Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Dopo il Napoli e il Milan tocca alla Roma. La Coppa Italia manda a gambe all’aria i progetti delle big del calcio. La Roma clamorosamente sconfitta all’Olimpico dalla Cremonese di Ballardini ultima in classifica, due gol e via, la Roma fino al gol segnato da Belotti nei minuti di recupero non si è vista proprio in campo. Ricadendo nei soliti problemi di gioco povero e scadente. Squadra poco concentrata, per di più fortemente rimaneggiata da Mourinho che non ha dato importanza al fatto che la Cremonese avesse già vinto a Napoli, gruppo distratto dalle solite telenovele romane e in particolare dal caso Zaniolo. Che chiede di rientrare giustamente in squadra, o meglio nella  “famiglia” di cui tanto parla Mourinho. In questa vicenda o si mette da parte l’orgoglio o tutti finiranno per perderci.

Ognuno ha i suoi patemi e la Coppa Italia te la tira fuori tutti. Mourinho, solo perché la Roma ha rimesso un po’ il naso tra le prime, si è fatto prendere dal classico delirio di onnipotenza. Si è messo a fare la guerra aperta a Zaniolo, rinunciando a un giocatore incostante e in difficoltà ma comunque sempre importante e prezioso per la Roma, ha affrontato la Cremonese ultima in classifica con una Roma talmente rivoluzionata e comunque decisamente deconcentrata da regalare all’avversario la qualificazione alla semifinale.

  Il fatto che la Cremonese avesse già fatto lo sgambetto al Napoli avrebbe dovuto far suonare l’allarme e alzare l’attenzione, ma invece la Roma ha giocato da presuntuosa, distratta dalle sue chiacchiere e le sue solite telenovele. Morale, alla fine ognuno ha pagato il suo prezzo e nessuno ci ha guadagnato.

  Intanto tutte le pratiche restano preoccupantemente aperte: il caso Zaniolo è lì che si gonfia sempre di più nonostante lettere e appelli bilaterali alla “famiglia della Roma”, in questa vicenda o si mettono da parte orgoglio e questioni di principio o tutti finiranno per rimetterci. La squadra intanto continua ad avere preoccupanti black out e di fondo gioca troppo spesso male. Perdere ma darci dentro e salvare la faccia a Napoli aveva fatto pensare a un cambio di mentalità e di filosofia.  E invece alla fine la strada sempre al solito punto torna. Mourinho si lamenta della rosa e della fatica che bisogna spendere quando ci sono tre partite alla settimana. Andando al sodo  in semifinale ci sono Cremonese e Fiorentina, squadre più deboli della sua, e che hanno avuto un calendario pure meno agevolato.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

Dopo il Napoli e il Milan tocca alla Roma. La Coppa Italia manda a gambe all’aria i progetti delle big del calcio. La Roma clamorosamente sconfitta all’Olimpico dalla Cremonese di Ballardini ultima in classifica, due gol e via, la Roma fino al gol segnato da Belotti nei minuti di recupero non si è vista proprio in campo. Ricadendo nei soliti problemi di gioco povero e scadente. Squadra poco concentrata, per di più fortemente rimaneggiata da Mourinho che non ha dato importanza al fatto che la Cremonese avesse già vinto a Napoli, gruppo distratto dalle solite telenovele romane e in particolare dal caso Zaniolo. Che chiede di rientrare giustamente in squadra, o meglio nella  “famiglia” di cui tanto parla Mourinho. In questa vicenda o si mette da parte l’orgoglio o tutti finiranno per perderci.

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
41 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Bombaatomica

Ma tu guarda come so fatti sti romanisti: mi costringono ora a dire grazie a Ballardini 😂😂😂 Avete capito? Si, a quella pippa immane de Ballardini che stava pe mandare la LAZIO in serie B….. 😂😂😂

Grazie Ballardi!!!!!!
Sei un bel pippone ma ieri hai eseguito un capolavoro tattico. Persino Guardiola ha chiesto la cassetta per studiare le mosse tattiche eseguite magistralmente dalla tua formazione 😂😂😂

Mourigno, ai microfoni di Tele Romanista Imbufalito 😂: “l’arbitro c’ha fregato la partita, limortacci sua”.
Aho, si è proprio romanistizzato lo Special Uan….. 😂

Grazie Cremonese!

