Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

– ⚽ – La grande impresa di Rudi Garcia che può essere orgoglioso di essersi fatto mandare a quel paese da Kvaratskhelia e Osimhen, e cioè entrambi gli uomini bandiera del Napoli scudetto. Capitan Fracassa ha rifiutato di condurre il Napoli nella stessa direzione di Spalletti e ha fatto le cose a modo suo. I 7 punti dall’Inter sono il problema minore, l’ammutinamento è ben più preoccupante e costringerà presto De Laurentiis a rimangiarsi la sua scelta, e magari abbandonarlo solo su una barca in mare aperto. – ⚽ –  Non fate gli schizzinosi sulla fuga dell’Inter. Va bene, vincere con un gol a Empoli è veramente il minimo sindacale, ma a punteggio pieno e primato donato non si guarda in bocca. Se proprio l’Inter non vi convince sappiate che Inzaghi – un solo gol preso – è stato sorpreso sulla via di Allegri: “gli scudetti si vincono in difesa!”. E intendiamoci non è una critica, ma un moto di solidarietà per un allenatore che vive con la spada di Damocle dello scudetto sul capo. -⚽- Per fortuna la Roma ha Lukaku, ma una botta di vita da Mourinho prima o poi arriverà? -⚽- La Juventus è il festival dell’imbarazzo generale, soprattutto di quelli (anche noi…) che erano corsi a metterla in lizza per lo scudetto insieme all’Inter. Ti raccomando Capello che aveva detto “Non fare le Coppe vale 5 punti in più!” e ti raccomando pure quelli che avevano svelato che il segreto del ritrovato gioco della Juventus era nientemeno che Magnanelli nello staff di Allegri. E invece Szczesny è in preda a schizofrenia, mentre Gatti fa autogol che non si vedevano dai tempi di Comunardo Niccolai. Insomma il rischio è che qui non sia affatto cambiato proprio nulla, come invece andavamo dicendo, e che ‘sto film l’abbiamo davvero già visto tutti… – ⚽ – Estasi e dannazione, Il Milan è condannato alla Leaodipendenza, nel bene e nel male. Se in Europa League Leao sbaglia perché vuole andare in gol di tacco, in campionato è quello che mette dentro il gol vittoria mentre intorno il Milan non si scrolla di dosso la mediocrità del momento. Prendere o lasciare, con certi giocatori non puoi venire a compromessi. -⚽ – La crisi di vocazione dei sarristi, la loro fede messa in dubbio dall’esasperante tiki taka della Lazio. La crisi di rigetto dei giocatori e quella dei tifosi più oltranzisti – ma davvero lo scorso anno siamo arrivati secondi? – il vuoto di Milinkovic Savic riempito di schemi e diagonali. – ⚽ – I fischi al minuto di silenzio in memoria del presidente Napolitano e di Lodetti sono un ulteriore passo verso l’abisso dell’inciviltà da stadio: sarebbe proprio ora di fare qualcosa di concreto con la curva del Verona. Dal razzismo allo spaccio di droga durante le partite, quella curva andrebbe chiusa per un bel po’ di tempo e le trasferte degli ultras vietate. Invece sarà la solita multa, mentre Figc, Lega di Serie A e autorità varie continueranno a fare la politica dello struzzo 

Il MASOCHISMO ESTREMO DI RUDI GARCIA

E CIOE’ IL PIACERE DI FARSI MANDARE A QUEL PAESE

DAGLI UOMINI BANDIERA DEL NAPOLI SCUDETTO

ANCORA UN PO’ E DELA LO ABBANDONERA’ IN MARE COME DA COPIONE

Sostituire i due giocatori principali della tua squadra e farsi mandare a quel paese da entrambi è qualcosa di ancor più preoccupante del grigiore dei risultati ottenuti dalla squadra campione d’Italia. Non vorremmo essere nei panni del barcollante  e tremebondo Capitan Fracassa che sta guidando il Napoli, non tanto per i 7 punti che lo separano dall’ Inter – un bel guaio anche quello, comunque, anche se a Napoli il bis non lo chiede nessuno – quanto per la sua incoscienza e la velleità del suo operato.

  La presunzione di Rudi Garcia è stata quella di non voler fare il semplice “staffettista” della situazione prendendo il Napoli dall’allenatore precedente e portandolo il più in là possibile, semplicemente continuando a correre nella stessa direzione. Ma di voler andare a zig zag, cambiare strada e mettere il naso negli ingranaggi più interni e più automatici, non solo tecnici ma anche umani, condannando la macchina a perdere mestamente colpi, a ingolfarsi, fino a tossire un calcio irriconoscibile, modesto e senza paragone con quello di un anno fa.

  Le perplessità ovviamente ce le avevamo tutti, ma nessuno pensava di arrivare così presto a questo punto. Ancora un po’ e bisognerà decidere: che si fa del tipo? Il Napoli e Rudi Garcia sono già in clamoroso e anticipatissimo conflitto se non addirittura in fase di respingimento reciproco e l’incompatibilità con i due uomini bandiera – Kvaratskhelia e Osimhen – la sceneggiatura già pronta per una ”Famiglia Addams” già bella e impacchettata per De Laurentiis. Che essendo di fondo un convinto assertore di un calcio personalistico, non avrà problema alcuno ben presto a stritolare e divorare l’allenatore che lui stesso ha scelto dopo un casting di ben 40 allenatori diversi (così disse). Ovviamente, quando accadrà, ometterà il particolare.

  Garcia sta banalmente peccando d’orgoglio, è entrato rischiosamente in conflitto con i principali protagonisti del Napoli scudetto. Scatenando la zizzania e venendone ripagato con un ammutinamento, fatto non del tutto nuovo da quelle parti, che potrebbe costargli l’esser spedito da solo su una barca a remi alla deriva in pieno mare. Non si sa perché e per come Capitan Fracassa Rudi Garcia faccia tutto questo, probabilmente per affermare ,sulla soglia dei 60 anni, di avere anche lui un ego debordante con cui fare i conti. E non solo il suo presidente e i suoi principali campioni. O forse semplicemente per puro masochismo.

***

A PRIMATO DONATO NON SI GUARDA IN BOCCA

L’INTER DI INZAGHI HA PRESO LA VIA DI ALLEGRI

GLI SCUDETTI SI VINCONO IN DIFESA…

Le ipotesi sono due, più ovviamente la via di mezzo che ne deriva ma che annacqua anche ogni giudizio. O ci mettiamo a grufolare dentro al gioco dell’ Inter, alle sue incompletezze e contraddizioni, al fatto che vinca a Empoli giusto con un gol, molto bello però, di Dimarco, sai che impresa…, quando al turno precedente il povero club ultimo in classifica (0 punti e 0 gol realizzati) ne aveva incassati 7 dalla Roma. Oppure ci scappelliamo davanti al suo primato, davanti al punteggio pieno e alla prima fuga di stagione che incorona la squadra di Simone Inzaghi.

  Propenderei più per la seconda ipotesi, senza però pensare che l’Inter sia una corazzata imbattibile e che la sua fuga sia veramente seria, già definitiva a 33 giornate dalla fine. E non in verità un abbozzo di allungo per testare la gamba degli avversari. E a occhio gli altri ne hanno parecchia di meno. Qui ognuno ha i guai suoi e quelli dell’Inter francamente per ora sono solo piccoli difetti, ben compensati da un pregio evidente. Un solo gol preso in cinque partite. Se non fosse che l’astro è piuttosto calante definirei l’Inter allegriana“gli scudetti si vincono in difesa!” –  ma giuro l’intenzione non è quella di tirargliela piuttosto di fare un complimento sincero a Simone Inzaghi. Quello che vive, poveretto, con la spada di Damocle dello scudetto sul capo. L’unica, per lui, è far finta di niente…

***

PER FORTUNA LA ROMA HA LUKAKU

MA UNA BOTTA DI VITA DA MOURINHO

PRIMA O POI ARRIVERA’?

“A Budapest non abbiamo perso” e “dopo aver visto il campo del Torino non mi lamenterò più dell’Olimpico”. Non credo che Mourinho oggi cerchi alibi, anche…, ma credo che sia un formidabile sviatore di discorsi, parlare del campo toglie tempo e spazio ad altro. I 5 punti della Roma di Mourinho sono inquietanti tanto quanto i 4 della Lazio di Sarri. E se crocifiggiamo Sarri, non potremmo essere troppo indulgenti col suo diretto rivale su piazza.

  L’ultima e unica vittoria, sia pure a valanga, è stata sul derelitto Empoli e ancor più inquietante è forse il fatto che Lukaku – attaccante della provvidenza e uomo mercato 2023 – stia andando bene e faccia il proprio dovere di centravantone messo lì a ruspare in area. Tre gol in quattro partite sono tanti e sono pesanti quanto lui. Cioè da Lukaku potevano pure legittimamente aspettarci qualche chilo di troppo e l’affanno della ripartenza in un’altra squadra, e di conseguenza gli avremmo classicamente scaricato addosso parte della responsabilità (a lui e Dybala…) dell’incresciosa situazione. Che non fa altro che ripetere schemi e teatrini degli scorsi anni: infortuni, ristrettezza e della rosa, poi presto torneranno gli arbitri. Ma questa, lo ammetto, è una malignità… Un punto a Torino può starci, ma in una Roma già autocondannatasi ad arrampicarsi sulla classifica è troppo poco. E così alla fine il debito aumenta, invece di diminuire.

  E poi, voglio dire, ma un botta di vita, se uno sta a tavola con Mourinho, quando arriva? Ma almeno una bottiglia di Mateus rosato frizzante – roba da intenditori… – la vogliamo stappare? Il bello di Mourinho, insuperabile mattatore sempre al centro della scena , è che spesso ti guarda come se fosse colpa tua…

***

LA JUVE FARFALLINA E IL GRANDE IMBARAZZO

E’ DUELLO SCUDETTO CON L’INTER!

ADDIRITTURA CAPELLO LE AVEVA GIA’ DATO 5 PUNTI IN PIU’

E TI RACCOMANDO QUELLI DI “MERITO DI MAGNANELLI…”

Partiamo dall’imbarazzo, che non è solo quello della Juventus. E anche e soprattutto il nostro. Avevamo subito improvvidamente associato, ahinoi, lo scudetto alla Juventus. Anzi a esser precisi: una lotta a due tra Inter e Juventus. Non ti dico i discorsi su Vlahovic e Chiesa – non abbiamo tenuto conto di Szczesny e Gatti… – le considerazioni sulla Juve che non fa le Coppe e dunque si allena alla perfezione, Capellotu quoque Fabio! – che sentenzia categorico “sono 5 punti in più!”, perfino Francesco Magnanelli, ex Sassuolo, inserito nello staff tecnico, è lui il segreto della Juventus dal ritrovato gioco, una squadra che finalmente non fa solo l’orrendo calcio speculativo di Allegri. Non per essere perfidi e malevoli, ma non sarà che è stato proprio lui, il nuovo collaboratore di Allegri di cui si è parlato tanto, a “manomettere” qualcosa nella sala comando della Juventus, visto il patatrac che è successo? Ma no dai, almeno su questo non scherziamo, vedi mai la prendessero davvero sul serio.

Ovviamente nel più classico dei luoghi comuni del calcio, luoghi comuni assolutamente veri non date retta, sbadabam!, la Juve aspetta che noi smettiamo di sparare stupidaggini, e ci ripaga prendendone quattro in casa del Sassuolo. Un festival di gesta indimenticabili e papere enormi: a Szczesny la palla passa tra le gambe e fa cose in preda a schizofrenia totale, Federico Gatti fa un autogol che non si vedeva dall’epoca di Comunardo Niccolai, mentre Domenico Berardi fa un gol e salta di gioia come un grillo, dopo aver passato l’intera estate a congiurare per cercare di andare alla Juventus.

 Sassuolo-Juventus è stata un festival dell’ assurdo più assurdo che c’è, almeno visto da parte bianconera. Per il Sassuolo è stata festa grande e meritata, e ci mancherebbe pure. Dopo aver ascoltato Allegri parlare di Juvefarfallina” in un remake di vecchie scenette Tv – aspettiamo l’arrivo in scena di Adani… – possiamo tranquillamente affermare che ce ne è abbastanza per chiudere qui il sipario ed evitare di ricominciare a fare gli stessi discorsi che si facevano un anno fa. Qui si finisce a pestare l’acqua nel mortaio, ’sto film sembra proprio di averlo già visto…

***

LA CRISI DI VOCAZIONE DEI SARRISTI

IL RIGETTO DEI GIOCATORI DELLA LAZIO

E PURE UN PO’ DEI TIFOSI PIU’ FEDELI

Gli scarsissimi risultati della Lazio comportano una crisi di vocazioni dei sarristi scalzi. Capaci di sofferenze enormi pur di non dubitare della loro fede nel supremo. Ma il possesso palla perde seguaci, il tiki taka alla romana, una cottura lentissima ed esasperata del pallone fino alla polverizzazione totale dello stesso strumento di gioco con esaurimento fisico dell’azione che a un certo punto non ha più nulla da portare avanti, ha ormai addormentato più volte l’Olimpico, mentre il martellamento psicologico dei giocatori alla ripetizione ossessiva dei movimenti ha ormai causato preoccupante rigetto da parte degli interpreti e forse pure di qualche laziale assai meno paziente degli altri. Al di là della domanda più inquietante del più fedele dei sarristi oggi – ma davvero lo scorso anno la Lazio è arrivata seconda o è stata un’allucinazione collettiva? – resta forse il fatto che il vuoto lasciato da un leader come Milinkovic Savic non è colmabile semplicemente con schemi e diagonali o dei Kamada qualsiasi, che il metodo Lotito“io i ricci me li magno co’ li spaghetti” – a un certo punto resta confinato al campo del folclore, e che il sarrismo in genere dopo un po’ esaurisce la carica e tutti restano fermi come marionette inanimate. Insomma stufa e fa perdere il lume della ragione. Maestro perdona loro, non sanno quel che dicono. 

