Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Milano vince il suo 30° scudetto del basket dopo un play off contro Bologna, arrivato fino alla settima partita. Una supersfida testa testa tra due superbig del basket, per un finale di stagione molto spettacolare. Quasi tutti gli sport di squadra si affidano ai play off per assegnare il titolo, tranne il calcio fedele alla sua tradizione. Voi cosa direste se anche la Serie A introducesse questa novità? La considerereste un’offesa alla storia del football o un salto avanti nel futuro?

Favorevole o contrario a un Play Off per assegnare lo scudetto nella Serie A di calcio?

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canai social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

Milano vince il suo 30° scudetto del basket dopo un play off contro Bologna, arrivato fino alla settima partita. Una supersfida testa testa tra due superbig del basket, per un finale di stagione molto spettacolare. Quasi tutti gli sport di squadra si affidano ai play off per assegnare il titolo, tranne il calcio fedele alla sua tradizione. Voi cosa direste se anche la Serie A introducesse questa novità? La considerereste un’offesa alla storia del football o un salto avanti nel futuro?

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
135 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Nessuno 3

OT: Garcia: “Ho buone sensazioni, ho ricevuto un’accoglienza calorosa, ringrazio i tifosi.”

Ho buone sensazioni?? Sono preoccupato!! 🙂
‘Nce vedimme

il ghiro

I Casi Loro – Quisquilie
1.)   Roma Gangnam Style
Il programma delle amichevoli dei lupacchiotti deve essere riveduto e corretto, c’era in previsione una faticosa ma prestigiosa e lucrosa tourneè in Corea del Sud con una serie di amichevoli organizzate a Seul e nelle principali città sudcoreane, contro squadre locali e non. Invece il bravo Thiago Pinto dovrà rivedere il calendario degli impegni di fine luglio, perché pare che l’anticipo a garanzia che doveva fornire la società organizzatrice non stia arrivando nei tempi previsti, questo contrattempo sta frenando tutto il programma delle partite previste in preparazione del prossimo campionato. Eppure il De Presidentis aveva messo sull’avviso gli amici e colleghi Friedkin, anche il Napoli aveva previsto di chiudere la stagione trionfale 2022-23 con una amichevole con il Maiorca da giocare a Seul, per rendere il dovuto omaggio ai due giocatori sudcoreani che giocano nelle due squadre, tra i napoletani il partente stopper Kim Min-jae e tra gli isolani il brillante trequartista Kang-in Lee. Pare però che queste iniziative non siano viste di buon occhio dalla loro federazione, non vogliono amichevoli di squadre straniere durante lo svolgimento del loro campionato; inoltre erano nate difficoltà di carattere organizzativo con le agenzie responsabili dell’iniziativa, che avevano fatto abortire l’iniziativa promozionale per il calcio italiano. A Seul si direbbe: “Ari Dah-Jhe!”
2.)   A proposito di Maiorca
Corre voce che il nostro ex-bomber Vedat Muriqi, oggi felicemente accasato nel Real Club Deportivo Mallorca, è appetito da diversi club, tra cui i campioni di Turchia del Galatasaray. In effetti il ragazzo, da noi abbondantemente spernacchiato per 18 mesi (solo due le reti segnate), ha ritrovato verve e la via del gol tra i rossoneri del Maiorca. Se come pare il kosovaro dovesse tornare in Turchia, dove aveva già giocato per sei anni (Giresunspor, Gençlerbirliği, Caykur Rizespor, Fenerbahçe) con discreto successo, il Maiorca, grazie ad una clausola accortamente inserita da Tare nel contratto di riscatto, dovrà versare alla Lazio il 45% della somma incassata dalla vendita, potrebbero essere quasi 10 mln da spendere sul mercato. Con questi chiari di luna tutto fa brodo, ci compriamo il nostro secondo portiere oppure una gamba di Berardi.
3.)   Nicolato Ink*lato?
A Cluj da stasera sono riuniti a convegno alcuni dei più famosi “maître pâtissier” francesi, chiamati urgentemente nella cittadina rumena da alcuni esperti cioccolatai svizzeri reclutati in fretta e furia dalla confederazione rossocrociata presso le migliori ditte del settore (Nestlè, Lindt, Suchard, ecc.). Obiettivo confezionare con la massima efficacia e sicurezza un’innovativa e geniale ricetta di BISCOTTO da servire sulle tavole europee, al fine di sconfiggere la concorrenza che la genialità di alcune marche italiane (Perugina, Caffarel, Venchi, Novi, Ferrero da un lato e i produttori di Krumiri, Savoiardi, Amaretti, Ricciarelli e Torcetti dall’altro) stava per offrire sul mercato della comunità, mettendo in difficoltà e a rischio default i produttori d’Oltralpe.

Modifica il 7 mesi fa da il ghiro
gmr61

P.s. come diceva un mio cotifoso “ sono contro la pentola a pressione “ e i playoff….

gmr61

Tornando ad argomenti “ alti” chiedo ai laziali se con Romero ci date ‘na sola oppure c’è del potenziale ( ho sentito dire pure del nuovo Messi…..vabbè!)

il ghiro

SI’

L'ESORCISTA

Bocca la quantità di miei post non pubblicati è gigantesca.
C’è qualche problema di cui non sono a conoscenza?
E poi perché non riesco a rispondere a Giorgio Bianchi?
Tutti i post a lui indirizzati non vengono pubblicati.
Mi può dare un cortese riscontro?

Giorgio Bianchi

Che tu non riesca a rispondermi mi rincresce molto Esorci’. Dott. Bocca si può fare qualcosa a riguardo?

L'ESORCISTA

Proviamoci

Giorgio Bianchi

Alleluia 😉

L'ESORCISTA

Si ma ti avevo messo un post con un meme che non è stato pubblicato ….

RM28

Ormai sta diventando una moda cantare in ogni luogo e ogni tempo cori offensivi contro la Juventus,.
Passi per il matrimonio di Bastoni (che tristezza però, anche nel giorno più bello della tua vita te la devi prendere con qualcuno…), adesso ci si mette anche l’atletica.
Io non ho MAI visto una cosa del genere nei confronti di nessuna squadra, nemmeno quando i presidenti giravano con le valigette di soldi neri, oppure regalavano i Rolex, oppure quando i dirigenti trafficavano per avere passaporti falsi.
Secondo voi come mai?
Chi risponde “èccolpadiagnelli” vince una Barbie inclusiva.

