Mondiali Qatar, Argentina - Arabia Saudita 1-2

Mondiali Qatar 2022 – La clamorosa sconfitta dell’Argentina contro l’Arabia Saudita. Il Mondiale per Messi resta una grande fonte di sofferenza e anche una maledizione. In campo Messi, Lautaro, Di Maria, Papu Gomez, Paredes etc. ma non è bastato: l’Argentina è stata capace di produrre un rigore, qualche occasione e finire sempre nella trappola del fuorigioco. Se senza l’Italia avevate deciso di tifare Argentina beh, forse fate in tempo a cambiare subito cavallo… Il Made in Italy piuttosto lo ritrovate bello intatto e prezioso nella Francia campione del mondo che vince non solo con Mbappé, ma soprattutto Rabiot e Giroud. E mettiamoci poi anche Theo Hernandez, anche lui preziosissimo. Insomma ritrovarsi ai Mondiali con un elegante mercì francese rivolto ad Allegri e Pioli fa parecchi strano…

Povero Messi: ogni volta che si parla di Maradona e di Mondiali…

Se è vero che questo è l’ultimo Mondiale di Lionel Messi,  il più grande giocatore della storia da molti paragonato a suo papà Maradona, la sconfitta con l’Arabia Saudita alla partita d’esordio dei Mondiali getta ombre angoscianti sui prossimi decisivi giorni del campione. Che già ha assunto quellì’atteggiamento da cocker bagnato tipico di queste situazioni, ahilui fin troppo ricorrenti quando si parla di Mondiali. E pure di Maradona… Il Mondiale è il grande assente, il grande cruccio, il grande buco nella storia interstellare di Messi. Il Mondiale è fonte per il nostro di angoscia, è come se si sentisse a un passo da Dio ma non riuscisse mai a sfiorarlo.

  E’ successo che l’Argentina ha sbagliato completamente l’ingresso al Mondiale, è inciampata praticamente sulle scale del campo, dopo un rigorello segnato da Messi, va avanti clamorosamente l’Arabia Saudita e così clamorosamente  la partita resta. Messi e compagni s’inceppano sulla linea del fuorigioco, impappinandosi e non riuscendo a concretizzare le occasioni prodotte. Non è sfortuna è dabbenaggine.

  Non vi dico i giornali argentini rimastici malissimo, si va da “derrota historica” a “batacazo”, equivalente più o meno alla nostra mazzata. Prima di riparlare di Argentina favorita per la vittoria mondiale – probabilmente la colpa di cotanto scivolone con musata sul marciapiede è stata proprio questa… – sarà bene preoccuparsipiù per ora di una banalissima qualificazione, non proprio così semplice e scontata.

  Anche noi ci rimaniamo un po’ così. Avevamo visto Messi, che ha parenti italiani, Lautaro, Di Maria, De Paul, Paredes, Romero, il vecchio caro Papu Gomez e ci sembrava se non di essere a casa, quanto meno di aver trovato un bel surrogato della nostra Italia esclusa da tanto ben di dio di calcio. Mal ce ne incolse qui si rischia di finire dalla padella nella brace.

  Chi vuole può cogliere la palla al balzo, scendere da questo treno e saltare prontamente su un altro.

Il rigore sbagliato di Lewandowski e la sindrome Messi

Il Mondiale in Qatar pare avere molta voglia di triturare certi supercampioni e magari scoprirne altri. Maltrattato Messi, tocca a Lewandowski che ha l’occasione per far vincere la sua Polonia contro il Messico e spreca un preziosissimo rigore, sparacchia malamente un pallone fiacco. Un grande attaccante impaurito e intimidito. Potremmo chiamarla sindrome Messi?

Incredibile quella Francia così Made in Italy

Rabiot, Giroud (2) e Mbappé. Con il contributo di Theo Hernandez, anche lui come Giroud della bottega artigiana di Pioli, di cui tenere conto. Due terzi dei gol della Francia campione del mondo sono made in Italy. Da una parte guardando la Francia ci si stupisce di tanta grandeur e abbondanza di campioni, dall’altra ci si stupisce pure che la Serie A abbia dato il suo contributo. Pure abbastanza decisivo. Noi che siamo così in crisi e oggettivamente allo sbando. Eppure la malandata Juve di Allegri ha fornito a Deschamps un Rabiot letteralmente ricostruito, un altro giocatore rispetto a quello depresso e inconsistente delle prime stagioni in bianconero. Giroud è il classico attaccante anzianotto che invecchiando migliora, cresce, acquista capacità, ma soprattutto leggerezza nel gioco. E’ uno con cui le cose, e i gol, ti vengono facile. Ah, beati loro.

***

CLICCA PER ACCEDERE A RISULTATI E CLASSIFICHE

Mondiali Calcio, Qatar 2022. Risultati e Classifiche

***

SINTESI

Mondiali Qatar 2022 – La clamorosa sconfitta dell’Argentina contro l’Arabia Saudita. Il Mondiale per Messi resta una grande fonte di sofferenza e anche una maledizione. In campo Messi, Lautaro, Di Maria, Papu Gomez, Paredes etc. ma non è bastato: l’Argentina è stata capace di produrre un rigore, qualche occasione e finire sempre nella trappola del fuorigioco. Se senza l’Italia avevate deciso di tifare Argentina beh, forse fate in tempo a cambiare subito cavallo… Il Made in Italy piuttosto lo ritrovate bello intatto e prezioso nella Francia campione del mondo che vince non solo con Mbappé, ma soprattutto Rabiot e Giroud. E mettiamoci poi anche Theo Hernandez, anche lui preziosissimo. Insomma ritrovarsi ai Mondiali con un elegante mercì francese rivolto ad Allegri e Pioli fa parecchi strano…

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
90 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Leo 62

Lo Sparviero colpisce ancora…

Rosario Frattini

Banzai Nippon.

