Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

La Serie A si è conclusa, ma il bello comincia adesso. La stagione lascia aperte un sacco di questioni e non è affatto finita qui. Anzitutto lo spareggio Spezia-Verona per stabilire chi si salva e chi va in Serie B, poi ci sono le due finali di Champions e Conference League con Inter e Fiorentina, ma soprattutto c’è la questione Juventus sempre aperta. Si attendono le mosse della giustizia sportiva dell’Uefa e c’è sempre la questione Allegri in sospeso. “Non mi devo confermare, rivolgetevi alla società”. E a Roma anche la questione Mourinho resta aperta…

SERIE A 2022-2023

GIORNATA N. 38

Sabato 3 giugno  2023

Sassuolo -Fiorentina 1-3

((46′ Cabral F, 71′ Berardi rig. S, 79′ Saponara F, 83′ Nico Gonzalez F)

Torino – Inter 0-1

(37′ Brozovic I)

Cremonese – Salernitana 2-0

(26′ Buonaiuto rig. C, 88′ Tsadjout C)

Empoli – Lazio 0-2

(48′ Romagnoli L, 90’+2′ Luis Alberto L)

Domenica 4 giugno  2023

Napoli – Sampdoria 2-0

(64′ Osimhen rig. N, 85′ Simeone N)

Atalanta – Monza 5-2

(12′ Koopmeiners A, 45’+1′ Koopmeiners A, 51′ Colpani M, 74′ Højlund A, 79′ Koopmeiners A, 81′ Petagna M, 90’+2′ Muriel A)

Lecce – Bologna 2-3

(17′ Banda L, 58′ Arnautovic B, 81′ Zirkzee B, 88′ Oudin L, 90’+7′ Ferguson B)

Udinese – Juventus 1-0

(68′ Chiesa J)

Milan – Verona 3-1

(45’+2 Giroud rig M, 72′ Faraoni V, 85′ Leao M, 90’+2′ Leao M)

Roma – Spezia 2-1

(43′ Zalewski R, 6′ Nikolaou S, 90′ Dybala rig. R)

CLASSIFICA

Napoli 90 (38), Lazio 74 (38), Inter 72 (38), Milan 70 (38), Atalanta 64 (38), Roma 63 (38), Juventus 62 (38), Fiorentina 56 (38), Bologna 54 (38), Torino 53 (38), Monza 52 (38), Udinese 46 (38), Sassuolo 45 (38), Empoli 43 (38), Salernitana 42 (38), Lecce 36 (38), Spezia 31 (38), Verona 31 (38), Cremonese 27 (38), Sampdoria 19 (38).

***

Spareggio salvezza tra Spezia e Verona, Atalanta e Roma in Europa League (e ci andrebbe anche la Fiorentina se vincesse la Conference League), Juventus in Conference League, ma con un punto interrogativo grosso così. Mettiamoci infatti anche il probabile intervento dell’ Uefa sul caso Juventus e vediamo che il campionato vinto, già ampiamente festeggiato e digerito dal Napoli – tanto da aver già liquidato l’allenatore – non è finito qui e anzi ha i suoi belli strascichi.

  Appena chiusa la 38a giornata Ibrahimovic a San Siro ha afferrato un microfono e ha dato l’addio al calcio, a 41 anni e mezzo suonati. Finalmente ci sarebbe da dire, certi giocatori la tirano veramente troppo in là, forse considerandosi invulnerabili e immortali. La stessa uscita di scena ha fatto Quagliarella – 40 anni e mezzo – a Napoli, ma in realtà non ha dato un vero e proprio addio. 

  Il Milan campione d’Italia ha afferrato il quarto posto e la qualificazione alla Champions League perché la Juventus è stata penalizzata di 10 punti. A scalare dal terzo posto in giù ne hanno goduto tutti.

  Luciano Spalletti ha salutato tutti nella gran festa del Napoli, il lutto è già stato elaborato e la separazione tutto sommato affatto traumatica. Allegri rivendica il terzo posto ma è apparso provato, stremato e molto seccato e ha chiesto che le domande sul suo conto vengano rivolte ad altri. “Io non mi devo confermare, rivolgetevi alla società”. Insomma si rende conto di essere in sospeso e attende ordini. Situazione più o meno uguale per Mourinho, come si può giudicare un sesto posto della Roma dietro la solita e assai meno reclamizzata Atalanta di Gasperini? La risposta è ovviamente implicita nella domanda.

 Dall’ Inter in Champions League alla Fiorentina in Conference League, dallo Spezia al Verona, fino alla giustizia sportiva dell’ Uefa, aspettiamo ora tutti i colpi di coda della stagione.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SINTESI

La Serie A si è conclusa, ma il bello comincia adesso. La stagione lascia aperte un sacco di questioni e non è affatto finita qui. Anzitutto lo spareggio Spezia-Verona per stabilire chi si salva e chi va in Serie B, poi ci sono le due finali di Champions e Conference League con Inter e Fiorentina, ma soprattutto c’è la questione Juventus sempre aperta. Si attendono le mosse della giustizia sportiva dell’Uefa e c’è sempre la questione Allegri in sospeso. “Non mi devo confermare, rivolgetevi alla società”. E a Roma anche la questione Mourinho resta aperta…

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
71 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

NELLO MASCIA

FALLI DA DIETRO –
COMMENTI ALLA 38° GIORNATA DEL CAMPIONATO 2022-23
 
Napoli Campione.
Il nostro capitano alza la coppa nell’azzurro e la felicità esplode.
Se dei giorni felici si ricordano solo gli attimi, come rammenta Cesare Pavese, allora è questo l’attimo che ricorderemo più a lungo.
 
A consegnare il trofeo non è Gravina.
Lui se l’è data a gambe. Consapevole dell’accoglienza che gli avrebbe riservato il Maradona.
Per lui il risultato più bello del calcio italiano e stato il patteggiamento della vergogna.
Roba da fare impallidire Calciopoli.
 
Napoli Campione.
Che festa sia.
E’ stato un miracolo. Ora godiamocelo.
 
Cominciò tutto nel giugno scorso. Quando fu rivoluzione.
I fatti sono noti.
 
L’Impomatato prende atto della fine di un ciclo.
E lascia andar via le colonne portanti di una squadra sempre bella ma sempre senz’anima.
 
Quella squadra ha appena buttato via uno scudetto possibile se solo avesse avuto un briciolo in più di carattere.
 
Tempo è di rifondare.
 
Giuntoli si dà da fare.
Scova Kvara in Georgia. Pesca la muraglia coreana in Turchia.
Costruisce una panchina d’oro con Raspadori, il Chiolito, Olivera.
Consegna il tutto nelle mani di Fra Cipolla desideroso di sistemare i conti col passato.
Un passato fatto di malasorte e di fatalità.
 
E Fra Cipolla confeziona il capolavoro.
 
Grazie anche a questo gruppo di ragazzi straordinari.
Ringraziamoli tutti uno per uno, questi campioni, scandendo a voce alta i loro nomi ad uno ad uno.
A voce alta perché sia il vento a ricordarceli di tanto in tanto.
Sono loro gli artefici del sogno.
 
Il più bel calcio mai visto.
Un dominio schiacciante.
Sedici punti di vantaggio sulla seconda.
Osi-furia capocannoniere.
Khiarastella miglior calciatore del Torneo.
Un miracolo indimenticabile.
 
Che festa sia.
E sia irrefrenabile la gioia.
E non oscilli alla brezza triste del pensiero di un attimo.
 
