Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

Da Budapest a Brescia, violenza, razzismo, intolleranza, ultras che spadroneggiano. L’arbitro Taylor della finale di Europa League tra Roma e Siviglia aggredito all’aeroporto. A Brescia l’invasione di campo e l’esplosione di violenza dopo la retrocessione del club in serie C. Il calcio sta facendo orrenda mostra del peggio di se stesso, ma non sono solo segnali questi, è l’ennesima dimostrazione di una realtà ormai consolidata, deviata e seriamente inquinata. Bisogna imporre una maggiore responsabilità ai protagonisti dello spettacolo calcio, Mourinho che parla in quella maniera così intollerante e volgare dell’arbitro fino ad aspettarlo nel garage dello stadio per insultarlo faccia a faccia non è accettabile. Eppure continua a farlo da anni, anzi da sempre, da che fa l’allenatore: non sono certo le squalifiche da due o tre giornate a fermarlo. Il Milan che va a farsi processare sotto la curva degli ultras, fino a legittimare il loro giudizio e soprattutto il loro potere, è inconcepibile. Eppure non è successo niente. Le curve ormai usano il razzismo e gli insulti razzisti come arma di aggressione. E al centro di tutto c’è sempre la figura dell’ultrà ormai inteso come l’unico vero sacerdote e custode del calcio, l’unico tifoso davvero necessario e indispensabile al pallone. Ma non è così: certe frange ultras, ammesse e tollerate dagli ultras in genere, sono solo una parte, proterva e intollerante, che ha rubato il calcio a tutti noi.

Non possiamo nemmeno chiamarli preoccupanti segnali dal mondo del pallone. Non sono segnali, ma una realtà vera, concreta, oppressiva, preoccupante, deviata e seriamente inquinata. E ormai consolidatasi negli anni. Il Brescia retrocede in Serie C e gli ultras invadono il campo, fanno interrompere la partita, mettono a soqquadro stadio e città, scontri con la polizia, arresti, caos. All’aeroporto di Budapest tifosi della Roma assediano l’arbitro Taylor e la sua famiglia, lo insultano, tentano di aggredirlo in massa – 100 contro uno… – e un colpo arriva pure alla figlia, spaventosissima. Il piccolo gruppo deve fuggire e la sicurezza lo fa riparare in altra zona. Se Taylor può aver sbagliato nel suo compito – ma anche questa alla fine è un’opinione – bisogna ribadire che nel calcio non esiste la verità opinabile degli ultras. Casomai esiste la verità dell’arbitro. Che non solo applica la legge, ma è la legge.

  Al di là delle dichiarazioni e degli atteggiamenti aizza folle – Mourinho che insulta l’arbitro Taylor pesantemente in conferenza stampa e poi lo aspetta addirittura nel garage della Puskas Arena per insultarlo di nuovo e in maniera diretta – è proprio la superlegittimazione del mondo ultrà ad aver ormai preso il sopravvento. Questo concepire i tifosi ultrà come gli unici padroni del calcio e dello stadio, l’accettazione e la santificazione dei loro comportamenti estremi, violenti e spesso razzisti. Pensare che il calcio senza di loro non possa esistere, perché loro e solo loro ne sono il motore, il cuore, l’anima. Per cui vengono considerati indispensabili all’esistenza e alla sopravvivenza del calcio stesso.

  No, è invece esattamente l’opposto, gli ultras hanno usurpato il calcio, si sono impadroniti di uno sport che non è loro per definizione e attribuzione divina.

  Un arbitro può arbitrare bene o male, in ogni caso non sarà l’ultrà il giudice e tantomeno quello che deve fare giustizia. Una squadra può perdere e retrocedere e l’ultrà se ne deve tornare a casa, deluso certo, ma buono e tranquillo, come tutti gli altri. Tribuni populisti come Mourinho devono finirla di accarezzare e lusingare le folle. E poi avere comportamenti indegni di un allenatore e di un personaggio di quel livello. Che si approfitta della popolarità e della sua posizione per dire e fare qualsiasi cosa. Come appunto aspettare l’arbitro in un garage o affermare di avere un microspia addosso per registrare gli scambi verbali con arbitri, guardalinee, quarto uomo etc. Perché contribuisce all’imbarbarimento del calcio, al suo degrado verso il circo e l’arena dei gladiatori. Ora vedi, quando l’Uefa lo squalificherà, giustamente, se non farà gridare al complotto, al sistema che vuole annichilirlo etc. E comunque non sono certo le squalifiche da 2 o 3 giornate a fermarlo, ormai ce ne siamo resi conto. Anzi contribuiscono a fare ancora di più personaggio antisistema, quando invece Mourinho – Porto, Chelsea, Inter, Real Madrid, Tottenham, Roma etc – è il sistema. E dunque tutto questo lo fa abbastanza impunemente e convintamente da anni, anzi da sempre. Da quando fa l’allenatore. Proprio perché Mourinho è uomo di potere e di sistema.

  Abbiamo avuto una stagione disseminata di casi di razzismo, di buu, insulti di tutti i tipi e versi di scimmia rivolti a giocatori e allenatori: da Lukaku a Juric è quasi impossibile citarli tutti. Il razzismo ormai si è sostituito al lancio di bottigliette, di razzi e di sassi in campo. Non ferisce fisicamente, ma colpisce in maniera altrettanto profonda e vile. Ognuno si nasconde dietro un buu anonimo e che 90 volte su 100 non verrà mai individuato e fatto penalmente pagare.

  Ma il momento più basso secondo me lo abbiamo raggiunto quando il Milan sconfitto ha accettato di andare a farsi catechizzare dalla curva ultrà, con tutti i giocatori e l’allenatore muto ad annuire, dai capoccia rossoneri, la maggior parte dei quali con precedenti penali. In curva comanda questo tipo di gente e comportamenti come quelli del Milan legittimano tale potere anomalo e distorto. E’ successo qualcosa, in conseguenza di questo? No, nulla. Una semplice chiacchierata rossonera…

  Inglobato in un sistema esagerato, costretto a soddisfare troppi altri interessi, e sostanzialmente non suo, lo sport è ormai scardinato dai suoi principi. Il diritto di perdere e il diritto di sbagliare non sono più ammessi, anzi sono utilizzati come ottimo innesco del peggio di se stessi. La figura dell’ultrà guardiano e sacerdote del calcio vero deve finire. Deve essere estirpata e stroncata, perché il calcio è di tutti e non solo loro. Che ce lo hanno rubato.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SINTESI

Da Budapest a Brescia, violenza, razzismo, intolleranza, ultras che spadroneggiano. L’arbitro Taylor della finale di Europa League tra Roma e Siviglia aggredito all’aeroporto. A Brescia l’invasione di campo e l’esplosione di violenza dopo la retrocessione del club in serie C. Il calcio sta facendo orrenda mostra del peggio di se stesso, ma non sono solo segnali questi, è l’ennesima dimostrazione di una realtà ormai consolidata, deviata e seriamente inquinata. Bisogna imporre una maggiore responsabilità ai protagonisti dello spettacolo calcio, Mourinho che parla in quella maniera così intollerante e volgare dell’arbitro fino ad aspettarlo nel garage dello stadio per insultarlo faccia a faccia non è accettabile. Eppure continua a farlo da anni, anzi da sempre, da che fa l’allenatore: non sono certo le squalifiche da due o tre giornate a fermarlo. Il Milan che va a farsi processare sotto la curva degli ultras, fino a legittimare il loro giudizio e soprattutto il loro potere, è inconcepibile. Eppure non è successo niente. Le curve ormai usano il razzismo e gli insulti razzisti come arma di aggressione. E al centro di tutto c’è sempre la figura dell’ultrà ormai inteso come l’unico vero sacerdote e custode del calcio, l’unico tifoso davvero necessario e indispensabile al pallone. Ma non è così: certe frange ultras, ammesse e tollerate dagli ultras in genere, sono solo una parte, proterva e intollerante, che ha rubato il calcio a tutti noi.