F91AF945-A8E2-48F0-AABE-A0A4F4992D3B.jpeg
Mark Renton

È il mondiale delle anomalie: un bel Marocco ferma la Croazia senza sfigurare, ma la grande sorpresa arriva successivamente con la clamorosa vittoria del Giappone contro la Germania.
I tedeschi non sembrano irresistibili, ma il modo in cui gli asiatici resistono e la ribaltano è degno di quel fantastico cartone animato noto in Italia come Holly e Benji.
Ora tocca alla Spagna, chissà se i costaricani sono tosti e coriacei come quelli che nel 2014 ci batterono.

Menzione per i tedeschi che comunque compiono un gesto simbolico nella foto di gruppo. Anche per questo, un po’ mi dispiace che abbiano perso.

Tresca

E domani tutti a guffare contro il Brasile – não vamos deixar a maldita esquerda corrupta que fraudou as eleições tomar o poder

abbasso la maggioranza

7

Rosario Frattini

Don’t cry for me, Argentina.

CC68A32F-48CF-4FF1-B51F-BEC6F305B7AA.jpeg
leopoldo

Il problema delle nazionali sudamericane sono sempre stati gli allenatori. L’unco veramente di valore degli ultimi 30 anni è stato Carlos Bilardo. Non male anche Felipao Scolari. Anche se su di lui c’è la più vergognosa sconfitta mai subita dal Brasile. A proposito chi è il ct del Brasile? Tornando all’Argentina come si fa a giocare in attacco con due giocatori bolliti come Di Maria e Paredes. Uno anche lui bollito che però si chiama Messi.E oltre a questi anche il Papu Gomez che dopo i fasti atalantini è tornato un discreto giocatore normale. Solo un Asino può non far giocare Dybala. Certo che Allegri rispetto a questi tecnici sembra un genio della tattica e delle scelte dei giocatori. Questi mondiali comunque sono ridicoli. Si danno rigori senza senso come contro l’Iran e contro l’Arabia appunto. Si danno dei recuperi assurdi sfinendo giocatori e telespettatori (il pubblico non lo so non sono li purtoppo): Sinceramente più che dei mondiali sembrano i giochi panamericani o panasiatici o giochi del Mediterraneo che dir si voglia.

Mark Renton

Parreira fu molto bravo, nel 1994, a resistere alla pressione di media e tifosi che volevano le tre punte più quel mezzo bidone di Raí titolare.
Non era un Brasile imbattibile, ma era in Brasile tosto con una grande coppia di attaccanti.
Molti dissero che in quella squadra c’erano scarti del campionato italiano, ma il campionato di allora non era come quello di adesso, gente come Dunga, Branco, Mazinho, Taffarel, Aldair, oggi sarebbero titolari ovunque.
E diciamolo, in finale ci andò di lusso nel perderla ai rigori, ebbero delle palle gol clamorose e la partita la fecero loro.

Totonno58

A dire il vero ci andò di lusso arrivare in finale…lì lasciammo il pallone a loro ma le migliori occasioni le avemmo noi…

Carlo lll

Dybala, zaniolo e affini sono mezzi giocatori. Zaniolo è anche sopravvalutato alla grande. Fattene una ragione.

Boris

Quanta saccenza a coprire un’incompetenza comica! Dybala con Zaniolo non c’entra nulla. Il secondo ha ancora tutto da dimostrare, Dybala ha già vinto da assoluto protagonista diversi trofei (almeno tre campionati più un approdo ad una finale di Champions da trascinatore!), ha segnato oltre 100 gol in serie A, 150 in carriera, il 90% di qualità eccelsa, è il giocatore in attività più determinante nello sbloccare le partite (su questo blog era stata postata una inequivocabile statistica che lo dimostrava e dimostarava anche che era anche una bufala enorme il fatto che non segnesse contro le cosiddette big, dato che quasi la metà della sua produzione è stata fatta contro Lazio, Inter, Milan, Roma, Napoli e Torino…). E anche nella stagione in corso, negli 800 e rotti minuti giocati con la Roma, è quasi sempre stato il migliore in campo, andando a referto con 7 gol e 2 assist.
Gli affini cercali da qualche altra parte.

Modifica il 15 giorni fa da Boris
Carlo lll

Che curriculum, accidenti. Però Mi sfugge il perché la quasi totalità degli allenatori argentini nonl’hanno mai messo al centro del progetto ( o come sostituto di Messi). Gli affini sono quei calciatori che gente ” competente ” come te considera campioni..

Ps
Come caratteristiche fisico- atletiche ovviamente sono diversi, ma come ruolo giocano grossomodo nella stessa posizione ( come sottopunta alla spalle di Abrham)
Cambia sport, sient’ammè

Modifica il 14 giorni fa da Carlo lll
Boris

Messi gioca sempre, il suo sostituto in Nazionale arriverà quando smetterà. E con lui gioca chi dice lui, non chi gli pesta i piedi. Leao sta in panca, CR7 gioca: funziona così. Punto. Che poi Paulino non sia un torero, quello ci sta, ma non lo è mai stato nememno Messi, che fuori dal Grande Barca ha fatto più o meno scena muta.

Il curriculm di Dybala lo possono contare… aspetta che faccio un calcolo veloce… il 2% dei calciatori di tutti i tempi? Siamo lì…

Ma tu credi che vincere sia facile? Che fare 150 gol (che contano e pesano), gol fantastici – perché nel calcio conta anche la meraviglia: incredibile doverlo dire a chi ha avuto in squadra Maradona! – neanche giocando da punta, a 29 anni appena compiuti, sia facile?