Fra Cipolla lascia.
Ha deciso così. Ha deciso di lasciare da vincitore.
Scelte da rispettare.
Giuntoli invece ha scelto il nemico di sempre. Contento lui.
 
Il Napoli perfetto, il Napoli con lo scudetto cucito sul petto, non sarà più questo.
Quando si dice il destino.
 
Tutti impazienti di sapere il nome del nuovo timoniere.
Una cosa sola è certa.
Sarà uomo di ambizione e audacia.
Perché l’eredità pesa tonnellate.
 
Non resisto.  E dico la mia.
 
Fra i tanti nomi, butto giù la perfetta utopia.
Sor Polpetta.
Proprio lui. L’ambiguo e furbastro Sor Polpetta.
Quello che ci ingannò spacciandosi per Comandante.
Quello che ci bidonò con la fesseria seducente della conquista del Palazzo.
Al quale poi bussò, un po’ da accattone, solo lui.
 
Sor Polpetta.
E’ lui il nome più intrigante per me.
 
Gli perdonerei tutto il passato per vederlo lavorare sul capolavoro di Fra Cipolla.
E appurare cosa diavolo sia capace di combinare.
 
Sarebbe un atto di umiltà e di coraggio per lui.
E anche una bella sfida.
E un qualche modo una sorta di risarcimento morale.
 
Butto giù un altro sproposito.
Al fianco di Sor Polpetta, da manager, Rafa il Panzone.
Un altro magico ritorno.
Sarebbe un binomio da sogno.
Ma è utopia, appunto.
 
Il calcio per ora saluta.
 
Manca il responso di Istanbul.
Manca il responso europeo a carico di colossi che si chiamano Juventus e Barcellona.
 
Non mi aspetto granchè.
 
Ci vediamo ad agosto.
Nel frattempo qualcosa farò per ingannare l’attesa.

Nathan

Discorso affascinante dal punto di vista calcistico ma sor polpetta ha fatto il suo tempo a Napoli, camuffato da finto comandante rivoluzionario.

malandragem

Maestro…come agosto?!?!

Non vorrà forse dire che non ci farà l’onore di raccontare da par suo – …e che par…doppio! praticamente due par! – il trionfo napolista nella capitale turca!!

È una impresa a cui vuol fare il torto di non ergersi a cantore?!?

Maestro non la riconosco

Nathan

Mi scompiscio dal ridere, saranno giusto un paio di mesi che ripeti la stessa cosa.

convenevole da prato al secolo Nicola Romanoo

Il campionato è finito, ovviamente non è finita sta pugnetta .

Giorgio Bianchi

Esorci’ pure tu co sta pugnetta??
Capisco quello, ma tu mi meraviglio, dai.😁

2010 nessuno

Quindi adesso che la Juventus sa che il prossimo anno lotterà anche per la Conference League, gli piacerà ancora Grosso o.. cambierà gusti?

scoperto (presumo per i ;) e subito bloccato da Bocca il censore

Non parteciperà, tranquillo.
Complimenti per l’originalità e sapidità della battuta, hai fatto un corso di briscola?

Complimenti anche a te, la tua reazione, ad una battutina da due soldi quale era la mia , quanto a rigidità mi ha fatto pensare al basalto delle scogliere di Aci Trezza.
E comunque no, da queste parti il gioco che preferiamo è scopa, dovrebbe essere di pubblico dominio da un pezzo ormai.

convenevole da prato al secolo Nicola Romanoo

Bella festa ieri sera, è cosi quando non sei abituato e obbligato a vincere, quando sembra che ci sia una maledizione e tutto a cominciare da noi stessi ci giochi contro , come è successo in Europa, quella brutta uscita e l’addio del mister fanno si che ci sia un retrogusto amaro, almeno a me fa questo effetto, quando la musica è finita e gli amici se ne vanno, torna la malinconia insieme alle cose da rimettere a posto . Non è uno scudetto che può risolvere i problemi, ma penso che una bella mano all’economia della città la stia dando , se le cose si fanno per bene si può vincere (in senso lato ) ovunque, soprattutto se ognuno nel suo ambito prova a fare il suo dovere . Finita la retorica si può aprire un ciclo , siamo molto avanti rispetto alle altre “grandi ” mi auguro che non ci metteremo ad aspettarle, non mi interessa vincere anche noi 9 scudetti di seguito, quanto crescere in Europa , non pretendo di vincere la Champions , ma magari andare ancora più avanti e potersela giocare con tutti, visto che quest’anno l’unica vera corazzata pare il City ,comunque l’Inter non ha gia perso, in una partita sola e fuori dalla loro tana sono favoriti ma non imbattibili . Quanto alla Lazio , pare che il secondo posto porti bei soldi , vedremo che farà il presidente, sarebbe ora di rinforzare la squadra e migliorare il parco riserve sempre piuttosto deficitario e smetterla di considerare le coppe una scocciatura .

cipralex

Bilancio annata juve.

Regolamento di conti a livello dirigenziale.

A.A., indisponibile a rinnegare il proprio operato, è stato cortesemente dimissionato.

Negli ultimi due anni ha, in effetti, commesso errori grossolani a livello di “campo”
(Marotta, Ronaldo, Paratici) e a livello “politico” (superlega) quindi ,razionalmente, giusto così.

Resta comunque il presidente dei nove scudetti consecutivi e, fedele al motto aziendale “fino alla fine”, l’interprete più prossimo al sentimento dei tifosi.

Il cugino J.E. ci mette gli euro e quindi ha sempre ragione ma ,per i miei gusti, è un po’ troppo incline al compromesso.

L’allenatore.

C’ha messo del tempo a trovare la quadra dopo che il progetto (4-3-3 con dentro Paredes, Pogba, Di Maria Chiesa e Vlahovic) è saltato per indisponibilità degli interpreti.

Ma l’ha trovata.

Poi è saltato anche il C.d.A.

Poi la pagliacciata della giustizia sportiva.

Ignoro quale sia la sua responsabilità nelle scelte di mercato ma li sicuramente qualcosa di sbagliato c’è stato.

Obtorto collo (?) ha comunque fatto una stagione facendo esordire 5 o 6 ragazzini, la squadra è arrivata terza in campionato e alle semifinali di E.L e C.I.

Le chiacchere sul bel gioco, il gioco propositivo, l’uscita dal basso, gli schemi d’attacco e quant’altro le lascio a chi ci capisce.

I calciatori.

Molti, per motivi diversi, non si sono dimostrati adeguati a proseguire la loro esperienza.

Un saluto affettuoso e riconoscente a Cuadrado, Bonucci, A.Sandro.

Ciao a Paredes e Di Maria.

Rabiot, che deve molto ad Allegri, se ne andrà.

Vlahovic, per quel che ho visto, è un brocco fatto e finito.

Ma Del Piero dice che ha tutto per essere il centravanti della juve nei prossimi dieci anni.

Sperem.

Non stravedo per Chiesa (e neppure per Locatelli), sempre poco lucido(i), per usare un eufemismo, ma anche per lui speriamo recuperi appieno l’efficienza fisica.

Pogba, nei venti minuti che ha giocato, è parso un marziano (questo per dire della qualità media della rosa).

Promettenti, chi più (Illing) chi meno i ragazzini.

Con i portieri , ecco, li stiamo apposto.

C’è parecchio da lavorare, ma io ho buone sensazioni.

Bob Aka Utente11880

Carissimi, sembra sia arrivata finalmente la conferma di Allegri.

