Sorpresa, il Napoli battuto a San Siro, lo scudetto non sarà più una passeggiata per Spalletti & C. Abbiamo scoperto, dopo 52 giorni, che il campionato non è chiuso e che lo scudetto Milan, Inter e Juventus non lo cederanno troppo facilmente al Napoli. La svolta del campionato è una gran capocciata del vecchio, micidiale Edin Dzeko a tagliare da 8 a 5 punti il vantaggio del Napoli (sul Milan), che non è tornato invece la macchina vincente e inarrestabile del campionato pre mondiale. Nessuno ha fatto grandissime partite, tutte le vittorie sono state sofferte o comunque risicate nel risultato. Particolarmente quella della Juventus, in piena bufera societaria e giudiziaria, salvata da una punizione di Milik ai minuti di recupero. Insomma lo scudetto è riaperto perché mancano ancora 22 giornate e perché il campionato, nonostante il lungo oblio mondiale, tutto sommato non ha ancora un encefalogramma piatto…

SERIE A 2022-2023

GIORNATA N. 16

Mercoledì 4 gennaio 2023

Salernitana – Milan 1-2

(10′ Leao M, 15′ Tonali M, 83′ Bonazzoli S)

Sassuolo – Sampdoria 1-2

(25′ Gabbiadini Sam, 28′ Augello Sam, 64′ Berardi rig. Sas)

Spezia – Atalanta 2-2

(8′ Gyasi S, 31′ Nzola S, 77′ Højlund A, 90’+2′ Pasalic A)

Torino – Verona 1-1

(45′ Djuric V, 64′ Mirančuk T)

Lecce – Lazio 2-1

(14′ Immobile La, 57′ Strefezza Le, 71′ Colombo Le)

Roma – Bologna 1-0

(6′ Pellegrini rig. R)

Cremonese – Juventus 1-0

(90’+1′ Milik J)

Fiorentina – Monza 1-1

(19′ Cabral F, 61′ Carlos Auguro M)

Inter – Napoli 1-0

(56′ Dzeko I)

Udinese – Empoli 1-1

(3′ Baldanzi E, 70′ Pereyra U)

CLASSIFICA

(dopo la 16a giornata)

Napoli 41, Milan 36, Juventus 34, Inter 33, Lazio, Roma 30, Atalanta 28, Udinese 25, Torino 22, Fiorentina 20, Bologna 19, Lecce, Empoli 18, Salernitana, Monza 17, Sassuolo 16, Spezia 14, Sampdoria 9, Cremonese 7, Verona 6.

PROSSIMO TURNO

Giornata n.17

Sabato 7 gennaio 2023

Fiorentina – Sassuolo 15.00

Juventus – Udinese 18.00

Monza – Inter 20.45

Domenica 8 gennaio 2023

Salernitana – Torino 12.30

Lazio – Empoli 15.00

Spezia – Lecce 15.00

Sampdoria – Napoli 18.00

Milan – Roma 20.45

Lunedì 9 gennaio 2023

Verona – Cremonese 18.30

Bologna – Atalanta 20.45

***

Un gran capocciata di Dzeko, per un gol pieno di molti significati. Non è un ribaltone, non c’erano proprio i numeri e i presupposti per farlo. Però dopo 52 giorni scoprire che il campionato non è chiuso – e poteva quasi esserlo… – è un segnale di vitalità di una Serie A che non ha ancora scelto del tutto i suoi padroni.

  Fermato dall’ Inter, il +8 del Napoli si assottiglia a + 5 sul Milan. Hanno vinto tutte le dirette concorrenti (il Milan, la Juve, l’Inter), tranne il Napoli di Spalletti che consideravamo la squadra più forte e più solida. Non è stato così, il Napoli sceso in campo era quello dell’anno scorso, non quello irresistibile della stagione premondiale. Prima sconfitta, con Osimhen quasi mai pericoloso, lo straordinario Kvaratskhelia assolutamente normalizzato e sostituito, il formidabile Kim beffato da Dzeko, schierato in coppia con Lukaku. Due pesi massimi per l’attacco dell’ Inter e il campione del mondo Lautaro lasciato fuori.  Il campionato non si gestisce, evidentemente, con le stesse gerarchie del Mondiale.

Abbiamo ancora distacchi molto alti, ma con 22 partite davanti e soprattutto un campionato rollerball e ipercompresso, col fattore Coppe che subentrerà al culmine della stagione, non esiste distacco che ti metta completamente al sicuro.

  Sono state tutte vittorie risicate e diverse. La più importante sicuramente quella del Milan a Salerno, che avrebbe potuto fare parecchi gol se non avesse trovato un gran portiere davanti, ma intanto alla fine qualche brivido c’è stato. La più risicata e stentata, di vittorie, quella della Juventus che giocava con l’angoscia e l’incertezza addosso sul futuro del club in piena bufera giudiziaria e con Andrea Agnelli dimessosi da presidente. L’ha risolta una punizione di Milik nel recupero. Praticamente il minimo sindacale, come la Roma che ha battuto il Bologna con un rigore procurato da Dybala e realizzato da Pellegrini, mentre la Lazio è sparita a Lecce. Se lo scudetto non pare proprio completamente indirizzato, i quattro posti per la prossima Champions League forse sì.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SINTESI

Sorpresa, il Napoli battuto a San Siro, lo scudetto non sarà più una passeggiata per Spalletti & C. Abbiamo scoperto, dopo 52 giorni, che il campionato non è chiuso e che lo scudetto Milan, Inter e Juventus non lo cederanno troppo facilmente al Napoli. La svolta del campionato è una gran capocciata del vecchio, micidiale Edin Dzeko a tagliare da 8 a 5 punti il vantaggio del Napoli (sul Milan), che non è tornato invece la macchina vincente e inarrestabile del campionato pre mondiale. Nessuno ha fatto grandissime partite, tutte le vittorie sono state sofferte o comunque risicate nel risultato. Particolarmente quella della Juventus, in piena bufera societaria e giudiziaria, salvata da una punizione di Milik ai minuti di recupero. Insomma lo scudetto è riaperto perché mancano ancora 22 giornate e perché il campionato, nonostante il lungo oblio mondiale, tutto sommato non ha ancora un encefalogramma piatto…

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
130 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

cry me a river

R.I.P. Gianluca Vialli….
🙁

cipralex

E’ morto ancor giovane Gianluca Vialli giocatore da me molto amato. Rip.

Mordechai

E così, a quanto leggo sulla Gazza, anche Gianluca Vialli è purtroppo arrivato al traguardo finale. Mi spiace davvero molto, il tifo e le glorie passate juventine non c’entrano nulla, credo sia stato davvero, oltre che un gran giocatore, soprattutto una bella persona, mai o quasi mai al centro di polemiche, corretta ed onesta. Nonché, credo, assai intelligente. Merce assai rara nel rutilante ed autoreferenziale mondo del calcio, non solo nostrano. Sarà banale, ma di lui a me rimane, ben più delle immagini dei suoi gol più belli e dei suoi tanti successi, quella del fortissimo abbraccio con Roberto Mancini agli ultimi Europei. Quel giorno, dico la verità mi venne quasi un groppo alla gola.
Anche lui, finalmente, possa riposare in pace.

Carlo lll

Sta bastarda di malattia s’è portato via pure Luca Vialli.

