utente11880

Grazie. Se leggi il post del collega @Frattini più sopra sembra che debba essere così.
Non credo comunque che il documento che contiene la clausola, in quanto accordo che riguarda le due parti e non altri (ma è così ? non è la mia materia, ne avessi una..), sia pubblicamente disponibile. Di sicuro non ha goduto della stessa pubblicità delle supposte “corna” che il dr. Segre ha rinfacciato alla dr.ssa Seymandi qualche settimana fa nella afosa, ma sempre pimpante, Torino d’estate.

a-hum

calma, c’è una trattativa in corso ben avviata e le parti non sono distanti;
ADL chiede 20 rigori, la Federcalcio ne offre 15, si accorderanno per 17 o 18;

Modifica il 6 mesi fa da a-hum
Pickwick

Dai multinick, scrivendo così ti poni sullo stesso livello degli antijuventini che dicono che la Juve ruba.

Modifica il 6 mesi fa da Pickwick
a-hum

certo che ruba: le loro illusioni;

ConteOliver

più la pietra tombale sulle inchieste federali che sarebbero doverose, su Osimehn e sulla proprietà del Bari, che per prestanome ha nientepopodimenoche… il figlio 😉

😆

tom

Al limite, ci si inventa qualcosa con la ASL…

Cuore ross-azzurro

Hai dimenticato il fallo su Bettega e il rigore non assegnato a Sivori. Santa Madonna!

2econdo me

Spalletti è il refugium peccatorum dei mediocri, incompetenti e stipendiatissimi personaggi della Federcalcio che puntano subito sul nome ad effetto perché non sanno che pesci prendere. Cultura calcistica zero, quindi fanno il nome della star del momento che, però, libero non è. I giorni passano e sento parlare solo di contratti e non di calcio che poi è l’unico gioco al quale bisogna vincere…

Obizzo da Montegarullo

Il contratto con Aurelio De Laurentiis l’ha firmato Spalletti (credo non sotto minaccia di una calibro nove, ovviamente avendo anche il suo tornaconto) quindi è lui che si deve liberare, e se son vere le cifre che circolano ovvero quattro milioni netti di ingaggio l’anno per tre anni, non vedo dove sia il problema a pagarne circa tre a De Laurentiis. Voglio dire, alla fine dei giochi gli resterebbero comunque in tasca più nove milioni puliti (più gli extra che non saprei quantificare), che non è proprio un ingaggio da straccioni. Questa diatriba tra milionari non mi avvince neanche un po’, se lo stempiato di Certaldo ha davvero questo grande desiderio di allenare la nazionale può appagarlo abbastanza facilmente come fanno tutti quelli che desiderano qualcosa: pagando il dovuto. I soldi (beato lui) ce l’ha. Amen.

Modifica il 6 mesi fa da Obizzo da Montegarullo
Bombaatomica

Eh no, caro Bocca, io me la prendo proprio con De Laurentis. E’ chiaro che vuole i 3 testoni. E non molla, fregandosene altamente della Nazionale calcio.

A me der Napoli non me ne frega ‘na beata mazza. Finisse pure in serie Z.
A me interessano i quattrini della FIGC perchè in parte provengono dallo Stato, cioè da me, da lei, Sòr Bocca, e da tutti gli stimatissimi frequentatori di questo Bloooog! che pagano le tasse.
Per cui, NON VOGLIO che la FIGC caghi solo mezzo centesimo per ingrassare AdL e la sua famiglia. Vuoi 3 milioni? Fai un bel cinepanettone e guadagnateli!!!!

Torno a ripetere che Spalletti NON è il salvatore della patria. Per me Nicolato, Bollini o Fracazzodevelletri vanno benissimo. E, per ripicca, non vanno convocati i giocatori del Napoli. Capirai…. ‘ste quattro pippe 😁😁😁

151
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x