ConteOliver

ho “un paio” di brutte notizie, per te e per noi 😉

Sandro ha avuto il rinnvovo fino al 2024 (scattato automaticamente grazie al massiccio impiego che ne ha fatto “er Pomata di Livorno”…’cci sua)

Bonucci scade a giugno ’24 pure lui

si vocifera di imminente rinnovo a Cuadrado, fino a giugno ’24, a 2,5 milioni (la metà dello stipendio attuale)

e qui mi fermo

non vorrei rovinarti completamente il lunedi, che di solito fa già cagare di suo 😆

scotland16

infatti Conte; decisioni folli su questi tre…e peseranno sia sul bilancio che sullo spogliatoio

ConteOliver

fossero solo loro tre…. ci sta anche De Sciglio, rinnovato pure lui

Giorgio Bianchi

Chiedo preventivamente scusa per il pippone, ma uno scudetto dopo 33 anni credo che lo meriti e chi non fosse interessato può andare oltre.
Devo confessare che vedere due squadre del centro sud ai primi due posti mi dà molta soddisfazione. E peccato per la terza che sul più bello è venuta meno. Sarebbe meraviglioso che da qui iniziasse un lungo percorso che potesse portare ad un riequilibrio di vittorie tra le squadre strisciate e quelle a tinta unita. So già che purtroppo non sarà così e che questo successo del Napoli e pure della Lazio, non avrà repliche immediate. Troppi interessi diversi!
Ma voglio fare un’analisi approfondita di questo straordinario campionato del Napoli.
La stagione è cominciata come peggio non avrebbe potuto. Sono partiti per altre destinazioni i pilastri degli ultimi 8/9anni del Napoli. Insigne,Koulibaly, Mertens(il miglior marcatore del Napoli) Fabian Ruiz ed Ospina e sono arrivati due autentici sconosciuti Kim Min Jae coreano e Kvara… un ragazzino georgiano di cui nessuno sapeva niente, oltre Simeone e Raspadori, e qualche altro di belle speranze.
Contestati ADL e pure Spalletti da una frangia non piccola dei tifosi.
Personalmente, non avevo grandi aspettative, mi immaginavo un posto in EL come un ottimo risultato.
Soprattutto poi gli “addetti ai lavori” che mettevano il Napoli tra il quinto e l’ottavo posto mi confermavano che quello era il livello.
Ricordo che solo un amico juventista mi disse che il georgiano era forte, previsione accolta da me scetticamente.
La prima gara a Verona non la vidi, il 5 a 2 non mi disse nulla tranne che il Verona non era granché. Il successivo 4-0 col Monza neopromosso anche.
I due pareggi successivi confermarono le mie previsioni. Ero convinto che lo scudetto sarebbe stato una questione tra Milan e Juve che a Vlaovic e Chiesa aveva aggiunto Pogba ed un fuoriclasse come Di Maria.
Poi improvvisamente il Napoli ha cominciato a volare vincendo a raffica e facendo vedere un gran calcio, ma io sono rimasto scettico.
Leggendo poi i commenti sul blog dove molti (i soliti) prevedevano crolli del Napoli alla lunga perché era tipico delle squadre di Spalletti, o perché c’era la sosta per i mondiali, o perché i giocatori del Napoli come l’ ambiente erano troppo umorali ma perfino perché non avevano le palle per arrivare fino in fondo.
La sconfitta in casa dell’Inter alla ripresa di gennaio grazie ad un ottimo contropiede di Dzeko che aveva ridotto al minimo il distacco, faceva prevedere un crollo imminente come dagli esperti del blog ampiamente previsto.
Invece da lì è iniziata la fuga decisiva ribadita con il sonante 5-1 consegnato ad una Juve che si era presentata al “Maradona” forte di ben 8 vittorie consecutive con ben 5 clean sheet ed a “soli” 7 punti che con una vittoria sarebbero diventati “solo” 4,cosa che mi fece cominciare a dubitare delle mie previsioni iniziali. Quando il distacco dalle altre diventò imbarazzante per loro, oltre ai doverosi complimenti di moltissimi, mi toccò leggere anche delle giustificazioni patetiche per lo straordinario cammino del Napoli tipo che le altre si erano dedicate alle coppe più che al campionato dimenticando che comunque erano in ballo i posti CL che significano bei soldi. Poi che era un campionato decisamente scadente e che quello che stava vincendo il Napoli era uno “scudettino”, dimenticando le 6 squadre ai quarti le 5 nelle semifinali e le tre nelle finali delle coppe!!
Cose che accadevano tanto tempo fa, quando la serie A era il meglio.
Addirittura qualcuno ipotizzò che l’eliminazione dalla CL potesse aver rovinato la gioia per uno scudetto conquistato con un mese di anticipo e con 16 (sedici) punti sulla seconda e 18 (diciotto) sulla terza che andrà a giocarsi la finale di CL(auguri, mi raccomando)😉
Ed infine in particolare i tifosi di una certa squadra ci hanno tenuto a ricordarci che dopotutto quello era solo il terzo e che erano passati ben 33 anni dal precedente.
Intanto quelli che sono abituati a vincere frequentemente non possono capire cosa smuova una vittoria a tinta unita.
Poi posso assicurare tutti che la nostra gioia per questa vittoria non è stata offuscata da niente e da nessuno e che non è possibile descriverla. E durerà ancora a lungo

Modifica il 8 mesi fa da Giorgio Bianchi
L’Avvocato (della Signora)

contentissimo per il Napoli, per i giocatori (Di Lorenzo su tutti), per l’allenatore, per i napolisti, per Napoli e per i napoletani. godetevelo!
e data la frequenza delle vostre vittorie ti credo che la gioia ve la farete durare a lungo! 😜

Nicola Romano

Mi associo su tutto a parte l’ offuscazione che per me c’e’ .

Giorgio Bianchi

E perché mai? Mica vinciamo ogni anno.

scoperto (presumo per i ;) e subito bloccato da Bocca il censore

Massì che è stata oscurata: vuoi mettere vincere un campionato con ‘a malamente a contrastarvi fino all’ultimo?

….non è possibile descriverla. E durerà ancora a lungo.😄😄

comevolevasidimostrare

e a laurà….chi va?

Giorgio Bianchi

Vedi caro, questa è probabilmente la prima, ma sicuramente l’ultima volta che mi prendo la briga di risponderti. Devo dire che onestamente ora hai esagerato nella rottura di tutto quello che si può rompere quindi vedi di farne tesoro perché non avrai più il piacere o il dispiacere, vedi tu, di una mia risposta.
Tu hai detto per il passato di essere un maggiore dei carabinieri.
Da quello che hai sempre scritto qui dentro e quindi dal tuo modo di pensare(vedi risposta sopra) esce fuori il tuo essere un razzistello da quattro soldi bucati pieno di pregiudizi e preconcetti.
Se sei effettivamente un ufficiale maggiore dei carabinieri, squalifichi con il tuo modo di esprimerti l’arma alla quale dici di appartenere perché consentire ad un elemento della tua risma di accedere, non solo alla carriera, ma agli alti gradi, squalifica, assieme a te, la struttura che lo permette.
Se invece, come credo più probabile sei solo un cogli……..llo razzista faresti bene a smetterla di usare certe frasi e sarebbe soprattutto importante per te informarti bene sulle molte cose sulle quali Cianci
a vanvera senza averne conoscenza.

scotland16

Bravo Giorgio; bello scritto, d’accordo in toto

Giorgio Bianchi

Grazie!

Xavier

Vi propongo a Campionato concluso il giochino dei voti della stagione, impegni internazionali inclusi, limitatamente alle squadre col doppio impegno.