Guarda che mica tutti devono essere Messi o Ronaldo, eh…?!

Tu è meglio che continui con quella convinzione da ossessionato dei napoletani che non potrebbero esibire il loro tifo, su cose così sei imbattibile, ma appena ti cimenti di calcio vero, è un disastro, non sai proprio quello che dici…

Manco avevi capito che il confronto tra Zaniolo e Dybala non si pone nemmeno per qualità intrinseche e, appunto, curriculum…

Tra l’altro… “la totalità degli allenatori argentini”… bella roba quelli dell’ultimo decennio/ventennio

Ma tu vai via convinto di aver fatto l’ennesima figura di merda solo perché sei napolista e tutti sono invidiosi…

Carlo lll

Io rimango convinto che se fosse stato tutto sta’ roba che hai citato tu, qualsiasi allenatore argentino ( anche gli scarsoni che hanno avuto negli ultimi 10 anni) gli avrebbe trovato un posto al fianco di Messi. Evidentemente l’hanno sempre considerato un ottimo calciatore ma non un fuoriclasse. Uno che puoi farlo entrare fresco nell’ultimo quarto d’ora per ravvivare l’attacco.
A me hanno sempre insegnato che se hai due grandissimi , anche se hann caratteristiche simili, giocano sempre insieme. In tutte le latitudini.

Mark Renton

Wikipedia dice 5 gol con la Roma.
Comunque essere decisivo in serie A non è come essere decisivo in premier, liga, o Bundesliga.
Infatti ricordo il suo fantasma in campo a Cardiff nel 2017 ma anche i rigori sbagliati in Supercoppa contro il Milan e in finale di coppa Italia contro il Napoli.
Ma certamente ieri non avrebbe fatto peggio di Messi.
Sicuramente potrebbe dare un contributo molto più attivo di quello di Messi, al momento.

Boris

Cinque in campionato e due in EL, fanno sette.
Nella finale del 2007 non fu l’unico a patire i mostri del Real (la sfiga di incontrare le due migliori squadre della storia del calcio in finale, hanno pesato), ma fin là, fino a Cardiff, ce li aveva trascinati anche (se non soprattutto) lui. I rigori sbagliati… in Supercoppa a Doha a Natale nel deserto… e nella Coppa Italia prima partita post lockdown, giocata come una finale Birra Moretti senza neanche i tempi supplementari… ma parli sul serio…?

Credo anch’io che il miglior Dybala potrebbe dare un grande contributo a questa Argentina.

Modifica il 14 giorni fa da Boris
Waters

Ciao, come giudichi il Flaco Menotti? Vinse con una squadra mediocre, portiere così così, Fillol non era certamente Zenga, un trio di difensori come Olguin,Tarantini,e Luis Galvan che erano un inno alla mediocrità, li teneva in piedi il grande Passarella, a centrocampo Vila e Ardiles non facevano più di un passaggio di due metri in orizzontale, Luque era scarso, un petit Darione Hubner, il mondiale- oltre agli arbitri e all’ambiente – lo vinse Kempes, sembrava unto dal signore, si buttava avanti la palla e tra mille rimpalli favorevoli la buttava dentro, ad ogni modo con l’Italia perse, col Brasile credo pareggio,l’Olanda la battè ai supplementari,al novantesimo non vinse contro nessuna grande squadra,ho anche il ricordo nelle quali del petto di Tresor trasformato in rigore. Però l’hombre aveva grande càrisma, con l’imperitura sigaretta in bocca, sguardo istrionico nel vuoto, non sapevi se c’era o ci faceva, poi credo che allenò in Spagnaxa Valencia o Siviglia,ma non fece molto.
Salud.

Guglielmino degli Ubertini

Tutto vero, ma dimentichi che il miglior portiere per l’Argentia fu Ramon Quiroga.
Comunque, in quel mondiale abbiamo visto una delle migliori squadre azzurre di sempre.

Leo 62

Mi sa che Ardiles te lo ricordi poco Andrea… Luque invece te lo ricordi benissimo… 😉

Carlo

Ardiles uno dei più grandi centrocampisti che io abbia mai visto giocare. Oltretutto giocava col numero 1…

Totonno58

Menotti era un personaggio carismatico, molto chiacchierone…il mondiale lo vinsero “avventurosamente”(diciamo così…sarebbe interessante riguardarsi le loro partite una per una…)P.S.Fillol era un portierone!

Rosario Frattini

Andrea, suArdiles non sono d’accordo. Raramente ho visto un calciatore dall’ intelligenza tattica pari alla sua.

