Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

A Messi l’ottavo Pallone d’Oro della sua carriera. E’ talmente il più grande che ha reso monotono e forse anche un po’ meno prestigioso il più importante premio del football. E non è nemmeno detto che sia l’ultimo…

Siamo a otto. E chissà se sarà davvero l’ultimo Pallone d’Oro per Messi, che ha 36 anni e ancora nessuna dichiarata intenzione di smettere. Di certo non ci sono Mondiali alle viste, né Champions da vincere, ma solo trofei in Nord America dove il calcio ha una dimensione più ludica e distesa. Certo gli rimane sempre l’Argentina che comunque, grazie al Mondiale di un anno fa in Qatar,  gli ha permesso di vincere l’ottavo Pallone d’Oro. Francamente ne siamo abbastanza saturi, anche se bisogna scappellarsi di fronte al giocatore più forte al mondo. Messi ha sequestrato il premio più prestigioso del calcio, e proprio per la  sua grandezza lo ha reso più arido e monotono, togliendogli fascino e interesse. E forse addirittura un pizzico di prestigio. Messi lo ha reso una pratica burocratica. E tutti gli altri campioni ci finiscono dentro – compresi Haaland e Mbappé – sovrastati del timbro dell’unico destinato a vincere finché campa. Durante la diarchia con Cristiano Ronaldo (5) diventano rarità e un ricordo lontanissimo i Palloni d’Oro vinti da altri: Ronaldinho (2005), Cannavaro (2006), Kakà (2007), Modric (2018), Benzema (2022).

  Nel regolamento del Pallone d’Oro c’è scritto che la carriera non conta, ma di fatto questo è. Al suo confronto gli altri spariscono e allora Messi sia. 

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canai social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

A Messi l’ottavo Pallone d’Oro della sua carriera. E’ talmente il più grande che ha reso monotono e forse anche un po’ meno prestigioso il più importante premio del football. E non è nemmeno detto che sia l’ultimo…

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
323 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

il radarista

Il Napoli fa un colpo (basso) da tre punti e un giorno di tregua nasconde i problemi tra DeLa e Garcia. Questi due stanno giocando una partita a parte e il fronte dello scontro è contrattuale. Le parole chiave sono due, esattamente una per parte. Garcia vuole sentire la parola “esonero” che, detta da DeLa, salverebbe il suo contratto e andrebbe via da Napoli senza perdere soldi. DeLa invece lo marca stretto e si aspetta da lui la parola “dimissioni” in modo da poter lucrare sul suo ingaggio e chiamare un altro fantastico allenatore senza ulteriori oneri. Contemporaneamente la squadra deve fare punti perché già troppo lontano dalla vetta e le turbolenze societarie sembrano investire anche la squadra.
Sono troppi i giocatori scontenti per l’appiattimento dei loro contratti. Ma DeLa, in fatto di contratti, è astuto e li porterà avanti fino allo sfinimento dei richiedenti. Il dribbling perfetto è quello di DeLa, altro che Kvaratsckhelia.
Pensiamo alla prossima partita, quella con l’Empoli che ha battuto la Fiorentina che ha battuto il Napoli. Speriamo bene e buona domenica a tutti.

Modifica il 5 mesi fa da il radarista
Nicola Romano

Chissa’ se tutti gli occhi di lince salernitani si erano accorti l’ anno scorso che il gol di Milik era regolare, come sempre non ci accorgiamo mai degli aiuti,i torti o presunti tali invece, li vediamo con risoluzione paragonabile a quella del telescopio di Hubble .

Waters

Anima mia lascia intendere che la Inter è stata aiutata…Castrucciooooo😀😀

cugino di campagna

Bella la capriola di Darmian. Studiata in allenamento?

Ne danno a noi uno coreografico come il vostro e danno a voi contro uno inesistente come quello dato all’Udinese… e siamo a posto… come indirizzare i campionati…

Senti, ma mi patisci così tanto? Se vuoi faccio una pausa… non è bello vederti così…

Waters

Di pause ne fai molte visto che sei stato via per mesi, più o meno da maggio 2023,you remember?
Ma cosa vuoi che ti patisca😂😂😂 non renderti ulteriormente ridicolo, e ringrazia il gol con la mano di Genova altrimenti veleggeresti in doppia cifra, apro apro a proposito, ha segnato Leao?

cugino di campagna

A parte il fatto che sono entrato da pochissimo su questo forum, a proposito di “mani”, voi non avreste dovuto nemmeno passarli i gironi, altro che arrivare a maggio 2023 sulla corsia preferenziale portoghese. Perché se lo scandaloso “mani” di Dumfries fosse stato punito a dovere dall’arbitro sloveno (guarda caso…) mandato da Ceferin, sareste arrivati a Barcellona con una situazione di classifica precaria e tutto sarebbe cambiato. Esattamente come quest’anno, sorretti da tre episodi decisivi, uno in ogni partita dei gironi di Champions. Si credo tu mi patisca parecchio, ma in generale il tuo primo riflesso condizionato è proteggerti dall’arbitraggio che sai quasi sempre a favore.
Faccio una pausa?
No, Leao ha fatto pena come tutti, ero allo stadio sabato sera, dovrebbe esserci il mio commento in risposta a @Leo 62 sul thread di campionato.

Salerno granata

Molto bello il fuorigioco semiautomatico alla napoletana…
Ero sugli spalti in perfetto asse con il giudice di linea e con tutti quelli accanto a me, abbiamo urlato “FUORIGIOCOOO”, ma il semiautomatismo se si tratta degli amici non funziona, figuriamoci la bandierina.
Insomma, ci si porta in vantaggio irregolarmente, si gestisce il furto e si portano a casa i tre punti. Non si fanno prigionieri. Tutto molto bello.

ConteOliver

Il sito TuttoSalernitana parla di due gol irregolari da parte della squadra azzurra di Rudi Garcia. Nel mirino, oltre a quello di Raspadori, anche il gol di Elmas:
“Viziato da fallo anche il secondo gol del Napoli: le immagini dimostrano che Tchaouna viene fermato irregolarmente, anche in questo caso con gli assistenti ben posizionati e disattenti. Possibile che il VAR non sia intervenuto o che l’arbitro non abbia quantomeno rivisto l’immagine?”.
“Aggiungiamo un pestone di Di Lorenzo a Tchaouna, da ammonizione con punizione per i padroni di casa dalla trequarti, oltre che un autentico capolavoro a metà secondo tempo. Giocatore ospite a terra, palla che sta andando fuori per un fallo laterale per la Salernitana, un secondo prima che la sfera uscisse Rapuano ferma il gioco facendolo ripartire con pallone in possesso…del Napoli! Tutto tra i fischi dello stadio e l’incredulità di Inzaghi”.

A VOI LA LINEA 😉

il radarista

Mi dispiace che il Napoli abbia avuto il vantaggio di un gol nell’incontro di ieri. Io la partita l’ho vista alla TV e il fuori gioco da segnalare subito mi è sembrato chiaro. Da quel momento in poi la partita avrebbe avuto un corso diverso e non si può certo dire come sarebbe finita. Da tifoso del Napoli, spoero che la Salernitana si salvi.

Nicola Romano

Certo e’ stata una partita equilibrata ,se il gol fosse stato annullato sicuramente il Napoli non avrebbe vinto .

cugino di campagna

’40…@Melkooo… 😂 😂 😂 A botte di rigorini che a parti invertite… Ciaooo…

La striscia cammina fortissimo…

Modifica il 5 mesi fa da cugino di campagna
Waters

È scarso Lautaro, anima mia😂😂😂😂😂😂😂😂😂

Il mattino ha loro in Bocca

😂 😂 😂 😂 😂 …eh ma allora ditelo…

Il mattino ha loro in Bocca

😂 😂 ..gol di Raspadori, Olivera in fuorigioco, ma, *regolamento alla mano, il VAR non può intervenire.
*azzeccagarbugli

Salerno granata

*semiautomatismo alla mano… ci siamo capiti!

Cisco

Mi piacerebbe parlare del Bologna che vola alto, al contrario degli aquilotti.
dello scandalo a Bercy dove Sinner, già qualificato per le finals, si ritira e di un tabellone con orari interessanti. Due parole per le alluvioni stagionali, oramai una costante ogni anno. Ferrari in pole position…… ma quando il blog verrà aggiornato tutto ciò sarà trapassato remoto.

Luc 68

Fermi tutti …. Bomba … dove sei!!!
🤣🤣🤣🤣🤣🎅🎅🎅🎅🎅

convenevole da prato al secolo Nicola Romanoo

Se ti accontenti intanto mi faccio vivo io , dopo tre partite discrete la Lazio torna in modalità brutta senz’anima con attacco impalpabile, per martedi bene che vada credo prenderemo un punto utile per lottare per andare in E.L. ( ovemai ,direbbe Mieli ,tale manifestazione dovesse interessarci) .

il rasoio di Occam

Riprendo il mio post della settimana scorsa, perché in realtà non c’è mai nulla di nuovo…

il rasoio di Occam
 5 giorni fa
Leggo un po’ stizza per le reiterate decisioni delle terne arbitrali che da anni si succedono e sono ormai arrivate a cumulare una serie infinita di errori e/o scelte criptiche a svantaggio della Juventus. Bisogna tuttavia non buttarla nel complottismo – continuare a sfottere certo – ma soprattutto ricordarsi che…
 
Mai violare il principio di Occam: perché appellarsi a un complotto, difficilmente verificabile, quando abbiamo una spiegazione naturale e verificabile che basta da sola? Ed è quella che gli arbitricome tutti gli esseri umani, rispondono agli incentivi. E il fatto è che passano molti più guai quando prendono decisioni sbagliate, o anche solo dubbie, a favore della Juventus, che quando le prendono contro.
Perché le sviste arbitrali palesi contro la Juventus passano generalmente in cavalleria. Non si scomodano i parlamentari. Non si scomodano i giornalisti. Non si scomoda neanche la società Juventus. Nessuno urla, nessuno minaccia. Poi assistiamo a urla e scene isteriche assolutamente incredibili e invereconde da parte di altri dirigenti e allenatori, per me roba da squalifica esemplare per mesi, e le autorità disciplinari cosa fanno? Si cacano sotto, ecco cosa fanno. E solo le sceneggiate dei De Laurentiis e dei Commisso di questo mondo rimbombano nell’ambiente. Ed è esattamente quello che fanno gli arbitri in campo (e al Var). Io credo fermissimamente nella loro buona fedeMa mi sembra umano, molto umano, che si comportino come si comportano, anche senza complotti.