Inizio col “mio personalissimo cartellino”, come direbbe il grandissimo Rino Tommasi.

Napoli 9,5 (il mezzo voto in meno è per la parziale delusione in ChL)

Inter 9,5 se vince la ChL, altrimenti 8 (12 sconfitte in Campionato sono state troppe)

Lazio 7,5 (in Campionato, vista la Rosa un po’ corta, ha fatto più del dovuto ma in CoL poteva far meglio)

Fiorentina 8 se vince la CoL, altrimenti 7 (per il bel gioco, in particolare)

Milan 7 (media tra un 6,5 in Campionato e un 7,5 in ChL)

Juventus 6,5 (72 punti reali in Campionato non sono stati pochi, col fardello psicologico della penalizzazione sempre incombente, ma in entrambe le Coppe è stata molto deludente)

Roma 6,5 (media tra un 8 in EuL e un 6= in Campionato, in cui, coi giocatori di cui disponeva, 63 punti sono stati troppo pochi)

redant

Napoli 9+ direi la sorpresa dell’anno; hanno mandato in pensione mezza squadra e comprato sconosciuti, ma nella prima parte è stato devastante e nella seconda ha controllato agevolmente. Non si prende “10” perchè qualche acciacco nel finale si è visto e non abbiamo la riprova del test in albergo, con nessun’altra, che standole a distanza ravvicinata, potesse mettere un po’ più di pressione alla piazza ed ai giocatori. Per la Champions, miglior annata della storia, sfortunata ad incrociare un Milan sornione. Il difficile sarà ripetersi a questi livelli
Inter 7 (media tra 8 e 6) nelle coppe non ha sbagliato nulla, se poi vincesse la CL… sarebbe strepitoso e merita un 9+ senza far media; in campionato, a mio parere, era la più attrezzata ed ha deluso, appena sufficiente, perchè ha ottenuto il minimo sindacale (stare nelle migliori 4)
Lazio 6,5 in campionato ha fatto più del dovuto, vista la rosa ridotta e forse beneficiando degli errori degli altri… in coppa pessima
Milan 6- in Champions ha fatto anche più del dovuto, per una serie di coincidenze astrali favorevoli, poi macchiate da prestazioni inguardabili in semifinale con i cuginastri, in C.I. e Supercoppa direi che le prove sono state decisamente insufficienti. Con un campionato da 70 punti non raggiunge la sufficienza (obiettivo centrato solo grazie alla penalizzazione della Juve), da riprogrammare meglio la prossima stagione
Juventus 6,5 nelle coppe direi maluccio, a mio parere, se solo un po’ più propositivi, la EL era alla loro portata; in campionato direi invece bene: rosa discreta, ma imbottita di bolliti, campioni infortunati, giovani speranze, direi che comunque il suo lo ha fatto (gioco a parte)
Roma overperformance in Coppa dovuta all’approccio aggressivo di Mou, che, al contrario, in campionato ha effetti negativi; non attrezzata per i due fronti come i colleghi laziali
Fiorentina 7,5 comunque vada; ottima nelle coppe, in campionato ha fatto bene altrettanto; certo che se in bacheca si aggiungesse la coppa, rimarrebbe negli annali, altrimenti solo buona stagione

gmr61

D’accordo su tutto, purtroppo anche sul voto più alto, comunque vada Istanbul, ai cugini, anche se la nostra media dovrebbe essere 6 in campionato ( lo scudetto andava difeso meglio, ci siamo involuti nel gioco) e 8 in CL ( la semi è sempre tanta roba, fare meglio il prossimo anno non sarà semplice)

Luc10 Dalla




Bologna, voto 7. Media tra il +9 inflitto ai cugini ceramisti di Sassuolo e il -2 subito dai cugini subappenninici di Firenze.
😜😘

Modifica il 8 mesi fa da Luc10 Dalla
scotland16

d’accordo su tutti i voti…tranne juve un bel 5 pero’ perche’ : 1) gia’ alla 16esima aveva 10 punti dal Napoli e aveva perso 1-5 al San Paolo (la ricordate la partita? un massacro), 2) coppe disastrose ma soprattutto CL vergognosa, 3) squadra con budget largamente maggiore e allenatore largamente piu pagato , con Mourinho che pero’ aveva squadra che valeva meno della meta’, 4)gioco penoso. Inoltre darei : Atalanta 7, Bologna 7, Torino 6,5…Sampdoria 3 (in un campionato serio sarebbe stata esclusa per i mancati pagamenti..squadra debole distrutta gia’ all’inizio da Giampaolo…ovviamente i suoi tifosi 9)

Sergiod

Domenica molto triste per me, è mancato in giovane età un caro amico, una persona buona e semplice che aveva tanti amici e nessun nemico, grande appassionato di volley , insieme abbiamo passato tanti bei momenti.
In serata, per motivi certo molto meno importanti, mi sono emozionato per l’addio di Ibra e ho visto giocatori e tanti tifosi piangere insieme a lui, inquadrati dalle telecamere.
Se ne va una icona del calcio, un campione che non ha vinto la CL e neppure il Pallone d’Oro ma che ha lasciato il segno ovunque è stato.
Il Milan deve essergli grato per il contributo fondamentale che ha dato al giovane gruppo in questi anni, non è certo un dio ma un uomo di grande carattere ed esperienza.
Il quarto posto del Milan non mi soddisfa perché è stato ottenuto non con i risultati del campo e a tale proposito auguro alla Juve una vera rinascita, una strada nuova che riporti entusiasmo ai suoi tifosi.
Mentre al Meazza si piangeva al Maradona si festeggiava una stagione straordinaria con uno scudetto strepitoso.
Al termine della stagione mancano le finali di Conference e CL, le due nostre squadre arrivano in forma agli appuntamenti, speriamo bene.
Adesso si parte col mercato , la macchina del calcio non si ferma mai ma ‘staccare’ per un po’ sarà cosa buona e giusta, con la speranza che il sole ed il caldo facciano da ricarica, non solo riferita alla vitamina D.

2010 nessuno

Buona sera Sergiod.
Mi dispiace per la prematura scomparsa del tuo amico e dalla descrizione che ne fai intuisco la tua amara considerazione di quanto a volte possa sembrare ingiusta la vita.
Allo stesso modo rendo omaggio al grande Ibrahimovic che tanto ha dato al calcio, in questo tanto anche a noi e sicuramente tantissimo a voi.

rd1959

Sento in televisione e leggo qui e là molte affermazioni che non condivido, anche perché mi sembra non tengano in alcun conto alcuni particolari. Fortunatamente questa stagione estremamente modesta della serie A, nobilitata solo dal bel gioco e dallo strapotere del Napoli di Spalletti, è finita e non ci resta che sperare nella Champions, per l’Inter (impresa molto difficile ma non impossibile) e nella Conference, per la Fiorentina (impresa non semplice, ma alla portata). Qualche opinione personalissima, condita con qualche voto.