Modifica il 7 mesi fa da RM28
Archivista

Nessuno (ti giuro, nessuno) aveva mai vinto nove scudetti di fila. Tutto qui.

Per il resto, i dialoghi fra interisti e juventini sono quasi sempre spettacolari collisioni fra civiltà di vergogna e civiltà di colpa – che evidentemente ai nostri giorni convivono e sgambettano vispe sotto lo stesso sole.

Modifica il 7 mesi fa da Archivista
Nicola Romano

Che vita grama, non solo ti tocca lavorare, ma pure tutti questi cori offensivi contro la Juve, ma pensa alla salute fossero questi i guai .

RM28

Non ho capito, ti auguravi che avessi problemi di salute in modo da non pensare a queste cose? Mi spiace per te, ma sto abbastanza bene da potermi dilettare di questioni sociologiche e di calcio, come facciamo tutti qui dentro.

Modifica il 7 mesi fa da RM28
2010 nessuno

Caro Pecoraro, non sono l’avvocato difensore di Romano, ma giusto per stemperare una volta tanto questo clima, e mi rivolgo anche a Romano stesso, che ci fà scambiare spesso i post col coltello tra i denti, ritengo che quel suo “pensa alla salute” sia un tipico intercalare italico con il quale si invita l’interlocutore a dedicarsi ad argomenti più importanti di quello in questione, da qui il pensare alla salute, certamente di importanza fondamentale, non certo l’augurarsi un calo della medesima, invettiva che peraltro non mi sembra, almeno io non ricordo, sia mai stata diretta da qualcuno a qualcun’altro qua nel blog.
Quanto a me poi, fa molto piacere che tu e tutti gli juventini presenti possiate godere di ottima salute, altrimenti chi potrei sfottere nel prossimo campionato? 😄👍

RM28

Siamo in un blog che parla di calcio e varia umanità, di cosa cazzo dovrei parlare? Perché se commento una cosa disgustosa come questa qualcuno si sente in diritto di dirmi che dovrei pensare alla salute? Vale solo per questo caso o anche per il coro “Vesuvio lavali col fuoco”?

malandragem

Madò ma che banda di sfigati e mediocri fra tutti, in gara a mostrare tutto il tristume dell’italianicchio medio che muggisce contro il capro espiatorio, ben imbeccati dai mass media.

commentanonimo

Anche io ritengo che la “attenzione” dedicata alla Juve abbia spesso livelli che trascendono il calcio. Sociologicamente parlando, è affine a ciò che si leggeva in un libro proibito, che ho letto a 20 anni, e che descriveva un gruppo di persone come la causa del male della Germania. Come dice Bocca, siamo fortunati che è solo il calcio ed alla fine nessuno viene giustiziato, ma gli addetti ai lavori ci cascano per primi. La stampa titoleggia “ex-calciatore juventino si macchia di…” quando il giocatore in questione ha giocato in millanta altre squadre. La Juve per molti rappresenta la causa di tutti i mali, poche settimane fa una maestra ha cantato a Napoli con i bimbi “chi non salta gobbo è”. Fare torto ad un gobbo è una mascalzonata tollerata. Peggio le aggessioni a tifosi con la maglia juventina, all’ordine del giorno, anche se va purtoppo aggiunto, ad onore del vero, che il problema della violenza tra tifosi trascende lo juventino e si trasferisce in tutti gli stadi, da anni e nelle città. Una vera vergogna questa. Negare ad un ragazzo la possibilità di girare con la maglia della squadra per cui tifa in una città è orribile, Juve o non Juve. Alla fine il caso descritto fa più ridere che altro, non fosse altro perchè testimonia come dietro a cose apparentemente perfette, come un europeo organizzato nei dettagli, si nasconde l’errore stupido. Fa ridere alla fine.

Giorgio Bianchi

Quindi puoi ben comprendere quanto sia squallido intonare cori inneggianti al Vesuvio quando gioca il Napoli nel tuo stadio, o anche quando non ci gioca.
O quanto sia stato miserevole “avvisare” i tifosi del Napoli che nella X città non potevano festeggiare per la vittoria dello scudetto ti pare?
Uno stupido, ma anche banale “chi non salta è…..”
viene offerto un po’ a tutte le squadre, trovo davvero eccessivo rivelarsi per questo, a fronte degli esempi che ti ho fatto

Modifica il 7 mesi fa da Giorgio Bianchi
Mordechai

Davvero al matrimonio di Bastoni … ? Ma che gente, immagino i confetti.
🙂

siefbi

Pur da appassionato di sport americani non mi sembra il caso.
I playoff nascono come logica – e infatti era così anche nel calcio d’altri tempi – per arrivare a determinare il campione nazionale laddove, per dimensione del Paese o numerosità dei partecipanti alla competizione (o per entrambe le ragioni), non sia ragionevole prevedere che tutti giochino contro tutti.
Oggi, in un Paese piccolo come il nostro (1000 km da nord a sud e 600 da est a ovest vs USA: 2500 km da nord a sud e 4000 km da est a ovest), i costi di viaggio incidono praticamente nulla sui bilanci delle squadre, dunque non sussiste né la ragione economica legata alla dimensione del Paese, né quella legata alla numerosità dei partecipanti (PL, L1 e Liga hanno tutte 20 squadre, che poi siano troppe è un altro discorso).
Senza una struttura divisionale del campionato (che avrebbe tutta una serie di problemi di equilibri da risolvere non essendo le squadre determinate una volta per sempre come negli sport USA, dove nessuno retrocede e nessuno è promosso), i PO non hanno alcun senso, se non quello di aumentare le partite e gli incassi.
Sia detto per inciso: lo penso anche per il basket e per il volley.

Modifica il 7 mesi fa da siefbi
Mordechai

Leggo sulla Gazza che ci sono fondate probabilità, per la Juve, di restare fuori dalla prossima Conference.
Me lo auguro di cuore.
Restar dentro, vorrebbe dire giocare contro avversari impensabili in capo al mondo, dal Montenegro alle Svalbard, con un ritorno economico da sagra delle castagne a Roccamonfina.
Ci vada qualcun alcun altro.
Ci concentreremo solo sul campionato.

scotland16

siccome la Juve negli ultimi 30 anni ha vinto molte coppe europee….se non sbaglio nel nuovo secolo (23 anni) hanno vinto in 22….quindi io non disdegnerei la Conference , per un club che in Europa , nella sua storia, e’ nella mediocrita’…considerando che partecipa quasi ininterrottamente da 70 anni…senza considerare che il coefficiente Uefa crollerebbe in quanto per il 23-24 ci sarebbero zero punti..

malandragem

LMFAO Scotland sei sempre da piegarsi.

