Inter - Sassuolo 2-0, Scamacca, Raspadori

Audace colpo del solito Sassuolo a San Siro, sbancata l’Inter con due gol degli scatenatissimi Raspadori e Scamacca. Ora è ufficiale: la squadra di Inzaghi è in crisi (passeggera?) e non è più la corazzata che credevamo imbattibile. Anzi… Nelle ultime 5 giornate l’Inter ha rimediato appena 5 punti cui va aggiunto il pesante ko con il Liverpool. Dzeko, Lautaro, Sanchez & C hanno smesso di fare gol e l’attacco nerazzurro si è spuntato. Morale, è una lotta scudetto al ribasso: col misero punticino rimediato a Salerno il Milan resta al comando. E ora la palla passa al Napoli di Spalletti: ne approfitterà oppure questo scudetto non lo vuole proprio nessuno?  

SERIE A 2021-2022

GIORNATA N. 26

Venerdì 18 febbraio 2022

Juventus – Torino 1-1

(13′ De Ligt J, 62′ Belotti T)

Sabato 19 febbraio 2022

Sampdoria – Empoli 2-0

(14′ Quagliarella S, 29′ Quagliarella S)

Roma – Verona 2-2 (in corso)

(5′ Barak V, 20′ Tameze V, 65′ Volpato R, 84′ Bove R)

Salernitana – Milan 2-2

(5′ Messias M, 29′ Bonazzoli S, 72′ Djuric S, 77′ Rebic M)

Domenica 20 febbraio 2022

Fiorentina – Atalanta 1-0

(56′ Piatek F)

Venezia – Genoa 1-1

(13′ Henry V, 29′ Ekuban G)

Inter – Sassuolo 0-2

(8′ Raspadori S, 26′ Scamacca S)

Udinese – Lazio 1-1

(5′ Deulofeu U, 45′ Felipe Anderson L)

Lunedì 21 febbraio 2022

Cagliari – Napoli 1-1

(58′ Pereiro C, 87′ Osimhen N)

Bologna – Spezia 2-1

(11′ Manaj S, 40′ Arnautovic B, 84′ Arnautovic B)

LA CLASSIFICA

Milan 56 (26 giocate), Inter 54 (25 giocate), Napoli 54 (26), Juventus 47 (26),  Atalanta 44 (25),  Lazio 43 (26), Fiorentina 42 (25), Roma 41 (26), Verona 37 (26), Torino 33 (25), Sassuolo 33 (26), Bologna 31 (25), Empoli 31 (26), Sampdoria 26 (26), Spezia 26 (26),  Udinese 25 (24), Venezia 22 (25), Cagliari 22 (26), Genoa 16 (26), Salernitana 14 (24)

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 27

Venerdì 25 febbraio 2022

Milan – Udinese 18.45

Genoa – Inter 21.00

Sabato 26 febbraio 2022

Salernitana – Bologna 15.00

Empoli – Juventus 18.00

Sassuolo – Fiorentina 20.45

Domenica 27 febbraio 2022

Torino – Cagliari 12.30

Verona – Venezia 15.00

Spezia – Roma 18.00

Lazio – Napoli 20.45

Lunedì 28 febbraio 20.45

Atalanta – Sampdoria

***

Prima o poi bisognerà mettersi in testa che il Sassuolo ti fa male. Come un pugile che ti coglie di sorpresa, che avevi sottovalutato e che ti colpisce all’improvviso. Destro/sinistro al mento. Bum, giù al tappeto. L’Inter ci ha provato a lungo a rimettersi in piedi, ma non ci è riuscita ed è uscita con le sue gambe dal campo, a capo chino però. Il Sassuolo non è nuovo a colpacci del genere: lo aveva già fatto a Torino con la Juve e sempre fuori casa col Milan.

  Arrivato  a San Siro per per permettere all’ Inter di tornare in testa alla classifica, di rifarsi di gol, punti ed elogi che ultimamente erano mancati, di soffocare i rimbombi dei gol di Firmino e Salah che ancora echeggiavano sul campo, il Sassuolo  ha menato pesante con gli scatenatissimi Raspadori e Scamacca. Insieme a Berardi i Firmino e i Salah di Alessio “Klopp” Dionisi che ha schiantato i nerazzurri col suo gegenpressing all’emiliana. Lasciando il povero Inzaghi incredulo. Ancora non vuol capacitarsi di un’Inter in crisi, termine aspro, netto, categorico. Ma come dovremmo definire la squadra campione d’Italia che all’improvviso spegne l’interruttore e in cinque partite rimedia appena cinque miseri punti. Intervallandoli pure con la durissima sconfitta contro il Liverpool, che significa al 75% eliminazione dalla Champions League.

   L’Inter batte la fiacca in un campionato che batte la fiacca a sua volta. Aveva la possibilità di schiaffeggiare a distanza il Milan e lo schiaffo, anzi gli schiaffi, ha finito per prenderli in faccia. Fino ad ora tutti avevano giustificato tutto, ossequiando una squadra che il suo lavoro lo aveva fatto fino in fondo e anzi andando addirittura ben oltre il richiesto. Poi si incominciano a mettere insieme i pezzi del puzzle e vedi chiaramente che l’incastro non torna, che qualcosa è cambiato, che i risultati si stanno pericolosamente impoverendo. E che l’attacco miracoloso  (“Vi faccio notare – dice Inzaghi – che è ancora il primo del campionato!”) si è afflosciato miseramente: Lautaro non pervenuto, fa gol solo con l’Argentina, Sanchez da quando ha detto di sentirsi come un “leone in gabbia” perché trascurato dal suo allenatore (col Sassuolo ha giocato titolare) non spaventa più nemmeno le vecchiette, Dzeko ha gli anni suoi e non può essere spremuto come un limone.

  Siamo al punto della doverosa analisi della situazione, dei lettini dello psicologo e del mistero glorioso del calcio che prima ti dà e ti regala anche troppo e dopo ti toglie anche più di quel che meriti. Aleggiano molti rimpianti, ci si interroga sulla indispensabilità Brozovic e Perisic, si cerca di reagire alla fattura occulta di chi continua a dare l’Inter come favorita numero uno.

  E’ tutta lì la questione: c’è chi fa finta che stare lassù sia una scampagnata con vista scudetto e che il compito non sia certo affar suo E chi si trova per forza obbligato alla riuscita dell’impresa altrimenti fa la figura del fesso. “Lo scudetto? Lo vince l’Inter, sicuro!”

***

Il quarto posto come minimo. O come successo…

Lotta per il quarto posto, Juve, Atalanta, Lazio, Fiorentina, Roma

Il quarto posto come la linea al di sopra della quale si è salvi e al di sotto si rischia il dissesto. Oggi la qualificazione alla Champions League è considerata come un traguardo vitale. Per alcune squadre può essere il minimo, vedi la Juventus. Per altre un inaspettato surplus che però diventa sempre più concreto e sostanzioso, vedi l’Atalanta. Per altre ancora un’aspirazione estremamente faticosa, spesso una promessa mancata, vedi la Roma e la Lazio. E infine per alcune sarebbe un regalo eccezionale, vedi la Fiorentina.

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
257 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

rd1959

I preconcetti sono sempre duri a morire, e oggi nel blog galoppano allegramente a briglia sciolta. Spero che nessuno si offenda, perché vorrei scrivere quel che penso.

Partiamo dalla Roma. È chiaro, come ho già scritto, che la stagione è fin qui ampiamente deludente, ma se in quasi tutte le partite prendi uno o anche due gol nei primi venti minuti, con una regolarità impressionante, poi è difficile ottenere risultati migliori di quelli che la Roma sta ottenendo. Però l’accanimento contro Mourinho è davvero fuori da ogni logica. Rimettiamo le cose al loro posto: la Roma ha subito una serie di decisioni avverse che hanno portato via qualche punto, e non è stata certamente trattata in guanti bianchi da arbitri e Var. Cosa dovrebbe fare un tecnico di gran nome, far finta di nulla e fischiettare la Marsigliese? Dopo aver visto quel che a bordo campo combinano regolarmente Antonio Conte, Simone Inzaghi e talvolta anche Massimiliano Allegri questo attacco continuo a quello che resta comunque il tecnico più titolato in circolazione è a mio modo di vedere stucchevole. Ricordo che la Roma era accreditata all’inizio del campionato di lottare, forse, per il sesto posto, e attualmente si trova a due punti da quel traguardo. Ricordo anche che Mourinho ha sempre detto che quello con la Roma è un progetto triennale, e che la rosa ha bisogno di rinforzi, quindi perché scrivere dopo ogni partita sempre le stesse cose?

Dopodiché il fumus persecutionis nei confronti della Roma è evidente anche valutando quel che leggiamo e abbiamo letto, e purtroppo sentito, sulle altre squadre. La Roma pareggia 2-2 con il Sassuolo, e sembra che abbia ottenuto un risultato ridicolo. Curioso assai, perché in questa stagione il Sassuolo ha vinto a Milano con il Milan (1-3), a Milano con l’Inter (0-2), a Torino con la Juventus (1-2) e in casa con la Lazio (2-1), mentre il Napoli ha almeno portato a casa un 2-2 andando a giocare in casa del Sassuolo. La Roma ha vinto in casa (2-1) e pareggiato fuori casa 2-2, eppure è stata massacrata dai commenti, anche di giornalisti e commentatori vari. Il Verona ha 37 punti, mi sembra, appena 4 meno della Roma, 6 meno della Lazio e 5 meno della Fiorentina, che da quel che leggo qui sembra perfino candidata a un posto in Champions. Stiamo parlando di una squadra che la Roma prese a pallonate per 75 minuti, vincendo 3-1, e che qualche partita fa ne prese 4 dal Torino. Così, tanto per dire… Il Sassuolo e il verona sono due squadre che, pur cambiando l’allenatore, curiosamente hanno sempre lo stesso percorso, di stagione in stagione: giocano alcune partite con qualità e col coltello tra i denti, e riescono spesso a prendere punti con squadre ben più competitive, poi giocano altre partite, e interi spezzoni di campionato, perdendo di goleada con qualche squadretta. Il Sassuolo, per esempio, ha perso 4-0 con la sampdoria non molte partite fa.

