Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Basta parlare solo dei miliardi di euro che Dazn e Sky dovranno versare ai club di Serie A in virtù del nuovo accordo. Perché nessuno parla del calcio tv visto dalla parte del “suddito telespettatore”? Esiste un popolo del calcio tv, ma vengono rispettati i suoi diritti? E fino a che punto può essere spremuto?  In sostanza, non è che De Laurentiis avesse così torto…

Scusate, ci siamo persi il telespettatore. E’ molto indicativo dell’andamento di questi tempi  come la vicenda dei diritti del calcio chiusa con un accordo tra Lega di A, Dazn e Sky pari a 4,5 miliardi di euro in 5 anni, più una cospicua parte variabile a seconda dell’aumento degli abbonati di Dazn, sia raccontata unicamente in versione confindustriale e di parte. Se sia cioè un buon accordo per i presidenti del calcio e un affare per chi il calcio in tv lo produce, lo trasmette e lo spedisce in diretta nei nostri salotti. Tranquilli, non starò qui a fare una noiosissima concione politico-economica sul calcio italiano e la tv.

  Il problema grave è che, in tutto questo delirio di macroeconomia del pallone, ci siamo persi il telespettatore per strada e sono stati fatti i conti senza di lui, che pure è un protagonista non secondario di questo mondo. Gli abbonati a Dazn sono circa un milione e mezzo, e si spera di portarli sopra i due o addirittura tre milioni contando molto sulla legge antipirateria (e in questo caso i club suddividerebbero il surplus di guadagno con Dazn stessa). Calcolare il resto di quella popolazione è complicato perché poi cominciano le sovrapposizioni di quelli che nella rincorsa patologica all’avere tutte e qualsiasi partita in tv, finiscono con l’essere abbonati all’intero universo. Io, ad esempio, sono uno di quelli.

   Uscendo dunque dal concetto di abbonanti come mero numero di clienti, rimasti agganciati all’amo dell’Iban o della carta di credito, dobbiamo entrare nel concetto “politico” di popolo del calcio tv. Come soggetto senziente e dotato di personalità che ha certo dovere di pagare ma anche dei “diritti umani” da rispettare. Perché ad esempio mi fate bestemmiare quando la diretta si blocca su un calcio di rigore? Non è questa una lesione grave dei miei diritti?

  Non sono un fan del socialismo reale secondo cui il popolo del calcio tv avrebbe addirittura diritto di sedere al tavolo della trattativa, ma almeno tenerne conto questo sì. Gli spot sulla pirateria che girano sono torvi, estremamente colpevolizzanti e fanno espresso richiamo alla criminalità organizzata cercando di far sentire complice il telespettatore abusivo. Ce ne era uno anni fa con uno stadio che sembrava un cumulo di macerie rimasto malamente in piedi in una grigia era post nucleare. Insomma l’unica visione ufficiale, ammessa del telespettatore come soggetto di diritto in questa storia è quella di un anonimo che non deve prendere scorciatoie e pagare tutto quello che deve pagare. E basta.

  Non c’è nessuno o quasi  – tranne un riferimento sul Fatto Quotidiano – che abbia rovesciato l’inquadratura, per non dire l’intero tavolo della discussione. Cosa ne sarà di noi sudditi telespettatori, in meri termini di bollette impazzite, qualità dello spettacolo, e un rovo intero di rotture di scatole le più svariate?

  Dio ci ha salvato dall’ipotesi di un Canale Calcio della Lega di A – nel senso che nel nostro già precario e superobeso impianto avremmo dovuto magari collegare pure la sala controllo di Cape Kennedy al nostro decoderino di Sky Go… – ma tutto sommato forse avrebbe almeno sgombrato il campo. Pagare una cifra precisa per il solo calcio, senza null’altro. L’uscita di Aurelio De Laurentiis è stata bollata, secondo iconografia del soggetto dal super io ipertrofico, come pittoresca, esibizionista, sguaiata – ed è vero –  ma è soprattutto vero che per vedere Milan-Juventus in tv ci siamo presi anche i canali del biliardo e quelli del ragni del Suriname, mille canali di telegiornali, duemila di cartoni animati, un milione di film che non vedremo mai. Insomma il calcio tv è ormai solo una nuvola di un gigantesco cloud che incombe sulle nostre teste di sudditi telespettatori. Quando De Laurentiis dice “così non capiremo mai quale sia il valore del calcio in tv” ha straragione. Così come abbiamo straragione noi quando inutilmente a un call center chiediamo: “Ma scusi, il calcio in tv quanto mi costa”. Eh, eh, questo è il punto.

