De Rossi. Cannavaro, Filippo Inzaghi, Grosso e Buffon in Serie B

Cosa sta succedendo alla Serie B, diventata all’improvviso il rifugio dei Campioni del Mondo del 2006? De Rossi è il nuovo allenatore della Spal, Cannavaro è al Benevento, Filippo Inzaghi è primo in classifica con la Reggina, Grosso al Frosinone, mentre Gigi Buffon a 44 anni e mezzo fa ancora il portiere nel Parma. Da Pirlo catapultato senza alcuna esperienza sulla panchina della Juve – avventurismo più che avventura, trasformatasi rapidamente in fallimento –  al ritorno della sana gavetta. Essere campioni del mondo non dà più un diritto ad avere un passaporto speciale per il mestiere di allenatore. Più giusto così. E adesso la la B, diventa un film con attori famosi, anche se riciclati, che può fare un bel po’ di soldi al botteghino. Un bel “b movie” appunto…

Daniele De Rossi alla Spal, Fabio Cannavaro al Benevento, Filippo Inzaghi alla Reggina, Fabio Grosso al Frosinone e Gigi Buffon a 44 anni e mezzo (5 più di De Rossi che fa l’allenatore) nella porta del Parma. Tutti campioni del mondo del 2006 in Serie B.

  Sono il nostro “b movie” del calcio. I “b movie” sono una passione rilanciata da Quentin Tarantino, che ha sdoganato poliziotteschi e spaghetti western anni 70. Da cinema di scarto, di seconda e terza visione, produzioni rosicate alla lira e caratteristi trasformati in protagonisti, il “b movie” è diventato cult. I “b movie” oggi sono moda, e all’improvviso anche la Serie B sta tornando di moda, da primo campionato di margine, da primo campionato di provincia finito inevitabilmente fuori fuoco visto che il pubblico guarda molto più facilmente in tv il grande calcio estero, con Real Madrid, Barcellona, Manchester City, Paris Saint Germain etc, a fenomeno del momento.

  Desta una certa curiosità il fatto che ex giocatori così importanti e famosi decidano all’improvviso di ripartire dalla gavetta in Serie B, come si faceva un tempo. Per un certo periodo si era pensato che il campione avesse il potere di ascendere direttamente al soglio pontificio della grande panchina di Serie A. Era successo con Guardiola al Barcellona, con Mancini alla Fiorentina, per finire all’ultimo clamoroso caso di Pirlo alla Juventus. Un successo straordinario per il primo e in misura diversa per il secondo, ma un fallimento per il terzo. Più che avventura, avventurismo, non sempre il nome fa l’allenatore.

  Siamo al ritorno della sana e democratica gavetta, l’essere campioni del mondo non dà più un passaporto speciale per praticare il mestiere di allenatore.

  Il nome non fa l’allenatore, però il nome e una serie di nomi possono fare un campionato, farlo vedere sotto un’altra luce. De Rossi, Cannavaro, Filippo Inzaghi, Fabio Grosso e Buffon sono stati l’eccellenza del nostro calcio, adesso hanno una faccia straordinaria per un film che non è proprio il massimo ma che può fare cassetta e un po’ di soldi al botteghino.

***

Ciao a tutti, invito caldamente ognuno a iscriversi ai canali social di Bloooog! e ai miei personali, così da facilitare i contatti interpersonali e poter anche guardate video, ascoltare audio, leggere notizie e commenti, poter meglio parlare anche di altri temi nel nostro Bar Sport.

  Un caro saluto Fabrizio Bocca

SOCIAL BLOOOOG!

WHATSAPP BLOOOOG! (numero dedicato)

+39 351 7262156

Facebook logo per sito Bloooog!

FACEBOOK / BLOOOOG!

https://www.facebook.com/www.bloooog.it

FACEBOOK / FABRIZIO BOCCA

https://www.facebook.com/fabrizio.bocca.33

Instagram per Bloooog! il Bar Sport di Fabrizio Bocca

INSTRAGRAM/ bloooog_barsport

https://www.instagram.com/bloooog_barsport/

INSTRAGRAM/ FABRIZIO BOCCA

https://www.instagram.com/f.bocca/

Twitter per Bloooog!