il ghiro

F.W.C. – Q22 – Day Two
LA Rab(b)ia Saudita – Messi Male
Nella seconda giornata sono scese in campo due delle pretendenti al trono, Argentina e Francia, che, sia pure un po’ acciaccatelle, sono sempre nel ristretto lotto delle favorite. Cominciano i gauchos di Lionel Scaloni, con una formazione riveduta rispetto all’ultima amichevole con gli Emirati, fuori Foyth, Lisandro Martinez e Álvarez, dentro Molina, Romero e Lautaro Martinez, giocano sia Messi che Di Maria, entrambi non al meglio. Dopo un ‘rigoretto’ di Messi per un abbraccio in area troppo caloroso, e un trio di gol di Messi (1) e Lautaro (2) annullati per f.g., nella ripresa Al-Shehri pareggia beffando Romero e Martinez, poi ancora il capitano Al-Dawsari infila lo stupendo gol del vantaggio. Poi una accorta partita di contenimento, mai un rinvio alla ‘viva il mullah’. L’albiceleste dei vecchi e stanchi Messi e Di Maria cede ai giovani e pimpanti sauditi, sempre primi sul pallone, per loro una manciata di gialli spesi molto bene. Male globalmente Scaloni e i suoi, bene tutti gli arabi, benissimo la “Volpe”, il C.T. francese Hervè Renard, un giorno vi racconterò la sua storia.
A seguire le due partite meno attese, prima Danimarca-Tunisia, finita a reti inviolate solo per la grandissima prova dei due portieri, il ben noto Schmeichel jr. e lo sconosciuto Dahmen, portierino dello Sfax, uno dei pochi tunisini a giocare in patria; poi Messico-Polonia, le cattolicissime a confronto, un duello tra l’attacco polacco e la difesa ‘tricolor’, c’è molta Italia tra i polacchi, nel Messico il solo Lozano, un ‘rigoretto’ per ostruzione di Moreno su Lewa cannato dal polacco, bravo il vecchio Ochoa, quinto mondiale per lui. Se Lozano, Vega e Antuna avessero un grammo di cervello per ogni km corso, il Messico avrebbe potuto sfoderare una seconda sorpresa.
In serata arriva l’altra partita attesa dai più, il confronto della favorita Francia contro i canguri. Qualche sorpresa da parte di Didi, in panca Varane, Theo, Fofana, ma gli altri sulla carta dovrebbero bastare per portarla a casa, anche se l’Australia è tosta e arbitro e VAR appartengono al Commonwealth. A casa Pogba, Kanté, Kimpembé e Benzema, solo Rabiot e Giroud a rappresentare la Serie A. Passa in vantaggio l’Australia con una splendida azione in contropiede, Goodwin infila Lloris, entra il fratellino Theo per l’infortunato Lucas, pareggia con una zuccata rabbiosa Rabiot, poi ancora ‘strappa’ Rabiot, assist per Giroud che infila facile Ryan, una pappata clamorosa di Mbappé un palo scorticato da Irvine. Nella ripresa, dopo un paio di salvataggi sulla linea, cross da dx di Dembele per il tocco di testa di Mbappé, cross da sx di Mbappé per il colpo di testa di Giroud, e sono quattro.

Gbp

Adiós nonino

Crosbeef

Mi correggo, non coppa ma ceppa

Crosbeef

Aiuto, sto vedendo Francia Australia e chiedo se c’è un modo per disattivare i due cronisti che parlano di cose che con la partita non c’entrano una beneamata coppa, che 🥎🥎

Mark Renton

Seleziona il secondo audio nelle impostazioni

Carlo

Accidenti che pippa sto Rabiot, in 30 minuti solo un gol e un assist… ma con chi gioca, con la Pergolettese?

Bel-Ami

Vi prego, non usate l’indomita Pergolettese quale termine di paragone o cartina di tornasole della broccaggine. I gialloblù veleggiano orgogliosi in C, ed io in Val Badia per indossare una Ralph Lauren a fasce gialloblù a 40 anni fui scambiato per un loro futbolista in ritiro!!!! 🤣🤣

Carlo

Hai ragione, chiedo perdono… è che per me la Pergolettese è un paradigma, un po’ come la casalinga di Voghera!
Vorrà dire che userò la Zumellese, e in ogni caso forza gialloblu!!!

Leo 62

Oggi visto niente e a quanto pare perso poco, ma come ha fatto l’Argentina a perdere con l’Arabia?… visti solo i gol, il primo è una fotta clamorosa di Romero in coabitazione con il portiere, in Serie C quel gol non lo prendono mai. Il secondo invece è stato bello, il vero Diez a quanto pare stava con quelli verdi… ma pure lì difesa quanto meno rivedibile.
Il successivo pari tra Messico e Polonia potrebbe dare una mano, ma mi sa che nei confronti dell’albiceleste sono stato troppo ottimista questa volta… ( peraltro, dando un’occhiata alla rosa i due migliori giocatori c’hanno 35 anni… ).
Questa sera mi vedo la Francia insieme ai franciosi e vediamo che succede… Magari ci pensa Oliviero…

Waters

Ma Diez è il nipote del nostro Renato?

Leo 62

Maybe… 😉

Boris

Non è molto chiaro, Bocca… Chi sarebbe “il più grande giocatore della storia”…?

MJ23 - JAN PALACH VIVE -.

Mi ero preparato come al solito, quando ci sono i Mondiali da seguire: t-shirt, costume da bagno, asciugamano da mare, infradito, birrona ghiacciata e via. Ma arrivato al chiosco sulla spiaggia sotto casa ho trovato tutto spento, chiuso, deserto.
Ma esiste un qualcosa di più triste dei Mondiali a novembre? I Mondiali a novembre senza l’Italia.

Comunque, visto che parlare di calcio mondiale, di calcio a livelli assoluti, equivale a parlare di Juve, teniamo ben presente che abbiamo un prestigiosissimo primato da difendere e possibilmente consolidare:

”La Juventus, con 25 elementi, guida la particolare classifica dei club che vantano giocatori campioni del mondo con la propria nazionale: ai succitati 22 italiani, vanno infatti aggiunti 3 francesi, ovvero Didier Deschamps e Zinédine Zidane nell’edizione di Francia 1998, e Blaise Matuidi in quella di Russia 2018.”

Segue il Bayern Monaco a 24 e con mia enorme sorpresa l’Inter a 19 (che inevitabilmente ha beneficiato dell’apporto degli juventini).
Per nessun motivo al mondo deve vincere la Germania, ok invece Brasile e Argentina. Se vince la Francia manteniamo il primo posto.

E con la vittoria dell’Arabia Saudita sull’Argentina abbiamo anche perso il poco invidiabile titolo di sconfitta più umiliante della stagione che detenevamo dopo la figuraccia rimediata ad Haifa.

