Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Security room Bloooog!

Security Room, quella stanza del Bar Sport di Bloooog! dove l’argomento non è il calcio, ma tutto il resto: dalla politica ai viaggi, dai libri alla cultura, dal mondo alle storie. Uno spazio aperto, dove l’argomento è assolutamente libero e lo sceglie ognuno di noi. In un racconto continuo e condiviso con tutti

Non solo calcio. O almeno il calcio e tutto quello che c’è intorno. Questo è sempre stato un posto amato da tutti i frequentatori di Bloooog!. Che qui possono entrare e scrivere liberamente di ogni argomento, proponendone loro stessi. Tutto quello che va oltre il calcio. Lo sport in genere, ma anche e soprattutto la politica, la società, il mondo, lo spettacolo, la cultura, i libri, il cinema, la cucina, le storie, i viaggi, le città, gli amori, i ricordi, i racconti personali. Sostanzialmente tutto. Lo spazio è aperto, i protagonisti siete voi.

***

Approfittate dell’occasione per farvi un giro anche in altri salotti del Bar Sport di Bloooog! Il primo è Open Bar, un club in cui gli amici e le amiche che sono registrati possono entrare e scambiare quattro chiacchiere con gli altri magari mentresi sta guardando una partita. I commenti entrano direttamente e istantaneamente e la chat è la maniera migliore per scambiarsi idee al volo. Quelli che vogliono cimentarsi con i pronostici possono mettere alla prova la propria competenza col gruppo degli amici dell’ Orapronostic.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

 

 

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
4.4K Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Leo 62

Alti ufficiali di Kiev: “Grande rischio che le linee del fronte ucraino crollino”Secondo alti ufficiali ucraini che hanno prestato servizio sotto il generale Valery Zaluzhny il quadro militare è cupo: c’è il grande rischio che le linee del fronte crollino ovunque i generali russi decidano di concentrare la loro offensiva. Lo riferisce Politico. “Non c’è nulla che possa aiutare l’Ucraina adesso perché non esistono tecnologie in grado di compensare l’Ucraina per la grande massa di truppe che la Russia scaglierà contro di noi. Noi non disponiamo di queste tecnologie e neanche l’Occidente le ha in numero sufficiente”, hanno detto le fonti.

Vabbeh è da tempo che su questa storia non c’è più niente da dire, aggiungiamo solo che la prossima caduta di Chasiv Yar è resa possibile dalle posizioni russe su Bakhmut, a proposito dell’inutilità tattica di questa conquista e dal fatto che non potesse diventare un trampolino per la successiva offensiva russa ( come detto a suo tempo dal solito cretino…) e dell’efficacia del tritacarne che i russi hanno impostato su questa zona, indebolendo le capacità offensive ucraine, come poi dimostrato dalla tanto strombazzata controffensiva successiva.
Capacità offensive degli Ukro-Nazi oramai nulle, arruolamento che oramai riguarda i ragazzini ed i vecchi ( esattamente come nella fase finale dei tedeschi nel 45 ) e capacità difensive che si stanno sgretolando. Quando Musk dice che se non si sbrigano a trattare i russi arrivano fino al Dnepr e prendono Odessa sa di quello che parla ( anche perché oramai gli sta dando una mano con i satelliti ).
Si dimostra ancora una volta quindi che senza un intervento diretto della NATO ( sempre smentito da USA e Germania e su cui ci sono precisi accordi di non belligeranza sin dall’inizio ) la differenza di mezzi ed uomini da parte russa avrebbe fatto la differenza con il tempo, oltre alla capacità di riconversione in senso militare dell’industria russa, e gli USA che come al solito mollano i loro alleati quando non gli conviene più.
La strada per la NATO e l’occidente era solo una : far crollare l’economia russa.
Fallito questo piano, con l’aiuto che, in varie forme, il 75% del mondo ha dato alla Russia e la ridicola pagliacciata delle sanzioni, sorvolate per primi da molti paesi che le hanno imposte, il finale era già scritto e sono mesi che gli ucraini stanno morendo inutilmente solo per la follia di una cricca di nazisti che l’occidente ha pensato di favorire per i suoi interessi, malissimo calcolati e che stanno facendo l’unica cosa che in fondo è sempre riuscita bene agli ucraini… perdere…
AMEN

Piccolo contributo musicale per la celebrazione :

Leo 62

Nel frattempo in Irlanda un doppio referendum sostenuto da tutte le forze politiche non escluso il Sinn Fein sulla ridefinizione del ruolo della famiglia e delle donne nella Costituzione, è stato clamorosamente sconfitto…

Il primo quesito proponeva di allargare il concetto di “famiglia fondata sul matrimonio” inserito nella Costituzione del 1937 a ogni forma di “relazione duratura” e di “convivenza fra coppie o con i figli”; mentre il secondo puntava a eliminare l’articolo che fissa come un dovere “la cura domestica” da parte della donna…

Insomma, considerando che votavano anche le donne le cose sono due : o in Irlanda ci sono molti più uomini, o le donne stanno bene a casa e non ci pensano proprio a fare altro, ma la cosa clamorosa è un altra: che tutti i partiti sono d’accordo nel dare un’indicazione di voto e la gente se ne fotte e fa il contrario…
Secondo me se vai a fare un Referendum del genere in alcuni stati degli USA il risultato non sarebbe tanto differente… notizia fatta passare abbastanza sotto traccia, ma insomma dice molto del tipo di confronto che si sta delineando oltre che a livello globale, in parte anche dentro l’occidente.

Modifica il 1 mese fa da Leo 62
scusameri

1) I politici irlandesi hanno indubbiamente fatto una figura di merda.

2) Il risultato del voto dipende da un insieme di fattori che niente hanno a che vedere con il fatto che le donne irlandesi “stanno bene a casa”. Non ho tempo per starti a spiegare, ma un articolo semplice e chiaro è questo: https://www.theguardian.com/world/2024/mar/10/ireland-referendums-what-went-wrong-and-what-happens-now .

3) Che gli elettori non vogliano essere dati per scontati e siano in grado di dire al politico “no, non ci vedo chiaro, devi spiegarti meglio” mi sembra un ottimo segnale per la democrazia (in contrasto alle pecorocrazia che prevale altrove).

Leo 62

Si , ma io non ho mica detto che il punto fosse che le donne stanno bene a casa, un punto approfondito sui motivi del voto irlandese sta anche sul Manifesto se è per questo, con alcune osservazioni ben mirate sul motivo per cui il quesito era mal posto e perché soprattutto a sinistra il referendum era visto male.
Che però in un paese come l’Irlanda la cosa sia riducibile al solo fatto che il quesito era mal posto mi sembra quantomeno riduttivo, soprattutto perché le donne irlandesi cui il referendum si riferiva, non si sonon scaldate sul tema nemmeno un po’, e quanto ci siano rimasti male in giro per l’Europa in certi ambienti lo dimostra… in Italia ( a proposito di pecorocrazia ) se tutti i partiti avessero dato indicazione di votare Si a qualsiasi Referendum, anche il più idiota, non ci sarebbero stati dubbi sul risultato… poi che la Costituzione irlandese del 37 sia un po’ retrograda non ci piove… ma è quel retrogrado che piano piano sta tornando di moda, anche solo come reazione ad una situazione generale che per molti sta diventando fastidiosa, vedi Portogallo e Francia, dove se si votasse oggi vincerebbe Marine Le Pen… ma facile…

Modifica il 1 mese fa da Leo 62
MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

@Leo 62

Giochi a carte scoperte, hai in mano una coppia di 7 e continui a rilanciare. Cosa cazzo rilanci, stai bluffando e lo sappiamo tutti.
Posto che non sei un fesso, come fai a non renderti conto della palese inconsistenza delle tue affermazioni? Hai sepolto totalmente la ragione e deciso di credere, obbedire e combattere?
Goebbels sarebbe fiero di te.

L’andamento del prezzo dell’energia nella zona Euro:

https://tradingeconomics.com/euro-area/energy-prices

Dove cazzo lo vedi quest’aumento del 300%? E tutto ciò senza considerare che i prezzi aumentano ben prima dell’invasione degli ubriaconi russi (in ragione delle riaperture dopo il Covid) ed i provvedimenti introdotti per ridurre i costi di famiglie ed imprese.

Non ho parlato dei morti direttamente ed esclusivamente provocati dal maltempo, di quelli ne trovi quanti ne vuoi in Russia. Ho parlato di come il maltempo, le temperature abbondantemente sotto lo zero (in Russia, in effetti, è inusuale che si registri tale fenomeno) abbiano inciso su infrastrutture vecchie e fatiscenti provocando disagi alla popolazione.
Quando anche negli Usa si verificheranno contestualmente tali circostanze (i.e. esplosione della spesa militare in pochi anni e infrastrutture al collasso) potrai equipare le due situazioni. Per adesso al buio e al freddo ci rimangono i russi, noi no.

Se la nostra, che spendiamo sì e no il 2% del Pil, è ”una corsa agli armamenti” i russi che spendono il 6% che tipo di attività svolgono?

Sì, sì, l’Europa ne uscirà distrutta. Lo vai ripetendo da due anni e l’Europa continua a crescere. Ed occhio che oramai siamo al terzo anno di guerra, il breve termine è tascorso.
A meno che, nel tuo delirio, tu non abbia anche deciso che il tempo si è fermato. Eppure se Putin lo dichiarasse tu, come un pecorone, gli andresti dietro.
Vorresti un’Europa ridotta come la Bielorussia? Nemmeno se nasci altre 100 volte.

Ah, a proposito, ti dovevo una risposta dall’ultima volta:

”Gli investimenti fissi lordi nell’area dell’euro sono aumentati a 628,22 miliardi di euro nel terzo trimestre del 2023 rispetto ai 628,16 miliardi di euro del secondo trimestre del 2023. Gli investimenti fissi lordi nell’area dell’euro sono stati in media pari a 526,06 miliardi di euro dal 1995 al 2023, raggiungendo un livello record massimo di 658,66 miliardi di euro nel quarto trimestre del 2019 e minimo record di 401,04 miliardi di euro nel primo trimestre del 1996. fonte: EUROSTAT

https://tradingeconomics.com/euro-area/gross-fixed-capital-formation

Le imprese di medie piccole e micro dimensioni costituiscono il 99% delle imprese in Europa. Sono imprese profondamente legate al territorio, con un loro mercato fidelizzato, rapporti di fornitura che vanno avanti da decenni, si rivolgono prevalentemente alla banca dietro l’angolo ecc. Non esiste che si trasferiscano negli Usa in seguito all’IRA. Mancano mentalità, risorse, conoscenze, struttura. Questa è un’altra delle tue fanfaronate

Modifica il 1 mese fa da MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Guarda @MJ ho guardato meglio le carte ma dato che la partita va avanti da due anni io in realtà sono partito con una doppia coppia vestita, sto spizzando l’ultima carta e sembra proprio quella buona per il Full… e dall’altra parte ci sono al massimo doppie coppie basse e scale mancate… detto questo io ho detto che in Italia ( in Francia no, ma loro hanno il nucleare ) le bollette di gas e luce rispetto al 2022 sono triplicate e questo è un fatto che la tua propaganda liberista e filo-occidentale non può certo nascondere, poi se l’andamento del prezzo dell’energia non lo riflette vuol dire che c’è qualcuno che ci specula e come sai la speculazione è l’anima dell’occidente.
Quanto al resto mi sembri un po’ inquieto e quindi lascio perdere, fai bene ad essere inquieto, ti dico solo che il metodo Goebbels ed il suo modo di fare propaganda è stato effettivamente adottato, ma dagli USA, insieme agli scienziati tedeschi che hanno creato la base della NASA, hanno fatto tutto il pacchetto a suo tempo… 🙂 🙂 loro hanno aggiunto solo Hollywood.
E poi scrivi : “Ho parlato di come il maltempo, le temperature abbondantemente sotto lo zero (in Russia, in effetti, è inusuale che si registri tale fenomeno) abbiano inciso su infrastrutture vecchie e fatiscenti provocando disagi alla popolazione.
Quando anche negli Usa si verificheranno contestualmente tali circostanze...” ma non leggi… un centinaio di morti in mezza america a Gennaio per il freddo mica li dico io. lo dicono i giornali americani, ripresi da quelli europei e la domanda è sempre la stessa, come mai, se le infrastrutture sono all’altezza e gli USA sono sviluppatissimi? una freddata e quelli strippano in massa?
Che poi l’Europa continui a crescere, scusami è un’emerita cazzata, come fa a crescere con l’economia più forte, quella tedesca, in piena crisi lo sai solo tu… lo stesso Draghi da tempo dice altro… se l’Europa è questa è già finita.
Quanto all’IRA non va a colpire le PMI, di quelle se ne fotte, ma le grandi industrie e molte di quelle tedesche stanno trasferendosi… ed alcune italiane ci stanno pensando, di cosa pensi che hanno parlato Meloni e Biden l’altro giorno? di questo che per noi è un problema, perché se il mercato del futuro è in Asia, gli USA stanno operando per assorbire quante più competenze e know How europeo al’interno del loro mercato, rendendolo più conveniente e destabilizzando quello europeo.
Possibile che non te ne rendi conto? e si che non sei un fesso… tu sei il re del brevissimo termine e dei dati che piacciono a te, ma non si lavora su quelli, ma sul medio-lungo e sui dati che non piacciono… uno che qualcosa conta qualche giorno fa mi ha detto… dobbiamo essere in grado di fare un cazzo di piano a dieci anni sulle questioni strategiche, qui al massimo vanno a sei mesi…

Il Regolamento

scusate, letto solo adesso… “le bollette di gas e luce rispetto al 2022 sono triplicate”
Cazzo, io vivo in Italia e qui non se n’è accorto NESSUNO!!! E adesso come facciamo?
A parte le stronzate, nel 2023 io ho speso qualcosa in meno dell’anno precedente, dovuto al fatto che il gas è aumentato molto nel periodo estivo, e poi è crollato prima dell’inverno.
Stessa cosa per l’energia, l’estate scorsa c’era la gente che mostrava sui social le bollette altissime, la faccenda è durata un mese o due poi il prezzo dell’energia è crollato.
Per commentare quello che succede in Italia dovresti passarci un po’ di tempo, almeno ogni tanto, oppure chiedere a qualcuno.
Voto attendibilità=0

Modifica il 20 giorni fa da Il Regolamento
Leo 62

Ah guarda Carletto ho chiesto a mio fratello che ha speso 390 Euro e 340 Euro di gas negli ultimi due bimestri e l’anno prima aveva speso negli stessi periodi 160 e 145 .. è vero che non è il triplo ma ci siamo vicini, la luce invece è leggermente più cara, anche qui un po’ meno del triplo però.
Quanto al resto ringrazio il cielo di vivere fuori… sulla tua attendibilità in generale stendiamo un velo pietoso, a partire dal Rugby … ma anche sul resto fai abbastanza cagare…

Il Regolamento

Me l’ha detto ammiocugginoooooo 🤣🤣🤣

Leo 62

che fai cagare?…

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

”Bollette: nel 2022 si è speso il 108% in più per l’elettricità e il 57% in più per il gas”

”Secondo l’analisi* di Facile.it – a parità di consumi – nel 2023 le famiglie italiane con un contratto di fornitura nel mercato tutelato hanno speso per la bolletta delle luce, in media, circa 770 euro, 863 euro per il gas; vale a dire, rispettivamente, il 34% ed il 27% in meno rispetto all’anno precedente.”

Questo aumento del 300% anno su anno te lo sei sognato.

https://tradingeconomics.com/italy/energy-inflation

”Dal lato della domanda interna nel 2023 si registra, in termini di volume, un incremento del 4,7% degli investimenti fissi lordi e dell’1,2% dei consumi finali nazionali”

Come farebbero i consumi ad aumentare dell’1,2% e gli investimenti del 4,7% a fronte di un aumento del costo dell’energia del 300%? Tu rendi conto dell’ordine di grandezze di cui parli?

Ma non puoi chiedermi di dimostrare le tue affermazioni o approfondirle. Io ho parlato del contesto russo che vede la presenza contemporanea di questi due fenomeni: esplosione spesa militare ed infrastrutture lasciate marcire con conseguenti disagi per la popolazione in svariate città, rimasta al freddo ed al buio. I russi parlano di ”sistema al collasso”.

Tocca a te dimostrare che una situazione analoga si è verificata anche negli Usa: spese militari alle stelle dal tempo X al tempo X+1, X+2, X+3 e contemporaneo crollo del sistema infrastrutturale.
Tu hai equiparato le due situazioni, non io.

”According to a first estimation of annual growth for 2023, based on seasonally and calendar adjusted quarterly data, GDP increased by 0.5% in both the euro area and the EU. ”

chrome-extension://efaidnbmnnnibpcajpcglclefindmkaj/https://ec.europa.eu/eurostat/documents/2995521/18404141/2-30012024-AP-EN.pdf/90da3cfd-0c61-d735-3d27-2597bd170e28

Forse l’Europa continua a crescere perché Francia, Italia e Spagna, continuano a crescere? Hai mai pensato che l’aumento del costo del denaro danneggi particolarmente l’economia tedesca dove la manifattura e gli investimenti in capitale fisico giocano un ruolo molto importante? Nonostante ciò la zona Euro continua a crescere con l’inflazione abbondantemente in calo.

Appunto, e io ti ho scritto che le grandi imprese rappresentano noccioline rispetto ai 14 mila miliardi di Pil della zona euro.

E, se dopo oltre un anno, un provvedimento di politica economica continua a non produrre gli effetti da te sperati mi sa che hai riposto male le tue speranze (vedi, per esempio, dopo quanto tempo ha prodotto effetti la politica disinflazionistica)

Sulla nostra corsa al riarmo, che spendiamo sì e no il 2% del Pil mentre i russi spendono il 6% non hai risposto.

Modifica il 1 mese fa da MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Scusa @Mj vado veloce che sono di fretta e devo andare all’aeroporto, poi ci sentiamo più in là. Il fatto che noi spendiamo nemmeno il 2% del PIl per le armi è quello che succede ora. I Russi spendono il 6 perché hanno una guerra in corso, immagino che anche l’Ucraina abbia percentuali alte, e perché stanno riconvertendo la loro industria vista l’aria che tira e l’attrazione che le loro materie prime e la loro Energia esercita sull’Occidente.
Il problema è che tutti i MInistri della Difesa occidentali hanno detto che bisognerà riarmare e quindi quel 2 % è del tutto insufficiente. Una vera Economia di Guerra si ha su valori superiori al 10% del PIL, ed è facile pansare che il nostro 2 diventerà qualcosa di molto vicino almeno a 4 in fretta se la corsa al riarmo continuerà e se veramente verranno emessi Bond per finanziare il riarmo europeo, reso necessario dallo svuotamento degli arsenali in conseguenza dell’aiuto fornito all’Ucraina.
Per il resto continui a vedere dati di breve termine su tutta la linea, in Francia sono preoccupatissimi, altro che crescita e noi stiamo peggio, e per sostenere la loro economia pensano alla CIna, figurati. Sottovaluti il problema approvvigionamenti energetici e quello delle materie prime almeno a medio termine. Le cifre non vanno solo lette @MJ vanno interpretate.
Quanto alle bollette tu parli di mercato tutelato… tra poco non esisterà più… chi sta sul mercato normale spende circa il triplo oramai rispetto al pre-guerra… il che è normale viste le condizioni generali. Io ti parlo di gente che vive in Italia e che mi ha detto quanto spende ORA. Il che non significa che il costo dell’Energia sia cresciuto del 300 % ma che le bollette siano cresciute di tre volte, forse più Luce che Gas ma stiamo lì.
Quanto alla crescita dei consumi non direi proprio in Italia sono in calo, in Francia pure, in Spagna pure, in Germania non ne parliamo. Ecco qui un dato veloce per l’Italia, in Francia è peggio:

https://www.repubblica.it/economia/rapporti/osserva-italia/mercati/2024/02/27/news/consumi_in_calo_il_2024_parte_con_il_-21_a_valore-422217258/

Modifica il 1 mese fa da Leo 62
Leo 62

Ieri Biden ha incontrato la Meloni, la curiosità è capire chi credeva che fosse… Indira Gandhi?…

Il mattino ha loro in Bocca

scusate l’intrusione, ma lo faccio per cercare di capire non per schierarmi, qualcuno riesce a spiegarmi come può Zelensky dire al nostro PdC: in Italia ci sono troppi filo-putiniani, sto scrivendo un elenco….e la cosa passa quasi inosservata? E’ normale?

Leo 62

Diciamo che non lo prende più sul serio nessuno… stanno ancora aspettando la controffensiva vittoriosa… e il 2024 che sarà l’anno della svolta… per lui sicuramente…

Il mattino ha loro in Bocca

ribadisco che la mia domanda non serve a dichiarare un mio schieramento ma a cercar di capire come si muove una parte (quasi tutta) dell’informazione. Al di là del personaggio, e chiunque esso sia, può permettersi di fare liste di proscrizione nel nostro paese senza che nessuno batta ciglio? Siccome qui scrivono persone di un certo spessore intellettuale mi sarebbe piaciuto leggere qualcosa in proposito.
Comunque grazie per la risposta ancorchè di parte, sei un pò ruvido ma ti si legge volentieri anche quando non si condivide la tua opinione.
P.S.: pensa solo per aver fatto questa domanda, un tuo amico (uno fra i primi 50 intellettuali d’Italia) ha detto che sono un “ciglione” tifoso di Putin, levami una curiosità ma a te non ha mai dato del “ciglione”?