TWITTER/ FABRIZIO BOCCA

https://twitter.com/fabriziobocca1

Youtube logo per Bloooog!

CANALE YOUTUBE/ FABRIZIO BOCCA

https://www.youtube.com/channel/UCOIa8A0H4LBfnkYyzQuZsHw

Bloooog! il Podcast su Sprekaer

BLOOOOG! IL PODCAST SU SPREAKER

***

SINTESI

Cosa sta succedendo alla Serie B, diventata all’improvviso il rifugio dei Campioni del Mondo del 2006? De Rossi è il nuovo allenatore della Spal, Cannavaro è al Benevento, Filippo Inzaghi è primo in classifica con la Reggina, Grosso al Frosinone, mentre Gigi Buffon a 44 anni e mezzo fa ancora il portiere nel Parma. Da Pirlo catapultato senza alcuna esperienza sulla panchina della Juve – avventurismo più che avventura, trasformatasi rapidamente in fallimento –  al ritorno della sana gavetta. Essere campioni del mondo non dà più un diritto ad avere un passaporto speciale per il mestiere di allenatore. Più giusto così. E adesso la la B, diventa un film con attori famosi, anche se riciclati, che può fare un bel po’ di soldi al botteghino. Un bel “b movie” appunto…

Seguimi anche su:

Giornalista sportivo, a La Repubblica dal 1983 al 2022, sono stato per 12 anni capo dello Sport. Prima e dopo sempre sport e calcio, dai campi di periferia fino ai Mondiali, da Gianni Brera fino a Internet, da San Siro a New York, da Wembley all'Olimpico, dalla carta alla TV. Autore di Bloooog!, il Bar Sport, per 14 anni dentro Repubblica.it. Ora in maniera assolutamente libera, autonoma, indipendente, senza filtri.

Iscriviti
Notificami
guest
67 Commenti
Nuovi
Vecchi Piu' votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti

Roberto Liberale

Buonasera.
Alcuni tra essi hanno avuto la loro occasione in serie A. Nel frattempo hanno collezionato un bel po’ di esoneri, sia in serie A che in altri campionati.
Di sicuro il fatto di essere campioni del mondo ha dato loro delle scorciatoie quando non erano ancora pronti.
Hanno quasi tutti fallito la prima, la seconda e anche la terza occasione. Forse un po’ di quella famosa gavetta non sarebbe stata male. Essere campioni del mondo di calcio non trasforma automaticamente dei grandi calciatori in grandi allenatori. E qualcuno li ha voluti soprattutto per il loro presunto impatto mediatico, che poi si è rivelato inutile di fronte ai risultati negativi.

Insomma, al di là delle indulgenze di certe redazioni televisive ricevute negli scorsi anni, e i complimenti a prescindere dei loro ex colleghi divenuti opinionisti, i campioni di Berlino non hanno ancora dimostrato che il salto dal campo alla panchina sia riuscito al meglio.

In fondo non c’è corso di management che non si stanchi di ricordare “di quanta distanza ci sia tra il Saper Fare e il Saper Far Fare”.

inox

Buongiorno Fabrizio.