Mark Renton

Mi hai fatto venire voglia di tifare Germania.

L’importanza che date a queste scemenze lascia il tempo che trova.

MJ23 - JAN PALACH VIVE -.

”La storia siamo noi, nessuno si senta offeso… ”

Boris

“…nessuno si senta escluso…”, che c’hano pure avuto pure il coraggio di andare in piazza tutti sudati per conto terzi nell’estate post Farsopoli… con in campo in finale 14 juventuni di quegli anni là… più Lippi in panchina, più Platini (altro legnato dalla giustizia farsa a comando) in tribuna….

Waters

E forse anche Rummenigge nell’86…ma non sono sicuro se segnó,mi ricordo il gol di Voeller del 2 pari, non so se l’1/2 lo fece Karl Heinz oppure Allofs.
Risalud.

MJ23 - JAN PALACH VIVE -.

Vabbeh, tu da buon interista sei abituato a far valere i terzi posti come vittorie, ma che senso ha considerare i goal nelle finali perse?
Guarda qui questo elenco, da notare soprattutto lo score nel momento della segnatura:

Italia – Cecoslovacchia, Mumo Orsi da 0-1 a 1-1;

Francia – Brasile, Zizou Zidane da 0-0 a 2-0

Italia – Germania, Pablito e Marco Tardelli da 0-0 a 2-0.

Voglio dire, pur con tutto l’affetto e la stima di questo mondo, Spillo Altobelli realizza il goal contro la Germania a partita oramai chiusa.

Inoltre, quante volte l’ abbiamo ascoltata nelle telecronache l’espressione: ”… questo salvataggio vale come un goal… ”. Sappi che venne utilizzata per la prima volta dopo il seguente intervento del Monumento. Questo, da solo, vale la Coppa

comment image

Waters

La parata di Superdino sul colpo di testa di Oscar, se non erro.

Waters

Vanno considerati anche i gol nelle finali perse, nello specifico Perisic, Rummenigge e Bonimba, il gol del mantovano comunque mi diede una gioia incredibile, sebbene ero un pischello…diede una grande speranza per il secondo tempo, per me un gol fantastico, nonostante l’hombre vertical – il sommo Gigi Riva – lo ostacoló.
Ciaoo.

Waters

Però noi siamo la squadra che ha avuto più marcatori in finale…ti rammento Boninsegna, Altobelli,Brehme, Ronaldo,Ronaldo,Materazzi,Perisic….
Salud.

Apolide dell'orda

C’è anche Rummenigge nel 1986, dubbio fugato. Ma vi talloniamo, a sole due lunghezze di distanza: quest’anno accorceremo ulteriormente quando segnerà Alex Sandro in finale!

la cassazione

Ronaldo-Ronaldo col trinagolino in testa, durante la più modesta edizione della storia dei Campionati del Mondo di calcio (colpevolmente bucata da un Trapattoni bollitissimo), quella del 2002, non era già più un giocatore dell’Inter, ma del Real.

Boninsegna, Altobelli, Rumenigge, Bhehme, Materazzi e Perisic (2 gol su 6 determinanti), si.

Che trovano risposta in quelli (ben più derminanti: 5 su 6!) di Orsi, Paolo Rossi, Paolo Rossi, Zidane, Zidane e Mandžukić.

Così come nelle finali dei campionati Europei, 4 gol determinati di Anastasi, Platini, Trezeguet e Bonucci.

Apolide dell'orda

Nooooo, non fu una doppietta di Paolo Rossi, il secondo gol fu segnato da Tardelli(non cambia il conteggio totale delle reti bianconere, ovviamente)!

Boris

Esatto! Quello di RCS che scrive i libri-banalità sugli italians e sugli interismi (o isterismi, non ho ancora capito…), dopo i lacrimoni del 5 maggio, quando lo aveva rivisto allegro neomadrilista al Mundial asiatico, lo aveva definito Coniglio Mannaro

P.S. Uno in meno di Paolino Rossi e uno in più, indimenticabile, di Marchino Tardelli.

Mark Renton

Veramente era ancora tesserato con l’Inte, Ronaldo. Firmò due mesi dopo per il Real.
Perché hai messo Rossi due volte? Forse volevi scrivere Tardelli?

Waters

Più che Cassazione, sei un primo grado nei processi pilotati da Previti😂tutt’al più la famosa prima sezione di Corrado Carnevale.
Ronaldo era interistintissimo in quanto gioco il campionato con i nerazzurri, inoltre la finale si tenne a fine giugno e la cessione due mesi dopo.

Salud.

Boris

Talmente interista che quello con la scucchia scentrata che scrive i libri-banalità sugli italians e sugli interismi (o isterismi, non ho ancora capito…), dopo i lacrimoni del 5 maggio, quando lo aveva rivisto allegro neomadrilista al Mundial asiatico (lo sapevano già tutti che se ne sarebbe andato dall’Inter!), lo aveva definito Coniglio Mannaro

Come la fidanzata tuatuissima (tra l’altro inchiattita) che però se n’era andata con un altro da mo’… 😂

Ti ho visto indeciso su quale corte fasulla nominare, guarda che quella di farsopoli andava benissimo, insieme a tutte le mascherine carnevalesche che hanno nascosto l’intercettazione del lungagnone…

Modifica il 14 giorni fa da Boris
Waters

Ognuno ha i suoi scheletri nell’armadio, come per esempio “un maiale non può allenare” you remember?
Poi il maiale ha vinto quattro Champions, una in finale contro chi?

Salud.

