Udinese - Roma 4-0

5a GIORNATA – ⚽ – Che schiaffo alla Roma di Mourinho, i quattro gol presi a Udine raggelano gli entusiasmi sulla squadra protagonista dell’estate del calciomercato con Dybala & C. Mou se la prende anche con l’arbitro, e si torna alle contraddizioni dell’anno passato. – ⚽ – Il derby di Milano ha sempre lo stesso verdetto, più Milan che Inter. Leao e Giroud in partita, l’Inter di Inzaghi invece è uscita dal campo, e soprattutto si è svegliata troppo tardi. Certo il Milan deve anche ringraziare Maignan, ma ci sono certe similitudini inquietanti per i nerazzurri: un altra sconfitta dura da accettare dopo quella con la Lazio, un derby andato storto come lo scorso anno quando nella supersfida di San Siro Inzaghi consegnò lo scudetto al Milan. Insomma qualche perplessità su Inzaghi c’è, mentre Pioli ha di nuovo il vento in poppa. – ⚽  – L’1-1 di Fiorentina – Juventus può andar bene a Italiano, ma non certo alla Juve. Si apre ormai il caso Allegri, possibile che la Juventus debba sempre fornire questo tipo di partite insufficienti, non solo dal punto di vista del gioco. Allegri dice che “bisogna cambiare mentalità”, ma chi è che dovrebbe provvedervi se non lui? E poi non è assurdo avere Vlahovic, il miglior attaccante oggi in campionato, e lasciarlo l’intera partita in panchina? Perché c’è sempre una scusa? – ⚽  –  Il Napoli riprende a volare con Kvaratskhelia e Kim. Il centrocampista georgiano è la nuova arma a sorpresa di Spalletti, pesa di più in squadra dello stesso Osimhen che ormai è stato sorpassato. Il Napoli è lassù ma lascia sempre tutti interdetti: è una grande squadra o no? E lo scudetto lo può davvero vincere?

SERIE A 2022-2023

Giornata N. 5

Sabato 3 settembre 2022

Fiorentina – Juventus 1-1

(9′ Milik J, 29′ Kuamé F)

Milan – Inter 3-2

(21′ Brozovic I, 28′ Leao M, 54′ Giroud M, 60′ Leao M, 67′ Dzeko I)

Lazio – Napoli 1-2

(4′ Zaccagni L, 38′ Kim N, 61 Kvaratskhelia N)

Domenica 4 settembre 2022

Cremonese – Sassuolo 0-0

Spezia – Bologna 2-2

(7′ Arnautovic B, 45’+2′ Bastoni S, 54′ Schouten aut. S, 64′ Arnautovic B)

Verona – Sampdoria 2-1

(40′ Caputo S, 44′ Audero aut. V, 45’+3′ Doig V)

Udinese – Roma 4-0

(5′ Udogie U, 56′ Samardzic U, 75′ Pereyra U, 82′ Lovric U)

Lunedì 5 settembre 2022

Monza – Atalanta 0-2

(57’ Hojlund M, 65’ Marlon aut A)

Salernitana – Empoli 2-2

(31’ Satriano E, 39’ Mazzocchi S, 61’ Dia S, 81’ Lammers E)

Torino – Lecce 1-0

(40’ Vlasic T)

***

CLASSIFICA

Atalanta 13 (5), Napoli 11 (5), Milan 11 (5), Udinese 10 (5), Roma 10 (5), Torino 10 (5) Juventus 9 (5), Inter 9 (5), Lazio 8 (5),  Fiorentina 6 (5), Sassuolo 6 (5), Salernitana 6 (5), Verona 5 (5), Spezia 5 (5), Empoli 4 (5), Bologna 3 (5), Lecce 2 (5), Sampdoria 2 (5), Cremonese 1 (5), Monza 0 (5).

PROSSIMO TURNO

Giornata N. 6

Sabato 10 settembre 2022

Napoli – Spezia 15.00

Inter – Torino 18.00

Sampdoria – Milan 20.45

Domenica 11 settembre 2022

Atalanta – Cremonese 12.30

 Bologna – Fiorentina 15.00

Lecce – Monza 15.00

Sassuolo – Udinese 15.00

Lazio – Verona 18.00

Lunedì 11 settembre 2022

Juventus – Salernitana 20.45

Martedì 12 settembre 2022

Empoli – Roma 20.45

***

Lunedi 5 settembre 2022

Monza- Atalanta 0-2, è tornata la banda del Gasp

Se pensavamo che il fenomeno dell’Atalanta fosse finito qui ci sbagliavamo. C’è stato un anno di purgatorio è vero, ma forse si è già ritrovato il modo di tornare a imporre il proprio modello di buon calcio a misura di provincia. E del resto ne abbiamo avuto già prova se è vero che l’Atalanta è un modello di calcio in continua evoluzione: pensate a quanta acqua sotto i ponti e quanti giocatori sono passati da Papu Gomez e Ilicic in poi. Merito di una società, anch’essa in continua evoluzione, e di un Gasperini che sarà forse un po’ aspro e talvolta forse poco sopportabile ma un grande professionista forse ben superiore a molti altri che hanno più nome e fama di lui.

Domenica 4 settembre 2022

Udinese – Roma 4-0: quattro schiaffi a Mou e a chi si fa abbindolare dai titoli del calciomercato…

Dice Mourinho: “Preferisco perdere una partita 4-0 che quattro per 1-0”. Sperando così di dissipare, con una classica battuta da vecchio uomo di calcio, quell’inquietudine che i tifosi romanisti hanno sentito risalire come un brivido lungo la schiena. Mourinho non ha cercato troppe scuse, ma nel più classico dei copioni, ha tirato in mezzo anche l’arbitraggio.

  Il risultato e la polemica arbitrale – “quando abbiamo saputo che era lui, (Maresca ndr), sapevamo che era un profilo perfetto per l’Udinese che gioca in casa” – richiamano molto la scorsa stagione, quando la nuova Roma di Mourinho incappò in alcune sconfitte, particolarmente famigerata quella col Bodø/Glimt, che caratterizzarono il suo cammino. Frenandola parecchio in campionato, ma non impedendole di vincere la Conference League.

   Se la Roma di Dybala, Belotti, Matic & C doveva iniziare un nuovo percorso e secondo molti (anche per me…) battersi addirittura per lo scudetto, il 4-0 incassato a Udine arriva come una bufera prima sulla Roma che tanta attesa suscita e poi sugli stessi critici del calcio troppo spesso abbindolati dai grandi titoloni del calciomercato estivo. Come si dice, una Roma completamente in bambola. Forse sarà stato solo un classico temporale estivo, forse…

Fiorentina - Juventus 1-1

Sabato 3 settembre 2022

Fiorentina – Juventus 1-1: Jovic è un problema, ma Allegri lo è ancora di più

Le tante facce di un 1-1. Per la Fiorentina è già un progresso non aver fatto 0-0, che cominciavano a essere troppi. Un 1-1 in casa con la Juventus, come si diceva una volta, si prende e si porta a casa (effettivamente non bisogna fare troppa strada…). Se poi Jovic si fa deviare pure un rigore sul palo, aggiungiamo pure qualche rimpianto, però a questo punto comincerei a chiedere a Mister Italiano, senza troppa vergogna, “perché?”: scusi mister, che gli avete fatto a Jovic che non ne azzecca una? Ma non disdegnerei, scaramanticamente, anche un consulto con Wanna Marchi e il Mago do Nascimiento, capisco che non sia dignitoso e soprattutto fuori schema, ma il calcio è materia oscura e soprattutto esoterica. Per cui non scandalizziamoci.

  Per quanto identico. visto dalla parte della Juve,  l’1-1 del Franchi è invece discretamente disdicevole per Madama. E’ la Juve del mai una gioia, di un guizzo, di un’invenzione, dell’occasione perduta, del tran tran che diventa che la ossessione. Parliamo di Juventus, diamine questa roba qui non è certamente Juventus.

 Per quanto Allegri abbia messo dentro una buona fornitura di nuovi giocatori (Bremer, Paredes, Di Maria, Milik e Kostic) con un reparto d’attacco fresco di spacchettamento da Amazon , la partita è stata il solito incomprensibile “mappazzone” di calcio macinato grossolanamente nel tritatutto. Questo per farsi capire con la drastica incisività da superchef di Bruno Barbieri. Poi se Allegri stesso dice che “bisognava azzannare la partita e serve un cambio di mentalità”, beh si resta abbastanza interdetti di fronte al rifiuto quasi della Juve di proporre gioco d’attacco. Scusi Mister: ma chi deve darlo questo cambio di mentalità, se non lei?

  Poi ci resta la questione di fondo, Vlahovic che non gioca e resta in panchina. Non ha problemi particolari, è semplicemente una ingiustificabile scelta tecnica. Allegri ha messo dentro a partita in corso De Sciglio, Bonucci, Miretti,  Fagioli e Kean. Vlahovic è rimasto a scaldare la panchina dopo aver segnato 4 gol in 4 partite.

  E’ un po’ come alla Ferrari quando la macchina va ai box e resta non avvitato incredibilmente un bullone. “Boh, e che vi devo dire? M’avanzava, non so che serve. Vai, vai parti così!”. Si avvicina rapidamente il giorno in cui si dovranno fare quattro chiacchiere serie con Mister Allegri e aprire ufficialmente il problema. Voglio vedere chi dei principali media lo sottolinerà in maniera decisa e senza soggezione alcuna.

Derby, Milan - Inter 3-2

Milan – Inter 3-2: Leao sta tornando super, per Inzaghi ricorsi inquietanti 

Per quanto il derby alla fine abbia mostrato una sua dignità e suo equilibrio e il risultato presenti una differenza minima tra Milan e Inter (con Maignan alla fine supeprotagonista e impegnato a distruggere qualsiasi illusione di rimonta nerazzurra), resta comunque un risultato che per il Milan vale moltissimo, rimettendolo in carreggiata dopo parecchi tentennamenti, e dunque si parte di osanna per i soliti Leao e Giroud. Mentre gli sganassoni presi dall’Inter fanno scopa con la pesante sconfitta contro la Lazio. E’ stata un’Inter migliore di quella, ma la prima mezzora di Inter è stata quasi terrificante, completamente in balia dell’avversario. Il ko soprattutto fa scopa anche con la sconfitta nel derby dello scorso anno, quando di fatto la squadra di Inzaghi abdicò allo scudetto.

  Non si prende nemmeno in considerazione l’assenza di Lukaku, Dzeko ad esempio, quando è entrato, è stato tra i migliori in campo. Il problema è l’eclissi della difesa, su cui Inzaghi aveva chiesto di lavorare tanto. E’ solo una questione di uomini oppure di assetto della squadra? Alla prima uscita ufficiale dopo la chiusura del mercato, l’Inter si diede sul banco degli imputati insieme alla Juventus.

Lazio - Napoli 1-2

Lazio – Napoli 1-2: Osimhen si è fatto sorpassare da Kvaratskhelia 

Non abbiamo forse una fotografia perfetta del Napoli – è una grande squadra o no? –  ma stavolta l’impressione non è affatto sfocata. Spalletti ha ben caricato il Napoli mentre la Lazio di Sarri si è un po’ spenta, ha fatto un passo indietro.

  In queste partite il gioco psicologico è importante: Kvaratskhelia è stato più decisivo di Immobile, che è una delle poche armi sicure disposte da Sarri.

  Mi sembra che nel Napoli Osimhen sia stato sorpassato, non è più la novità, stanno imparando a marcarlo, è rimasto attaccato troppo a due o tre movimenti abbastanza scontati. Dovrà lavorare molto con se stesso per ritrovare imprevedibilità, scatto, gol.

