Champions League, Villarreal - Juventus 1-1, Vlahovich gol lampo

Non basta alla Juve l’1-1 sul campo del Villarreal per avere certezze e garanzia della qualificazione. La squadra di Allegri parte benissimo con il gol lampo del debuttante Vlahovic dopo appena 32” e lui subito entra nel clima con un’esultanza polemica verso chi aveva fatto notare che era ancora fermo a un solo gol da quando si era trasferito a Torino. Poi la squadra di Allegri si affloscia, gioca in  maniera timida, subisce il pareggio con una generale topica difensiva e soprattutto l’arbitro grazia la Juve risparmiandole l’espulsione di Rabiot, che ci stava tutta. La Juve resta così in sospeso: al ritorno dovrà vincere e soprattutto convincere, senza più scuse. E intanto ci si fanno molto domande…

CHAMPIONS LEAGUE 2021-2022

OTTAVI DI FINALE ANDATA

Martedi 15 febbraio 2022

Sporting Lisbona – Manchester City 0-5

(7′ Mahrez MC, 17′ Bernardo Silva MC, 32′ Foden MC, 44′ Bernardo Silva MC, 50′ Bernardo Silva MC)

Paris Saint Germain – Real Madrid 1-0

(90’+4′ Mbappé)

Mercoledì 16 febbraio 2022

Salisburgo – Bayern Monaco 1-1 (in corso)

(21′ Adamu S, 90′ Coman BM)

Inter – Liverpool 0-2 (in corso)

(75′ Firmino L, 83′ Salah L)

Martedì 22 febbraio 2022

Chelsea – Losc Lille 2-0

(8′ Havertz C, 63′ Pulisic C)

Villarreal – Juventus 1-1

(1′ Vlahovic J, 66′ Parejo V)

Mercoledì 23 febbraio 2022

Benfica – Ajax 2-2

(18′ Tadic A, 26′ Haller aut. B, 29′ Haller A, 72′ Yaremchuk B)

Atletico Madrid – Manchester United 1-1

(7′ Joao Felix AM, 80′ Elanga MU)

OTTAVI DI FINALE RITORNO

Martedì 8 marzo 2022

Liverpool – Inter 21.00

Bayern Monaco – Salisburgo 21.00

Mercoledì 9 marzo 2022

Real Madrid – Paris Saint Germain 21.00

Manchester City – Sporting Lisbona 21.00

Martedì 15 marzo 2022

 Manchester United – Atletico Madrid 21.00

Ajax – Benfica 21.00

Mercoledì 16 marzo 2022

Juventus – Villarreal 21.00

Lille – Chelsea 21.00

***

Se non fosse per Dusan Vlahovic – lo ammetto – pesteremmo l’acqua nel mortaio. La Juventus è questa e non sappiamo più come raccontarla. Non ha picchi d’entusiasmo, se non, per un po’ di tempo, quelli dovuti allo sbarco a Torino dei nuovi arrivati, è discretamente grigia, pratica un calcio piatto, che non emoziona e non dà brividi. Soprattutto Allegri non riesce a darne spiegazione, probabilmente perché una spiegazione non ce l’ha e la sta cercando a sua volta. Però adesso è arrivato questo ragazzone supervitaminico, lesto di cervello e velocissimo di piede, che ogni tanto scuote questa Juve catatonica e le porta qualche gol prezioso. Ma comunque non l’accende.

  La fiammata iniziale del centravanti al debutto e che va in gol a 32’’ dall’esordio, al primo pallone toccato in Champions League, avrebbe potuto/dovuto fare da trampolino per una partita straordinaria e finalmente convincente della Juve. Ma la grande partita non c’è stata, o quantomeno ne è stata giocata solo una metà all’altezza del nome del club e dell’occasione internazionale.

  Il Villarreal è ancora in corsa dopo aver segnato un gol con Parejo cui la difesa bianconera ha lasciato almeno cinque metri da una parte e altri cinque dall’altra. Fabio Capello in tv ha fulminato l’errore di marcatura di Rabiot che ha aperto il vistoso buco, come inconcepibile e inaccettabile. Strano, se non addirittura sorprendente: non è Allegri che dice sempre che le grandi squadre si costruiscono dalla difesa? Senza contare, anzi contiamolo pure, che la Juve è arrivata alla fine della partita dopo che l’arbitro le ha inopinatamente risparmiato una doverosa espulsione per Rabiot, ancora lui, entrato con i tacchetti a martello sul ginocchio di Chukwueze. Come se la sarebbe cavata una Juve in dieci negli ultimi venti minuti di partita?

   L’allenatore dei cinque scudetti e delle due finali di Champions League si rende benissimo conto della situazione che non soddisfa lui per primo tanto da roteare e poi scagliare il solito cappotto a terra. Segno che lo preoccupa come si stanno mettendo le cose. Soffrire contro il Villarreal o quantomeno non riuscire almeno raddoppiare il gol fatto, in Champions League può essere preoccupante. Per andare avanti serve una Juve superiore, più tonica e più squadra di questa. Non ci si può attaccare unicamente a Vlahovic. E soprattutto l’attacco che la Juve può mettere in campo va connesso al resto della squadra che gioca evidentemente una partita indipendente.

  Del trio Vlahovic-Dybala-Morata, che tanto aveva ispirato le fantasie di tutti, è già rimasto il solo Vlahovic. In attacco quando c’è Dybala non ci si accorge della sua presenza e quando invece manca se ne sente l’assenza. Mentre Morata è in uno dei suoi non rari momenti di tristezza e depressione. Quando per gli attaccanti si comincia a parla di impegno e generosità vuol dire che di gol non c’è nemmeno l’ombra. E gli attaccanti li misuri con quelli, non con altro. Quella di Morata e della Juve è una storia che si trascina avanti senza più alcuna attrazione fisica e spirituale per entrambi. Il prossimo anno col ritorno di Chiesa l’attacco della Juve andrà da una parte snellito e dall’altra ulteriormente potenziato, perché questo oggi fa troppo poco male. Nonostante il supervitaminico Flash Vlahovic.

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
221 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Babau12

Sono d’accordo con Fulvio,non mi è sembrata così scarsa la Juve.Se solo Morata fosse quello del 2015,l’avremmo chiusa martedì.Aspettiamo maggio per giudicare Allegri.

Fulvio Terzappi

Volevo solo dire (con molto ritardo ed è stato già detto)
che non si capisce per quale motivo la Juve doveva tornare da Villareal
con la qualificazione assicurata.

Insomma, il tema è:

Villareal forte o Villareal #manicadepippe

Naturalmente ex ante…
Perché dopo aver giocato con la Juve il declassamento è matematico

mtb

C’è qualcosa da tarare nel nuovo blog…mi sono iscritto ieri mattina e ho postato un paio di commenti.
Noto che nel corso di 24 ore esatte, oltre a ricevere alcune mail per segnalare l’approvazione dei vari post, ho anche ricevuto 107 altre notifiche, praticamente una per ogni altro commento approvato sul thread cui ho partecipato. Questo diventa difficile da gestire a meno di mettere le mail del blog in automatico tra lo spam – è possibile correggere il sistema per ricevere una notifica solo se qualcuno risponde direttamente a me, anziché ogniqualvolta qualcuno scrive qualcosa?

Grazie!

TurinTurambar76

Salvate il povero Conte….

luigi.iannelli

Devo dire che Allegri è anche sfortunato perché la partita l’aveva studiata in ogni dettaglio, poi dopo soli 33 secondi Vlahovic gliel’ha rovinata e Max non ci ha capito più nulla. Come essersi preparato in Storia ed essere interrogato in Geografia.

Leo 82

S’è fatto male pure Kaio Jorge…

cipralex

A) giocando in casa della squadra cintura nera di possesso palla nel campionato che ha inventato il possesso palla me la gioco sul possesso palla?
B) partendo da Locatelli McKennie Rabiot come arrivo a Casemiro Modric Kroos?
Chiedo per un amico.

achille

devi comprare 3 vocali e 6 consonanti

Modifica il 7 mesi fa da achille
cipralex

😁

alberto_ol

il nuovo modric lo abbiamo già:
https://onefootball.com/it/notizie/agente-fagioli-nicolo-sara-centrocampista-mi-ricorda-modric-24926156

cipralex

Sperem…….

il ghiro

I Casi Nostri – Un Po’ di Sfottò
1.) Villa Reuccio
Così era chiamato a Roma il mitico Claudio Villa, “il reuccio di Trestevere”, noto tifoso giallorosso. Il nome Villarreal me lo ha ricordato, conoscerlo e prenderlo per i fondelli per la sua fede romanista è stato tutt’uno. Ma lui, così inkazzoso in campo musicale, era bonario e pacioso sul piano del tifo sportivo, non se l’è mai presa per gli sfottò amabili con cui lo bersagliavamo. In compenso dovevamo genufletterci davanti alle sue amate motociclette, dei bestioni (Harley, Triumph, ecc.) sulle quali scorrazzava per la città alla Alberto Sordi, tipo “l’Americano a Roma”. Molto più tignoso come tifoso era allora il Piccoletto, alias Renato Rascel, l’argomento era tabù, anche con la premiata ditta G&G erano discussioni al calor bianco. Belli e lontani ricordi, le battute che risonavano allo stadio Flaminio da una tribuna a una curva ancora si potevano sentire nitidamente, e rimanevano sospese nell’aria per diversi secondi, accompagnate dalle sghignazzate dei tifosi divertiti.   
2.) ‘Momento NO’ n.1
Non sto alludendo al famoso teatro giapponese, ma alla situazione che sta attraversando la nota società giallorossa. Nel giro di poche ore sono accaduti eventi tali da far gelare le vene ai polsi. Dapprima è uscita sulla stampa, sportiva e non, la notizia delle dimissioni di Maurizio Costanzo da “Advisor della Comunicazione” della A.S. Roma, qualsiasi cosa voglia dire questo titolo altisonante, nessuno si era mai accorto della sua presenza in società e nessuno si accorgerà della sua assenza. Bontà loro.
3.) ‘Momento NO’ n.2
Il Mago della Panchina, il portoghese Mourinho, è stato multato e squalificato per due giornate, insieme con il resto dell’intera struttura tecnica della squadra (Nuno Santos, Tiago Pinto, tale Rapetti, forse lontano un parente di Mogol, chissà?), tutti anch’essi multati e squalificati, nelle prossime partite ci saranno ampi spazi vuoti sulla panchina, che saranno riempiti dai componenti della Primavera giallorossa al completo. A guidare la squadra potrebbe essere chiamato forse il noto allenatore della Primavera, il grande “Padre della Patria” giallorossa Alberto De Rossi, a meno di richiamare in servizio Brunetto Conti o il Pupone in persona!!!
4.) ‘Momento NO’ n.3
L’ultima drammatica indiscrezione riguarda proprio il Pupone e la Pupona, la coppia dei Puponi sarebbero apparentemente in crisi coniugale, per colpa di una certa Noemi (ormai ognuno ha diritto alla sua Noemi, ciascuno al proprio livello ovviamente), questa signora fa di cognome Bocchi, risparmiare le battute, vi prego, la cosa è assai grave, per rompere il sacro vincolo bisogna proprio che sia una cosa seria, non è solo una banale storia di corna, almeno così ha affermato il giovane Bove, che di queste cose se ne dovrebbe intendere.   
5.) ‘Momento NO’ n. 4
La compagnia telefonica di bandiera TIM, già Telecom, già SIP, già TETI, ringrazia il dott. Mourinho Josè per il garbato spot promozionale andato in onda a fine partita con il Verona, circa l’uso del mezzo telefonico quale sistema ottimale da adottare nelle comunicazioni interpersonali. Non può essere prerogativa del solo Ibra la promozione dell’uso della fibra, anche il Maghetto portoghese ha diritto ad esprimere le sue influenti predilezioni in merito alle diverse branche della famosa invenzione del meno noto comm. Marconi Guglielmo.

il ghiro

In piena notte mi sveglia una TELEFONATA da un tal cav. Antonio Meucci; ” Caro signore, Lei è un coglione, come si fa a confondere il telefono col telegrafo, io ho già i miei problemi con mr. Graham Bell, non mi metta in difficoltà anche col comm. Marconi!” e butta giù inkazzato. Adesso mi aspetto di ricevere un telegramma dal Guglielmo, Riparo subito con questo Errata Corrige. Buona notte a tutti.

il radarista

Buon giorno

Sei grande, sempre. Pensa che il cav. Meucci, insieme con Giuseppe Garibaldi, a Caprera, aveva inventato un sistema per fare arrivare in casa l’acqua del mare e ricavarne acqua dolce e, da parte, il sale. E’ un sistema semplice basato su distillazione, separazione e raccolta. Diciamo che l’attrezzatura per fare la grappa è sufficiente per fare l’acqua dolce. Ti prego, sbaglia più spesso, perché le tue correzione hanno qualcosa di piacevole su cui ragionare.