RIP

Nathan

Si può fare amigo, l’Italia intera aspettava con ansia questo momento ed è arrivato.
Il Napoli, svagato, lento ed abulico, perde meritatamente a S. Siro contro un’Inter ben schierata in campo da Inzaghi con un prudente 5-3-2. L’allenatore nerazzurro indovina la mossa del doppio centravanti di peso, schermando sul nascere l’impostazione dal basso degli azzurri.
Se siamo questi, la vedo dura per il prosieguo del campionato ma un incidente di percorso è preventivabile, quindi non facciamoci la testa prima di essercela rotta.
Obiettivo quarto posto, scio’ scio’ ciucciuvettll’ 💙

Giorgio Bianchi

Gentilissimo dottor Bocca, confesso che ho trovato stupefacente la parola sorpresa a fronte di una sconfitta del Napoli a S.Siro contro l’Inter. Il S. Siro interista è una specie di tabù malefico, al contrario di quello milanista, per il Napoli. Lì abbiamo perso o non vinto partite incredibili.
Cito solo, a mo’ di esempio un 2-2 con gol di Callejon al 95′ e pareggio di Icardi al 95′ e mezzo.
Per non dire dell’anno scorso o peggio della sconfitta del 71 con “visita” di Mazzola all’arbitro nell’intervallo!
Quindi caro dottor Bocca nessuna sorpresa!
Che poi la lotta per lo scudetto si sia riaperta lo trovo molto ad effetto, ma assolutamente inesatto per 2 motivi:
1 perché con 23 partite da giocare prima e 22 ora, niente può considerarsi chiuso, tranne forse che anche quest’anno, avendo già 41 punti non retrocederemo.
2 perché il Napoli non può essere considerato un pretendente o concorrente per la vittoria finale dovendo competere con squadroni come Milan, Juve ed Inter che vantano molte cose più di noi. Ed infatti la questione scudetto riguarda loro, come al solito. Noi dovremo solo guardarci dalle romane per un posto in CL che è il solo ed unico obiettivo della società.
Ps eccezionalmente vorrei solo augurarmi che la prossima Napoli Juve sia affidata all’arbitro Guida!!

Er Mobilia

Non è servito il vento del nord, è bastata una scorreggia dall’est.

Giorgio Bianchi

Sei siciliano vero mobi’?

Er Mobilia

Vero.

Giorgio Bianchi

E allora ritengo strano non ti accorgi che ti continuano a prendere per i fondelli mobi’

Er Mobilia

Chi?

Carlo lll

Magari pure un arbitro cecato ..

Waters

È passata sotto traccia, ma anche Lukaku è stato offeso da ultras del Napoli con ululati,o sbaglio?

Salud.

tamarrogigante

Sbagli!

Giorgio Bianchi

Credo che sbagli.Però in ogni caso gli è andata meglio che a Koulibaly, che oltre gli ululati di S. Siro degli interisti, si becco’ pure il cartellino rosso di quella merda di Mazzoleni !!!

Modifica il 18 giorni fa da Giorgio Bianchi
Carlo

Eh purtroppo i tifosi della curva non hanno potuto difenderlo, erano troppo impegnati a lanciare motorini

R.T.

Son contento ( e immagino anche aka scusameri) che finalmente una curva sia stata squalificata per cori razzisti…
Spero che al presidente/senatore non passi per la testa di fare ricorso per trasformare la squalifica in sanzione pecuniaria, ma prenda provvedimenti per eliminare certa gentaglia dallo stadio.

Leo 62

Quando dovresti stare 4-0 e prendi un gol per una dormita clamorosa che perdippiù coinvolge uno dei tuoi giocatori migliori fino a quel punto, e ti ritrovi a dover soffrire fino alla fine, allora qualcosa va rivisto, almeno a livello di cattiveria sottoporta. Per il resto bella prova che segue alcune sottotono in amichevole, ma certo il solo fatto che fossero in campo Theo, Giroud e Leao ( letteralmente un’altra categoria in un campionato come il nostro ) cambia tutto. Benissimo Sandro sempre più leader, bene Saele a destra ( a conferma che il binario di destra ci è mancato a pure tanto ) e non male nemmeno CdK quando è entrato, mi sa che sta arrivando pure lui. Adesso però concentrazione alta che non abbiamo altri punti da perdere.
Il Napoli perde la prima partita contro un’Inter che per loro è una specie di bestia nera, e a questo punto del campionato ci può stare. Vero che interrompere quella serie non è stato il massimo e recuperare quella velocità di crociera sarà molto difficile, ma mi sembrano ancora i favoriti. Curioso di vederli contro una Juventus che ha anche un bel culo dalla sua, visto che a Cremona meritava di perdere, ed invece ha pure vinto, ma certo quella difesa ermetica qualcosa vuole dire.
Bene l’Inter che ha meritato i 3 punti e che continua a non pareggiare mai, ma arriveranno anche quelli e quindi la classifica ritroverà una suo equilibrio naturale, quello di una squadra che ha già perso 5 partite ed ha preso 22 gol.
Contento per il gol di Colombo contro la Lazio, il ragazzo promette veramente bene.

cipralex

Caro Leo, paura eh? certo se tutte le “squadrette” che il Milan dovrà incontrare si dovessero atteggiare come ha fatto la Salernitana lasciando 50 mt di campo a Leao e company allora sarebbe più facile…..ma non credo succederà (Nicola docet)……….
Culo la juve? non scherziamo,hanno preso un palo contro almeno quattro occasioni nostre oltre al gol e stiamo ancora giocando con i ragazzini…….come t’ho detto il campionato è già finito……

Leo 62

Si certo , la stessa paura dell’anno scorso… e i ragazzini sono il meglio che avete, gli altri sono ex giocatori… sul fatto che il Campionato sia già finito invece siamo d’accordo.

Bob Aka Utente11880

Caro cugino no, i pareggi li abbiamo già ammortizzati con le 5 sconfitte e il naturale ri-equilibrio della classifica riguarda altri più che noi o la Juve ..

Leo 62

Caro Cugino, ammetterai che lo zero nella casella pareggi non è naturale e dice molto degli squilibri dell’Inter di quest’anno. Anche i 22 gol presi dicono molto. Arriveranno anche i pareggi insomma, e ogni volta saranno due punti persi da chi quella giornata avrà vinto, se poi saranno quelle davanti ciao ciao… Chi è in rimonta ha il problema di non potersi mai fermare e di sperare che quelli davanti non ripartano. In questo senso il vantaggio del Napoli rimane notevole, ma anche noi recuperando gli infortunati stiamo messi meglio di voi e della Juventus.

Bob Aka Utente11880

Vedila anche così: se invece di perdere partite ad minchiam le pareggeremo, saranno punti guadagnati ….
Peraltro il ns obiettivo è la CL non il campionato
Buon anno

Leo 62

Credo che sia anche l’obiettivo del Porto però…
Buon anno a te…

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

@Nello Mascia

Facevi parte del cast del film ”Nostalgia” insieme, tra gli altri, a Pierfrancesco Favino, dico bene?
Volevo andare al cineme a gustarmelo, poi ho ripensato ai tuoi commenti sulla Juve e non ci sono più andato.

@Nello Mascia

Facevi parte del cast del film ”Nostalgia” insieme, tra gli altri, a Pierfrancesco Favino, dico bene?
Volevo abbonarmi ad Amazon Prime per gustarmelo, poi ho ripensato ai tuoi commenti sulla Juve e non mi sono più abbonato.

Ma gli fanno la pelle anche li, al Nello nazionale? 😂😂😂

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Non so. Tra l’altro si è giocato anche la richiesta dell’autografo, e se lo incontro in giro faccio finta di non riconoscerlo.

Queste si che sono motivazioni forti… pure due volte…

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Uehi, ma dov’eri finito? Ti stai riprendendo adesso dal pranzo di Natale?