  Kvaratskhelia è il nuova mossa che spariglia il gioco, palloni e occasioni convergono tutti su di lui, Kim difensore e uomo gol è un’altra sorpresa: l’addio di Koulibaly non ha aperto, al momento, alcuna  rischiosa voragine. Il Napoli, dopo due pareggi abbastanza deludenti, ne guadagna punti in classifica e una posizione di tutto rispetto. Quando vince si pensa al Napoli come squadra scudetto, quando pareggia o perde il calo diventa crollo, Spalletti & C ovviamente preferirebbero molto di più correre al coperto.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SINTESI

5a GIORNATA – ⚽ – Che schiaffo alla Roma di Mourinho, i quattro gol presi a Udine raggelano gli entusiasmi sulla squadra protagonista dell’estate del calciomercato con Dybala & C. Mou se la prende anche con l’arbitro, e si torna alle contraddizioni dell’anno passato. – ⚽ – Il derby di Milano ha sempre lo stesso verdetto, più Milan che Inter. Leao e Giroud in partita, l’Inter di Inzaghi invece è uscita dal campo, e soprattutto si è svegliata troppo tardi. Certo il Milan deve anche ringraziare Maignan, ma ci sono certe similitudini inquietanti per i nerazzurri: un altra sconfitta dura da accettare dopo quella con la Lazio, un derby andato storto come lo scorso anno quando nella supersfida di San Siro Inzaghi consegnò lo scudetto al Milan. Insomma qualche perplessità su Inzaghi c’è, mentre Pioli ha di nuovo il vento in poppa. – ⚽  – L’1-1 di Fiorentina – Juventus può andar bene a Italiano, ma non certo alla Juve. Si apre ormai il caso Allegri, possibile che la Juventus debba sempre fornire questo tipo di partite insufficienti, non solo dal punto di vista del gioco. Allegri dice che “bisogna cambiare mentalità”, ma chi è che dovrebbe provvedervi se non lui? E poi non è assurdo avere Vlahovic, il miglior attaccante oggi in campionato, e lasciarlo l’intera partita in panchina? Perché c’è sempre una scusa? – ⚽  –  Il Napoli riprende a volare con Kvaratskhelia e Kim. Il centrocampista georgiano è la nuova arma a sorpresa di Spalletti, pesa di più in squadra dello stesso Osimhen che ormai è stato sorpassato. Il Napoli è lassù ma lascia sempre tutti interdetti: è una grande squadra o no? E lo scudetto lo può davvero vincere?

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
531 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

inox

Buongiorno Fabrizio.
Per come è iniziata pensi: qui finisce 4/0. E invece? Se non cambia Milik con Locatelli ci sta che la Juventus pareggia. Oh! a Vlahovic non gli passano una palla manco per sbaglio. I francesi spocchiosi come sono i francesi. Col tubo che vincono la “Champions” anche perchè la “Champions”, quest’anno, la vince la Prestigiosa.

L'ESORCISTA

Ottimo primo tempo!
#ALLEGRIOUT

inox

Buongiorno Fabrizio.

Koulibaly: “Jorginho mi assillava da marzo, così ho scelto il Chelsea”L’ex difensore del Napoli racconta un retroscena del suo trasferimento ai Blues: “Gli avevo promesso che un giorno avremmo giocato di nuovo insieme”

Tradotto: ero assillato da 4 (quattro) milioni in più di stipendio (6 sei al Napoli- 10 dieci al Chelsea. Differenza +4 quattro)
Basta con baci alla maglia. Non c’è nulla di romantico e ragionevole. Meno male che tutto sta per finire,

Simodium

Almeno ve l’hanno pagato

inox

Buongiorno Fabrizio.

Immobile e il caso evasione: “Ho già pagato da tempo”

Sinonimo di: sono uscito a testa alta.

L'ESORCISTA

Qualcosa mi dice che questo ha a che fare con il blog, non mi sovviene esattamente il perché, però… mmmmh

Screenshot_2022-09-06-17-58-27-58_a23b203fd3aafc6dcb84e438dda678b6.jpg
ConteOliver

😆

L'ESORCISTA

Mi porto avanti, attacco preventivo prima di prendere le batoste fra qualche ora…

Screenshot_2022-09-06-17-33-15-46_a23b203fd3aafc6dcb84e438dda678b6.jpg
Pavipollo

Questa foto mi porta ad una considerazione che, penso, faccia onore alle tifoserie (quelle normali non gli esaltati ultras) delle squadre milanesi: da che io ricordi al derby i tifosi si mischiano senza alcun problema e non si rischia la vita se da milanista sei seduto in posti a maggioranza interista o viceversa.
Non so, almeno per esperienza personale, se sia così in altre stracittadine. Di sicuro so, sempre per esperienza personale, che molte volte in trasferta sono finito in settori (e neppure i più popolari) a prevalenza di tifosi della squadra di casa ed ho dovuto (tentare) di nascondere la mia fede per uscirne vivo…

Mordechai

A me ed ai miei amici/confratelli di tifo, durante un arcaico Roma – Juve della stagione 1988/89 (con la Juve giocava Altobelli!), a pochi minuti dalla fine della partita (vinta dalla Juve 3 o 4 a 1, non ricordo) in un Olimpico in restyling per i mondiali del ’90, tirarono addosso da pochi metri di distanza delle grosse arancie (era inverno) con infilzati frammenti di vetro e lamette da barba spezzate.
Giuro che ci siamo cacati sotto, abbiamo davvero rischiato di rimanere sfigurati o peggio. E’ stata, quella, l’ultima volta che ho messo piede in uno stadio.

Er Palletta

Forse ve le ho tirate io, ma ti assicuro che non c’erano né lamette né vetri

L'ESORCISTA

Esattamente , io sempre nei distinti arancioni fra milanisti e/o interisti mai alcun problema, anche perché di solito si va in gruppo misto.

La mia via

Dottor Bocca, grazie per le bellissime parole sul primato dell’Atalanta. Il silenzio, a volte, è d’oro.

Bombaatomica

La Taranta farà la solita fine 😄 inutile parlarne.

La mia via

Colpa mia allora, ma nemmeno adesso riesco a trovare la “cartella” dove l’ha scritto. Dov’è posizionata?

tom

Qualche giorno fa scrivevo: “Continuo a pensare che l’organico sia più adatto per una squadra che si difende a tre dietro. La Juve attualmente ha un sacco di centrocampisti; ha un giocatore tuttafascia sulla sinistra (Kostic, che non è una punta da 433); ha due terzini sinistri totalmente inaffidabili; ha quattro difensori centrali, più un giocatore che può farlo all’occorrenza (Danilo).
Non sarebbe più logico puntare sulla difesa a 3? Davvero dobbiamo farci tutto il campionato giocando con lo schema “10 col morto” (il terzino sinistro)?”

Probabile formazione di oggi:

Perin
Danilo Bonucci Bremer
Cuadrado Miretti Paredes Rabiot Kostic
Milik Vlahovic

Ok, mi propongo consulente tecnico e mi accontento di 100.000€ netti, lievemente trattabili.

luigi.iannelli

Ed anche la 5a giornata è scivolata via monotona e scontata. Forse ha ragione Allegri quando dice che “il calcio è semplice”. Aggiungerei, però, che anche la semplicità non può sottrarsi al dualismo dell’equilibrio, quello per il quale non possono esistere più salite che discese. Quindi, se per lui è semplice, sicuramente non lo è per chi gli ha sottoscritto 9 mln anno e giocatori all’ingrosso per ritrovarsi ad essere la seconda squadra cittadina.
Sulle 7/8 pretendenti al titolo, la quinta ha confermato che l’ABC del calcio ovvero l’Atalanta Bergamasca Calcio (4 vittorie e miglior difesa in assoluto) ed il Milan (migliore rosa sul campo e non solo nel database) si giocano lo scudetto. Per il resto brilla solo il Napoli ma, se è vero che per 50 minuti è stata padrona del campo contro la Lazio, è altrettanto vero che per altrettanti 50 minuti la Lazio ha fatto davvero pena. Anche questo rientra nel dualismo fra meriti e demeriti. Di sicuro, il Napoli riesce ad esprimere un bel gioco con maggiore capacità delle altre. Anche se mi dispiacerebbe, credo che se riuscisse a cedere Osimeh alla Premier farebbe un piacere a lui permettendogli di esprimere tutto il suo potenziale ed un piacere a Spalletti che potrebbe trovare un miglior equilibrio nel gioco d’attacco. Osimeh è una Ferrari che gira per i vicoli di Napoli, uno spreco. Come lo era DeLigt nella Juve, come lo sono Vlahovic nelle mani di Allegri e l’Inter nelle mani d’Inzaghi. A proposito d’Inzaghi, poi dicono che i cervelli fuggono all’estero e per cervelli intendo Tudor, visto che in Italia gli preferiamo gli allegri Inzaghi ovvero un calcio che, malgrado la rosa, fa cagare. Intanto, grazie a Udinese e Toro cui aggiungere le mine vaganti di Fiorentina, Salernitana e Sassuolo, la classifica tende ad allungarsi risucchiando in basso, oltre alle due romane, anche la Juve (miglior pullman davanti a Perin, cosa diversa dall’essere miglior difesa) e l’inter che è già a 2 su 5.

Wallysan

Grazie Paul, mi hai fatto tornare con i piedi per terra, per un attimo ci avevo creduto…

Mordechai

PSG – Juventus 3 a 0
Salisburgo – Milan 1 a 1
Inter – Bayern 1 a 2
Napoli – Liverpool 2 a 0

Leo 62

Urca, bravo… ma vieni a fare l’OPN…

Due tituli 2021-22 - ex Campioni d'Italia 2020-21

Mica male. Mbappè che brucia il passaggio a Neymar per il gol del 3-0 a porta vuota ti ha un po’ fregato. Ma la sostanza è quella.

Speriamo non ci azzecchi anche domani sera…

Modifica il 20 giorni fa da Due tituli 2021-22 - ex Campioni d'Italia 2020-21
Il mattino ha loro in Bocca

…contiamo su di te.

Carlo lll

Magari, anche se difficile.

Mordechai

Coi reds avete buoni precedenti, ora come ora non sono in condizioni ottimali, in primavera è probabile che vi farebbero a pezzi (non solo a voi), ma in questa fase della stagione sono giocabili secondo me.

Carlo lll

Speriamo

Carlo lll

RIGORI CONTRO.
Riporto dati inerenti agli ultimi 4-5 anni ( da quando c’è la var) . Questo per due ragioni fondamentali ; la prima , più importante è che questa tecnologia ha di fatto disinnescato la quasi totalità degli errori. Poi con la classifica allargata nel tempo si andrebbe troppo al di là di complicate comparazioni. Dunque, torino udinese e cagliari sono quelle che ne hanno subiti di più, poi la lazio . Il Napoli ne ha subiti una ventina se non ricordo male. Il sassuolo e il genoa meno e l’empoli ancora più giù ( hanno un occhio di riguardo da parte degli arbitri è palese😉)

Modifica il 20 giorni fa da Carlo lll
L'ESORCISTA

Ha disinnescato la totalità degli errori ma ne ha creato degli altri che mai dovrebbero essere fischiati, bisognerebbe valutare se si compensano. E mi riferisco al volo in area a causa di soffio nell’orecchio o al tocco del pallone con l’unghia del mignolo sinistro.

Carlo lll

Meglio l’ 80% che l’incognita, non trovi?

L'ESORCISTA

Non so Carlo, a dire il vero la domanda che mi/ti/vi farei è: ma ti piace di più il calcio degli ultimi 5 anni o quello di prima?
Io qualche dubbio ce l’ho.

Lazio Caput Mundi

Disinnescato de che? A voi i rigori contro non li davano prima (Oh Carle’, lo diceva pure er Comandante de quanno stava con voi: 3 campionati, 11 rigori contro… mecojoni!) e non li danno ora. Solo che ora ce sarebbe er Var pe’ corregge’, per esmpio ‘sta vergogna che l’AIA dice (espressamente da quest’anno, ogni manata, gomitata!) deve esse’ punita con fallo e ammonizione.

Ammazza come t’ha pjato male ‘sta cosa che nun vedanno manco per sbajo un rigore contro… invece de esse’ contento…

lazzarimariorui.jpg
Boris

Rigori contro il Napoli.
Con o senza Var.
Da più di un decennio.
Si parlava di quello.
Statistiche agghiaccianti.
Più ti presenti a parlar d’altro, più si capisce che cerchi di coprire le vergogne.
Ciuccio

Carlo lll

Solidarietà ai tuoi..

commentanonimo

Da juventino l’Atalanta prima mi piace ed anche tanto. Senza coppe penso che possano fare un exploit, ovviamente sarà un campionato strano ma ci sono discreti segnali che la squadra farà bene. Intanto il super acquisto della Juve, come era prevedibile, solo i ciula non lo potevano prevedere, si è operato per il mondiale. Tanto per dirla tutta nella top salary della Juve troviamo Pogba, che non gioca, che ridere, e Paredes, della serie “nulla si è imparato dal caso Ramsey”, mai titolare al PSG, capace di un esordio memorabilmente disastroso, roba che non si vedeva da anni, i più da noi iniziano a fare schifo dopo qualche partita, lui ha iniziato alla grande!!!!!!!Principale opponente dell’Atalanta ci vedo il Milan o forse anche il contrario, principale opponente del Milan, l’Atalanta. Vedremo.

carlogobbo

per fare la pulizia del menisco, roba da 3 minuti di artroscopia (fatto personalmente e mi hanno pure dato il file x vedermi le riprese), è/sono riusciti a perdere 40 giorni
No comment

Mordechai

Qualcuno giorni fa ha scritto che Paredes è comunque meglio di Arthur.
Cosa sulla quale, ribadisco, non scommetterei manco un centesimo.
Bene che vada, è e rimane un comprimario.
Di cui si poteva fare agevolmente a meno.