Ecco, la Juventus negli ultimi dieci anni ha speso 775 milioni di euro (settecentosettancinque!) per acquistare calciatori in Italia (italiani e non) e dare respiro e vita ad un movimento asfittico. Ha praticamente finanziato il Viola Park (molto bello), ma il furore chinésiano (ora anche sottoforma si patetiche richieste di prova TV) e le incredibili esternazioni di Commisso, continuano a rimbombare nell’ambiente.

La Juventus dovrebbe finalmente decidere di uscire dall’ottocento e dal novecento e mandarli a stendere tutti.

il radarista

Fa bene Occam a parlare del suo rasoio. E’ l’unico filosofo al mondo a non avere la barba.

Waters

Mamma mia quante cazzate, quindi chi ha i soldi fa ciò che vuole?
Pessimo.

il rasoio di Occam

“Ciò che vuole?”, in che senso? Come avere quasi (o forse oltre?) un miliardo di euro di debiti, cercare di lenirli con sponsor fittizi provenienti da società off-offshor di Hongkong consociate con la proprietà, mai indagate né dalle magistrature nostrane né dagli amichetti dell’Uefa, avendo come presidente un nullatenente (per il fisco italiano) rincorso e denunciato dalle banche e dalle autorità (questa volte vere, ufficiali) di Hongkong?

O intendevi dire che fare le plusvalenze con giocatori veri, tutti professionisti affermati scambiati a valore di mercato, secondo libere contrattazioni – ricordiamo Orsolini ora nazionale, Arthur perno della Fiorentina di Italiano, Rovella pallino di Sarri ecc ecc – equivalga a scambiarsi decine di carneadi dei settori giovanili tra Inter e Milan, ignominia sanata con un patteggiamento e una multicina di 94.000 euro? Oppure equivalga alla tratta dei muratori tra Napoli e Lille, di cui non si saprà mai più nulla?

Oppure… ancora… intendi dire che comprare Frattesi e pagarlo 20 milioni tra 5 anni al compare testimone di nozze, sia finaziare il mercato italiano?

Cioè…

inchesenso.jpg
Modifica il 5 mesi fa da il rasoio di Occam
Quattroquattronovetredue

Visto che sul pugno di Gatti vi siete sbizzarriti, vi racconto un episodio vagamente affine accaduto parecchi anni fa. Una domenica mattina alle 8 monto di guardia (24 h all’epoca) in un grande ospedale romano e immediatamente il centralino mi passa la chiamata di un collega notoriamente ansioso, bravo ma rompipalle, il cui succo era: stanotte è arrivato in p.s. un uomo di 34 anni che giocando a calcetto è stato colpito al petto da una pallonata; abbiamo già fatto gli enzimi cardiaci, un elettrocardiogramma ed un’ecografia cardiaca, ma ho ancora dei dubbi. Serve una tac. Io chiedo: ma perché? Oltretutto dovrei anche usare il mezzo di contrasto, mi sembra tutto surreale; ma quello insiste, sai, non voglio correre rischi… Io comincio a pensare a Totò finto chirurgo, non resisto e gli faccio: Mimmo, ma pensi che si sia rotto il cuore? Di Bartolomei è morto, Rivelino non gioca più, ma che cazzo andiamo cercando?
La fine della storia è scontata: l’esame l’ho fatto, è risultato ovviamente negativo, il tizio se n’è andato a fare colazione al bar e tutti vissero felici e contenti. Secondo voi: è più normale chi va al pronto soccorso all’una di notte per una pallonata o chi fa spendere allo stato qualche migliaio di euro senza un reale sospetto clinico? E di casi del genere ne ho visti a centinaia. Ma tanto adesso la sanità pubblica di fatto già non esiste più, e con lei neanche simili eccessi, forse, ma la gente si interessa al fidanzato di Meloni, mica alla sua politica. L’hanno votata, ora che se la godano.
Buon fine settimana a tutti, il mio è iniziato già a Bologna ieri sera.

il ghiro

BOLOGNA — LAZIO 1 – 0
Thiago Motta deve fare a meno dell’ex De Silvestri e di El Azzouzi, oltre al lungodegente Soumaoro, rientrano Beukema e Lucumì, anche i vari Skorupski, Aebischer, Freuler, Ferguson, Orsolini e Zirkzee, risparmiati nella partita vincente di Coppa Italia contro il Verona, rientrano contro la Lazio.
Sarri sceglie di schierare al centro dell’attacco il Taty, Ciro per ora resta in panca, una scelta di “rigore”, conferma anche per Lazzari, Guendouzi e Rovella, fuori il solo Casale infortunato. Occhio a La Penna, arbitro romano (o romanista!?!?), al VAR il torinese Serra.
Attacca bene la Lazio, testata sulla traversa del Taty, ma La Penna aveva già fischiato il fallo contro, Skorupski blocca la testata di Romagnoli, poi su corner stretto del Mago sulla traversa e brutta uscita di pugno di Skorupski il Taty spara alto, polemica tra Guendouzi e Lykogiannis, giallo a Pedro per proteste, tiraccio di Zirkzee, che si ripete poco dopo sbucciando ancora il tiro. Poco lavoro per i portieri per ora.
Ripresa: Se ne va via a sx Saelemaekers, cross per Zirkzee, assist al bacio per un Ferguson solissimo (Rovella, dove sei?), che di piatto la piazza in rete, 1-0. Esce Marusic per Luca Pellegrini, giallo a Romagnoli e Ferguson che bisticciano, scontri duri in area rossoblu, tutto ok per l’arbitro, giallo a Beukema duro su Pedro, entrano Ciro e Zac per Taty e Pedro, sbaglia il Mago, scappa l’Orso e lui lo ferma col fallo, tiro di Orso deviato in corner, entra Moro, Pellegrini spara in curva, Lazzari fa l’ennesimo passaggio al portiere avversario, giallo a Pellegrini che toglie la palla all’Orso, entrano Kamada, Isaksen, Ndoye e Kristiansen, tiraccio alto di Calafiori, tiro centrale di Ndoye, entra Fabbian, giallo a Isaksen per proteste, la Lazio nel secondo tempo non ha fatto un tiro in porta.
Le pagelle: Provedel 6; Lazzari 4, Patric 6, Romagnoli 6, Marusic 5 (Pellegrini 4); Guendouzi 6 (Kamada 4), Rovella 5, Luis Alberto 6; Felipe Anderson 6 (Isaksen 4), Castellanos 6 (Immobile 5), Pedro 4 (Zaccagni 5). All. Sarri 5.
Nei rossoblù molto bene in tanti, ottimi l’ex giallorosso Calafiori e Beukema, molto impegno anche di Saelemaekers, Ferguson e Zirkzee, gli altri tutti sopra la sufficienza. Un commento su La Penna, dicono che fischi poco e lasci molto correre, ma stavolta ha lasciato molto correre solo da una parte, sulla groppa ci ritroviamo ben 5 gialli, di cui uno per proteste, uno per litigio e uno per simulazione, ho l’impressione che il romano da ragazzo non frequentasse la Curva Nord. Attendo smentite, se qualcuno lo conosce mi faccia sapere. 

Modifica il 5 mesi fa da il ghiro
Luc10 Dalla

Io c’ero! Ho portato mio figlio allo stadio per la prima volta, a Bologna ci stiamo montando la testa…ma questa squadra gioca veramente bene.

Sull’arbitro non so che dirti, allo stadio sembrava che fischiasse solo per voi. Ho rivisto a casa l’ultimo giallo a Isaksen per simulazione e devo ammettere che invece il fallo c’era tutto. Certo se passi tutta la partita a simulare svenimenti non appena ti avvicini all’area avversaria poi non ti aspettare che l’arbitro ti veda di buon occhio 😉

il ghiro

Sei fortunato, io portai mio figlio per appassionarlo alla Lazio, beccammo un secco 1-5 dal Torino di Pulici e Graziani. La scusante: la squadra aveva appena appreso delle tragiche notizie sulla salute di Maestrelli. Il ragazzino si mise a piangere, non è mai tornato allo stadio e non si è più appassionato di calcio, coltivò altri interessi, forse più interessanti per un giovane (donne, cavalli e chitarre).

Modifica il 5 mesi fa da il ghiro
il radarista

Riepilogando, hai una figlia ngli States e un figlio che non ama ilcalcio. Magari anche lui è lontano da casa, ma giusto per non sentir parlare della Lazio.

Si muove con calma

Si comunica che il sito verrà aggiornato in data del prossimo galà del Pallone d’Oro.

Sondaggione:

A – Mbappé
B – Haaland
C – Vinicius Júnior
D – Bellingham
E – De Bruyne

Intervenite numerosi, ma senza spingere… con calma.

Modifica il 5 mesi fa da Si muove con calma
Bob Aka Utente11880

A

Cisco

Ma é quello del 2025?

Viviamo in un mondo crepuscolare...