Leo 62

Gradimento reciproco, @Mattino, la risposta in realtà è che l’informazione italiana è quasi tutta asservita e che se girassero liste di proscrizione loro sarebbero i primi a farle circolare… appoggiate dagli intellettuali da poltrona di cui qui dentro abbiamo qualche preclaro esempio.
Quanto al sentirsi dare del coglione qui dentro mi succede spesso, ma sentirselo dire da persone che considero a mia volta coglioni a prova di bomba lo trovo particolarmente divertente. Poi intellettuali de che… nella maggiorparte dei casi sanno tre cose e ripetono sempre quelle.
Pensa che qui dentro ce n’é uno che tempo fa ha ragliato una tirata su Libertà e Democrazia applaudito dai suoi simili ( stile Petrolini, bravo…grazie! ) ed era lo stesso che era venuto qui a dirci che il mafioso Nicola Cosentino che su wikipedia risulta ” Noto anche col sopranome di “Nick ‘o mericano“, è stato deputato alla Camera dal 9 maggio 1996 al 14 marzo 2013 per Forza Italia e Il Popolo della Libertà in 4 legislature (XIIIXIVXVXVI), oltreché sottosegretario di Stato al Ministero dell’economia e delle finanze dal 12 maggio 2008 al 14 luglio 2010 nel governo Berlusconi IV. Nell’aprile 2023 è stato condannato in via definitiva a 10 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa.[1])” questo qui insomma era una vittima del sistema giudiziario italiano, un perseguitato.
Ora non so se c’entri il fatto che era un suo compagno di partito, magari ci ha pure fatto affari insieme ed è uno di quelli che gli ha dato una mano ad emergere dall’ombra cui era destinato, o se ce l’avesse in generale con i giudici, ma insomma immagino che il suddetto ragliante sia anche uno di quelli che pensa che Falcone e Borsellino esagerassero… ecco la congrega è questa, poi guarda, secondo me non ti puoi sbagliare, se parli con uno che invece di dire Russia dice Putin è un altro segnale chiaro che hai di fronte un coglione… facci caso non ti sbagli mai…
In realtà quando parli con gente che su queste cose ha un certo ruolo, parlano sempre e solo di Russia, di Cina di BRICS e di equilibri globali… certo dalla aprte dell’occidente, ma non ce n’è nessuno che pensa che Putin sia uno cui ha dato di volta ilc ervello all’improvviso, men che meno nella NATO, dove sanno bene cosa è successo e perché.

Modifica il 1 mese fa da Leo 62
Il mattino ha loro in Bocca

cioè?

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

A che punto siamo con la denazificazione, desatanizzazione, derattizzazione. I sottomessi dall’ impero mongolo per due secoli e mezzo sono riusciti a riunire i piccoli russi con i grandi russi? Oppure dopo oltre due anni sono ancora lì che controllano il 10% conquistato a fronte delle centinaia di migliaia di soldati morti e feriti? Le infrastrutture vecchie di 60 anni sono state sostituite o si continua a vivere al gelo, in quanto le risorse sono state dirottate per il finanziamento dell’industria bellica? E nel mentre gli omicidi di Stato continuano. Che Paese da operetta. Bastava andare al circo per reclutare un clown simile, non c’era bisogno del KGB

”Un guasto al sistema di fornitura di calore di Klimovsk vicino a Mosca il 4 gennaio ha causato l’interruzione del riscaldamento per circa 25.000 residenti in 176 condomini. Non è stato possibile ripristinare il riscaldamento in tutti gli edifici entro la sera dell’11 gennaio. All’inizio di gennaio emergenze simili, anche se su scala minore, si sono verificate in altre città della regione di Mosca, nonché a Volgograd, Novosibirsk, Vladivostok e Nakhodka. Sulle cause e le conseguenze di questi incidenti – nel rapporto Forbes”

”​La fine del 2023 e l’inizio del 2024 in Russia sono stati accolti dal più grande scandalo comunitario degli ultimi anni: decine di migliaia di residenti di città vicino a Mosca sono rimasti senza riscaldamento, acqua calda e in parte elettricità. Sono iniziate le distribuzioni di aiuti umanitari, sono stati dichiarati gli stati di emergenza e sono stati avviati procedimenti penali. Ma invano: si è fatta sentire una crisi su larga scala del sistema abitativo e dei servizi comunali, perché i problemi con il deterioramento delle comunicazioni si accumulano non da anni, ma da decenni. Chi si assumerà la responsabilità e lo faranno? E cosa farne?
DIPARTIMENTO investigativo “PRIMO RUSSO”.
Crolla il sistema invece degli alloggi e dei servizi comunali
Gli eventi recenti hanno dimostrato che il sistema abitativo e dei servizi comunali e, soprattutto, il sistema di riscaldamento in Russia è il momento giusto per ribattezzarlo “sistema al collasso”.
Il disastro comunitario che all’inizio di gennaio ha “regalato” indimenticabili vacanze di Capodanno ai residenti di diverse città della regione di Mosca ne è un chiaro esempio (anche se in molti casi le persone non hanno ricevuto calore sia in ottobre che in dicembre). E la cosa più triste è che verso la metà del mese le persone in diverse città della regione continuano ancora a congelarsi. Inoltre, stanno tornando forti gelate, che si erano ritirate per un po’.”

Dici Gennaio @MJ?…

AGI – Almeno 50 persone sono morte questa settimana negli Usa a causa del rigido clima invernale che ha colpito il Paese. Lo hanno annunciato le autorità e i media locali. Temperature gelide, nevicate e ghiaccio rendono le strade particolarmente pericolose, interrompono i viaggi aerei, causano la chiusura delle scuole e lasciano migliaia di case senza elettricità.
In Oregon, 75.000 persone sono senza elettricità da ieri, secondo il sito Poweroutage.us, e il governatore ha dichiarato lo stato di emergenza. Morti sono stati segnalati anche in Illinois, Kansas, New Hampshire, New York, Wisconsin e Washington. Drammatico anche il bilancio dei voli: secondo il sito Flightaware.com, 1.100 rotte sono state cancellate e altre 8.000 ritardate a causa del maltempo. 

Strano che succeda una cosa del genere a Bengodi, 50 morti perché fa freddo fa pensare male… pure degli alloggi. Almeno in Russia non ci rimangono… qui sotto la notizia completa di un sito di disinformazione russo, l’AGI.

https://www.agi.it/estero/news/2024-01-20/stati-uniti-maltempo-killer-morti-blackout-24922369/

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Il solito benaltrismo, ed in più hai saltato un passaggio (solitamente ne salti 3 o 4, quindi stai migliorando, nonostante tutto)

Quando si parla dei disastri di Putin sbuchi fuori puntuale come le lumache dopo la pioggia.
Sembri Emilio Fede ai tempi del TG4, senza la parte diventente: le risorse finanziarie di Berlusconi e le olgettine.

Nel mio commento evidenziavo due elementi:

da un lato centinaia di migliaia di russi rimangono annualmente senza gas, acqua ed energia elettrica in ragione della scarsa manutenzione e/o della mancata sostituzione di infrastrutture vecchie di decenni (sono loro a parlare di ”sistema al collasso”, mica io. ”Inoltre, sulla riva sinistra ci sono molte reti che furono posate alla fine degli anni ’60 e l’inizio degli anni ’70. Puoi anche trovare reti posate alla fine degli anni ’40 e l’idraulica è molto difficile.”);

dall’altro le risorse destinate a finanziare l’industria bellica aumentano da anni e quest’anno raggiungeranno il 30% del bilancio pubblico (+68% rispetto al 2023) ed il 6% del Pil.

Tutto ciò dopo che per oltre un anno ce le avete fatte alla cacciatora con la storia che saremmo rimasti senza luce e gas.
Ed è per uno del genere, che se ne fotte altamente dei più elementari diritti dei cittadini e non fa altro che muovere guerre e finanziare l’industria bellica, che sbavano i pacifinti nostrani a cominciare da Santoro, Travaglio, Dibba? E questo dovrebbe essere il promotore di un ordine mondiale più giusto ed equo? Che Dio ce ne scampi e liberi.

Modifica il 1 mese fa da MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Si @MJ ma come al solito non vai al punto… non siamo rimasti senza luce e gas ma le bollette sono triplicate e la prospettiva è pure peggiore. E mi sembra che la corsa al riarmo sia stata chiamata da tempo anche dagli USA, quella ce la scordiamo? passiamo dalla Transizione Ecologica al riarmo dopo aver provocato il comportamente della Russia per anni, e sotto la spinta degli USA… tutto regolare secondo te?… ma soprattutto come fanno nell’evolutissima e ricchissima america del capitalismo selvaggio a morire centinaia di persone ( 50 a settimana ) per uja freddata? Stato di emergenza in Oregon ed altri stati… tutto normale? qualche problema con le infratstrutture?… tu che dici?…
La realtà è che come ti avevo anticipato, la Guerra in Ucraina verrà tutta in quel posto all’Europa e porrà una seria ipoteca alle generazioni europee future… mentre gli USA sapranno come uscirne, loro mica confinano…

Tiziano

Letterina che circola da ieri sui social network, enjoy!

Schermata 2024-02-25 alle 19.37.51.png
Modifica il 1 mese fa da Tiziano
Leo 62

Ah vabbeh ma se il livello è questo allora vale tutto, giusto per mettersi sullo stesso piano, perché dice cose giuste ma è brutto forte :

E quanto al debito di sangue contratto ottanta anni fa, diamoci un taglioplease, è stato abbondantemente ripagato, con gli interessi.
Adesso c’è solo da pagare il conto, o in alternativa andare a lavare i piatti… senza romperli…

mario rossi

👏👏👏

Leo 62

L’uscita su Viva la Democrazia e Viva la Libertà di Mariuccio di qualche giorno fa mi aveva fatto venire in mente un ricordo lontano, qualcosa… che però non ricordavo bene… oggi mi è venuto in mente, in modo folgorante, stessa capacità di elaborazione, è proprio lui 🙂 🙂 :

Leo 62

A beneficio di Consy e di qualcun altro che ancora crede alla favole di Zia Giorgia ed a quel rincoglionito di Nonno Joe mettiamo un bel link di un’intervista apparsa sul Fatto Quotidiano, non certo accusabile di simpatie filo-russe, e relativa alle tesi espresse da tempo dal Direttore della Rivista Analisi Difesa, Gianandrea Gaiani. Che ha scritto un bel libro intitolato : L’ultima guerra contro l’Europa. Come e perché fra Russia, Ucraina e Nato le vittime designate siamo noi. In cui esprime tesi che sono esattamente uguali a quelle che due anni fa in mezzo all’indignazione democratica e liberale di qualche cazzaro radical-chic del blog, e di un paio di mezze seghe, ebbi modo di esprimere e che adesso sono diventate popolari.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2024/02/24/ucraina-due-anni-di-guerra-gaiani-loccidente-non-e-piu-in-grado-di-sostenere-kiev-che-e-ormai-sullorlo-del-collasso-mosca-ha-capacita-militari-in-crescita/7457224/

Va da se che le prossime elezioni in Italia le vincerà chi avrà il coraggio di assumere posizioni contro la spesa militare… ma non solo in Italia…

Modifica il 1 mese fa da Leo 62
Manlio rossi

Però ti faceva notare sotto Anche i conservatori nel loro piccolo s’incazzano che linki sempre, come se fossi incapace di opinioni proprie. E anche il mio quasi omonimo mario ha fatto cenno a questo quando ha detto che i russofili riciclano slogan che altri per loro han preparato.
Poi linkare il fatto, ti manca solo dagospia e sorrisiecanzoni e il gioco è fatto.
Detto questo, siete proprio divertenti tutti quanti, ciascuno con il suo ruolo. Loro provocano perché son bastardi e si coalizzzano tu però ci caschi mani e piedi e sembri dialetticamente sempre in affanno, come se non avessi questa gran sicurezza nei tuoi argomenti e in te stesso.

Leo 62

E dove sarebbe l’affanno… loro linkano spesso ed io linko… ( si OK spesso provoco, e lo faccio apposta ) il Fatto Quotidiano vale Repubblica o la Stampa, chi può dire che affermi cose meno vere o opinioni meno legittime, le maggiori idiozie io ultimamente le ho lette su Sole 24 Ore e Foglio, per dire…
In realtà le cose che ho detto le ho già dette a suo tempo e varie volte, e stanno succedendo tutte, i link servono solo per conferma. Andrebbe tutto considerato nei due anni…
Dall’altra parte vanno capiti, sono nervosi, i fatti gli danno torto, e si rifugiano nelle petizioni di principio, ma uno come il tuo quasi omonimo che fa una tirata sulla democrazia e la libertà avendo al massimo gli argomenti per parlare di Trenette al pesto mettendo più che altro l’accento sul fatto che lui è uno che ce l’ha fatta 🙂 🙂 🙂 ( che può anche essere una maniera di autoconvincersi ed evitare di cadere nella depressione ) capirai che si commenta da solo. Quindi più che di coalizzzione ( tre zeta, perché? ) parlerei di coazzzione ( a darsi una mano nel momento difficile… ).
@Consy poi è il più divertente di tutti, pensa che se uno sa chi è lo debba trattare con deferenza… e qui la cosa mi sfugge proprio… confesso… però non andarglielo a dire, mi raccomando, perché si impermalosisce facile.
Gli altri che dicono “bene bravo” lasciano il tempo che trovano, uno in particolare si fa notare perché quando, raramente, si manifesta ti porta a chiederti se qualcuno è uscito…

Modifica il 1 mese fa da Leo 62
Leo 62

Questa l’ho trovata in giro, è di qualche giorno fa e quindi superata dagli eventi, ma chi scrive è uno che se non le ha prese tutte in due anni poco ci manca… a proposito di quante cose si potrebbero scrivere su chi fa il tifo per gli americani e per avere ancora il culo parato dal loro ombrello…magari perché protegga ancora i propri figli invece di mandarli presto in guerra… peccato che gli americani abbiano altri problemi, un sistema economico sull’orlo del baratro, e ci abbiano passato, come ampiamente prevedibile il problema ucraina… nel frattempo Z è riapparso per accogliere la Melona, tra fascisti si capiscono, ma insomma la valiga è pronta… e se la Meloni non si fosse presentata sarebbe stato più contento…

“Il dittatore di Kiev è introvabile: dopo essere ritornato dal vertice di Monaco è rimasto nella capitale ucraina solo poche ore dopodiché è scomparso dicendo che andava al fronte, cosa del tutto improbabile. Secondo l’esperto britannico Alexander Merkouris, l’ex comico diventato tiranno per procura ha lasciato urgentemente Kiev sullo sfondo della sconfitta ad Avdeeka e dell’atmosfera da guerra civile che sta crescendo e che ha raggiunto la temperatura di ebollizione con il licenziamento del capo dell’esercito Valery Zaluzhny. È noto da tempo che Zelensky ha paura di una rivolta. Secondo i resoconti dei media, quando si stava decidendo la questione delle dimissioni di Zaluzhny, il servizio segreto ucraino ha avvertito i comandanti di battaglione e di brigata di monitorare attentamente il loro personale. Addirittura si temeva che i militari, avendo saputo delle dimissioni del comandante in capo, sarebbero andati immediatamente a Kiev per raddrizzare la situazione.
Questo non è successo, ma potrebbe benissimo accadere nel prossimo futuro tanto più che Zelensky deve affrontare la scadenza della legge marziale che gli ha permesso di far saltare le elezioni, divenendo un presidente formalmente illegittimo e dunque anche legittimamente destituibile. Si è parlato spesso anche di una fuga all’estero e si è pensato che gli sarebbe stato concesso asilo negli Stati Uniti o magari in Spagna visto che Ursula von der Leyen si era rivolta al re di spagna Filippo VI, chiedendo di concedere la cittadinanza alla famiglia di Zelensky e alle famiglie dei funzionari del suo entourage. Ma, insomma, a parte le idiozie che Ursula non può fare a meno di sparare, è arduo comprendere quale possa essere una futura collocazione ufficiale del tragicomico visto che ormai è amato solo delle élite occidentali e comincia ad essere odiato dagli ucraini.
Dunque la fuga clandestina per quanto ardua potrebbe essere molto più praticabile per lui, perciò questa sparizione di Zelensky è accompagnata da incertezza e perplessità visto che proprio questo sarebbe il momento di rimanere a Kiev. Magari sarà un falso allarme, ma non c’è dubbio che l’uomo prepara la sua diserzione dalle stragi che ha provocato. E le ritirate volontarie delle truppe di élite che si sono verificate in questi giorni potrebbero essere il segnale che ormai è ora di tentare di salvare la pelle.”

Anche i conservatori nel loro piccolo si incazzano

Caro Leo,
Attento a quello che trovi in giro, a rovistare nella monnezza come le gattare si rischia di pungersi con le siringhe infettate…

Siccome il tuo amico – quello che ci prende sempre, per forza è amico tuo 🙂 – si preoccupa di dove sia Zelensky e siccome questo pomeriggio avevo un po’ di tempo libero, girellando tre minuti per la rete ti lascio la sua agenda degli ultimi giorni così gliela puoi inoltrare per tranquillizzarlo.

16 febbraio: incontro con Scholz
17 febbraio: convegno a Monaco
19 febbraio: visita a Kharkiv e Kupiansk
20 febbraio: intervento video alla US Helsinki Commission
22 febbraio: incontro col corpo diplomatico
23 febbraio: incontro con delegazione Senato USA
24 febbraio: incontro con Meloni

Insomma sempre in mezzo alla gente, mai due giorni tranquillo con la moglie, che pure è una bella donna…deve essere veramente preoccupato per i tentativi di golpe. 🙂 del resto se le fonti del tuo amico sono come questa che cita andiamo veramente sul sicuro:

https://www.stopfake.org/en/russian-media-columnist-alexander-mercouris-struck-off-over-claim-that-senior-law-lord-had-him-kidnapped/

Adesso però dacci qualche prospettiva tua, che sennò a forza di copiare sempre cose scritte da altri (senza peraltro citarli mai) chi ti conosce (meno) potrebbe pensare che sei solo un ripetente…

Ah e quando lo vedi salutami Fabrizio R., ci conoscemmo anni fa, eravamo al tu poi ci siamo persi di vista. Ma dimmi un po’, oltre alle spese e alla diaria ti paga pure o adesso fai benevolato?

Toh chi si rivede, il principe consorte… non ti atteggiare troppo @Consy, di tempo libero ne hai quanto ne vuoi in realtà, visto che non hai niente di rilevante da fare da tempo ( e a pensarci bene non lo hai mai avuto ).
Quanto all’Agenda, in effetti non fai altro che confermarmi quello che ha detto il tizio che ci prende sempre, solo che bisognerebbe capire quello che si legge, che non è il tuo caso. Sembra che tu in effetti sia famoso per non capire ma una mazza di quello che gli succede intorno, il che spiega perché alla fine hai fatto poca carriera.
Però mi sei simpatico e ti dò una mano:
!7 Febbraio : convegno a Monaco ( in cui viene trattato un po’ freddamente ed informato che a casa sua corre pericoli e nemmeno pochi, considerato che anche i polacchi non vedrebbero male una sua sostituzione … risposta si Grazie ce lo sò…ma questo è niente, avrei problemi seri in prima linea non è che ve potreste sbrigà a damme un po’ de armi?… no, so finite… lo informano anche che la Meloni vuole andare sul serio da lui con l’altra nana, il premier del Belgio e Trudeau, niente Macron e niente Scholz e detta così, un’italiana, un canadese un belga ed una tedesca sembra una barzelletta… )
18 Febbraio : Buco
19 Febbraio : Buco perché a Karkiv ed a Kupiansk nemmeno lo vedono
20 Febbraio : Intervento video da luogo sicuro e nascosto quindi terzo giorno di buco
21 Febbraio : Buco.

Quindi direi si che il tipo ci ha preso… poi il 22 si fa rivedere a Kiev anche perché con gli incontri in arrivo sta al sicuro e nessuno lo colpirà in questa situazione…
Quanto alla moglie, tranquillo con tutta la cocaina che si prende non gli si alza più da tempo… è un po’ come a Mariuccio che gli appare la pubblicità delle mutande femminili perché gli è rimasto solo di andare a cercarle sul web.
Questa la situazione, poi se vuoi credere alle stronzate della Melona sull’ucraina che non rimarrà sola, fai pure, gli sei naturalmente vicino per tanti motivi… in ucraina sono da tempo alla Guerra Civile e Zhaluzhni appena potrà lo farà fuori, insieme a Klitshko che lo odia da sempre, poi dovranno continuare a chiedere aiuto all’Europa e soprattutto alla Germania, con grande gioia della Polonia, e vediamo che succede, sono due anni che dico che finirà così. Poi mi fai sapere che fine ha fatto la tua sicumera per la vittoria ucraina e della NATO sulla Russia, che mi sembra che i fatti dicano altro…

Oltre a questo, in occasione di un evento a Roma il 2 Febbraio alcuni di noi, la sera, sono stati ricevuti dall’Ambasciatore Briens a Palazzo Farnese ( che è stato molto carino, ci ha pure fatto da cicerone sugli affreschi che si trovano nella sua stanza, che sia detto di passaggio già conoscevo tramite Masset, una delle più belle stanze da lavoro mai viste ) e tra una sala e l’altra mi sono fatto una bella chiacchierata con il Direttore di una fondazione NATO e gli ho chiesto quanto ci andavo lontano sull’analisi “reale” della situazione e soprattutto sul fatto che quanto successo danneggerà solo l’Europa… e mi ha confermato che non ci sono dubbi che sarà così e che sull’Ucraina è andato tutto fuori controllo sin dal 2014 con spazio eccessivo lasciato ai Nazi ucraini e stupidaggini varie di Poroshenko. Insomma peggio di quello che pensassi, solito capolavoro dei democratici americani in politica estera, una manica di incapaci… tralascio di dirti cosa pensano i militari francesi sulle politiche USA nei confronti dell’Europa, che vorrei evitare le parolacce.