***

IL MILAN CONDANNATO ALLA LEAODIPENDENZA

QUANDO LO PRENDEREBBE A CALCI NEL DI DIETRO

E QUANDO INVECE GLI SALVA LA PELLE,,,

Con certi giocatori funziona così. Quando li esalti ti tradiscono e quando li condanni ti salvano la pelle. La vita del Milan oggi gira intorno a Rafa Leao, al suo estro, alla sua fantasia, ai suoi colpi di classe, ma anche i suoi egoismi, le sue bizze da divo, la convinzione di essere il migliore al mondo. E dover dunque guadagnare di conseguenza.

  Non c’è nulla di nuovo, non a caso la Gazzetta dello Sport dopo la partita col Newcastle e la mania dei colpi di tacco (che comunque non gli è passata) lo ha messo a confronto con Balotelli. Insomma il rischio è il classico talento che si butta via perché non riesce a tenere sotto controllo l’istinto e anzi più passa il tempo e più il suo egoismo e il suo narcisismo aumentano.

  Poi però capita che l’unico gol che salva la partita lo faccia lui in contropiede, mentre l’intero Milan intorno non esce dalla mediocrità del momento. E si aggrappa al solo che può veramente fare qualcosa. Il Milan è insomma condannato alla Leaodipendenza, quando lo prenderebbe a calci nel di dietro e quando dovrebbe accendergli un cero. Non si sa mai cosa ne esce.

  Leao croce e delizia. Da Chiarugi a Cassano potrei farvi una lista lunga così di giocatori del genere, ricordando sempre però che il talento non si annida nei giocatori piatti e ordinari. Ma in quelli un po’ più strani e talvolta addirittura matti o insopportabilmente egoisti. Insomma di qualche difetto ti devi pure far carico, armandoti di santa pazienza.

***

I FISCHI AL MINUTO DI SILENZIO PER NAPOLITANO E LODETTI

LA POLITICA DELLO STRUZZO DI FIGC E LEGA DI SERIE A:

FORSE E’ ORA DI CHIUDERE LA CURVA DEL VERONA

(MA PURTROPPO SO DI AVERLO GIA’ DETTO INUTILMENTE)

I fischi alla memoria del presidente Napolitano da parte della curva del Verona durante il minuto di silenzio a San Siro, comporteranno probabilmente, come conseguenza, una multa di qualche migliaio di euro alla società. Multa che non cambierà assolutamente nulla nel panorama di inciviltà generale, ma in questo caso molto particolare visto che sempre lì si casca, e non frenerà la discesa verso il basso, visto che le multe di questo tipo sono ormai considerate una semplice tassa da pagare alla “libertà” e all’ “estro” dei peggiori ultrà. (Io ci metterei comunque anche sopruso, prevaricazione, violenza e ricatto…) Ma è anche vero che un discorso serio, profondo e reale sugli ultrà del Verona andrebbe fatto, scegliendo una volta per tutte misure drastiche come la chiusura della Curva Sud del Bentegodi  e il divieto assoluto ad andare in trasferta per i tifosi del Verona. Per un lungo periodo di tempo, diciamo questa stagione. Tra i tanti episodi che la cronaca fornisce relativi all’inciviltà della curva del Verona – razzismo a gogo e lo scorso anno, allo scoppio della guerra Ucraina Russia,  persino lo striscione con le coordinate geografiche di Napoli, come dire tirate un missile qui – c’è anche quello di essere una grossa piazza di spaccio di cocaina, con molti capi ultrà coinvolti nell’operazione criminale, la droga fornita tipo fast food ai gabinetti dello stadio durante la partita, e addirittura diverse decine se non centinaia di consumatori che si servivano presso il “punto vendita” per poi tornare comodamente a tifare per la loro squadra. Insomma tra i tifosi del Verona c’è anche qualcuno, diciamo pure parecchi perché no, che guarda la partita sotto l’effetto degli stupefacenti… Sarebbe ora che Federcalcio, Lega di Serie A e anche autorità varie (prefetti, questure, comuni etc) facessero qualcosa di vero, autentico, operativo, serio. E non la solita ridicola multa che non serve assolutamente a nulla e che comunque torna nelle casse del calcio. Ma dopo la solita indignazione, temo, non resterà che aspettare il prossimo episodio di inciviltà, mentre chi governa il calcio si volterà dall’altra parte e perseguirà la solita politica dello struzzo. Insomma via così, di gradino in gradino, verso il basso.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canai social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SINTESI

– ⚽ – La grande impresa di Rudi Garcia che può essere orgoglioso di essersi fatto mandare a quel paese da Kvaratskhelia e Osimhen, e cioè entrambi gli uomini bandiera del Napoli scudetto. Capitan Fracassa ha rifiutato di condurre il Napoli nella stessa direzione di Spalletti e ha fatto le cose a modo suo. I 7 punti dall’Inter sono il problema minore, l’ammutinamento è ben più preoccupante e costringerà presto De Laurentiis a rimangiarsi la sua scelta, e magari abbandonarlo solo su una barca in mare aperto. – ⚽ –  Non fate gli schizzinosi sulla fuga dell’Inter. Va bene, vincere con un gol a Empoli è veramente il minimo sindacale, ma a punteggio pieno e primato donato non si guarda in bocca. Se proprio l’Inter non vi convince sappiate che Inzaghi – un solo gol preso – è stato sorpreso sulla via di Allegri: “gli scudetti si vincono in difesa!”. E intendiamoci non è una critica, ma un moto di solidarietà per un allenatore che vive con la spada di Damocle dello scudetto sul capo. -⚽- Per fortuna la Roma ha Lukaku, ma una botta di vita da Mourinho prima o poi arriverà? -⚽- La Juventus è il festival dell’imbarazzo generale, soprattutto di quelli (anche noi…) che erano corsi a metterla in lizza per lo scudetto insieme all’Inter. Ti raccomando Capello che aveva detto “Non fare le Coppe vale 5 punti in più!” e ti raccomando pure quelli che avevano svelato che il segreto del ritrovato gioco della Juventus era nientemeno che Magnanelli nello staff di Allegri. E invece Szczesny è in preda a schizofrenia, mentre Gatti fa autogol che non si vedevano dai tempi di Comunardo Niccolai. Insomma il rischio è che qui non sia affatto cambiato proprio nulla, come invece andavamo dicendo, e che ‘sto film l’abbiamo davvero già visto tutti… – ⚽ – Estasi e dannazione, Il Milan è condannato alla Leaodipendenza, nel bene e nel male. Se in Europa League Leao sbaglia perché vuole andare in gol di tacco, in campionato è quello che mette dentro il gol vittoria mentre intorno il Milan non si scrolla di dosso la mediocrità del momento. Prendere o lasciare, con certi giocatori non puoi venire a compromessi. -⚽ – La crisi di vocazione dei sarristi, la loro fede messa in dubbio dall’esasperante tiki taka della Lazio. La crisi di rigetto dei giocatori e quella dei tifosi più oltranzisti – ma davvero lo scorso anno siamo arrivati secondi? – il vuoto di Milinkovic Savic riempito di schemi e diagonali. – ⚽ – I fischi al minuto di silenzio in memoria del presidente Napolitano e di Lodetti sono un ulteriore passo verso l’abisso dell’inciviltà da stadio: sarebbe proprio ora di fare qualcosa di concreto con la curva del Verona. Dal razzismo allo spaccio di droga durante le partite, quella curva andrebbe chiusa per un bel po’ di tempo e le trasferte degli ultras vietate. Invece sarà la solita multa, mentre Figc, Lega di Serie A e autorità varie continueranno a fare la politica dello struzzo 

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
278 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

rusticano

Eh, sarò lento io ma non ci capisco più niente.

  • Inter ammazzacampionato e in fuga… ah, no
  • De Ketelaere bidone, ora invece fenomeno
  • Onana da supercampione a brocco senza pietà nel giro di 4 mesi
  • Sommer muro e certezza, ma anche no
  • Leao incontenibile, ma poi fa quella cosa di tacco e diventa un giocatore che non si può vedere
  • Lukaku non si può vedere, ma fa 3 gol di fila con la Roma e allora è di nuovo il giocatore imprescindibile
  • Berardi giocatore di provincia, anzi no è il Robben italiano
  • Kvara finito, morto e sepolto perchè non segna più da mesi, o magari vista l’ultima partita ne riparliamo più avanti
  • Mancini genio di Wembley capace di fare miracoli con giocatori modesti, Mancini che non sa vincere una partita che sia una contro squadre modeste come Svizzera, Irlanda del Nord o Macedonia

e si potrebbe andare avanti per ore, con giocatori / allenatori / squadre passano da una settimana all’altra ad essere campioni o bidoni.

Posso anche capire il tifoso medio, ma gli addetti ai lavori…

Se non è schizofrenia questa.

il ghiro

INTER-NAPLES
In contemporanea con la partita dell’Olimpico, a San Siro e al Maradona Inter e Napoli se la vedevano con Sassuolo e Udinese, perciò me le sono dovute vedere in differita, ecco in sintesi come sono andate le cose, bene per gli uni, male per gli altri.
Inter-Sassuolo 1 – 2
“Ho un Sassuolino nella scarpa, ahi, – che mi fa tanto, tanto male, ahi….” così cantava profetico Natalino Otto in una allegra canzoncina degli anni 50.
Inzaghi decide di lasciar fuori Pavard, De Vrij e Frattesi, dentro Dumfries, Barella con Miki, mentre nel Sassuolo tutti confermati gli “eroi” del 4-2 alla Juve, rientra Consigli e Viti prende il posto di Ruan. Arbitra il molisano Massimi, al VAR il pugliese Abbattista.
Tiraccio da fuori di Barella, l’Inter fa la partita, ma non incide, Laurientè alto da fuori, testata alta di Thuram, che poi liscia un cross invitante, Sommer devia un bel dx di Toljan, infine al 45′ Dumfries si libera a dx e piazza una stoccata di sx che si infila vicino al palo lontano, 1-0. Sommer rimedia a una ca$$ata del Calha uscendo alla disperata su Bajrami.
Ripresa: Entra Pedersen, poi al 54′ Berardi pesca in area Bajrami che tira una staffilata che Sommer si lascia sfuggire, 1-1. A seguire entrano Ruan e Castillejo, al 63′ un’azione sviluppata su tutto il fronte d’attacco neroverde, finchè la palla finisce a dx a Berardi, che ha davanti Miki4, lo beffa con una finta poi di sx spara una palla a giro che si infila imparabilmente in rete, stavolta Sommer non ci può arrivare, 1-2. A qurl punto l’Inter va un po’ in confusione, Simone butta dentro Sanchez, Frattesi, De Vrij e Carlos Augusto, Consigli salva su Frattesi, giallo a Henrique, entrano Defrel e Ferrari, poi Klaassen, Laurientè prima cicca il tiro poi se lo fa parare da Sommer, e la partita si chiude ingloriosamente su un tiro sbagliato da Lautaro. 
Dopo un primo tempo discreto, cresce il Sassuolo e si ammoscia via via l’Inter, poco apporto dai panchinari, gli emiliani confermano il loro buon momento, Berardi sugli scudi.
Napoli-Udinese 4 – 1
Maretta a Marechiaro. Napoli ancora senza i centrali titolari, giocano Ostigard e Natan, Mario Rui e Politano dal 1′, tutti gli altri sono al loro posto, sono rientrate le coliche intestinali di Osi e Kvara, speriamo che l’indagine sull’acquisto di Osi non versi aceto sulle recenti ferite.
L’Udinese sconfitta dai viola prova a contrastare gli azzurri e portare via punti dal Maradona, entra Lovric per Samardzic, Sottil non fa altri cambi, ma lamenta ancora troppe assenze (Kabasele, Ebosse, Deulofeu, Ehizibue, Masina, Padelli, Brenner, Davis, Semedo). Arbitra il torinese(?) Manganiello, al VAR l’abruzzese Di Martino.
Stavolta non c’è scampo, il Maradona non fa sconti, dopo un paio di tiri d’assaggio (Payero, Zielinski) il VAR pizzica il fallo di Ebosele su Kvara, rigore che Osi lascia a Zielinski, 1-0. Silvestri para su Kvara, Osi, Rui, poi Politano libera Osi, che insacca il 2-0. Nel II tempo continua la pressione azzurra, ci provano Anguissa, Kvara e Osi, poiil georgiano la spara sul palo, entrano Success, Ferreira e Samardzic, giallo a Perez, entrano Lindstrom(!) e Simeone, che tira su Silvestri, altro palo di Kvara, giallo a Simeone, entrano Cajuste, Pereyra e Zemura, perde palla Bujol e Kvara va a beffare Silvestri, 3-0. Samardzic salva l’onore con una bella staffilata, 3-1, ma subito Kvara mette sulla testa di Simeone la palla del 4-1. Il Napoli non molla, entrano Elmas e Raspa, attacca ancora con Simeone e Lindstrom. DeLamentis forever!!!  