Buona giornata e saluti

Cisco

certo che non appena i gol (o goals) in trasferta non valgono piu’….

Maxx

Bocca buonasera

Ho una proposta per il blog: si potrebbe aprire un thread, una stanza che sia sempre in “primo piano” in cui i vari bloggari possano caricare delle foto rappresentative di loro stessi. Mettiamo delle regole, rispettiamo quelle dovute, ma sarebbe un modo per conoscerci meglio.

Un saluto

Maxx

Maxx

Azz Leo, t’ho fatto proprio arrabbiare! tre commenti uno di fila all’altro! Ti ci vedo mentre pesti i tasti – invio – cazzo! non è abbastanza!! ancora..ancora….invio…non basta!!! ancora invio! 😀 😀

..e poi dai..mi copi pure la pesca al tonno! un pò di fantasia no?!? certo che come strategia dialettica venirmi a parlare di mare, a me… come se tu ne sapessi qualcosa…mha!! ora capisco le tue analisi tattiche delle partite da dove scaturiscono!

ps Sventurato non è un offesa. Vedo che qualcosa ti ho insegnato. Peccato che poi sei caduto su un “idiota”, ma è più forte di te.

pss. Tu l’hai mai pescato un tonno uno?!? io si..

Leo 82

ANCORA!!! … la coda MAXX devi smette de sbatte la coda… Gli schizzi arrivano fino al Caspio!!!!
Dai su che con un po’ di gente ci siamo messi d’accordo di non parlare male di Mourinho così ti calmi…

Modifica il 7 mesi fa da Leo 82
Bombaatomica

Insomma, non ve posso lascia’ soli un attimo!!!!!
Torno dall’ufficio, stanco, tutto sudato, col piccone sulle spalle, sporco di carbone, con la pagnotta su una mano e la lanterna ad olio sull’altra 😂 mi faccio la doccia calda e mi rilasso a leggere le puttanate su questo Bloooog!, sperando di leggere caxxxate a raffica da parte dei vari tifosi e invece che trovo?

Leo che litiga con Maxx, gli juventini mogi mogi (se c’era Moggi…. 😂😂), chi rosica, chi piagne, chi ride istericamente.
Ahoooooo’, ma dov’è finito lo spirito juventino, quello che è abituato ad “arraffare” a 4 mani e a passare sopra gli altri tifosi con il carro armato? 😂😂
OT-TI-MI-SMO deve essere la parola d’ordine. I piagnoni lasciamoli a Roma, sponda giallorossa 😂😂

Leo 82

Veramente è Maxx che ha litigato con Leo… ha fatto tutto da solo…

il radarista

Buona sera

O stai lavorando per farti un rifugio antiatomico o stai lavorando con la Gelimini per completare il tunnel, quello dei neutrini, da Ginevra al Gran Sasso. Sono curioso.

BUona doccia e saluti

Luigi

Ho letto da qualche parte un articolo piuttosto sprezzante del giornale Francese “EQUIPE” circa la partecipazione alla Champions dei ragazzi “viziati” che giocano nelle squadre italiane, per affermare alla fine che quattro squadre in Champions per un campionato come quello italiano sono un regalo, nei fatti secondo l’EQUIPE non meritiamo quattro posti, e per farsi accettare al centro dell’articolo ha messo una foto dei giocatori bianconeri.
Ora cercherò, senza sbroccare, di fornire una dettagliata spiegazione a quel giornalista francesi pieno di conoscenza calcistica.
Prima di dimostrare concretamente le ragioni che esplicherò, voglio ricordare al giornalista dell’EQUIPE che la partecipazione alla Champions delle squadre, nazione per nazione, che vi partecipano, è legata al famoso RAKING redatto dalla UEFA e non dalle squadre italiane. L’Italia prima di avere diritto alle quattro squadre, per diverse annate ha potuto schierare solo tre squadre, proprio perché il RAKING della UEFA diceva che quello era il nostro diritto.
Ora fornisco una spiegazione analitica legata ai risultati sul campo, per farlo ho esaminato gli ultimi 20 anni di Champions.
Molto sinteticamente ricordo che:
ITALIA ha vinto 3 volte la competizione e in quattro occasioni ha perso la finale. = 7 volte in finale;
INGHILTERRA 5 vittorie e 8 volte in finale = 13 volte in finale;
SPAGNA 8 vittorie e 2 volte in finale = 10 volte in finale;
GERMABIA 2 vittorie e 3 volte in finale = 5 volte in finale;
Portogallo 1 vittoria 0 volte in finale = 1 volta in finale;
FRANCIA 0 vittorie e 2 volte in finale = 2 volte in finale
(il ventesimo anno si assegna quest’anno)

Come si evince, come al solito, parlano a sproposito, usano toni dispregiativi senza motivo alcuno, e non si rendono conto che in Europa, intesa come Champions, loro non hanno neppure una storia che possa essere raccontata!
La tanto vituperata squadra bianconera, da sola, ha vinto più di loro, e come sappiamo la squadra bianconera non è neppure la squadra che ha vinto più Champions tra le squadre italiane.
Ricordo infine a quel giornalista francese, che pensano di rialzare la testa grazie ai soldi di uno che non è neppure cittadino francese! Il PSG domina in Francia grazie ai soldi dello Sceicco, e nonostante i suoi soldi non è ancora riuscito a vincerla la Champions. Forse ora che è diventato alleato di Ceferin nella battaglia contro le tre squadre “dissidenti”, per gratitudine gli manderà qualche arbitro compiacente.

mario rossi

Sono degli sfigati. Italia 12 Champions Francia 1 (da revocare per corruzione, tapie reo confesso)

Terrazza Mascagni

Se dovessimo revocare i titoli per i soldi ottenuti tramite corruzione o peggio (che è con quelli che si son comprate carrettate di campioni), già 5 sparirebbero in un amen, cribbio.

Prometeo

Il mistero 

La Juve è una squadra avvolta nel suo mistero. Da tre partite non vince e non perde. E’ tenuta a galla dall’uomo della provvidenza o del dispendioso mercato invernale . L’uomo che fa reparto da solo. Lui le promesse le sta mantenendo inventandosi letteralmente gol da solo, come con il Sassuolo o ieri. Allegri le sue le disattende. La squadra non gioca per come dovrebbe. Come richiede il valore della rosa o la cifra tecnica dei giocatori. O comunque non ottiene quello che dovrebbe. Non era forse Allegri un risultatista? Una delle migliori rose, se non la migliore, del campionato e sicuramente superiore a squadre del calibro del Villareal. Cinquantamila persone affacciate sul mare iberico. Rimane l’immagine di una compagine dei “vorrei ma non posso”, invischiata in partita che dovrebbe risolvere facilmente. Sempre vicina al gol che non arriva. Sempre vicina a prendere il gol che poi puntualmente arriva. Una squadra senza verve , grigia come i suoi pareggi, senza emozioni, solo calcoli, quote su quote, quote scudetto, quote prime quattro, quote ritorno di Champions. Un eterno rinvio del momento presente. Attaccata a numeri e sempre ad un appello da venire. Sempre in vista di un domani migliore. Una squadra senza gioco e forse senza allenatore. Intenta a cercare dentro di se i motivi di così tanta mancanza di iniziativa. Nei Rabiot, negli Arthur, nei Locatelli, cerca risposte che non arrivano o arrivano solo a metà. Anche Cuadrado non mi è piaciuto, troppo egoista quando è il momento di buttarla in mezzo, in cerca della soluzione personale pretenziosa. Morata sfiancato dal lavoro sulla fascia e poco lucido sotto porta. Dybala e il mistero dei muscoli cristallo. Ma forse è anche sbagliato parlare di approccio di bel gioco, non è quello che Allegri ha mai predicato. Quindi non arriverà mai, dopo i tentativi falliti con Sarri e Pirlo. D’altra parte per divertisti basta andare al circo. Ma i risultati, quelli, dove sono?

remo

Se per te è davvero un mistero come la Juve avrà fatto nelle ultime 3 partite tre solamente miseri pareggi forse ci puoi spiegare come mai l’inter ha invece fatto una vittoria e due sconfitte. Aspettiamo lumi

L'ESORCISTA

Condivido, l’hai scritto in modo pacato, io invece sono ancora incazzato nero, però è così e non c’è da star tranquilli, Arthur non è un giocatore di calcio, anche ieri sera uno sciaguratissimo passaggio in orizzontale da anticalcio e poi è lento lo circondano subito e lui va in confusione, da mandare via al più presto;
Rabiot monsieur banalità, riceve palla, mai un passaggio illuminante, mai un tentativo di saltare l’avversario, mai un cambio di gioco, se metti un palo della lap dance al suo posto e gli tiri addosso ottieni lo stesso risultato sono anni che lo sopporto mi è venuta la gastrite a furia di leggere il suo nome in campo.
Quello che mi preoccupa è Locatelli che è invece un ottimo giocatore e che vedo spegnersi, anche ieri sera un tiraccio ed un lancio Bonucciano quando aveva davanti 50 mt. di vuoto assoluto, prestazione mediocre la sua, dobbiamo recuperarlo.
Su Cuadrado ho scritto di sotto, ma basta leggere il manuale Come trasformare un centrocampista esterno dalle notevoli qualità e velocità e farlo diventare una specie di terzino (Allegri Editori), ormai mi sono arreso.

Modifica il 7 mesi fa da L'ESORCISTA
Leo 82

Ciao Esor, Locatelli da anni ha una caratteristica ben precisa: inizia bene la stagione e poi durante lo sviluppo della stessa si spegne, lo faceva al Milan, poi al Sassuolo ed ora lo fa alla Juventus, il problema è che ieri secondo me ha giocato ancora bene, almeno il primo tempo, il peggio di solito lo dà tra Marzo ed Aprile per poi finire in leggero crescendo. Quanto ad Arthur ti ricordi chi aveva detto che era una via di mezzo tra Dunga e Pirlo?…

cipralex

Solo per dire che, ti fosse sfuggito,al momento la juve è in corsa in tutte le competizioni cui partecipa, poi come dice @ scusameri i conti li facciamo alla fine…..

Gellons

Buongiorno,
leggo da un paio d’anni il blog e mi pare interessante, specie se confrontato con quelli della Gazzetta… ed ho deciso di iscrivermi. Vado ad infoltire la schiera dei gobbi e, come tutti i tifosi, sono molto competente e obiettivo … (non so fare le faccine).
Ciao a tutti

il radarista

Buona sera, gobbo.