Al momento direi Mbappé che è uno che si prende un’intera squadra sulle spalle ( vedi Francia nella Finale dei Mondiali ).
Poi Bellingham che è sulla buona strada per farlo, e gioca nel Real Madrid.
Poi De Bruyne che è più incostante ma spesso decisivo.
Poi Haaland che ha molto bisogno del resto della squadra ma segna tanto.
Poi Vinicius che è molto incostante e qualche volta decisivo.

il ghiro

Bella lotta tra A e D, io scelgo D

commentanonimo

Sarti…non Sormani. Argh.😀

Bob Aka Utente11880

La cattiveria, come la gatta frettolosa (presciolosa), fa i gattini ciechi

commentanonimo

😂🤣

Cisco

Sarti, Burgnich, Facchetti, Bedin, Guarnieri, Picchi, Domenghini, Mazzola, Cappellini, Suarez, Corso. …Miniussi, secondo portiere, introvabile nelle figu. O era Pizzaballa l’introvabile?
e sono pure Juventino, ma quella formazione non si dimentica.

Xavier

Introvabile per definizione era Pizzaballa.
Nell’Inter del grande triennio c’erano anche Peirò, Landini e Tagnin.

commentanonimo

Io invece ho come uno dei primi ricordi la Juve che giocava con la fascia per il lutto di Picchi che era allenatore nostro, guardando in rete credo si trattasse di Juventus-Leeds, data alla tv.

Waters

Con le variante Tagnin e Milani titolari al Prater…

commentanonimo

Qui si sfora nel tennis che…non guardo da anni. Piuttosto ho visto i cugini granata col Frosinone per 60 minuti ieri. Stadio vuoto, che tristezza. Frega a nessun giovane lo stadio.
Ot. Oggi in metro incontro un 65enne in buona forma…mi guarda ed inizia a lamentarsi che i giovani non gli lasciano il posto dovuto. Ho chiesto di che squadra era. Indovinate? Interista😀😀😀e ricordava a memoria la formazione della grande inter…sormani etc etc . ok la grande inter ma e’ proprio vero che all’ interista tutto e’ dovuto😀😀scudetti di cartone, posti a sedere in metro…😜 non finiscono mai di esigere questi…

il ghiro

Ma Sormani non ha mai giocato nella Grande Inter, o mi sbaglio io?

Xavier

Roma e Milan.

commentanonimo

No, ghiro, confuso io.

Nicola Romano

Anche stavolta la nostra premier ne esce bene, i russi volevano che rivelasse particolari della sua recente separazione, ma lei non c’ è cascata e si e’ limitata a parlare di questioni di politica internazionale .

Cuore ross/azzurro

Grande Nicola!

convenevole da prato al secolo Nicola Romanoo

Ti ringrazio , ma ormai di grande c’è rimasta solo l’età e altre due cose all’incirca a mezza altezza .

2010 nessuno

Per quello che ha detto sarebbe stato molto meglio se avesse parlato della separazione….

convenevole da prato al secolo Nicola Romanoo

Ovviamente aveva capito tutto quindi ha detto il contrario di quello che pensa .

il radarista

In compenso ha tenuto tutto il suo staff, incluso l’essenziale fotografo, e ha fatto dimettere l’unico che non c’entrava niente. Come ha già detto un lettore di Repubblica, l’ArmatabrancaMeloni va alla grande.

Modifica il 5 mesi fa da il radarista
Nicola Romano

Adda passa’ a nuttata, speriamo che non sia lunga come quella di Berlusconi buonanima .

Claudio Mastino 62

Il calcio è un gioco di squadra e già di per sé il pallone d’oro è un premio sbagliato ed inoltre spesso viene assegnato con dei criteri che vanno al di là dei meriti sportivi.
Puskas non ha mai vinto il pallone d’oro nonostante sia il giocatore che dopo Bican ha la più alta media
goal in assoluto pur non essendo una prima punta ed avendo fatto in carriera una marea di assist, anche Gordon Banks, il miglior portiere inglese della Storia e probabilmente dopo Yascin il più grande di tutti i tempi, non lo ha mai vinto. Successivamente negli anni ottanta a mio avviso lo avrebbe dovuto vincere Dejan Savicevic al posto di Papin, il genio montenegrino aveva trascinato la Stella Rossa a vincere la sua prima ed unica Coppa dei Campioni della sua Storia, aveva anche fatto una grandissima prestazione nella finale di Supercoppa persa per uno a zero contro lo United, sconfitta avventa soprattutto per demerito di Darko Pancev che in quella partita sprecò almeno sei-sette assist offertogli dal compagno di squadra in serata di grazia.
Dopo il pallone d’oro vinto da Kakà
c’è stata un’egemonia di due giocatori, l’argentino Lionel Messi ed il portoghese Cristiano Ronaldo,
interrotta soltanto un paio d’anni fa dal croato Modric. Secondo me la Pulce ha almeno tre o quattro palloni d’oro di troppo, anche il portoghese ne ha qualcuno di troppo, l’avrebbero dovuto vincere Sneijder ed anche E’too nell’ultimo grande periodo dell’Inter, Iniesta e Xavi del grande Barcellona, Robben e Lewandowski del Bayern e quest’anno Mbappè; Il prossimo comunque dovrebbe andare al fuoriclasse francese sempre che quel fenomeno di Politano non glielo soffi.
Anche il premio Yashin a mio avviso è un po’ ridicolo, posso capire che l’abbia vinto il portiere argentino Martinez grazie alle sue ottime prestazioni con la Nazionale, ma che il portiere camerunense O’Nanna sia arrivato sesto e Maignan solo nono
è assurdo, direi decisamente folle.

Cuore ross/azzurro

Continuo a dire che per fortuna camoranesi non gioca più, altrimenti non ce ne sarebbe per nessuno. Altro che Messi!

Modifica il 5 mesi fa da Cuore ross/azzurro
RM28

Camoranesi ha smesso di giocare quando si è reso conto che con Politano in campo non aveva più speranze

Modifica il 5 mesi fa da RM28
Waters

Chi è Bican? Nonostante sia lo scienziato del calcio o meglio dello sport, proprio non l’ho mai sentito.
Forse il sesto posto di O’Nanna ed il nono di Maignan sta bel fatto che ai giornalisti che assegnano i voti,è rimasta impressa la schiena di Maignan che raccoglieva nel sacco i vari gol presi quest’anno nei derby🙂

Xavier

Waters, come sedicente scienziato del Calcio mi deludi…pensa che Bican, autore di caterve di gol in Mitteleuropa, incontrò l’Italia di Pozzo nella Semifinale Italia-Austria dei Mondiali 1934, al fianco del mitico “cartavelina” Sindelar, la cui successiva odissea umana a causa del Nazismo è tristemente famosa.

Modifica il 5 mesi fa da Xavier
Waters

Troppo giovane per Bican, roba da consultatori seriali di wikipedia😏

Vipe

Cruijff Platini Beckenbauer 3 palloni d’ oro, forse altri, non ricordo bene; all’ epoca la longevità in campo un terzo di quella di Messi. Più o meno ci siamo. Otto comunque mi sembrano troppi.

il radarista

Una volta si davano solo ai calciatori europei, poi il premio è stato esteso a tutti. Due anni fa l’avrei dato a quel giocatore, Kajer, che ha salvato Eriksen.

Luc10 Dalla

Basta pippe su Messi e tennis…stasera c’è Bologna contro Scappati di casa (chiedo scusa al @ghiro)

Nicola Romano

D’ accordo sul tennis e sugli scappati di casa .

il ghiro

il ghiro sottoscrive al 110%

il ghiro

Pallone d’ Oro a “Striscia la Malizia”
L’altro giorno la nonna dei miei nipotini mi domandava: “Chi sono i cani sciolti, i lupi solitari della Striscia?” e io lì a spiegarle la differenza tra O.L.P., A.N.P., Hamas, Hezbollah, palestinesi “buoni” e palestinesi “cattivi”.
Poi leggendo meglio stampa e Tv, mi accorgo che non si sta parlando della Striscia di Gaza, ma di Striscia la Notizia. In tal caso il lupo solitario o cane sciolto citato alludeva all’Antonio Ricci, il brillante ideatore e produttore ex-Rai (Fantastico, Te la dò io l’America), ora Mediaset (Drive In, Lupo Solitario, Matrioska, L’araba fenice, Odiens, Paperissima, per finire con la incriminata Striscia), insomma un graffiante umorista “a 360°”, giusto per citare la Poponi.
Il Ricci chiede insistentemente la mancia alla Premier, per averle allontanato un molestatore seriale come il Gabibbo Ciuffettino, ma da parte della Cocomeri non risultano apparenti reazioni, totale inerzia e insolito riserbo. Inshallah…   

alberto_ol

Tanto per ritornare sul tema Messi.
Che ne pensate delle parole di Papa Francesco?

https://www.gazzetta.it/Calcio/Estero/01-11-2023/papa-francesco-tra-maradona-e-messi-preferisco-pele.shtml

il radarista

Ma, non mi sembra abbia detto “preferisco” Pelé. Mi sembra abbia detto “bisogna aggiungere un terzo, Pelé”. Penso che questo papa si intenda più di uomini che di calcio, come è giusto che sia.

Mordechai

Che a prescindere dalla legittimità delle sue parole, certi confronti a distanza lasciano sempre il tempo che trovano.
Nel calcio come nel tennis.
Sono del ’61, Pelè l’ho visto in realtà giocare poche volte, grandissimo giocatore e grandissimo atleta, ma come si fa a stabilire se sia stato o meno più grande del Pibe?
E poi, a che serve?

Xavier

Calcisticamente secondo me ha ragione, umanamente è ovvio che una figura senza deviazioni piaccia a un prelato assai più di una scomoda. Messi, infine, forse è troppo amorfo persino per un Papa.