Apolide dell'orda

Puoi fare a meno dei comprimari quando hai i protagonisti.

Mordechai

Se hai solo comprimari, a che te ne serve un altro?

Grande Romeo

nessuno dei due è Iniesta

Mordechai

Ovvio. In realtà in Serie A abbiamo solo un gran numero di cugini scemi di Iniesta, come si vede palesemente quando le nostre arrancano penosamente in CL.

Leo 62

Nel frattempo agli US Open ne portiamo due ai Quarti di Finale, e fino a qui ci siamo arrivati. Dura per Jannik, come ci si poteva aspettare, ma vince di carattere pur giocando male, che non è un cattivo segnale. Adesso portiamone uno in Semifinale e poi si vede…

ConteOliver

nessuno dei 2 alfieri italici sembra in gran forma

soprattutto Berrettini l’ho visto pesante e sulle gambe

speriamo di portarne almeno uno in semi, ma sarà davvero dura

Mordechai

Berrettini con Ruud passerà una brutta giornata.

2010 nessuno

La sta passando

Apolide dell'orda

Il tabellone si è alleggerito di svariati big(o presunti tali)e già in avvio era orfano di Nole e Zverev. Siamo giunti al punto in cui possiamo dire: “Non capita, ma se capita”.
A quale dei nostri due alfieri assegni le maggiori possibilità di raggiungere la semifinale?

Leo 62

Sinner, ma non perché Matteo è uscito, lo pensavo anche prima… 😉

Mordechai

US Open stavolta aperti a tutti, parecchie sorprese e qualche assenza importante. Comunque, i nostri stanno confermando di non essere meteore.

Carlo lll

@ il dubbio

Ok siamo una squadra favorita dalle istituzioni arbitrali ( senza scudetto , però. )
Adesso stai calmino e prenditi le pilloline che sai tu..

Ps
Adesso la insinuo io una classifica ( a memoria)
Da quando c’e la var hanno vinto 2 squadre diverse dalla juve . Le milanesi..

Modifica il 20 giorni fa da Carlo lll
Il dubbio

Mai parlato di “squadra favorita dalle istituzioni arbitrali”, di fronte ad una diatriba in corso tra napolisti e laziali, ho aggiornato (alla giornata) le classifiche dei rigori a favore e contro, ponderate (e non) con i gol fatti e subiti. Stai sereno, da come infesti il blog sembra che di pilloline abbia serissimo bisogno tu. Soprattutto ti servirebbero quelle che ti facessero diventare un po’ più furbo, almeno come i tuoi cootifosi che, giustamente e legittimamente, glissano sul contendere della diatriba, ovvero i rigori fischiati contro.

Te le riporto qui:

rigori contro relativi alle ultime 271 partite di serie A (ovvero gli ultimi sette interi tornei più i 5 turni della stagione in corso):
·     1° Napoli: 30
·     2° Inter: 34
·     3° Milan: 40
·     4° Fiorentina: 43
·     5° Roma: 45
·     5° Juventus: 46
·     7° Lazio: 59

Come puoi facilmente appurare, sono dati (assolutamente omogenei tra anni Var e non-Var, per quanto riguarda il Napoli, ma anche le altre) dei 5 tornei e 5 turni con il Var in funzione e due precedenti.

Questa la classifica ponderata ai gol subiti:

·     ……….GolSub/RigoriContro…media
Napoli….……282/30…….…1 ogni 9,5 gol subiti
Fiorentina…344/43…….……1 ogni 8 gol subiti
Inter………….260/34………….1 ogni 7,5 gol subiti
Milan…………289/40…………1 ogni 7 gol subiti
Roma…………311/45…………1 ogni 7 gol subiti
Lazio…………354/59…………1 ogni 6 gol subiti
Juventus……..217/46……..….1 ogni 4,5 gol subiti

Ma se proprio non ti vuoi prendere le pilloline-smart e continuare con le tue figure di merda per tutto il blog, ti posso fornire la classifica dei rigori fischiati contro da che esiste la Var:

47  Torino
47  Udinese
46  Cagliari
42  Lazio
40  Sampdoria
37  Juventus
36  Sassuolo
36  Fiorentina
34  Bologna
34  Roma
31  Genoa
29  Milan
28  H. Verona
27  Atalanta
25  SPAL
23  Spezia
22  Inter
22  Parma
21  Napoli
18  Benevento
18  Empoli
13  Crotone
13  Lecce
12  Venezia
11  Brescia
09  Salernitana
05  Frosinone

Diciamo che ne avete presi la metà della Lazio e ve la giocate col Benevento, ma voi con 195 partite disputate in serieA, le Streghe con 76.

Poi per vincere i campionati, oltre a non avere rigori contro, serve molto di più! Per esempio, serve avere le palle e non squagliarsi come neve al sole quando il gioco comincia a premere sui nervi e arriva “il braccino”.

Modifica il 20 giorni fa da Il dubbio
Carlo lll

Non credi, forse, somarello, che la squadra più offensiva degli ultimi 10 anni possa avere il record di rigori a favore e , contemporaneamente , essendo tra quelle più corrette come numero di falli fatti ( dopo l’empoli , se non erro) essere una che ne ha subiti pochi di rigori ?
Dai che ci puoi arrivare pure tu e i tuoi compagni di merende.

Il dubbio

Disinnescato, tu puoi fare tutte le congetture che vuoi. Io offro dati inequivocabili. Se soffri la realtà puoi continuare con le pilloline di cui ci parlavi…

Carlo lll

Per me sono elucubrazioni mentali dove non voglio più entrarci. I dati a cui do una valenza sostanziale sul dare e avere sono quelli degli ultimi 5 campionati che ho pubblicato più di una volta . Io ho chiuso qui.

Modifica il 20 giorni fa da Carlo lll
Il dubbio

Senti, elucubrato, tu hai postato la classifica dei rigori a favore da quando c’è il Var, non quella dei rigori contro, quella di cui tutti parlavano, questa:

https://www.numericalcio.it/serie-a/serie-a-i-rigori-contro-da-quando-esiste-il-var/

Ecco, bravo, falla finita di fare figure di merda.

Pavipollo

Giusto! Per favore ricordami anche chi invece li ha vinti nei 10 anni prima dell’introduzione della VAR che non mi sovviene

Carlo lll

Personalmente la Var l’avrei inserita 30-35 anni fa. Magari con il gol di Marronaro assegnato in Milan- Bologna quello scudetto non sarebbe passato alla storia come quello della ” monetina”..

malandragem

con il VAR magari l’Argentina avrebbe perso con l’Inghilterra e Maradona una finale mondiale non l’avrebbe mai giocata

o sarebbe stato il caso di fare eccezioni ad personam come per le truffe all’antidoping?

Mordechai

Se invece di limitarti agli ultimi 10 anni allarghi lo sguardo agli ultimi 100, trovi pure Torino, Genoa, Samp, Verona, il Milan e quegli altri, le due romane, il Napoli, la Fiorentina, il Cagliari e pure la mitica Pro Vercelli. Più probabilmente qualcun altra che, senza wiki sotto mano, mi sa tanto che ho dimenticato.
Ergo?

Pavipollo

Ergo la VAR non centra nulla con chi vince lo scudo, come sembrerebbe insinuare Carlos Tercero

Mordechai

Mica tanto diverse.

Carlo lll

Capisco a cosa ti riferisci. Ma dopo un decennio , capirai che con la var mi sento un tantinello più sereno?

Mordechai

Carlo, ora la Juve è poca cosa (a prescindere dal VAR), ma quei nove scudi consecutivi li avrebbe comunque portati a casa, pur con interi battaglioni di VAR.

Carlo lll

Sì, concordo in linea di massima , la più
forte, anche se qualche scudo poteva essere assegnato con pochissimi punti di distacco e giocarsi sul filo di lana .Comunque meglio con la var, non credi?.

Modifica il 20 giorni fa da Carlo lll
Mordechai

Per come viene in larga parte utilizzata la VAR (a cazzo), no, non credo.

Carlo lll

@ ddr siamo andati troppo sotto

È il presupposto che non vi entra nella zucca. Si vuol far passare il principio che il Napoli sia una squadra protetta , protetta da xhi e perché visto che se fosse così qualche scudetto l’avremmo portato a casa, non credi? le lenzuolate de ” il dubbio ” che ci ammorba da anni con i suoi numeretti insinuano proprio questo.

Il dubbio

Disinnescato, ascoltami bene. Non sono numeretti, sono le statistiche semplici e ponderete con i gol fatti e subiti dei rigori a favore e contro (in questo caso la discussione verteva su quelli non fischiati contro, dove siete inarrivabili al primo posto), e le posto solo quando qualcuno appunto – come dice il @Conte – ha dei dubbi. Ma al contrario, io non ne insinuo, gliene tolgo. Capito mi hai?

E adesso finiscila di girare in giro a fare figure di merda, vai a dormire.

Carlo lll

Ti è sorto il dubbio , caro dubbio( 😁), che essendo la squadra più offensiva degli iltimi 10 anni e contemporaneamente quella tra le più corrette come numeri di falli si possono spiegare benissimo quelle classifiche sui rigori che riguardano il Napoli?
Sarebbe stato ” inquietante” ( come ha scritto qualcuno) se al posto del Napoli ci fossero state squadre come Genoa o Bologna ad esempio.
Neanche col disegnino ci arrivi ..

Modifica il 19 giorni fa da Carlo lll
Boris

Rigori contro il Napoli.
Con o senza Var.
Da più di un decennio.
Si parlava di quello.
Statistiche agghiaccianti.
Più ti presenti a parlar d’altro, più si capisce che cerchi di coprire le vergogne.
Ciuccio

malandragem

“protetta da xhi e perché visto che se fosse così qualche scudetto l’avremmo portato a casa”

eggià, gli unici due portati a casa – pulitissimi – sicuramente sono stati ottenuti senza che qualcuno chiudesse per 7 anni (sette) gli occhi davanti alle truffe all’antidoping, lmfao…

Carlo lll

Non cacciamo i cadaveri dagli armadi, i vostri sono cimiteri..

ConteOliver

“il dubbio” insinua dubbi

che altro potrebbe fare?

nomen omen

😆

tamarrogigante

lascia stare dai

variante del dragone

no, si vuol far passare la realtà che la Juve favorita dagli arbitri è una bubbola;
ma continuate pure a strillarlo;

redant

Sintesi 5a giornata:
Atalanta prima! può prendere il largo e senza coppe, solo il Gasp, litigando con tutti i giocatori della rosa, può rompere il giocattolo.
Milan e Napoli appena sotto in agguato, poi i napolisti si scanseranno in qualche albergo a primavera…
Juve penosa, con il Capocannoniere panchinato, i giovani defenestrati e i “grandi” del mercato in infermeria; insomma pare che i restanti siano tutti delle pippe che manco al Monza giocherebbero titolari.. prendono sberle da chiunque, ma la colpa pare non essere di Allegri, il cui contratto lo lascia sereno, ma dei giornalisti che vorrebbero assistere al circo.
Torino e Udinese già salve, difficilmente Lecce, Sampdoria, Cremonese e Monza, serie candidate alla retrocessione faranno più di 10 punti.
Inter spompata, dopo la cura Conte, senza un cent e piena di debiti, la colpa è tutta dell’Inzaghino, bocciato sui grandi palchi
Lazio e Roma, ovvero Sarri e Mou, spostano l’attenzione sugli arbitri e finiranno fuori dalle coppe
Tutto il resto non frega niente a nessuno…

2010 nessuno

Allora,cerca di fare un po’ pace con te stesso: è tutta colpa di Inzaghi o invece di Conte? Attenderemo con ansia la risposta.

Mordechai

” … prendono sberle da chiunque … “.
Da chi, di grazia? Nonostante la loro conclamata inabilità, ‘sta mandria di scappati di casa (almeno finora) in gare ufficiali è imbattuta.
O no?

redant

Per esser precisi da Sampdoria (Lèris, Rincon, Sabiri, Vieira, Duricic), Roma (Spinazzola, Matic, Cristante, Karsdorp) e Fiorentina (Barak, Amrabat, Maleh, Sottil) vs Cuadrado, Rabiot, Miretti, Locatelli, Kostic, McKennie e Paredes in varia forma, e mi fermo ai pareggi… ma la sostanza non cambia.
Preciso sberle, non KO… Potrei citare anche i centrocanmpisti di Spezia e Sassuolo, ma non vorrei infierire… ammetto che non li conocsco…
In ogni caso il senso era che tra i “chiunque” citati sopra, forse il solo Spinazzola sarebbe titolare nella Juve, eppure avete fatto fino ad ora figuracce. Io qualche domanda me la farei… e qualche risposta me la son già data!