Nathan

Napoli già indagato dalla GF un anno fa e non emerse niente.
All’improvviso, magicamente, gli atti passano a Roma, e vengono fuori irregolarità?
Sarebbe piuttosto strano, direi più che è un atto dovuto nonostante le speranze di buona parte d’Italia, strisciata e non.

Modifica il 6 mesi fa da Nathan
RM28

Juve già indagata dalla Procura di Torino al momento con un nulla di fatto, e processo spostato a Roma per incompetenza di Torino.
Però la giustizia sportiva ha condannato, eccome. E dopo una prima e seconda sentenza di assoluzione, peraltro, per “fatti nuovi” che nel processo penale non si sa che fine faranno, sempre se esistono.
Sembra piuttosto strano, non trovi?

Modifica il 6 mesi fa da RM28
Nathan

Lo juventino è così, pur di proclamarsi innocente deve trascinare nella polvere anche gli altri.
Se risulterà che adl ha commesso atti illeciti, sarà giusto pagare il conto con la giustizia sportiva.
Basta che la finite di piangere.

RM28

🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

Nathan

Con la juve che entra ed esce dai tribunali per i capi di imputazione più disparati, hai ben poco da ridere.

Tiziano

Giusto che la procuri indaghi fino in fondo e accerti se c’è stato dolo in questa singola operazione ma come hai giustamente scritto tu questo è un atto dovuto (e un capo d’accusa è gia caduto).
Tutto il resto è chiacchiericcio inutile.

Modifica il 6 mesi fa da Tiziano
Nathan

Una vicenda di 3 anni fa con indagini svolte ed un capo d’accusa già caduto.
Non so che pensare, certo la tempistica è perfetta.

malandragem

ah già, è la rappresaglia federale verso ADL per la vicenda Spalletti/Nazionale, come non averlo capito prima!!

Gli unici strisciati che sperano ripercussioni a livello sportivo sono quelli – unici – abituati a farsi assegnare titoli non vinti sul campo, per la cronaca…

sempre per la cronaca, la Juve in sede federale era già stata assolta e poi qualcuno ha deciso che bisognava dare in pasto agli italiani – sfruttandole, in questo caso, le speranze di buona parte d’Italia (in quanti chiedevate la B? lmao) – lo scempio giuridico a cui abbiamo assistito, pur di penalizzarla.

tu però al tempo non ti sei scandalizzato ma applaudivi…

Nathan

Sei più falso di giuda gatto, ho sempre scritto che non volevo la Juventus penalizzata lo scorso anno.

malandragem

come siamo permalosi (strano, lmao…nervoso per qualcosa per caso?)

quasi quasi vado a controllare e vedo se trovo tuoi commenti in cui affermi che eri contro tutto il circo grottesco della scorsa stagione, che la montatura del famoso “libro nero di Paratici” (un foglio A4, lmfao) era fuffa per gonzi, che lo stravolgimento di qualsiasi basilare norma del diritto e di una società civile era oscena etc…poi vediamo anche se non hai mai espresso apprezzamento per quanto era bravo ADL; ma che bei conti la società, “lo scudetto degli onesti” etc…

Nathan

Amen, vai e controlla gatto 🐱

malandragem

mi sa che hai un fetish per la parola “gatto” – quanto ti eccita scriverla? – o chiamare qualcuno dall’immagine del suo account ti fa sentire gagliardo di per sè?

Modifica il 6 mesi fa da malandragem
Nathan

Parla italiano con me gentilmente.

Soter

Arriva Gratteri e, OPS, il fascicolo finisce a Roma …
Non sia mai che ci si costringa ad indagare seriamente!

Nathan

Dunque a Napoli hanno fatto finta di indagare, questo il fulcro del tuo ragionamento.
Prendo atto.

RM28

Beh, l’indagine è partita tre anni fa, si vede che c’era traffico

Nathan

Appunto

Vipe

OT
Purtroppo anche oggi ci saranno due aumenti.
La benzina il primo, l’ età di Bocca che compie gli anni il secondo.

Dai, se per le accise si può fare ben poco il bloooog può scatenare una goleada di auguri.

comevolevasidimostrare

Non capisco i due pollici versi

Vipe

Uno ha un distributore AGIP l’ altro Esso.

il radarista

Sempre grande Vipe. A presto.

Bocca: Fusées, 10:1

Italia-Svezia 0-1;
bella partita delle ragazze che subiscono il gol al 15mo grazie a un contrasto sfortunato;
nel secondo tempo mettono sotto le svedesi, prendendo un palo a portiere immobile e costringendole a ricorrere a falli (due ammonite e potevano essere di più) e perdite di tempo;
stavolta non hanno sofferto troppo nei calci d’angolo, esiziali nel precedente 5-0 che ci hanno inflitto nei recenti mondiali°;
vi rammento che la Svezia è al primo posto nel ranking;

° ai due ultimi le ragazze c’erano, i mascoli li hanno seguiti dal divano;

Archivista

Ti metto pollicione per il nickname. Pollicione al valore letterario.

Bob Aka Utente11880

OT
Il felino sembra particolarmente simpatico

Luc 68

No vabbe se riescono a infinocchiare il Napoli e poi dare lo scudetto alla seconda … ci facciamo due risate 😂😂😂😂😂

Cisco

Ancora plusvalenze… ma non se ne puo’ piu’…. toglieranno alrtri 10 punti alla Juve anche quest’anno…

tom

Bocca, mi piacerebbe conoscere il tuo pensiero sull’affaire Osimenh, anche alla luce degli sviluppi odierni, che hai prontamente rilanciato su FB ma non qui.

puntadispillo

Che giornata!
Dal sito di Repubblica si apprende che DeLa é indagato a Roma per falso in bilancio nell’acquisto di Osi e Ceferin é accusato dalla stampa inglese di aver falsificato prove sugli incidenti nella finale di Champios del 2022,
Che giornata!

Bocca: Fusées, 10:1

ahia, il Napoli a giudizio per plusvalenze;
e la prescrittese era arrivata terza…

malandragem

De Laurentiis indagato per falso in bilancio nell’acquisto di Osimhen – la Repubblica

OPS!

il “nuovo modello di calcio” che tanto piaceva a Bocca

Ora qualcuno porti i sali al Maestro e lo faccia rinvenire, così con una sola capriola ben eseguita può mostrarci come si passa da forcaioli a super-garantisti, lmfao

Nathan

Che gioia, non è vero gatto ?

malandragem

mah mica troppo, io in realtà speravo che il Napoli almeno uno scudetto pulito riuscisse a conquistarlo…e invece, tac, eccoti il malaffare come nei precedenti…

inox

Buongiorno Fabrizio

Come hai visto e sentito i fischi e altro, sul minuto di silenzio per Napolitano, sono stati una regola su ogni campo. Dispiace per il Sommo Lodetti. Farsi una domanda e cercare di darsi una risposta sconveniente di sicuro, ma l’unica. La Prestigiosa vince in Empoli una partita scorbutica e per nulla facile. L’ottimo Andreazzoli la mette sulla “garra” e per nulla sulla tecnica riuscendo a rimanere in partita sino alla fine. Insinuazione giornalistiche da osteria buone anche per la guerra segnalano la posizione di Bastoni posta in modo da coprire la visuale al portiere sul tiro di Di Marco. In realtà, quel pallone dalla partenza all’arrivo, non lo ha visto nessuno. La Lazio poca roba per un mercato insufficiente. Sarri ai salti mortali. La Roma idem. Fa pena, non ha gioco, solo lancioni a destra e a manca nonostante, diversamente dalla Lazio, una signora rosa a disposizione. Lukaku il migliore. Viste sul suo volto smorfie del tipo “ dove sono capitato?” Bene te ne incoglie, birichino. Mourinho, per i soldi che prende, deve arrivare nelle prime quattro altrimenti a casa. La Fiorentina vince contro una Udinese scarsissima. I friulani a forza di vendere tutto e di più retrocedono. E sarà giusto così. La Viola brutta da vedersi nonostante la vittoria, salvata dal portiere. Il Napoli smontato pezzo per pezzo come lo sarà a breve Garcia.

Nathan

Napoli smontato pezzo per pezzo?
In realtà è stato ceduto il solo Kim.
Casomai vuoi dire che Garcia sta incasinando la testa dei suoi giocatori, minando le certezze acquisite in due anni.

tom

Anche l’allenatore e il principale dirigente sono due “pezzi”, abbastanza importanti peraltro.

Nathan

Ma quelli si sapeva che sarebbero andati via, come lo stesso Kim.

2010 nessuno

Piccola notizia extra calcio: l’avventura di Mazzanti come tecnico della nazionale di pallavolo femminile è giunta a conclusione, esonerato.

tom

Per sbaglio ho letto “Mazzarri” e subito mi sono chiesto che scuse possa aver inventato, visto che la pallavolo si gioca indoor e dentro i palazzetti dello sport generalmente non piove…

RM28

perfido!

Nathan

Lo prendiamo noi, al posto di Garcia.

Giorgio Bianchi

Sarebbe dovuto accadere un anno fa

monica

…embè.. ci stava

Luc 68

Qualche considerazione.
Gli attaccanti non sono tutti Ronaldo che segnano nonostante tutto. Il ragazzone nigeriano come tanti altri devono sentire fiducia intorno a loro altrimenti fanno cappellate.
Stessa cosa vale per gli altri ruoli.
Bene fa Allegri a scaricare di responsabilità i diretti attori tanto non ci stanno sostituti e comunque una volta raggiunto il fondo si potrebbe solo scavare (difficile) o risalire.
Garcia secondo me sta peccando di protagonismo. Ti viene lasciato in regalo un gingillo funzionante e tu come prima cosa che fai lo smonti. Fai giocare i ragazzi come sanno studiali (ci vuole tempo) poi con calma pieghi la squadra al tuo credo. Allegri dice sempre che la cosa che deve evitare di fare un allenatore sono i danni e secondo me ha ragione. Quando ha ereditato l giocattolino di Conte, Allegri ha continuato a giocare col 3 5 2 in campionato ed venuto fuori col 4 3 3 solo sul finire di stagione fase finale di champions. Che poi era dove serviva.
La Juve sta maturando, per risultati duraturi ci vuole tempo e una scoppola ogni tanto ci sta pure bene. Gatti secondo me si farà tagliare il piede piuttosto che ripetere quello che ha fatto.
Infine sulle papere di Scesni … il portiere ha torto fino a un certo punto. Se lasci caricare il tiro agli attaccanti anche Buffon avrebbe problemi. Quindi di nuovo Gatti e compagnia difensiva si dovranno fare un esame. Ma più di questo che vuoi fare guardi avanti e cerchi di migliorarti …. naturalmente a partire dalla prossima … per adesso il Lecce lasciatelo in pace 😂😂😂😂😂😂😂😂

Expo

Sugli “papere” di C.F.: d’accordo sulle mancate chiusure sui tiri da fuori, però su 3 tiri ricevuti, più o meno allo stesso modo, il portiere commette gli stessi errori, di piazzamento, di respinta a mano aperta, e di rimbalzo lasciato davanti alla porta, invece che respingere verso l’esterno.
Il polacco è un buon portiere, ma ha sempre commesso questi errori in carriera. All’Arsenal e alla Roma. Alla Juve ha aumentato il tasso di concentrazione e ha ridotto le occorrenze. Ma una volta a campionato, gli scappa…

2010 nessuno

Beh se una scoppola ogni tanto ci sta pure bene, tranquillo che ci sono già diverse squadre pronte a dare tutto l’aiuto 😄 che serve.

Bocca: Fusées, 10:1

su raiplay c’è una bella retrospettiva con 14 film di Ken Loach, fra cui Il mio amico Eric;
l’Eric in questione è Cantona;

scotland16

grande Ken, immenso Eric ….brava Rai stavolta!

Quattroquattronovetredue

O.t. Per fare un sorriso, e poiché è mejo perde n’amico che ‘na battuta, la faccio comunque, scorretta.
Negro sulla panchina dell’Uganda: sai che novità.
(Offerta ricevuta da Paolo Negro, ex calciatore assai noto per le sue gesta).
P.s. Stasera contro la Juve il Lecce rischia il sorpasso: pare una battuta pure questa, invece è vera, incredibile!
Buona giornata a tutti.