Napoli. Stagione entusiasmante in serie A, dove ha fatto il vuoto. 16 punti di vantaggio sulla seconda ma, soprattutto, 18 sull’Inter e sulla Juve, e 20 sul Milan che aveva lo scudetto cucito sul petto, le tre squadre che a metà agosto erano ben più acreditate per la vittoria finale. Capolavoro di una società che ha fatto a meno di Insigne, Mertens, Koulibaly e Fabian Ruiz, indovinando tutti i sostituti, che si sono rivelati nettamente migliori di quelli che erano partiti. Incredibile che il rozzo e impomatato presidente cinepanettonaro s’intesti in toto la vittoria, che è stata invece soprattutto di Luciano Spalletti, che ha saputo tirare fuori il meglio da ognuno dei componenti della rosa fin dalla prima giornata, e ha dato al Napoli un gioco tanto bello da vedere quanto efficace. Altrettanto incredibile che, immagino per smania insopprimibile di protagonismo, De Laurentiis non abbia saputo trattenere il tecnico che ha fatto tutto questo e ha regalato al Napoli un trofeo che mancava da 33 anni. È stato un peccato l’eliminazione dalla Champions ai quarti, per mano di una squadra nettamente inferiore che si è giovata dell’assenza di Oshimen all’andata e di diverse pedine importanti, come Kim e Anguissa, al ritorno, mentre è stato un bene uscire subito dalla Coppa Italia. Voto: 8.5

Lazio. Grande performance di Maurizio Sarri portare una rosa come quella a sua disposizione al secondo posto, sia pure a così grande distanza dalla prima. Solita pessima performance della Lazio in Europa, eliminata nella fase a gironi in Europa League e subito fuori pure dalla Conference. Giocare solo in serie A i mesi in cui si sono decisi i giochi del campionato ha contribuito in maniera decisa al risultato ottenuto, ma francamente questo club, che lotta con tutte le forze per conquistare un posto in Europa solo e unicamente per incassare i quattrini della partecipazione, e poi si concentra nuovamente sulla serie A, per conquistare l’accesso a una coppa europea nell’anno successivo, ha abbastanza stancato, perché fa molto bene al portafoglio del signor Lotito, ma molto male al calcio italiano, che non può mai contare sul contributo della Lazio per il ranking. Vedremo cosa combinerà nel mercato estivo. Voto: 6.5

Juventus. L’ho scritto nelle settimane scorse, non comprendo il trattamento a cui viene sottoposto Allegri, che certamente non è uomo simpatico e non ha dato un gioco effervescente a questa Juve, ma ha un discreto numero di attenuanti, a mio modo di vedere. Il problema è che non solo i tifosi ma anche la vecchia, perniciosa dirigenza danno per scontata la vittoria di un trofeo, sol perché il club porta il nome della Juventus. Ma le scelte della dirigenza, giustizia sportiva a parte, sono state praticamente tutte sbagliate dalla scelta di portare a Torino Cristiano Ronaldo in poi, e in questa stagione Allegri ha giocato in pratica sempre senza avere una dirigenza alle spalle, e con una spada di Damocle sempre pendente sulla testa. Di più: la dirigenza non ha rinnovato Dybala per prendere Pogba, che non veniva da stagioni entusiasmanti nelle quali non era mai stato infortunato, e non ha mai giocato quest’anno, come non era impossibile prevedere. Ha preso Di Maria, che ha trotterellato per qualche mese preparandosi ben remunerato per il Mondiale, per poi giocare alla ripresa del campionato qualche buona gara sull’onda di quel che aveva fatto vedere al Mondiale e ripiombare nell’apatia più inefficace e irritante nelle ultime dieci partite. Io credo non sia colpa di Allegri se la vecchia dirigenza gli ha messo in mano una rosa che comprendeva giocatori finiti (Alex Sandro, Cuadrado, De Sciglio, Bonucci), in crisi (Vlahovic, Chiesa in lentissima ripresa dai suoi infortuni), mai esplosi (Locatelli, Rugani) o inutili (Paredes). Eppure questa Juventus così vilipesa è arrivata terza in campionato (gli scontri diretti con l’Inter sono a favore della Juve), e in semifinale in Europa League e in Coppa Italia. Se il concetto è che per giudicare positiva una stagione si deve per forza vincere almeno un torneo allora questa Juve ha fallito, e con lei Allegri, se si deve dare un giudizio più ragionato, che tenga conto della rosa a disposizione e della situazione complicata della società per me non tutto sarebbe da gettare via. Certo, è arrivato il momento di liquidare diversi elementi e di ricostruire, continuare a mettere pezze alla Pogba e Di Maria o, peggio, alla Paredes non avrebbe alcun senso. Voto: 6.5

Inter. L’ultimo periodo ha smorzato le critiche a Inzaghi, ma io credo che l’Inter in campionato abbia fatto abbastanza male, nonostante il rush finale. Aveva la rosa migliore e, soprattutto, più rodata, senza nuove stelle da inserire nel collettivo, e ha conquistato 12 punti meno dell’anno scorso. A un certo punto aveva perso più di un terzo delle partite disputate, e alla fine saranno comunque 12, con 42 gol subiti, non pochi. La finale di Champions è un traguardo molto più che eccellente, conquistato con autorevolezza, e l’eventuale conquista del trofeo più importante della stagione sanerebbe certamente la modesta stagione in campionato, perché arrivare dietro non solo al Napoli dominante, ma anche alla Lazio e alla Juventus con quella rosa non può in alcun modo essere una performance da applausi. Ai miei occhi vale poco la conquista della Coppa Italia, unico trofeo che si conquista giocando la miseria di cinque partite, e ancor meno la vittoria dell’inutile Supercoppa, un trofeo meramente commerciale. Voto: 6.5 (8 con la conquista della Champions)

Milan. Stagione per me estremamente mediocre. La squadra che aveva vinto l’ultimo scudetto sarebbe fuori dalla prossima Champions senza la penalizzazione della Juventus, con un 5° posto non solo a 20 punti dal Napoli – un abisso – ottenuto anche conquistando 16 punti meno dell’anno scorso, e subendo la bellezza di 43 gol. C’è una semifinale di Champions, che è comunque un ottimo risultato, ma credo nessuno si offenderà se scrivo che quel risultato è figlio della prima fascia nel sorteggio, che le ha regalato avversarie come il Salisburgo e la Dinamo Zaganbria, mentre col mediocre Chelsea di questa stagione (12° in Premier League, con meno della metà dei punti del City) il Milan ha ottenuto un complessivo 0-5, ed è figlio anche dell’aver trovato sulla sua strada un Tottenham in grande crisi, superandolo con un complessivo 1-0. Con l’Inter non c’è stata partita né all’andata, dove il Milan ha rischiato la débacle, né al ritorno. Voto: 5.5

Atalanta. L’ho vista poche volte, e mi è francamente sembrata una lontana parente dell’Atalanta che mi aveva divertito per diverse stagioni, in serie A e in Europa. Questa corre ma, soprattutto, mena non si capisce per quale motivo a man salva. Io credo che abbia conquistato l’accesso all’Europa Legue solo perché ha giocato una quindicina di partite meno delle sue avversarie, non poche, non avendo le coppe europee ed essendo uscita subito dalla Coppa Italia. Infatti ha recuperato posizioni solo nell’ultimo periodo, quando le altre davano lustro al calcio italiano in Europa. Voto: 6 –

Roma. Una cosa è certa: con questa rosa, e con tanti giocatori fragili, non può giocare più di 50 partite, quindi delle due l’una: o la proprietà investe qualche soldarello nel mercato, o la Roma è destinata inesorabilmente a dover scegliere se andare avanti in Europa o cercare di conquistare l’accesso alla Champions. Fino a sette otto partite fa era terza, poi ha frenato bruscamente e ha centrato almeno l’accesso all’Europa League solo grazie alla penalizzazione della Juve. Arrivare alla finale di Europa League dopo aver vinto l’anno scorso la Conference è tanta roba, e averla persa ai rigori dopo quella partita è un risultato che, con quella rosa, io giudico davvero ottimo, ma la Roma ha una tremenda difficoltà a segnare, e anche nelle partite nelle quali la difesa domina la scena con apparente sicurezza, può sempre subire un gol comico, come per esempio quello di ieri sera, che aveva messo in salita la partita. Il futuro dipenderà dalla permanenza di Mourinho e Dybala, e dagli eventuali investimenti della proprietà. Voto: 6.5

Un’ultima notazione sullo spareggio per non retrocedere. Spiace che solo una tra Spezia e Verona andranno in serie B, perché per me sono state le peggiori squadre del campionato. La Sampdoria e, ancor più, la Cremonese giocano un calcio di gran lunga migliore, Spezia e Verona sanno solo menare, in ogni zona del campo, ma non hanno alcuna altra qualità. Si può e si dovrebbe saper chiudere gli spazi per 90 minuti anche con un gioco maschio, ma non si può giocare in serie A puntando solo ed esclusivamente sulla fisicità e sul fallo sistematico. Ieri un ispirato Dybala superava un avversario, poi un secondo e il terzo andava dritto sulla gamba: è un calcio da serie minori, nelle quali almeno una di queste due squadracce giustamente tornerà.