Mordechai

Mah…sarà….
Come già scritto a zio Leo…ocio, che la strada è lunga.

redant

Spiaze…

achille

torno dopo 2 mesi e il piatto forte e’ ancora e sempre Allegri e il gioco di Allegri. Anzi scriviamo non-gioco cosi’ facciamo tutti contenti

Chissa’ se avesse perso lui 4-0 a Udine.

L’anno scorso dopo 5 partite avevamo 6 punti meno ed eravamo fuori da tutto, poi nella partita migliore della stagione, con l’Inter a Torino, eravamo quasi rientrati.

Diamo tempo, mancano Pogba, Di Maria, cioe’ quasi tutto il mercato, come Chiesa e Bonucci (quello che a cui molti non hanno ancora perdonato di essere un attimino meglio di Caldara). Togli Chiesa Bonucci Chiellinie qualche altro e la Nazionale passa in pochi mesi da campione d’Europa a sparring partner della Macedonia.

Il gioco arrivera’ quando andranno in campo giocatori che sanno giocare, ovvero coi quali attaccare ti dia possibilita’ di vittoria migliori rispetto alla prudenza. Questi giocatori per adesso non mi sembra che ci siano in numero sufficiente. Poi certo si puo’ sempre andare avanti a testa di cazzo come a Firenze e beccare gol su angolo per noi.

mtb

Quelli che saprebbero giocare sono quelli che non giocheranno perché quasi sempre rotti, e quindi di quale squadra parli? 2023/4?

Apolide dell'orda

Stavo ancora gridando: “Ma tira McKennie, cazzo, che ti salta in mente, passarla non fa per te…tira forte e dritto McKennieeeeeeeeeeeeee” quando la Fiorentina ha pareggiato.

Le Perle di Vujadin

Hhhrrrmm… chi lo sveglia e gli dice che l’Atalanta ha vinto ed è prima in classifica?

L'ESORCISTA

Chiamate l’ortopedico dell’Asl di Napoli 1…

Screenshot_2022-09-05-23-21-25-72_a23b203fd3aafc6dcb84e438dda678b6.jpg
C'era una volta il calcio

Che tristezza l’Italbasket, si prospetta un Europeo mogio che ci vedrà fuori dalla zona medaglie. Giochiamo in casa ma non sembra, non abbiamo top players, ci manca fisicità e talento. Da diversi anni siamo relegati ai margini dell’elite del Basket ed esiste un parallelo con il calcio…. pochi giovani promettenti.

Mordechai

Nel calcio abbiamo pur sempre vinto gli ultimi Europei, è nel basket che siamo fermi al Trattato di Versailles.

Il dubbio

Dunque, ricapitoliamo.
Chiesa? ”E voglian gioca’ nella Juvéntus!”: il giocatore pazzesco dell’anno prima, stagione d’esordio in bianconero, ridotto a subentrante, con 2 soli gol all’attivo in quasi 1000 minuti di serie A prima del gravissimo infortunio.
Bentancur (declassato), Kulusevski (mobbato) via per carità! Dovevate vedere le cheerleader col forcone: ”Ma come fa il Guru a portare il verbo con due così…?”, via!
Dentro Vlahovic a 80 pippi (capocannoniere in pectore della serie A), ma il Passante di Livorno, nella restante metà stagione, riesce nel capolavoro di abbassare la media-gol che la squadra aveva ottenuto nella prima metà senza il serbo (1,5 Vs 1,6 gol per match!).
Dybala via, echeccazzo, troppo fragile.
Zakaria, Arthur, (Rabiot si, poi no) via, non servono a nulla. So io chi serve.
Intanto, col suo ghigno ebete prestampato aveva abbeverato i soliti giornalistucoli semi-obesi al seguito (gente che non ha mai praticato sport per un solo minuto in vita sua), facendo capire che aveva una linea diretta con Pogba, che garantiva lui per il suo arrivo – ”Di Pogbááá, un so niénte…”: AH AH AH!!! e giù risate dei semi-obesi al guinzaglio – … Pogba, quasi trentenne e reduce da anni disastrosi al Manchester United, da infortuni ripetuti e da un’operazione alla caviglia, ma garantiva lui. Minchia! C’era bisogno di gente pronta, prontissima ad immolarsi per la causa. E ancora più pronto doveva arrivare a tutti i costi Di Maria, anche solo per un anno. E i beoti della dirigenza che si bevono tutte ’ste palle, disfano lo sbandieratissimo progetto-giovani, e lo fanno contento in tutto e per tutto.
Risultato1: Pogba non se lo caga neanche di striscio, né lui né le esigenze della Juventus, contro ogni parere medico si trascina il minisco rotto per due mesi, finché, solo ora, poche ore fa, decide di andare sotto i ferri per tornare a gennaio… (scomettiamo un botto che rientra in tempo per il Mondiale e poi si spacca di nuovo?).
Risultato2: l’altro vecchio di 35 anni, Di Maria, arriva, viene sottoposto alle cure del suo famigerato staff e partono i problemi muscolari. È talmente nella merda da metterlo in camp nonostante la settimana prima aveva dato segni di risentimento all’inguine, lo dice lui stesso dopo l’esordio col Sassuolo ”forse ho sbagliato a non sostituirlo dopo il 3-0” …lo sfotte pure… ”ma lui c’ha sempre quella faccia lì…” ovviamente, invece, si è infortunato ”mi son preso un grosso rischio a schierarlo con lo Spezia” gioca un tempo con la Fiorentina, il tempo di prendere il gol del pareggio in contropiede (nemesi) e si infortuna di nuovo, niente Parigi.
 
Gli danno 9 milioni l’anno e le chiavi di casa, dovrebbero essere tutti ricoverati alla neurodeliri.

Modifica il 21 giorni fa da Il dubbio
Grande Romeo

E intanto nel proprio palmares Allegri può vantare un altro record: primo allenatore nella storia del calcio moderno che ha voce determinante nella campagna acquisti della società bianconera, cosa non riuscita a Sarri (venuto per un nuovo corso, non gli hanno preso nessuno adatto al suo gioco, anche se disponeva pure lui del fenomeno Bentancur, ma anche lui lo utilizzava male), Pirlo (volevano che facesse spettacolo con Bentancur e Kulusevski, idioti), Conte (non gli rinforzavano la squadra per come voleva lui, non gli compravano nemmeno Uribe… e lui ha dovuto fare le valigie, mica poteva rimanere ad allenare una squadra che aveva ormai già dato il massimo e che tuttalpiù sarebbe arrivata quarta in campionato e uscita ai gironi di CL) ma nemmeno Lippi e, udite, udite, Trapattoni. Massimiliano Allegri riuscì dove tutti avevano fallito: determinare, da mister, il mercato bianconero ( e poi dite che non ci sa fare).

Come allenatore forse non capisce un cazzo, ma ti assicuro che è tutto tranne che ebete (magari un po’ scoglionato sì).

Come ho già scritto ad altri, lascia perdere cosa dice, ci si diverte, è livornese (Bocca, per favore, spiegaglielo te)

Il dubbio

Sta cosa del “livornese di natura” ha francamente rotto il cazzo. Io ne ho conosciuti diversi che sembra ti prendano per il culo, mentre sono semplicemente delle amebe con lo sguardo inebetito, praticamente analfabeti funzionali, che non hanno nemmeno capito di cosa si sta parlando. Ma aprono comunque bocca e gli danno fiato, spesso ridendo. Cosa che sembra conferirgli uno status di “personaggi divertenti”, mentre secondo me, ne aumenta quello di “patetiche macchiette”.

Sul fatto che il mercato sia stato lasciato nelle mani del Passante di Livorno, che ha preferito virare su due rottami con l’ingaggio più alto in rosa, perché di un progetto che preveda la costruzione di un calcio collettivo e la valorizzazione di calciatori promettenti, lui non sa nemmeno da che parte iniziare, spiega (tristemente) ancora meglio il punto più basso a cui sono arrivate società e dirigenza (confidiamo ancora nella proprietà).

Leggendoti, avevo capito che ti sembrava l’Allegri del terzo anno al Milan, quello che andava a minacciare Inzaghi sul campetto della Primavera, che litigava con tutti e faceva figuracce in campo. Invece hai avuto un colpo di coda notevole e ora ci parli di un grande manager. Minchia! Per me è sceso ancora più in basso di allora, ci manca solo che vada a minacciare Cassano e Adani, altri due esemplari di chiacchieroni al suo livello.

Boris

Ah ah ah! Ma infatti, estendola a tutti i toscani, è stato anche il motivo per cui per decenni abbiamo dovuto sorbirci dappertutto autentici idioti come Pieraccioni, Ceccherini, Panarielllo e millemila ancora, solo perché parlavano in quel modo e ridevano (solo loro) delle loro patetiche battute…

Autocitandomi (nomen omen), mi viene in mente la mitica intervista a Stanis sulla presenza dei toscani nel cinema italiano… Ah ah ah!!!

Boris

Grande Romeo

Sicuramente non sono capace di esprimermi ad un livello sufficientemente comprensibile e me ne scuso, purtroppo, anche nel contado Pisano siamo molti analfabeti funzionali.

Credo che quando l’argomento è “Allegri” ti si chiuda la vena principale.

Ho già detto che lo trovo imborghesito e un po’ scoglionato, questo non vuol dire che non sia più convinto che in carriera abbia fatto cose buone e che non sia un cretino totale, ma che anzi sia ancora “spendibile”. Ha gli stessi punti dell’Inter che al momento può schierare una rosa migliore, più punti della Lazio ed è al momento imbattuto (ovviamente 5 giornate significano poco).

Che la gara di Firenze sia stata imbarazzante è indubbio.

Volevo evidenziare che i giocatori che si accusa di non aver valorizzato li hanno avuti anche altri e non li hanno valorizzati nemmeno loro (Arthur, sa valeva Xavi, a Barcellona se lo tenevano, mica lo davano a voi).

Dovete considerare che comprate chi potete, non chi volete, e magari, tra quelli che potevate, avete preso i migliori. Ultimamente da voi quelli forti non stanno venendo, se ne stanno andando (appena avrà dimostrato di essere forte davvero può darsi che vi fottono pure Vlahovic).

Lo scouting non spetta all’allenatore, dovrebbero pensarci altri, per la crescita dei giovani credo la Juventus abbia scelto la strada della squadra B, poi che sia uno sbaglio o no non credo sia colpa di Allegri: se dici che lotti per tutto non puoi fare una squadra di bimbetti, se invece scegli un percorso tipo Milan, basta che lo dici chiaramente ai tifosi che per qualche anno non se ne parla, con la speranza che poi riesci a crearla la squadra forte, solo che i tifosi juventini non è che si sono particolarmente distinti per pazienza, di solito o vincono o abbandonano, basta vedere come siete calati sul blog rispetto a quando vincevate a mani basse….

Per quanto riguarda il cazzo, mi spiace; prova con due impacchi di ortica (bollila prima eh, se no punge).
A volte funziona.

Buona giornata

Il dubbio

Ma io parlo di far crescere un gioco funzionale (l’ABC, saper uscire senza panico negli occhi da un pressing alto portato da Fiorentina o Sampdoria… e altra minutaglia tipo avere almeno due possibilità di scarico, dopo aver ricevuto un passaggio… mica ingegneria applicata) e di portare qualche giocatore a valere più di quel che valeva prima, con lui nessuno cresce, nessuno prende valore. Conte all’Inter ha incrementato il valore della rosa di almeno 300ml e gli ha (forse) salvato il culo…
Ma quale scouting? Ci mancherebbe altro che lo facesse il Passante di Livorno, ossignur! Tu ti metti a parlar d’altro, invece si tratta solamente di giocare a calcio, quella “semplicità” di cui l’Ameba parla sempre, mentre il suo gioco è la cosa più confusa e a cazzo che esista… Ma come fa Spalletti (per dirne uno) a far girare palla con Lobotka e Anguissa? Non sarà perché attrezza un intero collettivo a movimenti senza palla affinché chi la riceve sappia già cosa potrebbe fare, non al 100% ovvio, ma con un buon margine di riuscita? Ma perfino Gotti col centrocampo dello Spezia ci riesce… ci riescono quasi tutti… Tutti prendono un piccolo rischio per poter avere una manovra che non punisca le possibilità offensive, tranne lui che guadagna il doppio o il triplo di tuttti gli altri… Io non ho parlato della carriera precedente di Allegri, se ha fatto qualcosa di buono o no (finché è stato in scia a Conte, sicuramente fino a Berlino a fatto bene), mi interessa il presente. Non mi si chiude nessuna vena, analizzo la situazione e penso che sia una sciagura.

