Mondiali Qatar 2022, Polonia-Argentina 0-2, Messi sbaglia un rigore

Mondiali Qatar 2022 – Tranquilli, vanno avanti tutti: Messi e Mbappé hanno attraversato il confine della qualificazione. Le sorprese casomai vengono da Var e maxi recupero, i nuovi totem del gioco del calcio. La paura è passata, l’Argentina va agli ottavi. Ma Alexis e Alvarez con i loro gol alla Polonia di Lewandowski, devono mettere una pezza  sul brutto errore di Messi. Che si è fatto parare un rigore, per altro regalato dall’arbitro ai sudamericani, da Szczesny. Di mano Szczesny avrebbe fatto fallo (lo hanno visto solo arbitro e Var) e di mano glielo ha parato. In quel momento il dio del calcio se l’è vista veramente brutta e già s’immaginava un altro fallimento… Il grande pasticcio che mette in discussione tutto il nuovo calcio tecnologico è invece in Tunisia-Francia. Al 90’+8′ Griezmann segna per la Francia, è 1-1, l’arbitro dà il gol e fischia la fine. Ma interviene il Var, l’arbitro ferma tutto, va al monitor, annulla il gol – e non si capisce nemmeno perché – torna in campo, fa riprendere la partita e ne fa giocare un altro pezzetto. Dopodiché fischia di nuovo la fine, una seconda volta. Abbiamo così la partita con due finali. La prima finisce 1-1 e la seconda finisce 1-0. Insomma la tecnologia e l’interpretazione del regolamento ci avranno forse dato un calcio più giusto (chissà), sicuramente noi umili utenti non ci stiamo capendo nulla…

Non si lascia indietro, nessuno, per ora. E a patto che si faccia parte, a buon diritto, del giro dei grandi. Qualche volta anche un po’ privilegiati. Messi e Mbappé ce li abbiamo possiamo stare tranquilli e guardare avanti, verso gli ottavi. Messi lo hanno tirato su per i capelli due suoi compagni, Alexis e Alvarez, dopo aver sbagliato un rigore, che l’arbitro gli aveva regalato. Non c’era alcun fallo di Szcesny, che però poi – da gran specialista qual è –  gli para il rigore con un tuffo plastico e la mano destra alzata.

  Passato il brivido della sconfitta inaugurale ora l’Argentina va agli ottavi con l’Australia. Non si comincia ancora a fare sul serio, ma insomma, quasi… Idem per la Francia che, fin troppo tranquilla, ha perso la partita con la Tunisia. L’unico fatto degno veramente di nota è la constatazione che le grandi innovazioni del calcio spesso mal si adattano al calcio stesso e alla nostra concezione di spettacolo, intrattenimento, principi di sport e così via. Possono essere congruenti con la modernità e addirittura il futuro, ma spesso non sono congruenti col calcio stesso.

  E’ successo che nei minuti finali della partita si è messo in discussione l’istituzione del Var, o moviola in campo, e il rinnovato istituto del maxirecupero, per cui non sappiamo più quando una partita finisce. E tavolta addirittura, se finisce… Al 90’+8’ Griezmann pareggia la partita con la Tunisia che la Francia sta perdendo. L’arbitro dà il gol e poi fischia la fine. E’ 1-1. Poi la chiamata del Var costringe l’arbitro a “riaprire” la partita, ferma tutti, anche quelli che stavano entrando in campo, va al monitor a riesaminare l’azione, e dopo delle belle chiacchierate con la regia, annulla il gol, ma non si capisce assolutamente perché. Boh, mistero. Ma non finisce qui, l’arbitro neozelandese fa pure riprendere e giocare un altro pezzetto di partita. Che era già stata dichiarata finita.