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
108 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

redant

Mi sembra, nel giudizio, manchino:

  • il goal assegnato a Dybala, dopo fallo non ravvisato a centrocampo
  • l’ammonizione a Pellegrino dopo tuffo in area
  • Perchè non sanzionare anche il pubblico dopo i ripetuti lanci di oggetti sulla bandierina contro i giocatori avversari o i fumogeni che hanno reso impraticabile il campo per diversi minuti? Io, fossi un arbitro, mi sarei indispettito…
RM28

Il tifo ti ha completamente accecato, e ti ha anche fatto perdere il lume della ragione.
Fai una cosa, aspetta un mesetto e poi riguardati la partita. Vedrai che, anche se Taylor ha fatto degli errori, la Roma ha fatto DI TUTTO per farlo arbitrare male, e in ogni caso ha meritato di perdere.

RM28

So benissimo che sei juventino, visto che siamo compagni di tifo, e confermo che hai proprio perso il lume della ragione. Taylor non ha affatto arbitrato male, e sicuramente non è per colpa sua che la Roma ha perso la coppa.
E Mou non doveva permettersi ASSOLUTAMENTE la sceneggiata che ha fatto.

scotland16

Da romanista e sportivo resto basito della tua violenza verbale; sai benissimo che al giorno d’oggi ci vuole un attimo per passare dall’insulto all’aggressione. Ci deve essere un limite; il signor Mou dall’alto del suo mega-ingaggio ci dovrebbe anche spiegare perche’ la sua squadra da 2 anni gioca anticalcio, non arriva in CL, ha il record di ammonizioni ed espulsioni dalla panchina. Gli arbitri sbagliano, MA ANCHE lui sbaglia e si prendesse le SUE responsabilita’. Tra l’altro rimane alla Roma perche’ nessun top club lo vuole vedere neanche con il binocolo….Si puo’ fare calcio non dico con il sorriso , ma almeno con un po’ di educazione. E lo dico da romanista, che e’ convinto dell’arbitraggio molto negativo della finale, che ha grossi rimpianti ma che cerca anche di ragionare.

L’Avvocato (della Signora)

non se ne esce se tutti gli attori del calcio non decidono di maturare e di vivere vittorie e sconfitte ed errori in modo costruttivo: i giocatori sin da picccoli, i genitori, gli allenatori dalle serie minori, i grandi attori protagonisti (Mourinho o Moggi o Agnelli o Delaurentis), i giornalisti, gli spettatori, le società sportive,e poi i politici e le forze dell’ordine. bisognerebbe avere tutti un rapporto diverso con la vittoria e la sconfitta, con le regole, con l’onestà (fair play), con gli errori, con il rispetto dell’altro nella vittoria e nella sconfitta.
e poi ci vorrebbe che la FIFA e l’UEFA dessero l’esempio, ma come possono se sono esse stesse dei covi di corrotti e di corruttori? come può la politica dare l’esempio? come possono le società dare l’esempio se il loro unico scopo è il profitto economico?
non se ne esce.

Mark Renton

Innanzitutto i cretini che pensano che conti solo vincere dovrebbero fare mille passi indietro.
Ma il cretino che ha coniato tale slogan è morto quindi…

RM28

Potremmo cominciare dagli analfabeti funzionali, quelli che non capiscono il significato di “vincere non è importante, ma è l’unica cosa che conta”.
Potresti fartelo spiegare da Del Piero.
Oltretutto pretendere che tu conosca la storia di Vince Lombardi mi sembra francamente troppo.

Mark Renton

Uno che ha vissuto da vicino il periodo del dottor Agricola? Certo, rispetto all’esaltato che avete col numero 19 è più simpatico e tecnicamente migliore, ma non credo che cambi la sostanza dato che da quelle parti non vincere è insopportabile.
Vuoi farmi credere che il tuo club prende alla lettera le parole di un coach del più popolare sport degli USA dove per li hanno una cultura della sconfitta assodata da decenni?
Potrei citarti i tifosi dei Buffalo Bills che nonostante 4 superbowl persi di fila non hanno mai dato in escandescenze come invece si tende a fare in Italia, specie nel club che ha fatto per anni un’ossessione per la vittoria a ogni costo.
Buon proseguimento

Mark Renton

venerdì 30 marzo 2007 Si è chiuso oggi, con la sentenza della Corte di Cassazione, il processo che la Procura di Torino ha condotto contro l’ex-Amministratore Delegato della Juventus Antonio Giraudo ed il medico sociale Riccardo Agricola con le accuse di doping e frode sportiva.

Per quanto riguarda l’accusa di doping (legata alla presunta assunzione di epo) la Corte ha respinto il ricorso della Procura di Torino contro la sentenza emessa dalla Corte d’Appello nel Dicembre 2005 confermando l’assoluzione sia di Giraudo che di Agricola.

Per quanto invece riguarda l’accusa di frode sportiva la Corte di Cassazione ha accolto sì il ricorso della Procura, annullando l’assoluzione pronunciata in appello, ma ha anche dichiarato scaduti i termini di prescrizione del reato ponendo così fine al processo. Il ricorso per il reato di frode sportiva è stato accolto dalla Cassazione in quanto, pur non essendo all’epoca dei fatti ancora in vigore la legge sul doping (introdotta nel 2000), è stato ritenuto, differentemente da quanto espresso nella sentenza d’Appello, che le accuse in oggetto (ovvero la somministrazione eccessiva di farmaci) potessero comunque essere considerate come violazioni della legge del 1989 appunto sulla frode sportiva.

Ergo, i prescritti siete voi.

RM28

Mah, tu sei l’unico che parla di prescrizione, e salti di palo in frasca quando non ti piace la piega che prende il discorso.
Hai cominciato con gli slogan, poi ti sei buttato sulle “escandescenze”, per finire con il finto doping.
Resta il fatto che in Italia ci sono squadre che con il doping, quello vero e provato, ci hanno vinto gli scudetti, e altre che con i passaporti falsi si sono qualificate in Europa, e con le plusvalenze sono state esaltate sui giornali.
Addirittura con le intercettazioni telefoniche a corrente alternata hanno vinto scudetti di cartone in campionati a cui non avrebbero nemmeno potuto iscriversi
https://www.gazzetta.it/Calcio/SerieA/Squadre/Inter/Primo_Piano/2007/06_Giugno/20/covisoc.shtml

Ma tu continua pure a pensare che il problema del calcio italiano sia la Juve.