Sul “cazzo” mi sembra che tu ci sia rimasto appeso… non è che dici di esser pisano, ma sei livornese…? 😉

Per il resto, caro, vedi che devono averti ackerato il nick…

Grande Romeo
Rispondi a  scusameri
1 giorno fa
“Comincio a pensare che pensasse davvero di smettere. Ha fatto cose buone: Sassuolo, Cagliari (non sapendo ripetersi) e fino a Berlino anche alla Juventus, mettendoci del suo su quello che gli avevano lasciato (a Milano ha invece fatto quello che c’era da aspettarsi facesse e poco più).
Ma ora mi sembra imborghesito (e un po’ piccato). Sabato l’ho visto davvero scollegato dalla squadra, lui dice cose (magari anche sbagliate eh!) e gli altri non le fanno, che è peggio che se lui non dicesse nulla.
E non ha più nemmeno i senatori a dargli una mano. Sembra come l’ultimo anno al Milan, vediamo stavolta con chi litiga.
Su di lui non la pensiamo allo stesso modo, ma che non sarebbe dovuto tornare l’avevo detto subito (certo chi sarebbe riuscito a rifiutare l’offerta ricevuta?)”

Buona giornata

Modifica il 20 giorni fa da Il dubbio
Il dubbio

hackerato…

cipralex

🤣

Apolide dell'orda

Dimmi che hai scritto volontariamente Uribe, ti prego! Sto ridendo vigorosamente al pensiero di Conte che richiede Uribe…e magari anche Luvanor e Pedrinho!

carlogobbo

Iturbe
Uribe era meglio, e allora avrebbe avuto ragione a sbattere la porta se non fosse arrivato:-))

Grande Romeo

Come il Notaio di Arbore: confermo

Il dubbio

Era Iturbe.

Modifica il 20 giorni fa da Il dubbio
L'ESORCISTA

Quindi record di influire sul mercato e sbagliare anche quello, andiamo ben…

Grande Romeo

Esorcì, i record so’ record, stai a guarda’ ‘r capello! 🙂

ConteOliver

diciamo che l’atteggiamento di Pogbà nei confronti della società che gli paga un lauto ingaggio è stato, quantomeno, irrispettoso

avrebbe dovuto operarsi a luglio e non per togliere il pezzo rotto, ma scegliendo da subito quella che ogni ortopedico interpellato aveva detto essere la soluzione migliore: la sutura
certo, avrebbe comportato 7 mesi di assenza, forse 8 per riaverlo al top, ma sarebbe stata una soluzione definitiva e non avrebbe avuto controindicazioni

ora, con questa scelta di meniscectomia – che sarebbe la scelta ovvia per ogni pedatore del giovedì sera con gli amici, ma non per un professionista che tiene alla carriera – metterà una “pezza” che gli potrebbe permettere di tornare ad allenarsi a novembre (guardacaso in tempo per il mondiale, anche se poi bisogna vedere se ti ci convocano, senza preparazione, senza allenamenti e senza una vera partita giocata da maggio 2022), ma di sicuro non risolve una volta per tutte (artrosi precoce e doloretti vari e ripetuti dietro l’angolo) e, soprattutto, si preclude per sempre la possibilità della sutura, che era e rimane la soluzione migliore dal punto di vista clinico.
Si dovesse rifare male, l’unica soluzione a quel punto sarà la protesi, non essendoci più il pezzo “da suturare”.

direi una bella cazzata, peraltro a spese della Juve 😉

grazie Paul

Il dubbio

Grazie al Passante di Livorno. Ce l’ha portato lui insistendo giorno e notte garantendo circa il loro feeling indissolubile. In realtà dimostratatosi più fragile di una cartilagine.
Ti potrei postare un mio intervento in cui mettevo in guardia da tutti questi sviluppi (infortuni a catena già prima del mondiale): era della primavera scorsa, quando si cominciava a parlare di Pogba e Di Maria, dicevo anche di cominciare adaccendere un cero alla Madonna.

Modifica il 20 giorni fa da Il dubbio
malandragem

“dicevo anche di cominciare adaccendere un cero alla Madonna”

Azz, potevi dirlo però che avevi l’accendino scarico!

Il dubbio

🙂

Mordechai

La Madonna? Non a caso hanno poi comprato Di Maria.

cipralex

Ciao Conte.
Lascia perdere l’ortopedia che per parlarne richiede basi un po più solide, meglio il calcio dove ogni cazzata è buona…….

ConteOliver

purtroppo parlo con cognizione di causa ed esperienze plurime in prima persona… e per entrambe le ginocchia

sono ormai un ortopedico teorico (a mie spese) ai livelli di Mariani 😆

L'ESORCISTA

Ben detto @Conte ed anche @Dubbio, la sutura meniscale la ebbi a fare circa 20 anni fa ed il mio ginocchio è ancora integro, allora fu una riabilitazione dolorosissima pari a quella del crociato con le aderenze che in fase di riabilitazione mi facevano piangere, però a distanza di anni devo dire che ne è valsa la pena, ho il ginocchio con le cartilagini intatte e il menisco regge ancora, nonostante il malefico Padel.
😀

Modifica il 20 giorni fa da L'ESORCISTA
Mordechai

Semi obesi? Cioè? Pienotti, cicciottelli, ‘na ‘nticchia over size? Barzotti, insomma?

Il dubbio

Hai presente i parroci di campagna, pienotti e soddisfatti, di un tempo? Una cosa così…

Mordechai

Tipo Padre Brown in tivvù!

Il dubbio

Quelli veri.

L'ESORCISTA

Ma va a ciap…

IMG-20220905-WA0011.jpg
Modifica il 21 giorni fa da L'ESORCISTA
Wallysan

Giusto, giusto, bravo Max.
Così si fa, si scende in campo per vincere, vincere è l’unica cosa che conta, siamo la Juve ed abbiamo una storia da onorare, dei tifosi da rispettare, non come quelle squadrette provinciali che prendono a cazzo le partite contro le grandi squadre e pensano di essere già perdenti prima ancora di giohare poveri sfigati che sono….
Ah no, forse non voleva dire questo…

carlogobbo

tranquillo, penso saremo quelli che faranno fare i primi punti al Monza in A

Mordechai

Ma Di Maria quanti anni ha? A guardarlo in faccia, pare ‘na quarantacinquina.

Boris

Ma va a dà via i ciapp… 🙂

L'ESORCISTA

Non volevo essere censurato…🤭

L'ESORCISTA

Ma va a ciap…

Quattroquattronovetredue

Leggo che alla fine Pogba si opera, fatto che riguarda i tifosi juventini, ma prendo lo spunto per parlare di Wijnaldum, che invece ha deciso di non farlo. Premesso che ciascuno ha il diritto di decidere sulla propria salute dopo essere stato correttamente informato, calciatori compresi, vorrei chiarire un po’ la questione. Una frattura di tibia composta trattata in modo conservativo, cioè col gesso, richiede circa tre mesi di immobilizzazione, al termine dei quali l’atrofia sia muscolare che ossea la può intuire anche un profano della materia: i successivi tempi di recupero saranno ovviamente assai lunghi. Viceversa, l’applicazione di mezzi di sintesi, ovvero l’intervento chirurgico, consente l’immediata mobilizzazione dell’arto, e quindi un recupero funzionale assai più rapido, ma con la necessità a distanza di tempo di un altro intervento per rimuovere placca e viti. Dove voglio andare a parare? Che se hai lo stipendio garantito, e sapendo che il Mondiale lo salteresti comunque, la scelta è scontata, e pretendere da un olandese appena arrivato di fare un sacrificio personale del genere sarebbe pura utopia. Però è un peccato, per la Roma, ovviamente, perché il ragazzo è veramente forte e due mesi in più o in meno possono fare sportivamente una bella differenza. E questo non mi pare che lo abbia scritto qualcuno dei tanti giornalisti sportivi in perenne caccia di notizie interessanti. Forse Totti, o Maldini, o Bergomi avrebbero scelto diversamente, ma il calcio che amavo una volta da tempo non esiste più.

astainvista

Credo che una parola andrebbe spesa per commentare l’incommentabile boria del piccolo pagliaccio portoghese, che una volta ancora, dopo una cocente sconfitta, se la prende con l’arbitro. D’altronde quando arrivi dalla scuola di Moratti, non hai scelta, devi sempre coltivare il tuo piccolissimo, ridicolo personaggio strabollito.

Archivista

Però l’immortale “sembre du, Maresca” l’ha inventato Conte, e bisogna pagargli i diritti SIAE.

Grande Romeo

quello lo faceva già da prima di arrivare da Moratti, ma è mica l’unico allenatore che si lamenta degli arbitri, dei raccattapalle, del campo gibboso, della pioggia, ecc. Di piangina ce ne sono una marea

Mordechai

Eh … ma dopo un quattro a zero sul groppone, ci vuole davvero una faccia da culo da Nobel.

2010 nessuno

Credo che chi ha avuto e esaltato come presidente di calcio ,e purtroppo anche del Consiglio, uno come il nano di Arcore, farebbe bene a ricordarsi quanto sia d’oro proprio il silenzio, posto anche il ridicolo collegamento sulla cosiddetta “scuola” di Moratti. a Mourinho dal momento che un personaggio istrionico, nel bene e nel male, come quest’ultimo , è più facile sia stato lui ad influenzare la società dove ha lavorato,e non viceversa, come del resto la sua carriera insegna.

astainvista

Conosco un sacco di interisti che votavono (e forse ancora votano – sic!) Berlusconi, io non lo ho mai fatto.

Mourinho, prima, lo faceva solo quando vinceva, di Moratti ha preso il tristissimo di farlo da perdente (però lui è molto più furbo, il patrimonio lo consolida e non lo butta al vento, questo è vero).

nirula's

In questi giorni ci si é chiesto perché Allegri non ha fatto giocare Vlahovic a Firenze almeno nel secondo tempo.
Cari amici, il nostro vuole entrare nella storia del corso allenatori di Coverciano, illustrando – nella pratica – ciò che un allenatore non deve mai fare: lasciare fuori il centravanti capocannoniere del campionato, giovane e in forma.
O no?

mtb

Purtroppo era prevedibile, ma insomma…si va a Parigi senza Di Maria, e con una assenza di Pogba che si estende almeno fino al Mondiale. Il mercato fatto sulla base del talento di nomi che ormai a livello fisico stanno assieme con lo scotch mostra la corda. Tanto valeva la pena di ingaggiare Rummenigge…ha più di sessant’anni ma quando giocava era forte, eh?
Il mercato ‘arruolabile’ e’ quindi Milik-Paredes-Bremer-Kostic. Uscite: Chiellini-DeLigt-Dybala-etc. Onestamente non è che a cambiare i fattori il risultato cambi granché.

cipralex

Guarda che il menisco te lo puoi rompere anche mentre cammini per strada e hai diciott’anni…..

mtb

Pare che fosse logorato da tempo, quel ginocchio – era emerso in qualche intervista o roba simile e si sono fatte molte polemiche sul fatto che le visite mediche non avessero bloccato il suo passaggio. Non era certo una sorpresa.
E comunque ha avuto una caterva di altri problemi, che ovviamente usurano di riflesso tutto il fisico. Gli americani lo definirebbero injury-prone, ‘incline all’infortunio’ o giù di lì, e se ne terrebbero alla larga per evitare rischi. Da noi invece se non hanno controindicazioni non li vogliamo. Sembra una sfida alla sfiga, che ovviamente vince a mani basse.