Tempo di luci della ribalta oramai in disuso, buone solo ad illuminare spiaggiamenti di protesi posticce di umani sul palcoscenico della tragedia oramai farsa. Si commentano persino in programmi televisivi appositi e giornali specializzati. Il premio Nobel per la pace nel ringraziare, chiude pregando l’invio di  più armi. Va bene.  Salvini: “Da ministro conto di occuparmi di nucleare”. Uhm! Si. Siamo sereni. Cingolani: “Bisogna aiutare le famiglie a cambiare l’auto con mezzi nuovi a costo analogo*, come le Euro VI o le ibride”. Figata! E poi, altrove, una perla: “Fu incauto rimanere a dormire in casa dopo due scosse”: il giudice dell’Aquila dà la colpa anche ai morti. Preciso come l’avvocatura dello stato nella strage “Torre Piloti Di Genova”: i militari erano li per controllare e allora perché non si sono accorti della nave fluttuante, in avaria, verso di loro? Ma….porca la miseria!  Mourinho, nel commentare la legnata presa a Udine, trova dei colpevoli nei raccattapalle friuliani lenti, a suo dire, nel rimettere il pallone a disposizione dei poveri e vilipesi romanisti. Ieri, il peggiore di tutti, concede una intervista ai sudditi: siamo un gruppo, 80-90 persone. Tutti sono responsabili. Poteva tacere, Agnelli? No. Poteva calarsi sulla terra? Si. E invece niente. La colpa è anche del magazziniere. A fronte della sconfitta oltraggiosa subita dalla  Juventus in terra palestinese ora usurpata dall’occupante ebreo, con la ciliegina sulla torta dell’ennesimo infortunio a Angel Di Maria, il presidente compie lo scempio. La Juventus non è una squadra la Juventus, è la squadra. In Italia ha tifosi in ogni territorio. Per molti è un modo di essere. Per molti è cultura. Ci vuole rispetto e non un ubriaco al bar nel giorno del patrono paesano. Sono convinto che il superiore di Agnelli si renda conto di quanto sia inadeguato il parente e i comprimari al seguito. Visto che “Max” non lo smuovi manco a morire sarà uno dei dirigenti a pagare? Oppure come niente? Ma….è vero che Arrivabene è pagato con i buoni pasto? Per riscuotere va a fare la spesa al supermercato? Vabbè! Comunque Elkann, va capito: ha già la “Repubblica” come zavorra. Poveraccio. Meno male che non sono nei suoi panni. Il Milan perde contro una squadra più forte. Il rigore si da, l’espulsione meno comunque, se dai il rigore, devi anche espellere. Probabile che il Milan perdeva ugualmente comunque e insomma….. visti 11 contro 11. Pioli, ritorna “inzaghino”: niente centrocampo a tre. Dentro Krunic ( una fissazione per Stè) proprio non lo comprendo. Metti Pobega certo, non per costruire ma per contrastare. Fuori Diaz è significato: mi arrendo. Leao non lo devi togliere mai. Rebic sta bene? Turno di riposo a Giroud. E invece tutto l’ovvio del mondo. Comunque gli inglesi camminano il doppio. 

Mordechai

Qualche volta corrono talmente il doppio che beccano pure quattro pere (a Napoli).
O contano solo le legnate prese dalle nostre?
E praticamente mai dagli azzurri?

C'era una volta il calcio

Le squadre italiane si distinguono in Europa…..come lo scorso anno abbiamo incontrato un arbitro inflessibile….poteva espellere anche il portiere.
A questo punto meglio arrivare quarti, anzi non ci presentiamo con la Dinamo e il Salisburgo.

unclemarvo

Ho la sensazione che non sentiremo più nominare il beer sheva qui dentro 😂😂

Mordechai

e chi lo dice?
🙂

abbasso la maggioranza

Sto sentendo in radio la Juve mi viene in mente un grido Allegri uno di noi. Siamo a 20 minuti dalla fine.

2010nessuno
Bombaatomica

Mentre la Juventus affonda miseramente, le milanesi si contendono un posto al sole, il Napoli scula e la roma rubbba 😂 la LAZIO vince e convince 🦅❤️⚽️
Ieri è stata la volta della Fiorentina che, come annunciato, si è fatta da parte per far passare le armate biancazzurre 😂😂😂😂

0-4 il risultato finale in una gara frizzante, da applausi, che ti riconcilia con la vita 😂

Grazie ragazzi!!!! 🦅❤️👍

ROS

…a limite armate “scolorate”…quali biancazzurre , manco il colore della maglietta tua sai pagliaccio di cerano.

Carlo lll

Branca branca branca.. leò leò leò !

Mordechai

E le ragazze del volley, intanto, hanno asfaltato di nuovo le cinesi ai mondiali.
Ma quanto siamo diventati forti in questo (bellissimo)sport?
Nel 2021, uomini e donne hanno vinto gli Europei, nel 2022 gli uomini hanno vinto i Mondiali e le, donne, comunque vada a finire, lotteranno per le medaglie contro avversarie fortissime…e a livello “giovanile”, sempre nel 2022, l’Italia ha vinto tutte competizioni a livello mondiale cui a partecipato (6 su 6) con uomini e donne. Straordinario. Evidentemente, tutto frutto di una organizzazione capillare sul territorio e merito di tecnici preparatissimi, molti dei quali allenano squadre e nazionali straniere, non ultimo Giani con la Francia…
Non c’è nulla da fare, quando lavoriamo seriamente e “di squadra”, noi italiani possiamo affrontare a viso aperto chiunque.
Senza fare retorica, ma c’è da essere orgogliosi di tutti loro.
Superchapeau!
👍

unclemarvo

Peccato sia uno sport di nicchia (nel mondo), preferirei l’Italia fosse campione del mondo – prima che di volley, e limitandomi agli sport di squadra – di pallone, di rugby, di pallacanestro, di cricket, di polo e di pallanuoto.