L'ESORCISTA

Stasera sculata Juve?
😂😂😂

Bombaatomica

Confermo 👍
Avete pagato Maximiamo o è stata tutta farina del suo sacco?
😂

Luc 68

Strano pensavo che Mourinho alla stregua di Conte sarebbe riuscito a valorizzare di più la squadra invece di perdere i pezzi. Dispiace per la Roma ma son contento per la Cremonese 😊

Quattroquattronovetredue

Smaltita la mazzata, metaforica ovviamente, di ieri sera, ho pensato di scrivere questa
LETTERA APERTA A JOSÉ MOURINHO:
Gentile Sig. Mourinho, mi chiamo 44932 e sono un tifoso della Roma, un po’ avanti con gli anni ma non ancora decrepito, e vorrei porle alcune domande, confidando in una sua risposta; premetto che non riguarderanno Nicolò Zaniolo, a scanso di equivoci.
1 Quando dobbiamo affrontare una squadra tecnicamente inferiore, come ieri sera, lei ritiene tanto rischioso schierare la difesa a 4 dall’inizio per cercare di controllare il gioco, senza doverci arrivare ogni volta con l’acqua alla gola?
2 Se lei considera Kumbulla una mezza sega, e io concordo con lei, perché schierarlo titolare in una partita da dentro o fuori, dove una sconfitta è irrimediabile?
3 Appena Wjinaldum si è scassato è stato preso di corsa Camara, discreto centrocampista con buona esperienza internazionale, che dopo diverse partite anche buone è letteralmente sparito nel nulla; ora, io non so cosa lei abbia intravisto in Tahirovic, se si scrive così, ma non sarà che per “aziendalismo” gioca uno di proprietà piuttosto che uno in prestito, e che verosimilmente non sarà mai riscattato? Perché se fosse così sarebbe grave, almeno per un semplice tifoso come il sottoscritto.
5 Da un mese è a disposizione Solbakken, attaccante si spera talentuoso, sicuramente in buona salute, che ricopre esattamente il ruolo che sarebbe stato di Zaniolo: perché invece ha giocato Volpato, che di sicuro ha grandi mezzi tecnici ma in campo scende sempre col piglio di chi gioca in spiaggia con gli amici?
Vede, Sig. Mourinho, io da un anno e mezzo la sto difendendo da chi per partito preso la accusa di essere bollito, però vorrei invitarla a darmi una mano pure lei, altrimenti mi mette in difficoltà, ed ecco perciò la Domanda delle Domande:
6 Non sarà che lei si è stufato di allenare una squadra il cui budget per il mercato è pesantemente bloccato, e non vede l’ora di andarsene? Perché se così fosse non ci troverei niente di male, ma a patto di dirlo chiaramente, perché alcuni fra i più giovani magari pensano davvero che lei sia il Messia che ci guiderà alla Terra Promessa, e continuare ad illuderli non sarebbe onesto. A Roma l’allenatore è come il Papa, morto uno se ne fa un altro, magari lei potrebbe fare il part-time come “tecnico emerito”, potrebbe essere un’idea.
Insomma, penso che sarebbe bello e anche utile se lei proprio adesso dichiarasse che intende rispettare il contratto che ha firmato fino alla sua naturale scadenza, senza alcuna condizione: ci farebbe una gran bella figura, al di là delle sette cucuzze nette messe in saccoccia.
Con immutata stima e simpatia, suo
44932

Bombaatomica

Tra LAZIO e roma, Kumbulla’ ha scelto la roma.
Meno male…. 😂😂😂

Bel-Ami

Se me la invii, aggiungo la mia firma digitale.