Vipe

Torno su Mourinho che dopo un 4-0 cita la perizia dei raccattapalle.
Un giornalista/opinionista con le palle perché non gli fa notare non dico l’ illegalità, ma almeno l’ inopportunità ridicola dell’ affermazione?

inox

Buongiorno Vipe. Non glielo fa notare, altrimenti diventa un’altro spettacolo diciamo, un trapezista senza rete e questo, la produzione non lo vuole. Inoltre, nella stessa trasmissione, un poco mirabile Barzagli, riguardo il rigore di Udine non concesso alla Roma afferma (più o meno) : fra il rigore di Udine e quello di Firenze (Cuadrado su Sottil) c’è una notevole differenza. A Udine il romanista stava per calciare e allora, sbilanciato, cade ( come dire: se calcia, segna) mentre a Firenze trattasi di un fallo non determinante perchè Sottil si avvia sul fondo. E allora direi: se è vero che al romanista non gli è stato permesso di concludere in porta e magari segnare è altrettanto vero che Sottil avrebbe potuto passare la palla in area e un compagno tirare in porta e segnare. Barzagli si avventura in questa sintesi per fare il piacione con la sua ex squadra. Un fallo in area è un fallo in area.

variante del dragone

mi sa che c’è un corso per giornalisti dove imparano a ingoiare senza batter ciglio le stronzate più immani -e per giunta vecchie di decenni;
ponte sullo Stretto
lotta all’evasione
lotta alla mafie
un milione di alberi, posti di lavoro, di pensione minima (anzi, due milioni di vecchie lire, cioè mille euro)
blocco navale (perché non anche aereo e terrestre?)
quattordicesima, anzi quindicesima per tutti
sconti su gas, luce, acqua e aria
bonus, bonus, bonus e bonzai a pioggia
strade e pianerottoli più sicuri (è un dettaglio che i reati fisici siano in calo da lustri, si tace su quelli da colletti bianchi)
difesa della famiglia (cioè lotta ai lgbt, altrimenti gli uomini andrebbero con uomini, le donne con donne e i trans con ambidui -il che mi fa pensare che allora per chi la propugna è innaturale la coppia uomo-donna)
ma per fortuna c’è un dato inoppugnabile: la Juve ruba;

il ghiro

I Casi Loro – Si riattacca in Europa
1.)  “They are the Champions”
Il calcio italiano si riaffaccia timidamente sulla scena europea, dopo aver avuto sbattuta la porta in faccia per i prossimi Mondiali qatarini. Si comincia con una sfida più soft, il Milan esordisce sulla scena mozartiana di Salzburg con “Il Leao magico”, con la speranza che il Toro Rosso si arrenda al Leone Nero, che nel derby appena giocato si è dimostrato in una forma splendida, forma ‘europea’ direi. Nella stessa serata a Parigi ben altra difficoltà attende i bianconeri di Allegri, che se la vedono contro il P.S.G.  I parigini schierano davanti il trio delle meraviglie (Mbappè-Messi-Neymar), ma anche dietro sono ben equipaggiati, con il  bennoto Gigio, Sergio Ramos, Marquinhos e Kimpembè dietro, a centrocampo altri soggetti di nostra conoscenza: Hakimi, Verrattino, Renato Sanches, Nuno Mendes. Insomma non proprio una passeggiata, la Juventus di Allegri risfodera Bonucci, rientra Vlahovic, conferme per Miretti, Paredes e Rabiot. Era più facile se il P.S.G. era il Porto San Giorgio, con questi altri la vedo molto più nera.
2.)  “They are the Champions” bis
Dopodomani sera è se possibile ancora più dura, in parallelo si giocano Napoli – Liverpool e Inter – Bayern Monaco. Gli inglesi scornati dal Real Madrid e i bavaresi fuori in semifinale saranno ossi durissimi nei loro gironi, il Liverpool del furente Jurgen Klopp schiererà tutti i pezzi forti insieme con il baby Elliott e il potente bomber uruguagio Darwin Nunez, mentre il Bayern del giovane Nagelsmann deve ancora inserire efficacemente negli schemi consolidati negli anni i due nuovi acquisti, l’ex-bianconero De Ligt e l’ex-red Manè. Il Napoli gioca nella sua formazione migliore (Politano per Lozano), mentre l’Inter schiera il tedesco Gosens a sx e Correa per Lukaku ancora fermo ai box.
3.)  Europa di II e III mano
Roma, Fiorentina e Lazio giovedì si cimentano con europee di seconda e terza mano in EL e CL, la Roma in Bulgaria con il temibile Ludogorets, mentre i viola si rimettono in Riga incrociando a Firenze la poderosa compagine lettone del RFS. L’unica a dover temere qualcosa di serio è proprio la Lazio opposta all’Olimpico agli olandesi del Feyenoord. Con i fischietti stranieri la crociata anti-arbitri del duo Mau-Mou perde molto di efficacia, vi terremo informati degli sviluppi futuri.  

il ghiro

I Casi Loro – Parte II
4.)  Dacia Arena
L’ultima volta che i Romani si scontrarono con la Dacia, andò molto meglio, vinsero loro, ma di fronte avevano Decebalo e non Cioffi, ed erano condotti da un vero imperatore romano, Traiano, e non dal falso Imperatore portoghese, Peppino Mourinho. Quella volta i Romani eressero una colonna per ricordare ai posteri quella vittoria, oggi visibile nel centro di Roma, stavolta saranno i Pozzo ad erigere una colonna votiva all’interno della Dacia Arena, a perenne memoria della memorabile disfatta della X Legio. Il povero Mourinho si aggira per Trigoria singhiozzando e gridando ai quattro venti: “Cioffi, rendimi le mie legioni!!!”
5.)  R.C.P.D.
La sigla sta per Roma Capitale Police Dept., i due agenti in servizio anti camorra, Mourri & Sarinho, sono sulle tracce del ‘Sozzone’ e di Pupetto Maresca, due boss della criminalità organizzata che sta tormentando da tempo le tifoserie della capitale con le loro orribili malefatte. Le loro imprese stanno minando le classifiche delle compagini romane, mettendo a repentaglio le fortune economiche delle imprese che le sostengono, da entrambe le parti dell’Oceano. Ma i due piedipiatti saranno implacabili, hanno giurato guerra aperta al crimine, la legge è dalla loro parte, a denti stretti ha dovuto ammetterlo anche il giudice dell’Alta Corte Federale di DAZN, il gran ciambellano Luca Marelli. Ai posteri per la prossima puntata di R.C.P.D. su questi schermi.

il ghiro

Chiedo scusa, l’allenatore dell’Udinese quest’anno non è più Cioffi, ma Sottil. Diamo perciò a Sottil e alle sue Sottilette i giusti riconoscimenti che meritano.

genesio

sarri ,il solito piangina da ridere

malandragem

ma notizie di Radarista?

unclemarvo

Ogni tanto lo sento e sta bene, solo in pausa dal blog per un gocciolino.

Vipe

Sentito agli auguri di ferragosto.
Ci vuole ancora un po’ di tempo, mi ha scritto.

2010 nessuno

Buongiorno Vipe
Che il RADARISTA, voglia tornare nel blooog o meno decida lui con calma, l’importante è che stia bene. Portagli i miei saluti quando lo risenti, grazie.

malandragem

Ciao zio e ciao Vipe, grazie per le info, vogliate riferire un mio saluto grazie!

Sydneysider

Mi associo per il saluto

Le Perle di Vujadin

Beh dai, un aggiornamento ogni 6-7 ore… mica male, lo stesso ritmo della raccolta dati elettorali del Viminale.

Claudio Mastino 62

Ho visti a sprazzi la Roma che ha perso per 4 a 0 ad Udine ed ho notato un certo atteggiamento dimesso dei giocatori giallorossi , che hanno condotto una gara senza nerbo e con un piglio agonistico di una partita tra scapoli ed ammogliati , a differenza dei giocatori friulani che molti più in palla fisicamente arrivavavano sempre prima sulla palla.
I primi due goal che hanno spianato la strada ai friulani sono stati rispettivamente un errore madornale di Karsdorp e una mezza papera di Rui Patricio, ma mentre l’errore del portiere portoghese si può anche giustificare , in quanto il tiro del giocatore friulano gli ha rimbalzato davanti ed in certe situazioni può capitare a tutti di subire una rete,
non è assolutamente ammissibile
la scelta di Karsdorp che, con troppa sufficienza ha cercato di passare la palla di petto al proprio portiere come se stesse giocando
in parrocchia , causando la rete del
vantaggio per l’Udinese e facendo
così partire in salita la sua squadra.
La Roma, dopo il doppio svantaggio ha avuto una grande occasione per poter dimezzare lo
svantaggio e rimettersi in carreggiata ma sfortunatamente ha preso un palo , dopodiché non
c’è stata più partita, la squadra giallorossa si è ulteriormente sbilanciata e l’Udinese ha dilagato.
La colpa è soprattutto dello Special
One che è andato completamente in bambola non sapendo dare una sferzata ai suoi e rimediare così agli
errori iniziali e, anche se a sua parziale giustificazione mancavano giocatori importanti nella Roma causa infortunio un simile atteggiamento non è assolutamente giustificabile da parte di giocatori professionisti.
Complimenti comunque all’Udinese
che ha tra le sue fila ottimi giocatori , tecnici, veloci e rapidi come Delofeu ed altri due o tre ma
la prestazione comunque ottima di
tutta la squadra friulana è stata chiaramente agevolata dalla scialba prova dei giallorossi.

myway

Buongiorno ClaudioM.
Condivido a grandi linee la tua analisi. Ma se regali due gol all’Udinese, dove si vuole andare? Dopo va bene la garra, la fisicità etc etc… Ma se io comincio la partita con un 2-0 a mio favore … ti saluto! E, naturalmente, tutti i complimenti all’Udinese (i quali, ‘mica son fessi!).
Son rimasto impressionato dal Napoli … Che sia l’anno buono?
Godibilissimi i post del capo-bloooog!

O.T.
Approfitto di questo intervento per segnalare la dichiarazione del dirigente della Lazio addetto agli arbitri, un certo Marco Gabriele: “Un rigore solare, fallo su Luis Alberto in occasione del gol del pari, cartellini a senso unico… Attenzione e uniformità nelle decisioni, va tutelata la credibilità della Serie A”.
Ehm ehm, cioè…, non so voi maaaa che la Lazio, dico la Lazio, Lotito, Frattini, Pulcini, e chi più ne ha più ne metta… venga a lamentarsi facendosi verginella e paladina della giustizia e della credibilità del calcio italiano, anche no (come si dice in questi strani tempi per la lingua italiana).
Caro il mio Bombetta a gas, tra tifoso e tifoso, ti chiederò:
1) Te la ricordi l’ultima volta che siete andati in champions… Ti ricordi come? Erano 25 o 30 i rigori a favore vostro nella stagione? Con uno tra i più grandi simulatori del calcio italiano (sì, quello della figura di ‘mmmm… agli europei 2020, nella partita con il Belgio), quello a cui danno le pantofole d’oro come premio … (e foste imitati dal Milan l’anno seguente). Se non ricordi, telefona a Rocchi, ti racconterà.
2) Ti ricordi come avete vinto l’ultima coppa Italia? Te lo ricordi l’Olimpico, con tutto lo stato maggiore del sistema feudale/mafioso calcistico italiano schierato, a garantire che le cose andassero in un certo modo? Chiedi a Banti, a Calvarese … ti racconteranno.
3) Ti sei già scordato come vi siete assicurati l’Europa L. l’anno scorso, a La Spezia con gol in fuorigioco visto da tutti, e convalidato nella illibatezza della squadra arbitrale gestita da un tal Pairetto? Chiedi pure ancora a Rocchi, ti aiuterà a ricordare; lui ha tantissimi rifiuti – purtroppo riciclabili – nel grande bidone della spazzatura che è il suo cuore arbitrale (Buffon dixit).

E, caro il mio Bombetta, la lista sarebbe ancora – e infinitamente – lunghissima. Fate recuperare un po’ di decenza e eleganza morale all’ambiente societario, allo stile (che è sostanza) e forse sarete più credibili; addirittura più amabili.

Modifica il 21 giorni fa da myway
Bombaatomica

Ahahahah 😂😂😂
Quanto astio nelle tue parole, mio caro Mai Uei.
Tie 🚬fumate sto Kalumet della Pace 😂

La LAZIO ha ricevuto tanti rigori perché attaccava che era una meraviglia. E più attacchi, piu aumentano i rischi per i difensori.
Ecco il perché dei tanti rigori assegnateci 🤷🏻‍♂️
Mi giunge nuova una LAZIO favorita dagli arbitri. Direi la migliore battuta della settimana 👍😄 da proporre a Zelig 😂😂

Sulla famosa Coppa Italia incamerata dalla LAZIO, diciamo piuttosto che avete fatto pena. Nei momenti clou, l’Atalanta se la fa sempre sotto.
Guarda pure la finale contro quella disastrata Juventus marchiata Pirlo. Non se poteva vede’ quella squadraccia ma vi batte’ per 2-0.
Com’è che hai scritto? Ah già “tutto lo stato maggiore del sistema feudale/mafioso calcistico italiano schierato, a garantire che le cose andassero in un certo modo” ahahah 😂😂😂
Mai Ue’, scrivi mejo de Dante….. er fio der macellaro sotto casa mia 😂😂😂

Lo scorso anno abbiamo meritato sul campo la qualificazione in EL. Se parliamo di torti arbitrali facciamo notte.

Amace invece di criticarci. Noi il sistema lo combattiamo anche per voi 👍

myway

“Tie fumate sto Kalumet della Pace!” Ciao bombetta! Io non fumo… Meglio ‘na carbonara da Lilli, Tor di Nona, quando scendiamo a darvele di santa ragione … Con quella tutti i fumi si abbassano! Stammi bene …e sta’ alla larga de Lotito.

Sydneysider

Ma lascialo stare a mai uei.
Fa la faccia feroce con noi poi scodinzola a Torino, le fregature che gli ha dato la squadra b/n mica se le ricorda

Mordechai

Claudio “Che” Lotito, insomma.

Sydneysider

Il Comandante da noi siede in panchina, casomai Fidel Claudio Lotito

Mordechai

Come “barbudo” alla Cienfuegos, però, non ce lo vedo molto, c’ha troppo la faccia di pizzettaro.