Mordechai

Di nicchia? La pallavolo? Ma che dici?

unclemarvo

Nicchina, fra il settimo e il decimo posto fra gli sport di squadra, dai. A parte il polo e la pallanuoto (infilati x broma) gli altri sport sono molto più popolari e prestigiosi (imho, ma anche secondo quasi tutto il mondo). Ciao!

Modifica il 1 mese fa da unclemarvo
Mordechai

Ah … cricket e polo, e pure il rugby, sarebbero più diffusi nel mondo del volley?
Ma che te sei fumato?
🙂

unclemarvo

Non fumo.
Avevo specificato che il polo l’avevo scritto per scherzo, il cricket invece ovviamente più diffuso di tutti, penso dopo il pallone sia lo sport più popolare a livello sia di fans che di praticanti.
Ciao

C'era una volta il calcio

Siamo dominanti come negli anni ’90…a proposito di ⚽️ la Iuve non può giocare così male, schiacciata dal Maccabi. È solo colpa di Allegri? Nooooooooo.

Modifica il 1 mese fa da C'era una volta il calcio
mario rossi

E materazzi?

inox

Buongiorno Fabrizio.

Come va? Come butta? Non pare anche a te di essere come sospeso, in attesa di un qualcosa che potrebbe accadere oppure che sta per succedere? Siamo in attesa della partita di domani sera, la più importante dell’anno, Barcellona-Inter. Chi vince o meglio, preciso, se l’Inter non perde, ha buone possibilità di superare il turno ritrovandosi poi la strada spianata per la vittoria finale. Siamo in attesa del flop della Meloni. E’ inutile girarci intorno: chi la votata non si aspettava di ritrovarsi con Calenda al governo e invece….. . Siamo in attesa dell’esonero di Cannavaro da allenatore in Benevento. Siamo in attesa dell’effetto che fa la presa di posizione della Germania che a larghissima maggioranza ha votato contro l’invio di armi all’Ucraina (come dire: l’attentato al “Nord Stream 2” con il “pippo” se lo sono fatti i russi. Ora vai a spigolare) e stanziato 200mld per le sue industrie e il suo popolo. In qualche modo gli Usa hanno risposto: l’attentato alla Dugina, dicono, è opera dell’Ucraina aggiungendo: il pericolo di un evolversi del conflitto con il nucleare e molto serio mentre, lo zimbello, chiedeva attacchi mirati nucleari “dissuasivi” contro la Russia (!). Quindi, per noi, zimbello, continua come saltimbanco ma datti una calmata. Siamo in attesa delle partite di stasera di Champion. Tifiamo con il cuore le nostre squadre: Maccabi e Milan.

Mordechai

Salutami con l’occasione, lo zimbello del Cremlino e quel vecchio coglione del Metropolita.

Mordechai

Perché, tu credi che se noi italiani avessimo/avessimo avuto 200 miliardi di pippi da spendere, li avremmo spesi…per gli altri?
Seee…

2010 nessuno

La strada spianata per la vittoria finale?? Toh , mi ero perso questo tuo fine umorismo, Inox, diciamo piuttosto, parlando seriamente, che casomai già pareggiando avremmo una notevole iniezione di garra utile per il buon prosieguo del campionato..

Mordechai

Barcellona – Inter 3 a 0
Milan – Chelsea 1 a 2

C'era una volta il calcio

Possiamo stare tranquilli…alla luce degli ultimi pronostici 🥱

Modifica il 1 mese fa da C'era una volta il calcio
Mordechai

Qualcuno, in verità, l’ho pizzicato. Soprattutto su “quegli altri”, parafrasando il Bardo, ho davvero ottime sensazioni.