Modifica il 1 anno fa da RM28
L’Avvocato (della Signora)

“insultate, mentite, calunniate, ché qualcosa resterà”
e così è rimasta la leggenda che la Juve dopava i giocatori (con la creatina, che è legale), come è rimasta la bugia di Calciopoli (con una squadra che aveva 10 giocatori in finale di coppa del mondo), come rimarrà la bugia delle plusvalenze (in percentuali minime rispetto al proprio fatturato).

RM28

Il tuo si chiama bias cognitivo, vedi quello.che vuoi vedere e le tue teorie si autoconfermano. Mi spiace per te

scoperto (presumo per i ;) e subito bloccato da Bocca il censore

‘nsomma, dovrebbe cambiare l’Itaglia, per cominciare.

Bombaatomica

La 38esima di campionato sancisce la fine delle ostilità.
Il Napoli scula lo scudetto.
La LAZIO seconda, ma prima moralmente per gioco, potenza, simpatia, 😂😂
Gli amici interisti al terzo posto e i cugini cialtroni al quarto.

In Europa Ligh, la Atalanta riesce a mantenere il quinto posto spezzando le reni al Monza mentre la roma scula al 90esimo col solito rigoruccio inventato… assegnatole perché stanno sempre a piagne gne gne gne’ 😂😂

La Juventus rimane in scia (bavosa) come le lumache, sculando a Udinese e piazzandosi al 45esimo posto utile per la Mortadella Cup 😄

Il resto del gruppo, arrivato in forte ritardo, come si suol dire “non cresce e non crepa” 🤣🤣 vivicchia, vegeta.

Condannate alla retrocessione sono:
1) Sampdoria (2 punti buttati al 93esimo della prima di campionato);
2) Cremonese;
3) Verona (altri 2 punti buttati al cesso)

Per la rubrica “cosa resterà di questo campionato”, ci risentiamo nel pomeriggio.

A voi studio 😄

Nicola Romano

E’ vero oltre alla paventata sostituzione etnica, si vocifera di un boicottaggio nei confronti delle nostre squadre, buonanotte Esy , anche se mi prendi sempre a male parole io ti stimo e ti mando un’ abbraccio forte forte .

Quattroquattronovetredue

Notizia di poco fa: squalificato per tre mesi l’armocromista della Juventus.

il ghiro

O.T. tris
Napoli – Sampdoria 2 – 0
Piedigrotta in campo, per la festa dello scudetto, che proseguirà poi in città, sotto l’organizzazione di ADL. Il risultato di stasera mi pare non interessi a nessuno, sarà una parata per i titolati azzurri e per i retrocessi blucerchiati. Nel Napoli mancano Lozano e lo squalificato Kim, giocano Ostigard e Elmas, nella Samp mancano in tanti, ma gioca il “napoletano” Quagliarella, oltre al prestito Zanoli, che tornerà a casa più esperto e temprato. Arbitro il teramano Feliciani, al VAR il romano Marini.
Dopo un primo tempo ovviamente a ritmo di tango, tanti errori ed omissioni da ambo le parti, solo Anguissa e il solito Lobotka prendono la partita seriamente, nella ripresa Osi si guadagna un “rigoretto”, che puntualmente insacca, così ci si riscatta di tanti tentativi individuali maldestri, di scambi abortiti, di giocate velleitarie, ma tanto nessuno si lagna o si offende, la gente si diverte e fa i selfie con i Vip in tribuna. Anche il rassegnato Stankovic è contento di non essere scambiato per un rom, prova i suoi babies Paoletti e Malagrida, Ivanovic e Segovia, Ntanda e Ilkhan, tanti applausi per nonno Kvahljarela, la versione georgiana di Quagliarella. Passerella anche per i panchinari Raspadori, Gaetano, Bereszinski, Demme e Simeone, ma il Cholito fa sul serio, spara una gran cannonata dal limite e infila il gol del 2-0.  Sipario, si dia inizio al Carosello Napoletano.

Bel-Ami

Stemperiamo un po’. Mi ha strappato un sorriso.

FEDAE419-90FC-4770-99E9-CEF6D78B7F48.jpeg
Bombaatomica

Un arbitraggio impeccabile 👍😄

Waters

Chi è Aldo Baglio?

Bel-Ami

È una battuta, no? Taylor.

Waters

Si era una battuta..

Bel-Ami

Non si sa mai …

cipralex

Bocca, come sospettavo da tempo, leggendo qua dentro mi confermano che è colpa della juve……

Bombaatomica

La magnifica prestazione dell’Inter in quel che resta delle macerie del Grande Torino, apre le danze di questa ultima giornata di campionato. Un campionato avaro di emozioni se non fosse per il bel giuoco espresso dalla LAZIO, gioco apprezzato da tutti gli estimatori di calcio in tutto il mondo 😁

Ieri sera, ad esempio, lo 0-2 ad Empoli da parte delle armate biancazzurre rappresenta la ciliegina sulla torta di questa cavalcata trionfale, arrestata solo dalla sfiga e dal culo del Napoli 😂😂
Ad ogni modo, diciamo tutti insieme GRAZIE LAZIO per aver onorato il campionato e reso più bello, avvincente, spettacolare, imprevedibile, succulento 😁👍

Restiamo in attesa degli scontri fratricidi tra chi vuole un posto in Europa e chi vuole salvare il culo in serie A.
A domani mattina per i commenti 😄

Paolo

imprevedibile?😁😁😁

doctordodo

Prenditi una tisana rilassante, fai dei bei pensieri e rifletti sulle cacchiate che hai scritto.

scotland16

tu invece dovresti imparare l’educazione; se il calcio ti fa “sbroccare” cosi’ , immagino le cose serie della vita.

Bob Aka Utente11880

OT – Con la vittoria sul Toro, l’anno prossimo se ci saranno dei cartonati in CL per una volta non saremo noi.

Waters

Beh, del nuovo cartonato conosciamo nome e cognome.

Salud.

redant

Beh, c’è chi con il cartone si è fatto fare dal sarto lo smoking bianco e pretende di fare lezioni di morale e chi riconosce i meriti altrui e l’anno prossimo onorerà quanto ottenuto seppur non con propri meriti ma senza averne neanche colpa…

Sergiod

“Taylor rischia lo stop dopo le polemiche: la Uefa dà ragione alla Roma e a Mourinho.”
Tutto a posto e magari la UEFA consiglierà anche un buono psicologo per la figlia dell’arbitro che in fondo si è spaventata per nulla.
Generazione M, M come Mourinho oppure altro.

inox

Buongiorno Fabrizio

“Festa della Repubblica, i look delle celebrazioni al Quirinale: Giorgia Meloni in pizzo, Elly Schlein con la camicia colorata, Malika Ayane total black”.