NELLO MASCIA

FALLI DA DIETRO –
COMMENTI ALLA 5° GIORNATA DEL CAMPIONATO 2022-23
 
Grandi sfide.
 
Si parte dal Franchi. Scende in campo la Vecchia più brutta di questi ultimi tempi.
 
Italiano alla fine si mangia le mani per il rigore fallito da Joric e per i due punti lasciati sul campo.
 
Ma impartisce un’autentica lezione di calcio al più titolato collega, col suo gioco bello e propositivo sempre pronto a lanciare gli esterni.
Sottil e Kouamè fanno un figurone.
 
Acciughina pensa di cavarsela sbracciando in campo e scherzando fuori, ma non è con le battute che riuscirà a portare la Juventus fuori dal limbo, e intanto ha tutti contro.
 
Ha avuto tutto o quasi ciò che voleva, compresa una star come Di Maria.
 
Ma se i suoi non fanno nemmeno un tiro in porta nella ripresa, e gioca solo per il pareggio come una provinciale qualsiasi che lotta per non retrocedere qualche colpa ce l’avrà anche lui.

Ringrazi Perin che l’ha salvata in più occasioni dal disastro e si inventi presto qualcosa.
 
Il Derby chiarisce una cosa.
La squadra da battere è quella con lo scudetto cucito sul petto.
 
Partita nervosa. Lo scorso campionato non è ancora finito.
 
Il Milan domina sostanzialmente la prima ora di gioco.
Va in svantaggio quasi per caso, per un grave errore di Tomori e una bella giocata di Lautaro.
 
 
Ma anche il pareggio dei Diavoli nasce da un errore, Calhanoglu effettua un passaggio orizzontale in una zona pericolosissima e permette a Tonali di innescare il contropiede che si conclude con la rete di Leao.
 
Che simpatico Leao. Gioca a pallone e ride.
Ride pure quando non ha segnato.
Ma la meraviglia è quando ride mentre, palla al piede, va verso la porta e sa che segnerà.
Questa vittoria l’ha ha costruita lui. E poi l’ha difesa quel fenomeno di Maignan.

All’Olimpico c’è Sor Polpetta ad aspettare gli azzurri dopo aver preso a sberle i Suninter.
 
Fra Cipolla si precipita a schierare la formazione tipo, per cancellare le polemiche di tre giorni fa.
 
Venti minuti di grande calcio degli aquilotti subito in vantaggio con un bel tiro da fuori di Zaccagni.
 
Fra Cipolla pian pianino si impossessa del pallino del gioco. Iniziando a saltare con continuità la prima linea di pressing laziale.
 
E’ la chiave tattica, e non c’è più partita.
 
Messe a nudo tutte le difficoltà della retroguardia biancoceleste. Sia in termini di singoli che di reparto.
 
Chiamatemi Kiarastella.
 
La ruleta, o veronica, è un giochetto che prevede di girare attorno al pallone, spostandolo appena con la suola della scarpa.
Il pallone quasi fermo e il giocatore che gli ruota intorno. Strano satellite nell’orbita di un mondo non meno misterioso.

E’ un preziosismo stilistico di cui andava fiero Zinedine Zidane. Gliela insegnà suo fratello maggiore Djamel.
 
Racconta di averci messo sette anni per affinare e perfezionare quel movimento.

Kiarastella al minuto 34 anche lui si esibisce in questo numero speciale.

Velocità, coordinazione, potenza. Fa fuori Luis Alberto e centra il palo.

Se Zinedine avesse visto, si sarebbe alzato dalla tribuna, e sarebbe corso in campo ad abbracciarlo.

Il georgiano sbaglierà anche un piattone a porta spalancata prima di chiudere la combinazione Anguissa-Politano con il missile della vittoria.
Ma è lui la luce azzurra dell’Olimpico.

E’ un giocatore che sa di ruspante e antico.

Gioca a pallone perché gli piace il pallone.
Proprio quell’oggetto lì.
Averlo fra i piedi, come è successo a tutti noi talvolta all’improvviso per strada.
Farselo rimbalzare fra punta e suola, calmarlo parlandogli a voce bassa come a un cucciolo capriccioso.
A volte gli sfugge, ma è un divertimento anche questo.
Ma guarda sto piccolo mascalzone, sembra imprecare con affetto. Per questo lui abbassa la testa.
Ritenterà più tardi, sa che prima o poi farà quello che lui gli chiederà.

I Sangue-Oro sbarcano al Friuli con l’ambizione della vetta solitaria. Ne beccano quattro e rimediano una figuraccia memorabile.
Se ci fosse una classifica per lo scouting il team Pozzo sarebbe certamente in testa.
 
Due ventenni decidono la gara.
 
Destiny Udogie, semplicemente straripante sulla sinistra, e Lazar Samardzic, talento dal mancino sopraffino.
 
Ma la palma del migliore uomo in campo spetta al Tucu Pereyra, autore di una prestazione da manuale da tuttocampista puro, impreziosita col meraviglioso gol del 3-0.
 
Altro che scudetto per Mou.
Quando se ne beccano quattro bisogna rivedere i piani con maggiore umiltà.
 
Stasera la Dea passa un attimo per Monza, strapazza Stroppa e poi torna a casa a godersi il primato da sola.

variante del dragone

non leggo ma ti metto un pollicione su per premiare il tuo sprezzo del ridicolo;

Carlo lll

Diciamo che per ironia e cultura non solo non puoi leggerlo ma probabilmente neanche capirlo. Io comunque a te lo regalo un pollicione verso..

Archivista

No, dài. Il pinguino magari parla buffo e tifa Juve, però leggere, legge assai bene.

malandragem

bravo soldati’ – tu che riesci a spellarti le mani per un genio così sublime dal credersi arguto a partorire il per nulla mediocre, banale, scontato e ammuffito titolo della rubrica –
magari a fare la claque qualche ingresso aggratis al cine lo ramazzi dal Mascia!

Modifica il 20 giorni fa da malandragem
Pirogov

Per Massimiliano Allegri è sempre stata più una questione di seduzione, che di cuore. In un’intervista del 2011 confessò il tifo per la Juventus, successivamente condiviso anche con il Milan: “Io juventino? Sì, certo. Da ragazzo, quando ci si innamora delle squadre che vincono. E poi in quella Juve c’era Platini: tecnica e cervello. Poi cresci e se ti piacciono le squadre che giocano bene, come sono sempre piaciute a me, ti invaghisci appunto del gioco e di chi ti fa divertire: quindi il Milan di Sacchi e poi ancora la Juve dell’era Lippi”.

https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/storie/24-04-2022/serie-a-ecco-quali-squadre-tifano-allenatori-440187898452/

Mi chiedo cosa sia successo in un certo giorno, chissà quale, in cui il nostro ha virato di 180 gradi, dal “ti piacciono le squadre che giocano bene” al “chi vuole divertirsi vada al circo”.
Sospetto un inquietante infantilismo di ritorno, visto che, ipse dixit, da ragazzo ci si innamora delle squadre che vincono, ma poi cresci e ti invaghisci appunto del gioco e di chi ti fa divertire.

mtb

A me sa tanto che se fosse capace di far giocare bene le sue squadre non si inventerebbe questa storia che giocare bene non è importante…

Grande Romeo

L’ho già scritto tempo fa, vale per Allegri ma per almeno altri 150.000 (circa): quando fai una domanda ad un livornese e lui ti risponde, la prima cosa che ti devi chiedere è: sarà serio o mi piglia per il culo? E, di solito, più ti sembra serio e più ti sta pigliando per il culo.

Son così di natura, un ci si por fa niente

Bob Aka Utente11880

Sarà perché sono sempre ca-ciucchi ….
AHAHAHAH

===== ridere =====

Grande Romeo

🙂 da venerdì 16 a domenica 18 CACCIUCCO PRIDE a Livorno

Bob Aka Utente11880

Deh !!

variante del dragone

per questo Allegri (e i livornesi, se davvero sono così: a Livorno ci sono passato solo di sfuggita per prendere il traghetto per Golfo Aranci) mi piace;

Giorgio Bianchi

Sabato mi sono visto il derby di Liverpool nel quale ho visto un ottimo Everton che avrebbe meritato qualcosina in più. Ho pensato che anche l’Everton creerebbe al Napoli più di qualche problema. Pensa i Reds! Vedremo, con Ancelotti li abbiamo incontrati due volte e battuti entrambe le volte, ma credo che Ancelotti abbia un filo di esperienza in più di Spalletti di CL quindi temo molto per mercoledì.
Poi mi sono guardato il derby di Milano. Partita divertente vinta dal Milan con personalità ma sopratutto grazie al suo portiere che, con un paio di interventi decisivi, ha impedito all’Inter di pareggiare e che è davvero un gran portiere.
Il 3 a 2 però ha mostrato due difese un po’ allegrotte. Il primo gol dell’Inter ed i primi due del Milan mi sono sembrati grossi regali di difese allegrotte. Comunque direi vittoria meritata de rossoneri. Unica nota di biasimo , un maglietta davvero brutta con tutto quel nero.
Infine in serata ho visto la partita del Napoli che ha giocato una gara completamente diversa da quella col Lecce, schierando quella che al momento, essendo formazione ancora in divenire, sembra la formazione base e che giocando una davvero ottima gara, lasciando alla Lazio di Sarri la miseria del 39% di posseso palla e centrando la porta avversaria, con ottime parate del portiere laziale, ben 7 volte contro le 2 della banda di Sarri.
A me è sembrata una buona gara anche se il K2 si è divorato un paio di occasioni, oltre ad aver centrato un palo che ancora sta tremando, e la vittoria meritatamente conseguita.
Indubbiamente ci sono buone individualità in questo gruppo appena formato e credo che con un lavoro costante possa ottenere discreti risultati. Per me, come dicevo in precedenza, tra il 4° e l’8° posto ci dovremmo essere.

Modifica il 21 giorni fa da Giorgio Bianchi
comevolevasidimostrare

mi verrebbe tanto da ridere, ma non posso: sono qui circondato da romanisti e napolisti. Un mese fa erano nella finale estiva per lo scudetto. Adesso dovranno sbranarsi tra loro per il posto della Pera, Fiorentina permettendo. Il Calcio è bello soprattutto per questo.
Quotazioni del borsino della Tartuca.
MILAN
JUVENTUS
ATALANTA
LAZIO
UDINESE
TORINO
Viola, Aromma e Barabbese

Carlo lll

Forse eri all’estero , ma il Napoli lo davano tra il 5° e il 6° posto. La roma per decreto DEVE stare con le migliori. Ritenta.

Giorgio Bianchi

Lascialo perdere il sedicente maggiore dei carabinieri

Ha un disdicevole odio, per uno che , a suo dire, sarebbe un rappresentante delle istituzioni che lo pagano profumatamente, nei confronti di romani e napoletani

Ps dottor Bocca mi piacerebbe sapere perché non ha publicato il divertente sketch di Mudu’ che avevo postato in risposta a cvd.
Grazie.

Modifica il 20 giorni fa da Giorgio Bianchi
Il dubbio

Basta chiedere, così arriva anche l’abboccato d.o.c.
Dati freschi, freschi di giornata… In neretto le squadre interessate, Napoli e Lazio
 
Dati della scorsa stagione, rigori a favore e contro:
·     1° Napoli 13/1
·     2° Fiorentina: 12/5
·     3° Inter: 11/4
·     4° Lazio: 9/6
·     5° Milan: 8/5
·     6° Roma: 8/6
·     7° Juventus: 6/7
 
E via via…
 
rigori a favore relativi alle ultime 423 partite* di serie A (ovvero gli ultimi undici interi tornei più i 5 turni della stagione in corso): 
·     1° Milan: 112
·     2° Lazio: 107
·     3° Napoli: 102
·     3° Roma: 102
·     3° Fiorentina: 103
·     6° Juventus: 90
·     7° Inter: 86

[*Mi sono fermato alle ultime undici/(dodici con questa) stagioni, perché più indietro troviamo retrocessioni e dati non più comaptibili]
 
rigori contro relativi alle ultime 271 partite* di serie A (ovvero gli ultimi sette interi tornei più i 5 turni della stagione in corso):
·     1° Napoli: 30
·     2° Inter: 34
·     3° Milan: 40
·     4° Fiorentina: 43
·     5° Roma: 45
·     5° Juventus: 46
·     7° Lazio: 59
 
[*Mi sono fermato alle ultime sette stagioni/(dodici con questa), perché non sono riuscito a trovare fonti attendibile più indietro del 2015-16]
 
Infine le classifiche ponderate con i dettagli dei gol fatti e subiti nello stesso periodo, per fare le debite comparazioni…
 
 
·     ………GolFatti/RigoriFav……. media
Milan……..….682/112………….1 ogni 6 gol fatti
Fiorentina……613/103…….…1 ogni 6 gol fatti
Roma…………763/101…………1 ogni 7,5 gol fatti
Lazio………….722/107……….1 ogni 7 gol fatti
Napoli….…….838/102……….1 ogni 8 gol fatti
Inter………..….738/86………….1 ogni 8,5 gol fatti
Juventus….….814/90…….…….1 ogni 9 gol fatti
 
 
·     ……….GolSub/RigoriContro…media
Napoli….……282/30…….…1 ogni 9,5 gol subiti
Fiorentina…344/43…….……1 ogni 8 gol subiti
Inter………….260/34………….1 ogni 7,5 gol subiti
Milan…………289/40…………1 ogni 7 gol subiti
Roma…………311/45…………1 ogni 7 gol subiti
Lazio…………354/59…………1 ogni 6 gol subiti
Juventus……..217/46……..….1 ogni 4,5 gol subiti

Modifica il 21 giorni fa da Il dubbio
Carlo lll

Ok siamo una squadra favorita dalle istituzioni arbitrali ( senza scudetto , però. )
Adesso stai calmino e prenditi le pilloline che sai tu..