La squadra dalla mediocrità europea sarebbe l’unica italiana – e prima in assoluto nel continente – che le coppe europee le ha vinte tutte?

Mordechai

scot, mi spiego : nel caso giocassimo la Conference, non la disprezzerei affatto, mi farebbe piacere metterla in bacheca, però, vista la situazione societaria e soprattutto tecnica della Juve (futuro quantomeno bigio), preferirei restarne fuori del tutto e puntare “all in” sul prossimo campionato.
Tutto qui.

gmr61

Ma dai, frittata di cipolle ( e rutto libero….) contro il Real Skopje il giovedì tardo pomeriggio non ti attizza? 😂😂😂

scotland16

…e farebbe bene ad alcuni giocatori che si credono campioni e invece sono mezze seghe….

Mordechai

Conference per tutti, allora.
🙂

Mordechai

Potrei non reggere la tensione.
🙂

2010 nessuno

O forse non reggi la frittatona? Per la cipolla prova anche con quella di Tropea, quelle grosse però, sono più dolci 😄😄

ancora bannato senza che il censore abbia il coraggio di scrivere il perché e permettermi una (1) sola replica

Appunto, e i taj potrebbero avere una brutta sorpresa.

Pingui!! Occhio che Batman è sempre in agguato…😄😄

L'ESORCISTA

No mio caro 🤡, serve una riflessione seria sulla giustizia sportiva e su regole certe per tutti.
Hai ridotto il campionato ad un farsa per accomodarti su una poltrona ben remunerata ed ora chiedi riflessioni.
Dimettiti e vai a lavorare se sei capace di fare qualcosa.

Screenshot_2023-06-27-09-55-06-90_a23b203fd3aafc6dcb84e438dda678b6.jpg
Modifica il 7 mesi fa da L'ESORCISTA
scotland16

forse Gravina ha ragione; ma allora perche’ non ridurre a 18 (lo fa la Ligue 1 quest’anno) e avere un calendario meno strapieno e piu’ di qualita’ (la serie A di quest’anno senza Samp e Cremonese sarebbe stata migliore, piu’ combattuta e piu’ livellata).

commentanonimo

CI sono ambienti che per l’uomo “comune” se così si può dire hanno l’aura di essere popolati da gente intelligente, e che ai vertici molto spesso hanno persone che dedicano anni di “quaqquaraqua”, invece che al loro lavoro, e sono essenzialmente incompetenti. D’altro canto un mio amico australiano diceva che il fenomeno è ampiamente noto pure lì, dove ti promuovono fino al punto in cui sei incapace e da lì non ti muovi più perchè non ti promuovono più perchè sei incapace. Una affermazione come quella di Gravina mi ricorda il commissario Banfi. Scrissi a suo tempo, dopo che fu montato l’attacco sportivo alla Juve, che se la Juve non veniva condannata i diritti non li vendevi perchè pensavano che la A insabbiava, mentre se era condannata non li prendevi perchè la A era corrotta, l’unica differenza la facevano la motivazione e le persone. In un ambiente dove tutti quadrano i bilanci con plusvalenze ti inventi un attacco sportivo appoggiato dai forcaioli contro una squadra simbolo della A. Ripeto, non fosse vero sarebbe fantascienza pura. Ma tutto questo è tremendamente vero. Che poi senza inventarsi lo scandalo le premesse per una ripartenza c’erano tutte, europeo vinto, CR7 portato in A, alternanza scudetto, e, perl’appunto il ritorno del Milan alle grandi scene, il Napoli, etc. etc. Cosa sia saltato in mente a quelli della FIGC e soci è assolutamente oscuro a me. Boh.

L'ESORCISTA

😂

Screenshot_2023-06-26-21-19-33-79_a23b203fd3aafc6dcb84e438dda678b6.jpg
il ghiro

I Casi Loro – Cazzabubbole
1.)   Al-Tolà!!!
Assalto al calcio mondiale a suon di petrodollari. Il fondo sovrano saudita P.I.F. ( niente a che vedere con il noto scrittore e conduttore/autore/sceneggiatore/regista TV palermitano), cioè il Public Investment Fund, gestito direttamente dal principe ereditario Mohammad bin Salman Al Sa’ud, sta facendo la sua campagna acquisti in giro per i principali campionati della F.I.F.A. Il Circo Barnum, rappresentato dalle principali società calcistiche saudite, ha appena terminato il suo campionato e le sue squadre migliori si sono prontamente scatenate per portare a casa gli stagionati assi di tre continenti, attirando loro e i loro agenti con ingaggi e provvigioni da Mille e Una Notte. Vado a illustrare: Al-Ittihad: Karim Benzema, Golo Kantè e Ruben Neves, Al-Nassr: dopo CR7, Hakim Ziyech e Marcelo Brozovic; Al-Ahli: Edouard Mendy, Al-Hilal: Kalidou Koulibaly. In corso di conclusione anche altri arrivi: Mahrez, William Carvalho, Sergio Ramos, Firmino, forse anche il nostro Verrattino. E non è finita qui…
2.)   Toto-Trainer
Insieme col mercato dei giocatori a luglio prenderà il via anche quello degli allenatori, lo terremo sott’occhio per voi come tutti gli anni. Ci sono parecchi maghi della panchina con il contratto in scadenza tra un anno, ad esempio Thiago Motta, Inzaghino, Palladino, SpecialOne, IvanJuric, Sottil e Italiano. Per ora le uniche novità certe sono il rientro in Italia del Sergente Garcia, sulla panca partenopea liberata da Spalletti, e il ritorno in A di Eusebio Di Francesco con il Frosinone vedovo di Fabio Grosso, confermati invece gli altri due “neopromossi”, il giovane Alberto Gilardino e il vecchio Claudio Ranieri, il primo un neofita della panchina, l’altro un vecchio lupo di questi mari, entrambi hanno meritatamente riportato nella serie maggiore le due squadre rossoblù, il glorioso Genoa e il coraggioso Cagliari.
3.)   Beffa UEFA
La Commissione Arbitri della UEFA ha reso ufficiale la lista dei 31 fischietti che costituiranno per l’annata 2023-24 il gruppo internazionale di elite, da cui estrarre i futuri giudici delle gare più importanti, sia tra squadre nazionali, sia tra squadre di club per le varie coppe (Champions, Europe e Conference League). Sono contento che nell’elenco figurino due italiani, i nomi facilmente prevedibili del veneto Orsato e del ligure Massa, insieme con i ben noti Makkelie, Marciniak, Vincic e Nyberg. Forse anche qui mi aspettavo qualche italiano in più, ci sono ben quattro tedeschi, tre francesi e tre spagnoli, ma quello che mi ha stupito è la presenza in lista del famigerato Anthony Taylor, il “sarto di Budapest”, l’amico carnale di Josè Mourinho. Forse Ceferin lo ha voluto risarcire dello stress sofferto dal britannico, prima nel garage dello stadio per colpa dello SpecialOne, poi ai controlli aeroportuali per colpa dei fan giallorossi inferociti. Quien sabe?