ConteOliver

Partita bruttina che la Roma ha meritato di perdere, di fronte a una Cremonese non certo trascendentale, ma comunque concentrata e tignosa per 95 minuti, in cui tutti hanno “messo il fritto” (e qualche scorrettezza di troppo, non sanzionata, nella migliore tradizione del calcio italiano).
Complimenti a loro e a Ballardini.
Dei giallorossi l’unico che emerge è Belotti (7), che ha fatto una partita di lotta e alla fine è stato giustamente premiato
Non male ElSha e Zalewski (6,5), sufficienti Rui Patricio e Matic (6), ma gli altri sono tutti sotto la sufficienza, Pellegrini compreso.
La Roma e Roma si confermano la “piazza umorale” che ben si conosce e che neppure un genio della comunicazione come Mourigno sta riuscendo a normalizzare.
E’ un peccato perché quest’anno i requisiti per fare bene ci sono tutti e anche l’intesa Dybala-Abraham sembra in crescita…ma resta sempre sullo sfondo qualche begha interna a sfasciare il tutto
Film già visto…

inox

Buongiorno Fabrizio

”Hanno permesso a un padrone del giornale, e parlo della Gazzetta dello Sport, ora c’è stata una querela, di chiamarmi mafioso, quando i mafiosi veri in Italia sono quelli che fanno gli imbrogli e nessuno lo dice”. Pesante sfogo del presidente della Fiorentina che si scaglia in diretta televisiva. Commisso uno di noi. Commisso Presidente della Repubblica subito (ci sono stati due papi ci possono stare anche due Presidenti) finanche delle Repubbliche Marinare a interim. Roma-Cremonese 0-2. Quando gioca la Roma l’aria sul campo e zone limitrofe è contaminata da crisi isteriche. Ieri sera Mourinho, incazzato nero, raccomanda calma ai giocatori  tutti incazzati, brocchi e incazzati. Espulso l’allenatore in seconda ovviamente incazzato . Lo stadio, 59.800 incazzati 200 no….felici come bimbi alle giostre. Guarda Fabrizio, devo dirti una cosa. Voglio spezzare una lancia a favore dei romanisti tutti, persino per Zaniolo anzi, una lancia e pure una vanga. Hanno ragione a essere arrabbiati. Ieri sera, con la Cremonese in vantaggio, per la prima volta accade qualcosa che non avrei mai voluto vedere nel gioco del calcio. Il portiere ospite si mette a perdere tempo ogni qualvolta rinvia dal fondo. E si batte i tacchetti sul palo nemmeno gli pesassero un bilico. E si sistema i calzettoni. E si aggiusta la piega dei pantaloncini infilzata fra le natiche. E lo sappiamo, trattasi del principio della coperta corta. Hai più stoffa nel didietro, ti manca davanti; i testicoli, compressi, ne risentono. E allora….sistema dietro e sistema davanti. I suoi compagni, ogni rimessa laterale, diventa un vespro. Pallone di pongo fra le mani. Mai visto un comportamento così antisportivo. Dove andremo a finire proprio non lo so. Certi modi vanno subito condannati altrimenti diventa una moda. Salviamo il gioco del calcio #pantaloncinofralechiappetelotieni