Ps
Adesso la faccio io una classifica ( a memoria)
Da quando c’e la var hanno vinto 2 squadre diverse dalla juve . Le milanesi..

Modifica il 20 giorni fa da Carlo lll
Carlo lll

Ah, dimenticavo; si può pensarla come si vuole sulla Var , ma che siano più veritiere le classifiche sui rigori con essa è tautologia ( non è una malaparola)

Boris

Rigori contro il Napoli.
Con o senza Var.
Da più di un decennio.
Si parlava di quello.
Statistiche agghiaccianti.
PIù ti presenti a parlar d’altro, più si capisce che cerchi di coprire le vergogne.
Ciuccio😂

Carlo lll

Hanno tirato in ballo la Var, e lì ho risposto. Aritenta.

Boris

No, erano stati tirato in ballo i rigori (non) dati contro il Napoli (con o senza Var, nessuna differenza da più di un decennio!). E adesso stai nella melma: carta canta, facevi meglio a stare zitto… Anzi come dicevo sotto… zitto e taci…😂

Carlo lll

Ti riferisci ad episodi alla moviola , giusto?
E decidi tu o tuoi confratelli di tifo se lo erano o meno. Capisco..

Carlo lll

A’ gnoccolì , guarda più sopra , ho riportato i rigori contro e a favore ( quelli li ho pubblicati più di una volta) degli ultimi anni con la var: i più veritieri in tutti i sensi!
Aripigliati pure tu.

Ps

Negli ultimi 10 anni mediamente il Napoli è stata contemporaneamente la squadra che è stazionata di più nell’area avversaria e quella tra le più corrette. Guarda un pò .
Aripigliati bis

Modifica il 20 giorni fa da Carlo lll
Boris

Rigori contro il Napoli.
Con o senza Var.
Da più di un decennio.
Si parlava di quello.
Statistiche agghiaccianti.
PIù ti presenti a parlar d’altro, più si capisce che cerchi di coprire le vergogne.
Ciuccio

Modifica il 20 giorni fa da Boris
Mordechai

Ma dove lo trovate il tempo per tirar giù lenzuolate del genere?
E, soprattutto, ma chi cazzo ve lo fa fare?
Mah…beata gioventù!

Carlo lll

🤣👍

Boris

Ma, credo ci vogliano 10 secondi per farlo. Fatto una volta, basta aggiornare con i dati di giornata. Credo.

Mordechai

A me, con tutto il rispetto, pare quasi una perversione.

monica

“…a me me par ‘na strunzat” cit.
😄 Non mi ricordo come si chiamavano. I Trettre’ ?
Pur non essendo napoletani era diventato il tormentone tra i miei amici!

Boris

E te credo! Con lo score della Fiorentina, anch’io cercherei di buttarla in vacca… Ma sono dati, non capisco come si possa dire “male” di semplici dati… Forse fanno “male”…?

monica

No no! È la frase “a me pare….” che mi ha fatto tornare in mente quel famoso tormentone,credo fosse il programma “drive in” nei lontani anni 80 e mi faceva morire,tra di noi ragazzi lo dicevamo sempre! Non era assolutamente mia intenzione sminuire il post!

Boris

A me pare un ottimo servizio statistico, molto meglio dei commentini da due rih´ghe con non dicono nulla.

Lazio Caput Mundi

Ma che nun te basta la figura demmerda, cifre alla mano, che t’hanno appena fatto fare qui sopra…? Che fai, ricicci…?

Carlo lll

Le figure demmerde le fate dalle vostre parti . In campo e fuori.

Leo 62

Beppe Bergomi, ex calciatore e attuale opinionista, si è così espresso a SkySport sulla maturità del Milan: “Il Milan era maturo anche l’anno scorso per la Champions. È una squadra con stile europeo e non mi meraviglia. Ha la rosa più profonda della Serie A, basti pensare che per la UEFA ha dovuto lasciare fuori calciatori al contrario delle altre italiane. La mentalità c’è per far bene in Europa: ha gente di velocità e forza fisica. E quest’anno, essendo in prima fascia, ha avuto un sorteggio favorevole per poter andare avanti”.

Poi qualcuno può sempre andare a dirgli che ragiona troppo da tifoso…

gmr61

mi sa che solo Berti è gli rimasto di fazioso, ma almeno lui è ” certificato”….

Mordechai

Mi stupisco assai che frotte di tifosi rossoneri non abbiano già fatto il biglietto per Istanbul.
Ocio, che la strada è lunga.
E dissestata …

Leo 62

Calcisticamente Istanbul non evoca bei ricordi… e quest’anno è troppo presto. Al massimo arriviamo ai Quarti di Finale, ma il prossimo con un esterno destro forte ed un centravanti giovane e forte che possa alternarsi a Giroud ed Origi, e soprattutto CdK con un anno di esperienza in più, ci saremo anche noi…

Mordechai

Vivi il presente, Leo, il presente … che del domàn, anche calcisticamente, non v’è certezza.

Leo 62

Il presente va benissimo, direi…

gmr61

Lo sai che già al sorteggio ci avevo pensato? Poi un po’ di decenza mi ha fatto risparmiare i soldi….

C'era una volta il calcio

Conosciamo bene la strada, gioie e dolori…..tanti invece non hanno avuto il piacere di andarci….🤩. Non ci facciamo illusioni la Champions non passerà per il Belpaese…..ma se un giorno dovesse ripassare sarà Rossonera.

Mordechai

Del Foggia?

Archivista

Di sicuro non dell’Ascoli.

redant

Capisco che qui nel bloooog son tutti juventini (ormai pochi pro e tanti contro Allegri) e napolisti..
capisco che il Mou si è preso un’imbarcata…
capisco che siamo ancora all’inizio del campionato, ma vorrei dire ancora “SPIAZE”!!!
Grazie al turco che ha cambiato per alzare trofei e poi ci passa la palla, confondendosi di maglia?
Grazie ai colpi di Giroud e Leao nella prateria della difesa nerazzurra e infine grazie a Super Mike!
Qui si è vinto un derby, il resto è noia.

Quattroquattronovetredue

La tempesta perfetta è arrivata, ma noi se la semo cercata.
In occasione della gara con la Juve avevo espresso il mio modesto parere sull’accoppiata malassortita Cristante-Matic, e stavolta è andata peggio, giustamente: potrebbe valere anche per loro la vecchissima battuta su Righetti e Di Bartolomei, definiti a suo tempo “i lenti a contatto”. Ripeto invano una domanda per Mourinho: ammesso che Camara non fosse pronto, ma Bove che l’hai tenuto a fare? Saperlo. Poi è successo in un unica partita tutto quello che sarebbe bastato nell’intero girone di andata, nell’ordine: Dybala manca il vantaggio, puttanata di Karsdorp, puttanata di Maresca, puttanata di Rui Patricio, palo di Mancini, e a quel punto sbracamento finale, pessimo. Almeno non ha piovuto. Butto là qualche nota personale.
1 Complimenti a Sottil che ha messo in piedi un’ottima squadra, l’ho sentito parlare nel dopo partita e mi è piaciuto molto, nonostante il rosicamento .
2 Un bagno di umiltà alla quinta giornata potrebbe paradossalmente risultare assai utile, vedremo.
3 Sarebbe cosa buona e giusta che le strade della Roma e di Maresca divergessero all’infinito: la mancata ammonizione per entrata da dietro su Pellegrini e quella successivamente comminata a Dybala, con annesso sorrisetto perculatorio, forse dovrebbero smuovere i vertici arbitrali; su Celik che invece di segnare avrebbe deciso di buttarsi per terra neanche aggiungo altro.
4 Mourinho farebbe bene a cercare qualche alternativa di gioco, gli infortuni valgono come scusante fino a un certo punto, e ho seri dubbi che i raccattapalle dell’Olimpico siano molto diversi da tutti gli altri, anche se concordo che ai ragazzi andrebbe insegnata la lealtà sportiva, ma appena lo scrivo già mi vergogno, lasciamo stare.
E siamo appena a lunedì.

Bel-Ami

Lui è da tempo uomo di comunicazione, una sorta di anti Velasco (o Berruto in subordine) paraculo.
Ha compreso lo zeitgeist della Roma giallorossa, ora abituata ai piani alti ed assetata di un conducator che ne vellicasse gli istinti più ascosi.
Lo ritengo e riterrò HH 2.0, nel ricordo parallelo (un odierno Plutarco sportivo andrebbe a nozze): carriera in declino, sfruttamento furbo della panza tifosa.
Campionato scorso sotto ogni aspettativa, squadra spaccata, ma coppetta finale vantata molto più di quanto seppe fare Dei propri risultati un meno mediatico Di Francesco.
Tifosi vip (…) lo decantano. Nel blog almeno un po’ di dubbio cartesiano.
Se vince merito suo, se perde (ieri umiliazione) colpa del tempo, dell’arbitro, del raccattapalle, del mercato asfittico, del pallone, della stampa, dell’intellettuale collettivo e del mercato dei derivati.
Non di uno che in un centrocampo a due schiera due doppioni, di cui uno un tempo buono ma panchinaro da lustri, che insiste in un’imbarazzante difesa a 3 della paura, che non infonde un’idea di gioco. Vedo attaccare in 3/4, quando anche il Monza porta 5/6 uomini nella tre quarti.
Come scritto giorni fa, mi ascrivo alla minoranza dei simpatizzanti, e nonostante tutto non demordo. In tristitia hilaris, in hilaritate tristis, come scrisse il supposto eretico di Nola.
Vorrei solo che l’incantamento finisse e si valutasse l’allenatore OGGETTIVAMENTE, come noto fare per le altre squadre.
Un saluto a tutti.

Mordechai

Mi piace molto il tuo stile, come scrivi, insomma.
Sciapo’.

Quattroquattronovetredue

Penso che, sia pure con diverse sfumature, condividiamo la nostra opinione sul portoghese, e sono d’accordo sull’intenzione di doverlo giudicare OGGETTIVAMENTE: come diceva Jules durante la rapina al fast-food, io ci sto provando. Dove invece dissento è sul fatto che questo sia in vigore per gli allenatori delle altre squadre: a me pare che fra ostinati negazionisti dell’evidenza e deliranti adoratori a prescindere, questo blog sia bello pieno di soggetti particolari, a volte divertenti, a volte insopportabili, ma quasi tutti ottenebrati dal proprio tifo calcistico. Tutto questo mi porta involontariamente per reazione a voler difendere Mourinho anche quando sarebbe indifendibile, stiamo sempre parlando di uno che è arrivato a Roma con 25 titoli in saccoccia ma è stato sbeffeggiato dalla maggioranza dei nostri compari di blog ancor prima che aprisse bocca. Insomma, le critiche le faccio eccome, ma intanto i titoli sono diventati 26, e l’ultimo è anche nostro, e per me vale assai di più di una Coppa Italia o Supercoppa qualsiasi, ma come diceva quello, tutti i gusti so’ gusti.
Sai che un mio compagno di liceo si chiamava Guy? Mi pento di non avergli mai chiesto il perché, al di là delle prese in giro tra ragazzi.
Un saluto, e comunque sempre Forza Roma, soprattutto dopo averne presi quattro.

astainvista

Forse era semplicemente d’origine francese…?

Come un Guido in Francia, potrebbe essere d’origine italiana…

Bel-Ami

Sempre e dovunque. Mi aiuta ricordare la Rometta. Ergo, non faccio drammi ora. E, seguace del relativismo culturale e dialettico Oltre che alieno da preconcetti, sono sempre pronto ad essere smentito. Magara …. 🤣

zioric