Modifica il 7 mesi fa da il ghiro
2010 nessuno

Domanda intrigante che ho letto su un quotidiano sportivo e che adesso giro agli amici interisti: Onana o Lukaku?

Waters

Onana, un colpo leggendario del 👹, preso a parametro zero ora vale 50 milioni, in un calcio d’altri tempi sarebbe una colonna per 10 anni, ora tutto è cambiato, ma ragazzi che portiere,riflessi, felinità,gioco con i piedi,e soprattutto càrisma,càrisma,càrisma, io lo adoro.

Salud.

Luc10 Dalla

Be’ allora ádoro

malandragem

“CàRiSmA”

Waterz stai seguendo la famosa Prof. del Corsivoe, lmao, confessa.

inox

Buongiorno Fabrizio

CHORZOW (Polonia): Per celebrare il successo azzurro, è partita dagli altoparlanti del Silesian Stadium di Chorzow la canzone Sarà perché ti amo dei Ricchi e Poveri. La versione non era però quella originale, ma una rivisitata con sfottò contro la Juventus:“Stringimi forte e stammi più vicino, e chi non salta è un gobbo juventino”

Plauso ai polacchi. Si ripeta per ogni dove. Dopo il salmo e il vespro. Per l’inclito e il rozzo. Il bello e il brutto. A libitum.

Ora, Fabrizio, fare una gara per prendere Morata anche no. A quando Cuadrado in Appiano?

2010 nessuno

Inox ,fa caldo, essu’…..

Mordechai

Sono d’accordo.
Frustrati di tutto il mondo unitevi! In piedi! A piena gola, su!

comevolevasidimostrare

👍

convenevole da prato al secolo Nicola Romanoo

Nel bar si parla tanto di tennis , io vorrei commentare la bella vittoria dell’Italia nella coppa Europa a squadre di atletica leggera , cosa che non pare interessi granchè , visto che per il sito di Repubblica è più importante la polemica di Tamberi . Non voglio dilungarmi, citerò solo la bella prestazione di Sibilio nella sua gara individuale e quella negativa di Tortu, che sembra sempre in grado di fare qualcosa di notevole e poi rimane nel suo limbo di mezzo campione , vittoria olimpica a parte. Nonostante qualche prestazione molto deludente e qualche altra non all’altezza, la nostra squadra è forte , ma forse se gli inglesi avessero portato i migliori ci avrebbero battuto, sono fortissimi nella velocità breve , non so nel resto , comunque gli assenti hanno sempre tortu ,nel frattempo continuiamo ad aspettare Jacobs , mi auguro non si trasformi in Godot .

Caro Nicola, di sport bisogna capirne, qua dentro diversi commentatori hanno trattato Sinner come un petit Federer, il sottoscritto ha fatto notare che fino ad oggi – quasi 22enne ha vinto un 500 e negli Slam ha all’attivo un quarto di finale – le promesse sono state disattese, nulli i miglioramenti al servizio e nelle volée, costanti al contrario gli infortuni di ogni tipo….a chi predisse decine di Slam, io dissi che farà poco più del Fogna nazionale, si gioca fra zero e uno Slam.
Non credo che gli inglesi ci avrebbero battuti anche al completo – e poi cavoli loro se han schierato diverse seconde linee – l’Italia ha pochissimi punti deboli, solo nei lanci tipo giavellotto, disco, e martello, mentre siamo fortissimi nei salti e nella velocita, solidi nel fondo e mezzo fondo.
Jacobs sta preparando l’Olimpiade, ovvio,ma andasse male, con un oro olimpico individuale e nella staffetta, campione europeo nei 100 e nei 60 indoor potrebbe ritirarsi e, sarebbe nell’olimpo dello sport italiano.

Salud.

Mordechai

Hai ragione (mai avrei pensato di scrivere ‘sta cosa 🙂 …), Sinner (come anche Musetti) sta crescendo, un passettino alla volta ha raggiunto un ottimo ranking, ma è indubbio che nelle occasioni che contano non abbia mai saputo fare il salto di qualità definitivo, almeno finora.
E’ vero, ha vinto un paio di scontri diretti con ALcaraz, ma per “metterlo” allo stesso livello dello spagnolo ci vuole davvero uno sforzo di … immaginazione.

2010 nessuno

Hai ragione @convenevole, giusto risaltare la vittoria di squadra dell’atletica italiana.

convenevole da prato al secolo Nicola Romanoo

Ringrazio per le risposte, non seguo il tennis, l’atletica è l’unico altro sport che mi appassiona veramente oltre il calcio, comunque in questo 2023 piuttosto magro per il nostro sport, mi è parso giusto celebrare questo bel successo .
Buona notte .

redant

Io sono per premiare nel calcio chi ha garantito maggior continuità nell’arco dell’intero anno, non per favorire chi è più in forma nell’ultimo mese. Per le gare ad eliminazione diretta già ci sono le coppe!
E poi, nel calcio, spesso il risultato della singola partita è fortemente influenzata da episodi, che nei 90′ o 180′ non sono poi molti… In altri sport è un continuo aggiornamento del tabellino a dimostrare chi è il più forte, il calcio è l’unico invece con poche occasioni importanti e ai punti non si vince comunque, conta chi segna. Non è detto quindi che lo scontro diretto vinto sia indice che chi abbia vinto sia la più forte.
Oltre al fatto che i tempi di recupero sono differenti e vedere più partite tra le stesse squadre in pochi giorni non è detto che sia indice di maggior spettacolo, anzi…
A mio parere, per garantire il “giusto” vincitore, bisogna far sì che il campionato sia competitivo, che anche le squadre minori possano rafforzarsi e abbiano obiettivi fino all’ultimo, piuttosto ridurrei il n° di gare e aumenterei le retrocessioni.

