Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Stai bloccando le Ads!!!

Ciao, un po’ di pubblicità a te non costa nulla, a noi consente di ammortizzare almeno in parte i costi di Bloooog! e mantenerlo attivo. Per favore disattiva l’estensione che blocca gli annunci e poi ricarica la pagina.
Grazie da Bloooog!, il tuo Bar Sport.

SERIE A, giornata n. 35 – ⚽ –  Mourinho resterà o meno alla Roma? E soprattutto qual è il suo bilancio in questi due anni da allenatore della Roma? “Comunque vada per me questa è stata una stagione fantastica, nei limiti di questa gente” dice lui dopo lo scialbo e inutile 0-0 di Bologna. Il giudizio è sospeso sulla nuvola dell’Europa League, ma il problema è che ormai nessuno giudica più Mourinho per i risultati o per la classifica. Mourinho oggi non vende più le sue vittorie e i suoi trionfi, Mourinho è un’esperienza, un’avventura, lo scontro tra Bene e Male, un Cavaliere Jedi contro la Morte Nera. La classifica è solo un dettaglio, il gioco e i gol anche. Mourinho ti prende e ti fa diventare un suo soldato. E allora prega per noi José e liberaci dal dubbio… – ⚽ – Per Allegri oggi la Juventus è un gioco del Monopoli in cui le carte imprevisto sono esaurite: dall’ennesimo infortunio di Pogba, alla condizione sempre altalenante di Vlahovic, alla questione della giustizia sportiva che incombe come una spada di Damocle. L’allenatore si attacca al secondo posto come una vittoria, anche se la classifica è puramente virtuale e condizionata alla sentenza del 22 maggio. Meglio giocare rassegnati con una penalizzazione già sicura, o meglio giocare sapendo che il secondo posto non te lo lasceranno mai? Nell’attesa dell’Europa League come unica consolazione, pensiamo a quale bufera si sarebbe scatenata se la Juve avesse vinto o stesse per vincere lo scudetto…

SERIE A 2022-2023

GIORNATA N. 35

Venerdì 12 maggio 2023

Lazio-Lecce 2-2

(34′ Immobile La, 45’+2′ Oudin Le, 51′ Oudin Le, 90’+4′ Milinkovic Savic La)

Sabato 13 maggio 2023

Salernitana – Atalanta 1-0

(90’+3′ Candreva S)

Spezia – Milan 2-0

(75′ Wiśniewski S, 85′ Esposito S)

Inter – Sassuolo 4-2

(41′ Lukaku I, 55′ Tressoldi aut. I, 58′ Lautaro Martinez I, 63′ Henrique S, 77′ Frattesi I, 89′ Lukaku I)

Domenica 14 maggio 2023

Verona – Torino 0-1

(29′ Vlašić T)

Monza – Napoli 2-0

(18′ Mota M, 54′ Petagna N)

Fiorentina – Udinese 2-0

(7′ Castrovilli F, 90′ Bonaventura F)

Bologna – Roma 0-0

Juventus – Cremonese 2-0

(55′ Paredes J, 79′ Bremer J)

Lunedì 15 maggio 2023

Sampdoria – Empoli 20.45

***

CLASSIFICA

Napoli 83 (35), Juventus 69 (35), Inter 66 (35), Lazio 65 (35),  Milan 61 (35), Atalanta 58 (35), Roma 59 (35),  Fiorentina 49 (35), Monza 49 (35), Torino 49 (35), Bologna 47 (35), Udinese 46 (35), Sassuolo 44 (35), Empoli 38 (34), Salernitana 38 (35), Lecce 32 (35), Spezia 30 (35), Verona 30 (35),  Cremonese 24 (35), Sampdoria 17 (34).

PROSSIMO TURNO

GIORNATA N. 36

Venerdì 19 maggio 2023

Sassuolo – Monza 20.45

Sabato 20 maggio 2023

Cremonese – Bologna 15.00

Atalanta – Verona 18.00

Milan – Sampdoria 20.45

Domenica 14 maggio 2023

Lecce – Spezia 12.30

Torino – Fiorentina 15.00

Napoli – Inter 18.00

Udinese – Lazio 20.45

Lunedì 22 maggio 2023

Roma – Salernitana 18.30

Empoli – Juventus 20.45

***

FENOMENOLOGIA DELL’ULTIMO Mourinho

Nessuno mi può giudicare: certamente no, ci mancherebbe. Ma sicuramente non si può giudicare José Mourinho con lo stesso metro e le stesse categorie degli altri. Per quanto lo si prenda pure a caro prezzo per vincere, non si pesa e si misura unicamente in vittorie, perché lui stesso ha provveduto ad aggiornare negli anni il suo catalogo da straordinario piazzista di football. E’ la tua squadra – in questo caso la Roma – che ingaggia lui, ma poi è lui che viene e arruola te, prima ancora dei calciatori. Un venditore porta a porta di se stesso: Mou viene, ti prende e ti trascina con sé nel suo mondo. Mou arruola il suo esercito di tifosi in maniera anche più convincente di Zio Sam che ti guardava fisso negli occhi e diceva “I want you”. 

  Le due Champions o i campionati vinti in Spagna, Inghilterra, Italia e così via, fanno parte del vecchio bagaglio. Mou oggi non si vende più come vincente o almeno solo come vincente. Con Mou oggi non ti prendi più le certezza di una Coppa o di uno scudetto – nel caso della Roma siamo a una Conference League  ti assicuri piuttosto un’esperienza – come dice Briatore quando deve giustificare il fatto che nel suo locale di via Veneto a Roma vende pizze a 50 euro –   un viaggio nell’iperspazio, un’avventura dentro Guerre Stellari, una roba tipo i Guerrieri Jedi e la Morte Nera. Basta che lui litighi – e accade regolarmente – con un Serra o un Chiffi qualsiasi e tu immediatamente vedi tutta questa roba qui. Il Male e il Bene, la lotta tra Satana e San Michele Arcangelo con la spada che manco con tutta la cannabis terapeutica che trovassi a Roma, sarebbe possibile. 

  Ecco, per dire che quando si parla di Mourinho non bisogna pensare di avere davanti un Allegri che parla portoghese invece di livornese o un Ancelotti parecchio più incazzoso, o comunque il tipo di parecchi fa che incarnava l’anti Cristo di Guardiola. Lui mette un po’ di Mou dentro ognuno di noi, tutti possono essere come lui una volta che gli affidi cuore e anima. Persino Eziolino Capuano qui da noi pensa di essere Mourinho. E’ un po’ come credere che Marlon Brando sia fatto da mille Bombolo ma insomma è così.

  Mourinho riempie da solo l’Olimpico per questo, perché è una fede e non un allenatore. E perché con lui il come si gioca o anche lo stesso vincere o perdere ha un’altra misurazione. Ci si guarda sì, ma relativamente. Una volta che lui ti ha battezzato entri in un’altra dimensione ed è complicato rinnegarlo. Dico questo mentre  a Roma si chiedono se Mourinho vada o rimanga. Mentre si tenta di valutarne il lavoro, si guarda alla classifica e si sta sospesi sulla nuvola dell’Europa League. Ci andrà in finale? E se la vincesse? E se in Champions non ci rientrasse? Mah, in fin dei conti che importa?

  “La nostra stagione è fantastica, è una stagione nei limiti di questa gente Sicuramente la gente si può stancare di me o Ancelotti, ma poi alla fine siamo qui”: Mou si considera al di sopra di tutto questo chiacchiericcio. Per lui i risultati delle partite non pesano alla stessa maniera degli altri, un Bologna-Roma banale e giocato soprattutto male dalla Roma, cambiano poco o nulla. E’ Mou che decide, è Mou che fa e disfa, è Mou che muove il joy stick del video gioco. Invece di aspettare un gol di Abraham o Belotti (ma quando mai…), tutti aspettano che Mou si azzuffi con l’arbitro. Non si accorgono così che la classifica è quel che è, ma se anche gli ci cascasse l’occhio non è per quello che ci si affida anima e corpo al santone più santone del calcio moderno. Prega per noi Josè, liberaci dal male e soprattutto dal dubbio.

ALLEGRI e le carte “imprevisto”

“A tutti i ragazzi ho regalato il Monopoli, ormai siamo quasi arrivati in fondo ai cartellini degli imprevisti”. Il battutista Massimiliano Allegri oggi è allenatore e società insieme, l’unica vera certezza, piaccia o non piaccia, della Juventus. Che ha perso i suoi riferimenti in alto – Andrea Agnelli è il passato – e persino quelli sul campo. Per Vlahovic si cerca qualcuno che se lo prenda, Pogba continua a percorrere il suo personale calvario di dolore. Una volta che riesce a partire titolare esce dalla partita dopo appena 20 minuti con le lacrime agli occhi, per l’ennesimo infortunio a un ginocchio. 

  In attesa che a Torino sbarchi Cristiano Giuntoli, deus ex machina dello scudetto del Napoli, a cominciare la ricostruzione del club, Allegri cerca di dare tutta la concretezza possibile al secondo posto della Juve. Parla di secondo posto con una certa soddisfazione, come se fosse una conquista e lo scudetto del Napoli non lo riguardasse. Lo fa probabilmente, proprio perché sa bene che quel secondo posto è più virtuale che reale. 