Bocca: Fusées, 10:1

amico di scarso valore, come la battuta ;-P

Expo

Alla quinta giornata, torna la Juve di Allegri.
Si erano già viste avvisaglie nelle giornate precedenti, tipo il pareggio con il Bologna o la fase in cui ha lasciato l’iniziativa alla Lazio.
La “nuova” Juve sembrava essere indirizzata su scenari più moderni: aggressività, ritmo e fisicità, per sopperire alla mancanza di creatività a centro campo e ai guizzi tecnici, che oggi solo Chiesa ha però a strappi.
Quando abbassa i ritmi, si abbassa a difendere sulla propria trequarti, incappa in tanti errori, da quelli in uscita alla mancanza di concentrazione, ai buchi in difesa.
E’ vero che gli errori sono individuali, e che non possiamo chiedere a chi non ha il tasso tecnico adeguato di fare giocate ad alto margine di errore.
Ma la mancanza di concentrazione è un errore dell’allenatore: è lui che sta tutti i giorni con i giocatori in allenamento e vede se hanno gli “occhi di tigre” o quelli da da gatto in tangenziale (per prendere una metafora del MasciaNello). Peraltro, aveva allertato del pericolo della esaltazione e della mancanza di concentrazione nel prepartita.
Perché non ha preso contromisure?
Il ritmo e la pressione sono le armi di chi non ha tasso tecnico sopraffino o non ha schemi provati a memoria. Sul tasso tecnico, possiamo accettare che non è colpa dell’allenatore (anche se i giocatori li sceglie lui: per esempio, perché cedere Soulè o mandare Yildiz in NextGen?). Ma sugli schemi, è sempre Allegri, che da anni dice che conta solo la tecnica.
Inoltre, come mai la Juve sembra sempre sulle gambe dal minuto 70? Giocando solo una volta la settimana, i giocatori dovrebbero essere allenati sia fisicamente, che sugli schemi.
Purtroppo, non si vedono cambi rispetto al passato.

Vediamo martedì se Allegri dà una sterzata o se continuiamo nello strazio di questi lunghi anni, con poche buone sensazioni…

il ghiro

El Sergente Garcia
– Senor Presidente, hay algo que me percula…. 
– Chi? Zielinski? Zanoli? Zerbin?
– Yo suspecto de Kvara o de Osi… 

Sergente Garcia.jpg
Luc 68

Bellissima 😂😂😂😂😂

Tiziano

Abbiamo avuto diverse occasioni ma per buoni tratti il Bologna c’ha palleggiato in faccia e nel secondo tempo abbiamo pascolato senza mai tirare in porta, quindi tutta ‘sta bella prova io non l’ho vista.
Il Nigeriano continua a predicare nel deserto (ha sbagliato a protestare durante la sostituzione ma è chiaro lo scollamento umorale tra allenatore e una parte dello spogliatoio).
Lindstrøm continua a fare panchina e rimane il vero oggetto misterioso del mercato.
Nathan ha giocato solo perché si sono scassati tutti i disponibili nel reparto.
A ogni partita prendiamo una marea di cartellini gialli principalmente perché ci tocca inseguire i portatori di palla avversari ricorrendo al fallo sistematico, quando la nostra migliore caratteristica era proprio la riconquista rapida e pulita della palla.

Personalmente non sono a favore di un Garcia out ma il senso critico m’impone di prendere atto che la fase di demolizione del francese, rispetto all’era spallettiana, è più rapida di quanto mi aspettassi e che avanza senza fare prigionieri.
Questo non è necessariamente un male se dovesse tradursi in qualcosa di nuovo e funzionale (non sono nelle testa di Garcia e al momento mi è difficile capire dove vuole andare a parare) ma è palese che siamo in piena escalation tecnico-tattica verso il basso.
Non discuto il diritto di Garcia di operare in questa maniera a patto che alla fine si prenda le sue responsabilità senza pretestuosi scaricabarile sui giocatori (già in un paio di occasioni si è esibito in dichiarazioni del genere).

Modifica il 6 mesi fa da Tiziano
Luc10 Dalla

Ciao non ho visto la partita perchè stavo lavorando però ci sta pareggiare col Bologna(coma anche col Torino per quel che riguarda la Roma) sono squadre di mezza classifica ma secondo me fatte bene…
Ora io non so cosa si aspettasse Osimen da questo allenatore, ma so che se mando affanculo il mio capo non me ne verrà tanto bene, per cui sti ragazzi (anche kwara, che mi pare abbia fatto lo stesso qualche giorno fa) dovrebbero imparare ad essere un pochino più umili e cercare di capire cosa voglia l’allenatore da loro.
L’anno scorso è finito e ne è cominciato un altro.
Poi io sarei contentissimo se il Napoli facesse il bis, però ragazzi ne avete da lavorare…

Tiziano

Ciao Lu10, sul bis scudetto non c’avrei puntato un euro con spalletti in panca figuriamoci con un cambio tecnico di ripiego.
Non discuto il pareggio in sé con il Bologna che ci stava benissimo come giustamente hai scritto tu ma la qualità fisica e tecnica di questo Napoli che evoca sempre più sinistri spettri ancelottiani.
Ovviamente spero di sbagliarmi ma non credo che questa squadra svolterà di punto in bianco, il percorso di ricostruzione si annuncia molto complicato.

Modifica il 6 mesi fa da Tiziano
2010 nessuno

Magari Osimhen avrebbe avuto ragione a discutere qualcosa con il suo allenatore, non con il vaffa, perché quello no, ma di tecnico si , se avesse realizzato quel rigore invece di tirarlo a cazzo come invece ha fatto .

NELLO MASCIA

FALLI DA DIETRO –
COMMENTI ALLA 5° GIORNATA DEL CAMPIONATO 2023-24
 
 
“Voglio la testa di Garcia!”
Urla il fazendero messicano El Jefe, allorchè scopre la figlia incinta del suo dipendente Antonio Garcia.
E’ un magnifico film delirante di Sam Peckimpah.
Se vi capita a tiro, non perdetevelo.
 
“Voglio la testa di Garcia!”
Urla in coro il popolo della tifoseria azzurra alle difficoltà della squadra beneamata. E la sospetta stuprata dal nuovo tecnico.
 
Eppure è un Napoli in tutto spallettiano quello sceso in campo al Dall’Ara.
 
Con la novità della coppia difensiva d’emergenza, che – per altro – se la cava con onore.
 
E’ un buon Napoli.
 
Charlie Brown riprende il comando delle operazioni a centro campo, dove si rivede anche uno Zambo in netta crescita.
 
Jack a destra sarà un po’ sacrificato, è vero, ma gli riesce un’imbucata pregevole per Osi.
 
Succede che Osi che però becchi malauguratamente il palo.
E nelle folate successive non vedrà mai la porta.  
 
Succede che Kvara a sinistra sia bello vivo, ma non salta più la folla di avversari che accorre a schermarlo.
 
Succede che i felsinei abbiano piazzato un pentolone di tortellini in brodo davanti alla porta e non c’è verso di metterla dentro.
 
Succede che Osi sbatacchi fuori il rigore benevolo del finale.
 
Succede che il tecnico decida di cambiare i tre artefici dello scudetto. A qualcuno sembrano incomprensibili, ma a pensarci bene
si ricordi dei cambi efficaci di Fra Cipolla.
Dentro lo Zircone macedone per Kvara.
 
Dentro il Cholito per Osi, sperando in un nuovo miracolo San Siro.
 
E qui, apriti cielo.
Osi, come Kvara una settimana fa, si offende e si ribella platealmente.
Vorrebbe restare in campo. In coppia col Cholito magari, per tentare la vittoria.
Forse non ha tutti i torti. Ma non è così che si fa.
 
La protesta del nigeriano è il segnale di un malumore.
E questo è un guaio. Ed è un guaio grosso.
 
Forse lo Stradivari francese, nei delicati rapporti interni, piuttosto che la paterna pacca sulle spalle, avrà deciso di sbattere i pugni sul tavolo e imporre la propria personalità.
 
Forse nella sua scelta ci sarà anche qualche retaggio di competizione insoluta con Fra Cipolla, addirittura risalente ai tempi dell’esonero romano.
 
Forse.
 
Ma quel che serve oggi è subito guardarsi negli occhi e decidere da che parte andare. Tutti insieme.
 
Sarà interessante vedere di che stoffa è fatto il tecnico francese.
A una prova di carattere e di grande equilibrio psichico.
 
“Il Napoli riparte da Bologna. Bravi tutti!
Così commenta l’Impomatato sui social.
Per chiarire da che parte sta la proprietà.
 
Primo tentativo di fuga da parte delle milanesi.
Massimo risultato con il minimo sforzo per entrambe.
 
Vittoria a San Siro per i Diavoli.
Leao ringrazia con il gol e con commossi abbracci per l’esordio da capitano.
 
Magari Garrone trarrà ispirazione per un nuovo film, che si auspica con esiti più coinvolgenti, rispetto alla sua ultima fatica proposta a Venezia.
 
Al Castellani ritorna zio Aurelio Andreazzoli, che nel cor mi sta. E subito propone una squadra ben organizzata e mai arrendevole.
Ma i nerazzurri hanno un’arma in più.
Che si chiama Dimarco.
Il quale si conferma il game ganger dei Suninter e con una perla rara consegna la quinta vittoria a Inzaghino.
 
Ma che ci fanno quei ragazzi in giallo-rosso lassù?
I salentini sono la più bella sorpresa di questo inizio di stagione.
Eppure a rifletterci quella prestigiosa posizione in classifica è la sintesi di tanti elementi di merito.
 
Innanzi tutto i conti in regola.
 
Poi, in controtendenza con il resto delle società italiane, è la società crede nei giovani.
 
Il Lecce Primavera è Campione d’Italia.
E i ragazzini hanno fatto tutti la preparazione di campionato insieme con la prima squadra.
 
Ma quello che dà un senso a tutto è il credo del presidente Saverio Sticchi Damiani.
 
La sua idea di “società calcistica” è più orientata verso il concetto di “società”.
I suoi calciatori vivono costantemente la città, partecipano agli eventi pubblici, in una simbiosi del tutto unica con la tifoseria.
 
Tanto che qualcuno ha parlato di “Leccester”, per assimilarlo al modello della mitica società inglese.
 
E così ora il Leccester può permettersi di sognare la vetta.
 
Per una notte’ ha sognato la vetta anche la Juventus.
 
Ma il mondo sta cambiando. Non ci sono più le certezze di una volta.
 
Le procure di mezz’Italia fanno diventare questa partita col Sassuolo, una volta dall’esito scontato, una partita vera.
 
E’ un crollo che ha anche del grottesco.
Errori che sono degli autentici capolavori.
 
Comincia il portiere dalle mille consonanti.
Si lascia sfuggire il pallone che gli sbatte fra le gambe e finisce in porta.
 
La Juve riesce a recuperare due volte.
Poi entra Pinamonti e sigla il vantaggio ancora grazie a una fregnaccia del portiere polacco.
 
Ma è nel recupero l’episodio che passerà alla storia.
 
La Juve schiera un giocatore che si chiama Gatti.
E menomale che è uno solo e non quarantaquattro.
 
Folle retropassaggio di Gatti verso la propria porta.
Il pallone fa lentamente una ventina di metri e va a infilarsi indisturbato nella porta completamente sguarnita, vuota.
 
Mentre il ragazzone polacco, sulla linea destra che delimita l’area, osserva impietrito.
 
Osserva con la disperata staticità di una donna di Hopper in una di quelle tele di straziante impotenza e solitudine. Memorabile.
 
La Juve da primato è durata come un Gatti in tangenziale.
 

malandragem

Maestro, quando si è ripreso ci scriva qualcosa sul suo presidente indagato per falso in bilancio.

Nooo, non Mattarella! Parlavo di De Laurentiis.

2010 nessuno

Leccester eh? Carina, bella trovata

Pippo

Complimenti Nello, bello ed azzeccatissimo il paragone tra un quadro del grande pittore americano Hopper e l’atteggiamento assunto da Szczesny durante l’incredibile retropassaggio di Gatti verso la sua porta.

Modifica il 6 mesi fa da Pippo
NELLO MASCIA

grazie

Expo

Cos’é il “game ganger”?
Visto che non piace ai puristi cercare su Google, l’ho fatto io, e ho trovato 2 opzioni:

  • ganger (inglese) = membro di una gang, capobanda
  • gänger (norvegese) = marciatore, podista

Ho subito immaginato Dimarco con vestito da mafioso o da rapper della West Coast. Oppure marciando sudato per il campo di gioco, marcando il passo.
Dopo aver ponderato di piú, ho invece pensato che il Vate volesse usare il termine “game changer”, che vorrebbe indicare il giocatore che cambia il gioco o, piú attinente in ambito teatrale, un punto di svolta.
Che grande creatore di immaginifiche descrizioni, il Sommo!!

malandragem

Ogni tanto pare faccia giocare il sosia, il suo doppelgänger

Vipe

Vediamo se ho capito.
Vuole essere un omaggio alle tre ultime righe
…procura di fare più così: ti vien meglio che fare il tribuno…

IMG_5396.jpeg
Xavier

Hopper è effettivamente meraviglioso. Descrive la solitudine esistenziale come pochi altri.

abbasso la maggioranza

Bellissimo quadro come quasi tutti quelli di Hopper e credo che Nello volesse proprio omaggiarlo. Ho trovato il suo paragone veramente appropriato.