Tiziano

Messi e il suo trentesimo pallone d’oro (presa dal web)

397874625_726689652834219_3989038727863199657_n.jpg
Luc 68

Sembra Babbo Natale 🎅 🤣🤣🤣🤣🤣🤣

tom

Spero invece sia davvero l’ultimo, e inizino a premiare qualche nuovo campione, senza che questi debba ver vinto necessariamente la champions o il mondiale.

Modifica il 5 mesi fa da tom
MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Dunque, cos’hanno in comune Sampras, Edberg, Becker, Lendl, McEnroe e forse ne dimentico qualcuno? Hanno tutti vinto 3 Slam su 4 e nell’unico Slam non vinto hanno raggiunto almeno la finale o la semifinale, più volte. Lendl due volte a Wimbledon, Edberg e McEnroe a Parigi, ecc. Addirittura Lendl, se non ricordo male, alcune volte non partecipò al Roland Garros per prepararsi al meglio per Wimbledon.

Con ciò cosa voglio dire? Che potevi essere talentuosissimo, dedito al lavoro, all’applicazione, determinato finché volevi, ma la superficie giocava un ruolo determinante. Se le tue caratteristiche non si sposavano in pieno con la superficie il Grande Slam non lo facevi. Beccavi il Michael Chang o il Pat Cash di turno che ti sconfiggeva in finale (nel 1987, nel 1985 vinse il 17enne Becker vs Kevin Curren). Negli ultimi 20/25 anni è cambiato tutto: Federer, Djokovic, Nadal hanno fatto l’impresa, e sono in tanti a prevedere che questo Alcaraz percorrerà la stessa strada.

Ora, tu hai accostato Borg a Nadal e non sono d’accordo. Premetto che Borg io non l’ho vissuto, ho solo visto in videocassetta la finale del 1980 contro McEnroe. Borg non era un volleatore in senso stretto, ma la prima di servizio la seguiva a rete, attaccava in controtempo, aveva il rovescio in back negli ultimi centimetri del campo per attaccare la rete ecc. Magari non aveva la demi volée smorzata di rovescio, ma il gioco di volo non lo disdegnava. Certamente non costituiva il fulcro del suo gioco.

I vari Nadal, Djokovic ecc. sono più simili ad Agassi,.nel senso che la rete la sconoscono. Ma rispetto ad Agassi giocano più indietro, meno sugli anticipi. Agassi era un puro giocatore d’attacco, solo che giocava da fondo. Metteva i piedi sulla riga e colpiva la palla in fase ascendente, comandando il gioco. Difficilmente vedevi Agassi fare il tergicristallo per il campo. Nadal e Djokovic cos’hanno in più rispetto ad Agassi? Come si spiegano tutti quegli Slam vinti? A mio parere con il progresso tecnologico, non con abilità e capacità tennistiche che Agassi non possedeva.
Il cambiamento nelle racchette (per esempio: sweet zone più ampia), il cambiamento negli allenamenti indirizzati maggiormente verso la potenza e la forza hanno permesso a questi giocatori di avere una capacità di corsa, di recupero nello scambio simile a quella di Chang, per esempio, ma allo stesso tempo di piazzare il vincente all’incrocio delle righe seppure in una fase di difesa, a 3-4 metri dietro la linea.

Oggi il gioco è praticamente solo questo. Ed in questo tipo di gioco sono i migliori.
Ricordo di avere visto il primo incontro tra il diciannovenne Nadal ed il trentacinquenne Agassi nel 2005. Era una finale, 2 su 3, vinse Nadal in 3 set. Spesso il gioco lo comandava Agassi ma Nadal riusciva anche in situazione estreme a piazzargli il colpo vincente. Cosa che prima di allora nessuno riusciva a fare.

Io però, dopo la Finale US Open 2023 non lo direi più che Djokovic “sconosce” la rete. La conosce benissimo e gioca al volo meglio di molti giocatori anni 80 e 90… solo che lo fa quando gli serve, con Medvedev e magari Alcaraz, con gli altri vince più facile da dietro.
Non direi nemmeno che non gioca sugli anticipi, Nole anticipa come pochi sullo scambio specialmente dopo il il terzo colpo del rally e ti manda spesso fuori giri, come insegnano alcune finali con Nadal, che essendo lui poi trovava spesso anche le contromisure.
Lo stesso Federer spesso ha fatto il contrario, ossia ha vinto rimanendo dietro quando giocava con tentro tennisti bravi a passare. Quindi come al solito il tuo discorso è più teorico che pratico. Poi se come hai detto spesso adesso il Tennis lo vedi di meno normale che non te ne accorgi.
Questi tre sono stati, ognuno con la sua caratteristica, la quintessenza del Tennis, al di là delle vittorie lo hanno portato ai massimi livelli possibili al di là egli aspetti tecnici che hanno imposto un Tennis più atletico e più di forza rispetto al passato.
Ma questo è successo in tutti gli sport, se tu vedi una partita dei MOndiali anni 60 ti sembra una partita di Serie D, se vedi una Finale di Wimbledon tra LAver e Rosewall ti sembra una partita di circolo tra due cumenda… battuta e subito a rete e l’altro che non ti passava 10 su 10 come succederebbe ora.
Ogni sport ha avuto il suo punto di rottura, l’Olanda ( e l’Ajax ) è stata quello del calcio, Borg, e per molti aspetti Agassi dieci anni dopo, è stato quello del Tennis.
Lo dimostrerà il fatto che coloro che verranno dopo, a partire da Alcaraz e Sinner che domineranno il Tennis dei prossimi anni, non si avvicineranno nemmeno a 20 Slam… se arriveranno a 10 avranno fatto un capolavoro.

Modifica il 5 mesi fa da Leo 62
MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Sono due spezzoni di 10 minuti ciascuno. Vai su Agassi a 1:45, 2:15, 4:27; contro Nadal, Sampras ed Edberg. Mi dici dove Djokovic ha quest’anticipo? Dove Djokovic ha questi angoli così stretti? Vedi che colpisce la palla di controbalzo?
Questo voglio dire quando dico che Agassi giocava la palla in fase ascendente con un anticipo esasperato.

Al di là del fatto che non ho mai detto che Nole ha lo stesso anticipo di Agassi, che ne ha senz’altro di più, gli anticipi che Djokovic ha mostrato ad esempio nella Finale di Cincinnati ed in quella degli US Open ed anche alcuni strettini che ha giocato nelle stesse partite, e che io ricordo anche in alcuni vittorie degli ultimi cinque anni, sono del tutto notevoli, e dimostrano che il suo gioco nel frattempo si è molto evoluto.

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Forse non ci stiamo capendo. Certamente che anche nel calcio c’è stato il punto di rottura, l’innovazione. Il punto è che nel calcio il punto di rottura non ha comportato la scomparsa di un particolare modo di giocare. Prima c’erano Michels e Sacchi da una parte e Trapattoni dall’altra. Oggi abbiamo/abbiamo avuto Guardiola, Ten Hag, Sarri da una parte e Allegri, Simeone e Mourinho dall’altra.
Nel tennis è scomparsa la contrapposizione. Sono scomparsi i volleatori. Il progresso tecnologico ha eliminato le differenze ed imposto un solo modo di giocare.

Ti faccio una domanda. Quanti Slam avrebbero vinto Sampras ed Edberg se avessero potuto giocare solo da fondo campo? Con le racchette di oggi la pallina ti torna indietro prima ancora di completare il movimento del servizio?

”Questi tre sono stati, ognuno con la sua caratteristica, la quintessenza del Tennis, al di là delle vittorie lo hanno portato ai massimi livelli possibili al di là egli aspetti tecnici che hanno imposto un Tennis più atletico e più di forza rispetto al passato.”

Io non sono d’accordo proprio su questo. Non è disgiungibile il livello raggiunto da questi tre dal progresso tecologico intervenuto nel frattempo. Ma tu davvero credi che ci siano 16 Slam di differenza tra Djokovic e Agassi? Credi davvero che esistano 8 Slam di differenza tra Nadal e Sampras?

Per quanto riguarda il resto: ho cercato di rendere il confronto più omogeneo possibile. Questi due video, uno del 2005 ed uno del 2007, sono relativi a due finali degli Us Open: Federer vs Agassi e Federer vs Djokovic. Stesso torneo, stessa superficie, stesso avversario nel fiore degli anni. Considera che Agassi ha 35 anni ed una schiena distrutta. Vedi dove sta Agassi per rispondere alla prima di servizio di Federer e vedi dove sta messo Djokovic. Vedi quante risposte vincenti di Agassi alla prima di servizio di Federer e quante di Djokovic, vedi dove mediamente è posizionato Agassi e dove Djokovic.