2010 nessuno

Sappiamo che sono inferociti, Mordechai, anche a loro quando gli va storta si sentono “derubati” , il che , considerando la loro storia degli ultimi 15/20 anni , è quasi comico.
Perciò potrebbe anche diventare una partitaccia, con falli e dispute continui, se non c’è una terna arbitrale con i nervi saldi.

Pavipollo

Io più che altro mi aspetto che ogni volta che un blaugrana entrerà in area potremo assistere a dei carpiati che Cagnotto (padre e figlia) se li sognano…

Mordechai

Credo, in sincerità, che vi faranno molto male. Stamoavede.

Mordechai

Intanto hanno fatto molto male a noi.

Mordechai

Maccabi – Juve 1 a 2 (più per fede, che per convinzione …)
Napoli – Ajax 1 a 1

convenevole da prato al secolo Nicola Romano

Non sapendo cosa scrivere del tema di giornata, commenterò la gara di ieri della Lazio, come sempre lascio ad altri simpatici cotifosi tifo e folklore ,io cercherò di essere obbiettivo . Il punteggio è netto , ma come pare di moda quest’anno è aumentato parecchio nel finale, biancazzurri solidi e spietati davanti (a parte la traversa di Immobile che poteva chiuderla molto prima, ma naturalmente non ci sarebbe stato gusto), la Fiorentina ha giocato una discreta partita per oltre un’ora, addirittura arrembante l’inizio dei due tempi, ma se non hai chi da imprevedibilita’ davanti e chi la butta dentro si fa difficile . La Lazio sembra aver risolto i problemi difensivi dell’anno scorso, peccato però che la cronica mancanza di alternative ( e magari anche di voglia ) impedisca di comportarsi bene anche in Europa, come riesce (finora ) al Napoli . Comunque il campionato ancorchè modesto è divertente e devo dire che non mi dispiace (sempre per ora ) vedere altri nerazzurri e bianconeri (quando bontà loro usano le maglie tradizionali ) lassù , staremo a vedere, a proposito la Lazio spesso è visibile su Sky , al contrario del Napoli che gioca spesso alla 18 o in alternativa alle 15, sinceramente di pagare pure Dazn non mi va .

Mark Renton

La fece anche Conte, vice campione del mondo nel 94, la gavetta, iniziando dall’Arezzo in serie C. Credo che il diritto di tribuna, così come nella politica, non lo debba avere nessuno, a meno che, come fece Zoff, non si entra nello staff delle nazionali, prima di passare ai club.
Tuttavia, nemmeno Gattuso l’ha fatta (iniziando direttamente dalla primavera del Milan per essere poi catapultato in prima squadra) idem Inzaghi che sempre dalla primavera passò alla prima squadra (i milanisti ancora lo ricordano.
Ora Inzaghi si sta rilanciando, il tempo dirà se ha la stoffa.
Comunque, dei campioni del mondo del 1982, oltre a Zoff mi pare che i soli Tardelli e Graziani abbiano intrapreso la carriera di allenatore per poi intraprendere quella più redditizia di opinionista.
Curioso di vedere come se la caverà De Rossi, forse è l’unico che avendo smesso da poco di giocare saprà stare al passo coi tempi in continua evoluzione.

Buffon gioca ancora, con quali motivazioni lo sa solo lui, gli auguro di tornare in serie A in modo da rendersi definitivamente conto che nonostante serietà, entusiasmo e abnegazione, il tempo passa per tutti.
Higuain lo ha capito a 34 anni, Mandzukic lo ha capito a 35 anni, Lichtsteiner pure.

Solo lui, lo svedese sbarcato su tik tok, e qualcun altro, non lo hanno ancora capito.

Mordechai

Purtroppo, non lo ancora capito Bonucci.

Mark Renton

Era uno di quelli a cui alludevo.

tom

Ti devo dare ragione.

molonlave

A proposito dei grandi (quelli veri) campioni del mondo del 1982, Anche il grande Claudio Gentile si avviò alla carriera di allenatore, ed anche con ottimi successi. Ma ebbe un pessimo trattamento dai vertici della federazione, quando oramai era pronto ad allenare la nazionale maggiore.