  Da quando hanno tolto la penalizzazione alla Juventus per spedirla a un nuovo processo che, dicono tutti, le imporrà una nuova e diversa penalizzazione, mi sono convinto che la posizione precedente fosse più comoda e meno sacrificante. In quella posizione viaggi a riflettori spenti, giochi e lotti per un traguardo molto difficilmente raggiungibile, qui invece giochi e lotti per qualcosa che sai che molto probabilmente ti toglieranno. Almeno stando alle previsioni degli esperti. Anche se questo ovviamente non è il pensiero degli avvocati della Juventus, che sperano di salvare l’attuale classifica bianconera. Posso pensare dunque che ai giocatori la situazione sembri assurda e kafkiana e che chiedere loro bellezza e spettacolo significhi rischiare facilmente il vaffa.

  Al di là dei tifosi che vedono in tutto questo una guerra santa, resta per chi guarda la Juve in Tv una partita come tante altre, che è più che altro una pratica burocratica. Non una tripletta di Vlahovic ma Paredes e Bremer….  La Juve non si accende quasi mai, vince per superiorità tecnica ma non trascina e spegne ogni entusiasmo. Al di là di qualsiasi considerazione sulla colpevolezza della Juventus e sulla responsabilità conclamata dei precedenti dirigenti che sono la vera causa di tutto questo – spero che almeno questo sia chiaro – tenere sulla graticola una squadra per così tanto tempo è molto ingeneroso nei confronti dei giocatori che certamente non sono i principali colpevoli del misfatto.

 Il campionato oggi è di fatto un allenamento all’Europa League, che può essere l’unica forte di riscatto e vittoria. Il senso e il motivo di una stagione intera. Mentre la vita della squadra, dopo tre vittorie consecutive, resta appesa alla sentenza del 22 maggio. Che resterà comunque un colossale golem fangoso e ingestisbile: come farà la Corte d’Appello Federale a dare la giusta penalizzazione alla Juventus se mancheranno comunque altre due partite per chiudere il campionato?

E stiamo parlando di una Juve al secondo posto. Figuriamoci cosa sarebbe successo se per caso la Juventus, e non il Napoli, avesse vinto o stesse per vincere lo scudetto. Ragazzi, per fortuna l’abbiamo scampata bella…

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SERIE A, giornata n. 35 – ⚽ –  Mourinho resterà o meno alla Roma? E soprattutto qual è il suo bilancio in questi due anni da allenatore della Roma? “Comunque vada per me questa è stata una stagione fantastica, nei limiti di questa gente” dice lui dopo lo scialbo e inutile 0-0 di Bologna. Il giudizio è sospeso sulla nuvola dell’Europa League, ma il problema è che ormai nessuno giudica più Mourinho per i risultati o per la classifica. Mourinho oggi non vende più le sue vittorie e i suoi trionfi, Mourinho è un’esperienza, un’avventura, lo scontro tra Bene e Male, un Cavaliere Jedi contro la Morte Nera. La classifica è solo un dettaglio, il gioco e i gol anche. Mourinho ti prende e ti fa diventare un suo soldato. E allora prega per noi José e liberaci dal dubbio… – ⚽ – Per Allegri oggi la Juventus è un gioco del Monopoli in cui le carte imprevisto sono esaurite: dall’ennesimo infortunio di Pogba, alla condizione sempre altalenante di Vlahovic, alla questione della giustizia sportiva che incombe come una spada di Damocle. L’allenatore si attacca al secondo posto come una vittoria, anche se la classifica è puramente virtuale e condizionata alla sentenza del 22 maggio. Meglio giocare rassegnati con una penalizzazione già sicura, o meglio giocare sapendo che il secondo posto non te lo lasceranno mai? Nell’attesa dell’Europa League come unica consolazione, pensiamo a quale bufera si sarebbe scatenata se la Juve avesse vinto o stesse per vincere lo scudetto…

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
229 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Mozilla

Nel secondo tempo ancora rugby ma Inter meglio

Mozilla

Inter-Milan una brutta partita di rugby

ROS

…bisognerebbe dire solo una cosa. Quest’anno c’è una squadra che ha “stracciato” tutti giocando un calcio meraviglioso, in un campionato regolarissimo al punto di fermare ( si spera con la B) una squadra che dell’irregolarità è la regina.. Il resto sono chiacchiere. Se poi vogliamo essere proprio pignoli al massimo… il campionato per essere regolare il Napoli lo dovrebbe giocare solo con due o tre squadre.

Modifica il 1 anno fa da ROS
ROS

…ti avevo risposto ma sono stato censurato. Contro ogni forma di censura!

malandragem

Incredibile, sei riuscito a finire peggio di prima LMFAO

Però le minchiate che scrivi fanno sganasciare, anche se non te ne rendi conto e l’effetto non è voluto

ROS

…di minchia ne vedo solo uno.

malandragem

Ci sente autorizzati a dedurre che lo schermo del tuo cellulare abbia un notevole effetto specchio.

ROS

…si si sono sfigato😄…ma i festeggiamenti continuano…altri caroselli previsti saranno quando andrete in B…perchè forse non lo sai…ma andrete in B.

Mordechai

Quando siamo tornati in A “l’altra volta”, abbiamo poi infilato una serie di 9 (nove) scudi consecutivi. Fossi in te, quindi, c’andrei piano coi caroselli.

Mozilla

Da solo sarebbe meglio.

Mordechai

Ci arriveranno.

Quattroquattronovetredue

Leggo che Pogba sarebbe costato finora alla Juve 70.000€ al minuto: fatte le debite proporzioni con i rispettivi budget, immagino che Xavier Pastore alla Roma sia costato più o meno altrettanto. Mi chiedevo allora come Monchi potesse aver deciso di acquistare un giocatore spesso infortunato, praticamente fermo da un paio d’anni, non più giovanissimo, pagandolo circa 24 milioni e facendogli un contratto blindato da 3,5 netti per 5 anni. Troppo fesso o troppo furbo? Non lo posso sapere, ma di certo in buona compagnia. E qualcuno ancora sostiene che lo Stato, cioè noi, dovrebbe sostenere economicamente il calcio professionistico, ma come si fa?

comevolevasidimostrare

Stasera tiferò Milan, dato che non è una ladrona come sua cugina.
Anzi, a pensarci bene, siamo in debito per un certo affaire Muntari.😊

cipralex

……amala!…..le premesse ci son tutte…..io ho buone sensazioni…..

Bob Aka Utente11880

Grazie Cipra

OOo

Come mai non vedo più molti dei post letti questa mattina?

malandragem

Comunque, se vogliamo parlare di cose serie… oggi è il settantesimo anniversario della scomparsa del più grande chitarrista europeo.

Quattroquattronovetredue

Vero. Io però nei ’70 ho potuto godere dal vivo di Martin Barre coi Jethro Tull, Chris Spedding con Jack Bruce, Harvey Mandel coi Canned Heat, RobertFripp coi King Crimson, Jon Mark con John Mayall… bei tempi. Più di recente, restando in Italia, Roberto Ciotti, un grande. Ma a me me piace o’ blues.

Mordechai

Grande Martin (Lancelot) Barre, grandi i Jethro e grandissimo “The broadsword and the beast”, per me il top della loro sterminata produzione.

Nicola Romano

Boh! Fino a la non ci arrivo , per me i migliori sono Jimmy Page e Eric Clapton , grandi anche i nostri IvanGraziani e Alberto Radius .

Waters

Anche Jeff Beck…

Nicola Romano

Anche Pete Townshed ,pure come autore .

L’Avvocato (della Signora)

in pratica la Juve DEVE rimanere fuori dalle coppe “così è deciso, l’udienza è tolta”.
il numero di punti di penalizzazione sarà deciso in funzione dei risultati sportivi della Juve, meno punti fa sul campo, meno punti di penalizzazione riceverà, più punti fa, più punti di penalizzazione riceverà.
Almeno questo è quel che scrive nero su bianco il giornalista Lorenzo VENDEMIALE del Fatto Quotidiano… scrive anche che con gli ultimi risultati sul campo la Juve “mette in difficoltà i giudici”…ma cose da pazzi! MA CHE SCHIFO!

https://www.ilfattoquotidiano.it/2023/05/15/paradosso-juventus-in-zona-champions-non-vince-nessuno-adesso-i-giudici-sono-costretti-a-ridarle-il-15/7161790/

malandragem

Leggevo oggi che il povero Chinè non sa probabilmente che pesci pigliare, nel senso che se l’Inter vince la Coppa Italia di punti ce ne vorrebbero 21, che scenderebbero a 12 se vincesse invece la Fiorentina, ma la finale di Coppa Italia sarà dopo la sentenza…

Inoltre il povero Chinè dovrà pronunciarsi prima di Juve vs Empoli, il che contribuisce a complicargli i conteggi, lmao…

comevolevasidimostrare

Se per ipotesi, rara ma pur sempre tale, la Signora devesse approdare ad Istanbul e vincere la EL, avrebbe diritto a partecipare, nella fase a gironi, alla CL anche se le rifilassero un -30. Sempre non cambiassero nel frattempo il regolamento. La penalizzazione sarà comunque fissata a un punto di distacco dalla SSROMA; ci stanno lavorando ed è per questo motivo che la sentenza è stata fissata per il 22 maggio: penultima giornata di campionato

Mordechai

Fattene una ragione, è già tutto scritto.