FR l’ho visto il 2 Febbraio a Roma per l’evento di cui sopra, che era un bi-laterale Italia Francia sulla Difesa a Palazzo Giustiniani con i vertici industriali e militari dei due paesi ( di Leonardo c’erano Presidente, CEO e Direttore Generale, di Fincantieri Presidente e CEO ) oltre all’Ambasciatore Briens e Gasparri ed il Sottosegretario Perego. A te non ti ho visto, ma i posti nella saletta degli Osservatori erano finiti e quindi al limite potevi stare con gli uscieri… casomai la prossima volta fammi sapere, e chiedo all’Organizzazione se ti fa entrare per il Coffee Break, per il Déjeuner Buffet di benvenuto al limite se me lo dici prima ti faccio entrare alla fine, qualcosa rimane sempre. Il prossimo lo fanno a Parigi al Palais de Luxembourg, anche qui se vuoi un posto al Coffee Break te lo trovo.
Quanto a Fabrizio lo rivedo tra due giorni alla cerimonia di insediamento del Generale Masiello a Capo di Stato Maggiore dell’Esercito alla Cecchignola, una toccata e Fuga che poi ripasso da Parigi e vado a Istanbul.
Ora gli chiedo se si ricorda di te ma andrà come con Marino che proprio non sapeva chi cazzo fossi, e mi disse : “boh… avrà parlato con uno dei miei collaboratori… “.
Stammi bene e non ti sforzare troppo @Consy ( direi più per Consorte che per Conservatore ) che c’hai un’età e poi te fa male…

Modifica il 1 mese fa da Leo 62
Anche i conservatori nel loro piccolo si incazzano

Caro Leo,
Hai ragione bisognerebbe capire quello che si legge ma non pare essere il tuo caso. Z l’hanno visto tutti a Kupiansk salvo l’amico tuo, ci sono pure le foto ufficiali ma saranno false come quelle dell’ allunaggio, del resto questo è il livello delle fonti dei tuoi amici che ci prendono sempre. Il 18 era domenica, vogliamo dargli un giorno di riposo? E quanto a un paio di giorni senza incontri con esterni eccoti per confronto l’agenda del nostro PdC, che mi sono fatto dare da un amico a Palazzo Chigi:

15 febbraio: vertice intergovernativo con la Romania
21 febbraio: Consiglio dei Ministri (ma non l’ha vista nessuno, magri era lei a Kupiansk e si sono confusi)
24 febbraio: visita a Kiev

Anche lei con dei buchi notevoli, si sarà rifugiata nel bunker di Borgo Egnazia per timore dei golpisti nostrani…a suo confronto Z è uno stakanovista.

Sei bellino nella foto a Palazzo Giustiniani, giustamente backbencher a guardia della borsa di Fabrizio (perché hai la cuffia se sei di cultura francese? Un inizio di sordità per caso? Mi spiacerebbe per te). A un evento organizzato per Gasparri difficilmente mi troverai, e’ più il genere tuo. In generale comunque non giro per convegni di chiacchiere e networking ma lavoro piuttosto per le decisioni (mi sa che non hai proprio capito chi sono e cosa faccio). E alla Cecchignola sono stato per il militare e da allora evito, trovo XX Settembre più comodo (a proposito per quale motivo ti hanno riformato? Non ce lo hai mai raccontato), divertiti alla cerimonia ma ti avverto che non si mangia un granché bene al contrario del Circolo Ufficiali, anche quello però in calo da quando hanno lasciato Palazzo Barberini (i miei ci si erano sposati decenni fa, pensa te i casi della vita). So che a queste cose ci tieni visto quanto ne parli, del resto tra name dropping di gente che ti fa ciao con la mano e tartine a scrocco ci si chiede quando trovi il tempo di fare qualcosa di utile 🙂 forse è per quello che Fabrizio non ti da’ un vero stipendio…però almeno ai coffee break fai due chiacchiere con gente interessante, dai.

Si vabbeh Consy, adesso fai pure l’informato sulle agende dei PdC, ma facci il piacere su, la tua fonte a Palazzo Chigi ti avrà dato dato quella ufficiale, per i rompicoglioni. Se poi pensi che Sniffolo non passi il tempo a nascondersi e che se la diverta e questo ti fa stare bene fai pure… tu eri quello che diceva che l’aiuto NATO sarebbe bastato agli ucraini per cacciare i russi, ed infatti quello che sta succedendo lo vediamo tutti.
Quanto alle borse quelle magari le hai portate tu per tutta la vita, il tavolo era per Presidenti, Generali e AD, oltre al buon Piero Fassino ed al Sottosegretario, e lì ci devono essere loro. Io faccio solo in modo che le cose succedano, e siedo sempre dietro, raramente sto davanti, l’ho fatto qualche mese fa a Torino ma solo perché me l’hanno chiesto.
Io poi immagino te su che decisioni lavori ( Oggi che mangiamo a pranzo?… mi vai a prende un Cappuccio Grazie ?… 🙂 🙂 ) fai il bravo su che con me non passi. Quanto a sentirci tranquillo ci sento benissimo, ma c’era da capire bene cosa veniva detto da qualcuno in particolare.
Come sempre sei male informato, non mi hanno riformato, il militare l’ho fatto e proprio a Via XX Settembre, passando dalla MOntezemolo.
E quanto a FR non è mica lui che mi paga, lui è un amico che fa parte del giro, non credo che l’Istituto potrebbe reggere il mio stipendio… glielo auguro 🙂 🙂 Quanto al Name dropping non direi, tre di quelli li ho già rivisti ed con altri due ho appuntamento presto.
Tu però fatti passare le veline da Palazzo Chigi ed inventa che sei un Civil Servant, mi raccomando 🙂 🙂 se ti fa stare bene…

Anche i conservatori nel loro piccolo si incazzano

Eddai non mi prendere di acido che poi ti si rovina il vestito buono…

Che ti avessero riformato lo avevo ipotizzato dal fisico a provola ma vedo che sei dimagrito, bravo! Si vede che la dieta azera ti si confà 🙂

Mi fa anche piacere che ci senti ancora bene ma adesso mi fai preoccupare per le arterie, solo un loro indurimento spiega l’ottusita’ che dimostri rispetto al tema agende. Ti ho messo solo gli impegni esterni della Meloni per confronto con quelli di Z, poi è chiaro che nessuno dei due passa giornate intere a sfogliare i tuoi rapporti ma solo gli incontri esterni sono verificabili in modo indipendente – si chiama fact checking, un’attività che ti avrebbe evitato di scrivere tante fregnacce immediatamente smentite da tanti qui.

Sarei curioso di sapere quali sono le cose che fai in modo che succedano, contratti direi di no sennò Fabrizio ti pagherebbe, forse si tratta delle famose tartine…magari ti chiedo consiglio per un buon catering quando capita.

Ah, e “vedere” gente importante e farci due chiacchiere al coffee break non implica conoscerle o lavorarci (non considero lavoro questi convegni che frequenti, sono solo occasioni per vedersi e socializzare in vista degli incontri veri, certo poi chi come te fa la logistica è ammesso in seconda fila a guardia delle borse e alle tartine, ci mancherebbe, siano gente civile). Mi ricordi un personaggio di Life of Brian, che era sempre lì quando succedevano le cose ma non faceva assolutamente nulla, e poi a tutti diceva che era presente agli eventi…

PS: cortesemente mi indicheresti dove ho scritto che l’Ucraina avrebbe vinto? Proprio non riesco a ritrovarlo…

Rieccoti @Consy, a me francamente questo voler replicare sempre quando non ci sarebbe nulla da replicare mi fa pensare che quello che prende di acido sei tu… La cosa divertente è che tu provi a prenderci a casaccio su qualsiasi cosa ( quello che uno fa, chi frequenta , se ha fatto il militare, se è sovrappeso ) prendi due schiaffoni e ti riposizioni subito… grazie comunque per l’attenzione riguardo al mio peso forma, i 32 chili li ho persi nel 2018 semplicemente perché era il momento giusto per farlo, molto prima di Baku, che al limite sarebbe stato un posto ottimo per riprenderli visti i soldi che ci girano ( a proposito del fatto che non ci succede più niente, se te li danno,vatti a leggere i rapporti USA su come gli europei usano Baku per saltare le sanzioni che loro stessi hanno messo contro i Russi ed il ruolo dei turchi in tutto questo ).
Quanto al tuo tentativo di giustificare l’agenda di Zelensky e di farci stare tranquilli rispetto al fatto che va tutto bene siamo commossi, ma lascia perdere di spiegare a chicchessia come funzionano le agende, so che aggiornarle è l’unica cosa che ti fanno fare e che come segretaria sei bravissimo, ma è un lavoro inutile. La cosa divertente è che quelli cui Z sta più a cuore adesso sono i russi ( poi se hai qualcuno in grado di farlo fattelo spiegare ) che lo vogliono lì fino in fondo.
Quanto a quello che faccio non lo hai mai capito, perché come già ti dissi a sua tempo non sei in grado, ma già il giro che sto facendo ad uno minimamente intelligente o avvertito di queste cose qualcosa dovrebbe dire… soprattutto il passaggio tra Baku ed Istanbul e il rapporto con Parigi … ma non ti sforzare troppo che so che già stai dando segni di scarsa lucidità e non vorrei peggiorarti la situazione… diciamo che nel tempo in cui tui fai un giro io te ne ho fatti attorno dodici… Io ho smesso di voler stare in prima fila trenta anni fa, sia perché è pericoloso, sia perché ci sta chi è ricattabile, si dà un mano da dietro le linee a qualche buona causa, e nel frattempo si campa alla grande.
Quanto infine alla differenza tra frequentare o lavorare con qualcuno temo che la mancanza di lucidità di cui parlavo sopra stia facendosi notare… ti ho detto che con alcuni di quelli ( sia italiani che francesi ) già mi sono visto prima, altri li ho visti dopo, uno lo incontro oggi pomeriggio e tutti gli altri più in là. Se stavano attorno a quel tavolo non è un caso.
Si sta portando avanti un progetto comune,e si lavora da qui ai prossimi X anni, nonostante le stupidaggini che fanno e dicono la Melona e Macron, e i dispettucci che si fanno. Alcuni lavorano sui tempi lunghi, la bassa cucina la lasciamo a quelli come te… “che stanno dove si decide” … ( i civil servant che hanno passato la vita a fare danni 😉 )
Ciao e stammi bene.

P.S. No, è vero, non hai detto che l’Ucraina avrebbe vinto ma che nei fatti aveva già vinto e la NATO con lei e che la Russia era un paese finito… peccato che adesso ci si rende conto che se la NATO non interviene direttamente non se ne esce, l’Ucraina ha perso e sta crollando… e la NATO non può intervenire, deve prima fornirsi di pallottole… ed in conseguenza di questa sconfitta in Europa si riarma… non sto a dirti cosa ne deriverà da qui ai prossimi dieci anni perché non lo capiresti, e non ho tempo da perdere, ma c’è molto da fare… e grazie ai tuoi amici americani per tutto questo, Mr Aspen…

Modifica il 1 mese fa da Leo 62
Anche i conservatori nel loro piccolo si incazzano

Caro Leo,
Grazie per i chiarimenti, adesso finalmente ho capito cosa fai.
Eccoti qua (la persona senza baffi):

Ecco bravo, magari in salsa meno sessantottina… tu limitati a questo se no rischi la solita emicrania…

Fulvio Terzappi

Leo, Caro!
Sai che potresti fare?

Potresti pubblicare un bel selfie Tuo, sotto i Carracci.
O da Palazzo Giustiniani (magari co’ Gnazio).
O con lo Special Counsel.

No, perché qua… mi sa che non Ti credono
(ripenso anche alla querelle sul caviale al rinfresco).

Con quelle, la Tua affermazione sarebbe totale.

Oh…
Io Ti credo eh…
A me non servono
(Fulvio, mica Tommaso)

Modifica il 1 mese fa da Fulvio Terzappi
Leo 62

Fulvio Carissimo, c’è un problema, che poi è sempre lo stesso… non uso lo smartphone… ma io mi rivolgevo a @Consy e Consy lo sa che è vero… poi ci sono le foto ufficiali.

mario rossi

Mettergli i link in inglese è sadismo puro però dai, anche tu lo fai apposta… 😂

mario rossi

Rimettiamo ordine. Un paio di anni fa giusto in questi giorni avevo identificato un abbozzo delle motivazioni che spingono a tifare Russia, e che riepilogo. Valga il vero.
1) la ricorrente attrazione per l’uomo forte (ricordiamo come fino al 1938 l’aggressivo decisionismo di hitler fosse visto con simpatia in molte opinioni pubbliche e cancellerie occidentali e paragonato con dileggio alle lungaggini bizantine delle democrazie). Questa motivazione è oggi molto forte: quando complessità e incertezza dilagano i bisogni di sicurezza delle menti più fragili si fanno più impellenti. Non capendo nulla di quanto sta accadendo e non avendo nè tempo nè mezzi (e soprattutto capacità) per trovare i dati e sbrogliare la lenza ingarbugliata facendosi una idea, diventano vittime del capopolo che con pochi slogan semplifica loro la realtà e li fa sentire forti e “duri”.
2)  l’endemico antiamericanismo di cui in Italia sono imbevute le nostre culture tuttora egemoni (quella cattolica e quella comunista) e non parlo di partiti ma di mentalità. Per vie diverse  entrambe nutrono passione per gli ultimi e pervengono all’odio verso gli usa numeri uno-materialisti-consumisti-scristianizzati-egoisti. Quindi chiunque sia contro gli Usa automaticamente sta con me.
3) infine un certo fastidio a pensare di potere non dico “morire per danzica” ma anche solo “fare i sacrifici per kiev”, nell’assunto che appunto, diversamente da hitler che non si fermò a danzica, putin si fermi a kiev. Quindi al diavolo questi ucraini se appoggiarli mi fa rincarare energia e brioches.
Questi tre atteggiamenti coesistono in diverse miscele a seconda del tifoso con cui abbiamo a che fare. Attenzione, chi scrive non biasima nessuno di questi 3 atteggiamenti. La ricerca di sicurezza, l’odio per gli Stati Uniti e il “franza o spagna por che se magna” sono visioni perfettamente legittime e meritevoli di ogni rispetto e considerazione.
I due anni non sono però trascorsi invano e mi hanno aiutato anche a delineare altri elementi che servono a tratteggiare ora in modo più preciso l’identikit del tifoso putiniano attraverso 3 nuove parole chiave: narcoipnosi, equidistanza, emotività. Ancora, valga il vero.
Narcoipnosi. Ho conosciuto molti tifosi della Russia in questi 2 anni e ho visto come le dubbie visioni geopolitiche antioccidentali convivano con fallimenti personali in una matassa spesso indistinguibile. Molto spesso si tratta di persone socialmente, professionalmente e forse economicamente male in arnese. Questo odio per lo status quo genericamente definibile come Occidente (atlantismo, democrazia, multilateralità, economia di mercato), quantunque mai esplicitato come tale e venduto come asettica visione geopolitica, nasce dal fatto che quel quadro di riferimento è stato il palcoscenico dei loro personali insuccessi. Per reazione si innamorano di un contesto “altro” che il convento passa loro (est, dittatura, unilateralità, economia pianificata, aggressione militare) quasi come se, in una visione appunto narcoipnotica, tutto ciò che si oppone al mainstream dove hanno fallito potesse magicamente diventare teatro di una loro scena da brillanti protagonisti. Insomma un passato millantato, un presente problematico e un futuro altamente incerto magicamente si ribaltano nel sogno opposto.
Equidistanza. Il tifoso russo si dichiara equidistante, asettico, scientifico. Lo fa da un lato per accreditarsi di un’aura “sine ira et studio” agli occhi di chi lo ascolta,  dall’altro perchè sotto sotto si vergogna dei suoi preconcetti. Ma in realtà dietro ai richiami (spesso inesatti) a storia, economia e politica c’è un meccanismo di decodificazione e rappresentazione della realtà addirittura banale nella sua povertà.  “Chi è il buono? Chi è il cattivo?”, queste sono le due uniche domande compatibili con la sua modalità Walt Disney di visione del mondo. Ogni situazione viene da lui ridotta all’archetipo Topolino-Gambadilegno in una visione black and white perchè il technicolor, con le sue sfumature, è una roba troppo complessa. Alle due domande, come già detto sopra, non è lui che risponde, non avendone i mezzi, ma di volta in volta uno dei suoi maitres a penser complottisti e cospirazionisti che gli tolgono la penosa incombenza di dover pensare. D’altro canto la millantata equidistanza è una foglia di fico perchè quando l’aggredito viene posto sullo stesso piano dell’aggressore  la scelta verso l’aggressore è evidente. Se tu metti lo stupratore sullo stesso piano della stuprata in realtà stai con lo stupratore solo che non vuoi ammetterlo e allora fai come certi giudici che assolvevano il colpevole perché “lei era troppo scollata”, “lei provocava”, “la gonna era troppo corta”.
Emotività.  Il tifoso putiniano è tipicamente volubile e non è in grado di valutare appieno la propria fortuna. Soprattutto quando una cosa ce l’hai già non la trovi “sexy” e ti pare noiosa, la dai per scontata e vedi solo i lati negativi. L’Occidente ci ha dato sì democrazia, ricchezza,  libertà e cultura contro repressione, ignoranza, tirannide e povertà ma ha i suoi difetti: non ha una personificazione immediata, è noiosa è lenta, devi andare alla camera, ascoltare gli interventi, poi ci sono gli emendamenti, devi andare al senato blablabla, non appaga la emotività. Dopo decenni di sta roba vuoi mettere un bel dittatore che rovescia la sedia, picchia i pugni sul tavolo e urla “ora vi faccio il culo a tutti”. Secondo voi un emotivo come il putiniano d’italia da chi è attratto? E’ come uno che ha la vecchia moglie affidabile, prevedibile e un po’ noiosetta coi bigodini in testa ma poi vede la figlia della portinaia che lo attizza e zac. Poi però scopre che questa la dà a tutti, che gli ha fregato i soldi e lo ha denunciato per molestie che non hai mai compiuto etc. Rivorresti la vecchia coi bigodini ma ormai è tardi, perchè (piccolissimo dettaglio) passare dalla democrazia alla tirannide ahimè è semplice mentre il percorso inverso è complicatissimo.
Bene, questo è quanto finora è emerso nella mia disamina psicosociologica dell’italico tifoso russo. Ringrazio tutti coloro che hanno avuto la pazienza di leggere e sollecito finora i vostri stimati contributi, specie se in disaccordo con me. In democrazia le opinioni diverse sono ricchezza. Contro l’oppressione, contro l’ignoranza, contro la povertà, viva la democrazia, viva il benessere, viva la libertà!

Leo 62

Eh niente… a quanto pare l’immagine di Tajani e del Berlusca sono troppo… magari si può pensare che uno vuole fare propaganda.
Allora riscriviamo il concetto variandolo un po’… se no sembra che uno ti dà ragione—
Sicuramente partiamo dalla lunghezza del post e dalla constatazione che per fare la figura del cretino di solito ti bastano due righe non c’è bisogno che ne scrivi una sessantina. Immagino la faticata che avrai fatto e il mal di testa che ancora non ti abbandonerà da due giorni a questa parte, e un po’ me ne dispiaccio…
Ci sono una serie di personaggi letterari che incarnano alla perfezione lo scemo che pensa di poter fare un’analisi o addirittura la morale agli altri, ti stai sforzando di arrivare a quel livello, ma ancora non ci siamo. L’unica cosa che si può dire è che seguendo il detto popolare : Dio manda il freddo a secondo dei panni”, a te, per tua fortuna ne ha mandato poco. Hai detto una serie di banalità sconcertanti che sono quelle che di solito dice Antonio Tajani ed in fondo qualsiasi dirigente di Forza Italia, che ci siano altri che ci si ritrovino, dimostra solo il livello infimo in cui siamo caduti, ma in realtà di quelli non mi stupisce nessuno.
La Storia ogni tanto passa, c’è chi la riconosce e chi no… non si può chiedere a Tajani o peggio ancora ad un portaborse di capire, il portaborse porta i pesi e quello basta.
Si lo so ti tratto male e ogni tanto ti viene da tirare qualche calcetto, fa parte della tua natura di genovese stizzosetto alla Bruno Lauzi e non ci si può fare nulla, d’altronde quello che vive in una città disagiata, ed immagino anche in una zona disagiata, sei tu e qualche influenza sul carattere va messa in conto.
Da bravo genovese fai sempre riferimento ai soldi ed ai guadagni, alla situazione economica o professionale ( che reputi ) soddisfacente, da mettere a confronto con quelle di altri che non lo sarebbero (chissà perché poi… ) ecco non ce ne frega niente, e sicuramente non c’è nulla di cui vantarsi, tanto lo sappiamo chi sono i tuoi riferimenti e qual’è l’ambiente in cui hai validamente “galleggiato” ( è la tua natura d’altronde ) per anni.
Segue Manifesto del Congresso di Forza Italia…

Modifica il 1 mese fa da Leo 62
CoCa1969©

Ogni tanto passo dalla SR ma non ho mai trovato spunti interessanti per scrivere… fino ad oggi!

E lo spunto me lo da un @mariorossi in versione “er prolisso” 🙂 … perché normalmente vedo al massimo 4 righe scritte da te, oggi invece ti sei superato.

Leggendoti così, però, mi vien da dire: ma fallo più spesso!