Luc10 Dalla

L’è un gran Bulagna!
Non avrei mai sperato in un finale di stagione così. Golletto dello scozzese (non so chi sia l’osservatore che segue il campionato celtico ma bisogna assolutamente dargli una promozione, e allo stesso tempo demansionare chi ci ha portato quel pippone di Aebischer, sempre che non sia lo stesso che ci ha portato Posch, in quel caso solo una tiratina di orecchie) all’ultimo istante e Bologna che si pappa in un colpo solo Monza e Torino piazzandosi al primo posto nel campionato dei normali…sì perchè la Fiorentina coi 150 pippi arrivati da Torino negli ultimi anni ha tirato su una scuadretta niente male (maledetti ingrati 🤪 dovreste fargli una statua ad Andrea Agnelli da mettere di fianco al David e invece state ancora incazzati per una storia di 30 anni fa…ma quanto a lungo riuscite a portare rancore da quelle parti? 😅).
Ora avanti con lo smantellamento della scuadra, vendiamo i migliori* e poi compriamo dei perfetti sconosciuti che ci faranno godere di nuovo l’anno prossimo.

*ovviamente l’allenatore speriamo non rientri in questo calcolo. GIU LE MANI DA THIAGO MOTTA! 😘

scotland16

Lewis Ferguson gran centrocampista; tra l’altro in Scozia 11 rigori segnati su 11 , gia’ leader dell’Aberdeen pur essendo giovane. Con papa’ buon centrocampista e zio , Barry , mente dei Rangers di inizio 2000, forte forte anche come carattere. Dopo Hickey (altro ottimo scozzese9, Doig (grande inizio nel Verona) e l’ormai famoso Henderson, dimostrano che la SPL non e’ cosi scarsa. Ormai costano troppo ma un paio di giapponesi del Celtic sarebbero ottimi (Furuhashi, Hatate) e Mc Gregor il capitano.

Ermenegildo Segna

Vacche anoressiche (cit.):
Siamo in C.L.! Evvvaaii
Allegri si dà all’ippica. Fosse vero….
Della serie ‘A volte ritornano’ – ma ci sta bene anche ‘L’invasione degli ultracorpi’: Arthur, McKennie e Zakaria (o mama mia)

Ciao Nosfy! 🇦🇷

From Naples

Per certi versi un risultato storico con 2 squadre del centro- sud nei primi 2 posti.
E due presidenti autoctoni, alla faccia dei fondi stranieri e chi li difende !( contenti loro..)

ConteOliver

penso che ad Allegri sia arrivato qualche spiffero gelido

ieri sera era visibilmente provato

forse ha saputo/capito che lo silurano…

se così non dovesse essere, vuol dire che soi proseguirà nella scellerata svalutazione di un partimonio tecnico importante, da Chiesa a Vlahovic, passando per Fagioli, Miretti ed il povero Iling Jr., che purtroppo sta già studiando da terzino

i 30 e passa milioni che costerebbe il suo esonero sarebbero agevolmente compensati dalla rivalutazione tecnica di gran parte della rosa, il cui processo di involuzione appare ineluttabile se si dovesse rimanere con questo “tecnico”

speriamo si facciano due conti in soceità, o meglio, che li facciano fare a qualcuno che capisce anche di calcio e consideri anche questi aspetti e non al solito ragioniere/liquidatore (figura al momento preponderante in società) che si limita a fare il conteggio meramente aritmetico dei due anni con contratto residui

la cifra che si rischia di perdere in termine di svalutazione dei giocatori è molto maggiore del costo dell’esonero di Allegri

Modifica il 8 mesi fa da ConteOliver
scotland16

per il bene della Juve lo devono esonerare; per le altre sqaudre , sarebbe meglio se restasse…

Leo 62

Ieri sera oltre a fare il nostro per mandare il Verona in B ( ma non è bastato… per ora ) da segnalare solo Leao che arriva a 15 gol ( ma qualcuno che ci verrà a dire che segna poco lo troveremo di sicuro… ) e dedica il primo ad Ibra che di lì a poco avrebbe annunciato l’addio al calcio, sommerso dall’amore di San Siro.
Quando è arrivato non avrei immaginato mai che sarebbe stato ancor così determinante a 39 anni, di fatto da solo ha compattato il gruppo, gli ha dato sicurezze che non aveva e lo ha lanciato verso lo scudetto che è arrivato con un suo contributo modesto sul campo ma enorme nello spogliatoio. Grazie IBRA, sei uno dei più grandi della storia di questa squadra, ed anche se hai giocato nell’Inter e nella Juventus quelle sono state parentesi, il tuo cuore è sempre stato rossonero.
Per il resto andiamo in Champions solo per la penalizzazione inflitta alla Juventus, e spero che in società si rendano conto delle ragioni di questa annata di merda, senza nascondersi dietro la Semifinale di Champions, arrivata solo per una serie di botte di culo nei sorteggi talmente grandi da apparire sospette ( per tutte le italiane, sia chiaro… ). Male valutata la partenza di Kessié e la consistenza dell’attacco, male gestita da Pioli la rosa, assolutamente inadatti al doppio impegno.
Spero che si tengano tutti i belgi, Origi compreso e gli si dia continuità sin dall’inizio nella prossima stagione, manca poco per essere del tutto competitivi.

gmr61

Leo hai ragione, però in società non sono stupidi, ma solo realisti e fin troppo attaccati al bilancio.
Se alla Juve stanno pensando di cambiare il Livornese, rimettendoci un sacco di soldi, ma con motivazioni serie, noi non credo cambieremo la guida tecnica, principale motivo dell’annata non positiva. Certo gli infortuni, non solo di Mike ( e forse anche qualche riflessione sui preparatori atletici andrà fatta) , la rosa corta/non adeguata ( ma dove era Pioli quando prendevano i vari Adlii, Vranxx & c.?) e il fatto di chiedere subito rinforzi , necessari in alcuni punti, mi fa pensare ad un ” excusatio non petita”
Prendiamoci questo risultato con la speranza che il percorso di crescita non sia concluso, dopotutto veniamo da 3 anni ( A.I. After Ibra……) di crescita, con un anno buono, un secondo ottimo con lo scudo, questo inferiore e se il prossimo dovesse essere ri-buono mi aspetto una cosa sola, la Nostra…..
P.S. Ieri il saluto di Ibra è stato commovente, ha risollevato dopo un 5-0 il milan, fatto capire nello spogliatoio cosa voglia dire pensare da vincenti, cambiato in meglio l’atteggiamento di molti giovani, tra cui Leao ( bellino ieri il terzo gol, a proposito) e non dobbiamo far altro che dirgli GRAZIE!

scoperto (presumo per i ;) e subito bloccato da Bocca il censore

Già, posso testimoniare: sul cuore porta sempre un bel portafoglio rossonero.
A scanso di equivoci: il gol più bello che abbia mai visto è il suo in rovesciata da centrocampo.