RM28

Scusa Fabrizio, sono scomparsi alcuni miei commenti di ieri relativi alla penalizzazione contro la Juve, che non contenevano alcunché di offensivo.
Posso sapere come mai? Un problema tecnico?

cipralex

Non so, magari dicevi che è tutta una stronzata……..a Bocca da fastidio…..

Sergiod

Dopo averci pensato per 7 minuti mi sono ricordato che il Milan ha ben 6 giocatori francesi e non 4 nel suo organico.
Così non va bene 😁.
Il Milan parte assai avvantaggiato, come no!

Maxx

Una mente fertile

Sergiod

Grazie di cuore, mi mancava.

Laura

Roba da ufficio inchieste😂😂😂😂
Ps. ieri per un paio di minuti credevo fosse un clamoroso scherzo poi, visto l’autore delle dichiarazioni, ho dovuto arrendermi alla realtà. Però bisogna ammettere che è l’uomo giusto sulla panchina giusta, gli va dato merito.

OOo

Con due gol da recuperare e senza Bennacer sarebbe un miracolo se passasse.

gmr61

Beh caro cotifoso, spesso, pessimista : io avevo un padre nato in Francia, ed il nostro ” avversario” Gourmet ha , se ben ricordo, una nonna francese, quindi siamo pari!
Seriamente parlando, a parte il tifo e la relativa speranza, per stasera mi do veramente poche chance

Sergiod

Avrete capito che la mia era una battuta, non riesco a prendere sul serio questi privilegiati.

Maxx

Se il Milan steìasera avesse Mourinho in panchina qualche possibilità di passare il turno l’avrebbe avuta. Qualcuna in più, perché nulla è scritto. La capacità che ha lo Special One di sezionare le fasi di una partita, in particolare nella coppe, credo sia unica. Il Milan ha bisogno oggi della tattica e della strategia perfetta, insieme a pazienza e cinismo. Serve una controllata spregiudicatezza. Pioli è più un allenatore che tira fuori il massimo da quello che ha, ma se ha problemi di condizione e di formazione va in crisi. Non do per scontato questo passaggio del turno a favore dell’Inter e non credo a questa conclamata superiorità rispetto al Milan. Certo nell’ultimo mese l’Inter ha giocato meglio e ha prodotto di più, ma in altri periodi dell’anno il rapporto era invertito. Le rimonte nel calcio ci sono sempre state e molte di queste nascono dalla sicurezza della squadra in vantaggio di aver già superato il turno.

cipralex

Anch’io sono d’accordo.

Una delle due passa.

Bob Aka Utente11880

Assolutamente d’accordo

Sergiod

Al Milan stasera mancherà Bennacer , out per almeno 6 mesi.
È lui il metronomo del Milan ma sarebbe difficilissimo anche con lui e Mou allenatore.

il ghiro

*** MOMENTI DI DORIA ***
Sampdoria – Empoli 1 – 1

Beffa finale per la povera Samp, che stava portando a casa una vittoria, inutile per la classifica, ma importante per il morale della tifoseria, già messo a dura prova dalla retrocessione e dalla disperata situazione societaria. Un po’ casuale il gol di Zanoli, un tiro sbucciato che finiva sul palo e poi in fondo al sacco di un bravissimo Vicario, che fino ad allora le aveva prese tutte; il laterale, in prestito dal Napoli, aveva giocato una gara generosa ed esemplare, come pure altri suoi compagni, Ravaglia, Nuytink, Augello, Djuricic, il Gabbia e il vecchio Quaglia. La Samp avrebbe meritato di vincere, così pensavano anche tutti i tifosi doriani che hanno incoraggiato la squadra per tutti i 90’ al grido: “Giù le mani dalla Sampdoria”. Poi in pieno recupero i ragazzi di Stankovic si fanno raggiungere, Zanetti butta dentro, a fianco di Caputo, altre tre punte centrali (Destro, Pjaca e Piccoli), infine anche Akpa-Akpro, ed è proprio l’ivoriano, in prestito dalla Lazio, a sbloccare il punteggio con una splendida azione personale ed un assist perfetto in area su cui si fionda Piccoli, che azzecca il tiro vincente, Ravaglia si deve arrendere e arriva il pari. Gioia degli azzurri empolesi, che guadagnano la sicura permanenza in A, e disperazione dei giocatori doriani impietriti per l’ennesima beffa della sorte avversa, Stankovic si dispera con la testa fra le mani. Comunque partita scialba e incolore dei toscani, sottotono Parisi, Baldanzi, Grassi, benino solo Cambiaghi e il solito Ciccio Caputo. Ottimo il giovane arbitro abruzzese Feliciani.

inox

Buongiorno Fabrizio
Sei ancora sveglio? Non riesco a dormire. Ho provato di tutto: sono uscito con una ragazza poi rivelatasi un ragazzo e al dunque ne l’una né l’altro. Questo aggiunge ansia da prestazione. Ora capisco cosa intendono quando parlano di liquido. Raccontami una storia Fabrizio. Devo arrivare a domani sera. Certo, Krunic colpisce con un pugno Bastoni in piena area; rigore e rosso diretto. Comportamento violento. Probabilmente rigore trasformato e tre a zero e giochi chiusi. Invece mi tocca sentire quei sepolcri imbiancati di Capello e Boban e Del Piero: e gioco stile anni ottanta, dicono. E allora perché non un Nobel per la pace a Putin? A Obama si a Putin no. Non c’è giustizia. Ci tocca ancora di soffrire. Magari un Nobel per la *pece ai Biden anche per le loro attività in Ucraina. Raccontami una storia Fabrizio. Non ho orsacchiotto e la giornata non è nemmeno iniziata e la notte intera. Mi arbitra un francese. Nel Milan ce ne sono cinque di francesi. Perché un francese, Fabrizio. Non avevano un polacco o un inglese? Un africano? È un segno. No. Non può esserci un altro 5 maggio il 16 maggio. Va bene Fabrizio, dammi la mano. Ti racconto io una favola così ci addormentiamo insieme liquidi liquidi. C’era una volta una strega cattiva. Tutti la chiamavano Juve……dormi Fabrizio dormi.

malandragem

Chissà perché dirigenza e tifoseria interista non hanno avuto a che ridire quando ad arbitrare la semifinale col Barcellona c’era il portoghese (compagno di Mourinho in tanti pranzi) Olegario Benquerenca

Dalla serie “ci teniamo sempre a mostrare che pagliacci siamo”

Bob Aka Utente11880

Sai Mala, i tempi cambiano …
Comunque si, mi stavo chiedendo quale carta si sarebbero giocati i loro poteri forti per ribaltare la partita, Leao a parte, e adesso ho avuto la risposta 🙁

ConteOliver

A-FA-SOL…3 applicazioni di un’ora l’una” (cit.)

Mordechai

“sono uscito con una ragazza poi rivelatasi un ragazzo”.
Chissà lui/lei che avrà pensato.

ConteOliver

sono uscito/a con un pirla, poi rivelatosi…un pirla 😆

Steu2

Quasi OT

Ieri sera ero all’Allianz Stadium e mi aspettavo/speravo almeno un coro in omaggio di Gianluca Vialli, grande uomo, grande campione ed ex di entrambe le squadre in campo.

Invece ci siamo limitati ai soliti cori di insulti e di auguri reciproci di giocare in serie B la prossima stagione.

Che tristezza

Pavipollo

A me Mourinho sta decisamente sugli zebedei ma se dopo aver vinto l’anno scorso la Conference vincesse quest’anno la EL la Roma, che prima di lui l’ultimo qualcosa lo ha vinto un’era geologica fa con Capello, gli dovrebbe fare un monumento di quelli equestri alla Marco Aurelio…

Modifica il 1 anno fa da Pavipollo
tom

A me verrebbe voglia di dedicargli l’adagio di Gigi Proietti rifatto sulle note di Ne Me Quitte Pas…

ROS

…qualcuno parla di campionato falsato…ma da chi?…da cosa?. ci credete solo voi. Diciamo le cose come stanno…vi abbiamo intossicato a tutti quanti…fatevene una ragione.

convenevole da prato al secolo Nicola Romanoo

Meno male che loro sono sempre perfetti e precisi nella buona e nella cattiva sorte .

OOo

Falsato non per il primo posto, quello è indiscutibile.
Ma per il resto?

Maxx

In settimana i cinema sono aperti

ROS

…il film è “benvenuti al circo roma”?

Mozilla

Hai dovuto soffrire per anni e anni per vedere la tua squadra raggiungere un TERZO scudetto ( 1/13 un tredicesimo dei nostri!) , Dovresti essere contento e invece sei astioso , pensi che con l’astio tu possa cancellare anni e anni di delusioni?