Mordechai

OT : visto ieri Bublik fare il pazzariello contro Rublev, finale ad Halle.
Il kazako ha una sensibilità di tocco mostruosa, con la racchetta potrebbe aprire una cassaforte, quando è in giornata gli riescono colpi ai limiti della … logica, da lasciare a bocca aperta, solo che troppo raramente è in giornata, può battere pressochè chiunque e perdere contro il primo non classificato che incontra in strada.
Uno di quelli che fanno la felicità degli scommettitori, lui e quell’altro folle di Nick Kyrgios.
Però, che divertimento e che gioia per gli occhi vedere certi mezzi matti prendere a racchettate la palla…

Obizzo da Montegarullo

Kyrgios è uno dei miei idoli… 🙂 🙂

Mordechai

Come non voler bene a quello scavezzacollo?
🙂

scotland16

IN REALTA’ IN MOLTI PAESI EXTRAEUROPEI ESISTEla finale di calcio per il campionato…per esempio in Sudamerica (Uruguay, Peru, Ecuador, Colombia, anni fa anche in Brasile e Argentina), in Messico e USA e in Australia. In Europa da alcuni anni in molti campionati di medio livello ci sono le poule finali (Danimarca, Austria, Belgio, Cechia, Grecia). I playoff presuppongono una stagione regolare che fatalmente non puo’ essere al “calor bianco”. In uno sport poi dove esiste il pareggio, potrebbe essere un qualcosa di artificiale. Poi c’e’ sempre la domanda fondamentale? Ma se io sono 15 punti avanti alla fine della stagione regolare , e’ giusto che rischio di perdere il titolo, per un supposto discorso di interesse/marketing? Perche’ chi e’ stato piu’ regolare, costante…sul pezzo , deve poi rimettere in gioco tutto? Tra l’altro per motivi di recupero, nel caclio non si potrebbero fare le serie al meglio di 7 partite, al massimo 3 partite. Un solo elemento potrebbe essere del tutto positivo.Andrebbe ridotta la stagione regolare e finalmente avremmo un campionato a 16, max 18 squadre e il livello medio migliorerebbe enormemente

il ghiro

ITALIA U21 – SVIZZERA U21 3 – 2
Nicolato corre ai ripari dopo l’ingiusta sconfitta con i galletti di Francia, fuori i deludenti Udogie, Ricci e Cambiaghi, dentro Parisi, Bove e Gnonto, conferma per Pellegri e per il 3-5-2, per una vittoria “obbligata” avrei scelto magari un bel 3-4-3. Anche Rahmen fa solo un piccolo aggiustamento alla formazione che ha battuto la Norvegia, dentro Amdouni, fuori Stojilkovic. Arbitra lo svedese (?) Mohammed Al-Hakim, siamo ancora senza VAR.
Andiamo subito in vantaggio, solito corner di Tonali pilotato per la testata imparabile di Pirola, schema come contro la Francia, 1-0. Ancora in gol poco dopo, scende Bellanova a dx, cross perfetto per Gnonto, testata parata da Saipi, la palla resta lì, ancora zampata di Gnonto deviata in rete da Stergiou, 2-0. Gran botta di sx dal limite di Gnonto, devia Saipi, corner di Tonali, testata alta di Scalvini, salva Carnesecchi su Ndoye, ma c’era f.g. Problemi per Rovella, tutto ok, punizione di Tonali deviata, salva Saipi in corner, contropiede rossocrociato, cross da sx per Amdouni che alza sulla traversa. Giallo a Pellegri in ritardo su Burch, salva Parisi su Imeri, punizione velenosa di Imeri sotto la traversa, salva Carnesecchi in angolo, duro Sohm su Bove, giallo per lui, esce bene Saipi su Tonali, destro di Ndoye deviato in corner da Carnesecchi, duro Blum su Parisi, giallo per lui, ancora Gnonto da sx, salva in corner Saipi, poi lancio da dx di Bellanova lungo in area per Parisi, si imbambola Blum, Parisi è pronto a insaccare di sx, copia del secondo gol dei francesi, e siamo già 3-0. Molto bene sinora i tre sostituti, Bove ottimo, Gnonto e Parisi in gol.
Ripresa: Entrano Cancellieri per Pellegri e Males per Blum, inizia male il romano, scivola, via libera per la gran botta a giro di dx di Imeri, 3-1. Para Carnesecchi su Amdouni, poi lo stesso Amdouni si libera bene sulla sx e fa secco Carnesecchi sull’uscita, 3-2. Grande assolo di Amdouni, ma il tiro è sballato, corner di Tonali, salva Saipi su Pirola, poi crossa da dx Bellanova per Cancellieri che frettoloso ripete il tiraccio sbilenco di tre giorni fa, a terra Okoli, tutto ok, ancora scivola Cancellieri, ripartono pericolosi gli svizzeri, entrano Lovato, Ricci e Colombo per Pirola, Rovella e Gnonto, sbaglia subito Colombo che liscia di sx il solito invitante corner di Tonali, poi Males si pappa il gol del pareggio sull’uscita di Carnesecchi con un sx per ns fortuna appena largo, entrano Vouilloz e von Moos, tirano Amdouni e Jashari, facili per Carnesecchi, entrano anche Stojilkovic e Cambiaghi per un dannoso Cancellieri, e finalmente l’arbitro fischia la fine di una partita che si era avviata sotto ben diversi auspici.
Purtroppo dopo il 3-2 i nostri sono andati in black-out, gli svizzeri imbastivano azioni veloci, le seconde palle erano tutte loro, sono calati Bove, Rovella e anche il generosissimo Tonali, Nicolato ha cercato di mettere ordine e riparo inserendo i vari Ricci, Colombo e Lovato, ma purtroppo  l’Italia conosce un solo schema, corner di Tonali per la testa di uno dei tre stopper, per fortuna gli svizzeri non riescono ad essere più incisivi e la partita degli azzurri si trascina fino alla fine tra perdite di tempo, falletti, rotolamenti plurimi e solita compagnia cantante.
Le pagelle: Carnesecchi 6,5; Okoli 6, Pirola 7 (Lovato 6), Scalvini 6; Bellanova 7, Bove 6, Rovella 6 (Ricci 5), Tonali 7, Parisi 6,5; Pellegri 5 (Cancellieri 4, poi Cambiaghi sv), Gnonto 6,5 (Colombo 5,5). C T. Nicolato 6.
Una Svizzera a due volti, imbastita e impaurita nel primo tempo, aggressiva e tecnica nel secondo, per fortuna carente nel tiro, i migliori Saipi, Ndoye, il potente Sohm, i tecnici Imeri, Jashari e Amdouni. L’arbitro svedese ha lasciato giocare e ci ha perdonato un fallo in area di Bove su Amdouni, poteva essere rigore col VAR, bene così, un po’ per uno.