E allora voglio farti i complimenti perché davvero ho letto qualcosa di interessante e – purtroppo – di molto vero: la società odierna sforna parecchi disagiati a vari livelli e così come basta guardare i social, che volenti o nolenti rispecchiano comunque uno scorcio di realtà, allo stesso modo è possibile trovare il modello disagiato ovunque: un collega, un amico, un parente (di solito, il cuggino scemo), un amico in Facebook, uno che segui in Instagram, uno che scrive in un blog…

Davvero, applausi sinceri.

mario rossi

Grazie coca e forza Milan (in Europa league🤣)

CoCa1969©

Grazie a te e senza alcun problema ti rispondo con un forza Inter ( in CL 😉 )

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Ottimo commento. Permettimi una lieve rettifica, dal mio punto di vista ovviamente.
Più che ”una passione per gli ultimi” (quella semmai viene sbandierata strumentalmente per ottenere o mantenere potere) direi che è dominante, tra i tifosi del capocosca del mandamento di Mosca, ciò che io chiamo ”egualitarismo verso il basso”.
L’idea e la pratica di tassare a sangue le imprese, l’autonomo per sottrarre una ricchezza che è sempre usurpata mai ottenuta con merito, abilità, sacrificio ecc.
In questo schema ideologico Putin è percepito come colui il quale ripristina tali intollerabili ingiustizie, sia a livello interno che internazionale. Ha rimesso ordine dopo il caos degli anni ’90, ha sfidato l’Occidente ed in ultima analisi gli Usa, vera fonte di tutte le ingiustizie del mondo, tra democrazia, libero mercato, multinazionali, finanza ecc.
Ovviamente non c’è nulla di più lontano dal vero, in Russia si sta di merda: l’aspettativa di vita alla nascita è la più bassa d’Europa, la diffusione dell’Hiv è a livelli stellari, la concentrazione della ricchezza è tra le più elevate al mondo e gli omicidi di Stato non si contano più.
La narrativa di cui sopra affascina, soprattutto chi, purtroppo, per varie ragioni, è rimasto indietro rispetto agli sconvolgimenti degli ultimi 30-40 anni avvenuti a livello mondiale: crollo del comunismo, introduzione dell’euro, aumento della concorrenza. E qui bisogna chiamare in causa la classe politica italiana degli ultimi 50-60 anni ed i relativi elettori.
Con l’ingresso nell’euro, soprattutto, e l’arrivo sul mercato di miliardi di competitors ci siamo trovati spiazzati, sono venuti meno due formidabili strumenti che ci avevano tenuto a galla dalla fine del boom fino all’inizio degli anni ’90: spesa pubblica à gogo e svaluazione.
Pensavamo di essere divenati ricchi, competitivi ecc. ma dopo l’inizio degli anni ’90 i nodi sono venuti al pettine. Per decenni lo Stato si è indebitato permettendo per fini elettorali l’incremento del risparmio privato.
Ovviamente abbiamo avuto anche grandissimi benefici dall’introduzione dell’euro a cominciare dal drastico calo degli interessi sul debito, usufruendo della credibilità del marco tedesco abbiamo risparmiato annualmente decine, centinaia di miliardi di euro.
Ma anziché riformare, calare spese e tasse abbiamo fatto l’opposto: ancora più voti comprati, clientelismo ecc. Tutto ciò si è tradotto in un peggioramento relativo delle condizioni sociali, economiche e lavorative di quegli ”ultimi” di cui hai fatto cenno nel tuo intervento. Ora, questa gente, odiando perciò l’Occidente stravede per il capocosca del mandamento di Mosca. E abbiamo chiuso il cerchio

Modifica il 1 mese fa da MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Grazie del commento. Per l’esattezza la passione per gli ultimi la avevo riferita, con una semplificazione estrema ma fondamentale per la sintesi, alle culture cattolica e comunista. Per l’una la pecora nera deve essere capita e recuperata per l’altra il reietto non è tale per sue colpe, la colpa è “der sistema”. Ed entrambe, nelle estremizzazioni più becere, sono sospettose verso il successo, l’iniziativa individuale, il vincente. Chi fa da solo, alla fine. Riportato all’antiamericanismo è proprio da queste correnti culturali che viene la maggiore ostilità verso le stars and stripes (pensa anche solo a questo papa), ostilità e diffidenza da noi diffusissime.
E in questo quadro, come dici tu, chiunque si opponga agli usa con qualche possibilità di successo, viene visto come un vendicatore senza macchia, o un nuovo robin hood che rimette le cose al posto giusto. Può essere un ex colonnello del kgb, un ayatollah, o un feroce dittatore dell’estremo oriente, le scelte non mancano. Tra tutti però è evidente che putin, se non altro per entità, credibilità e serietà della minaccia che è in grado di apportare, è quello con maggiore appeal e standing

rd1959

Applausi a scena aperta! Tutto molto chiaro, condivisibile e ben scritto. Un post che fa venire voglia di frequentare nuovamente il blog, dopo mesi di assenza. L’archetipo Topolino / Gambadilegno e il “narcojone” sono fenomenali.

Non so se ci hai fatto caso, ma i complottisti e i propalatori di fregnacce varie hanno una frase che pronunciano sempre, dopo aver esposto la loro scemenza sulla guerra in Ucraina, sulla situazione in Medioriente, sulla pandemia, sul vaccino o sulla terra piatta: “Non lo dico io, è scritto ovunque, basta volerlo trovare e leggere”…

Complimenti.

Modifica il 1 mese fa da rd1959
mario rossi

🤣grazie ma i complimenti per la invenzione del neologismo “narcojone” li devo girare a faceto qua sotto

Tiziano

Chapeau. Questo post andrebbe fissato all’ingresso della Security Room.

Leo 62

A eccoti, ma dove eri finito, sul Napoli non ti esprimi più, sui validi eroi ucraini che stavano cacciando i russi nemmeno… finiti gli argomenti? notizie sulla testa di ponte sul Dnepr?…

Modifica il 1 mese fa da Leo 62
Tiziano

No, ero distratto dalla fattucchiera che parlava dei russi che sganciano l’atomica, i repubblicani che sbancano le mid-term e i polacchi che invadono il brandeburgo.

Modifica il 1 mese fa da Tiziano
Leo 62

AI Russi non serve nemmeno sganciare l’atomica li stanno massacrando a colipi di vanga a quanto pare… i repubblicani stanno bloccando lo stesso il congresso, non so se te ne sei accorto e i polacchi bloccano sempre le frontiere ai camion ucraini… poi non so se queste cose sui giornali che leggi tu le scrivono, ma ne approfitto e ti aggiorno…

Modifica il 1 mese fa da Leo 62
Tiziano

Ero ancora distratto dalla fattucchiera che prediva una mitica marcia su Odessa dalla transnistria, un gelido inverno europeo senza gas e un’inarrestabile dedollarizzazione del commercio globale (a proposito: quante carriole di rubli servono per comprare un cesto di uova o uno shahed? Ho saputo di riserve auree impiegate per i pagamenti ai terroristi e di tagliagole iraniani che si puliscono il culo con la valuta russa).

Modifica il 1 mese fa da Tiziano
Leo 62

Ma mica è finita la Guerra, il bello deve ancora arrivare… rimani sintonizzato però… ed intervieni pure quando le cose vanno male, se no uno si delude… quanto alla dedollarizzazione del commercio globale ci vuole tempo, ma vedrai che ci arriviamo… tu limitati a rimanere sintonizzato e a fare il tifo per Topolino…

Faceto Balsamico

Il “narcojone”…

Una creatura che manco Stefano Benni in Stranalandia…

Modifica il 1 mese fa da Faceto Balsamico
Leo 62

AMEN

Leo 62

Bel concerto per chi sta a Roma la prossima settimana : Paavo Jarvi ed Augustin Hadelich al Violino. Concerto di Sibelius e 5a Sinfonia di Prokofiev, una delle grandi Sinfonie patriottiche russe. Apre il Faune di Debussy…

Ecco qui un paio di esecuzione della Quinta, che in questo periodo ha un suo perché…

Per chi ama andare sul classico c’è Mravinsky e la Filarmonica di Leningrado :

Oppure il sempre grande Gergiev con l’Orchestra del Mariinskij

Enjoy…

Modifica il 2 mesi fa da Leo 62
Waters

Ma Paavo Jarvi c’entra con Paavo Nurmi?

Leo 62

No ma c’entra con Neeme Jarvi…

Waters

Ah

Leo 62

“Mosca combatte in Ucraina usando Starlink di Elon Musk” fonti di Kiev a Defense One: per noi difficile sopravvivere . Le forze russe stanno utilizzando in Ucraina il servizio di comunicazione satellitare Starlink di Spacex: lo riferiscono due fonti ucraine a defense one sottolineando che l’azienda di Elon Musk famosa anche per aver aiutato Kiev nelle comunicazioni militari via internet, ora sta supportando gli aggressori russi. Secondo una delle fonti, i militari ucraini hanno rilevato per la prima volta diversi mesi fa l’uso in prima linea da parte dell’esercito di Mosca dei dispositivi collegati a Starlink. Una seconda fonte Ucraina ha confermato l’uso di Starlink e ha aggiunto che il suo utilizzo sembra essere in aumento. Al momento, le forze russe starebbero utilizzando decine di terminali del sistema satellitare di Musk su tutto il lungo fronte: “quando ne avranno centinaia, sarà difficile per noi sopravvivere”

Come era quella che gli americani a livello di politica estera sono sempre bi-partisan e quindi democratici o repubblicani cambia poco?… Sono proprio passati armi e bagagli dall’altra parte e nel frattempo bloccano gli aiuti ( a questo punto inutilissimi, sarebbero solo altri soldi buttati al cesso della corruzione ucraina) agli Ucro-Nazi alla Camera dei Deputati mettendo su Biden il peso di non far passare nemmeno quelli per Israele… a proposito di quando diceva che al di là delle stronzate sul valoroso popolo ucraino aggredito da un tiranno questa era una partita che si giocava a Washington e che i Democratici avrebbero dovuto vincerla in fretta per arrivare alle elezioni con qualcosa in mano… ma ahimé la controffensiva è fallita… ed a proposito pure del fatto che USA e Russia in questa guerra erano sempre in contatto e che buona parte della CIA non ha alcuna intenzione di seguire Biden nelle sue cazzate…
Però Zelensky ha cambiato il Capo di Stato Maggiore della Difesa e gli ha ordinato di contrattaccare… immagino con la “Nona armata…”

Nel frattempo ad Adviivka :

Leo 62

“In risposta a un rapporto del procuratore speciale Robert Hur ( peccato che non si chiami Ben… Ndt ) il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato di avere buona memoria. Ma pochi minuti dopo, parlando della situazione alla frontiera tra l’Egitto e la Striscia di Gaza, lo stesso Biden ha indicato come “presidente del Messico” Abdel Fattah al-Sisi, che invece è presidente dell’Egitto.”

Aridaje… non è un problema di memoria, Old Joe pensa sul serio che l’Egitto sta a sud degli USA… d’altronde sempre Piramidi c’hanno… Maya o Egizi che differenza fa… 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂

Modifica il 2 mesi fa da Leo 62
Leo 62

Gaffe di Biden: “Ho incontrato Mitterrand a Berlino nel 2021”. Ma era Macron.
Ancora una gaffe della memoria per Joe Biden. Il presidente degli Stati Uniti ha detto nel corso di un evento elettorale a Las Vegas di aver “incontrato Mitterand nel 2021” in realtà si trattava di Macron (oltretutto Mitterand è morto da 30 anni). Inoltre, Biden lo ha definito come presidente “della Germania” e invece era ovviamente Francia. Nel 2022 aveva raccontato esattamente la stessa storia e commesso lo stesso errore .

🙂 🙂 🙂 🙂 🙂

Chi era quello che aveva definito Biden un leader dell’Occidente?…

Ossia per rappresentare l’occidente va benissimo per carità…

però non la definirei una gaffe della memoria, secondo me Old Joe ci ha parlato sul serio con Mitterrand nel 2021 e sul serio non sa la differenza tra Francia e Germania.
 

Modifica il 2 mesi fa da Leo 62
Mordechai

Come molti americani.
Anche lui non saprebbe individuare la Spagna o il Cile su una carta geografica.
🙂

Leo 62

Un popolo di vaccari ignoranti… che capiscono solo la logica del profitto 😉 🙂

Leo 62

Un popolo di vaccari ignoranti… che capiscono solo la logica del profitto.

Leo 62

“Il comandante in capo delle forze armate ucraine Valerii Zaluzhnyi ha avuto una telefonata con il capo dello stato maggiore congiunto americano Charles Brown e ha discusso dei progressi sul campo di battaglia”

Immagino che per quanto riguarda l’aviazione ci penserà Snoopy…

Leo 62

E nel frattempo si apre anche il terzo fronte …

Si accettano scommesse su quale sarà il quarto…

Leo 62

Dette delle perplessità in Francia passiamo all’economia tedesca che sta andando lentamente ma decisamente per aria… con conseguenze che saranno pesantissime, soprattutto in Italia. E nel frattempo stanno riarmando…
Anche questo ampiamente anticipato. Non vi sto a dire quello che succederà presto con i vicini polacchi.

https://www.trasportoeuropa.it/notizie/autotrasporto/la-germania-precipita-nel-caos-su-strada-e-rotaia/

Leo 62

Tempo fa avevo anticipato che in Francia c’erano grosse perplessità su come si stava sviluppando la situazione in ucraina. Qualcuno qui dentro aveva fatto lo spiritoso… ma dato che i nodi arrivano sempre al pettine, ora ne parla liberamente proprio uno di quelli con cui ho avuto modo di chiacchierare questa estate, e che è tutto tranne che uno sospettabile di simpatie Putiniane.
In poche parole, altro che ucraina in salsa coreana, questi oramai la danno quasi per persa.
Ma non è che negli USA quelli svegli la pensino molto diversamente.

Er Mobilia

Sarai pure di cultura francese (cit.) ma non mi pare che mastichi molto la lingua e manco Lilin. Ecco il link all’intervista:

https://www.francetvinfo.fr/monde/europe/manifestations-en-ukraine/guerre-en-ukraine-les-ukrainiens-vont-vivre-un-hiver-terrible-estime-un-ancien-chef-d-etat-major-de-l-armee-de-l-air-francaise_6260721.html

Ed ecco le due frasi che vi fanno bagnare a tutti e due:

“Les Ukrainiens vont vivre un hiver terrible, il ne faut pas se cacher les yeux. Au mieux, ils vont pouvoir défendre les positions qu’ils ont à l’heure actuelle. Il ne faut pas espérer mieux”

Cioè al meglio terranno le posizioni, al peggio perderanno qualcosa (fosse stato molto peggio lo avrebbe detto visto che sta perorando la loro causa). Che è quello che sanno tutti visto che in inverno sarà difficile che vadano all’offensiva visti anche i scarsi risultati degli ultimi mesi. Ma da qui a dire che sia persa ci vuole il tifo sfrenato dei putinisti. Il resto dell’intervista dice che con il giusto sostegno potrebbero addirittura vincere. Che poi gli aiuti arrivino e’ un altro discorso ma il concetto serve per capire e contestualizzare l’affermazione precedente. Ma come al solito i tifosi vedono quello che vogliono vedere e pensano che con Gabbia rivedranno lo scudetto.

Leo 62

Ma davvero fai Mobì?… oltre a non capire un cazzo di quello che leggi ( ma questo lo sapevamo ) non lo sai nemmeno interpretare, e non sai come va letta un’intervista di questo tipo e cosa significa.
Se un ex comandante in capo della NATO ora in pensione ( altrimenti non ci avrei potuto parlare di nulla, al massimo della qualità delle tartine ) si esprime in questo modo significa che parla a nome di quelli che hanno posizioni ufficiali e non si possono esprimere, ma che con lui sono in strettissimo contatto ( tra cui due dei primi tre gradi militari del paese ) .
Quando dice : “au mieux il vont défendre les positions qu’ils ont à l’heure actuelle. Il ne faut espérer mieux” intende che non ci sono speranze di mandare via i russi da dove sono e che molto probabilmente ( anzi lo danno per sicuro ) i russi prenderanno altro territorio soprattutto ad est. Una frase del genere si dice quando si vuole spingere ad una trattativa e ci si rassegna che sarà alle condizioni dei russi. Ossia quello che vi sto dicendo da un anno e mezzo : i russi si sono messi sulla difensiva, hanno più mezzi e più uomini degli ukro-nazi, la NATO non interverrà mai in prima persona, e faranno schiantare gli ucraini nella loro “controffensiva” ( una pagliacciata degna di questi cosacchi cialtroni ) ed il tempo come sempre sarà dalla loro parte, con le opinioni pubbliche ocidentali che si stancheranno e gli USA che sotto presidenziali non potranno esporsi. Se poi vince Trump per l’ucraina è finita. La Russia in tutto questo ogni tanto manderà la propria disponibilità ad un cessate il fuoco alle proprie condizioni, e poi prenderà altro territorio… and so on… i francesi temono che con un collasso totale delle linee di difesa ucraine che senza ulteriori aiuti è molto probabile, i russi prendano tutto il piatto. Ma come vi ho sempre detto quello che deciderà sarà il confronto interno negli USA.
Nel frattempo lo scoppio del conflitto in Medio Oriente ha eclissato la posizione ucraina ed il conflitto, che non è mai stato locale, ha rivelato la sua natura di scontro globale, alla faccia di quelli che come te ancora blateravano di superiorità occidentale e di situazione sotto controllo, un altro fronte e gli USA non sapranno più come coprire, ed il debito pubblico sale a livelli mai visti. Altro che isolamento della Russia.
Ti risparmio di spiegarti il resto dell’intervista perché non ho tempo e perchè per queste cose di solito mi faccio pagare
Qui se c’è uno che da sempre fa il tifo sul nulla, nel calcio come nelle cose di cui ti dovresti occupare, sei tu… io prima anticipo e poi descrivo i fatti. Tu semplicemente non sai di che parli.
Ma a proposito di calcio tranquillo che quest’anno siete in overperformance e forse qualche soddisfazione te la darà la tua squadretta, prima di fare magari come il Napoli quest’anno e noi l’anno prima.
Io se il Milan sta per fare qualcosa di buono lo dico prima, e ci prendo, se qualcosa non quadra lo dico prima e ci prendo pure questa volta.
Fattene una ragione.

mario rossi

Alti comandi di cosa? Ma lo hai fatto il militare almeno o ti hanno riformato? O magari il servizio civile imboscato da qualche parte?
O hai fatto pagare a papà qualche milionata corrompendo un colonnello medico così potevi dedicarti anima e corpo al pli (dove peraltro nessuno si ricorda chi tu sia)?

Modifica il 3 mesi fa da mario rossi
Leo 62

Mariuccio stai buono che qui non serve la coppia, ne basta uno… immagino che ti hanno fatto al militare a te se per caso non ti hanno riformato.

Modifica il 3 mesi fa da Leo 62
Er Mobilia

oddio mi ero scordato che sei come i bambini dell’asilo, signora maestra io ho detto questo e quello…a parte il fatto che ci hai abboffato di fake news (a memoria dagli ufficiali nato catturati all’artiglieria francese venduta ai russi al tuo pseudo amico pseudo miliardario e ne salto una dozzina per non tediare i quattro lettori rimasti), per il resto avendo tu detto tutto e il contrario di tutto e’ ovvio che come gli orologi rotti ci prendi una votla l’anno (ti ricordi i tuoi 5 scemari dove mancava solo il ritorno dei dinosauri?) ma vorrei ricordarti come ci avevi promesso che i russi sarebbero dilagati dopo aver preso Bakhmut, che sarebbero arrivati a Odessa e poi in Moldova (invece sono fermi da un anno e mezzo), che Johnson avrebbe scardinato l’Europa (e’ tornato a casa), che Azovstal era un punto di svolta (se la sono dimenticati tutti), che Erdogan non avrebbe fatto entrare Finlandia e Svezia nella Nato (una e’ dentro e l’altra quasi), ecc ecc ecc. Insomma la fiera della cazzata ma di che ci stupiamo, la tua squadretta e’ finita dietro la mia 9 volte negli ultimi 10 anni, anni nei quali ci hai costantemente detto che entro due-tre anni sarebbe tornata alla gloria e invece ha solo vinto uno scudettino a botte di culo (grazie Simone!) e overperformance (Leao da allora pare Hauge, te lo ricordi anche lui?), maddai pagliaccio fallito (ma chi ti paga a te che sei dovuto andartene pure da Baku) che di fatti non parli mai ma riporti solo opinioni di gente che o dice cose troppo complicate per te o fa propaganda e tu manco lo capisci.

e ora torniamo al francese: tocca veramente spiegarti tutto anche se fai di tutto per non capire nulla. Siccome nell’intervista chiede che l’Europa sostenga l’Ucraina, se pensasse che c’e’ un forte rischio di tracollo lo avrebbe detto ora che e’ un privato cittadino, soprattutto se e’ quello che pensano i suoi amici in servizio che non possono dirlo. Ergo non lo ritiene uno scenario plausibile.

Che poi la guerra sarebbe finita con un negoziato era chiaro fin da subito, io l’avevo scritto il 9 maggio 2022, pensa te, assieme ad altre ragionevoli previsioni che io contrariamente a te faccio a ragion veduta e che infatti poi per la maggior parte si avverano. Siccome non sono un B-cubo come te copio qui sotto il mio pezzo (mia unica previsione, dato che contrariamente a te non faccio la schedina della guerra tutte le settimane per poi non prenderci mai) cosi possono vedere tutti quanto ci avevo preso dopo solo due mesi e mezzo mentre tu dopo due anni brancoli ancora nel buio.

“Con l’Ucraina Putin ha fatto l’ennesimo rilancio, sperando che le operazioni sul campo andassero abbastanza veloci da creare un fait accompli per fare il solito gioco del “vogliamo veramente scatenare una guerra tra grandi potenze per cosi poco”, solo che gli e’ andata male perché l’esercito ucraino ha dimensioni comparabili alle forze d’invasione e pur avendo soprattutto armamenti russi e’ meglio comandato, informato e motivato e ha ricevuto abbastanza armi moderne da fare fronte almeno per le prime settimane. Adesso vediamo come va a finire, ma di certo le motivazioni non erano di tipo psicologico (le provocazioni) o pseudo strategico (la Nato alle porte, perche’ quello ce l’ha gia’ e forse avrebbe dovuto calcolare che in questo modo rischiava di far entrare nella Nato Finlandia e Svezia) perché gli europei non avrebbero fatto entrare l’Ucraina nella Nato ancora per decenni (infatti la dichiarazione congiunta Usa Ucraina non mette alcuna data o riferimento temporale). Ha solo pensato che questo era un buon momento per riportare l’Ucraina sotto il controllo russo, dove e’ stata per tre secoli. Poi ha cercato di venderlo come un “atto dovuto”, necessario, ecc. ma e’ una semplice mossa di aggressione cosi’ come la Germania invase la Polonia nel 1939 – perche’ pensava di farla franca.
Solo che ha sbagliato i conti, gli ucraini hanno resistito meglio del previsto, gli americani si sono irrigiditi piu’ del previsto, gli europei con riluttanza pure, e adesso per lui va tutto a puttane e non gli rimane che fare terra bruciata e prendere piu’ campo possibile spingendo in avanti con tutto quello che ha per tenerlo nei negoziati. Ma la guerra gli americani l’hanno gia’ vinta oltre le loro piu’ rosee aspettative: l’Ucraina che rimarra’ sara’ per sempre staccata dalla Russia e sara’ interoperabile con gli eserciti Nato, Finlandia e Svezia probabile che entrino nella Nato (da vedere ma prima era impensabile), gli europei riarmano dopo decenni di orecchie da mercante, la debolezza della tecnologia russa e’ ormai evidente (vogliamo vedere da chi comprera’ l’India nel prossimo decennio?), l’occidente si e’ ricompattato su linee da guerra fredda e sara’ piu’ facile portarci ad osteggiare la Cina. Se poi a Mosca succede pure il regime change avranno fatto bingo ma non e’ necessario, e quanto all’allineamento con Pechino tanto la speranza di non averli assieme alla Cina si era persa gia’ anni fa.
Quindi i negoziati regoleranno la questione ucraina ma non come Putin aveva sperato (e dichiarato) anche il sistema geostrategico complessivo mondiale perché quello e’ ormai chiaro – e lo vede grandemente diminuito.”