ROS

vuoi mettere l’emozione che si ha ad essere partenopei e poi supporter?…ma tu che puó capì…

ConteOliver

amico mio, non esiste solo lo scudetto

esiste anche la competizione per i posti UEFA e per non retrocedere

gli arbitraggi indecenti (che hanno di volta in volta aiutato quella o quell’altra avversaria della Juve) e le penalità date, tolte e poi ridate, hanno determinato un’oggettiva alterazione della competizione, danneggiando direttamente la Juve, in ogni modo possibile ed immaginabile, e – di riflesso – tutte le altre che erano e sono in gara per qualcosa che non sia lo scudetto.

ci sei?
ce la fai?
sei connesso?

😉

e se non ci arrivi non posso farci davvero nulla

è e rimane un tuo problema

ROS

…tua opinione rispettabile..ma per nulla condivisibile.

malandragem

Ho trovato bizzarra la sua osservazione… dovrebbe ben saperlo per esperienza diretta che un campionato si gioca anche per posizioni diverse dalla prima, lmao…

tom

Lo sanno anche loro di aver vinto il peggior campionato degli ultimi vent’anni (gli è capitato anche, va detto, di perdere uno dei più belli, ai tempi di Sarri). Vorrebbero/dovrebbero gioire e basta, ma non ce la fanno…

ROS

…😃

tom

Se ti piace crederlo…

Mordechai

Vedo che non hai capito granché.

ROS

…”al netto della meritata vittoria del Napoli, campionato obiettivamente falsato”..scrivi evidentemente senza sapere cosa…è chiaro che chi non capisce sei tu.

Claudio Mastino 62

A Ros, sei proprio de coccio, te ce vorrebbe ar mattino ‘na doppia razione de pane e vorpe e credo che t’arimbalzerebbe, nun capiresti lo stesso. È chiaro come l’acqua de sorgente che l’artri bloggaroli , parlando de campionato farsato se riferiscono a li piazzamenti Cempions e non ar Napoli , la mejo squadra der campionato come Romeo è er mejo gatto der Colosseo.
Er Napoli è fortissimo ma tu vedi da ripijatte che ce lo stai a fa’ a peperini.

ROS

….sembri gastone.

Mordechai

Ti faccio il “disegnino”.
Il Napoli ha strameritato di vincere lo scudetto, nessuno lo sta mettendo in dubbio.
Ciò premesso, tutto ‘sto circo equestre delle penalizzazioni date/tolte/probabilmente date di nuovo, non può non aver, come dire … “stralunato” sia la Juve, che per alcuni mesi ha gareggiato senza sapere realmente per quale obiettivo, sia le dirette avversarie per i posti in CL, che a loro volta per alcuni mesi hanno gareggiato senza sapere se considerare la Juve come diretto/effettivo avversario o come “convitato di pietra”.
Particolare non trascurabile tenendo che, andare o non andare il CL l’anno prossimo, non è cosa da poco, tenendo conto dei fantastiliardi che ci sono in ballo.
Ti riesce così difficile capirlo?

ROS

…non sono d’accordo. Non c’è bisogno di spiegare…ne di ironia ..tra l’altro non ne siete nemmeno capaci alcuni di voi. Il campionato è regolare.

Corum

Convinto tu… Contenti tutti..
Questo è secondo per ampio distacco rispetto al 2006.
Tutto puoi dire, ma non che sia particolare: la seconda che fa mezzo campionato sotto penalizzazione, e poi un altra metà senza sapere quale sia, se non che, qualsiasi risultato facciano sarà inutile..
Pausa mondiali che ha impegnato molti giocatori prima (c’è chi tirato indietro la gamba) e dopo (qualcuno veramente spompato).
Ora se questi fattori non influenzano allora spiegaci perché un cartellino giallo non dato falsa un campionato..
Attendiamo con trepidazione.

ROS

la seconda che fa mezzo campionato sotto penalizzazione, e poi un altra metà senza sapere quale sia, se non che, qualsiasi risultato facciano sarà inutile..bsterebbe chiedersi…perchè?

Corum

Non hai risposto.. E questo la dice lunga su quanto tu sia sotto intossicazione.
Forse solo dopo altri 3 4 scudetti potrai uscirne..
È un problema tuo non del Napoli.

Mordechai

Buonanotte, sogni d’oro.
Ne hai bisogno.

ROS

…siete uno spasso.

Mordechai

E ti pare poco? Durante il novennio pure? Chissà che risate.
🙂

ROS

…B!

Modifica il 1 anno fa da ROS
NELLO MASCIA

FALLI DA DIETRO –
COMMENTI ALLA 35° GIORNATA DEL CAMPIONATO 2022-23
 
Grandi emozioni nel Campionato degli sconfitti.
 
Mollare il malloppo Champions per tutti sarebbe una sciagura. Se non proprio vita o morte, quasi.
Quando poi gli spasimi europei si mescolano a quelli che per la sopravvivenza in A, allora tutto precipita nel thriller ruspante di Mario Bava, e il divertimento è assicurato.
 
Gli Aquilotti, da tempo col fiatone, rischiano di buscarle contro gli agguerriti salentini molto alcolici e polifenolici.
 
Sbagliano un rigore negroamaro, i primitivi.
E vanno anche sotto con un gol del ritrovato Ciruzzo d’ ‘a Torre.
Ma poi ribaltano tutto grazie a una doppietta di Remi Oudin che nel nome evoca sorprendenti magie.
 
E un po’ mago deve esserlo questo ventiseienne francese se improvvisamente si scopre goleador.
 
I laziali provano ad abbozzare una riscossa che non arriva.
 
Falcone para tutto, e Pedro coglie un palo.
Quando tutto sembra perso, allo scoccare del minuto 95, ecco la zuccata del Sergente.

Si chiude con un pareggio che non accontenta nessuno.
Ma evita un’altra figuraccia a Sor Polpetta.

Inizia per il Lecce una vera e propria poule salvezza.
Domenica il primo play out al via del Mare contro gli spezzini.
 
Già, gli spezzini.
Prosegue lo smarrimento dei Diavoli dopo l’exploit, guarda caso, contro i nostri Beneamati azzurri.
 
Il sogno Champions questo ti fa.
Ti fa perdere la testa.
Ma quello che preoccupa di più è la condizione atletica nel momento decisivo della stagione.
 
Al Picco i liguri ritrovano Nzola, e per loro è una vera manna.
Sugli scudi lo stabiese Salvatore Esposito, autore di una prestazione davvero importante.
Partita perfetta.
E perfetta è la punizione sotto all’incrocio, che firma il raddoppio e chiude la gara.

Brutta scoppola per i Diavoli.

Ancora più brutta l’immagine dei giocatori e del mister che, come scolaretti, vanno a rapporto dai capi ultras a fine gara.
 
Che l’umiliazione sia un fattore fondamentale per la crescita lo ha già detto qualcuno?
Ah, sì, l’attuale Ministro dell’Istruzione (e del merito).
 
John Malkovich cerca maldestramente di gettare acqua sul fuoco. Rassicurando che è stato un semplice incoraggiamento di un gruppo di tifosi in vista dello scontro decisivo di mercoledì contro i cugini interisti.
 
Si dà il caso che l’incoraggiatore fosse tal Francesco Lucci, fratello di Luca, capo indiscusso degli ultras, grande amico di Salvini e con pesanti storie di traffico di stupefacenti sul groppone.
 
Perché?
Perché hanno tanto potere questi qua?
Chi glielo ha consentito?
Domande. Sempre le stesse. Che non avranno risposta.
Apro una rubrica nella rubrica.
 
Cose che non mi sono piaciute in questa settimana.

La lettera di Ricardo Franco Levi, “Commissario Fiera del Libro di Francoforte del 2024”, che comunica a Carlo Rovelli di aver annullato la sua lezione per leso Crosetto.
Levi poi farà anche peggio. Dopo aver constatato la figuraccia, e il polverone causato, ci ripenserà e riformulerà goffamente l’invito.
 
Il passo dell’oca in sincrono della Ducetta con Volodymyr che esibisce sul braccio lo stemma dei nazisti ucraini.
 
Bergoglio (lui che, tra l’altro, ha scelto di chiamarsi Francesco) che rifiuta di benedire un cane, ma va a benedire una Lamborghini.
 
Il freddo a maggio.
 
La sconfitta dei neo campioni in Italia a Monza.
 
A parte l’atteggiamento vacanziero di tutti i nostri, c’erano due rigori nettissimi non decretati dall’arbitro.
 
I falli sono stati ripetutamente divulgati in televisione in tutta la loro evidenza.
 
Un grottesco impensabile.
Le immagini sono quelle. Tutti possono constatare l’esistenza del fallo.
Come è possibile che di quelle stesse immagini i signori del Var danno una interpretazione diversa?
 
Gigantesco problema di legalità nel calcio.
 
L’arbitro può sbagliare.
Ma il Var è stato istituito per correggere quell’errore.
 
Se il Var tace su quell’errore, e se successivamente l’azione viene offerta alla visione di tutti, documentando che effettivamente l’arbitro aveva sbagliato, le responsabilità di chi decide, diventano insostenibili.
 