Sarà pure un “campionato da incubo” quello della Roma, ma a me sembra sempre più un campionato modesto un po’ per tutte, almeno la Roma sta mantenendo le attese e vedremo quel che combinerà da qui alla fine della stagione. L’Inter mi sembra la più competitiva, ma ieri è stata presa a pallonate dal Sassuolo e nelle ultime cinque partite ha fatto la miseria di 5 punti. Al Milan i complimenti vengono fatti a prescindere, e si critica quasi nulla perfino quando conquista 4 punti in sei partite e arriva ultimo nel girone di Champions. Ieri ha salvato l’ennesima partita mal giocata, e davanti aveva l’ultima in classifica: la Salernitana gioca un calcio lontano anni luce da quello proposto dal Sassuolo e dal Verona. Leggo qui che erano stati fatti i complimenti per la vittoria sull’Inter e resto perplesso: il Milan era stato messo sotto per 70 minuti, poi Inzaghi ha fatto casino con i cambi e la difesa nerazzurra ha permesso a Giroud, che non è esattamente un goleador di razza, di segnare due gol in tre minuti. Applausi per il Milan, ma grandi complimenti mi sembrano fuori luogo, francamente. Leggo di un’esplosione di Giraud (7 gol in 17 partite in questa stagione e 17 fol in 75 partite e tre stagioni e mezza col Chelsea), parlare di esplosione mi sembra eccessivo. Per quanto riguarda il buon prospetto Leao, ha segnato 7 gol in 22 presenze e la bellezza di 19 gol in più di due stagioni e mezza, giocando 83 partite: forse sarebbe meglio scrivere che il ragazzo è giovane, al momento è un anarchico individualista e forse crescerà col tempo, l’aggettivo fantastico lo dedicherei a qualcun altro.

La Fiorentina aveva una rosa da 7°/8° posto con Vlahovic, con Piatek propenderei per l’ottavo, magari mi sbaglio ma la penso così. Leggo che sale in classifica “sull’onda dei gol di Piatek”. Ha segnato due gol in 4 partite, a me sembra ordinaria amministrazione, a meno che non si contino i gol segnati in coppa italia in una partita dal risultato quasi tennistico. Stiamo parlando di un attaccante da 12 gol segnati in 56 partite nell’Herta Berlino, resterei con i piedi per terra, già avevo letto giudizi su Vlahovic che sembravano descrivere un misto tra M’bappè, Lewandoski e Haaland…

Concludo: la Lazio pareggia con l’Udinese, che nell’ultima partita ne aveva presi quattro dal Verona, e il Napoli riesce a pareggiare all087° minuto giocando col Cagliari, però da quel che leggo sembra che la Roma abbia fatto schifo altre che la precedono in classifica, mica tanto…

Manca sempre l’equilibrio, mi chiedo come mai…

Maxx

Ciao Renato
Concordo, del resto è ciò che ho scritto poco sotto. Metto in evidenza che la Roma, in una giornata in cui tutte le prime si sono trovate a dover rincorrere, è stata l’unica squadra ad ribaltare l’andamento della partita con scelte forti proprio dell’allenatore.

rd1959

È inutile, Maxx. La Roma ha vinto in casa e pareggiato fuori casa con lo spauracchio-Sassuolo, mentre le cosiddette grandi ci hanno perso seccamente in casa. Ma la Roma pareggiando ha fatto schifo, le cosiddette grandi perdendo seccamente no. Dai alla Roma i punti che le sono stati sottratti da decisioni sbagliate di arbitri e Var – arbitri che in almeno due o tre casi sono stati fermati dopo quelle partite – e questa Roma in costruzione, che a volte produce azioni anche molto belle ma subisce gol ridicoli, spesso nei primi venti minuti, sarebbe ancora in corsa per un buon piazzamento. È un campionato al rallentatore… Togli ad altre squadre i punti conquistati grazie alle decisioni di arbitri e Var, o con gollazzi segnati a fine partita, parecchi rigorielli da Var o regaloni da difensori avversari che in altre partite menavano come fabbri, e la loro classifica diventerebbe meno positiva.

A Mourinho dedicai un intero post qualche mese fa, smontando tutte le cazzate che leggiamo ogni giorno sulla bollitura e sulla mancanza di vittorie negli ultimi anni, come se prima e dopo Mourinho quelle squadre avessero vinto trofei a ripetizione… Evidentemente lui, come la Roma, sono antipatici, quindi chi ha poche idee non può che ripetere sempre le stesse scemenze, anche dopo che te le hanno smontate con i dati di fatto. La Roma è in costruzione, ha bisogno di tempo per crescere. Per foruna non leggo post di utenti romanisti che gridano al miracolo ogni volta che un giocatore della Roma fa una buona cosa, e non leggo neanche piagnistei continui, segno di una maturità acquisita, almeno da chi frequenta il nostro blog.

Lazio Caput Mundi

Di stucchevole c’è solo la mancanza di senso del ridicolo nel difendere un pagliaccio che, letteralmente, ha urlato all’arbitro: “Ti hanno mandato apposta… ti ha mandato la Juve“.
Neanche nei B-movie con Bombolo.
Vai, dai, vai a consegnargli “le chiavi della città”: ahahah, che ambiente di patetici peracottari.

rd1959

Lei è evidentemente un cafone incivile e inacculturato. Le consiglio di leggere molto e manifestarsi il meno possibile per evitare altre figure come questa. Con gl’insulti e i luoghi comuni non si va molto lontano.

Immagino che lei sia quel tifoso della Lazio che aveva l’immagine di Chinaglia nella fotina dell’utente. Se così fosse le confermo che lei è, di gran lunga, il peggiore tifoso biancazzurro del nostro blog. osservi il comportamneto del Ghiro, di bombaatomica, di Sunako Nakahara e di Sidneysiders e cerchi di crescere un po’.

Vede, al contrario di lei io non difendo né Mourinho né chiunque, nella Roma, sbagli. Chi sbagla paga e io non ho nulla da dire. Tuttavia, se ha visto la partita, immagino si sia reso conto che nel secondo tempo il Verona ha messo in scena dal primo minuto una costante perdita di tempo, nel rimettere in gioco il pallone, nelle rimesse laterali, nei calci di punizione, nei calci d’angolo, e negli svenimenti continui di giocatori che erano colpiti da crampi o da qualsiasi altro problema fisico, ma dopo un minuto passato a rantolare a terra correvano di nuovo come lepri. L’arbitro ha fatto più volte segno che avrebbe recuperato tutto alla fine, picchiettando sull’orologio come un tempo faceva Mazzarri, poi il recupero è stato di quattro minuti, pur essendoci state nove sostituzioni. Mi sarei innervosito anch’io. Il Verona gode di buona stampa, a me sembra una squadra che gioca i primi 45 minuti col coltello tra i denti, spendendo le energie che si dovrebbero mettere in campo per 95 minuti, poi sparisce regolarmente nel secondo tempo, e allora mette in scena un modo stucchevole e irritante di perdere tempo. Lo aveva già fatto col Milan.

Se un avversario si fosse comportato come il Verona l’altra sera, e l’arbitro avesse permesso quell’orrore antisportivo, io credo che uno come Antonio Conte avrebbe dato fuori di matto, e nelle trasmissioni televisive si sarebbe chiesta finalmente la testa del mediocerrimo Pairetto. Invece fuori di testa è andato Mourinho, e allora è necessario attaccarlo perché è un piagnone. Sono i preconcetti di cui parlavo, ma a lei è necessario spiegare sempre tutto per bene…

Lazio Caput Mundi

Non so a chi si riferisce, ma da ”inacculturato incivile cafone” passo anch’io a darle del Lei. Se solo sapessi come associare una fotina al mio nickname, inserirei quella di Maestrelli, colui che seppe condurre quella squadra di matti ad un fantastico scudetto. Non ce l’avevo con Lei e mi dispiace che l’Abbia presa sul personale, anzi, a parte le risibili lamentele sulle perdite di tempo non conteggiate nel recupero (Sa che novità: succede in TUTTE le partite del mondo!) e sul fatto che nei primi 45 minuti il Verona poteva farvene 5 di gol, prendo la precedente invocazione all’equilibrio e la Sua successiva gentile risposta come una dissociazione da quell’ambiente di peracottari che ha consegnato ”le chiavi della città” al suo pagliaccio di riferimento. Stavo per aggiungere ”lusitano”, poi mi sono ricordato che le passate stagioni, sulla stessa panchina sedeva un signore per bene, anch’egli portoghese.
Un saluto

Maxx

Di ridicolo c’è sopratutto il tuo nick che è l’ennesimo tentativo di darsi un nome che abbia una parvenza di significato.

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Abbastanza d’accordo e grazie per essere uno dei pochi che ancora scrive “gol” .

pastafariano

sono mortalmente offeso;
come osi scrivere quel che pensi?

rd1959

Se non sbaglio sei il pinguino, quindi sei uno sveglio…

Qui purtroppo ci sono alcuni – per fortuna non il padrone di casa – che s’incazzano come biscie se non scrivi esattamente quel che pensano loro. Il problema è che pensano solo due cose. La prima: la squadra per cui tifano è sempre eccezionale, come vestono quella maglia diventano tutti straordinari anche se sono giocatori qualunque, la proprietà è la più sana e ricca perfino se a casa loro non li conosce nessuno o sono semplicemente degli speculatori, e i dirigenti sono di una bravura stupefacente anche se si sono inventati un lavoro a quarant’anni suonati. Per contro, e siamo alla seconda cosa che pensano, le altre squadre hanno tutte, chi più chi meno, una serie di punti deboli e debolissimi che ci vengono ricordati con cadenza quotidiana, purtroppo cinque volte al giorno.

A me diverte parecchio osservare le certezze granitiche quando si tratta di bocciare le altre squadre, e i contorcimenti, uniti ai giudizi ultra-tranchant e sempre iper-positivi sui calciatori della propria squadra del cuore, affermazioni apodittiche che dovrebbero far sganasciare dalle risate, in primo luogo, chi le mette nero su bianco con tale sprezzo del ridicolo.

Non vedo grandi squadre in questa stagione, e non vedo neanche la continuità che aveva l’Inter della stagione scorsa. Vedo squadre che puntano tantissimo sulla garra, cosicché quando attraversano un periodo di stanchezza possono perdere con chiunque.

Ciao.

pastafariano

chi ha messo il pollicione verso?
solo per capire se è per la battuta fiacca o se è il solito Nick (una scorreggia in un tornado);

luigi.iannelli

Finalmente la classifica appare più chiara e l’anomalia che l’Inter abbia nel suo score una sconfitta in meno rispetto a Milan e Napoli si spiega con il fatto che, rispetto a loro, ha disputato una partita in meno.

Leo 82

🙂 🙂

pastafariano

lo iannellismo è superiore alle mie forze, più in là dell’heideggerismo non vo;

L’Avvocato (della Signora)

niente, il solito Napolicchio.

pastafariano

pastiere arrivate, purtroppo di scarsa qualità, più di un pareggio non posso concedere;

Modifica il 7 mesi fa da pastafariano
pastafariano

ops, al 60mo Casteddu in vantaggio, con mezza papera di Ospina che subito dopo fa un paratone;
vabbè, fate finta che il mio puntare sulla vittoria del Napoli era un perculamento come lo scudetto alla Domina del Radarista*;

*
visto cosa succede a provocarmi? mandami due o tre pastiere nei prossimi minuti e smetterò di guardare la partita

laura

Sto ridendo da 10 minuti….pare che lo Special One (cui non è rimasto niente di special) abbia urlato all’arbitro “ti ha chiamato la Juve?”. Cioè stai perdendo 2 a 0 con il Verona e stai fortunosamente recuperando dall’ennesima figura da caciottaro che hai collezionato in questa stagione e il tuo pensiero va al “gombloddo” che la Juve starebbe tessendo per sbarazzarsi della Rometta????? Nella vicenda Atalanta invece ci leggo una meravigliosa nemesi : Hateboer protagonista del fuorigioco passivo/attivo/trasversale non è il macellaio che non ha rimediato nessuna espulsione dopo il fallo killer su De Sciglio?