No torno domani dalle vacanze… ad occhio mi sembra che non mi sono perso molto.

mnar53

Il campionato sicuramente non è chiuso, non lo era neanche prima. La sconfitta del Napoli è meritata, ma ci sono illustri precedenti maradoniani per la prima dopo le feste, e la cabala vuol dire pure qualcosa.

E poi, le vittorie di muso horto, meritate o no, non autorizzano le inseguitrici a ritenere di aver già chiuso il gap. Tanto per dire: l’Inter per definizione è pazza e può perdere a Monza, la Juve con l’Udinese avrà ancora più difficoltà a fare il suo golletto, ed il Milan in casa con Mourinho rischia grosso, semmai su un rigore. Che dite? Sono riti da malocchio? Certo, ma non diversi da quelli sentiti negli ultimi due mesi nei riguardi del Napoli. Per una volta, e mai più, me li concedo io.

A parte gli scherzi: più che il vantaggio, quello che al momento gioca a favore del Napoli è che per ora non c’è una chiara, unica rivale ma tre. Ad es. l’Inter non può fare la corsa solo sul Napoli: può perdere punti anche con Milan e Juve, e quindi anche sul Napoli. E allo stesso modo per Milan ed Juve.

Aspetto fiducioso un congruo numero di dislike.

2010 nessuno

Per quello che mi riguarda nessun dislike, il tuo è un post ragionato, logico, insomma fila. Io come tifoso, ma credo come me tanti altri della nostra parte, non ci si illude, per questa comunque bella vittoria, che si sia riaperto niente, anzi spero più che altro che tecnico e squadra prendano soprattutto consapevolezza di poter e dover proseguire con il tipo di gioco fatto vedere ieri sera, un gioco che mantenga l’Inter entro le prime quattro posizioni, poi una partita alla volta e per il momento si fa la corsa su quella che ci precede immediatamente,poi vediamo che si combina con la Supercoppa.

Leo 62

Ciao Stefano, per me nella Supercoppa vincete voi…

R.T.

Il 13 gennaio sarà lo spartiacque per la tua e per la mia squadra: se vincete ci tagliate definitivamente dalla lotta scudetto ( se mai la Juve ci fosse entrata) ma nell’ improbabile ipotesi che perdiate…( non vado avanti altrimenti la vagonata di dislike me la cucco io)

Leo 62

Tutto vero, ma se per caso fate 2 punti tra Sampdoria e Juventus… tanto per dire 😉

Giorgio Bianchi

All’anima della secciata Leo!!😂😂 ci sei andato pure leggero se vogliamo, potevi pure prevedere 0 o 1 punto che pure potrebbe essere no?😂😎

Ps se penso che con gli occhi di ciucciuettole che ha avuto addosdo il Napoli ha perso solo per un gol in contropiede e con l’aiuto del difensore azzurro, tutto sommato mi sembra pure positivo.😜

Modifica il 18 giorni fa da Giorgio Bianchi
Leo 62

No Giorgio 0 o 1 sarebbe troppo… ma rito per rito due punti potrebbero pure starci ;)… detto questo siete sempre i favoriti.

Giorgio Bianchi

Favoriti sono sempre i campioni in carica Leo e la Juve di default.
😎

inox

Buongiorno Fabrizio

Ma…….guarda Fabrizio, mi dispiace per i napolisti. E poi, sai……..sei primo, non perdi da un botto di tempo, vinci sempre. C’è persino quello che gioca per il suo paese, la Georgia chi, per la Giorgia e….niente. Vai contro l’Inter e perdi. E’ così. Per noi è normale essere eccezionali mica come la Juventus che scula a destra e a manca. Si, magari poi, domenica, perdiamo a Monza ma sai li, c’è la questione anche del jet lag da assorbire. Ci sta pure. Mancano 31 giorni alla Partita. Nel frattempo ci si intrattiene con cosucce. Bene il Milan anche se il piolismo non convince ma vince. La Salernitana ancora ferma alla squadretta che non è più. Le romane fanno pena. La Fiorentina pure. Qui, occhio a Bianco tanto, se è bravo, fra qualche mese è della Juventus. Da bianco a bianconero è un lampo. Bene lo Spezia. Poi esce Nzola per Maldini e non tiene più su una palla che è una e così, l’Atalanta, pareggia. Scorreggia il Sassuolo il Doria, purtroppo, vince.

Waters

A metà anni novanta quando collaboravo – ben retribuito a dire il vero – con i gesuiti di piazza San Fedele a Milano, mi recavo spesso per i C. D., diciamo due o tre mensili, nella città meneghina, mettevo la macchina nei pressi di Porta Romana e spesso facevo la spesa di frutta e verdura in un bel negozietto, ovoli e porcini da favola…il proprietario era un certo Dimarco, lo seppi dopo, un grande tifoso interista, spesso parlavamo dell’Inter….ebbene il proprietario di questa, diciamo gioielleria😂 era il padre di Federico il fantastico esterno dell’Inter di Milano.
Quanta bellezza nel gol di Edwin ieri sera, in quanti nel nostro campionato riuscivano a mettere il pallone sulla testa del marcantonio bosniaco?
Campionato riaperto? Forse si, io vedo bene il Milan, noi puntiamo sulla Champions, parliamoci chiaro, vsiamo da primi quattro, e la Juventus sulla Coppa Uefa…sette o otto punti non li recuperi.

Salud.

Hell Piero

I punti sono tantini ma recuperarli non è da Mission Impossible, ieri ho visto una buona Inter e un Napoli…simile a quello dell’anno scorso, sicuramente forte ci manca ma facile ad incartarsi.
In Champions, hainoi.., le 3 Italiane le vedo bene, poi boh ovvio una mosca e sei fuori, sicuramente Dzeko è uno che in quei contesti può dare una grossa mano.
La Juve, al completo e al netto dei pm torinesi, i più stakanov al mondo per distacco, potrebbe giocarsela in Europa B, giusto per vedere l’effetto che fa.

Giorgio Bianchi

Se il Napoli fosse stato quello dell’anno scorso(relativamente a questo campionato eh) non avrebbe perso e con tutta probabilità ve ne rifiliava un po’ 🤣🤣

Modifica il 18 giorni fa da Giorgio Bianchi
ConteOliver

ma ciao Wafers!
bellissimo gol e bellissimo cross, son d’accordo con te.

la “meneghina inferiore” (al secolo inter, quella superiore, si sa, è il Monza 😆 ) ieri ha giocato una bella partita, sempre sul pezzo con tutti i giocatori, sempre pronta a ripartire in verticale.

credo abbiate meritato al 100%, ma non credo il campionato sia riaperto.

troppi i punti di vantaggio e, al di là della sconfitta di ieri, credo il Napoli sia ancora superiore alle contendenti.

resta una partita godibile come raramente se ne vedono in serie A, soprattutto se a scontrarsi sono squadre di alta classifica

Modifica il 19 giorni fa da ConteOliver
Waters

Non so, le partite sono tante, le squadre di Spalletti hanno sempre un mesetto abbondante di buio, sarebbe un guaio…intendiamoci a me farebbe molto piacere uno scudetto a Napoli, se lo meriterebbero ampiamente.

Salud.

Mordechai

Se non li recuperiamo noi, cosa ti fa pensare e/o illudere che possiate riuscirci voi?

Archaeox

Un corso di comprensione del testo sarebbe utile.
Potrebbe anche bastare un ripasso dell’Italiano.

Mordechai

Pensavo di aver scritto in modo chiaro e comprensibile ai più, evidentemente così non è stato. Vado subito dietro la lavagna.