  Possiamo mettere tutta la tecnologia che vogliamo nel calcio, ma se la mettiamo in mano a personaggi improbabili – è sempre l’uomo tutto sommato a governare il gioco –  non è che il progresso ci dia, solo perché tale, tutta questa tranquillità…

***

CLICCA PER ACCEDERE A RISULTATI, TABELLINI, CLASSIFICHE, VIDEO, TABELLONE

Mondiali Calcio, Qatar 2022. Risultati e Classifiche

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SINTESI

Mondiali Qatar 2022 – Tranquilli, vanno avanti tutti: Messi e Mbappé hanno attraversato il confine della qualificazione. Le sorprese casomai vengono da Var e maxi recupero, i nuovi totem del gioco del calcio. La paura è passata, l’Argentina va agli ottavi. Ma Alexis e Alvarez con i loro gol alla Polonia di Lewandowski, devono mettere una pezza  sul brutto errore di Messi. Che si è fatto parare un rigore, per altro regalato dall’arbitro ai sudamericani, da Szczesny. Di mano Szczesny avrebbe fatto fallo (lo hanno visto solo arbitro e Var) e di mano glielo ha parato. In quel momento il dio del calcio se l’è vista veramente brutta e già s’immaginava un altro fallimento…

Il grande pasticcio che mette in discussione tutto il nuovo calcio tecnologico è invece in Tunisia-Francia. Al 90’+8′ Griezmann segna per la Francia, è 1-1, l’arbitro dà il gol e fischia la fine. Ma interviene il Var, l’arbitro ferma tutto, va al monitor, annulla il gol – e non si capisce nemmeno perché – torna in campo, fa riprendere la partita e ne fa giocare un altro pezzetto. Dopodiché fischia di nuovo la fine, una seconda volta. Abbiamo così la partita con due finali. La prima finisce 1-1 e la seconda finisce 1-0. Insomma la tecnologia e l’interpretazione del regolamento ci avranno forse dato un calcio più giusto (chissà), sicuramente noi umili utenti non ci stiamo capendo nulla…

 

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
55 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Leo 62

E per la seconda volta consecutiva la Germania va a casa dopo il primo turno, al quattordicesimo mondiale che seguo mi è capitato di vederlo a 56 e 60 anni… anche questo è il segno dei tempi che cambiano. Meglio di noi che nemmeno ci andiamo da 8 anni, ma di poco… non giocano nemmno male, ma concretizzano poco.
Ho visto la Spagna che nel secondo tempo è uscita dal campo giocando con inutile supponenza contro un ottimo Giappone, che dopo la Germania si prende lo scalpo anche delle Furie Rosse. Ma alla fine l’unica furia in campo era Luis Enrique… Vero che si è trattato di una fotta di Unai Simon e del terzino sinistro sul primo, e sul secondo sembra proprio che la palla di fatto fosse uscita, ma l’impressione è che questa squadra abbia ancora difetti notevoli… non li vedevo molto prima dei mondiali e non li vedo nemmeno adesso, forse tra quattro anni ma con meno orizzontalità, dopo un po’ due palle… nel secondo tempo non avrebbero segnato nemmeno con mezz’ora di recupero.
Si sta definendo il quadro degli ottavi e non mi meraviglierei troppo, dal non molto che ho visto se il Giappone o il Marocco passassero ai Quarti… non dico tutte e due… ma forse anche si…

Mozilla

La Spagna si è salvata, la Germania Uber alles a casas anche con i gol farlo chi. Giappone prima e quasi Costarica seconda!

Wallysan

In mancanza dell’Italia, grossa soddisfazione per l’eliminazione della Germania!
Fosse stata eliminata anche l’Inghilterra avrei goduto il triplo!!! 😂

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Infatti chi si contenta gode .

Mozilla

Al 60 esimo Germania a casa e Spagna a rischio casa! Era il nostro mondiale! Spero proprio che finisca così anche alla faccia di qualcuno che qui sul blog auspicava un mondiale praticamente con solo squadre europee e sudamericane! Anche se non dovesse finire come mi auguro, le due corazzate europee se la stanno facendo sotto. Intanto il grande Belgio a casa con una bella spinta marocchina! Era il nostro mondiale! Comunque mi diverto anche così.