Tema serissimo. Tema attualissimo. Tema elusissimo.
Ma è un’elusione autolesionista.  
Perché i sospetti di manipolazioni restano.
E a lungo andare la credibilità si sbriciola, la disaffezione cresce, il malcontento galoppa.
Il fruitore si allontana. La cassa soffre.
 
In Inghilterra se ne sono accorti. Dal prossimo anno, gli audio tra arbitro e varista saranno resi pubblici. Sarebbe il caso di approfondire.Ma ho l’influenza. Chi mi dà un’aspirina? 
 

Tiziano

Ma davvero vi pigliate male per il papa che non ha benedetto un cane?
Nessuno è contento come me per il fatto che quest’ultimo l’ha scampata?

Modifica il 1 anno fa da Tiziano
ConteOliver

quella sui nazisti ucraini te l’ha raccontata “Genny ‘a carogna?”

comevolevasidimostrare

Più che un’aspirina, lei avrebbe bisogno d’un bel clistere svuota bile.
Lo stemma ucraino, ovvero il Tridente color oro, risale al XV secolo.
Durante l’invasione nazifascista dal ’41 al ’43, appariva sulle bandiere e sulle mostrine della 4 divisioni ucraine, poste a difesa del del fronte sud, che respinsero i CCdA italiano e rumeno, con la tragica ritirata, che tristemente ricordiamo.
 Il Tridente è simbolo d’ardimento e della forza del bene in lotta contro il potere demoniaco. È lo stemma ufficiale ucraino dal 1992.
Nel dopoguerra, appare anche in alcune bandiere dello nostre FFAA.
Lo ritroviamo infatti sullo stemma araldico del 52° Reggimento Artiglieria Terrestre “Torino”, del 121° Reggimento Artiglieria Controaerei “Ravenna”, più altri corpi che non rammento.
  Divenne stemma ufficiale ucraino dal 1992.È simbolo d’ardimento e della forza del bene in lotta contro il potere demoniaco.
p.s.
Mancano 3 settimane al 2 giugno, resa possibile da gente molto diversa da lei, che votò quasi compatta monarchia.
….saremmo sotto Emanuele Filiberto…..bbbrrrr….datemi un’aspirina.

👨‍✈️

RM28

Sei fantastico… fai finta di accorgerti solo adesso delle storture del VAR, in una partita che per voi non conta assolutamente nulla.
Non è che per caso fai l’attore? La sceneggiata è il tuo genere

Mordechai

Lo stemma dei nazisti ucraini? Ma che dici? Spara fregnacce sul Napule, è meglio.

Nicola Romano

Mordeca’ ma che stai a prende d’ acido pure tu ? .

Mordechai

Nicò, è che a legge ste frescacce me girano li cojoni.

NELLO MASCIA

beh s’informi. cmq non amo rispondere a chi si nasconde dietro uno pseudonimo. mi sembra un dialogo squilibrato. vede? lei è anche provocatorio e offensivo. abbia il coraggio di presentarsi col suo nome e cognome, e chiacchieriamo.

Mordechai

Mi chiamo Bond, James Bond.

NELLO MASCIA

si chiama Bullo. Bullo da tastiera

malandragem

Maestro che aria si respira a Istanbul?

Ha già trovato la location adatta per celebrare come si deve il Napoli campione d’Europa???

NELLO MASCIA

lei si diverte a provocare. ma c’è un gigantesco problema di legalità nel calcio.


malandragem

Maestro, lei nicchia e non risponde però!

Anche se capisco che forse non voglia svelare i dettagli della maxi festa che sta organizzando né, per modestia probabilmente, raccontarci dei continui onori che la città tutta le sta riconoscendo come grande conducator della gens azzurra in questa ineguagliabile impresa europea.

Quanto alla legalità…si figuri che gli attuali campioni d’Italia – mettendo da parte i magheggi nell’ acquisizione del loro bomber – giocano nello stadio intitolato ad un plurisqualificato per doping.

Questo è il football nel nostro Paese purtroppo.

Se vuole suscitare un vespaio al riguardo sono con lei, Maestro!

Mozilla

Già, mi sembra che sia già stato detto mille volte dagli juventini ma….

puntadispillo

Nello Mascia ha comunicato che é andato in ferie?
Aiutatemi a rinvenire “Falli da dietro”…

NELLO MASCIA

la ringrazio per l’apprensione

Nicola Romano

Bravo Nello, mi fa piacere che cominci a rispondere.

NELLO MASCIA

guardi io spesso evito di rispondere perchè non amo chi si nasconde sotto uno pseudonimo . mi sa tanto di bulletto da tastiera. è un dialogo squilibrato io ci metto la faccia e l’altro si nasconde.

convenevole da prato al secolo Nicola Romanoo

Allora le do del lei pure io, sono 3 volte forti , sono tanti (malgrado le defezioni da mancata vittoria ) e si nascondono (almeno molti ) dietro un nickname e una tastiera .

Mordechai

Tu ci metti, a dirla tutta, una foto ed un nome che potrebbe pure non essere il tuo.
Per quanto ne … sappiamo (non che sia importante, comunque), nella realtà del quotidiano potresti pure chiamarti Maria Antonietta fare l’insegnante di sostegno a Portogruaro, oppure Nenad e fare l’acrobata al Cirque du Soleil.

Nicola Romano

Il pianto greco continua , spero che l’eventuale punizione non vi impedisca di partecipare alla prossima Champions, così potro’ farmi un sacco e una sporta di risate .

Mordechai

Nicolone, non che voi…dai su’.

Nicola Romano

Fino ad un certo punto ci sta, ma il troppo e’ troppo , almeno per me .

Mordechai

Nicò, ti adoro … però ammetterai che un lazio/napolista che si fa una sporta di risate delle “disgrazie” altrui nelle coppe europee è una cosa che nun se pò sentì.
🙂

Nicola Romano

Non mi sono spiegato , riderei perche’ la realta’ sconfesserebbe tutti questi piagnistei , spero che ora sia chiaro .a

malandragem

Va fatto notare che Mourinho come moralizzatore e “campione del bene contro il male” è abbastanza improbabile, considerando gli scandali arbitrali – il famoso scandalo dei “fischietti d’oro” – di cui è stato protagonista il suo Porto nel 2004, sanzionato con penalizzazione nel 2008…

Archivista

Che cos’era questo rumore strano, come di zappa sui piedi…?

malandragem

Frank che ti pesta l’alluce potrebbe essere una ipotesi da valutare

Maxx

é in buona compagnia tra gli improbabili moralizzatori

tom

Si, ma vallo a trovare un giornalista che in conferenza stampa glielo sbatta in faccia. Questo getta fango in continuazione sul campionato che gli paga lo stipendio, e inspiegabilmente (anzi no…), quando parla lui se la fanno tutti addosso.

Modifica il 1 anno fa da tom
malandragem

…in realtà è semplicissimo il motivo e anche banalmente ovvio: dopo l’Inter secondo te Mourinho non è diventato onesto fra gli onesti e immacolato fra le vergini?!?

Xavier

Piccola divagazione statistica, sperando di distrarvi un po’ da Zelensky, Putin, Casadei (non Secondo e Raul) e le penalizzazioni, afflittive o meno.
Poiché in Serie A continua il ciapanò, solo la Juve ha ancora la possibilità di appaiare il Napoli in Media Inglese positiva o almeno pari.
Negli ultimi 25 Campionati è successo appena quattro volte che soltanto la squadra vincitrice sia rimasta in Media Inglese, mentre sono state ben più numerosi i rendimenti particolarmente positivi di squadre arrivate seconde o addirittura solo terze:
Napoli 2018 +15, Milan 2006 +12, Roma e Napoli 2017 +11 e +10, Inter 2022 +8, Roma 2014 +7, Roma 2008, Napoli 2016 e Inter 2020 +6, Juve 2001 +5.
Insomma, non proprio un segnale di salute collettiva del Campionato.

Modifica il 1 anno fa da Xavier
guido

OT dal Centrale di Roma: e questo qui (Fabian Marozsan) da dove salta fuori? Hai vinto il primo set e sta portando Alcaraz al tie-break del secondo.
Comunque vada a finire, ne stanno venendo fuori di giovani bravi (per esempio il russo che ha fatto penare ieri Sinner).
Carlos, non fare scherzi che ti deve battere Sinner.