Benvenuto. Hai scelto il momento giusto perché alcuni tifosi juventini sono in crisi ed hanno bisogno di incoraggiamento. Insomma, tirali un po’ su perché sono tormentati da dubbi atroci. In caso di trionfo finale, sarà facile trovare i molti meritevoli ma, in caso di insuccesso, chi sarà il colpevole?

Buona serata e saluti

achille

ciao

Cisco

Benvenuto.

Maxx

Benvenuto! La maggior parte di noi è gente educata

L'ESORCISTA

😂😂😂
Aggiungerei, siamo tutti educati, tranne uno…
😂😂😂
Io il mio l’ho scelto e non è il tuo.
😂😂😂

Nick

giuggiolone fai outing ?

L'ESORCISTA

Decisamente!
😉

Nick

finalmente un gobbo competente e obiettivo (ora stai a vedè !!)
benvenuto Gellons

Modifica il 7 mesi fa da Nick
Mordechai

Un altro gobbaccio? E vai…
😊

mario rossi

Bocca la juve non ha giocato male. Le possibilità rimangono 50-50 ma avrei detto lo stesso anche se fosse finita 0-1. Hanno avuto pure culo perchè il marcatore voleva tirare nell’angolo alla destra di sczesny ma ha ciccato la palla mandandola nell’angolo opposto spiazzando così il portiere.
Si continua a sottovalutare il Villarreal secondo me, spagnola atipica molto abile nel fare giocare male gli avversari. Han vinto pochi mesi fa europa league e poche settimane hanno cacciato fuori l atalanta (che aveva tutti i titolari a parte gosens a disposizione) a calci in culo.
Un atletico madrid leggermente meno bastardo. Ma solo leggermente.

Modifica il 7 mesi fa da mario rossi
roxgiuse

l’impressione guardando le squadre estere è che in gran parte dell’Europa si selezionino i calciatori in relazione alle qualità di base (tecnica, velocità, dribbling, controllo di palla) e non, come in Italia, al rendimento e alla personalità. Non so se sia giusto o meno, ma fatto sta che in alcuni frangenti sembra che i nostri avversari ci surclassino. Ed è così che la Juve ha perso un giocatore di classe adamantina anche se molto discontinuo come Traorè, per prenderne uno di grande efficacia come Locatelli ma di un’altra categoria, inferiore, nelle skill di base.

Modifica il 7 mesi fa da roxgiuse
Statistica Bonucciana

Da applaudire l’omaggio che il Villareal ha tributato a Del Piero.

(Immagine tratta dalla pagina Facebook degli spagnoli)

del piero v.jpg
Modifica il 7 mesi fa da Statistica Bonucciana
convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Visto l’immediato vantaggio e la regola cambiata sui gol in trasferta, l’impressione è di un’occasione sprecata, non vorrei offendere qualche oltranzista juventino ma finiamola di esaltare sempre gli altri campionati, il Villareal è una discreta squadra discretamente tecnica e organizzata, ma niente di eccezionale, l’Atalanta come spesso in coppa ci ha messo del suo, credo siano settimi in classifica ma comunque in forte rimonta . Vista la contingenza mi è sembrato buono il primo tempo e l’inizio del secondo, poi c’è stato un calo o la convinzione che un gol poteva bastare a portarla a casa, troppa difesa, poco e poco convinto attacco, e cosi per l’ennesima volta un’italiana giocando eccessivamente chiusa riesce a prendere un gol evitabile, azione quasi fotocopia di quella del famoso rigore di Madrid . La Juve ce la può fare, ma dovrà evitare di farsi uccellare subito come l’Atalanta (neanche dopo ) e di prendere gol o rigori o gol evitabili su punizione , come gli scorsi anni, mi auguro vada avanti anche perchè sembra che le tre davanti abbiano deciso di aspettarla .

nessuna esaltazione degli altri campionati, ma qui dentro ho letto che il Villareal è la peggiore delle 16 squadre arrivate agli ottavi… eddai, un po’ di equilibrio, no? Stiamo sempre parlando della vincitrice dell’ultima Europa League e quinta in classifica in campionato a 3 punti dal Barcellona e dall’Atletico Madrid.

malandragem

negli anni abbiamo affrontato il peggior Barcellona di sempre, il peggior Real, il peggior City…un classico del tajismo, la Juve prende sempre la peggiore

così ovviamente se la batte non è nulla di che – anzi era il minimo – e se perde si è fatta buttare fuori dalla più scarsa…

TigerJack

23-2-2022
Carlo Nesti: “Il rischio di avere Vlahovic, e sprecarlo”
La Juve corre un rischio: avere speso 75 milioni per Vlahovic, e sprecarlo. Non basta che ora il serbo indossi la maglia bianconera, e riesca anche a segnare gol spettacolari. Occorre accompagnarlo, sostenerlo, rifornirlo. Nel modo, in cui viene impiegato oggi, esiste il pericolo di schierare un asso isolato, perennemente spalle alla porta. L’immagine del Dusan, annientato da Bremer, è il manifesto di una emergenza tattica. Sapete, contro il Villareal, quanti palloni ha toccato? Appena 24. Questo perché, soprattutto nel secondo tempo, il baricentro bianconero è stato troppo basso: intorno ai 40 metri. Quando si verticalizza, Vlahovic salta non a 3 quarti di campo, ma a centrocampo, e cioè troppo arretrato. Inoltre, con il 4-3-3 come con il 3-5-2, i cross sono merce rarissima: contro gli spagnoli, soltanto 7 a 19. La testa del serbo è una risorsa trascurata, una lacuna che la Juve non si può permettere.
Ecco cosa intendevo dire ieri sera quando ho postato la battuta: dare Vlahovic a questa Juve è come dare le perle ai porci.

zzzi

Ciao TigerJack (ma eri Vedonero, vero ?), la battuta ci sta tutta, infatti direi che in tanti tifosi e simpatizzanti juventini qui dentro abbiamo ammesso come uno dei problemi della Juventus attuale sia la totale stipsi offensiva della squadra. Poi ognuno di noi argomenta, o lo ha fatto finché continuare a ripetere le stesse cose non è diventato stucchevole, in merito alla questione in modo diverso.

Però a scopo puramente ludico mi fa sorridere pensare come il completamento della tua citazione evangelica faccia seguire al “non gettate le perle ai porci” un “perché non le calpestino e, rivoltandosi, vi sbranino” che porterebbe a immaginare un inatteso rovesciamento di quanto visto finora, con una impensabile feroce ascesa bianconera a discapito degli avversari che la sopravanzano e non di poco e con pieno merito.

Nulla di tutto questo, ovviamente. Al massimo si farà quarti e se accadrà ancora si dovrà ringraziare le difficoltà attuali dell’Atalanta. E comunque tutto avverrà, se avverrà, con l’assoluto pragmatismo di Allegri, punticino dopo punticino, senza alcuna concessione a scapito di una costruzione frammentaria ed essenziale ed un feroce pavido realismo. E con una noia infinita ed un apparente nauseante senso di spreco per la quasi totalità degli spettatori.

TigerJack

Ciao zzzi, sono proprio vedonero. Guarda a me pare che l’Allegri di quest’anno sia la copia sbiadita dell’altro perché non c’è nessun ‘feroce pavido realismo’ nel far giocare quel tridente VMD ma uno stupido cedimento alla folla ululante. Riguardo alla partita di ieri, non trovi che un allenatore che guadagna 9mln annui dovrebbe avere un piano B per approfittare dello sbandamento degli avversari dopo il fulmineo 0.1? E che dire di quelle immagini che hanno mostrato Landucci nelle vesti di maestro catechizzare l’alunno Allegri? Comunque, come spesso scrivi tu, si cazzeggia.

Grande Romeo

E quello dell’anno scorso voleva tutti i palloni lui ed escludeva i compagni dal gioco, e quello di quest’anno (dopo 3 partite) è troppo isolato.

Secondo me Allegri ha una brutta dentatura ed è affetto da calvizie.

TigerJack

So che hai una cotta per Allegri e ci sta, ma cosa c’entra il Pensionato lusitano dello scorso anno visto che era allenato da Pirlo? So anche che sei un risultatista e ti piace il gioco fatto di difesa e contropiede. Bene, vai in cineteca a vederti come venivano condotti i contropiede ai tempi di Helenio e Rocco e confrontali col nulla cosmico dell’allegria di quest’anno. Quel che fece il tuo conterraneo nel passato conta un tubo, conta l’oggi.

L'ESORCISTA

Tiger siamo riusciti a sprecare CR7 figurati se non possiamo farcela con Dusan.

Tiziano

Baricentro basso e Albiol che gli ha preso le misure nel resto della partita, facilitato ovviamente dal gioco remissivo di allegri. L’iniziativa è sempre stata dei canarini come testimoniano le statistiche degli xG (ma era evidente pure senza leggere i dati).
Il primo allegri spezzava le chele offensivamente agli avversar, quest’anno, senza la BBC e in generale senza il Chiellini di tre anni fa, prende goal scolastici quasi ad ogni partita come testimoniano gli ultimi quattro match.
In circostanze del genere il serbo ha dato il massimo capitalizzando il poco che è stato prodotto offensivamente dalla squadra. Di più, Allegri, non può chiedergli.

Modifica il 7 mesi fa da Tiziano
TigerJack

È lui che dovrebbe chiedere di più ad Allegri e compagni, non trovi?

Tiziano

sì, il senso della mia frase era quello. tra l’altro mi stupisce che ancora nei dopopartita s’inceppa a parlare di bel gioco. mi sa che in casa juve c’è qualcuno che lo punzecchia, alrimenti non mi spiego ancora ‘sta fissa.

achille

La sensazione che mi sono portato via ieri sera e’ di una squadra che sta re-imparando ad a gestire la partita e a difendere basso, che sono un po’ i capisaldi di Allegri. Il primo tempo e’ filato via secondo i desideri di chi sta in panca (con lo scampato pericolo del palo a porta quasi vuota), che non e’ poco considerando tutti gli infortunati.

Il secondo tempo e’ iniziato bene, con l’occasionissima di Morata e un paio di belle azioni in ampiezza, con De Sciglio largo a sinistra. Poi intorno al 60′ e’ successo qualcosa nella testa, improvvisamente si vedono cervellotici retropassaggi corti, con Locatelli e De Sciglio ma pure De Ligt che sono andati in confusione. Li’ il Villa ha preso fiato e in 5 minuti e’ arrivato al pareggio. Forte un casino Capello nel chiedersi se per caso Rabiot stesse marcando Morata. Il francese si fa scivolare l’uomo dietro che si apposta verso il dischetto. De Sciglio non lo segue perche’ aveva il suo largo.. Dalla poltrona si puo’ pontificare che e’ meglio concedere un passaggio largo che lasciare l’avversario smarcato davanti al portiere; sta di fatto che qualcosa e’ successo a livello di squadra perche’ hanno sbagliato in troppi.

Puo’ semplicemente essere che la concentrazione di cui questa squadra e’ capace non duri oltre un’ora.

Ricordando comunque il disastro di Porto (dove giocavano Chiellini, Chiesa e Ronaldo, e Dybala era disponibile) i progressi ci sono.