Bombaatomica

Cantava Raf a fine anni ’80:
Cosa resterààààààà 🎵🎶
di questo campionatoooooooo 🎵🎶
😁 😁

Già, cosa resterà di questo campionato fasullo? Ben poco.
Sicuramente resterà la bella prova della LAZIO, partita con gli sfavori di stampa, pubblico e addetti ai lavori, ma che alla fine ha sopreso tutti. Grazie al sudore della fronte e agli accorgimenti tattici del Comandante Sarri, la formazione capitolina ha sopreso scettici e maestranze, estimatori del bel calcio e semplici appassionati. Grazie LAZIO per la gioia immensa che ci hai dato, per i due derby e per il tiki-taka mostratoci 😂

Altra cosa che resterà negli annali è il CULO del Napoli 🤣🤣
Non si ricorda – a memoria d’uomo – un culo cosi spaventoso. Una misera formazione da mezza classifica che scula il campionato. Un pò come il Leicester in UK. Speriamo che a breve faccia la stessa fine 😂😂

Ci ha sopreso anche l’Inter. I gemellati nerazzurri non solo hanno incamerato la Coppa Italia ma sono anche in finale di Cempions Ligh. Bella prova, amici. Ancora un passetto per l’apoteosi 👍

Tra gli aspetti negativi non possiamo esimerci dal parlare della Juventus, la squadra truffatrice per antonomasia 😂😂😂 La mazzata tra capo e collo le farà bene, sperando che riprenda la retta via senza sotterfugi e ladrocinii 😁
Ma sarà dura: senza, non ci riescono…. la truffa ce l’hanno proprio nel DNA 🤣

E che dire del Milan? Stessa pasta….
Dopo la grande sculata dello scorso anno, senza la Dea Fortuna la squadra rossonera si è sciolta come burro al sole.
A casa…. a leccarvi le ferite e a fare ammenda. Per punizione, anzichè inginocchiarvi sui ceci col cappello da asino, andate alla lavagna e scrivete per 100 volte “l’Inter è piu forte: noi facciamo cagare” 😁😁

La rometta.
No vabbè…. ma de che stamo a parlà…. 🤣🤣🤣
Gnè gnè gnè….

La Talanta è sprofondata negli abissi. L’era Gasperini ha fatto il suo tempo.

La Fiorentina.
Buona annata. Finale di Coppa Italia massacrata dall’Inter.
Finale di Mortadella Cup. Ahò, non fate i bischeri hoglioni come al solito, eh?
L’Italia ve tifa, imbecillli!!!!! 😁😁

Gianpagliacci

Bombacomica nel Circo Sogni sarebbe una star

convenevole da prato al secolo Nicola Romanoo

E ‘ possibile un ridimensionamento del Napoli visto che verosimilmente quella del tecnico non sarà l’unica partenza, quanto alla Lazio spero che con i soldi di Champions e 2ndo posto er sor onorevole potenzi la squadra, hai visto mai che con un pò di fortuna (immeritata) nel sorteggio e sperando che la coppa principale valga lo preziosissimo sudore dei nostri, si possa lottare per arrivare secondi ? Comunque per me napolaziale davvero una grande stagione , il nostro secondo posto si aggiunge agli altri grandi misteri dell’esistenza .

Leo 62

A Bomba, er titolo de quest’anno pe’ voi è ALADRIIIIII …

Apprezzo

Divertente !!

ConteOliver

grande bumbaastic, sempre pessimo 😆

come avete arrubbato quest’anno, mi sa che non vi ricapita più

Modifica il 8 mesi fa da ConteOliver
scotland16

il fantacalcio di Bombatomica….divertentissimo ahaha

il ghiro

Parallele Asimmetriche
FGCI e Lega hanno stabilito la contemporaneità delle ultime cinque partite che decideranno la retrocessione in B per Hellas Verona o Spezia e l’assegnazione dei posti dal quinto all’ottavo per la partecipazione alle Coppe, Europa o Conference, anche a seconda dei risultati delle due prossime finali. E allora io me le “spizzo” tutte e cinque in parallelo.
Comincia male la Roma con lo Spezia, al 6’ il greco Nikolaou (attento, proto, non Nkoulou) punisce di testa Svilar, poi gol al 12’, altra testata, stavolta di Koopmeiners, che sblocca il derby lombardo bis, al 17’ il Lecce viola la porta felsinea, da Strefezza a Banda, il moretto non si fa pregare e spara una botta che fa secco il polacco Skorupski, ancora un polacco, Zalewski, segna per la Roma, uno strano tiro-cross finisce beffardo in rete, quindi  il raddoppio della Dea con il secondo gol di Koopmeiners, che entra in porta con la palla, infine i primi tempi si chiudono con il rigore che VAR e Valeri assegnano al Milan per lo scontro tra Ngonge e Diaz, Giroud lo batte da manuale. Per ora no news dalla Dacia Arena.
Nella ripresa il Monza si riporta sotto, gol del capellone Colpani con una stangata da fuori area, poi tocca al bomber Arnautovic a portare il Bologna sul pari, stavolta il gol è valido, Falcone non arriva sulla capocciata dello slavo, a Udine segna Chiesa con uno splendido tiroagiro, un gol alla Insigne, a Milano il Verona pareggia con il nostro ex-pulcino Faraoni, cross di Lazovic e bella incornata di  Davide che batte Maignan, a Bergamo la Dea va in gol due volte, Koopmeiners prima fa segnare Hojlund, poi fa ancora lui il quarto gol beffando il portiere da metacampo, il Monza si riporta sotto con un geniale scavetto di Petagna, il Bologna va in vantaggio a Lecce con Zirkzee con un bel fendente da fuori area, Leao riporta davanti il Milan con una stoccata dal limite, Oudin pareggia a Lecce con un bel sx al volo.
Si entra in zona Cesarini, la Roma passa con lo Spezia grazie al fallo da rigore di Amian sul Faraone, segna Dybala, a Bergamo e Milano Muriel, col solito pallino in angolo, e Leao, che dribbla anche il povero Montipò. consolidano le vittorie dei nerazzurri e dei rossoneri, a Lecce al 97’ Falcone è beffato all’ultimo secondo da un rocambolesco traversone di Ferguson, palo e rete.
Segnati ben venti gol per arrivare a conclusioni largamente scontate: Atalanta e Roma in Europa League, Juventus oggi in Conference League, mentre per la retrocessione tutto si deciderà in uno spareggio all’ultimo sangue tra Hellas Verona e Spezia, stasera entrambe sconfitte, data e sede da definirsi.    

EroAdAtene

Un meraviglioso campionato farsa, Napoli campione escluso. Fossi la Juve e i suoi legali, mi appunterei tutte le motivazioni delle sentenze in attesa che altre, beneamata società facessero qualcosa di simile, poi presentare i denuncia alla giustizia ordinaria, e se quella sportiva non fa il suo dovere, denuncerei pure quella.

Nicola Romano

E mamma mia ,ma quando comincerete a rinnovarvi nelle forme e nei contenuti ? .