Questa non è affatto una notizia solo stupida ma anche e soprattutto, orrorifica. Disquisisci, disquisiamo pure: mah! Bla! Boh! Cazz! Populisti! Fascisti e bla e bla e bla. Povera Patria. Lo smantellamento dell’identità e dello stare insieme, l’involucro prima del contenuto genera mostri visti solo quando si conclamano altrimenti, basta solo guardare vedendo e  ti accorgi dell’orrore anche nel cercare un parcheggio all’Ikea la domenica pomeriggio. Ma ora, noi che tifiamo Inter e Fiorentina, abbiamo altro a cui pensare. Non siamo mica iuventini fuori da ogni dove e anche dalla retrocessione grazie al blasone. Alla morte di Gianni, i nipotini hanno detto alla mamma Margherita: guarda, facciamola breve, sette milioni a te e va bene. Questa è l’eredità del nonno. Va bene dice Margherita poi, si viene a sapere che il vecchio aveva nell’altrove il grosso del malloppo e allora, Margherita si incazza e vuole la sua parte e cominciano a litigare. Questi sono i padroni della peggiore squadra di calcio italiana e europea e del mondo. Mica come l’Inter: investimenti cinesi avuti dopo anni e anni di onesto lavoro. Certo, dopo, il tuo governo ti chiede: per favore, rientrare! #oluclioccaspititnemirtla (rientrare tradotto in mandarino e banana) e tu rientri ma ti sbatti e mentre vinci ti sbatti e ti sbatti e vinci e ora siamo in finale e al sicuro. Abbiamo già vinto.  A proposito: istruzioni per l’uso dell’attesa sia per il fiorentino che per l’interista. Chiappe serrate. Orifizio bloccato a doppia mandata. Ti scappa il peto? Niente, rimanda. Ti scappa forte? Strizza! Come passo il tempo nell’attesa. Strattulati con  l’ombelico e ti accorgerai che mai avevi notato trattasi dell’orifizio più sporco del corpo. Hai presente pieno di un qualcosa tipo “cotone”? Puliscilo con cura poi scaccolati e divertiti a mettere la caccola sotto l’unghia. Arrivato a nove caccole, svuota le unghie con l’unghia rimasta vuota proprio per la bisogna. Preferibile il mignolo della mano che usi di più. Il dx per i dx, il sx per i sx. Gli ambidestri godranno di un enorme vantaggio. A tempo perso e solo dopo, capirai quanto sia stato pieno, vai su internet e cerca, ad intervalli regolari: luogocomune.net e poi, ilsimplicissimus, il blog di Alceste, il bar sport Bloooog. Per ora bastano e avanzano. Lo so, lo so, guarda…..ti fuoriesce un lievissimo refolo. Pazienza, succede. D’altronde la chiusura stagna del buco del culo non è possibile. E’ un po’ come cuocere il ragù alla bolognese: il fuoco deve essere basso, talmente basso che il tuo minimo del fornello è sempre troppo alto. Ma va bene lo stesso. Forza Fiorentina. Da West Ham a West Gnam, ruttino e sarà bello. Un camion di merda per mercoledì p.v.

ROS

…quante fesserie leggo…comunque ho visto le migliori tribune 😁 avere comportamenti da schifo…quindi . Non diamo sempre la colpa ad un manipolo di tifosi che hanno un loro pensiero…giusto o sbagliato che sia e che puó o no essere seguito dallo stadio intero. Poi ci sono sempre le istituzione che possono fermare tutto…ne hanno la reale volontà?

Modifica il 1 anno fa da ROS
convenevole da prato al secolo Nicola Romanoo

Effettivamente sono cose che noi umani non possiamo nemmeno immaginare.

ROS

…vorrei spiegarti alcune cose, vorrei farti notare che hai scritto delle inesattezze…. ma sei cosí banale che mi annoi.

Modifica il 1 anno fa da ROS
ROS

..ja fètecchia atomica mo parli pure tu…su dai.

RM28

Dai, prova, vediamo se ce la fai

ROS

…eh ma se vi spiego poi voi due capite? …e chill o dubbio mio.

2010 nessuno

Ma volendo commentare anche qualche bella notizia, guardiamo allora la bella esperienza dell’Italia under 20 di calcio, che ai Mondiali in Argentina è approdata in semifinale dopo aver battuto anche la Colombia (3-1) , con l’ennesimo gol di Casadei che è già a quota sei….

Waters

Più che dell’arbitro ho paura del City,anzi terrore😀😀

Salud.

Waters

Perché sarei ipocrita ed incoerente?

Salud.

il ghiro

O.T. O.T. O.T.
EMPOLI – LAZIO 0 – 2
Per l’ultima partita, quella del ritorno a casa, Sarri ha copiato Mou facendosi squalificare, credo che abbia voluto evitare un confronto sgradito e troppo diretto con i suoi amichetti empolesi, Corsi per primo. Tra l’altro sono ben cinque gli ex-Empoli in casa Lazio, dal Comandante ai suoi due fedeli pretoriani Hysaj e Vecino, fino a Provedel e a Casale, per un anno in prestito agli azzurri. Spero che qualcosa si riesca a combinare tra Corsi e Lotito, grazie a Mau e al caso Akpa, ecc. Punterei su Parisi, Baldanzi, Fazzini, Cacace, Guarino, ma anche sui “prestiti” Cambiaghi, Satriano e Vignato. Insomma portiamoci il carrello della spesa. Ma intanto cerchiamo di vincere, il secondo posto va difeso con le unghie e con i denti. Le due formazioni prevedono i loro migliori schieramenti, all’Empoli mancano gli Under20, alla Lazio Marusic, Cataldi rientra in panca insieme con il vice Martusciello. Arbitra il molisano Massimi, al VAR il barese Nasca.
Ruba palla Pedro, tira il Mago, para Vicario, sbaglia due volte Pellegrini, giallo ad Akpa duro sul Sergente, cross rasoterra del Pipe, liscia Ciro, va via Pedro a sx ma il tiro è facile per Vicario, cross di Hysaj, testa di Ciro, devia Vicario oltre la traversa, sul corner tira ancora Ciro, devia Cacace, giallo a Cambiaghi duro su Hysaj, tira da fuori Patric, salva Vicario, giallo al Sergente saltato da Akpa, assist del Sergente per Ciro, ma salva ancora Vicario, Pedro rovescia in area, debole e facile per Vicario. Ha giocato solo la Lazio, non efficacissima, ma comunque continua negli attacchi e nel recupero delle seconde palle, Vicario le ha prese tutte. Ottimo Hysaj, in evidente miglioramento dopo il trattamento di “ossigenazione”.
Ripresa: Palla filtrante del Mago per Ciro chiuso in angolo, batte il Mago sul primo palo per la testa di Romagnoli che anticipa tutti, 0-1. Entra Henderson per Grassi, si blocca Patric, tutto ok, azione Lazio in area azzurra, assist di Ciro al Sergente, tiro deviato in corner, sbaglia Romagnoli, Vecino spende un giallo, entra Zac per Pedro, manovra la Lazio in area azzurra, tira Zac, salva Vicario, tira Ciro, respinge Luperto, assist del Sergente per Hysaj, trattenuto da Cacace, tutto ok per l’arbitro. Entrano Casale e Cataldi per Romagnoli e Vecino, poi Haas e Destro per Bandinelli e Piccoli, tira da fuori Ciro, Vicario in corner, entrano Ujkani e Satriano per Vicario e Fazzini. Su una potente botta al volo da fuori grande parata di Provvidenza, poi va via Zac, Cambiaghi lo falcia, secondo giallo e rosso per lui, Empoli in 10, e allora la Lazio manovra più agevolmente, scambio Sergente-Ciro, assist per il Mago che azzecca una secca stecca dal limite per il 0-2. Entra Bertini per il Sergente, ovazione per lui, ma ormai è finita, la Lazio conferma il secondo posto, obiettivo raggiunto.
Nessuna insufficienza nelle pagelle: Provedel 7; Hysaj 7, Patric 7, Romagnoli 7 (Casale 6,5), Pellegrini 6; Milinkovic Savic 7,5, Vecino 6 (Cataldi 6), Luis Alberto 8; Felipe Anderson 6,5, Immobile 7, Pedro 6.5 (Zaccagni 5,5). All. Sarri/Martusciello 7.
Nell’Empoli il solito splendido Vicario, ma bene anche il nostro Akpa, il rognoso Bandinelli, l’argentovivo Fazzini, il generoso Cambiaghi, deludenti Cacace e Piccoli. Massimi ha fatto il minimo, con qualche incertezza ma senza gravi svarioni.