Per il ritorno ce la possiamo fare anche se senza McKennie, l’unico centrocampista che tira in porta, e’ un po’ piu’ dura

Modifica il 7 mesi fa da achille
Luigi

Vabbé, inutile “arrabbiarmi”, devo prendere atto che è diventato un cliscé, un atteggiamento che comunque poco c’entra con quello che si vede in campo.
La Juve, per me naturalmente, ha giocato un’ottima partita, certo c’è la delusione per un gol subito quando la squadra stava cercando di chiudere la partita, infatti dopo un buon primo tempo, ha iniziato il secondo con cipiglio, al punto da far chiedere al “commentatore” di Sky se l’allenatore del Villarreal nello spogliatoio avesse suggerito ai suoi giocatori di non attaccare a testa bassa e di lasciare il gioco in mano alla Juve! Sempre il commentatore ha ipotizzato che: “udite, udite”.. forse la Juve stava meglio fisicamente e sembrava controllare bene la partita, cercando di vincerla.
Poi il gol del Villarreal, gol beccato per un contropiede veloce che ha trovato difesa della Juve impreparata, con errori, a mio parere, dovuti al precario piazzamento dei difensori bianconeri. Sempre secondo me, il gol lo abbiamo beccato perché in quella fase della gara, i giocatori della Juve, si erano convinti di poterla vincere e attaccavano anche con i difensori, tant’è che De Ligt era fuori posizione nel momento topico dell’azione del Villarreal.
Sia chiaro, il pareggio degli spagnoli è meritato, sebbene in questo caso si può dire che le cose non ci sono andate tutte per il verso giusto.
Il succo di questo ragionamento per dire con franchezza che trovo ingeneroso continuare a fare il processo alla Juve, considerando che prima della partita, i soliti noti ci davano per “cadaveri” semplicemente da seppellire, forse perché la stessa squadra contro la Juve non ha fatto sfracelli come recentemente aveva fatto con l’Atalanta, per molti molto più forte della Juve. Ovvero, ma come mai questi non cadono mai definitivamente e si tolgono dalla vista?
Peccato che come al solito i commenti anche quelli autorevoli, nulla dicono che l’azione del gol del “sottomarino” è viziato da un fallo da loro commesso e non sanzionato dall’arbitro, come mai solo nei nostri confronti non si torna a ritroso dell’azione? A noi hanno annullato gol spiegando che c’era un fallo iniziale di qualche dieci secondi prima, per cui gol da annullare! Come mai quando gioca la Juve il VAR viene azionato solo e soltanto contro la Juve? LO chiedo a tutti i tifosi, ma questo è sport? Soprattutto se l’analisi della partita consegna un altro intervento che ha causato addirittura la frattura in più punti della caviglia di McKennie NEPPURE SANZIONATO CON UN SEMPLICE FALLO dal direttore di gara, simile a quello che successe a Chiesa, Lo dico sinceramente, questi arbitri cominciano ad infastidire e non poco! Costoro non sono neppure in grado di valutare il regolamento, QUELLO ERA FALLO E DOVEVA ESSERE FISCHIATO!!!!
Riesco a fatica a reprimere la voglia di insultare sto sistema che mostra i muscoli in continuazione! Io non sono nessuno, quello che posso fare è disdire i miei abbonamenti!

Mordechai

Villarreal che ha sfracellato l’Atalanta? Ma quando mai…se non ricordo male, in Spagna è finita 2 a 2 e in Italia 3 a 2 per gli spagnoli, ma in entrambi i casi le gare sono state equilibrate e combattutissime.

Luigi

Mi spiace che tu te la prenda, se vuoi giudicare però, considera le mie parole all’interno di un ragionamento nel quale ho cercato di dire che prima della partita i soliti sapientoni davano per spacciata la Juve, anche in considerazione di quello che il Villarreal aveva fatto vedere contro l’Atalanta. Per la partita di ritorno, spero che la Juve possa recuperare qualche giocatore infortunato, a me basterebbe il ritorno di qualche titolare affidabile. Chiesa, Bernardeschi, Dybala e Chiellini non mi sembrano dei signor nessuno, presumo penalizzerebbero qualunque squadra casomai li avessero in rosa. Alla voce infortuni dobbiamo aggiungere McKennie, Alex Sandro…

Mordechai

Prendermela? Per cosa? Ho solo fatto una precisazione.

zzzi

Salve a tutti, di corsissima limito la mia ecfrasi relativamente alla partita di ieri all’accennare al fatto che per la prima volta nelle ultime tre stagioni la Juventus ha superato l’andata degli ottavi di CL con un risultato che non la vede sconfitta. Inoltre, sempre per la prima volta (mai accaduto in entrambi i doppi confronti delle due stagioni precedenti), si è trovata in posizione di vantaggio rispetto all’avversaria e quindi temporaneamente qualificata. Almeno per 65 minuti. 65 minuti a 0 (parlando di qualificazione, non di risultato del singolo incontro) rispetto al totale dei doppi confronti di cui sopra. Non conterà nulla rispetto all’esito del passaggio del turno, ma sono minime soddisfazioni.

Lascio a chi ne avesse voglia misurare la forza di Lione (pre-covid), Porto e Villareal, nonchè delle diverse Juventus scese in campo nel corso dei tre incontri d’andata.

(Fondamentalmente mi scappava di scrivere ecfrasi…)

Modifica il 7 mesi fa da zzzi
Fulvio Terzappi

la incidentale tra parentesi era quasi superflua… tanto era evidente…
😜

Leo 82

Ciao Stefano, credo che tu sia uno di quei tifosi non abbastanza tifosi che si rendono conto che Max stia facendo un buon lavoro, considerato da dove era partito… le sue dichiarazioni post partita peraltro disegnano con chiarezza il senso del percorso che sta facendo fare alla squadra, cosa manchi e perché a volte è meglio accontentarsi… credo che questo particolare percorso sia nato dalla sconfitta casalinga con il Sassuolo…. bello comunque ecfrasi…

Mordechai

Secondo me, il Villarreal vale mas o meno Porto e Lione; più forte, invece, l’Ajax che prima di sbancare Torino aveva fatto a pezzi il Real Madrid a casa sua.

Rosario Frattini

“Non mi piacevano le mischie, la confusione, non mi piacevano le azioni inutili. Un tunnel quando non è necessario è una cosa da pagliacci, ma se è l ‘ unica cosa che puoi fare per liberarti dell’ avversario e proseguire l’azione si trasforma in meraviglia. Niente è essenziale quanto la bellezza”.
Sono le parole o forse i pensieri che Gianni Montieri, poeta napoletano che vive a Venezia, attribuisce ad Andrés Iniesta nel libro : “ Andrés Iniesta, come una danza”.
Stravedevo per Iniesta, calciatore “apollineo” come io definisco i calciatori che illuminano il gioco con la loro azione luminosamente razionale, come Platini o Scirea per intenderci. Sull’ altro versante, ma non contrapposti ovviamente, ci sono i giocatori dionisiaci, puro istinto che si sublima in bellezza pura, come Maradona e ma sì Messi se vogliamo.
Se ognuno di noi è in grado, a livelli diversi, di percepire o comprendere la bellezza insita nel gioco del calcio o nei vari calciatori, forse solo un poeta può non solo raccontare ma magicamente rievocare e plasticamente far rivivere la poesia, che può diventare magia, di un’ azione , di un gol, di un pallone messo in uno spazio che solo calciatori come Iniesta, pochissimi nell’ intera storia del calcio, non solo vedono ma “sanno” che esiste dove tutti gli altri non vedono nulla.
Era molto tempo che non leggevo un libro di e sul calcio così bello.
Lo consiglio.

2010nessuno

Buongiorno Fabrizio,
Io invece, al contrario dei soliti insoddisfatti tifosi juventini, ho visto bene, per esempio, l’impostazione che Allegri ha dato alla squadra nell’attuare la fase difensiva, non sarà stata perfetta, il gol del Villarreal lo dimostra, però secondo me ben fatta per gran parte della partita. Inzaghi, se, come spero, ha guardato la partita, dovrebbe meditarci sopra.

L'ESORCISTA

Ho letto il tuo poi sono passato sotto da @Faceto ma dico, siete matti?
Un allenatore che schiera due terzini sulla fascia sinistra, il solito Cuadrado a fare il quinto, lasciando il centrocampo a tre costringendo l’attaccante (Morata) a fare il quarto a 50/70 metri dalla porta, il tutto contro una squadra mediocre a dir poco, e voi la chiamate ben preparata?
Io dico che un allenatore che non sa impostare un 4-4-2 elementare dovrebbe vergognarsi, ma non era quello del calcio è una cosa semplice?
Dovessimo passare (possibile ma non ci credo più di tanto) cosa ci proporrà?
Facile un bel 6-3-1
Veramente penoso.

Modifica il 7 mesi fa da L'ESORCISTA
Carlo

la tua squadra “mediocre” a dir poco è campione in carica dell’EL (ha battuto Manchester United e Arsenal), è terza in campionato dietro Barca e Real e ha fatto fuori la fortissima Atalanta ai gironi.
Abbiamo pareggiato fuori casa contro questi scarsoni senza Chiesa, Dybala, Chiellini, Bernardeschi e qualcun altro…
Sicuro di essere così esperto di calcio?

L'ESORCISTA

Abbastanza per capire che due terzini sulla stessa fascia sono un obbrobrio, che uno come Cuadrado con dribbling e velocità viene tenuto a 70 metri dalla porta avversaria a fare il terzino, che un attaccante come Morata è costretto a tornare in difesa a dare una mano.
Non è una questione di esperienza ma di buon senso, l’esperto allenatore che non riesce a far giocare lo schema più elementare del calcio per me è eresia.
Ieri sera il fortissimo Villareal ha giocato di merda e non certo per meriti dei difensori che abbiamo altrimenti non avrebbero avuto 3 palle gol clamorose e fatto un gol, gli mancavano degli elementi, abbiamo segnato subito un gran gol e non erano in serata, dovevamo sbranarli, invece di cazzeggiare.
Al ritorno saremo senza l’unico che incarna lo spirito del centrocampista cazzuto, il mio amato texano, loro avranno qualche titolare in più e se sono in serata saranno ca..i amari.
Poi ognuno vede la cosa come vuole. Mi piacerebbe sentire il parere di Parmigiano Reggiano.

Modifica il 7 mesi fa da L'ESORCISTA
Faceto Balsamico

Partita tatticamente ben preparata, ma poi – tanto per cambiare – c’è stata poca lucidità nel provare a chiuderla. Morata ha fatto un gran lavoro, capisco anche che sotto porta sia poco lucido, ma i centrocampisti devono essere più incisivi in questo senso. Locatelli si muove molto bene senza la palla, con il pallone fra i piedi ho visto qualche sbavatura di troppo nelle ultime partite. Anche McKennie si inserisce molto bene (peccato per la frattura al piede). Di Rabiot ri-scrivo ciò che ho esternato tante volte: è giusto che ogni tanto giochi (se no come cazzo fai poi a sbolognarlo via), ma è un calciatore realmente insipido, una pietanza sciapa. Più che corsa e qualche strappetto sospeso qua e là non riesce mai ad offrire al mondo. Ciò nella migliore delle ipotesi, poi ci sono anche le volte in cui è pernicioso: il goal del loro pareggio al 70% è una sua responsabilità (De Ligt poteva metterci una pezza, fosse stato un poco più attento alla posizione) e poteva anche beccarsi il rosso per un’entrata durissima con il piede alto. Allegri avrebbe dovuto sostituirlo due minuti dopo il giallo… Vlahovic è già forte ma lascia intravedere ancora grandi margini di miglioramento.

Modifica il 7 mesi fa da Faceto Balsamico
ConteOliver

abbiamo visto la stessa partita

Allegri l’ha ben preparata, alcuni giocatori hanno sbagliato, sia in difesa sia, soprattutto, in attacco

PS: Rabiot è davvero una iattura, ma temo che proprio per questo ce lo porteremo a scadenza
chi è il pazzo che si accolla una pippa del genere a 7 milioni netti all’anno?

neanche regalandolo te lo levi di torno

Mordechai

Quella pippa, a dirla tutta, è pure (semi) titolare nella nazionale francese, non in quella cambogiana. Possibile che solo a Torino giochi da pippa? mah!