Bel-Ami

Prologo: intervengo in argomento, evitato lo scoglio giuridico-sportivo per incompetenza territoriale (non per materia): speravo che l’oggettività avesse la meglio sulla tifoserie, da ogni banda, ma salvo rare eccezioni l’occhiale a colori altera le prospettive. Tant’è ed in bocca al lupo a tutti.
Veniamo a noi.
Volevo andarci. Dopo oltre quaranta anni, dalla mia personale fatwa contro un calcio nostrano che con lo scandalo scommesse aveva fatto perdere l’innocenza a molti di noi impuberi entusuasti tifosi, avevo deciso di investire in una Tribuna Tevere. Presago prima di molti bloggaroli polemici dell’inutilità di DAZN (Sky e Netflix offrono serie TV interessanti), non osservo una partita intera della Roma da anni (nemmeno nelle coppette). Non l’ho fatto, forse il freddo, forse oscure avvisaglie. Vinta la ripugnanza per i canali del Biscione, ho trascorso cento minuti di rabbia, sfumata in rassegnata tristezza.
Colpa dei pedatori? Forse. Le riserve scarse? Forse. Ma le aveva anche la Cremonese, squadra mediocre prossima alla B.
Ergo? Chi li mette in campo? Chi piazza Kumbulla al centro della maledetta difesa a tre quando mai ci ha giocato? Chi insiste in un modulo che sguarnisce il centrocampo, e ridicolizza attaccanti e quel “genio” di Pellegrini? Chi, invece di placare gli animi, consente ad un bullo quale Mancini di collezioinare un’ammonizione a partita? Solbakken, purga del Bodoe, è un altro Shomurodov, dopo che l’hai voluto a tutti i costi?
Dopo le laudi post Napoli, ci speravo. Invece il nulla: un primo tempo orrido, senza uno straccio di idea in mezzo al campo, come ai tempi dei “giovanissimi”, quando improvvisati allenatori ti piazzavano al centro della difesa dicendoti solo di spazzare via ogni pallone, e basta.
Dopo di che, alla Oronzo Pugliese (con tutto il rispetto), infilata una sfilza di attaccanti, senza un criterio logico, rispoplverando un 4-2-3-1 (che preferisco sempre) casuale: stretta in area la Cremonese, ma Santo Cielo, nemmeno quello? Nemmeno un minimo di tigna? E le solite isterie, lamentazioni continue, panchina esagitata ad ogni soffio di vento.
Così è se vi pare: il virus si è propagato. Si pretende coi paraocchi. Il tifoso medio, lungi dal ricordare la “Rometta” di fine ’60 o la grande Roma di Liedholm e del Brasiliano (da “La gioia fa parecchio rumore”), le signorilità nella vittoria o nella sconfitta (i “centimetri” di Viola), si è abituato ai quartieri alti, e con Mourinho contava di emulare l’Inter del triplete.
Zaniolo? L’ennesimo bimbominchia mal seguito dalla famiglia (a differenza di Totti), famiglia che – come in molti contesti – non si preoccupa dell’avvenire del figlio, ma del futuro comune, quasi affidando al pargolo (o pargola) le proprie sorti o il proprio riscatto-successo sociale. Ma la pubblica gogna no, e qui si perpetua l’epos di un allenatore che pone il proprio carisma dinanzi a tutto e tutti.
Si dirà che, ciò nonostante, la Roma è tra le prime: ma, in un campionato di una mediocrità sconcertante, ci paragoniamo al Sassuolo (per dire)?
Grazie a chi avrà avuto la pazienza di leggere le mie fesserie.

Grande Romeo

L’ho vista solo fino al rigore, poi sono arrivati amici con cibo e bevande e abbiamo fatto altro.
La Cremonese sembrava avesse più voglia della Roma, che diversamente dall’Inter della sera precedente appariva svogliata e con poca intensità ed attenzione (primo gol ridicolo).

Mi meraviglia che nemmeno l’ingresso di Dybala (un intero tempo in campo) abbia modificato il corso degli eventi. Forse sarò prevenuto ma mi immagino un Totti di 29 anni che entra nel secondo tempo con la Roma sotto di un gol e fa qualcosa di diverso da quello che hanno fatto ieri sera: una volta è entrato al 41′ e ne ha fatti due (ma non aveva 29 anni)

Beh, Gigi da lassù sarà contento

Giorgio Bianchi

E torniamo a parlare di calcio giocato, dopo tanti veleni. La Cremonese battendo dopo il Napoli anche la Roma, ha si fatto una grande, anzi due, imprese e sarebbe bello se la vincesse, la coppa, ma ha anche dato la prova provata di quanto contino le motivazioni, la testa, in qualsiasi gara. Il Napoli prima e la Roma stasera hanno potuto constatare quanto sia sbagliato prendere sottogamba qualsiasi avversario.
La Roma dopo aver disputato un’ottima gara al Maradona contro i primi in classifica, ha pensato che avrebbe fatto un sol boccone all’Olimpico degli ultimi e si è schieratacon le riserve che pensavano anche loro già al turno successivo toppando clamorosamente.
Errore di presunzione che, dal mio punto di vista , mi auguro che il Napoli non commetta domenica a mezzogiorno.