  Andando all’inseguimento dell’ultimo canale e dell’ultima diretta ho scoperto che spendo una cifra annuale esagerata che mi vergogno a confessare. Il percorso è quello di tanti come me in Italia: cominci con Tele+, poi Sky, più Dazn, più Amazon Prime. Semplificando, ti abboni a Dazn, ma resti abbonato anche a Sky perché ha la Champions League, e poi ti abboni ad Amazon Prime perché ti fa comodo qualcuno che ti porti un set di chiavi a brugola a domicilio ma anche vedere la partita di Champions del mercoledì. E a questo c’è da aggiungere un aumento dei costi pesante, progressivo e sotterraneo di cui non hai mai reale contezza. Insomma un labirinto da cui non uscirai mai e in cui, continuamente, c’è un telepass apposito che preleva soldi dalla tua carta di credito.

  Per arrivare a questo abbiamo magari dovuto costruire complicate reti domestiche di connessioni in fibra ottica, per poi avere un trabiccolo che spesso si blocca e nessuno fa niente. E’ sempre colpa del tuo impianto, della tua connessione, del tuo provider. Ultimamente Sky mi offre un pacchetto anche conveniente di canali, calcio, e pure connessione wifi, ma dovrei smantellare l’intero castello tecnico-finanziario-abbonamentale esistente – il calcio tv finisce con l’essere connesso anche all’abbonamento in offerta del telefono di mia moglie e quello di un figlio… – , e dunque mi arrendo, rinuncio. Lo Stato, che ha permesso che si arrivasse a questo clamoroso inghippo, che nulla ha fatto per fare chiarezza nei settori coinvolti,  e che adesso si affanna ad assecondare club e network vari sul contrasto alla pirateria, ci ha infilato come pedine rapidamente sperdute dentro questo labirinto. Siamo praticamente nella stessa giungla della telefonia – non a caso l’interazione tra i due settori è intensissima -, ogni tanto vedo gente disperata che stanca di parlare inutilmente con un call center va in questi centri commerciali a cercare di parlare con qualcuno che possa risolvergli il problema di uno smartphone che non va o di una bolletta letteralmente impazzita non si capisce perché. La maggior parte delle volte se ne va senza aver risolto nulla.

  Ecco evito di entrare nei tecnicalismi  singoli, però dico: vale la pena tutto questo per il calcio in tv di cui siamo diventati dipendenti? E’ uno spettacolo – quello misero di Milan-Juventus o Roma-Monza che sia –  che vale non i tanto discussi 900 milioni che le tv devono versare ai club di A, quanto i nostri 50, 75, 100 e anche passa euro al mese, per ben oltre mille all’anno? E se qui per caso tornassero per miracolo i grandi campioni di un tempo, che so Mbappé, Haaland e Messi, quanto ci farebbero pagare?  Mille euro al mese, data ormai l’enorme differenza?

  Se parliamo di ludopatia dei calciatori che non si controllano nello scommettere, non sarà che anche noi dobbiamo curare la nostra calciopatia che ci porta a versare i nostri risparmi dentro questa vorace  slot machine del calcio tv?

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canai social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SINTESI

Basta parlare solo dei miliardi di euro che Dazn e Sky dovranno versare ai club di Serie A in virtù del nuovo accordo. Perché nessuno parla del calcio tv visto dalla parte del “telespettatore”? Esiste un popolo del calcio tv, ma vengono rispettati i suoi diritti? E fino a che punto può essere spremuto? 

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
46 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

siefbi

Io sono abbonato a praticamente qualunque cosa, tranne al calcio per una questione evidentemente non economica, ma di principio.
A me interesserebbe vedere le partite della mia squadra e solo quelle, ma tutte: in casa, fuori casa, campionato e coppe, in diretta o quando pare a me, complete o solo highlights.
Per ottenere questa cosa dovrei fare almeno due abbonamenti (DAZN e Sky Calcio) a costi assolutamente fuori mercato (cos’è il valore di mercato lo definisce il costo di servizi analoghi in patria e fuori): non puoi pensare di farmi pagare >al mese< quello che pago per servizi analoghi >all’anno<, né puoi pensare di farmi pagare un prodotto (peraltro di m…a) 10x quello che lo fai pagare ai tedeschi o agli americani (che peraltro hanno un’economia e stipendi di ben altro livello rispetto ai nostri).
In conclusione: vadano tutti a dar via il c…o, sto benissimo così: vedo – se ne ho voglia – quel poco in chiaro che passa il convento di Sky senza Calcio o Prime e sto benissimo lo stesso, anzi forse sto pure meglio.