Xavier

Nello è pur sempre un grande artista.

NELLO MASCIA

grazie per la sensibilità

Xavier

Alla Quinta giornata tre sole squadre sono sia in doppia cifra, sia anche in Media Inglese positiva o almeno pari allo Zero virtuoso.
Se per paragonarne l’andamento sommiamo i punti sinora ottenuti dalle squadre che esse hanno già incontrato, vediamo che il Milan ha avuto il percorso più difficile (41 punti, media 8,2), seguito dall’Inter (29, media 5,8) e dal Lecce (26, media 5,2).
Da queste medie si deduce che l’Inter avrebbe sinora fatto il suo, visto il calendario non sfavorevole, ma che col Derby stravinto sulla seconda ha acquisito un maggior credito, che il Milan ha avuto, come si sapeva, un calendario difficile e lo ha superato bene (infatti ha anche Media Inglese +1) e che il Lecce è si una rivelazione, ma sinora ha affrontato in prevalenza squadre in difficoltà.
Quanto infine alla Juve, che è in doppia cifra anch’essa ma con Media Inglese a -1 e appena 19 punti (media 3,8) per le squadre affrontate, ha avuto un calendario inizialmente favorevole che non ha saputo sfruttare.
Domani Juve e Lecce si incontreranno e per i Bianconeri sembra già un crocevia, mentre per il Lecce una prova del 9.

Modifica il 6 mesi fa da Xavier
Xavier

Accidenti a me!…Avevo dimenticato colpevolissimevolmente la Viola, anche lei in doppia cifra, con -1 in Media Inglese ma con 42 punti per squadre affrontate (media 8,4, meglio di tutte); ecco una squadra partita benissimo, con Jack sempre grande giocatore.

monica

…ah,ecco. mi chiedevo di cosa stavi parlando visto che in doppia cifra ci siamo anche noi,ma ho pensato che forse parlavi di altro visto che non ci ho capito nulla!!
però se in una cosa siamo meglio di tutti lo capisco anch’io e mi sta bene!! 😀

tom

Alla fine è la stessa Juve dello scorso anno senza l’apporto di Cuadrado e Di Maria (che comunque alcune cose buone le avevano fatte, soprattutto il primo, al contrario di Bonucci e Paredes che non hanno inciso per nulla), quindi inutile illudersi. Io confidavo nella consacrazione di Fagioli, ma Allegri fino ad ora gli ha sempre preferito Miretti. Si sa che a lui piacciono di più quelli che corrono o che esprimono maggior fisicità, per questo motivo spesso preferiva Van Bommel a Pirlo. Weah al momento sembra un giocatore normale, non da top club. Lo stesso dicasi per Cambiaso.
Poi, certo, Allegri ci mette del suo (perché far innervosire Vlahovic togliendolo quando ti può servire per pareggiare?), ma i terzi dello scorso anno non possono diventare fenomeni soltanto perché è passato del tempo. Le altre invece hanno cambiato tanto, e almeno l’Inter sembrerebbe in meglio. Decisamente.
Non mi aspettavo questa flessione del Napoli.
Staremo a vedere.

Modifica il 6 mesi fa da tom
ConteOliver

Non mi unirò ai tanti che criticano il mister e che, anche in questa circostanza, vedono in lui tutte le colpe.

Sono e rimango un “detrattore” di Allegri e del suo modo di intendere il calcio, troppo banalizzato e sostanzialmente “pigro”: lui lascia tutto in mano ai giocatori, non allena schemi offensivi, non allena i movimenti senza palla e la squadra si muove sempre sulla base del momento psicologico, rimanendo spesso preda di quelle circostanze sfortunate che in una partita possono capitare (sabato per la verità ne sono capitate un po’ troppe per una sola partita, ma fa parte della statistica).

Ma, come dicevo in premessa, ignorare i macroscopici errori individuali commessi e buttare la croce solo addosso all’allenatore è davvero riduttivo.

Lasciamo perdere il 4 autogol, che incide solo a livello numerico ma non ha cambiato certo la partita dei precedenti 90 minuti, ma 2 degli altri 3 gol del Sassuolo i giocatori della Juve se li sono fatti praticamente da soli… e non credo stessero seguendo dettami tattici del mister o fossero in particolare difficoltà da parte dell’avversario.

Scesni purtroppo è questo tipo di portiere qui, che a volte ti fa delle parate decisive, ma quando è in “giornata no” è capace di regalare due reti agli avversari senza colpo ferire.
Miretti ha commesso una leggerezza in uscita e Vlahovic ha ciabattato un pallone che avrebbe meritato miglior sorte.

Ma, come dicevo, sono errori individuali sui quali l’allenatore ha ben poche colpe.

La sua unica colpa, secondo me, è quella che si porta dietro da 2 anni: non si è aggiornato e affronta il mestiere di allenatore con ignavia, senza quella volontà di incidere concretamente.

E proprio in ragione di questo la squadra, quando incappa in qualche incidente (come sabato), si dimostra spesso incapace di reagire, di raddrizzare la partita, se non esponendosi ad ulteriori rischi… che puntualmente si concretizzano.
La squadra agisce di istinto e senza un vero “piano tattico”, senza un canovaccio, cosa di cui Allegri è – ahinoi – responsabile

L’approccio “pigro” alla professione di allenatore è e resta il suo peggior difetto, ma per lo meno mi è piaciuto che a fine gara si sia affrettato a sgombrare il campo da alibi ridicoli tipo il fallo di Berardi ed altri episodi arbitrali controversi.

Abbiamo giocato una gara superficiale (e quindi qualcuno ha peccato di concentrazione) e le colpe sono nostre, non certo degli arbitri o del VAR o della congiuntura astrale.

Quel tipo di discorsi li lasciamo ben volentieri agli altri, alcuni dei quali in materia son maestri

Modifica il 6 mesi fa da ConteOliver
commentanonimo

ConteOliver, difendere questa squadra è difficile MA: ho letto le statistiche sui gialli, 3.9 falli, 1 cartellino per noi gobbi contro 9 falli 1 cartellino per quello subito dopo (tipo Inter), fino ai 10 per l’Atalanta, notoriamente “ruvida”. Ho visto la gara col Sassuolo e la gestione dei cartellini mi è sembrata come quella delle plusvalenze. Le fanno in 2, si punisce 1. Io credo sia MOLTO difficile giocare con agonismo quando giacchetta gialla sai che ti dà subito un giallo. Dopo di che hai ragione, per noi juventini questa squadra è un incubo, ma ti assicuro in questa A la Juve non dovrebbe starci, se giocassimo in usa ci divertiremmo.

Pippo

Caro Conte, bisogna alle volte vedere il bicchiere mezzo pieno e non mezzo vuoto. Quest’anno la Juve ha un gioco più spumeggiante del solito e direi che ha avuto un inizio di stagione discretamente positivo. Con il Sassuolo che è una squadra dal rendimento piuttosto insolito che alterna buone gare ad altrettante da dimenticare direi proprio che ci sono stati diversi errori dei singoli e
le colpe non sono certo da attribuire ad Acciughina; d’altro canto la rosa della Juve è discreta ma non credo che possa competere con quella dell’Inter che
da quando ha Marotta è sempre più completa e più forte; Marotta ci vede bene e ci vede lungo nonostante il suo sguardo lasci pensare il contrario. Il Sassuolo non
è la Juve, ha sicuramente meno pressioni della squadra bianconera e può permettersi di alternare buone prestazioni a prestazioni piuttosto incolori, quello che non può fare la Juve che è la squadra italiana che ha il maggior numero di
tifosi, la più seguita, la più amata e la più odiata della nostra penisola. Venendo alla partita quello che ha maggiori responsabilità sul risultato finale è sicuramente Szczesny che nonostante abbia compiuto due grandi interventi ha fatto anche una bella papera sul primo goal del Sassuolo ed ha respinto un tiro non irresistibile troppo centralmente favorendo il goal di Pinamonti che ha riportato il Sassuolo in vantaggio, sul tre a due per la precisione. A mio modesto parere credo che in questo periodo
Perin che è un ottimo portiere sia più in forma del polacco, io al posto di Allegri lo metterei titolare. Anche Vlahovic che sembrava avesse iniziato bene la stagione, che fosse
migliorato sensibilmente quest’anno, è stato uno dei peggiori in campo, ha stoppato male almeno un paio di palloni interessanti in mezzo all’area del Sassuolo ed ha ciabattato malamente un pallone da ottima posizione, per giunta con il suo piede preferito. Da non parlare poi della prova di Gatti, ma caro Conte,
dei gatti non c’è mai da fidarsi, sono piuttosto imprevedibili!
Ricapitolando non si possono fare le nozze con i fichi secchi ma non è
neanche tutto da buttare e la Juve ha comunque degli ottimi giocatori,
i vari Danilo, Rabiot, Chiesa, il giovane Fagioli, questi ultimi due sono stati i migliori in campo nella gara con il Sassuolo ed altri in ogni caso discreti; ora non dico che sia compagine da poter vincere lo scudo, sarebbe troppo pretenzioso pretenderlo con gli uomini che ha a disposizione Acciughina, ma è senz’altro in grado di arrivare tra le prime quattro.

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

La squadra ha reagito, entrambe le volte dopo essere andati sotto non abbiamo pareggiato alla prima occasione. Anche prima di essere passati in svantaggio avevamo creato diverse occasioni. Piuttosto mi pare che ci sia una maggiore propensione rispetto agli anni scorsi a giocare più alti e a manovrare di più. Ora, il punto è che non avendo una qualità elevata e neppure esperienza in tanti elementi perdiamo troppi palloni sia in uscita che in fase d’attacco e ciò sembra far venire meno la motivazione a stare compatti e concentrati durante tutto il match.
Se vedi che non sei in grado di svolgere un compito in maniera efficace ed efficiente subentra stanchezza mentale e fisica, frustazione, la mente non rimane lucida.

cipralex

Ciao Conte.

Che io ricordi Allegri, sulle singole partite o episodi, non ha mai accampato alibi (è uno dei motivi per cui lo stimo molto).

Lo ha fatto l’anno scorso sulla “situazione” creata dalla coppia Ceferin-Gravina ma direi che qualche ragione l’aveva.

Per quanto riguarda l’assenza di un ” piano tattico” scusa ma credi davvero che un qualsiasi allenatore professionista mandi in campo una squadra senza un qualsivoglia “piano tattico”?

Tutte le partite sono preparate (magari come a te e a me non piace).

Poi (purtroppo per noi adesso) in campo vanno i calciatori……

scotland16

Bravo Conte; d’accordo su tutto

d9d9

Subisco con rassegnazione ascetica l’immenso sfottò del mio amico interista Gianluca e per questo non ho scritto. L’Inter se si concentra sul campionato soltanto acchiapperà di certo la seconda stella e nessuno può farci nulla. Troppo più forte, ho avuto questa sensazione. Il mio Milan ha troppi tasselli da sistemare da troppo tempo: smontando pezzi importanti e innestando “prendi cinque e pago due” ogni anno farà il solito campionato da piazzamento cempions. Non ho capito l’esclusione di Hernandez e Calabria all’ultima se sia stata per ammutinamento su difesa a tre o se c’è qualcosa di altro sotto. Certo che Calabria è un disastro ultimamente. Mio cugino dice che Ciao è fortissimo e sarà futuro inamovibile difensore della nazionale germanica; a me mi pare na mezza sega. A proposito di seghe della Juve è inutile parlare per la pena che mi fanno i suoi tifosi che ho visto coi miei occhi in pellegrinaggio in ginocchio sui ceci verso il santuario della madonna di Tindari. E un’ultima cosa la voglio dire su Napolitano: uno dei peggiori presidenti e forse il peggiore. Non è vero che non ci fu il complotto. Ci fu eccome. Perché di Berlusconi si può parlare male e di Napolitano no? Fu garante di tutti Napolitano forse? E Scalfaro? E Cossiga? bahhhh. Forse solo la regina Elisabetta lo fu tanto che digerì tutti i suoi primi ministri con grande senso del rigore. Il diritto di critica non esiste più? Magari forse in uno stadio no…bohhh
Forza Milan sempre e un pò anche forza Napoli!

puntadispillo

Vergogna!