Mordechai

Leggo sulla Gazza che la Juve, a gennaio, punterà su Savic Milinkovic.
Mi auguro di no.
Per lui.
Possono comprare Savic Milinkovic, Milinkovic Savic, Savic e Milinkovic, pure il mago Zurlì, non cambierebbe nulla.

tom

Con 250 milioni di debiti sul groppone la vedo difficile, a meno che non ti vendi Vlahovic.

Modifica il 1 mese fa da tom
Mordechai

Perchè, tu ti stupiresti?

tom

Per nulla, l’ho ampiamente messo in conto.

Grande Romeo

Magari lo usano come allenatore…

wallysan

In bocca al lupo a tutti i nostri ex campioni.
Che facciano la gavetta è un bene: trasmettono il messaggio che ci vuole meritocrazia per emergere.
Poi, auguro loro di arrivare oltre l’attuale Serie A.
Per quanto riguarda Buffon, spero che smetta in fretta; mi sono sempre piaciute le giornate luminosi, invece i lunghi tramonti, per quanto spettacolari, alla fine stufano.

Spendendo una parola sul buon Pirlo, il fallimento a mio parere fu dovuto principalmente a 2 fattori: uno spogliatoio esplosivo (o già esploso), molto complicato anche per un allenatore con grande esperienza; e la mancanza di grinta da parte dell’allenatore per domare un branco così imbizzarrito (Pirlo mai sarà un Simeone).
Magari aveva anche idee buone, ma mi sapeva di professore che spiegava mentre la classe si tirava le palline di carta.

Mordechai

Condivisibilissima la tua “descrizione” del flop Pirlo.

Mordechai

Buffon, a dirla tutta, sta imbarcando valanghe di gol e ha sulla coscienza non poche cappelle e/o uscite ad cazzum che, per la verità, non gli erano del tutto ignote manco quando era un pischello.
Davvero non capisco questa sua “tigna” a continuare, trovo il suo tramonto piuttosto malinconico.
Possibile che a Parma non abbiano sotto mano un portierino di venti anni da lanciare nella mischia (Buffon esordì a 18 …)?
Mah…

inox

Buongiorno Fabrizio.

Scrivo fuori tema per aggiornare e chiudere la giornata di ieri. Comunque, per Cannavaro, mi auguro un esonero a breve solo perchè il Benevento retrocesso, proprio non lo voglio altrimenti: #beneventoinseriecsubito.
Ora dirò una cosa che farà incazzare qualcuno (simil citazione di Luca Zaia poco reverentissimo Presidente del Veneto). La Lazio, a differenza della Roma, è una squadra di calcio con diversi ma tutti insieme e non un insieme di giocatori diversi gli uni dagli altri. La Lazio sa cosa fare quando è in campo. Prima, Il Maestro, illustra la tattica e dopo, i giocatori, resi forti e consapevoli di ciò che devono fare e dove stare in campo, la applicano. Semplice. La Roma è un po’ alla “viva il parroco” senza strategia e tattica e riluce solo delle iniziative dei singoli. Ieri sera Sarri, nel prepartita, ha detto: ragazzi, questi non fanno un tiro manco per sbaglio, non li attacchiamo, facciamoli sfogare e dopo, semmai, con calma, li infiliamo. Se butta come penso, non avete bisogno nemmeno della doccia. Poi ridendo: così Comisso risparmia in elettricità e lo facciamo contento. Poveraccio, ci sta rimettendo. Diamogli una mano. *Anche se un riesco proprio a hapire in dove gli ha messo la differenza fra i sordi presi pe Vlahovic e la differenza con quelli spesi per quei du brocchi.
Detto fatto: Fiorentina 0-Lazio 4. Da vergognarsi la Fiorentina e Italiano, fuggiasco in La Spezia verso Firenze , di notte, dopo avere firmato con noi, autostrada A12 per Livorno poi, bivio per Lucca-Firenze. Dice: voleva fare il salto di qualità. Poteva almeno dirlo a quei tirchi di americani che si ritrova lo Spezia che nemmeno in Genova: braccino corto e serie “B” certa. Evvabbè! Per ora trattasi di salto della quaglia. Sempre dall’irripetibile ( per fortuna) Presidente Zaia: ragionateci sopra.
*frase in improbabile dialetto

monica

in toscana non c’è il dialetto,c’è il vernacolo!
😉

Wallysan

Non so, sono confuso…

Maxx

 La Lazio, a differenza della Roma, è una squadra di calcio con diversi ma tutti insieme e non un insieme di giocatori diversi gli uni dagli altri.”