Leo 62

Màroszan ha molta classe ma è il classico giocatore ungherese che è capace di tutto senza continuità… è già grandicello ed al massimo potrebbe essere un altro Karatsev… a me ricorda un po’ Balasz Tàroczy che era capace di battere anche il numero uno ( mi sembra pure Borg una volta ) ma poi usciva al primo turno i tre tornei successivi.
Però certo, ha classe e nemmeno poca. Alcaraz viene dal sunshine double più Barcellona e Madrid, tre vinti…. chiaro che sia stanco e non sono nemmeno convinto che per il Roland Garros possa essere al massimo… gestione discutibile.
Non male nemmeno Shevchenko, pure lui potrebbe fare cose buone, nel frattempo sembra scomparso Korda di cui forse si era parlato troppo bene…

guido

vero per Alcaraz: mi aspettavo che saltasse Roma e puntasse al Rolando. Invece per la paura che Djoko potesse vincere e portargli via il numero uno (si vede che non si fida del tutto di Sinner), ha voluto partecipare (gli bastava entrare in campo e aveva il numero 1 assicurato)

Giorgio Bianchi

Shevchenko s’è dato al tennis??🤣

Mordechai

Tàroczy … che ricordi, Leo, gran bel tennista, anche se un pò leggerino nei colpi. Come in realtà tanti di quell’epoca (metà anni ’70), compreso quello che era il mio preferito : Raul Ramirez. Do you remember? 🙂

Leo 62

MA certo Ugo, Ramirez!!! l’ho adorato ed anche visto dal vivo più di una volta, insieme a Gottfried formava una delle più belle coppie di doppio mai viste… l’altra era Lutz-Smith…

Mordechai

Brian Gottfried…è vero. E l’accoppiata dei due pallettari Dibbs/Solomon. E Fibak, il polacco. E poco prima Jan Kodes. E Nastase.
Che supergenerazione pure quella.
Questo mi riporta pure alla memoria la primissima racchettina che ho cominciato ad usare all’inizio, la mitica Maxima Torneo…poi la Dunlop Maxply e quella che poi ho usato per più tempo, quando ero classificato, una Snauwaert.
Il top, comunque fu la racchetta che metà dei ’70 un amico di famiglia mi portò dagli USA, la Wilson T2000, quella che usava Connors per intenderci…per me fu quasi una “epifania”, non stavo nella pelle, anche se poi in realtà non l’ho usata spessissimo, almeno per me era quasi ingovernabile, tutta una vibrazione.
Ancora devo averla da qualche parte, mi sa.
Che tempi!!!
🙂

Xavier

Era anche il mio preferito, per le volée eccezionali, l’atteggiamento offensivo senza alcuna paura e la freddezza in campo. Purtroppo era davvero troppo leggero nel rovescio da fondo campo.

Modifica il 1 anno fa da Xavier
Mordechai

Xav…m’è appena tornato alla memoria un epico Barazzutti
– Higueras di quegli anni, non ricordo più in quale torneo, forse a Parigi.
Fu…estenuante, al limite della narcolessi, passarono quattro ore abbondanti a “palleggiare” da fondo campo, con la palla che passava regolarmente almeno tre metri sulla rete, avrebbero potuto continuare per giorni, palla dopo palla, praticamente un tamburello su terra battuta. D’una noia…meravigliosa, alla fine vederli in azione era diventata quasi un’esperienza mistica. 😃😃😊

Leo 62

Io invece mi ricordo un Solomon-Dibbs non mi ricordo più se a Roma o a Parigi, da incubo… ma ha ragione tu, anche esperienza mistica… poi arrivava Panatta e se li magnava.

Mordechai

Mi pare fosse più tosto Solomon o sbaglio?

Xavier

Non so se era a Roma o a Parigi. Effettivamente due estenuanti regolaristi. Ricordo anche un Panatta-Higueras al Foro con pubblico da corrida messicana. Higueras comunque aveva un rovescio da manuale.

Mordechai

Vero…e non si arrendeva mai.

Xavier

E lo ha pure battuto, lo sconosciuto Maroszan.

Mordechai

Vero, parecchi pischelletti che promettono. A me è piaciuto parecchio pure Arnaldi, ha veramente gran bei colpi, sta crescendo bene, anche se non è proprio un bimbo (22 anni compiuti).

guido

anche questi due (Shevchenko e Marozsan) non sono adolescenti. Dove sono stati fino adesso? Va beh, l’omonimo di Sheva l’avevo già sentito, ma l’altro?

Mordechai

Entrambi a me ignoti…

Luc10 Dalla

OT Ciclismo

Auguri a Remco, ci lascia un giro azzoppato dove restano “solo” un buon Roglic e il duo Ineos.

Si vedeva che ieri non stava tanto bene. Se parti per dare 1 minuto agli avversari e alla fine gli dai soltanto 1 secondo qualcosa che non va deve esserci.

redant

Io confido in Vlasov e, soprattutto, in Caruso!
Mancano tante montagne, ne vedremo ancora di sorprese.

Leo 62

HA corso con il COvid addosso, già tanto che abbia vinto… adesso rimangono i due INeos e Roglic, forse Almeyda… grossa occasione per lo sloveno, che però ha poca squadra, la INeos sta meglio…

Xavier

Concordo.

Lorenzo

Non ho capito niente della tirata di Bocca su Mourinho. Ho però visto la partita. Alcune considerazioni sparse:

  • Ancora una volta Bologna che non sa approfittare di squadre in pesante turnover. Come col Milan, veramente poca garra. Anche se a differenza dell’altra partita, non c’è stato un tempo intero senza giocare. Passettini. Va a finire che arriviamo tredicesimi invece che ottavi. Ottima stagione, ma che palle questo finale di campionato coi remi in barca.
  • La Roma avrà avuto più di mezza squadra fuori, eh, ma che tristezza di gioco, per essere una delle sette sorelle. Due mezze occasioni più casuali che altro, poi giocatori che volavano in qua e in là al minimo contatto (Orsato che a un certo punto fa cenno ad un rotolatore di alzarsi quasi scocciato mi ha fatto scompisciare), e tanto tanto catenaccio. Pellegrini entra e dà un po’ di vita, ma assurdo che questi siano a caccia di un posto in Champions.
  • Arna chiaramente ancora fuori forma. Zirkzee entra e vivacizza la manovra, ma gli manca ancora qualcosa.
  • Penso di averlo già detto, ma devo le mie scuse a Cambiaso. Un altro giocatore rispetto al primo terzo di stagione, davvero complimenti a lui e a Motta.
  • Per usare le parole del commentatore inglese “The stadium looks at Orsato and says, Come on, put us out of our misery“. Sante parole.

Per finire un OT: Tatum ieri sera con 51 punti in una gara 7 (record assoluto), dopo aver penato tutta la serie contro Philly. Che partita. Ancora una volta Embiid fuori al secondo turno, Doc fuori dopo essere stato sul 3-2, Harden fuori con una disasterclass in una partita ad eliminazione diretta. Mi dispiace perché sono entrambi giocatori che mi piacciono un sacco, ma il trend è chiaro. Per Doc no. La bolla mi ha fatto perdere ogni rispetto.

ConteOliver

dott. Bocca, come ripetuto da molti in questo suo blog, il campionato è stato irrimediabilmente falsato, nella goduria più o meno generale.

In un grande paese purtroppo abitato da un popolo meschino, com’è certamente l’Italia, il destino dei grandi, dei più grandi, è quello di suscitare invidia, piutosto che stimolare lo spirito di emulazione.

Si cerca di battere l’avversario (il “nemico”) non elevandosi al di sopra di esso, ma tentando in ogni modo di affossarlo, di portarlo al di sotto del tuo livello.

Perché è più facile distruggere che costruire, e dunque ci si accontenta della propria mediocritas, cercando di affossare chi è più bravo, con ogni mezzo, lecito e, soprattutto, illecito.

Ora tutti hanno capito, da tempo, che a prescindere dai risultati sportivi, questa stagione per la Juventus, a quanto pare unica società al mondo che sia riuscita a ricorrere alle plusvalenze a specchio con sè medesima, è già stata decisa.

Chinè, tifoso daaaamaggica, l’ha detto candidamente che “la Juventus deve finire dietro la Roma”.

E quando al CONI hanno osato mettere in atto la farsa (come si è poi rivelata) di ridare provvisoriamente indietro i punti sottratti, lo stesso Murigno è saltato su tutte le furie: “ma come!, mel’avevano giurato e spergiurato, dovevano finire dietro!…e, ma siamo in Italia…“.

Appunto Mou, siamo in Italia, la patria degli invidiosi, e sta tranquillo che quanto promessoti, a te e a tutta l’Italia pallonara, sarà mantenuto.

L’unica cosa che la Juve può fare, se i giocatori ne avranno voglia (cosa non certo agevole, date le ridicole circostanze), è quella di rendere il compito quanto più difficile al sistema marcio che governa il calcio, italiano ed europeo: fare più punti possibile in campionato e magari vincere la Coppa, in modo da costringere FIGC e UEFA a fare “la porcata del millennio”.

Ogni giornata di campionato e ogni partita di coppa si assiste ad arbitraggi indecenti, sin nei dettagli minimi, oltre che ad un uso del VAR scientificamente orientato.

Ma, nonostante il grande impegno profuso, la sgangherata Juventus del “Pomata di Livorno“, senza schemi offensivi e con una rosa costantemente decimata dagli infortuni, si ostina a fare punti e a vincere qualche partita.

Tranquilli, non durerà 😉

Ormai anche i giocatori si son bell’e rotti i cocomeri, non vedono l’ora che la stagione finisca e, diversi di loro, di levare le tende, per migrare verso paesi calcisticamente più evoluti, o verso squadre che hanno “friends in high places*, cui nessuno si azzarda di contestare alcunché, mai.

*Ogni ipotetico riferimento alle squadre i cui tifosi occupano manu militari i palazzi del potere da sempre, o costituiscono l’80% della magistratura, o si identificano, da tradizione, nei detentori del vero potere economico e dei media, è lasciato all’onestà intellettuale di ciscuno 😉

Modifica il 1 anno fa da ConteOliver
Nicola Romano

Devo dire che alla fine ,ma proprio alla fine , stai quasi cominciando a convincermi .