EroAdAtene

Secondo un mio calcolo da semplice visualizzatore dei servizi post partita del campionato, la partita del marted’ su canale 5 e quella del mercoledì su prime, l’utente affamato paga intorno ai 120€ al mese per vedere tutti gli eventi. Per carità, ognuno ha le sue passioni, ma allora quando si parla di famiglie in crisi e con problemi ad arrivare a fine mese, si chieda dei “vizi e vizietti” vari (abbonamenti a piattaforme varie, telefoni di ultima generazioni, auto prese a rate, etc.), e poi si ragiona veramente. Basterebbe disertare tutti DAZN e SKY, poi vediamo come finisce…

scotland16

perfettamente d’accordo su tutto caro Bocca; io mi sento libero , ho disattivato tutto, ho solo Netflix, vedo 90esimo minuto e casomai vado a casa di amici o in locali pubblici, almeno vivo la socialita’; qualche volta l’anno vado a vedere partite anche in viaggio (quest’anno Helsinki-Vaasa 4-0 , New York-Miami 0-2 con Messi e uno splendido di altri tempi Hibernian-St Mirren 3-2 coppa di Lega scozzese sotto il diluvio..in Italia 2/3 della Roma e un paio di B, C a Frosinone e Cesena)….ultima cosa ma importante , e, va detto, l’unico che aveva posto il problema era Andrea Agnelli (si, proprio lui); vedo i nipoti e gli amici loro (17-24 anni), ebbene, nessuno segue ormai da vicino il calcio (tranne, anche loro ogni tanto, lo stadio); le partite sono troppo lunghe per il loro “mondo” e i commenti/chiacchiere non interessano nulla. Casomai seguono l’NBA e il basket ; questa estate mio nipote negli USA voleva vedere Baseball e Football Americano….
Inoltre va detto che il Calcio italiano si e’ svenduto totalmente sul punto ORARI.In Premier, Bundesliga , Ligue 1 , Premier scozzese, Eredivisie olandese…rimane un orario di riferimento (di solito il sabato pomeriggio o la domenica pomeriggio in Francia), dove si giocano almeno 4/5 partite come era di tradizione.La Serie A ormai gioca in 8/9 orari diversi con giornate che durano 4 giorni (la Premier 2 max 3 , la Bundesliga 2).
Una cosa assurda che allontana e disamora (2 partite il lunedi non le fa nessuno, neanche la Spagna che pero’ ha da sempre una tradizione di orari variabili, quando noi eravamo l’esempio migliore al mondo con la famosa contemporaneita’).
Il calendario senza senso e orari stabiliti allontana; la domenica alle 12,30 e’ un orario folle che puo’ andare bene solo in pieno inverno, altrimenti la gente preferisce la gita, il pranzo fuori, o stare anche all’aria aperta in citta’. Il mio dubbio e’ che questa spalmatura assurda (che non ha senso perche’ sappiamo benissimo che certe squadre hanno qualche migliaio di utenti e potrebbero andare in contemporanea ) sia dovuta ai “pseudo” potenti mezzi di Dazn che non “reggono” piu’ di 2/3 partite in contemporanea e allora si gioca, appunto, dal venerdi al lunedi. Inoltre siamo l’unici campionato importante al mondo dove la contemporaneita’ e’ ormai rimasta SOLO per l’ultima giornata. Certo l’accordo avra’ in se’ pure il mantenere 20 squadre in serie A (il che abbassa naturalmente il livello), quando gia’ Bundesliga e Ligue 1 , quest’ultima da questa stagione, sono scese a 18.

il radarista

Buon giorno sig. Bocca. Perché ci vuole tanto tempo percheé i miei post possano superare l’Ufficio Moderazione? Grazie.

Vipe

Alla tabaccheria del paese IL CALCIO e IL CICLISMO ILLUSTRATO quella settimana non fu consegnato, vi arrivava la sola copia per me.
Pedalai 15 km, anche un tratto sterrato, diretto all’ edicola del capoluogo. Avevo 12 anni.
Una partita della Nazionale la seguii incollato alle vetrine del bar Italia. Era una domenica di novembre, 14 anni in libera uscita dal collegio; nessuno degli avventori pur avendomi notato freddoloso mi fece cenno di entrare.

Sky mi costa 40€ ( anche i film )
DAZN 30€ + 10€ si collega il figlio che dall’ appartamento sopra + 5€ per comodità 214 Sky.

Non ho altre dipendenze…

Waters

Come cantava il sommo Faber in Don Raffaé, dopo 90 domande e 200 ricorsi ieri si è chiusa ufficialmente Calciopoli, John Elkann ha dato l’ultimo e definitivo strappo – il più doloroso – sulla contrarietà Presidenza del poco amato cugino.