Leo 82

Come se lui se la stesse giocando con la Juventus… incredibile… In realtà a Mourinho è rimasto solo da metterla in caciara, visto mai che i Friedkin si rendano conto del bordello osceno che sta combinando per 7 milioni l’anno. Vero che anche se lo mandano via glieli devono dare lo stesso perché non se lo prende più nessuno, ma almeno danno la squadra ad uno capace…. uno qualsiasi…

malandragem

“pare che lo Special One (cui non è rimasto niente di special) abbia urlato all’arbitro “ti ha chiamato la Juve?”

e poi dicono l’Inter non gli era rimasta dentro, lmao…

Michel

La solita gara a chi si rende piu ridicolo e patetico.

L'ESORCISTA

Più che macellaio io lo chiamerei figlio di ….

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Magari più che della Rometta a qualcuno farebbe comodo sbarazzarsi dell ‘Atalanta .

lo faremo, non preoccuparti;

pastafariano

letto e taciuto sulla artescloritica esplosione, ma visto che l’hai tirato in ballo non posso che rilevare che purtroppo l’età ha i suoi mali e si finisce per confondere i tempi attuali con quelli felici dove si triplicava avendo col gioco dei bussolotti eliminato dai giochi l’unica vera rivale Initaglia e usufruendo di amichevoli eruzioni e arbitri;

pastafariano

il Napoli ha resistito nella prima mezz’ora, quasi tutta cagliaritana, e non essendo andato sotto presumo che porterà i tre punti a casa;
forza Ciuccio!

Modifica il 7 mesi fa da pastafariano
nirula's

Che i giornalisti sportivi, anche quelli più quotati, sovente non ne azzecchino una, é arcinoto. Eppure insistono con le previsioni.
Eppure, il buon Paolo Condò sentite cosa scriveva alla vigilia di Inter-Sassuolo: ” il calendario che rimane é favorevole all’Inter”, “L’Inter in casa, comunque, é sempre a proprio agio…é la migliore”, e il titolo recitava “…per l’Inter restano poche insidie”…
In altre professioni, e quella del giornalista professionista lo é, verrebbero cacciati se dipendenti e perderebbero clienti se liberi professionisti. O no?

pastafariano

certo che Condò no sappia come si scrive è dimostra tutta la sua levatura;

Modifica il 7 mesi fa da pastafariano
pastafariano

davvero sono sempre più depresso per il pollicione giù;
1) perché gli sono antipatico? puerile;
2) perchè gli sembro supponente? almeno sapere come si scrive è è il minimo;
3) è Nick? scusabile: è nella sua natura;
4) nirula’s? poteva dire che ha la tastiera in overdose;
5) per la battuta non divertente? ne ho lette di peggio;
6) tanto per cliccare? approvo;

Bocca!
l’aboliamo ‘sta roba da asilo nido?

Faceto Balsamico

“Divertirsi con la Inter”…
Bocca, quanti ricordi…

2010nessuno

Caro Bocca, faccio mie le tue considerazioni sulla Var e in particolare faccio mia la frase di Gasperini.
Per quanto riguarda l`Inter e la partita di Sassuolo, come già postato in precedenza purtroppo Inzaghi ha sbagliato tutto nella scelta degli uomini e nelle posizioni assegnategli, inoltre è già troppo tempo che, al contrario di Conte, non schiera la squadra, o non è in grado, con l’efficacia necessaria per la fase difensiva, facendola trovare spesso scoperta quando, avanzando perde palla e si espone gravemente alle ripartenze di eventuali avversari, i due gol presi dal Sassuolo sono due casi da manuale.

Claudio Mastino 62

Come ho sempre sostenuto non si vince senza grandi giocatori, gli allenatori contano più o meno il trenta per cento, però questa percentuale è importante , può fare la differenza sia in negativo che in positivo. A molti tifosi di calcio non piace Conte così come a tanti altri non piace Allegri, parlano di questi due allenatori come se parlassero del diavolo,( ogni riferimento al Milan è puramente casuale), ne dicono peste e corna , eppure entrambi hanno vinto tanto, cosa fondamentale nel
calcio dove come tutti sappiamo ci
sono molti interessi di natura economica. D’altro canto oggi tanti
amanti dello sport più popolare del
mondo , supportati dai giornalisti e da vari opinionisti sopravvalutano
ed addirittura enfatizzano allenatori emergenti come per esempio Inzaghino, Italiano, Juric o vecchi mestieranti come Spalletti,Sarri e Pioli.
Un conto è fare bene nella Lazio come ha fatto Inzaghi e portarla a mostrare un calcio piacevole e divertente ed ottenere una buona posizione in classifica, un conto è allenare l’Inter, portarla a vincere lo scudetto, saper sopportare la pressione che inevitabilmente è molto forte quando si vogliono raggiungere certi obiettivi e saper mantenere la squadra a certi livelli. Lo stesso dicasi per Juric che sta facendo molto bene nel Toro, la squadra gioca bene e con grinta ma più che ad un ottavo o nono posto non potrà aspirare, allenare e vincere trofei con grandi squadre è tutt’altra cosa . In pratica tutti gli allenatori che ho elencato, compresi i più esperti Spalletti , Sarri e Pioli hanno vinto molto poco ed in tarda età, Pioli addirittura non ha mai vinto una beata ceppa.
Tornando ad Inzaghino ho guardato quasi tutta la partita che
l’Inter ha perso con il Sassuolo ed ho notato un Lautaro Martinez che
si è mangiato un goal a porta libera
ed ha perso ogni pallone che ha tentato di giocare ma incredibilmente non è stato sostituito da Inzaghi rimanendo in campo per tutta la durata del match quando c’era Caicedo in panchina che alla peggio avrebbe almeno fatto salire la squadra e vinto qualche contrasto in più ; lo stesso Calha ha giocato male ma è stato sostituito tardi da Vidal, il cileno sarebbe dovuto entrare prima.

L'ESORCISTA

Campionato avvincente, come mai non c’è soddisfazione ed allegria nel blog? 🤔
Io tifo per il Napoli nonostante Nello Mascia compensato parzialmente dal Radarista.

Modifica il 7 mesi fa da L'ESORCISTA
Bombaatomica

Io Inter, per via del grande gemellaggio tra due grandi tifoserie 😄👍

Dopo l’asinata contro Liverpool e Sassuolo, consiglierei solo di modificare l’inno dell’Inter da “Pazza Inter” a “Inter deficiente” 😂😂😂

pastafariano

anch’io tifo Napoli eppoi Milan eppoi qualsiasi squadra che non sia la malmata;
il Radarista mi sta diventando antipatico, con la fissa della Domina, e mi irrita un po’ il suo buonismo: tanto che perde tempo a mettere pollicioni su a tutti;
intanto sto guardando a spizzichi Cagliari-Napoli, tifando Napoli anche se il Cagliari è una delle mie seconde squadre;
per il militare mi sono imboscato lì come ufficiale pagatore e trovo i cagliaritani tanto gentili quanto i torinesi freddi (è un complimento) e i romani burini (oggi mi va di fare di tutt’erba un fascio, manco fossi un lazziale);

Modifica il 7 mesi fa da pastafariano
il radarista

Buon giorno

Quando metto i pollici su, condivido. Quando li metto giù non condivido e spiego il perché e, visto che sei allergico ai pollici, non te l’ho messo nè su nè giù.
Non sono fissato per la Juventus ma ci tengo a che questo blog non si riduca diventare un club esclusivamente juventino.
E questo anche per il bene del Dott. Bocca, che si è lanciato in un’avventura alquanto rischiosa. Amo la gente che rischia in proprio e spero sempre che gli vada bene.

Buona giornata e saluti

rusticano

Peccato che certi articoli di Repubblica siano a pagamento.
Ad esempio oggi ce n’è uno che parla del Sassuolo, “una squadra che semina bellezza anche se ogni tanto si dimentica di raccoglierla e che vuole fare dell’anomalia la propria cifra esistenziale”.
In effetti avevo un po’ avuto il sospetto che Dionisi, entrando negli spogliatoi, chiedesse ai suoi ragazzi di fare dell’anomalia la propria cifra esistenziale.
Ora direi che c’è la conferma.

EroAdAtene

Visto solo stamattina il fuorigioco fantasma che ha negato il pareggio all’Atalanta. Quando finirà la ridicola regola del mm? quando il mondo del calcio cambierà la regola in una sacrosanta figura di calciatore in più per giustificare un fischio? Allucinante!

CL5

ma magari! Forse la Juve avrebbe vinto qualche partito in piu’ l’anno scorso e quest’anno Ronaldo si sarebbe congedato dalla Juve con un goal ad Udine.

carlogobbo

sono d’accordo con te sul fatto che debba esserci luce tra difendente e attaccante, se è questo che intendi, ma poi sarebbe comunque una questione di millimetri da verificare.
vorrei tornare a questo criterio per avere difese leggermente piu’ basse e probabilmente costringere maggiormente i difensori a seguire l’uomo
Per me sarebbe un bene allungare un poco le squadre anche in questo modo, visto che con le regole e l’atletismo di oggi il calcio è un’ammucchiata in 20-30 mt al massimo

Paolo-reborn

A margine di Inter Sassuolo ….ho notato il look di Inzaghi che sembrava un pinocchietto impettito, strizzato nel suo completo blu ministeriale, sempre incazzato con qualcuno, come tutti i ministeriali.
Al suo confronto Dionisi, in total black e dolcevita, sembrava un direttore di orchestra felice, che ascoltava e faceva suonare la musica celestiale di Maxime Lopez, Traorè, Mimmo Berardi e tutti gli altri!!

Bob Aka Utente11880

Gli diremo di copiare il Sarri-look

Paolo-reborn

Senza arrivare a tanto….😁…magari uno spezzato tweed o un colletto bottom-up sbottonato , potrebbero conferirgli un aspetto più rilassato e meno ingessato. Anche se capisco la necessità di coprire le prime incrinature della pelle del collo…

Carlo lll

👍che bel commento.

malandragem

Uhm, Bocca potremmo fare la festa di carnevale qui su Bloooog, le chiacchiere le porta Simone Inzaghi

Optimumpotor

Da incorniciare!

R.T.

😂😂😂 per me, fino ad oggi, la migliore battuta del nuovo bloooog!