ConteOliver

semel in anno…

Lorenzo

Guarda, so che a rispondere qua attirerò le peggio vespe del blog, ma mi spieghi come la Juve, squadra che fa capo alla Exor, a cui fanno capo anche la Fiat (il potere di cui parli) e il gruppo GEDI (media di cui parli) abbia meno amici di squadre di proprietà cinese o americana? Avrei capito ai tempo dei vecchi “ricchi scemi” del Berlusca e Moratti (che poi così scemi non erano, purtroppo), ma vent’anni dopo?
Capisco che convincersi di essere continuamente vittime di ingiustizie sia più rassicurante che ammettere che la propria squadra del cuore abbia fatto qualcosa di sbagliato (e sono sicuro che qualsiasi tifoseria reagirebbe così nella stessa situazione), che tanti nemici tanto onore, ma boh…

ConteOliver

quindi per te è tutto regolare

bene

che aggiungere?

Lorenzo

Aggiungiamo che questo blog nasce dall’esperienza del suo capo proprio su Repubblica, giornale di orientamento vagamente (ma vagamente) a sinistra. Si può quindi puntare sul fatto che chi ci scrive sopra appartenga in buona percentuale a quella sponda lì. Spingendosi un po’ oltre, a quelli che leggevano le dichiarazioni di Berlusca sulla magistratura malata e guidata (non mi viene l’aggettivo che si usava al tempo) con sconforto, deplorando la delegittimazione sistemica di nemici tali solo perché macchiatisi del reato di lesa maestà.
Ecco, penso tu abbia capito. Aggiungiamo questo

ConteOliver

ma lesa maestà di che?

ma sei serio?

secondo te quel che la giustizia sportiva ha fatto e sta facendo è “regolare”?

davvero?

meno male che non sono solo io e qualche mitomane juventino a dirlo, ma anche utenti di “fede” diversa, guarda caso utenti che operano nel campo del diritto…

qualcosa di sbagliato?
alludi alle plusvalenze incorciate?
e certo che le hanno fatte, in ottima ed abbondante compagnia di tutta la serie A e B, oltre che di diverse altre squadre europee…

che solo quelle della Juve vadano sanzionato secondo te è normale?
ma per piasè…

Agnelli ha pestato una colossale “cacca” (superlega) e gliela stanno facendo pagare, con gli interessi
col compiacuto e compiacente appoggio della federcalcio italiana, che s’è subito inchinata al potente di turno, mendicando le consuete briciole (incarico da vice UEFA a Gravina e, probabilmente, Europei 2032)

anche perché dalla Spagna hanno invece fatto subito capire a Ceferino (l’amico del “calcio del popolo”, quello dei petrolieri e dei regimi) che non s’azzardasse…

quanto ai media, secondo te risulta più “pagante”, in termini di audience, solleticare la pancia di 30 milioni di antijuve (culturalmente poco attrezzati e facilmente manipolabili) o dare anche voce, magari critica, a 10 milioni di gobbi?

Ma ti rendi conto che è ancora pieno di decerebrati che sono fermamente convinti che Paparesta sia stato chiuso nello spogliatoio del “Granillo”?
ce n’è pure qualcuno che magari pensa sia ancora lì dentro…

apri gli occhi

Modifica il 1 anno fa da ConteOliver
Lorenzo

Aspetta aspetta. Gli juventini sono intelligenti, gli altri sono dei coglioni? È questo che stai dicendo? Culturalmente poco attrezzati? Ma lo sarai tu.
E poi, la facciamo finita con questa sindrome di accerchiamento? 30 milioni ma cosa? A me stanno sugli zebedei tutte le grandi (alcune più, alcune meno) visto che oltre ai motivi specifici, c’è il problema che noi provinciali lo si prende sempre in quel posto quando si gioca con voi. Quindi i piagnistei dei potenti mi fanno solo ridere. Come il discorso del bidone di Buffon. Ma non si rende conto che il trattamento del Real in Europa è lo stesso della Juve in Italia? Il fatto è che tu mi consideri antijuventino per questo mi fa scompisciare.
Quando dici che in Europa vogliano farla pagare alla Juve sono anche d’accordo, ma non mi troverai a versare lacrime per un potente che ha fatto male i calcoli.

malandragem

Si si, infatti abbiamo tutti sotto gli occhi i trattamenti di favore di cui ha goduto la Juve LMFAO

Poi pensa di essere diverso dagli strillini…

ConteOliver

non ho detto che sei antijuve e non so se rientri tra i 30 milioni di antijuve (cifra iperbolica); a occhio e dai tuoi commenti che ho letto direi di no, ma potrei sbagliare…

che in italia ci siano numerosissimi (30 milioni è un’iperbole, te lo ripeto) di tifosi di calcio che, prima ancora di tifare per la loro squadra, tifano contro la Juve, è un qualcosa di abbastanza noto e conclamato

se neghi questo neghi l’evidenza

che questi tifosi “anti” siano culturalmente poco attrezzati (perché lo sport è cultura, e l’antisportività è mancanza di cultura), è una mia convinzione, e non solo mia

si tifa per, non contro

ma quella del tifo contro è una stortura tipicamente (anche se non esclusivamente, ma noi ne abbiamo il copyright) italiana, popolo in prevalenza di rosiconi

io quest’anno ho visto il Napoli vincere, al termine di un progetto pluriennale, impostato con un buon allenatore, un DS capace ed uno staff capace, e mi auguro che la mia società emuli quel progetto

o quello del Milan, che ha vinto lo scorso anno

non sto qui a sperare che il Napoli fallisca per la plusvalenza Osimhen (o per vicende legate alla camorra), che il Milan venga acquistato da qualche nuovo fondo che sfasci tutto il lavoro fatto da Maldini e Massara, o che l’Inter venga svenduta tanto al kilo per sanare i debiti di Suning

questa la differenza

ora leggiti i commenti dei numerosi utenti qui dentro, da Godella (nelle sue infinite reincarnazioni) a ROS, a Mascia&Orso, e moltissimi altri, il cui principale argomento è immancabilmente la Juventus

prova ad arrivarci

ce la puoi fare

malandragem

Vabbeh ma cosa vuoi che ti si spieghi quando hai mostrato di aver già capito tutto ma proprio tutto e come meglio non si poteva? Lmao

Lorenzo

Vespa numero uno a rapporto. Nelle parole dei Charlotte Hornets: “Buzz buzz motherf*cker” (censurato in originale).

malandragem

Mi sa che questo commento voleva avere lo scopo di mostrare dall’alto di quale intelligenza e vis dialettica hai scritto il precedente, LMFAO.

Missione compiuta, va riconosciuto.

Antonio Trilussa

È già stata stabilita la sanzione accessoria per la Juve: la nuova maglia.
Disegnata per Adidas da Snoop Dogg sarà comunque utile per la prossima stagione da passare, in assenza di impegni sportivi, a ritmo rap e trap a bordo piscina.

Corum

A me piace.
Vista ieri allo Stadium. Molto meglio di altre e soprattutto mescola tradizione e elementi nuovi

Pavipollo

Effettivamente è afflittiva…

tom

Ma anche se chiamassero a disegnarla Giorgio Armani, John Galliano o chicchessia, o se si tornasse a le normali strisce equidistanti, ci sarebbe chi la stroncherebbe a prescindere.

Mordechai

Brutta forte davvero … soprattutto quel giallo è un pugno nell’occhio.

R.T.

Io ricordo con piacere la maglia gialla con cui hanno vinto la coppa coppe con il Porto , gol di Boniek ( forse) e Vignola (sicuro)…

Modifica il 1 anno fa da R.T.
Mordechai

Non fu Boniek, ma autogol mi pare…

alberto_ol
luottardi

Ma Bocca, si rende conto di quello che dice? L’abbiamo scampata bella?

Ci sarebbe da ridere se non venisse da lei e se non
fosse il sintomo di un sistema marcio che non si vuole riformare, e che include anche chi ne deriva direttamente/indirettamente sostentamento.

Si e’ deciso di fare della Juve il capro espiatorio del marciume di un sistema calcio supercorrotto.

Non saro’ io a dire che la Juve non se lo e’ meritato, dall’affair Ronaldo in poi le tentazioni ‘luceferine’ hanno deturpato la dirigenza trasformandola in un mostro ridicolo (dalla superlega ai party sexy di Nedvedev)

Ma questo accanimento sulla juve manifesta solo una speranza del sistema di passarla liscia, di nascondere le sue magagne, di continuare a pascolare come se nulla fosse. Per di piu’ applicando
un sistema pseudogiuridico da casa di cura psichiatrica, senza alcuna razionalita.

Quando andrebbero invece introdotte grosse riforme (a partire da tetti economici seri)
che ovviamente nessuno si sogna di fare, perche’ di sport e’ rimasto ben poco in un sistema che mira solo a centuplicare il guadagno di pochi.

Si balla sul titanic,
il calcio italiano e’ una metafora di una civilta’ quella occidentale che danza
sull’orlo dell’abisso.