Salud.

malandragem

Sospiro di sollievo eh waterz, nessuno vi toglierà quanto rubato…

il radarista

Su un sito in “papiamineto” ho visto Union Berlin – Napoli e non ho mai visto il Napoli giocare così male. Se questi hanno diritto a giocare la “Champions League”, figuriamoci gli altri. Meno male che c’era Kavartskhelia che ogni tanto tentava qualche sortita. Finalmente gliene è riuscita una ed ha passato la palla a Raspadori che, senza pensarci un attimo, ha beffato il portiere dei berlinesi con un violentoi sinistro. Tutto bene quel che finisce bene. Per quanto riguarda la cronaca, come sempre, mi affiderò a “Il Ghiro” che coglie i particolari senza la mia partecipazione emotiva.
Buona giornata a tutti.

il radarista

L’argomento che lei tratta è più serio di quel che possa sembrare. DAZN e SKY hanno creato un vero e proprio monopolio che ci obbliga ad avvicinarci a un banchetto anche quando abbiamo bisogno di un semplice panino. Solo che il banchetto è complesso e non è rifinito bene, per cui, quando lo usiamo, ci perdiamo qualcosa. Ma tant’è. Abbiamo pagato perché ci è stato imposto di dover per forza avere tutto e quel che ci serve si vede anche male. E così una partita scadente e giocata coi piedi come Juventus – Milan viene pubblicizzata come uno scontro tra titani, invece sono quattro nanerottoli che riescono a far un gol solo per sbaglio. La partita è stata così scadente che la regia si è soffermata anche più del dovuto sul brutto spettacolo offerto dall’allenatore della Juventus. “Molto pittoresco” avrebbe detto la “signora inglese” di Enrico Montesano, l’amica di Salvatore.
Resta il problema dei costi e si inizia pian pianino per poi arrivare a cifre che solo poche persone si possono permettere. La maggioranza dei tifosi non dispone di tanto e si deve contentare degli Highlights o delle trasmissioni in streaming che riempiono i PC di virus e pornografia non cercata e non voluta.
Verrebbe da chiedere ai monopolizzatori se hanno idee di quante persono vogliono seguire le partite e solo quelle da casa. Credo che si arrivi a una ventina di milioni di utenti che, a un prezzo chiaro e più basso, limitato alle sole partite di calcio, darebbe più introiti dei polli spennati fino sotto pelle.
Essendo uno di quelli la cui economia ha subito alti e bassi (mia moglie mi ha sempre definito “l’acensore dell’Empire”), specie negli ultimi due anni, certamente non potrò abbonarmi più a DAZN e a SKY, sono quindi costretto a sfogliare internet per trovare un sito che mi faccia vedere qualcosa. E quelli che stanno nella mia situazione, sono la maggioranza.Credo non sia difficile da capire, visto che l’economia generale sta andando di male in peggio e mi sembra strano che queste cose non le capiscano DAZN e SKY.
Un’altra cosa. Stava per scadermi Amazon Prime e tre gfiorni prima della scadenza ho mandato la e-mail per la disdetta. Alla scadenza la banca mi comunica di aver pagato la nuova rata annuale ad Amazon. Quindi, neanche una mail a disdetta è bastata. Sarei dovuto andare in banca a fermare il pagamento. sarà per l’anno prossimo.
Esiste una viglilanza sui Monopoli. Spero faccia sentire la sua voce.

Bombaatomica

Tornando al calcio giocato, ieri sera si sono svolte le prima due gare delle 4 squadre italiane impegnate in Cempions Ligh, la regine della Coppe.
Giovedì giocherà la Cesso Cup e la Mortadella Cup, cioè le coppe per sfigati 😂😂

L’Inter, questa bella Inter, ci delizia ancora una volta con una prova convincente vincendo contro il Salisburgo, buona squadretta ma non eccelsa.
2-1 il risultato finale che avrebbe potuto essere piu corposo.
Bravi ragazzi, i colori biancazzurri vi applaudono sempre 😁

Ma veniamo a chi scula 😂
O Napule scula a Berlino contro lo Union, la peggior squadra della Cempions Ligh e di tutti i campionati europei. Non per niente perde 9 partite di fila tra campionato e coppa. Scandalosa! Un affronto al bel gioco, ma anche alla Coppa stessa che dovrebbe presentare la crem de la crem d’Europa.
Nonostante ciò, i partenopei (che tifo 😁 sebbene li “sproni” a far meglio), fanno un solo tiro in porta portando a casa i 3 punti immeritati.
Bene per gli amici napoletani. Male per gli amanti del bel gioco, come noi della LAZIO 😁 abituati fin troppo bene dal sommo Comandante Sarri 😁

ROS

….😁 grande lazie a rotterdam.
p.s. sarri comandante era a Napoli….ora al massimo appuntato.

Ludd

Aggiungiamo l’odiosa pubblicità aumentata in modo esponenziale su Sky e molto presente anche su DAZN. Vergognosi, se pago quelle cifre non voglio vedere pubblicità!! DAZN tolta tolta quest’anno, ma credo che presto abbandonerò anche Sky.

monica

vero. non ho dazn,ma su sky è veramente aumentata. in particolare mi dà molto fastidio durante i gran premi quando dividono in due lo schermo

Camillo P.