Negli anni cinquanta e sessanta il Tennis era fatto solo da volleatori, anche in maniera stucchevole. ora il progresso tecnico ed atletico ha fatto del Tennis un gioco per attaccanti ma da fondo campo. La differenza di Slam è data anche dal fatto che i progressi a livello di allenamento hanno allungato le carriere… insomma non ne farei una questione di prima erano più bravi, e non c’è questa differenza di Slam tra questi e quelli… quelli erano bravi per quel tennis e questi sono bravi per questo. Ma questo è sicuramente un Tennis in cui si gioca più forte e più veloce di prima, ed in questo senso è anche più evoluto.
Tornando al paragone con il calcio se tu facessi giocare Beckenbauer o Pelé con i ritmi con cui giocano ora non struscerebbero un pallone, ma non perché non sono forti, semplicemente perché è un altro gioco, e un altro concetto generale.
Bisogenrebbe cominciare con il vedere ad esempio se sono in grado di reggere certi allenamenti. Lo stesso vale per il Tennis. Per me uno come Gerulaitis ti mandava proprio a quel paese a 21 anni…

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Ma lo hai scritto tu che per te sono i tre più grandi della storia insieme a Lever. Che hanno portato il tennis ai massimi livelli.
Io ho cercato di spiegare, dal mio punto di vista, gli effetti che il progresso tecnologico ha avuto sul tennis, sul modo di giocare. Ed il perché non ritengo questi tre migliori di altri top che hanno giocato in altre epoche.
Io direi che c’è stata una concentrazione nel modo di giocare, ed un questa concentrazione sono emersi questi tre.
Non posso considerare tra i migliori tre tennisti della storia uno che quando fa una smorzata sembra che abbia una pala in mano e si capisce mezz’ora prima.
Bisognerebbe anche vedere come Messi resisterebbe alle bastonate che ha preso Pelé. Secondo me abbnadorebbe dopo 2 minuti

Modifica il 5 mesi fa da MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Ma si, te lo confermo pure. Infatti ti ho scritto che questo è un Tennis più evoluto, e quindi i più forti sono quelli di adesso, anzi la mia considerazione per il Tennis di prima è così alta che ci metto pure Laver ( perché poi bisogna considerare anche le vittorie e due Slam sono sempre due Slam ).
Non si può essere nostalgici nella narrazione di qualsiasi cosa, il Tennis ha preso quella direzione e si è specializzato in quel modo e se ci pensi era l’unica maniera in cui poteva specializzarsi. Dal punto di vista del gioco di volo era stato già detto tutto tra Laver, Rosewall, McEnroe ed Edberg. Detto tra me e te tutti superiori a Federer su quel fondamentale. Nole non sarà bello da vedere quando fa una smorzata ma è efficace, e quel colpo fa parte del suo repertorio, ed insisto a dirti che gioca molto bene al volo, meglio di quanto Laver o Mc Enroe o Sampras giocassero da fondo campo. Altrimenti poi confondiamo il Tennis con il Fioretto e lo Sport con la Danza.
Il Tennis alla fine è una questione di efficacia, ed è per questo motivo che secondo me si è evoluto in questo modo. Poi, per carità ognuno la vede come gli pare.

Modifica il 5 mesi fa da Leo 62
MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Mi riferivo a Nadal quando ho scritto che sembra abbia una pala in mano quando esegue la palla corta.
Sono state tante le innovazioni che sa da un lato hanno prodotto un tennis più veloce dall’altro hanno facilitato la vita dei tennisti. Te ne cito solamente due: le corde in poliestere e innegra, una fibra leggerissima che riduce le vibrazioni della racchetta ed allunga la vita della grafite. Sviluppata per il settore aerospaziale è utilizzata da Head da una decina d’anni

Beh si, NAdal si…

La differenza di Slam è data anche dall’allungamento della carriera e anche dalle prestazioni dopo i trent’anni, se i tre hanno vinto Slam ben oltre i 35 anni, Borg ed Edberg si sono fermati a 26, attorno ai 30 hanno vinto Slam Becker, Sampras e Connors, addirittura The Genius credo non sia andato oltre i 25 anni.

Ciao

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Eh, quello sarebbe un altro aspetto da indagare. Com’è che un trentaseienne oggi è primo in classifica? Com’è che nel 2020 a 39 anni Federer era quinto e Nadal a trentacinque anni secondo?
Quanto forti sono gli avversari? Che fine ha fatto il tennis americano che fino ad una decina di anni fa sfornava Sampras, Agassi, Courier, Chang, ecc?

Il tennis americano è scomparso, e sforna solo taglialegna a ripetizione, con qualche eccezione tipo Korda, che però ha sangue europeo. Credo che siano problemi a livello di formazione, cercano di adeguarsi ad un tennis di forza, ma non riescono a trovare un Top vero… prima o poi ci risuciranno anche perché comunque ne mandano in giro tantissimi e non tutti scompariranno dopo poco.
Per adesso qualche top ten lo tirano fuori però, tipo Fritz, probabilmente tra poco Shelton, forse Korda, mi sembra che pure Tiafoe ci sia arrivato.

A corollario bisogna anche dire che gli Aussie Open fino a metà anni ottanta era un torneo minore, i big non andavano, vinsero delle mezze calzette come Kriek 2 volte, Teacher ed Edmonsson; se non sbaglio vinse un paio di volte anche Vilas terraiolo puro.

Credo che anche Connors e Wawrinka abbiano il 3 su 4 – Wawrinka non sono sicurissimo, non so se abbia vinto due Aussie oppure uno ed un Usopen – Lendl e McEnroe avevano il pallino fisso di Wimbledon il primo e Roland Garros il secondo, ci andarono vicini a vincerlo ma non vicinissimo, vero che nella famosa finale del 1984 super Mc andó avanti due set a zero, poi raccattó quattro o cinque games, come sappiamo e insegnamo, tre su cinque é un altro sport.
Erano scarse le discese a rete di Borg, solitamente per finire l’avversario dopo averlo distrutto con i colpi da fondo, il suo incredibile dominio è stato dato da quel rovescio bimane tremendamente efficace che gli avversari non riuscivano a contrastare, non lo sbagliava mai, aiutava l’ovale piccolo dei tempi, ma aveva un’esecuzione tempistica all’avanguardia, azione della spalla, accelerazione che iniziava con segmenti piccoli e leggeri, impatto con l’intero braccio, e soprattutto un raggio molto lungo.
Anche Connors dirai aveva un rovescio fenomenale, piatto non in top spin come Borg, infatti era utilissimo sulle superfici veloci – dove vinceva con Borg – e non a Wimbledon e sulla terra dove perdeva, pur avendo vinto tantissimo, restano quasi inguardabili il suo servizio è diritto, giocatore molto anomalo.
Quello che mi basisce sul dominio dei tre, e soprattutto come dici l’aiuto tecnologico del quale hanno goduto Nadal e Djokovic, è il fatto che gli altri giocatori che anche loro dovevano godere di aiuti tecnologici, gli hanno preso più o meno le briciole, tranne Wawrinka, qualcosa Murray e Cilik, soprattutto nell’Usopen dove i tennisti arrivano alla frutta, vinse anche Thiem se non erro.

Ciao.

Xavier

Beh, oddio, in verità il diritto di Connors esteticamente era bellissimo, piattissimo o choppato che fosse, ma era falloso, appunto perché troppo rischioso, senza spin e a filo del nastro.

Waters

Infatti, pur avendo vinto molto poteva vincere di più se aggiustava il diritto, anche il servizio a dire il vero, aveva un’aggressività e un anticipo notevoli, in risposta era di gran lunga il migliore.

Alabama's Challenge

Quando uno è abituato a raccontarsela…

“nella famosa finale del 1984 super Mc andó avanti due set a zero, poi raccattó quattro o cinque games, come sappiamo e insegnamo, tre su cinque é un altro sport.”

In realtà fu Lendl a raccattare cinque game nei primi due set, SupeMc ne mise iniseme quattordici nei tre set conclusivi persi 4-6 5-7 5-7.

Ma fa niente… quello serviva per darsi ragione e quello diventa lo storytelling… e lo insegnamo pure.

Waters

Ero convinto che Lendl vinse facile i successivi tre set, poco importa, andando solamente a memoria ogni tanto capita qualche piccolo intralcio,

Alabama's Challenge

Anch”io andavo a memoria, vidi quel match e feci un tifo “disperato” per SuperMc. Solo che la mia memoria si basa sui fatti, non è declinata ad un racconto da veicolare.

Modifica il 5 mesi fa da Alabama's Challenge
Waters

Quindi?

Xavier

Una delle più grandi occasioni perse della storia del Tennis.
Per due set Mc giocò il miglior Tennis d’attacco concepibile su terra rossa (molto meglio di Federer per capirci, e anche di Edberg sempre a Parigi pochi anni dopo, considerato che Chang non valeva Lendl, ovviamente).
Poi il Cyborg Ceco ebbe la meglio.

Alabama's Challenge

Vero, fino al 4-4 del terzo set assistemmo a come di gioca solo in Paradiso (anche mezzi fatti di LSD, per lo stupore che quel tennis di SuperMc restituiva).

Sono sostanzialmente d’accordo con MJ23 e approfitto del suo post per rispondere anche ai vari altri amici che sono andati off topic sul Tennis (a proposito, ma perché i radio-telecronisti si ostinano a dire “mette la palla IN out” oppure “era IN off side”? Out e off sono già sufficienti, o no?).