Bob Aka Utente11880

Bene. Finita la serie di “partitone” tra campionato, supercoppa, CI, CL, finiti gli alibi per un rendimento mediocre. La sconfitta con il Sassuolo non è un caso.
Sono stanchi ? sono sotto pressione ? Inzaghi è in tilt ?
Sono domande a cui voi umani non riuscireste a dare una risposta.
Io ricordo soltanto che per ottenere qualcosa da questa squadra ci vogliono sergenti di ferro: dal Trap, passando per Mancini, Mou (l’originale) e Conte.
Da tutti gli altri Mister, poco.
La fragilità del ns ambiente mi è chiara. Mi sembra però una fragilità diffusa anche tra le altre “grandi”: un campionato senza spina dorsale ?

pastafariano

su, il difficile è passato: Napoli e Milan non hanno (purtroppo) approfittato del passo falso e ora avete la strada in discesa;
il prossimo Napoli-Milan eliminerà una rivale se non entrambe;
sono dispiaciuto per lo scudetto alla malmata, un po’ di sollievo mi viene perché a gioire sarà un tifoso come te, avis rara rispetto ai Nick dominanti, ma si sa, la moneta cattiva caccia quella buona;

Bob Aka Utente11880

Innanzi tutto ti ringrazio del commento, Godspeed you..
Una volta si diceva che dopo il “turno infrasettimanale” un calo di rendimento ci stava, quindi sia noi che Napoli potremmo essere giustificati, ma ora che si gioca ogni 3 giorni, questo argomento mi sembra più debole.
Mi stupisce che nessuna delle prime 6 sia andata oltre il pareggio, senza scontri diretti, come se fosse finita la benzina a tutti. Bah.

Leo 82

Ciao Cugino, in effetti anche al Milan l’impressione è che Pioli manchi a volte di polso e questo spieghi i frequenti cali di tensione e la sostanziale discontinuità…

roxgiuse

Mancini ai tempi dell’Inter pare fosse molto remissivo nei confronti delle sue star, e quando fece il sergente di ferro venne accomodato alla porta. Molto più volitivo e, pare, aggressivo spalletti, che però non ottenne granché. Vale il principio che quando i giocatori hanno la percezione di essere più importanti dell’allenatore prima o poi si “ammutinano” e abbassano la soglia della tensione. A quello vale il principio di Ferguson che il più pagato del team deve essere l’allenatore, e quello di Conte che non voleva Del Piero in squadra per principio, non certo perché non fosse ancora molto valido nel periodo in cui allenava la Juve. Ed è anche il motivo per il quale una somma di campioni raramente fa una squadra, eccezion fatta per chi diventa campione proprio in quella squadra.

Bob Aka Utente11880

in effetti ho citato Mancini senza troppa convinzione, per non abbassare la (già ridotta) media di allenatori vincenti…
Spalletti allora non era probabilmente molto credibile come vincente: come dici tu lo spogliatoio è veramente una brutta bestia ..

2010nessuno

In ogni caso BoB anche a Spalletti quella famosa partita rovino’ la media e magari anche una posizione.

Gli immortali

I giudizi nel calcio cambiano nel volgere di una notte! La prima crisetta dell’Inter vissuta con insteria e già si rimpiange Conte ( seconfo allenatore fuggito dopo Mou). L’unica nota positiva del ns. campionato è il cambiamento del metro arbitrale; si lascia correre di più, si fischiano meno i falli “cercati” con stramazzata a terra. Diciamo che siamo più europeisti. Il Var invece rimane un problema

Ciao

Quattroquattronovetredue

Vorrei fare alcune considerazioni sulla crisi attuale dell’Inter, in particolare riguardo al ruolo di Dzeko. Quando il giocatore arrivò a Milano, la grancassa mediatica come sempre si scatenò, sostenendo che era stato brillantemente risolto, e a costo zero, il problema lasciato dalla partenza di Lukaku. Ovviamente, di conseguenza, i dirigenti della Roma erano dei fessi per averlo lasciato andare, o dei morti di fame che dovevano risparmiare un ingaggio: adesso forse è chiaro che le cose non stavano propriamente in quel modo. Dzeko, che qui conosciamo benissimo, è (stato?) un ottimo giocatore, con grandi pregi ed alcuni difetti, ma con un problema irrisolvibile costituito dall’età anagrafica, che negli ultimi due anni era fin troppo evidente, comportando pause e cali di rendimento prolungati nonostante il fisico integro: credo che sia stato questo il motivo per cui si è deciso di non prolungare il suo contratto e di non opporsi al suo trasferimento, nonostante fosse ancora vincolato per un anno. Detto questo, io credo che abbia fatto bene l’Inter a prenderlo, senza voler entrare nell’aspetto economico, ma abbia sottovalutato il problema della continuità di rendimento, che ovviamente è venuto fuori nella fase cruciale della stagione: pensare di alternarlo con Sanchez, giocatore completamente diverso per caratteristiche tecniche e fisiche, a me sembra privo di senso, a meno di cambiare ogni volta radicalmente gli schemi offensivi della squadra, con tutta la confusione che questo genera inevitabilmente. Ma non avevano Pinamonti? O trovare un Petagna, uno Djuric, insomma un buon panchinaro per far rifiatare il bosniaco attempatello? Che quando è in condizione, sia ben chiaro, fa ancora la differenza.
Io penso che l’Inter lo scudetto lo vincerà comunque, ma dipenderà fino all’ultimo dalla forma e dagli umori di Dzeko, e la pelle d’oca è sempre dietro l’angolo.
Ciao a tutti

Trebaffetti

Ci sarebbe già Caicedo che potrebbe sostituirlo ogni tanto, spero che prima o poi lo facciano giocare

roxgiuse

l’idea originaria era proprio quella, 4 attaccanti ad alternarsi per 2 posti, magari lasciando rifiatare maggiormente i più anziani. Poi l’infortunio di Correa e l’involuzione di Lautaro, e la forse errata valutazione di non lasciare un altro anno in naftalina Pinamonti, hanno scombussolato i piani.

pedrito el drito

dopo una grande sconfitta, per l’inter arriva una brutta sconfitta.

speriamo che la prossima sia una sconfitta normale.

Rosario Frattini

OT, ma non tanto.
Pepito Rossi, approdato in serie B alla Società Polisportiva Ars et Labor, ha segnato uno splendido gol in campionato. Finalmente un po’ di gioia per un atleta perseguitato da una sfortuna ancora più grande della sua classe.

qualsiasicosavogliadire

Quando farà le partite tra scapoli e ammogliati, staremo ancora qui a sentire che bla bla bla. Che retorica melensa e insopportabile.

2010nessuno

Ecco allora fatti e facci un favore, cambia blooog e trovatene uno adatto a questi tuoi rigurgiti.

Rosario Frattini

Che arroganza, supponenza e maleducazione insopportabile.

Maxx

Questa. giornata ha regalato pene e dolori per le prime della classe. Noto il solito accanimento contro Mou, a mio parere del tutto ingiustificato, mentre c’è la solita accondiscendenza verso i risultati negativi delle altre.

La Juve pareggia un derby onesto, con un Torino ostico che ha meritato il punto. Nella mia visione del calcio non si può vincere sempre e basta la dichiarazione di Allegri “all’inizio di campionato l’avremo persa” per calmare ogni polemica, a mio parere, giustamente.

La Roma va in campo senza 10 titolari, con Oliveira e Pellegrini che non si reggevano in piedi e diversi giocatori fuori ruolo. Comicia anche bene, con aggressività, ma le manca completamente un filtro davanti alla difesa e subisce due gol da uno splendido Verona. Gli scaligeri non sbagliano un passaggio e hanno una velocità notevole. Dopo il 2 – 0 la Roma si spegne e vacilla e Mourinho è costretto a far gioco con i cavalli che ha: la primavera. Porta la difesa a 4, si inventa un sistema di gioco diverso e aggredisce il Verona che non vede più l’area avversaria. L’ultima mezzora è un assedio. Felix era stato l’unico a far bene in avanti. Gli subentrano i ragazzini Zelenski, Volpato e Bove. Ho letto che la Roma è priva di un progetto…a mio modesto modo di vedere, ma sicuramente non ci capisco una mazza di calcio, un progetto parte dalla “cantera” e si sviluppa attraverso la costruzione di una squadra. Sabato la “cantera” della Roma non solo ha riportato in parità una partita contro i più esperti giocatori scaligeri, ma i resti della stessa squadra Primavera hanno comunque stracciato i pari età del Milan, consolidando il primato in classifica. Come prospettiva mi sembra migliore rispetto a pagare 7 milino un giocatore di 42 anni…comunque.. Le scelte dei cambi sono state gestite dall’allenatore. Lo stesso che fece scelte forti col Genoa a Marassi, portando a cas ai 3 punti con la doppietta di Felix, e riacchiappando la partita col Sassuolo, che mi dicono abbia sbancato il Meazza.

Il Milan “scula”, Bomba perdonami, all’Arechi acciuffando un pareggio con un tiraccio della domenica di Rebic. La Salernitana ha giocato meglio e meritato di più, nonostante schieri dei nonni come Ribery, Fazio e il Monito Perotti ( che piacere rivederlo in campo!). Prestazione inguardabile della capolista che mette in campo sopratutto arroganza e saccenza, come se il risultato fosse scontato.Tonali è sempre meno la promessa di qualche anno fa che sembrava potesse emulare le gesta di Pirlo. Ora invece gli mancano le treccine per confondersi con Kessie. Aggredisce ogni pallone ed è ovunque con impegno notevole. Peccato che abbia perso completamente il senso del gioco e si sia trasformato in un acchiappapalloni come ce ne sono tanti. Nota di merito per il portiere che è riuscito a vincere il trofeo per le cappellate più clamorose…mi chiedo dove li prenda il Milan certi personaggi.

L’inter subisce l’effetto champion col Sassuolo. Stanchezza sopratutto e la considerazione che comunque è una squadra ricostruita da Inzaghi che al vertice del campionato praticamente non c’è mai stato, con giocatori che pagano un calo di forma. Lautaro, che li ha sempre avuti, ma sopratutto Dzeko che a 34 anni è impossibile che abbia lo stesso rendimento per tutta la stagione. Il Sassuolo del resto è una squadra ostica, che fa saltare i nervi alle grandi: ci hanno perso tutte.

Cosa evinco da tutto ciò? che la Roma, con il suo allenatore bollito, è stata l’unica a reagire al risultato e cambiare l’inerzia della partita, nonostante non ne avesse i mezzi, ma valorizzando i ragazzi che aveva in panchina. La Juve forse si è accontentata, il Milan non ha capito che non stava vincendo 3 – 0 e l’Inter ha subito l’avversario senza riuscire a cambiare marcia.

..però l’allenatore bollito è Mourinho! …io me lo tengo stretto!