Su DAZN la pubblicità prima che inizi lo streaming è fastidiosissima, sia perché ès empre la stessa, sia perché ti impedisce di fare zapping.

Cisco

Vivo in USA e con Paramount+ pago $6 mese per vedere in diretta, Seria A, Champions, Europa league e Conf Cup,e forse Coppa Italia (almeno si vedeva l’anno scorso) piu’ lega messicana, brasiliana, Arabia, Asia FC league e altro. basta un VPN….

RM28

Si, ma dove vivi tu quanto costa, ad esempio, vedere la NBA e/o la NFL? E’ chiaro che i campionati esteri o di sport “minori” costano molto meno

Cisco

Bella domanda, mi sono documentato visto che non seguo sport americano.
In generale costa molto meno tutto. Il punto e’ che tutti offrono quasi tutto, non e’ che alcune partite le fa DAZN e altre RAI e altre SKY…. questo abbassa I costi.

NBA Premiun costa 140$ anno senza pubblicita’ e $99 con advertising e vedi tutto.

NFL e’ su Paramount+ ($6/mese + calcio etc), ma forse non le vedi tutte.

Molte partite NFL, MLS sono in chiaro su canali TV tipo FOX,NBC,ABC….(abbonamento a cable paghi $50/$100 mese con phone, Fibra 500GB per esempio).

Il calcio MLS e’ su Apple TV+ $7mese incluso tutta la programmazione di Apple TV.

Camillo P.

Tecnicamente lo puoi fare, legalmente non credo. Per il mercato “è giusto” che per vedere la NFL o la MLB si paghi meno in Italia che negli USA.

Archivista

Per connettersi a Paramount+ America basta una VPN, sì, ma per pagare l’abbonamento c’è qualche passettino più scabroso da fare. Carte di credito e Paypal europei non sono accettati, e anche con carte virtuali e/o gift cards la trafila non è semplicissima…

Poi, certo, questo è il valore commerciale del prodotto per un pubblico interessato soltanto allo spettacolo in sé – senza più forti ragioni “politiche” di tifo e controtifo.

Da consumatori, noi possiamo abbattere il costo del prodotto – ma quel poco che ne rimane, nel caso, ci interessa ancora?

Bombaatomica

Confermo.
Non vivo piu negli USA ma dalla parte opposta. Ma la storia è semrpe la stessa.
Nella mia zona pago l’equivalente di 4 euro/mese per avere Serie A, Bundersliga, Ligue, Liga e Cempions Ligh con BEin Sport.

Non si capisce perchè in Italia occorra pagare 40 sacchi per la serie A. Mi sembra un’enormità al confronto di altri canali.
Come dice Sisco, conviene fare una VPN (70 sacchi per 2 anni) ed acquistare un pacchetto su un canale estero.

RM28

mi pare di capire che sei in Australia. Quanto costa laggiù vedere il campionato di rugby o il football australiano? (mitico, lo sport più violento che abbia mai visto, ma gli arbitri mi fanno morire!!!)

Bombaatomica

Mi dispiace RM28, sto a 7 ore di volo da Sydney 🤷‍♂️

monica

Beh,il primo anno che dazn costava meno,li ho tenuti tutti e due. Poi l’anno dopo è aumentato,ma lo pagavo a metà col figlio quindi andava bene lo stesso. Poi ho messo in pausa per il mondiale,e al ritorno del campionato a gennaio ho trovato uno stonfo di aumento che levati! Tutto questo per una qualità piuttosto bassa,lo vedevo sul televisore ma niente a che vedere con sky. E allora per me dazn stop.
Mi tengo sky dove mi vedo le 3 partite che gli spettano(quando non c’è la mia viola me la sento su una radio locale), mi vedo le coppe,il tennis, moto e auto,le serie,i programmi,varie produzioni di sky che mi piacciono, niente cinema né 4k o paramount o disney plus perché non mi interessano,il tutto a un prezzo che mi sta bene. E soprattutto con sky ci posso parlare e mettermici d’accordo,con dazn non c’è verso: o paghi quella cifra,o esci. E solo da qualche mese hanno un telefono per contattarli,prima neanche quello.
Per me dazn ha chiuso. E se continuano con i vecchi problemi vedrai come aumentano gli abbonati,sì, come no… e mi dispiace che i presidenti (compreso il mio) non ne tengano minimamente in conto