Modifica il 1 anno fa da Giorgio Bianchi
EhEh

Premetto che la Cremonese ha fatto il suo e si e’ meritata partita e passaggio del turno.

Temo che il discorso di Mourinho sia stato diverso, condito da presunzione si’, ma con l’intento di dare un messaggio a squadra e dirigenti. Un po’ quanto successo a Bodo. E di nuovo un qualcosa del tipo “credevo che piovesse ma non che grandinasse!”.

Partite con parecchi panchinari ed in ogni reparto. Il risultato alla fine e’ che nulla funziona veramente. Gia’ la Roma costruisce male a centrocampo. Se poi ti fai pure (due) gol da solo, diventa notte fonda. Quando allenava la Roma mi diede la stessa impressione pure Spalletti (tra gli altri), ma e’ cresciuto parecchio da allora, ed anche la rosa del Napoli.

puntadispillo

Calcio italiano: a commento della gara Roma-Cremonese, il giornalista di Repubblica così scrive
“…prima Kumbulla ha srotolato sui piedi di Dessers un’autostrada. Poi Rui Patricio lo ha mandato sul dischetto. E a inizio ripresa Celik ha completato il capolavoro deviando in porta un tiretto di Pickel a cui Ibanez aveva assicurato a sufficienza spazio per fare male”.
Calcio italiano.

Leo 62

La Roma dietro ai titolari ha il vuoto, cosa su cui il portoghese ha insistito spesso, anche ieri sera. Peraltro come è successo a Milan e Napoli in Coppa Italia, se parti con le riserve e metti i titolari a partita in corso non è la stessa cosa.
Detto questo evidentemente è l’annata dei protettori in cielo, dopo Maradona che, dopo l’Argentina, sta attivamente dando una mano al Napoli, abbiamo anche Vialli che, appena arrivato, si sta subito dando da fare per la Cremonese…

Archivista

Ciao Leo. La soluzione ovvia è: ammazziamo Maldini.

Leo 62

Ciao @Archie eh si, perché abbiamo esattamente bisogno di una cosa del genere… anche se poi qualcuno potrebbe dire che ce l’abbiamo avuta l’anno scorso, e non gli si potrebbe dare tutti i torti 🙂 🙂 chi dici che sia stato? … Gren, Nordhal o Liedholm? … o tutti e tre? 😉

Archivista

Pierino Prati! Per quello si correva come caprette!

Giorgio Bianchi

Magari proprio Maldini, il primo?😉

Cuore ross-azzurro

Bella questa 🙂

2010 nessuno

Però, che fine umorista Allegri con il suo commento su Pogba’ ” non è ancora in forma, forse tra due o tre mesi….”

comevolevasidimostrare

👍

Mozilla

Quando sarà in forma lo vendiamo, prima che giochi qualche partita. Vuoi mettere che plusvalenza!

2010 nessuno

Oso mettere che forse Allegri ne avrebbe fatto a meno comunque, sbaglio?

From naples alias Carlo lll

Sai che fisico avrà in spiaggia..