Bombaatomica

Ma sei sicuro che alla roma mancavano 10 titolari, Maxx?
Alla LAZIO ne mancavano 6 di VERI titolari: Acerbi, Lazzari, Leiva, Luis Alberto, Pedro e Immobile.
A voi 10? Uhm….. guarda che i raccattapalle non li devi conteggiare 😂😂😂😂😂

Modifica il 7 mesi fa da Bombaatomica
Gli immortali

Ciao solo per ricordarti che la Roma è la squadra che ha speso di più nella sessione del mercato estivo; ha comprato anche a gennaio e Mou si ritrova con 9 punti meno in classifica rispetto a Fonseca. Contento tu contenti tutti. Gli infortuni non sono solo una prerogativa dei giallorossi.

Leo 82

Ah guarda, tenetevelo stretto, un anno in più di Mourinho e ce ne metterete 5 per ritornare un minimo competitivi, per adesso di giovani ne ha più che altro bruciati, alcuni molto promettenti, con il Verona avete avuto culo per due gol della domenica e per il solito calo atletico che hanno nel secondo tempo in cui quest’anno’anno si sono fatti rimontare un po’ da tutti. Come squadra e gioco di fatto vi sono di molto superiori,ed a proposito del fatto che nessuno vi vedeva meglio di sesti e quindi Mourinho non sta facendo male, piano piano avete preso la strada dell’ottavo posto, la Fiorentina gioca molto meglio e la Lazio in fondo pure, con il Verona era uno scontro diretto e non l’avete perso… bravi!!! se tu sei contento meglio per te… prospettive future Zero…
P.S lascia perdere Tonali, sta andando oltre le promesse, e questa è stata la prima partita sbagliata in stagione, e visto che non ne ha saltata una in fondo è un segno di umanità….

Maxx

Ottima stagione..

maxresdefault.jpg
Xavier

Contento te…

Leo 82

La cosa divertente è che ce lo viene pure a dire…

Claudio Mastino 62

Alla fine pareggio sostanzialmente giusto tra l’Udinese e la Lazio, punto che però serve a poco alle due squadre, soprattutto a quella biancoceleste. Il migliore della Lazio è stato sicuramente Felipe Anderson , autore del goal del pareggio e di altre belle giocate ; giocatore di grandi qualità tecniche e di grande intelligenza calcistica purtroppo alle volte difetta di continuità ed è spesso fin troppo altruista. Buona anche la prova di SMS, altro giocatore biancoceleste con grandi qualità tecniche e fisiche ma discontinuo come l’esterno destro brasiliano, e quella
di Zaccagni, che però a differenza di Felipe Anderson porta troppo la palla ed alle volte pecca di egoismo ; nella ripresa ha avuto in una circostanza l’occasione di servire un compagno ben piazzato nell’area avversaria ed invece ha tirato in porta spedendo la palla abbondantemente fuori.
Cabral , entrato al posto dell’infortunato Pedro è stato messo da Sarri al centro del tridente d’attacco, con Zaccagni sempre a sinistra e Felipe Anderson che si è spostato sulla destra ; il nuovo arrivato ha buone doti tecniche ma si è chiaramente visto che
non è un centravanti poiché è sempre stato un’ala sinistra, quello è il suo ruolo. È comunque l’unico che merita l’insufficienza, a tutti gli altri giocatori della Lazio non citati darei la sufficienza.

Sunako Nakahara

Tra gli insufficienti aggiungerei Hysaj. Secondo me, lo facciamo giocare solo perchè è lui che porta il pallone. Non c’è un’altra spiegazione plausibile.

il ghiro

Ma allora ci sei anche tu, figlia mia… Ma fatti sentire di più, i tuoi commenti erano spesso illuminanti e preziosi, vere perle giapponesi.

Sunako Nakahara

Grazie. In realtà intervengo poco perchè su Lotito e company si finisce per scrivere sempre le stesse cose (da 18 anni a questa parte). In pratica, per colpa loro ho consumato i tasti “control” e “c” della mia tastiera…

Claudio Mastino 62

Hai ragione, ma il problema è che
Hysaj è un pallino di Sarri e che se lo porta dietro da quando allenava l’Empoli. Alcuni giocatori professionisti di mia conoscenza mi hanno riferito che non sa neanche fare le diagonali difensive, è un terzino da serie B.
Un saluto ed intervieni più spesso, i tuoi commenti sono sempre piacevoli e competenti.

Bombaatomica

Bella sega, Cabral.
A parte i tiri ciccati maldestramente, ma quando – su passaggio di Felipe Anderson – è scivolato da solo in area friulana, ecco…. da lì ho capito di che pasta è fatto….
Quasi rimpiango Muriqi 😂😂😂

Mordechai

Ma Cabral non l’aveva preso la Fiore? E’ lo stesso Cabral?

Bombaatomica

Si, Mordeca’, fa il doppio lavoro come gli Statali 😂😂😂

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

E si adesso è cosi, gli statali oltre a non fare niente fanno tutti il secondo lavoro, magari mettendosi pure in malattia o previa timbratura farlocca .

Claudio Mastino 62

La Fiore ha preso Arthur Cabral che è un centravanti dal fisico possente, bravo tecnicamente e con un buon fiuto del goal. Proviene dal Basilea dove ha avuto un’ottima media realizzativa. Jovane Cabral , quello che ha preso la Lazio in prestito è di proprietà dello Sporting Lisbona ed è un giocatore più mingherlino e con differenti caratteristiche, un’ala sinistra a tutti gli effetti. A mio avviso sarebbe stato meglio prendere Arthur Cabral, alla Lazio sarebbe servito di più.

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Più che mingherlino a me pare piazzatello, è solo che è curtulillo, infatti davanti siamo forti nel gioco aereo .

Quattroquattronovetredue

No. Pare siano una coppia. Quello più scamuffo è quello di Bomba.

Il soldato Ryanair

Buondì
Non avrei scommesso un centesimo su un nuovo passo falso dell’Inter, ed ho cominciato a guardare la partita soltanto dopo l’avviso del primo gol del Sassuolo. Fatte le debite proporzioni con la velocità dei calciatori, mi è sembrata una partita d’altri tempi, con possibili gol ad ogni azione – da una parte e dall’altra – e col Sassuolo che ha mostrato idee molto chiare, sangue freddo ed una proprietà di palleggio con tutti gli effettivi.
Un risultato numericamente più esatto sarebbe stato forse un 2-4, ma la partita è stata davvero diverntente. Doppiamente (pardon, ma questo è il tifo…) per un tifoso milanista già abusato dal Sassuolo in precedente.
Insomma, ciò che il Sassuolo togli, il Sassuolo dà.
Guardando dietro, noto una certa fiscalità (chiamiamola così) negli arbitraggi delle partite dell’Atalanta, che per un motivo o l’altro non riesce a guadagnare punti che servano nel testa a testa contro la Juventus. Tolta la volubilità che credo rimarrà fino alla fine tra le tre contendenti allo scudetto, è questa l’unica sfida che sembra richiamare una particolare attenzione da parte dei decisori.
Salutoni

il radarista

Buon giorno *Tifosi della Juventus*

Il Napoli ancora non ha giocato e, come ho già detto, a Cagliari non avrà vita facile. Diciamo che in questo momento firmerei per un pareggio e, se così fosse, si avvererebbe quello che ho detto precedentemente.
Il punto della Juventus conquistato nel derby della Mole è prezioso perché:
La Lazio ha pareggiato.
L’Atalanta ha perso, anche se avrebbe meritato il pareggio.
Il Milan ha pareggiato, ma avrebbe potuto anche perdere.
L’Inter è stato surclassato dal Sassuolo e, perdendo solo di 2 gol, se l’è cavata bene.

A questo punto le mie previsioni di fine campionato sono:

  1. Juventus
  2. Inter – Milan
  3. 4. – Napoli, Atalanta, Lazio.

Buona giornata e saluti

Leo 82

Buongiorno @Radarista

e dalli con la scaramanzia….

Saluti e Buona Giornata

Xavier

Come no…e Dybala capocannoniere.

pedrito el drito

da buon napoletano continui con questa gataca scaramantica.

pastafariano

attento, la divina Eupalla potrebbe scocciarsi come me del noioso riperculamento e realizzare la tua previsione;
con il Napoli al quarto posto con altre ma fuori dalla CL;

Modifica il 7 mesi fa da pastafariano
R.T.

Radarista, te lo avevo già scritto nel vecchio bloooog: smettila di percularci o quantomeno limitati a farlo con i tuoi amici Juventini di Cerreto Sannita. Sono previsioni su cui non scommetterei un euro e visto che sei ” navigato” non ci credi neppure tu, dai…
Buona giornata

Vipe

Però ci ha preso 9 volte su 10 precedentemente

pastafariano

Bocca! è un supplizio editare i post;
cerco di completarlo qui (mi era partito un ENTER):
sarà uno juventino senza saperlo?
a me hanno rivelato a più riprese che senza saperlo sono un cristiano, un comunista, un capitalista, un rifletterometrista temporale, un razzista (questo l’accetto: considero quelal italiota una razza inferiore) e persino un elettricista;
e già che sto rimbrottandola aggiungo che appoggio la mozione di un bloggarolo: troppe note, voglio dire, troppi thread, si dia una regolata;

pastafariano

mi viene un dubbio: sarà uno juventino senza saperlo?

TigerJack

Fossi un tifoso dell’Inter mi toccherei dopo aver letto la dichiarazione di Inzaghino – ci aspettano 13 finali- perché è un’affermazione che, oltre a portare una sfiga pazzesca, dimostra che l’allenatore ha perso la brocca. Pirlo docet.

Leo 82

Peraltro un mesetto fa se ne uscì con un “lo possiamo solo perdere noi” che porta una sfiga pazzesca… e non si dice mai mai e poi mai…

tom

Vero: insopportabile retorica calcistica.

Mordechai

Inzaghino, più che altro, non è abituato a gestire la tensione ed il “dover” raggiungere un qualche risultato.
Una cosa è puntare alla zona CL con la Lazio, ben altra puntare allo scudetto all’Inter.

Osservatore Italiano

L’amarezza per le ultime occasioni perse dalla Juventus dovrebbe essere doppia considerato il fatto che la partenza con il grande handicap sembra essere compensata da un importante rallentamento generale lì davanti.

tom

Vincendo con Atalanta e Torino si andava a 4 punti dalla vetta. Non ci avrei creduto lo stesso, ma almeno la Champion sarebbe stata in cassaforte.

Mordechai

Tom, a dirla tutta, con l’Atalanta abbiamo recuperato un pari all’ultimo decimo di secondo e con il Torino avremmo anche potuto perdere, per quel che s’è visto in campo.
Ergo, avremmo fatto bingo al contrario in 180 minuti.

tom

L’Atalanta aveva mezza squadra fuori, e col Torino la testa dei giocatori e dell’allenatore è rimasta a casa. Con altro impegno e determinazione, le due partite si potevano e si dovevano vincere. Bastava ripetere coll’Atalanta la gara fatta all’andata, una delle migliori della stagione, nonostante il risultato negativo (immeritato).