Rosario Frattini

La caduta degli dei.

8A98D962-FCEE-4A4D-B1DC-120FB41EDA4E.jpeg
tamarrogigante

Un mondiale triste, poi entra lukaku e finalmente si fanno quattro risate

Bob Aka Utente11880

Bravo Luk ! Ti sei tenuto x il mondiale e ora leggo che l’eliminazione del Belgio è anche colpa, oggi, dei tuoi errori … #sfigo

Sydneysider

Bocxa nel mio primo post compare il mio cognome e non lo username.
La privacy?
È tanto chiedere di sostituire il cognome con lo username?
Se no cancelli iil post

malandragem

visto che nessuno si interessa della tua richiesta: se clicchi sull’ icona dell’ingranaggio poco più in alto (di fianco al numero dei commenti del thread) accedi allo storico dei tuoi commenti e da lì puoi cancellare da solo ciò che desideri in qualsiasi momento.

Leo 62

Lukaku alla fine è stato decisivo sul serio…

unclemarvo

Giocatore quasi inutile, non segna mai in una valevole per qualcosa, anzi al massimo ci prova con gli autogoals. Da due anni ruba stipendi fra Milano e Londra. Sul goal mancato di testa è saltato come se avesse i piedi piombati. Roba inguardabile.

Waters

Li ha tenuti per la Supercoppa😀

Leo 62

Se il livello è questo possiamo anche non marcarlo 😉

Il mattino ha loro in Bocca

Bravo Bocca, la vedo già più dubbioso rospetto a quando parla di var nel Campionato nostrano.

Il mattino ha loro in Bocca

😂 😂 rospetto però è simpatico

Romeo

Bocca, in questo momento la mano bisogna darla al trio di cioccolata (cit.) di Torino.

Modifica il 1 mese fa da Romeo
Calasalumi

Una partita geniale quella della Polonia: sotto di due gol aveva la qualificazione in pugno, e ha mandato chiari segnali all’Argentina di non volte più rischiare gialli per cercare un inutile pareggio. I sudamericani hanno colto i segnali, hanno tirato il freno a mano per risparmiare fiato e magari anche possibili infortuni, si sono accontentati anche loro e la partita di fatto è finita in cona cerebrale. Un mezzo 🍪, ma geniale

Mozilla

A due minuti dalla fine l’Argentina faceva ancora melina! La realtà è che ha voluto estromettere il Messico. Come sportivo avrei preferito rivedere ancora il Messico piuttosto che questa c…ta che è la Polonia.

Cuore ross-azzurro

Io non ce l’ho fatta proprio a vedere la partita fino alla fine, era patetico vedere quei passaggetti a centrocampo di gente che non aveva alcuna intenzione di spingersi fino alla metà campo avversaria. Uno spettacolo osceno, ma che chiaramente ha fatto felici i tifosi delle 2 squadre. Sembrava a tratti di rivedere Germania Austria dell’82, che rimane sempre il biscotto più scandaloso dell’intera storia del calcio.

Sydneysider

Bocca, per cortesia, può sistemare il mio precedente commento?
C’è modo di contattarla privatamente?

redant

Vorrei spezzare una lancia a favore di questi mondiali in Qatar: è la prima volta che non si vedono giocatori stramazzare a terra morti anche se solo sfiorati dai colleghi e che giocano mediamente 100-110′ senza lamentarsi di caldo/umidità o altro e rendere i finali inutilmente sofferenti…
Mondiali d’inverno tutta la vita!!!

redant

La manata in faccia a Messi, CF l’ha data con chiarezza, tra l’altro inutilmente.
Rigore ridicolo, ma da regolamento nulla da eccepire, se non il fatto che il Campione già aveva spedito la palla in tribuna.
E’ finita l’era in cui i portieri in uscita siano immuni a tutto e tutti.
Poi CF almeno ha rimediato.
Il Campione si è mangiato l’ennesimo rigore, ma “non è da questi piccoli particolari che si giudicano i giocatori”