Modifica il 5 mesi fa da monica
commentanonimo

Argomento complesso. Io ho cancellato DAZN e SKY perchè da juventino non pago un carrozzone che, fuori dal campo, ci fa stare fuori dalla Champions. Giusto o sbagliato che sia, non commento, io però sto benissimo. Guardo gli highlights tipo Domenica Sprint e le partite in chiaro che trasmettono. Come tanti anni fa. E sto bene. Detto questo non capivo perchè da tifoso dovevo fare le 10 partite di DAZN. A me interessava solo la Juve, e al massimo mi guardavo Inter-Milan, la partita più affascinante d’Italia per me. In sintesi il carrozzone di Prime, Sky e DAZN non lo sottoscriverei più, a prescindere dalle considerazioni “politiche”. Per ciò che riguarda i diritti sono stati svenduti, anche se dubito che il valore calcio aumenti con tutta questa gentaglia che gira, c’è pure il rischio che DAZN ci perda, procure che più che indagare nel torbido sembra che creino il torbido per rovinare il sistema, partitacce con allenatori inguardabili compreso il nostro, e tanto altro. Sospendo il giudizio. Però preferirei pagare qualche euro al mese per il Bloooog che 20 per DAZN. Mi diverto di più qua. Un saluto a tutti. Ah, aggiungo. In UK il calcio credo sia diventato per ricchi. Vedere una partita allo stadio è quasi impossibile. Ecco, quello sarebbe bello, lo stadio. Stadi capienti e poco costosi e tutti alla Domenica alle 15 a vedere la partita dal vivo. Come una volta.

Modifica il 5 mesi fa da commentanonimo
Mordechai

Come una volta, sì. E tutte in contemporanea, basta con le giornate di campionato che durano una settimana. Che par di palle.

CL5

A me interessa vedere solo la Juve, le altre partite non le guardo (a dire il vero, ultimamente, nemmeno la Juve mi ispira molto la voglia di guardarla). Quindi, se ci fosse una sorta di abbonamento, ad un prezzo ragionevole, per vedere solo la Juve, lo farei.
Ma perche’ devo pagare tanto per vedere cose che non mi interessano? Conclusione: DAZN e SKY non hanno i miei soldi (in realta sky si, visto che ho sky sport).

cipralex

Juventus TV.

20 € l’anno.

Vedi le partite in differita di 90 minuti ( circa).

Vipe

Leggerò volentieri a quali piattaforme è abbonato il GHIRO…

il ghiro

Caro Vipe, sono un vecchio Skyista e un più recente Dazonista, pago quello che mi chiedono, sfruttando quando possibile le offerte al ribasso, quindi anche Prime Vision, insomma sono un calciomane compulsivo, quando non vedo in diretta rivedo in registrata.
Finita nel 2010 per motivi di salute l’era della Tribuna Tevere, nel Pre-Covid andavo a vedere le partite nel mio LazioClub personale sulla Cassia, a casa di amici, aquilotti doc, insieme ad un nutrito gruppo di “nipotini” veri e acquisiti per fare con loro un tifo da Curva Nord.
Durante il Covid mia moglie mi ha vietato di uscire, troppo rischioso per me, e mi autorizzato ad affiancare DAZN a SKYCalcio. Io mi guardo le partite e lei i serial, i film e il canale Sky136 di Classica.
D’altra parte non fumo, non bevo, non gioco a carte, non ho altri vizi nascosti, mi spendo questi quattro soldini da pensionato per la mia “amante segreta”, la palla rotonda, che poi come amante tanto segreta non è, tanto che adesso sono i nipotini che qualche volta vengono a vedersi la partita da me.
Qualcuno mi rimprovera perchè non seguo con la stessa passione gli altri sport, ma se lo facessi la mia metà telefonerebbe immediatamente al Sindaco Gualtieri per un urgente T.S.O., per cui niente tennis, pallavolo, rugby, ciclismo, basket, atletica, ecc. Mi pare un’accordo equo e sostenibile.

Modifica il 5 mesi fa da il ghiro
il ghiro

Due errori nel temino richiesto da Vipe:
1.) “Mi ha autorizzato”, mancava “ha”
2.) “Un accordo” e non “un’accordo”.
Questo maledetto apostrofo sbagliato mi perseguita dalla licenza liceale: splendido tema su “I palazzi italiani del Rinascimento”, svolgimento altrettanto splendido su sei facciate di foglio protocollo, non riesco a finire di ricopiarlo in bella, consegno anche la brutta. Ebbene in entrambe le copie e per ben tre volte scrivo “un’artista” con l’apostrofo, ovviamente sempre un artista di sesso maschile. Morale: come mi spiega la prof membro interno della commissione di esame, la mitica Carla Guglielmi, prof di Storia dell’Arte del Tasso, un tema da otto si becca un inglorioso sei meno meno.

Archivista

Il calcio che mi piace: più ghiri, meno gare!

mah...