il ghiro

O.T. TORINO – INTER 0 – 1
Juric schiera il suo Torino al completo, contro un Inter alla quale ovviamente Inzaghi vuole evitare qualsiasi rischio prima della grande finale di Istanbul, quindi schiera solo alcuni dei probabili titolari, molti oggi restano in panca. Arbitro il ravennate Fabbri, al VAR il padovano Chiffi.
Tiraccio a lato di Miranchuk, tiraccio alto di Lautaro, tiri a lato di Ricci e Vojvoda, tiro di Dumfries smorzato, tiretto di Singo, si libera bene Lukaku ma il tiro è deviato appena a lato, sul corner la testata è centrale. Corner per il Toro, Handa salva sulla testata di Singo, poi palla da Lukaku a Brozo che la porta sul sx e da 30 metri spara una bordata nell’angolo, gol splendido, 0-1. Inter in vantaggio meritato, Handa il giocatore che ha tenuto palla più a lungo.
Ripresa: tocca Lukaku per Calha, tiro centrale, entrano Barella e Dzeko per Calha e Lautaro, subito Dzeko appena fuori, entrano Aina e Karamoh per Vojvoda e Rodriguez, giallo a Singo che travolge Barella, sulla punizione Gagliardini di testa spedisce fuori, salva Handa deviando il sx di Karamoh, entrano Cordaz e Acerbi per Handa e Bastoni, giallo a Gosens duro su Singo, entra Linetty per Ricci, miracolo di Cordaz su tiro ravvicinato di Sanabria, entra Bellanova per Gosens,  duro Brozo su Ilic, tutto ok, duro Linetty su Dzeko, giallo per lui, scambio Dzeko-Lukaku-Dzeko che tira sul palo esterno, entrano Pellegri e Seck per Singo e Ilic, testa fuori di Pellegri, tiretto di Miranchuk, poi Sanabria cicca il tiro su assist di Schuurs, Lukaku tira fuori su assist di Barella, ma la partita finisce così, l’Inter vincendo conserva il terzo posto e si avvia verso Istanbul con un roseo viatico alle spalle, partita solida ed esito incoraggiante della prova generale, il Torino non sarà il City ma una vittoria fa sempre bene al morale.

Modifica il 1 anno fa da il ghiro
commentanonimo

Se vuoi veramente farti rispettare dalla Uefa non ti autosputtani in casa con lo “scandalo” plusvalenze e ci pensi 4 volte prima di farti la fama che la tua squadra piu’ titolata e’ un covo di delinquenti e quindi la A e’ quel che e’. Non tutti fuori dall’Italia pensano che le plusvalenze le fai da solo…Ti assicuro che serve di piu’ che protestare a pugni chiusi. Infatti vedrai che l’Inter che ha fuori dal confine fama di unica societa’ pulita della A non avra’ nulla da protestare.

Modifica il 1 anno fa da commentanonimo
RM28

l’Inter la conoscono dai tempo dello Scandalito 1981, anzi ancora prima, dalla lattina di Boninsegna

malandragem

Oddio in Inghilterra si ricordano ancora dei furti degli anni 60 e in Spagna di quelli più recenti… è un mito solo italiano quello dell’Inter squadra di onesti, all’estero sono meno babbi.

cipralex

Non so se sia vera la storiella della fama fuori confine dell’Internazionale di Milano, certo è che, dentro i confini , sappiamo bene come stanno le cose……😱

Pietro

Tale fama è certificata da un apposito ente?
Fra patenti rubate ( Recoba) , doping ( Ferruccio Mazzola – Georgatos ) , plusvalenze farlocche ( il campionissimo Ticli, uno dei tanti illustri sconosciuti) , artifizi contabili ( plurime vendite del marchio) , alterazioni delle competizioni ( relazione Palazzi – caso Walter Gagg) , lancio di scooter e di 1 tonnellata di agrumi dalla curva, maga rissa col Villareal ecc ecc, beh non so da quale pulpito detivi questa algida ed empirea fama…

Tersa

Ultras = delinquenti
Il posto degli ultras può essere solo la galera.
Inoltre, non si può evitare di evidenziare che i comportamenti sempre al limite di Mourinho possono alimentare comportamenti delinquenziali come avvenuto nell’aeroporto di Budapest. Un professionista di lunga militanza non può non sapere quanto impatto hanno le sue azioni sui minus habens.

Waters

Non sei di sinistra,vero?

Salud.

Giorgio Bianchi

Purtroppo dott.Bocca il calcio ormai da svariati anni è finito nelle mani dei “tifosi organizzati” alias ultras che pure, una volta, proprio non esistevano. Ma da un certo punto in avanti sono stati prima osteggiati, poi sopportati, poi accettati, poi blanditi, poi finanziati, in alcuni casi delegandoli addirittura ala gestione dei biglietti per lo stadio. Tutto cominciò quando qualche testa speciale pensò che non si poteva più accettare la cosiddetta “responsabilità oggettiva” partendo dal criterio che la responsabilità è personale, si è arrivati ad oggi, a deresponsabilizzare chiunque.
Se a questo aggiungiamo numerosi casi di comportamento altamente antisportivo di molti attori protagonisti, solo a mo’ di esempio il gesto di cacciare fuori dalla porta la palla colpita di testa da Muntari da parte di Buffon che per sovraccarico ci aggiunse la dichiarazione a freddo che ovemai l’arbitro glielo avesse chiesto non l’ avrebbe di sicuro aiutato, comportamento peraltro reiterato in quel di Madrid, si comprende bene come ormai non ci siano speranze in un rinsavimento del mondo del pallone che andrà sempre peggio, fino a scomparire.

Modifica il 1 anno fa da Giorgio Bianchi
RM28

Cioè davvero tu te la prendi con L’UNICA società che ha fatto qualcosa per combattere la piaga degli ultras?
Davvero te la prendi con Buffon quando Mourinho aizza i tifosi a malmenare l’arbitro?
Questa è una cosa ridicola.

malandragem

LMFAO e va a finire a parlare di Buffon, figuriamoci.