comevolevasidimostrare

🙋‍♂️ .….Arbitra lo svedese (?) Mohammed Al-Hakim…. 🙋‍♂️

2010 nessuno

E perché allora Ibrahimovic non è svedese? ” Son le cose della vita 🎶” canta Eros Ramazzotti..😎

ancora bannato senza che il censore abbia il coraggio di scrivere il perché e permettermi una (1) sola replica

Credo che il secondo tempo sia frutto della mentalità inculcata fin da pulcini ai nostri giocatori.
Il 3 a 0 invoglierebbe giocatori di altri paesi a continuare ad attaccare, i nostri a gestire, anche con l’illusione di risparmiare le forze, col risultato di dover spendere più energie psicofisiche e di rischiare di pareggiarla o addirittura perdere.

Obizzo da Montegarullo

Intanto agli europei under 21 prosegue la serie degli arbitraggi scarsi, oggi è andata bene ai nostri ragazzi (agli svizzeri mancano un paio di rigori abbastanza evidenti, forse ne manca uno agli azzurrini), una specie di risarcimento per la partita con la Francia? Boh, sta di fatto che la situazione, così, è abbastanza ridicola.

Vipe

Bisogna essere malati di ricordi per rispondere nel modo che segue al tema proposto.
Ci si allenava di sera. In terza cat. una volta a settimana e non sempre; in seconda magari due volte. L’ allenamento terminava con la partitella, se c’ eravamo tutti, sette contro sette.
Le volte ( non poche) che il punteggio era chiaramente definito, metti 8 a 2 partiva il famoso refrain: chi segna vince! Andava bene allora perché poi si andava in pizzeria cui non partecipava chi altrove aveva altro da fare e che non si sapesse in giro.

commentanonimo

Malati di nostalgia.

Modifica il 7 mesi fa da commentanonimo
Nicola Romano

Capita ad una certa età ‘ .

ROS

…ridateci il vero calcio!

Expo

Sinceramente, questi americanismi (playoff, salary cap, etc.) non mi appassionano.
L’unico beneficio del calcio “moderno”, quello dei soldi degli sceicchi che fanno offerte pazze, sarebbe di veder sloggiare finalmente il Temporeggiatore Labronico.
In Arabia we trust!

Antonio Trilussa

In effetti ci toglierebbero un problema non da poco.

Quattroquattronovetredue

Il cuoco di Agnelli.

commentanonimo

Bel quesito Bocca. Personalmente io sono sempre dell’idea che bisogna provare le cose e poi valutare. Se ci fossero stati i playoff non avremmo vinto 9 scudetti, probabilmente. Sbagliato l’argomento che qualcuno usa sul “non giusto, se una squadra ha dominato“. Si confonde la giustizia con un regolamento. Ingiusto è condannare Pinco per plusvalenze con Palla ma non Palla e non Caio un anno prima, fottendosene delle regole. Se c’è un regolamento sottoscritto da tutti prima, anche se vincesse il quarto, arrivato a 20 punti in regular season non avrebbe niente a che vedere con il giusto. In ogni caso un modello playoff è diffcilmente compatibile con il calendario attuale già pieno. Bisognerebbe fare due gironi di A per ridurre la regular season, almeno. Tutto qua. Non è impossibile, anzi, varrebbe la pena provare, avresti magari un titolo regionale ed uno nazionale, aumentando il fascino ed i diritti televisivi. QUindi la risposta sarebbe sì, ma dubito che tra pipponi e furbetti della FIGC e conservatori a manetta in questo Paese si faccia qualcosa di più che fottere la Juve. Scusate la durezza, ma la vedo così

Modifica il 7 mesi fa da commentanonimo
ancora bannato senza che il censore abbia il coraggio di scrivere il perché e permettermi una (1) sola replica

Perché fai una distinzione così netta tra giustizia e regolamento?
Il regolamento dovrebbe servire a permettere una giusta competizione, mi sembra.

Modifica il 7 mesi fa da ancora bannato senza che il censore abbia il coraggio di scrivere il perché e permettermi una (1) sola replica

Si vero. Difficile a volta spiegarsi. Il regolamento deve essere giusto comunque…

alberto_ol

Sarebbe più emozionante, soprattutto in stagioni come l’ultima, ma anche più ingiusto perchè vincerebbe la squadra più in forma nell’ultimo mese.

Ci sono poi dei problemi pratici.

Con la serie A a 20 squadre non c’è posto per aggiungere nel calendario anche i play-off.

In serie B si fanno, ma sono limitati solo per il terzo posto e si tiene conto in caso di parità del risultato della stagione regolare. Le squadre di serie B poi non fanno le coppe europee e spesso escono subito anche dalla coppa Italia.

Nel basket i tempi di recupero sono più brevi e si riescono a fare incontri al meglio delle 5 e in finale al meglio delle 7.
Nel calcio sarebbe impossibile, al massimo si potrebbe fare andata e ritorno e in caso di parità usare la diefferenza reti e poi il risultato nella stagione regolare.

monica

no. sono contraria perchè chi arriva primo ha diritto di vincere

2010 nessuno

Giusto!