L'ESORCISTA

Ma per forza è poco lucido Cristo Santo, messo lì a rincorrere la gente a centrocampo…

zzzi

Guarda (L’) @Esorcista che ti sbagli : in gamba è in gamba, ma non è Cristo Santo, si tratta di Faceto Balsamico, tra l’altro al crepuscolo del Bloooog ospitato da La Repubblica ha pure firmato col suo nome, che ti assicuro è proprio un’altra cosa.
(Che poi, a sproposito, il mio – di nome – ha le stesse lettere di Ugo+Ciro, quindi un po’ d’aria dovrei essere riuscito a prenderla…)
Quanto alla partita mi allineo al moncalierese (e a e @Grande Romeo più sotto).

Un saluto a entrambi

Modifica il 7 mesi fa da zzzi
L'ESORCISTA

🙂

Grande Romeo

Ricambio. Buone cose.

Faceto Balsamico

🙂 Ciao caro…

tom

Vlahovic, considerato che ha 22 anni, proverei a farlo allenare sulla corsa. Mi sembra un tantino lento, ma è l’unico difetto che riesco a trovargli.

Claudio Mastino 62

Ciao Tom, un buon centravanti di solito non è velocissimo, ma piuttosto rapido nel breve ;
la velocità di solito è una caratteristica delle ali e dei terzini. Poi chiaramente ci sono
delle eccezioni come per esempio Ronaldo da Lima, ma stiamo sempre parlando di un fenomeno, uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi, tanto grande quanto sfortunato per via dei numerosi infortuni che ha avuto nella sua pur ottima carriera professionale.
Vlahovic comunque ha ottime doti e non può solo che migliorare in futuro data la sua giovanissima età.

tom

Anche Haland è parecchio veloce, e anche CR7, pur non essendo lui un centravanti classico.

Mordechai

A dire la verità, in occasione del gol m’è sembrato abbastanza veloce e sgusciante, però chissà magari con un paio di kg in meno potrebbe anche migliorare.

tom

Infatti ho parlato esplicitamente di corsa, non di agilità. Mi sembra che sul lungo abbia una falcata un po’ troppo lunga e pesante. Inezie, comunque.

guido

quando Rabiot è entrato a piede alto, il più preoccupato era Parejo. Ha pensato: “no adesso gli danno il rosso e salta il ritorno”, quando gli ricapita un marcatore così?

Bluechip

L’analisi di Bocca mi sembra un po’ troppo severa, se diamo il giusto peso alle premesse:
1) Avversario di buon livello e ormai abituato a certe sfide: l’anno scorso ha vinto l’EL battendo Arsenal e ManUTD, quest’anno si è qualificato agli ottavi di CL ai danni dell’Atalanta
2) Assenze bianconere (Chiellini, Bonucci, Dybala, Chiesa)
3) La Juve non coglieva un risultato positivo all’andata degli ottavi di CL dal 2016/17 (vittoria fuori casa con il Porto). Da allora, un pareggio casalingo 2-2 con il Tottenham e sconfitte con Atletico, Lione e Porto, quindi match di ritorno sempre affrontati in salita.
4) Parliamo sempre di una squadra che, pur avendo recuperato una certa solidità rispetto ad inizio stagione, sta faticando a conquistare il quarto posto in un campionato mediocre come la Serie A.

Con queste premesse, aspettarsi che la Juve andasse ad espugnare con facilità il campo del Villareal era utopico. Data poi l’assenza di un centrale di ruolo da affiancare a De Ligt, è comprensibile la scelta di adottare un atteggiamento prudente, a maggior ragione dopo il gol-lampo siglato da Vlahovic. Attaccando di più si sarebbe potuto raddoppiare? Forse, o forse avremmo lasciato più spazi agli spagnoli per infilare una difesa che sul lato sinistro schierava la coppia Alex Sandro-De Sciglio…

Considerato quanto sopra, io ho visto una buona Juve per almeno un’ora. All’inizio del secondo tempo i bianconeri hanno creato alcuni pericoli presso l’area spagnola ed avevo la sensazione che da un momento all’altro si potesse raddoppiare. Così non è stato, anzi è arrivato il pareggio e nell’ultima parte di gara la Juve è calata.

Oltre al bel gol di Vlahovic, è da segnalare la grande partita di De Ligt. Due giovani che faranno la nostra fortuna nei prossimi anni, in campo e/o portando un cospicuo tesoretto nelle nostre casse. Mi sono piaciuti anche Danilo, Mckennie e Morata. Bene anche Locatelli finchè ne ha avuto, discreto De Sciglio. Nel primo tempo non mi era dispiaciuto nemmeno Rabiot, mentre nel secondo tempo non è stato all’altezza (colpevole nell’occasione del gol e meritevole di un cartellino “arancione”). Mi aspettavo di più da Cuadrado: non è stato tra i peggiori, ma per lui le aspettative sono elevate e non è mai salito sugli scudi.

L’azione che ha portato al gol di Parejo è stata viziata in partenza da un fallo su Vlahovic per me piuttosto netto, ma tutto sommato gli spagnoli hanno meritato il pareggio. Per il match di ritorno è tutto aperto e, ripeto, non si poteva pensare che questa Juve potesse chiudere il discorso qualificazione all’andata – casomai si poteva temere un risultato compromettente.

L’unica vera pessima notizia della giornata è il grave infortunio occorso a McKennie, che perderemo per molto tempo. Ora in mezzo al campo siamo proprio contati: sarà difficile affrontare un calendario fittissimo continuando a schierare un centrocampo a tre contando su soli 4 mediani (Locatelli, Zakaria, Arthur, Rabiot). Credo che, gioco forza, Allegri dovrà virare su un 4-4-2 o 4-2-3-1.

Expo

Sono tutt’altro che un estimatore di (questo) Allegri. Tuttavia, lo schema tattico della partita di ieri, considerate assenze e condizione dei giocatori, è stato quasi geniale. Siccome il Villareal gioca senza punte, 3 difensori larghi a chiudere gli spazi e le incursioni, 2 esterni (Cuadrado e De Sciglio) e tanti incursori per approfittare dell’assetto piatto degli spagnoli.
La scelta di De Sciglio a sinistra si spiega con dover marcare un furetto a piede invertito.
Nel primo tempo, Allegri ha veramente incartato Emery, ela Juve ha segnato, controllato e avuto diverse opportunità.
Nel secondo, sono venuti fuori stanchezza, scarsa capacità di concentrazione di alcuni giocatori (Rabiot, Morata) e gli spagnoli hanno alzato il livello di ruvidità, tanto l’arbitro non fischiava mai.
Il pareggio è tutto sommato giusto e credo che molti, data la lista di assenti, avrebbero firmato per 1-1 prima di giocarla.

tamarrogigante

Bocca, sono contento per lei che non debba guardare le partite per scriverne
(…il toro che solo pareggia il derby non le è ancora andato giù eh)

tom

Disclaimer: quando parlo di GIOCO, mi riferisco all’organizzazione dello stesso, non allo SPETTACOLO o al CIRCO, di cui mi frega zero. Lo dico per evitare le risposte di quelli che ogni volta che si parla di gioco tirano fuori i soliti discorsi sul sarrismo e su Pirlo.

Negli anni sono sempre stato un critico “moderato” di Allegri, nei confronti del quale ho sempre tenuto un atteggiamento democristiano.
Fin dai tempi della sua intervista al Corriere della Sera, nella quale affermò che non lavora sugli schemi in quanto li considera inutili, ho sempre contestato questo suo modo di fare calcio, in quanto ritengo che una buona organizzazione possa sopperire alle carenze di una rosa non composta da 22 top player/ottimi giocatori. E l’organizzazione di gioco passa anche dagli schemi. Però gli ho sempre riconosciuto l’abilità di incastrare alla perfezione i giocatori in rosa, in modo da farli rendere al meglio delle loro caratteristiche. Ciò può funzionare se hai una rosa veramente eterogenea e dotata di almeno 18 titolarissimi, o se hai la fortuna di trovare un Mandzukic che ti faccia il tornante sinistro meglio di come fa il centravanti.
Nella rosa di quest’anno Allegri non ha gli elementi funzionali al suo modo di concepire il calcio. Non solo, non avendo gli uomini giusti, si incaponisce su determinati elementi. Ad esempio, non si capisce per quale motivo se hai un Danilo, che il centrale l’ha fatto spesso, e anche discretamente, non lo usi al posto di un Alex Sandro che il centrale l’ha fatto poco e male, e che più in generale da un paio d’anni ne combina di ogni colore, incidendo da solo sul risultato delle partite (non risale a molto tempo fa il suo errore che ci è costato la supercoppa contro l’Iter). Non si capisce per quale motivo riponga così poca fiducia su Pellegrini (che ha un buon dribling e una buona corsa), al quale preferisce sempre De Sciglio, se disponibile. Non si capisce per quale motivo faccia giocare sempre Rabiot (e prima di lui Bentancur) quando sono delle calamite viventi per le bestemmie dei tifosi e fanno giocare la squadra in dieci e mezzo, quando va bene. Non si capisce perché Zakaria stia in panchina, visto che peggio degli altri non può fare, ma se fa meglio è tanto di guadagnato.
Ecco, io non penso che Allegri sia la causa di tutti i mali, ma certo ci mette del suo.

Modifica il 7 mesi fa da tom
Grande Romeo

Allegri deve aver abbandonato l’idea di provare gli schemi dopo l’esperienza al Milan.
Di sicuro ci lavorava ad Agliana e a Sassuolo. Dopo Sassuolo non più visto lavorare Allegri (ma credo anche a Cagliari lavorasse sugli schemi) per cui può darsi che, arrivando al Milan e trovandosi a lavorare con giocatori di qualità, abbia deciso che gli schemi non servivano.
Di sicuro so una cosa: Allegri è la perfetta incarnazione del livornese puro, la cui attività principale è divertirsi a prendere per il culo la gente (i Pisani che scrivono qui capiscono di cosa parlo). Ad esempio se ad un livornese fai una domanda che ritiene cretina, non ti dice che una domanda cretina ( a meno che non lo fai proprio incazzare) ma ti risponde in maniera apparentemente seria ma prendendoti per il culo, vai tranquillo.

van trattati con molta attenzione: si chiaman triglie, ma son come le tracine: bu’ano

tom

Bell’analogia, complimenti.
Comunque anche a Cagliari mi pare lavorasse sugli schemi, e il gioco espresso era perfino divertente.

Statistica Bonucciana

Juve spumeggiante, propositiva, con pressing alto fino al gol di Vlahovic

Calabrese Juventino

🙂

Grande Romeo

ma dei tre o quattro lanci millimetrici di “lui” non ci dici nulla?

Statistica Bonucciana

Carissimo,
l’Immenso, per una delle poche volte da quando è alla Juve, è alle prese con qualche problema fisico di troppo. Sarebbe ingiusto accanirsi sui SuoiDiviniPiedi in questo momento. Il Sommo negli ultimi anni è sempre stato tra i più presenti in campo, tranne la stagione in cui è andato a predicare nel deserto rossonero. Adesso deve gestire un calo fisico, ma sicuramente Lui potrà farlo.
In compenso prezioso Danilo, un altro difensore che sa trattare la palla. Ottimo il lancio per il gol di Vlahovic. Non poetico come i Suoi, ma ci si può accontentare!