Leo 62

Mobì, sei impagabile, ti tieni pure le cazzate che scrivi e le citi per dimostrare che ci hai preso quando la realtà dice tutto il contrario di quello che avevi detto tu. Il dramma è che non ti rendi conto di quello che succede, non riesci ad interpretarlo e pensi che stia andando come dici tu.
Che è la logica dei falliti sistematici come te.
Quello che tu citi andava bene a fine anno scorso,forse… adesso dimostra solo che non ci hai capito un cazzo come al solito. Tanto è vero che Time, non la Pravda, ha messo Putin tra i candidati ad uomo dell’anno, a proposito di quanto fallimentare è stata la sua strategia, che tu continui a non capire, perché sei il solito coglione che parla di cose di cui non capisce un cazzo.
A dimostrazione che non capisci quello che succede, il fatto che non citi l’esplosione del conflitto in Medio Oriente, la riapertura di altri fronti del conflitto globale e la perdita di influenza degli USA costretti a sostenere Israele obtorto collo. E la Turchia che oramai gioca da questa parte dopo aver ottenuto di tutto e di più per fare entrare la Svezia ( che ancora non è entrata ) nella NATO. E poi chi ha mai detto che Finlandia e Svezia non sarebbero entrate, ho detto che la Turchia le avrebbe fatte entrare quando oramai la loro adessione sarebbe stata ininfluente, e facendosi strapagare per questo, come infatti è avvenuto.
Lasciamo perdere il fatto che la presenza di ufficiali NATO in Ucraina all’atto dell’invasione è un dato di fatto storicamente accertato, come anche la brutta fine di molti di loro prima e dopo l’Azovstal e che la strategia di usare l’Ucraina per attaccare la Russia ( e quindi la rpesenza di ufficiali NATO ) è stata ammessa ufficialmente anche dalla Merkel un anno e mezzo fa, e lasciamo perdere il fatto che tutti i paesi europei tra cui Francia, Germania ed Italia hanno bellamente saltato le sanzioni vendendo armi e componenti militari alla Russia e comprandone gas e petrolio ( sapessi che succedeva a Baku…. ) .
Arriviamo solo al punto che è semplicemente che il negoziato di cui parlavano alla NATO non è quello di cui parla Putin e che parte dal fatto che la Russia porta a casa tutti gli obiettivi fissati dall’Operazione Speciale… sai che fallimento. E come detto a suo tempo, la Russia ogni tanto si ferma, chiede il negoziato… e poi riparte… e più passa il tempo e più prende. E gli USA hanno altro da fare che aiutare l’Ucraina. E se Trump vince le presidenziali…. tutto puntualmente anticipato.
E tu continui a non vederlo… ma una Mezza Sega non è Mezza sega a caso…
Quanto al calcio lascia perdere, sei ancora più patetico, oramai fate notizia solo per i falsi in bilancio che sono la vostra vera specialità, lascia perdere di parlare di Leao, che è stata per te solo un’altra occasione per fare una figura di merda… non ne perdi una.
Ma d’altronde ci hai passato la vita…

Modifica il 3 mesi fa da Leo 62
Er Mobilia

guarda le figure di merda le fai solo tu e da sempre. che citi times come fonte autorevole dopo che sono anni che ci dici che i msm sparano cazzate e sono ideologicamente compromessi poi fa troppo ridere. che ci fossero ufficiali nato attivi e poi morti continui a dirlo solo tu altro che verita’ storicamente accertata, porta una fonte e vediamo, cosi come dovresti fare lo stesso per le dichiarazioni della merkel, cosa che ovviamente non sei in grado di fare in quanto si tratta di tue estrapolazioni, che la Russia continui a prendere non direi visto che e’ ferma da piu’ di un anno, che la Turchia si sia fatta pagare grassamente e’ da vedere (cosa ha ottenuto di significativo?), che io dovessi prevedere i casini del MO un anno e mezzo prima che accadessero beh mi pare una richiesta assurda, che tu abbia previsto alcunche’ (e comunque pochissimo) dipende solo dal fatto che hai scritto tutto e il contrario di tutto.

ah e quali erano gli obiettivi dell’operazione speciale? nelle parole del grande dittatore, il 14 dicembre 2023: President Vladimir Putin vowed on Thursday to fight on in Ukraine until Moscow secures the country’s “demilitarization”, “denazification” and neutrality. […] Either we get an agreement, agree on certain parameters (on the size and strength of Ukraine’s military)… or we solve this by force. solo un coglione come te puo’ considerare questi obiettivi raggiunti considerate le dimensioni dell’esercito ucraino e il danno collaterale di una frontiera con la Nato molto piu’ lunga.

quanto a come ci ho preso io:
Ucraina staccata dalla Nato: al momento e’ cosi
esercito interoperabile con Nato: piu’ aumenta la quota di armi occidentali e piu’ e’ cosi
Finlandia e Svezia nella Nato: una dentro l’altra quasi
riarmo europeo: annunciato, vediamo se poi lo fanno
acquisto armi india: mega contratto con usa
decoupling dalla Cina: ormai obiettivo dichiarato perfino della UE
soluzione negoziata alla guerra in ucraina: appare probabile.

tu che hai da far vedere? chiacchiere e manco un distintivo. solo qualche fallimento in Italia. e ora torna a sbavare sulle tartine altrui che e’ la cosa che ti riesce meglio.

ah dimenticavo: avessi mai prodotto una fonte credibile che fosse una per le tue affermazioni, a volte viene da pensare che le cose te le inventi proprio pur di sembrare quello che non sei (un cialtrone inseguito dai creditori e preso a calcinculo da chiunqe ti incontri).

Leo 62

Le cosa patetica caro il mio Meza Sega, è che provi anche a replicare e come al solito sprofondi sempre più nella merda, sono anni che fai così ed ancora non ti sei stancato… ieri avevo anche pensato di rispondere frase per frase alle cazzate che hai detto l’anno scorso ma poi ho pensato che
1 – non avresti capito lo stesso
2- non ho tempo da perdere.

Adesso però dieci minuti ce l’ho e quindi venendo alla tua nuova puntata, nessuno ha mai detto che Time sia una fonte autorevole, ho solo detto che se anche loro pensano di mettere Putin come uomo dell’anno, dopo aver messo il tuo amico nazi cocainomane l’anno prima, forse anche loro sono arrivati a fare una valutazione su come sono andate realmente le cose. Sono in malafede ma non sono coglioni come te…

Le dichiarazioni della Merkel sono andate su tutti i giornali e se fai finta di non averle lette problema tuo, capisco che non sei in grado di capirle nemmeno se le leggi ed è sempre un problema tuo, ma oramai sono Storia….

Quanto ai morti della NATO se ne parlerà ufficialmente tra qualche anno, chi ha informazioni sa come sono andate le cose, e pure come mai quelli italiani, a suo tempo, erano stati risparmiati…

La Turchia di significativo ha ottenuto ciò a cui Erdogan puntava davvero, ossia gli F-16 americani. il Congresso statunitense aveva bloccato la vendita dei nuovi jet e la fornitura di kit di ammodernamento per quelli già in dotazione all’aviazione turca a causa delle ripetute minacce mosse dalla Turchia alla Grecia, a cui non solo sono stati forniti gli F-16 ma anche promessi gli F-35.
Oltre alle rassicurazioni sugli F-16 da parte degli Stati Uniti, Erdogan ha ottenuto anche la fine dell’embargo sulla vendita di armi dal Canada. Ottima notizia per l’industria militare turca, che ha diversi progetti all’attivo che prevedono l’uso di componentistica realizzata in Canada.
A questo aggiungiamo che il Parlamento turco però ancora non ha ratificato una ceppa… e lo scoppio della Guerra in MO vede la Turchia poco amica dell’Europa, non so se questo lo sapevi… te lo dico io… e quindi non so se gli USA saranno tanto contenti di dare gli F-16, Israele ad esempio non vorrebbe… su fai due più due che puoi arrivarci anche tu… sull’atteggiamento bi-cefalo della Turchia ho avuto già modo di dire a tempo debito.
Quanto al Medio Oriente fa parte del discorso che ho sempre fatto che la guerra in ucraina era solo parte di un confronto a livello Mondiale. Con l’apertura del fronte Yemen, e qualche idea di fronte in Corea e la Cina che ha già annunciato che andrà a prendere Taiwan, la vedo dura che gli USA ( alle prese con la Guerra Civile strisciante di cui avevo parlato per tempo, anche qui… ) possano coprire tutto.
Peraltro ti dò una notizia : Netenhyahu è poco amico di Biden… e pure di Blinken… fai due più due anche qui please…

Su quello che avresti preso tu, le solite stronzate :
Ucraina nella NATO ci sono vari veti che non saranno mai superati e darei per difficile anche l’entrata in UE, quando il tuo amico cocainomane cadrà ( o lo ammazzeranno ) non se ne parlerà più.
Esercito interoperabile con la NATO : quale esercito ? e soprattutto ma che cazzo stai a dì, che la NATO non è in grado nemmeno di fornire un numero sufficiente di pallottole?
Finlandia e Svezia nella NATO e sai che paura, la prima si è già pentita e non so come andranno le prossime elezioni, la seconda ci sta già ripensando… e torniamo a quanto detto sopra.
Riarmo europeo, si vabbeh, vai a leggere la notizia sugli scioperi in Germania e poi se ne riparla. Lo farà la Germania forse ma per andare in quel posto alla Polonia appena possibile…come al solito…
Acquisto armi India, vedi alla voce Turchia… accordi con la Russia sempre più saldi e ruolo nel BRICS fortissimo. Le armi sono in funzione anti-cinese, e su quello ai russi non dispiace nemmeno, ma queste cose per te sono troppo raffinate, di geo-politica capisci un cazzo… intuile che mi avventuri a dirti cosa succederà se Trump ritornasse alla Presidenza e chi negli USA gestisce queste cose.
Decoupling dalla Cine : esticazzi
Soluzione negoziata guerra Ucraina : si alle condizioni dei russi, e la situazione al fronte si sta sempre più deteriorando, siamo anche vicini all’attacco da Nord di cui parlai a suo tempo…

Quindi tu non solo non hai nulla da far vedere, ma quello che pensi sia dalla parte tua, sta dall’altra… e lascia perdere le fonti, dato che sei così idiota che non capisci nemmeno quello che leggi.
Le mie fonti sono i FATTI.
Tutto questo a testimonianza del fatto che non capisci MAI un cazzo, verrebbe da pensare che per diventare così idiota hai fatto anche dei corsi speciali…
Sai una cosa Mobì ? in fondo fai bene a fare il leccaculo, è l’unica cosa che ti riesce bene nella vita…
Quanto ai creditori pensa per te che a me gira benissimo, se prima guadagnavo in un mese quello che tu prendi in 4, adesso prendo quello che tu prendi in 6 mesi. Ancora un po’ ed arriviamo ad un anno intero… e senza fare il servo sciocco, come te.

Er Mobilia

ciccino bello se fossero fatti sarebbero descritti da qualche parte, e tu non sei in grado fornire uno straccio di nulla perche’ sono tutte cazzate (incluso quello che pensi la merkel abbia detto). e quanto agli F-16 per la Turchia (unica cosa minimamente sensata che scrivi) ovviamente non capisci nulla di armamenti. loro volevano gli F-35 che non avranno quindi ripiegano su di un aereo entrato in servizio quasi 50 anni fa (secondo te perche’ all’Ucraina vogliono dare questi? perche’ tanto bastano contro le carriole russe e verranno comunque sostituiti nei prossimi anni).

quanto alle bufale su quanto ti pagano stai tranquillo che lo sappiamo tutti che sei un poveraccio che scrocca pranzi e cene, chi vuoi che paghi uno che ripete a pappagallo la propaganda putiniana (sembreresti Tarek Haziz se non fosse che lui una dignita’ almeno minima ce l’aveva) e si comporta da bambino all’asilo, stizzosetto e lagnoso come quello che prendeva schicchere sulle orecchie. torna a pagare i debiti dei tuoi fallimenti invece di sfrangere i maroni agli adulti qui, va. e smettila di frignare ogni volta che vieni smutandato e si vede quanto poco sei dotato. accetta la tua natura di scemo del villaggio e occupati di funghi e di cicoria che e’ il massimo a cui puoi aspirare.

Leo 62

Niente Mobì, la figura del coglione la devi fare fino in fondo, è una forma di coerenza anche questa…
definire adulto una Mezza Sega fallita è possibile, nel senso che piuttosto di finire come te sarebbe stato meglio morire da piccoli… per il resto io so quello che faccio io e tu sai quello che fai tu, se ne sei soddisfatto meglio per te, quella del leccaculo è una razza molto diffusa in Italia, a quanto mi hanno detto tu esageri un po’ ma vabbeh, non è proibito, ma evita di dire cazzate sugli altri.
E già che ci siamo ti do’ un altro consiglio, prova a gestire meglio la rabbia che quando vieni preso a calci in culo esce sempre fuori, ed a lungo andare ci potresti anche rimanere, e non vorrei averti sulla coscienza… e se dici cazzate ed i fatti provano che hai detto cazzate ( cioè sempre, da quattro anni a questa parte ) falli ‘sti benedetti conti con la realtà, forse un giorno ti darai un senso…

P.S. Gli F-35 gli USA alla Turchia non li daranno mai come non li daranno nemmeno alla Grecia, smetti di fare finta di capire cose di cui non capisci un cazzo, fail bravo su… e poi carriole russe un par de cazzi, li stanno massacrando proprio con l’aeronautica, e gli F-16 si che sono carriole… come tutto il resto delle armi della NATO, compresi i Leopard.
La cosa brutta di questa guerra è che la Russia ha capito che la NATO non ha un cazzo in mano… e ha pure vuotato gli arsenali, fossi in loro…

Modifica il 3 mesi fa da Leo 62
Er Mobilia

Cioè fammi capire, Erdogan ha ottenuto una grande vittoria perché si è fatto dare gli F16 e allo stesso tempo gli F16 sono delle carriole? Pur di avere ragione dici tutto e il contrario di tutto addirittura nello stesso thread, a dimostrazione finale e conclusiva di quanto tu sia un bambino scemo.

Ah e la Grecia ha piazzato un primo ordine di F35 nel 2022 con opzione per un secondo lotto, e’ solo la Turchia alla quale li negano, povero idiota che non sei altro.

E la Russia ha superiorità aerea proprio perché l’Ucraina ha pochi aerei tutti di era sovietica, e’ proprio questo il motivo del contendere e non certo una superiorità tecnologica russa, pagliaccio ignorante.

E qui ti saluto bambacione, complimenti per come ti sei reso una volta di più ridicolo da solo. Torna ai funghi e alla cicoria che ti competono. E paga i debiti invece di blaterare inanità.

Leo 62

Mobì, ma non c’è bisogno che ci convinci che sei un coglione e che non sai di che parli, ce n’eravamo già accorti, tranne quell’altro idiota che ti porti dietro.
Dove ho scritto che Erdogan ha ottenuto una grande vittoria facendosi dare gli F-16, ho detto che ha ritardato al massimo l’adesione della Svezia alla NATO che ancora non è effettiva, e con quello che sta succedendo in Medio Oriente e la posizione anti Israele della Turchia mi sa che aspettate ancora, ha incassato una vittoria diplomatica mentre fa patti a tutti i livelli con la Russia e gli F-16 sono carriole rispetto a quello che può schierare la Russia che è l’ultimo paese contro cui i turchi li userebbero. Ma per fare il culo ai curdi ( alleati degli USA ) ed agli armeni ( nuovi alleati degli americani ) vanno ancora bene. A dimostrare che pezzi di merda sono gli americani che fanno patti anche con i loro nemici effettivi contro i loro alleati pur di vendere quei cessi… lasciamo perdere il discorso che se non vendono armi gli americani saltano per aria in dieci minuti con la situazione di merda della loro economia che qui andiamo su un campo che non segui per definizione.
Che ragionamenti semplici di questo tipo tu non li sappia fare lo dimostra il fatto che fai il passacarte in un ufficio da sfigati… Adesso però vai a cuccia che ho finito il monte ore mensile da passare con i disagiati mentali.

Er Mobilia

“la Turchia che oramai gioca da questa parte dopo aver ottenuto di tutto e di più per fare entrare la Svezia ( che ancora non è entrata ) nella NATO. E poi chi ha mai detto che Finlandia e Svezia non sarebbero entrate, ho detto che la Turchia le avrebbe fatte entrare quando oramai la loro adessione sarebbe stata ininfluente, e facendosi strapagare per questo”.

Se non è la descrizione di una grande vittoria questa…niente non ce la puoi fare sei un caso umano. Dispiace per chi ha a che fare con te dal vero.

Leo 62

Mi sono fatto concedere cinque minuti in anticipo sul prossimo mese di rapporti con disagiati mentali perché il rumore delle unghie sul vetro si sente fino a qui e dà fastidio…
La frase che ho scritto descrive la verità.
Se tu non fossi un idiota, come sei, capiresti che il succo è quello che sta scritto tra parentesi : La Turchia ha ottenuto quello che voleva e la Svezia ancora non è entrata nella NATO. Se non gli daranno più gli F-16 da usare contro Curdi ed Armeni la Svezia non entra più, quindi la posizione è diplomaticamente solida, ma sarebbe vittoria solo se avesse gli F-16 e la Svezia alla fine non entrasse nella NATO. Cosa che non è ancora successa, quindi non si può ancora parlare di vittoria, ma descrivere la situazione.
Se per te però è una grande vittoria fai pure.
In realtà ancora non hai capito la partita che si sta giocando, e chi la sta giocando e da che parte…
e questo perché non ne capisci un cazzo, soprattutto di rapporti diplomatici e di geopolitica ma parli..parli..parli….
io lo so che avere a che fare con te invece è divertente, un comico involontario, un fallito patetico che non conta nulla ed usa un blog per continuare a fare la figura dello scemo, mentre nella realtà fa solo il passacarte servile. Ma capisco che servi si nasca…
Io mi limito ad accontentarmi del divertimento che mi dai da lontano.
Adesso però rivai a cuccia che ho da fare.

Modifica il 3 mesi fa da Leo 62
mario rossi

Non è un bambino scemo, è un adulto scemo, che è peggio perchè non ci sono speranze di recupero

Er Mobilia

Hai ragione nemmeno messo di fronte alle cazzate che scrive capisce qualcosa, il bello è che poi si pavoneggia tutto tronfio senza rendersi conto di come si umilia. Però ogni tanto fa ridere, e’ una macchietta con le tasche sdrucite e i buchi nelle scarpe.

Leo 62

E qui, per una volta, tu sai sicuramente di che parli Mariuccio… ma non ti iludere, non sono tutti come te e quell’altro idiota.
Voi siete facilmente riconoscibili…

Leo 62

In Ucraina i botti sono cominciati prima di Capodanno… a proposito delle brutte notizie in arrivo di cui parlava Stoltenberg da un mesetto… e pure io, da un anno abbondante… per me magari non sono brutte, ma vabbeh non stiamo a sottilizzare.

Nel frattempo Putin è tra i finalisti di TIME per il titolo di uomo dell’anno 2023, magari non lo vincerà, ma sarà comunque il vincitore morale… un vero dominatore.

Modifica il 3 mesi fa da Leo 62
Bel-Ami

Lo trovi divertente? Non mi cimento, argomenti del genere meritano confronti dialettici vis á vis. Ma, lo ripeto e ti saluto, con l’augurio di non trovartici mai: ti diverte?

malandragem

io gli augurerei di trovarcisi e alla grande, invece,,,che è facile fare il pagliaccio quando sei al sicuro

poi vediamo quanto ride, il borghesone leccastivali di Putin, mentre gli crolla addosso casa e rimane a morire sotto le macerie

Leo 62

Beh Malandra, io sono dalla parte dei russi, quindi toccherebbe ai buffoni come te quella di andare a sostenere il valoroso popolo ucraino con i fatti e non con le chiacchiere da pensionato parassita leccaculo degli americani quale sei.
Ma non ti preoccupare, al di là di avere sempre meno in saccoccia sei in una parte del mondo che è ancora al sicuro, e le uniche bombe che ti toccheranno saranno quelle fritte la mattina, ed anche quelle faranno danni, con l’ infinita pazienza che ci vuole con quelli come te.

Modifica il 3 mesi fa da Leo 62
malandragem

Come sempre, oltre l’abituale diarrea verbale mista a idiozie,il nulla.

Ti ci vorrebbe anche solo una settimana da profugo, poi vediamo quanto sei ancora buono a fare il gradasso con il tuo culo lardoso non più sul velluto.

Leo 62

Detto da uno che è un profugo da quando è nato…

Modifica il 3 mesi fa da Leo 62
malandragem

Io non mi sogno di scrivere le idiozie ai quali tu affidi la coltivazione della tua immagine di superuomo virile dei miei coglioni, quando nella realtà sei un panzerotto di spaventapasseri borghese impagliato e inutile.

Comunque qui nel mondo reale io avevo posizioni anti americane e anti NATO quando tu ancora ti bagnavi per Zanone e anche successivamente, quando tu cercavi di capire che aria buttasse per tirare a campare dopo mani pulite e da chi andare a leccare le scarpe…

Leo 62

Cazzo Malandra avevi posizioni anti NATO, immagino le inquietudini a Washington…

Leo 62

Beh i botti di capodanno sono sempre divertenti… diciamo che questi sono un po’ realisti, ma non fuori tempo insomma… soprattutto sono meritatissimi . Più che altro mi fa ridere che Time abbia pensato a Valdimir Vladimirovic per la copertina di uomo dell’anno, un soprassalto di onestà intellettuale che in teste di cazzo assolute come gli americani mi sorprende un po’, ma mi fa piacere. Poi hanno scelto Taylor Swift e sono tornati quello che sono, ma insomma il fatto che Putin sia l’uomo politico che ha dominato da tutti i punti di vista il 2023 e che probabilmente ha messo fine al dominio globale dell’occidente è un dato di fatto… poi se non ti sta bene che ti devo dire… sta bene al 75% del pianeta ed il mondo va avanti lo stesso.
Quanto ai confronti dialettici qui dentro è pieno di gente che pensa di poterli fare ma non è in grado nemmeno di iniziarli… un saluto anche a te…

Leo 62

A proposito del fatto che in Ucraina a livello interno va tutto bene…
ed il sostegno esterno è incrollabile…

Leo 62

“Alla ricerca di altri soldati, il ministro della Difesa ucraino Rustem Umerov vuole invitare gli uomini che vivono all’estero a prestare servizio militare l’anno prossimo. Agli ucraini di età compresa tra 25 e 60 anni che vivono in Germania e in altri Paesi idonei al servizio militare verrà chiesto di presentarsi ai centri di reclutamento delle forze armate, ha detto Umerov mercoledì notte ai media tedeschi, incluso il quotidiano Bild.”