Carlo

“E’ finita l’era in cui i portieri in uscita siano immuni a tutto e tutti.”
Infatti adesso non escono più; da vecchio ex portiere alto meno di 1,80, quando vedo ragazzoni di due metri che restano sempre inchiodati sulla linea di porta, ti giuro, mi prende una tristezza…

Modifica il 1 mese fa da Carlo
inox

Buongiorno Fabrizio

Il Belgio è una pippa perfetta. Il Marocco lo demolisce poi, dopo, i marocchini festeggianti, demoliscono Bruxelles. Alla faccia dell’integrazione. Spero che le spese mediche per Lukaku siano equamente ripartite fra Belgio e Inter altrimenti costa più di medicine che di stipendio. A meno che non si prepari, al pari di un “loffo” Lautaro, per il 05 febbraio p.v. ( Il Derby più bello e importante del moooondo). Bella la partita Spagna-Germania 1-1. Ritenevo i tedeschi già sull’aereo. Invece, dopo un riposino, l’altro ieri si riprendono, ritornando quelli che sono dunque, da doverci fare di conto. Sempre. Rocciosi di brutto si ritrovano compatti contro una bella Spagna. Spagna bella da vedere un filo ballerina in difesa. Non è un buon segno. Comunque, questo pareggio, vale quasi come una vittoria impedendo, a breve, un “biscotto” fra spagnoli e giapponesi a danno dei tedeschi a meno di riversare una improbabile caterva di goal in entrambe le reti. Evidentemente, per i giapponesi, continuare nel torneo è un po’ come morire quindi, sia mai e allora, karakiri. Oppure chi la fa l’aspetti: con la Germania dovevano perdere è hanno vinto con il Costarica dovevano vincere e hanno perso. Brasile-Svizzera soporifera poi, i brasiliani come una sveltina, vincono. Portogallo forte in avanti da permettersi Leao a spizzichi e bocconi. Da noi, Leao, uno sfascia partite. Boh! Uruguay rinunciatario. Valverde non pervenuto. Betancour non male. Argentina var-dipendente. Uno scandalo come lo è Messi. Per fortuna non vincerà mai questo mondiale anche se vi è da dire una cosa: l’ultima Argentina è meglio in campo di quella di esordio. Mondiale invernale non è male: al calduccio, piove, tranquillo in casa. Tranquillo , Fabrizio, sino a un certo punto: la casa è presa di mira dalle rumente del grande reset. Fra un po’ ci ritroveremo in casa nostra padroni di niente e con ipoteche pendenti. Qatar si consola: squadra da centro classifica in qualsiasi “promozione” italiana campione del mondo dello sfruttamento e dello schifo. A parte Afif. Afif si, il catariota sulla fascia sinistra, niente male. Lo potremmo prendere noi e così stroncargli la carriera in quattro e quattr’otto.

 

Scaluzzi

Ma a cosa serve la sintesi? E’ praticamente lunga quanto l’articolo. E poi se uno non ha manco voglia di leggersi 20 righe…

Carlo

Emergono nuovi sviluppi inquietanti anche sul fronte della giustizia sportiva.
Covisoc: “Se la società non avesse coperto le proprie perdite con plusvalenze fittizie, non avrebbe superato i parametri richiesti per l’iscrizione al campionato”.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
Prima che veniate nelle mutande, la società in questione è l’Inter, le dichiarazioni sono state rese dal Segretario COVISOC Maugeri al PM di Milano Carlo Nocerino, e il campionato è il 2005/2006… si, proprio quello assegnato a tavolino

Modifica il 1 mese fa da Carlo
Waters

Si vede che sei disperato,fattene una ragione, sono altre le gioie della vita.

Salud.