Totonno58

Complotto?!?Vogliamo dimenticare che Napolitano dichiarò la chiusura delle Camere per 30 giorni, fatto unico e quasi organizzato apposta per permettere a Berlusconi di fare un po’di campagna acquisti per restare a galla senza avere la maggioranza?Non ti ricordi i “Responsabili”(Scilipoti&C…”mi hanno pagato il mutuo per votare la fiducia, voi che avreste fatto al posto mio?”…fino a che finì la zizzenella e votarono contro un anno dopo…e Gabriella Carlucci che alla fine del giro chiedeva dove doveva andare a sedersi…se ci fu complotto fu solo per far restare Silviuccio per un anno in più a divertirsi!

d9d9

Ho scritto che di Berlusconi si può parlare male, ho scritto anche che non capisco perché non si può parlare male degli altri.
Apprendo adesso che cinque club son o stati anche multati per i cori contro Napolitano. Forse non fu effettivamente garante di tutti allora…

Mozilla

O forse i fischiatori appartengono semplicemente ad aree politiche destrorse, o super destrorse?
Sembra di capire che eri o forse avresti voluto essere tra i fischiatori. È un tuo diritto ma trova un motivo meno complottistico.

puntadispillo

Vergogna!

scotland16

Napolitano divenne Presidente in un periodo molto complesso (crisi finanziaria del 2008…spread..) ; poi furono gli stessi partiti (compreso quello di Berlusca) a pregarlo in ginocchio…e le riforme non le hanno mai fatte

d9d9

Eccolo il presidente in un periodo molto complesso…

IMG-20230925-WA0010.jpg
Mozilla

Già che c’eri, per non smentirti,potevi anche dire che era juventino. Importante riconoscere gli errori, tu forse rimpiangi i bei tempi ?

puntadispillo

Vergogna!!!

scotland16

anni ..16? ….mica divento’ republichino…e cmq un grande Presidente in un periodo difficile e uno dei migliori Ministri degli Interni; e pure un comunista con un suo pensiero non assuefatto alla maggioranza del partito…

malandragem

e ai veronesi non è partito l’applauso? con te a difendere l’omaggio, s’intende

ROS

…il garcia sembra in leggera confusione, il duo kvara ed hosi devono darsi una calmata…. aspettiamo un po e poi daremo un giudizio definitivo. Io credo che riprenderemo il vecchio cammino di vittorie esaltanti…la squadra c’è, ma rinnovo da sempre il mio personalissimo: ADL via da Napoli.

Giorgio Bianchi

Anche la quinta giornata è andata. Non ci sono significative novità, né d’altra parte potevano essercene. L’Inter conferma il suo momento positivo andando a vincere ad Empoli con un gol passato miracolosamente in una selva di corpi. Bellissimo certo, ma anche un po’ occasionale. Contro una squadra sempre sconfitta e che all’ultima aveva beccato 7 palloni da una Roma per nulla trascendentale, confesso che mi sarei aspettato qualcosa di meglio. Il Milan ha fatto il suo contro un Verona per nulla arrendevole con un golletto all’inizio e poco altro. Evidentemente erano ancora shoccati dalla cinquina rimediata dai cugini.
La Juve è una squadra in lenta risalita per cui non mi fisserei troppo sulla figuraccia da oggi le comiche rimediata a Sassuolo, sono solo evidenti problemi di crescita. La ritroveremo sicuramente a lottare con le milanesi per il titolo come sempre.
Della Roma ho già detto prima e secondo me Mou che sa che in campionato non ha speranze, punterà ancora sulla EL. La Lazio è un mistero, non ha speranze in CL, la EL non gli interessa con questi risultati anche il campionato sembra una chimera. Sarri sembra aver perso il suo calcio che in realtà si vide solo a Napoli. Evidentemente scattò una chimica fra lui e quei calciatori che non è più scattata altrove.
Il Napoli paradossalmente ieri ha disputato la migliore gara di questo suo inizio di campionato. 1 palo, un rigore generoso per fortuna sbagliato e una gara senza particolari rischi però con la reazione di Osimhen alla sostituzione assolutamente ingiustificabile. Spero che di dovere intervenga sul ragazzo.
Ripeto e confermo la previsione di una grande difficoltà di questo Napoli ad arrivare quarto, anzi forse anche nei piazzamenti della EL il che per una squadra campione sarebbe disdicevole assai, ma tant’è.

PS il comportamento dei tifosi veronesi, ma non solo loro, non sorprende nessuno, sono così e non c’è nulla da fare. Del resto anche molti italiani anche fuori dagli stadi sono come loro.

Modifica il 6 mesi fa da Giorgio Bianchi
scotland16

d’accordo su tutto; vedo male la Lazio di Bomba…Sarri forse si dovrebbe sentire meno santone (penso unica squadra al mondo dove per imparare gli schemi servono …trimestri), in fondo fa l’allenatore di calcio (sport con i piedi, quindi neanche cosi “tecnico” come gli sport con le amni) e non il fisico nucleare o lo scienziato che fa ricerca cellulare. Mou anche secondo me punta tutto sulla Coppa. Sui tifosi veronesi stendiamo un velo pietoso, anzi ..andrebbe fatto l’opposto..parliamone, mettiamoli alla berlina ; una delle peggiori tifoserie d’Europa, razzisti da sempre (direi il loro marchio), fascisti, violenti…fanno letteralmente schifo. Ma anche a Verona citta’ ormai si sono arresi, sembra…io gli chiuderei la curva per ..1 anno , poi ne riparliamo e Daspo a tutti..ne hanno combinate troppe

scotland16

quattro in disaccordo??..se su Sarri ok, su Mou pure….sui tifosi veronesi NO..mi piacerebbe che questi 4 spiegassero se si tratta di difendere i tifosi veronesi (il colmo che una citta’ cosi bella con una grande storia ..sia spesso rappresentata da questa “immondizia umana”…

Giorgio Bianchi

Vedi Scotland i più e meno sono in funzione del tifo. Se sei juventista, anche se hai scritto una boiata, per lo più sono più in quanto i tifosi juventisti abbondano nel blog e sono molto solidali tra loro acriticamente in maggioranza, se non lo sei abbondano i meno. I meno che ti sei beccato nella tua risposta sicuramente sono dipesi dal fatto che hai condiviso le mie impressioni sul campionato. Per cui se mi posso permettere un consiglio, fai come me, futtitenne🤣🤣

PS sui tifosi, come vedi anche fuori dagli stadi molti italiani si comportano in maniera simile, come hai potuto verificare anche qui dentro, quindi lasciamo perdere che evita di farsi il sangue amaro.

Modifica il 6 mesi fa da Giorgio Bianchi
scotland16

sei un grande Giorgio..ahah

Giorgio Bianchi

Grazie per l’apprezzamento.
Cerco sempre di essere il più obiettivo possibile, e conforta il fatto che ci sia chi capisca. Al posto di altri mi avresti accusato di essere un Tar. No, non il tribunale.😉🤭

cipralex

La cosa divertente ed inspiegabile è che, all’Internazionale di Milano, dopo aver ceduto Onana, Skriniar,Gosens,Brozovic, Dzeko, Lukaku e persino Gagliardini,D’Ambrosio e Correa (rimpiazzati tutti da giocatori di scarso talento e crepuscolare futuro), sono convinti di essere migliori della squadra arrivata quarta lo scorso campionato e, grazie alla irripetibile annata di Gravina (cit,), giunta a giocare una finale di Champions,inesorabilmente persa, ma a testa alta… 😂😂

Bob Aka Utente11880

Ma chi ti ha detto di cosa siamo convinti ? al momento stiamo facendo solo la ns parte, al contrario di voi, che siete convinti di cosa ?

scotland16

grande Cipralex!!

Waters

Vecchino, le ossessioni si curano, a tal proposito ti consiglio il professor Castruccio Castracani, ambulatorio in Piazza Erbe a Verona 😀…. a matù Skrinar ha giocato 4 partite – male – Sommer è una spanna più forte di Onana, e Tu tu tu Thuram di Ciccio Lukaku..

Salud.

cipralex

Walter io sono un ragazzino….dammi l’indirizzo dello studio di tua moglie……

il ghiro

Caro FaB,
vorrei segnalare a te e ai tuoi collaboratori tecnici un mio piccolo problema.
Da qualche giorno ho perso i riferimenti ai miei post più recenti, se provo a cercarli cliccando sulla mia icona, mi aggancia solo quelli a partire da due mesi fa all’indietro. In questo modo mi riesce complicato rispondere ad eventuali commenti altrui. Il msg dice “Last activity: 2 mesi fa”
Quelli postati a suo tempo sul nuovo Bloooog prima del reinserimento dell’icona con il ghiretto non siete riusciti a riagganciarmeli, ma a questi recenti non vorrei rinunciare.

P.S. Chiedo inoltre a tutto il Bloooog di spiegarmi come si fa ad inserire una foto all’interno di un post, finora non ci sono riuscito, forse con il vostro aiuto ci riuscirò, perdonate la mia ignoranza, sono vecchio e rimbecillito. Vedo immagini di foto e disegni bellissimi, sono molto invidioso, mi piacerebbe imparare a fare altrettanto.

Modifica il 6 mesi fa da il ghiro
Bocca: Fusées, 10:1

ma non eri nel campo informatico?
cmq quando scrivi in basso a destra c’è un’icona, ci clicchi sopra e scegli un’immagine come ho appena fatto (è casuale);

bau.jpg
Mozilla

Ma l’informatica dei tempi del ghiro, e mia, non c’entra niente con questa attuale.

Bob Aka Utente11880

E’ tuo ?

Bocca: Fusées, 10:1

no, sono per i gatti (evitare battute scontate che in questa discussione hanno strabordato -e non ho letto il superpistolotto masciano);
questa l’ho pescata in rete e ridimensionata a 156×155 pixels per poterla usare come icona che sopra (mi mordo la lingua) viene superdimensionata;

Modifica il 6 mesi fa da Bocca: Fusées, 10:1
il ghiro

Grazie, 5000. La frustata che mi hai dato ricordandomi il mio passato di informatico mi ha fatto superare l’ostacolo, bastava ridimensionare l’immagine. Saluti.

Bob Aka Utente11880

Viva i cani e viva i gatti

Bombaatomica

Cosa ci ha regalato questa Quinta di campionato?
Regali niente, ma almeno ci ha fornito alcune indicazioni.

La LAZIO è in crisi nera e, a questo punto, quando navighi al quindicesimo posto non puoi far altro che fare la corsa con Verona, Empoli, Salernitana, Udinese, Genoa e compagnia bella.
Ormai quando i biancazzurri scendono in campo, c’ho i brividi!!!!!
Meno male che il Milan ha sculato contro il Verona…

Se Atene piagne, Sparta di certo non ride.
Veniamo al Napoli 😁😁
E’ da prima che il campionato iniziasse che dico che il Sergente Garcia, romanista fracico, sarà esonerato a calci in culo. La previsione sta per avverarsi….

La Juventus ha alti e bassi.
Scula contro la LAZIO, rubando, e TuttoJuve titola: “Campioni del mondo” 😂😂
Poi fa quel ridicolo autogol, prendendo 4 pere a Sassuolo e TuttoJuve arititola “C’è qualcosina da rivedere” 😂😂
Patetici.

La roma ariscula ieri a Torino. Il solito golletto e tutti in difesa.
Stavolta che dice Murigno? La moria delle vacche è finita. Mo è arrivata quella di galline e pollastri? 😂😂

Ma veniamo alle note positive.
La Serpe viaggia a gonfie vele. Ma attenzione, pure quando porse lo scudo al Milan su un piatto d’argento volava che era una meraviglia. Per cui, amici gemellati, in guardia e soprattutto grattatevi li cojoni… 😂😂😂

La Talanta si è rinvigorita così come anche la Fiorentina.
Finchè dura Gasperini, bene per i nerazzurri. Finito lui, finisce tutto.
Per i viola, dopo anni di figure di merda, un pò di notorietà fa bene alla salute 😁 😁

malandragem

Gli scampati, casomai; sarebbe più corretto per descrivere la società che la fa sempre franca.

malandragem

Allora, cominciamo col dire che il campionato è ancora lungo e finora stiamo facendo meglio dei campioni d’Italia…

Nicola Romano

Perdindirindina e’ vero .

E queste sarebbero le competitors ?

A proposito di Osimhen e degli uomini bandiera di Bocca….ha parlato bene il nostro capitano che ha dichiarato “atteggiamenti che non servono a nulla” ! Sempre il capitano ad una domanda sul confronto col campionato precedente ha risposto “noi abbiamo resettato e stiamo giocando un nuovo campionato, siete voi che continuate a fare paragoni con l’anno scorso”!
Che si incidano queste parole nel blog per fare giustizia delle molte cazzate antisportive sul Napoli che di questi tempi si è costretti a leggere e sentire.
Osimhen (e Kvara) si ricordino che sono soldati e non comandanti, e riascoltino le parole che Clio disse ad Ajax in “The warriors” nella metropolitana che li conduceva nel Bronx: “you be a soldier and keep your mouth shut” !!!
Per ultimo ce l’ho con De Laurentiis perché solo un incompetente non rinnova Osimhen e Kvara dopo il campionato dell’ anno scorso, e perché i suoi atteggiamenti e le sue parole sull’argomento possono influenzare l’umore dei ragazzi, soprattutto ora che è lui e solo lui in prima linea a trattare con loro (mentre prima era coperto da Giuntoli e Spalletti).