2010 nessuno

Solo perché siete un punto avanti Mordechai? Essu’…..

Mordechai

Non per il punto in più, ma semplicemente perché non credo voi siate più forti.

Waters

Leggi meglio.

Salud.

Mordechai

Ho letto meglio. Finalmente ho compreso. Evviva. Il mondo è salvo.

tamarrogigante

Grazia, Graziella e grazie Arkadius

NELLO MASCIA

FALLI DA DIETRO –
COMMENTI ALLA 16° GIORNATA DEL CAMPIONATO 2022-23
 
Dove eravamo rimasti?
 
Il calcio italiano, sommerso dai debiti com’è, si raffigura in tutto nella “Canestra di frutta”, il famoso dipinto allegorico del Caravaggio.
Una mela marcia, fichi, una pesca foglie secche e rametti bacati da insetti.
Per fortuna ad esso va in soccorso il governo della Ducetta, cui devolve il reddito di cittadinanza destinato ai poveri.
 
Poi l’uragano a casa della Vecchia.
Il vecchio CdA se la squaglia prima di andare in galera.
Un’infinità di illeciti amministrativi.
Bilanci gonfiati con soldi inesistenti.
Un’infinità di plusvalenze in combutta con club amici.
 
Ce n’è abbastanza per prevedere sanzioni clamorose.
 
Una sosta piena di incognite.
 
A chi gioverà? Alla capolista che aveva bisogno di staccare?
O a quelle che inseguono?
 
I Diavoli all’Arechi vincono nel primo quarto d’ora grazie alla coppia Tonali-Leao.
 
Il primo gol dell’anno nasce da un assist alla Iniesta e da un destro alla Ibra.
La Salernitana sembra una combriccola di amici che si dà appuntamento dopo le feste.
Lisci, papere, errori da mani nei capelli.
 
Potrebbero chiuderla subito, i rossoneri.
Ma cadono nel vizio antico di piacersi troppo, e sprecano l’incredibile.
 
Pian pianino la combriccola si trasforma in una squadra di calcio e così il finale diventa sorprendentemente rovente.
 
Ma alla fine John Malkovic Pioli festeggia i tre punti che valgono il doppio. Il Milan c’è ed è un segnale forte.
Esordisce fra i granata Guillermo Ochoa.
Tante parate, alcune anche decisive. Ma sbaglia l’uscita sul gol di Leao.
 
Al via del Mare torna a segnare Ciro d’Italia.
Poi le aquile smettono di volare.
I salentini si organizzano intorno a Strafezza e Di Francesco e ribaltano il risultato.
 
Ma la partita di Lecce va sottolineata per altro.
I tifosi laziali prima prendono di mira l’attaccante del Lecce Lameck Banda, poi Samuel Umtiti.

Tanto che a metà ripresa, visto il perdurare degli episodi, l’arbitro Marinelli è addirittura costretto a interrompere il gioco.

Il paese degli impuniti continua a ignorare l’elefante nella stanza.
Eppure sarebbe elementare.
Telecamere, identificazione, inibizione dell’accesso allo stadio.

Il campionato juventino si deciderà in tribunale, si sa.
Intanto sul campo la classe arbitrale continua a fare il proprio dovere.

A Cremona Ayroldi e l’amico di famiglia Mazzoleni annullano due gol dei liutai.
Se il gol di Valeri era effettivamente in offside, lascia molto perplessi la decisione di annullare il gol a Dessers, che sembra in tutto regolarissimo.

Poi arriva Arkadius, l’ex armadio di cristallo, e si inventa una punizione in buca d’angolo al 90esimo già scoccato che consegna alla Vecchia la settima vittoria consecutiva. 

Luci a San Siro per il big match.
Il Napoli non c’è.
E’ ancora pesante dei carichi accumulati in Turchia.
I Suninter propongono un gioco vecchio. Difesa bunker e ripartenze.

Gli azzurri mancano in mezzo al campo.
Charlie Brown non c’è. Non c’è Zambo.
Il Signorinello Pallido, fedele al suo stile di squagliarsela nelle gare che contano, spara al terzo anello il rigore in movimento a metà primo tempo.

Ero impaziente di ritrovare Kiarastella.
Impaziente di vederlo col pallone tra i piedi a inventarsi con l’ostinazione un po’ infantile la giocata della magia.

Ma si imbatte nel rognoso Skriniar che lo pesta sistematicamente.
Certamente esagero e il paragone stride.
Ma in lui vedo in un baleno l’immagine di quel poliziotto efferato che pesta con crudele spietatezza il povero tossico inerme.

Complice l’arbitro milanese.
Che esegue per bene il compito di autorizzare il gioco duro.

Una gestione disciplinare non appariscente che condiziona la gara.
Viene così neutralizzato l’azzurro più pericoloso.
E il Napoli, che già di suo è poco brillante, non è più il Napoli.

Poi nulla cambierà.
La prima sconfitta prima o poi doveva arrivare.
E perdere a San Siro ci sta.
 
Si è studiata una preparazione adeguata a una stagione lunga e faticosa, nel segno della continuità.
 
Il Napoli a San Siro non ha giocato da Napoli.
Nulla cambierà.
Perché il Napoli ha già dimostrato che quando gioca da Napoli non lo batte nessuno. 

Waters

Pioli, John Malkovic – nostro collega- è carina, Nello.

Salud

NELLO MASCIA

siamo colleghi Waters? Perchè in incognito di grazia?

Waters

Beh credo proprio di sì Nello, sai che ti stimo ma tu reciti con Esposito e D’Amore, bravi per carità, ma io in 900 di Bertolucci ho recitato con De Niro,Sutherland, e Depardieu…tralasciando la Sanda e la Sandrelli..

Salud.

Mordechai

Ancora non s’è capito quale fu il tuo ruolo. Non mi dire quello del villico! 😃😃😃

Waters

Ma guarda, c’è un fondo di verità, in realtà fui uno dei rivoltosi durante la famosa protesta contadina, nonostante avessi 17 anni il mio càrisma era già notevole, fu una grande soddisfazione-uno dei più grandi successi della mia vita,e si che ne ho avuti – ma purtroppo ci fu anche un cruccio notevole, e fu la mancata partecipazione alla famosa partita di calcio disputata in Cittadella a Parma fra la troupe di Pasolini e la nostra, per motivi di studio…

Salud.

Mordechai

Grande soddisfazione…grandi successi…
Buon per te.
Però, a ‘sto punto la domanda sorge spontanea : che bisogno hai, ed uso il termine bisogno non a caso, di sbandierare nel blog, pressoché senza soluzione di continuità ed ogni santo giorno, i millemilla “exploit” della tua vita, inclusi i tanti VIP che dici di aver conosciuto e i raffinatissimi e, soprattutto, costosissimi ristoranti in cui dici di aver mangiato? Davvero, perché? Che poi sia vero o tutto millantato non conta manco più di tanto…

Waters

Infatti, ma tu sei affascinato dal sottoscritto, e non hai tutti i torti..🙂chissà cosa daresti per conoscermi, dal vivo,poi,sono ancora più simpatico..

Salud.

Mordechai

Non darei proprio nulla, credimi.

Giorgio Bianchi

Che parte avevi??Waters

Waters

Vedi sopra.

Salud.

R.T.