A proposito di combattere fino all’ultimo ucraino… quelli in patria stanno finendo…

luigi.iannelli

Leggendo che Biden punta a sbloccare gli aiuti per Kiev entro Natale, immagino che, andando avanti di questo passo, farà prima Putin a dare i suoi aiuti, non solo a Kiev, ma anche all’Europa e soprattutto all’Italia.
Ora che sta per chiudersi definitivamente il mercato tutelato e ciascuno dovrà scegliersi il proprio fornitore di energia, non ho trovato nell’elenco fornitori dell’Arera quello della Gazprom. Che peccato, era quello più conveniente, mannaggia. Mi toccherà scegliere fra quei fornitori che, gira e rigira, l’acquistano dalla Gazprom.
Capisco però che, nel confronto che propongono i fornitori, sarebbe imbarazzante evidenziare quanto pagavamo e quanto stiamo pagando. Meno male che gas ed elettricità sono un’eccezione in un’economia che cola grasso da tutte le parti. Per fortuna, i salari e l’occupazione viaggiano a gonfie vele, i prezzi di pane, olio, alimentari e beni di prima necessità sono ormai in caduta libera, l’oro inteso come bene rifugio è stato soppiantato dalle armi, facendo solo attenzione a non investire sui rottami che mandiamo a Kiev o sugli F16 che comperiamo dagli USA e che non si alzano in volo neanche a sollevarli col muletto.
Dopo la migliore sanità al mondo anche Scuola ed Università sono diventate un fiore all’occhiello del paese così come la classe docente. Ancor di più se, alle volte, si scopre che qualche docente insegnava da 20 o 30 anni pur senza una laurea e, questo, aggiunge alla loro competenza anche la genialità. Benzina, gasolio ed assicurazione auto sono tornati a quel prezzo che, con il pieno di carburante, ci riconcilia con il piacere della vita Quel piacere che sta nelle piccole cose. Aggiungiamoci il boom delle auto elettriche che stanno andando letteralmente a ruba; primo perché non costano un cazzo ma, soprattutto, perché è vero che con un pieno fai la metà dei chilometri che facevi con la benzina, ma non inquini e, vuoi mettere?, finalmente puoi respirare l’aria di montagna anche in pianura. Un cambiamento di vita non solo salutare, ma anche somatico. È già da un po’ che, girando per Napoli, faccio fatica a distinguere se una ragazzina è una turista o è napoletana. Ormai, a furia di respirare aria di montagna, sono tutte bionde. Anche l’anagrafe sta cambiando. Una volta le chiamavi Concetta oppure Immacolata o Assuntina. I nomi oggi più in voga a Napoli, sono Heidi per le femmine e Jannik, Thor e Olaf per i maschi.
Altro ossigeno per i giovani arriva con i mutui che sono tornati a prima di quel 2008 quando in America, per salvare capre e Banche la Federal si fece prestare i soldi dalla Cina ed oggi, pur di non restituirglieli, da un lato soffia su Taiwan e dall’altro vende agli alleati quegli F16 che i cinesi usano nelle loro Università per spiegare “tutto quello che in aeronautica è sbagliato”. Infine, considerato il vento in poppa di un’economia che trasuda benessere da tutti i pori, immagino che la prossima riforma sulle pensioni, da quota 103 si scenderà a quota 90. Non so se questo significherà che si potrà andare in pensione 13 anni prima o, visto l’andazzo, si morirà 13 anni prima di arrivare alla pensione, ma questo è un dettaglio tecnico insignificante.
Insomma ragà, se i risultati sono tutto stò grasso che cola, ben vengano le guerre!
E poi Francé, pur buttandola in cattofilosofia, che senso avrebbe la parola “pace” se non ci fossero le guerre? La verità è che non riusciamo proprio a campare senza le nostre contraddizioni: “guerra/pace”, “ricchi/poveri”, “preservativo/nature”, “virtuale/reale”, “scritto/orale/anale”, “democrazia/dittatura” per poi, non capirci più una mazza se, ebbri di “democrazia” mandiamo al governo chi fa di tutta l’erba un fascio.

Modifica il 4 mesi fa da luigi.iannelli
Leo 62

No Luì ma che dici l’economia italiana è in salute e quella europea non ne parliamo nemmeno… adesso arriva Er Mobilia e ti bacchetta… la NATO ha circondato la Russia e mò dove vanno? mancano le armi e le munizioni tutte sputtanate dall’Ucraina, ma sono circondati.
E nel frattempo Gerard Baker del Wall Street Journal, anche se a denti stretti, nomina Vladimir Putin ed Elon Musk vincenti dell’anno… due amici di Zelensky.

https://www.milanofinanza.it/news/perche-vladimir-putin-ed-elon-musk-sono-i-vincenti-del-2023-202312191739378299

PAOLO68

ma sti F16 sono gli stessi che Andreotti voleva a Isola di Capo Rizzuto (Kr) nel lontano ’89????

Li ricordo bene perché ero lì ad occupare quell’aereoporto malandato e fui sgomberato a manganellate….

Saranno almeno obsoleti… quasi 35 anni fa la Spagna se ne liberò in 4 e quattr’otto e il nostro Governo si fece subito avanti x averli.
Non se ne fece nulla, non per il nostro protestare ma perché il sito era davvero tutto da rifare…

luigi.iannelli

Magari fossero quelli. Ho scritto 16, ma intendevo gli F35 di 5a generazione. Un equivalente in campo automobilistico di quella che sarebbe stata una Duna Fiat di 5a generazione. Per questione di pudore la Duna si fermò prima, ma il pudore non è un senso comune a tutti.

Leo 62

Nicolai particolarmente effervescente in questo periodo…

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

@ Leo 62

Qui se c’è qualcosa di incredibile è la tua servile compiacenza verso un invasore, criminale di guerra. Ai tempi del baffino austriaco saresti stato in prima fila col braccio alzato.

No, non siamo negli anni ’80, se lo fossimo mezza Europa, russi e cinesi sarebbero morti di fame come la Corea del Nord.

Putin è stato ricevuto con tutti gli onori? Tra poco celebrerai il fatto che riesce a mettere un piede davanti all’altro. E’ alla disperata ricerca di una linea condivisa sui tagli alla produzione del petrolio. Con i prezzi odierni non ci fa nemmeno il brodo. Altro che prendere Kiev. Ma una scatola vuota come te che straparla a cazzo su tutto non arriva a capire manco questo.

Continua a fare il porta acqua di Caracciolo e lo scendiletto di Putin, a sognare la dedollarizzazione, l’Europa che rimarrà senza le meterie prime, India e Cina che sostituiranno l’Occidente negli scambi commerciali con i russi e Putin che arriverà a Kiev. E poi ti svegli tutto bagnato.

Io non sogno niente @MJ io anticipo solo un po’ quello che poi succede sempre, sia nel calcio che in cose più complicate. Ci campo sopra da anni… e pure bene.
E poi il Critical Raw Material Act non me lo sono mica inventato io, lo stanno definendo a livello UE e significa che il problema materia prime in Europa esiste eccome… come esiste un problema energia ( il gas dall’Algeria che è alleata della Russia o dal Qatar che non è un amico dell’Europa a qualcosa dovrebbe farti pensare ) ed un problema di costi degli E Fuel e dei Bio Fuel che sta creando altri problemi enormi e potrebbe portare alla fine della democrazia nel trasporto aereo.
Ma se tu in tutto questo vuoi vedere semplicemente un tiranno che invade un povero paese che anela alla libertà occidentale invece di un ben più complesso scontro globale tra chi detiene materie prime e fonti di energia e chi pretende ancora di controllarle secondo una logica vetero-coloniale fai pure, fare figure di merda qui dentro non è vietato e non sei il solo, ma come ti ho detto se ci dai un taglio e ti dedichi ad altro invece di ripetere le solite formule neo-liberiste oramai viete e ritrite sarebbe meglio… per te… poi fai come ti pare.

P.S. io il baffino austriaco fossi in te non lo citerei perché quello che sta facendo il tifo per i nazisti sei tu… non è che se sono finanziati dagli americani sono meno nazisti ( e pure il baffino austriaco indovina chi lo finanziò?… ).

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Ma questa è pura dietrologia. Ciascun Paese al mondo ha le proprie risorse e le proprie carenze. Ogni area del mondo ha i propri punti di forza e debolezza. C’è il paese che ha le materie prime, ma non ha i capitali ed è costretto ad importarli e a remunerarli maggiormente. C’è il paese che è costretto ad importare manodopera dall’estero e perciò vede defluire capitali che vanno nel paese di provenienza degli immigrati. L’Unione europea, per esempio, è l’ area del mondo che più esporta medicine e prodotti farmaceutici. E questo è un vantaggio competitivo di grande valore.
Le materie prime sono uno dei tanti fattori produttivi, come lo è il capitale, il lavoro qualificato, le infrastrutture pubbliche e private ecc.
Se esiste un problema per l’Europa in questi termini esiste per tutte le aree del mondo in relazione ad altri fattori della produzione che mancano. Il commercio, lo scambio esiste da sempre proprio per questo.

Questa è una guerra voluta e scatenata da Putin, il resto ritengo che sia proprio benaltrismo. Ha scommesso che si sarebbe ripetuta la Georgia, la Crimea, ma nulla è andato, questa volta, come aveva preventivato.

E chi ti dice che Hitler non sia stato finanziato anche dagli americani oltre che dai sovietici.

Hitler dai sovietici proprio no, visto che è stato mandato al potere proprio in funzione anti-sovietica ed anti-comunista dalle élites industriali tedesche e con i finanziamenti degli americani ( Joe Kennedy e Ford in testa… ).
Questa è stata una Guerra voluta e scatenata dai Neocon americani a partire da quella stronza di Victoria Nuland, con lo scopo evidente e riuscito di indebolire l’Europa e di staccare i rifornimenti russi all’economia tedesca in primis ed europea poi.
Si è voluto tenere a tutti i costi l’Ucraina in funzione anti-russa ( e i problemi di Hunter Biden e delle banche fallite nel frattempo negli USA diranno altre cose al proposito ) a partire dal 2014, si sono fatti fallire gli accordi di Minsk che avrebbero dato una soluzione al problema e si è puntato sul fallimento economico della Russia e sul suo isolamento mondiale dopo l’attacco provocato… è successo l’esatto contrario. Il mondo arabo, ad esempio, si è schierato con Cina e Russia e la differenza tra come è stato accolto Biden e come è stato accolto Putin la dovrebbe dire lunga.
La Cina e la Russia sono le mediatrici di un accordo tra le monarchie sunnite e l’Iran sciita, c’è la fila per entrare nel BRICS, e l’Africa è oramai persa per l’Occidente. Addirittura il Venezuela si sta muovendo in ottica anti-USA ed anche il Sud America guarda alla Cina con l’unica eccezione dell’ultra-liberista Millei che però è Trumpiano e quindi odia il giro Clinton/Biden.
Non parliamo di quanto quello che succede in Medio Oriente stia alimentando l’odio verso Israele ma anche verso gli USA e l’Europa
La cosa più divertente è che ora i Repubblicani hanno il boccino in mano e se Trump ridiventa Presidente la prima cosa che farà sarà far divorare l’Ucraina dalla Russia e fare un patto globale con Cina, Russia mondo Arabo ed Africa che metterà definitivamente all’angolo l’Europa… che è quello che vado dicendo da cinque anni a questa parte…
Qui dentro voi, a partire dal re delle Mezze Seghe qua sotto, eravate quelli che pensavate che l’Ucraina avrebbe vinto e che la NATO si sarebbe rafforzata… la NATO invece con la guerra in Ucraina ha esposto le sue armi a colossali figure di merda…

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

L’Unione Sovietica finanziò la Germania nazista per ben due anni dal ’39 al ’41 spartendosi con lei l’Europa e rifornendola di tutto ciò di cui aveva bisogno. Stalin rimase talmente sotto shock per l’attacco dei nazisti che per giorni scomparve. Riesci a negare in maniera vergognosa anche questo. Sei proprio un indottrinato, Giulietto Chiesa redivivo

Il resto come al solito è putrida propaganda russa che continui a dispensare indegnamente a piene mani.

La Russia lavorava da anni all’unione eurasiatica mentre l’Ucraina era impegnata da anni nel processo che avrebbe avuto come esito l’ingresso nell’UE. Ma visto che per i nazi-russi l’Ucraina non esiste, né come Stato né come popolo, Putin ciò non lo poteva accettare (che l’Ucraina diventasse un Paese moderno, benestante, anziché quella fogna a cielo aperto che è la Russia i cui cittadini fanno registrare la più alta dipendenza da alcol nel mondo ed una diffusione raccapricciante dell’HIV) si comprò Yanukovich, causando le proteste per mesi di centinaia di migliaia di ucraini. Fino alle violenze di Piazza Maidan e alla sfiducia votata dal Parlamento nei confronti di Yanukovich che difatti scappò in Russia. Gli accordi di Minsk, al punto 10, non sono mai stati rispettati dai russi.
Te l’hanno detto anche ”il fuciliere” e Prigozhin, uno in carcere e l’altro assassinato.

Tutto ciò è scritto in report Onu e Osce che ti ho abbondantemente riportato. Mentre le tue sono sempre le solite chiacchiere.

L’Ucraina anti-russa la devi andare a rintracciare ai tempi degli zar e di Stalin.

Continui a straparlare di alleanze, ricevimenti con onore ecc. ma sul campo non si vedono risultati. Il prezzo del petrolio è sempre quello, al vertice in Sudafrica il coniglio assassino non s’è fatto vedere per paura che l’arrestassero, Lavrov in India si becca sonore pernacchie e il Power of Siberia 2 è in alto mare con i cinesi che vogliono il gas a prezzi ancora più stracciati.

L’Ucraina di fatto sta vincendo, è in piedi ed esiste come Stato e come comunità. Solo i troll putiniani esultano per avere mantenuto il 10% ulteriormente conquistato a fronte delle centinaia di migliaia di uomini e mezzi distrutti, della perdita dei migliori mercati di sbocco e dell’emigrazione di centinaia di migliaia di lavoratori che ha provocato un nuovo rialzo dell’inflazione. Spendono come pazzi, ma non hanno manodopera per le imprese e l’inflazione sta di nuovo quasi all’8%.

Il tuo unico ragionamento è il seguente: individui un evento X (le dimissioni di Boris Johnson, di Draghi, il gas, l’inflazione, la dedollarizzazione ecc) e da tale evento fai discendere conseguenze catastrofiche per l’Occidente. Quando le conseguenze di cui andavi cianciando non si verificano passi ad individuare un successivo evento Y che, invariabilmente, produrrà le conseguenze di cui sopra. E vai avanti così all’infinito.

Intanto l’Europa dopo avere ridotto ai minimi la fornitura di gas dalla Russia, aver fatto calare l’inflazione al 2,4% anche nel 2023 crescerà. Continua a roderti il fegato.

E visto che non fai altro che utilizzare l’ipse dixit questo è ”il colonnello generale in pensione Leonid Ivashov, che si è espresso contro le politiche di Putin e i preparativi per la guerra con l’Ucraina

La politica del Cremlino volta a preparare una guerra con l’Ucraina è essenzialmente criminale. Il colonnello generale russo in pensione Leonid Ivashov ha scritto di questo in una lettera aperta intitolata “Vigilia di guerra”, parlando in qualità di presidente della “Riunione degli ufficiali panrussi”, e ha invitato il presidente russo Vladimir Putin a dimettersi dal suo incarico.

Secondo il generale, l’unica minaccia all’esistenza della Russia era il degrado della sua vita interna, e non le minacce esterne. “In generale, viene mantenuta la stabilità strategica, le armi nucleari sono sotto un controllo affidabile, i gruppi di forze della NATO non vengono costituiti e non mostrano attività minacciose”, ha sottolineato.

Leonid Ivashov è anche convinto che le azioni del Cremlino causeranno danni irreparabili al Paese e ha invitato il presidente ad “abbandonare la politica criminale di provocazione della guerra”.

@Mj sei decisamente risibile, e ti informo che stai confondendo l’aiuto che si dà tra alleati, più o meno convinti, più che altro a livello di forniture ( in quel caso grano e petrolio ) e quello finanziario che si dà per mandare al potere una determinata cricca… sono due cose MOLTO differenti, se ci capissi qualcosa a livello storico non ti avventureresti in figuracce del genere.
Ma di Storia non capisci un cazzo e lo abbiamo capito.
Il resto che dici è solo propaganda filo-americana che in Occidente si sono pure stufati di diffondere. Quello che si vede sul campo è chiaro a tutti, e vede un Putin centrale in tutte le trame diplomatiche, con Borrell e Blinken che devono scappare da Skopje per non incrociare LAvrov. Le cose che tu citi sono passate e lontane e relative ad altri momenti della vicenda. Quello che c’è ora sono solo gli USA in una situazione di merda in Medio Oriente, ed un sentimento globale anti-occidentale che oramai è fortissimo e che le stronzate liberiste non potranno certo cambiare.
Pensa che pure il CIO ha dato l’OK alla partecipazione degli atleti russi e bielorussi alle Olimpiadi di Parigi.
La Russia non solo non è crollata economicamente ma è anche più forte e si è volta verso i mercati asiatici che sono quelli che avranno un futuro, e su cui si sono volti anche gli USA.
Presto l’Europa sarà buona solo come parco turistico, ma anche questo lo dico da tempo.
Pensa che adesso pure Zelensky è andato a dire ( in Francia poi… ) che l’Europa non deve essere sottomessa agli interessi delle lobbies anglo-sassoni, peccato che sono quelle che lo tengono ancora in vita.
Vedi @MJ, in generale a me sembra che l’unico fegato in disordine sia il tuo per quello che sta succedendo sul serio e non nelle tue fantasie filo-coloniali, e che era chiaro che sarebbe successo, a tutti tranne che a qualche altro fenomen o qua dentro che insiste a parlare di cose che non gli competono.
Poi se sei convinto che vada tutto bene vallo a dire a Draghi che pochi giorni fa ha espresso un concetto leggermente diverso e poco otttimista.
Quanto ad Ivashov credo che dicesse queste cose un po’ di tempo fa, e che quanto sta succedendo dimostri che non ci ha capito una mazza. Ma non direi che fosse l’unico.

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

E quale minchia sarebbe la differenza? Non è che cambia il discorso in base a cosa fornisci. Stai sempre sostenendo la bestia nazista. I sovietici la sostennero per la spartizione dell’Europa. Ah no, visto che erano sovietici allora è giustificabile sia il sostegno che l’invasione.
Sei proprio indegno. Adotti un doppio standard da fare paura.

Se vogliamo spaccare il capello in quattro gli americani finanziarono Hitler in funzione anti-sovietica perché l’obiettivo dei sovietici era quello di instaurare la dittatura del proletariato a livello internazionale. Vedi biennio rosso in Italia.

No, la tua è propaganda del Cremlino. Io riporto fonti Onu

Dal 21 novembre 2013 al 22 febbraio 2014 sono scoppiate proteste di piazza su larga scala, innescate dalla decisione dell’allora presidente Viktor Yanukovich di non firmare un accordo di associazione con l’Unione europea. Alla base delle proteste c’era un’insoddisfazione diffusa e profonda nei confronti di un sistema generalmente percepito come corrotto e privo di responsabilità, con istituzioni deboli per lo stato di diritto e un sistema giudiziario che non era né indipendente né in grado di garantire pari diritti, processi equi e giusto processo. 4. Le proteste sono state ulteriormente esacerbate dalla violenza e dall'uso eccessivo della forza da parte della polizia, in particolare in Piazza Indipendenza (Maidan) a Kiev, dove tra gennaio e febbraio 2014 sono state uccise oltre 100 persone, anche da cecchini. Le violenze e le violazioni dei diritti umani avvenute a Maidan hanno portato alla caduta del governo, alla partenza del presidente per la Federazione Russa e alla formazione di un governo provvisorio filoeuropeo il 27 febbraio 2014.

chrome-extension://efaidnbmnnnibpcajpcglclefindmkaj/https://www.ohchr.org/sites/default/files/HRBodies/HRC/RegularSessions/Session27/Documents/A-HRC-27-75_en.pdf

Sì Putin è sempre centrale fa il mediano a centrocampo, però il petrolio non vale un cazzo, ai cinesi e indiani le materie prime le svende e i tassi d’interesse sono arrivati alle stelle perché se ne sbattono di acquistare il debito pubblico russo e il power of siberia è in alto mare.

Ma sono sempre scappati in qualsiasi vertice internazionale quando hanno preso la parola i nazi-russi, che io ricordi.

L’Europa solo di high-tech, solo di high tech, esporta 500 miliardi l’anno fuori dall’Ue. Stiamo parlando di high-tech, non di materie prime che sono delle commodities che se non te le fornisce un Paese te le fornisce un altro. Riesci a comprendere la differenza.

Per quanto riguarda Ivashov il punto è che la Nato non costituiva nessuna minaccia, e tutta la narrativa che andate raccontando voi zerbini dello zar per giustificare l’invasione sin dall’inizio crolla come un castello di carte.