Un caro saluto

Modifica il 7 mesi fa da Statistica Bonucciana
Calabrese Juventino

Anche se fosse solo Vlahovic, come scrive Bocca, sarebbe un bel passo avanti rispetto ad un mese fa visto che non ce l’avevamo. Peccato per McKennie, che con tutti i suoi limiti, porta un po’ di dinamismo ed è l’unico centrocampista che si inserisce con continuità. Adesso vedremo Zakaria con giocare più frequentemente e capiremo di che pasta è fatto. Comunque il numero 7 deve ancora crescere ma sta mostrando un potenziale dal punto di vista tecnico, fisico e caratteriale che, se confermato, ci darà soddisfazioni per un po’ di anni. Vedremo come le squadre si adegueranno alla nuova regola che non favorisce più i gol in trasferta. Un pareggio nella prima rimanda tutto alla seconda partita.

Grande Romeo

Bocca dice che non basta alla Juventus l’ 1-1 per avere garanzie di qualificazione.
Ma perché, c’è davvero qualcuno che pensava che la Juventus potesse archiviare la pratica qualificazione già dopo la gara di andata?

Leggo spesso complimenti all’Atalanta, ci sono non pochi partecipanti a questo blog che considerano addirittura la squadra bergamasca superiore alla Juventus, quantomeno dello stesso livello.
Il Villareal ha, di fatto, eliminato l’Atalanta, vincendo a Bergamo, è allenata da una specie di maghetto delle competizioni europee, in campionato ha tre punti in meno di Barcellona e Atletico Madrid, nelle ultime quattro ne ha vinte tre e pareggiata una col Real Madrid e la Juventus doveva tornare da Villareal con la garanzia di qualificazione? Mah…

Il problema è che qualche juventino lo legge e ci crede. E poi s’incazza per aver solo pareggiato.

E’ come quando gli avevate fatto credere che erano tra i favoriti per la vittoria finale della Champions con almeno quattro squadre più forti di loro e poi si sono ritrovati delusi per non aver vinto qualcosa che era lì, facilmente alla portata (chissà come stanno i tifosi del City) .

Se la Juventus riesce ad eliminare il Villareal deve essere contenta perché raggiungere i quarti sarebbe già un passo avanti, vedere poi con chi viene accoppiata e vivere alla giornata.

La rosa attuale non permette molto di più

commentanonimo

Commento che condivido. Non siamo mai stati favoriti per la CL e le due finali sono state un risultato grandissimo ed al di là delle aspettative. E i nostri pessimi risultati in serie A, aggiungo, sono dovuti in larga parte ad un nostro calo più che ad una crescita stratosferica di Milan, Inter, Napoli ed Atalanta, come dimostrano per l’appunto i dati di fatto. Non si capisce che occasione avremmo sprecato pareggiando 1-1, visto che tutti i siti di scommesse davano il Villareal abbondantemente favorito. Se si arriva ai quarti con questa squadra è un mezzo miracolo dovuto anche a quel briciolo di fortuna del suicidio del Chelsea. Ci sono almeno 7-8 squadre più forti di noi, anzi di quelle approdate agli ottavi siamo una delle più deboli. E anche illudersi che con Dybala o Chiesa sarebbe stato diverso, ma di che parliamo? In due hanno fatto 9 gol in 34 partite, roba che attaccanti come Destro DA SOLO hanno fatto 9 gol in 20 partite e senza rigori o pure Ibra segna da solo, quando gioca, a 40 anni il doppio di CHiesa e Dybala insieme. Ebbasta.

Leo 82

Ma infatti, è molto dura per la Juve fare fuori una squadra come il Villareal, ha eliminato abbastanza facilmente l’Atalanta che in linea di massima si equivale con la Juventus… se ci riuscirà sarà stato un mezzo capolavoro. E questo è quanto…

tom

Sicuramente l’Atalanta ha un centrocampo migliore rispetto a quello della Juventus (come un po’ tutte quelle che la precedono, e perfino la Roma e la Lazio, nonostante non gli giri bene).

Il mattino ha loro in Bocca

ah, allora Allegri è un mago…

Grande Romeo

Concordo, e per questo considero positivo il risultato della Juventus e mi sembra normale che abbia impostato la partita come se giocasse contro una squadra pari se non più forte di lei

Nick

dopo flash gordon si trasforma nell’uomo invisibile e viene fuori una partita da sturmtruppen. Pareva d’esse alla mostra mostra del fumetto di Lucca Comics e il personaggio di Alan Ford oggi ritorna nel bar in configurazione Lello Splendor.

aspè aspè aspè, letto velocemente gli altri messaggi, ho indovinato anzi straindovinato, ha intasato il bloooog

Modifica il 7 mesi fa da Nick
commentanonimo

Verissimo che Rabiot ha fatto pena ieri pure sul gol preso e che ha rischiato il rosso. Va però detto che se Bocca fosse oggettivo, nel momento in cui tocca l’argomento rosso a Rabiot, dovrebbe sottolineare anche come l’arbitro ha tollerato Albiol a lungo, amorfa prestazione di giacchetta azzurra che ha sulla coscienza non solo un fallo non fischiato in occasione del gol, ma una lunga serie di falli di un difensore, Albiol, che meritava lo spogliatoio in quanto non è mai riuscito a tenere Vlahovic senza fare fallo. Detto questo si esce con le ossa rotte in tutti i sensi. L’impressione è che il Villareal sia 1. allo stesso livello della Juve che più o meno è quello che sapevamo, 2. la rosa Juve non è adeguata per certi livelli, 3. il ritorno a Torino è aperto perchè lo Juventus Stadiun ormai è tutt’altro che un fortino come ai tempi di Conte ed il primo Allegri. La cosa che mi ha infastidito è questa, ad una certa Vlahovic ha buttato via stizzito il braccio che il difensore gli aveva messo sopra. Segno di grande carattere e voglia di vincere. Ieri io questa voglia la ho visto in Mc Kennie ed in Danilo, forse in De Ligt. Gli altri? Sembrano i primi a non avere fame e non crederci più. Gravissimo. Da Morata e c., ci si attende la stessa grinta e voglia di vincere di Mc Kennie, poi se si perde pazienza. Il fatto che nello spogliatoio Juve un ragazzino appena arrivato, per quanto forte, sia il trascinatore è molto grave.

Claudio Mastino 62

Continuo a vedere commenti poco
lusinghieri verso la Juve, verso l’allenatore, verso il non gioco della squadra. Ieri sera la Juve ha affrontato il Villareal che non è di certo una delle squadre più forti del lotto e non è neppure al livello di quando ci giocava un campione come Riquelme con cui arrivò in semifinale di Champions ma è pur sempre una buona squadra che con il suo allenatore ha vinto recentemente in Europa ed è sicuramente più forte di Lille e Sporting Lisbona.
Dobbiamo anche considerare i vari infortuni che stanno affliggendo la Juve, quelli di Chiesa, di Chiellini, di
Dybala, non certo calciatori di basso livello a cui si è aggiunto ieri sera quello di Mckennie.
La formazione bianconera è partita
forte, ha giocato un ottimo primo
tempo calando però nella ripresa.
Vlahovic ha segnato un gran bel goal ed ha giocato una buona partita e la Juve avrebbe potuto anche segnare ancora ma non è certo colpa di Allegri se Morata non vede proprio la porta essendosi mangiato due goal con dei tiri inguardabili, lo stesso Locatelli avrebbe potuto fare meglio quando
da ottima posizione ha effettuato un tiraccio che è finito abbondantemente alto. Ottima la prestazione di De Ligt, il migliore dei suoi. Obiettivamente il fallo di Rabiot era da espulsione ma considerando il metro di giudizio adottato dall’arbitro durante tutta la gara, il fatto che l’abbia solo ammonito non è poi così scandaloso.

achille

Va bene Riquelme ma anche Lo Celso non sembra malaccio

ConteOliver

ottima analisi

Mordechai

Claudio, sei troppo buono, la Juve ha segnato dopo 30 secondi e dopo altrettanti ha cominciato a “gestire la partita”. Di fatto dopo 1 (un) minuto di gioco. Credo sia record, almeno quanto quello di Vlahovic.
Io, giuro sui miei zebedei, vorrei solo vedere una Juve meno micragnosa e posapiano, una Juve che scenda in campo (parafrasando Julio Velasco) con gli occhi di tigre e con la volontà (volere è potere, dicono) di imporre il proprio gioco al’avversario di turno.
Ed invece, a prescindere dalla partita di ieri sera (in assoluto manco la peggiore della stagione), troppe volte mi son trovato di fronte una Juve irresoluta, immotivata e spenta.
A volte, oserei dire, languida.
Mi annoia, il più delle volte.

mtb

Io non penso che abbiamo fatto una brutta partita, ma ci sono alcuni aspetti che mi mandano discretamente in bestia: da una parte la totale inutilità del centrocampo in fase offensiva (responsabilità da dividere equamente tra la società che non riesce a prendere un centrocampista con qualità offensive, l’allenatore che non sa tirar fuori sangue dalle rape ed i giocatori mediocri), tanto che come scrivevo sotto alla fine a levare le castagne dal fuoco sono i difensori centrali che si mettono pure ad attaccare, e dall’altra la tendenza a fare un golletto all’inizio (cosa che mi fa sospettare che la squadra possa in qualche modo essere lo stesso pericolosa), salvo poi rinunciare al colpo di grazia e uscire uccellata dopo aver subito il ritorno degli avversari.
E’ successo troppe volte per essere un caso, e credo che, se non la colpa, quantomeno la responsabilita’ sia dell’allenatore. Sbaglio?

Grande Romeo

Però è vero anche che quando vinceva non aveva nessun merito perché anche Iachini avrebbe vinto con quella squadra (letto qui).
Ora che invece non vince la colpa è sua.

Diciamo che, come ad esempio Ancellotti, è bravo a gestire giocatori bravi, meno bravo a gestire giocatori scarsi.

Trap ha vinto tutto con la Juventus, ha fatto il record di punti con l’Inter, ha vinto in Germania, in Austria, in Portogallo, con il VAR avrebbe eliminato la Francia dalle qualificazioni e, forse, se non si fosse fatto male Batigol avrebbe pure fatto un casino (fu campione d’inverno) ma a Cagliari non è riuscito a fare nulla, perché c’aveva una squadra di ciofeche.

mtb

Parlo di responsabilità; alla fine della fiera, se è vero che in campo ci vanno i giocatori, è anche vero che qualcuno li sceglie da una rosa più ampia e da’ loro istruzioni. Qualcuno che viene pagato per farli rendere al meglio. Quando andavo a scuola, periodicamente venivano fatti dei controlli sui voti perché se è vero che in ogni classe hai ragazzi intelligenti e capre, è altrettanto vero che se all’improvviso tutti vanno male (o bene) c’è un problema che riguarda l’insegnante più che i ragazzi.

Mordechai

Quella su Iachini l’ho scritta io, ma intendevo un’altra cosa, ossia che considerato il poco o nulla visto complessivamente in questa stagione (almeno finora) sul piano del gioco (credo sia innegabile), non sarebbe stata un’idea peregrina affidare la squadra ad uno tipo Iachini (o Colantuono), se non altro avrebbero risparmiato una barca di soldi di stipendio.

Grande Romeo

no, no, mi riferivo a tre anni fa quando vinceva ma tutti dicevano che chiunque con quella squadra avrebbe vinto.

Comunque, anche se manca la controprova, ti assicuro che con Colantuono o Iachini saresti tranquillamente dietro la Roma (chiedere a quelli che vanno a vedere la partita a campo di Marte per conferma)

Mordechai

No, non sbagli.

Maxx

Caro Leo
Grazie per avermi dato del deficente.
Sei l’unico in questo blog che si permette di insultare gli altri. Mi ricordi quello che in autostrada sentiva alla radio “attenzione”” c’è un pazzo che va contromano!! ” e lui—“Uno?!?!?! sò dumila!!!!”
Ti prego solo di non dire ora che non era rivolto a me. Risparmiaci l’ipocrisia.
Sei proprio un Leone da tastiera!! sono impressionato. Non credo che dal vivo avresti tale tracottanza. Ad ogni modo da me riceveresti solo un..
Grazie Leo per avermi dato del deficente!