Ma dr. Bocca, sostanzialmente per essere felici e soddisfatti vorremmo un solo abbonamento, selezionando solo il calcio, e che costi – diciamo – non più di 20-30 euro al mese (così siamo un pò più attrattivi rispetto al “pezzotto”)?
Ebbene, non ci riusciremo mai.
Però siamo consumatori consapevoli, e si possono fare delle scelte o talvolta anche rinunce.
A me piace vedere le partite e sono un uomo fortunato: con Tim Vision + infinity oscillo tra i 29 euro, per i primi mesi, e i 39 euro mensili.
Per molti possono essere molti soldi in un anno, forse non tutti se lo possono permettere, ma se c’è passione e voglia di vedere il calcio, mi pare che ci siano tanti passatempi molto più costosi.

Camillo P.

I prezzi in Spagna, Italia, Germania e Francia non sono molto diversi, quindi la scelta è ormai se te lo puoi permettere o no. Nel breve periodo, quelli che se lo possono permettere credo non siano destinati ad aumentare e l’idea di raddoppiare o triplicare gli abbonati con la lotta agli abusivi è da mondo dei sogni.

convenevole da prato al secolo Nicola Romanoo

Beh ,io sono rimasto con Sky perchè mi interessano soprattutto le coppe, mi andrebbe anche bene avere il 30×100 delle partite di serie A se non fosse che
1 non capita mai un derby
2 mai o quasi mai una partita di cartello
3 la Lazio si puo’ vedere spesso ,forse anche una dozzina di volte (e mi va bene) in compenso il Napoli l’anno scorso l’ho visto 2 volte
4 una volta il sabato sera che su Sky c’era la partita principale o una di quelle, adesso quando va bene ,ma proprio bene capita una grande contro una piccola .
Ho fatto le mie rimostranze, ovviamente senza ottenere niente, in fondo non pago tantissimo e non mi pesa, oltretutto disdicendo avrei problemi credo a vedere le tv in chiaro con quel televisore, quindi continuo cosi ,in mancanza d’altro mi contento delle brevi sintesi come si diceva una volta, alla mia età quando c’è la salute è gia’ tanto, però un pochettino mi da fastidio .

Sergiod

Mi ritrovo in questo bellissimo testo di De Gregori, se avessimo unità e maggiore coraggio forse anche le piccole cose potrebbero cambiare, perché questa secondo me è una piccola cosa a confronto di altre…

La storia siamo noi, nessuno si senta offeso,
siamo noi questo prato di aghi sotto il cielo.
La storia siamo noi, attenzione, nessuno si senta escluso.
La storia siamo noi, siamo noi queste onde nel mare,
questo rumore che rompe il silenzio,
questo silenzio così duro lavoro da masticare.
E poi ti dicono “Tutti sono uguali,
tutti rubano alla stessa maniera”.
Ma è solo un modo per convincerti
a restare chiuso dentro casa quando viene la sera.
Però la storia non si ferma davvero davanti a un portone,
la storia entra dentro le stanze, le brucia,
la storia dà torto e dà ragione.
La storia siamo noi, siamo noi che scriviamo le lettere,
siamo noi che abbiamo tutto da vincere, tutto da perdere.
E poi la gente, (perchè è la gente che fa la storia)
quando si tratta di scegliere e di andare,
te la ritrovi tutta con gli occhi aperti,
che sanno benissimo cosa fare.
Quelli che hanno letto milioni di libri
e quelli che non sanno nemmeno parlare,
ed è per questo che la storia dà i brividi,
perchè nessuno la può fermare.
La storia siamo noi, siamo noi padri e figli,
siamo noi, bella ciao, che partiamo.
La storia non ha nascondigli,
la storia non passa la mano.
La storia siamo noi, siamo noi questo piatto di grano.
( Francesco De Gregori)

Tiziano

I diritti degli spogliarelli a bordo campo di Allegri chi li detiene? Onlyfans?

malandragem

I’m too sexy for my shirt
Too sexy for my shirt
So sexy it hurts
And I’m too sexy for Milan
Too sexy for Milan…

Modifica il 5 mesi fa da malandragem
Doctordodo

Oggi il governo ha presentato un disegno di legge per combattere la pirateria che affida direttamente ai gestori telefonici (TIM, WIND, ILIAD ecc.) la possibilità di spegnere i siti privati bypassando l’ Ag-Com, cosa chiaramente illegale che i gestori della telefonia non accetteranno mai perchè non puoi affidare l’esecuzione di una legge ad un privato : sarebbe come per fare un esempio avanzo soldi da un tizio vado alla sua banca e pretendo che me li diano prendendoli dal suo conto corrente.
Siamo in mano ad un governo di destra estrema, incompetenti al massimo livello e che ci porteranno presto al disastro economico (naturalmente quella del calcio è solo un’inerzia rispetto ai danni che stanno facendo).