Carlo

Sono altre le cose che mi fanno disperare, queste mi fanno solo incazzare. Ho un forte senso di giustizia, per questo non hai mai letto una mia parola sulle sentenze di Calciopoli.
Però la tua società ha veramente la faccia come il.

Waters

Non so, se in un thread sui mondiali e Messi parli di episodi di vent’anni fa, non credo sia un fatto normale.
Le alienazioni vengono curate, non sto scherzando.

Carlo

Perché, ripetere ossessivamente “mai retrocessi, orgoglio e vanto d’italia nel mondo” non è un sintomo di alienazione?
Guarda, ragioniere, lascia perdere i problemi mentali, non è proprio il tuo campo.
Pensa a mangiare

malandragem

“mai retrocessi, orgoglio e vanto d’italia nel mondo” non è un sintomo di alienazione?”

strike

Waters

Hai ragione, infatti se noti non lo dico più, sono stato in cura dal grande Castruccio Castracani dello studio associato Vittorino Andreoli, te lo consiglio così la smetti con Facchetti,Tangentopoli, Palazzi eccetera, magari scopi anche di piu 😀😀

Salud.

Carlo

Uau, che classe… davvero, ragioniere? “magari scopi anche di più”? Siamo caduti così in basso?
Ritorna nella tua suite a fumare il tuo sigaro, e ripeto, pensa a mangiare

Dab

Argentina ha giocato male tutto il girone, la Polonia inguardabile.
Adani sedato pesantemente, gli effetti dei farmaci però sono svaniti del corso del secondo tempo.
Mondiali decisamente bruttini ad ora, speriamo che dagli ottavi in poi migliorino un po’. Da rivedere assolutamente l’assegnazione dei posti: a fine gironi saremo con almeno 8 e probabilmente 10 europee su 13 qualificate con 6 gironi vinti su 8. Ai quarti ci saranno per l’ennesima volta 6 europee e due sudamericane.
Scoperto che come discriminante in caso di parità la Fifa, differentemente dalla Uefa, adotta la differenza reti e non lo scontro diretto, cosa assurda quando nell’ultima giornata c’è quasi sempre una squadra già eliminata.

Mozilla

Come mai l’Argentina dopo il secondo gol non ha più giocato? Un altro gol e l’oscena Polonia se ne andava giustamente a casa.

Rosario Frattini

Io sono nato nel 1954 , quindi a buon diritto posso essere considerato diversamente giovane. Del calcio d’ antan, che mi sono concesso in quantità tali da soddisfare la mia natura di vizioso di pallone, ho molto amato la presenza di Storie, tradizioni, emozioni, spesso , ahimè, frutto solo di un’ accorta narrazione. E ne ho sempre detestato L’ i inevitabilità della presenza di un’ ingiustizia che sembrava intrinseca alla stessa natura del gioco, ingiustizia che poi era frutto del potere politico, economico e mediatico di un pugno di squadre ( le “grandi”) a danno di altre. E hai un bel dire è la natura del gioco. Poco da fare : sudditanza psicologica a favore del Foggia ( o del Getafe o del Brighton) non ne ho mai vista per quasi sessant’anni. Quindi L’ introduzione di tecnologia che aiutasse a riparare gli errori più evidenti mi ha visto favorevole. L’ introduzione del Var, in mancanza di protocolli di utilizzo trasparenti e di inevitabili aggiornamenti dei Regolamenti, insieme all’ inevitabile risentimento degli arbitri nel veder sminuita la propria funzione di giudice monocratico ed inappellabile, ha portato a confusione ed ambiguità nel suo utilizzo e nei suoi esiti. Anche se le contraddizioni ed incongruenze maggiori, sono a monte , in un Regolamento internazionale , e relative norme di attuazione, concepito secondo me da una serie di persone che non hanno mai calpestato un campo di calcio, nemmeno oratoriale e con esiti inguardabili come nel mio caso, e che hanno a cuore un fermo e perverso intento di favorire lo “spettacolo” qualunque cosa significhi. Anzi sì: caterve di gol, corsa frenetica, attuazione di figure da ginnastica artistica, piuttosto che da uno sport che prevede il contatto fisico e fin dalle sue origini,a metà 800, non è alieno dalle ruvidezze.
Quindi a mio modesto parere, che non conta un bene amato, è su questo che bisogna intervenire e non sull’ uso della tecnologia che altri sport , rugby, basket, volley, hanno tranquillamente assorbito e accettato. Una breve chiosa sui recupero monstre: se L’ intento è reprimere le perdite di tempo , L’ ostruzionismo stupido e protervo, ben venga. Ma anche in questo caso L’ importante è la trasparenza, la pubblicazione di un protocollo e di linee guida destinate ad arbitri ed addetti ai lavori, che indichino con chiarezza le situazioni di gioco e non gioco che comportano un recupero e la sua entità per ognuna di esse( gol ed esultanza relativa, infortunio, sostituzioni) oppure, come più volte discusso col mio amico Roberto Liberale, lasciare la relativa arbitrarietà nell’ assegnazione del recupero come adesso , ma farlo segnalare prima dell’ 80” e introdurre il tempo reale, che comunque rimane estraneo allo spirito del calcio, qualunque cosa sia, per ultimi dieci minuti e il recupero .