Mordechai

Sì, ma si potevano pure perderle entrambe. E, in assoluto, non sarebbe stato uno scandalo, soprattutto il Toro aveva meritato.

tom

Certo, la palla è rotonda. Io però parlo di determinazione e convinzione, che a noi è mancata mentre le nostre avversarie ci hanno sempre creduto.

Mordechai

E di chi è la colpa, se non del manico?

tom

Esattamente.

pastafariano

l’amarezza (ma non più di tanto, mica si può pretendere di vincere sempre lo scudetto) è per le prime occasioni perse, non c’è per le ultime, visto che arrivare secondi, terzi o quarti è indifferente: il primo posto è da tempo fuori portata;

tom

Il problema è che anche il quarto non è sicuro.

Mordechai

L’handicap mica l’hanno spedito alla Juve con Amazon. La verità è che la Juve, quest’anno, veramente è ed è stata ben poca cosa.
Che poi, nonostante tutto, stia ancora lì, a disputarsi la zona CL o, come fai tu, a rimpiangere quel che poteva essere e che non è stato, fa capire quanto povero sia il nostro campionato.
In Spagna ed in Inghilterra, nessuna delle nostre farebbe meglio del 5° posto.

Osservatore Italiano

Non ho mai parlato di penalizzazioni legate a fattori esterni.
Sono secoli che scrivo nei blog di Bocca e sono sempre stato il più grande critico della mia Juventus, sia per le strategie che per il mercato (pur riaffermando in molte occasioni la gratitudine per i successi conseguiti).
Non rimpiango nulla (spendo questa parola in ben altri ambiti), semplicemente esprimo opinioni.
Vincere sempre non mi interessa, ma vedere un progetto sensato, questo sì.
Per quanto riguarda il paragone con altri campionati posso essere parzialmente d’accordo, ma preferisco prima guardare dentro casa.

Mordechai

Sfondi un porta aperta. A prescindere delle prime quattro terrificanti giornate di campionato, quel che è sempre mancato a questa Juve, e continua a mancare anche coi nuovi, è proprio un progetto di gioco che sia uno uno. Fosse pure il buon vecchio catenaccio e contropiede che, a farlo bene e con criterio, regala pure momenti di spettacolo, non meno della sfiancate e narcolettico tikitaka che a tanti piace, ma che a me procura sempre acuti episodi di orchite.
La Juve, in questa stagione, assomiglia a continua ad assomigliare ad una congrega di scappati di casa che scendono in campo senza avere la benchè minima idea di che cazzo fare col pallone, così, all’insegna dell’improvvisazione pura.
Ora come ora, non meritiamo un solo punto in più in classifica.

Carlo lll

Non giocando il Napoli ho visto inter -:sassuolo, e ho avuto conferma su alcune cosucce . L’inter è una squadra che fa della fisicità una delle sue armi migliori, e avendo giocato in settimana ; in più mancando il fulcro del gioco ( brozovic) , ha avuto problemi abbastanza prevedibili contro una squadra creativa e che non ha paura. Meraviglia, piuttosto, come abbiano così tanti punti di ritardo rispetto a una squadra inguardabile come la roma. In parte Stesso discorso della fiorentina che potrebbe lottare per il 5° posto .

Paolo-reborn

Non ci avevo pensato prima, ma stamattina mi sono accorto che il fuorigioco passivo è resuscitato improvvisamente a Firenze!!!

CL5

allora, io difensore sto vicino al mio avversario che vedo correre verso la porta, quindi mi metto a correre anche io cercando di anticiparlo. Pero’ la palla non la raggiungiamo nessuno dei due e raggiunge un altro giocatore che stava dietro. Se invece io vedo il giocatore vicino a me che non corre, forse mi guardo intorno e cerco di contrastare il giocatore che avevo dietro. Probabilmente non ci riesco e fa goal lo stesso, e in questo caso sarebbe stato regolare.

Maxx

Anche a me sembra ingiusta l’applicazione del fuorigioco nel gol della Dea, ma qua siamo nella solita situazione in cui ci si avvale della tecnologia per giustificare una interpretazione dell’arbitro. Ha giudicato il fuorigioco influente…e mi starebbe bene se non vi fossero stati casi di fuorigioco assai più clamorosi giudicati inifluenti e viceversa.
La sensazione è che il gol sia regolarissimo perchè non c’è alcuna influenza, ma tanto alla fine ha sempre ragione l’arbitro, anche quando sbaglia, anche se si serve della tecnologia e anche se non la usa. C’è sempre una interpretazione per cui ha ragione.

Però il gol c’era tutto..

il ghiro

UDINESE – LAZIO 1 – 1
Lazio in emergenza totale alla Dacia Arena, mancano cinque titolari, i due squalificati Leiva e Luis Alberto, più i tre infortunati Acerbi, Immobile e Lazzari. Formazione quasi obbligata per Sarri, uomini contati, si vedrà quindi se i giocatori schierati mostreranno la determinazione e il carattere necessari per fronteggiare la situazione o se la squadra sbraca definitivamente. Cioffi rischiera Perez e Beto, fuori Nuytinck e Udogie, in panca Zeegelaar e Success.
Arbitra il molisano Massimi, al VAR il laziale (?) Margani..
Al 5’ testa di Perez, Deulofeu solo in area stoppa e infila Strakkino, 1-0. Lazio lenta e confusa, tiretto di Cataldi, esce lo sfortunato Pedro infortunato, entra Cabral, giallo ad Arslan, il Sergente e Cabral si divorano il gol, Strakkino esce bene su Beto, salva di nuovo in corner la difesa udinese, Felipe A. a dx fa danni gravi, giallo a Perez, al 44’ punizione di Cataldi, prolunga Zac e Felipe A. infila da due passi, 1-1.
Ripresa: Cabral si pappa un altro gol su assist di Felipe A., para agevole Strakkino, Makengo falcia Anderson, giallo per lui, escono i fallosissimi ammoniti Soppy e Arslan per Zeegelaar e Pereyra, Zac spara altissimo, giallo a Cataldi e a Zac, entra Success per Deulofeu, un paio di tiracci alti dei bianconeri,  entra Andrè Anderson per Basic, un paio di simulazioni di udinesi che cercavano il rigore, ennesimo fallo su Zac e in contropiede gran fucilata di Molina sulla traversa a Strakkino battuto, finisce così, poteva andare meglio ma anche molto peggio.
Le pagelle laziali: Strakosha 6,5; Marusic 6, Luiz Felipe 6,5, Patric 7, Hysaj 6; S. Milinkovic 6,5, Cataldi 6,5, Basic 6 (A. Anderson 6); Pedro 6 (Cabral 5,5), F. Anderson 6,5, Zaccagni 7. All.: Sarri 6,5.
I migliori tra i friulani i tostissimi tre centrali, deludenti invece Delofeu e Beto, mediocri e molto fallosi i centrocampisti, buoni i tre subentranti. Buono l’arbitro Massimi, molto attento, ma forse poco autorevole.

Bombaatomica

Sempre troppo buono nei tuoi giudizi finali, Ghiro 😄
Hysaj 6 non se po’ vede’ 😂😂
Luis Felipe 6.5 naaaahhhhh
Cabral 5.5? Se uno litiga col pallone gli dai quel voto?
😂😂😂

il ghiro

Hysaj leggermente meglio del solito, L.F. vorrei vedere te in mezzo a quelle pippe madornali, Cabral almeno s’è dato da fare, Muriqi manco quello (però, porca Maiorca, pare che sull’isola si sia svegliato dal letargo!!!

Mordechai

Pare proprio il campionato di ciapa no. Non si fa in tempo ad incensare la (assai presunta) grande di turno, che quella becca subito calci sulle gengive dai primi che capitano. Campionato, comunque, di una povertà tecnica imbarazzante.

Leo 82

Non posso che darti ragione.

Mordechai

Non mi dire…
🙂
Visto che Alcaraz è già nella top 20? A fine anno, ce lo ritroviamo alle Finals…

Leo 82

Su Alcaraz non si possono avere dubbi, io penso solo che in assoluto non sia meglio di Sinner, che alle Finals c’è già arrivato e ci ritorna pure quest’anno…

Mordechai

Non so se sia meglio, ma di sicuro Carlos caratterialmente è una vera jena, non ha paura di nulla e di nessuno, davvero impressionante.
Musetti, che pure un paio di anni fa aveva lasciato presagire buone cose, al suo confronto è uno dai tornei rionali.

Xavier

Alla sua età io ricordo così forti, tra i maschi, solo Borg, MeEnroe, Wilander, Agassi e Nadal (Chang vinse RG a 17 anni e 10 mesi ma fu una vittoria alquanto rocambolesca).

Modifica il 7 mesi fa da Xavier
Xavier

Ma ragione de che?
Allora meglio un Campionato con una squadra, di norma la Juventus, che a Natale ha già vinto? Sarebbe quello un Campionato di ricchezza tecnica?
Ma piantiamola di ragionare per luoghi comuni, una buona volta.
Invece è un bel Campionato, equilibrato, senza una squadra dominatrice e con outsider (Sassuolo, Verona, Fiorentina etc) in grado di fare male alle grandi squadre.

Modifica il 7 mesi fa da Xavier
Leo 82

Una cosa dire che è interessante, una cosa il livello tecnico che è bassissimo. e lo è da almeno quattro anni…

Mordechai

Xavier, il campionato è equilibrato, questo sì, ma bello proprio no.
Non è un caso che gli scontri diretti sono stati quasi tutti delle loffie mortali, giocati più sulle polemiche che sui fatti.

tom

Bel campionato, non c’è che dire. Nelle prossime due l’Inter avrà il calendario più facile: a Genoa vincerà di goleada, come da tradizione consolidata, e in casa contro la Salernitana non ripeterà la prestazione di stasera contro il Sassuolo, e si guarderà dal sottovalutarla come ha fatto il Milan. E poi ha sempre quella partita da recuperare.
Più difficili le prossime due del Milan. Contro l’Udinese in casa non dovrebbe avere troppi problemi, ma a Napoli sarà tosta.
Il Napoli stasera se la vedrà col Cagliari. Da sardo, mi auguro una vittoria dei rossoblu, ma sono certo vincerà il Napoli, che poi dovrà affrontare la Lazio a Roma (tosta, anche se Sarri quando perde contro la sua ex squadra è contento, per sua ammissione) e il Milan in casa: per me vince… vedremo.
Complicate anche le due dell’Atalanta: contro la Samp un tempo l’avrebbe vinta in scioltezza, ma al momento i nervi sono tesi e lo spogliatoio caldo. E poi ci sarà la Roma.
La Juve affronterà l’Empoli e lo Spezia, in teoria partite facili, in pratica come tutte le altre saranno un terno al lotto, decise da episodi.

Xavier

Condivido Tom, è un bel Campionato, equilibrato, senza una squadra dominatrice e con outsider (Sassuolo, Verona, Fiorentina etc) in grado di fare male alle grandi squadre.