Le comparse si limitano ad essere inquadrate, senza proferir parola… quindi visti i 3 secondi di partecipazione nel film di Bertolucci ” recitare” mi sembra un lemma perlomeno azzardato anche per un chi ha un superego come te ( dalle tue parti mi sembra si dica ” far lo sborone”)
Mandi ( e non dire che il post era ironico… ci credi veramente… credo😘)

Modifica il 18 giorni fa da R.T.
Mordechai

Mi chiedo come mai De Niro, Sutherland e Depardieu non abbiano poi deciso di cambiare mestiere dopo aver visto all’opera il nostro eroe.
Ammesso e non concesso che si siano accorti di lui, si intende.
😃

Waters

Vero si dice ” sborone” si hai ragione un post assolutamente serio, d’altronde recitare con quei tre, mentre voi gente comune non li avete mai visti dal vero è tanta roba.

Salud.

R.T.

E daje col ” recitare”…
Sei proprio de coccio!

Carlo

“Poi l’uragano a casa della Vecchia.
Il vecchio CdA se la squaglia prima di andare in galera.
Un’infinità di illeciti amministrativi.
Bilanci gonfiati con soldi inesistenti.
Un’infinità di plusvalenze in combutta con club amici.

Ce n’è abbastanza per prevedere sanzioni clamorose.”

Giorgio Bianchi

Mi pare che l’unica affermazione sbagliata sia : ” Ce n’è abbastanza per prevedere sanzioni clamorose”
Quella giusta doveva essere :”,Ce ne SAREBBE abbastanza…”

Modifica il 18 giorni fa da Giorgio Bianchi
Carlo

Mi pare che ci SAREBBE ampio materiale per una querela per diffamazione, ma tant’è, sappiamo che qui dentro vale tutto

Giorgio Bianchi

Nessuno ti vieta di farla caro te.
Il difficile sarebbe dimostrare nei fatti che sono calunnie.
Provaci allora che poi ci facciamo quattro risate oltre ad un po’ di soldini.😈

Modifica il 18 giorni fa da Giorgio Bianchi
Carlo

Alcuni qui dentro hanno un’idea bizzarra di come funziona la giustizia in un paese civile. Io ti dico che sei un delinquente e tu devi dimostrare che mi sbaglio… interessante, direi.
Non c’è bisogno di dimostrare che sono calunnie, lo sono ipso facto fino a una sentenza di condanna

Modifica il 18 giorni fa da Carlo
Giorgio Bianchi

Tra quegli alcuni, mio caro, ci sei pure tu. Dai fai la denuncia, poi vediamo.😂😂

gmr61

A me piace la tua prosa/poesia, poi che tu sia tifoso e di parte, quindi con giudizi opinabili , ci sta, ma continua a scrivere ti prego
Stamani mi sono ” perculato” a vicenda con un zio carissimo, più agee del sottoscritto e di molto, tifoso del Napoli ( 5, no 6 punti, arbitro milanese, voi incapaci a vincere, il Gomblotto del Nord, tu che leggi solo il napolista, no io il corriere e gazzetta, e via discettando, io che difendevo l’inter, pensa un pò…, secondo ha meritato, punto) poi dopo un pò è stato richiamato all’ordine da mia zia perchè doveva cucinare e non perdere tempo a chattare con me, e dato che dovevo anche lavorare l’abbiamo chiusa li con una risata

NELLO MASCIA

GRAZIE MILLE

Mordechai

Ieri ha giocato da Casertana, però.

Furio

e che aggiungere all’ennesima debacle delle piattaforme TV sportive a pagamento ?
Solidarietà e incomprensione per quei fessi che continuano a pagare il canone dazn, mediaset etc etc etc

Mordechai

Dillo a me. Da tempo immemore, solo highlights. Aggratis.

time present and time past (a.k.a. scusameri)

Nell’indifferenza generale si consuma l’ennesimo schifoso episodio di razzismo che spinge anche un professionista scafato come Umtiti a uscire in lacrime dopo una partita di calcio.

I giornalisti sono fatui, danno importanza a questi episodi solo quando non hanno niente di meglio da fare. La massa s’infiamma e starnazza per qualsiasi episodio più o meno triviale, ma è cieca, sorda e muta su questo argomento. Gli stessi giocatori si proclamano in gran parte contro il razzismo, elargiscono futili gesti con grande generosità, ma in concreto usano ben poco l’enorme ascendente che hanno sul pubblico e le loro enormi risorse. Per tacere di quando addirittura criticano la vittima (Bonucci, sto guardando te. Da Cagliari 2019 non vedo l’ora che ti levi dalle palle).

Il razzismo è l’unico cancro di cui, sotto sotto, non frega niente a nessuno.

Mbala Mbuta Biscotte

Sono d’accordo !

gmr61

Finalmente si ricomincia, e Noblesse Oblige, ad aprire le danze è la detentrice del titolo
Presa a pallate la Salernitana, ma come ho letto da qualche parte ci è mancato il ” colpo sotto”, o forse Ochoa stava antipatico agli attaccanti così da colpirlo sempre come un birillo. ( a portieri invertiti sarebbe stato 7-0)
Sbrighiamoci a rinnovare Leao, non sarà mai Mbappe, ( caratteri diversi, troppo forte il francese) però quando ti confrontano con un Top mondiale proprio scarso non devi essere.
Bene Tonali, si vede che le amichevoli di dicembre erano forse con le gambe pesanti ( lì abbiamo fatto pena ) ho notato un Theo più alla nazionale Francese, fermo dietro e migliorato difensivamente, anche perchè con quel Leao sulla sinistra….
Tutti gli altri ben oltre la sufficienza, CDK meglio, vedremo domenica, unica nota negativa, ma si sapeva, il portiere : un tiro un gol, vero che la Juve ha la miglior difesa del campionato e noi siamo secondi a grande distanza, però giochiamo con il ” portiere volante”….. ( e qui manifesto la mie età!)
Visti gli AiLaitz delle altre partite , in molte ho visto bel gioco ( per me la più divertente è stata quella della Fiorentina, il gol di Cabral bellissimo, però con una difesa così è già tanto se ne hanno presa una sola) , la juve ha meritato , vero i due pali, ma ha ha fatto migliaia di tiri, fuori di poco e ben parati, il Napoli sembrava ancora dovesse digerire le sfogliatelle ( o l’insalata di rinforzo e i taralli) e il gol di Dzeko lo avrebbe fatto anche Calloni : il centrale che lo seguiva doveva avere ricevuto una telefonata, si è praticamente allontanato, comunque i cugini hanno strameritato, sembravano due squadre a velocità diversa, speravo in un pareggio, ma così siamo a -5 e c’è ancora qualche partita per finire il girone di andata.
Ultima notazione, rifacendomi alla nostalgia del nostro Anfitrione per i mondiali e la pochezza del nostro campionato : non ho visto partite che avrebbero sfigurato ai mondiali, per intensità , tattica e tecnica
Ah, per i complottisti/terrapiattisti/ecc……. nessun disastro /favoritismo arbitrale a questo giro???? peccato……

Leo 62

Quello con la schiena dritta si è ritrovato improvvisamente a 90° per un colpo della strega… ma tra poco torna…

Pavipollo

Sul portiere sono, ahimè, più che d’accordo: urge una pezza. Ero, purtroppo, allo stadio a vedere PSV-Milan e stavo per entrare in campo a prendere a calci Mirante che spero mettano a pulire i cessi di Milanello: se quello deve fare il secondo di Tata, meglio mettere in panchina un paracarro che tanto non si nota la differenza è si risparmia sullo stipendio.