Draghi parla di unione politica. Non capisci manco la differenza. Certo che ci vorrebbe un’unione politica e difesa comune. Il punto è che ciò implicherebbe trasferimenti di risorse nella difesa da altri settori e trasferimenti dalle aree più ricche a quelle con reddito più basso e nessun politico avrà mai questo coraggio

Guarda @MJ non c’è peggior sordo di chi non vuole capire, ma mi limito a citare solo una cosa che hai scritto che se ben interpretata, e non detta per propaganda, dimostra la tragedia in cui si trova ora l’Europa:

“L’Europa solo di high-tech, solo di high tech, esporta 500 miliardi l’anno fuori dall’Ue.”
E quindi per questo motivo ha disperato bisogno di materie prime, che si aggiunge al disperato bisogno di Energia ( l’economia tedesca per questo sta andando a rotoli nel frattempo, trascinando il resto dell’Europa ).
non di materie prime che sono delle commodities che se non te le fornisce un Paese te le fornisce un altro.”
Peccato che tutti i paesi che te le possono fornire ora stanno dall’altra parte della barricata ( gas dall’Algeria equivale a gas dalla Russia possibile che non lo capisci? ) e che il problema delle materie prime è talmente grande che nell’UE si sta discutendo ( con la solita logica burocratica del cazzo ) il Critical Raw MAterial Act. Se l’Europa non ne avesse bisogno perché farebbe una cosa del genere?
Tu ragioni sempre in un’ottica globalista, che è esattamente quella che non esiste più e che è stata eliminata da quello è successo negli ultimi due anni a partire da un conflitto che non è locale, ma solo una parte di una guerra mondiale per il controllo delle materie prime.
L’ottica globalista poi è quella che non conveniva più agli USA e loro si sono regolati di conseguenza, facendo a pezzi per prima l’Eruopa, ed utilizzando le nazioni dell’est per questo.
E niente però non ve ne accorgete e giù a propaganda liberista e neo colonialista e predominio dell’occidente, e cazzate varie…
Quello che si sta concretizzando è uno scontro di civiltà, ve lo sto dicendo da tre anni, e dall’altra parte ci odiano… e sono di più, ed hanno materie prime ed energia in mano.
Quello che sta succedendo in Medio Oriente poi non succede a caso e serve a cementare la parte avversa all’Occidente ed ai suoi principi, oltre che lasciare gli ucro-nazi da soli.
E gli USA ci USAno e ci lasceranno andare quando dovranno venire a patti con il resto del mondo. Se non l’hanno già fatto, a partire dall’Ucraina. ma pure questo ve l’avevo detto…

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

E torniamo al post di partenza. Certo che l’Europa ha un problema di materie prime ma gli altri Stati, a partire da Usa e Cina, hanno il problema dei prodotti finiti e dei semilavorati.
Se l’Europa ha un problema a monte gli altri ce l’hanno a valle dei processi produttivi.

Ritorniamo all’high-tech, che è un settore che richiede conoscenze maturate nel tempo, capitale umano qualificato, infrastrutture ecc. Tutti elementi che non costruisci dall’oggi al domani.
Usa e Cina insieme importano dall’UE quasi 200 miliardi di alta tecnologia. Sai chi è che esporta di più in Africa? L’UE, soprattutto manufatti.
Nessun Paese può tagliare fuori l’UE senza ritornare al medioevo. Ti ho fatto l’esempio del settore farmaceutico appunto per quello.
Prima ancora di essere liberalista è razionale per i Paesi specializzarsi in determinate produzioni e importare il resto. Attraverso la specializzazione ottieni efficienza e competitività nel settore di specializzazione e non disperdi risorse in altri settori.

Poi, certo che la pandemia e le guerre hanno fatto emergere il problema delle fonti di approvvigionamento, delle catene del valore ecc. ma il documento di cui parli non dice affatto che bisogna diventare autosufficienti al 100%, ma si concentra sulla diversificazione. Una parte deve essere prodotta internamente, una parte deve essere importata, un’altra parte deve provenire dal riciclo.
Ma se guardi in prospettiva ogni Paese ha i suoi problemi: in Cina c’è l’invecchiamento della popolazione e la disoccupazione giovanile (non prubblicano nemmeno i dati e così hanno eliminato il problema), in Russia hanno il problema dell’emigrazione dei lavoratori altamente specializzati, in Africa hanno le materie prime ma manca tutto il resto, visto che importano beni e capitali da fuori ecc.

Ed infatti è per questo che l’IRA americano spinge le industrie europee, soprattutto quelle tedesche a trasferirsi.
Ed un’altra migrazione avverrà verso l’Asia che è il posto in cui si stanno concentrando da tempo la maggiorparte dei capitali mondiali. Non dico che l’Europa non abbia tecnologie di livello superiore, ma che per questioni di materie prime ed energia converrà sempre di meno produrre in Europa. Il Know How senza i capitali non va da nessuna parte. Ed il mercato che si sviluppa è quello asiatico oltre al solito mercato americano. E’ quello che ha più margini di crescita, quello dove una classe media deve ancora essere creata, quella europea sta scomparendo, sostituita da manodopera più a buon mercato proveniente da Africa e Medio Oriente, ma in una prospettiva di maggiore distanza tra benestanti e nuovi poveri…
L’Europa sta andando in direzione di un futuro pulito e tecnologicamente ad alto livello, ma riservato a pochi. Con problemi sociali abbastanza gravi che, essendo democrazie non potranno essere risolti con le cattive. Anche se una certa svolta a destra che sta arrivando da varie parti potrebbe cambiare le carte in tavola, al momento ad esempio in Francia si dà per abbastanza scontato che il prossimo Presidente sarà Marine Le Pen.
In generale vedo sempre una tripartizione globale in arrivo : sistemi ultraliberisti e privatisti che mirano alla dissoluzione dello stato classico ( USA e parte del mondo occidentale, anche Sud America ) sistemi liberali classici ( Europa Occidentale e parte dell’Europa centrale, poca Asia ) Sistemi verticistici ( maggiorparte dell’Asia ed Africa, parte del Sud America, parte dell’Europa ).
I sistemi liberali classici con il tempo rischiano di diventare come le monarchie costituzionali dei primi anni del 900, sempre più fuori moda.Ci verranno i turisti a visitarli…

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Guarda, sul modo in cui leggi, organizzi ed elaborari le informazioni (estremizzando gli effetti di alcune notizie e tralasciando quelli di altre) ho già risposto. E non mi va di ritornarci.
Riporto solamente due dati/grafici, poi ognuno si fa l’opinione che vuole.

Si parla da anni del ritardo sulle materie prime critiche da parte dell’Ue, l’Inflation Reduction act è entrato in vigore l’anno scorso se non ricordo male
A proposito di quali siano i marcati più attrattitivi:

https://data.oecd.org/fdi/fdi-stocks.htm#indicator-chart

In termini di investimenti diretti esteri l’Ue è il primo mercato, ancora nel 2022. Seguono gli Usa e, a grande distanza, la Cina.

Poi, il ministero del tesoro russo come investe le future pensioni dei russi? In quali valute? In yuan, rupia, ecc.? Ma manco per il cazzo:

 ”Composizione valutaria della NWF per attività denominate in valuta estera:
dollari USA – 45%;
Euro – 45%;
Sterline inglesi – 10%.”

Dollari, euro, sterline. Questo per dirti che la propaganda è una cosa e la resposabilità di gestire denaro un’altra. E chi ha questa responsabilità sceglie sempre l’Occidente, ad oggi, e nonostante tutto

https://minfin.gov.ru/en/policy_issues/nationalwealthfund/management/

A proposito, Cina in deflazione (quindi la gente ha smesso di spendere ed investire) a proposito di classe media, ed i debiti diventano più onerosi da ripagare.

Anche su questo però non devi guardare il breve termine, ma dove si sta andando a parare, altrimenti non si capirebbe il perché c’è in atto su vari fronti una vera e propria guerra globale, perché di questo te ne sei accorto vero? un fronte in ucraina, uno in medio oriente, uno in yemen, uno mobile in africa, uno se ne sta per aprire pure in venezuela, poi c’è il solito conflitto azero-armeno che forse è in via di risoluzione, ed un altro paio in arrivo qua e là… tutti per energia e materie prime a ben vedere.

La situazione reale degli Usa al di là dell’egemonia attuale del dollaro che ancora è in piedi vede un’elevata inflazione strutturale dovuta alla carenza di produzione interna ( e per questo attraggono le industrie europee ) ed al costo delle materie prime dovuto all’esplosione dei consumi in Asia. Questo ha obbligato la banca centrale americana ad alzare i tassi di interesse da zero al 5% portando all’esplosione del debito pubblico, arrivato a 33 trilioni di dollari, e alla spesa per interessi dello stesso, arrivata a 1000 miliardi di dollari l’anno, che si aggiunge ai due deficit gemelli di bilancio e commerciale sempre attorno ai 1000 miliardi. Per finanziare le campagne militari come quelle in piedi c’è stata necessità di innalzare il tetto del debito pubblico per legge fino a 37 trilioni di dollari, e questo per avere una possibilità di mantenere il dominio del dollaro nel trading globale, soprattutto di materie prime come il petrolio.

Ma per farlo hanno l’impedimento di Cina e Russia che invece hanno attratto nella loro orbita i paesi arabi e l’Iran, per questo gli USA hanno sviluppato negli anni un piano di cui l’Ucraina è solo l’utile idiota, per impadronirsi delle materie prime russe ed indebolire l’industria cinese con l’intento dir scongiurare qualsiasi attacco all’egemonia del dollaro.

Il problema è che la macchina militare americana è molto usurata e tecnologicamente obsoleta, e la sostanziale deindustrializzazione l’ha privata dei ricambi necessari, oltre che, con la scomparsa della manodopera qualificata, anche del personale militare adatto a forze armate moderne. LA Guerra in Ucraina ha insomma messo in evdienza tutte le debolezze produttive della NATO e degli USA in particolare.

Essendo l’attuale classe dirigente americana composta da speculatori perlopiù laureati in diritto ed economia finanziaria, digiuni di cultura industriale, hanno pensato di deindustrializzare l’Europa facendo migrare l’industria da loro ed importare milioni di immigrati per tenere basso il costo del lavoro negli USA, il problema è che sono immigrati non qualificati, mentre le infrastrutture negli USA sono sempre più deboli, ed anche se il tasso di occupazione della popolazione è buono, si tratta di manodopera poco qualificata, il problema è che sempre meno giovani si laureano e sempre meno in facoltà STEM.

Molti analisti pensano che l’inflazione elevata è ormai strutturale e questo obbligherà la banca centrale americana a tenere alti i tassi, e questo potrebbe provocare un crollo del mercato immobiliare e del rendimento dei titoli di stato, causato dalla mancanza di acquirenti degli stessi.

I cinesi, per dire stanno vendendo in massa dollari sul mercato secondario per sostenere lo yuan, ma presto potrebbero vendere in massa pure loro i titoli di stato USA.

Lasciamo perdere i fallimenti di varie banche regionali ed il declassamento da parte di Moody’s del rating di 10 banche americane alcune di grandi dimensioni.

Ormai tutto è appeso all’egemonia del dollaro di cui tu ti vanti, me se per caso i BRICS si rafforzano ed il resto del mondo, come sta facendo si coalizza contro l’occidente….insomma… la vedo grigia.

 

 

 

Lascialo stare che oltre a un mare di cazzate scrive tutto e il contrario di tutto così almeno approfitta dell’effetto orologio rotto – memorabile quando fece quattro scemari (sic) che coprivano tutti i casi possibili. Ma ricordiamo anche tutte le fake news che ci ha ammannito, dagli ufficiali nato nella azovstal ai cannoni francesi venduti ai russi ai laboratori biologici nascosti a tante altre tutte condite da wishful thinking sulle magnifiche sorti e progressive dell’armata rotta (cit.) che presa Bakhmut avrebbe dovuto dilagare e altre cazzate del genere.
Che poi nota bene quando è l’Occidente a volere accesso alle materie prime e’ vetero coloniale mentre quando a farlo è la Cina con la trappola del debito non batte ciglio, quello non è sfruttamento.
Impagabile anche la supercazzola su biofuel (di cui non capisce nulla come di tutto il tema energia, vedi gli scambi con Maxx che invece è un vero professionista del settore) e democrazia nel settore aereo (cit., poi magari un giorno proverà a spiegarla così ci facciamo altre risate).
Comunque lo hanno cacciato a pedate pure da Baku dopo Sofia, vediamo dove porterà i suoi stracci da barbone nel suo avvicinamento a Pyongyang meta ultima dei patetici pagliacci come lui.

Leo 62

Ah riecco che si fa vedere il re delle mezze seghe… che ti è successo Mobì ti si è scollata la lingua da sotto il tavolo? .. ti hanno mandato a fare le fotocopie da un’altra parte visto che i tuoi padroni se la passano male?… quello che sta succedendo è semplicemente paro paro il contrario di quello che pensavi che sarebbe successo… come era? Russia circondata, crollo economico in arrivo, NATO rafforzata, i “ragazzi” ucraini che stavano cacciando i russi… Biden un vero leader, Zelensky un altro vero leader…
tu fai del non capirci un cazzo una vera arte… questo bisogna riconoscertelo, non capisci un cazzo di calcio e va bene, ma pure di qualsiasi altra cosa, a partire dalle questioni di economia di cui chissà perché cianci di occuparti, e per fortuna che sei solo un patetico passacarte, perché altrimenti se contassi qualche cosa le cosa andrebbero anche peggio… Io semplicemente ho anticipato tutto quello che poi è successo, compresi Russi che mettendosi sulla difensiva stavano facendo passare il tempo necessario per stancare le opinioni pubbliche occidentali ed attendere la caduta di Biden negli USA.
Oltre che fare a pezzi tutte le armi NATO mandate a sostenere quelle teste di minchia degli amici tuoi ( che fra simili vi capite…).
Ma per fortuna che ci sei perché uno come te serve a far sentire gli altri migliori… magari curati il fegato però, perché altrimenti rischiamo di perderti presto.

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Purtroppo, da occidentali, abbiamo perso l’attimo, dovevamo rifornire gli ucraini nell’estate-autunno ’22 quando i russi erano in rotta e persero Kharkiv, Kherson ecc. Era quello il momento, anche se non c’è mai stata la volontà politica di sconfiggere Putin per tutta una serie di ragioni, anche condivisibili.
Certo è che Zelensky con la sua comunicazione le aspettative sulla controffensiva le aveva portate alle stelle ed ora sta pagando quello che viene percepito come un fallimento ciò che in realtà è un successo se si guarda a quello che è avvenuto da febbraio ’22 ad oggi.

Per quanto riguarda il resto che dire?
Aggiungo solo che se in Ucraina sussiste una differenza di vedute politico-militari si stanno scannando, se invece in Russia la gente vola dall’ ottavo piano si sorvola come se nulla fosse successo

Differenza di vedute politico-militari? un elicottero con tutta la dirigenza del Ministero degli Interni che cade a terra è una semolice divergenza?, un tentativo di avvelenare quel delinquente di Budanov moglie inclusa e tutti i vertici dei Servizi Speciali Ucraini da parte di un’altra parte dei Servizi ( quella che dipende dal MInistero degli Interni ) è una semplice divergenza.?…
Zhaluzhny che sta aspettando il momento giusto per andare a Kiev ad ammazzare Zelensky ( o viceversa…) è una semplice divergenza?
Se per caso il Senato americano non sblocca qualcosa ( ed alla fine vedrai che lo faranno, anche se molto meno di quello che serve ) ci sarà una carneficina a KIev che i Russi dovranno intervenire per evitare conseguenze peggiori… Pure Poroshenko sta tramando contro Zelensky e lui lo blocca in patria non lo manda in giro per l’Europa.
Quanto alle persone che volano dall’ottavo piano in Russia, quelle sono i traditori… in Ucraina gli sparano alla nuca…
La fine dell’Ucraina nei fatti l’ha decretata Netanhyahu, ma per capire perché e quali sono gli schieramenti in campo bisognerebbe saperne di geopolitica e non è il tuo caso e men che meno quello della Mezza Sega compulsiva…

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Tutti vogliono ammazzare tutti in Ucraina, ma non crepa nessuno. Mentre in Russia vengono sterminati oppositori politici, semplici giornalisti, manager, e non batti ciglio.
Ah già, loro sono traditori perché non si appecoronano al capo. Perché non dimostrano fedeltà assoluta al capo.
Sei proprio senza dignità né serietà. Parla di calcio e tennis che è meglio

Veramente in Ucraina sono crepati più di 500.000 esseri umani sacrificati agli interessi degli USA e di una cricca di criminali nazisti con cui evidentemente ti ritieni affine… un cazzo non crepa nessuno, compresi quelli del ministero degli interni che sono esplosi insieme al loro elicottero tutti insieme… tu saresti perfetto alla RAI di Meloni, disinformazione pura.
E lascia perdere la serietà che al massimo sei buono per Hollywood. Gli USA erano disposti a combattere fino all’ultimo ucraino, ed in effetti sono quasi finiti.
Il resto sono solo le tue solite cazzate.

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Stiamo parlando dell’élite politica-economica, dei mass media, visto che parlavi di Zelensky, Zaluzhny ecc. Non dei morti sul campo.

Se parliamo dei morti sul campo le stime parlano di 200k/300k morti tra i russi. E i galeotti liberati per combattere al ritorno a casa cominciano di nuovo a delinquere: rapine, omicidi, spaccio ecc.
Una fogna a cielo aperto.

Da 25 anni chiunque si opponga allo zar crepa in Russia e non hai mai aperto bocca. Ma, ovviamente, loro se lo meritavano perché avevano tradito. Lo hai detto tu stesso. Hai proprio l’indole del nazi

Ah va bene, se parliamo di élites allora mettici tutto il Ministero degli interni caduto su un solo elicottero. Ed il cognato di Zhaluzhny, ammazzato a sangue freddo… e siamo solo agli inizi…

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Veramente, ad oggi, ci sono solo ipotesi. Tu già hai trovato i responsabili sulla base di prove che possiedi solo tu.

Eh si certo il cognato di Zhaluzhny l’hanno ammazzato i russi…

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Uehi, ma dov’eri finito?

Gli si era incastrata la lingua sotto il tavolo del suo nuovo capo…

MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Toh, e chi l’avrebbe mai detto. Anche nel 2023 crescita del Pil, dell’occupazione e riduzione marcata dell’inflazione.Crescita che sarà trainata dalla domanda interna, grazie al calo dei prezzi. A leggere e ad ascoltare alcuni analisti al limone questo avrebbe dovuto essere il secondo anno di recessione, chiusura delle fabbriche ed invasione di cavallette. E nel mentre in Russia mogli, madri e sorelle protestano contro il governo per i soldati che cadono come le pere, rintanati come topi in quel 10% di territorio conquistato, che è costato centinaia di migliaia tra morti e feriti, centinaia di migliaia di mezzi distrutti ed un’economia che oramai si regge solo sulla spesa bellica.
Un successone dell’eccezionalismo russo, non c’è che dire.

”Il Pil italiano è atteso in crescita dello 0,7% sia nel 2023 sia nel 2024, in rallentamento rispetto al 2022.
Nel biennio di previsione, l’aumento del Pil verrebbe sostenuto principalmente dal contributo della domanda interna al netto delle scorte (+0,8 punti percentuali nel 2023 e +0,7 p.p. nel 2024) a fronte di un contributo della domanda estera netta marginalmente negativo nel 2023 (-0,1 p.p.) e nullo nel 2024. Il contributo delle scorte è, invece, previsto nullo in entrambi gli anni.
La domanda interna sarà trainata principalmente dai consumi privati (+1,4% nel 2023 e +1,0% nel 2024) sostenuti dalla decelerazione dell’inflazione, da un graduale (anche se parziale) recupero delle retribuzioni e dalla crescita dell’occupazione. Gli investimenti sono attesi in netto rallentamento rispetto al biennio precedente (+0,6% in entrambi gli anni).
L’occupazione, misurata in termini di unità di lavoro (ULA), segnerà un aumento in linea con quello del Pil (+0,6% nel 2023 e +0,8% nel 2024), a cui si accompagnerà un calo del tasso di disoccupazione (7,6% quest’anno e 7,5% l’anno prossimo).”

Modifica il 4 mesi fa da MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Qui le cose sono due @MJ o tu vivi in un mondo parallelo o non leggi i giornali.
I Russi non solo non sono rintanati ma stanno sfondando le linee ucraine ad est. Gli ucraini sono alla frutta non hanno più uomini in grado di combattere, non hanno più soldi dagli USA non hanno più armi perché gli arsenali NATO sono vuoti e le munizioni dalla Corea del Nord e dall’Iran stanno facendo la differenza, sono divisi al loro interno e stanno cercando di ammazzarsi l’uno con l’altro. Se ci sono topi in giro sono gialli e blu a strisce.
Non dico che i russi non abbiano avuto perdite, ma quei cazzoni degli ucraini che si sono fatti massacrare inutilmente per gli interessi della NATO ne hanno avute molto di più, e se ci sono madri mogli e sorelle incazzate queste stanno soprattutto in Ucraina a reclamare il ritorno dal fronte degli uomini ( pochi ) che gli sono rimasti.
Niente che non avessi descritto per filo e per segno da due anni a questa parte per carità, compresi gli americani del cazzo che come al solito abbandonano i loro alleati quando non gli conviene più sostenerli, ma che ti ostini a non vederlo mi sembra paradossale, anche perché i giornali americani oramai parlano chiaro, e pure quelli europei. D’altronde quello che ieri ha detto che bisogna prepararsi a cattive notizie in arrivo dall’Ucraina è stato Stoltenberg, mica Lavrov.
E le notizie che stanno per arrivare sono pessime… @MJ veramente pessime….
Quanto al trionfalismo sulla situazione di merda dell’economia europea, fai pure… io più che altro sto a sentire Draghi quando dice che : è quasi sicuro che avremo una recessione entro la fine dell’anno. È abbastanza chiaro che i primi due trimestri del prossimo anno lo dimostreranno…. o l’Europa agisce insieme e diventa un’unione più profonda, un’unione capace di esprimere una politica estera e una politica di difesa, oltre a tutte le politiche economiche oppure temo che l’Unione Europea non sopravviverà se non come mercato unico.
Ergo l’Europa non sopravviverà visto che dopo quello che gli hanno combinato gli USA distruggendo la sua economia la Germania oramai fa chevalier seul come dicono in Francia. E se la situazione della Germania è di merda quella dell’Italia seguirà, a dispetto delle cifre che snoccioli, e che vanno bene al massimo per la propaganda della Melona, che evidentemente è il tuo nuovo idolo…
E, in conclusione, permettimi una citazione dal Siegfried di Wagner, che già ti feci a suo tempo…” e quanto al resto anch’esso ormai imparalo…. “. Nella parte di Mime, chissà perché, ti ci vedo benissimo.