Waters

Ieri sera dopo aver gustato uno splendido agnello di Zeri – zona Pontremoli – presidio slow food – in duplice versione, al forno con patate di montagna e fritto con una spruzzata di limone di Amalfi, con un bel bicchiere di Pinot nero di Albert Boxler – zona Niedermoschwir Alsazia, Bas Rhin – mi sono apprestato a seguire Argentina Polonia, evidenti i progressi dei biancocelesti,dominio assoluto e conseguente tiro al bersaglio, basterà per fare un grande mondiale? Difficile dirlo, ma Scaloni capisce di calcio ed i correttivi sono stati efficaci, da Adanista convinto sono stato anch’io entusiasta della prestazione di Messi, nonostante il rigore sbagliato – per me da sempre il più grande – ha sfornato assistito e tiri in grande quantità, solo per caso è mancato il gol.

Salud.

Il mattino ha loro in Bocca

“ha sfornato assistito..” dopo l’agnello di Zeri (10) anch’io avrei scritto così..

Vipe

Considerato l’ incipit ho capito perché ti è piaciuto Messi:
… ha sfornato…

Quattroquattronovetredue

Da agnelli a abbacchi è un attimo.

Sydneysider

Come lo definite un giocatore che si prende il merito di un gol in cui non ha nemmeno sfiorato palla sottraendolo al suo compagno di squadra?

Ronaldo

L'ESORCISTA

Egocentrico, però come lo rivorrei.
Tieni però conto che quel gol Fernandes senza il suo “velo” non l’avrebbe certo segnato.
Ma va bene così Fernandes ha fatto una partita strepitosa, migliore in campo e doppietta.
Io tengo per il Portogallo, a seguire Argentina anche se faccio fatica a decifrarli.
Oggi mi godrò il Marocco squadra rivelazione di questi Mondiali, giocano veramente bene.

Waters

Magari con un contratto meno oneroso e più chiaro, forse.

Salud.

Dab

dio che pesantezza, posto che senza Ronaldo lì Fernandez non avrebbe mai segnato, è possibile benissimo che pensasse di avere toccato il pallone.
Invece di godersi gli ultimi lampi di uno dei cinque giocatori più forti di sempre. bisogna trovare il modo di denigrarlo senza motivo (stesso discorso per Messi).

Rosario Frattini

Hai visto giocare Puskas, Valentino Mazzola, Meazza, Hydeguti, Didì , Vava’ ?
o Leonidas, Sindelar,!Piola?
io no, quindi sono sempre cautonello sbilanciarmi sui calciatori più forti di sempre.