Bello avere avversari così! 😀 😀 😀 😀

Mordechai

Più che altro, che vuol dire?

Carlo lll

Oramai è ufficiale: Sconcerti è da ricovero!

C'era una volta il calcio

Forse la serie B è il campionato giusto per fare esperienza…per poi ambire a palcoscenici più intriganti. Vedremo chi ce la farà.
Una considerazione…..come ha fatto la Iuve a privarsi di Cancelo? Giocatore totale, grande tecnica e senso tattico è spesso determinante con le sue incursioni e i suoi assist. Mahhhhh

grillo afono

Prima ancora di leggere gli altri commenti, azzardo l’ipotesi che almeno un paio di persone ti risponderanno che è stato mandato via da Allegri perché non sapeva difendere. Ora, al di là del fatto che anche ad Allegri è stato dato il benservito alla fine di quell’anno e quindi Cancelo sarebbe potuto tranquillamente rimanere, il motivo secondo me si può trovare ripercorrendo il suo anno alla Juve. Fino a dicembre o giù di lì Cancelo ha giocato in modo meraviglioso ed era il vero regista (dalla fascia) di quella Juve. Titolare di Allegri, che sapesse o no difendere (e lo sapeva fare, se ne aveva voglia). Poi nel girone di ritorno ha giocato in maniera a dir poco irritante, come un giocatore totalmente fuori contesto e scollegato di testa. Non so se non facesse vita da atleta o avesse voglia di andarsene via, ma evidentemente hanno pensato di monetizzare ritenendo che Torino non fosse più posto per lui.

wallysan

Eh, per lo stesso motivo per il quale se ne privò l’Inter: ha un tipo di gioco che nel campionato italiano non va per la maggiore.
Sarebbe andato bene se fosse rimasto con Sarri.

Mordechai

Se è per questo, ancora prima, se ne era privata anche l’Inter.
Quindi?
In realtà, sia a Milano che a Torino, non è che avesse fatto vedere chissà che cosa.
E poi, fidati, nel ManCity pure Gatti e Fagioli sembrerebbero dei marziani.

L’Avvocato (della Signora)

grande giocatore, mi pare fosse arrivato insieme a CR7 come parte integrante dell’affare CR7, ma se poi lo cerca il City o un’altra grande squadra in Premier, diventa difficile trattenerlo in un campionato scadente come quello italiano ed in una squadra poco allettante per un campione come la Juve (già allora, figurarsi adesso!)

Pirogov

Bocciato da Allegri, perché non sa difendere.

Waters

Vedendo come gioca la Lazio, anche privarsi di Sarri,oserei dire,non pare sia stata una gran furbata.

alberto_ol

Con questa logica anche l’inter avrebbe fatto meglio a tenere Spalletti che adesso sembra meglio di Inzaghi jr.

Sbaglio o ultimamente nei suoi interventi sta trascurando la gastronomia?

Waters

Beh dopo Spalletti venne Conte,non Inzaghi.

Mordechai

Sì, ma a giudicare dagli ultimi risultati e pure, per certi versi, da quelli dell’anno scorso, Inzaghi a Spalletti al massimo “glie spiccia casa”.

Maxx

Il punto Andrea è che la Juve era “ una squadra di calcio con diversi ma tutti insieme e non un insieme di giocatori diversi gli uni dagli altri”.
Capito?

Mordechai

L’anno scorso, pure Italiano pareva una via di mezzo tra Klopp e Guardiola, poi …
Sic transit gloria mundi.

wallysan

Sarri è un brahmino che pretende di avere discepoli; se trova gente disposta a seguirlo fa molto bene, altrimenti niente da fare.
Alla Juve c’erano troppe prime donne, squadra “inallenabile” [cit].

Maxx

“troppe prime donne” non è politicamente corretto!

Wallysan

😂😂😂

67
0
Cosa ne pensi? Lasciami un commentox
()
x