Mozilla

Lapalissiano! Da che mondo è mondo è sempre stato così. Play off? No grazie.

luottardi

Prima di nuove formule il calcio ha bisogno di nuove regole sportive ed economiche. Per regole sportive intendo incentivi ai comportamenti sportivi in campo e fuori (e punizioni serie a quelli anti) ed economiche cioè tetti, tetti, tetti… a ingaggi e investimenti delle varie società.
Poi si può parlare di formule nuove.
In questa melma corrotta e antisportiva questi cambiamenti sarebbero solo distrazioni temporanee, buone solo a rimestare un po’ la melma…🤮

Modifica il 7 mesi fa da luottardi
Mozilla

Per esempio le rimesse laterali tirate con i piedi o a scelta dell’avente diritoo. Con il regolamento attuale il più delle volte ne trae vantaggio la squadra che ha commesso il fallo.

Luc10 Dalla

Complimenti a Milano, solida nella gara decisiva (dopo aver visto gara 6 avevo cominciato a sognare) ma i nostri eroi si sono squagliati in gara 7. Se non metti una tripla manco per sbaglio difficile portare a casa qualcosa.

Dispiace per Teodosic, Belinelli e Scariolo. È stato bello, ci avete fatto divertire, ma è ora di lasciare spazio ad altra gente, magari un pò più giovane.

Comunque è stata una serie fantastica dove è stato decisivo il fattore campo, e lì sì che ci dobbiamo mangiare le mani.

PS: ho trovato il mio nuovo idolo, Isaiah
Cordinier. Peccato solo sia francese 🤪

ancora bannato senza che il censore abbia il coraggio di scrivere il perché e permettermi una (1) sola replica

Sarebbe un salto a ridurre ancor di più la quota di sport che rimane nel calcio a favore dello spettacolo.
Ma davvero aumentare a dismisura il numero di partite giova?
E’ giusto che il risultato ottenuto da due ventine di partite possa essere vanificato da una manciata di esse?
Prendiamo il campionato appena concluso: il Napoli l’ha dominato dall’inizio alla fine ma l’ha terminato in evidente calo fisico (che purtroppo gli ha impedito di andare in finale CL che credo avrebbe vinta), con i playoff lo scudetto sarebbe andato all’Inter.

Ricordami com’è finita Napoli Inter, per favore….

Mozilla

Milan batte Napoli, Inter batte Milan, fine. Chi ha vinto?

ancora bannato senza che il censore abbia il coraggio di scrivere il perché e permettermi una (1) sola replica

Su, l’Inter aveva ben altro cui pensare.

Cfr. Napoli – Milan…

Modifica il 7 mesi fa da Archivista
Antonio Trilussa

A me sembra che negli sport a basso punteggio la formula del girone all’italiana sia totalmente incompatibile con le partite secche ad eliminazione, seppure in andata e ritorno.

Mordechai

Continuo a ritenere “giusto” che a vincere il campionato sia la squadra dal rendimento più costante nel corso della stagione e non quella che magari si qualifica per i playoff per il rotto della cuffia e poi imbocca un paio di partite per solo culo.

2010 nessuno

Giusto!

luigi.iannelli

Non lo so. I play sono un business e, come tale, qualche volta premia il merito, altre volte il culo. Il campionato senza play, è un business più limitato, qualche volta premia il merito, altre volte premia ben altro.

Caso Santanchè, plusvalenze “fittizie” da 3 milioni e i trucchi per coprire le perdite” [Repubblica]

Tre milioni? Se tanto mi dà tanto, al massimo fanno 2 punti di penalizzazione.

Modifica il 7 mesi fa da luigi.iannelli

…anche niente se paragonato a quanto comminato al Napoli per Osimhen…

luigi.iannelli

Appunto. La differenza fra chi le cose le fa per bene ed il ladri di galline…

comevolevasidimostrare

….in effetti nel contropaccotto siamo di molto scarsi

malandragem

… che se Milano una terza stella l’aspettava dal calcio, campa cavallo lmao…

2010 nessuno

La pazienza è la virtù dei forti..😎

Mozilla

Chi vive sperando muore ca…do.

2010 nessuno

Moz, qui tutti ,credo, sperano in successi delle squadre per cui tifano, compresi te e i tuoi compagni di fede……. perciò….

Modifica il 7 mesi fa da 2010 nessuno
comevolevasidimostrare

Sta roba, tuttamericana, sarebbe la morte del futibolle che già è messo abbastanza male.
Se ci pensi, Fabrizio, anche il ciclismo è uno sport di squadra e sinceramente fare il Mortirolo o lo Stelvio al meglio delle 7 scalate è un delitto contro l’umanità.

2010 nessuno

Mi allineo! 😎

il ghiro

Caro FaB, in realtà si tratterebbe di un ritorno alle origini, prima dell’istituzione del girone unico e della Serie A nel 1929, c’erano già i “play-off”, naturalmente non si chiamavano così. Erano semplicemente le finali per l’assegnazione del titolo, che si disputavano in gara unica tra le vincitrici dei due Gironi, Nord e Centro-Sud. All’epoca il nostro calcio era più povero, la viabilità più scarsa, non c’erano le autostrade, ci si spostava col treno o la corriera, e quindi, per ridurre le spese di trasferta per le società di allora, si disputavano prima dei tornei a livello regionale, le vincenti confluivano nelle finali di girone e poi si giocava la Finalissima.
Personalmente sono favorevole alla soluzione attuale, ma se l’opzione play-off servisse a far ridurre le squadre della Serie A da 20 a 18 o addirittura a 16 squadre, allora avresti il mio voto favorevole. A proposito ieri sentivo per radio che un certo avv. Mignogna sta dal 2015 perorando la nostra causa per far assegnare ex-aequo lo scudetto del campionato 1914-15, oggi attribuito dalla FIGC al solo Genoa, anche alla nostra gloriosa Lazio. Da buon tifoso laziale mi pare una simpatica puttanata, la finalissima allora non fu disputata per la buona ragione che era scoppiata la Grande Guerra, i calciatori erano stati richiamati alle armi, e il campionato si concluse in anticipo. Ma le cronache di quei tempi ricordano bene che tra le squadre del Nord Italia e quelle del Centro-Sud c’era ancora un divario tecnico ed atletico molto ampio, nessuna delle squadre centromeridionali aveva mai sottratto il titolo agli squadroni del Nord. Ora è vero che si trattava di una partita singola, in cui teoricamente poteva succedere di tutto, ma io sportivamente gradirei molto di più vincere gli scudetti sul campo come avvenne nel 1973-74 o nel 1999-2000, piuttosto che nelle aule di tribunale, come purtroppo è già successo in passato.