Boris

Ma io non lo dicevo mica per dare un giudizio morale sui tifosi o sull’opportunità o meno di una cessione o di un allontanamento (per quanto mi riguarda, fui contento quando venne ingaggiato Ancelotti e incazzatissimo quando venne licenziato…). Era solamente per dar conto del fatto che tutti (ma tutti tutti) sapevano che Ronaldo se ne sarebbe andato al Real, lo sapeva perfino Severgnini, altrimenti, paraculo com’è, non lo avrebbe mai scaricato con quelle parole. il Mondiale lo giocò da ex, e pure ai ferri corti…

Waters

Partitacce oggi al mondiale, Fabrizio, oscene Danimarca Tunisia – tosti comunque i nordafricani – e Messico Polonia, divertente per l’esito finale Argentina Arabia Saudita, certo, a parte il fatto che gli arabi picchiano come ossessi, la dea bendata ha voltato le spalle ai gauchos, il due a zero del sommo Lautaro annullato per mezzo centimetro, gol dell’Arabia tirando giù la ragnatela dell’incrocio. E’ anche vero che l’Argentina è una squadraccia, giocatori chiaramente finiti come il Papu, Messi e Di Maria, brocchi di notevole dimensione come Otamendi e Paredes, io mi inchino con reverenza a chi ha i soldi per dare 7 milioni ad un tal broccaccio😂, poi non lamentatevi se chi da 1, 5 a Kvara vi è avanti di dieci punti.
Che altro dire, se non la notizia che i comuni di Anzio e Nettuno sono stati sciolti per infiltrazioni mafiose, ci sono diversi blogger residenti in queste cittadine, mi ricordo i grandi Principe e anche Convenevole, ma ricordo anche Anzio per aver dato la cittadinanza onoraria al sommo Roger Waters, visto che il padre Eric Fletcher è sepolto nel cimitero di Anzio.
Ma il Mose sembra funzioni, quindi non han rubato?

Salud.

Quattroquattronovetredue

Dimenticavo di aggiungere che Eric Fletcher Waters, padre di Roger, non è sepolto nel cimitero americano per due validi motivi: innanzitutto perché era britannico, e soprattutto e aggiungo purtroppo perché il suo corpo non fu mai ritrovato, e risulta disperso proprio in quelle località dove oggi noi transitiamo con indifferenza per andarcene verso il mare.

Quattroquattronovetredue

Esiste a pochi chilometri da Anzio un secondo cimitero, più piccolo e molto ben tenuto, il Beach Head War Cemetery, nel quale riposano i caduti di altre Nazioni Alleate, tra cui neozelandesi, australiani, indiani, tutti ragazzi morti anche per la nostra libertà; io per decenni in estate ci passavo davanti in macchina distrattamente, me ne vergogno un po’, e ci volle una mia parente americana ospite da me e che mi chiese di visitarlo per capire quanto possiamo essere superficiali senza neanche accorgercene. Ancora qualche altro chilometro verso Roma e puoi trovare una località che si chiama Campo di Carne, che nulla ha a che fare con la gastronomia; non lontano da lì soltanto pochi anni fa sono stati ritrovati i corpi di altri due soldati inglesi. Questo Paese è senza memoria, soprattutto al momento del voto.

Waters

Ciao, a me piace molto rendere omaggio ai grandi uomini, ogni tanto vado in Villetta a Parma a salutare il generale Dalla Chiesa,così come Demetrio Stratos che l’ho a qualche chilometro da casa mia, così come quando avevo uno Studiò a Parigi, andai spesso al monumentale Père- Lachaise, in particolare una volta lessi che la tomba del sommo Piero Gobetti era malmessa e sciatta, andai a riassettarla e dargli la giusta dignità.

Salud.

Nicola Romano

Caro Andrea ebbene sì ed e’ pure la seconda volta , ma come diceva il grande Pino, adesso per fortuna ce sta chi ce pensa , santa notte .

Due tituli 2021-22 - ex Campioni d'Italia 2020-21

E per prendere l’imprescindibile regista (brocco), il loro Genio aveva dato il placet per Rabiot al Manchester Utd, devono ringraziare mamma ingorda se è rimasto… 😂 …oltre a lui stesso che ha dato un grande contributo per farli estromettere a cinghiate dai gironi di Champions e non costringerli all’obbligo di riscatto…😂

Modifica il 15 giorni fa da Due tituli 2021-22 - ex Campioni d'Italia 2020-21

quindi Rabiot se ce lo teniamo è un broccone, se lo diamo via un campione… non è che sei interista?

Modifica il 15 giorni fa da Carlo
Boris

Non mi pare che l’interista abbia detto questo, anzi per me c’ha pure ragione… forse sei tu che hai un po’ di coda di paglia…
Per Allegri (spelling: A-L-L-E-G-R-I) era la stessa cosa, chi gli-vendevano-gli-vendevano andava bene (Bentancur, Rabiot, Zakaria ecc ecc), pur di avere il regista dai super poteri. Perché, si può tranquillamente tornare ai thread di finefine mercato, senza Paredes non si poteva venir fuori dal pressing della sampdoria di Gianpaolo… L’ho letto qua, da juventini che farebbe meglio a passare lo steccato…

Mark Renton

Il sosia di Ted Mosby para un rigore a Lewandowski.
Ochoa è uno dei motivi per cui il Messico mi sta simpatico.

Quattroquattronovetredue

E nel finale la Tunisia manda in campo Telespalla Bob, uguale spiccicato.

Apolide dell'orda

Sono già pronte dodici stagioni di “How I saved your penalty”.