Modifica il 1 anno fa da luottardi
Hell Piero

Come avrai notato a gennaio mercato fermo, tutti zitti zitti, di palanche neanche l ombra, ma le plusvalenze solo la Juve le faceva. Fare riforme e introdurre regole certe è complicato, non si può accontentare tutti e si rischia di assumersi responsabilità. Molto più facile legnare bene una sola e con quello aver sistemato tutto quanto. Felici e contenti.

RM28

A questo punto della stagione l’obiettivo della Juve mi sembra chiarissimo, riuscire a mantenere 9 punti di vantaggio sulla quinta in classifica, in modo da riuscire ad andare in Champions anche con la penalizzazione.
Sarebbe una soddisfazione immensa nei confronti dei manettari, che anche qui abbondano

Mordechai

Se ne serviranno 10, gliene daranno 10. Semplice.

tom

Tu credi ancora alla favola dei 9 punti? Quando ci cancellarono la penalizzazione di 15 punti, dissi subito (ai tanti che esultavano): tranquilli, ora la scrivono meglio, come da richiesta, e ce la riappioppano con gli interessi.

tom

Bocca: “Al di là di qualsiasi considerazione sulla colpevolezza della Juventus e sulla responsabilità conclamata dei precedenti dirigenti che sono la vera causa di tutto questo – spero che almeno questo sia chiaro – …”

I vecchi dirigenti hanno commesso il reato più grave in assoluto: parlare al telefono. Si perché, “everybody knows”, a Torino non hanno fatto niente di più e niente di meno rispetto a quello che fanno abitualmente le squadre di mezza Europa e dell’italia intera. Anzi, in alcuni casi meno, specie nei confronti di chi può vantare, ad esempio, “il re delle plusvalenze”, tipo quella di un giocatore della primavera omonimo di un suonatore di liscio, venduto a 20 milioni e sei mesi dopo deprezzatosi a neanche un milione, utilizzata per far quadrare il bilancio e permettere alla squadra di iscriversi al campionato, insieme a qualche sponsorizzazione mai pagata e a stipendi tenuti nel limbo. Ma la Juve è e quotata in borsa e bla, bla, bla…

Modifica il 1 anno fa da tom
Antonio Trilussa

Casadei è un campione. Allieta lo spogliatoio del Chelsea prima della partita. L’house organ dell’Inter, ovvero il miglior argomento investigativo della Procura, periodicamente ne tesse le lodi e lo rimpiange per confermarne l’enorme valore di mercato.

2010 nessuno

Cesare Casadei è un giovane talento che il Chelsea ha richiesto all’Inter pagandogli la cifra pattuita, per poi distaccarlo in una squadra della Championship , il Reading, ma potrei sbagliare il nome, nel quale peraltro gioca regolarmente. Casadei è inoltre titolare nell’Under 21.
Magari ci riesci tu ad allietare lo spogliatoio del Chelsea, raccontandogli le tue storie, due risate forse se le fanno.

tom

Peccato che osservazioni come la tua non valgano per i giocatori della Juve. Oggi se si vendesse Fagioli – titolare della seconda in classifica in Serie A – a 40 milioni (neanche tanto: sarebbe il doppio del prezzo di vendita di Casadei, ma non è minimamente paragonabile), interverrebbe la procura, visto che per Tranfermarkt ne vale 20, esattamente quanto il nipote del suonatore di liscio…

OOo

E’ davvero il nipote?

Antonio Trilussa

Under 21 è anche Rovella, valore 18 milioni e gioca in serie A, non nella B inglese in procinto di scendere in C.
E rappresenta quasi un terzo delle plusvalenze contestate complessivamente alla Juve.

Waters

Indubbiamente poteva cantare come il nonno Raul – Romagna mia Romagna in fiore, tu sei la stella tu sei l’amore – ma sarebbe stato troppo banale, comunque non è una plusvalenza fittizia ma una valutazione con tanto di bonifico, in Giappone ci sono delle fragole a 500 euro al kg se le compri o ti piacciono molto sono cavoli, o meglio fragole tue….

Salud.

Antonio Trilussa

Pienamente d’accordo, purché le fragole non le venda o le compri la Juve.

malandragem

Waterz, riesci mica a farmi intestare una gamba di Casadei?

così la giro al concessionario e finalmente mi faccio una Rolls Royce

Bob Aka Utente11880

Eh però c’e Rollz e Rollz, sii più preciso

malandragem

Va bene una qualsiasi, tanto poi la volto subito per un cestino di fragole giapponesi!

Bob Aka Utente11880

Ma anche una Panda x un panda …. ahahahah

RM28

In Giappone ci sono delle fragole a 500 Euro al kg.
Tu paghi 50 Euro con bonifico.
Per il resto, vendi al giapponese un kg di erbe di campo a 450 Euro.
Tu che sei ragioniere, come la vedi?

RM28

Vedo che continui a evitare le risposte che potrebbero metterti in difficoltà, rispondi solo ai commenti su cui te la puoi cavare con una battuta (che generalmente non fa ridere).
Ti sei fatto un’idea sul caso di Osimhen? Oppure sul valore di mercato di Pinamonti?
Il fatto che ci sia un bonifico secondo te significa che non esiste una plusvalenza fittizia?
Ma soprattutto, sicuro di essere ragioniere?

tom

L’hai vista tu la contabile del bonifico? Sicuro non ci siano conguagli (che peraltro non sarebbero vietati, a meno che non li faccia la Juve) con il prestito di Lukaku?
Detto questo, è una plusvalenza, di 15 milioni (5 sono di bonus, che non verranno raggiunti), regolarmente iscritta a bilancio, orchestrata dal mago delle medesime.

Modifica il 1 anno fa da tom
Antonio Trilussa

Eh, ma quello è Casadei, non so se mi spiego, stava nell’Inter (tipo alla Pinetina) e ora addirittura sta scendendo nella terza serie inglese. Forse non hai capito il valore del ragazzo! 20 milioni è pure poco.

Mordechai

E’ proprio quello che hanno fatto quei delinquenti della Juve…però, a quanto pare, c’è chi può e chi non può.

Waters

Delinquenti lo dici tu, non io…

Salud.

Mordechai

Hai capito poco.

tom

Non è più al Chelsea, è in prestito a Reading, serie B inglese…

inox

Buongiorno Fabrizio

Apprendiamo che la Meloni ha una amicizia “personale” con Zelinsky. Gli unisce il camerata Bandera. Bandera non è un refuso di bandiera. Lo scrivo per gli stolti che non sanno nemmeno chi era. Ora, i suoi amici, vostri amici. Solitamente tifo sempre contro le squadre allenate da Gasperini purtroppo e come spesso capita, sofferta eccezione per la partita Atalanta-Verona ora che lo Spezia si è rimesso un peletto in linea di galleggiamento. Si, va bene e Putin e pitipò e Putin pitipì’ ci mancherebbe comunque, Zelensky, è un nazista circondato da nazisti vostro amico. Riprendo il bandolo: la Juventus solitamente la seguo con allegrezza e sempre rinnovata ilarità per le aule dei tribunali loro sede naturale tuttavia, bisogna riconoscere l’annata sfortunata nella quale è incappata. Come infortuni, tantissima roba. Mi pare non abbia mai potuto schierare la squadra titolare al completo. No, mica per niente Fabrizio, così era possibile dimostrare che non sarebbe cambiato nulla anzi, sarebbe andata molto peggio. Diverso è il discorso per l’altro illustre infortunato che chiameremo “Se calhar” . La sua presenza o assenza potrebbe essere determinante sul fattore pscologico milanista come peserà senz’altro la reprimenda della congrega “fate *pene fratelli” curvaroli rossonera in La Spezia. Cosa hanno detto e particolarmente cosa hanno promesso. Ci risentiamo domani sera Fabrizio dopo il tutto. La partita non è affatto chiusa e chi lo pensa sbaglia. O biglietto per Instambul o biglietto solo andata per Gruyere-Svizzera. Li fanno la groviera ma senza buchi e allora noi a trapanarla.
*no refuso

RM28

Vedi, il tema è abbastanza semplice. Bandera, da quanto apprendo da Wikipedia, è una figura molto controversa in Ucraina. Nel 2010 gli è stata conferita l’onorificenza di Eroe dell’Ucraina, che però è stata revocata dalla magistratura nel 2011.
Questi sono meccanismi tipici di un paese democratico, in cui ognuno è libero di pensarla come vuole, e perfino di esaltare Mussolini, ma poi esiste uno Stato, e delle norme, che riportano tutti all’ordine.
Credi che in Russia funzioni allo stesso modo?
Personalmente, sono quanto di più lontano possa esistere dalla Meloni, e penso anch’io che intimamente sia una fascista.
Però, dal momento che viviamo in un Paese democratico, me ne sbatto allegramente le palle, è un problema esclusivamente suo.
Idem per Zelensky (potresti almeno fare la fatica di scriverlo giusto).
Confondere le simpatie fasciste e naziste di una persona con un ordinamento statale che consenta o tolleri il nazismo e il fascismo è un esercizio piuttosto puerile.

abbasso la maggioranza