il ghiro

INTER – NAPOLI 1 -0
Dopo lo stop qatarrino prima sfida per il Napoli capoclassifica, incrocia il ferro con l’Inter di Inzaghi, che ha preparato i suoi alla sfida: ritorna il ‘reprobo’ Onana, conferma per Acerbi, sulle fasce giocano Darmian con Dimarco, davanti Dzeko in coppia con Lukaku, sperando che il belga rientri in una forma accettabile dopo la figuraccia mondiale, gioca Miki per Brozo che resta fuori per smaltire un risentimento e un po’ di magone, il bronzo non può averlo accontentato. Spalletti schiera la miglior formazione, rientra finalmente Rrahmani, conferma per Olivera e Politano, Kim e Zielinski hanno dato ottima prova in Qatar, nonostante le scadenti amichevoli sembrano carichi a mille per riprendere il cammino interrotto oltre un mese fa. Arbitra il brianzolo (?!) Sozza (Rizzoli questa se la poteva anche risparmiare), al VAR il romagnolo Fabbri.
Il primo tempo scorre lento, gran possesso palla napoletano ma molto sterile, le occasioni capitano all’Inter ma sui piedi sbagliati, Dimarco, Darmian e uno spento Lukaku. Nella ripresa il gioco si movimenta di più e su un perfetto lancio di Miki da centrocampo, scatta Dimarco, cross di sx perfetto per la capocciata di Dzeko che ruba il tempo ad un arrugginito Rrahmani e la sbatte in rete, 1-0. Kvara tira sull’esterno della rete di Onana, entrano Lautaro e Gosens, Lozano e Raspadori, ma non succede nulla, crampi per Dzeko, entrano Correa e Dumfries, Elmas e Ndombelè, ma non succede nulla neanche stavolta, l’Inter tiene indietro un Napoli troppo affannato e impreciso, entra Gagliardini, giallo a Barella che protesta dal 1’ di gioco, entra Simeone, ma non succede nulla neppure ora, giallo a Di Lorenzo, Dumfries e Kim, al 90’ primo tiro nella porta del Napoli con Raspadori, ma Onana respinge. Morale: prima e dopo il gol di Dzeko in realtà non è successo nulla di veramente significativo che valga la pena di menzionare. Una solida Inter e un flebile Napoli.

Modifica il 19 giorni fa da il ghiro
Carlo lll

Keep calm; non è successo niente, abbiamo 6 e 7 punti sulle altre inseguitrici
e c’avrei messo la firma ad inizio campionato. Analizzando la partita , sono venutea galla alcune mancanze strutturali che notai già l’anno scorso. Contro squadre solide e fisiche che si mettono lì e non ti danno campo soffriamo un pò. Partita strana ; perché nel primo tempo pur avendo il controllo della gara – alla fine le statistiche saranno tutte a nostro favore tranne i calci d’angolo ( 5-4), l’inter ha creato 2-3 palle gol mentre noi nessuna; viceversa nel secondo tempo pur essendo più equilibrata ci sono state solo due palle-gol ( gol di Dzeco e occasione Raspadori). Complessivamente hanno meritato di più perché l’hanno voluta di più ; e la volontà ha prevalso sulla qualità. A volte succede..

Fortis cadere, cedere non potest.

Ps
Arbitro attento e veloce nel seguire la gara , anche se ha lasciato correre nel primo tempo alcuni fallacci che ( forse ) hanno intimidito alcuni pulcini bagnati dei nostri, ma non credo che abbia inciso sul risultato.

Pps

Ho poche antipatia tra i calciatori – non ho il culto per questo tipo eroi ( non ce l’avevo per Maradona, figurarsi..); ma per Barella faccio un eccezione: è antipatico e str@@@@)

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

dopo una giornata discretamente disastrosa non posso esimermi dal dire la mia, non commento le partite perchè ho visto solo gli ai laiz , scopriremo presto se per il Napoli è un’incidente di percorso , o se la magia e’ finita e come sempre al sodo la squadra si squaglia come un gelato all’equatore ( il grande Pino dixit ) ,quanto alla Lazio è sempre la stessa senza lode e con un pò d’infamia, al solito se va bene andremo in E.L. dove faremo turn over per poter lottare in campionato con tutte le forze, per andare di nuovo in E.L. .

il ghiro

LECCE-LAZIO 2 – 1 (c.v.d.)
Le ultime scelte di Baroni: Pongracic in panca con il neo acquisto Maleh, davanti largo ai giovani, dentro Colombo e Banda, fuori Ceesay e Di Francesco. Le ultime scelte di Sarri: dentro Cataldi, Basic e Pedro, fuori Vecino e Anderson. Arbitra il tiburtino Marinelli, al VAR l’abruzzese Di Paolo.
Giallo a Banda, punizione di Cataldi testa di Casale, salva Falcone in corner, lancio di Casale su Ciro, che sullo scatto sfugge a Umtiti e Baschirotto e batte Falcone sul palo lungo, ok per il VAR, 0–1. Ancora dal Sergente a Ciro, appena alto, tiraccio alto di Basic, giallo a Casale falloso su Colombo, Gonzalez tira a lato, Marinelli rampogna i due capitani per le ripicche in campo, sale il Lecce, alza il baricentro, ma nessun pericolo per Provedel.
Ripresa: Entra Di Francesco per Banda, para Provedel su Di Francesco, poi lancio di Hyulmand a Di Francesco, para Provedel ma Strefezza ribatte in rete. 1-1. Giallo a Gallo, entrano Anderson e Vecino per Pedro e Milinkovic (!), grande assist di Hjulmand per Di Francesco, cross basso e veloce per Colombo che la sbatte dentro, 1-2. Entra Oudin per Strefezza, tira alto Gonzalez, giallo a Hjulmand, contropiede cannato dal Pipe, entrano Cancellieri e Marcos Antonio per Zaccagni e Cataldi, entrano Ceesay per Colombo, Romero per Basic, infine escono Gonzalez e Blin, entrano Askildsen e Maleh, giallo a Cancellieri, tiraccio di Ceesay. Morale: è finita veramente Maleh!!!
Le pagelle: Provedel 6; Lazzari 5, Casale 6, Romagnoli 5, Marusic 5,5; Milinkovic-Savic 4 (Vecino 5), Cataldi 6 (Marcos Antonio 5), Basic 4 (Romero 5); Pedro 5,5 (Felipe Anderson 5), Immobile 5,5, Zaccagni 5 (Cancellieri 5). All. Sarri 5.
Nel Lecce ottimi Umtiti, Hjulmand e il subentrato Di Francesco, bene anche Gallo, Gonzalez e Strefezza, bravo Baroni, ma ottimo l’arbitro Marinelli, autorevole, convoca i capitani e spiega le sue decisioni, come si dovrebbe fare sempre.

mario rossi

Lukaku è grasso.
Con Conte invece che a la pinetina sarebbe nella clinica del dietologo austriaco “tu mangiaaa!” di fantozzi.
Quel giro vita è adatto per fare la mamie in via col vento ma è incompatibile con una attività di atleta professionista.
Da una parte le teglie di lasagne dall altra una carriera ad alti livelli bisogna decidersi.

gmr61

Infatti anni fa abbandonai la carriera ad alti livelli ( più per manifesta inferiorità in effetti, però mi sono rimaste le lasagne…..)

2010 nessuno

Guarda il lato positivo mario, a questo punto può solo smaltire i chili in eccesso e io qualche buona sensazione ce l’ho, se continua a muoversi come ieri , poi con la prospettiva di pareggiare i conti coi cugini e con i savoiardi potrebbe trovare ulteriori stimoli.