Il cambiamento enorme dei materiali ha cambiato il Tennis, come del resto è avvenuto nello Sci, nel Baseball, nella Vela, sta ora avvenendo nell’Atletica, etc.; con racchette di legno, spot piccolo e corde di budello, la poca spinta dell’attrezzo sulla pallina imponeva grande precisione da fondo e discesa a rete, entrambe necessarie a guadagnare tempo e restringere gli angoli del campo agli avversari; per questo il prototipo del giocatore ideale doveva essere un tuttocampista, capace di volleare, palleggiare, passare; guardare i grandi degli anni ’60/’70 su Youtube è assolutamente istruttivo, Laver, Rosewall, Santana, Nastase, Orantes e tutti gli altri facevano tutto benissimo, ovviamente a velocità di palla ridotta di almeno 1/3 rispetto a oggi.Borg, Vilas e Connors furono i primi eversori: top spin i primi due, violenza da fondo e anticipo esasperato il terzo, e i 30enni dai “gesti bianchi” rimasero spiazzati, anche se Ashe, Nastase, Panatta e Newcombe qualche soddisfazione riuscirono ancora, ogni tanto, a togliersela in nome del Tennis old-fashion, come Adriano nostro nel 1976.Da allora il Tennis cambiò irreversibilmente: se per diventare un buon giocatore puoi copiare i gesti meno complicati di Borg, a che serve muoversi come Laver, a che serve impostare nelle scuole-Tennis un bambino a giocare il rovescio a una mano e a girarsi di lato per giocare il diritto? Due mani, impugnatura più chiusa, top-spin, spalle parallele alla linea di fondo e passa la paura.E se nelle scuole-tennis si insegna sempre più prevalentemente il nuovo stile, allora si devono ideare materiali che sempre più lo facilitino, il che significa sempre più implementare il fondocampismo, in termini sia di precisione che, soprattutto, di forza e rotazioni imprimibili alla pallina; da adesso in poi sono quindi sufficienti forza e rotazioni per guadagnare tempo e restringere gli angoli del campo agli avversari, mentre la brillantezza del gioco, le volèe, il tocco diventano sempre più un optional, quando non addirittura un impaccio.Il processo dura 2/3 decenni e porta al Tennis omologato di adesso, col concorso di superfici di gioco anch’esse facilitanti il “power-Tennis”, sino a che giocatori come Philippoussis, Stepanek, Lopez, Llodra, Fritz, Struff e tanti altri, pochi anni prima forse potenziali Slam-winners quanto Stich, Cash o Krajicek, non hanno chance di grandi vittorie con la loro brillantezza da agnelli sacrificali, mentre le macchine da fondocampo prendono sempre più il dominio, sino ai Fab 3/4. due androidi meravigliosi, un altro androide quasi altrettanto letale, ma meno indistruttibile, e un umano strapieno di talento che agli esordi voleva essere il Sampras 2.0, ma che capì molto presto che contro quegli androidi (ma anche contro Safin, Nalbandian, Del Potro…) sarebbe stato meglio accontentarsi di essere un Lendl molto più bello e con un miglior rovescio…

Modifica il 5 mesi fa da Xavier
MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

”ma perché i radio-telecronisti si ostinano a dire “mette la palla IN out” oppure “era IN off side”? Out e off sono già sufficienti, o no?).”

Perché pensano la frase in italiano e la traducono in inglese. Non traducono l’idea, ma la frase.

Waters

Dicono “inside in” e “inside out”, ossia, solitamente il giocatore si sposta sul diritto e fa il colpo vincente, “inside in” se è lungolinea, “inside out” invece se fa la diagonale dalla parte opposta, detto anche “sventaglio.

Salud.

RM28

Xavier parlava di calcio, non di tennis 🤣

Xavier

Ma no! Io intendevo nel Calcio: mettere IN out, cioè fuori, e stare IN offside, cioè fuorigioco. In entrambi i casi IN andrebbe omesso.

Mordechai

Stepanek, Llodra e Feliciano Lopez hanno/avevano talento e sensibilità di tocco, OK, ma Fritz?
Taylor Fritz usa la racchetta come fosse una vanga.

Leo 62

Come Shelton peraltro… sembra un taglialegna quando gioca… un po’ lo stile attuale degli americani, eccettuato Korda che è un’isola felice… ma ha sangue ceco…

Mordechai

Il papà di Korda era più bravo di lui, secondo me.

Leo 62

Pure secondo me…

Xavier

In effetti. Ma anche Cash era un boscaiolo, eppure vinse Wimbledon.

Waters

Cash un boscaiolo, insomma, forse non lo ricordi bene.

Xavier

Da fondo era basico, lo ricordo benissimo, era uno che al terzo scambio perdeva il punto contro chiunque di quelli forti.
Ma su un’erba ancora “vera” il suo perfetto serve&volley “aussie vecchia scuola” (e anche il chip& charge contro un Lendl poco avvezzo ad affrontarlo) gli furono sufficienti.
Idem per Stich e Krajicek poco dopo.

Modifica il 5 mesi fa da Xavier
Mordechai

Wimbledon è sempre stato un pò “sui generis”… piuttosto frequenti le sorprese, al’epoca riuscì a vincerlo pure uno come Krajicek, non certo un fenomeno.

Xavier

Sull’erba “vera” certamente, perché si scambiava da fondo il minimo indispensabile e quindi con pochi ma letali colpi d’attacco si poteva provare ad andare molto avanti nel torneo. Uno come Feliciano, ma nato 10 anni prima, lo avrebbe potuto vincere, ad esempio.

Modifica il 5 mesi fa da Xavier
Archivista

Non si è saputo più nulla dei fattacci tra Lione e Marsiglia, che curiosamente sono passati sotto silenzio anche qui sul blog. Qualcuno ha notizie?

cugino di campagna

No (Grosso sta bene, l’unica cosa che so)! E nemmeno più nulla della trentina di nomi di scommettitori… Spariti dai radar… Puff! Tra l’altro ho controllato che la pubblicizzata querela di Barella (&figlie: nel post sul suo profilo instagram, oltre ad un sacco di parolacce, venivano tirate in ballo loro come motivo del provvedimento, per salvaguardarle dalle malevoci…) non è MAI stata inoltrata. Chissà come mai.

Waters

Eh si, e la mano di Dimarco?Non ve ne accorgete ma state impazzendo, qua bisogna chiamare Castruccio Castracani.

cugino di campagna

La mano di Dimarco, what?! Intendi che ci lavora molto con quella?😂

Del post di Barella tralascio l’incipit col resto del turpiloquio, con tanto di involontariamente comica emoji ( 🤡 forse per ricordarsi di quale società fa parte😂)… e riporto alla lettera solamente la parte finale: “L’unica cosa che mi interessa è tutelare le mie figlie e la mia famiglia da questa merda. Per questo da oggi passerò per vie legali.

E niente… capisco che la cosa ti faccia impazzire (a te, a me frega niente, rispondevo semplicemente all’ circa le notizie improvvisamente sparite…): ho controllato accuratamente, ma della tanto sbandierata querela non vi è traccia alcuna.

E mi chiedevo, chissà come mai? Forse il post serviva perché passasse con forza su giornali e TV, mentre la querela può aspettare, anzi… sai, se si querela, poi si c’è il rischio che si vada a fondo delle questioni…?

Potresti fartene carico tu, piuttosto: non sei mica un ammiratore di Corona?

malandragem

Bocca, secondo lei perchè non è scattata la prova TV e richiesta di squalifica per la condotta antisportiva di Faraoni in Juve-Verona?

Chiedo anche alla marmaglia TAJ, se qualcuno di lorsignori se la sente di intervenire al riguardo al posto di ululare su Gatti.

Nicola Romano

Grazie per la marmaglia ,mi spieghi perché e’ ignobile essere Taj, mentre e’ lodevole essere Tai ( tifoso anti interista ) ? .

Quattroquattronovetredue

Per essere chiari: questo squallido imbroglione avrebbe meritato una lunga squalifica, a prescindere dalla maglia indossata. Voglio vedere con quale faccia di bronzo un arbitro assegnerà a qualcuno la prossima ammonizione per simulazione. Detesto da sempre ogni simulazione e perdita di tempo, anche e forse soprattutto da parte dei giocatori della mia squadra: capisco che è facile per un arbitro sbagliare, ma in casi come questo fare lo gnorri è un’indecenza. A sto punto mejo er wrestling, è più onesto.
P.s. Marmaglia Taj lo trovo termine sgradevole, a me la Juve sta solo antipatica, e niente più.
Ciao

Waters

Ciapa su e porta a cà Malandra.

malandragem

ciao Quattroquattro,
nelle mie intenzioni era scherzosamente affettuoso quel “marmaglia” e non voleva essere offensivo, mi scuso se l’hai percepito tale, anche perché in nessun modo mi rivolgerei a te in tal modo.

Nicola Romano

Allora agli altri si invece .

Quattroquattronovetredue

Non mi offendo, e te lo dimostro con una dritta: ascolta Tore Down House, di Scott Henderson, e se hai poco tempo basta il brano Mocha, favoloso.
La Juve mi sta sulle palle come l’Inter e il Milan, in percentuali variabili negli anni, e non ci trovo nulla di male, ognuno di noi segue il calcio a suo modo. La Lazio è fuori concorso. Sai che mi pare di ricordare che Faraoni sia tifoso laziale? E il cerchio si chiude.

Nicola Romano

Anche un po’ offensivo, ma loro possono .

Insider

Dipende se ci si riconosce nella “marmaglia” che da sempre promuove un racconto infame (in generale, anche – sopratutto! – al di fuori di Bloooog, qui siamo quattro gattini). Altrimenti, nessun problema… no?

tom

Perché non gioca nella Juve.

il ghiro

PALLONE D’ORO ALLA MELONI!!!
“Ce l’hanno tutti con me, perchè sono piccola e nera, solo Lei mi può capire ” così si confida la Cocomeri al telefono con il “sedicente” Assouman, Presidente dell’Unione Africana. Ma, ragazzi, attenzione, all’altro capo del filo non c’era il premier comoriano, ma una brillante coppia di comici russi, due ‘Luca & Paolo’ moscoviti, che perculano la Poponi, sottoponendole scottanti quesiti di politica internazionale, a cui la nostra risponde amabilmente, confessando i suoi problemi di insufficiente credibilità a livello europeo.
Adesso la nostra ineffabile Premier parteciperà al summit mondiale sulla A.I., pare che risulti iscritta alla sessione sulla “Artificial Idiocy”; infatti solo un’imbecille totale poteva chiacchierare a ruota libera da Palazzo Chigi con un presunto, anche se autorevole, politico africano, come se raccontasse alla sorellina Arianna il modo migliore per preparare la coda alla vaccinara. Dio salvi l’Italia!     