Quattroquattronovetredue

Stavolta Mourinho toppa malamente la formazione, se ne rende conto ed evita di cercare scuse, ma resta il fatto che butta nel cesso un’occasione d’oro per andare in finale, ed è un peccato. Ho già scritto in precedenza quello che penso della Coppa Italia, ma è pur sempre un trofeo che è bello portare a casa, almeno ogni tanto, e vale comunque la pena di provarci. Dopo la bella prova di Napoli il portoghese deve aver pensato che i panchinari della Roma valessero quanto quelli del Real o del Chelsea di una volta, e che contro una squadra derelitta come la Cremonese attuale poteva pure tenere Smalling, Matic, Dybala e Abraham a farsi un tressette in panchina e affidare le chiavi del gioco a un Pellegrini dimezzato e sofferente: il risultato è che gli ospiti giocano una partita gagliarda e tosta, sfruttano senza la puzza sotto al naso le due bestialità di Kumbulla e Celik e se ne vanno meritatamente in semifinale al posto nostro. Ci rimangono come note positive l’aver evitato i supplementari ed una possibile sconfitta in finale contro i pennuti, e niente altro.
Ovviamente Bocca sottolinea che Mourinho rinuncia volontariamente a un giocatore importante e prezioso per la Roma come Zaniolo, e a questo punto non so se prenderlo sul serio o mettermi a ridere, però sto al gioco, tanto stiamo qui per cazzeggiare: sono d’accordo, la matematica dice che con una doppietta di Zaniolo adesso la Roma sarebbe in semifinale, e si sa che la matematica non è un’opinione. Ancora complimenti alla Cremonese, hanno dato una bella soddisfazione ai propri tifosi e senza neanche esagerare con ostruzionismo e simulazioni varie, cosa che apprezzo davvero.
Un saluto a tutti.

Bob Aka Utente11880

Che poi, tranne il Napoli che ha effettivamente un doppio fronte di prestigio (campionato e CL) da onorare, quali sono i tituli alla portata delle altre ? Per cosa ti devi risparmiare ? La Ferilli si spoglierà in pubblico per il 4° posto o mal che vada il 6° ?
La Cremonese viene da aver eliminato il Napoli e aver messo sotto l’Inter per una parte della gara, piegata solo dalle prodezze del Campione del Mondo Lautaro: chi ti dice che sia una passeggiata ?
Tatticismo e arroganza insieme danno solo cattivi frutti, e mai una soddisfazione al tifoso. E ci metto tutti: Inter vs Parma, Napoli vs Cremonese, Milan vs Torino, Roma vs Cremonese … altro che disdire Dazn.

EhEh

“Per cosa ti devi risparmiare ?”
Eh, per i soldi del posto in CL, mi pare chiaro.
—-
Non credo si siano risparmiati. Mou ha parlato di staff medico che gli ha detto di 5-6 giocatori in sofferenza (sovraffaticamento, riflessi rallentati). Rischi infortuni. Metti i panchinari. Poi ti fai un gol dal solo e dopo 5 cambi tutti assieme (4 giocatori ed il modulo della della difesa), l’ultimo giocatore dall’altra partie –che hai schierato lo stesso– resta imballato e si fa autogol da solo. Buio.

Leo 62

Sante parole cuginastro… 😉

Quattroquattronovetredue

Tutto vero. E purtroppo gli anni passano pure per la Ferilli…

Simone Ramella

Caro Fabrizio, sono appena rientrato a casa dall’Olimpico dove al quarto tentativo quest’anno sono finalmente riuscito ad assistere dal vivo a una vittoria della mia Cremonese, sempre più “bella di notte” come Zibì Boniek. Alla vigilia, riponevo le poche speranze di un passaggio del turno in una Roma priva delle sue stelle, Dybala in primis, e in effetti così è stato, anche se l’ingresso dell’argentino in campo nel secondo tempo non è che abbia spostato molto gli equilibri, come si suol dire.

Hai scritto, giustamente, che la sconfitta è figlia della hybris della Roma, che ha sottovalutato l’avversario, nonostante il campanello d’allarme della vittoria grigiorossa a Napoli nel turno precedente, ed era forse distratta dalla telenovela di Zaniolo. Io però voglio sottolineare anche i meriti dei giocatori di Ballardini. Per chi non è abituato ai riflettori del grande calcio, infatti, non deve essere facile giocare con tranquillità in una bolgia come quella dello stadio Olimpico (a proposito, complimenti ai tifosi della Roma. Non è cosa di tutti i giorni vedere uno stadio strapieno, o quasi, per una partita infrasettimanale di Coppa Italia).