Mordechai

O almeno sostituire la pasta all’uovo con quella secca, lo sanno tutti che è meno pesante. Ma Lukaku è belga, cosa vuoi che ne sappia…
🙂

Luc 68

Aggiungo che se alla fine il goal lo fa Dzeko …. un motivo ci sarà

Mordechai

Dzeko è una spanna superiore al belga, solo l’età è a favore dell’altro, ben altra intelligenza e “utilità alla causa”, Lukaku se non riesci a lanciarlo in velocità è utile quanto una forchetta coi tortellini in brodo.

gmr61

in un altro ente dove ho lavorato avevo un collega che era solito appellare quelli , secondo lui, incapaci come ” forchetta da brodo”

Mordechai

Tutto il mondo è…ente.
😃

Luc 68

Premetto che ho visto solo la sintesi. La Juve secondo me é stata fortunata a non beccare goal con Dessers. In compenso i ragazzi tirano in porta più volte, Kean ben marcato lascia spiragli a i centrocampisti per tirare e la difesa sembra iniziare a funzionare… è pur sempre la Cremonese ma bisogna entrare concentrati altrimenti la frittata la puoi sempre fare. Che dire a me non dispiacerebbe andare avanti con “i ragazzini” in attesa che a i vecchi torni la voglia di giocare.
A margine vorrei fare i complimenti a Baroni …. vincere contro la Lazio non é cosa da poco.
Grazie all’inter per aver rallentato il Napoli.
Bomba …. dove sei 🤣🤣🤣🤣

Mordechai

Non abbiamo giocato granchè bene, è vero, però di occasioni ce ne sono state, la formazione è, per una serie di concause, tutta un work in progress, mai come adesso teniamoci ‘sti tre punticini …

Luc 68

Son d’accordo 😊

Claudio Mastino 62

Lecce – Lazio 2-1

Partita dai due volti quella di Lecce
con una buona Lazio nel primo tempo che è passata meritatamente in vantaggio con Immobile, ha avuto anche un’altra
buona occasione e praticamente non ha concesso niente ai leccesi con un Provedel del tutto inoperoso fino all’intervallo. Nel secondo tempo però la musica è cambiata ed il Lecce è partito in quarta mettendo alle corde la squadra biancoceleste completamente in panne riuscendo
prima a pareggiare e poi a ribaltare
la partita e non dando fino alla fine nessuna possibilità ai biancocelesti di poter raddrizzare il match , di poter pervenire al pareggio.
Grandi meriti vanno all’allenatore del Lecce che ha saputo trasformare la sua squadra inserendo un Di Francesco in gran spolvero, senz’altro uno dei migliori
tra i giocatori leccesi. Inspiegabili invece le scelte di Sarri che già nel
primo tempo avrebbe dovuto far partire titolari Felipe Anderson e Vecino al posto di Basic e di Pedro
e comunque nella ripresa, visto anche l’improvvisa trasformazione del Lecce avrebbe dovuto far entrare prima Vecino al posto di un SMS veramente in giornata negativa e Felipe Anderson al posto però di Zaccagni e non di Pedro che comunque anche se non in grande giornata sempre qualcosa più di Zaccagni aveva fatto. Nella Lazio il migliore è stato
senz’altro Casale , autore dell’ottimo assist che ha favorito il goal di Immobile e di altre ottime giocate, buona anche la prova di Ciro e quella di Romagnoli,
gli unici tre a salvarsi. I peggiori senz’altro SMS e Zaccagni ma comunque sotto la sufficienza anche tutti gli altri, compreso Provedel che nell’occasione del primo goal del Lecce ha respinto in malo modo una conclusione non irresistibile da cui è poi scaturito il tiro a botta sicura di un attaccante leccese.

Inter – Napoli 1-0

Ottima partita dell’Inter che ha battuto meritatamente un Napoli incredibilmente rinunciatario che ha avuto un maggior possesso palla ma direi piuttosto sterile rendendosi pericoloso solo verso la fine della gara con il subentrato Raspadori. Grande partita di Edin Dzeko, il migliore in campo della squadra nerazzurra ; ha dato una gran palla a Darmian nel primo tempo che l’esterno destro nerazzurro ha incredibilmente sprecato da ottima posizione, ha fatto altre ottime giocate non sbagliando mai un passaggio, ha recuperato dei palloni in difesa ed ha segnato un gran goal su assist di Di Marco, rete che ha permesso alla sua squadra di vincere l’incontro. Ho sempre avuto un debole per Dzeko, centravanti completo dotato di una grandissima tecnica individuale , lo
conosco già da molto prima che venisse a giocare in Italia.
Io comunque sarei partito con Dzeko e Lautaro davanti o al limite
avrei sostituito Lukaku molto prima, si è visto chiaramente che il centravanti belga non era in forma ed un giocatore con le sue caratteristiche e cioè potente, forte fisicamente e veloce in progressione ma non particolarmente dotato dal punto di vista tecnico serve a poco a mio avviso quando si trova in precarie condizioni fisiche. Si è visto in un’occasione,in una ripartenza dell’Inter quando avrebbe potuto andarsene da solo verso la porta avversaria ma non essendo in condizione non se l’è sentita ed ha sbagliato il passaggio a Barella che era ben posizionato, era un’ottima occasione per l’inter. Lautaro da quando è entrato è sempre riuscito a tener palla , cosa che Lukaku non ha mai fatto fin quando è rimasto in campo, non è riuscito mai a tenere un pallone ed a far salire la squadra.
Troppo rinunciatario a mio avviso
il Napoli mandato in campo da Spalletti, io sicuramente sarei partito con Lozano che è molto più forte di Politano, l’ala destra messicana è bravissima nel saltare l’uomo ed a creare la superiorità numerica ed avrei levato molto prima il georgiano Kvaratskhelia, in
giornata no e comunque ben controllato da Darmian che pur mangiandosi un goal ha comunque fornito un’ottima prestazione difensiva, ed avrei inserito prima Simeone e Raspadori che è stato l’unico del Napoli ad impensierire Onana. Osimhen non ha giocato molti palloni ma quei pochi che ha giocato li ha giocati bene, è stato comunque poco e mal servito, non avrebbe potuto comunque fare molto di più, lui rimane sempre un grandissimo centravanti.

2010nessuno

A chi parla di Napoli brutto o opaco, condizione grazie alla quale l’Inter sarebbe stato facilitato nella vittoria, risponderei, e sul campo si è visto, che detta condizione è stata tale anche in buona parte proprio per il gioco espresso dall’Inter.

Cry me a river

Vale anche per il comment di 3k qui sotto?
Napoli spento e sotto tono che ha colpevolmente giocato sotto ritmo. “
😂

2010 nessuno

Ovviamente @Cry

Grande Romeo

Il Napoli, purtroppo per lui, non è nuovo a riprese horror dopo le soste, ma l’Inter mi è piaciuta tantissimo: se avesse chiuso il primo tempo sul 3 a 0 non ci sarebbe stato niente da dire. Milanesi direi molto in palla, ma cinque punti di vantaggio non sono pochi.

L’ambiente Napoli deve solo fare attenzione a non fare regali alla concorrenza: sclerare per una sconfitta dopo 16 partite sarebbe imperdonabile.

La Juventus non prende gol, ma quanta fatica per farne uno! I giovani sono bravi, disciplinati (tatticamente meglio con loro in campo che con loro fuori) ma a volte sembrano giocare più per la forma che per la sostanza. Meno “spettacolo” e più concretezza aiuterebbero. Dal limite dell’area non è obbligatorio tirare alla Insigne, si può tirare anche alla Miranchuk: non siamo mica al circo….. 🙂

EroAdAtene

Verissimo. Molto bravo Inzaghi a bloccare i giocatori chiave del Napoli

Chakkko

Vittoria contro pronostico per un’Inter più attenta del solito che con un atteggiamento prudente (soprattutto nel primo tempo) riesce ad imbrigliare un Napoli spento e sotto tono che ha colpevolmente giocato sotto ritmo. Lasciato un palleggio insistito ma, a conti fatti, inconcludente ai giocatori di Spalletti, i nerazzurri hanno collezionato in ripartenza le migliori occasioni da gol nell’arco di tutta la partita, oltre a confezionare il vantaggio ad opera del vecchietto Dzeko. Tardiva la reazione partenopea che si esaurisce nel tiro di Raspadori respinto da Onana sul finire dell’incontro. Troppo poco, nonostante i cambi.