Modifica il 5 mesi fa da il ghiro
convenevole da prato al secolo Nicola Romanoo

Ma no caro ghiro, ha detto Mantovano che la presidenta aveva all’istante capito tutto, era curiosa di vedere quei 2 stupidi dove volevano arrivare .

scotland16

quando le coppe nazionali profumano ancora di sport e sorprese…Bayern fuori contro una squadra di terza divisione…fuori anche i detentori del Leipzig. In Italia non sarebbe stato possibile, semplicemente perche’ ai sedicesimi le prime 8 della serie A…non giocano , e casomai avrebbero giocato in casa…..abbiamo la Coppa nazionale peggiore di tutti; in questi giorni si stanno giocando delle partite nel disinteresse generale.

Il mattino ha loro in Bocca
scotland16

Intanto grazie della risposta, c’e’ interesse nell’argomento, molto bene. E’ una mia battaglia da tempo. Parlavo di Coppa (che il Bayern cmq non vince da 3 anni) e non di Campionato (e cmq in Bundesliga spesso si decide all’ultima giornata, anche anno scorso…certo poi vince sempre la squadra piu’ odiata dal resto della Germania….); quest’anno Bayern cmq eliminato ai sedicesimi da una squadra di terza divisione e giocando, ovviamente fuori casa; nelle sedici partite di Coppa tedesca media di 28.000 spettatori a partita, nelle 8 del turno in Italia …7.000 mi pare, con disinteresse totale direi…questo perche’ siamo l’unico paese al Mondo dove le grandi (in minuscolo) entrano agli ottavi con sorteggio protetto e giocando in casa…..questa e’ l’amara verita’ di una Federazione e Lega calcio vergognose. Persino Brasile e Argentina che hanno la coppa da pochi anni imitano, ovviamente Inghilterra, Germania, Spagna e altri, tutte con il sorteggio integrale (in Scozia ad esempio potrebbe capitare Celtic-Rangers ai sedicesimi)…..in Portogallo le grandi entrano ai 64esimi…e’ una festa, il Benfica con i titolari e’ andato a giocare in una isoletta delle Azzorre, con accoglienza, banda musicale…il calcio come dovrebbe essere. Da noi si favoriscono solo i potenti…non ci potra’ mai essere la favola della squadra dilettanti in finale all’Olimpico con grande festa e trasferimento di tutti gli abitanti di un piccolo centro a..Roma; cosa capitata in Francia pochi anni fa ad esempio. Ma la cosa brutta e’ che si IMPEDISCE un sogno del genere, infatti le piccole squadre NON POSSONO neanche partecipare.
Solo la Spagna ci imita in una altra “porcata” la Supercoppa in Arabia, chiaro esempio della “prostituzione” del calcio italiano, addirittura con 4 squadre in un ambiente di finto pubblico e finto tutto (vedere i locali prezzolati per indossare le magliette e fare finta di tifare …penoso)…In Inghilterra, Germania e altri , la Supercoppa ha una tradizione centenaria e ben altro significato (la Charity Shield ad esempio , sempre a Wembley, sempre una settimana prima inizio campionato), oppure viene cmq giocata nel proprio paese , quasi sempre prima inizio campionato. Buona Coppa Italia a voi …preferisco altro.

Il mattino ha loro in Bocca

ok ok mi è venuta di getto, in quanto ritengo il campionato tedesco uno dei più sbilanciati. Se la tua battaglia è quella di sbertucciare Federazione e Lega Calcio italiane, ti seguo senza a occhi chiusi.

Il mattino ha loro in Bocca

ti seguo a occhi chiusi

Nicola Romano

D’ accordo al 100×100, il fatto e’ che noi siamo sempre più ‘ furbi degli altri .

Insider

Profumo di undicidifila…😂😂😂

Il mattino ha loro in Bocca

eh già…

convenevole da prato al secolo Nicola Romanoo

E già come dice il mio presidente er sor Lotito , le piccole nun fanno odiens, “sic stantibus rebus ” (cosi stanno le cose ) .

scotland16

Lotito non capisce il valore che un torneo ben fatto, che fa sognare, puo’ avere…infatti neanche i laziali vanno in molti allo stadio, si sono stufati di lui…

il ghiro

Alla faccia del mio presidente, farò un tifo sfegatato per le “piccole”:
in ricordo del Peppino Nazionale, Parma (anti-Viola),
ma innanzitutto e soprattutto,
in ricordo di mia nonna Enrica, Cremonese (anti-Cuginetti).

Modifica il 5 mesi fa da il ghiro
scotland16

grande Ghiro

Luc 68

Intanto Gatti è stato scagionato. Adesso si che si alzerà l’orda anti Juventina …. come non mai.
Maledetti dirigenti vuoi vedere che stanno cominciando a togliersi i soldi di tasca loro per usarli meglio, invece di comprare campioni?
Dai Bomba e Water … dite qualcosa🤣🤣🤣🤣🤣

Modifica il 5 mesi fa da Luc 68
Luc 68

Cappero che vespaio che ho sollevato🤣🤣🤣🤣🤣

Archivista

Si può dire che in questo campionato, a differenza degli ultimi scorsi, la Juve ha qualche episodio a favore e qualcuno contro, come una squadra qualsiasi? Oppure, tac!, si rientra automaticamente nell’orda anti juventina?

corum

Eccone un altro che soffre di memoria selettiva nonostante il nickname.
Gli episodi contrari ci sono sempre stati solo che, vuoi per forza della squadra, vuoi per timore di finire come con Calciopoli, la società non si è mai fatta sentire. Ci provò solo Conte ad evidenziare che la Juve nonostante un campionato di testa fosse l’unica a non aver avuto un rigore a favore al qualche giornata dal termine.
L’episodio di Gatti è sintomatico hanno fatto un caso su una manata non volontaria solo perché poi ha azzeccato il cross finale su una partita stradominata. Che poi se ci pensi non parliamo di un cross di Causio..parliamo di Gatti..quello che col Sassuolo ha tirato dritto in porta..ma la sua..
Tutta una polemica tesa a dimostrare che la Juve ruba, e sono anni che ripetete questa solfa, e ora fate pure gli annoiati se qualcuno ribatte con episodi esattamente contrari. L’unica cosa che non mente sono le statistiche, rigori, ammoniti ed espulsi per campionato, se le cerchi nel suo archivio, tolga il prosciutto da sopra gli occhiali e troverà illuminanti sorprese.

Archivista

E come al solito, leggere prima di rispondere pare brutto nonché inutile.

Modifica il 5 mesi fa da Archivista
Insider

Uno a favore (eventualmente) ogni tre contro. Che famo’ Signo’, lasciamo?

Archivista

Lasciamo, caro, si capisce.

Se non hai ancora capito che il favore del palazzo (o corridoio, vestibolo, camarilla, vedi tu) è da sempre un elemento decisivo del calcio, accanto ai soldi, alla competenza, alla passione sportiva e alla fortuna – rinuncio a dirtelo io.

Il risultato sportivo più eclatante della storia del calcio italiano potrebbe ragionevolmente essere lo scudetto dei pompieri dello Spezia, ti pare? Quei matti che viaggiano sull’autobotte per andare a ruzzare nel fango e alla fine battono il Grande Torino e vincono il titolo. Bene, per arrivare a quello c’è voluta una guerra mondiale: vedi tu.

Le classifiche virtuali al netto dei favori – e le infinite declinazioni di consimili cahiers de doléances – sono roba da coatti, e Internet ne trabocca. L’unico cahier de doléances credibile, però, dovrebbe scriverlo (per conto terzi) il tifoso che onestamente elenca non i torti, ma i favori ricevuti dalla sua squadra, soddisfacendo il giudizio dei rivali.

Questo forse sarebbe attendibile – ma chi lo scrivesse, devi ammettere, sarebbe il più coatto di tutti.

Modifica il 5 mesi fa da Archivista
RM28

Sentiamo, sentiamo, quali sono gli episodi a favore, a parte il dubbio rigore contro il Bologna?
E soprattutto, fanno il paio con le due perle del VAR che sconfessa una decisione CORRETTA dell’arbitro, in violazione di TUTTI i protocolli (fuorigioco contro la Salernitana e fallo di Kean contro il Verona)?
Ti ricordo che, da regolamento, in caso di immagini non esaustive, va SEMPRE confermata la decisione del campo.
Sto facendo la lista delle decisioni prese in violazione di norme e/o regolamenti, da quelle che ho citato, alla condanna sportiva per illeciti mai dimostrati, fino alla famosa pausa di un’ora e un quarto nella piscina di Perugia (da regolamento l’interruzione massima può essere di QUINDICI minuti, non SETTANTACINQUE).
Quando ho finito il libro te ne mando una copia, se può interessare.

Waters

Dubbio rigore contro il Bologna non è male😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀, denota la tua credibilità che davanti ai miei occhi azzurri è sotto zero.

Mordechai

“Sto facendo la lista delle decisioni prese in violazione di norme e/o regolamenti”

Davvero dici? Davvero hai voglia e tempo da sprecare per una cosa del genere?
Ma, ti dirò, sti cazzi.

Archivista

No no, grazie. A posto così.

(la Salernitana è roba dell’anno scorso, eh. Si parlava del campionato in corso)

Modifica il 5 mesi fa da Archivista
RM28

ah, ok, scusa… è che sono cresciuto cor go’ de Turone, il gol di Muntari e il fallo di Pjanic

Bob Aka Utente11880

Nessun’orda AJ: un episodio dubbio in +, come tanti altri citati, questa volta non a vs svantaggio: si può dire ?

RM28

Assolutamente si, in questi termini sono pienamente d’accordo.
D’altra parte, Bob, la tua obiettività anche in tempi così difficili è ben nota dentro al blog.

Bob Aka Utente11880

Beh grazie

Archivista

Bob, l’hai poi ripreso Cormac McCarthy? Ho finito ieri il secondo libro della trilogia del confine, The Crossing – che è un signor romanzo, anche e soprattutto dove mostra i propri limiti. Grande scrittore.