Sdenko

Contesto il goal di Deulofeu, secondo me è in fuorigioco, quando si svolge l’azione è oltre la linea difensiva….. Prima dell’assist di testa di Beto fa un passo indietro e segna di testa!!! Il Var convalida facendo vedere il fotogramma con lui in posizione regolare. Per me è fuorigioco tutta la vita

Bombaatomica

Confermo, Sdenko.
C’hanno fregato la partita 😂😂👍

pastafariano

non capisco, facendo un passo indietro prima dell’assist non si è tolto dal fuorigioco?
non sono un appasionato di arbitraggio e mi è venuto il dubbio di avere idee sbagliate sul fuorigioco di rientro e che tu parlassi di questo, ma gugglando:

Il fuorigioco di rientro
Si parla di fuorigioco quando un giocatore riceve il pallone in una posizione regolare ma non lo era nell’esatto momento che il suo compagno ha effettuato il passaggio.

Xavier

Secondo me, per lo spirito del Giuoco, come direbbe il Cav, quella di Delofeu è una posizione più meritevole di sanzione di quella del compagno di Malinovski, ma per l’attuale interpretazione del Regolamento in casi come quello di Udine ci sono due azioni separate e quindi nella seconda Delofeu si era rimesso in posizione regolare.

Modifica il 7 mesi fa da Xavier
Grass

Questa volta non bastano le ennesime sceneggiate tragicomiche dell’allenatore e l’atteggiamento schizzoide dei giocatori in campo, sostenuto da uno stadio che vive sull’orlo di una crisi di nervi pronto ad esplodere per ogni fischio dell’arbitro che non sia a favore. Seconda lezione di calcio in pochi giorni per i campioni d’Italia in carica.

Tiziano

Stasera alla DS ho visto le immagini di Fiorentina-Atalanta. Dopo lo stop di mano nel goal del Cagliari questa è un’altra cappellata enorme a danno dei Bergamaschi, certificata dalla moviola di Saccani che “a malincuore” (parole sue) è stato costretto ad ammettere il grave errore (parole sempre sue) del guardalinee.
Dio solo sa quanto il Gasp mi stia antipatico (dai tempi del genoa in B, tanto per chiarire) e noi avremmo tutto da guadagnare da una Dea che perde terreno in champions, ma credo che le giacchette gialle li stanno garrottando malamente.

Modifica il 7 mesi fa da Tiziano
Grande Romeo

Regolamento alla mano anche per me il gol era buono.
Riguardo l’Atalanta rimango convinto che senza gli infortuni in attacco non si sarebbe neanche accorta degli errori a suo svantaggio, purtuttavia, quando vedo le gare degli orobici, non riesco mai a capire come riescano a finire in 11: fanno infiniti falli sistematici associati ad entrate killer.
Direi che giocano come una grande ma picchiano come una provinciale, solo che alle provinciali, di solito, non viene permesso di menare quanto viene permesso di farlo all’Atalanta.

Sul fuorigioco in generale ho una posizione che da progressista è diventata anacronistica: quando fischiavano fuorigioco ad uno che si era attardato vicino alla bandierina del corner dicevo che era una cazzata, perché lui era ininfluente rispetto allo svolgersi dell’azione, oggi che non è quasi mai fuorigioco (rispetto a prima) dico che uno che sta in area di rigore ed impegna i difensori avversari nel suo controllo non è mai ininfluente perché può favorire lo smarcamento di un compagno.
Ovviamente si esclude il caso di gol su botta da fuori area salvo copertura della visuale al portiere.

Però so di essere, come gusti, in minoranza, basti dire che mi esalta di più la fase difensiva (che bello il Milan che faceva fare il record di imbattibilità a Seb Rossi, e quando non becchi gol puoi anche vincere 1 – 0 con Massaro che entra dalla panchina) anche se, ovviamente, per vincere gli scudetti non basta solo una forte fase difensiva (ma aiuta tantissimo).

Però mi esalta di più un recupero in scivolata di Ferrara che una finta di Careca, Viechowood e Baresi che recuperavano spazi che sembravano impossibili da recuperare, Barzagli sempre al posto giusto nel momento giusto, Ramos che non mollava mai e quasi al 90′ andava a riprendersela su corner o Passarella che andava lassù ad intasare il traffico aereo.
I grandi difensori, in generale, mi hanno sempre esaltato di più dei grandi attaccanti (anche perché di solito, in una squadra, sono loro quelli che trasmettono grinta ai compagni).
Che ce posso fa?

p.s. ovviamente i fuoriclasse stanno anche sopra ai difensori, però quelli veri, che sono pochissimi

Tiziano

Sono d’accordo con la tua visione, meno solo su un punto: la scivolata esalta pure a me ma al pari della finta 🙂

commentanonimo

Non sono d’accordo sulla interpretazione di parte dei bergamaschi. Non so se l’Atalanta sia sempre svantaggiata, non la guardo abbastanza. A me sembra che non giochi più bene come una volta, se la devo dire tutta. In ogni caso ho visto il fermo immagine del fuorigioco e trovo la polemica esagerata. Il pallone arriva dal lato dell’attaccante che è in netto fuorigioco, in corsa, portando via il difensore. In sintesi a me tanto passivo non sembra. Per la mia ignoranza, se il pallone fosse arrivato dall’altra parte (destra?) il fuorigioco sarebbe stato sicuramente passivo, ma visto che ha attraversato prima il campo davanti al giocatore in scatto ed in fuorigioco (da sinistra) dire che sia (totalmente) passivo è una forzatura di una società che sta reagendo in maniera scomposta ad una situazione di classifica che ha zero a che fare con gli arbitri.

Tiziano

un po’ di smalto lo ha perso però come del resto è capitato per un frangente a tutte le avversarie là davanti. il fatto è che se ci si mette la sfiga (la sagra del prendere il palo è un’altra specialità orobica) sommata a decisioni controverse, beh, è difficile per chiunque uscire fuori dalle secche nel breve, soprattutto mentalmente.

Modifica il 7 mesi fa da Tiziano
comevolevasidimostrare

La Dea è giunta alla fine del suo ciclo. Muriel e Ilicic non sono più quelli di prima, Zapata latita e mancano i costruttori di gioco. L’osceno e quotidiano “nervosismo” del Gasp è stato trasmesso a tutto l’ambiente.

tagliomag.jpg
Tiziano

Zapata è infortunato. L’impianto di gioco non mi sembra peggiorato nel complesso, piuttosto, la fase difensiva è quella che registra la maggiore sofferenza.

Modifica il 7 mesi fa da Tiziano
R.T.

Dalla foto non si capisce, ma ti hanno aumentato le stelle sulle mostrine?

pastafariano

dipende: se è juventino le hanno diminuite, se malmatista aumentate;

Xavier

Per me è al limite. Proprio passivo, come ha detto qualcuno, no, perché comunque il compagno di Malinovski un po’ intralcia il difensore Viola, però certamente una interpretazione severa del Regolamento.

Modifica il 7 mesi fa da Xavier
Emilio

Sottoscrivo. È severo, ma non si può ritenerlo passivo. Ad ogni modo rimane una situazione limite

Michel

Bocca, solo voi giornalisti pensavate che l’Inter fosse imbattibile.
In realtà è nettamente inferiore a quella dell’anno scorso, altro che gioco di Inzaghi superiore a quello di Conte. Mi viene da ridere leggendo chi parla di assenze, quando ci sono Milan e Napoli (e parzialmente pure Juve) che da inizio anno fanno record di infortunati. Ma per piacere. 

Modifica il 7 mesi fa da Michel
il radarista

Ma quando mai! Al Santuario di Oropa, le colonne di tifosi della Juventus sono più lunghe di quelle sull’autostrada, quando nevica d’agosto.

Buona giornata e saluti

Nick

lunga vita a l’Inter l’unica che riesce a tenere a galla la vostra ragione di vita, la rosica.

R.T.

Discorso che si può anche ribaltare visto che nel 99% dei tuoi post ci sono solo attacchi
(anche pesanti) alla Juventus e ai suoi tifosi…se non è rosicamento questo…
Peccato perché quando parlavi di Stazzena l’indice di gradimento su quello che scrivi( non su di te visto che non ti conosco) era risalito. Vabbe’ nobody’s perfect

Nick

stazzeMa con la “m”. Antifascista e antijuventino SEMPRE caro il mio gobbetto.

malandragem

Antifascista giusto a parole – è così facile che ci riesci anche tu – perchè i comportamenti quotidiani a cui assistiamo sono proprio quelli opposti

Nick

ti rispondo solo se lasci il manganello e posi il fiasco di olio di ricino che ti porti sempre dietro

malandragem

esattamente il tipo di atteggiamento e comportamento che intendevo, una conferma non serviva ma ha l’utile di esser sotto gli occhi di tutti.

quando sei così sfigherrimo che ti prendi a bastonate morali anche da solo credendo di darle agli altri, lmao…

Nick

Marinettigem sei un grande (aggiungi quello che vuoi). Tumb Tumb Lmao Sfigherrimo etc etc etc.

malandragem

aggiungerei solo che se volevi rimediare la tua solita abituale figura
da poverino ridotto a storpiare nomi e dare nomignoli ci sei riuscito pienamente anche questa volta

non s’era mai vista tanta pochezza in una persona sola

Nick

,💤💤💤

R.T.

Mai quanto sono antiinter io, caro perfettino! ( la n e la m sono vicine sulla tastiera dello smartphone… spero di essere perdonato)

Mordechai

Spero in quest’ordine, almeno.

Mordechai

Pisano, dopo lunghissimi 9 (nove) anni di fiele e bocconi amari, i veri campioni intergalattici di rosica, siete proprio voi.
Occhio che, come ho scritto qualche giorno fa, dopo tanti strombazzamenti a fine stagione vi ritrovate con una bella ceppa secca in bacheca.

Nick

tra qualche mese ti aspetto per contare le “ceppe” chi ne ha di più paga il ponce. Ci stai ?

Mordechai

A me son bastate le prima quattro giornate di campionato, per togliermi dalla mente qualsivoglia “sogno”, almeno per questa stagione.
Siete voi che, abbagliati dalla vostra (sedicente) brillantezza e superiorità di gioco, vi siete per mesi lasciati andare ad avventurosissime previsioni di gloria.
Voi, non noi.
Arriviamo quarti (o quinti)? E che problema c’è, a voi è successo 862 volte.

Nick

arriverà anche la 863esima, speriamo più tardi possibile e comunque non sarà un dramma come per voi gobbi che pur di vincere avvelenereste la mamma e le zie.

Modifica il 7 mesi fa da Nick
Mordechai

Nick, al di là del tifo, sei uno che riesce a fare battute (per modo di dire) veramente idiote.
E’ questa è una di quelle.

Nick

scusa ma dimentico sempre che questo bar è frequentato in maggioranza da intelligentoni e fini pensatori.