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Visto il risultato avrei voluto vedere l’ultimo quarto d’ora (più recupero ) ma c’era la Clerici e quindi “ubi maior,minor cessat ” se volevo il dolce, dopo pranzo, pur essendo al 50×100 tifoso napoletano non tifo Argentina , mi fa piacere quando una grande becca e non ce l’ho con la Saudi Arabia , se mai col suo regime, d’altronde nel mondo a chi è dispiaciuto quando gli svedesi ci fecero fuori a forza di catenaccio e randellate ? Contribuisce anche se non in modo decisivo l’antipatia per Messi, che pianse calde lacrime , ma poi a Parigi ebbe modo di consolarsi, certo i Biancocelesti (con la maiuscola ) hanno i loro campioni ma anche giocatori normali o ormai anzianotti , come qualcuno che è passato dalle nostre parti, ovviamente possono recuperare, ma non possono più sbagliare ,e se non sbaglio nemmeno io, mi pare che a Italia 90 persero la prima col Camerun e poi vinsero la coppa . Comunque tutti ieri ci lamentavamo della modestia di alcune squadre e oggi c’è stata la grande sorpresa e anche quella minore tra Danimarca e Tunisia, finisco con un pensiero sulla Clerici brava e simpatica , veramente una di noi , a parte le migliaia ,forse decine di euro che sfoggia ( a detta di mia figlia ) tra anelli ,bracciali ,collane e orecchini ,baciamo le mani .

abbasso la maggioranza

Veramente a Italia 90 persero la finale con la Germania. Per di più a me Messi sta sugli zibedei, piccolo essere ingrato e venale.

Nicola Romano

Vabbe’ ricordavo male, il tempo passa per tutti .

calasalumi

Quest’anno tocca a noi, alla Svizzera. Dopotutto siamo arrivati tre volte ai quarti (anche se l’ultima negli anni ’50, vabbé). L’uomo simbolo è Granit Xhaka, altro che Messi. Un nome, una garanzia. Forza Nati!

inox

Buongiorno Fabrizio

Nonostante le vibranti proteste di Giovanni Brusca, l’Arabia Saudita ha recentemente conquistato l’oscar dell’orrore “evaporando” Jamal Khashoggi. Oggi, vista sgambettare contro l’Argentina. Panebianco, sul Corriere, riconosce le infamità ma le diversifica tenendo conto sempre prima della ragione di stato. Come dire: offrite un piatto di merda a Panebianco in fondo, ha lo stesso colore della cioccolata. Vediamo se il nostro la mangia. Certo Fabrizio, difficile vedere tanto schifo in un botto solo. Argentina-Arabia Saudita: l’arbitro, per nulla a conoscenza che il *viola porta sfiga, assegna un rigore a Messi da commissione di inchiesta e galera preventiva alla prima udienza. Si, a Messi. Questo è il mondiale di Messi con il contorno di connazionali. E Messi messo qui e Messi la e su e giù e come è bravo Messi. E Messi a messa. Il resto, precisamente solo suppellettile. Pensate che l’Argentina ha in squadra uno che per un pelo non si chiama tagliafica alchè, Max, ha sottolineato: dovessi tagliare tutta la fica che ho preso un mi basterebbe un anno di stipendio e si potrebbe farci un mese di coriandoli. Poi, dopo, l’Arabia Saudita, e in questo lo sappiamo sono bravi, evapora l’Argentina: 2-1 nonostante il di viola vestito prova a fare giocare sino al pareggio che non arriva. Facciamo festa, asado per tutti.
*Nel mondo teatrale italiano è considerato sfortunato il colore viola. Questa superstizione deriva dal fatto che il viola è il colore dei paramenti liturgici usati in Quaresima.

Quattroquattronovetredue

E pure la Tunisia una mezza impresa l’ha fatta, giocando pure discretamente. Si era detto che questo mondiale avrebbe sfornato delle sorprese, in effetti è pure divertente se non si è troppo schizzinosi. A questo punto lo si sarebbe potuto giocare direttamente sotto le feste di fine anno, dico davvero, pensate ad una finale la sera del 31, mica male!

EhEh

Bhe’ magari ti sentono e con i recuperi giusti ci si arriva… 🙂

Dove sta Zazza

“Arabia Saudita…. che incredibile umiliazione x la nazionale di Messi.

Dovesse riprendersi e vincere il Mondiale non potrebbe cancellare una sconfitta così clamorosa…

Ripeto: Arabia Saudita.”

ps. si fa x ruzzare Zio! 😉

Modifica il 15 giorni fa da Dove sta Zazza
Totonno58

Beh, io senza l’Italia non tifo per nessuno in particolare, aspetto di appassionarmi per qualche squadra che eventualmente possa colpirmi per il suo gioco…se qualcuno si fosse prefissato di tifare Argentina (non saprei neanche perchè)mi dispiacerebbe per lui, mi sembra davvero una mezza chiavica…il risultato va pure stretto all’Arabia Saudita!

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Toh ! Un’altro napoliere che nontifa per l’Argentina .

Totonno58

Ma dai…Diego non è argentino, è cittadino dell’Universo!

L'ESORCISTA

Non ho ancora visto una partita e già mi sono perso il primo flop.
Come ha fatto l’Argentina a perdere? Hanno ingessato Lautaro Martinez e il poverello non si è potuto esibire nei suoi famosissimi carpiati con avvitamento?
E poi perché non si sono portati dietro la sala VAR nerazzurra? Quella è una garanzia.
Va bene adesso a seguire dovrebbero esserci Germania Spagna e Belgio, quest’ultimo lo metto fra i miei favoriti aspettando il Portogallo di CR7 l’unica squadra per cui tiferò sul serio.

Modifica il 15 giorni fa da L'ESORCISTA
Bob Aka Utente11880

No caro Esor contavano sui gol e assist di Di Maria

L'ESORCISTA

Allora siete “cascati” 🤣 male, malissimo, quello ha giocato si e no 60 minuti in totale.
Se lo volete a parametro zero è vostro.
Io rivorrei CR7, è pure svincolato, un affare.