Bob Aka Utente11880

Mi interessano i limiti, se hai voglia di entrare nel merito

Archivista

Guarda Bob, per me la dote più saliente di McCarthy è l’insolenza. I suoi libri sono costruzioni maledettamente ambiziose, e presuppongono un progetto del mondo a cui la scrittura è funzionale (scrive sempre “dall’alto in basso”, non gli interessa la bella pagina). Partendo da qui, mettere troppa carne al fuoco è quasi inevitabile.

L’ossessione del linguaggio (dare nomi o numeri alle cose per porle in essere) può diventare una ininterrotta intervista con le proprie immagini mentali (Stella Maris), o una teoria di orazioni visionarie e un po’ sopra le righe di anacoreti e altri reietti (Oltre il Confine), o una sconfortata serie di occupationes retoriche tra uomo e bambino nella Strada, ma è sempre parte di un progetto massimalista della scrittura, spesso con l’ombra sinistra di Beckett dietro le quinte.

Un libro di McCarthy è sempre, a suo modo e in molti modi, un esperimento decisivo sul mondo.

Nella trilogia del confine, il diapason del racconto è intonato al picaresco (e non a torto gli si è rimproverata una costruzione debole e approssimativa), ma converge verso un solo racconto definitivo (il corrido che Billy recita alla lupa per accompagnarla verso la morte).

Poi c’è il tema ossessivo degli oggetti (le armi e gli strumenti del mestiere nella trilogia del confine, il cibo nella Strada, il violino in Stella Maris), proprio di un uomo che ha vissuto nell’indigenza assoluta gran parte della sua esistenza, e che intrattiene con le cose un rapporto magico – al limite del mistico – fino a sovvertire i rapporti wittgensteiniani tra linguaggio e uso.

Qualche anno fa, magari, l’avrei trovato uno scrittore meno importante – oggi mi sembra davvero uno dei giganti imperfetti del nostro tempo.

Modifica il 5 mesi fa da Archivista
Bob Aka Utente11880

Archivista grazie della risposta. Un’opinione estremamente interessante anche se per me necessita tempo per essere assimilata..

Mi sono avvicinato a McCarthy per caso, partendo dal Passeggero, passando a La Strada e poi ai primi due libri della Trilogia. di cui solo Cavalli Selvaggi letto fino in fondo (la sorte della lupa del Confine collide con quella di un caro cane a cui ero molto affezzionato che è morto di recente e mi blocca nel proseguire..).

Di McC mi colpisce l’essenza profondamente radicata in alcuni di quelli che, a mio parere, sono i pilastri della storia e della cultura americana: l’on the road, lo spostarsi continuamente, i cavalli liberi e poi domati nel ranch, il confine (che può essere il Messico o l’oceano della Strada..) e la lotta, anche violenta, per sopravvivere.

Poi la cura, o l’ossessione, del dettaglio, quasi la sceneggiatura di un film. Una fotografia nitida che concorre a dare solidità e veridicità al racconto. L’approccio dell’artigiano che “sente” la propria opera con le mani prima che col cervello.. che si tratti di parlare dei cowboys che tracannano whisky, o del ragazzo che usa il lazo, o di due tipi strambi che si costruiscono un dragster nel garage (“tu ti siedersti su quel coso ?” “Neanche per alzarmi dalla sedia elettrica”).

E’ quindi con grande fiducia che ho iniziato Città della pianura.

Archivista

Caro Bob, nel finale di Oltre il Confine compare addirittura uno spettro della lupa, prima scacciato e poi richiamato senza fortuna – e se hai abbandonato il libro per la perdita di un cane che ti era caro, hai fatto soltanto bene a non proseguire…

Bob Aka Utente11880

Sto appunto leggendolo, dopo aver letto Cavalli Selvaggi che mi è, finora, piaciuto di più. In Oltre il Confine le descrizioni della caccia alla lupa, della posa delle tagliole ecc. mi ha un po’ sfinito, ma conto di riprendermi … Hai letto Il Passeggero ?

guido

ovviamente avrete letto “La strada”, il suo capolavoro

Archivista

Sì sì, anzi: è stato il primo e unico bookcrossing della mia vita.

Bob Aka Utente11880

Si e x sovrappiù ho visto su Prime anche il film…

Mordechai

Ciao, più o meno dello stesso genere è “Butcher’s Crossing” di John Williams, l’autore di “Stoner”.
Non male …

Archivista

No, ho commesso la leggerezza di leggere prima Stella Maris, quindi Il Passeggero lo dovrò recuperare poi.

Oltre il Confine prende il volo lentamente, vedrai. Andrebbe letto di fianco al Pedro Páramo di Juan Rulfo (non per niente l’eroe nella storia di McCarthy si chiama Billy Parham, e viene ispanizzato a un certo punto come “el señor Paramo”).

Bob Aka Utente11880

In arrivo con Amazon domani 😉

Archivista

Fammi sapere: se ti delude, te lo rimborso volentieri 🙂

Bombaatomica

😂😂😂👍
Sono talmente stanco di darvi addosso che mi fate quasi pena 😂😂

Comunque, a dire il vero, a voi non vi odio.
Odio la roma 😂😂 e mi sta beatamente sulle palle il Milan.
Voi siete terzi in classifica 😂😂

Ros

….caspita… non mi dire che il naples ti sta simpatico…mi costringeresti a cambiare (quasi) opinione su di te.

Luc 68

Speravo in una posizione più alta 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣 comunque almeno in zona champions

Modifica il 5 mesi fa da Luc 68
Waters

Ma dai c’è veramente da vantarsi, dare un cazzotto a livello del diaframma può anche causare un infarto, lo sai vero?
Dopo la droga, la ludopatia, e il falso in bilancio non vuoi farti mancare nulla.
A ragazì, io per fortuna ho altre cose per lustrarmi gli occhi, l’arcobaleno di Asslani, lo stop di Dimash, e il gol di Thu Thu Thuram.
Ora che ti ho steso puoi andare a nanna. 😏

R.T.

Mi piacerebbe un commento da parte tua su questo episodio dell’angioletto Materazzi, uno dei giocatori più scorretti che abbia mai vestito la vostra maglia.
Episodio ancora più grave in quanto non avvenuto in azione di gioco…
Mandi

https://youtu.be/B-g0OeQRO60?si=pRareb8ENr8uB2XA

Waters

Mi deludi Mark, non puoi paragonare un campionissimo come Materazzi – ha vinto un mondiale quasi da solo – con un parvenu maniscalco come Gatti, dai fai il bravo.

R.T.

1)Mark? e chi é Mark? ( vedi ultimo capoverso del punto 2)

2)Materazzi campionissimo? Mi sa che l’autodefinito scienziato del calcio sta perdendo colpi…ma ti perdono perché l’età avanza anche per te.

3) Il mondiale 2006 lo ha vinto la SQUADRA (al limite con l’aiuto di Zidane)

4) A proposito di parvenu : chi é dell’arte stima l’opera.

5) Mestiere importante quello del maniscalco, un cavallo vincente ha un bravo maniscalco e, anche in ambito calcistico, oltre che nel ciclismo, servono i gregari

6) Ha ragione RM 28: come ha scritto poco più sotto non rispondi e svicoli

7) Ora che ti ho steso, uso le tue parole, vedi se riesci a rispondere sull’episodio Cirillo vs Campionissimo

Mandi

Waters

Mark Spitz…
Beh dai steso non direi.
Con Cirillo chiaramente sbagliò, ci mancherebbe, però devi tenere presente che il calciatore interista tutte le partite era sottoposto ad uno stress notevole, come dimenticarci che tutte le domeniche era oggetto di ” Materazzi figlio di p” quando gli era appena la madre.

R.T.

1) Mark??? E chi è? ( vedi ultimo capoverso punto5)

2) ha ragione RM28 poco qui sotto, non vedo risposte in merito

3)I maniscalchi non avendo classe sopraffina giocano come riescono

4)il Mondiale 2006 è stato vinto dalla SQUADRA, ( anche grazie a Zidane)

5) Materazzi campionissimo??? lo scienziato del calcio sta perdendo colpi… l’età avanza e ti perdono

6) ora che, per usare parole tue, ti ho steso, rinnovo l’invito a commentare l’episodio Cirillo vs campionissimo

Attendo fiducioso
Mandi

Mordechai

Sì, proprio da solo. Con quei colpi di testa, poi…

malandragem

Quando ho letto questo commento è partita in automatico la classica musichetta da circo, hai presente waterz?

Rattatarattararratattara…🪗🎶🎶🎶

RM28

Quindi se uno è un bravo calciatore (che Materazzi lo sia davvero poi è tutto un altro discorso) è autorizzato a tirare cazzotti a destra e a manca, mentre se uno è più scarso non può farlo.
Mi spiace che tu non capisca che sono cose come questa che fanno detestare gli interisti (rectius “certi” interisti).
Solo voi potete permettervi di dire certe cose.

RM28

Non aspettarti risposte, quando il gioco si fa duro i Waters cominciano a sparire.
Sto ancora aspettando che mi dica qualcosa a proposito della differenza tra i fischi razzisti e i fischi “prova di democrazia”

Modifica il 5 mesi fa da RM28
malandragem

waterz, l’unica cosa che hai steso è un tappeto rosso per la tua solita figura barbina

mi metto comodo a godere la sfilata

Modifica il 5 mesi fa da malandragem
Insider

Quello che ha risposto al @radarista ha involontariamente steso anche te.
Sogni d’oro 😴

tamarrogigante

Come lotti water, ma con tutti sti napolisti per il primo posto è dura

Waters

😂😂

commentanonimo
<