Anche se il destino dei grigiorossi in serie A sembra ormai segnato, del resto la rosa non è certamente all’altezza di quella di quasi tutte le altre squadre, la partita dell’Olimpico ha confermato la mia impressione che in questa stagione la squadra abbia finora raccolto molto meno di quello che avrebbe meritato. Non credo nei miracoli, ma fino a qualche ora fa credevo poco anche nella possibilità di approdare alle semifinali di Coppa Italia. Quindi mai dire mai.

Giorgio Bianchi

Simo’ ma tu non tifi Juve?

Simone Ramella

Sì Giorgio, anche, ma sono nato a Cremona, quando la Cremonese non frequentava ormai da parecchi decenni la serie A, e come molti miei amici sono cresciuto tifando due squadre: quella locale e una di serie A (nel mio caso la Juve, per tradizione familiare). La prima partita che ho visto allo stadio è stata l’amichevole tra Cremonese e Widzew Łódź, con Boniek (all’epoca già giocatore della Juve) a dare il calcio d’inizio. La seconda un Milan-Cremonese di serie B finito in pareggio, in un San Siro tutto esaurito. La Cremonese l’ho seguita per molti anni anche come giornalista, in particolare negli anni della presidenza Luzzara in cui è stata allenata anche da Gigi Simoni. All’inizio degli anni Novanta ho curato anche delle rubriche su Forza Cremonese, il mensile ufficiale della squadra, compresa una storia a puntate della società. Insomma, alla Cremonese mi legano tanti bei ricordi e sono felice che sia finalmente riuscita a riaffacciarsi nel calcio di vertice.

Giorgio Bianchi

Grazie per la risposta. Come dicevo prima, sarebbe davvero bello se la vincesse, ma di la ci sono o Inter o Juve.
Curiosità, nel caso di finale Cremonese Juve per chi terresti?

Modifica il 1 anno fa da Giorgio Bianchi
Simone Ramella

In caso di finale tra Cremonese e Juve, tiferei sicuramente Cremonese. Per la Juve, infatti, sarebbe solo una Coppa in più, che non cambierebbe più di tanto il senso di una stagione disastrosa sotto tanti punti di vista, mentre per la Cremonese sarebbe un’impresa indimenticabile, che renderebbe storica una stagione che sembra ormai destinata a concludersi con il ritorno in B. Anche in passato, comunque, per quello che ricordo negli scontri diretti ho sempre tifato per i grigiorossi.

calasalumi

Grande Cremonese. Se mai facesse il colpaccio, se ne tornerà in B felice. Tifo per loro. Ma già la semifinale è un grandissimo risultato, bravi. 😀

ROS

…mou dirà : meritavamo di vincere siamo una grande squadra..e la cremonese non ha dibbbala….Pagliaccio .

ConteOliver

ennesima occasione persa per tacere e lasciare tutti col dubbio…

e invece, abbiamo la conferma 😆

Mou è stato onesto e ha riconosciuto i meriti dell’avversario

invece tu, da buon napolicchio …. 😉

ROS

…io al contrario mai avuto dubbi su molti di voi…comunque se siete contenti…va bene cosí Quest’anno 6 punti …al prossimo. Ciao.

Modifica il 1 anno fa da ROS
Simone Ramella

In realtà da quello che ho letto è stato onesto nell’ammettere i demeriti della sua squadra e a riconoscere i meriti della Cremonese, parlando di “risultato giusto”. Capisco anche i suoi dubbi rispetto al turnover. In un calendario fitto di appuntamenti, gli allenatori delle squadre di vertice devono sempre scegliere il momento giusto per far rifiatare i propri campioni, anche per ridurre il rischio di infortuni. Sono contento che in questo caso Mou abbia sbagliato i calcoli.

ROS

…a me sembra che abbia incantato tutti a roma.. ottimo comunicatore ma null’altro.

Pied_piper.jpg
41
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x