Sotto, waterz, nientemeno che le BR

Ma come zocca state

guido

Forse volevi dire zzoca

Pietro

Qualche altro esempio…

– Il presidente che abbandona il sorteggio del calendario della serie A gridando “siete delle merde” salendo, senza casco, in sella al primo scooter che passava…

– il giocatore che rivendicava il goal di mano all’Inghilterra quale vendetta per la guerra delle isole Falkland ( anzi Malvinas) e quindi al dittatore argentino Leopoldo Galtieri

– una squadra che, sconfitta in finale di coppa Italia, abbandonava la premiazione

– una società ed un capitano che chiedevano il permesso a Genny ‘a Carogna per disputare la finale di coppa Italia

Antonio Trilussa

…E farsi sportivamente “prescrivere” il Covid dall’ASL Napoli 4 per non giocare una partita senza due giocatori.

Il mattino ha loro in Bocca

…o, anche, non partecipare alla premiazione di una finale persa, o spostare una partita per pioggia, ad cazzum, quando non piove…ma che ti dice il cervello a te non è dato sapere.

Unhalfbricking

ah, ecco: mo anche la violenza ultrà è colpa de ‘a malamente;
grazie di avermi fugato il dubbio;

comevolevasidimostrare

Con tutto quello che è successo a Budapest, non sarebbe il caso di metter mano alla calcolatrice e comminare decurtazioni di punteggio, o data persa la partita alla squadra coatta, oppure radiarla per un anno dal torneo o retrocederla d’ufficio al campionato di serie inferiore?
Il -10 per reati amministrativi, al confronto, mi sembra sanzioni esagerate; basterebbe una multa di qualche di qualche milione di €, per frenare quest’ andazzo cui ricorrono TUTTE le squadre. Mi meraviglia che per una associazione a delinquere, l’ l’imputato sia solo UNO; un vero calcio nei denti ai Codici di procedura Penale e Civile.
Auguri alla Malnata e all’amico Water, il mi buaiolo preferito 🍷

Bob Aka Utente11880

Perdonami, solo per mia conoscenza: quindi mangiare il cuore al pelato di mercato quanti punti vale, più o meno ?

il ghiro

O.T. SASSUOLO – FIORENTINA 1 – 3
Per l’ultima partita Dionisi deve rinunciare agli infortunati Laurienté e Alvarez e allo squalificato Thorstvedt, risparmiati anche Consigli e Frattesi. Italiano invece decide di operare un turnover molto più profondo, soli titolari Dodò, Amrabat, Ikonè e Cabral, la partita di mercoledì a Praga per la finale di Conference League è troppo più importante per i Viola rispetto a questa di Reggio. Arbitro l’ostiense Marchetti, al VAR il romano Doveri.
Nel I tempo il nulla assoluto, solo schermaglie tra Berardi e Ranieri, giallo per loro.
Nel II tempo errore di Russo e Cabral rapido spedisce nel sacco, entrano i panchinari e il VAR segnala un mani in area, rigore perfetto per Berardi, che pareggia, ma i due subentrati Saponara e Gonzalez confezionano la vittoria viola, il Pelato prima azzecca un perfetto tiro a giro imparabile nel sette, poi effettua un cross magistrale che scavalca tutti meno Zucchina che per sbatterla in rete quasi svelle un palo della porta del povero Russo. Poi Marchetti severo, due rossi appioppati a Ruan e a Rogerio chiudono mestamente la partita, brutta prova dei neroverdi, ottima invece quella dei viola, un buon viatico per la gara contro i Prosciutti del West. 

monica

Solo un appunto. Non è che i titolari fossero solo 4 e tutti gli altri riserve,con italiano la linea di confine non è così netta!!

il ghiro

Cara Monica, è vero, ma penso che a Praga almeno sei o sette degli attuali panchinari saranno schierati tra i titolari.

Modifica il 1 anno fa da il ghiro
monica

…mah…boh…chissa’…chi può dirlo?… Non ci metterei la mano sul fuoco! 😄

doctordodo

Dopo l’ indegna gazzarra messa in atto da Mourinho, dai giocatori, dirigenti e tifosi della Roma, culminata con l’aggressione all’arbitro all’aereoporto, a mia memoria una cosa mai vista, l’UEFA dovrebbe escludere la Roma da tutte le competizioni europee minimo per tre anni.
Panchina isterica che balzava in piedi anche per un fallo laterale, ridicole simulazioni come quella di Pellegrini, reiterate e continue proteste in campo, tifoseria con simboli fascisti sugli striscioni.
Uno spettacolo di cui come italiano mi sono vergognato.

2010 nessuno

Si va bene, ma in campo non erano da soli , anche gli spagnoli, che sono esperti peraltro nel fallo sistematico, hanno fatto la loro commedia; e al comunque insufficiente arbitraggio, è mancata la giusta valutazione della gomitata di Lamela e l’altro, netto, fallo di mano in area di rigore sivigliana del suo compagno di gioco. Ora è vero che non bisogna mai lasciarsi andare al nervosismo, vedi per esempio ieri sera la seconda espulsione del Sassuolo, però in situazioni del genere si può un po’ capire, seppur non giustificare.

RM28

Quello che non si può capire è l’atteggiamento con cui la Roma è scesa in campo. Hanno iniziato a protestare in maniera indecorosa alla prima rimessa laterale invertita, e da quel momento è stato un continuo.
Fossi stato io l’arbitro a metà del primo tempo avrei fischiato la fine

limmobile

principalmente bisognerebbe :

luottardi

Si vabbè il problema del calcio sono le curve e la Juve, sistemate quelle si ritorna al giuoco più bello del mondo…. ci sarebbe da ridere se non ci fosse da piangere…

…le curve raccolgono i resti di un mondo in cui lo sport è stato totalmente assoggettato agli interessi economici, senza tetti di alcun tipo la corruzione dilaga e impera…le differenze sociali si inaspriscono e si sfogano in curva….senza valori sportivi coltivati dal vertice (dove invece si gioca irresponsabilmente con gli umori di piazza) e con tale corruzione economica le curve semplicemente raccolgono la violenza che quella incultura inocula nella società…
.
…qui si invoca di trattare i sintomi ma sulle cause non si prova nemmeno a metter mano…

Modifica il 1 anno fa da luottardi
2010 nessuno

Si ma per favore io smetterei di cercare sempre le scuse sociali; qui c’è gente che, al contrario di tanti altri, sceglie il teppismo, la violenza e la delinquenza, col conseguente anarchismo, per seguire le competizioni e per vivere pure.

convenevole da prato al secolo Nicola Romanoo

Possibile che qualunque sia l’argomento bisogna sempre metterci in mezzo la povera straperseguitata Juventus ? .

Bob Aka Utente11880

Infatti non c’entra un tubo, e dimostra che l’esigenza di identificare un nemico/cattivone che ci vuole male per compattarsi e resistere/reagire è molto diffusa, anche a prescindere dal vituperato Mou.

2010 nessuno

Concordo

Unhalfbricking

cfr. l’ineffabile Bianchi che più sopra riporta l’origine della violenza ultrà al caso Muntari (gli è sfuggito il precedente der gol de Turone, sembra);

Bob Aka Utente11880

Nessuno è perfetto. A prescindere, il bello dell’inizio è che di solito nessuno c’è o sa di essere a un inizio, e quindi si può iniziare a piacere.