Luc 68

Io so solo una cosa … con quello che ho pagato Osihmen al fantacalcio …. mo me lo piango 😭😭😭😭

malandragem

si vabbeh, ma non potevi dare in cambio due spicci+quattro nomi a caso di tizi presi dall’elenco del telefono?

Sarebbe stato anche molto più realistico acquistarlo cosi

Bocca: Fusées, 10:1

‘nsomma, una settimana fa la Domina era una pretendente al titolo, oggi è già tanto se va a conferenziare;
per me è in linea con l’obiettivo di partecipare alla prossima CL;
eppoi, che colpe ha Allegri sugli errori individuali? se non sbaglio l’aveva detto che era il suo timore principale;

martedì alle 17.45 Italia-Svezia (Nations League femminile) – RAI 2;
sono curioso di vedere se riusciremo a trovare un rimedio ai calci piazzati che ci hanno fatto tanto male nel precedente scontro con le svedesi;

scotland16

se Allegri non ha colpe sugli errori , allora non ha meriti sulle cose buone….in definitiva , con un medio allenatore da 2 milioni (e non 9…) i risultati sarebbero gli stessi….poi va detto che e’ colpa di Allegri se sono stati rinnovati i contratti ad Alex Sandro e De Sciglio…perdurando poi il “mistero” Rugani, da anni alla Juve a fare tappezzeria ( e subito restituito alla base da Cagliari e Rennes) e basta, e , a cui, leggo, si vorrebbe rinnovare il contratto..un vero mistero; o ci sono altre ragioni non calcistiche, oppure non si spiega (come per i due sopra, uno finito, Alex Sandro e uno , pippa da sempre ma da sempre misteriosamente considerato).

Bocca: Fusées, 10:1

non capisco che colpa possa mai avere su una papera di Scesni o Gatti oppure sui gol abbastanza facili mancati;
criticatelo per la tattica, la strategia, il mercato, ma non su questo;

scotland16

sono d’accordo , basta non esaltarlo quando la Juve vince per una prodezza del singolo….e invece in quel caso si dice che l’1-0 (a esempio) ha mostrato una “squadra quadrata, attenta in difesa e solida”….scusate..mi viene da ridere a pensare in questi termini della Juve di Allegri…ehehe

guido

io sono uno di quelli che ha sempre difeso Allegri. Dopo che la Juve ha fatto la partita più bella della sua storia, cioè il 3-1 al Bernabeu (parere mio ovviamente, diciamo fino al 3-0, dai), gli ho concesso credito quasi illimitato. Se uno può andare al Bernabeu a dominare e zittire tutto lo stadio, vuol dire che sa fare il suo lavoro. QUASI illimitato: adesso sta finendo (il credito). L’anno scorso ha fatto i miracoli nelle condizioni in cui si giocava, anche se l’uscita dalla Champions è stata imbarazzante. Ma quest’anno non ha scuse. Non è colpa sua se Vlahovic sbaglia i gol, ma se due, tre, quattro giocatori sono disattenti e svogliati, qualche colpa l’allenatore ce l’avrà. O no? Come può un calciatore, non dico professionista, ma anche solo con una minima esperienza, non accorgersi che la palla gliel’ha passata il portiere dalla bandierina? A cosa cazzo stava pensando?
Io disprezzo Conte, ma gli riconosco una capacità di spremere il meglio in termini agonistici dai giocatori: non vorrei essere al posto di Gatti con Conte che mi aspetta nello spogliatoio, dopo una partita simile.

Tersa

I tifosi del Napoli sono innamorati di Kvara ed Osimhen perchè sono stati tra i principali artefici dello scudetto. Ma Kvara e Osimhen non possono diventare gli ultras dello spallettismo ostacolando il percorso del nuovo allenatore Garcia. Si rischia un nuovo ammutinamento. Deve intervenire il presidente ADL, deve entrare negli spogliatoi come fece Berlusconi col Milan di Sacchi e dire “Questo è l’allenatore per 2 anni, se non vi sta bene andatevene!”. Anche se gran parte dei tifosi non rispetta Garcia, la squadra ha l’obbligo di rispettarlo fino a quando allena il Napoli.

Pavipollo

“Questo è l’allenatore per 2 anni, se non vi sta bene andatevene!” Mi sa che Osi e Kvara aspettano proprio questo…

Pippo

Sicuramente il peggio avvio di campionato per la Lazio da quando
la vittoria vale tre punti che dopo cinque giornate ha solo quattro punti in classifica conquistati con l’unica vittoria al Maradona ed uno
stentato pareggio in casa con il Monza. Credo di aver già ampiamente parlato di Sarri e della sua ossessione per il 4-3-3, modulo che puoi fare se hai i giocatori giusti, non quelli che ha attualmente la Lazio e la sua testardaggine a mettere vari giocatori fuori ruolo, cosa che può andar bene per alcuni giocatori, ma non per tutti. L’ho già scritto ma mi ripeterò visto che non mi chiamo Paganini, un bravo allenatore è colui il quale adatta lo schema o meglio sceglie il modulo in base alle caratteristiche dei giocatori che ha in rosa, non quello che vuole per forza adattare i giocatori al suo modulo preferito anche se non ha in rosa giocatori adatti per quel tipo di modulo.
Sarri ha affermato che i nuovi non sono ancora pronti tatticamente, non hanno ancora assimilato i meccanismi di gioco della Lazio e che per far questo hanno bisogno di giocare di più, ma chi se non lui decide di farli scendere in campo ed aumentargli così il minutaggio? Quanto bisogna aspettare, magari dieci anni in modo che i nuovi arrivati s’integrino alla perfezione nel sistema di gioco della squadra biancoceleste?
I tifosi a mio avviso hanno fatto bene a fischiare Sarri ed i giocatori,
la squadra è veramente inguardabile in questo inizio di stagione.
A parte la Lazio ho guardato per alcuni tratti la Fiorentina e devo senz’altro segnalare la grandissima prova di Terracciano, portiere affidabile e di ottime qualità fin troppo sottovalutato nonostante abbia sempre fornito prestazioni più che buone ed abbia avuto un rendimento costante d’alto livello.
Ottima anche la prestazione del solito Bonaventura che come ho detto in un precedente commento deve per forza a mio avviso essere tenuto in considerazione da Spalletti per la Nazionale, più che buona la prova di Martinez Quarta
che ha fatto un goal da vero centravanti anche se il suo ruolo è quello di difensore centrale.
È la migliore partenza in campionato di Italiano da quando sta alla guida della Fiorentina.

Osservatore Italiano

Caro Bocca, molti miei colleghi di tifo continuano a caderci: un paio di buone partite e subito credono nella rinascita.
Ma come si può intravedere una tendenza valutando così poche partite? Come si possono trascurare 5 anni di scempio ai piani altissimi? Gravi errori di programmazione, gravissimi nella gestione della campagna acquisti e dei vivai… Nessuno che in cabina di regia puzzi di calcio!
La Juventus riesce per pura casualità a mettere un fila tre situazioni positive e si grida al miracolo?
Ma tutti questi esperti di calcio sanno che lanciando in aria una moneta per pura casualità può uscire testa tre volte consecutive?

Modifica il 6 mesi fa da Osservatore Italiano
RM28

gravissimi nella gestione della campagna acquisti e dei vivai”
Forse non ti sei accorto che la Juve è l’unica società italiana ad avere una seconda squadra, che si chiama per l’appunto “next gen”, in cui far crescere i giovani da inserire poi in prima squadra.
La rosa di quest’anno ha SETTE giocatori che provengono dalla next gen: Fagioli, Miretti, Soulè, Nicolussi Caviglia, Iling-Junior, Kean e Yldiz, ti aggiungo Hasa, Da Graca (quest’anno in prestito) e altri che sono passati o passeranno per la prima squadra.
Ti risulta che esistano altre società con gli stessi numeri?

Osservatore Italiano

Avere un vivaio non significa gestirlo al meglio. Ti sembra che stia sfornando talenti inarrivabili?

RM28

dove li vedi i talenti inarrivabili? A parte forse il Barcellona, non vedo squadre in Europa che sfornano talenti inarrivabili

EroAdAtene

Vero, ma i conti si fanno a fine campionato. Senza la giustizia ad orologeria, questa scarsa Juve e con Acciughina al timone, era arrivata seconda o terza nello scorso campionato.

Osservatore Italiano

L’anno scorso il campionato è stato mediocre. Molte squadre l’hanno toppato abbassando la quota scudetto.

scotland16

a 20 punti dal Napoli e con un comportamento ridicolo nelle coppe…e un gioco “medievale”…contenti voi…

Nathan

Niente da fare per il Napoli.
A Bologna, pur con la miglior prestazione di quest’anno, la squadra non riesce proprio a sbloccarsi.
I giocatori, anche se ordinati in campo e mai in sofferenza contro i padroni di casa, sembrano non seguire le indicazioni di mister Garcia.
Degli undici che vinsero lo scudetto poco meno di 5 mesi fa, resta poco più di una pallida ombra.
Si osserva gente svagata in campo, che non cerca lo sviluppo di una qualsiasi azione corale ma gioca per conto proprio o si limita al compitino. Kvara ed Osimhen irriconoscibili, Raspadori fuori ruolo largo a destra.
Sembra che qualcuno faccia un favore scendendo in campo ed allora, se questo è vero, costoro si accomodino in panchina lasciando spazio a chi vuole impegnarsi davvero, come il Cholito ad esempio.
Non che avessi sul serio l’idea di bissare lo scudetto ma almeno di difenderlo con onore, questo si.
E 7 punti dalla vetta, dopo appena 5 giornate, fotografano la situazione meglio di qualsiasi parola.

scotland16

rigore scandaloso; povero Bologna, deve sempre subire dalle cosiddette “grandi”

Nathan

Anch’io non avrei fischiato rigore, Osimhen lo ha calciato fuori per cavalleria.

Modifica il 6 mesi fa da Nathan
EroAdAtene

Il problema è ADLche per gelosia e invidia verso Spalletti ha preferito spaccare il giocattolo. Una squadra vincente è l’unione di tante persone sotto un team leader, com’era l’allenatore toscano.

Archaeox

Il problema non sono i giocatori.
E’ l’ego ipertrofico del presidente.

Nathan

Questo da te evidenziato, è un aspetto con cui tutti, dai tifosi, agli allenatori ed ai giocatori che si sono succeduti in 19 anni di presidenza Adl, hanno convissuto.
È il minimo comun denominatore che occorre accettare quando si sceglie Napoli.
Può non piacere, molto storcono il naso ma sotto il profilo gestionale si possono solo fare i complimenti.
Certo, di errori ne ha commessi anche Adl, anche lui è umano, ma il suo ego francamente non costringe nessuno a firmare contratti in modo forzato, pistola alla tempia.
Lo sanno tutti, molto prima.

Totonno58

Mi piacerebbe avere gli stessi problemucci, con tanto di dubbi, dell’Inter e perfino del Milan, però con gli stessi punti in classifica…sarebbero ossigeno per un Napoli così inconsistente…

E queste sarebbero le competitors ?

Da un falsone come te, incompetente come pochi e campione del tifo per convenienza, non ci si aspettava niente di diverso della solita leccata alle squadre del nord!
Come quell’altro campione più sopra che pensa ai punti di distacco alla quinta partita quando non è neanche finito settembre.

comevolevasidimostrare

Napolista ! esci fuori con le mani ben in vista 👨‍✈️🚔

Totonno58

Secondo me tu non stai bene…un primo passo che posso suggerirti per non aggravarti in fretta sarebbe quello di usare il tuo tempo in modo più costruttivo per te, anzichè smanettare per scrivere idiozie gratuite, per giunta condite da una patetica vena di cattiveria.

Totonno58

Secondo me tu non stai bene

Lorenzo

Che fiele. Ma una camomilla la sera?

L’Avvocato (della Signora)

la Juve ha pagato l’impegno di coppa del mercoledì… ah no aspè…

RM28

madoooooo, sarai il duecentocinquantesimo che fa questa battuta.
Premio originalità dell’anno 🤣 (si scherza, eh?)

L’Avvocato (della Signora)

😆

Waters

Mentre sto preparando una semplice ma gustosissima cena a base di polpo 🐙, in insalata con cipolla rossa, aglio gentile e peperoncino, con olio Bonomelli, infine cotto a bassa temperatura con patate viola
e maionese di pomodoro, pensavo alla partita dell’Internazionale Fc di Milano, giornata parzialmente negativa per l’infortunio grave di Arnautovic – si parla di un paio di mesi – con la densità di impegni una punta in meno è tanta roba.
Partita di oggi a basso ritmo ma dominata, 25 tiri contro un paio, ci mancherebbe contro l’Empoli direte voi, ma è anche la prima vittoria col minimo scarto, ricordiamoci sempre quattro gol contro la quarta e cinque con la seconda.
Due paroline per Dimarco bisognerebbe dirle, giocatore straordinario, in pochi oggi darebbero riusciti a tenere basso il pallone, avere un giocatore così in squadra è merce rara.