L'ESORCISTA

e le nonne?
😂

il ghiro

I Casi Nostri – Domenica in Sol Settima
1.)   Fiorentina – Atalanta 1 – 0
La Madonna Fiorentina ha prevalso su una Dea un poco spuntata, un gol del Pistola è sufficiente a scippare i tre punti e a far scappare la pazienza al Gasp, che poi esplode quando l’arbitro annulla uno splendido gol di “Katiuscia” Malinovski per un ininfluente f.g. di Hateboer, rosso al Gasp, sterile pressione fino alla fine, ma i ragazzi orobici non hanno trovato la chiave della cintura di castità della donzella, la Viola non si lascia violare.
2.)   Venezia – Genoa 1 – 1
In laguna epica battaglia navale tra le due maggiori Repubbliche Marinare, spingardate e abbordaggi con la sciabola tra i denti, in realtà una partita non magnifica sul piano tecnico, ma molto intensa, botte da orbi assestate con molto savoir faire, il risultato finale si inchioda su un 1-1 (gol dei due assaltatori Henry ed Ekuban) che non scontenta, ma nemmeno fa felice nessuno; dopo i primi 45’ di combattimento sembravano prevalere i veneziani, ma nei secondi 45’ la Superba prendeva il sopravvento sulla Serenissima, sempre più superbo il Genoa, sempre meno serenissimo il Venezia, che man mano si ammosciava, l’ammiraglio Blessin e il nostromo Badelj stavano per alzare il gran pavese, il commodoro Zanetti e il timoniere Aramu erano pronti con la bandiera bianca, ma per fortuna dei veneti il doge Orsato firmava la pace tra le contendenti.      
3.)   Inter – Sassuolo 0 – 2
Certo che nel I tempo le assenze dell’Inter si sono fatte sentire assai, fuori Bastoni e Brozo, in panca Dumfries e Dzeko, i ragazzuoli del Sassuolo ne hanno abbondantemente approfittato, almeno 5 occasioni da rete, due gol, una traversa. I neroverdi senza Ferrari ma con un Consigli in ottima forma passano due volte, con una stoccata di Raspa che sorprende Handa e una capocciata imparabile di Scamacca. Barella impiegato alla Brozo è una gaffe grave, ma anche gli altri hanno dato troppo poco. Nella ripresa con Dzeko e Dumfries l’Inter ha sì attaccato ma sempre in modo confuso, e si è esposta ai contropiedi micidiali degli emiliani che li hanno graziati in un paio di occasioni. Il gol finale di De Vrij annullato sposta di poco un giudizio sostanzialmente negativo per Simone e i suoi ragazzi, sorpasso rinviato. 
 
4.)   Udinese – Lazio 1 – 1
FIIIIUUUUU ANCHE QUESTA E’ ANDATA

ludd

“Ininfluente”? Insegue il pallone, si porta via il difensore, apre lo spazio per malinosky.. ma perché non commentate lo sci invece del calcio?

il ghiro

perchè non so sciare!

Nicola Romano

Domani vedremo se anche il Napoli si mettera’ a giocare a traversone ( ciapano’ ) conoscendo i miei polli ho sensazioni terrificanti .

Expo

E adesso (se FaB non apre un nuovo thread) cosa dirà il buon Bomba sulla “sculata” della Lazio contro l’Udimessa? Sembra proprio che la prima settimana europea dell’anno, aspettando il risultato di lunedì, dice che le italiane non gliela fanno proprio a giocare in settimana in Coppa e il fine settimana in Campionato.
Tutte le squadre di vertice impegnate in settimana hanno patito in campionato, anche il Milan che in settimana è stato impegnato a Milanello.

Bombaatomica

Se una squadra è forte, vince.
Si, talvolta può esserci un calo nelle prestazioni, ma se sei più forte, vinci.

Oggi la LAZIO ha buttato via due punti. Gettati proprio al cesso.
Ma è chiaro che senza Acerbi, Lazzari, Luis Alberto, Leiva, Pedro e Immobile, abbiamo fatto anche troppo.

Le altre squadre impegnate in Europa (Inter, Juventus, Napoli) c’hanno i quattrini. Non sono paragonabili alla LAZIO.
Loro devono essere prese a calci in culo. Noi facciamo pure troppo.

Mordechai

Passi per gli altri tre, ma non sapevo che Lazzari e Leiva sono perni insostituibili in squadra.

Bombaatomica

Per la LAZIO, si. Sono titolari.
Se giocavano per una delle tre squadre citate, avrebbero pulito i cessi rispettivamente a San Siro, allo Stadium e al San Paolo 😂😂😂

Modifica il 7 mesi fa da Bombaatomica
d9d9

Scusate quest’altro commento. Ma quanto è bona l’ospite della domenica sportiva? Ana Quiles mi fa sballare! Che femminona che è competente pure. Vale la pena di guardare la trasmissione solo per lei, per qualche battuta di Pecci e quando perde la Juve vedere la faccia di Tardelli.

R.T.

Tipico commento Taj , oltretutto fuori tempo, .. ormai non ricordo più la faccia di Tardelli quando perde la Juve….e’ passato troppo tempo dall’ultima sconfitta.
Per una volta sono anche d’accordo con leo/62-82 :
è veramente un commento sessista che ti (s)qualifica. Il mio pollice verso e’ quindi extracalcio

Leo 82

Guarda d9 ti do’ un suggerimento, parlare male del Milan qui dentro sballa e ti porta molti pollicioni up, ma questo può essere considerato un commento vagamente sessista e te ne porta molti down. A meno che non siano per la battuta su Tardelli e la Juve… insomma due errori di forma…

laura

Ciao Leo, toglierei il ” vagamente sessista” e sostituirei “decisamente pecoreccio”. Spero francamente che i pollicioni negativi siano per questo motivo, il mio sicuramente aveva questa motivazione.

Xavier

Leo, te stai a fa’ vecchio e babbione…io a d9d9 ho dato pollice in su.
Eccheccavolo, manco un innocente commento estetico è più consentito?
Te invece guardi Pecci?

Leo 82

Ebbeh l’età è quella che è,e dato che è quella che è io alla Domenica Sportiva manco c’arrivo più visto che la fanno alle una e mezza/ due del mio fuso orario… io spesso nemmeno vedo la fine della partita serale del Milan…

L'ESORCISTA

Avrai di meglio da fare, spero.
😂

d9d9

🤣🤣🤣

Bombaatomica

Dopo il Sassuolo, che indubbiamente scula a San Siro (per chi ha visto la gara), la seconda sorpresa della giornata è il pareggio della LAZIO ad Udinese.

Senza mezza squadra (stavamo per far esordire il nipote di Mussolini e il pro-zio di Hitler 😂😂) e con una mezza pippa in campo di nome Cabral – giocatore che rimpiazza Muriqi – la LAZIO riesce comunque a buttar via due punti d’oro nella Dacia Arena.
Pazienza 🤷🏻‍♂️🤷🏻‍♂️
Ma tanto ormai è assodato che il Quarto posto DEVE essere della Juventus. C’è scolpito il suo nome ed un’avviso: “PERICOLO DI MORTE “ 😂😂😂😂😂

Modifica il 7 mesi fa da Bombaatomica
il radarista

Carissimo, alla fine della guerra, in Germania, venne vietato l’uso del cognome della bestia che aveva causato tanti danni all’umanità. Purtroppo, l’Italia è un paese che ha fatto finta di non essere più fascista e, i sostenitori di questa piaga umana, si sono nascosti tra le pieghe della burocrazia, delle forze armate, della giustizia (il palazzo neronero) e nulla è cambiato, come ben hanno detto Gabriele Salvatores e Bernardo Bertolucci.
E così, al nome maledetto, cui sarebbe stato bene appioppare la “damnatio memoriae”, i nostalgici del fascismo si esaltano. Cambierà mai l’Italia? Non credo proprio.
Povera Lazio, vissuta da antifascista e preda dell’ignoranza.

Buona giornata e saluti

Bombaatomica

E con questo cosa vorresti dire, Radari?

Anche se fosse stato vero che tra le fila della LAZIO giocasse un discendente dell’innominabile, quali colpe avresti voluto addossargli?

Non esageriamo, adesso.
Altrimenti va a finire che ci facciamo prendere la mano come con quei coglioni di americani che stanno abbattendo le statue di Colombo, come fosse un Saddam Hussein qualunque….

il radarista

Scusami Bomba ma il problema non è il nome in sè che è un qualunque cognome portabile da chi lo ha. Il problema è la sciocca fantasia di tifosi già tacciati di essere di estrema destra che si esaltano per qualunque sciocchezza, figurati per un cognome che porta alla loro memoria, non le nefandezze fatte e tragiche per tutta l’Italia, ma il loro stesso essere, completo di immedesimazione ed emulazione.
Gli atteggiamenti di questo ragazzo verranno esaminati con estrema attenzione da chi, stupidamente, aspetta un cenno, un motivo, per dare sfogo alla propria indole. Non si ha certo paura di un cognome ma dell’uso che se ne possa fare. Il discorso è lungo e, probabilmente, non sono in grado di farlo io ma ho letto un paio di libri in proposito e, visti i venti di guerra che soffiano su di noi troppo facilmente, mi dispiacerebbe che qualunque occasione fosse buona per confondere grano e loglio.

Buona serata e saluti

Xavier

Bomba, prepara li sordi pe’ l’aperitivo a Ponte Mollo pe’ mme e pe’ Leo…

Bombaatomica

V’aspetto con le corone di fiori come gli hawaiani 😂😂

Leo 82

A Bombaaaaa la traversa ancora trema… c’avete avuto un culo enorme,come al solito… ma quale quarto posto che se fate sesti avete fatto il massimo e ringraziate sempre quella pippa di Mourinho per esistere, se no nemmeno quello…

Bombaatomica

Aho, la traversa trema ed è giusto che continui a trema’.
C’era un fallo grosso come una casa (tipo quello di Rocco Siffredi 😂😂😂) su un giocatore LAZIALE. L’eventuale gol sarebbe stato annullato, a meno che il “famoso” ditino non sarebbe calato sulla cornetta del telefono 📞 😂😂).

Leo 82

AAAAAARGHHHH adesso capisco perché vai d’accordo co’ Maxx, avete fatto le scuole insieme!!!!! …

Bombaatomica

La Scuola della strada 😂😂😂
Capirai, vengo da Cinecittà…. come Nesta e… Ramazzotti
Nato ai bordi di periferiaaaaaa 🎶🎵
Dove i romanisti scappan viaaaa 🎵🎶
😂😂😂😂😂

Carlo

Non so se il quarto posto sarà della Juventus, sicuramente non avrebbe potuto mai essere della Lazio… siete da sesto/settimo posto, non di più (vista la Fiorentina direi più settimo che sesto)

Bombaatomica

La Fiorentina?!!!!!
Ma se le abbiamo fatto pelo (1-0) e contropelo (0-3) 😂😂😂

Emilio

Te possino.. 🤕

Bombaatomica

👍😄 sempre con rispetto