Il mattino ha loro in Bocca

“che ha rubato il calcio a tutti noi”…ma tutti noi chi?….ma la colpa, è sempre di quell’altri?

Waters

Si,soprattutto di Chinè…

RM28

direi più che altro di Oriali e Facchetti, gli onesti a prescindere

Il mattino ha loro in Bocca

tu da Interista sei l’ultima persona che può esprimersi in questo senso…oltretutto parli con la tua abusata disonestà intellettuale a riguardo…postami commenti di TJ che scaricano le “eventuali colpe della loro squadra” su quel tizio. I disastri del suddetto esulano da quelle della Juve e, tra l’altro, dovrebbero riguardare tutti compreso te, se solo avessi voglia di pensarci. Purtroppo capisco che sia più semplice sfotterci.
Mangia meno.

Waters

A dire il vero a Chinè e Gravina gliene avete dette di tutti i colori, ora che vi hanno aiutato rimane da offendere il solo Ceferin…

Salud.

Il mattino ha loro in Bocca

…e quindi?..hai almeno cercato di capire quello che hai letto? O anche a te viene il mal di testa?

mario rossi

Prova con le benzodiazepine

Il mattino ha loro in Bocca

no, basta leggere te.

Waters

Fabrizio, ti scrivo mentre sto mangiando un toast super farcito con cotto Capitelli – il migliore – bevendo una centrifuga di fragola, banana, finocchio, ed il solito Illy doppio…….

Non credo che a Budapest sia successo granché di grave, dobbiamo ricordarci che a Budapest c’erano 25mila romani, non hanno messo la città a ferro e a fuoco – anche perché la polizia di Orban secondo me non scherza – non hanno devastato monumenti, la stragrande maggioranza dei tifosi hanno accettato la sconfitta con dignità, i sogni di tanti adulti e bambini sono stati infranti da un arbitro sciagurato. Certo, in aeroporto è stato oggetto di urla e minacce, la figlia piangeva, ma il tutto si è risolto così, e l’arbitro è tornato in patria senza alcun problema, come è giusto che sia.
Fenomeno ultras, ci sarebbero pagine da scrivere, siamo una società – a parte i comportamenti individuali – molto pacifica, grazie ad un benessere molto diffuso, le uniche sacche di aggregazione spontanea sono questi gruppi di ultras – presi ad esempio dagli inglesi – facciamo un paragone con i celebrati anni settanta, dove la gente andava tranquilla negli stadi, anche perché fuori c’era una violenza devastante, si moriva una volta al giorno per omicidi politici, rapimenti seriali, città come Palermo dove per oltre 10 anni c’e’ stata una macellaria indegna, se ti scappava una mezza parola in fabbrica, o ti credevano una spia del padrone, le Br ti facevano la pelle o al limite ti gambizzavano, Commissari assassinati per un sospetto, giornalisti pure…..

In conclusione, se questo è l’unico sfogatoio sociale, dobbiamo contenerlo in limiti accettabili, forse sono troppo morbido ma la mia idea è questa.

Salud.

RM28

Commento fantastico, tipico del tifoso interista medio. Mi piacerebbe che ti trovassi, tu e la tua famiglia, al posto di Taylor.
In fondo non è successo niente di grave, no?

Bob Aka Utente11880

Sono d’accordo. 50 anni fa siamo passati in mezzo a una guerra civile: erano gli anni del liceo e mi ricordo i blindati a Milano, e i morti e gli attentati. Era a rischio lo stato democratico. Abbiamo superato quella crisi.
Oggi al confronto parliamo, per fortuna, di baruffe chiozzotte. Senza voler minimizzare. Di una violenza che sarebbe contenibile senza soverchie difficoltà, volendo.

monica

…mah.. sarà… Io negli anni 70 ho visto tifosi romanisti a Firenze che strappavano sciarpe (…e anche catenine!) dal collo di anziani e ragazzini,e questo dentro lo stadio. Invece fuori sono stati visti da una mia amica che spaccavano i vetri delle auto lungo la strada che li portava allo stadio…
Naturalmente nel mazzo ci metto anche quegli idioti di fiorentini che con una molotov sul treno hanno rovinato un ragazzino che non mi ricordo se ha perso la vista o è stato ustionato,comunque ha subito una cosa grave

Waters

Diciamo che la violenza iniziò verso la fine degli anni settanta,circa dal 78 in avanti…

Salud.
Ps…intanto vi abbiamo fatto fuori il ♉ Toro

monica

…si’! Grazie mille! 😊💜
…e stasera tifo per il bologna,così quel brodo di cairo manco nono arriva!

Bob Aka Utente11880

Brodo ? 🙂

commentanonimo

La tua analisi mi piace laddove non cadi nel cliché di tanti che dicono “una volta era meglio”, ma dici una salda verità, una volta la violenza era ben peggio, anche allo stadio, come faccio a non ricordare il Paparelli, ad esempio? O le BR. E così via. Comprendo anche il discorso “suvvia, poteva capitare di peggio e non è capitato”, la tua e tutto sommato anche la mia generazione, distanziate di 10 anni, credo, hanno sopportato come normali cose che oggi non sono considerate accettabili, ad esempio certi sfottò od insulti non “politically correct”, ed altro. Però quello che non sottolinei secondo me è che certi sportivi andrebbero spediti via di corsa, indipendentemente dalla casacca che portano. Per molti interisti, siccome Mou è stato interista egli può fare grosso modo la stessa cosa che fece Moggi a Paparesta però se lo fa Mou è solo una boutade, mentre se lo fa Moggi è ben altro. Addirittura si definisce l’arbitraggio di Taylor sciagurato, quasi a giustificare il trattamento che ha avuto. Questo non va assolutamente bene. Dobbiamo tutti imparare a condannare o ad assolvere non sulla base del tifo, ma sulla base dei fatti. Se Moggi è stato radiato per cosa ha fatto, allora Mou andrebbe squalificato per un anno e non, come è successo ad esempio qualche mese fa, per due giornate, salvo togliergliela perchè tanto giocava contro quelli della Juve che sono dei ladri, e poi rimettergliela. Quindi, vero che non viene gambizzato nessuno, ma è ora di punire a prescindere dal tifo. Ed è qui che Uefa, FIGC e tifosi, in genere non sono credibili.

Modifica il 1 anno fa da commentanonimo
Bel-Ami

Commento purtroppo superficiale. I ‘70 sono stati l’incubatore anche della violenza da stadio organizzata, con l’istituzionalizzazione dei gruppi ultras ed i legami con la politica più becera. Nel ‘79 fu ucciso il povero Paparelli. Di cosa parla, di grazia? Vero che l’unico giornalista ufficiale è il padrone di casa, ma è bene far tesoro della regola base: informarsi prima di scrivere.