RM28

quando gli altri smetteranno di truffare impuniti

Obizzo da Montegarullo

La Juventus è una s.p.a., non so a cosa serva veramente per una società di calcio ma tant’è, e deve sottostare a degli obblighi che per altre forme societarie non sono previsti. Essere quotati in borsa ha i suoi vantaggi (ad esempio aumenti di capitale sottoscritti da una pluralità di soci tramite l’emissione di azioni e non la solita cacciata di quattrini da parte del presidente di turno) ma prevede degli obblighi molto stringenti. Gli ex amministratori credo ne fossero a conoscenza, magari provi a chiedere conto a loro.

RM28

ma la quotazione in Borsa quale rilievo ha ai fini della giustizia sportiva? Voglio dire, in che modo essere una spa quotata incide sul risultato in campo?

Obizzo da Montegarullo

Guarda, non lo so e per tutto il bene che (non) voglio alla Juve sono d’accordo che la punizione sportiva è al minimo pletorica (ma io credo che sia sostanzialmente ingiusta) e ho già scritto tempo fa che andava data una severa punizione alla società (sotto forma di svariati milioncini di euro di ammenda) ed ai dirigenti pro-tempore (cosa che sta effettivamente accadendo).
La mia risposta era relativa alla sollecitazione di EroAdAtene che implicitamente sottolineava un diverso trattamento della Juve rispetto ad altre squadre. In sostanza il trattamento è diverso perché la Juve è “diversa”, nel senso che essendo una SpA una legislazione specifica piuttosto severa ne regola la vita societaria rispetto alle altre realtà del calcio italiano che operano sotto regole meno stringenti.
Poi, il regolamento (seppure, secondo me, implicitamente ingiusto, ma non è questo il punto in discussione) era ben noto prima che certe irregolarità fossero commesse e i dirigenti ne erano senz’altro al corrente, di conseguenza sono proprio loro che i sostenitori della Juve devono chiamare in causa… In sostanza siamo di fronte ad un caso di “mala gestio” (che, per chi non lo sapesse, è un grave reato societario), inutile e fuorviante chiamare in causa il destino cinico e baro e/o fantomatici complotti.

Modifica il 8 mesi fa da Obizzo da Montegarullo
RM28

Ok, io stavo seguendo proprio il tuo ragionamento, ossia che il fatto di essere quotata in Borsa dovrebbe comportare delle regole diverse, MA NON DAL PUNTO DI VISTA SPORTIVO!
Se ci sono irregolarità o illeciti devono essere giudicati dalla magistratura ordinaria, cosa c’entra la Procura Federale?
Nessuno chiama in causa il destino cinico e baro, si sottolinea solo il fatto che la giustizia sportiva l’ha fatta ampiamente fuori dal suo vaso.

Obizzo da Montegarullo

Che vuoi che ti dica, evidentemente i regolamenti prevedono sanzioni di questo tipo (quindi ben note PRIMA dei fatti dai dirigenti bianconeri che evidentemente pensavano di farla franca), lo affermo non perché sia un giurista e quindi posso essere smentito in qualsiasi momento, ma perché mi pare altamente improbabile che si applichino illegalmente (che questo sarebbe seguendo il tuo ragionamento) delle sanzioni, in altre parole credo che chi ha agito in questo modo abbia le spalle ampiamente coperte dai regolamenti.
A volte sembra che stiamo parlando del torneo aziendale ma non è così, fosse come dici te si tratterebbe di un pesantissimo intervento nel cuore dell’attività di una SpA (il core business della Juventus È l’attività sportiva) quotata in borsa, un reato molto serio e qui si va in galera eh, mica ce la si può cavare con un “scusate ci siamo sbagliati”. Oltre a dover eventualmente sborsare fior di milioni di danni, ça va sans dire.
Poi che questo regolamento faccia abbastanza cag… mi trova d’accordo, ma andava cambiato prima.

Waters

Mamma mia che due palle,ma sei così pesante anche a casa?
Se si,ti hanno mandato via giusto?😀

RM28

Onesti dal 1908

Nathan

Il primo ricordo che associo a Luciano Spalletti è legato ad un Napoli-Empoli dell’ormai lontano 14 Settembre 97′.
Quella Domenica,l’allora stadio San Paolo era sferzato da una pioggia torrenziale a causa di un temporale di fine estate.
Il Napoli aveva acquistato Igor Protti che due anni prima era stato capocannoniere al Bari e gli aveva affiancato il giovane Claudio Bellucci per comporre un attacco tutto estro e fantasia, insieme al grandissimo bomber dell’Independiente Calderon.
Da Udine era arrivato il promettente Rossitto per 13 miliardi di lire ed in difesa potevamo dormire tra due guanciali grazie a Willy Prunier.
In panchina sedeva il buon Bortolo Mutti che giocava col libero staccato dietro allo stopper (Ayala e Prunier) e nessuno avrebbe mai nemmeno lontanamente immaginato che, dopo la sofferta vittoria per 2-1 contro i toscani empolesi, firmata proprio Protti e Bellucci, il Napoli avrebbe chiuso il peggior campionato della propria storia totalizzando 14 punti e ben quattro allenatori(Mutti,Mazzone,Galeone e Montefusco).
A centrocampo schieravamo il centrocampo più lento di sempre con Rossitto,Giannini, Allegri(proprio il simpatico Max) ed Asanovic.
Diciamo che quest’anno Spalletti mi ha cancellato dalla mente quell’incubo di 26 anni fa con uno scudetto bellissimo ed inatteso.
Comprendo la sua scelta di andare via, Napoli è una piazza che prosciuga fino all’ultima goccia di energia.
Chissà che idee frullano nella testa di Aurelio De Laurentiis in questo momento, con un ds ed un allenatore da sostituire.

IMG-20230528-WA0000.jpg
From Naples

Nnun te preoccupà, che ci è sempre andata bene. Alla faccia dei detrattori haters e .. grigliatori!

Nathan

Ciao From Naples, nessun timore non preoccuparti, per chi,come me e tanti altri, ha sempre seguito il Napoli con amore e passione, c’è sempre e soltanto la maglia azzurra da sostenere.
Al di là di tutto.

IMG-20230604-WA0002.jpg
Antonio Trilussa

Per la Juve la grande occasione di giocare la Conference ed essere la prima squadra a perdere tutte le finali delle coppe europee.

alberto_ol

Non è possibile dato che la juve ha giocato solo una finale di coppa delle coppe e l’ha vinta.
Invece potrebbe ottenere questo risultato la fiorentina se perde mercoledì.
La Fiorentina ha già perso una finale di coppa campioni (56-57), coppa coppe (61-62), coppa uefa (89-90 finale persa contro la Juve).

monica

sì,ma ne abbiamo vinto una,la coppa delle coppe del 60-61.
tra l’altro prima squadra italiana ad aver vinto una coppa europea

Vipe

E potrebbe il contrario, invece. Vincendo la Conference unica a vincerle tutte.

Hell Piero

Minchia le risate. In EL non credo ci sia mai arrivata in finale

scotland16

potrebbe essere un buon obbiettivo , soprattutto per Allegri; piuttosto mi stupisco che PSG e Real Madrid non facciano carte false per averlo come nuovo allenatore…

scoperto (presumo per i ;) e subito bloccato da Bocca il censore

Non la giocherà, ma puntiamo più in alto: centrare l’ottava.

ConteOliver

😆

PS: non c’è pericolo, non ce la faranno disputare

penso tocchi al Bologna, se la Fiorentina vince la finale e va in EL il prossimo anno
altrimenti tocca alla Fiorenina 😉

71
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x