Dab

Francamente altra epoca era un altro sport, come paragonare Mikan e Shaq nel basket, diciamo del calcio moderno dal ’70 ad oggi, comunque trovami qualcun’altro che per lunghezza di carriera, gol e titoli vinti ci va vicino, giusto Messi (Maradona, Pelè, Cruijff, Platini, Van Basten l’altro Ronaldo a 30 anni avevano finito ad alto livello)

Totonno58

Lo ripeto, l’Argentina è una mezza chiavica…ma contro una chiavica totale come la Polonia, il divario è stato netto…Macedonia del Nord e Italia sarebbero tranquillamente state prima e seconda in questo girone…ed in qualche altro…:):):)

Calasalumi

Secondo me la Polonia non è stata chiavica ma intelligente: ormai sapeva che per qualificarsi era fatta, ha smesso di giocare per evitare gialli che avrebbero potuto influire sul Fair play e ha semplicemente controllato il risultato. Non aveva nessun senso rischiare per cercare il pareggio, e di conseguenza pure l’Argentina non ha spinto oltre. Un mezzo biscotto 🍪

redant

L’Italia non si è qualificata per demerito proprio… Vedere al Mondiale squadre ridicole, non fa altro che aumentare l’amarezza di non esserci.

2010 nessuno

Eh già, proprio così.

il ghiro

FWC – Q22 Day Ten
Khazri Amari. Contro la Tunisia Deschamps già qualificato si permette un vertiginoso turnover, nove titolari fuori, dentro le seconde linee. Attacca solo la Tunisia, la Francia B in forte affanno, un gol annullato a Ghandri per f.g., per i galletti solo un tiraccio di Coman a lato. Ovviamente la Tunisia non mette sotto la vera Francia, ma una sua brutta copia. Male l’esperimento Camavinga, tanto che nella ripresa Khazri buca la difesa e infila Mandanda, allora entrano Mbappé, Rabiot e Saliba per raddrizzare la gara. Ma la Tunisia adesso fa le barricate all’ingresso dell’area e riparte sempre con pericolosità, entrano Griezmann e Dembelè, e nonostante i continui tentativi dei francesi, gol annullato a Griezmann, il risultato non cambia, bella rivalsa dei nordafricani sui loro ex-colonizzatori. P.S. Ma la vittoria non serve perché l’Australia va agli ottavi battendo a sorpresa e meritatamente la Danimarca.   
Polacchi Pollastri? Macchè. Preoccupazioni per il caso Juve da ambo le parti, Szczesny e Milik con Di Maria e Paredes si staranno chiedendo che succede. Ma ora siamo in Qatar, alla resa dei conti. Contro una Polonia in formazione tipo (Swiderski e non Piatek ad affiancare Lewa), Scaloni schiera sulle fasce Molina e Acuña, a centrocampo con De Paul il tosto McAllister e il giovane Fernandez, davanti l’estro di Di Maria e della Pulce a supportare Alvarez. Un primo tempo giocato dai gauchos sempre all’attacco, ma il contributo di De Paul, Di Maria e Alvarez alle iniziative di Messi è troppo modesto per bucare la difesa polacca, nemmeno un ‘rigoretto’ gentilmente offerto da Makkelie è sufficiente, C.F. ottimo sul tiro a mezz’altezza di Lio. Dentro Skoras e Kaminski, e va in gol lo “scozzese” Mac Allister, rasoterra sbucciato, palo e rete. Entrano Tagliafico e Paredes, dopo una lunga serie di passaggi arriva il gol n.2 di Alvarez, entrano Pezzella e Lautaro, che si pappa un gol clamoroso. La partita diventa un languido tango, melina insopportabile. P.S. Spiegazione: i polacchi si stavano qualificando per il minor numero di gialli rispetto al Messico, e stavano evitando ogni contatto fisico; a fine partita scoprono che l’Arabia Saudita aveva segnato, tutta manfrina inutile. Lewa e i suoi sono agli ottavi insieme a Messi, baci e abbracci, mancava solo la Vedova Cliquot.

55
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x