Leo 82

Poi, Maxx, al di là del fatto che sei nervoso per qualche tuo motivo e rispondi d’istinto a chi osa criticare Mourinho o non fa un thread encomiastico ( non è una parolaccia fidati… ) su Totti ( ma fa una bella analisi di costume, magari troppo raffinata per te… ), però dio bonino rileggi quello che scrivi o fattelo correggere : Tracottanza nun se po’ legge e dai suuuu… e allora mi dai ragione quando scrivo: e lo sventurato rispose… ( e lì ti incazzi perché ti ho dato dello “sventurato”…) non so’ io che sono un Leone da tastiera sei tu che sei un altro animale, ce l’hai presente quello spesso citato da Fedro?… no non ce l’hai presente… ho sbagliato esempio un’altra volta mi sa…

Leo 82

Che fai MAxx ricominci con la storia dello sventurato?, su dacci un taglio, sull’altro thread ti ho pure difeso con Fabrizio che ti aveva fatto notare un tuo commento fuori luogo … hai dei limiti, lo sappiamo tutti, ma non sei cattivo. Sicuramente non sei peggio di qualche altro tuo compagno di tifo.

Maxx

Il tuo limite Leo è che sei di una noia mortale. Ripeti sempre la stessa cosa. Anche sto mezzo post qua sopra, che dovrebbe secondo te far ridere, è la ripetizione di un altro. Nell’altro thread hai solo ripetuto a pappagallo quello che ha espresso Bocca, esprimendo un suo parere, a cui ho contribuito con il mio.
Ricorrere all’insulto è tipico di chi non ha argomenti da proporre e tantomeno da ribattere. Lo fai dalla tastiera perchè ti senti irragiungibile e fai il bullo.
I bulli sono notariamente persone con problemi, insicure, che hanno bisogno della prevaricazione per riempire la propria vita di certezze. Insistono in atteggiamenti persecutori e ripetitivi perchè quello schema gli da quella sicurezza di cui hanno bisogno. Sono incapaci di rispondere ad una provocazione con argomenti validi e prendono ogni scherno come una offesa personale.
Si sentono superiori e parlano della propria abilità, irridendo quella altrui convinti che ciò li faccia apparire ganzi, anziché una caricatura umana di un bimbo mai cresciuto.
Quando vacillano la buttano in caciara, invitando l’interlocutore di “darci un taglio”…altrimenti potrebbe venire sommerso da una altra valangata di amenità.

..dio ce ne scampi…!

Mordechai

Leo è un babbione della mia età, tu di sicuro non c’hai otto anni e mezzo, ma come cazzo vi va di sdilinquirvi in questi ameni scambi di opinione?
Ma dai!
🙂

Leo 82

Sai tennisticamente chi mi ricorda il vecchio Maxx? a livello caratteriale dico perché sicuramente non sa tenere una racchetta in mano, Benoit Paire, che ieri ad Acapulco si è stracciato una maglietta in campo per un attacco di nervi… la tipologia è quella…

Mordechai

Benoit Paire? Quello al cui confronto pure Reinhard Heydrich era un mostro di simpatia e signorilità?

Leo 82

LUI… il tipo di isteria è quello…

Modifica il 7 mesi fa da Leo 82
Leo 82

Maxxx io ti invito a darci un taglio perché sai come succede nella tonnara, più sbatti la coda e peggio è per te… ma fai come ti pare…

unclemarvo

Ciao, sono rimasto incuriosito e sono andato un po’ alla ricerca del commento galeotto. Sono entrato sul thread di ilary e ho letto qualcosa li, se è quello a cui ti riferisci secondo me ti sbagli in pieno, rileggiti tutti i posts e te ne accorgi. Magari ti riferisci ad altro, boh ?
Comunque Leo l’ho visto perdere la pazienza si, ma solo con un paio di persone particolarmente fastidiose. Non voglio fare l’avvocato del diavolo (e dei suoi tifosi), ma secondo me ti sbagli (spero). Dai che dopo il trasloco, sarà un caso, sarà il divieto di manipolare i pollicioni, sarà l’aver perso per la via i personaggi più egregi e discutibili, qualunque sia la ragione si sta molto meglio! Ciao

Modifica il 7 mesi fa da unclemarvo
Maxx

per me “deficente” è un insulto.
Non mi hai convinto.
Ciao

Leo 82

Ciao Zione, è chiaro che Maxx non ha capito quello che ha letto, ma gli era capitato anche con Fabrizio poco prima che gli aveva risposto abbastanza piccato, cosa che non è da lui, poi probabilmente Maxx ha anche la coda di paglia, ma questo è un problema tutto suo… in seguito, non contento è andato a commentare un mio post che era dedicato alla partita della Juventus in maniera del tutto scomposta ed un pelino idiota… che ti devo dire starà nervoso… non posso pensare che fa così perché gli tratto male Mourinho… ma quello che mi fa specie non è tanto lui, quanto chi commenta senza essere andato a leggere come hai fatto tu e che non ci ha capito un cazzo al quadrato, tipo Turin Turambar… ad esempio….

Carlo

Lascia perdere, è una battaglia persa, qui dentro a Leo è concesso tutto, ne abbiamo avuto ampia dimostrazione anche in passato

Leo 82

Soprattutto se uno non capisce quello che legge o ha la coda di paglia… lì la situazione diventa tragica…

Bombaatomica

Carmaaaaaaa….. breakkkkk.
State bbbboni…..
“Nun fate come quei coj….. della curva Suddddd” 😂😂😂
(Cit. Maurizio Costanzo).

Non ho mai capito se c’è l’avesse con la curva Sud romanista o milanista. Per me è un tutt’uno 😂😂😂😂

Carlo

ma infatti l’abbiamo già capito tutti, non sei tu che insulti, sono gli altri che non capiscono un c…zo, oppure sono degli idioti, oppure non sanno leggere, oppure sono qualsiasi altra cosa… e comunque tu non hai problemi con nessuno, a parte quei quattro/cinque…cento.
Dai, lo sappiamo che qui dentro tu puoi tutto, almeno non fare la verginella

Leo 82

Niente,nemmeno leggere… troppo difficile, meno male che almeno uno l’ha fatto…

TurinTurambar76

Ignora i troll
leo è diventato un povero troll

mtb

La cosa bizzarra è che l’attacco della Juve in questa fase è sostanzialmente composto da Vlahovic + centrali difensivi.
Solo stando alle ultime partite, con l’Atalanta ha segnato Danilo, col Toro De Ligt e ieri l’unico assist di qualità a Vlahovic lo ha fatto di nuovo Danilo. Aggiungiamoci Bonucci, che ultimamente non ha giocato ma che ha sempre dato un contributo di lanci e anche gol, e abbiamo un reparto che fa più legna dei vari Dybala, Morata…per non parlare di Kean (e’ ancora con noi o è stato dato in prestito recentemente?)

ConteOliver

Dott. Bocca, diciamo che la partita ha visto un arbitraggio abbastanza casalingo, tolto l’episodio di Rabiot.
Albiol e soci hanno menato impunemente per 90 minuti, ma che le spagnole siano tutelate, soprattutto in casa loro, non è una novità.

Per il resto, che dire?
Siamo alle solite: la Juve pareggia in Spagna: “è crisi Juve”; l’Inter (o il Milan) perde in casa: “sconfitta a testa alta”

La partita in sè ha visto una lezione di tattica impartita da Allegri a Emery e i ripetuti lanci lunghi a scavalcare la linea di difesa altissima degli spagnoli è stata una scelta ben precisa ed ha pagato meno del dovuto solo per un paio di erroracci individuali dei nostri.

come si dice nel football americano, lo sport tattico per eccellenza, i bravi quarterback sono quelli che “si prendono quello che ti danno” (you take what they give you, quindi si la difesa marca sui passaggi lunghi, lasciandoti quelli brevi, vai su quelli, se giocano a bloccare i passaggi, insisti con la corsa, ecc…).

Allegri ha fatto il quarterback, prendendosi quelle situazioni che il Villareal lascia
Per una squadra convalescente (o lungodegente) è la scelta giusta da fare

per dirla alla cipralex, io ho buone sensazioni 😉

Leo 82

Se si tratta di dare i giusti meriti a Max con me sfondi una porta aperta Conte, ma il fatto è che si tratta di due squadre che giocano meglio fuori casa, quindi è fatale che quello che gioca fuori casa tenda ad incartarla a quello che gioca in casa… vedrai al ritorno…

2010nessuno

Tanto per essere chiari @Conte, per me invece, parlare per l’Inter di “sconfitta a testa alta” è proprio una str…. ta. Non ci ho visto niente di alto, c’erano carenze individuali nei giocatori per quanto riguarda la concentrazione e determinazione e nell’impostazione tattica da parte di Inzaghi. No toglimi pure dagli aderenti della “sconfitta a testa alta”.

ConteOliver

non era riferito a te (o ai tifosi in genere) o a Bocca, ma alla Gazzetta rosea e a buona parte dei giornalisti TV e della carta stampata sportiva
è un refrain oramai ben noto

2010nessuno

Lo so che non era riferito a me, infatti io non avevo certo sostenuto quel discorso. Era per mettere subito le mani avanti.

mtb

Interessante il riferimento al football, ma con due caveat: prima di tutto, nel football si gioca comunque per segnare; devi essere flessibile sul come ma l’obiettivo è sempre quello di mettere punti sul tabellone, fatti salvi gli ultimi 2-3 minuti se sei in vantaggio netto. E c’è una grande differenza con il sedersi ad aspettare lo scorrere del cronometro di questa Juve. L’altra differenza è che devi appunto avere flessibilità e diverse soluzioni: se ad un certo punto la strategia che hai adottato all’inizio non paga più, cambi. Anzi, passo intere giornate col coaching staff a capire tutto il ventaglio di mosse e contromosse a disposizione a seconda di quello che succede; qui non mi è parso che si provasse qualcosa di diverso dopo aver capito che non si riusciva a replicare il gol iniziale. Dopodiché concordo che non è stato un disastro, penso però che ci siamo complicati da soli il ritorno.

mtb

Preoccupante la questione McKennie…
E’ l’unico centrocampista in qualche modo pericoloso, gli altri non solo non fanno gol ma nemmeno si rendono pericolosi con qualche passaggio, cross, etc – il risultato non è solo che mancano dei gol dal centrocampo all’appello, ma anche che le difese avversarie possono concentrarsi sul raddoppiare e triplicare Vlahovic e gli altri attaccanti, sicuri che tanto da Arthur non arriverà mai un pericolo nemmeno se per caso dovesse trovarsi libero ai sedici metri con la palla al piede, e lo stesso vale grossomodo per tutti; lo stesso Locatelli ha fatto di più in nazionale che alla Juve in fase offensiva. Li puoi lasciare giocare senza marcarli, tanto di solito si incartano da soli.
Se ci fossero due centrocampisti con qualche dote offensiva in più (che so, un bel tiro da fuori, oppure la capacità di fare uno-due veloci nello stretto, mica chiedo la luna…) la pericolosità di tutta la squadra aumenterebbe moltissimo.