Waters

Mi spiace,per fortuna che per i commenti profondi ci sei te…

Salud.

mario rossi

Madonna quanto sei pedante scusati con maupassant almeno, si rivolta nella tomba

commentanonimo

E’ abbastanza facile capire perchè ci sia violenza attaccata al calcio. E’ un amplificatore del senso di appartenenza, ed uno schermo dei nostri problemi. Che senso ha soffrire per una sconfitta della propria squadra? Cosa mi cambia se vince la Champions l’Inter o il City o la Juve? Nulla…D’altro canto questo non è negativo del tutto, meglio scaricare il testosterone così che con una guerra vera.
Più difficile risolverla la violenza o addirittura chiedersi se si vuole risolverla. Alcune cose sono banalmente ovvie, riducendo la vendita di alcool si alza la soglia verso comportamenti violenti. Però ciò che non regge, oggi, e su questo Bocca ha ragione, è il comportamento degli addetti ai lavori, cioè calciatori, società e organi di controllo. Sono loro I primi a sbagliare. Manca in primis una realtà condivisa e questo aumenta il conflitto. Un esempio lampante è il gol di Maradona di mano all’Inghilterra. A distanza di anni un gesto profondamente antisportivo è vissuto come “giusto” dagli argentini e come “furto” dagli inglesi, con annesse considerazioni poco sportive.  C’è poi un eccessivo culto della vittoria. La filosofia della vittoria ad ogni costo è totalmente sbagliata, checchè se ne dica, lo sport anche agonistico, non può prescindere dal fatto che arrivare secondi è dignitoso. Cacciare il prima possibile chi non osserva comportamenti corretti, senza giustificarlo se vince è fondamentale. Dovrebbe valere per un Mister (Mou?), ma anche per un manager (Moggi?). E non dimentichiamoci di chiedersi se Uefa, Fifa e Figc sono veramente sul pezzo o se, in realtà, non andrebbero riformati per primi. La loro gestione della giustizia mi sembra ondivaga, ed opportunistica, di certo non guidata da ideali sportivi. Io vedrei con favore nel calcio l’ingresso di enti organizzatori diversi, perchè secondo me oggi non sono in grado di gestire questo immense business, e aria fresca farebbe bene a tutti. Infine, 10, 100, 1000 gesti di DI Canio vorrei vedere, ad ogni partita piuttosto che patetiche simulazioni o finte palle buttate fuori. Mille Ranieri per un Mourinho.

comevolevasidimostrare

Spero vivamente che “er fettina” torni stasera in serie A

Bel-Ami

Condivisibile in toto. Ma non dimenticare quel Di Canio che per copiare Chinaglia corse sotto la curva sud col medio alzato, e ostenta i suoi fascismi.

monica

…solo col medio? O non usava il braccio teso alla fascista per salutare i suoi tifosi?? (Quelli italiani ovviamente, perché se lo faceva in Inghilterra sarebbe venuto giù lo stadio,credo)

Quattroquattronovetredue

Come no: 10, 100, 1000 saluti romani a torso nudo, col duce sul bicipite e il fascio sul dorso.
Ma sono errori di gioventù, si capisce.

Quattroquattronovetredue

D’accordo su quasi tutto, però mi consenta una nota: se la figlia di Taylor è spaventosissima la colpa sarà dei genitori o del portoghese?
Torno a rosicare.

myway

Va be’ la battuta; però dai -a chi sia sfuggito: … “è spaventatissima” … A te non salta mai il correttore all’inverso?

Quattroquattronovetredue

Che vuoi che ti dica, io prima di postare rileggo, e con quello che pubblico non ci devo campare perché non faccio il giornalista. Bocca, che immagino sia persona di spirito, avrà sicuramente accettato la bonaria presa in giro, come le accetto io nei miei confronti se non sono offensive, e immaginare la figlia di Taylor come Mariangela Fantozzi mi ha fatto sorridere. Evidentemente così non è stato per molti frequentatori di questo blog sempre più tossico, e non mi riferisco a te, per i quali ogni giorno è una guerra e neanche provano a capire quello che leggono: magari penseranno che io sia d’accordo con chi ha minacciato quell’arbitro e sia indifferente allo spavento di una ragazzina, e allora tanto vale smettere di scrivere, perché è tempo sprecato. Ho letto cose allucinanti dettate solo dall’odio nei confronti di Mourinho e della Roma: radiazioni, penalizzazioni, e chi più ne ha più ne metta, quando alla fine tutto è consistito in proteste sbracate ed eccessive dopo che un arbitro in evidente malafede ha alterato il risultato di una finale di coppa. Tutte cose già viste e sentite in precedenza per tante altre squadre, e mai enfatizzate in questi modi. Per fortuna a decidere chi rappresenta il calcio italiano in Europa non è il primo esagitato che passa ma sono i numeri e il ranking europeo, che si basa sui fatti e non sulle opinioni personali. Mourinho è assolutamente criticabile sotto tanti punti di vista, e non pensare che i tifosi della Roma siano tutti ciechi e sordi, ma sui risultati ottenuti nella sua storia personale giusto quel decerebrato di Cassano può avere da ridire, o chi è in malafede. Mi fermo qui, forse ho scritto pure troppo.
Buona domenica

RM28

Le cose che hai letto su Mourinho non sono allucinanti. Un allenatore che si comporta in quel modo, aizzando il tifo più becero contro l’arbitro, merita una squalifica.
Io ricordo bene come andò a finire la famosa partita di Madrid, quella dell’arbitro con il bidone della spazzatura al posto del cuore. Buffon fece quell’uscita infelice per cui fu giustamente molto criticato e si prese, altrettanto giustamente, tre giornate di squalifica. Per quanto mi riguarda avrebbero dovuto dargliene anche un paio in più.
A fine partita, durante le interviste, Allegri fece i complimenti a tutti, anche all’arbitro, dicendo che aveva arbitrato bene.
Agnelli fece un velato richiamo al “protagonismo” di Collina.
Non capisco perché a Mourinho sia permesso di fare certe dichiarazioni, molto più gravi di quelle di Buffon, anzi c’è pure qualcuno che gli dà ragione.

Modifica il 1 anno fa da RM28
scotland16

riconosco che in quell’occasione Allegri fu ammirevole e sportivo; Buffon fu penoso, anche perche’ il rigore era netto

Quattroquattronovetredue

Non mi sono spiegato bene, Mourinho deve essere squalificato e siamo pienamente d’accordo; ma forse ti è sfuggito che un odiatore dichiarato di questa città perorava una radiazione del tecnico ed una penalizzazione in classifica della squadra, anche se trattandosi di coppe mi sfugge qualcosa. A me dispiace che ci siano persone tanto incarognite con la vita: per dire, a me la Juventus sta antipatica ma non la odio di sicuro, e non ho mai scritto certe cose. Poi ognuno vive come vuole, per me il calcio è divertimento ed emozioni, anche quando perdo in modi discutibili, e se hai seguito la finale saprai cosa intendo.
Un saluto

RM28

Beh, questa della radiazione e penalizzazione me la sono persa, probabilmente è qualcuno esasperato dal fatto che per altre squadre si parla di radiazione anche quando gli fischiano un rigore a favore… per dire, se al posto di Mou ci fosse stato, chessò, Allegri, adesso staremmo qua a discutere se la Juve doveva ripartire dalla serie D oppure frustata in sala mensa 🤣… o magari entrambe
Un saluto anche a te

Luc10 Dalla

👏👏👏

108
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x