Salud.

Sergiod

Andrea, secondo me devi iniziare a pensare al pranzo per la seconda stella😊, quest’anno credo che l’Inter potrà fare lo stesso percorso del Napoli 2022-23.

cipralex

-calamarata al cartoccio
-orata al cartoccio
-patate al cartoccio
-pane carta musica

Può farselo portare in un cartone dalla rosticceria all’angolo.

Pippo

Ciao Andrea,
l’Inter quest’anno sembra veramente forte ed ha fatto a mio parere un’ottima campagna acquisti, si è ulteriormente rinforzata. Il camerunense O’Nanna non mi ha mai convinto come portiere, è stato sponsorizzato alla grande dal suo connazionale E’too
ma non mi è mai sembrato un estremo difensore che desse sicurezza alla squadra, che fosse affidabile al cento per cento mentre lo svizzero Sommer che conosco bene è un portiere abilissimo e dotato di grande reattività, secondo me ci avete guadagnato alla grande nel cambio; Sommer è alto 1,83 e quindi piuttosto basso per essere un portiere di questi tempi ma tutto
ciò ha un’importanza relativa poiché anche Ospina è alto 1,83
ma è sempre stato un portiere fortissimo e del tutto affidabile, nel
Napoli ha fatto grandi cose.
Il figlio d’arte Thuram è un gran bel
giocatore ed anche qui prendendo lui e dando via il morettone belga
ci avete guadagnato, a me Lukaku
non ha mai fatto impazzire.
In più Lautaro Martinez che
negli anni passati aveva in certi periodi grandi pause, alternava buone prestazioni a prove del tutto
sconcertanti è molto migliorato ultimamente, sta offrendo prestazioni di alto livello, da buon centravanti che era sta diventando ormai un grandissimo centravanti,
uno dei migliori del pianeta.
Ottimo anche l’acquisto di Frattesi
e da segnalare anche la crescita di
Zimarco che ultimamente sta fornendo ottime prove, tutto ciò
è di grande importanza sia per l’Inter sia per la Nazionale.
L’unica nota negativa è a mio avviso il rendimento di Bastoni, una
specie di novello Bonucci, i suoi limiti difensivi vengono a galla quando non è supportato a dovere dagli altri due compagni di reparto;
anche lui non mi ha mai convinto, credo sia l’anello debole della difesa interista.
Venendo alla prestazione con l’Empoli ho notato nell’Inter una maturità ormai acquisita, una certa convinzione nei propri mezzi e nelle proprie forze, non è
stato sicuramente facile venire a capo di una partita contro la squadra toscana ottimamente disposta in campo da Andreazzoli che è un ottimo allenatore.
Un caro saluto da Pippo che cammina sempre dritto.

Modifica il 6 mesi fa da Pippo
Waters

Vabbè sono in treno- direzione Ischia – e ho fatto in paio di errori..

Vipe

2015 sul treno per Napoli una coppia era diretta ad Ischia, come noi.
Lui bel signore timbro da primo della classe, affabulante, simpatia da migliorare.
La signora l’ aspetto adorante di un angelo in un affresco del santuario.
Lei rivolta al marito: diglielo ai signori che sei buono, simpatico, intelligente
Lui, grazie cara, è così anche per me.
Oh dillo, dillo ai signori.
Lui, sono buono, simpatico intelligente…

Waters

Concordo su tutto, su Onana è stata attuata una stupenda operazione di marketing, e il Manchester vi è caduto, grazie anche al suo vecchio allenatore che lo aveva all’Ajax, in campionato ha fatto diversi errori, ma in Champions dove vi è l’aggiornamento visibilità è stato perfetto, da qui la valutazione- allucinante- di 55 milioni.
Dici bene anche su Bastoni, ha ancora margini di miglioramento, ma credo che Inzaghi non sia il tecnico adatto per farlo crescere, meglio Conte ha con lui ha dato il meglio..
Ciaooo

Bob Aka Utente11880

L’Empoli di oggi, mi permetto di dire, era la peggior avversaria, come tutte le squadre al cambio di allenatore

Sergiod

Grandine a San Siro ma non di reti, resta vivo l’annoso problema delle segnature rossonere , non so da cosa dipende ma anche se gli attori cambiano la trama resta la stessa, diciamo che è una scala a Pioli.
Di questo inizio di stagione sono stato impressionato dalle prestazioni di Jack Bonaventura, dal buon rendimento di CDK, ovviamente dalla corazzata Inter e da due squadre quasi mai citate, il Frosinone e il Lecce.
Sarà pure un segnale di abbassamento del livello del campionato ma chi deve fare di necessità virtù riesce a scommettere su giocatori che diventano poi appetiti da club più importanti.
Per chi è impegnato nelle competizioni europee non è facile giocare ogni tre giorni e gli infortuni sono frequenti, i Supermen sono rarissimi.
Nota del tutto personale sugli arbitraggi: ogni direttore di gara interpreta a modo proprio il regolamento e il Var è diventato un surrogato di ciò che dovrebbe essere.

tamarrogigante

È deciso, la inter può cominciare a ritagliare la stella

Obizzo da Montegarullo

La mia mano non è scattata verso la rivoltella, ma un po’ più in basso e un po’ più al centro…

cipralex

😁

Bocca: Fusées, 10:1

sono esperti nel ritagliare il cartone;

Waters

Iga…che originalità 😀😀

Bocca: Fusées, 10:1

hai bevuto troppi caffè?
il passaporto non te l’hanno accettato?
non hanno creduto all’età che dichiari?

Sentimenti IV

Allegri è riuscito in qualcosa che finora si era visto solo nei romanzi di fantascienza: ha creato una macchina del tempo. Per ora ha riportato la Juve indietro di circa sei mesi, ma tutti i tifosi della Real Casa (cit.) si augurano che presto riuscirà a tornare indietro di dieci anni e allora non ce ne sarà più per nessuno! 🙂

Scherzi a parte, l’autogol di Gatti descrive perfettamente la situazione attuale della squadra. Il portiere si affanna a rimettere in gioco il pallone senza grandi idee, lo passa a un difensore che soffre il pressing avversario e non avendo compagni vicini lo passa in automatico a un giocatore che però non è dove dovrebbe essere e che rimane dov’è, guardando la palla un po’ stordito. Seguono festeggiamenti degli avversari. Tutto purtroppo già visto troppe volte.

Quando Allegri ripete che l’obiettivo è arrivare quarti qualcuno dovrebbe ricordargli che centrarlo senza le coppe metterebbe questa stagione tra le tre-quattro peggiori degli ultimi cinquant’anni. Certo così mette meno pressione ai giocatori ma il fatto stesso che ci sia bisogno di questo accorgimento dimostra la fragilità mentale del gruppo.

Va bene che non è un gruppo di grandi qualità tecniche, va bene che programmaticamente non si allenano a provare schemi, va bene che non bisogna esaltarsi quando si vincono due partite di fila o deprimersi quando si perde perdi più con errori individuali che difficilmente si ripeteranno, però qualcuno dovrebbe spiegarci come mai un gruppo relativamente giovane che non gioca le coppe sia poi così moscio in campo. Duelli persi, ritardi sulle seconde palle, pochi contrasti o scatti per colmare le distanze siderali tra giocatori, insomma una squadra abulica e di poco impatto. Che sarebbe esattamente il tipo di gruppo che si gioverebbe di un’organizzazione di gioco solida per supplire alla mancanza di personalità e di intelligenza calcistica.

Speriamo solo che emerga qualche giovane e che la squadra trovi le motivazioni almeno per impegnarsi in ogni momento al massimo. Che poi probabilmente si renderebbero conto che così facendo le cose riescono pure meglio…

il ghiro

Bentornato Cochi, sentivamo la tua mancanza.

il ghiro

        *** Inter-Vallo ***
Con gli attaccanti sotto effetto dei narco,
ci pensa allora il buon Chicco Dimarco,
fino ad allor di conclusioni parco,
raccoglie pronto una respinta ad arco,
con un sinistro di potenza carco  
da metacampo al volo azzecca un varco,
che nella rete di Berisha trova sbarco.
            
Il Ghiro

Modifica il 6 mesi fa da il ghiro
commentanonimo

Credo l’Inter sia la squadra piu’ forte quest’anno e punto. Grazie a Marotta. Il Milan con Pioli ed un centrocampo che ha perso tonali kessie e chala in tre anni non mi sembra all’altezza. Sulla Juve, Szecny sono anni che ci costa per papere 5-6 punti all’anno, nessun team di primo pelo lo metterebbe titolare, se ha vinto qualcosa con noi era solo perche’ gli altri eran forti, il vero titolare dovrebbe essere perin che pure lui non e’ nel giro della nazionale da anni. Per avere avuto i buffon, gli zoff avere questo da anni ormai e’ inspiegabile. La sconfitta di ieri parte da Szecny che non da’ sicurezza e passa attraverso un mister ormai disastroso ed un centrocampo mediocre e una squadra infarcita di giocatori francamente impresentabili per la juve. Su gatti non butterei la croce.

Obizzo da Montegarullo

Uhm… “Team di primo pelo” è intrigante… 🙂

Bob Aka Utente11880

Esatto. Se mi consenti quella che continuate a chiamare Juve non è più la Juve, se non nella proprietà..
Grandi campioni perdonatemi ma dopo l’uscita di Ronaldo e Chiellini, soprattutto, non li vedo. Il killer instinct tanto meno. I risultati di conseguenza.

commentanonimo

Sì. E’ un gruppo di giocatori magari anche con ottime caratteristiche tecniche se messo in un impianto di gioco efficace e con un leader in campo. Comunque gente, allenatore incluso, che se non è nel Real o nel City o nel Bayern, c’è evidentemente un motivo, al di là delle fantasie del calciomercato.

Bocca: Fusées, 10:1

ho enormi poteri paramistificognostici!
ho rinnovato nick e avatar prima delle 18 di ieri;

Chakkko

Vittoria meritata per un’Inter che si è accesa solo a tratti, quando Chala riusciva a velocizzare il primo passaggio appoggiandosi più dal lato di Dimarco che da quello di Darmian, contro un Empoli che, sotto la spinta del nuovo/vecchio allenatore, ha messo un’applicazione in fase di chiusura e una corsa ben lontane da quelle mostrate all’Olimpico.
Non si può certo parlare di partita sofferta (l’Empoli ha proposto ben poco in avanti) ma “stitica” certamente, dato che solo nei primi dieci/quindici minuti la squadra ha mostrato con una certa continuità trame e idee offensive per fare male agli avversari. Col passare del tempo i nerazzurri si sono progressivamente adagiati ad un ritmo basso favorevole ai difendenti e solo sporadicamente si affacciavano dalle parti di Berisha.

Anche dopo il gol di Dimarco (che ha, ad un tempo, aperto e chiuso la partita) non c’è stata la necessaria forza e/o brillantezza per raddoppiare e mettere al sicuro il risultato (da qui un po’ di affanno per avere dovuto difendere l’unico gol in dieci nei minuti finali).
Per quanto riguarda i singoli, buone prestazioni di pavard, Chala (che ha chiuso un po’ in calando) e l’armeno (oggi ha dovuto affrontare un ritmo più confacente alle sue possibilità rispetto a quello della Champions). Attenta tutta le linea difensiva, poco sollecitata in verità; discreto Frattesi, anche se forse sarebbe servita più capacità di palleggio in certi frangenti. Le punte si sono mosse molto, soprattutto nella prima parte del primo tempo, ma hanno dialogato poco tra di loro e col resto della squadra. Una menzione particolare per Dimarco, ovviamente: il suo bel gol frutta tre punti in una partita in cui avevamo tutto da perdere. Arnautovic sta purtroppo confermando tutti i dubbi sul suo acquisto (speriamo sia meno grave del previsto il suo infortunio).

Saluti

P.S.: col Sassuolo servirà una intensità diversa.

2010 nessuno

Ecco Chakkko, e per l’occasione spero che Inzaghi si guardi bene la partita del Sassuolo con la Juventus, c’è tanto da capire sulla ripartenza e manovra d’attacco degli emiliani, perché la facilità con cui penetravano lo schieramento degli juventini era dovuta a precisi errori di posizionamento di centrocampisti e difensori .

Bob Aka Utente11880

Ben detto Fratel 2010

Bob Aka Utente11880

Ben detto, Fratel Chakkko

Bob Aka Utente11880

Ottimo risultato a Empoli. Non era facile dopo la fatica in CL, con il cambio allenatore dell’Empoli, che avrebbe imposto una gara super attenta in difesa e giocatori che avrebbero lottato per prendere le distanze dai disastri delle prime 4 giornate. Per quel che vale, bene così.

Nicola Romano

Ormai temo che l’ andazzo sia questo, non vedo grossi margini di miglioramento, eppure il girone potrebbe essere alla portata, quantomeno il terzo posto, se noblesse oblige, non disdegnassimo l’ Europa League , che ovviamente ci va stretta .