Waters

Non so Fabrizio,l’Armani ha vinto la regular season e anche i play off, pensare che il Napoli potesse perdere il campionato ai playoff dopo aver dominato, era un’ingiustizia,anche perché con l’Internazionale Fc Milano dell’ultimo mese ci avrebbe lasciato le penne.
Ma celebriamo la terza stella 🌟dei ragazzi di Messina,ora se arriva Mirotic si cerca la Champions, ce la possiamo fare con un Shield recuperato al massimo.

Così per giocare facciamo un quintetto all star della Simmenthal,io la chiamo così

D’Antoni Meneghin McAdoo Bodiroga Carroll

Salud

Cuore ross-azzurro

“con l’Internazionale Fc Milano dell’ultimo mese ci avrebbe lasciato le penne.” Ricordami com’è finita Napoli Inter, per favore.

Waters

Giocavano tre titolari.

Salud.

Cuore ross-azzurro

Onana; D’Ambrosio, De Vrij, Bastoni; Bellanova, Barella, Asllani, Gagliardini, Gosens; Lukaku, Correa. Direi che al massimo mancavano solo tre titolari.

Cuore ross-azzurro

Onana; D’Ambrosio, De Vrij, Bastoni; Bellanova, Barella, Asllani, Gagliardini, Gosens; Lukaku, Correa. Direi che più che altro mancavano solo tre titolari.

Bob Aka Utente11880

Carroll era un grande ma anche un furbacchione che per tutta la stagione regolare giocò in pantofole facendo il minimo sindacale. Arrivati ai playoff cambiò marcia e non fece più vedere palla a nessuno. Impressionante. Datome credo ci starebbe bene nel quintetto top.

Nicola81

Se non sbaglio Carroll debuttò in Italia nella gara di andata dei quarti di Coppa Italia a Pesaro contro la Scavolini. Era appena arrivato e chiaramente frastornato, perse nettamente il duello con Tillis e la Scavolini vinse 120 – 97 ipotecando la qualificazione (inutile la pur netta vittoria Simac al ritorno), ed era la prima volta che Pesaro la spuntava sull’Olimpia in una sfida a eliminazione diretta. Nei play off fu tutta un’altra musica e Milano vinse agevolmente lo scudetto asfaltando in finale proprio la Scavolini, che però si consolò ugualmente con la vittoria in Coppa Italia.

Bob Aka Utente11880

Carroll comunque giocò, abbastanza svogliatamente, buona parte della stagione regolare.

Waters

Vero, mai visto uno così devastante, ma aveva attorno una gran squadra..

Salud.

Bob Aka Utente11880

Vero. E un grande allenatore

Nicola81

Certo, Dan Peterson grande allenatore, ma con quella squadra poi fece bene anche Casalini (al netto di monetine pesaresi e canestri all’ultimo istante in quel di Livorno…). Merito di Peterson che aveva seminato bene o dei giocatori a prescindere da chi li allenasse?

Bob Aka Utente11880

Beh Casalini fu il secondo di Peterson , quindi continuò sulle orme del maestro, con una squadra di altissimo livello.

mario rossi

Bocca per me I playoff nel calcio sono come la corazzata potemkin in fantozzi

2010 nessuno

Per la verità quella di Fantozzi era la corazzata Kotiomkin 😄 ed era appunto: una cagata pazzesca 😂

eehhh…so’ problemi…

Obizzo da Montegarullo

I play off per il campionato? Potremmo vederlo come un ritorno al passato (remoto) quando esistevano i gironi.
Da un punto di vista dello spettacolo non c’è dubbio che sarebbero interessanti, ma non so quanto il calcio (in generale, non solo quello italiano) sia pronto ad una soluzione del genere

RM28

L’unica offesa alla storia del calcio è che qui dentro si parli di qualunque cosa, persino il basket, pur di non affrontare il tema dell’archiviazione dell’inchiesta penale sulla Juve.
QUESTA è un’offesa.

EroAdAtene

Cognome open nel suo caso…

ancora bannato senza che il censore abbia il coraggio di scrivere il perché e permettermi una (1) sola replica

Niente wild cart?

Antonio Trilussa

Avevi dubbi? Pezzo dopo pezzo si smonterà tutto il castello accusatorio. Che però ha già svolto la sua funzione, quindi non serve più.

Waters

Vai a lavorare,è un consiglio.

Nicola Romano

Non potrebbe stare in pensione ? .

nirula's

Tu, invece, sei in meritata quiescenza. Vero?

Waters

Meritatissima ed eterna😂

RM28

Pensa che io lavoro per pagare la pensione a gente come te, a volte passa davvero la voglia

Nicola Romano

E pure a me , ma fortunatamente ti puoi sempre licenziare .

RM28

Non posso, sono costretto a lavorare per mantenere, oltre a me, anche voi

Nicola Romano

Lo vedi che conviene a tutti e tre ? .

RM28

Non direi, siamo in tre che sfruttiamo il lavoro di uno, mi ricorda la situazione della serie A negli ultimi anni

Nicola Romano

Che c’entra la serie A, ricorda semmai la terribile situazione dell’ Inps, l’ inverno sara’ lungo e le pensioni sono a rischio, conviene mettere legna da parte .

Waters

😂🤣

ancora bannato senza che il censore abbia il coraggio di scrivere il perché e permettermi una (1) sola replica

Che come il prete predichi ma non osservi.

2010 nessuno

Vabbè complimenti ai vincitori , però…. peccato! Speravo che lo vincesse la Virtus

Bob Aka Utente11880

Caro 2010 scrivi 2000 volte DanpetersonDanpetersonDanpeterson.. sulla lavagna

2010 nessuno

Ahh ma allora sei proprio un meneghino “fracico” 😂😂😂

Bob Aka Utente11880

Ebbene si. E l’Olimpia non si discute.. anche se sempre grande Virtus

Luc10 Dalla

Bravo .
Adesso scrivi 100 volte alla lavagna DanilovicDanilovic

Bob Aka Utente11880

100 si può fare …

2010 nessuno

Non abbastanza grande….ci rifaremo però

135
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x