cipralex

Tee time alle 10.00, ho un po’ di fretta. Direi juve molto buona e pareggio inconsapevole del Villareal. Triplete vicino……io ho buone sensazioni……

il ghiro

VILLARREAL – JUVENTUS 1 – 1
Nella trasferta di Villarreal nella Juve rientra per l’occasione Danilo centrale, Cuadrado ritorna sulla fascia dx, Dybala resta a curarsi a Torino con Chiellini, Rugani, Berna e Chiesa, in panca col rientrante Bonucci ci sono solo Arthur, Zakaria, Pellegrini e Kean, non partiti Akè e Kaio Jorge. I gialli del basco Emery sono un osso molto duro, arroccati dietro intorno all’ancora solidissimo Albiol, con i nazionali Pau Torres, A.Moreno e Y.Pino, quest’anno parecchio rinforzati dagli acquisti di Lo Celso e Foyth dal Tottenham, Danjuma dal Bournemouth, di Aurier e Dia dalla Ligue1. Arbitra il tedesco Siebert, con Dankert al VAR.
Pronti, via, 1-0, gol di Vlahovic su assist di Danilo, partita in salita per il sottomarino che deve salire in superfice, poi su assist di Pedraza Lo Celso scheggia il palo, C.F. para su Danjuma, tiracci di Locatelli, Morata e Capoue.
Ripresa: Entra Bonucci per Alex Sandro, sbaglia il tiro Morata, tiraccio di Cuadrado, Albiol fa assaggiare i tacchetti a Vlahovic, tiraccio di Parejo, che poi si sgancia dalla marcatura di Rabiot e solo in area beffa C.F. 1-1. Entra Arthur per un deludente Locatelli, brutto fallo di Rabiot, giallo per lui e per Rulli che chiedeva il rosso, entra Zakaria per un malconcio McKennie, bel tiro di Vlahovic parato da Rulli, entra Pellegrini per De Sciglio con i crampi, spingono forte i gialli ma non passano, è pari.
Le pagelle Juve: Szczesny 6; De Sciglio 6,5 (Pellegrini sv), Danilo 6,5, De Ligt 7, Alex Sandro 5,5 (Bonucci 6,5); Cuadrado 6,5, Locatelli 5 (Arthur 6), Rabiot 4,5, McKennie 6,5 (Zakaria sv); Vlahovic 7, Morata 6,5. All.: Allegri 7.
Nel Villarreal il solito immenso Albiol, distratto solo sul gol, buoni anche Rulli e gli altri difensori, centrocampo solido ma poco ispirato, furbetto il Parejo ad approfittare dell’amnesia del giuggiolone francese, sottotono i due attaccanti, mi sono parsi molto pompati. L’arbitro tedesco mi era sembrato un tantino casalingo, ma Rabiot deve andare a Lourdes a piedi e accendere un cero per grazia ricevuta, o mi sbaglio? All’Allianz ne vedremo delle belle.

Deckard

”I gialli arroccati dietro”? Ma che partita hai visto?

Carlo

Malconcio McKennie… frattura al piede,direi un pochino più che malconcio

malandragem

la vita e lo sport sono pieni di paradossi: per ottenere la vittoria avremmo dovuto inseguire più ferocemente un Parejo.

Leo 82

Mi aspettavo una Juventus all’altezza della situazione contro la detentrice dell’ Europa League ( obiettivo fuori portata per qualsiasi squadra italiana ) ed un allenatore esperto e vincente come Emery, e tutto sommato lo è stata. L’1-1 non è più un ottimo risultato per il gol segnato fuori casa,ma è sempre buono e se prima della partita si poteva pensare ad un 55% per il Villareal, siamo sempre lì, considerato che gli spagnoli giocano meglio fuori casa, probabili i supplementari e forse si decide ai rigori.
Segnare alla prima azione è sempre un buon atout, ma poi per gestire la partita c’è bisogno di una personalità calcistica che l’attuale Juventus ancora non ha. Buono lo stesso il primo tempo ed ottimo Locatelli, possibilità di raddoppio che non erano da sbagliare, ma anche gli spagnoli hanno avuto le loro per pareggiare. Poi nel secondo tempo l’inevitabile cessione di terreno, ma evitabile il gol preso con difesa troppo ferma, in generale permane l’impressione di una certa carenza generale di agonismo, tolti alcuni tra cui Mc Kennie che però si fa male, Locatelli ed un ottimo Vlahovic. Alla fine si pagano anche i troppi infortunati del momento che impediscono cambi all’altezza per il fine partita, che è diventata la fase più importante quando c’è equilibrio. Alla fine direi che non è stata una cattiva prova per Madama.

Maxx

Mourinho!

Leo 82

Poi ti arrabbi se qualcuno ti dà del deficiente…

Carlo

McKennie non si è fatto male, è stato azzoppato, prova a rivedere l’intervento

Leo 82

Cosa cambia nella logica di quello che ho scritto?

Carlo

niente, è solo per la precisione, visto che qualcuno qui dentro parla di “juve graziata dall’arbitro”… ci tengo alla precisione

Modifica il 7 mesi fa da Carlo
Leo 82

Va benissimo, ma se ci tieni alla precisione allora va a leggere meglio il mio scambio con MAxx prima di dargli ragione senza leggerlo…

Carlo

non mi riferivo al caso specifico, ho già letto parecchi insulti da parte tua, anche nei miei confronti…
ricordo ancora che ti sei inalberato perché ho invitato un utente ad “andare da un’altra parte”, e pochi giorni dopo mi hai invitato a “levarmi dai coglioni”. Ripeto, va bene tutto ma non fare la verginella

Leo 82

Se eri entrato come spesso ti capita in un dialogo che non ti riguardava quello era quello che ti spettava… in questo caso o non hai seguito o non sai leggere. Punto.

Massimo

Dopo ieri sera ho rivalutato Ramsey: lui almeno si infortunava spesso. Avanti così, buon primo tempo, ma a centrocampo bisogna prendere qualcuno che sappia passare la palla normalmente almeno a cinque metri per l’anno prossimo. Purtroppo uno dei pochi che corre e quasi sa calciare in modo decente sembra abbia subìto una frattura al piede. Dopo Chiesa pure McKennie. Vabbè, speriamo che il tanto bistrattato Allegri tiri fuori qualche soluzione dal cilindro che non preveda l’impiego del francese, anche se pure il nuovo svizzero mi sembra un caotico che propende alla distrazione, ma gli lascio ancora il beneficio del dubbio visti i pochi minuti giocati. Nota positiva, il primo tempo abbiamo giocato discretamente e il Villareal è comunque una squadra ostica. Almeno per il ritorno ce la possiamo ancora giocare al 50%. Ora speriamo di mettere insieme qualche prestazione decente in campionato.

achille

Sempre forza Juve. Forza Furino.

Grande Romeo

A forza Juventus non ci arrivo (quando gioca all’estero sì) ma forza Furino sì.
MI faceva impazzire, non mollava nemmeno un centimetro e poi, dopo i 30 anni ogni volta la Juventus comprava un giovane e lui partiva panchinaro nella formazione proposta dai giornali, per poi ritrovarsi titolare (fino all’arrivo di Bonini, credo).

Vi farebbe comodo uno tosto come lui là in mezzo, speriamo che la grinta gli possa servire per riprendersi

Osservatore Italiano

Trenta secondi e un colpo fenomenale quanto fortunato di Vlahovic.
Poi il nulla cosmico e tanta pena mista a sofferenza.
Una giocata che fosse una degna di nota: solo situazioni casuali derivati da lanci lun lunghissimi come i viaggi della speranza dei nostri avi verso l’America (peraltro malissimo sfruttate).
Ah… Qualcuno dica ai giocatori che si deve fare goal e non meta.
Sempre secondi (o terzi, qualche volta arrivava prima l’arbitro) sulle seconde palle.
Mai un passaggio filtrante preciso.
Niente di niente.
Nessuna idea.
Centrocampo totalmente assente.

Claudio Mastino 62

Sarai pure un osservatore italiano ma come osservatore di partite di calcio a mio modesto avviso lasci molto a desiderare ; se al posto di Morata che si è mangiato almeno un paio di goal ci fosse stato Lewandowski avrebbe sicuramente fatto un tripletta, lo stesso Immobile almeno un goal lo
avrebbe segnato ed anche Locatelli, come ho scritto sopra ha avuto una discreta occasione ma non l’ha sfruttata. Inoltre il portiere spagnolo ha effettuato un ottimo intervento su una bella conclusione di Vlahovic. A differenza di quello che dici la Juve non ha giocato male, ha avuto le sue buone occasioni ma non le ha sfruttate a dovere.

Grande Romeo

Ho visto la partita su canale 5, ma a parte i primi trenta secondi, almeno per 45 minuti hanno trasmesso roba diversa da quella che dici tu (ti scoraggi troppo facilmente, la partita era contro una squadra non più debole di voi e che giocava in casa).

Sul centrocampo juventino, invece, è dall’ultimo anno di Allegri che siamo in sintonia (all’inizio eravamo solo noi ed uno che ora non partecipa più, poi siamo un po’ aumentati)

ConteOliver

mi sa che non l’hai capita molto la partita
sicuramente l’hai vista, ma non capita, fidati 😉

Nick

Conte Maalox chiedi al tuo psichiatra se conosce anche un oculista.

Modifica il 7 mesi fa da Nick
Carlo

Ho chiamato McKennie, gli ho riferito che secondo molti qui dentro la Juve è stata “graziata” dall’arbitro… non ho capito esattamente cosa mi ha risposto, non parlo così bene l’inglese, ma il tono non era molto gentile

achille

Pero’ la rimessa laterale ce l’hanno data.

Modifica il 7 mesi fa da achille
tom

Pensavo che una volta partito Bentancur non avrei più avuto un capro espiatorio da utilizzare quale valvola di sfogo in sostituzione della pochezza della mia squadra, su quale poi veicolare tutto il mio risentimento. Invece è rimasto Rabiot, che Allegri tiene in campo per 90 minuti inutilmente, dopo l’inutile prestazione già vista nel derby.
Ma Zakaria che gli ha fatto di male? I tre centrocampisti migliori della rosa sono Locatelli, McKennie e, forse, Zakaria. Si deve partire sempre da loro tre.
Bocca, Rabiot meritava l’espulsione, ma il metro dell’arbitro durante tutta la partita è stato quello. Cambiarlo per buttare fori il francese sarebbe stato forse corretto, ma incoerente e pertanto ingiusto.

cipralex

Ciao Tom. Ma seriamente secondo te Allegri, di professione allenatore di calcio, non sa scegliere tra due giocatori che ricoprono lo stesso ruolo e che valuta tutti i giorni? dai su….

tom

Scusa se mi permetto, ma questo genere di affermazioni chiudono qualsiasi discorso. Se ciò dice e fa Allegri è il verbo, allora noi cosa stiamo qui a commentare? Io ho una mia idea (ma non è soltanto mia), e la esprimo: se ho ragione non diventerò l’allenatore della Juventus, ma se ho torto vorrei che me lo si faccia notare sul merito. Se tu concordi sull’utilizzo di Rabiot sempre e comunque, puoi motivare il tuo punto di vista, che immagino si tale a prescindere dalle decisioni che prende Allegri.

cipralex

Cioè tu hai visto giocare Zakaria per un paio d’ore in TV e pensi di essere in grado di esprimere un giudizio ragionevolmente appropriato sulle sue capacità confrontate con quelle di Rabiot?

tom

Ho visto per parecchie ore Rabiot, e mi basta. Zakaria se l’hai comprato è per farlo giocare. Alla prima ha fatto bene, negli altri due spezzoni s’e visto poco.

Il mattino ha loro in Bocca

semplicemente in quella posizione lì (1/2 sinistro), è l’unico in rosa, nè Loca ne Mc k nè il nuovo Zak riescono a starci e non vale nemmeno il discorso che non sarebbero peggiori, perchè comunque dovresti toglierli da dove rendono al meglio).

tom

Locatelli ci sta in nazionale, discretamente.

221
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x