Bob Aka Utente11880

Puro Black Friday

L'ESORCISTA

Buongiorno Bocca, un consiglio se me lo permette, viste le numerose defezioni per un mondiale poco attraente e per giunta boicottato da alcuni, non apra thread su thread altrimenti qui 4 gatti che siamo rimasti per questo periodo non riusciamo neanche a discutere.
Aggiorni semplicemente l’argomento e scriviamo li altrimenti neanche arriviamo a fare un decimo dei post che fece il thread sul fallo di Pjianic.

Wallysan

Parto subito col mio commento che mi provocherà una valanga di insulti: Messi NON vincerà mai la coppa del Mondo.
Perché Messi sarà sempre inferiore a Maradona? Perché Messi non è un trascinatore, al contrario di Diego.
L’Argentina una squadra melodrammatica, pronta a grande entusiasmo quando le cose vanno bene, e pronta ad abbattersi quando qualcosa gira storto; se non hai chi la trascina, un vero condottiero, non ne vieni fuori.
E Messi non lo è mai stato, né in Nazionale né nei club.

Per quanto riguarda la formazione di oggi, Paredes ha confermato di essere una pippa.
Nel secondo tempo squadra fisicamente esplosa; per di più, poche idee, sembravano non sapere cosa fare.
Ma poi: perché giocherellare col pallone? Giocatori quasi sempre fermi, ad aspettare non si capiva cosa.
E poi, perché una serie infinita di palle alte, immancabilmente perse?

Se non cambiano immediatamente mentalità e non tirano fuori subito la famosa garra, non passano manco il turno.

rusticano

Parto subito col mio commento che mi provocherà una valanga di insulti: Messi NON vincerà mai la coppa del Mondo”.

Ma no, ma dai!!!…

Detto di un 35enne con ogni probabilità all’ultimo mondiale, dopo che ha perso la partita d’esordio e persino il passaggio del girone è a rischio, mi pare la scoperta dell’acqua calda.

Magari se lo dicevi prima dei mondiali 2006 sarebbe stata un’affermazione interessante, detta oggi lascia veramente il tempo che trova.

Expo

La “garra” è famosa, ma è dell’Uruguay

R.T.

Beh, almeno l’essere fuori dalla CL un vantaggio lo ha portato: caduto l’obbligo di riscatto per Paredes che anche a me pare un pippone…
( poi magari farà vincere l’EL, ma non ho buone senzazioni)

monica

Io non ti insulto,anzi la penso come te.
Non sono tecnicamente in grado di dire se è più forte ronaldo o messi(forse messi),ma pur trovandolo insopportabile devo riconoscere che per l’economia della squadra(traduci:trascinatore) Ronaldo vale un po’di più. E ti dirò:dall’alto della mia ignoranza reputo come miglior partita di ronaldo la finale degli europei,che non ha giocato,ma da bordo campo e con le stampelle ha saputo portare i compagni alla vittoria,secondo me!

Mark Renton

Esistono molte battute sull’ego degli argentini. Una di queste è pronunciata dal bravissimo attore che interpreta Bergoglio nel film “i due papi”.
Gli argentini non si smentiscono nemmeno stavolta, Messi non si smentisce nemmeno stavolta. Per l’ennesima volta il loro commissario tecnico non si smentisce.

Quando una squadra difende così alta, si palleggia a centrocampo in modo da lanciare in profondità un centrocampista proveniente dalle retrovie. O magari si crea la superiorità numerica e ci si lancia a campo aperto verso la porta avversaria. Oppure si fa in modo che sia uno dei difensori a lanciare una punta con un lancio in profondità.

Niente, non ci arriva nessuno. Messi non tira quando dovrebbe. Non retrocede per creare i presupposti per un centrocampista lanciato a rete, il loro allenatore nemmeno.

Ovviamente questi picchiavano restando impuniti, ovviamente in gare come questa il portiere fa miracoli.

E finisce male ma non perché tifo argentina ma perché l’Arabia saudita è il paese che odio maggiormente al mondo e vedere quegli omofobi razzisti vincere una partita così mi fa venire il nervoso

Mi consola sapere che tedeschi e brasiliani, a questi, gliene faranno 6, se li incroceranno.

La Sparo: senza Messi, senza questo Messi, gli argentini oggi avrebbero vinto. Giocare con lui, oggi, è come giocare con un uomo in meno.

EroAdAtene

Mamma mia che figuretta… certo, soprattutto sul secondo goal, il portiere ha una grossa responsabilità, ma dopo quello, Messi&Co giocavano in totale confusione. Vedremo con il messico se la Albiceleste continuerà o se ne tornerà a casa. Intanto, ci saranno degli scommettitori felici (era quotata a circa 25)…

Luc 68

Calmi e gesso …. questo conferma che l’argentina adesso raddrizzerà il timone e saranno dolori per tutti.

Due tituli 2021-22 - ex Campioni d'Italia 2020-21

Un rigore comico e quattordici (14) minuti extra, raddoppiando il già enorme recupero di otto minuti segnalato allo scadere dei 90’ regolamentari. Disperato, alla fine, si arrende Slavko Vincic, lo sloveno al guinzaglio di Fifa e Uefa. E noi pretendiamo che un Sozza qualsiasi si giochi la carriera fischiando un rigorone dalla parte sbagliata? Non scherziamo, dai…

Modifica il 16 giorni fa da Due tituli 2021-22 - ex Campioni d'Italia 2020-21

Si, Vincic (con i quattro amici al Var) è uno che sistema tante cose anche a Čeferin.



90
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x