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Cazzo, ti brucia proprio parecchio che l’Europa non sia crollata economicamente come vai cianciando inutilmente da due anni (l’Unione politica è un altro discorso molto più ampio e qui entrano in gioco fattori storici, culturali, ecc). Ti brucia da morire che l’Europa del gas di Putin sia riuscita a sbattersene (che lo acquisti dall’Algeria, alleata della Russia, vale zero. La perdita netta russa è nella bilancia commerciale, con le entrate crollate). Ti brucia che i russi dopo due anni di quella che doveva essere un’operazione militare speciale e doveva durare un paio di settimane siano ancora fermi lì, rintanati come topi in quel 10% conquistato e Putin arruoli altri 170000 uomini da mandare al macello. C’è la pagina Telegram, appositamente creata dalle mogli, sorelle e madri dei soldati russi che non ne possono più di vedere i loro uomini partire e non ritornare.

Vedremo se si sbloccheranno i fondi per l’Ucraina da parte degli Usa e le mosse degli alleati, per adesso è tutto in divenire. Ciò che è certo è che i russi stanno ancora lì, dove erano un anno e mezzo fa, al netto di qualche villaggio conquistato, nonostante le armi di Iran e Corea.

Qui se ci sono dei cazzoni sono i russi, che si sono fatti e si stanno facendo massacrare da due anni per le manie di grandezza di un folle.

Ancora continui con la stronzata degli americani? Ma dici davvero? E’ da due anni che ti esprimi in questo modo ignorando di proposito come sono andati i fatti, tra le proteste popolari di Piazza Maidan, la sfiducia votata dal Parlamento a Yanukovich ecc.
Riesci a mettere un report o un link di una fonte terza? L’ Onu? L’Osce? O pretendi davvero di ragionare sulla base di ciò che ti ha detto tuo cugggino. Riesci a non trasformare il tono emotivo verso un oggetto in realtà?

Questa è una frase di natura mafiosa:

”Qui non è una questione di sniffatina, quella se la fanno in molti, qui è una questione di cervello che nel frattempo a furia di cocaina, si è bruciato e vede cose che non esistono… e di miliardi di dollari buttati al cesso e centinaia di migliaia di vite umane sacrificate per aiutare questo pagliaccio”

I miliardi di dollari sono serviti per tutelare uno Stato ed un popolo che da trent’anni vuole la libertà dai russi. Ci sono referendum, votazioni, proteste di piazza a dimostrarlo. Tu questo semplicemente non lo accetti e scarichi a Zelensky la responsabilità dei morti (che è tutta di Putin) per non essersi arreso. La vittima deve arrendersi, altrimenti il carnefice picchia ancora più forte. Mentalità mafiosa.

@MJ qui se c’è qualcuno cui brucia quello che sta succedendo mi sembra sia tu. Fai pace con i fatti se ci riesci, i russi sono protagonisti della politica mondiale molto più di prima, gli USA sono impantanati in Medio Oriente ed hanno spaccature interne enormi, e piantala con le cazzate neo-liberiste che non attaccano più da nessuna parte nel mondo… e la Mafia è una cosa che a che fare con l’Occidente da sempre, è uno dei prodotti che come italiani esportiamo meglio e che prospera nei sistemi pseudo liberali come il nostro… nel frattempo l’Europa non conta più una minchia a nessun livello ed il resto del mondo non è più disposto a farci ingrassare con la sua energia e le sue materia prime.. i fatti @MJ, i fatti… quanto all’Europa leggi Draghi, se riesci a capirlo… mi sembra fosse stato chiaro. Sta andando anche peggio di quel che pensassi.

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
MJ23 - JAN PALACH VIVE - OIOIOIOIOIOI... LUCA VIALLI SEGNA PER NOI

Ma davvero parla di fatti uno come te? Non ne hai mai citato uno.
Sei totalmente appecoronato alla propaganda fascista russa e accecato da un odio belluino nei confronti dell’Occidente: colpo di Stato della Nato, genocidio del Donbass, l’Europa non si sarebbe mossa perché dipendente dal gas russo, gli Usa erano già d’accordo con Putin, senza il gas russo saremmo morti di freddo e di fame, dedolarizzazione. Non fai altro che accumulare stronzate una sull’altra.
Ciò che fai è associare effetti catastrofici per l’Occidente conseguenti ad ogni evento X.
Ci sarà una recessione tecnica per l’Europa negli ultimi due trimestri? Vedremo. Intanto anche il 2023 sarà un anno di crescita economica ottenuta nonostante l’aumento continuo dei tassi che ha portato l’inflazione a scendere abbondantemente.

I fatti ad oggi sono andati tutti in direzione opposta. La Russia è impantanata da due anni, ha perso il miglior cliente che aveva e adesso svende petrolio a cinesi ed indiani ad una frazione rispetto a quanto lo vendeva agli europei. Che fine ha fatto il Power of Siberia 2? Tra morti e feriti in guerra, gente che è scappata a gambe levate dopo la mobilitazione, le aziende sono rimaste senza manodopera e non è riuscita a proteggere manco gli armeni nel Nagorno-Karabakh. A Lavrov, in India, gli ridono in faccia quando parla di guerra voluta dall’Occidente e rispetto alla quale la Russia è stata costretta a difendersi.

E chi ha detto che la mafia sia nata in Russia? E’ il tuo modo di ragionare in relazione a questa guerra a riflettere una mentalità mafiosa.
Se poi vogliamo parlare invece di crimini in generale i russo/sovietici nella loro storia millenaria non si sono fatti mancare nulla tra genocidi, deportazioni, invasioni ecc. E chiunque, in Europa, ne abbia avuto la possibilità è fuggito dai russi per allearsi con l’Occidente, con le democrazie liberali, dove vige lo Stato di diritto ed il libero mercato. I bielorussi, invece, alleati dei russi se la passano di merda sotto il servo di Putin. Volevate, sognavate che l’Ucraina facesse la stessa fine, ma ha reagito e a voi amanti dei peggiori regimi dispostici questo non va giù.

I prezzi delle materie sono calati che è una bellezza in Europa, segno che le forniture arrivano ad abbondanti.
E quale cazzate attaccano invece? Quelle dei russi, cinesi, coreani? Autentiche fogne a cielo aperto con miliardi di persone totalmente supine alla volontà del despota di turno? Opprimere a violentare un popolo non significa averne il consenso.

@MJ sembra incredibile ma oltre a non capire un cazzo di quello che sta succedendo, e questa non è mai stata una novità, anzi qui dentro sei sempre stato in buona compagnia, accecato dalla tua propaganda neo-liberista che oramai attacca solo in Argentina, con uno che sente le voci, come immagino succeda anche a te, continui a non leggere nemmeno quello che dicono i tuoi amichetti… Ok Draghi per te è troppo, ma insomma guarda che quello che ha detto che bisogna prepararsi a cattive notizie dall’Ucraina è stato JAson “Mc Connaughey” Stoltenberg mica io… quelli che si stanno disperando per il fatto che i repubblicani americani hanno bloccato i fondi per l’Ucraina sono altri deputati americani e tutto il giro di quel rincoglionito di Biden.
Quelli che dicono che la NATO non ha più pallottole da mandare in Ucraina sono invece quelli della NATO.
Putin è quello che è stato ricevuto con tutti gli onori in Arabia Saudita ed Emirati Arabi, ed è quello che oramai si muove come vuole e quanto vuole dove gli pare, mentre quelli che scappano da Skopje per non incontrare Lavrov sono quel coglione di Borrell e quell’altro coglione di Blinken… Le materie prime tra poco l’Europa non le vede manco più, i prezzi delle bollette del gas e della luce sono raddoppiati e piano piano in tutte le elezioni in europa vincono gli euroscettici ( vedi Olanda e Slovacchia ) e gli anti- guerra in Ucraina… insomma @Mj ma che cazzo stai a dì, certe volte mi sa che tu sei rimasto agli anni 80… so’ finiti gli anni 80 avete fatto danni con il vostro liberismo del cazzo, ma adesso basta…
Quanto all’Ucraina, ha reagito dici? e che vordì scusa… il cocainomane ha appena confessato che la controffensiva è fallita, e che se l’occidente non li aiuta crolleranno in poco tempo… se c’è un regime dispotico e corrotto in giro questo è quello ucraino in cui cercano pure di ammazzarsi l’uno con l’altro… insomma, ripeto tu li leggi i giornali? e se li leggi li capisci ? non dico di ammettere che sta succedendo tutto quello che ho detto per due anni, che non potresti riuscirci, l’onestà intellettuale è esercizio eccessivo per quelli come te, ma almeno starsi zitto… e su… fai il bravo… fai come gli altri che sono spariti… stai zitto… lascia perdere che è meglio…

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
Leo 62

Da Repubblica di oggi :

“Dovremmo essere preparati anche alle cattive notizie”, ha detto quando gli è stato chiesto se temeva che la situazione in Ucraina potesse peggiorare in futuro. “Le guerre si sviluppano in fasi. Ma dobbiamo sostenere l’Ucraina sia nei momenti buoni che in quelli cattivi”. Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg in un’intervista all’emittente televisivo Ard ripresa dalla Tass. È fondamentale aumentare la produzione di munizioni, ha affermato Stoltenberg, ammettendo che i paesi della Nato non sono stati in grado di soddisfarne la crescente domanda. Ha aggiunto che l’Ucraina è ora in una “situazione critica”, ma ha rifiutato di raccomandare cosa dovrebbe fare Kiev. “Lascerò che siano gli ucraini e i comandanti militari a prendere queste difficili decisioni operative”, ha detto Stoltenberg.”

Ossia, mo’ so cazzi loro… e se Zhaluzhny fa fuori Zelensky a noi va bene…

Nel frattempo Olena Zelenska ha auspicato che il marito non si ricandidi alle prossime presidenziali…

ossia provamo a scappà finché siamo in tempo…

In generale a me sembra una bella situazione di merda, e la domanda da fare è :
chi è che ha provato a fare fuori Budanov con la moglie la scorsa settimana? perché se è stato Zhaluzhny allora il cerchio si chiude… e se poco poco finisce di collassare il fronte ucraino ad est qualcuno ci rimette velocemente le penne.

Modifica il 4 mesi fa da Leo 62
Leo 62

Nel frattempo Zelensky in un attacco di lucidità, dopo tre mesi che la cosa era evidente un po’ a tutti, ammette che la controffensiva ucraina non è andata troppo bene…
Adesso qualcuno che gli vada a dire che sono finiti gli ucraini da mandare in prima linea, visto che in 650.000 hanno marcato visita, chi più chi meno fantasiosamente, ma tutti appoggiandosi a quel fenomeno che caratterizza da sempre l’Ucraina e che si chiama corruzione… ottima premessa per chiedere l’ingresso in UE peraltro.
Armi non ne arriveranno molte ormai e soldi anche di meno, soprattutto dagli USA. Rimane tetragona la Germania, mentre anche l’Olanda, dopo la Slovacchia si sfierà… l’Ungheria è da tempo dall’altra parte e figuriamoci la Turchia.
Adesso ci sono altre cose da pensare nel mondo che aiutare gli ucro-nazi rimasti da soli e sull’orlo del crollo definitivo delle loro linee ad est… nel frattempo partono le rese dei conti interni, con metodi sovietici. Che poi quelli conoscono…
La Russia aspetta sempre che qualcuno si sieda al tavolo della pace, prima che si prendano fino a Kharkhiv… e poi magari tutto il cucuzzaro, che se per caso Trump vince le prossime presidenziali la prima cosa che fa è chiudere il conflitto in Ucraina, o quello che ne sarà rimasto, ammesso che gli ucro-nazi ci arrivino alle prossime presidenziali.
Anche qui niente che non fosse prevedibile…

Bel-Ami

In vista di stasera, casualmente stamani su Radio 3 Classica. Rach 4 nell’esecuzione di Benedetti Michelangeli.
P.S.: tempo fa mi è stato distrutto Sgambati. Nelle lunghe sessioni di scrittura non posso fare a meno di Scriabin. Può andare? Ovviamente battuta.

Leo 62

Probabilmente l’esecuzione definitiva del Rach 4… ieri Kissin strepitoso, con un’agogica che solo lui poteva sostenere.
Noseda grandissimo nell’accompagnarlo con l’orchestra e dulcis in fundo grande prima di Ciaikovskij nella seconda parte… esserci meglio che non esserci, come direbbe Amleto… o forse non lo direbbe.

Bel-Ami

E ben tre bis, tra cui mazurka di Scriabin …

Leo 62

Avrei detto fosse Chopin…

Bel-Ami

Kissin ha declamato i tre pezzi bis prima di suonarli. Ieri, non giovedì.

Leo 62

Ah ecco… li ha declamati anche giovedì, prima un Valzer di Ciaikovskij, poi una Mazurca di Chopin ed infine un Valzer di Brahms ( quello famoso in La minore…) .

Bel-Ami

Tornerà a gennaio.

Leo 62

Si ho già i biglietti… le 4 Ballate di Brahms e i 6 Moments Musicaux di Rachmaninov valgono da sole il viaggio.

Leo 62

Sempre in vista del Rach 3 vi posto una esecuzione stratosferica di un capolavoro misconosciuto di Sergej Vasil’evic : la Prima Sonata che è op 28, quindi a ridosso del Concerto ed assolutamente già in quel clima onirico ed evocativo, oltre ad avere in comune la tonalità di re minore.
La performance del poco conosciuto Sean Botkin mi trova con pochi aggettivi ed uno l’ho usato sopra… all’interno del pezzo viene evocato uno dei classici più grandi della letteratura occidentale… il Finale aiuta ad identificarlo.

Leo 62

Poiché Kissin sta per eseguirlo a Roma all’Accademia di S.Cecilia, sempre bene rispolverare quello che oramai è un classico : il RACH 3
Bellissimo il concerto diretto da Gianadrea Noseda e tutto dedicato all’infinita anima russa, promette di essere uno dei migliori della stagione.
Qui ci si affida alla versione rimasterizzata di una delle più grandi interpretazioni di sempre, di un amico personale di Sergej Vasil’evic.

Bel-Ami

Sarò lì, come sono stato alle Variazioni. Senza troppo vanto.
Mi limito ad Intervenire tra i calciofili, la cui dialettica può anche comprimersi in poche righe: è un’eccezione.
PS: per l’utente Shnirele. Mia figlia ha partecipato (prima volta per lei adolescente) alla manifestazione di sabato, e ne siamo orgogliosi. Con un solo dubbio, oggi coltivato da Mieli sul Corriere, e richiamo a Líberation circa gli oblii sul concetto di aggressione (24.2 e 7.10). In ogni campo è sempre arduo essere minoranza e pagarne lo scotto.

shnirele


… ho letto il suo messaggio alla piccola di casa, che potrebbe avere l’età della sua, ebbene, le regalo il sorriso che le ho visto affiorare sul volto.
Il sorriso di Matana mi Shamayim (ogni tanto la chiamo così, significa “Dono del Cielo”), è il più radioso ed ipnotico che abbia mai visto.
A lei invece invio un sincero grazie.

@Leo 62
Ciao Leo, sono giorni che posto la risposta al tuo ultimo messaggio, ma non la registra neppure sotto forma di messaggio in attesa di approvazione… forse perché è un più lungo della media… ma certamente più corto di post già pubblicati anche di recente.
Peccato.
Per quanto riguarda il Rach 3, che dire!?… “quello lì”, che riesce a suonare in quel modo, domando 88 tasti tenendo le mani distese, dimostra che Dio esiste, oppure che gli alieni, ogni tanto, scelgono qualcuno di noi in cui abitare. Salvo poi, bontà loro, sparire avendo cura di lasciare magnifiche tracce…
A proposito di alieni, all’inizio di ottobre alla Philharmonie, mi sono ascoltato Yuja Wang.
Un bel concerto, Debussy(Prelude a l’après midi d’un Faune) Ravel, (concerto en sol, e il concerto pour la main gauche) e Béla Bartók (le mandarin merveilleux). Orchestre de Paris, Direttore Klaus Mäkelä.
Bel concerto, lei come sempre impeccabile, ma il concerto di cui parli, che ho ascoltato sul tubo più volte, è di ben altro livello… e niente… gli alieni sono fra noi, che sia sopravvissuto alla figlia di Toscanini (un sergente di Tzahal ha modi più carini), lo dimostra inequivocabilmente.

Modifica il 4 mesi fa da shnirele
Leo 62

Ciao Shnirele, io sono uno di quelli che pensa che Bach e Mozart siano la prova dell’esistenza di Dio, e che ogni tanto qualche presenza aliena ami lasciare le sue tracce tra di noi. Qualche dubbio sul fatto che l’ottima Yuja appartenga alla categoria me la sono pure fatta venire. Su Volodia non ho invece grossi dubbi, il suo dominio della tastiera, che tu giustamente sottolinei, non aveva molto di umano, ( e pure in effetti avere retto la Wally ).
Bello ed omogeneo il programma del concerto, soprattutto i due di Ravel insieme, che è proprio una performance degna della ragazza. Solo un po’ freddina, il che con Ravel va anche bene.
Comunque da lei una volta ho sentito uno degli inizi più monumentali del Rach 2.

P.S. Ad Aprile dovrei essere all’Opera per la Medée di Charpentier, diretta da William Christie, uno dei pochi americani che apprezzo… promette di essere una delle cose più belle della stagione.

Leo 62

Oggi a Roma per andare a sentire Vikingur Olafsson che suona la Variazioni Goldberg di Bach, che in un’epoca come questa sono sempre un’oasi di bellezza intemporale, e ci ricordano in cosa l’uomo può essere simile ad un Dio.

Qui l’altro grande esempio dell’arte bachiana della variazione, sempre Olafsson…
dedicata al mio amico in questo difficile momento.

shnirele

Ciao Leo, un pensiero che apprezzo molto, grazie.

Condivido ciò che dici sulle Variazioni Goldberg, un fiume d’intelligenza musicale che scorre incurante del tempo.

Bach è un’esperienza che si rivolge a chiunque, non solo agli amanti della musica barocca. L’Aria e le sue Trenta Variazioni sono un patrimonio universale.
In tal senso, anni fa, un etno-antropologo fece ascoltare ad una piccola tribù di non so più quale parte dell’Amazzonia, un campionario di spezzoni di musica di vario genere.
Gli somministrò di tutto: da Schoenberg agli jodel, dalla musica barocca alla contemporanea… ebbene, pare che solo la musica di Bach riuscì a distrarli dall’impegno profuso verso i cazzi propri.
Riferì che, dopo poco più di un minuto di Bach, cominciarono a scambiarsi sguardi sorpresi che ben presto fiorirono in forma di grandi sorrisi.
Avrei molto amato essere con lui in quel momento.

Ólafsson è un fuoriclasse, il suo talento è tale da permettergli di vagare lieve nel paradiso bachiano. 
Un privilegio raro.
Nel corso del tempo ho ascoltato le interpretazioni delle Variazioni di vari interpreti, alcune decisamente affascinanti, credo però che quella di Ólafsson, al pari delle due storiche registrazioni di Gould, rischi di oscurarne molte.
Siccome so che sarà a Parigi verso la fine di novembre, con lo stesso programma, cercherò di non farmelo scappare.

Passando all’attualità, confermo che in quest’ultimo periodo sono piuttosto cupo.
Alla tristezza legata alle ben note vicende, (con risvolti personali sui quali glisso), si aggiungono certe miserie elaborate in seno alla “comunità” francese.
È stato sufficiente che dichiarassi la mia presa di distanza dalle politiche del governo Netanyahu e che non avrei partecipato al corteo contro il montare dell’’antisemitismo, che un lavoro, già concordato nei dettagli e programmato per la prossima primavera, con una gallerista ebrea americana è stato sospeso, ed un altro, che era in attesa di approvazione, è già saltato.
Del resto, di sfilare con la Le Pen e Bardella… che improvvisamente scoprono di essere i nostri nuovi amici…

P.S.
Quello che trovo più sconcertante in tutto questo è che qui a Parigi, sia nella comunità, sia al di fuori della stessa, quelli che mi danno contro con maggiore veemenza sono gli stessi che mostrarono, e mostrano tuttora, la più viva indignazione contro l’invasore Putin.
Mi sono permesso:
La cohérence des opinions politiques n’a jamais été considérée comme une vertu, mais plutôt comme une option… mais ce, n’est que mon avis…
Non hanno gradito.

Leo 62

Caro Amico, la coerenza è qualcosa che di solito l’essere umano lascia volentieri agli altri, magari facendosene un vanto.
Il tuo atteggiamento, che è anche quello di uomini di cultura come Daniel Baremboim e molti altri nella comunità ebraica mondiale, è quello giusto, quello che era del grande Ytzhak Rabin. che una soluzione l’aveva trovata, ma ahimé collideva con quella dei fabbricanti di armi. E la tragedia è che molti, accecati da un male inteso nazionalismo, venato da intolleranza religiosa, non capiscono che così fanno gli interessi di chi sulla guerra ci campa. Molti altri, tipo Netanyahu invece lo sanno benissimo, e sulla guerra ci campano e risolvono così conflitti interiori di tipo familiare.
Non so se ci sarà mai una via di uscita, speriamo di si, ma c’è da essere pessimisti.
Quanto a Bach, bellissimo l’episodio che mi hai raccontato e che non mi stupisce per nulla. L’altro giorno facendo ascoltare alla mia compagna le Variazioni Goldberg per farla entrare nel mood giusto mentre faceva altro, ma evitando di spiegarle troppi dati numerici ed esoterici sottesi alla musica, dopo un po’ è venuta da me e mi ha detto che questa musica aveva l’effetto di rimetterla in asse, di darle il senso di un equilibrio superiore.
In generale io sono convinto che esista un Anima Mundi in cui le creazioni dell’arte confluiscono, salgono e poi ridiscendono in un processo di tipo neoplatonico, e che alla fine quando sono veramente grandi appartengono a tutta l’umanità, segnale dell’armonia dell’universo che noi spesso proviamo a cogliere con i numeri e le proporzioni, e toccano anche gli inconsapevoli, oltre ai fortunati consapevoli, che così riescono a vivere meglio e guidati da un senso…

Stretto maestrale

La tua vicenda mi fa venire in mente questo articolo letto ieri sul Guardian:

https://www.theguardian.com/commentisfree/2023/nov/13/germany-jewish-criticise-israel-tv-debate