comevolevasidimostrare

👍

Doctordodo

Credo che ognuno debba decidere in piena autonomia in base ai propri gusti e possibilità economiche. Ho l’abbonamento a SKY da sempre, lì anno scorso a malincuore ho fatto anche l’abbonamento a DAZN per 29,99 al mese (con pause estive e mondiali di calcio ho pagato 8 mesi su 12).
Quest’anno DAZN per mail mi ha informato che l’abbonamento passava a 40,5 mensili oppure rimaneva a 29,9 mensili per 12 mesi all’anno, mi è sembrato che un aumento di circa il 33% fosse assolutamente ingiustificato ed ho mandato la disdetta.
Pochi giorni fa DAZN ha fatto una nuova offerta di 19,9 al mese per 3 mesi poi si passa a 40,5; ho accettato e prima della scadenza dei tre mesi manderò una nuova disdetta in attesa di una nuova offerta.
Non sono dieci euro che mi cambiano la vita, ma è una questione di principio : il mondo del calcio e della TV deve proporre abbonamenti a prezzi corretti e non strozzare gli appassionati.

Mordechai

Ah…gli highlights su youtube che invenzione meravigliosa.
Tutto il resto è noia.

Bob Aka Utente11880

Quindi, mi perdoni, quale soluzione suggerisce ?
Il ritorno al monopolio RAI ?
L’antenna sul tetto ?
La schedina ?
Il passaggio a Sky anni fa ha già fatto fuori una parte degli spettatori, i non abbonati o non-parabolati.
L’arrivo di DAZN ci ha spinti in rete, dove ormai transita una gran parte dei contenuti video, da Raiplay a Netflix, Disney, Paramount, Sky ecc.
I soldi pagati alla Lega sono probabilmente il massimo per garantire un ritorno economico a chi trasmette: la guerra alla pirateria temo dia ben pochi frutti, perché il pirata non è detto sia un furbacchione senza scrupoli, o un contestatore, ma più probabilmente uno che non può pagare decine di €mese per vedersi il calcio con l’abbonamento. Soldi che non ha oggi e non avrà neppure domani. Quindi aspettarsi risorse aggiuntive dagli ex-pirati (e raddoppiare gli abbonati) non pare una prospettiva solida su cui basare la sostenibilità dell’operazione, che deve quindi fare i conti con i polli-certi da spennare e a partire da quelli calcolare il costo dell’abbonamento. E viceversa calcolare quanto pagare alla Lega. Non vedo molte alternative.

Bombaatomica

La serie A è comunque visibile in tutto il mondo.
E’ evidente, dunque, che il ritorno economico per DAZN è enorme, sebbene paghi 1 miliardo di euro all’anno.
Quello che non capisco – o voglio far finta di non capire… – è perchè in Italia fai pagare 40 euro per la serie A quando all’estero l’abbonamento mi costa 4 euro, cioè dieci volte di meno.
C’è qualcosa che non mi torna.
E’ chiaro che in Italia gli appassionati pagherebbero qualunque cifra pur di vedere la propria squadraccia del quore… 😁… un pò come la benzina. L’italiano pagherebbe pure 3 euro al litro pur di viaggiare comodamente per andare al lavoro.
Ma questo è un altro tema…

Bob Aka Utente11880

Caro Bomba, evidentemente la serie A per gli stranieri vale 4€/mese … o 6$ al cambio

Modifica il 5 mesi fa da Bob Aka Utente11880
RM28

Sinceramente non sono mai riuscito a capire perché il calcio in TV non debba seguire le stesse regole di mercato di qualsiasi altra forma di intrattenimento.
Voglio dire, mi pare che Netflix stia andando piuttosto bene perché punta su un’offerta ampia e di qualità, Prime Video invece punta sul fatto che il costo è ridotto e comprende anche le spedizioni gratuite e veloci.
Altri operatori forse non sono stati abbastanza bravi e sono andati fuori mercato.
Se un servizio funziona il cliente lo paga, se non funziona non lo paga.
Perché il calcio dovrebbe essere una specie di “diritto inalienabile” del cittadino, per il quale parlare addirittura di “lesione grave”???
In Italia abbiamo addirittura una legge che stabilisce che le partite della Nazionale fanno parte degli “eventi di particolare rilevanza per la società di cui deve essere assicurata la diffusione su palinsesti in chiaro”.
E perché non facciamo gli stessi ragionamenti anche per il curling, che è sport nobilissimo e spettacolare (sicuramente più di certe partite di serie A)?

mario rossi

Bocca i diritti ci sono poi però bisogna essere capaci di farli valere, mica c’è uno di dazn o sky che ti punta la pistola e ti obbliga a firmare.
Basta disdire tutto come ho fatto io, mi rimangono 2 partite di cl (una in chiaro l altra su ap) e la europa league su tv8 al giovedì quando ne ho voglia. Le assicuro che vivo benissimo.

46
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x