Per quanto riguarda i singoli, bene Acerbi, Skriniar e Bastoni; sempre troppo elettrico Barella; Lukaku si è mosso meglio ma si vede che è ancora lontano dall’anno dello scudetto (se mai ci si riavvicinerà); Chala fondamentale dietro; Dzeko ci ha regalato sei punti tra Atalanta e questa sera. Nel Napoli, deludente Osimeh; ingabbiato il georgiano; impalpabile come gli capita spesso Politano; fuori fase Zielinski; meno straripante del solito Anguissa.

Saluti

P.S. Una pregunta: nell’azione del gol nerazzurro Meret avrebbe fatto meglio a provare l’uscita?

Grande Romeo

Umh, il cross mi è parso piuttosto teso, credo che uscire fosse troppo azzardato. Fare uno o due passi in avanti, forse, avrebbe potuto essere d’aiuto per ridurre lo specchio.

EroAdAtene

No. Era talmente teso e potente il cross, che i margini di intervento non c’erano. Semmai è la difesa del Napoli che si è persa Dzeko.

ROS

…nulla cambia, ma stasera do un ‘insufficienza al NAPOLI e all’arbitro…Dazn invece è da “pezzottare”.
AVANTI NAPOLI!

Modifica il 20 giorni fa da ROS
ConteOliver

e certo, colpa dell’arbitro…

mai riconoscere i meriti agli avversari, mi raccomando

n’sia mai! 😆

Bob Aka Utente11880

Il cerchio si stringe

2010nessuno

E io non vedo le corna, per cui…….

Bob Aka Utente11880

2010 buongiorno e buon anno. Sei troppo criptico per il mio neurone … 😉

2010 nessuno

Buon Anno a te BoB, un aiuto al tuo neurone 😄 il discorso di presentazione alle reclute del sergente Hartman in “Full metal Jacket” oppure quello Luis Gossett jr. (non ricordo il nome del personaggio..) in “Ufficiale e gentiluomo” 😄😄

Furio

forse voleva fare una delle sue leccate ma gli è uscita male

Rosario Frattini

Un Napoli opaco ed imballato perde meritatamente a San Siro. Prima sconfitta dopo 15 giornate. Ingabbiati Osimhen è Kvaratskelia, di suo piuttosto giù e subito pestato intimidatoriamente, il Napoli ha subito la brillantezza dei nerazzurri cercando di controllare il gioco ma concedendo all’ Inter una verticalità piuttosto insidiosa : ed infatti nel I tempi i gol mancati , da Di Marco ed un pessimo Lukaku sono tre . Mentre gli azzurri tirano in porta una sola volta al 90’ a risultato compromesso e con la formazione della disperazione con in campo 4 attaccanti.
In poche parole la prima sconfitta dopo 15 risultati utili è un evento probabile, e lascia la squadra azzurra con 5 punti di vantaggio sulla più immediata inseguitrice e lascia L’ Inter che ha festeggiato la vittoria smodatamente alquanto indietro. Speriamo che la squadra si dimostri più matura del suo pubblico o almeno di una sua parte, minoritaria ma alquanto rumorosa sui social.

Carlo

Ad oggi la Juve ha preso solamente 7 gol in 16 partite, la seconda miglior difesa (Milan e Lazio a pari merito) ne ha presi quasi il doppio.
Siamo a -7 dal Napoli, mancano 22 partite e finora abbiamo giocato con ottocentomila infortunati e assenti vari.
Davvero avete dubbi su chi vincerà il campionato?

Modifica il 20 giorni fa da Carlo
Leo 62

No, ma è da inizio stagione che non ne ho.

Nicola Romano

Si

2010 nessuno

Beh, e tra non molto cominceremo a toglierceli sti dubbi no? Anche io mi sento qualche buona sensazione…..

cipralex

Ciao Carlo. Qui dentro sono un po’ duri di comprendonio ma vedrai che alla fine c’arrivano pure loro ……io ho buone sensazioni…..

Mordechai

Lo Spezia.

EroAdAtene

Una buona Inter batte un brutto Napoli. Bravo Inzaghi a disporre la squadra e a fermare le fonti del gioco della squadra di Spalletti. A Barella e Inzaghi, sarebbe il caso di prescrivere dei buoni calmanti, rischiano o l’espulsione o l’infarto ad ogni partita.
Bombaaaaa… ammazza che brutta ripartenza! 😂

Modifica il 20 giorni fa da EroAdAtene
Nicola Romano

Piu’ o meno come lo stop .

2010 nessuno

Match clou fatto nostro! Non ci speravo tanto ma alla fine vittoria sudata e meritata e battere questa squadra che non aveva mai perso una partita, anche in Europa, da tanto tempo è una cosa di cui la squadra deve essere fiera. In ogni caso grande onore al merito al Napoli.

tom

Partitella della Juve, che rischia qualcosa, ma era prevedibile.
Continuo a ritenere fisicamente troppo leggero Souliè, evidentemente di una categoria inferiore rispetto a Miretti e Fagioli, e in più ha il difetto di tenere la testa troppo bassa quando parte palla al piede.
Buono l’ingresso di Chiesa, che deve registrare un po’ il tiro dopo la lunga assenza. Però sullo scatto sembra lui. Speriamo bene.
Paredes, campione del mondo, ha giocato pochi muniti ma si vede che al massimo può fare la riserva di Fagioli. L’argentino rappresenta per me la delusione maggiore: ne avevo perfino caldeggiato l’acquisto.
Milik è un grande.

cipralex

tom lascia perdere…..già c’hai fatto vendere Bentancur……

tom

Dici che mi danno retta? Allora lasciate perdere SMS, vedete McKennie e esuberi e puntate tutto su Mac Allister… 😂
Però, dai, l’ho azzeccata su Fagioli (uno dei primi a chiedere di puntare su di lui, addirittura prima del prestito alla Cremonese), su Bremer (che alcuni consideravano alla stregua di Rugani), ho caldeggiato l’acquisto di Milik con un anno di anticipo, e ho difeso Kostic dalla critiche ricevute per qualche sbaglio commesso nelle prime partite.
E comunque, sarà stata colpa di Allegri, ma le prestazioni del Benta erano inguardabili al pari di quelle di Arthur… 😂

Modifica il 20 giorni fa da tom
Grande Romeo

Veramente l’ultima stagione buona Bentancur l’ha fatta proprio con il primo Allegri. Poi sia con Sarri che con Pirlo sembrava essersi involuto.
Il ritorno di Allegri non pareva giovargli granché e quindi la cessione, peraltro chiesta da molti di tifosi, oggi deboli di memoria, non è stata un atto scellerato.

Che poi a Londra si sia ripreso non significa che lo avrebbe fatto anche a Torino: a volte cambiare ambiente aiuta a ritrovare gli stimoli che nello sport contano tantissimo.

Mordechai

Tutto giusto e condivisibile, di esempi simili ce ne sono tanti.
Uno dei più eclatanti è proprio quello di Pirlo, negli ultimi tempi a Milano pareva un vecchio scarpone, di fatto lo diedero via come tale e poi …

130
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x